Page 1

Rosco Diagnostica Istruzioni per l'uso delle pastiglie NEO-SENSITABS™

Revisione DBV0004E Data di emissione 09.11.2005 Lingua Italiano

NEO-SENSITABS™ Test di sensibilità antimicrobici Produttore Rosco Diagnostica A/S, Taastrupgaardsvej 30, DK-2630 Taastrup, Danimarca, www.rosco.dk Scopo Le pastiglie Neo-Sensitabs si usano nei test di sensibilità semiquantitativa in vitro durante l'esecuzione del test di diffusione su agar mediante dischetto/pastiglia sugli organismi comuni non esigenti a rapida crescita, su certe varietà di agenti patogeni batterici esigenti, e sui lieviti. Principi su cui si basa il procedimento Le pastiglie Neo-Sensitabs contengono una gamma di agenti antimicrobici che vengono applicati alla superficie di un terreno agarizzato adatto allo scopo, che è stato a sua volta inoculato con coltura pura di isolati clinici. Gli organismi non esigenti, tra cui Enterobacteriaceae, Staphylococcus spp., Pseudomonas spp., Acinetobacter spp., Enterococcus spp. e Vibrio cholerae, possono essere saggiati su terreno senza sangue o altro supplemento come l'agar secondo Mueller-Hinton II (MH). Haemophilus influenzae richiede l'Haemophilus test media (HTM), Neisseria gonorrhoeae l'agar base GC (GCA), Streptococcus pneumoniae e altri streptococchi richiedono l'agar secondo Mueller-Hinton II + 5 % sangue (MH+B). Il lievito deve essere saggiato su agar RPMI-1640 oppure su agar Shadomy modificato e gli anaerobi richiedono procedimenti speciali .1,2 Dopo l'incubazione, si procede all'esame delle piastre, alla misurazione dei diametri delle zone di inibizione attorno alle pastiglie e al successivo confronto dei dati con le tabelle interpretative delle zone dei singoli antibiotici al fine di determinare l'agente o gli agenti più idonei all'impiego nella terapia antimicrobica. Le pastiglie Neo-Sensitabs sono standardizzate in conformità alle break-point di MIC raccomandate dal CLSI (NCCLS).3,4 Inoltre, le pastiglie Neo-Sensitabs sono adattate in base alle MIC di break-point di MIC raccomandate dai "Gruppi di standardizzazione dei test di sensibilità" presenti in diversi paesi europei (Danimarca, Francia, Germania, Olanda, Norvegia, Svezia, e Regno Unito). I criteri interpretativi del diametro delle zone dei diversi paesi si possono trovare nella Guida all'utilizzo delle pastiglie di Neo-Sensitabs (www.rosco.dk).1 Reagenti Le pastiglie Neo-Sensitabs hanno un diametro di 9 mm e contengono antimicrobici cristallini accuratamente mescolati con granulato protettivo. Su entrambi i lati delle pastiglie è impresso un codice unico a 5 caratteri. Le pastiglie Neo-Sensitabs sono fornite in cartucce contenenti 50 pastiglie ciascuna. Le cartucce possono essere utilizzate con un distributore automatico (dispenser) per le pastiglie Neo-Sensitabs. Il distributore automatico rilascia 7, 9, 12 o 16 pastiglie Neo-Sensitabs alla volta e le pastiglie aderiscono automaticamente al terreno di coltura rendendo superflua l'applicazione di ulteriori pressioni. Istruzioni per la conservazione 1) Al ricevimento del prodotto, controllare il simbolo della temperatura sull'astuccio esterno. Le pastiglie Neo-Sensitabs in cui compare il simbolo 2 °C -8 °C devono essere conservate in un frigorifero, mentre le Neo-Sensitabs il cui astuccio esterno reca il simbolo di una temperatura pari a o inferiore a 25 °C devono essere conservate a temperatura ambiente. 2) Una volta prelevate le cartucce dal frigorifero, aspettare che raggiungano la temperatura ambiente prima di aprirle, ad es. 30 – 60 min, per evitare la formazione di condensa sulle pastiglie. 3) Le pastiglie Neo-Sensitabs con il simbolo della temperatura compreso tra i 2 °C e gli 8 °C possono essere lasciate a temperatura ambiente fino a 2 mesi, senza perdita sostanziale dell'attività. 4) Le cartucce aperte e inserite nel distributore devono essere usate entro 2 mesi nel caso di pastiglie Neo-Sensitabs con il simbolo della temperatura compreso tra i 2 °C e gli 8 °C, ed entro i 12 mesi nel caso di pastiglie Neo-Sensitabs con il simbolo della temperatura inferiore ai 25 °C.

DBV0004E

1/27


Rosco Diagnostica La data di scadenza riportata sulle cartucce riguarda solo le cartucce munite di coperchio e conservate alla giusta temperatura. Precauzioni Seguire le istruzioni per l'utilizzo. L'azione del prodotto Neo-Sensitabs dipende non solo dalla potenza delle pastiglie, ma anche dall'utilizzo dell'inoculo e delle piastre di agar più adatti, dalla temperatura di incubazione, dalla corretta interpretazione del diametro delle zone, dalla corretta conservazione delle pastiglie Neo-Sensitabs, e dall'utilizzo di colture di controllo.5 Campione Il campione deve essere tipico del sito di infezione, ossia è necessario compiere tutti gli sforzi possibili per ottenere un campione rappresentativo dei batteri patogeni pertinenti. Vedere le istruzioni, in cui è spiegata anche la preparazione dell'inoculo. PROCEDIMENTO Materiali forniti: Pastiglie Neo-Sensitabs come indicato. Materiali richiesti ma non forniti: Terreni di coltura, reagenti, organismi di controllo della qualità e attrezzature di laboratorio necessarie all'esecuzione del test di sensibilità mediante diffusione su agar secondo il procedimento standardizzato. Preparare uno standard di torbidità McFarland 0,5 aggiungendo 0,5 mL di 0,048 M BaCl2 (1,175 % wt/vol BaCl2.2H2O) a 99,5 mL di 0,18 M H2SO4 (1% (vol/vol)) mescolando continuamente. In alternativa è possibile acquistare uno standard preparato. Procedere alla verifica mediante uno spettrofotometro con un percorso ottico di 1 cm e dotato di una cuvetta per il riferimento; l'assorbanza a 625 nm deve essere di 0,08-0,10.3,4 I. Istruzioni per l'uso/Batteri I.1. Standardizzazione dell'inoculo secondo il CLSI (NCCLS) 3 Metodo di crescita: a) Scegliere almeno 3 - 5 colonie analoghe. Strisciare delicatamente un'ansa metallica sulla parte superiore di ciascuna colonia e trasferire l'ansa in 4-5 mL in un brodo di coltura come il brodo al Triptone di Soia. b) Lasciare incubare la coltura in brodo a 35°C fino a quando raggiunge o supera la torbidità dello standard McFarland 0,5; di norma sono necessarie 2-6 ore. c) Regolare la torbidità del brodo di coltura con soluzione salina sterile o brodo per ottenere una torbidità paragonabile allo standard McFarland di 0,5 . La sospensione a questo punto contiene all'incirca 1-2 x 108 unità formanti colonie (CFU)/mL per E. coli ATCC 25922. Metodo di sospensione diretta delle colonie: E' possibile provvedere all'immediato allestimento del test piuttosto che attendere la subcoltura in brodo.6 Tenendo in sospensione diverse colonie morfologicamente analoghe prelevate da una piastra di agar di 18-24 ore (non selettiva) in 4-5 mL 0.9 % di soluzione NaCl, si può sviluppare la torbidità equivalente a quella di BaSO4 standard (McFarland 0,5). Il metodo equivale al metodo standard del CLSI (NCCLS) e richiede meno tempo. Si raccomanda questo approccio quando occorre saggiare organismi esigenti come Haemophilus spp., N. gonorrhoeae, Moraxella catarrhalis, pneumococchi/streptococchi e gli stafilococchi per la potenziale resistenza alla meticillina o all'oxacillina.3 I.2. Inoculo a)

Nell'arco di 15 minuti, intingere un tampone di cotone sterile nella sospensione adattata e rimuovere l'inoculo dal tampone esercitando una forte pressione all'interno della provetta. b) Il tempo massimo per inoculare le piastre mediante i tamponi è di 15 minuti. c) Inoculare la superficie asciutta della piastra agar idonea strisciando il tampone su tutta la superficie. Attendere 3-5 minuti perché la superficie si asciughi o un massimo di 15 minuti prima di applicare le pastiglie Neo-Sensitabs ai terreni. d) Scegliere le pastiglie adatte, ad esempio quelle raccomandate da CLSI (NCCLS).7 Non utilizzare più di nove pastiglie Neo-Sensitabs per una piastra di 150 mm o quattro pastiglie Neo-Sensitabs per una piastra di 100 mm per il saggio di H. influenzae, N. gonorrhoeae, e Streptococcus spp..

DBV0004E

2/27


Rosco Diagnostica I.3. Incubazione e lettura delle piastre a)

Nell'arco di 15 minuti, collocare le piastre, con il lato contenente l'agar rivolto verso l'alto, in un'incubatrice a 35 °C. Haemophilus spp., N. gonorrhoeae, S. pneumoniae e altri streptococchi devono essere incubati in atmosfera arricchita di CO2 al 5 %. b) Esaminare le piastre dopo 16-18 ore di incubazione (20-24 ore per N. gonorrhoeae, S. pneumoniae e altri streptococchi). Si raccomanda l'incubazione per 24 ore per l'identificazione dello Staphylococcus aureus resistente alla Meticillina (MRSA) e dell'Enterococcus spp. per la resistenza alla vancomicina. Mantenere la piastra vicino alla luce trasmessa ed esaminare le zone dell'oxacillina e della vancomicina alla ricerca della scarsa crescita (colonie minute) delle colonie resistenti alla meticillina o alla vancomicina, con evidenti zone di inibizione. Qualunque crescita visibile all'interno della zona di inibizione è indicativa di resistenza alla meticillina o alla vancomicina. I margini delle zone di inibizione contengono numerose piccole colonie quando si usano le pastiglie di Trimetoprim, Sulfonamidi e Trimetoprim + Sulfametossazolo. In questo caso le zone di inibizione vengono confrontate con le colonie di dimensioni normali (ignorare la crescita modesta e misurare i margini più evidenti). Per ulteriori dettagli consultare la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs (www.rosco.dk).1 c) I diametri delle zone di completa inibizione sono misurati a occhio. Le misure delle zone sono arrotondate al millimetro intero più vicino. II. Istruzioni per l'uso/Lieviti II.1. Preparazione dell'inoculo L'inoculo deve dare luogo solo a una crescita confluente. Per la maggior parte dei ceppi l'inoculo deve contenere all'incirca 5x105CFU/ mL (McFarland 0,5 diluito 1+1 con soluzione salina). Per la Candida krusei utilizzare un inoculo equivalente a McFarland 0,5, diluito 1:10 e per Cryptococcus spp. utilizzare un inoculo equivalente a McFarland 1,0, non diluito. II.2. Inoculazione a) b) c)

Le piastre devono essere fatte asciugare per 20-25 minuti a 35 °C prima dell'inoculazione. 0,5 mL (piastra di 9 cm) o 1,0 mL (piastra di 14 cm) dell'inoculo preparato devono essere versati sulla superficie dell'agar e il liquido in eccesso rimosso immediatamente con una pipetta. Lasciare asciugare la piastra aperta a una temperatura di 35 °C per 10 minuti e successivamente adagiare le pastiglie sulla superficie dell'agar.

