Page 1

La Bacheca del

Sesto Milium Bollettino n. 4 del Rotary Club Sesto Milium Centenario - Distretto 2040 Mercoledì 6 Gennaio 2010 Anno Rotariano 2009/2010

PRESIDENTE Pier Mario Biava E-mail: biava@tiscali.it

VICE PRESIDENTE Alberto Ceppi E-mail: albceppi@tin.it

SEGRETARIO Mario Santi E-mail: m.santi@fumagallisalumi.it

PREFETTO Stefania Vangeli E-mail: stefifania@yahoo.it

TESORIERE Fausto Dell‟Orto E-mail: dellortonovara@libero.it

ROTARY FOUNDATION Emanuele Borgonovo E-mail: emanuele.borgonovo@uni-bocconi.it

INCOMING PRESIDENT E-mail: Federico Santini

PAST PRESIDENT Sergio Airaghi E-mail: sergio.airaghi@fastwebnet.it

REDAZIONE de „LA BACHECA‟ Andrea Fosco E-mail: andrea.fosco@gmail.com

SITO INTERNET www.rotarysestomilium.it

SEDE: Grand Hotel Barone di Sassj - Sesto S.G.

Earth & Environmental Ingegneria e Consulenza Ambientale Sesto San Giovanni (MI) - tel 02. 9288 9650

“Sono le nostre azioni quotidiane, e le nostre decisioni quotidiane, a determinare il corso del Rotary per tutti noi. Il Futuro del Rotary è nelle vostre mani” John Kenny Sviluppo e affiatamento del club: spunti per una pianificazione triennale nell'ottica di una proiezione quinquennale Il prossimo 1 febbraio saranno trascorsi cinque anni da quando l'allora Governatore Elio Cerini mi comunicò che il nostro club era stato accolto nella grande famiglia del Rotary: il primo club del Distretto nell'anno del Centenario. Il tempo è volato ed eccomi a fare "il punto" allo scopo di continuare con rinnovata energia per i prossimi cinque anni. Ai soci fondatori della "prima ora" si sono aggiunti diversi giovani provenienti dal Rotaract oltre ad altri nuovi soci e socie. Pur in un clima piacevole ed amichevole, vedo necessaria un'integrazione profonda e sincera fra i diversi modi di vedere, fra le diverse generazioni presenti, fra le diverse esperienze, senza perdere di vista la possibilità di un ulteriore graduale aumento dell'effettivo in quantità e qualità. In primo luogo, osservando la provenienza dei soci del club, risulta che solo un socio è cittadino di Sesto San Giovanni, alcuni vi lavorano. Nonostante questo limite, grazie all'impegno, alle professionalità e alle conoscenze maturate in questi anni sul territorio e anche grazie a importanti services per la città di Sesto (borse di studio con argomento Sesto, convegni, sostegno Fondazione Abobo per la missionaria sestese dott.ssa Reale, Premio alla Professionalità, riproduzioni affreschi del Luini, tradizionale Concerto nell'antica chiesa dell'Assunta, gazebo Grazia Focacci...) il club è presente, conosciuto e molto considerato nell'ambiente di Sesto. Rimane comunque come prima esigenza per l'ampliamento del club quella di trovare figure di spicco della comunità di Sesto San Giovanni che possano offrire la garanzia di una attenzione al territorio e di continuità nella collaborazione a servizio della comunità locale. Il secondo punto da mettere a fuoco è quello delle classifiche: al momento una classifica è satura oltre misura, mentre molte professioni non sono nemmeno rappresentate: la diversità è un valore e il Rotary valorizza tutte le professioni svolte da chiunque. Quindi l'impegno dei soci dovrà ora essere rivolto a trovare personalità leader nei diversi campi professionali. Da "Rotary World" risulta che circa il 90% dei rotariani non ha mai presentato un nuovo socio, è un'occasione persa per il club e per i soci: ogni nuovo socio è ricchezza nuova, un mondo nuovo, la possibilità per i

