Issuu on Google+

Rosa Casamento curriculum & portfolio 2011


ABOUT ME 10 16 18 20 24 30 38 40

PROJECT FOR THE SCUOLA POLITECNICA DI DESIGN Storia Abbreviata della Letteratura Portatile Just Catalogue Boldosa Serralunga 1825 Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci Risotto alla milanese How to wash and disinfect hands in a hospital The Wolf and the Lamb

44 48 50 52 54

PROJECT FOR THE MEDITERRANEAN AREA DESIGN Gjuhe Benton Veshur Fjalor Fluturuar Un percorso social curioso alla Vucciria Fede e curiosita’ nel centro storico di Palermo


ABOUT ME Born in Palermo (Italy) 11/02/1984

I am visual designer, after completing a degree in industrial design for mediterranea area at University of Palermo, I chose to come here in Milan to enlarge my references and enrich my level of personal knowledge in graphic design. Living in Milan has always been my dream since I chose to make the designer. Thus, in October 2010, I obtained a scholarship for the master in Visual Design at the Scuola Politecnica di Design (SPD). My set of skills deals leads me to look at design as an activity that analyzes the urban space by non-conventional points of view and which may contribute to determine the sense or new sense the place, this is what I did for my graduate thesis e in other research. Today after my year of study at SPD my set of skills deals grew with designing books, posters, typography, corporate identity.


2011

2010

2009

2008

2007

2006

education workshop other cultural experience


Master Degree in Visual Design | Scuola Politecnica di Design, Milano Master Degree in Visual Design ı Scuola Politecnica di Design, Milano Master Degree in Visual Design ı Scuola Politecnica di Design, Milano Master Degree in Visual Design ı Scuola Politecnica di Design, Milano Second Degree in Industrial Design for Mediterranea Area (110 laude) | University of Palermo Design Per. Ambiente | Gordon Young and Aiap, Bologna Teaching assistant of the Laboratory of Visual Communication | University of Palermo Teaching assistant of the Laboratory of Industrial Design | University of Palermo Master Degree in Visual Design ı Scuola Politecnica di Design, Milano Think local act global for Piana degli Albanesi | University of Palermo Mediterranean design network | University of Palermo Progettare per il mondo reale.Creatività per il territorio: Vucciria | University of Palermo Progettare il futuro. Bauhaus Palermo - L’arte di far festa | Nuovo Montevergini, Palermo Stage graphic design | C. Ferrara, Palermo First Degree in Industrial Design (110 laude) | University of Palermo Mediterranean design network | University of Palermo r festa, Nuovo Montevergini, Palermo Stage graphic design, C. Ferrara, Palermo Stage graphic design and architectur | S. Giacomarra, Palermo Mediterranean design network, University of Palermo Progettare per il mondo reale.Creatività per il territorio: Vucciria, University of Palermo Progettare il futuro. Bauhaus Palermo - L’arte di far festa, Nuovo Montevergini, Palermo Bambù: botanica, design e architettura | University of Palermo La rivoluzione della trottola | University of Palermo Prototyping Advanced Course | ISA of Palermo

language skills

Italian - native English - basic

computer skills

Adobe Creative suite, FontLab, Autocad, Rhinoceros 3D, 3d Studio Max, VRay, Flamingo, Artlantis (mac and pc)

pubblication

La sicilia del Design | C. Ferrara, Interni n. 7/8


PROJECT FOR THE SCUOLA POLITECNICA DI DESIGN


Storia abbreviata della letteratura portatile

This is the project of a secret and useless book. In this book there are two different contents: Anèmic Cinèma by Rrosè Selavy and Storia abbreviata della letteratura portatile by Enrique Vila Matas. -The flip-book Anèmic Cinèma makes secret and useless the book Storia abbreviata della letteratura portatile. -The book Storia abbreviata della letteratura portatile makes uselles the flip-book Anèmic Cinèma. Format: 160 * 240 mm Typeface: Frankling gothic Medium: paper Pages: 210

[...] Duchamp, per esempio, si sentì sempre attratto dalle cose estremamente piccole, vale a dire da tutto ciò che doveva essere decifrato: emblemi, manoscritti, anagrammi. Per lui miniaturizzare significava anche rendere inservibile: «Ciò che viene ridotto diviene in un certo modo libero di significato. La sua piccolezza è allo stesso tempo un tutto e un frammento. L’amore per il minuscolo è un’emozione infantile» Enrique Villa Matas

10


How to make a secret book?

How to make a useless book?

fold page perfect binding front page back page

11


a

a. Frame Anèmic Cinèma b. Layout for flip-book Anèmic Cinèma c. Layout for book Storia abbreviata della letteratura portatile


01

12

13

b

PROLOGO Verso la fine dell’inverno 1924, sulla vetta dove Nietzsche aveva avuto l’intuizione dell’eterno ritorno, lo scrittore russo Andrej Belyj fu colto da una crisi nervosa nel constatare l’inarrestabile avanzata della lava del supercosciente. Quello stesso giorno e alla stessa ora, a non molta distanza da lì, il musicista Edgar Varèse cadeva improvvisamente da cavallo mentre, per scimmiottare Apollinaire, fingeva di accingersi ad andare in guerra. A me sembra che quelle due scene siano state i pilastri sui quali fu edificata la storia della letteratura portatile. Una storia europea, alle origini, e leggera quanto la valigiascrittoio con la quale Paul Morand percorreva su treni di lusso la luminosa Europa notturna: scrittoio mobile che ispirò a Marcel Duchamp la sua boîte-en-valise, senza dubbio il tentativo più geniale di esaltare il portatile in arte. La cassetta-valigia di Duchamp, che conteneva riproduzioni in miniatura di tutte le sue opere, si trasformò rapidamente nell’emblema della letteratura portatile e nel simbolo in cui si riconobbero i primi shandy.1 Alcuni mesi dopo e con una lieve modifica (sulla boîteen-valise, un pettine a guisa di fermaglio) quell’emblema di Du-

15

c


14


15


Just a catalogue

Project of catalog for Scuola Politecnica di Design. The category by which to describe peculiar SPD is the multiethnic character of the school. Format: 210 * 297 mm Typeface: Palatino and Univers Medium: paper Pages: 16 Colour: Black

16

What is SPD?

Cos’è SPD?

The category by which to describe peculiar SPD is the multiethnic character of the school. It welcomes the community of students from different countries and experiences that, in an environment built for people in the district of Lambrate, a former industrial zone now converted to the place of art and design, we compare and exchange ideas. In particular, for the 2010/2011 academic year are 121 students in five master from over 40 countries worldwide.

La categoria peculiare attraverso il quale descrivere SPD è il carattere multietnico della scuola. Essa accoglie comunità di studenti provenienti da paesi ed esperienze diverse che, all’interno di un ambiente a misura d’uomo nel quartiere di Lambrate, ex zona industriale oggi convertito al luogo dell’arte e del design, si confrontano e scambiano idee. In particolare per l’anno accademico 2010/2011 sono 121 gli studenti dei 5 master provenienti da ben 40 nazioni del mondo.

