Page 1


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

ROMA SEVEN 2013: Donec ad metam… Dritto alla meta ! Siamo alla dodicesima edizione del Roma Seven, International Rugby Sevens Tournament e quest’anno siamo felici di accogliervi nuovamente sui campi dell’Unione Rugby Capitolina. Abbiamo deciso di tornare là dove tutto è cominciato. Ma siamo diventati grandi: oramai il Roma Seven non è più “un torneo”… ma “il torneo” e questo naturalmente ci onora! Il Rugby Seven è cresciuto con noi: sarà Rugby Olimpico a partire dai prossimi Giochi di Rio de Janeiro 2016 e alla fine di giugno quest’anno assegnerà il suo sesto titolo mondiale. Gli ingredienti ci sono tutti e li abbiamo scelti con cura: con grande orgoglio possiamo dire che quest’edizione sarà ancor più ricca e spettacolare di quelle precedenti: Un benvenuto a Glen Grant e Land Rover, due brand internazionali che hanno scelto il Roma Seven per continuare a legare la loro immagine alla passione del rugby. Un ringraziamento va al Global Sponsor del torneo, Green Network, che ormai da tre anni associa il suo brand ai valori ed alla spettacolarità che il rugby a sette incarna. Vogliamo ringraziare la Federazione Italiana Rugby ed il suo nuovo presidente Alfredo Gavazzi, per il sostegno e la fiducia che si rinnova ad ogni edizione. Grazie al Senato della Repubblica, al Ministero degli Affari Esteri, alla Polizia di Stato, al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, alla Agenzia nazionale Giovani che hanno voluto affiancarci con il patrocinio, connotando con il loro aspetto istituzionale quello che è oramai considerato uno degli appuntamenti immancabili della Città Eterna. Un sentito ringraziamento va a Roma Capitale, alla Regione Lazio e alla Provincia di Roma. Il nostro caloroso abbraccio va a tutto lo staff, a coloro che parteciperanno come atleti o semplici tifosi, ai curiosi ed agli esperti che, siamo sicuri, anche quest’anno non ci faranno mancare la loro appassionata partecipazione. Un benvenuto ai tanti giornalisti e fotografi che raccontano, con le loro parole ed immagini, sulla stampa o sul web, le imprese ed i gesti atletici che ci emozionano. Le squadre sono sempre state il nostro orgoglio e anche quest’anno siamo fieri di portare a Roma il meglio del Seven mondiale, grandi squadre nazionali, giocatori stellari e fantastici superclub. Anche quest’anno non mancherà il torneo veterani, come sempre dedicato a Renato Speziali, da sette anni nei nostri cuori. Non ultimo il nostro ringraziamento alla RAI, Radio Televisione Italiana anche quest’anno prezioso partner media che trasmetterà in diretta le fasi finali di questo straordinario Seven. Tutto è pronto: che il ROMA SEVEN 2013 abbia inizio!

Fabrizio BERNARDI – Valter CAPONE

3


Segue le notizie. Fedelmente.  milioni di lettori in tutto il mondo scelgono l'informazione indipendente.  milioni di lettori, ogni giorno, scelgono Metro. .

metronews.it


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL SINDACO DI ROMA E’ con grande piacere che rinnovo il benvenuto ai partecipanti del Roma Seven International Rugby Seven Tournament, appuntamento che è ormai parte integrante della tradizione sportiva della Capitale e che giunge alla sua XII edizione. Come ogni anno, appassionati di questo straordinario sport si incontreranno a Roma dando prova di grande passione, lealtà e spirito di sacrificio, valori in cui ogni cittadino di questa città si riconosce. L’evento, che quest’anno si celebra il 14 e 15 giugno in uno dei punti di riferimento del rugby romano, l’Unione Rugby Capitolina di via Flaminia, è per tutti noi la duplice occasione per riconfermare l’ormai forte legame della città con questo sport, ma anche per sottolinearne la vocazione educativa e formativa, importante soprattutto per le più giovani generazioni. Nel rugby, infatti, il rispetto delle regole e degli Gianni Alemanno avversari sono considerati valori imprescindibili, Sindaco di Roma tanto da fare di questa disciplina una fra le più nobili attività sportive al mondo. Non solo il Roma Seven si inserisce in un momento di grande fermento per il Rugby Seven, e come sempre porta a Roma il meglio della specialità con l’obiettivo di fare della Capitale una tappa del circuito delle IRB World Sevens Series. Ma, a pochi giorni dall’inizio della Coppa del Mondo della specialità, prevista a Mosca per la fine di giugno, il XII Roma Seven conta di accendere il cuore degli appassionati di rugby ospitando, per la prima volta, la nazionale del Sud Africa. Gli Springbock Seven, seconda potenza mondiale del rugby olimpico, hanno scelto il Roma Seven per preparare al meglio la sfida per la scalata al titolo mondiale. E’ dunque con grande orgoglio che rivolgo a tutti i partecipanti un caloroso benvenuto, nella certezza che sapranno regalarci appassionati momenti di competizione all’insegna 5 della lealtà, come la cultura del rugby ci insegna Il Sindaco di Roma Gianni Alemanno


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL PRESIDENTE F.I.R.

