Page 1

Numero 11- Novembree 2011

Eventi della Formazione

La gestione in sicurezza degli agenti cancerogeni, mutageni e chimici pericolosi Obiettivi Formativi: Acquisizione di conoscenze e competenze per la prevenzione e protezione nell'uso degli agenti in sala operatoria Acquisizione di conoscenze per la valutazione del rischio Destinatari: Individuati ed invitati dal Servizio prevenzione e protezione Calendario: 16/12/2011, 4.30 ore, Crediti Formativi: 4 Riferimenti: Responsabile: Ing. G. Verdolini Resp. Servizio prevenzione e protezione Trattamento innovativo del piede torto congenito Obiettivi del percorso formativo: Acquisizione di conoscenze inerenti la corretta diagnosi della malformazione, la corretta terapia chirurgica tradizionale del ptc ed i suoi risultati, Acquisire conoscenze e competenze relative alla nuova metodica in modo teorico e pratico, facendone rilevare i netti vantaggi ed i migliori risultati e

formare operatori sanitari in grado di gestire tale metodo in modo capillare a livello regionale. Destinatari: Medici e personale riabilitazione Calendario: 29/11/2011, 7 ore – Aula Magna Crediti Formativi: 7 Responsabile, dott.ssa A. Novembre, AdF, dott. R. Della Lena, Segreteria R. Latragna

Anno 2008

Incontri con gli animali nell'ospedale pediatrico Obiettivi Formativi: Acqusizione di conoscenze e competenze relative a: la gestione della Pet-Therapy in ambito ospedaliero e per riconoscere i benefici della terapia Destinatari: Medici, infermieri, tecnici sanitari di radiologia, fisioterapisti, logopedisti, OSS Calendario: 01/12/2011 Durata: 8 ore fruibili in un unica giornata o in due pomeriggi consecutivi, Crediti Formativi: 9 Riferimenti: Segreteria organizzativa: Manuela Quarantini (quarantini@unifi.it) - Iscrizione obbligatoria

2.671

42,1

Interventi Chirurgici totali

6.629

8.240

1.611

24,3

489

1.356

867

177,3

1.379

2.271

892

64,7

433.155

580.668

147.513

34,1

Attività sanitaria, i risultati degli ultimi tre anni

da “Cerca documenti” ed inserire le parole chiave programma, o scheda iscrizione

Trova gli eventi e scarica i documenti sulla Nuova Intranet http://intranet.meyer.it.

Ufficio Stampa Roberta Rezoa!i Tel. 055.566.2302 / e-mail r.rezoa!i@meyer.it Gruppo di Comunicazione comunicazione@meyer.it

Diff. %

9.011

Prestazioni Ambulatoriali

Eventi consultabili on line La descrizione sintetica dei programmi formativi è pubblicata sul Nuovo Sito Intranet Formazione / Eventi formazione, per approfondimenti effettuare la ricerca

Diff.

6.340

Dimessi da Regime di Ricovero Ordinario Extraregione

L'umorismo e il dolore: i clown nell'ospedale pediatrico Obiettivi Formativi: Acqusizione di conoscenze e competenze relative a: Le basi teoriche e scientifiche della gelotologia ed i beneficidell’ umorismo.Vantaggi e limiti dell’attività del clown in corsia nell’ospedale dei bambini I concetti generali per alleviare la sofferenza in ospedale attraverso l’uso delle tecniche non farmacologiche Destinatari: Medici, infermieri, tecnici sanitari di radiologia,fisioterapisti, logopedisti, OSS Calendario: 02/12/2011 Durata: 8 ore fruibili in un unica giornata o in due pomeriggi consecutivi, Crediti Formativi: 9 Riferimenti: Segreteria organizzativa: Manuela Quarantini (quarantini@unifi.it) - Iscrizione obbligatoria.

Proiezione 2011

Dimessi da Regime di Ricovero Ordinario

Dimessi da Regime di Ricovero Ordinario con Peso Rela} tivo >2,5

L’Editoriale

Piano annuale di formazione 2012 AOU Meyer E’ in fase di elaborazione e successiva validazione il piano di formazione e anche le relative numerose proposte pervenute da tutti i dipartimenti e da animatori di formazione, Responsabili e Referenti. Con la direzione aziendale sono stati effettuati degli incontri per analizzare i bisogni formativi a carattere trasversale e sono state perfezionate delle proposte che saranno inserite nel Piano. Un’opportunità ulteriore riguarderà la fase sperimentale della formazione a distanza avviata nel presente anno. Per segnalazione di problemi, suggerimenti, necessità di supporto o bisogni formativi specifici è sempre possibile contattare il proprio Responsabile o direttamente la Responsabile del Settore Formazione (C. D’Agostino) o gli Animatori di Formazione (V. Abagnale, S. Boschi, R. Della Lena, M. Guidotti, C. Neri, A. Zappulla).

