Issuu on Google+

MANIMANIA NAIL CENTRI RICOSTRUZIONE UNGHIE

Manuale

Tecnico


Nome Corsista

___________________________

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.


CONTENUTI • Conoscere l’epidermide • Le unghie in dettaglio • Architettura dell’unghia • Le Tip • Preparazione, scelta e applicazione delle Tip • Gamma prodotti. Linea Rebuild, All In One, Refine Nail (caratteristiche e applicazioni) • Il metodo Manimania • Uso della Lima - Applicazione Gel • La ricostruzione unghie con Tip • La ricostruzione unghie con cartine (onicofagie uomini e/o donne, unghie particolarmente corte, etc.) • Procedura generale per copertura unghie naturali • Ricostruzione con French • Refill - Cambio Top • Inestetismi • Glossario • La figura dell’onicotecnica • Le domande più frequenti • Errori da evitare • La formazione


1 LO TO CA

PI

Le Unghie

CONOSCERE L’EPIDERMIDE Sapere come è formata l’epidermide è importante per onicotecnici e addetti ai lavori del settore, perchè le unghie sono un’evoluzione delle cellule che rivestono il nostro corpo, così come lo sono peli e capelli. Del resto, in molti dizionari medici l’unghia è definita: “formazione cornea dell’epidermide”. L’unghia è costituita da cheratina indurita e compatta (una proteina fibrosa e assai resistente, insolubile in acqua e nei solventi, che costituisce perciò una delle protezioni del nostro corpo) che si forma e si stratifica con un processo chiamato cheratinizzazione. La differenza principale è che mentre nella pella le cellule cheratinizzate sono tenute insieme con un legante lipidico tenue, che consente alla pelle stessa di “desquamarsi”, nelle unghie il legante lipidico è molto più forte. La conoscenza della natura di questo legante consente di comprendere perchè i solventi sono dannosi per le unghie. Ci sono circa 25 strati di cellule cheratinizzate nell’unghia che si possono suddividere in 3 aree: lo strato superficiale duro, lo strato centrale che compone il 75% circa dello spessore e lo strato attaccato al letto dell’unghia che contiene cheratina più morbida per legarsi al letto ungueale. Danneggiare lo strato superficiale dell’unghia lascia più scoperto lo strato intermedio che è meno duro e più facile a sfaldarsi. Le unghie sono lamine cheratiniche, in parte visibili (lamina) e in parte non visibili (radice/matrice), posizionate sulle piccole falangi delle dita di mani e piedi. La lamina è strettamente connessa con il letto ungueale sottostante (iponichio) e s’insinua nel solco periungueale che la circonda (perionchio), ma si separa da questo a livello del margine libero. All’estremità opposta si trova la matrice dell’unghia, vera zona germinativa, dove si ha la maggior attività di moltiplicazione cellulare; ciò significa anche che qualsiasi patologia a questo livello si rifletterà sulla lamina. La matrice è ricoperta dalla piega ungueale, dove è visibile una parte arcuata e biancastra detta lunula, riconoscibile soprattutto nel pollice e nell’alluce. In questa stessa zona cresce la cuticola, sottile ispessimento cheratosico ed elastico della cute. La velocità di crescita

2


della lamina varia da 1a 3 mm al mese, quindi mediamente ogni 4 mesi circa l’unghia si rinnova completamente. Le unghie delle dita della mano crescono più rapidamente di quelle dei piedi ed ambedue più in estate che in inverno. (Per effetto della stimolazione del raggi UVA). Il ritmo di crescita delle unghie è diverso nelle varie età. La crescita delle unghie può essere disturbata da certe malattie organiche. Si dice che anche sconvolgiAnche certe deficienze o eccessi ormonali interessano la fase della crescita; quindi le condizioni delle unghie possono talvolta essere di ausilio per indicare un disturbo endocrino. Le cellule epidermiche che formano la parete più profonda di questo solco proliferano per divenire la matrice dell’unghia. Quelle più superficiali si differenziano nella sostanza ungueale, che è cheratina dura. Continuando la proliferazione e la differenziazione delle cellule nella parete più bassa della matrice, l’unghia in formazione viene spinta fuori dal solco e lentamente scivola lungo la superficie dorsale del dito verso la sua parete distale. Benché l’unghia scivoli lentamente sull’epidermide della parete dorsale del dito, rimane fortemente aderente ad essa per tutto il tempo. L’epidermide su cui l’unghia in via di formazione scivola è detta letto unguale. Il letto unguale è costituito soltanto da strati più profondi dell’epidermide; le unghie fungono come strato corneo. La cute della superficie dorsale delle dita si dispone in un solco lungo ciascun lato dell’unghia. Ad un determinato punto di sviluppo, il margine libero dell’unghia si proietterà oltre l’estremità distale del dito. Il corpo dell’unghia è la parte visibile; la parte che è nascosta nel solco ungueale è detta radice. Vista dal di sopra, appare sulla parte del corpo più vicina alla radice, un’area bianca a forma di semiluna, chiamata lunula. Le unghie, ad eccezione che nella lunula, hanno colore rosa poichè traspare il sangue dei capillari del derma sottostante. L’unghia naturale va aiutata con l’uso di prodotti specifici, sia prima di una ricostruzione che durante il periodo di crescita, inoltre va ricordato che un’unghia naturale debole prima della ricostruzione sarà debole anche dopo il trattamento.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

menti psichici possano esserne causa di alterazione.

3


MARGINE DISTALE

SOLCO

CORPO UNGUEALE

CUTICOLE LUNULA

CORPO UNGUEALE CUTICOLE

LUNULA

OSSO

LETTO UNGUEALE

4

MARGINE DISTALE


LE UNGHIE IN DETTAGLIO

f

g

a1 a2 a3

e

a c

b

a - margine libero o punta: è la parte estrema dell’unghia oltre il polpastrello del dito. Il suo colore può essere bianco o trasparente. a1 - dorso dell’unghia: è la superficie cornea dell’unghia che è ricoperta da cheratina dura ed ha una grande capacità di assorbimento. a2 - unghia intermedia. a3 - unghia ventrale. b - iponichio: è la pellicina situata sotto la parte finale dell’unghia. Da ipo+greco “ónyx ónychos”, unghia porzione marginale anteriore del letto dell'unghia che ha continuità con la cute del polpastrello. c - letto ungueale: è la zona sottostante dell’unghia ed è formato da strati dell’epidermide e dei vasi sanguigni che danno la colorazione rosa all’unghia. d - lunula: è la parte più trasparente e si trova alla base dell’unghia. Ha la forma di mezzaluna ed è ben visibile nel pollice e nell’alluce. Di solito non è visibile nel mignolo. e - cuticola: è la parte di pelle che ricopre il bordo superiore dell’unghia e protegge la matrice da germi e batteri. Non va mai tagliata. Nel caso che la crescita sia eccessiva va tagliata ma con l’accortezza di lasciare un bordino sottile che è a protezione della matrice. Quando è eccessivamente tagliata può provocare la Perionissi. f - matrice: si trova dietro la lunetta ed è la parte che produce un’unghia nuova. Qui mancano lo strato granuloso e lucido. La matrice è la regione dove cresce l’unghia ed arriva fino alla lunula. L’unghia si rinnova completamente in 6 mesi circa. g - vallo dell’unghia: sono due i solchi che si trovano ai margini laterali dell’unghia.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

d

5


2 LO TO CA

PI

Preparazione Unghie

1) Disinfettare le proprie mani, le mani 2) Rimuovere qualsiasi sostanza presente sulle unghie: smalti, indurenti ecc. con il Solvente non Acetone. 3) Passare lo spingi-pelle e pulire accuratamente la corona da eventuali residui cornei. 4) Opacizzare l’unghia naturale dalla base verso la punta formando dei microsolchi verticali. Se rimangano zone lucide, eliminarle. Togliere la polvere con una spazzolina. 5) Passare un pad di cellulosa imbibito di Cleaner per controllare zone lucide residue che, così trattate, non dovranno più essere toccate; in caso contrario dovranno essere nuovamente opacizzate. Applicazione tip: Scegliere le tip più adatte. La tip deve ricoprire l’unghia da lato a lato. Se non si trova la misura esatta, preferire sempre una tip più grande (limandola per adattarla), mai più piccola. Iniziare dal mignolo fino ad arrivare al pollice di tutte e due le mani. Limare per accorciare la parte delle tip in cui verrà messa la colla. Bagnare la scanalatura della tip con Fastner colla e posizionare la tip a 45° rispetto all’unghia, incollare quindi tenendo premuto per qualche secondo. Dopo aver incollato tutte le tip, tagliarle della lunghezza desiderata. Azzerare lo scalino tra tip e unghia. È importante non danneggiare l’unghia naturale. Rimuovere i residui di polvere con uno spazzolino e passare il Cleaner. Quando si usano le French Tips, cioè le tip bianche per la french manicure, non livellare lo scalino.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

della cliente e gli strumenti.