Alfredo Gavazzi Presidente della Federazione Italiana Rugby

Il Roma Seven, appuntamento ormai irrinunciabile nella stagione rugbistica romana e nazionale, taglia quest’anno l’importante traguardo della tredicesima edizione consecutiva. Anno dopo anno, dall’intuizione di Fabrizio Bernardi e di tutto l’apparato organizzativo del torneo, è nata ed ha saputo svilupparsi una manifestazione capace di conquistare uno spazio importante nel panorama internazionale del rugby a sette giocatori. Anche questa volta non mancano gli ingredienti per rendere questo appuntamento spettacolare, con squadre di primo piano in grado di entusiasmare il pubblico della Capitale. Un grazie quindi, a nome mio personale e di tutto il movimento, al comitato organizzatore del Roma Seven per aver contribuito, ancora una volta, all’allestimento di un grande torneo di rugby, in grado di aggiungere ulteriore lustro ad un movimento, quello rugbistico italiano in generale e del Seven in particolare, in costante crescita. Alle rappresentative nazionali, alle selezioni ed ai club che scenderanno in campo in questa due-giorni di grande sport, un caldo benvenuto in Italia a nome di tutto il rugby italiano. A tutti voi, ed a tutti i tifosi che vi sosterranno, buon divertimento e che vinca il migliore. Il Presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi

7


T B R U O L P S C ne uzio strib amano i d n che riale ivo i o por t ti coloro amat s e e t n a tu i o z c a i mag à voce sionist s d imo Il pr ita che r t profe u o grat lo sp

olf up i Romnadi G a C i l n a e d d’It ratio ittà n Op y GiroFedteona CItaliaf Tropihtuf fi iena a W ol i d Mar BMdes Guropei rugbzyza di S ce i e i d ia MeprionaNt azionco di Phowven Cam Seiso Ippi otormSa tSicea My Roatle all cor ma b Con RoR ugala dii Baseb a en G iali dss Bologn i GoldMondki Paw S Sho d or Mot


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO Carissimi, è con piacere che desidero salutare la manifestazione “Roma Seven 2013”. Un evento che si pone nel solco delle buone pratiche sportive e che consente così a tanti giovani di avvicinarsi allo sport del rugby e ai suoi valori. Auguro a voi tutti una buona riuscita dell’iniziativa, consapevole dell’importanza del vostro sforzo. Un caro saluto Nicola Zingaretti Presidente della Regione Lazio

Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti

9


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL DELEGATO ALLE POLITICHE SPORTIVE DI ROMA CAPITALE «C’è grande attesa per la dodicesima edizione del “Roma Seven 2013 – 12° International Rugby Sevens Tournament”, il torneo di rugby a sette che si è ormai affermato, per importanza, al primo posto in Italia, al terzo in Europa e al nono nel mondo. Una manifestazione entrata a pieno titolo nel novero degli eventi di maggiore successo organizzati sul territorio della nostra Città, come testimoniato dai numeri relativi alla partecipazione di atleti, all’affluenza di pubblico e all’attenzione offerta dai media nelle precedenti edizioni. Questo torneo di rugby a sette, sport che a partire dal 2016 farà parte del programma olimpico, Alessandro Cochi porterà una nuova ondata di entusiasmo tra Delegato alle Politiche Sportive di gli appassionati di questa disciplina, che con il Roma Capitale passare del tempo sta contagiando un numero sempre crescente di persone. Basta pensare allo strepitoso successo della recente edizione del Sei Nazioni e dell’amichevole disputata dall’Italia lo scorso 17 novembre contro gli All Blacks. Sarebbe stato impensabile fino a qualche anno fa godere dello spettacolo del tutto esaurito allo Stadio Olimpico. L’idea di concedere spazio ad uno sport come il rugby, che sta riscaldando e coinvolgendo anche gli animi inizialmente più restii ad aprirsi a nuovi giochi di squadra che non siano il calcio, ci trova d’accordo. Motivo per cui non possiamo non dare il nostro pieno sostegno alla promozione del “Roma Seven”, che ci auguriamo possa anche quest’anno, forte del suo alto profilo internazionale, riscuotere il successo che merita. A tutti i partecipanti rivolgo un caloroso benvenuto, nella certezza che sapranno dare vita ad una competizione intensa e leale, capace di regalare un’indimenticabile festa di sport» Il Delegato alle Politiche Sportive di Roma Capitale Alessandro Cochi

