Page 1

La Bacheca del

Sesto Milium Martedì 6 marzo 2007

Bollettino n. 7 del Rotary Club Sesto Milium Centenario – Distretto 2040 Anno Rotariano 2006/2007

PRESIDENTE Emilia Borghi De Ambrogi Mail: emilia.borghi@fastwebnet.it

“L’amicizia è stata la roccia sulla quale è stato costruito il Rotary. La tolleranza è ciò che lo tiene unito” Paul P. Harris

PAST PRESIDENT Alberto Ceppi PRESIDENTE INCOMING Sergio Airaghi VICE PRESIDENTE Borghi Ermenegildo M: e.borghi@studiolegaleborghi.191.it SEGRETARIO Giovanni Marega Mail: giomar@telemacus.it PREFETTO Alberto Ceppi Mail: albceppi@tin.it TESORIERE Sergio Airaghi Mail:sergio.airaghi@fastwebnet.it RESPONSABILE R.F. Emanuele Borgonovo Mail: emanuele.borgonovo@unibocconi.it

REDAZIONE de ”LA BACHECA” Sergio Airaghi sergio.airaghi@fastwebnet.it

SITO INTERNET www.rotarysestomilium.it

SEDE: Hotel Abacus Sesto S.G.

RIUNIONI Conviviali: 2° e 4° Martedì Caminetti: 1° e 3° Martedì Ore 20,00

MARZO È IL MESE DELL’AZIONE DI INTERESSE PUBBLICO ovvero pratichiamo il motto “Service above Self” È un’azione che stimola noi rotariani a renderci utili anche all’interno della nostra comunità locale mediante l’apporto di esperienze professionali nella ricerca di soluzioni che migliorino la vita di tutti. Seguendo questo principio il Club ha messo a punto il suo Progetto per l’anno rotariano 2006-2007 che, come già scritto nella Bacheca del mese di ottobre, ha previsto due attività legate al piano di lavoro della Direzione Sociale dell’ASLMI3 per il 2007. La prima attività è stata il sostegno, attraverso un contributo economico all’attività di formazione degli insegnati per l’anno scolastico 2006-2007 nell’ambito del Progetto Snodo Handicap, consegnato al dott. Giorgio Scivoletto nella Conviviale del 26 settembre 2006. La seconda è il Seminario del 24 marzo 2007 nello Spazio Contemporaneo di Villa Visconti d’Aragona che realizziamo con il Patrocinio del Comune di Sesto S. Giovanni e la partecipazione del Sindaco di Sesto Giorgio Oldrini e dell’Assessore Alessandro Pozzi. Questo appuntamento vuole rappresentare una opportunità di riflessione e di confronto per i rotariani e per i cittadini di Sesto S, Giovanni a più voci: i risultati del lavoro di ricerca, sviluppata al Polo Tecnologico di Lecco del Politecnico di Milano e a cui ha partecipato il nostro socio prof. Giuseppe Silva, sul legame tra tecnologia e mondo della disabilità; la Direzione Sociale dell’ASLMI3 sullo stato della conoscenza del fenomeno della disabilità sul territorio e gli strumenti approntati per il monitoraggio; l’attività di formazione permanente degli insegnanti che lavorano con i disabili; l’attività del CIRAH, Centro Italiano Ricerche per l’Autosufficienza degli Handicappati. Questo Centro si è costituito a Milano nel 1981 per iniziativa di alcuni Club rotariani lombardi e si propone di dare un contributo concreto al problema della relazione lavoro-disabilità, definendo profili precisi di attitudini lavorative a partire dalle capacità residue per un adeguato inserimento nel mondo del lavoro. Il Club nel realizzare questa iniziativa vuole contribuire sul territorio a sviluppare una cultura per cui “curare” e ”aver cura” devono innovarsi trovando una concreta integrazione operativa con l’aiuto delle tecnologia e l’essere “diversamente abili” un diritto a vivere a pieno titolo nella società. Emilia Borghi De Ambrogi

1


Scopo del Rotary Lo scopo del Rotary è incoraggiare e promuovere l’ideale di servizio come base di iniziative benefiche. In particolare: x x x x

Lo sviluppo delle conoscenze come opportunità di servire. Standard etici elevati nell’attività economica e professionale; il riconoscimento del valore di tutte le occupazioni utili; la considerazione del lavoro di ogni rotariano come un’opportunità di servire la società. L’applicazione dell’ideale rotariano in ambito personale, professionale e sociale. La promozione della pace, buona volontà e comprensione internazionale attraverso l’amicizia mondiale tra rappresentanti degli ambienti economici e professionali, uniti dall’ideale del servizio.

