Issuu on Google+

COMITATO DI QUARTIERE ROMA 2 Insieme per Roma 2 – Il cammino delle idee Al

Comune della Città di Pomezia - Commissario Prefettizio

e, p.c. - Dirigente Settore Lavori Pubblici Pomezia, 18 febbraio 2013 OGGETTO:

Approvvigionamento idrico del quartiere di Roma 2 alla luce della recente ordinanza n. 3 in data 12 febbraio 2013, prot. n. 15681.

Il sottoscritto Diego Casubolo, nella qualità di Presidente del Comitato di quartiere Roma 2, PREMESSO CHE: - il complesso residenziale Roma 2 è composto da undici edifici condominiali per un totale di circa 850 appartamenti interamente abitati e che quindi parliamo di un bacino di 2000/2500 persone; - il quartiere è stato realizzato con regolari concessioni edilizie scaturenti da una convenzione di urbanizzazione tra il Comune di Pomezia e gli originari proprietari dei lotti; - la citata Convenzione prevede l’approvvigionamento da pozzo artesiano nelle more dell’estensione della rete idrica nella zona, con onere per il Comune di Pomezia di eseguire le opere necessarie. CONSIDERATO CHE: - noi cittadini, oramai da anni sollecitiamo l’Amministrazione comunale affinchè realizzi le opere necessarie all’approvvigionamento idrico da acquedotto, come da accordi presi in sede di Convenzione; - anche grazie al nostro interessamento nel mese di marzo 2012, si è giunti ad un accordo tra Acea, Edison e Comune di Pomezia che prevede la fornitura di acqua potabile direttamente da parte di Acea; - dai continui contatti tenuti con la Sezione Lavori Pubblici del Comune di Pomezia abbiamo appreso che dovrebbe essere imminente la consegna dell’impianto ad ACEA e che da questo atto scaturiranno una serie di attività propedeutiche alla distribuzione, che a grandi linee si possono sintetizzare nei seguenti step: 1) installazione da parte di ACEA di apparecchiature di radiocontrollo; 2) stipula dei contratti di fornitura; 3) lavaggio della torre piezometrica e della rete di distribuzione; EVIDENZIANDO CHE: - la fornitura dell’acqua al nostro quartiere non comporterà oneri ulteriori per il Comune di Pomezia; - la qualità dell’acqua della falda è stata già oggetto di Ordinanze sindacali che ne limitano l’uso allo scarico dei water; - i condomini del complesso residenziale Roma 2 hanno sostenuto ingenti spese per predisporre tutti gli stabili all’allaccio alla rete idrica; - si ritiene fortemente ingiusto dover sostenere ulteriori spese per adeguare l’impianto di trattamento esistente in presenza dell’acqua potabile che, da quanto percepito, è tecnicamente distribuibile nel giro di pochi giorni, CHIEDE: 1) l’interessamento della S.V. affinchè si proceda con urgenza al collegamento del quartiere di Roma 2 alla rete acquedottistica, risolvendo così l’ormai ultraventennale problema dell’approvvigionamento idrico, magari valutando la possibilità di procedere parallelamente allo svolgimento delle attività residue (installazione radiocontrollo, contratti di fornitura e lavaggio impianto) ottenendo così un’ottimizzazione dei tempi e scongiurando l’emergenza scaturente dalle condizioni di inquinamento della falda; 2) di essere ricevuto dalla S.V., nell’ottica di un fattivo e costruttivo scambio di informazioni e per poter meglio definire la problematica e le possibili soluzioni. Distinti saluti Diego Casubolo


130218 (CDQ) LETTERA AL COMMISSARIO PREFETTIZIO