11


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL DIRETTORE GENERALE DELL’AGENZIA NAZIONALE GIOVANI Carissimi amici, Promuovere l’educazione dei giovani attraverso i valori dello sport è una delle priorità della Commissione Europea.’ L’Agenzia negli ultimi anni ha sviluppato una serie di attività finalizzate a pensare lo sport come strumento di promozione di stili di vita sani, che ci vede impegnati anche quest’anno in numerose iniziative. Progetti come il Roma Seven, ma anche importanti partnership con i mondiali di pallavolo, i mondiali di beach volley e la collaborazione con la FIR in occasione del Sei Nazioni di quest’anno, e non ultimo il progetto Sport Modello di Vita, rappresentano un’occasione per trasmettere i reali valori dello sport. Il rugby, in particolare, basandosi su principi come il senso di squadra ed il rispetto reciproco, riesce ad essere esemplificativo di un modello di vita sano, oltre a rappresentare una perfetta metafora della vita, Paolo Di Caro Direttore Generale dell’Agenzia dove passione, forza di volontà, senso di squadra, Nazionale Giovani rispetto delle regole e dell’avversario vengono esaltate in ogni momento. Lo sport è uno efficace strumento di educazione non formale, che mira a coinvolgere attivamente i giovani stimolandone lo spirito di gruppo, la collaborazione, la sana competizione e la lealtà e favorendone l’integrazione. Condividere e sposare simili iniziative aiuta l’Agenzia Nazionale per i Giovani a veicolare i propri messaggi e ad intensificare le misure che noi adottiamo finalizzate ad offrire ai giovani nuovi strumenti e stimoli per essere cittadini attivi e responsabili. ”Ringrazio gli organizzatori per averci dato, ancora una volta, la possibilità di partecipare a questa iniziativa dove le emozioni, l’agonismo e la sana competizione regaleranno emozioni uniche al pubblico ed agli stessi atleti. Il Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale Giovani Paolo Di Caro

13


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL PRESIDENTE DEL COMITATO REGIONALE Siamo giunti al mese di giugno, quale evento migliore del Roma Seven per chiudere la stagione 2013. Ogni anno partecipano a questo Torneo squadre di altissimo livello, da tutto il mondo. Negli anni scorsi l’affluenza di pubblico è stata sempre altissima, sia amanti del Rugby che di altri sport. Lo spettacolo è sempre assicurato, il livello è altissimo e l’organizzazione è sempre all’altezza dell’evento.

Il Presidente del Comitato Regionale Laziale Marco Santa Maria Marco Santa Maria Presidente Comitato Regionale

15


SPACE PLANNING iNTERIOR

DESIGN

ART & PHOTOGRAPHY

concept store

&

and pavart s.r.l. via dei genovesi, 12/a roma ( trastevere ) +39.06.5806778 info@pavart.it www.pavart.it


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

PROGRAMMA Il “Roma Seven International Rugby Sevens Tournament” avrà inizio Venerdì 14 Giugno verso le ore 10.00 sul campo URC circa con l’inizio delle fasi eliminatorie. Gli incontri della durata di 14 minuti (due tempi di 7’ ciascuno) si succederanno ininterrottamente sul campo centrale sin verso le ore 20.00 circa. Sabato 15 giugno è prevista il 7° “Memorial Renato Speziali” e le fasi finali del “ 12° Roma Seven International Rugby Sevens 2013”. Le partite inizieranno alle 10.00 e proseguiranno fino alla ormai famosa notturna con le semifinali e le finali. Dopo i quarti e le semifinali, le terze e quarte classificate di ogni girone si contenderanno invece il “Seven Kings Plate”. La finalissima per la “Roma Seven Cup 2013” è prevista per le ore 23:30 circa. Dopo le premiazioni delle squadre vincitrici dei vari tornei avrà inizio il Roma Seven Party, una grande festa fino alle prime luci dell’alba con la speciale partecipazione dei migliori dj e delle più belle donne italiane. L’ingresso alla manifestazione nella intera giornata di Venerdì 14 Giugno è gratuito. Sabato 15 sino alle ore 13.00 l’ingresso sarà gratuito. A partire dalle ore 13.00 di Sabato 15 Giugno il costo del biglietto è di 10 €, acquistabile in prevendita sul circuito Lis Ticket. Il Roma Seven 2013 vede arrivare a Roma per la prima volta il Sud Africa 7, seconda potenza mondiale del Rugby Seven e confermata la nazionale di Francia 7 e la Selezione Italiana 7 vogliosa di ripetersi dopo il titolo del 2004. Roma Seven Invitation sarà ancora una volta squadra da battere. Dal Regno Unito i Samurai, team ad inviti stellare. Con i “Pacific Isles”, squadra ad invito, si potranno ammirare i maestri del Seven dalle Isole Fiji. L’Argentina darà di nuovo spettacolo con i Clandestinos, che porterà una selezione dei migliori atleti della terra dei “gauchos”. Per la prima volta a Roma la Polonia7, ricca di giovani decisi a fare bella figura. Grintosi e veloci i Geneva Barbarians, compagnie elvetica che ha ben figurato lo scorso anno. La Rappresentativa nazionale dei Vigili del Fuoco sarà di nuovo in campo dopo la finale 2012 per lo Shield e sono pronti alla prova le Fiamme Oro, già presenti nel 2010 e 2011, vera rivelazione del Campionato di Eccellenza 2013. La storica Rugby Grande Milano arriva per la prima volta al Roma Seven in versione ¾ di Grande Milano. Last but not least l’ Unione Rugby Capitolina, da sempre protagonista e davanti al suo pubblico. Il rugby Champagne delizierà con la squadra ad inviti francese dei Froggies RFC, fra i più titolati superclub europei. Spettacolo assicurato dal team 7Sirs, invitation team con i suoi giocatori al top del Seven Europeo. Arriva a Roma per sorprendere Heliantide Rugby, dopo avere selezionato i migliori con passione 17 e capacità.