1

I dati riportati nella tabella qui riprodotta sintetizzano l’attività sanitaria erogata dal nostro Ospedale negli ultimi tre anni e documentano lo straordinario miglioramento quantitativo e qualitativo prodotto dal lavoro di tutti. In termini quantitativi, sia i ricoveri, sia gli interventi chirurgici, sia le prestazioni ambulatoriali sono nettamente aumentati: il nostro Ospedale, quindi, utilizza in maniera ottimale le risorse di cui dispone e garantisce una sempre crescente e molto elevata capacità di risposta assistenziale agli utenti. In termini qualitativi, la nostra capacità di attrazione extra-regionale è aumentata di ben il 60%; la quota di casistica a più elevata complessità è aumentata addirittura di oltre il 170 per cento. Conoscere e condividere questi risultati è importante non soltanto perché rafforza la nostra autostima e ci fa comprendere che siamo sulla strada giusta, ma soprattutto perché ci aiuta a rispondere nel migliore dei modi alle nuove sfide che la programmazione regionale ci chiede di affrontare. Infatti, dal prossimo anno anche all’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer sarà imposto il “tetto di attività”: ovvero, la Regione Toscana riconoscerà al nostro Ospedale per il complesso delle prestazioni erogate una remunerazione non superiore a quella riconosciuta negli ultimi esercizi. Esulano da questo vincolo finanziario soltanto due tipologie di presta-

zioni sanitarie: i ricoveri di più elevata complessità e le prestazioni erogate a pazienti residenti in altre Regioni. Questa rilevante novità modifica sensibilmente il ruolo che ci è affidato dalla programmazione regionale, la quale ci chiede di concentrare le nostre attività sulla casistica di più elevata complessità, ivi compresa quella proveniente da altre regioni. L’evoluzione che ha caratterizzato l’attività del nostro Ospedale è, quindi, sostanzialmente coerente con le nuove indicazioni regionali, sebbene con una significativa novità: dobbiamo imparare ad adattare il nostro equilibrio gestionale ed il nostro modello assistenziale al rigoroso razionamento delle prestazioni di non elevata complessità. E’ una sfida complessa e difficile, che comporta una rapida capacità di far evolvere le nostre relazioni con i pediatri di famiglia e con le altre strutture pediatriche regionali ed anche extra-regionali. Ed è anche una sfida che comporta un ulteriore forte miglioramento dei nostri livelli di appropriatezza organizzativa e clinica. E’ una sfida che siamo in grado di affrontare: questo ottimismo non si regge solo sulla volontà, ma sulla consapevolezza dei risultati che abbiamo già conseguito, come è chiaramente documentabile dai dati qui riportati. Tommaso Langiano


Vita di Azienda

Infermieristica

Si rinnova l’appuntamento con la colazione aperta a tutti gli operatori del Meyer L’appuntamento è nella mattinata del 15 dicembre

Appuntamento con la tradizionale colazione che l’Azienda Ospedaliero Universitaria dedica a tutti gli operatori del Meyer. Come è ormai consuetudine la colazione è prevista a buffet dalle ore 6 alle ore 8.45 il giorno del 15 dicembre nello spazio della Hall Serra. Con questa iniziativa l’Azienda e tutti gli operatori ricordano una data impostante per il Meyer: la notte del 14 dicembre 2007, quando il nostro Ospedale si mise in viaggio per portare i bambini in questa nuova sede, che proprio grazie agli operatori li accolse con amore e attenzione.

Quella notte si concluse nella mattinata, tra le tazze fumanti di caffè e le brioche ancora calde del forno che quanti parteciparono al trasferimento dal vecchio al nuovo Meyer consumarono insieme. Ogni anno il Meyer rinnova quell’appuntamento nello stesso modo, con una colazione, a suggellare la voglia di crescita, cambiamento , rinnovamento e capacità di cogliere le sfide, anche quelle più ardue, che da sempre contraddistingue l’Ospedale Pediatrico Meyer e tutto il personale che vi lavora.

