Page 1

Numero 9- Settembre 2011

Eventi della Formazione

Le miopatie metaboliche: dalla diagnosi alla terapia Obiettivi Formativi: Acquisizione di conoscenze relative alla Malattia di Pompe, aspetti diagnostici, terapia e screening neonatali Destinatari: Medici varie specializzazioni, chimici, biologi, tecnici di laboratorio Aula Magna Meyer 29/09, Durata: 7 ore,Crediti : 7 (ECM Nazionale) Riferimenti: Iscrizione gratuita ma obbligatoria alla Scientific Press srl - Segreteria scientifica Dr M. A. Donati Convegno: Sincope in età pediatrica Obiettivi Formativi: Acquisizione di conoscenze e competenze per la gestione medica del bambino con sincope Destinatari: Dirigenti medici e infermieri area cardiologia pediatrica Aula Magna 30/09/ 20 Durata: 5 ore, Crediti Formativi: 4 Riferimenti: Responsabili del programma formativo Luciano De Simone e AdF Roberto Della Lena, Segreteria organizzativa r.latragna@meyer Gestione degli accessi vascolari nei pazienti pediatrici Obiettivi Formativi: Sviluppare/Aggiornare le competenze teorico-pratiche dei professionisti coinvolti nella gestione degli accessi vascolari per diminuire le complicanze e le infezioni correlate. Destinatari: Professionisti sanitari coinvolti nella gestione e nell’utilizzo degli accessi venosi. Per

il personale neo-assunto il corso è ritenuto aggiornamento obbligatorio. Calendario: 03/10/2011, 07/ 11/2011 Durata: 8 ore,Crediti Formativi: 8 Riferimenti: Antonella Baggiani, Staff della Direzione Infermieristica Tecniche farmacologiche per il controllo del dolore nel bambino Destinatari: Medici, infermieri Durata: 14 ore suddivise in due giornate consecutive (27 e 28 ottobre), Crediti Formativi: 1 Segreteria: Manuela Quarantini (quarantini@unifi.it) Iscrizione obbligatoria

In questo numero: ✔Ticket sanitario. lettera dell’Assessore Scaramuccia

✔Il progetto del Meyer per il popolo Saharawi

✔Dal 30 ottobre si spegne la vecchia Intranet, va la nuova

✔Ai giovani ricercatori il “Premio Porcellino”

✔Parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale

Il dolore nel Neonato Destinatari: Medici, infermieri, fisioterapisti, OSS Calendario: 26/10 Durata: 8 ore,Crediti Formativi: 8 Segreteria: M. Quarantini (quarantini@unifi.it) - Iscrizione obbligatoria

Nuovo ticket sanitario : lettera dell’Assessore Scaramuccia agli operatori del Meyer

Il gioco simbolico Obiettivi Formativi: Acquisizione di conoscenze relative a: - Il gioco simbolico (storia ed applicazione) – L’uso e la capacità riutilizzare il gioco simbolico – Il gioco simbolico in ambito ospedaliero. Destinatari: Medici e infermieri Durata: 30 ore suddivise in 5 pomeriggi dal 14.10 al 16.12, Crediti Formativi: 29 Segreteria: R- Latragna, Animatore Formazione: Roberto Della Lena.

E’ con piacere che pubblichiamo il contenuto della missiva che l’Assessore regionale per il Diritto alla Salute ha inviato al Direttore AOU Meyer Tommaso Langiano in seguito all’introduzione per fasce di reddito del ticket sanitario in Toscana.

L'umorismo e il dolore: i clown Destinatari: Medici, infermieri, tecnici sanitari di radiologia, fisioterapisti, logopedisti, OSS Calendario: 20/10 , 17/11 , 02/12/ Durata: 8 ore fruibili in un unica giornata o in due pomeriggi consecutivi, Crediti: 9 Segreteria M- Quarantini (quarantini@unifi.it) - Iscrizione obbligatoria Incontri con gli animali Destinatari: Medici, infermieri, tecnici sanitari di radiologia, fisioterapisti, logopedisti, OSS Calendario: 21/10 , 24/11 , 01/12 Durata: 8 ore fruibili in un unica giornata o in due pomeriggi consecutivi, Crediti Formativi: 9 Segreteria M- Quarantini - Iscrizione obbligatoria

In primo Piano

Corso di emergenza interna antincendio e di evacuazione Obiettivi Formativi: Approfondire le conoscenze sui principali decreti, leggi, norme tecniche e circolari in materia antincendio; Acquisire le necessarie informazioni sui temi specifici della combustione, dell’incendio e delle patologie ad esso collegate; Saper identificare i pericoli di incendio e le misure di sicurezza antincendio; Conoscere il piano di emergenza e di evacuazione; Destinatari: Tutto il personale neoassunto e di recente assunzione che non ha ancora effettuato il corso e il personale che ha effettuato il corso nel 2003 Calendario: 05/10, 26/10 Durata: 8 ore Crediti Formativi: 8 Segreteria: R. Latragna - Contattare il proprio responsabile per concordare le date di partecipazione.