7


Applicazione gel: Stendere il Gel Base, evitando le cuticole e la pelle. Porre sotto la lampada UV per due minuti. Stendere il gel di struttura scelto. Usare il pennello come un cucchiaio, prelevando la quantità necessaria di gel, e quindi scaricarlo sull’ultimo terzo dell’unghia, ricoprendo tutta l’unghia. È importante ricoprire anche la punta. Eventuali sbavature di gel sulle cuticole andranno asportate con uno spingi pelle. Polimerizzare. N.B.: Durante il processo di asciugatura in lampada dei gel UV, si potrebbero avvertire sensazioni di calore, che possono essere alleviate alternando ad intervalli di alcuni secondi l’entrata e l’uscita delle menai. Il fastidio aumenta quando la struttura dell’unghia è impoverita, cioè con un minor numero di lamine ungueali. Se notiamo imperfezioni dopo la polimerizzazione: Eliminare la dispersione della pellicola usando del pad di cellulosa imbibito di Cleaner. Correggere le imperfezioni con una lima, assottigliando contemporaneamente la punta dell’unghia per ottenere un aspetto più naturale.

8


Se non ci sono imperfezioni: Non eliminare la dispersione della pellicola con il Cleaner. Applicare successivamente un sigillante a piacere e fare asciugare per circa due minuti in lampada UV. Ultimato il processo di fotoindurimento, eliminare la dispersione della pellicola con il Cleaner. Quindi effettuare un massaggio per qualche secondo, allungandosi anche sulla zona della matrice del dito permettendo cosĂŹ un miglior assorbimento del composto.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato ManimaniaÂŽ. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

Infine, applicare ai bordi delle cuticole Oil Therapy Citrus (emolliente e restitutivo).

9


COME PREPARARE L’UNGHIA NATURALE PRIMA DI UNA RICOSTRUZIONE UNGHIE CON TIP

La preparazione dell’unghia naturale è fondamentale al fine di garantire la buona riuscita della ricostruzione, che nel tempo non presenterà alcun problema di staccamento o bolle d’aria tra il supporto (tip, gel) e l’unghia naturale.

Le fasi di preparazione dell’unghia naturale si possono così riassumere:

A: disinfettare le mani della cliente e le nostre con l’Igienizzante (foto 1). B: eliminare qualsiasi traccia di smalto con il Solvente non Acetone dalle unghie naturali (foto 2). C: con l’aiuto di un bastoncino spingere le cuticole verso la matrice (foto 3). Questa operazione può essere sostituita con l’uso del Cuticle Remover che evita la ricrescita per tre settimane circa (foto 4). D: opacizzare con una lima di grana fine le unghie naturali (foto 5). E: rimuovere i residui di polvere dall’unghia naturale con uno spazzolino oppure con un pennellone (foto 6). F: controllare eventuali zone lucide passando un pad di cellulosa imbibito di Cleaner (foto 7). G: a questo punto scegliere le tip e applicarle partendo dal mignolo per arrivare fino al pollice di entrambe le mani (foto 8). Ricordiamo che le tip non dovranno mai coprire più dei due terzi dell’unghia naturale.

È

importante che

la tip scelta aderisca perfettamente all’unghia pre-ferendo quindi una misura maggiore. In caso di errore nell’applicazione, oppure di sovradosaggio della colla utilizzare il Tip Remover. H: azzerare lo scalino (foto 9), e procedere con la limatura delle tip fino a raggiungere la giusta forma e lunghezza (foto 10).

10


2

3 4

5 6

7 8

9

10

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

1

11


12


APPLICAZIONE TIP

1

Posizionare la tip a 45° rispetto alla punta dell’unghia. Sollevare la tip fino a a far aderire lo scalino interno della tip alla punta all’unghia. Tenere premuto per qualche secondo.

Dopo aver incollato tutte le tip, tagliarle della lunghezza desiderata, utilizzando l’apposito strumento (cutter o tronchesi per tip).

Le operazioni di azzeramento dello scalino possono avvenire sia per mezzo di una lima a grana media o mediante l’uso della fresa per i più esperti. Quando si elimina lo scalino della tip fare attenzione a non danneggiare l’unghia naturale.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

2 45°

13


ARCHITETTURA DELLE UNGHIE

ASIATICA

14

EUROPEA

AMERICANA


(aggancio della tip)

FORME DELLE TIP E LORO CURVATURE

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

LE TIP

15


RICOSTRUZIONE UNGHIE CON L’USO DELLE CARTINE (adatto a onicofagie uomini e/o donne, unghie particolarmente corte, etc.)

La preparazione dell’unghia naturale segue i medesimi passaggi della ricostruzione unghie con tip (seguire foto da 1 a 7). A: stendere il mediatore di aderenza (Bonder o Base & Builder) in modo leggero e sottile sulla superficie dell’unghia evitando il contatto con le cuticole (foto 11). Polimerizzare sotto lampada UV per circa 60 sec. Il formulato base rende omogenea la struttura cheratinica irregolare, fase necessaria per preparare l’unghia a ricevere i gel successivi. B: posizionare la cartina (o formina) sotto il bordo libero dell’unghia (per onicofagie, al fine di ricostruirne il “dorso ungueale”). La punta della formina deve mostrare una curvatura tondeggiante (foto 12). C: stendere su tutta la superficie, unghia e formina (seguendo le linee guida) una quantità sufficiente di gel di struttura per l’allungamento del bordo libero dell’unghia. In caso di onicofagia procedere alla ricostruzione del dorso ungueale (foto 13). Polimerizzare in lampada UV per circa 90 sec. Togliere lo stampo (foto 14 e 15). D: applicare nel punto di stress dell’unghia il gel di struttura (quantità pari alla grandezza di una perlina). Con un pennello a punta distribuire il prodotto prima verso la lunula dell’unghia, poi lungo i margini laterali ed in ultimo verso la punta (foto 16). Ruotare la mano di 180° verso il basso per creare una bombatura armoniosa e asciugare in lampada UV per circa 90 sec. E: togliere con un pad di cellulosa imbibito di Cleaner la disperzione della pellicola e limare eventuali imperfezioni (foto 17). F: eliminare i residui di limatura. G: sigillare con il gel di finitura completamente le unghie per evitare infiltrazioni (foto 18). H: polimerizzare per 90 sec. I: applicare Oil Therapy Citrus.

16


12

13 14

15 16

17

18

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

11

17


PROCEDURA GENERALE PER COPERTURA UNGHIE NATURALI

Preparazione: Opacizzare e dare una forma alle unghie con una lima max grift 180 (foto 1). Pulire le unghie dai residui della limatura con un pennello.

Riempimento: Stendere uno strato sottile di gel base o mediatore di aderenza (foto 2) e farlo asciugare per circa due minuti sotto la lampada UV.

Opzionale, french per delineare il bordo libero dell’unghia (foto 3).

Applicare una perla di gel modellante a scelta tra le varie colorazioni della gamma, in quantitĂ  maggiore rispetto al gel base, facendo attenzione che sia applicato in modo omogeneo ed uniforme a pochi millimetri dalla corona fino ad arrivare alla punta (foto 4). Far asciugare per circa 90 secondi sotto lampada UV. Eliminare la dispersione della pellicola con il Cleaner solo se si dovessero presentare eventuali imperfezioni che andranno modellate con una lima. Diversamente le dispersioni dei gel non devono mai essere eliminate. Pulire e applicare un sigillante a piacere (foto 5), lasciandolo asciugare per circa 90 secondi sotto lampada UV (foto 6). Eliminare la dispersione della pellicola (foto 7). In alternativa al sigillante UV, applicare Sealer smalto sigillante. Applicare Oil Therapy Citrus (foto 8).

18


2

3 4

5 6

7

8

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

1

19


FRENCH UV LOOK MANICURE

Dopo la preparazione delle unghie Stendere il mediatore di aderenza e far asciugare per circa 90 secondi in lampada UV. In alternativa solo per unghie con problemi di adesione, è consigliato l’uso del Primer.

Di seguito applicare: French Look Extra White, Natural White, White o French Look Pastel (secondo il tipo di risultato desiderato) sul bordo libero dell’unghia disegnando la linea del sorriso (smile). La punta bianca dovrà risultare proporzionata al resto dell’unghia. Se ci sono imperfezioni eliminarle prima della polimerizzazione. Far asciugare per circa 2 minuti. Applicare il gel di struttura desiderato uniformando lo spessore dell’unghia e far asciugare per 90 secondi in lampada UV. Quindi seguire le informazioni precedenti per ultimare la ricostruzione.

20


21

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.


REFIL (RITOCCO CORONA - MANTENIMENTO)

Manutenzione ordinaria che permette di prolungare la durata della ricostruzione sia copertura che french.

Dopo circa 1 mese dal primo trattamento l’unghia è cresciuta in avanti rendendo visibile lo scalino tra rivestimento del gel e la parte naturale. Prima cosa da compiere, rimuovere accuratamente i residui di smalto se presente e disinfettare l’unghia. Il prodotto da utilizzare è il Cleaner. Limare l’unghia della lunghezza desiderata, eliminando eventuali sollevamenti di gel procurati da infiltrazioni. Livellare lo scalino creatosi dalla ricrescita tra unghia naturale e residuo di gel precedente. L’intera superficie sarà opacizzata come del resto anche l’unghia naturale per mezzo di una lima. Rimuovere la polvere formatasi con un pennello. Iniziare il riempimento stendendo uno strato leggero di gel base. Polimerizzare. Applicare il gel di struttura. Si modellano maggiormente i settori laterali e la terza parte posteriore dell’unghia, poiché la parte anteriore è ancora ricoperta del vecchio materiale. I residui umidi della pellicola superficiale vanno rimossi solo ed esclusivamente se riscontriamo imperfezioni. Sarà quindi necessaria una limatura di modellamento. Pulire. Sigillare con un formulato fotoindurente a piacere. Rimuovere con un pad di cellulosa asciutto eventuali dispersioni della pellicola. Applicare Oil Therapy Citrus.