1


soci di aprirsi a nuove amicizie e a conoscenze, di scoprire interessi fino a quel momento sconosciuti. Voglio richiamare l'atteggiamento verso il "candidato socio" che deve essere di affettuosa accoglienza, il socio presentatore deve essere molto attento sia nei suoi confronti sia nei confronti degli altri soci, è importante presentare l'aspirante socio a tutti nelle serate precedenti la sua ammissione e accompagnarlo di volta in volta ad un tavolo diverso per favorirne la conoscenza e l'inserimento... E' una questione di stile e di attenzione che va mantenuta anche dopo il suo ingresso ufficiale nel club per evitare che si formino sempre gli stessi tavoli composti dai soliti amici a cui si è particolarmente legati. Il nostro club è probabilmente il "più giovane" del Distretto per la media dell'età dei soci, ma non mancano soci "maturi", l'affiatamento è quindi ancora più importante e difficile da raggiungere che non in un club più omogeneo. Occorre impegno, apertura, pazienza, passione... Con un po' di saggezza e di buon senso si è instaurata fra di noi una "quasi regola": l'elezione di un presidente della "prima ora" alternato ad un presidente "new entry" almeno per qualche anno, questo ci costringe a lavorare insieme e a confrontarci con la possibilità di una crescita individuale e a volte anche di amicizia. Proprio a questo scopo il nostro Presidente Biava quest'anno si è impegnato a coinvolgere tutti conferendo un incarico a ciascuno. Il fine è di favorire il desiderio e il piacere di lavorare insieme per i diversi obiettivi/services, l'auspicio è che prima del termine dell'anno rotariano questo obiettivo venga raggiunto. Per i prossimi anni esprimo la speranza che il dominatore comune per l'affiatamento fra vecchi e nuovi soci possa essere la passione per i valori rotariani in un confronto aperto, costruttivo e amichevole: in primo luogo lo spirito di servizio al di sopra dei propri interessi personali, l'alta professionalità, l'etica, la serietà e la correttezza, l'integrità, la cordialità, il rispetto per le diversità, la leadership intesa soprattutto come responsabilità. Alberto Ceppi

I prossimi appuntamenti del Sesto Milium

Appuntamenti del mese di Dicembre per i soci del Sesto Milium

Martedì 12 Gennaio: Grand Hotel Barone di Sassj - ore 20,15 Prima Conviviale dell‟anno. Ospite la Dott..ssa Costanza Pratesi, Dirigente del FAI, che ci parlerà dell‟attività e dell‟impegno del Fondo Martedì 19 Gennaio: Grand Hotel Barone di Sassj - ore 20,15 Conviviale Dott. Alessandro Pizzoccaro e la Dott.ssa Adriana Carluccio, proprietari della ditta GUNA (importantissima azienda di prodotti biologici)

La nostra consueta rubrica mensile

Spazio alla musica del Sesto Milium: ‘Ambrosius mediolanensis’ Ambrogino d'oro: sembra quasi un vezzeggiativo che una mamma rivolge al suo bimbo "tanto bravo". Invece, attorno all'attribuzione di questo prestigioso simbolo della genialità milanese, si scatenano ogni anno le più roventi polemiche. In ogni caso il personaggio - S. Ambrogio di Treviri - che campeggia su una delle facce dell'ambitissima medaglia d'oro, rimane sullo sfondo come una sorta di bonario nume tutelare. Ma, per Milano, S. Ambrogio è stato ben altro e l'aggettivo "ambrosiano" dovrebbe far inorgoglire chiunque senta di appartenere alla vita e alla cultura della capitale economica d'Italia.

2


L’identità milanese come unicità musicale, iniziata con S. Ambrogio

Si parla in continuazione del recupero e della tutela delle identità (regionali, cittadine, linguistiche), ma non tutti ricordano che l'identità milanese - iniziata paradossalmente con Ambrogio, illustre immigrato - è innanzitutto una unicità musicale. Pur nelle drammatiche vicende che, nel IV sec. D.C., hanno visto protagonista Milano - seconda capitale imperiale - Ambrogio ha saputo creare uno stile di Canto - chiamato oggi, appunto, Ambrosiano ispirato direttamente al corpus delle melodie sacre provenienti dall'Oriente e, in particolare, dalla Siria (S. Efrem); un canto che conserva inalterate le movenze e le estrosità del canto orientale antico. Così, la riforma liturgica e musicale carolingia non riuscirà - sul piano teorico - a inquadrare quelle melodie nel sistema di scale musicali chiamato octoechos (gli otto Modi ecclesiastici) imposto al canto Romano chiamato, in seguito, Gregoriano. Di più: a fronte della sparizione delle tradizioni musicali locali (gallicana, in Francia, e mozarabica, in Spagna) generata dall'unificazione culturale del Sacro Romano Impero, nessuno si sentì di imporre a Milano il nuovo ordinamento, tanto alto era ancora nel IX sec. - il prestigio del Santo Patrono, musicista. Ci restano così, oggi, tredici Inni sicuramente attribuibili ad Ambrogio; dopo di lui, l'innografia si arricchirà rapidamente di svariate migliaia di canti forgiati su quegli augusti modelli. Vale la pena - magari in occasione del S. Natale - di fare una „capatina‟ nel Duomo di Milano per godere della qualificatissima esecuzione di questo repertorio da parte del Gruppo di Canto Ambrosiano della Cappella Musicale. E che l'inafferrabile libertà di questo canto millenario sia di buon auspicio per una città che di libertà e fantasia ha sempre più bisogno, di fronte alle crude sfide del terzo millennio. Umberto Bombardelli