II.3. Incubazione e lettura delle piastre L'incubazione a 35 °C durante la notte è indicata per la maggior parte dei ceppi isolati dalle infezioni sistemiche. L'esame e la lettura della piastra devono essere eseguiti dopo 18-24 ore. Se la crescita non è ancora visibile con alcuni ceppi, è possibile incubare di nuovo le piastre per 24 ore o più. Nel caso dello Cryptococcus spp. incubare a 30 °C per 42-48 ore. II.4. Misurazione delle zone di inibizione Nel caso dei polieni (Amfotericina B e Nistatina) si misura la zona trasparente senza segni di crescita visibili all'interno. Nel caso di questi antifunghini, le colonie all'interno della zona devono essere considerate mutanti resistenti. Al fine di assicurare la stabilità dell'Amfotericina B è stata aggiunta la Nistatina. Nel caso degli Azoli, Imidazoli e Terbinafina le zone devono essere confrontate con le colonie di normali dimensioni. Accade spesso di rilevare una zona di crescita di colonie parzialmente inibite, le cui dimensioni sono più piccole in prossimità della pastiglia che al margine della zona reale. Queste colonie di dimensioni piccole e medie non sono mutanti resistenti. Le pastiglie Neo-Sensitabs a base di Imidazoli/azoli contengono doxiciclina per migliorare la qualità della lettura delle loro zone. Nel caso della Fluorocitosina confrontare la zona con le colonie di normali dimensioni. Le singole colonie all'interno della zona sono di norma mutanti resistenti (isolare e saggiare di nuovo). CONTROLLO INTERNO DELLA QUALITÀ La procedura di controllo della qualità che si avvale dei ceppi ATCC deve essere eseguita almeno una volta alla settimana e in occasione dell'introduzione di un nuovo lotto di agar. Il diametro misurato deve rientrare nei limiti del diametro della zona di controllo per la specifica associazione delle pastiglie Neo-Sensitabs con i ceppi di controllo. I limiti dei ceppi di controllo sono riportati nelle tabelle e indicano l'andamento corretto dell'intera procedura.1,3

DBV0004E

3/27


Rosco Diagnostica RISULTATI Confrontare il diametro della zona registrata con quelli indicati nelle tabelle. Il risultato con organismi specifici può essere definito Sensibile (S), Intermedio (I) o Resistente (R)3: Sensibile (S): Si può supporre che l'infezione dovuta al ceppo saggiato risponda al dosaggio normale dell'agente antimicrobico della pastiglia. Se sono specificati solamente i criteri “S”: Per alcune associazioni organismo/agente antimicrobico, l'assenza di ceppi resistenti preclude la definizione di una categoria diversa da sensibile. Nel caso di ceppi che producono risultati indicativi di "non sensibilità", è necessario confermare l'identificazione degli organismi e i risultati dei test di sensibilità agli antimicrobici. Successivamente, gli isolati devono essere sottoposti a un Laboratorio di Riferimento per ulteriori test. Intermedio (I): La categoria intermedia implica l'applicazione clinica nei siti corporei dove si concentrano i farmaci (ad esempio le urine) o quando si può utilizzare un antimicrobico ad alto dosaggio (per esempio beta-lattamici). La categoria intermedia comprende anche una "zona tampone", che serve a prevenire che piccoli e incontrollati fattori tecnici siano causa di notevoli discrepanze nelle interpretazioni; pertanto, quando una zona rientra nell'intervallo intermedio, i risultati possono essere considerati fuorvianti e, qualora non siano disponibili farmaci alternativi, può essere indicato il test della MIC. Resistente (R): In questo caso non si può consigliare l'antimicrobico per il trattamento. Test di Screening e Conferma per le Beta-Lattamasi a Spettro Esteso (ESBL) Le beta-lattamasi mediate dai plasmidi trasferibili che producono resistenza nei confronti della cefalosporine di terza generazione e dei monobattami (ad esempio aztreonam) sono state descritte nei ceppi di Klebsiella pneumoniae, K. oxytoca, E. coli e di altre Enterobacteriaceae. Questi enzimi sono classificati come beta-lattamasi a spettro esteso (ESBL) e sono stati implicati nella resistenza clinica ai monobattami e alle cefalosporine ad ampio spettro. Alcuni di questi ceppi mostrano zone di inibizione sotto i ceppi sensibili normali, ma sopra i break-point standard per alcune cefalosporine ad ampio spettro o per aztreonam. Questi ceppi possono essere sottoposti a screening mediante l'uso dei break-point di screening ESBL adatti . La maggior parte delle ESBL sono inibite dall'acido clavulanico, dal tazobactam o dal sulbactam e possono essere facilmente rilevate mediante il test della sinergia a doppio dischetto (pastiglia) .7 Ceftazidima + Clavulanato e Cefepima + Clavulanato sono di estremo aiuto nei test di conferma dell' ESBL. Ulteriori informazioni possono essere ottenute consultando la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs (www.rosco.dk).1 Tutti i ceppi ESBL devono essere indicati come resistenti a tutte le penicilline, cefalosporine e aztreonam. Stafilococchi resistenti alla Meticillina Lo screening per la resistenza ai MRSA e alla meticillina (oxacillina) negli stafilococchi coagulasi-negativi deve essere effettuato utilizzando Oxacillina 1 µg e Cefoxitina. La resistenza indica che tutte le beta-lattamine devono essere indicate come resistenti. Ulteriori informazioni possono essere ottenute consultando la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs (www.rosco.dk).1 Staphylococcus aureus con ridotta sensibilità alla vancomicina (hVISA, VISA(GISA) e VRSA) Lo Staphylococcus aureus vancomicina-resistente (VRSA) dovrebbe essere identificato usando la Vancomicina 5 µg ma la capacità di identificare i ceppi VRSA è sconosciuta (coiè non è ancora stata valutata dal momento che ci sono stati pochi isolamenti clinici di VRSA in tutto il mondo). I ceppi con ridotta sensibilità alla vancomicina (hVISA e VISA(GISA)) non possono essere identificati con i metodi di diffusione abituali. Ulteriori informazioni possono essere ricavate dalla Guida all'uso delle Neo-Sensitabs (www.rosco.dk).1 Enterococchi resistenti alla Vancomicina (VRE) L'identificazione degli VRE mediante il metodo di diffusione richiede: 1) Utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs contenenti Vancomicina 5 µg, 2) Incubazione per 24 ore, 3) Attento esame della zona di inibizione. Nel caso dei ceppi sensibili le zone hanno un margine netto, mentre con i ceppi resistenti è indistinto. Ulteriori informazioni possono essere ottenute consultando la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs (www.rosco.dk).1 Resistenza ad alto grado agli aminoglicosidi (HLR) La resistenza ad alto grado agli aminoglicosidi indica che un isolato enterococcico non risentirà degli effetti sinergici dovuti all'associazione di una penicillina o di un glicopeptide con un aminoglicoside. Lo screening per la resistenza ad alto grado alla gentamicina e alla streptomicina deve essere eseguito sugli isolati di enteroccoco provenienti da sangue o CSF. Le pastiglie Neo-Sensitabs ad alto contenuto come Gentamicina 250 µg, Kanamicina 500 µg e Streptomicina 500 µg trovano impiego nello screening di questo tipo di resistenza.

DBV0004E

4/27


Rosco Diagnostica LIMITAZIONI DEI METODI DI DIFFUSIONE Lo scopo delle pastiglie Neo-Sensitabs è fornire un test di sensibilità agli antimicrobici che sia rapido e preciso. I risultati accettabili derivanti dai ceppi dei controlli di qualità non sono garanzia di risultati precisi con tutti gli isolati di pazienti. Nel caso si riscontrassero risultati atipici o incoerenti, è necessario ripetere il test e/o il procedimento di identificazione al fine di garantire risultati precisi. Bisogna tenere presente la possibilità che vengano riportati risultati inattesi e in tal caso sarebbe consigliabile inviare gli isolati ai laboratori di riferimento per sottoporli a ulteriori saggi . Si possono avere risultati pericolosamente fuorvianti quando vengono testati certi tipi di antimicrobici contro microrganismi specifici.3,7 I meccanismi di resistenza di alcune specie sono più difficili da individuare rispetto ad altri e alcuni risultati possono apparire attivi in vitro, benché gli agenti antimicrobici non siano clinicamente efficaci. Sono inclusi in queste associazioni: • • • • • •

Tutti gli antibiotici beta-lattaminici (eccetto oxacillina, meticillina) contro gli stafilococchi resistenti alla meticillina Cefalosporine, aminoglicosidi (eccetto il test per la resistenza ad alto grado), clindamicina, e trimetoprim + sulfametossazolo contro gli enterococchi Le cefalosporine di prima e seconda generazione e gli aminoglicosidi contro Salmonella spp. e Shigella spp. Cefalosporine contro Listeria spp. Glicopeptidi diretti contro S. aureus con ridotta sensibilità alla vancomicina Cefalosporine e aztreonam diretti contro ceppi di E. coli, K. pneumoniae and P. mirabilis produttori di ESBL (beta lattamasi a spettro esteso).

Le relazioni periodiche sui risultati dei ceppi isolati da CSF potrebbero essere pericolosamente ambigue per la cura del paziente nei casi seguenti: • • • • • •

Agenti somministrati solo per via orale Cefalosporine di I e II generazione (eccetto la Cefuroxima sodica) Clindamicina Macrolidi Tetracicline Fluorochinoloni

Alcuni antimicrobici si associano alla comparsa della resistenza durante la terapia prolungata. Di conseguenza, gli isolati inizialmente sensibili possono diventare resistenti nell'arco di pochi giorni dall'avvio del trattamento. Ciò si verifica assai frequentemente con: • • •

Enterobacter, Citrobacter, e Serratia spp. con la terza generazione di cefalosporine Pseudomonas aeruginosa con la maggior parte degli antimicrobici Stafilococchi con i chinoloni

In pratica, tutti gli isolati di Enterobacter aerogenes, E. cloacae, Citrobacter freundii, Providencia spp., Proteus spp. (eccetto P. mirabilis), Serratia marcescens, P. aeruginosa, possiedono i geni per la produzione delle beta-lattamasi del I Gruppo. Non sono pertanto disponibili informazioni utili che dimostrino l'induzione in vitro dell'enzima. I laboratori devono ripetere i saggi (ogni 3-4 giorni) degli isolati ripetutamente prelevati dai pazienti infetti durante la terapia per individuare la selezione di cloni che produce in maniera costitutiva le beta-lattamasi del Gruppo I. RIFERIMENTI: 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7)

Neo-Sensitabs User's Guide. 2005. www.rosco.dk. National Committee for Clinical Laboratory Standards. 2004. Methods for antimicrobial susceptibility testing of anaerobic bacteria. Approved Standard M11-A6. 6th ed. NCCLS, Wayne, Pa., USA. National Committee for Clinical Laboratory Standards. 2000. Performance Standards for Antimicrobial Disk Susceptibility Tests. Approved Standard M2-A8. 8th ed. NCCLS, Wayne, Pa., USA. National Committee for Clinical Laboratory Standards. 2002. Performance Standards for Antimicrobial Disk and Dilution Susceptibility Tests for bacteria isolated from animals. Approved Standard M31-A2. 2nd ed. NCCLS, Wayne, Pa., USA. Ericsson H.M. and J.C. Sherris. 1971. Antibiotic susceptibility testing. Report of an international collaborative study. Acta Path. Microbiol. Scand. Sec. B, Suppl. 217: 1-90. D'Amato R.F. and L. Hochstein. 1982. Evaluation of a rapid inoculum preparation method for agar disk diffusion susceptibility testing. J. Clin. Microbiol. 15: 282-285. Clinical and Laboratory Standards Institute/NCCLS. 2005. Performance Standards for Antimicrobial Susceptibility Testing. M100-S15. 15th Informational Suppl. CLSI, Wayne, Pa., USA.