3


...more students ...more languages ...plus creativity 121 students

How many foreigners are there?

in SPD

Europe

47 %

Asia

25 %

South America

15 %

North America

9%

1

2

3

4 5 6

Africa

4%

10 30

Cinese (Singapore) Americano Bulgaro Inglese Boliviano Garifuna (Guatemala) Albanese Giapponese Serbo Canadese Irlandese Filippino Francese Cileno Belga Indonese Olandese Messicano Montenergrino Pakistano Lituanese Sud Africani Messicani Equadoriani Maltesi Ucraini Tailandesi Venezuelani Colombiani Svizzeri Spagnoli Polacchi Greci Tedeschi Indiani Russi Libanesi Brasiliani Turchi Italiani

17


Boldosa

Boldosa is my typeface display designed for the web, but not to be used at smaller sizes. I am Boldosa

18


19


Serralunga 1825

The logo has been created Serralunga 1825 to reflectfor the concept of multiplicity and variability. In this project the light is the primary variable. The logo is a synthesis of a long photographic research that led to the the definition of a relatively limited number of marks.

+ light 20


21


Serralunga s.r.l. Via Serralunga 9 - 13900 Biella, Italia T +39 (015) 24 35 711 / F +39 (015) 31 081 serralunga1825@bmm.it serralunga1825.it

Oggetto: Salone del mobile 2011 Al primo appuntamento ufficiale del 2010, il brand italiano si presenta rinnovato nella strategia e nei prodotti, ma la filosofia rimane la stessa: intatta alle sue origini. Da 180 anni il brand italiano Serralunga è sinonimo di cultura e design internazionale. La passione per le forme, legata all’entusiasmo e alla maturazione della totale padronanza dei materiali plastici, rappresenta il pilastro con cui l’azienda si prepara ad affrontare le nuove sfide. Oggi il presidente, Marco Serralunga, guarda al futuro degli spazi outdoor dove i nuovi stili dell’abitare incontrano le capacità innovative e industriali della propria azienda. Tra le tendenze espresse nei progetti 2010, si nota la sempre più diffusa interpretazione degli spazi esterni come proseguimento naturale di quell’interni. Abbattute quindi, le pareti tra IN e OUT door, in casa Serralunga tutto vive in armonia attraverso una versatilità sicura che dal passato trae ispirazione. La mission è molto chiara e delineata, l’anima della nuova collezione nasce da forme passate reinterpretate dalla mano di prestigiosi designer, utilizzando materiali e tecnologie all’avanguardia. Al salone del mobile di Milano 2010, Serralunga esporrà in anteprima mondiale le opere più rappresentative di questo messaggio: la nuove poltrone Sirchester e Barceloneta. “Questo periodo di crisi è servito per razionalizzare e individuare il focus vincente e sicuro per il nostro prodotto. La risposta è arrivata dal passato dove abbiamo trovato la sicurezza e il giusto feeling dentro di noi. Le forme vincenti e nostalgiche sono state riprese dal nostro team di professionisti e trasformate con un’intelligenza moderna. “afferma Marco Serralunga In tutti questi anni il brand italiano ha sempre collaborato con nomi di rilievo nel panorama del design mondiale: Zaha Hadid, Ron Harad, Philippe Stark, solo per citarne alcuni, mani e teste diverse tra loro che hanno saputo differenziare il brand Serralunga elevandolo ad un concetto speciale tra arte e bellezza. “Se prendiamo un vaso comune ci rendiamo conto della semplicità della sua forma, noi di Serralunga siamo riusciti a vestirlo con un nuovo look artistico. Nel tempo ho voluto cambiare la connotazione del giardino o terrazzo trasformandolo in una location di estrema eleganza e attualità. Prodotti camaleontici per ogni occasione da Miami, Boston, Santiago del Cile e Parigi.” afferma Marco Serralunga Una volta esisteva un divano imbottito per la sala e una seduta in plastica per il giardino. Da 180 anni ad oggi Serralunga propone ai propri clienti un prodotto per mettere in risalto il lusso di possedere un giardino. Il verde è rilassante e molto spesso lo preferiamo ad un ambiente chiuso, ma anche lui ha bisogno di qualche tocco che possa rappresentare la nostra personalità, ed essere quindi caratterizzato dal nostro gusto. Serralunga ha riletto il ruolo del verde analizzandolo sia in termini di funzione abitativa e di utilizzo, sia in termini di arredo e di design. Il sogno di Marco Serralun-

a

a. Letterhead b. Website c. Business card

22


b

340 1234567 pangiarotti@serralunga.it

340 1234567 pangiarotti@serralunga.it

340 1234567 pangiarotti@serralunga.it

c

23


Museo scienza e tecnica Leonardo da Vinci xh, y,

The logo has been created to reflect the concept of Leonardo being the nucleus of the Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci Leonardo was involved in painting, sculpture, hydrodynamics,anatomy, mechanics, mathematics and optics. So we tried to design the logo based on a very geometrical grid from which we created our pattern. The final output was therefore geometric and dynamic, thus it reflected well Leonardo da Vinci.

MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI CMYK (Coated FOGRA39) 0-100-56-19 CMYK (Coated FOGRA39) 0-70-39-13

24

MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI


25


MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI

March 10, 2011 Unknown Studio via Giuseppe Verdi, 21 20123 Milano

Dear Mr. Drescher, Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Cras non feugiat justo. Donec rhoncus elit eros, vel vehicula sem. Donec vestibulum purus neque, in porttitor purus. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. Pellentesque iaculis massa iaculis nunc ullamcorper a facilisis diam ultricies. Nunc sed elit at nisl pharetra sagittis. Nulla magna tellus, faucibus vel convallis eget, rhoncus quis sapien. Integer vitae velit at odio convallis dapibus vel ac mi. Integer suscipit facilisis pulvinar. Integer hendrerit sapien eget tellus consequat interdum. Nulla facilisi. Donec velit nunc, egestas et aliquam vel, pharetra ac turpis. Praesent interdum placerat mollis. Fusce pellentesque quam eu elit ullamcorper consectetur. Vestibulum tristique, massa at porta accumsan, quam risus malesuada elit, sit amet iaculis mauris enim ut tellus. Nullam lacinia turpis eu ante porttitor molestie. Suspendisse nisl leo, dignissim et blandit vel, vulputate a nulla. Nam ac leo nec justo porta rutrum sed id nisl. Nullam bibendum, ante et faucibus interdum, enim tortor pulvinar lorem, a iaculis turpis justo nec dui. Vestibulum tincidunt metus eu magna accumsan vulputate. Nam ut varius metus. Integer venenatis, turpis tincidunt tristique bibendum, felis odio tincidunt felis, et lobortis nisi diam non tellus. Pellentesque et ipsum purus. Morbi turpis nulla, sagittis varius dapibus vel, elementum vitae lacus. Proin quis lorem ut elit eleifend tristique nec quis ligula. Integer lacinia eleifend elementum. In egestas tempus lorem, vel dapibus leo suscipit eget. Praesent gravida iaculis ligula eget aliquet. Sincerely, Marco Rossi