Venerdì 6 Novembre: XI Campus Orienta

Campus Orienta: servizio per la cittadinanza

Il nostro club fin dalla sua nascita partecipa insieme ai Club del Gruppo dei Parchi all'importante appuntamento organizzato dal Distretto Scolastico 59 "CAMPUS ORIENTA" che ha come obiettivi quello di consentire alla cittadinanza di conoscere in modo ampio e diretto il complesso sistema delle offerte formative, educative e didattiche degli Istituti e, inoltre, fornire preziose informazioni su alcune realtà del mondo del lavoro. La sera del 6 novembre, alla presenza di numerose autorità civili e rotariane, nel salone annesso alla biblioteca della Villa Castelbarco, il “CAMPUS” è stato inaugurato con il Concerto “Jazz in Castelbarco”. Il complesso “Underground Jazz Quartet”, composto da qualificati professionisti: Giorgio Robustellini (sax) Liliana Cafiero (voce), Mario Manduci (chitarra) e Giacomo Tringali (percussioni) ha eseguito brani del repertorio Jazz classico ed altri brani famosi. Per oltre un‟ora il complesso ha intrattenuto le oltre 150 persone presenti. Al termine del concerto si è tenuta una piacevole conviviale presso il ristorante “Le Serre” annesso alla Villa Castelbarco. Presenti un centinaio di ospiti, moltissimi rotariani dei Rotary Club “Cinisello-Sesto San Giovanni”, “Della Martesana Milanese”, e di altri club fra cui il nostro.

3


L‟attività del “CAMPUS” si è aperta il 7 novembre alle ore 10,00 con l'allestimento di ben 30 stand e la partecipazione di Istituti di Istruzione Secondaria di II° Grado e di Università.

Tavola rotonda: ‘Orientamento scolastico e professionale’

Nella Galleria della Villa Castelbarco si è svolta la Tavola Rotonda sul tema “Orientamento Scolastico e Professionale” condotta dalla Dr.ssa Maria Luisa Balconi con la partecipazione di Fabio De Pilla esperto di orientamento, Felice Menna Dirigente Scolastico dell‟I.C. di Pessano con Bornago, Antonella Limonta Dirigente Scolastico dell‟ITIS “G. Marconi” di Gorgonzola e di Franco Gallo Dirigente Scolastico del Liceo “G. Bruno” di Melzo. Sono poi seguiti gli interventi della Prof.ssa Francesca Beltrami del Liceo “Maria Immacolata” di Gorgonzola e della Prof.ssa Adele Costa già responsabile dello sportello orientamento di Gorgonzola. Per accogliere ed accompagnare agli stand le famiglie, è stato predisposto un apposito servizio di hostess, curato dagli studenti dell‟IPSSCTS “Marisa Bellisario” delle sedi di Inzago e Trezzo sull‟Adda. Gli studenti per questa loro presenza hanno acquisito un credito formativo certificato dal DS59 e dal loro Dirigente Scolastico. La manifestazione ha ottenuto i patrocini di: Ministero della Pubblica Istruzione Regione Lombardia - Assessorato Istruzione, Formazione e Lavoro, Provincia di Milano - Assessorato Formazione Professionale, Provincia di Bergamo - Presidenza, Direzione Generale Scolastica della Regione Lombardia, Ufficio Scolastico di Milano, Ufficio Scolastico di Bergamo, I.R.R.E. Regione Lombardia, Amministrazione Comunale di Vaprio d‟Adda e le Amministrazioni Comunali del DS59 e altri. Alberto Ceppi

Sabato 21 Novembre: Convegno sulla Rotary Foundation

Convegno sulla R.F. organizzato dai Distretti 2040 e 2050

L‟importante appuntamento era fissato a Villa Fenaroli di Rezzato per le 9.00 del 21 Novembre. Alle 8,30 l‟ampio parcheggio della villa già era semi pieno ed i Rotariani dei due Distretti 2040 e 2050 trovavano modo di fraternizzare in piacevoli disquisizioni architettoniche in cui la stupenda cornice Palladiana della facciata invogliava a cimentarsi.