Calendario degli incontri periodici con la Direzione Aziendale Secondo Semestre 2011 DIRETTORI DAI (15.00-17.00, Sala riunioni Direzione)         30 Novembre 2011       

INFERMIERI, TECNICI, OSS AUSILIARI (14.00-15,30, Aula Magna)      7 Dicembre 2011        2° piano     

Dall’Alto Adige al Meyer, due giorni di confronto tra infermieri e coordinatori infermieristici Dal 25 al 27 ottobre il Meyer ha ospitato per uno stage la coordinatrice della Pediatria, del DH e del Pronto Soccorso Pediatrico del presidio ospedaliero di Bolzano e una sua col laboratrice. Obiettivo dello stage era di approfondire gli aspetti organizzativi e gestionali di alcune nostre realtà assistenziali (PS/DEA, area del ricovero diurno, area ambulatoriale), di potere osservare le attività ivi svolte e di avere un confronto diretto con gli operatori per approfondire tematiche legate alla gestione dei processi interdisciplinari, all'organizzazione della continuità assistenziale intra- ed axtraospedaliera, alla documentazione delle attività infermieristiche e ai percorsi di supporto amministrativo alle attività assistenziali . Le colleghe hanno incontrato il Direttore Infermieristico, il Bed Manager, l’infermiera coordinatrice della continuità assistenziale, le infermiere coordinatrici del DEA e del DH centralizzato e hanno poi effettuato un trainig osservazionale e di conoscenza diretta dei processi organizzativi e assistenziali inerenti alla Chirurgia, Neurochirurgia e TIN con particolare riferimento agli ambulatori infermieristici. Hanno infine visitato la Pediatria A quale area di loro prevalente interesse per la gestione assistenziale in regime di ricovero. Al termine dello stage le colleghe di Bolzano hanno incontrato gli infermieri coordinatori e gli infermieri di riferimento delle attività assistenziali osservate fornendo loro un feedback sui punti di forza e di debolezza riscontrati.

A cura de!a Dr.ssa Angela Brandi

Corso In-Formazione per neo-assunti Si svolge il 5 dicembre il Corso di in-formazione di base sul D.LGS 81/08 per neoassunti Obiettivi Formativi: Acquisizione di conoscenze relative alla prevenzione nei luoghi di lavoro, ai rischi presenti con riferimento anche agli agenti chimici, cancerogeni e mutageni e radiazioni. Acquisizione di conoscenze relative al piano di emergenza ed evacuazione antincendio

2

Tra i punti di forza figurano: la registrazione delle prestazioni infermieristiche in OBI; la capacità del personale infermieristico dell’OBI di affrontare qualsiasi problema; il buon funzionamento del triage infermieristico al DEA; la grande disponibilità dimostrata dai colleghi infermieri e coordinatori; il grande senso di appartenenza degli infermieri all’azienda; l’attività ambulatoriale a gestione e conduzione infermieristica; il riconoscimento del ruolo infermieristico che si rileva osservando l’elevato grado di autonomia con cui gli infermieri operano e il lavoro interdisciplinare e interprofessionale che si rileva osservando la relazione medico-infermiere. Tra i punti deboli riscontrati è stato posto l’accento su: l’assetto strutturale dell’OBI che richiede attenzione agli operatori nel garantire la privacy e l’assetto strutturale della PMB che richiede attenzione agli operatori nel garantire la sorveglianza. Hanno espresso un giudizio complessivo molto positivo sulla loro esperienza al Meyer e sul modello organizzativo e assistenziale adottato del quale la loro specifica realtà intende nel futuro mutuare i principi di riferimento ai fini di rafforzare e sviluppare anche nel loro ospedale i principi e la pratica dell’autonomia professionale infermieristica.