DBV0004E

5/27


Rosco Diagnostica Tabella 1. Metodo dell'CLSI (in passato NCCLS) (Kirby-Bauer) per l'interpretazione del diametro delle zone per gli organismi non esigenti e altre specie batteriche comuni Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Amikacin 40 µg Amoxycillin** a 30 µg Enterococcus spp. S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. c Streptococcus spp. (viridans) d e Amoxycillin+Clavulanate 30+15 µg Staphylococcus spp. (test cefoxitin) S. pneumoniae (non-meningeal) b Haemophilus spp. f Ampicillin 2.5 µg Haemophilus spp. f Ampicillin a 33 µg Enterococcus spp. Haemophilus spp. f Beta-haemolytic Streptococcus spp. c Streptococcus spp. (viridans) d e Ampicillin+Sulbactam 30+30 µg Haemophilus spp. f Apramycin (Vet)** 40 µg Azithromycin 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. Aztreonam 30 µg (ESBL screening) g Haemophilus spp. Bacitracin** 40 U DBV0005I

Code AMIKA AMOXY

AM+CL

Break- points MIC µg/ml

S ≥ 20 ≥ 20 ≥ 20 ≥ 26 ≥ 28 ≥ 30 ≥ 20 ≥ 26 ≥ 26 ≥ 24

I 19-17 19-17 25-21 29-21 19-17 25-21 -

R ≤ 16 ≤ 16 ≤ 20 ≤ 27 ≤ 20 ≤ 16 ≤ 20 < 24

S ≤ 16 ≤8 ≤2 ≤ 0.25 ≤ 0.25 ≤ 8/4 ≤ 4/2 ≤ 2/1 ≤ 4/2

R ≥ 32 ≥ 32 ≥ 16 ≥8 ≥8 ≥ 32/16 ≥ 8/4 ≥ 8/4 ≥ 8/4

≥ 20 ≥ 20 ≥ 20 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 30 ≥ 20 ≥ 26 ≥ 23 ≥ 18 ≥ 16 ≥ 22 ≥ 23 ≥ 28 ≥ 20

19-17 19-17 27-24 29-21 19-17 22-20 17-15 21-19 22-20 19-17

≤ 16 ≤ 16 ≤ 23 ≤ 27 ≤ 20 ≤ 16 < 26 ≤ 19 ≤ 14 ≤ 18 ≤ 19 < 26 ≤ 16

≤1 ≤8 ≤1 ≤ 0.25 ≤ 0.25 ≤ 8/4 ≤ 2/1 ≤4 ≤2 ≤4 ≤ 0.5 ≤8 ≤2

≥4 ≥ 32 ≥ 16 ≥4 ≥8 ≥ 32/16 ≥ 4/2 ≥ 16 ≥8 ≥2 ≥ 32 >1 -

AMP.L AMP33

AM+SU APRAM AZITR

AZTRM BACIT

Revisione Data di emissione

DBV0005I 07.11.2007

ATCC 25922 24-30 21-26

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 22-29 25-31 26-32 36-42

22-27

28-36

-

-

20-26

-

-

-

-

-

9-14

-

22-27

-

-

25-31

22-27

36-42

25-30

-

-

-

-

-

21-27 -

23-29 21-27

21-27 -

-

15-22

-

29-36

-

24-30

-

-

-

-

21-27

-

-

-

-

E. coli

6/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Cefaclor h 30 µg Haemophilus spp. f Cefadroxil** h 30 µg hI Cefazolin 60 µg Cefepime h 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. Streptococcus spp. (viridans) d N. gonorrhoeae k Cefepime+Clavulanate 30+10 µg Cefixime h l 30 µg Haemophilus spp. N. gonorrhoeae Cefonicid h 30 µg Cefotaxime g h 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. Streptococcus spp. (viridans) d N. gonorrhoeae Cefoxitin 60 µg Staphylococcus aureus, S. lugdunensis h m Coag. neg. staph. h N. gonorrhoeae Cefoxitin 10 µg ( MRSA screening) h m Cefpirome** h 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) DBV0005I

Code CCLOR CFDRO CFZOL CFEPM

S ≥ 20 ≥ 23 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 20 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 26 ≥ 26 ≥ 32

CP+CL CFFIX

CFCID CFTAX

CFOXT

≥ 26 ≥ 32 ≥ 32 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 26 ≥ 30 ≥ 32 ≥ 23 ≥ 25 ≥ 28 ≥ 32

I 19-17 22-20 19-17 22-20 19-17 -

R ≤ 16 ≤ 19 ≤ 16 ≤ 19 ≤ 16 -

Break- points MIC µg/ml S ≤8 ≤8 ≤8 ≤8 ≤8 ≤2

R ≥ 32 ≥ 32 ≥ 32 ≥ 32 ≥ 32 -

16-22 26-32 31-38

28-36 -

26-33

-

-

28-35

27-24 ≤ 23 25-23 ≤ 22 (detection of ESBL) 25-23 ≤ 22 19-17 ≤ 16 22-20 ≤ 19 -

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤ 0.5

≥4

≤1 ≤1 ≤ 0.25 ≤8 ≤8 ≤2

≥4 -

27-33

-

-

-

-

-

≥ 32 ≥ 32*** -

26-32 30-36

28-34

18-25

-

34-42

33-41

≤ 23 ≤ 26 ≤ 19 ≤ 24 ≤ 27 ≤ 26

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤ 0.5 ≤8 Oxa S Oxa S ≤2

29-35

26-34

-

-

-

-

-

19-25

-

-

-

-

31-38

-

26-32

18-22

-

-

27-24 29-27 22-20 31-27

≥4 -

≥4 ≥4 ≥ 32 MecA pos MecA pos

≥8

CFO10 CFPIR

ATCC 25922 22-27

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 25-33 13-18 -

E. coli

≥ 20 ≥ 28

19-17 -

≤ 16 -

≤8 ≤2

≥ 32 -

≥ 30

29-27

≤ 26

≤1

≥4 7/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Cefpodoxime 30 µg (ESBL screening) n g Haemophilus spp. S. pneumoniae (non-meningeal) b N. gonorrhoeae Cefquinome (Vet)** 30 µg h Ceftazidime 30 µg (ESBL screening) g Haemophilus spp. N. gonorrhoeae S. maltophilia, B. cepacia Acinetobacter spp. Ceftazidime+Clavulanate 30+10 µg Ceftiofur (Vet) 30 µg Ceftizoxime h 30 µg S. pneumoniae (3rd gen. cephalosporins) j Ceftriaxone h 30 µg (ESBL screening) g Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. Streptococcus spp. (viridans) d N. gonorrhoeae Cefuroxime (parenteral) h o 60 µg Haemophilus spp. j N. gonorrhoeae Cefuroxime (peroral) h o 60 µg S. pneumoniae (non-meningeal) b Cephalexin** h 30 µg Cephalothin h i 66 µg Haemophilus spp. Cephradine** h 60 µg DBV0005I

Code CFPOX

CFQUI CEZDI

CZ+CL CFTIO CEZOX

S ≥ 25 ≥ 28 ≥ 32 ≥ 32 ≥23 ≥ 20 ≥ 28 ≥ 32 ≥ 22 ≥ 20

I R 24-21 ≤ 20 < 20 31-27 ≤ 26 22-20 ≤ 19 19-17 ≤ 16 < 24 21-17 ≤ 16 19-17 ≤ 16 (detection of ESBL) 22-20 ≥ 23 ≤ 19 22-20 ≥ 23 ≤ 19 ≥ 30 ≤ 25

ATCC 25922 29-35

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 -

29-35 27-33

26-34 18-23

24-31 22-30

-

29-36

-

≥8 ≥ 32 -

23-29 -

24-32 -

-

-

-

28-34

29-35

21-28

17-24

-

32-39

33-40

24-30

29-36

-

-

20-26

32-38

24-30

29-36

-

-

20-26

32-38

16-21 21-27

32-40

-

18-23

20-25

-

20-26

-

-

-

-

-

Break- points MIC µg/ml S ≤2 ≤2 ≤ 0.5 ≤ 0.5 ≤2 ≤8 ≤2 ≤ 0.5 ≤8 ≤8

R ≥8 >8 ≥2 ≥8 ≥ 32 >2 ≥ 32 ≥ 32

≤2 ≤8 ≤ 0.5

E. coli

(CTAX etc.)

CETRX

CEFUR

CEFUR CFLEX CLOTN CFRAD

≥ 20 ≥ 28

19-17 -

≤ 16 < 24 -

≤8 ≤2

≥ 32*** >2 -

≥ 28 ≥ 26 ≥ 28 ≥ 32 ≥ 23 ≥ 28 ≥ 32 ≥ 25 ≥ 30 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 28 ≥ 23

27-24 27-24 22-20 27-24 31-27 24-21 29-27 19-17 22-20 22-20

≤ 23 ≤ 23 ≤ 19 ≤ 23 ≤ 26 ≤ 20 ≤ 26 ≤ 16 ≤ 19 ≤ 23 ≤ 19

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤ 0.25 ≤8 ≤4 ≤1 ≤4 ≤1 ≤8 ≤8 ≤8 ≤8

≥4 ≥4 ≥ 32 ≥ 16 ≥4 ≥ 32 ≥4 ≥ 32 ≥ 32 (amp R) ≥ 32

8/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Chloramphenicol 10 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Chloramphenicol 60 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Cinoxacin (U) p 30 µg Ciprofloxacin p 0.5 µg Salmonella spp. Haemophilus spp. q r N. gonorrhoeae s Ciprofloxacin p 10 µg Haemophilus spp. N. gonorrhoeae s Clarithromycin 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Clindamycin 25 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Colistin Diatabs 10 µg 2+18 h. prediffusion jj Ps. aeruginosa Acinetobacter Daptomycin (+Calcium) 30 µg 2+18 h. prediffusion jj Staphylococcus spp. and Streptococcus spp. Enterococcus spp. Doxycycline 80 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae DBV0005I

Code CLR10

CLR60

CINOX CIP.L

CIP10

CLARI

CLIND

S

I

R

≥ 20 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 25 ≥ 32 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 16

19-17 15-11 24-21 31-27 27-21 15-14

≥ 24 ≥ 18 ≥ 28 ≥ 20 ≥ 26 ≥ 41 ≥ 18 ≥ 13 ≥ 24 ≥ 24 ≥ 26 ≥ 28

17-15 27-15 19-17 40-28 17-15 12-11 23-21 23-21 25-23 27-24

Break- points MIC µg/ml S

R

≤ 16 ≤ 15 ≤ 10 ≤ 20 ≤ 26 ≤ 27 ≤ 20 ≤ 13

≤2 ≤4 ≤4 ≤8 ≤2 ≤4 ≤4 ≤ 16

≥8 ≥8 ≥ 16 ≥ 32 ≥8 ≥8 ≥ 16 ≥ 64

≤ 23 ≤ 14 ≤ 14 ≤ 16 ≤ 27 ≤ 14 ≤ 10 ≤ 20 ≤ 20 ≤ 22 ≤ 23

≤ 0.06 ≤ 0.12 ≤ 0.06 ≤1 ≤1 ≤ 0.06 ≤2 ≤8 ≤ 0.25 ≤ 0.25 ≤ 0.5 ≤ 0.25

≥ 0.12 ≥1 ≥1 ≥4 ≥1 ≥8 ≥ 32 ≥1 ≥1 ≥4 ≥1

Co.10 ≥ 15 ≥ 15

14-11 14-11

≤ 10 ≤ 10

≤2 ≤2

≥8 ≥4

≥ 22 ≥ 12 ≥ 22 ≥ 28 ≥ 30 ≥ 36

21-19 27-24 29-27 35-27

≤ 18 ≤ 23 ≤ 26 ≤ 26

≤1 ≤4 ≤4 ≤2 ≤2 ≤ 0.25

≥ 16 ≥8 ≥8 ≥2

ATCC 25922 -

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 27-34 18-24

24-32

23-30

-

21-27

36-43

28-35

20-26 24-34

-

16-22

-

-

-

30-40

21-29

24-32

17-24

34-42

-

-

24-31

-

-

12-18

-

-

30-38

-

-

-

29-36

11-17

-

11-17

-

-

-

25-31

29-35

-

18-23

-

27-34

E. coli

DAPCa

DOXYC

9/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Enrofloxacin (Vet) p 10 µg Erythromycin 78 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Florfenicol (Vet) 30 µg Cattle Swine Flumequine (Vet)** p 30 µg Fosfomycin (U) 70 µg

Code ENROF ERYTR

ATCC 25922 31-37 -

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 27-34 16-22 26-33 19-24 21-27 28-35