Fiorenzo Galli Direttore Generale

Via San Vittore 21 - 20123 Milano T. 02 48 555 1 - F. 02 48 0100 16 direzione@museoscienza.org www.museoscienza.org

via San Vittore, 21 20123 Milano

T 02 48 555 1

info@museoscienza.org

F 02 48 0100 16

www.museoscienza.org

MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI

a. Letterhead and Business card b. Poster for a department of the Museum

26

a


FIND ME! TRANSPORT DEPARTMENT

11c’

11c 9c’ 8c’ 10a 10c’ 9c

19a

1a

2a

8c

18a

3a

4a

17a

7c

5a

16a

6c 3c 1b

4c

2b

5c

0a

TRANSPORT DEPARTMENT

14a

7a

3b

9b

1c

TRANSPORT DEPARTMENT

6a

10b

15a

2c

0b

8b

4b

8a

14a

i.lab Beyond the ocean

9a

water transport

13a

air transport

5b 10a

11a

12a

7b A

B

rail transport

6b

water transport

air transport rail transport

toti submarine

toti submarine

Via S. Vittore 21 20123 Milano, Italia

T 02 48 555 1 F 02 48 0100 1

info@museoscienza.org www.museoscienza.org

MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI

MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI

b

27


Technical maps for wayfinding  system

28


29


Risotto alla Milanese

Infographics recipe for risotto alla Milanese. all variables are represented by illustrations.

a Format: 840 * 297 mm Typeface: Myriad Medium: paper Colour: Black

b Format: 630 * 297 mm Typeface: Myriad Medium: paper Colour: Black

c Format: 297 * 420 mm Typeface: Myriad & Bello Medium: paper Colour: Black

30


RISOTTO ALLA MILANESE amount

ingredients

uncooked Arborio rice

directions

0

dry white wine

beef stock

unsalted butter

unsalted butter

beef marrow

grated Parmesan cheese

onion

saffron powder

salt to taste

+

tools lid

pan

saucepan

flat serving

slotted spoon

ladle

knife

actions -

+ add

remove

stir

trim

cover

saute

melt

sprinkled

actions-cook medium heat

low heat

turn off

between X1 and X2

serve

steps from X to Y

Original Recipe Yield

31


10

20

onion

beef narrow

+

-

unsalted butter

+

beef stock

unsalted butter

dry white wine

+

32

parmesan cheese saffron powder

+


30

40

mins

parmesan cheese

Nutritional Information (for serving) -calories: 834 -total fat: 35.4 g -cholesterol: 94mg

a

33


•Original Recipe Yield

•Ingredients uncooked Arborio rice

•Preparation Time

beef stock

•Cook Time

dry white wine

•Total Time

unsalted butter

beef marrow

grated Parmesan cheese

RISOTTO ALLA MILANESE

onion

saffron powder

•Nutritional Information -calories: 834 -total fat: 35.4 g -cholesterol: 94mg

34

salt to taste


•Directions unsalted butter

uncooked Arborio rice

beef narrow

beef stock

onion

white wine

dry white wine

white wine

unsalted butter

grated Parmesan cheese

saffron powder

grated Parmesan cheese

b

35


Risotto alla milanese con ossobuco

Preparation Time: 20 Minutes Cook Time: 20 Minutes Ready In: 40 Minutes Original Recipe Yield 4 servings

Nutritional Information

Amount Per Serving

Calories

834

Total Fat

35,4 g

Cholesterol

94 mg

c

INGREDIENTS RISOTTO

OSSOBUCO

dry white wine

rise

beef stock

beef marrow

onion

RISE

grated Parmesan cheese

WHITE WINE

unsalted butter

unsalted butter

saffron powder

salt to taste

to taste 1 teaspoon

1/4 cup

thinly sliced

3 tablespoons

AMOUNTS INGREDIENTS

3/4 cup

3/4 cup

1/4 cup

1+ 1/2cups

1+ 3/4 cups

DIRECTIONS - a TOOLS

saucepan

pan

lid

flat

HOB ON COOKER

medium heat

36

low heat

turn off

slotted spoon

ladle


DIRECTIONS - b

Directions for Ossobuco

1

1. Melt half of the butter in a medium saucepan over low heat (2 minutes) 2. Simmer the onion and beef marrow in the butter (5 minutes) 2. Simmer the beef marrow in the butter (5 minutes) 4. When the onion is soft, remove the onion and marrow from the pan using a slotted spoon, and set aside (3 minutes) 5. Set aside the onion and beef marrow

unsalted

2

Total time = 15 minutes

onion

3

beef marrow

4

5

11

< OSSOBUCO

RISOTTO >

Parmesan cheese

10

9 saffron powder

grated Parmesan

8

unsalted butter

7 beef stock

Directions for Risotto 6. Saute the rice in the pan over medium heat (7 minutes) 7. Stir in one ladle of beef stock and white wine (5 minutes) 8. Stir the butter (3 minutes) 9. Stir the Parmesan cheese and the saffron (3 minutes) 10. Turn off the heat, cover and let sit (5 minutes) 11. Sprinkl Parmesan cheese over as you like (2 minutes)

dry white wine

6

rise

Total time = 25 minutes

37


How to wash and disinfect hands in a hospital

Infographic to explain to everyone how to wash their hands in the hospital. All actions are represented by illustrations and on each drawing shows the change in time. Format: 210 * 297 mm Typeface: Helvetica Medium: paper Colour: Black + Cyan

time 60sec

Look your hand back

38

palm


HOW TO WASH AND DISINFECT HANDS IN A HOSPITAL Look your hand back

palm

Follow the instructions

mirror

bend

scrub and rotate

scrub

time 60sec

scrub between fingers

dry

39


The wolf and the lamb

Infographic to explain without the use of sentences, the history of â&#x20AC;&#x153;The Wolf and the Lambâ&#x20AC;? of Fedro. Format: 105 * 148 mm Typeface: Bree and Helvetica Medium: paper Pages: 16 Colour: Black

40


41


PROJECT FOR THE MEDITERRANEAN AREA DESIGN


Gjuhe

44

[

[

Gjuhë is a visual communication projects for the conservation and development of the language in Piana degli Albanesi. It is design of an alphabet on the traditional female costume. Each element of the female costume was been redesigned and is associated with one of the 36 letters of the alphabet albanians. Giuhe is also the first issue of a graphic project to build a “park language” in Piana degli Albanesi.