7

Destinatari: tutto il personale neoassunto Calendario: 05/12/2011, 4 ore e 30 minuti, Crediti Formativi: 4, Sede: Aula Magna Riferimenti: Responsabile: Ing. G. Verdolini Resp. Servizio prevenzione e protezione Segreteria: R. Latragna


Vita di Azienda

Ricerca Scientifica

Cinque giovani in servizio civile dalla Noi per Voi E’ iniziata il 10 novembre l’attività presso l’Associazione “Noi per Voi” per il Meyer – Genitori contro le leucemie e tumori infantili Onlus dei 5 giovani che hanno superato il colloquio di valutazione per il Servizio Civile Regionale. Il progetto dell’associazione è stato, infatti, approvato e finanziato dalla Regione Toscana Hanno potuto presentare domanda giovani tra i 18 e i 30 anni interessati a dedicare, per un anno, alcune ore al giorno per la realizzazione di un progetto di solidarietà sociale e di tutela della salute rivolto alle famiglie con figli affetti da varie patologie e che si trovano in un momento di particolare difficoltà e sofferenza. Buona parte del loro impegno sarà  al domicilio delle famiglie in un’ottica di supporto nel quotidia-

Il Meyer premia le tre migliori pubblicazioni scientifiche dei ricercatori under 40

no: offriranno compagnia, forniranno indicazioni per l’attivazione di procedure e pratiche (ad ex la preparazione della documentazione per la richiesta dell’invalidità e del domicilio sanitario, la ricerca di un alloggio, i documenti necessari per le famiglie straniere), aiueranno la famiglia proveniente da fuori ad orientarsi  nella città ed a mettere radici nel tessuto sociale.   Coordinatrice del progetto e responsabile della supervisione delle attività per la “Noi per Voi”, è Donatella Paggetti, psicologa-psicoterapeuta, ormai attiva all’interno dell’associazione e nel reparto di Oncoematologia del Meyer dal 1999.

L’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer premia le tre migliori pubblicazioni scientifiche realizzate dai giovani ricercatori sotto i 40 anni dipendenti dell’Ospedale, destinando complessivamente un montepremi di 10 mila euro, messi a disposizione dalla Fondazione Meyer nell’ambito del Programma “Giovani Ricercatori”. Il Premio, fortemente voluto dalla Direzione Generale, ha l’obiettivo di far emergere le migliori pubblicazioni realizzate nel biennio 20102011 da promettenti pediatri, evidenziando i risultati di eccellenza rimasti nascosti tra le giovani leve del Meyer. Come avviene in ambito internazionale per concorrere al Premio Giovani Ricercatori, occorre avere un’età non superiore a 40 anni, essere primo autore della pubblicazione ed essere affiliati al Meyer nella pubblicazione stessa. I lavori, per poter essere presi in considerazione, devono essere riportati su PubMed. Per concorrere al Premio c’è tempo fino al 30 novembre 2011, dopodiché il Comitato Scientifico Internazionale

Vita di Azienda Ecco “Pediatria” per la formazione delle giovani leve di pediatri Dal la tradizione della Clinica Pediatrica universitaria dell’Ospedale Pediatrico Meyer è stato dato alle stampe un nuovo volume. Ultimo prodotto di questa vocazione alla formazione è il testo “Pediatria”, freschissimo di stampa e dedicato agli studenti di Medicina e Chirurgia, agli studenti delle altre lauree sanitarie, agli specializzandi di Pediatria, Neuropsichiatria Infantile e Chirurgia Pediatrica, ai medici di medicina generale ed ai pediatri. Il testo, di oltre 700 pagine con abbondante iconografia ed accattivante grafica, è stato ideato e curato dal Prof. Maurizio de Martino. I 36 capitoli spaziano dalla cura all’aver cura del bambino secondo i criteri della medicina basata sulle prove scientifiche e secondo il distillato di esperienza di 62 coautori, tutti professionisti del nostro Ospedale.

Abbonamento Ataf a prezzo agevolato per i dipendenti del Meyer Per chi utilizza i mezzi pubblici ATAF ricordiamo che l’AOU Meyer ha in corso agevolazioni per gli abbonamentiannuali che, ricordiamo si possono ottenere al prezzo di 279 euro, esclusivamente riservato ai dipendenti AOU Meyer. Ricordiamo a chiunque abbia un abbonamento mensile, che con quello annuale per il Meyer c’è un risparmio di 141 euro. Inoltre per tutti i dipendenti del Meyer è possibile acquistare l’abbonamento recandosi presso l’Ufficio Mobility Manager, comunicando i dati anagratici e la vostra fotografia a Renata Ravasio.. Info: r.ravasio@meyer.it oppure al 2939

