Page 1

MAMAGAMMA

arci mamagamma p r e s e n ta

exhibition#5

presenta

G S FOR s a m s aSTON rH Ea DE AF projec by

cristina raso

un progetto di RONNIE DE ANDREA FRANCESCHINI


La fotografia di Cristina Raso è pellegrina, un immagine in movimento fatta con le gambe più che con la ricerca autoriale (è bene specificare fin d’ora che Cristina non ha studi artistici pregressi); il suo lavoro, da outsider, non si propone concretezza stilistica né un percorso deciso dall’incunabolo generazionale degli artisti contemporanei, incunabolo tanto caro a formule sistemiche di metodo e stile; piuttosto la Raso propone i suoi scatti allo sguardo dell’osservatore in modo semplice, diretto e pragmatico, dove il bianco, il nero e il colore vengono miscelati in un pastiche tout court involontario e aprofessionale vicino all’universo paradigmatico delle idee di Dubuffettiana memoria. Le immagini si ripercuotono sul ritmo del “passo” (a due) dove uno scatta l’immagine-moto (fase beta) e l’altro sbatte-l’occhio (fase teta); un immagine onirico/cosciente dove l’uomo/donna si muovono ballando in uno spazio non proprio, uno spazio endemico impersonale. Cristina intanto blocca immagini/tempo dischiuse in alterazioni discontinue e rapide; uno scatto che si confà a dinamiche storiche vicine al “trip” (ancorché di trip si possa ancora parlare). In sostanza la Raso cerca frammenti, come un viaggiatore, senza curarsi di forma, formula o contenuti; la sua è una raccolta punto e basta, come se iniziasse un abecedario dove il senso è pratico e al contempo metabolico -serve per ricordarci quello che abbiamo visto ma che ancora non abbiamo toccato- senza fronzoli ed orpelli, un realismo (volutamente?) destabilizzante. Ronnie Felix Franceschini

Cristina raso cartolina  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you