Già, perché ciò che gli intervenuti ricorderanno sarà, è vero, la splendida giornata organizzata ottimamente dai due Distretti per parlare di Fondazione Rotary, della sua visione futura, delle sue iniziative, dei suoi progetti, della sua strategica importanza all‟interno della organizzazione cui abbiamo aderito – e su questo non mi dilungo poiché la stampa rotariana avrà già dato ampia sintesi degli interventi dei bravissimi oratori – ma a loro rimarrà impresso anche lo scenario in cui questo Seminario ha avuto luogo.

4


La Soprintendenza alle Belle Arti di Brescia e quella ai Beni Ambientali di Milano hanno saputo ridare alla cinquecentesca villa, dopo diversi anni di abbandono e grazie ad un intenso lavoro di restauro, l‟unità di un capolavoro, da monumento nazionale.

L’affluenza è stata grande e l’interesse dei presenti alto

Ma al termine della giornata vi è stato un altro aspetto importante che mi piace qui sottolineare. L‟affluenza è stata grande, ritengo superiore ad ogni più rosea previsione, tanto che valletti volonterosi hanno dovuto provvedere ad aggiungere sedie di fortuna per consentire a parte delle persone rimaste in piedi di trovare una sistemazione più comoda. Tuttavia, quel che più conta è che i presenti hanno ascoltato “partecipando”, il che sta a significare che la Fondazione e la sua strategica importanza è sempre d‟attualità: quando viene ben illustrata la sua importanza viene ben compresa da noi rotariani. Complimenti quindi a tutti con l‟augurio di un grande futuro per la nostra Fondazione. Sergio Airaghi

La striscia di Ming Cari Soci e Amici, in questo numero della Bacheca, ho pensato di ricordare l'importanza del Natale appena trascorso con una frase, che rappresenta anche una promessa di portare con sé lo spirito natalizio durante tutti i 365 giorni dell'anno. Colgo l'occasione per augurare a voi tutti e alle vostre famiglie un Felice Anno Nuovo. Ming San Hu

"Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono. L'unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi. Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di tenerlo con me tutto l'anno" (Charles Dickens) Lunedì 30 Novembre: Assemblea di Club L’Assemblea annuale dei soci

Lunedì 30 Novembre si è tenuta l‟Assemblea annuale dei soci del Club. All‟ordine del giorno l‟approvazione del bilancio consuntivo dell‟anno 2008-2009 e di quello preventivo dell‟anno 2009-2010 e la votazione del Presidente per l‟anno 2011-2012 in sostituzione del Dr. Croci, impossibilitato a ricoprire tale carica per ragioni di lavoro.

5


L‟Assemblea, riservata ai soci del Club, si è svolta presso la sede di Sesto S. Giovanni, al Grand Hotel Barone di Sassj. Dopo una veloce cena, il Tesoriere, Fausto Dell‟Orto, ha distribuito ai soci il bilancio consuntivo dell‟anno 2008-2009 e quello preventivo del 2009-2010 e, illustratili brevemente, ne ha chiesto l‟approvazione, intervenuta all‟unanimità. Un dato decisamente significativo emerge dall‟esame degli stessi. Più del 20% delle uscite del Club sono destinate ai services. Una percentuale indubbiamente alta, che conferma ancora una volta il rilevante impegno dei soci del Club ai progetti di interesse sociale. Tendenza ulteriormente confermata dal bilancio preventivo dell‟anno rotariano in corso. Dopo l‟approvazione di tali punti, l‟attenzione dei soci si è spostata verso un‟altra decisione di fondamentale importanza per il Club: l‟elezione del Presidente che succederà a Federico Santini e che presiederà il R.C. Sesto Milium Centenario nell‟anno 2011-2012.