22


CAMBIO TOP GEL (CAMBIO LUCIDO)

con UV GEL FINAL QUICK

- Tempi di asciugatura: 180 sec.

- Caratteristiche principali: si usa specialmente nel penultimo passaggio tra il gel di costruzione e il gel di finitura evitando nel tempo microfratture e piccole lesioni sui gel. Può essere usato come un normale Top Coat. Come sigillante lucido.

- Descrizione tecnica: gel finale sigillante, alto potere lucidante e protettivo UV.

Preparazione: Opacizzare le unghie o rimuovere parte della precedente ricostruzione in gel. Applicare UV Gel Final Quick e procedere alla polimerizzazione per circa 180 secondi.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato ManimaniaÂŽ. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

- Colore: trasparente

23


METODO MANIMANIA UNGHIE IN GEL UV CON TIPS E NAIL FORMS

FASI PRE-RICOSTRUZIONE:

IGIENE: prima di ogni servizio assicurarsi che il posto di lavoro sia perfettamente pulito. Accessori e lime adeguatamente disinfettati con l’apposito IGIENIZZANTE. MANIMANIA consiglia di usare lime e bastoncini spingi-cuticole nuovi per ogni cliente, mantenendoli poi in un apposito contenitore personalizzato in modo da poterli riutilizzare ad ogni refill della cliente stessa. CONSULTAZIONE: osservare bene le unghie della cliente prima di effettuare la ricostruzione. Si consiglia di non applicare il prodotto se queste presentano irritazioni, infezioni, macerazioni, sanguinamenti, funghi etc. Se la cliente presenta forti allergie sulla pelle o sta assumendo farmaci, consigliarle di consultare il suo medico prima di effettuare il trattamento. MANICURE: non praticare la normale manicure prima di una ricostruzione. In caso di eccessive pellicine, applicare Cuticle Remover 5-6 giorni prima del servizio.

PREPARAZIONE DELLE UNGHIE NATURALI:

IGIENE E PREPARAZIONE: è necessario disinfettare le proprie mani e quelle della cliente con l’IGIENIZZANTE. Rimuovere qualsiasi sostanza presente sulle unghie (smalti, indurenti, etc.) con il SOLVENTE non acetone. CUTICOLE: Ammorbidire le cuticole con il CUTICLE REMOVER e spingerle indietro con un bastoncino d’arancio o di plastica. Per eliminare al meglio ogni residuo di pellicine dall’unghia usare uno Stick Stone (pietra pomice). Pulire infine con il CLEANER. LETTO UNGUEALE: con una lima leggermente abrasiva 100/180 grit, (USARE DAL VERSO 180) limare molto dolcemente la superficie delle unghie per togliere il lucido naturale. Usare molta delicatezza soprattutto in prossimità delle cuticole, dove si possono causare irritazioni.

24


Dopo la fase di limatura, le unghie devono risultare perfettamente opache. Non si devono vedere segni di limatura. Per assicurarsi che siano propriamente sgrassate, passare con un pad di cellulosa imbibito di CLEANER sulla superficie delle unghie. Una volta asciugato, verificare che non ci siano delle zone lucide. Eventualmente limare le parti non correttamente opacizzate. In presenza di unghie grasse utilizzare il PRIMER, (promotore di adesione) mai in

Da questo momento in poi evitare di toccare le unghie preparate.

APPLICAZIONE E MODELLAMENTO TIPS:

SCELTA MODELLO TIPS: in base alla conformazione delle unghie naturali sceglieremo le tips da applicare: - Unghie piatte: prediligeremo tips MOD. ASIATICA dall’attaccatura ampia, poco arcuata. - Unghie molto ricurve: sceglieremo le tips ARCUATE. - Unghie poco arcuate, mangiate: usare le tips MOD. AMERICANA/ EUROPEA. Sono tip con curva-C accentuata.

SCELTA MISURE TIPS: dopo aver deciso il modello di tips da applicare scegliere la misura adatta per ogni unghia. Se non si dovesse trovare la misura esatta, preferire una tip più grande e poi limare i lati, ma mai più piccola. APPLICAZIONE: mettere un pò di colla nella scanalatura della tip e far combaciare il gradino interno con il bordo libero dell’unghia naturale posizionandola a 45°. Far aderire delicatamente la tip all’unghia naturale assicurandosi di non sollevare mai il gradino interno precedentemente appoggiato. In questo modo eviteremo la formazione di bolle d’aria. TAGLIO E MODELLAMENTO: tagliare le tips con il CUTTER della lunghezza desiderata posizionandolo nei diversi modi in base alla forma richiesta dalla cliente. Limare il gradino delle tips con una lima grana 180. Opacizzare tutta la superficie della tip.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

abbinamento con il BONDER.

25


APPLICAZIONE DELLE CARTINE:

APPLICAZIONE CARTINA: per l’utilizzo delle cartine è indispensabile avere un minimo di bordo libero dell’unghia. Applicare le nail forms (formine di carta monouso o di plastica rigida riutilizzabile) all’estremità del polpastrello, sotto l’unghia naturale. Controllare che non ci siano spazi tra bordo libero e cartina. Procedere normalmente come se fossero tips.

APPLICAZIONE PRODOTTI:

1) BASE: possiamo utilizzare:

Base e Builder Plus Clear: adesivo fotoindurente adatto sia per la base che per il modellamento della curva “C”. Per la base stenderlo a smalto con un pennello a lingua di gatto, facendo attenzione di lasciare un margine tra il letto ungueale e le cuticole. In caso di ricostruzione con cartine, stendere il prodotto anche sulla nail forms e ricostruire la parte mancante dell’unghia. tempi di asciugatura: 2 minuti

Base e Builder Violett: adesivo fotoindurente adatto sia per la base che per il modellamento della curva “C”. Per la base stenderlo a smalto con un pennello a lingua di gatto, facendo attenzione di lasciare un margine tra il letto ungueale e le cuticole. In caso di ricostruzione con cartine, stendere il prodotto anche sulla nail forms e ricostruire la parte mancante dell’unghia. tempi di asciugatura: 2 minuti

26

Attenzione: I GEL UV (base, french, riempimento, sigillante) NON DEVONO MAI TOCCARE LA PELLE. Per la curva “C” usare un pennello a punta possibilmente in peli di martora.


Bonder: gel a bassa densità che rende omogenea la struttura cheratinica che grazie alla sue pregiate caratteristiche è indicato per le applicazioni sul letto ungueale. Stendere a smalto con un pennello a lingua di gatto. Con l’utilizzo delle cartine, stendere il prodotto sull’unghia naturale. tempi di asciugatura: 1 minuto

la ricostruzione rischia di staccarsi. NON TOGLIERE LA DISPERSIONE.

NOTA: in caso di ricostruzione con cartine, possiamo creare una base più consistente con “Base & Builder violett”. Una volta polimerizzato, sgrassare con il CLEANER e modellare l’allungamento con la lima, prima del french.

2) FRENCH (facoltativo): da applicare con lo spoty in acciaio. Si consiglia di lavorare un dito alla volta per fermare sotto la lampada uv la linea del sorriso creata con l’aiuto di un bastoncino d’arancio o con un pennello obliquo. NON SGRASSARE, NON OPACIZZARE.

Possiamo utilizzare: French Look Natural: gel a media densità, colore leggermente bianco. Utilizzato per la realizzazione di una french effetto naturale. tempi di asciugatura: 2 minuti

French Look White: gel a bassa densità, ideale per creare una french color bianco porcellana. Prima del suo utilizzo bisogna miscelarlo accuratamente. tempi di asciugatura: 2 minuti

French Look Extra-White (anche per allungamento): gel a media densità. Colore bianco coprente. tempi di asciugatura: 2 minuti

Attenzione: I GEL UV (base, french, riempimento, sigillante) NON DEVONO MAI TOCCARE LA PELLE. Per la curva “C” usare un pennello a punta possibilmente in peli di martora.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

Fare attenzione che il gel arrivi a coprire perfettamente i lati delle unghie, altrimenti

27


French Pastel Peach e French Pastel Pink: gel look a media densità per esecuzione di french manicure fashion. tempi di asciugatura: 2 minuti

NOTA: tutti i french possono essere usati per lavori di decorazione oppure stesi su tutta la superficie dell’unghia, per un effetto cromatico più particolare.