presieduto dal professor Lorenzo Moretta provvederà ad esaminare i singoli lavori, proclamando ai primi mesi del 2012 i tre vincitori, rispettivamente del primo premio (5 mila euro), secondo premio (3 mila euro) e terzo premio (2 mila euro). Con questo Premio, di nuova istituzione, l’Azienda vuole quindi far emergere le nuove e più promettenti leve del Meyer in ambito medico-scientifico, intensificando l’impegno di creare le condizione affinché sia sempre più forte integrazione tra l’attività clinica e la ricerca scientifica. Una sfida che pone il Meyer tra le realtà più innovative, consapevole che questa sfida condizionerà sempre di più i livelli di qualità dell’assistenza offerta. Per informazioni si prega contattare la Segreteria Scientifica ai seguenti recapiti: Katalin Majer Interno: 2365 E-mail: k.majer@meyer.it

Il Bando è scaricabile su Intranet

Ricerca Scientifica Seminario inaugurale del Master di Fisioterapia Si terrà il 2 dicembre dalle ore 8.30 alle ore 17,30 presso l’Aula Magna 2° Piano dell’AOU Meyer il Seminario Inaugurale del Master in Fisioterapia Pediatrica dell’Università di Firenze, anno accademico 2011-2012. L’appuntamento che avrà come tema “Fisioterapisti nella ricerca clinica in area pediatrica”, rientra come convegno nazionale GIS AIFI. “La giornata - spiegano gli organizzatori -si propone di fornire alcune indicazioni precise per permetterci di approcciarsi alla clinica con un “comportamento da ricercatore” e di muoverci con maggior sicurezza nel terreno della ricerca. La parte culturale-teorica tratterà temi specifici, selezionati ad hoc come gli elementi dello “starter kit” della ricerca per il fisioterapista, approfonditi poi nei workshop nel pomeriggio. Info: fisioterapia@meyer.it.

Ulteriori informazioni su Intranet nell’apposita sezione

6

3


Meyer Ricerca

Ricerca scientifica

Il Seminario “Ricerca e Clinica” Molto interesse ha suscitato il seminario mensile ‘Ricerca & Clinica’ del 4 novembre, che ha visto come protagonista il DAI Emergenza ed Accettazione e di Area Critica, diretto dal Dr. Francesco Mannelli. Punto di forza da segnalare sono state le connessioni stabilite in modo dinamico tra le due componenti del seminario. La presentazione sulla ricerca, affidata al Dr. Marco de Luca, Responsabile del Programma Simulazione del Meyer, è stata introdotta dal Dr. Francesco Mannelli ed ha avuto come argomento il Programma Simulazione ad alta fedeltà. Ne sono state illustrate le motivazioni, è stata ripercorsa la storia dei programmi di simulazione in generale e in particolare presso la nostra Azienda, con particolare attenzione alla collaborazione con il Children’s Hospital Boston. Il Programma di Simulazione in situ, iniziato nel 2009 con il coinvolgimento dei medici e infermieri del DEA e Trauma Center, permette di focalizzare l’attenzione sia su algoritmi assistenziali che sull’importanza fondamentale del lavoro in team nelle situazioni di emergenza. Questo è reso possibile attraverso scenari resi realistici da manichini ad alta fedeltà, seguiti da debriefing strutturati. L’importanza di questa attività viene sottolineata dalla sua presenza nel nuovo Atto Aziendale, come programma da estendere a tutto l’Ospedale. E’ stato successivamente presentato un caso clinico di shock anafilattico preparato congiuntamente dal DAI Emergenza ed Accettazione e di Area Critica, dall’Ambulatorio Specialistico

Seminario Mensile “Ricerca e Clinica” Venerdì , 2 dicembre 2011 Aula Magna 2* Piano dalle ore 8 alle ore 9,30

di Allergologia del DAI Pediatria Inte r n i s t i c a e dal Rischio Clinico (AOU Me y e r ) . I l caso clinico, in realtà scenario di più simulazioni effettuate in PS, è stato ideato per evidenziare l’importanza della simulazione in situ nella gestione del rischio clinico. Questo progetto ha permesso di utilizzare tale esperienza per la realizzazione di un audit proattivo da cui è scaturito un Percorso Assistenziale del paziente pediatrico con anafilassi nato dalla collaborazione fra il DEA e l’Ambulatorio Specialistico di Allergologia, ora disponibile a livello aziendale. Il percorso condiviso definisce i tempi di osservazione in DEA e la corretta modalità di accesso all’Ambulatorio di Allergologia per l’attivazione di un work-up diagnostico che consenta l’individuazione dell’allergene, dei fattori di rischio e soprattutto il training del paziente e dei care-givers sul corretto utilizzo di farmaci salvavita.Autori della presentazione sono Dr. Francesco Mannelli, Dr. Marco de Luca, Prof. Elio Novembre, Dr. Francesca Mori, Dr. Angela Savelli, Dr. Raffaele Ammannati.