Il Gruppo Rigamonti è l’unione di aziende leader che operano in forma indipendente ed autonoma nel settore immobiliare, ricettivo, finanziario e della comunicazione. La sua sfera d’azione ampia e completa è mirata alla soddisfazione dei clienti con soluzioni di qualità, frutto della sinergia tra le sue aziende.

grupporigamonti.com

R E A L

Con una struttura dinamica ed innovativa gestisce e valorizza al meglio la domanda e l’offerta del mercato a livello nazionale ed internazionale.

E S TAT E

Pleasure Hospitality


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

ALBO D’ORO International Rugby Sevens Men Tournament

Seven Kings of Rome Plate Roma Seven Cup

2012 Roma Seven Argentina 7 2011

Roma Seven

France 7

2010 Australia France 7 2009

Roma Seven

British Army ARU

2008

British Army ARU

Italia

2007 KooGa Wailers Cote d’Azur 2006

Stellenbosch University

Apaches

2005 Samurai Clandestinos 2004 Nazionale Italiana Garryowen 2003 Samurai Unione Rugby Capitolina 2002

Lottomatica Roma

Unione Rugby Capitolina

19


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

SUD AFRICA 7

Hosted by

Finalmente ci siamo riusciti. E’ con grande orgoglio e soddisfazione che abbiamo portato al Roma Seven la Nazionale Seven del Sud Africa, reduce da una stagione straordinaria che ha visto gli Springbok Seven trionfare nelle IRB Seven Series e vincere le tappe di Las Vegas, Tokio e Glasgow. Il nostro sogno di portarli a Roma ci onora e le loro giocate ci faranno gioire! Strafavorita.

GENEVA BARBARIANS Li abbiamo conosciuti lo scorso anno e ci è subito piaciuto il loro rugby, la loro allegria e la carica di simpatia che hanno portato in campo. Quest’anno i Geneva Barbarians fanno il bis, pronti a dare prova della passione che anche gli Svizzeri hanno per il rugby e per Rugby 7 alle Olimpiadi del 2016. Si sono preparati al meglio per stupire il pubblico romano e ben figurare anche in questa edizione. Precisi, forti, agguerriti.

21


International Rugby Sevens Tournament

SAMURAI Y RUGB

7’S

BARRACUDAS

Roma seven 2013

SAMURAI BARRACUDAS Una delle favorite alla conquista della Roma Seven Cup. Con grande piacere annunciamo il ritorno di questa super club a Roma. Davvero un colpo a sorpresa dopo alcuni anni di assenza sicuramente sarà protagonista. Il team di Terry Sands ha una storia incredibile, fatta di vittorie in tutto il mondo. Vincitori del Roma Seven nelle edizioni 2003 e 2005... Sono certi di vincere di nuovo.

UNIONE RUGBY CAPITOLINA Dopo un anno di assenza, un gradito ritorno. È la squadra più in forma, con un tasso tecnico invidiabile ed un gioco allegro e veloce. Davanti al suo pubblico ha voglio di festeggiare vincendo la Roma Seven Cup, il suo ritorno nel campionato di Eccellenza. Da sempre protagonista. Forza Urc!

23


Lo sport per il tuo benessere

DUE PONTI SPORTING CLUB Via Due Ponti 48/A - 00189 Roma Tel./fax 06 3339360 - www.dueponti.it info@dueponti.it


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

ROMA SEVEN Dopo aver trionfato nelle due precedenti edizioni del Roma Seven si conferma anche quest’ anno la squadra da battere e torna in campo per difendere il titolo. Un team stellare, una selezioni ad invito che parlerà figiano ma soprattuto darà spettacolo. Che sfide con la Francia e sopratutto il Sud Africa ...