3) COPERTURA E MODELLAMENTO CURVA “C”: gel automodellanti a media densità che andranno applicati esclusivamente con pennelli a lingua di gatto o a punta. Colori: Clear, Pink e Violett (trasparenti). tempi di asciugatura: 2 minuti

Applicazione: prendere con l’apposito pennello il gel modellante dal bordo del contenitore per evitare la formazione di bolle d’aria. Formare una pallina di gel posizionandola al centro dell’unghia (nel famoso “punto di rottura” o “zona di stress”, ossia dove l’unghia ricostruita subisce maggiore pressione in caso di urti). Con il pennello, stendere il gel su tutta l’unghia con delicatezza, sfiorandolo appena, facendo molta attenzione a non lasciare nessuna zona scoperta. Non affondare mai il pennello nel prodotto per non rischiare la formazione di bolle d’aria. Applicare il gel lasciandone una maggiore quantità nel “punto di stress”, dove si andrà a creare la curva “C”. Controllare la giusta forma della curva “C” posizionando il dito di profilo. Eventuali avvallamenti, verranno corretti con ulteriore gel. Con l’ausilio del pennello si creano dei “filini” di gel sull’unghia che riempiranno le zone carenti di prodotto.

La procedura di applicazione è la stessa anche con l’uso delle nail forms.

28

Attenzione: I GEL UV (base, french, riempimento, sigillante) NON DEVONO MAI TOCCARE LA PELLE. Per la curva “C” usare un pennello a punta possibilmente in peli di martora.


4) SIGILLANTI: Prodotti usati nella fase finale per sigillare il lavoro e proteggerlo da agenti esterni come i raggi UV, smog, solventi e smalti aggressivi. Tali prodotti preservano dall’ ingiallimento le unghie. Passare il FIX a smalto con un pennello a lingua di gatto, chiudendo bene anche i bordi esterni dell’unghia.

Per una maggiore brillantezza, dopo aver tolto la dispersione, applicare il formulato UV GEL FINALQUICK.

Possiamo utilizzare: Fix Milk Trasp: colore latte coprente. Fix Pink Clear: colore rosa trasparente. Fix Pink Opaque: colore rosa coprente. Una volta sgrassato risulta opaco, per questo motivo può essere usato anche per gli uomini. Fix VH Clear Violett: colore trasparente, proprietà antigiallo. UV Gel Finalquick: formulato alta viscosità, sottile, effetto estremamente lucido. Sigillante protettivo da utilizzare per tutti i lavori di ricostruzione delle unghie con metodo gel o acrilico. Colore trasparente. Attenzione: prima dell’applicazione del finalquick non devono esserci residui di limatura e soprattutto aree umide. Non passare il cleaner per eliminare la dispersione della pellicola dopo aver polimerizzato. Utilizzare al massimo un pad di cellulosa asciutto. tempi di asciugatura: 3 minuti

Per una maggiore protezione del UV Gel Finalquick usare il SEALER (smalto sigillante ad aria). Applicare ogni 6-7 giorni per uso domiciliare come mantenimento della ricostruzione.

Attenzione: I GEL UV (base, french, riempimento, sigillante) NON DEVONO MAI TOCCARE LA PELLE. Per la curva “C” usare un pennello a punta possibilmente in peli di martora.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

UNA VOLTA POLIMERIZZATO TOGLIERE LA DISPERSIONE.

29


NOTE E AVVERTENZE:

I gel uv non devono mai toccare la pelle. In caso di errore di applicazione conviene sempre eliminare gli eccessi prima della polimerizzazione. I gel uv non devono essere esposti alla luce diretta del sole. Utilizzare sempre supporti di protezione quali guanti, mascherine, occhiali, aspiratori. Per coloro che utilizzano lenti a contatto evitare elevate esposizioni con vapori ed esalazioni. Pulire I pennelli usati dopo ogni applicazione. Pulire accuratamente la postazione e gli strumenti di lavoro dai residui di limatura utilizzando un buon igienizzante. Prima dell’applicazione dei gel uv pulire accuratamente le mani e le unghie da eventuali residui di polvere o di limatura. Chiudere regolarmente tutti i contenitori dei gel uv se in prossimità di esecuzione di smontaggio gel, limature delle unghie, refill, questo al fine di evitare l’introduzione di micro particelle nei formulati uv. Non utilizzare mai il mattoncino o buffer per opacizzare le unghie nella fase di preparazione.

30


3 LO TO CA

PI

Prodotti per la Ricostruzione

LINEA TRIFASICA UV GEL REBUILD NAIL:

Sono formulati bi-adesivi da utilizzare nella prima fase della ricostruzione. Permettono l’adesione tra la struttura superficiale delle unghie ed i successivi formulati che verranno applicati, agendo così da ponte. Attraverso la polimerizzazione i monomeri slegati contenuti all’interno del formulato si induriscono formando una catena di molecole tra loro legate.

FASE 2 (opzionale): gel colorati e french look Sono i gel che delineano il bordo libero dell’unghia e che trovano largo impiego anche come formulati per servizi di allungamento o decorazioni fantasiose. I tempi di polimerizzazione non devono essere inferiori ai 3 minuti.

FASE 3: gel modellante o di riempimento Formulati composti da resine fotoindurenti. Offrono una maggiore consistenza durante la lavorazione permettendo la giusta curva-c. Gli iniziatori sensibili alla luce sviluppano l'indurimento delle resine. La polimerizzazione con la lampada UV genera il film di dispersione, ovvero il materiale non indurito che rimane sulla superficie del gel. Il film di dispersione può essere rimosso con l’apposito solvente (cleaner) solo nel caso si dovessero effettuare correzioni.

FASE 4: gel sigillante Formulati fondamentali per sigillare in modo ottimale le unghie, forniscono la protezione necessaria evitando eventuali infiltrazioni d’acqua. Si consiglia una sottile stesura del formulato. Donano un effetto finale estremamente lucido grazie a particolari filtri UV che li caratterizzano evitando l’ingiallimento.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

FASE 1: gel base o mediatore di aderenza

31


Con la gamma completa dei prodotti Rebuild Nail, ogni servizio diventa un’emozione. Una linea per un pubblico sempre più attento alla cura e alla bellezza delle mani. La semplicità e l’immediatezza delle metodologie applicative la rendono una linea attuale ed una valida alternativa alle proposte presenti sul mercato. Il giusto compromesso per ottenere unghie forti, flessibili, a lunga tenuta senza sfaldature, spellature o ingiallimenti. Autolivellanti, facili da applicare, non necessitano di limatura.

BASE & BUILDER PLUS CLEAR Formulato in gel media densità foto-indurente extra strong. Tempi di asciugatura 120 sec. Auto-modellante dal duplice impiego. Si utilizza per la base come mediatore di aderenza applicato in modo leggero e sottile, come gel di struttura per la C-curve, applicato dopo la base al centro dell’unghia in quantità maggiore. La sua estrema adesione lo rende particolarmente adatto ad esecuzioni su unghie difficili, anche se il suo impiego è affidato a tutti i tipi di unghie. BASE & BUILDER VIOLETT (antigiallo) Formulato in gel media densità foto-indurente. Tempi di asciugatura 120 sec. Automodellante dal duplice impiego. Si utilizza come mediatore di aderenza applicato in modo leggero e sottile e successivamente come gel di struttura per la C-curve applicato al centro dell’unghia in quantità maggiore. La sua caratteristica colorazione violetta evita gli ingiallimenti delle unghie derivate da esposizioni frequenti ai raggi UVA preservando le unghie dagli attacchi di solventi e grigiori dovuti da cloro, tinture, fumo. BONDER Formulato bi-adesivo in gel bassa densità, foto-indurente. Tempi di asciugatura 60 secondi. Prepara l’unghia a ricevere i gel successivi. È un mediatore di aderenza che viene utilizzato su unghie striate, deformi e con nervature in superficie. Adatto per risolvere trattamenti estetici su soggetti onicofagi, livella le superfici irregolari. Per unghie naturali o con supporto di tip, è possibile applicarlo sul letto ungueale. Non utilizzare assieme al Primer.

32


FRENCH LOOK WHITE Formulato in gel foto-indurente media densità. Tempi di asciugatura 180 secondi. Ideale per dare un effetto bianco porcellana al margine libero dell’unghia.

FRENCH LOOK EXTRA-WHITE Formulato in gel foto-indurente densità medio-alta. Tempi di asciugatura 180sec. Ideale per dare un effetto ultra-bianco al margine libero dell’unghia.

FRENCH VH WHITE Formulato in gel foto-indurente bassa densità. Effetto bianco intenso. Ideale per l’applicazione su tutta l’unghia o per esecuzioni decorative del margine libero. Miscelare prima dell’uso. Tempi di polimerizzazione non inferiori ai 180sec.

FRENCH THICK EXTRA-WHITE Formulato in gel foto-indurente media densità. Tempi di asciugatura 180 sec. Ideale per dare un effetto extra-bianco coprente al margine libero dell’unghia o per esecuzioni artistiche di french manicure.

FRENCH LOOK PASTEL PEACH/PINK Formulato in gel foto-indurente media densità. Tempi di asciugatura 120sec. Per esecuzioni fantasiose di french manicure sempre attuali e alla moda. Si usa per decorare il margine libero dell’unghia o per esecuzioni di camouflage. Effetto peach/pink coprente.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

FRENCH LOOK NATURAL Formulato in gel foto-indurente media densità. Tempi di asciugatura 180 secondi. Ideale per dare un effetto bianco naturale al margine libero dell’unghia.

33


MODELING CLEAR Gel automodellante media densità, di facile lavorazione, permette un ottimo modellamento dell’unghia e il giusto spessore della “C-curve”. Trasparente. Tempi di asciugatura 120sec.