≥8 ≥8 ≥4 ≥ 256

22-28

22-28

-

19-27

-

-

28-36 25-33

-

28-35

-

-

-

≥4 ≥8 ≥4 ≥2

23-29 30-37

28-38 20-26 27-33

20-28

16-22 -

33-41

24-31

25-31 -

25-32 -

25-31 -

17-23

-

-

≥ 16 ≥1 ≥1

29-34

-

23-31

26-31

-

-

Break- points MIC µg/ml

S ≥ 23 ≥ 26 ≥ 28

I 22-17 25-19 27-24

R ≤ 16 ≤ 18 ≤ 23

S ≤ 0.5 ≤ 0.5 ≤ 0.25

R ≥4 ≥8 ≥1

≥ 20 ≥ 22 ≥ 20 ≥ 16

19-17 21-19 19-17 15-14

≤ 16 ≤ 18 ≤ 16 ≤ 13

≤2 ≤2 ≤2 ≤ 64

≥ 28 ≥ 23 ≥ 18 ≥ 23 ≥ 18 ≥ 21 ≥ 23 -

27-24 22-20 17-15 22-20 20-18 22-20 -

≤ 23 ≤ 19 ≤ 14 ≤ 19 ≤ 17 ≤ 19 < 14

≤1 ≤4 ≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤1 ≤4 -

≥4 ≥8 > 500

≥ 20 ≥ 22 ≥ 30 ≥ 30

19-17 29-27 29-27

≤ 16 ≤ 26 ≤ 26

≤4 ≤4 ≤ 0.12 ≤ 0.25

E. coli

FFC30 FLUME FOSFO

(+ glucose-6-phosphate)

Fucidin** t 100 µg Furazolidone** 50 µg Gatifloxacin p 5 µg Staphylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. Gentamicin u aa 40 µg Gentamicin v 250 µg (Enterococcus spp. HLR all aminoglycosides) Imipenem h 15 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Imipenem+EDTA 15 + 750 µg Isepamicin** 30 µg Kanamycin w 100 µg Kanamycin 500 µg (Enterococcus spp. HLR amikacin) Levofloxacin p 5 µg Stahylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Acinetobacter spp., S. maltophilia, B. cepacia Lincomycin** 19 µg DBV0005I

FUCID FURAZ GATIF

GEN40 GN250 IMIPM

IM+ED ISP30 KANAM KA500 LEVOF

LINCO

(detection of Metallo-beta-lactamases)

≥ 20 ≥ 25 -

19-17 24-21 -

≤ 16 ≤ 20 < 14

≤8 ≤6 -

≥ 32 ≥ 25 > 1000

25-31 26-32 -

20-26 25-31 -

22-28 -

18-24

-

-

≥ 16 ≥ 19 ≥ 20 ≥ 18 ≥ 18 ≥ 23 ≥ 26

15-14 18-16 17-15 17-15 22-20 25-23

≤ 13 ≤ 15 ≤ 14 ≤ 14 ≤ 19 ≤ 22

≤2 ≤1 ≤2 ≤2 ≤2 ≤2 ≤2

≥8 ≥4 ≥8 ≥8 ≥8 ≥8

30-38

26-31

21-28

-

-

20-25

-

26-34

-

-

-

10/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Linco-spectin (Vet)** 15+200 µg Linezolid 30 µg Enterococcus spp. Staphylococcus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. Marbofloxacin (Vet)** p 5 µg h Mecillinam (U) 33 µg Meropenem h 10 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae x Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) P. aeruginosa Acinetobacter spp., S. maltophilia, B. cepacia Methicillin h 29 µg Metronidazole 16 µg Minocycline 80 µg Acinetobacter spp. S. maltophilia, B. cepacia Moxifloxacin p 5 µg Staphylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae Mupirocin** 10 µg Naf/Pen/Strep (Vet)** 5+2+20 µg (Nafcillin+Penicillin+Streptomycin) Nalidixan (U) p y 130 µg Enterobacteriaceae Haemophilus spp. q N. gonorrhoeae z Neomycin** 120 µg Netilmicin aa 40 µg Nitrofurantoin (U) 260 µg

DBV0005I

Code LI+SP LINEZ

Break- points MIC µg/ml

S ≥ 20

I 19-17

R ≤ 16

S ≤ 4/32

R ≥16/64

MUPIR N+P+S

≥ 23 ≥ 21 ≥ 21 ≥ 20 ≥ 18 ≥ 18 ≥ 26 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 22 ≥ 23 ≥ 20 ≥ 22 ≥ 22 ≥ 22 ≥ 26 ≥ 19 ≥ 24 ≥ 18 ≥ 18 ≥ 14 ≥ 20

22-21 19-15 17-15 17-15 27-24 21-19 22-19 19-17 21-18 21-19 21-19 25-23 18-16 23-21 17-15 19-17

≤ 20 ≤ 20 ≤ 20 ≤ 14 ≤ 14 ≤ 14 ≤ 23 ≤ 18 ≤ 18 ≤ 16 < 18 ≤ 18 ≤ 18 ≤ 22 ≤ 15 ≤ 20 ≤ 14 ≤ 13 ≤ 16

≤2 ≤4 ≤2 ≤1 ≤8 ≤4 ≤ 0.5 ≤ 0.25 ≤ 0.5 ≤4 ≤4 ≤8 ≤8 ≤4 ≤4 ≤4 ≤2 ≤ 0.5 ≤1 ≤1 ≤4 ≤1/1/4

≥8 ≥4 ≥ 32 ≥ 16 ≥1 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 32 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 16 ≥8 ≥2 ≥4 ≥8 ≥ 2/2/16

NALID

≥ 25

24-21

≤ 20 < 25 < 25 < 28 ≤ 20 ≤ 16 ≤ 19

≤8

≥ 32

MAR.5 MECIL MEROP

METHI MTR16 MINOC

MOXIF

NEOMY NETIL NITRO

≥ 25 ≥ 20 ≥ 23

24-21 19-17 22-20

ATCC 25922 26-33 -

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 25-32 27-31 21-25 28-34

31-39 27-35 31-38

23-30 32-42

20-26 31-38

18-24

-

30-37

-

27-32

-

-

-

-

24-30

27-33

-

-

-

-

28-35

28-35

17-25

-

31-39

25-31

18-26

21-26 23-30

-

-

-

-

27-33

-

-

-

36-44

-

23-28 24-30 24-30

23-30 25-32 24-30

22-27 -

24-29

-

-

E. coli

(decreased susceptibility to quinolones)

≤6 ≤ 12 ≤ 32

≥ 25 ≥ 32 ≥ 128

11/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Norfloxacin (U) p S. pneumoniae

Potency 10 µg

S ≥ 16 -

I 15-14 -

R ≤ 13 < 12

≥ 16 ≥ 18 ≥ 20 ≥ 22 ≥ 20 ≥ 32

15-14 17-15 19-17 19-17 31-25

≤ 13 ≤ 14 ≤ 16 ≤ 16 ≤ 24

≤2 ≤2 ≤1 ≤2 ≤2 ≤ 0.25

≥8 ≥4 ≥8 ≥2

≥ 13 ≥ 18 ≥ 20

12-11 ≤ 19

≤ 10 ≤ 17 ≤ 19

≤2 ≤ 0.25 ≤ 0.06

≥4 ≥ 0.5 ≥ 0.12

Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) dd

≥ 14

≤ 13

≤ 13

N. gonorrhoeae ee

≥ 12

-

-

≥ 16 ≥ 26 ≥ 26 ≥ 10 ≥ 20 ≥ 22 ≥ 26 ≥ 44 ≥ 17

15-14 25-23 19-17 25-13 43-26 -

≤ 13 ≤ 22 ≤ 16 ≤ 12 ≤ 25 ≤ 16

≤ 0.1 ≤1 ≤ 0.12 ≤ 0.12 ≤ 0.06 ≤ 1/2

≥ 18 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 18 ≥ 23 ≥ 18 ≥ 18

17-15 19-17 22-20 22-20 -

≤ 14 ≤ 16 ≤ 19 ≤ 19 ≤ 17

≤4 ≤ 16 ≤ 64 ≤ 16/4 ≤ 64/4 ≤2

Novobiocin ** t 5 µg Ofloxacin p 10 µg Staphylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae Oxacillin h a 1 µg S. aureus m Coag. neg. staph. bb S. pneumoniae cc

Oxolinic acid** (U) p 10 µg Penicillin Low a 5 µg Staphylococcus spp. Enterococcus spp. Haemophilus spp. Beta-haemolytic Streptococcus spp. c Streptococcus spp. (viridans) d e N. gonorrhoeae k Pen/Novo (Vet) 10U/30 µg (Penicillin+Novobiocin) Mastitis Pipemidic acid** (U) p 30 µg Piperacillin a 100 µg P. aeruginosa ff Piperacillin+ Tazobactam 100+10 µg P. aeruginosa ff Pirlimycin (Vet) 10 µg DBV0005I

Code NORFX

Break- points MIC µg/ml

NOVO5 OFLOX

S ≤4

R ≥ 16

(pen)

(I/R) (pen)

≤ 0.12

≥ 0.25

(pen)

PEN+N PIPEM PIPRA PI+TZ PIRLI

29-38

18-25 23-29

22-26

16-22

-

17-23

-

18-24

-

-

-

12-16

30-36 -

18-24 26-36

-

15-21

-

22-28

-

27-33

-

14-20

-

-

26-32 26-31

-

25-33

25-30

-

-

26-31

-

25-33

-

-

-

-

23-31

-

16-23

-

-

(decreased susceptibility to quinolones)

OXA.1

OXOLI PEN.L

ATCC 25922 28-35

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 17-26 19-26 12-17 -

E. coli

≤ 0.06 (pen) ≤4

(I/R)

≥8 Beta-Lactamase

≥ 16 ≥4 ≥4 ≥2 ≥ 4/8 ≥ 16 ≥ 128 ≥ 128 ≥ 128/4 ≥ 128/4 ≥4

12/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Polymyxins (colistin)** (U) 150 µg Pristinamycin** 30 µg Quinupristin/ Dalfopristin gg 15 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Rifampicin 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Spectinomycin 200 µg N. gonorrhoeae Spiramycin** 200 µg Streptomycin 100 µg Streptomycin 500 µg (Enterococcus spp. HLR) Sulphonamides (U) 240 µg (sulfamethizole) Teicoplanin 30 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. 2+18 h. prediffusion jj (staph. BHI+5% blood) Telithromycin 15µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Haemophilus spp. Temocillin** 30 µg Tetracyclines 10 µg (Oxytetracycline) Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae ee Tetracyclines 80 µg (Oxytetracycline) Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae ee Tiamulin (Vet) 30 µg DBV0005I

Code CO150 PRIST SYN15

Break- points MIC µg/ml

SPIRA ST100 ST500

S ≥ 20 ≥ 23 ≥ 19 ≥ 19 ≥ 26 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 28 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 26 ≥ 26 -

I 19-17 22-20 18-16 18-16 25-23 27-24 27-24 27-24 19-15 22-20 25-23 25-23 -

R ≤ 16 ≤ 19 ≤ 15 ≤ 15 ≤ 22 ≤ 23 ≤ 23 ≤ 23 ≤ 16 ≤ 19 ≤ 22 ≤ 22 < 14

S ≤2 ≤2 ≤1 ≤1 ≤1 ≤1 ≤1 ≤1 ≤ 16 ≤ 32 ≤2 ≤6 -

R ≥4 ≥8 ≥4 ≥4 ≥4 ≥4 ≥4 ≥4 ≥ 64 ≥ 128 ≥8 ≥ 25 > 1000

SULFA

≥ 23

22-20

≤ 19

≤ 100

≥ 350

TPN30

≥ 14 ≥ 18 ≥ 22 ≥ 19 ≥ 15 ≥ 18

13-11

≤ 10

21-19 18-16 14-12 17-15

< 20 ≤ 18 ≤ 15 ≤ 11 ≤ 14

≤8 ≥ 32 ≤1 Detection of GISA ≤1 ≥4 ≤1 ≥4 ≤4 ≥16 ≤ 16 ≥ 32

TET80

≥ 20 ≥ 20 ≥ 32 ≥ 22

19-17 19-17 31-26 21-19

≤ 16 ≤ 16 ≤ 25 ≤ 18

≤2 ≤2 ≤ 0.25 ≤4

29-27 29-27 41-34

TIAMU

≥ 30 ≥ 30 ≥ 42 ≥ 11

≤ 26 ≤ 26 ≤ 33 no zone

≤2 ≤2 ≤ 0.25 ≤ 16

RIFAM

SPECT

TEL15

TEMOC TET10

E. coli ATCC 25922 19-24 -

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 20-25 26-32 15-21 21-28 15-21 19-24