Perché diventare soci di un Club Rotariano? Ecco un altro argomento, da affiancare a quelli evidenziati sui precedenti numeri della Bacheca, utile a diffondere il concetto di partecipazione al Rotary tra i nostri amici avendo presente l’obiettivo principale dei soci del Sesto Milium Centenario: ”Ogni socio porti un amico” x

Leadership Il Rotary è una associazione di professionisti, dirigenti e uomini d’affari di successo. Team Building, raccolta fondi, intervenire in pubblico, pianificazione, organizzazione e comunicazione sono solo alcune delle doti di leadership che i soci hanno la possibilità di sviluppare e raffinare mediante l’adesione ad un Club. L’esperienza di leader rotariano permette inoltre di imparare a motivare, ispirare e guidare gli altri.

Pillole di saggezza Ci sono quattro tipi di uomo al mondo: x x x x

L’uomo che sa e sa di sapere: è un saggio, consultalo L’uomo che sa, ma non sa di sapere: aiutalo a non dimenticare quello che sa L’uomo che non sa e sa di non sapere: ammaestralo L’uomo che non sa ma pretende di sapere: è uno stupido, evitalo

La nostra sede: l’Hotel Abacus di Sesto san Giovanni Da alcuni giorni alla Reception dell’Hotel Abacus fa bella mostra la targa del R. C. Sesto Milium Centenario. L’artista e nostro socio Alberto Ceppi ha realizzato un’opera in bronzo che si distacca nettamente da tutte quelle abitualmente utilizzate allo scopo. Il proprietario dell’hotel ha voluto per questo che occupasse la miglior posizione all’interno della Reception: al banco accettazione dell’Hotel.

2


Spazio alla musica del Sesto Milium: “Musica & Musiche”

Accademia Musicale G. Marziali 10 Marzo: Pas de Duex – il piacere di suonare insieme 31 Marzo: La voce del silenzio – musiche delle monache lombarde del 600

In tempi, come quelli attuali, in cui sembra che le risorse - quelle naturali, come quelle finanziarie - stiano approssimandosi alla fine la musica può apparire agli occhi di molti come un “bene” di lusso, di cui si può (e, forse, si deve) fare a meno: lasci il campo alle questioni più serie! Certo, grazie al processo di globalizzazione che è innanzi tutto nella nostra mente, nelle nostre abitudini e nel nostro linguaggio, la musica - anche nella bella patria del bel canto - è ormai saldamente confinata in quella casellina mentale che gli americani definiscono entertainment. E, certo, le dimensioni dello svago, del divertimento le sono naturalmente connaturate. Ma, per fortuna, non è tutto qui. La musica imparata a scuola o praticata con gli amici - coinvolge dimensioni estremamente profonde dell'uomo; attitudini che non si sapeva di avere e che solo in essa si possono pienamente manifestare. Scoperte delle moderne Scienze dell'Educazione? O certezze che hanno pacificamente accompagnato lo sviluppo della nostra cultura? “L'uomo che non ha musica dentro di sè, né è commosso dall'accordo di dolci suoni, è incline ai tradimenti, agli stratagemmi e ai profitti; i moti del suo spirito sono tristi come la notte, e i suoi affetti bui come l'Erebo: non fidatevi di un uomo simile.” (W.Shakespeare, Il mercante di Venezia) Che la musica possa continuare ad accompagnarci, allietando noi, i nostri figli e i figli dei nostri figli. M° Umberto Bombardelli