Caro direttore, desidero esprimerti il mio apprezzamento per la competenza e il senso di responsabilità con cui tutta l’Azienda ha lavorato per avviare, con i minori disagi possibili, la non semplice operazione del ticket sanitario. Abbiamo lavorato in tempi stretti per introdurre una misura completamente inedita e il risultato è stato complessivamente soddisfacente.

Nei momenti importanti il sistema è in grado di raccogliere la sfida e di vincerla, con professionalità e disponibilità umana. Ora continuiamo a lavorare per migliorare l’organizzazione dei servizi, certi di aver imboccato la giusta strada dell’equità e della sostenibilità. Ti prego di estendere a tutti gli operatori impegnati il mio ringraziamento personale. Daniela Scaramuccia

Eventi in pillole • Corso Teorico pratico di Rianimazione Neonatale - 03/10 - 04/10- CF 18 • Formazione e retraining sulla gestione infermieristica del diabete all'esordio - 04/10- CF 4

• Corso informazione di base D.LGS 81/08 per neoassunti - 20/10, 15/11, 05/12/ – CF 4

Seminario Mensile “Ricerca e Clinica” Venerdì , 7 ottobre 2011 Aula Magna 2* Piano dalle ore 8 alle ore 9,30

Trova gli eventi e scatica i documenti sulla Nuova Intranet http://intranet.meyer.it.

Ufficio Stampa Roberta Rezoa!i Tel. 055.566.2302 / e-mail r.rezoa!i@meyer.it Gruppo di Comunicazione comunicazione@meyer.it

1


Vita di Azienda

Strumenti per la professione sanitaria

Rilevazione delle infezioni correlate ai cateteri venosi centrali

Un mare di celiachia nel deserto: Meyer capofila del PIR Saharawi Tra la sabbia portata dalle tempeste di vento del Sahara Occidentale, vive da 35 anni il popolo Saharawi, profugo dalla guerra di invasione ad opera del Marocco. La prevalenza della condizione di intolleranza al glutine in questa popolazione, è alta: 1 persona su 19 ne è affetta. Punto di riferimento è l’ambulatorio del Dipartimento di Celiachia, struttura donata dalla Associazione Italiana Celiachia (AIC) . La difficoltà di vivere e alimentarsi senza glutine in un luogo inospitale, ove anche gli aiuti umanitari arrivano non periodicamente e con prodotti contaminati da glutine, rende il problema importante per 170.000 persone.L’ultimo progetto, il PIR “miglioramento delle condizioni di salute dei celiaci Saharawi” vede capofila l’AOU Meyer e partner tra cui AIC. IL progetto Lla Toscana per i Saharawi” ha come finalità l’autosufficienza per la diagnosi in loco della celiachia e l’assistenza ai celiaci viventi nei Campi profughi di Tindouf. Molte di queste persone hanno ricevuto una diagnosi in luoghi e nazioni diverse, attraverso sistemi non

sempre comparabili (dosaggio Anticorpi antiglutine, dosaggio anticorpi antitransglutaminasi su goccia di sangue, referti istopatologici con varie classificazioni), per cui la parte scientifica del progetto, seguendo le indicazioni OMS, ha allestito uno strumento di valutazione clinico-laboratoristica dei casi diagnosticati. La Flow chart diagnostica ed assistenziale permette al Dr Jalil la convalida o l’esclusione dei casi. La registrazione degli stessi su uno strumento elettronico, il “Registro Saharawi”, consente inoltre di raccogliere sistematicamente i casi per poterne far uso nella programmazione per i servizi e per l’assistenza sanitaria. Il Registro, di proprietà AIC, è dato in uso per il servizio sanitario della RASD (Repubblica Araba Saharawi Democratica) nei campi profughi; ha una piattaforma server su web e permette di far colloquiare il medico del centro di diagnosi con il medico del centro di controllo e validazione dei dati. Maria Josè Caldes Pini!a Direttore del DMPO Meyer, Carlo Botti Responsabile Scientifico del progetto Saharawi