[

[

brezi; këpucët; çerri; domanti; fodhija; sqepi; mëngët; shkoka te fundi; kulari; linja; spingullat; mantilina; kriqaekurçetës; xheghonametry kurore; rrusarji; sutapti; shkoka prapa; petini; shkoka te barku; vantera; xhipuni; shkoka te kryet; keza Gjuhe ~ Lingua

45


COMBINAZIONI Michele Argentino Presidente del Corso di Laurea in Disegno Industriale, Facoltà di Architettura, Palermo

Tra gli altri modi presenti in Sicilia che si inseriscono in una grande tradizione, capace di un accumulo di esperienze varie, ricade anche il linguaggio della comunità albanese di Piana trasferito poi nel prodotto d’uso di cui ancora oggi è possibile rintracciare frammenti diventati parti della complessa maniera siciliana di esprimere creatività. Il declino territoriale siciliano ha comportato una perdita secca di sapere fare, per cui l’attuale eredità di tale pur grande tradizione non è rintracciabile se non in situazioni assai periferiche e con nicchie di mercato ristrette. Un patrimonio di conoscenze che non soltanto non è riuscito ad evolversi ma che è stato mortificato da un ruolo marginale che la Sicilia ha avuto in questi ultimi secoli, ma pur ricco di stimoli e aperto a nuove e più sofisticate esperienze. C’è però la necessità di uscire dal ghetto in cui tale tradizione è piombata con l’ausilio delle diverse competenze nel campo della creatività compresa quella relativa alla grafica, specie quando non rimane soltanto bella calligrafia ma diventa ricerca di un modo nuovo di far rivivere la tradizione in un complesso mondo di segni. Sembra anzi che questo favorisca pure le piccole produzioni di alta qualità legati ad una identità non riproducibile e che propone un alto livello qualitativo legato al benessere e alla bellezza che è in grado di veicolare uno stile di vita che pure appoggiandosi alla tradizione deve tuttavia trovare la forza per adattarsi ad un nuovo modo di concepire la qualità della vita. Trovare strade per riqualificare una produzione che facendo riferimento ad uno stile di vita inimitabile sia in grado di essere contemporaneo è il compito che anche questa ricerca si è prefisso, non soltanto scavando nella ricca produzione siciliana, ma tentando, con il contributo di ricercatori con i piedi nella modernità, di proporre nuovi modelli a cui potersi riferire per rilanciare una maniera che non sacrifichi al nuovo la propria memoria.

6

7

Il costume tradizionale femminile, come la lingua e il rito, è uno dei segni più evidenti della diversità culturale degli arbëreshë. È una singolare espressione d’autocoscienza locale che manifesta anche in questo modo la volontà di conservare insieme identità e tradizioni. Gli abiti tradizionali, pur se vengono ancora tramandati da madre a figlia e conservati gelosamente, sono ormai sempre più lontani dalla loro destinazione originaria avendo perso il legame con gli eventi. Non sono più abiti ma costumi e sono diventati strumenti di identificazione che assolvono quasi esclusivamente a funzioni simboliche circoscritte ad alcune occasioni.

cotone lino seta velluto

46


Le foto storiche

24

25

Il packaging

44

Xh

xhipuni giubbino

Zz

keza copricapo

Yy

45

47


Benton Veshur

Benton Veshur is a typeface designed with elements derived dallâ&#x20AC;&#x2122;ornamentazione of Albanian folk costumes and through the operations which are carried out with different embroidered in gold. Benton Veshur is a typeface designed in three different weights and with 4 different types each of which corresponds to a different type of female apparel.

48


a, b, c, ç, d, dh, e, ë, f, g, gj, h, i, j, k, l, ll, m, n, nj, o, p, q, r, rr, s, sh, t, th, u, v, x, xh, y, z, zh Gjuhe ~ Lingua 49


FJALOR FLUTURUAR_l’immagine della città

Fjalor Fluturuar

Nodi Sono gli elemen quali l’osservatore p intensivi verso i quali I nodi, punto di conve sono delle concentra importanza dal conde qualche caratteristica

<

N

xh, y,

B

27

26

I nodi individuati lung

25

24

23

21 22

20

1. Ponte Viadotto Toz 2. Pavimento p.zza P 3. Abbeveratoio 4. Scala di collegame Mascilli 5. La Fontana Fovara 6. Muro di contenime 7. Muro conteniment Nodi Sonodi gli Noto elementi strat Discesa quali l’osservatore può entr 8.Pavimento intensivi verso i su qualivia e daiP nodi, punto di convergenza di INoto sono delle concentrazioni c 9.importanza Muri di dal contenime condensars caratteristica fisica P. qualche G Guzzetta 10. Muro contenimen I nodi individuati lungo il pe verso via Golemi 1. Ponte Viadotto Tozia 11. Marciapiede su v 2. Pavimento p.zza P. G. Gu via3.Golemi (nord/est Abbeveratoio 4. Scala di collegamento 12. Marciapiede suviav Mascilli via5.Golemi La Fontana(nord/ove Fovara e Rrug 6. Muro di contenimento pia 13. Muro di contenim 7. Muro contenimento tra v 14. Facciata Discesa di Noto ingresso 8.Pavimento su viaN. P.G.Bar Guz (Museo Civico di Noto (prosegue nodo 18)tra 9. Muri di contenimento P. GMarciapiede Guzzetta 15. su v 10. Muro contenimento via suverso via via Amendola (ma Golemi 11.Marciapiede Marciapiede su viasu P.Gv 16. via Golemi (nord/est) Carluzzi 12. Marciapiede su via P.G via Scala Golemi (nord/ovest) 17. di collegam 13. Muro di contenimento s e via Carluzzi 14. Facciata ingresso Orato (Museo Civico N.ingresso Barbato) s 18. Facciata (prosegue nodo 18) Filippo Neri (Museo C 15. Marciapiede su via P. G su via Amendola (margine I Amendola (segue nod 16. Marciapiede su via Ame 19. Marciapiede su v Carluzzi Arcoleone 17. Scala di (nord) collegamento t e via Carluzzi 20. Marciapiede su v 18. Facciata ingresso secon Arcoleone (sud) Civico N Filippo Neri (Museo Amendola (segue 21. Fontana dinodo via 14) Ar 19. Marciapiede su via Ame 22. Scala(nord) di collegam Arcoleone 20. Marciapiede Umberto I° su via Ame Arcoleone (sud) 23. collegam 21.Scala Fontanadi di via Arcoleon 22. Scala di collegamento Mazza (accanto Chiet Umberto I° 24. su vt 23.Marciapiede Scala di collegamento Mazzavia (accanto Chiesa(no di S verso Lascari 24. Marciapiede su via SS. 25. Marciapiede su v verso via Lascari (nord/ove 25. Marciapiede su viaeSS. verso via Lascari in verso via Lascari e incrocia 26. via Le 26.Pavimento Pavimento via Lergi 27.Muro Muro didi contenimento d 27. contenim Annunziata (fondo di via SS Annunziata (fondo prosegue su via Lascari di prosegue su via Lasc

17 16

19 18

15 14

13 12

FJALOR FLUTURUAR_l’immagine della città

11 10

7

9

N

<

8

5 4 3 2 Fjalor Fluturuar is a6 visual 1 A communication projects for the conservation and development of the language in Piana degli Albanesi. The signage project (Fjalor Fluturuar) is not intended as a project of information signals, but in as project of signs, or rather of words made by the font designed specifically for the country.words made by the font designed specifically for the country.

B

27

26

25

24

23

21 22

20

17 16

19 18

15 14

13 12 11 10

7

9

8 6

5 4 3 2 1

A

A

B

A

B

FJALOR FLUTURUAR_l’immagine della città Nodi Sono gli elementi strategici del percorso, nei quali l’osservatore può entrare, e che sono i “fuochi” intensivi verso i quali e dai quali egli si muove. I nodi, punto di convergenza ed eventi nel percorso sono delle concentrazioni che ricavano la loro importanza dal condensarsi di qualche uso o di qualche caratteristica fisica.