Sabato 3 febbraio: 15° Torneo di Bridge Rotary

Organizzato per sostenere: x Progetto Irene x CAM x Fond. Ivo de Carneri

Alla presenza del Governatore Osvaldo Campari che ha premiato i vincitori delle rispettive categorie si è svolto presso il Circolo della Stampa di Milano il “15° Torneo di Bridge Rotary” che anche quest’anno è stato splendidamente organizzato dalla I.F.B.P.R. – International Fellowship of Bridge Playing Rotarians - con il patrocinio della A.I.R.B.- Associazione Italiana Rotariani Bridgisti. Ha fatto gli onori di casa con l’abituale stile e sicurezza Maria Grazia Carozzi. Ben 200 giocatori si sono dati battaglia per la conquista dei ricchi premi che erano stati offerti dai numerosi sponsor dell’iniziativa. Con il ricavato ottenuto la I.F.B.P.R. si propone di sostenere: x Il Progetto Irene per l’alfabetizzazione informatica dei non vedenti a cui far seguire l’insegnamento e il gioco del Bridge su internet attraverso il loro computer. x Il CAM con una “Borsa di addestramento al lavoro” per un minore in difficoltà al fine di consentirgli l’inserimento con dignità nella vita sociale. x La Fondazione Ivo de Carneri che opera per combattere malattie quali malaria, tubercolosi, ed AIDS che in Africa colpiscono bambini nei loro primi anni di vita. Per il Sesto Milium Centenario ha partecipato al torneo Sergio Airaghi che ha giocato in coppia con Matilde Calenzani piazzandosi 52° assoluto e 3° nella speciale Classifica I.F.B.P.R: un risultato per la verità non brillantissimo che è arrivato in ogni modo al termine di una giornata veramente piacevole.

3


.

Interclub dell’8 Febbraio: della Martesana Milanese - dell’Adda. Sesto Milium Centenario Organizzato dal Rotary Club della Martesana si è svolto presso l’hotel Jolly di Milano 2 ed è stata l’occasione per un incontro tra rotariani appartenenti a tre dei Club ed al Rotaract del Gruppo dei Parchi. Il Sesto Milium era ben rappresentato da diversi soci tra i quali oltre al Presidente, Emilia Borghi, gli Incoming, Sergio Airaghi, Aldo Coni e Giovanni Marega ed il Past President, Alberto Ceppi. Al centro dell’iniziativa l’opportunità di incontrare il Comandante Noris, attualmente Istruttore dei piloti Alitalia, che con arguzia ci ha raccontato alcuni episodi della sua lunga vita di pilota durante la quale, a bordo degli aerei da lui pilotati, ha ospitato Pontefici, Re, Onorevoli e personaggi di grande livello. Particolarmente apprezzata e rassicurante la parte dell’intervento riguardante la sicurezza degli attuali voli, con dettagli sui sistemi di controllo obbligatori a cui devono assoggettarsi tutte le compagnie di volo, comprese quelle low-cost. Si è avuta una ulteriore conferma che incontri come questo sono molto utili e meritano di essere ripetuti in quanto accrescono le occasioni per consolidare rapporti costruttivi di amicizia tra rotariani e per programmare comuni azioni di servizio.

Caminetto del 20 Febbraio: incontro con Alfredo Vismara. Alfredo Vismara è un mito per i praticanti di judo ed arti marziali. Proprio per questo però merita qualche parola di presentazione. La sua attuale qualifica è quella di Kyoshi (Maestro) conseguita in Giappone, insieme al grado di 8° DAN, nel 1999. Nel corso della sua carriera sportiva, iniziata nel 1965, ha vinto tutto quello che era possibile vincere: ai suoi trofei manca solo l’alloro Olimpico di Monaco 72 che gli è sfuggito per cause politiche-sportive tutte interne alla Federazione Italiana contro le quali anche un campione come lui ha dovuto arrendersi. Nel 1973 fonda con altri maestri l’Associazione Amici del judo per promuovere la pratica di questo sport come disciplina educativa che necessita l’utilizzo al meglio delle proprie energie fisiche e mentali. Attualmente ricopre l’incarico di responsabile per le arti marziali nella Consulta per lo sport della Regione Lombardia oltre ad essere il coordinatore Tecnico dei Corsi Regionali finalizzati al progetto educativo per il riconoscimento della figura di Educatore Sociale. Alfredo Vismara è un rotariano membro del Rotary Club Malindi (Kenia). A Malindi, insieme all’amico Livio Beretta, responsabile tecnico della Ass. Amici del judo, ed al R.C. Malindi, che è uno dei sostenitori della iniziativa, ha promosso la nascita di un Centro sportivo perseguendo un progetto educativo ed umanitario di ragazzi e giovani attraverso la pratica delle arti marziali.