Meyer Ricerca Audit Clinico Antibiotico-Profilassi .Il giorno 9 novembre, si è svolto un audit clinico sull’antibiotico profilassi perioperatoria. Si tratta di una nuova esperienza, nata dall’esigenza di riconsiderare la pratica clinica relativamente a questo importante argomento. Un campione di 115 cartelle cliniche di pazienti dimessi con DRG chirurgico, è stato analizzato, confrontando la pratica clinica con le raccomandazioni delle più autorevoli linee guida disponibili. Per ciascun paziente è stato valutato il ricorso all’antibiotico profilassi perioperatoria, il tipo di antibiotico scelto, il timing di somministrazione, il ricorso ad una seconda dose intra operatoria in rapporto alla durata dell’intervento, il dosaggio complessivo in rapporto al peso del paziente. La valutazione della casistica ha permesso di identificare un mancato ricorso all’antibiotico profilassi in circa il 20% di interventi e un uso inappropriato (cioè non raccomandato) della procedura nell’8% dei casi. E’ emerso un ampio ricorso a molecole inappropriate (cefalosporine di terza generazione), una tendenza al sovra-uso della seconda somministrazione e un ricorso a terapie antibiotiche post intervento anche in assenza di specifiche indicazioni. La presentazione dei risultati è stata seguita da una discussione moderata dal dott. Marco Geddes e dalla dott.ssa Francesca Ciraolo (del PO Santa Maria Nuova) a cui hanno preso parte tutte le figure professionali direttamente o indirettamente coinvolte nell’argomento (Klaus Biermann, Bruno Noccioli, Luca Landi, Alessandra Martin, Luisa Galli, Lorena Di Simone, Nicola Pierossi, Salvatore

Le presentazioni sono scaricabili su Intranet

Corso Europeo di Supporto Rianimatorio Si svolge il 14 dicembre il Corso Europeo di Supporto Rianimatorio Immediato in età pediatrica Obiettivi Formativi: Acquisire conoscenze e competenze per riconoscere i bambini a rischio di arresto respiratorio, prevenire l’arresto cardiorespiratorio nei bambini; rianimare e stabilizzare un bambino in insufficienza respiratoria, peri arresto o arresto cardiopolmonare in attesa dell’intervento del team intraospedaliero di soccorso

p e d i a t r i c o avanzato.Destinatari: Medici e infermieri Calendario: 14/12/2011, 8 ore, Crediti Formativi: 9 Riferimenti: Responsabile dott. M. de Luca Informazioni e iscrizioni su apposita scheda: Roberta Latragna

4

5

De Masi, Anna Maria Calvani, Nadia Ordano, Roberto Schiatti). Seguirà l’a g gior namento del protocollo aziendale e una sua più ampia e incisiva diffusione tra gli operatori, oltre che l’adozione di una serie di iniziative volte a rendere più completa, precisa e intellegibile la documentazione sanitaria, che ha mostrato alcune lacune sia nella strutturazione che nella completezza di compilazione. Tali iniziative saranno seguite da un reaudit che consentirà, dopo un tempo minimo ragionevole, di valutare il miglioramento dell'adesione dei professionisti ai protocolli basati sulle evidenze scientifiche. L’intero percorso è stato accreditato ECM e si inserisce nel più generale discorso del governo clinico basato sulla condivisione. Per garantire la condivisione dei risultati di questo primo ciclo di audit, da cui dipendono le direttrici di lavoro successive, entro pochi giorni sarà prodotta una relazione dettagliata, che sarà inoltrata alla Direzione e da questa ai direttori delle SOD chirurgiche, affinché concorrano alla redazione del protocollo interno attraverso suggerimenti e critiche. A cura del Dr. Salvatore De Masi e Dr. Klaus Biermann .

Meyer Informa Novembre 2011  

Giornale aziendale Aou Meyer, edizione novembre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you