MODELING PINK Gel automodellante media densità, di facile lavorazione, permette un ottimo modellamento dell’unghia e il giusto spessore della “C-curve”. Rosa trasparente. Tempi di asciugatura 120 secondi.

MODELING VIOLETT Gel automodellante media densità, di facile lavorazione, permette un ottimo modellamento dell’unghia e il giusto spessore della “C-curve”. Antigiallo, effetto trasparente. Tempi di asciugatura 120sec.

PERFECT REFILL (builder gel media densità) Perfection Refill è un gel a densa viscosità ed elevata lucentezza, ideale per completare i refill del gel in un’azione rapida e semplice. Disponibile solo in rosa trasparente.Tempi di asciugatura 120sec.

34


FIX PINK CLEAR Gel sigillante finale trasparente che consente di rendere visibile la naturale brillantezza dell'unghia e della vostra French Manicure. Si applica come protettivo e sigillante finale per donare un effetto leggermente rosato al letto unguale. Tempi di asciugatura 180sec.

FIX PINK CLEAR OPAQUE Gel sigillante finale opaco per ricostruzioni delle unghie con effetto camouflage indicato per uomini e onicofagie. Si applica come protettivo finale per coprire le discromie. Tempi di asciugatura 180sec.

FIX VH CLEAR VIOLETT Gel estremamente lucido a bassa densità che consente di rendere visibile la naturale brillantezza dell’unghia e della Vostra french manicure. Antigiallo, effetto trasparente. Tempi di asciugatura 180sec.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

FIX MILK TRASP Gel sigillante finale a media densità leggermente coprente. Colore latte. Tempi di asciugatura 180sec.

35


36


LINEA MONOFASICA UV GEL EXTREME ALL IN ONE:

gel. Nasce "All in One", inimitabile e rivoluzionario, ideato per ridurre i tempi della ricostruzione a tutto vantaggio dell’economia dell’operatore e dell’attesa della cliente. Una Linea completa, affidabile e di facile applicazione, fantasiosa ed estremamente versatile. Il gel di nuova generazione per una ricostruzione professionale delle unghie. Caratteristiche fondamentali: minore spreco di prodotto e forte potere di adesione sulle unghie naturali. Lucentezza assicurata e lunga tenuta. "All in One" il metodo che ti permette di azzerare i tempi della foto-polimerizzazione. I formulati fotoindurenti della linea All in One sono disponibili nella versione clear, violett, milk covering e pink covering. Tutti autolivellanti, non necessitano di limatura. No sollevamenti dell’unghia. Non danneggiano l’unghia naturale. Linea completa e fantasiosa composta da 2 effetti trasparenti e 2 coprenti. Estremamente versatile. Base e modellaggio in un unico formulato. “Quick Time System” il metodo che asciuga in soli 10 secondi. Una vera rivoluzione nel settore del Nail. Tenere lontano da fonti di calore.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

Dalla ricerca Manimania una novità nel campo della ricostruzione unghie in

37


ALL IN ONE CLEAR Monofasico universale. Media densità. Sistema “Fast Drying”. Automodellante. Effetto trasparente naturale. Non necessita di limatura.

ALL IN ONE VIOLETT Monofasico universale. Media densità. Sistema “Fast Drying”. Automodellante. Antigiallo. Effetto violett trasparente. Non necessita di limatura.

ALL IN ONE COVERING MILK Monofasico universale. Media densità. Sistema “Fast Drying”. Colore bianco lattigginoso leggermente coprente. Non necessita di limatura. Per effetti camouflage.

ALL IN ONE COVERING PINK Monofasico universale. Media densità. Sistema “Fast Drying”. Colore rosa lattigginoso leggermente coprente. Effetto naturale. Non necessita di limatura. Per effetti camouflage.

38


UNIVERSAL PRIMER Promotore di adesione. Per unghie grasse o difficili. Non utilizzare assieme al Bonder. Asciugare all’aria senza soffiarci sopra. Pronto in 20-25sec.

SEALER SMALTO SIGILLANTE Induritore della struttura cheratinica. Anti-smog, antigiallo e anti sbiadimento. Asciugare all’aria. Adatto per il mantenimento della ricostruzione artificiale. Per uso domiciliare.

RX COAT UV PROTECTOR Smalto protezione contro raggi solari. Colore trasparente. Protettivo per lo smalto. Asciugare all’aria.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

UV GEL FINALQUICK Sigillante finale ad alto potere lucidante e protettivo. Bassa densità. Colore trasparente. Asciugatura non inferiore a180sec.

39


40


(FASE 1 di 2) PREP Nail Protector - cod. A0004 conf. fa 15ml Specifico per deidratare delicatamente le unghie naturali e rimuovere gli olii naturali prima di applicare le tip. Utilizzare prima dei primer per una migliore aderenza.

(FASE 2 di 2) ULTRA BOND - cod. A0005 conf. da 15ml Acido metracrilico senza primer favorisce l’aderenza alle unghie naturali. Molto più innocuo rispetto agli acidi primer non ne limita il risultato. Non logora le unghie naturali o le cuticole. Agisce perfettamente con tutti i sistemi di gel e acrilico.

TITANIUM COMPONENT - cod. A0003 conf. da 15ml Rinforzante al titanio per unghie naturali, contro rotture e scheggiature. Aderisce perfettamente alle unghie donando un notevole effetto lucido. Titanium Component è un perfetto rivestimento utilizzabile come basecoat e topcoat.

QF2 FIX COLOUR UV GEL - cod. A0002 conf da 15gr Sottile gel di finitura, non lascia residui appiccicosi dopo il trattamento. Resistente ai solventi, dona un notevole effetto lucido. Ideale per unghie corte. Utilizzare sulle unghie artificiali e sui colour gel UV per ottenere il miglior risultato. Il prodotto si fissa in lampada in meno di 3 minuti.

EXTRA FINITURE UV - cod. A0001 conf. da 15ml UV Gel sottile, trasparente, automodellante per ottenere un effetto lucido e protettivo delle unghie. Viscosità ottimale per garantire una naturale e sottile stesura. Sigillante protettivo universale adatto a ogni tipo di ricostruzione. Tempi di polimerizzazione 120 sec. Ottima tenuta.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

LINEA DI RIFINITURA UNGHIE REFINE NAIL:

41


PROFESSIONEONICOTECNICA


4 LO TO CA

PI

La Figura dell’Onicotecnica

Termine di origine greca, significa tecnico delle unghie. Alla creazione di un albo si oppongono in molti, altri invece cercano di dare un contributo positivo

Le domande più frequenti su questa nuova professione:

Come si diventa onicotecnica? Sono possibili due strade. Frequentare dei corsi Aziendali tenuti da professionisti del settore oppure frequentare le scuole di estetica dove, in alcune regioni, questa materia è diventata obbligatoria dal 3° anno di studio. Da alcuni anni si sta lavorando affinché questa professione venga ufficialmente riconosciuta con la creazione di un albo.

In cosa consiste la ricostruzione delle unghie? La cosmesi delle unghie è un servizio interessante e redditizio che acquisisce sempre più importanza a livello mondiale in quanto unghie belle e curate sono valutate come una caratteristica importante dell’aspetto sano. Il livello professionale si è configurato negli ultimi anni come un lavoro rigoroso ed un servizio riconosciuto allo stessa maniera di altre imprese, vedi estetica e coiffeur. Per diventare abili, sono necessari una buona formazione di base, corsi d’aggiornamento e molta pratica.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

per la realizzazione di quest’ultimo.

43


Di seguito abbiamo voluto riassumere alcuni importanti presupposti affinché si volga tutto verso un avvio di successo.

• Disinvoltura artigianale; • Precisione-Autocritica-Rapporto interpersonale; • Cura della persona-Desiderio di crescita professionale; • Tempo da dedicare agli aspetti formativi • Divertimento per l’esercizio svolto-equilibrio e senso della forma;

Ci sono molte soluzioni per ricostruire le unghie. Alcune prendono spunto da tecniche antichissime che venivano utilizzate nella civiltà egizia e cinese, altre (e sono quelle più usate) nascono dallo studio e dallo sviluppo continuo di nuovi materiali. Essenzialmente possiamo pa-rlare di due tecniche fondamentali. 1) Ricostruzione con Tip in Gel. 2) Le polveri acriliche: la “porcellana” del dentista, si impastano le resine con un liquido acrilico indurente, molto resistente, con lo stesso procedimento usato per la ricostruzione di un dente.