4


Judo: il miglior impiego dell’energia fisica e mentale.

Oggi sono 400 i praticanti che si raccolgono nel nuovo grande locale, concesso in affitto dal comune di Malindi, per seguire gratuitamente i corsi di judo, karate e kung fu: 400 giovani rubati ai rischi di una vita disperata ai margini di una zona turisticamente ben sviluppatasi negli ultimi anni ma in cui permangono tutte le contraddizioni tra estrema povertà e grande ricchezza. Inevitabilmente il discorso è poi scivolato proprio sulle condizioni in cui vivono milioni di giovani kenioti e sulle malattie, la malaria in particolare, che divengono spesso mortali per la mancanza di quei pochi dollari necessari a curarle. Incontro quindi, quello con Alfredo Vismara, che ci ha fornito lo spunto per importanti riflessioni tant’è che con l’amico Pier Mario Biava ci siamo ripromessi di trarne utili indicazioni nel preparare i programmi delle future iniziative del nostro Club.

Conviviale del 27 Febbraio: incontro con Bianca Manfredi.

Il linguaggio di un cane da soccorso è basato sull’olfatto e sull’udito

Bianca Manfredi: un sogno riuscire ad attuare la selezione del cane da soccorso

La vita è capace di sorprenderti in continuazione. Bianca Manfredi e Sergio Airaghi sono stati amici d’infanzia sino al giorno, qualche decennio fa, quando le loro strade si divisero ognuno a seguire il proprio destino di adulti. Ritrovatisi per caso e scoperto l’impegno nel sociale di Bianca è parso naturale a Sergio invitarla come relatrice alla nostra conviviale che ha visto anche la presenza di un ospite di riguardo, Rita Pizzagalli del CAM, oltre a numerosi soci accompagnati dalle rispettive signore. Bianca Manfredi ha la qualifica di “Esperta Giudice Internazionale ENCI” ed attualmente è la “Responsabile dei corsi APT per Istruttori e Figuranti di cani da soccorso” per ricerca in superficie di persone disperse e ricerca su macerie di persone travolte o sepolte. Nel suo appassionato intervento, aiutandosi con un filmato, ci ha fatto capire i segreti del cane da soccorso, il suo linguaggio basato sull’olfatto e sull’udito, il suo bisogno di una società in cui l’essere umano gli sia capo e istruttore,il suo piacere per il gioco, le sue intenzioni espresse con il corpo e la psiche, i suoi numerosi impulsi, la sua memoria e le associazioni gradite e sgradite. Bianca ci ha anche parlato del suo sogno: riuscire ad attuare la selezione del cane da soccorso di cui nessuno in Italia si è mai direttamente occupato, nemmeno L’ENCI. Con lei era presente un suo collaboratore, l’Istruttore Giuseppe Corrado, che dalla teoria ci ha portato a toccare con mano la realtà descrivendoci i dettagli dell’ultimo recentissimo salvataggio: merito del suo boxer Zeus che, utilizzato sul campo con il metodo della “ricerca rapida” che Bianca insegna, ha trovato e soccorso un anziano che in preda ad una crisi depressiva e smarritosi nel Parco delle Groane, inseguiva atroci propositi. Una considerazione finale c’impone di rendere merito a questi Operatori: sono tutti volontari, per istruirsi ed addestrarsi pagano di tasca propria, si rendono disponibili 24 ore il giorno e 365 giorni l’anno, si mantengono i loro amici cani e non chiedono mai nulla in cambio del loro impegno sociale. Quanta affinità con il nostro impegno rotariano! A conclusione della magnifica serata Emilia Borghi ha consegnato a Rita Pizzagalli il contributo che anche quest’anno il nostro Club ha voluto stanziare a favore del CAM.

5


Il libro del Club: “Dalla A alla Z ma non tutto” L’entusiasmo ci ha veramente preso: la prima bozza del “nostro” libro è stata presentata ai soci Martedì 20 Febbraio ed è stata giudicata da tutti veramente bella. Di questo va dato merito agli autori che hanno raccontato con parole e foto alcune loro esperienze dirette e all’amico Elio Pogliani che in tempi rapidissimi ha assemblato tutto il materiale. Visto il successo dell’iniziativa abbiamo deciso che gli obiettivi futuri si amplieranno e una nuova opera sarà messa in cantiere nel prossimo anno rotariano: con la speranza che, attratti dal successo di questa iniziativa, la totalità dei soci del Club parteciperà alla sua realizzazione.