-

32-40

-

-

-

-

24-32

23-30

-

-

-

-

24-32 -

26-32 26-32 -

-

16-24

-

-

18-25

23-33

-

-

-

-

-

16-21

-

17-23

-

-

-

24-30

-

-

17-23

27-33

18-24 -

-

-

-

9-14

20-26

≥8 ≥8 ≥2 ≥ 16

26-32

26-34

-

15-21

17-23

28-35

≥8 ≥8 ≥2 ≥ 32

-

25-31

-

-

-

13/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Ticarcillin a 75 µg P. aeruginosa ff Ticarcillin+Clavulanate 75+15 µg ff P. aeruginosa Tigecycline 15 µg Enterobacter spp. Staphyloccus spp./Enterococcus spp. S. pneumoniae Tilmicosin (Vet) 80 µg Bovine RD Swine RD Tobramycin 40 µg Trimethoprim (U) 5.2 µg Haemophilus spp. Trimethoprim+Sulfa 5.2+240 µg (Trimethoprim+ Sulfamethoxazole) Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. Acinetobacter spp., S. maltophilia, B. cepacia Tylosin (Vet)** 150 µg Vancomycin ii 5 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. 2+18 h. prediffusion (staph. BHI+5% blood) 2+18 h. prediffusion (enterococci MH plain)

Code TICAR TI+CL

Break- points MIC µg/ml

S ≥ 20 ≥ 16 ≥ 23 ≥ 16

I 19-17 22-20 -

R ≤ 16 ≤ 19 -

S ≤ 16 ≤ 64 ≤ 16/2 ≤ 64/2

R ≥ 128 ≥ 128 ≥ 128/2 ≥ 128/2

≥ 19 ≥ 19 ≥ 19

18-15 -

≤ 14 -

≤2 ≤0.5/0.25 ≤ 0.25

≥8 -

≥ 18 ≥ 15 ≥ 23 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 28

17-15 22-20 19-17 22-20 27-24

≤ 14 ≤ 14 ≤ 19 ≤ 16 ≤ 19 ≤ 23

≤8 ≤ 16 ≤4 ≤4 ≤1 ≤ 2/38

≥ 32 ≥ 32 ≥8 ≥ 16 ≥4 ≥ 8/152

≥ 28 ≥ 32 ≥ 30 ≥ 26 ≥ 16 ≥ 17 ≥ 16

27-24 31-27 29-24 25-23 15-14 -

≤ 23 ≤ 26 ≤ 23 ≤ 22 ≤ 13 < 20 < 16

≤ 0.5/9.5 ≥ 4/76 ≤ 0.5/9.5 ≥ 4/76 ≤ 2/38 ≥ 8/152 ≤4 ≥ 16 ≤4 ≥ 32 ≤1 Detection of GISA Detection of VRE

E. coli ATCC 25922 24-30

Quality Control S. P. E. H. S. aureus aeruginosa faecalis influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 29212 49247 49619 22-28 -

25-31

-

24-30

-

-

-

-

23-31

-

16-23

-

-

25-30 22-29

26-32 19-25

28-34 -

21-27

-

-

30-38

29-38

-

26-32

30-41

32-38

-

24-31 16-21

-

19-26 15-18

-

19-26

TIG15

TILMI TOBRA TRIME TR+SU

TYLOS VAN.5

(U) Solo per le infezioni delle vie urinarie. (Vet) Neo-Sensitabs utilizzate nella Pratica Veterinaria. Non figurano nella Direttiva UE 98/79/CE * ** ***

Se non vengono menzionate specie batteriche, l'interpretazione del diametro della zona può essere applicata ai batteri a rapida crescita (Enterobacteriaceae, Pseudomonas spp., Staphylococcus spp., Enterococcus spp., Acinetobacter spp.). Il CLSI non ha ancora stabilito i break-point. Il CLSI raccomanda che il break-point della MIC sia di 64 µg/mL.

DBV0005I

14/27


Rosco Diagnostica Osservazioni (Tabella 1): a)

Gli stafilococchi devono essere saggiati (beta-lattamici) solamente verso la penicillina e l'oxacillina. Per gli stafilococchi utilizzare Penicillin Low. Gli stafilococchi resistenti alla penicillina devono essere riportati come resistenti all'amoxicillina, all’ampicillina, alla piperacillina e alla ticarcillina.

b)

Utilizzare solamente con isolati non-meningei.

c)

I ceppi resistenti alla penicillina degli streptococchi del Gruppo A e del Gruppo B non sono stati ancora riconosciuti.

d)

I ceppi sensibili alla Penicillin Low possono essere considerati sensibili ad ampicillina, amoxicillina, amoxicillina+clavulanato, ampicillina+sulbactam, cefaclor, cefepima, cefotaxima, ceftriaxone, cefuroxima, cefpodoxima, ceftizoxima, e imipenem per le indicazioni approvate, e non necessitano di essere sottoposti a ulteriori saggi verso questi agenti. I ceppi resistenti alla penicillina di questa CSF devono essere considerati resistenti ad ampicillina, amoxicillina, amoxicillina+clavulanato e la prima/seconda generazione delle cefalosporine.

e)

Gli streptococchi viridans isolati da sangue o CSF devono essere saggiati per determinare la sensibilità alla penicillina o ampicillina mediante metodo MIC.

f)

I ceppi negativi alle beta-lattamasi, resistenti all'ampicillina (BLNAR) sono meglio rintracciabili se si utilizzano le pastiglie di Neo-Sensitabs contenenti Ampicillina 2,5 µg . Gli isolati BLNAR devono essere considerati resistenti ad amoxicillina, amoxicillina+clavulanato, nonché alle cefalosporine di prima e seconda generazione, a prescindere dalle dimensioni della zona di inibizione.

g)

I ceppi delle Enterobacteriaceae che producono ESBL possono risultare clinicamente resistenti alle penicilline, cefalosporine o aztreonam, nonostante l'apparente sensibilità in vitro. 7 Consultare la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs per lo screening di ESBL e i test di conferma ESBL.

h)

Gli stafilococchi oxacillino-resistenti devono essere considerati resistenti a tutti gli antibiotici beta-lattamici e alle associazioni con inibitori delle beta-lattamasi. La cefoxitina può essere utilizzata per la rilevazione degli stafilococchi positivi al gene mec A (oxacillino-resistenti). S. aureus and S. lugdunensis resistenti alla cefoxitina (Cefoxitina 60 µg zona ≤ 24 mm) e gli stafilococchi coagulasi negativi resistenti alla cefoxitina (Cefoxitina 60 µg zona ≤ 27 mm) sono ceppi mec A positivi. Leggere la zona di inibizione alla oxacillina usando luce trasmessa e la zona di inibizione alla cefoxitina usando luce riflessa. La Cefoxitina 10 µg può essere impiegata per l'identificazione dei ceppi MRSA vedi la Guida all'Uso delle Neo-Sensitabs.

i)

Per le Enterobacteriaceae isolate dalla CSF saggiare la cefotaxima (o ceftriaxone) invece della cefalotina (cefazolina).

j)

Cefotaxima e ceftriaxone non devono essere saggiati per gli pneumococchi mediante metodo di diffusione. Si utilizza un test surrogato: Ceftizoxima. La ceftizoxima individua la sensibilità ridotta della terza generazione di cefalosporine. I ceppi sensibili a ceftizoxima mostrano al momento una MIC < 0,5 µg/ml nei confronti di cefotaxima/ceftriaxone (sensibili), mentre gli isolati resistenti alla ceftizoxima devono essere saggiati mediante metodo MIC.

k)

Un test positivo delle beta-lattamasi predice la resistenza alla penicillina, amoxicillina/ampicillina, piperacillina e ticarcillina.

l)

Morganella morganii non deve essere saggiata per la resistenza alla cefixima (falsa sensibilità).

m)

I BORSA (borderline oxacillin resistant S. aureus = S. aureus con resistenza borderline all'oxacillina) possono mostrare resistenza all'oxacillina ma sono mec A negativi. Clinicamente non resistente. Cefoxitina 60 µg rileva i BORSA: zona ≥ 25 mm.

n)

E. coli / Klebsiella spp./ Salmonella spp. che mostrano una zona < 20 mm con le pastiglie di Neo-Sensitabs contenenti Cefpodoxima devono essere sospettate di produrre ESBL.

o)

Neo-Sensitabs a base di Cefuroxima è utilizzato per saggiare sia la cefuroxima sodica (iniettabile) (23/19) che la cefuroxima axetil (orale) (25/20). Le diverse dimensioni delle zone corrispondono ai break-point di MIC raccomandati.

p)

Gli Stafilococchi possono sviluppare resistenza nel corso della terapia con chinoloni. Si rileva la presenza di resistenza crociata dei chinoloni agli stafilococchi.

q)

È bene sospettare che i ceppi resistenti a nalidixan mostrino una sensibilità diminuita ai chinoloni.

DBV0005I

15/27


Rosco Diagnostica r)

I ceppi con ridotta sensibilità alla cipofloxacina (MIC ≥ 0,125 µg/ml) mostrano una diminuita sensibilità a tutti i chinoloni.

s)

Si deve presumere che i gonococchi resistenti a Ciprofloxacina siano resistenti a tutti i chinoloni.

t)

Quando il terreno di coltura viene addizionato con sangue, l'interpretazione è: Novobiocina 5 µg: S: ≥ 13 mm; I: 12-11 mm; R: ≤ 10 mm e Fucidin: S: ≥ 26 mm; I: 25-23 mm; R: ≤ 22 mm. L'aggiunta del sangue deve essere effettuata solo quando il ceppo non cresce bene sull'agar secondo Mueller-Hinton non supplementato.

u)

Bisogna riferire che gli Stafilococchi resistenti alla gentamicina sono resistenti sia alla netilmicina che alla tobramicina (APH (2") + AAC (6')).

v)

L'HLR alla Gentamicina negli enterococchi è indice di resistenza a tutti gli aminoglicosidi, ad eccezione della streptomicina.

w)

Interpretazione valida per amikacina and isepamicina con gli stafilococchi.

x)

Nelle indicazioni cliniche sono comprese la meningite batterica e la batteriemia concomitante.

y)

Le Enterobacteriaceae resistenti a Nalidixan (zona < 25 mm) mostrano una diminuita sensibilità ai chinoloni (MIC ≥ 0,125 µg/ml per ciprofloxacina). L'acido nalidixico rappresenta un buon screening per l'identificazione della Salmonella con ridotta sensibilità ai chinoloni.

z)

Nalidixan è utile per l'individuazione dei ceppi con ridotta sensibilità ai chinoloni.

aa)

La Gentamicina è raccomandata come farmaco da saggio per gli stafilococchi, in quanto la netilmicina potrebbe dare risultati di falsa sensibilità con gli stafilococchi coagulasi negativi. Gli isolati sensibili alla gentamicina saranno attualmente sensibili alla netilmicina.

bb)

Valido per S. epidermidis, S. hominis and S. haemolyticus. Altri stafilococchi coagulasi negativi (S. saprophyticus, S. xylosus) devono essere saggiati utilizzando le zone raccomandate per il S. aureus (13/10) e/o con la cefoxitina.

cc)

Oxacillina 1 µg viene utilizzata per la rilevazione della ridotta sensibilità alla penicillina negli pneumococchi. Gli isolati resistenti alla Penicillina prelevati dalle meningi devono essere considerati resistenti ad ampicillina/amoxicillina, amoxicillina+clavulanato, cefalosporine di prima e seconda generazione. Non bisogna riportare che gli isolati sono penicillino-resistenti o che presentano una resistenza intermedia basandosi solo su una zona dell'oxacillina di ≤ 19 mm.

dd)

Le pastiglie Neo-Sensitabs con Oxacillina 1 µg e Oxacillina 5 µg sono utili per lo screening per la sensibilità alla penicillina negli streptococchi.

ee)

Le pastiglie Neo-Sensitabs con Oxacillina 1 µg and Oxacillina 5 µg sono utili per l'individuazione dei gonococchi negativi alle beta-lattamasi con sensibilità ridotta alla penicillina (resistenza cromosomica).

ff)

P. aeruginosa isolata da pazienti affetti da fibrosi cistica richiede un'incubazione di 24 ore.

gg)

E. faecalis è resistente a quinupristin/dalfopristin.

hh)

Tutti gli stafilococchi con diametro della zona di ≤ 17 mm che circondano le pastiglie Neo-Sensitabs contenenti Teicoplanina devono essere saggiati mediante metodo MIC.

ii)

Nel saggio degli enterococchi utilizzare Vancomicina 5 µg. Le piastre devono essere incubate per 24 ore ed esaminate con attenzione. I ceppi resistenti alla vancomicina mostrano una zona/margine indistinta/o, mentre i ceppi sensibili mostrano un margine netto. Per ulteriori informazioni sull'individuazione di ceppi GISA/VISA e degli enterococchi resistenti alla vancomicina (VRE), consultare la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs.

jj)

Il metodo che impiega la tecnica di prediffusione per 2+18 ore è descritto nella Guida all'uso delle Neo-Sensitabs.