Stefania Vangeli eletta Presidente per l’anno rotariano 2011 - 2012

L‟unica candidata, Stefania Vangeli, è stata eletta - con votazioni a scrutinio segreto - Presidente a maggioranza assoluta dei presenti. Attualmente Prefetto, ha già dimostrato in questi anni all‟interno del nostro Club tutto il proprio valore e le proprie capacità; siamo certi che saprà essere un validissimo Presidente, capace di gestire le sorti del Club in un‟ottica di continuità con i progetti di Federico e con quelli portati avanti sino ad oggi. Sin da ora il nostro più caloroso in bocca al lupo a Stefania!

Giovedì 10 Dicembre: Concerto di Natale in Duomo

Il tradizionale concerto di Natale in Duomo

Da oltre dodici anni, il nostro Distretto Rotary, in occasione delle Festività Natalizie, organizza uno speciale evento musicale, aperto al pubblico, per condividere con i cittadini di Milano la gioia della musica: il Concerto in Duomo, diventato ormai una grande tradizione e un atteso appuntamento in prossimità del Natale. Un pochino meno tradizionale, ma non per questo meno affascinante, il programma proposto quest'anno: pochi i brani squisitamente natalizi, ma spazio alle musiche di Corelli, Haydn, Vivaldi e Gruber, magistralmente eseguite dall'Orchestra e dal Coro Ludwig Van Beethoven, diretti, rispettivamente, dal M° Adriano Bassi e dal M° Achille Nava e accompagnati dalla mirabile voce del soprano solista Tatiana Chivarova. Per il nostro Club il Concerto di Natale ha anche un significato speciale, avendo il nostro Presidente accolto l'invito del Governatore di far seguire al concerto una conviviale ed è quindi ancor più importante e gradita la presenza di tutti i soci all'evento. Del resto, anche alla luce della suggestiva e invitante location individuata da Pier Mario per la cena e del gustoso menu proposto, sarebbe stato davvero un peccato rinunciare a una serata così tipicamente meneghina, con concerto in Duomo e cena in pieno centro storico, il tutto condito dalla magica atmosfera natalizia! E infatti questa particolare conviviale è stata anche una bella occasione per ritrovare quasi tutti i soci, ma anche per accogliere parecchi ospiti, molti dei quali giovani

6


milanesi, amici del nostro club, che, sarà il Natale, sarà il fatto di essere, per una volta, noi a casa loro, hanno approfittato per tornare a trovarci, con nostro grande piacere! Insomma, una serata davvero simpatica, in un clima rotariano di grande amicizia, tra musica, parole e squisite pietanze! Davide Pirovano

Martedì 15 Dicembre: Conviviale Natalizia

I due Presidenti, del Sesto Milium e dell’Adda con l’A.G. Alberto Folchini

Dieci giorni prima del Santo Natale si è tenuta la conviviale natalizia, in interclub con gli amici del R.C. dell‟Adda, presso la nostra sede sociale. Una serata non solo piacevole per il gioioso clima prenatalizio che si respirava, ma anche significativa per il fatto che prevedesse la cooptazione di due giovani soci del nostro Club. Dopo il consueto aperitivo di benvenuto, la conviviale si è aperta con la spillettatura del Dr. Sebastiano Agazzi e dell‟Avv. Marco Ganassini, giovani ex rotaractiani presentati rispettivamente dal Presidente Incoming Federico Santini e da Ming San Hu. Giovani soci che hanno già dimostrato in precedenza di condividere appieno gli ideali e gli obiettivi del Rotary e che sapranno dare un contributo importante al nostro Club, in forte crescita. Un caloroso benvenuto a Sebastiano ed a Marco.

Nella foto (da sin.): Federico Santini, Sebastiano Agazzi, Marco Ganassini, Pier Mario Biava, Alberto Folchini, Ming San Hu

Adriana Albini relatrice sul tema ‘salute e alimentazione’

La serata è quindi proseguita con una interessantissima relazione della nostra socia Adriana Albini, Direttore Scientifico e Responsabile della ricerca oncologica presso l‟IRCCS Multimedia e attuale Presidente della Società Italiana di Cancerologia, la quale, in vista del progetto di stesura del libro „La salute in tavola‟, ci ha parlato di salute e alimentazione. Lascio al seguente documento redatto dalla medesima - unitamente al Presidente Pier Mario una breve illustrazione del tema trattato e del progetto di stesura del libro da parte del nostro Club. LA SALUTE IN TAVOLA Gli alimenti di lunga vita: ricette per vivere sani e felici Prevenire è meglio che curare, è un motto che riguarda tutte le malattie; anche e soprattutto le patologie cardiovascolari e i tumori. Grazie alla ricerca scientifica siamo in grado di proteggerci dall‟insorgenza di molte sindromi. Basti pensare ai vaccini che hanno tenuto sotto controllo le malattie infettive infantili, l‟influenza e l‟epatite e che ad oggi si prefiggono, ad esempio, di prevenire il tumore al collo dell‟utero causato dal papilloma virus. L‟importanza della prevenzione è già stata