Consigli estetici Alcuni consigli estetici assicurano una perfetta armonia tra la lunghezza delle dita e quella delle unghie, che devono essere limate con una forma leggermente allungata e non troppo appuntita. La lunghezza della parte libera sarà maggiore in una mano piuttosto corta per dare un certo slancio alle dita, mentre quando si hanno mani sottili con dita lunghe sarà più opportuna una lunghezza inferiore delle unghie. Sempre sconsigliabili sono le unghie limate con una forma troppo quadrata o eccessivamente appuntite, infatti il risultato estetico migliore è dato da una curvatura dolce e omogenea, priva di angoli taglienti, ottenuta limando dolcemente le unghie dai lati verso il centro. Per pulire il contorno dell'unghia esistono prodotti specifici che permet-tono di

44


evitare l'uso di forbici e di tronchesine che, spesso, sono la causa di ferite facilmente infettabili. Il trucco dell'unghia, costituito dallo smalto, dovrebbe essere alternato con periodi di riposo per permetterle di respirare e per tonificarla; infatti, molte scheggiature e rotture sono conseguenza di una situazione asfittica del sottocutaneo ungueale. Non sempre lo smalto è innocuo, infatti in alcuni soggetti si possono manifestare

steso sulle unghie con quelle parti. Lo smalto deve essere inoffensivo per l'unghia, persistente e ben aderente, essere suf-ficientemente duro per poter resistere a colpi e a sfregamenti frequenti e deve mantenere la brillantezza anche dopo immersioni delle mani in acqua con detergenti. Un consiglio estetico è quello di armonizzare il colore dello smalto con quello del rossetto, tenendo presente che una tinta troppo intensa e viva ha come effetto visivo quello di accorciare le dita, mentre un colore chiaro tende a snellirle e ad allungarle.

Quanto durano le unghie ricostruite? Dipende molto dalla cura che abbiamo nel mantenerle protette. È buona abitudine usare i guanti nelle faccende domestiche specie se si usano solventi o detersivi aggressivi. È necessario comunque effettuare una “manutenzione” ogni due-tre settimane circa per seguire le fasi della crescita dell’ unghia naturale e ripristinare eventuali rotture o scollamenti accidentali. Se applichiamo una tip sopra l’unghia naturale, salvaguardiamo quest’ultima dallo stress esterno e favoriamo la ricrescita spontanea. L’unghia naturale, crescendo porterà “in avanti” anche l’unghia artificiale che verrà quindi limata (mai tagliata) periodicamente come un unghia vera. Arriverà il giorno in cui l’unghia ricostruita sarà completamente consumata lasciando il posto all’unghia naturale che nel frattempo avrà raggiunto la lunghezza desiderata.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

dermatiti allergiche al collo o alle palpebre indotte dal contatto dello smalto

45


Quali regole seguire dopo la ricostruzione? Poche e semplici. L’unghia non deve aver contatti con liquidi acidi o corrosivi, deve utilizzare sempre una base prima dello smalto e utilizzare un solvente non corrosivo per rimuovere . Si deve anche avere cura della pelle intorno le unghie, e quindi usare olii e creme specifiche, non mangiare o tagliare le “pellicine”, evitare insomma qualsiasi stress che possa ripercuotersi sulla “matrice” (la fabbrica dell’ unghia che si trova sotto la pelle).

Quanto costa ricostruirsi le unghie? Il prezzo varia a seconda della tecnica usata, dalle zone e dai costi sostenuti per gestire l’impresa. Grosso modo oscilla dai 6/20 € a dito per la ricostruzione tip con french. Copertura naturale (no french – no tip) 4-10 € dito. Refill (ritocco corona mantenimento) 3-5 € dito. French manicure con gel (su unghia naturale) 4-8 € dito. Cambio lucido (con UV gel Final Fix viene fatto x coloro che hanno la mania di perfezione ogni settimana) 1,5-3 € dito. Estensione con Cartine (no-tip) 8-15 € dito.

L’Onicotecnica si occupa solo della ricostruzione? L’unghia è composta da una dozzina di parti anatomiche differenti e ognuna con una funzione ben precisa. La conoscenza dell’argomento è fondamentale per la cura e la prevenzione: la ricostruzione è solo la soluzione finale ad un problema trascurato alle origini. La tecnica corretta di un manicure fatto in casa, l’utilizzo di creme o oli per le mani, consigli per l’igiene, ecc. sono alcuni dei consigli che l’Onicotecnica ha l’obbligo di offrire ad ogni sua cliente.

46


I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

PIRAMIDE DEI LAVORI

47


5 LO TO CA

PI

I Problemi dell’Unghia

Oltre il 50% delle donne dichiara di avere almeno qualche problema di unghie: Le unghie si spezzano: la carenza di glicina e cisteina aumentano la tendenza

Le unghie sono fragili: la carenza di vitamine A-B-C-D si ripercuote sulla cheratina e rende le unghie più fragili. Le unghie crescono lentamente: la carenza di aminoacidi e vitamine ne rallenta la velocità di crescita. Le unghie si sfaldano: le unghie si sfaldano per varie cause: la disidratazione delle unghie causata da lavaggi troppo frequenti, soprattutto con acqua calda, ripetuto contatto con detergenti e solventi, traumi. La Perionissi: flogosi che interessa la zona d'impianto dell'unghia nella maggior parte dei casi è dovuta a infezione da parte di batteri piogeni, ma possono esserci in causa anche funghi, specialmente quelli del ceppo della Candida.

La fragilità idiomatica L’invecchiamento è la causa principale, ma anche diversi fattori ambientali possono svolgere un ruolo determinante favorendo la disidratazione dell’unghia: lavaggi frequenti, soprattutto in acqua calda, ripetuti contatti con detergenti e solventi. Si presenta con due quadri clinici principali: a) onicoressi, frequente soprattutto negli anziani: la lamina è assottigliata con striature e fissurazioni longitudinali (rilievi a corona di rosario). b) onicoschizia lamellina, comune solo nel sesso femminile, caratterizzata dallo sfaldamento progressivo degli strati più superficiali della porzione distale della lamina per cui l’unghia diviene fragile e si spezza a livello del margine libero che assume un aspetto dentellato.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

a spezzarsi.

49


Fragilità traumatica Il contatto per motivi professionali con prodotti chimici alcalini o acidi (chimici, personale sanitario, fotografi e pittori), o il verificarsi di ripetuti microtraumi durante l’esecuzione dell’attività lavorativa come può succedere a calzolai, carpentieri, falegnami, determina una maggiore frequenza di rottura unghie che può essere causa di notevole fastidio. Anche l’uso continuativo di smalti per le unghie può provocare una degranulazione degli strati più superficiali della lamina che presenta piccole chiazzette biancastre desquamanti, mentre una fragilità ungueale può essere la conseguenza dell’effetto disidratante dei solventi usati per rimuovere lo smalto.

Affezioni dermatologiche Può essere lesa anche la matrice ungueale o direttamente la lamina. Le alterazioni variano in rapporto alla parte dell’unghia colpita. Per esempio, nella psoriasi, patologia in cui l’interessamento delle unghie avviene nel 20-30% dei casi, quando è lesa la parte prossimale della matrice, le mo-dificazioni si evidenziano sotto forma di depressioni ampie, profonde ed irregolari sulla parte dorsale della lamina. Se la patologia interessa la parte intermedia della matrice, la conseguenza clinica è a tipo leuconichia. La colorazione bianca della lamina dovuta a danni della matrice ungueale è chiamata leuconichia "vera", in contrasto con la leuconichia "apparente" dovuta ad alterazioni del letto ungueale. La psoriasi della parte distale della radice può invece non manifestarsi all’esame clinico, se non come un lieve eritema della lunula. Ancora diversi i segni clinici se ad essere colpito è il letto ungueale. Alterazioni e fragilità ungueali possono verificarsi anche in corso di alopecia areata e lichen ruber planus. Anche in questa malattia la patologia a sede ungueale è diversa a se-conda dell’area lesa della matrice. Se l’alterazione è prossimale prevalgono le fissurazioni, quando l’atrofia della matrice è diffusa ne deriva una lamina sottile con

50


deformità a tipo “ala d’angelo” nelle sedi laterali, qualora la distruzione della matrice è totale segue l’anonichia. L' anonichia è la mancanza permanente di una o più unghie, solitamente congenito ed ereditaria, oppure dovuta ad azione di agenti traumatici o di infezioni. Se a essere colpito dal lichen è il letto ungueale; può verificarsi onicolisi. Onicolisi spesso scambiata per Onicomicosi da non specialisti, l'Onicolisi è in realtà una affezione piuttosto frequente e con-

unghie dei piedi (nella maggior parte in seguito a traumi) ma è alle mani che viene maggiormente avvertito il problema, soprattutto come danno estetico, in seguito alla formazione di uno spazio su-bungueale che può contenere sporcizia e al cambiamento di colore dell'unghia. La patogenesi dell'onicolisi è estremamente complessa in quanto le cause in grado di provocarla sono numerose. Le cause internistiche più frequenti sono costituite da fattori ormonali quali alte-razioni del funzionamento della tiroide ma anche numerosi farmaci (in primis le tetracicline) sono in grado di determinarla. Le stesse malattie dermatologiche (psoriasi, micosi, ecc.) sono in grado di provocarla con meccanismo secondario. Tuttavia la causa di gran lunga più frequente di Onicolisi nelle donne è quella cosmetica ed è dovuta essenzialmente all'abitudine di tenere le unghie molto lunghe e talora all'applicazione di determinate sostanze a scopo decorativo (per esempio sostanze usate per rimuovere lo smalto). Un altra causa frequente di Onicolisi di tipo cosmetico è costituita dall'applicazione di unghie artificiali. Per questo normalmente non è consigliabile indossare le unghie scolpite per più di tre mesi consecutivi.