DBV0005I

16/27


Rosco Diagnostica Tabella 2. Neo-Sensitabs con livelli di concentrazione raccomandati dal CLSI (in passato NCCLS) Metodo dell'CLSI (Kirby-Bauer) per l'interpretazione del diametro delle zone per gli organismi non esigenti e altre specie batteriche comuni Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Amikacin 30 µg Amoxycillin+Clavulanate 20+10 µg Staphylococcus spp. (test cefoxitin) S. pneumoniae (non-meningeal) b Haemophilus spp. f Ampicillin a 10 µg Staphylococcus spp. (test penicillin) Enterococcus spp. Haemophilus spp. f Beta-haemolytic Streptococcus spp. c Streptococcus spp. (viridans) d e Ampicillin+Sulbactam 10+10 µg Haemophilus spp. f Azithromycin 15 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae Aztreonam 30 µg (ESBL screening) g Haemophilus spp. Cefaclor h 30 µg Haemophilus spp. f Cefazolin h I 30 µg

DBV0005I

Code AMI30 AMC30

AMP10

SAM20 AZI15

AZT30

CCL30 CFZ30

S ≥ 17 ≥ 18 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 20 ≥ 17 ≥ 29 ≥ 17 ≥ 22 ≥ 24 ≥ 24 ≥ 15 ≥ 20 ≥ 18 ≥ 12 ≥ 18 ≥ 24 ≥ 22 ≥ 26 ≥ 18 ≥ 20 ≥ 18

I 16-15 17-14 22-20 16-14 21-19 23-17 14-12 17-15 17-14 21-16 17-15 19-17 17-15

R ≤ 14 ≤ 13 ≤ 19 ≤ 19 < 19 ≤ 13 ≤ 28 ≤ 16 ≤ 18 ≤ 23 ≤ 16 ≤ 11 < 19 ≤ 13 ≤ 13 ≤ 23 ≤ 15 ≤ 27 ≤ 14 ≤ 16 ≤ 14

Break- points MIC µg/ml S ≤ 16 ≤ 8/4 ≤ 4/2 ≤ 2/1 ≤ 4/2 ≤8 ≤ 0.25 ≤8 ≤1 ≤ 0.25 ≤ 0.25 ≤ 8/4 ≤ 2/1 ≤2 ≤4 ≤ 0.5 ≤1 ≤8 ≤2 ≤8 ≤8 ≤8

R ≥ 32 ≥ 32/16 ≥ 8/4 ≥ 8/4 ≥ 8/4 ≥ 32

ATCC 25922 19-26 18-24

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 20-26 18-26 28-36 15-23 -

16-22

27-35

-

13-21

30-36

19-24

29-37

-

14-22

-

-

21-26

-

13-21

19-25

28-36

-

23-29

30-38

-

23-27

27-31

-

-

24-32

21-27

29-35

-

-

-

E. coli

Beta-Lactamase

≥ 16 ≥4 ≥8 ≥ 32/16 ≥ 4/2 ≥8 ≥2 ≥2 ≥ 32 >1 ≥ 32 ≥ 32 ≥ 32

17/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Cefepime h 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. Streptococcus spp. (viridans) d N. gonorrhoeae k Cefepime+Clavulanate 30+10 µg Cefixime h l 5 µg Haemophilus spp. N. gonorrhoeae Cefonicid h 30 µg Haemophilus spp. Cefotaxime g h 30 µg (ESBL screening) Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. Streptococcus spp. (viridans) d N. gonorrhoeae Cefotaxime+Clavulanate 30+10 µg Cefoxitin 30 µg Staphylococcus aureus, S. lugdunensis h m Coag. neg. staph. h N. gonorrhoeae Cefpodoxime 10 µg (ESBL screening) n g Haemophilus spp. S. pneumoniae (non-meningeal) b N. gonorrhoeae Cefpodoxime+Clavulanate ** 10+1 µg

DBV0005I

Code FEP30

S ≥ 18 ≥ 26 ≥ 24 ≥ 24 ≥ 24 ≥ 31

FEP+C CFM.5

CID30 CTX30

≥ 19 ≥ 21 ≥ 31 ≥ 18 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 26 ≥ 24 ≥ 24 ≥ 28 ≥ 31

CTX+C CFO30

CPD10

CPD+C

I 17-15 -

R ≤ 14 -

23-22 ≤ 21 23-22 ≤ 21 (detection of ESBL) 18-16 ≤ 15 17-15 ≤ 14 19-17 ≤ 16 22-15 ≤ 14 ≤ 27 -

23-22 ≤ 21 27-26 ≤ 25 (detection of ESBL) 17-15 ≥ 18 ≤ 14 ≥ 22 ≤ 21 ≥ 25 ≤ 24 27-24 ≥ 28 ≤ 23 20-18 ≥ 21 ≤ 17 ≤ 17 ≥ 21 22-19 ≥ 23 ≤ 18 ≥ 29 (detection of ESBL)

Break- points MIC µg/ml S ≤8 ≤2

R ≥ 32 -

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤ 0.5

≥4

≤1 ≤1 ≤ 0.25 ≤8 ≤4 ≤8 ≤2

≥4 ≥ 32 ≥ 16 ≥ 64 -

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤ 0.5

≥4

≤8 Oxa S Oxa S ≤2 ≤2 ≤2 ≤ 0.5 ≤ 0.5

E. coli ATCC 25922 31-37

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 23-29 24-30 25-31 28-35

≥4 23-27

-

-

25-33

16-23

25-29

22-28

-

-

-

29-35

25-31

18-22

31-39

31-39

23-29

23-29

-

-

-

-

25-31

28-34

≥4 ≥ 32 MecA pos MecA pos

≥8 ≥8 >8 ≥2 -

23-28

19-25

18/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Ceftazidime h 30 µg (ESBL screening) g Haemophilus spp. N. gonorrhoeae Ceftazidime+Clavulanate 30+10 µg Ceftizoxime h 30 µg rd S. pneumoniae (3 gen. cephalosporins) j

Code CAZ30

CAZ+C ZOX30

I R 17-15 ≤ 14 ≤ 22 (detection of ESBL) 19-15 ≥ 20 ≤ 14 ≥ 26 ≤ 25

Break- points MIC µg/ml

S ≥ 18 ≥ 26 ≥ 31

S ≤8 ≤2 ≤ 0.5

R ≥ 32 >2 -

≤8 ≤ 0.5

≥ 32 -

ATCC 25922 25-32

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 16-20 22-29 27-35 -

30-36

27-35

12-17

29-39

28-34

29-35

22-28

17-23

31-39

30-35

20-26

27-35

-

-

-

20-26

27-35

-

-

-

15-21

29-37

-

-

26-32

21-27

19-26

-

31-40

23-27

30-40

22-30

25-33

34-42

-

E. coli

(CTAX etc.)

S. aureus Haemophilus spp. Ceftriaxone h 30 µg (ESBL screening) g Haemophilus spp. S. pneumoniae (use ceftizoxime) j S. pneumoniae (non-meningeal) b Beta-haemolytic Streptococcus spp. Streptococcus spp. (viridans) d N. gonorrhoeae Cefuroxime (parenteral) h o 30 µg j Haemophilus spp. N. gonorrhoeae Cefuroxime (peroral) h o 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae (non-meningeal) b Cephalothin h i 30 µg Haemophilus spp. Chloramphenicol 30 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Ciprofloxacin p 5 µg Haemophilus spp. N. gonorrhoeae s DBV0005I

CTR30

CXM30

CXM30

CEP30 CLR30

CIPR5

≥ 20

-

< 15

≥ 26 ≥ 21 ≥ 26

20-14 -

≤ 13 ≤ 25 -

≤2 ≤8 ≤2

≥ 64 >2 -

≥ 24 ≥ 24 ≥ 27 ≥ 35 ≥ 18 ≥ 20 ≥ 31 ≥ 23 ≥ 20 ≥ 24 ≥ 18 ≥ 22 ≥ 18 ≥ 29 ≥ 21 ≥ 21 ≥ 21 ≥ 21 ≥ 41

23-22 26-25 17-15 19-17 30-26 22-15 19-17 23-22 17-15 17-13 28-26 20-18 20-16 40-28

≤ 21 ≤ 24 ≤ 14 ≤ 16 ≤ 25 ≤ 14 ≤ 16 ≤ 21 ≤ 14 ≤ 21 ≤ 12 ≤ 25 ≤ 20 ≤ 17 ≤ 15 ≤ 27

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤ 0.25 ≤8 ≤4 ≤1 ≤4 ≤4 ≤1 ≤8 ≤8 ≤8 ≤2 ≤4 ≤4 ≤1 ≤1 ≤ 0.06

≥4

mecA pos. (oxa R)

-

≥4 ≥ 32 ≥ 16 ≥4 ≥ 32 ≥ 16 ≥4 ≥ 32 (amp R) ≥ 32 ≥8 ≥8 ≥ 16 ≥4 ≥1

19/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Clarithromycin 15 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Clindamycin jj 2 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Cloxacillin Diatabs 500 µg Colistin Diatabs ll 10 µg 2+18 h. prediffusion Ps. aeruginosa Acinetobacter Daptomycin 30 µg (+Calcium) 2+18 h. prediffusion Staphylococcus spp. and Streptococcus spp. Enterococcus spp. Doxycycline 30 µg Acinetobacter Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae Ertapenem 10 µg Haemophilus spp. Erythromycin 15 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Fosfomycin (U) 200µg

Code CLA15

CLI.2 CL500

S I R 17-14 ≥ 18 ≤ 13 12-11 ≥ 13 ≤ 10 20-17 ≥ 21 ≤ 16 20-17 ≥ 21 ≤ 16 20-15 ≥ 21 ≤ 14 18-16 ≥ 19 ≤ 15 (Detection of plasmid mediated AmpC beta-lactamases)

Break- points MIC µg/ml S ≤2 ≤8 ≤ 0.25 ≤ 0.25 ≤ 0.5 ≤ 0.25

R ≥8 ≥ 32 ≥1 ≥1 ≥4 ≥1

Co.10 ≥ 15 ≥ 15

14-11 14-11

≤ 10 ≤ 10

≤2 ≤2

≥8 ≥4

≥ 22 ≥ 12 ≥ 14 ≥ 13 ≥ 29 ≥ 23 ≥ 38 ≥19 ≥ 23 ≥ 21 ≥ 16

13-11 12-10 28-26 22-19 37-31 18-16 22-14 20-16 15-13

≤ 10 ≤9 ≤ 25 ≤ 18 ≤ 30 ≤ 15 ≤ 19 ≤ 13 ≤ 15 ≤ 12

≤1 ≤4 ≤4 ≤4 ≤2 ≤2 ≤ 0.25 ≤2 ≤ 0.5 ≤ 0.5 ≤ 0.25 ≤ 64

≥ 16 ≥ 16 ≥8 ≥8 ≥2 ≥8

≥ 18 ≥ 23 ≥ 18 ≥ 18 ≥ 21 ≥ 15

17-15 22-20 17-15 20-18 14-13

≤ 14 ≤ 19 ≤ 14 ≤ 17 ≤ 12

≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤2 ≤1 ≤4

≥4 ≥2

E. coli ATCC 25922 -

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 26-32 11-17 25-31

-

24-30

-

-

19-25

11-17

-

11-17

-

-

18-24

23-29

-

-

-

29-36

24-31

13-21

20-28

28-35

-

22-30

-

-

25-30

22-30

25-33

-

-

-

30-37

27-33

20-28

33-41

24-31

19-26

19-27

16-21

-

-

DAPCa

DOX30

ETP10 ERY15 FO200

≥8 ≥1 ≥ 256

(+ glucose- 6-phosphate)