FIAMME ORO RUGBY Siamo molto contenti che abbiano accettato l’invito a tornare al Roma Seven dopo la bella prova del 2010. La Polizia di Stato, con la selezione 7 delle Fiamme Oro Rugby è pronta ad entusiasmarci e stupirci grazie alla guida attenta del team manager Bruno Pighetti. Alfieri del movimento rugbystico e del seven italiano daranno battaglia e metteranno in campo tutta la loro fantasia e l’orgoglio della maglia cremisi e oro. Sempre pronti alla sfida!

25


è il nuovo portale immobiliare nato dalla sinergia di Rigamonti Real Estate, Rigamonti Re Agency e Rigamonti Re Service realtà del Gruppo con un servizio customizzato sull’offerta e la richiesta una risposta rapida e strutturata alle necessità del cliente.


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

SELEZIONE ITALIANA 7 Gli azzurri sono carichi e vogliono stupire... Il team Manager Orazio Arancio vuole lanciare un segnale e inaugurare il quadriennio olimpico bissando la vittoria ottenuta al Roma Seven nel 2004, quando un’incredibile cavalcata ha portato l’Italia ad alzare verso il cielo la prestigiosa Roma Seven Cup. Il pubblico romano aspetta solo di potere applaudire i nostri ragazzi. La squadra in campo quest’anno arriva preparata al meglio e pronta a regalare forti emozioni pur difendendo l’orgoglio italiano davanti a vere e proprie superpotenze del rugby mondiale. Siamo sicuri che il team azzurro, costruito per sfruttare bene le doti e le capacità di ogni giocatore, riserverà grandi sorprese e scatenerà l’entusiasmo. Forza ITALIA!!!

POLONIA 7 Un grande benvenuto alla nazionale polacca che per la prima volta arriva a Roma. Si fanno preparando per far bella figura. Scopriamo una nuova realtà che ha deciso di puntare molto sul nuovo sport olimpico “ il rugby Seven “. La nostra curiosità e’ davvero forte.

27


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

FRANCIA 7

Hosted by

La Nazionale francese prima di sbarcare a Mosca per la Coppa del mondo prevista a fine giugno viene a Roma per coronare una stagione di grandi successi nelle IRB World Seven Series. Sicuramente una delle favorite del torneo, la compagine transalpina ha le carte in regola per vincere il titolo, sempre vogliosa di mostrare al pubblico romano quel “Rugby Champagne” che contraddistingue e rende famosi i francesi del rugby. Siamo orgogliosi della fedeltà della Francia al Roma Seven che ogni anno conferma, se ce ne fosse ancora il bisogno, lo strepitoso livello del Roma Seven. I “galletti” sono pronti e vogliosi di dare battaglia per la conquista della Roma Seven Cup! Allez les Bleus

RAPPRESENTATIVA NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO Lo scorso anno ci hanno conquistato con la bellissima esibizione della loro banda e ci hanno colpito con un ottimo risultato sul campo. La Selezione dei Vigili del Fuoco è pronta anche quest’anno ad “incendiare” con il suo rugby il pubblico del Roma Seven. La caparbietà e l’agonismo sono i tratti distintivi di questa squadra che non si risparmia ed è decisa a mettersi generosamente alla prova con le migliori selezioni mondiali del Seven. Bentornati Vigili del Fuoco, generosi e decisi!

29


CROUCH, TOUCH, PAUSE, ENGAGE! La clinica Salvator Mundi International Hospital sostiene il gioco del rugby e, quando serve, rimette in piedi i giocatori.


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

FROGGIES I Froggies, il super club ad inviti più blasonato di Francia, torna quest’anno a Roma di nuovo sotto la guida dell’amico Jean Jacques Roux. Nei suoi 23 anni di storia il team ha girato il mondo- da Dubai alla Malesia- con alcuni dei migliori giocatori di Seven di Francia, facendosi riconoscere per il brio e l’agonismo del suo “Rugby Champagne”, per l’eccellenza dei suoi guest players e, non ultima, per la sua simpatia. Al Roma Seven hanno sempre portato spettacolo, grinta ed energia. Torna a Roma dopo un anno, molto agguerrito con la sua storia e la sua tradizione ha invitato il meglio del rugby a sette mondiale con l’obiettivo di vincere per la prima volta la Roma Seven Cup . Uno dei migliori super club ad invito delmondo... ll pubblico romano è pronto ad applaudirli di nuovo.

HELIANTIDE Per la prima volta viene a Roma, ha selezionato i migliori con passione e capacità il meglio del rugby Seven in circolazione creando un team davvero stellare. Un vero piacere accogliere la sua richiesta di iscrizione. Da tenere molto in considerazione per la vittoria finale. In bocca al lupo.