<

N

B

27

26

25

24

23

21 22

20

17 16

19 18

14

A

12 11 10

m

7

9

8 6

5 4 3 2 1

A

1

A

2

3

A

B

6 5

c 6 5

I

4

4

1

A

7

3

6

5

2

4

3

3

2

3

f

B

d

c

A

3

c

II 7

5

6

8

14

L’analisi dei nodi ha portato a razionalizzare ulteriormente gli elementi della città, raggruppati secondo un numero limitato di tipologie: 1) Ponte; 2) Fontana; 3) Scala; 4) Muro; 5) Pavimeto; 6) Marciapiede; V 7) Facciata. 17

7 c IV

n

5 4 1

A

3

3

3

4

5

6

II

18

9

7

HORA E ARBËRE TEVËHSERËBR

8

V 16 15 Analizzato il percorso e individuate le tipologie di nodo, ogni singolo nodo è stato analizzato sulla base del rapporto con l’uomo. La percezione degli elementi che costituiscono la scala cambia in base al verso di percorrenza. La presenza e la “lettura” dei muri cambia in relazione alla direzione del percorso (A vs B / B vs A). Inoltre per alcuni elementi della città bisognerà tenere in considerazione la possibile presenza di d elementi ostacolo della lettura come automobili o alberi. Superfici orizzontali e superfici verticali sono 22 i supporti sui quali scrivere.

IV

c

6

18

14 13

c

a

III

10 11

c

c

19

6

20

II

7

4 3

6

5

4

d

VII

9

f

7

7

3

22

12

21

VI

5

I

28

2

8

B

14

f

B

27

d 23

c

24

IV

n

14 13

15

V

17

VII

18

V 16

15

III

HORA E TEVËH

26

25

10 11

12

IV

14 HORA E ARBËRESHËVET TEVËHSERËBRA E AROH

c IV

50

V

n 15

17

18

V 16

15

IV

d c

22

18

a

d

19

20

18

VI

22

c

21

22

a

d 22

19

20

VI

21

A

9

3

4

tenere in considerazione la

elementi ostacolo della lett Analizzato il percorso alberi. Superfici orizzontali e super nodo, ogni singolo no sui quali scrivere deli supporti rapporto con l’uo elementi che costitui al verso di percorren dei muri cambia in re percorso (A vs B / B Inoltre per alcuni elem tenere in considerazi elementi ostacolo de alberi. Superfici orizzontali e i supporti sui quali s

III

15

2

A 3

4

5

6

2) Fontana; Analizzato il percorso e indi 3)nodo, Scala; ogni singolo nodo è s rapporto con l’uomo. L 4)del Muro; elementi che costituiscono 5)alPavimeto; verso di percorrenza. La muri cambia in relazion 6)dei Marciapiede; percorso (A vs B / B vs A). 7)Inoltre Facciata. per alcuni elementi d

12

14

2

A

c

13

l

7

3 4

L’analisi dei nodi ha portato ulteriormente gli elementi d secondo un numero limitato 1) Ponte; 2) Fontana; L’analisi dei nodi ha 3) Scala; ulteriormente gli elem 4) Muro; 5) Pavimeto; secondo un numero 6) Marciapiede; 1)7)Ponte; Facciata.

l

11

a

4 5

c

c

c

m

5

6

B

d

10

6

I

B

d

1. Ponte Viadotto Tozia 2. Pavimento p.zza P. G. Guzzetta 3. Abbeveratoio 4. Scala di collegamento via P. G. Guzzetta e piazza m a Mascilli 5. La Fontana Fovara e Rrugait 6. Muro di contenimento piazza Mascilli 7. Muro contenimentoctra via P.G. Guzzetta e via Discesa di Noto a 8.Pavimento su via P.G. Guzzetta verso via Discesa di Noto l di Noto e via 9. Muri di contenimento tra via Discesa P. G Guzzetta 10. Muro contenimento via P.G. Guzzetta che sale verso via Golemi 11. Marciapiede su via P.G Guzzetta che sale verso via Golemi (nord/est) 12. Marciapiede su via P.G Guzzetta che sale verso via Golemi (nord/ovest) 13. Muro di contenimento su via Lorga (margine II) 6 14. Facciata ingresso Oratorio di San Filippo 5 Neri (Museo Civico N. Barbato) su via P.G. Guzzetta (prosegue nodo 18) 15. Marciapiede su via P. G Guzzetta 4 che prosegue su via Amendola (margine III) 16. Marciapiede su via Amendola che sale verso via Carluzzi 3 17. Scala di collegamento tra via Amendola e via Carluzzi 18. Facciata ingresso secondario Oratorio di San Filippo Neri (Museo Civico N. Barbato) su via Amendola (segue nodo 14) 19. Marciapiede su via Amendola che sale verso via c Arcoleone (nord) 20. Marciapiede su via Amendola che sale verso via Arcoleone (sud) 21. Fontana di via Arcoleone 22. Scala di collegamento tra via Amendola e via Umberto I° 23. Scala di collegamento tra via Umberto I e via 7 Mazza (accanto Chiesa di San Vito) 24. Marciapiede su via SS.ma Annunziata che sale verso via Lascari (nord/ovest) 25. Marciapiede su via SS.ma Annunziata che sale verso via Lascari e incrocia via Lergi (nord/est) 26. Pavimento via Lergi 27. Muro di contenimento della chiesa della SS. Annunziata (fondo di via SS.ma Annunziata) e che prosegue su via Lascari

A

15

13

f

f

I nodi individuati lungo il percorso sono:

d

VII

VII

VIII


c

1 6 5 4

I

7

3 2

A

2

II

7

9 8

10 11 12

13

14

IV

V

17

16

III 15

d

21 d

VII

VI

22 21

19

20

18

d

f 23 27

24

B 27

25

26

IX

VIII

51


Un percorso social curioso alla Vucciria

The Vucciria market is considered as a container within which contains all the defined urban consumption. The project is defined by a logo and a color system that is always changing, as subject to just a few rules composition, but always part of the same story.