Gatifloxacin p 5 µg Staphylococcus spp. Haemophilus spp. Enterococcus spp. (U) S. pneumoniae and Streptococcus spp. Gentamicin u v aa kk 10 µg DBV0005I

GATIF

GEN10

≥8 ≥4 ≥8

20/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Imipenem h 10 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Imipenem+EDTA 15 + 750 µg Kanamycin w 30 µg Levofloxacin p 5 µg Stahylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Linezolid 30 µg Enterococcus spp. Staphylococcus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. Mecillinam (U) h 10 µg N. meningitidis (screen pen/ampi) Meropenem h 10 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae x Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) P. aeruginosa Minocycline 30 µg Acinetobacter S. maltophilia, B. cepacia Moxifloxacin p 5 µg Staphylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Nalidixan (U) p y 30 µg Enterobacteriaceae Haemophilus spp. q N. gonorrhoeae z DBV0005I

Code IMI10

IM+ED KAN30 LEVOF

S ≥ 16 ≥ 16 ≥ 28 ≥ 26

I 15-14 27-25 27-23

R ≤ 13 ≤ 24 ≤ 22

Break- points MIC µg/ml S ≤4 ≤4 ≤ 0.12 ≤ 0.25

R ≥ 16 ≥1 ≥1

MRP10

MIN30

MOXIF

NAL30

17-25 29-37

19-26 25-30

19-26

32-40

20-25

-

25-32

-

-

25-34

24-30

-

-

-

-

28-34

29-37

27-33

20-28

28-35

19-25

25-30

-

-

-

28-35

28-35

17-25

31-39

25-31

22-28

-

-

-

-

(detection of Metallo-beta-lactamases)

≥ 18 ≥ 17 ≥ 19 ≥ 17 ≥ 17 ≥ 17

17-14 16-14 18-16 16-14 16-14

≤ 13 ≤ 13 ≤ 15 ≤ 13 ≤ 13

≤6 ≤2 ≤1 ≤2 ≤2 ≤2

≥ 25 ≥8 ≥4 ≥8 ≥8

≥ 23 ≥ 21 ≥ 21 ≥ 15 ≥ 23 ≥ 16 ≥ 20 ≥ 26 ≥ 26 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 19 ≥ 18 ≥ 24 ≥ 18 ≥ 18 ≥ 21 ≥ 19 -

22-21 14-12 15-14 25-23 25-23 15-14 15-13 15-13 18-15 17-15 23-21 17-15 20-18 18-14 -

≤ 20 ≤ 11 ≤ 22 ≤ 13 ≤ 22 ≤ 22 ≤ 13 ≤ 12 ≤ 12 ≤ 14 ≤ 14 ≤ 20 ≤ 14 ≤ 17 ≤ 13 < 19 < 19 < 20

≤2 ≤4 ≤2 ≤8 ≤ 0.06 ≤4 ≤ 0.5 ≤ 0.25 ≤ 0.25 ≤4 ≤4 ≤4 ≤4 ≤1 ≤ 0.5 ≤1 ≤1 ≤1 ≤8

≥8 ≥ 32 ≥ 16 ≥1 ≥1 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 16 ≥4 ≥2 ≥4 ≥4 ≥ 32

LINEZ

MEC10

ATCC 25922 26-32

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 20-28 21-29 -

E. coli

(decreased susceptibility to quinolones)

21/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Netilmicin aa 30 µg Nitrofurantoin (U) 300 µg Norfloxacin (U) p 10 µg Ofloxacin p 5 µg Staphylococcus spp. Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae Oxacillin h a 1 µg S. aureus m Coag. neg. staph. bb S. pneumoniae cc

S ≥ 15 ≥ 17 ≥ 17 ≥ 16 ≥ 18 ≥ 16 ≥ 16 ≥ 31

I 14-13 16-15 16-13 15-13 17-15 15-13 30-25

R ≤ 12 ≤ 14 ≤ 12 ≤ 12 ≤ 14 ≤ 12 ≤ 24

S ≤ 12 ≤ 32 ≤4 ≤2 ≤1 ≤2 ≤2 ≤ 0.25

R ≥ 32 ≥ 128 ≥ 16 ≥8 ≥4 ≥8 ≥2

≥ 13 ≥ 18 ≥ 20

12-11 ≤ 19

≤ 10 ≤ 17 ≤ 19

≤2 ≤ 0.25 ≤ 0.06

≥4 ≥ 0.5 ≥ 0.12

Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) dd

≥ 14

≤ 13

≤ 13

N. gonorrhoeae ee

≥ 12

-

-

≤ 0.06 (pen)

≥ 29 ≥ 15 ≥ 20 ≥ 24 ≥ 26 ≥ 47 ≥ 21 ≥ 18 ≥ 21 ≥ 18 ≥ 18 ≥ 19 ≥ 19

19-17 25-13 46-27 20-18 20-18 18-16 18-16

≤ 14 ≤ 16 ≤ 12 ≤ 26 ≤ 17 ≤ 17 ≤ 17 ≤ 17 ≤ 17 ≤ 15 ≤ 15

≤ 0.12 ≤8 ≤1 ≤ 0.12 ≤ 0.12 ≤ 0.06 ≤ 16 ≤ 64 ≤ 16/4 ≤ 8/4 ≤ 64/4 ≤1 ≤1

Penicillin a 10 U Staphylococcus spp. Enterococcus spp. Haemophilus spp. Beta-haemolytic Streptococcus spp. c Streptococcus spp. (viridans) d e N. gonorrhoeae k Piperacillin a 100 µg P. aeruginosa ff Piperacillin+ Tazobactam 100+10 µg Staphylococcus spp. P. aeruginosa ff Quinupristin/ Dalfopristin gg 15 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp.

DBV0005I

Code NET30 NI300 NORFX OFL.5

Break- points MIC µg/ml

OXA.1

(pen)

(I/R) (pen)

≤ 0.12

≥ 0.25

(pen)

PI+TZ

SYN15

ATCC 25922 22-30 20-25 28-35 29-33

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 22-31 17-23 18-22 23-29 17-28 22-29 15-21 24-28 17-21 31-40 16-21

-

18-24

-

-

12-16 **

-

26-37

-

-

24-30

24-30

-

25-33

-

-

24-30

27-36

25-33

33-38

-

-

21-28

-

15-21

19-24

(I/R)

-

PEN10

PIPRA

E. coli

Beta-Lactamase

≥ 16 ≥4 ≥4 ≥2 ≥ 128 ≥ 128 ≥ 128/4 ≥ 16/4 ≥ 128/4 ≥4 ≥4

22/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Rifampicin 5 µg Haemophilus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) Streptomycin kk 10 µg Teicoplanin uu 30 µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. 2+18 h. prediffusion ll (staph.) Telithromycin 15µg S. pneumoniae and Streptococcus spp. Haemophilus spp. Tetracyclines 30 µg (Oxytetracycline) Acinetobacter Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. N. gonorrhoeae ee Ticarcillin a 75 µg Staphylococcus spp. (use Penicillin) P. aeruginosa ff Ticarcillin+Clavulanate 70+10 µg Staphylococcus spp. P. aeruginosa ff Tigecycline 15 µg Staphylococcus spp. Enterococcus spp., Haemophilus spp., S. pneumoniae and Streptococcus spp. Acinetobacter spp., B. cepacia, S. maltophilia Tobramycin 10 µg Trimethoprim (U) 5 µg Haemophilus spp.

DBV0005I

Code RIF.5

I 19-17 19-17 18-17 19-17 14-12 13-11

R ≤ 16 ≤ 16 ≤ 16 ≤ 16 ≤ 11 ≤ 10

TET30

S ≥ 20 ≥ 20 ≥ 19 ≥ 20 ≥ 15 ≥ 14 ≥ 16 ≥ 22 ≥ 19 ≥ 15 ≥ 15

21-19 18-16 14-12 14-12

TICAR

≥ 15 ≥ 29 ≥ 23 ≥ 38 ≥ 20

STR10 TPN30 TEL15

TIM85

TIG15

TOB10 TRIM5

Break- points MIC µg/ml

< 20 ≤ 18 ≤ 15 ≤ 11 ≤ 11

S R ≤1 ≥4 ≤1 ≥4 ≤1 ≥4 ≤1 ≥4 ≤8 ≥ 32 ≤1 Detection of GISA ≤1 ≥4 ≤1 ≥4 ≤4 ≥16 ≤4 ≥ 16

14-12 28-26 22-19 37-31 19-15

≤ 11 ≤ 25 ≤ 18 ≤ 30 ≤ 14

≤4 ≤2 ≤2 ≤ 0.25 ≤ 16

≥ 16 ≥8 ≥8 ≥2 ≥ 128

≥ 15 ≥ 20 ≥ 23 ≥ 15 ≥ 19 ≥ 19 ≥ 19

19-15 18-15 -

≤ 14 ≤ 14 ≤ 22 ≤ 14 ≤ 14 -

≤ 64 ≤ 16/2 ≤ 8/2 ≤ 64/2 ≤2 ≤ 0.5 ≤ 0.25

≥ 128 ≥ 128/2 ≥ 16/2 ≥ 128/2 ≥8 -

≥ 20 ≥ 15 ≥ 16 ≥ 23

19-17 14-13 15-11 22-20

≤ 16 ≤ 12 ≤ 10 ≤ 19

≤2 ≤4 ≤4 ≤1

≥8 ≥8 ≥ 16 ≥4

ATCC 25922 8-10

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 26-34 22-30 25-30

12-20 -

14-22 15-21

-

-

-

-

24-30

-

17-23

27-33

18-25

24-30

-

14-22

27-31

24-30

-

21-27

-

-

24-30

29-37

20-28

-

-

20-27

20-25

9-13

23-31

23-29

18-26 21-28

19-29 19-26

19-25 -

-

-

E. coli

23/27


Rosco Diagnostica Zone diameter in mm NEO-SENSITABS * Potency Code Trimethoprim+Sulfa 1.25+23.75 µg SxT25 (Trimethoprim+ Sulfamethoxazole) Haemophilus spp. S. pneumoniae and Streptococcus spp. Vancomycin ii 30 µg VAN30 Staphylococcus spp. S. pneumoniae Streptococcus spp. (non S. pneumoniae) 2+18 h. prediffusion ll (staph. BHI + 5% blood) 2+18 h. prediffusion ll (enterococci MH plain)

Break- points MIC µg/ml

S ≥ 16

I 15-11

R ≤ 10

S ≤ 2/38

R ≥ 8/152

≥ 16 ≥ 19 ≥ 17 ≥ 15 ≥ 17 ≥ 17 ≥ 16

15-11 18-16 16-15 -

≤ 10 ≤ 15 ≤ 14 < 20 < 16

≤ 0.5/9.5 ≥ 4/76 ≤ 0.5/9.5 ≥ 4/76 ≤4 ≥ 32 ≤4 ≤1 ≤1 Detection of GISA ≤4

E. coli ATCC 25922 23-29

-

Quality control S. P. H. S. aureus aeruginosa influenzae pneumoniae ATCC ATCC ATCC ATCC 25923 27853 49247 49619 24-32 24-32 20-28

17-21

-

-

20-27

(U)

Solo per le infezioni delle vie urinarie.

*

Se non vengono menzionate specie batteriche, l'interpretazione del diametro della zona può essere applicata ai batteri a rapida crescita (Enterobacteriaceae, Pseudomonas spp., Staphylococcus spp., Enterococcus spp., Acinetobacter spp.).

**

Diversa dalle indicazioni del CLSI o senza alcuna indicazione del CLSI.