33


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

CLANDESTINOS Il rugby argentino è un appuntamento atteso dal pubblico del Roma Seven. Dopo averli ammirati lo scorso anno insieme alla Nazionale Argentina vincitrice del Plate, tornano a Roma i Clandestinos, la selezione dei migliori giocatori argentini militanti nelle squadre d’Europa. Spettacolo, determinazione e grande agonismo, questo il mix incandescente promesso dal coach Daniel Insurralde, grande amico del Roma Seven. Auguriamo quindi ai Clandestinos un cammino degno della loro grinta. Hasta la victoria!

PACIFIC ISLES Invitation Un Super Club ad invito davvero straordinario. La lingua che si parla è quella delle isole del Pacifico. Strutturati fisicamente sono dotati di una tecnica invidiabile. Uno spettacolo vedere le giocate funamboliche dei maestri di questa disciplina. Finalisti Bula !

35


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

7 SIRS Hanno scelto di chiamarsi “7Sirs” per rendere omaggio alle origini britanniche del Rugby Seven, al suo spirito e ai suoi valori. Hanno scelto per simbolo lo stambecco, perché dicono che è il “leone delle nostre montagne”, un animale fiero, tosto e testardo … un po’ come i rugbisti. Arrivano per la prima volta a Roma con una selezione ad inviti ,composta da giocatori fortissimi e straordinari. Sicuri protagonisti.

3/4 DI GRANDE MILANO Per la prima volta partecipano al nostro torneo con una voglia ed un desiderio pazzesco di ben figurare. Sono una presenza costante nei tornei più importanti d’ Europa ed hanno preparato al meglio il loro arrivo a Roma. La Milano che conta e che vince e ‘ pronta a dare battaglia. Un saluto speciale va ad Antonio Raimondi e ad Alberto Villa. Benvenuti.

37


tel 335 7857736 tel 328 4671888


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

IL SALUTO DEL PRESIDENTE AIR Tra le tante manifestazioni sportive che si svolgono nel territorio nazionale, con l’arrivo della primavera ritorna l’importante appuntamento dell’International Rugby Sevens Tournament e, in qualità di Presidente dell’Associazione Italiana Rugbysti, sono lieto di portare, anche a nome di tutti i rugbysti che l’AIR rappresenta, il mio saluto a tutti gli atleti impegnati in questo prestigioso Torneo. L’altissimo livello di tutte le squadre partecipanti regaleranno due giorni intensi di grande rugby internazionale premiando l’impegno dello staff organizzatore che da ben 12 anni si adopera per avvicinare sempre di più il grande pubblico a questa disciplina. Stefano Di Salvatore Presidente AIR

Il Presidente dell’AIR Stefano Di Salvatore

39


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

Immagina... il WHITE PARTY... Tu puoi... In una cornice di sport e mondanità, dopo la “Roma Seven Dinner” e dopo la premiazione arriva il Roma Seven party! Una festa nella festa. Immagina 7 dj’s, immagina una location con un atmosfera unica, Immagina stupende donne pronte a danzare sotto le stelle, pensa alll euforia dei migliori atleti dei rugby Seven mondiale e al loro desiderio di perdersi nella notte della città eterna ,ecco questo e’ il Roma Seven party . Dress code obbligatorio... White! Una festa davvero esclusiva nelle elegante villaggio ospitalità allestito per l’ occasione... Sento la musica che sta per partire... Buona serata...

41


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

TROFEO GIORGIO DE ANGELIS Caro Giorgio, perdonami il disturbo ma qui c’è un problema: inizia il Seven e ancora una volta Johnny mi chiede un pezzo per il Match Program del torneo. Il primo anno me la sono cavata con la storia un po’ strappalacrime della NaMau, il secondo ho delegato quello psicopatico di Edoardo (cosa abbia scritto francamente non mi è ben chiaro). E adesso tocca di nuovo a me. E sono anche in ritardo. La domanda è: stavolta che gli racconto? Pensavo alla storia della balestra. Sì, quella che ti regalai qualche anno fa. Ricordi? Eravamo da te in campagna. Era l’imbrunire. Decidesti di provarla subito, contro un albero. Che naturalmente lisciasti. Non so dove finì quel dardo, ricordo però un guaito lontano. Ma in fondo a chi interessa (se non al cane)... E se scrivessi di quella sera a casa di Francesco? No, meglio di no, ci sono le bambine… Sai che faccio? Gli racconto di quando a Bari volevi prendermi a cazzotti negli spogliatoi. Dici che non fa chic? Vabbè, allora la cacca nel cuscino di Turi ad Amsterdam… Neanche questa? Troppo copro? Ok, però almeno la storia dei peli pubici nello sciroppo di Santillone fammela raccontare... Neppure quella? Troppo trico? E se mi vendessi il prolasso rettale di Elio all’Arsenale di Messina… Mmmmh, non ti piace, troppo emo? Occhio che ce l’ho! La storia delle ceneri al cimitero di Prima Porta. Come quali ceneri? Le tue! Ma sì, dai, quando accompagnai Valeria a ritirare l’urna ed un fioraio rumeno ci prese pieni nei viali del cimitero disintegrandomi la macchina… Ah no? Troppo necro? Cazzo scrivo, allora? Scrivo che mi manchi. Mi manca il tuo sorriso, le tue telefonate assurde, i tuoi progetti folli, la tua presenza nella vita come sul campo. Manchi a me come manchi a tutti noi. Oggi torniamo a giocare, la tua maglia sarà lì, accanto alle nostre. Suoneranno le cornamuse, qualche lacrima segnerà le nostre guance, scorrerà la birra e scorreranno i ricordi. Quei ricordi che ormai fanno parte della vita di tutti noi: i tuoi ragazzi, quella banda di senzaddio che hai saputo rendere squadra. Ecco, mi sta partendo la vena malinconica. Ma stavolta non mi fotti. Stavolta penso a te, sorrido. E grido NAMAUUUUU! Sempre nel mio cuore, Maurizio