a

a. Merchandising b. Mark c. Wayfinding  system

52


b

Il mercato della Vucciria è un luogo potenzialmente ricco di significati e in grado di regalare emozioni, ma solo attraverso un progetto che ridia importanza allo spazio, cosi come alle persone, ricostruendo il tessuto delle relazioni sociali, scavando nella memoria collettiva, in relazione al contesto contemporaneo, per sviscerarne ogni possibilità di utilizzo, così che il mercato possa ritornare allo splendore dei tempi passati, diventando nuovamente luogo delle relazioni per eccellenza. La Vucciria è il cuore del centro storico di Palermo, luogo dove far convivere l’attività del commercio e quella del tempo libero. Oggi, il mercato sembra essere solo un ricordo impresso da Renato Guttuso sulla tela di uno dei suoi più famosi dipinti: non ci sono più l’atmosfera e l’abbondanza di un tempo, ma più in generale tutto il quartiere vive un passo indietro rispetto a tutto il contesto sociale contemporaneo. È utile pensare oggi al mercato in un’ottica di sistema che integri la funzione commerciale con la comunicazione e le relazioni a più dimensioni, tenendo conto che oggi il consumatore dei mercati è lo stesso che frequenta gli altri canali distributivi (centro commerciale, ipermercato, supermercato...), dunque è esposto ai messaggi dei vari mass media. Il confronto con gli altri canali distributivi, affrontato ampiamente nel corso della tesi, diventerà centrale per la fase progettuale. Ciò che colpisce attraversando il mercato è l’atipicità nel mantenere i luoghi e gli usi tradizionali nonostante la sua morfologia ormai dispersiva, la presenza di piazze che tutto sono tranne che luoghi di condivisione, e soprattutto in certe ore del giorno o addirittura in intere giornate: il mercato è scomparso del tutto. Si è cercato di sviluppare un progetto che abbia come obiettivo quello di rafforzare il quartiere puntando sulla sua naturale vocazione commerciale mediante un intervento aderente alla realtà produttiva, aperta a tutti i possibili fruitori e che sfrutti tutte le diverse realtà presenti sul territorio attraverso gli strumenti del design e della comunicazione visiva per la valorizzazione e lo sviluppo competitivo dei sistemi produttivi locali.

180 cm

5 cm

25 cm

25 cm

44 cm

c

53


Fede e curiosità nel centro storico di Palermo

For this project to value the historic center of Palermo, I decided todefine a religious path. All churches and religious orders were represented by pictograms. For the project I made a ​​ map of the path and postcards.

54


a a

!"#$%#&%'()*#*+,-.

NN

<<

ordini ordini e e architetture architetture religiose religiose

1 AGOSTINIANI 1 AGOSTINIANI

4 4

curia curia provinciale provinciale e e convento convento via raimondo, 3 3 via f. f. raimondo, 90134 90134 Palermo Palermo tf. 091.584632 tf. 091.584632

15 15

2 AGOSTINIANI SCALZI 2 AGOSTINIANI SCALZI

curia curia provinciale provinciale e e convento convento piazza porta porta carini, carini, 4 4 piazza 90134 90134 palermo palermo tf. tf. 091.583791 091.583791

I IV

2 2 9 9

17 17

16 16

5 5

13 13

III

18 18

8 8

12 12

9 9

3 3 CARMELITANI CARMELITANI

curia curia provinciale provinciale e e convento convento via giovanni giovanni grasso, grasso, 13 13 via 90134 90134 palermo palermo tf. tf. 091.6512018 091.6512018

1 1

4 4 CARMELITANI CARMELITANI SCALZI SCALZI

7 7

II

10 10

14 14

11 11

$)&3)$%&-#!4)+-%22)$)/%! $)&3)$%&-#!4)+-%22)$)/%!

4 4

'-',+%*!

convento convento s. s. teresa teresa piazza kalsa, kalsa, 1 1 piazza 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.6171658 091.6171658

b b

6 6

santuario santuario madonna madonna dei dei rimedi rimedi piazza piazza indipendenza, indipendenza, 1070 1070 90129 90129 palermo palermo tf. tf. 091.422473 091.422473

c c

5 5 CHIERICI CHIERICI REGOLARI TEATINI REGOLARI TEATINI

/-))-'0".'$"1+#%'&+%#*$%'0*'!-."#/% /-))-'0".'$"1+#%'&+%#*$%'0*'!-."#/%

3 3

I

chiesa chiesa di di san san giuseppe giuseppe via via g. g. d‘alessi, d‘alessi, 5/7 5/7 90141 90141 palermo palermo tf. tf. 091.586373 091.586373

6 6 CHIERICI CHIERICI REGOLARI REGOLARI MINISTRI MINISTRI DEGLI DEGLI INFERMI INFERMI chiesa s. s. ninfa ninfa ai ai crociferi crociferi chiesa via via maqueda, maqueda, 20 20 90134 90134 palermo palermo tf. tf. 091.583579 091.583579

7 7 DOMENICANI DOMENICANI

rettoria rettoria casa casa professa professa piazza casa casa professa professa piazza 90134 90134 palermo palermo tf. tf. 091.329878 091.329878

percorso percorso spiritual spiritual le architetture architetture religiose religiose le Oratorio Oratorio del del Rosario Rosario Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria di di Valverde Valverde Chiesa Chiesa di di S. S. Cita Cita Oratorio Oratorio di di S. S. Cita Cita Chiesa Chiesa di di S. S. Giorgio Giorgio dei dei Genovesi Genovesi Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria del del Piliere Piliere Chiesa Chiesa di di S. S. Alessandro Alessandro dei dei Carbonai Carbonai Chiesa Chiesa di di S. S. Sebastiano Sebastiano Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria la la Nova Nova Chiesa Chiesa Madonna Madonna del del Lume Lume ai ai Cassari Cassari Chiesa Chiesa di di S. S. Nicolò Nicolò lo lo Gurgo Gurgo Chiesa Chiesa di di S. S. Andrea Andrea Chiesa Chiesa di di S.Antonio S.Antonio Abate Abate Chiesa Chiesa di di S. S. Gioacchino Gioacchino Chiesa Chiesa del del Signuruzzo Signuruzzo Oratorio Oratorio di di S. S. Caterina Caterina d’Alessandria d’Alessandria Oratorio Oratorio di di S. S. Filippo Filippo Neri Neri Chiesa Chiesa di di S. S. Ignazio Ignazio all’Olivella all’Olivella percorso percorso entertainment entertainment le le feste, feste, le le usanze usanze popolari popolari Maria Maria SS SS del del Carmelo Carmelo (festa (festa popolare) popolare)

.%/(#/+#!01'/'-,)2

percorso percorso shopping shopping mercati e e le le vie vie commerciali commerciali ii mercati Mercato Mercato storico storico della della Vucciria Vucciria

chiesa chiesa della della mercede mercede via via cappuccinelle,50 cappuccinelle,50 90138 90138 palermo palermo

10 CONGREGAZIONE 10 CONGREGAZIONE

monastero monastero di di s. s. andrea andrea apostolo apostolo piazza piazza parlatorio, parlatorio, 7 7 90133 90133 palermo palermo tf. 091.585299 tf. 091.585299

II

11 ORDINE FRANCESCANO FRANCESCANO 11 ORDINE

FRATI FRATI MINORI MINORI curia provinciale provinciale e e convento convento “la “la gancia“ gancia“ curia cortile cortile della della gancia, gancia, 6 6 90133 17 90133 palermo palermo 17 tf. tf. 091.6163361 091.6163361 convento convento s.maria s.maria degli degli angeli angeli via alloro, alloro, 6 6 via 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.6160088 091.6160088

monastero monastero “s. “s. famiglia” famiglia” via cappuccinelle, cappuccinelle, 109 109 via 90138 90138 palermo palermo