Staminali Antitumorali: le scoperte di Pier Mario Biava.

“Staminali contro il cancro – il nostro scienziato P.M. Biava” “Staminali antitumorali – la scoperta del prof. P.M. Biava” “Riconoscimento Internazionale a P.M. Biava sul Tumor Marker Oncology” “La scienza Italiana: P.M. Biava risultati sorprendenti sulle cellule staminali” “La salute nelle fabbriche: presentazione del prof. P.M. Biava” Sono solo alcuni dei titoli che la stampa ha dedicato nei giorni scorsi all’opera meritoria dell’amico Pier Mario, dal 1984 primario dell’Unità di Medicina dell’ospedale di Sesto san Giovanni. Attualmente egli ricopre due cariche di grande rilevanza: è Presidente dell’Istituto Europeo della Complessità e Presidente della Fondazione Ricerca e Terapie Biologiche del Cancro. Quest’ultimo ente ha istituito un laboratorio di ricerca all’interno dell’Ospedale di Sesto san Giovanni. Anche noi del Sesto Milium ci uniamo nelle congratulazioni all’amico Pier Mario ringraziandolo per l’impegno che dedica nel tentativo di lenire le sofferenze di tanti individui.

Adozione della piccola Powa Edvige Mireille.

Aiutare chi ha bisogno rientra tra gli scopi del Rotary

Anche quest’anno il nostro Club ha voluto contribuire all’istruzione della piccola Camerounense Powa Edvige Mireille con l’elargizione di un contributo tramite Don Giovanni Tremolada Cappellano della Cappella Madonna di Loreto dell’Aeroporto di Linate. Si è trattato per il nostro Club di un gesto piccolo, ma significativo: aiutare chi ha bisogno rientra tra gli scopi del Rotary ed è questo l’obiettivo che ci siamo posti con la nostra donazione. Abbiamo anche con ciò allargato la nostra famiglia con l’acquisizione di questa nuova figlia. A conferma della donazione abbiamo ricevuto l’Attestato di avvenuta adozione a distanza per l’anno scolastico 2006/2007 ed un biglietto di ringraziamento trasmessoci da Don Giovanni.

La tolleranza è un momento provvisorio che permette a quelli che non si amano di sopportarsi vicendevolmente in attesa di potersi amare (Vladimir Jankelevitch)

6


Premio alla Qualità TQM-RRVF per l’anno rotariano 2005/2006. L’ing. Pietro Freschi, Presidente Internazionale del Premio alla Qualità TQMRRVF ha comunicato ad Alberto Ceppi: “ E’ con vivo piacere che ti confermo che, nel tuo distretto, la selezione effettuata ha portato a segnalare il tuo Club quale meritorio di menzione tra gli altri partecipanti” Il 1° premio è andato ad un Club del distretto 2040, il Milano Nord, e gli altri Club degni di menzione sono stati; il R.C. Pavia Ticino (distretto 2050), il R.C. Fiesole (distretto 2070), il R.C. Cagliari distretto 2080) e il R.C. Caltanisetta(distretto 2110).

Rotariadi 2006/2007: le gare di Marzo Ricordiamo il calendario delle prossime gare inserite nel programma 2006/2007 delle Rotariadi: x x

Gara di Bocce: Vimercate Domenica 11 Marzo Serata del Bowling: Lissone Mercoledì 4 Aprile

Chi volesse, a titolo personale, partecipare alle gare può rivolgersi per tutti i dettagli in Segreteria o direttamente al Comitato Coordinatore Rotariadi: g.caronni@classpromotion.com

17 Febbraio: Cresce la famiglia di Giovanni Marega Puntualissima è arrivata Lucia la terza figlia del nostro Segretario Giovanni Marega. Una bambina splendida che sin dal suo primo vagito si è potuta permettere di guardare i suoi compagni dall’alto dei suoi 3,8 kg. A mamma Antonella e papà Giovanni i complimenti vivissimi di tutti gli amici del Sesto Milium

XXIII Corso Ryla 22-25 Marzo 2007 Il titolo dell’edizione 2007 sarà: “Leadership tra capacità decisionale ed assunzione di responsabilità” Si svolgerà da giovedì 22 a domenica 25 marzo 2007. I partecipanti al RYLA sono iscritti dai Club del Distretto 2040 ed i candidati, laureandi o neo-laureati, sono proposti dai soci dei Rotary Club e dei Rotaract. La quota d’iscrizione è di 500,00 Euro per partecipante.