43


Analisi Cliniche e Microbiologiche

Convenzionato con il SSN

P.zza Stefano Jacini, 14 tel. 063295987

www.vignaclara.com


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

INTERVISTA A GORDON TIETJENS Gordon Tietjens è da 16 anni l’allenatore degli All Blacks Seven, i nazionali neozelandesi, vero guru del Seven, la scorsa edizione è stato nostro ospite. Che ne pensi del Roma Seven? Data la forte espansione del rugby a sette su scala mondiale, credo sia molto eccitante sia per i giocatori che per gli spettatori avere un torneo di questo livello a Roma. Cosa ti aspetti da Roma come città? Non sono mai stato a Roma ma non vedo l’ora di vedere con i miei occhi la fantastica cultura e la grande storia della città. Come vedi il futuro del Rugby a sette? Credo che il rugby a sette abbia un futuro roseo come sport. Negli ultimi anni la popolarità è aumentata così tanto che credo ci siano le basi affinché il Rugby Seven diventi sport olimpico. Cosa rappresenta per te il Rugby Seven? Il Rugby Seven rappresenta la mia vita dal momento che sono l’allenatore della squadra neozelandese da 15 anni ormai e ho allenato incredibili giocatori che sono diventati con il tempo alcuni dei migliori al mondo. Due giocatori su tutti che sono diventati famosi grazie al rugby a sette sono Jonah Lomu e Christian Cullen. Quali sono gli ingredienti principali di un torneo di Rugby a sette? L’ingrediente più importante per la riuscita di un torneo di questo calibro è la perfetta organizzazione dell’evento. In particolare, è fondamentale la realizzare uno spettacolo capace di creare un’atmosfera unica e divertente sia per i tifosi che per gli spettatori. Quali sono le caratteristiche essenziali di un torneo di Rugby Seven di livello mondiale? Fondamentale per la riuscita di un torneo di questo livello sono la presenza di ottimi giocatori e di squadre di alto calibro in modo da attirare un gran numero di spettatori. Con questi ingredienti, il torneo crescerebbe in popolarità e i migliori giocatori al mondo sarebbero attratti dal “Roma Seven” aumentando il riconoscimento del torneosu scala mondiale

45


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

INTERVISTA A JEAN - JACQUES ROUS Jean-Jacques Rous è il team manager del club francese dei Froggies, profondo conoscitore del circuito Seven. 1. Che ne pensi del Roma Seven? Questo evento sta diventando il primo torneo di Seven in Europa. In particolar modo dato l’alto livello delle squadre partecipanti, comparabile ai più grandi Tornei Internazionali come ad esempio Dubai, Darwin e Singapore. Dopo sei anni di costante miglioramento quest’evento ha una macchina organizzativa davvero professionale. 2. Cosa ti aspetti da Roma come città? Che offra più aiuto all’organizzazione in modo da supportare sia l’organizzazione che le squadre. 3. Come vedi il futuro del Rugby a sette? Credo che le Olimpiadi rappresentino il futuro del Rugby a sette. 4. Cosa rappresenta per te il Rugby Seven? Il miglior ossigeno per un giocatore di rugby al di fuori del suo club ed il modo migliore per migliorare tecnicamente. 5. Quali sono gli ingredienti principali di un torneo di Rugby a sette? Incontrare gente del circuito rugbistico mondiale e passare con loro tre giorni a base di Rugby e festeggiamenti. 6. Quali sono le caratteristiche essenziali di un torneo di Rugby Seven di livello mondiale? Il rispetto delle squadre e un bicchiere di champagne con l’organizzazione.