7


Prevenire è meglio che curare

Diversi cibi contengono molecole con azione preventiva

affrontata nell‟ambito cardiovascolare, dove incoraggianti progressi sono stati ottenuti da esperti del settore mediante l‟impiego di farmaci capaci di abbassare il rischio, e ci sono molti studi diretti a proteggerci dai tumori. La prevenzione oncologica può essere effettuata mediante diagnosi precoce, terapie efficaci e sempre meno tossiche, unite all‟impegno nella ricerca. L‟Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha comunicato che, attraverso un‟"azione immediata", almeno 2 milioni di vite potrebbero essere salvate entro il 2020 e, addirittura, 6 milioni e mezzo di morti potrebbero essere evitate nel 2040 (quelle di persone che ora hanno venti-trent‟anni). Se la sopravvivenza alla malattia già diagnosticata talvolta si misura in mesi, a fronte di alti costi e di una qualità di vita non sempre migliore, la prevenzione può allungare la vita di anni. Per far ciò sono richieste azioni ad ampio raggio, che a fronte di un forte impegno danno risultati a lunga scadenza. La prevenzione però è più “a portata” di quel che si pensi, in quanto si identifica anche con semplici azioni quotidiane, quali ad esempio fare del moto, evitare il fumo e il consumo di super-alcolici e la scelta consapevole di quali alimenti consumare e di quali non assumere o limitare. Diversi cibi contengono molecole con azione preventiva, che se acquisite costantemente posso mantenere un organismo in salute. Riunendo questi alimenti in una sorta di ricettario da utilizzare nel quotidiano è possibile ottenere dei “Menù di lunga vita”, con il quale integrare la piramide alimentare, anche in un‟ottica di prevenzione alimentare. L‟importanza della dieta e dei derivati alimentari è testimoniata dall‟interesse che gli studi scientifici hanno dimostrato per l‟identificazione delle molecole preventive contenute nei cibi ed eventualmente nella sintesi di loro omologhi farmaceutici. Tra queste figurano i terpeni degli oli essenziali delle arance, lo xantumolo contenuto nel luppolo della birra, il carotenoide dei pomodori (licopene), il retinoide fenretinide della famiglia della vitamina A, la catechina presente nel thè verde (ma anche nel cioccolato amaro), l‟iperforina estratta dall‟erba di San Giovanni, il resveratrolo del vino rosso, le antocianine della frutta e verdura blu e viola (mirtilli, melanzane), gli indoli dei cavolini di Bruxelles e molti altri composti “chimici” salvavita. Hanno note proprietà salutari l‟olio extra-vergine di oliva e il pesce ricco di acidi grassi poli-insaturi omega 3. In generale una dieta bilanciata e consapevole può fare già molto. Franco Berrino dell‟Istituto dei Tumori di Milano e collaboratori hanno dimostrato in studi internazionali, quali Eurocare 4 e Concord, che nei Paesi dove si consuma una dieta mediterranea si sopravvive più a lungo ai tumori. Dunque la nostra proposta come Rotary Sesto Milium è di abbinare la conoscenza scientifica ed epidemiologica sulle sostanze benefiche nella dieta, a ricette gustose e originali, cocktails sani e colorati, inframmezzati da poesie ed aforismi sul benessere in tavola. Il nostro collega Samir Sukkar, esperto di alimentazione ha scritto un libro dal titolo stimolante: “Che il cibo sia la tua medicina”. Poiché il bene e la salute dell‟umanità rientrano nelle missioni del Rotary International pensiamo che aiutare la salute attraverso la consapevolezza che essa può essere “servita a tavola” sia un progetto da vivere insieme. Adriana Albini - Pier Mario Biava La conviviale si è dunque chiusa con il consueto scambio dei libri - e di auguri - che ciascun socio e ospite presente aveva portato e lasciato in un apposito cesto all‟ingresso della sala all‟inizio della serata.

__________________________________________________________________________________________________________

8

La Bacheca del Sesto Milium (2009/10, n.04)  

Bollettino del Rotary Club "Sesto Milium - Centenario" (Gennaio 2010)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you