Osservazioni (Tabella 2): a)

Gli stafilococchi devono essere saggiati (beta-lattamici) solamente verso la penicillina, l'oxacillina et la cefoxitina. Gli stafilococchi resistenti alla penicillina devono essere riportati come resistenti all'amoxicillina, all’ampicillina, alla piperacillina e alla ticarcillina.

b)

Utilizzare solamente con isolati non-meningei.

c)

I ceppi resistenti alla penicillina degli streptococchi del Gruppo A e del Gruppo B non sono stati ancora riconosciuti.

d)

I ceppi sensibili alla Penicillin Low possono essere considerati sensibili ad ampicillina, amoxicillina, amoxicillina+clavulanato, ampicillina+sulbactam, cefaclor, cefepima, cefotaxima, ceftriaxone, cefuroxima, cefpodoxima, ceftizoxima, e imipenem per le indicazioni approvate, e non necessitano di essere sottoposti a ulteriori saggi verso questi agenti. I ceppi resistenti alla penicillina di questa CSF devono essere considerati resistenti ad ampicillina, amoxicillina, amoxicillina+clavulanato e la prima/seconda generazione delle cefalosporine.

e)

Gli streptococchi viridans isolati da sangue o CSF devono essere saggiati per determinare la sensibilità alla penicillina o ampicillina mediante metodo MIC.

f)

I ceppi negativi alle beta-lattamasi, resistenti all'ampicillina (BLNAR) sono meglio rintracciabili se si utilizzano le pastiglie di Neo-Sensitabs contenenti Ampicillina 2,5 µg . Gli isolati BLNAR devono essere considerati resistenti ad amoxicillina, amoxicillina+clavulanato, nonché alle cefalosporine di prima e seconda generazione, a prescindere dalle dimensioni della zona di inibizione.

DBV0005I

24/27


Rosco Diagnostica g)

I ceppi delle Enterobacteriaceae che producono ESBL possono risultare clinicamente resistenti alle penicilline, cefalosporine o aztreonam, nonostante l'apparente sensibilità in vitro. 7 Consultare la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs per lo screening di ESBL e i test di conferma ESBL.

h)

Gli stafilococchi oxacillino-resistenti devono essere considerati resistenti a tutti gli antibiotici beta-lattamici e alle associazioni con inibitori delle beta-lattamasi. La cefoxitina può essere utilizzata per la rilevazione degli stafilococchi positivi al gene mec A (oxacillino-resistenti). S. aureus and S. lugdunensis resistenti alla cefoxitina (Cefoxitina 30 µg zona ≤ 19 mm) e gli stafilococchi coagulasi negativi resistenti alla cefoxitina (Cefoxitina 30 µg zona ≤ 24 mm) sono ceppi mec A positivi. Leggere la zona di inibizione alla oxacillina usando luce trasmessa e la zona di inibizione alla cefoxitina usando luce riflessa.

i)

Per le Enterobacteriaceae isolate dalla CSF saggiare la cefotaxima (o ceftriaxone) invece della cefalotina (cefazolina).

j)

Cefotaxima e ceftriaxone non devono essere saggiati per gli pneumococchi mediante metodo di diffusione. Si utilizza un test surrogato: Ceftizoxima. La ceftizoxima individua la sensibilità ridotta della terza generazione di cefalosporine. I ceppi sensibili a ceftizoxima mostrano al momento una MIC < 0,5 µg/ml nei confronti di cefotaxima/ceftriaxone (sensibili), mentre gli isolati resistenti alla ceftizoxima devono essere saggiati mediante metodo MIC.

k)

Un test positivo delle beta-lattamasi predice la resistenza alla penicillina, amoxicillina/ampicillina, piperacillina e ticarcillina.

l)

Morganella spp. non deve essere saggiata per la resistenza alla cefixima (falsa sensibilità).

m)

I BORSA (borderline oxacillin resistant S. aureus = S. aureus con resistenza borderline all'oxacillina) possono mostrare resistenza all'oxacillina ma sono mec A negativi. Clinicamente non resistente. Cefoxitina rileva i BORSA: Cefoxitina 30 µg zona ≥ 20 mm. Leggere la cefoxitina usando luce riflessa.

n)

E. coli / Klebsiella spp./ Salmonella spp. che mostrano una zona ≤ 17 mm con le pastiglie di Neo-Sensitabs contenenti Cefpodoxima 10 µg devono essere sospettate di produrre ESBL.

o)

Neo-Sensitabs a base di Cefuroxima è utilizzato per saggiare sia la cefuroxima sodica (iniettabile) che la cefuroxima axetil (orale). Le diverse dimensioni delle zone corrispondono ai breakpoint di MIC raccomandati.

p)

Gli Stafilococchi possono sviluppare resistenza nel corso della terapia con chinoloni. Si rileva la presenza di resistenza crociata dei chinoloni agli stafilococchi.

q)

È bene sospettare che i ceppi resistenti a nalidixan mostrino una sensibilità diminuita ai chinoloni.

r)

I ceppi con ridotta sensibilità alla cipofloxacina (MIC ≥ 0,125 µg/ml) mostrano una diminuita sensibilità a tutti i chinoloni.

s)

Si deve presumere che i gonococchi resistenti a Ciprofloxacina siano resistenti a tutti i chinoloni.

u)

Bisogna riferire che gli Stafilococchi resistenti alla gentamicina sono resistenti sia alla netilmicina che alla tobramicina (APH (2") + AAC (6')).

v)

L'HLR alla Gentamicina negli enterococchi è indice di resistenza a tutti gli aminoglicosidi, ad eccezione della streptomicina.

w)

Interpretazione valida per amikacina and isepamicina con gli stafilococchi.

x)

Nelle indicazioni cliniche sono comprese la meningite batterica e la batteriemia concomitante.

y)

Le Enterobacteriaceae resistenti a l'acido nalidixico (Nalidixan 30 µg zona < 19 mm) mostrano una diminuita sensibilità ai chinoloni (MIC ≥ 0,125 µg/ml per ciprofloxacina). L'acido nalidixico rappresenta un buon screening per l'identificazione della Salmonella con ridotta sensibilità ai chinoloni.

z)

Nalidixan è utile per l'individuazione dei ceppi con ridotta sensibilità ai chinoloni.

aa)

La Gentamicina è raccomandata come farmaco da saggio per gli stafilococchi, in quanto la netilmicina potrebbe dare risultati di falsa sensibilità con gli stafilococchi coagulasi negativi. Gli isolati sensibili alla gentamicina saranno attualmente sensibili alla netilmicina.

DBV0005I

25/27


Rosco Diagnostica bb)

Valido per S. epidermidis, S. hominis and S. haemolyticus. Altri stafilococchi coagulasi negativi (S. saprophyticus, S. xylosus) devono essere saggiati utilizzando le zone raccomandate per il S. aureus e/o con la cefoxitina.

cc)

Oxacillina 1 µg viene utilizzata per la rilevazione della ridotta sensibilità alla penicillina negli pneumococchi. Gli isolati resistenti alla Penicillina prelevati dalle meningi devono essere considerati resistenti ad ampicillina/amoxicillina, amoxicillina+clavulanato, cefalosporine di prima e seconda generazione. Non bisogna riportare che gli isolati sono penicillino-resistenti o che presentano una resistenza intermedia basandosi solo su una zona dell'oxacillina di ≤ 19 mm.

dd)

Le pastiglie Neo-Sensitabs con Oxacillina 1 µg è utile per lo screening per la sensibilità alla penicillina negli streptococchi.

ee)

Le pastiglie Neo-Sensitabs con Oxacillina 1 µg è utile per l'individuazione dei gonococchi negativi alle beta-lattamasi con sensibilità ridotta alla penicillina (resistenza cromosomica).

ff)

P. aeruginosa isolata da pazienti affetti da fibrosi cistica richiede un'incubazione di 24 ore.

gg)

E. faecalis è resistente a quinupristin/dalfopristin.

hh)

Tutti gli stafilococchi con diametro della zona di < 14 mm che circondano le pastiglie Neo-Sensitabs contenenti Teicoplanina devono essere saggiati mediante metodo MIC.

ii)

Quando impiegate per analisi degli enterococchi, le piastre devono essere impiegate per 24 ore intere ed esaminate con attenzione. I ceppi resistenti alla vancomicina mostrano una zona/margine indistinta/o, mentre i ceppi sensibili mostrano un margine netto. Per ulteriori informazioni sull'individuazione di ceppi GISA/VISA e degli enterococchi resistenti alla vancomicina (VRE), consultare la Guida all'utilizzo delle pastiglie Neo-Sensitabs.

jj)

I microrganismi isolati resistenti ai Macrolidi possono dimostrare una resistenza indotta alla clindamicina che può essere verificata con il test della D-zona, vedi la Guida all'Uso delle Neo Sensitabs.

kk)

Per la dimostrazione di alti livelli di reistenza agli Aminoglicosidi (HLAR) impiegare Neo-Sensitabs con alti livelli di concentrazione.

ll)

Il metodo che impiega la tecnica di prediffusione per 2+18 ore è descritto nella Guida all'uso delle Neo-Sensitabs.

DBV0005I

26/27


Rosco Diagnostica Interpretazione del diametro della zona per i funghi

Revisione Data di emissione

Zone diameter in mm NEO-SENSITABS Amphotericin B a Caspofungin# * Ciclopirox Clotrimazole Econazole Fluconazole a b Fluorocytocine a d Fluorocytocine a d Griseofulvin Isoconazole b Itraconazole a b Ketoconazole a b Miconazole Natamycin Nystatin Terbinafine Voriconazole a b

Potency 10 µg 5 µg 50 µg 10 µg 10 µg 25 µg 1 µg 10 µg 25 µg 10 µg 8 µg 15 µg 10 µg 10 µg 50 µg 30 µg 1 µg

Code AMPHO CASP5 CICLO CTRIM ECONZ FLUCZ FLU.1 FLU10 GRISE ISOCN ITRAC KETOC MICOZ NATAM NYSTA TERBI VOR.1

S ≥ 15 ≥ 15 ≥ 20 ≥ 20 ≥ 20 ≥ 22 ≥ 20 ≥ 30 ≥ 10 ≥ 20 ≥ 16 ≥ 30 ≥ 20 ≥ 15 ≥ 15 ≥ 20 ≥ 17

I 14-10 14-12 19-12 19-12 19-12 21-15c 19-12 29-23 19-12 15-10c 29-23 19-12 14-10 14-10 19-12 16-14c

R < 10 ≤ 11 ≤ 11 ≤ 11 ≤ 11 ≤ 14 ≤ 11 ≤ 22 no zone ≤ 11 < 10 ≤ 22 ≤ 11 no zone no zone ≤ 11 ≤ 13

Break- points MIC µg/ml

DBV0006E 09.11.2005

9-13

C. parapsilosis ATCC 22019 20-26

C. krusei ATCC 6258 15-21

C. albicans ATCC 64548 18-23

C. albicans ATCC 64550 19-24

C. glabrata 2238 NL

S ≤1 ≤1

R ≥4 ≥2

≤8 ≤4 ≤4

≥ 64 ≥ 32 ≥ 32

36-42 34-40

11-17 26-33

45-53

30-36 35-43

10-16 9

≤ 0.12 ≤ 0.12

≥1 ≥ 0.5

25-31 36-44

9 21-29

-

28-35 41-49

16-22 20-26

≤1

≥4

39-46

16-23

36-45

18-27

# Per esclusivo uso di ricerca * Le zone di interpretazione sono incerte Osservazioni: a) b) c) d)

Interpretazione valida per le infezioni sistemiche. Break-point di MIC secondo CLSI (in passato NCCLS) e EUCAST. I valori di MIC per gli azoli dopo 42-48 ore (CLSI). Dose-dipendente Fluorocitosine 10 µg è raccomandata per il saggio di Aspergillus spp., mentre Fluorocitosina 1 µg è raccomandata per il saggio di Candida spp. e altri lieviti.

DBV0006E

27/27

http://rosco.dk/pdf/IFU-Neo-S-it-091105-071107-091105  

http://rosco.dk/pdf/IFU-Neo-S-it-091105-071107-091105.pdf