Appuntamenti del Distretto 2040 x

Il Presidente del Rotary International W. B. Boyd invita i soci a partecipare al 98° Congresso che quest’anno si svolgerà a Salt Lake City (Utah) da 17 al 20 Giugno 2007. Sul sito www.rotary.org/events possono essere scaricati i moduli per l’iscrizione

7


x

L’A.E.R.A. (Ass. Europea Rotary per l’Ambiente) ricorda che nell’ambito dell’iniziativa “I Lunedì dell’Ambiente” il prossimo incontro-intervista si terrà il 12 Marzo dalle ore 18,00 alle ore 19,30 presso la Sala Facchinetti della Società Umanitaria in via Daverio, 7 con il prof. Stefano Zecchi ordinario di Estetica dell’Università degli Studi di Milano sul tema “Ecologia e Bellezza”.

x

Torna il 21 Marzo la Festa di Primavera, appuntamento annuale della Fondazione Donna a Milano che quest’anno avrà come tema la Salute e la Cultura. L’appuntamento è presso la Sala Cariatidi di Palazzo Reale a Milano. A sostegno della Fondazione per partecipare è richiesto un contributo di Euro 100,00. Per informazioni tel: 02 34538010 – email festafdm@fdmonlus.it

x

Si terrà a Roma il 23-24 Marzo un’importante manifestazione rotariana nazionale dal titolo, il Rotary e l’acqua finalizzata alla presentazione del progetto per una campagna educativa sull’uso consapevole dell’acqua nel nostro Paese. Saranno presenti: Ed Futa, Segretario Generale del Rotary International, il Ministro della Salute e il Ministro dell’Ambiente della Repubblica Italiana. Tutti i dettagli del convegno sono presenti sul sito www.rotary2040.it

x

Cesare Reale Presidente della Commissione Distrettuale “Progetto Autismo” informa che domenica 20 Maggio presso il Molinetto Country Club si terrà la gara di Golf Coppa Associazione Koala di beneficenza. La manifestazione ha la finalità di raccogliere fondi per aiutare la ricerca e la cura dell’autismo

“Laudato si’, mi Signore, per sor’acqua, la quale è molto utile et umile et preziosa et casta”

Prossimi appuntamenti del Sesto Milium Centenario. x

Martedì 13 Marzo – Hotel Abacus Consiglio Direttivo allargato ai Presidenti delle Ore 19,00 Commissioni per l’organizzazione del Seminario e della cerimonia di consegna della Borsa di Studio Ore 20,00

Caminetto con intervento del dott. Luigi Ladini sul tema “Le acque Minerali”

x

Sabato 24 Marzo – Villa Visconti D’Aragona, Via Dante 6, Sesto S.G. Ore 9,30 Seminario sul tema: “La mobilità delle persone con bisogni speciali e l’aiuto delle tecnologie” E’ prevista la partecipazione delle Autorità Comunali e la presenza di Dirigenti Rotariani L’ingresso è libero per tutti i cittadini

x

Martedì 27 Marzo – Hotel Abacus Ore 20,00 Conviviale con Coniugi Assegnazione della Borsa di Studio del Club alla presenza delle Autorità Rotariane e Cittadine.

Avviso del Tesoriere Dal 1° Gennaio è in pagamento la terza rata della quota annuale. Coloro che ancora non l’avessero fatto sono gentilmente pregati di provvedere al bonifico presso: BPM Agenzia 76 Sesto san Giovanni – C/C 33560 – intestato a Rotary Club Sesto Milium Centenario – ABI: 05584 – CAB: 20700 – CIN: D

8

La Bacheca del Sesto Milium (2006/07, n.07)  

Bollettino del Rotary Club "Sesto Milium - Centenario" (Marzo 2007)