DOMENICANE DOMENICANE monastero di di s. s. caterina caterina v.m. v.m. monastero discesa discesa dei dei giudici, giudici, 33 33 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.6162488 091.6162488 MISSIONARIE MISSIONARIE DELLA DELLA CARITÀ CARITÀ piazza magione, magione, 5 5 piazza 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.6161360 091.6161360

18 18 MISSIONARIE MISSIONARIE COMBONIANE COMBONIANE via via nunzio nunzio nasi, nasi, 18 18 90134 palermo palermo 90134 tf. tf. 091.213860 091.213860

chiesa chiesa la la gancia gancia via via alloro, alloro, 6 6 90133 90133 palermo palermo tf. 091.6165221 tf. 091.6165221

III III mandamento mandamento Monte Monte di di Pieta’ Pieta’ Chiesa dei dei SS. SS. Quattro Quattro Coronati Coronati Chiesa Chiesa Chiesa di di S. S. Stanislao Stanislao Kostka Kostka Chiesa Chiesa della della SS. SS. Annunziata Annunziata Chiesa Chiesa dell’Angelo dell’Angelo Custode Custode Chiesa Chiesa di di S.Aniano S.Aniano Oratorio Oratorio dei dei Pellegrini Pellegrini Chiesa Chiesa di di S. S. Cristina Cristina la la Vetere Vetere Cappella Cappella di di S. S. Maria Maria l’Incoronata l’Incoronata Chiesa Chiesa di di S. S. M. M. di di Monte Monte Oliveto Oliveto Chiesa Chiesa di di S. S. Agata Agata alla alla Guilla Guilla Chiesa Chiesa di di S. S. Giovanni Giovanni alla alla Guilla Guilla Chiesa Chiesa dei dei SS. SS. Quaranta Quaranta Martiri Martiri a a Chiesa dei SS. Cosma e Chiesa dei SS. Cosma e Damiano Damiano Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria di di Gesù Gesù Oratorio dell’Ecce Homo Oratorio dell’Ecce Homo Chiesa di M. SS. della Mercede Chiesa di M. SS. della Mercede Chiesa Chiesa di di S. S. Ippolito Ippolito Chiesa Chiesa dell’Immacolata dell’Immacolata Concezione Concezione Chiesa Chiesa di di S. S. Gregorio Gregorio Magno Magno Oratorio Oratorio di di S. S. Vito Vito al al Capo Capo Monastero Monastero di di S. S. Vito Vito Chiesa Chiesa di di S. S. Marco Marco Chiesa Chiesa del del SS. SS. Crocifisso Crocifisso di di Lucca Lucca Chiesa Chiesa dei dei SS. SS. Diecimila Diecimila Martiri Martiri Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria di di Montevergini Montevergini

CLARISSE CAPPUCCINE 15 CAPPUCCINE 15 CLARISSE

DELL’ORATORIO DELL’ORATORIO DI DI S. S. FILIPPO FILIPPO NERI NERI casa s. s. filippo filippo neri neri casa via via roma, roma, 320 320 90133 90133 palermo palermo tf. 16 tf. 091.60911324 091.60911324 16

mandamento mandamento Tribunali Tribunali Chiesa Chiesa di di S. S. Teresa Teresa Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria della della Pietà Pietà Chiesa Chiesa di di S. S. Mattia Mattia e e Noviziato Noviziato dei dei Crociferi Crociferi Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria dei dei Miracoli Miracoli Chiesa Chiesa di di S. S. Nicolò Nicolò la la Reale Reale Chiesa Chiesa di di S. S. Francesco Francesco d’Assisi d’Assisi Oratorio Oratorio dell’Immacolatella dell’Immacolatella Oratorio Oratorio di di S. S. Lorenzo Lorenzo Chiesa Chiesa di di Gesù Gesù e e Maria Maria Oratorio Oratorio di di S. S. Maria Maria di di Gesù Gesù ai ai Lattarini Lattarini Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria degli degli Agonizzanti Agonizzanti Chiesa Chiesa di di S. S. Caterina Caterina Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria dell’Ammiraglio dell’Ammiraglio Chiesa Chiesa di di S. S. Cataldo Cataldo Chiesa Chiesa di di Maria Maria SS. SS. delle delle Grazie Grazie Chiesa Chiesa di di S. S. Cristoforo Cristoforo Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria del del Paradiso Paradiso Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria delle delle Grazie Grazie Chiesa Chiesa di di S. S. Carlo Carlo Borromeo Borromeo dei dei Milanesi Milanesi Chiesa Chiesa della della Madonna Madonna dell’Itria dell’Itria Chiesa Chiesa dell’Annunziata dell’Annunziata del del Giglio Giglio Chiesa Chiesa di di S. S. Venera Venera Chiesa della Magione Chiesa della Magione Chiesa Chiesa dei dei SS. SS. Giuliano Giuliano ed ed Euno Euno Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria dello dello Spasimo Spasimo

ORDINE FRANCESCANO 12 FRANCESCANO 12 ORDINE

FRATI FRATI MINORI MINORI CONVENTUALI CONVENTUALI curia curia provinciale provinciale e e convento convento via via del del parlamento, parlamento, 32 32 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.61725586 091.61725586

II II

parrocchia parrocchia san san francesco francesco piazza san san francesco francesco piazza 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.582370 091.582370

curia curia provinciale provinciale e e convento convento via bambinai, bambinai, 18 18 via 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.587386 091.587386

8 8 GESUITI GESUITI

14 BENEDETTINE 14 BENEDETTINE

9 MERCEDARI 9 MERCEDARI

13 TERZ’ORDINE REGOLARE REGOLARE DI DI 13 TERZ’ORDINE

S. S. FRANCESCO FRANCESCO parrocchia s. s. anna anna la la misericordia misericordia parrocchia atrio atrio s. s. anna anna 90133 90133 palermo palermo tf. tf. 091.6171225 091.6171225 cattedrale cattedrale quattro quattro canti canti

a a b c

corso corso vittorio vittorio emanuele emanuele via via maqueda maqueda via via roma roma

IV IV mandamento mandamento Castellamare Castellamare Oratorio Oratorio del del Rosario Rosario Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria di di Valverde Valverde Chiesa Chiesa di di S. S. Cita Cita Oratorio Oratorio di di S. S. Cita Cita Chiesa Chiesa di di S. S. Giorgio Giorgio dei dei Genovesi Genovesi Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria del del Piliere Piliere Chiesa Chiesa di di S. S. Alessandro Alessandro dei dei Carbonai Carbonai Chiesa Chiesa di di S. S. Sebastiano Sebastiano Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria la la Nova Nova Chiesa Chiesa Madonna Madonna del del Lume Lume ai ai Cassari Cassari Chiesa Chiesa di di S. S. Nicolò Nicolò lo lo Gurgo Gurgo Chiesa Chiesa di di S. S. Andrea Andrea Chiesa Chiesa di di S.Antonio S.Antonio Abate Abate Chiesa di S. Gioacchino Chiesa di S. Gioacchino Chiesa Chiesa del del Signuruzzo Signuruzzo Oratorio Oratorio di di S. S. Caterina Caterina d’Alessandria d’Alessandria Oratorio Oratorio di di S. S. Filippo Filippo Neri Neri Chiesa Chiesa di di S. S. Ignazio Ignazio all’Olivella all’Olivella