47


P R O G E T TA Z I O N I E I M P O S TA Z I O N I G R A F I C H E P R E S TA M PA S TA M P E D I G I TA L E S TA M PA O F F S E T A F O G L I O D I S T R I B U Z I O N E B R O C H U R E C A T A L O G H I L I B R I R I V I S T E V O L U M I D ’A R T E L O C A N D I N E M O D U L I F I S C A L I

ALLESTIMENTI PA C K A G I N G


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

Intervista a Daniel de Villiers, team manager di Stellenbosch University 1. Che ne pensi del Roma Seven? Il Roma Seven è uno dei tornei più divertenti, ma anche uno dei più difficili, nel calendario del rugby a sette per vari motivi: lo Stadio dei Marmi è di gran lunga lo stadio più spettacolare che io abbia mai visto, la competizione è serrata e ci sono molte squadre di alto livello che tornano a Roma ogni anno. Le donne sono bellissime e la folla crea un’atmosfera incredibile. La Stellenbosch University ama il Roma Sevens. 2. Cosa ti aspetti da Roma come città? Roma è un’ottima città dove organizzare un evento di questo tipo. Il livello di trasporti pubblici è buono e c’è tanto da vedere. Il tempo è fantastico tutto l’anno e i romani sanno come festeggiare e sostenere i giocatori. 3. Come vedi il futuro del Rugby a sette? Il rugby a sette sta crescendo sempre di più e sta divenendo un vero sport a livello globale. Il numero di spettatori dell’IRB Seven Series sta aumentando di anno in anno dal momento che più persone si avvicinano a questo sport. Credo fortemente che nel futuro i giocatori di rugby in futuro si specializzeranno solo in una delle due discipline inerenti il rugby: il rugby a sette o il rugby a quindici. Ci sarebbe bisogno di più tornei a livello di club in tutto il mondo, anche se il Roma Sevens è un buon inizio. 4. Cosa rappresenta per te il Rugby Seven? Per me il “Rugby Sevens” è un ottimo modo per rimanere in contatto con questo sport dopo essermi ritirato come giocatori. Essere un allenatore di rugby a sette non richiede tanto tempo quanto quello necessario per allenare nel rugby a quindici e allo stesso tempo è uno sport fantastico. Evidenzia tutte le abilità che un giocatore di rugby dovrebbe avere ed è un ottimo modo per trovare nuovi talenti. I giocatori che non hanno ancora sviluppato totalmente il loro corpo, possono competere nel rugby a sette facilmente e senza rischi. 5. Quali sono gli ingredienti principali di un torneo di Rugby a sette? Le squadre dovrebbero avere lo stesso livello in modo da competere equamente. Il fattore più importante è la folla. La chiave per il successo è il giusto marketing che possa garantire una piacevole esperienza alle persone e allo stesso tempo accrescere il numero di spettatori. Tutto dovrebbe “filare liscio” e le partite dovrebbero iniziare in orario. 6. Quali sono le caratteristiche essenziali di un torneo di Rugby Seven di livello mondiale? La folla è fondamentale e le cure mediche per i giocatori sono importanti. Allo stesso tempo l’acqua e gli impianti ricoprono un ruolo notevole. Infine, un buon presentatore e un party finale!

49


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

MEMORIAL RENATO SPEZIALI Veterans Over 35 Il torneo intitolato a Speziali è un classico del Roma Seven, che da ben sette anni ne è parte integrante. Questo torneo over 35 è intitolato a quell’indimenticato signore del rugby italiano che era (ed è ancora per tutti noi) Renato Speziali. Ecco le formazioni veterans over 35 che quest’anno scenderanno in campo: Namau, Tevere, Red & Blu e Old Rugby Cus Catania. Nel passato abbiamo avuto personaggi come il grandissimo Chester Williams, vera icona sportiva e non solo, e che con il rugby è riuscito a dare un contributo fondamentale alla battaglia vinta contro l’apartheid in Sud Africa. E quest’anno? Si scende in campo in 10 e c’è un tourbillon di sostituzioni, perché tutti, dai più bravi ai meno allenati, si deve partecipare ad una sorta di festa in campo, tanta goliardia ma anche gesti atletici allo stato puro. E’ il nostro modo di ricordare il dirigente sportivo ma ancor di più l’uomo, signore e maestro di vita. Un amico. Un amico vero. Lo scorso anno Namau..chi alzerà quest’anno ad la palma del vincitore?

53


International Rugby Sevens Tournament

Roma seven 2013

VETERANS ROMA SEVEN CUP Memorial Renato Speziali

GOLD BOOK 6° EDITION 2012 Namau 5° EDITION 2011 Namau 4° EDITION 2010 Namau & Original Very Old Rugby Roma (ex-aequo) 3° EDITION 2009 Namau 2° EDITION 2008 Original Very Old Rugby Roma 1° EDITION 2007 Unione Rugby Capitolina Veterani 77

55


Match Program Magazine 2013  

Official Match Program Magazine of Roma Seven 2013.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you