Affezioni sistemiche e stati carenziali La fragilità ungueale è associata a numerose patologie sistemiche, ta-lvolta come sintomo specifico, altre come espressione tipica dell’affezione o dello stato carenziale. In caso di arteropatia organica o funzionale, si può verificare una diminuita vascolarizzazione della matrice causa assottigliamento e fragilità dell’unghia. Una condizione si-mile può riscontrarsi in molte malattie neuro-

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

siste in una separazione dell'unghia dal letto ungueale. Essa può colpire le

51


logiche che modificano il tono dei vasi e provocano alterazioni della vascolarizzazione dell’unghia. Un effetto indesiderato che accompagna il trattamento terapeutico con retinoidi aromatici. Gli aminoacidi più rappresentati nell’unghia sono la cistina, l’acido glutammico e l’arginina, fra gli oligoelementi lo zinco e il ferro. Sia una carenza di cistina che di ferro o selenio possono indurre ad un assottigliamento ed una fragilità della lamina, ma anche l’insufficiente apporto di Vitamine B6, A, C, E, e di Biotina può avere come conseguenza alterazioni dell’unghia.

Consigli generali Se la fragilità delle unghie è una conseguenza di malattie dermatologiche o sistemiche, Il trattamento della malattia di base è la condizione essenziale per un miglioramento del sintomo. Negli altri casi si possono tenere in conto una serie di comportamenti che migliorano il trofismo e la qualità delle unghie favorendone una crescita più forte e sana. In particolare chi svolge attività lavorative che mettono le unghie a rischio di microtraumi o di contatti con sostanze aggressive avrebbe l'obbligo di mantenere le unghie corte, indossare guanti di gomma con al di sotto guanti di cotone, ed evitare il più possibile ambienti umidi. L’applicazione più volte al giorno di topici idratanti e ristrutturanti, permette all’unghia di mantenere un livello di idratazione ottimale e di rimanere forte. L’assunzione di integratori alimentari contenenti oligoelementi (ferro, zinco, selenio), e vitamine (B6, C, E, biotina), e aminoacidi (cistina, arginino, acido glutammico) può migliorare la qualità e la consistenza delle unghie e facilitarne una corretta crescita.

52


Glossario:

Antibiotico: sostanza prodotta da Microrganismi o per sintesi chimica per combattere le infezioni batteriche. Tali sostanze uccidono i batteri e la microflora bloccando la riproduzione e agendo sui meccanismi di difesa o di riproduzione dei batteri stessi.

falosporine…). Caratterizzate ognuna dalla specificità d’azione e dal tipo di batteri contro cui agiscono. Antimicotico: preparato che combatte i funghi parassiti, forme di vita vegetale (ne esistono oltre centomila specie), che possono provocare diverse malattie. Le malattie da funghi sono generalmente localizzate sulla pelle o sulle mucose (per esempio la bocca). Solo in rari casi, e nei soggetti particolarmente indeboliti, si diffondono in tutto l’organismo. Diabete: malattia che si manifesta quando il pancreas non produce o produce in modo insufficiente insulina, l’ormone che ha il compito di far assorbire dalle cellule il maggior nutriente alimentare, il glucosio (lo zucchero semplice). Gran parte di questo zucchero resta quindi inutilizzato nel sangue e non concorre alle esigenze genetiche dell’orga-nismo. Ipertiroidismo: eccessiva attività funzionale della tiroide, la ghiandola che svolge importanti funzioni, tra cui la crescita, il metabolismo, l’attività circolatoria. Pellicola di dispersione: il materiale non completamente indurito rimane in superficie, formando la cosiddetta pellicola di dispersione. Il gel di modellamento applicato viene illuminato e in superficie rimangono i monomeri che non sono entrati nella catena. Onicofagia: alterazione patologica. Unghie rosicchiate, vallo infiammato ed ispessito, pelle intorno l’unghia rigonfia con conseguente danneggiamento della matrice.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

Esistono numerose e diverse classi di antibiotici tra cui (Penicilline, ce-

53


Onicolisi: distacco della lamina ungueale dal letto che può essere di natura meccanica o chimica. L’unghia presenta nelle zone staccate un colore diverso rispetto alla parte sana. Malattie come eczemi, funghi o micosi possono causarne la patologia. Onicoschisi: le unghie si presentano sfaldate a strati dal margine. Eccessiva disidratazione, con conseguente mancanza di sostanza intercellulare di cementazione. i Gel e le polimerizzazioni non provocano il suddetto inestetismo. Psoriasi: colpiscono preferibilmente altre zone. Sulle unghie causano lesioni simili a quelle dovute ai funghi (onicomicosi). La cura è difficile se non impossibile. Onicogrifosi: colpisce prevalentemente l'alluce. Il nome stesso evoca l'artiglio del rapace, infatti l'unghia si presenta ispessita, giallo-bruna, di dimensioni spropositate e incurvata a tal punto su se stessa che risulta difficile mettere la scarpe e talvolta anche camminare. È tipica delle persone anziane che hanno deviazioni ossee delle dita dei piedi, per esempio a causa dell'alluce valgo o dell'artrosi. Non esiste una terapia farmacologica efficace e l'unica cura è l'asportazione dell'unghia e della sua matrice per evitare la sua ricrescita. Si è deformato il margine libero dell’unghia verso il basso. In presenza di una forma normale dell’estremità del dito e di una la-mina ungueale aderente. L’unghia naturale è bene tenerla corta Unghie a vetrino d'orologio: le unghie sono molto ricurve, proprio come il vetro di un orologio, e tendono a ricoprire la punta dei polpastrelli che appare cianotica. Sono il segno tipico di una malattia cronica, polmonare o cardiaca e anche di disturbi dell'apparato digerente. Unghie di Terry (Leuconichia): sono caratterizzate dal totale imbiancamento di tutte le unghie delle dita e soltanto una piccola porzione vicino al loro bordo libero mantiene il colore naturale, normalmente rosato. Spesso sono indice di patologie del sangue. Unghie fragili: sono particolarmente frequenti nei casi di anemie.

54


Onimicosi della mano: sono malattie piuttosto comuni, perché le spore dei funghi presenti nell'ambiente contaminano facilmente lo spazio tra il polpastrello e l'unghia. La manifestazione clinica comincia in genere dal bordo libero, dove la lamina inizia a ispessirsi e a farsi opaca, friabile e biancastra un pò come il gesso. Con il tempo le lesioni si estendono verso la base dell'unghia, il colore diventa giallastro o marroncino e l'unghia, sfaldandosi all'interno, si solleva, si

Funghi e muffe: l'andamento della malattia non è sempre tipico. Il colore che l'unghia assume può essere a volte bruno-verdastro, se l'infezione è dovuta a funghi particolari come alcune muffe. Se il fungo è penetrato nella cosiddetta plica ungueale prossimale, cioè lo spazio esistente tra la lamina ungueale e la pellicina, il problema parte dalla base dell'unghia e tende ad avanzare verso il margine libero. Se l'agente responsabile è la candida, proprio quella che causa le vaginiti, si nota anche un'infiammazione della pelle attorno all'unghia, che si rigonfia e si arrossa (periossisi). Le Onicomicosi colpiscono sia le mani che i piedi, facendo ammalare una o più unghie, ma quasi mai tutte assieme. È sempre prudente eseguire un esame micologico, semplice e indolore, proprio per evitare costose terapie talvolta inutili se non addirittura dannose. Infezioni da batteri: i germi possono infettare l'unghia determinando lesioni che possono essere confuse con le onicomicosi. Nella fase acuta, nota come giradito, la pelle si rigonfia, si arrossa e talvolta può esserci una secrezione purulenta. Bastano pochi antibiotici per risolvere il problema. Nelle forme croniche, accanto ad un modesto gonfiore, si notano alterazioni del colore dell'unghia, che appare bruno-verdastra, e della sua superficie, che si fa ondulata. Le cure sono difficili, perché spesso l'insorgenza di queste infezioni è favorita da particolari attività lavorative che obbligano a tenere le mani in ambienti caldo umidi.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

separa dalla pelle sottostante e tende a svuotarsi.

55


ERRORI TECNICI:

RICOSTRUZIONE UNGHIE CON PRODOTTI DI MARCHE DIVERSE L’uso di marche diverse spesso porta ad una ricostruzione unghie che presenta problemi di adesione. Questo a causa dei tempi di polimerizzazione che risultano essere diversi, da una marca ad un’altra, poiché la composizione dei vari gel è strutturalmente diversa.

GEL CHE NON ADERISCE ALLE UNGHIE NATURALI Nel caso in cui la ricostruzione unghie in gel non aderisca bene il motivo è da ricercare in una inadeguata preparazione. L’unghia naturale per sua natura è ricoperta da un sottile film lipidico. Prima di procedere alla ricostruzione, bisognerà assicurarsi che l’unghia sia ben sgrassata, asciutta e opacizzata.

GEL CHE SI SFALDA AI BORDI Le cause che portano ad uno sfaldamento del gel sono diverse: 1) Abbiamo eseguito la lavorazione troppo vicino alle cuticole sporcandole con il formulato fotoindurente; ciò comporterà uno sfaldamento del formulato applicato che verrà respinto dal grasso della pelle. È sufficiente pulire ogni sbordatura, prima di polimerizzare. 2) Quando lo strato di gel è troppo sottile, si incorre nel processo di screpolatura e sfaldamento. 3) Quando lo strato di gel risulta essere troppo spesso, diventa difficile eseguire una limatura precisa ed omogenea.