mandamento mandamento Palazzo Palazzo Reale Reale Chiesa di di S. S. Giovanni Giovanni degli degli Eremiti Eremiti Chiesa Chiesa Chiesa di di S. S. Giorgio Giorgio in in Kemonia Kemonia Chiesa Chiesa di di Maria Maria SS. SS. d’Egitto d’Egitto Chiesa Chiesa di di S. S. Francesco Francesco Saverio Saverio Chiesa Chiesa di di S. S. Carlo Carlo Borromeo Borromeo Oratorio Oratorio del del Carminello Carminello Chiesa Chiesa di di S. S. Alberto Alberto al al Carmine Carmine Chiesa Chiesa del del Carmine Carmine Maggiore Maggiore Chiesa Chiesa e e torre torre di di S. S. Nicolò Nicolò all’Albergheria all’Albergheria Chiesa Chiesa dei dei SS. SS. Crispino Crispino e e Crispiniano Crispiniano Chiesa Chiesa di di S. S. Michele Michele Arcangelo Arcangelo Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria delle delle Grazie Grazie Chiesa Chiesa della della Madonna Madonna di di Loreto Loreto Chiesa di S. Chiara Chiesa di S. Chiara Chiesa Chiesa di di S. S. Giovanni Giovanni l’Origlione l’Origlione Chiesa Chiesa S.Tommaso S.Tommaso di di Canterbury Canterbury Cappella Cappella di di Maria Maria SS. SS. della della Soledad Soledad Chiesa di SS.Annunziata Chiesa di SS.Annunziata alle alle Balate Balate

←m percorso percorso cultural cultural le architetture, architetture, musei, musei, gallerie gallerie e e teatri teatri le Porta Porta della della Calcina Calcina (resti) (resti) Palazzo Palazzo Pantelleria Pantelleria Palazzo Palazzo Requesens-Niscemi Requesens-Niscemi Palazzo Palazzo Branciforte Branciforte di di Raccuja Raccuja Palazzo Palazzo Rammacca Rammacca al al Garraffello Garraffello Palazzo Palazzo Lo Lo Mazzarino-Merlo Mazzarino-Merlo Palazzo Palazzo Castellana Castellana Palazzo Palazzo Sciara Sciara Palazzo Palazzo Termine-Pietratagliata Termine-Pietratagliata Palazzo Palazzo Beccadelli-Bologna Beccadelli-Bologna Palazzo Palazzo Sammartino Sammartino Fontana Fontana del del Garraffello Garraffello Piazza Piazza San San Domenico Domenico Piazza Piazza Garraffaello Garraffaello Chiesa Chiesa sconsacrata sconsacrata di di Sant'Eulalia Sant'Eulalia dei dei Catalani Catalani Museo Museo archeologico archeologico regionale regionale "A. "A. Salinas" Salinas" Antica Antica bottega bottega bimbi bimbi di di cera cera Antica Antica corporazione corporazione degli degli orafi orafi (resti) (resti) Conservatorio Conservatorio di di Musica Musica Parco Parco archeologico archeologico di di piazza piazza XIII XIII Vittime Vittime percorso percorso food food le goloserie goloserie palermitane palermitane le trattorie trattorie a a conduzione conduzione familiare familiare taverna taverna Azzurra Azzurra Rocky Rocky Basile Basile “u “u meusaro” meusaro”

!"#$%&'()&'

$)&3)$%&-#!6/'7,&)2'! $)&3)$%&-#!6/'7,&)2'!

le cartoline g

'-',+%*!

.%/(#/+#!01'/'-,)2

percorso percorso cultural cultural le gallerie e e teatri teatri le architetture, architetture, musei, musei, gallerie Porta Porta Felice Felice Porta Porta Reale Reale Palazzo Abatellis Palazzo Abatellis Palazzo Mirto Palazzo Mirto Palazzo Palazzo Butera Butera Palazzo Palazzo Chiaramonte-Steri Chiaramonte-Steri Palazzo Palazzo Butera Butera Fontana Fontana del del Genio Genio Palazzo Palazzo Bonagia Bonagia Fontana Fontana Pretoria Pretoria Piazza Piazza Marina Marina Piazza Piazza della della Magione Magione Teatro Teatro Santa Santa Cecilia Cecilia Teatro Teatro Garibaldi Garibaldi Teatro Teatro Bellini Bellini Museo Museo Internazionale Internazionale delle delle Marionette Marionette MIMA MIMA EXPA EXPA

percorso percorso spiritual spiritual le le architetture architetture religiose religiose Chiesa Chiesa di di S. S. Teresa Teresa Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria della della Pietà Pietà Chiesa di S. Chiesa di S. Mattia Mattia e e Noviziato Noviziato dei dei Crociferi Crociferi Chiesa di S. Maria Chiesa di S. Maria dei dei Miracoli Miracoli Chiesa di S. Nicolò Chiesa di S. Nicolò la la Reale Reale Chiesa di S. Francesco d’Assisi Chiesa di S. Francesco d’Assisi Oratorio dell’Immacolatella Oratorio dell’Immacolatella Oratorio Oratorio di di S. S. Lorenzo Lorenzo Chiesa Chiesa di di Gesù Gesù e e Maria Maria Oratorio Oratorio di di S. S. Maria Maria di di Gesù Gesù ai ai Lattarini Lattarini Chiesa di S. Chiesa di S. Maria Maria degli degli Agonizzanti Agonizzanti Chiesa di S. Caterina Chiesa di S. Caterina Chiesa di S. Maria dell’Ammiraglio Chiesa di S. Maria dell’Ammiraglio Chiesa di S. Cataldo Chiesa di S. Cataldo Chiesa Chiesa di di Maria Maria SS. SS. delle delle Grazie Grazie Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria del del Paradiso Paradiso Chiesa Chiesa di di S. S. Maria Maria delle delle Grazie Grazie Chiesa di S. Carlo Borromeo Chiesa di S. Carlo Borromeo dei dei Milanesi Milanesi Chiesa della Madonna dell’Itria Chiesa della Madonna dell’Itria Chiesa Chiesa dell’Annunziata dell’Annunziata del del Giglio Giglio Chiesa Chiesa di di S. S. Venera Venera Chiesa della Magione Chiesa della Magione Chiesa di S. Maria dello Spasimo Chiesa di S. Maria dello Spasimo

percorso percorso shopping shopping mercati e e le le vie vie commerciali commerciali ii mercati II Lattarini Lattarini Via Via Divisi Divisi Via Via Calderai Calderai

percorso percorso entertainment entertainment le le feste, feste, le le usanze usanze popolari popolari L'Immacolata L'Immacolata Concezione Concezione (festa (festa religiosa) religiosa)

percorso percorso food food le goloserie goloserie palermitane palermitane le Antica Antica focacceria focacceria San San Francesco Francesco

!5/)&(%+()&'

55


Printed in july 2011, Milan.



portfolio rosa casamento