GEL CHE SI SFALDA SULLE PUNTE 1) La ricostruzione unghie può staccarsi quando poggia su un’unghia naturale limata troppo a punta rispetto alle linee laterali dell’unghia che devono essere parallele al bordo dell’unghia. 2) Quando non è stata rispettata la giusta curvatura dell’unghia. Per garantire

56


una ricostruzione unghie stabile nel tempo, occorre eseguire la curva C dell’unghia in modo corretto ossia lo strato di gel, in prossimi-tà dei bordi dell’unghia, deve essere adeguato. 3) Per una inadeguata asciugatura di detergenti e sgrassanti, tipo Cleaner o Igienizzanti. 4) Il contatto del gel sulla pelle oltre l’unghia causa il distacco del gel (per

5) Durante il modellamento dell’unghia, si utilizza una eccessiva quantità di gel. 6) Se il gel di ricostruzione si stacca solo sulle punte dell’unghia pos-siamo ipotizzare: A) Rinforzando l’unghia naturale non abbiamo avvolto correttamente la sua punta con il gel, che prima o poi inizierà a sfaldarsi. B) La tip non è stata levigata bene prima che il gel venisse applicato.

IL GEL NON ASCIUGA Se dopo aver polimerizzato, quest’ultimo rimane viscoso, striato,quindi allo stato iniziale, le cause da ricercare sono: 1) Uso sbagliato del pennello (si è esercitata una notevole pressione del pennello). 2) Durante il modellamento del gel si utilizza un’insufficiente quantità di formulato. 3) I bulbi della lampada UV hanno perso intensità. Devono essere sostituiti dopo circa 300-400 ore lavorative. 4) La tip non è stata levigata bene prima dell’applicazione del gel. 5) Applicazione involontaria di Igienizzante o Cleaner sulla tip. 6) Applicazione di gel non compatibili al supporto in plastica(tip). 7) Applicazione di formulati di diversa marca.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

effetto del suo sollevamento) o lo sfaldamento a scaglie.

57


L’importanza della formazione Il metodo Manimania è improntato essenzialmente sulla formazione a più livelli. Ciò permette di soddisfare anche i corsisti più esigenti che investono le loro risorse per ottenere un ritorno adeguato in termini di preparazione. I livelli del metodo Manimania sono estremamente flessibili e proiettati verso la immediata operatività dei partecipanti. I livelli del metodo Manimania:

1° livello 2° livello All in One Artistic Nail Master Tech

L’obiettivo Manimania è di far aumentare le performance di coloro che investono su se stessi. Si rende necessario quindi frequentare un percorso formativo e non un solo corso. La colonna portante per un avviamento ed un mantenimento efficace ed efficiente della propria impresa ha come caratteristica fondamentale “La Formazione”. Oltre a ciò vanno sviluppate le conoscenze degli strumenti di lavoro indispensabili per semplificare ogni servizio. Infine educare le proprie clienti ad un uso corretto dei prodotti domiciliari diventa prioritario per il conseguimento della fidelizzazione.

58


L’igiene innanzitutto Gli strumenti da lavoro e gli indumenti personali perfettamente sterili e puliti, dimostrano alle vostre clienti sicurezza e valutazione di un controllo verso i rischi invisibili. Questo è il miglior fondamento per un duraturo e valido rapporto con la clientela. I vostri obblighi sono disciplinati sia attraverso la legge 626 che dall’ufficio sanitario locale.

oggetti appuntiti adoperati. I disinfettanti da utilizzare devono avere specifiche approvate e riconosciute per la disattivazione di virus e spore. Chi non osserva le mi-sure d’igiene incorre in sanzioni disciplinari.

Se una malattia infettiva si trasmette per causa vostra le conseguenze sono certamente peggiori di una semplice sanzione disciplinare.

Schedario clienti Ogni cliente va registrata su un’apposita scheda che ne conservi dati anagrafici, anamnesi, diagnosi, inestetismi, trattamenti estetici da eseguire o eseguiti e caratteristiche delle unghie.

Depliants informativi “La pubblicità è l’anima del commercio” Per un’adeguata comunicazione della vostra impresa, è fondamentale costruire la propria immagine attraverso un corretto percorso promopubblicitario che arrivi alle vostre clienti in modo efficace, comprensivo, coerente ed accattivante.

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

Lo smaltimento dei rifiuti deve avvenire solo dopo aver disinfettato tutti gli

59


Centro Pilota Nail Zone Italia


61

I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania速. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.


Per rispondere alle tue esigenze è oggi disponibile il nuovissimo NAIL ZONE MANIMANIA. Con il Nail Zone potrai offrire il servizio di ricostruzione unghie in un ambiente tutto nuovo e confortevole, unico ed esclusivo nella tua città. Manimania ti affianca nelle operazioni più importanti dall’allestimento alla formazione, con prodotti professionali di alta qualità e sempre all'avanguardia, creando un magico compromesso tra immagine e competenza. L'arredamento che proponiamo è estendibile, un Nail Zone che si adatta a qualsiasi tipologia di locale ed è disponibile in diverse soluzioni, che vanno da metrature minime di 12mq ad un massimo di 100mq. Manimania offre oltre a ciò un’avvio formativo professionale personalizzato basato su un percorso, indispensabile per offrire tutte le tipologie di servizi alla propria clientela. Solo qualche tempo fa si doveva andare a Londra, New York o Amsterdam per immergersi nell'atmosfera di un Nail Bar: immaginiamo un vero e proprio bar, con tanto di sgabelli al bancone, ma che serve, al posto di caffè, aperitivi e stuzzichini, un trattamento di bellezza completo per le proprie unghie affaticate dalla routine quotidiana, ma soprattutto annoiate dai soliti colori di smalto. Nasce sui banconi delle capitali “più in” del mondo la Nail Art, l’offerta che prevede trattamenti di ricostruzione

62


I diritti sono riservati esclusivamente al marchio registrato Manimania®. Tutte le trasgressioni verranno perseguite a norma di legge.

per avere unghie perfette e robuste, ma soprattutto laccate, magari arricchite da strass e piercing, insomma vere opere di arte moderna. in Italia sono invece le proposte come la French manicure, ovvero la copertura della punta delle unghie, che vanno ancora molto forte. Ma tante sono le proposte da offrire, per esempio attraverso le estensioni, che permettono di avere unghie dalla forma e lunghezza desiderata, e le decorazioni, di swaroysky o piccoli piercing che sono i più richiesti presso i nail bar all'avanguardia. L'arte della decorazione delle unghie richiede l'uso di alcuni semplici strumenti, di prodotti specifici per disegnare, decorare e colorare l'unghia, e soprattutto di fantasia. La Nail Art è tanto amata all'estero che addirittura ha fatto registrare una nascita esponenziale di vere e proprie riviste esclusivamente dedicate a quest'arte. In Gran Bretagna i saloni più gettonati sono le catene di nail bar con un minimo di 7 postazioni ciascuno, per curare le esigenze dei clienti con le attrezzature e le strutture più adeguate, come per esempio i "nail dryers", dei veri e propri "asciuga unghia". Il business della nail art sta lentamente facendosi avanti anche in Italia, dove sono cinquanta le aziende specializzate in decorazione unghie. Basta seguire un breve corso in nail art, et voilà, ci si può improvvisare esponenti di questa nuova urban art e aprire il proprio studio. Tra le ultime novità ci sono perline, brillantini, pennarelli, adesivi, sigillanti per nail art, persino i piccoli trapani per eseguire un foro nell'unghia per facilitare l'applicazione di piercing. Un trattamento a tutte e due le mani in un nail bar può arrivare fino a 120 euro, e un nail artist, detto anche "nail designer", può guadagnare molto bene, tutto dipende dal talento e dal suo estro. Chi non si può permettere di spendere cifre simili, ma desidera avere unghie irresistibili, può sempre offrirsi come modella durante i vari corsi o darsi al fai-da-te. Addio quindi ai vecchi smalti rosa pallido e perlato, d'ora in poi solo unghie lunghe, colorate e fantasiose, non faciliteranno forse l'invio di sms o di e-mail ad amici e spasimanti, ma anche sedersi ad un nail bar, magari sorseggiando un aperitivo, può far nascere nuove amicizie e complicità tra ragazze e, perché no, tra ragazze e ragazzi. Secondo un recente sondaggio infatti i clienti dei nail bar all'estero sono al 90% donne, ma il rimanente 10% è composto da uomini che si sottopongono a manicure e a trattamenti di ricostruzione almeno una volta al mese. A chi vorrà sedurre ed allo stesso tempo essere sedotto, converrà frequentare più spesso un Nail Zone... Manimania Nail Zone propone un allestimento completo di reception e banco lavoro per 2 o più persone.

63


Distributore esclusivo ELICA S.r.l. SEDE LEGALE: via Plinio 7 - 00193 Roma - ITALY - LOGISTICA: via del Duomo 3 - 02100 Rieti - ITALY tel. +39 0746 1970488 - fax +39 0746 1970838 - www.manimaniagroup.com


Manuale tecnico