Dall’aprile 2011 è stato introdotta al Meyer la scheda, o check-list per la prevenzione e il trattamento delle infezioni catetere correlate. Nella scheda sono contemplate tutte le attività previste nei bundle internazionali per la prevenzione, il monitoraggio e il trattamento delle infezioni nella fase di inserimento e nella fase di mantenimento dei CVC. Con l’aiuto delle registrazioni riportate nella check-list è stata avviata un’indagine per ottenere informazioni utili a stabilire lo stato dell’arte sulle infezioni catetere correlate, sulle fonti per il monitoraggio e sulle risorse disponibili. La definizione di infezione catetere correlata, non è univoca e, soprattutto in pediatria, non sempre classificabile secondo i criteri individuati in altri contesti o con obiettivi diversi. Ma, come di recente ricordato dalla Direzione Sanitaria per migliorarsi è fondamentale conoscere e misurare. Pertanto, prendendo come campione i bambini portatori di CVC ricoverati il 16/05/2011 (giorno in cui è stata eseguita la 2° rilevazione della registrazione degli score degli accessi vascolari) è stata fatta una valutazione dello stato dell’arte circa l’utilizzo della check-list. Dopo due mesi dalla sua introduzione nel 30.30% dei casi è stato possibile rintracciare nella docu-

mentazione clinica la scheda, compilata correttamente, nel 92% dei casi nella sezione inserimento e nel 35% nella sezione riservata alla gestione quotidiana. Le informazioni rilevabili dalle check-list non si sono rivelate sufficienti per stabilire l’incidenza e la prevalenza delle infezioni ed è stato necessario procedere con una complessa valutazione della documentazione clinica. Ma le informazioni ricavate sono state utili ad individuare in via preliminare, ambiti di miglioramento prioritari, come la necessità di sviluppare le competenze relative alla medicazione del punto di uscita del CVC e alla conoscenza dei disinfettanti da utilizzare nella fase di inserimento e nella gestione quotidiana. Questi e altri argomenti, saranno ampiamente trattati nei corsi di formazione sulla Gestione degli Accessi Vascolari che si terranno il 03/10 e il 07/11, dalle ore 8.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna 2. Si raccomanda la partecipazione di tutti i professionisti dell’area medica e infermieristica A cura di Antone!a Ba$iani Cerca Documenti Intranet Parola chiave> catetere venoso centrale

Formazione a distanza, parte la sperimentazione di e-Learning

Calendario degli incontri periodici con la Direzione Aziendale Secondo Semestre 2011 DIRETTORI DAI COORDINATORI INFERMIERISTICI/TECNICI (15.00-17.00, Sala riunioni Direzione)      (ore 14,00-15,30, Aula Magna)              9 Novembre 2011        26 Ottobre 2011   30 Novembre 2011        MEDICI E ALTRI DIRIGENTI SANITARI (13,30-15, Aula Magna)  23 Novembre 2010    1° piano  

INFERMIERI, TECNICI, OSS AUSILIARI (14.00-15,30, Aula Magna)      7 Dicembre 2011        2° piano     

PERSONALE AMMINISTRATIVO (13.00-14.30, Aula Magna)      16 Novembre 2011        2° piano       

Parte la fase sperimentale della formazione a distanza al Meyer. Questa tipologia di eventi presenta peculiari vantaggi per tutti gli operatori in quanto non vi sono vincoli di calendario e di orario per la partecipazione. In questa fase i destinatari saranno tutti gli operatori di area sanitaria. Servizi a disposizione degli operatori L’Azienda si avvarrà di due tipologie di piattaforma per l’e-Learning (ambiente virtuale di apprendimento nel quale è possibile erogare corsi di formazione, gestire e monitorare i percorsi formativi, ndr). RIO Meyer Web Learning Group (WLG) Il WLG di TRIO è uno strumento di accesso personalizzato per l’AOU Meyer ai servizi e all’offerta didattica TRIO. Per accedere è necessario contattare via mail il Settore Formazione per ricevere la username con cui si potrà fruire di 6 corsi accreditati relativi alla gestione del dolore del bambino. Piattaforma FORMAS La Piattaforma di FORMAS (Laboratorio Regionale per la Formazione Sanitaria della Regione Toscana) mette a disposizione di tutti gli operatori sanitari

2

7

della Regione Toscana il corso di formazione a distanza sul nuovo strumento Carta Sanitaria Elettronica (CSE), per diffonderne i contenuti e le modalità di funzionamento. Il corso è accessibile dal sito Formas www.formas.toscana.it Modalità di fruizione Sono previste diverse modalità di partecipazione e c'è la possibilità di fruirne in orario di lavoro, se si seguono le indicazioni pubblicate. Per questo occorre compilare i moduli scaricabili fra i documenti della Intranet: Richiesta di partecipazione ad Eventi FAD (MOD/ FORM/39) e Richiesta di riconoscimento orario per Eventi FAD (MOD/FORM/40). Per suggerimenti e indicazioni al fine di migliorare o perfezionare il sistema sperimentale di e-Learning e per segnalare eventuali bisogni formativi e di frequenza contattate il Settore Formazione (c.dagostino@meyer.it). Trova e scarica i documenti sulla Nuova Intranet http://intranet.meyer.it.


Dipartimenti

Vita di Azienda

❝ Ospitiamo un intervento scritto dalla professoressa Luisa Galli, Responsabile di Malattie In-

Il 30 ottobre la vecchia Intranet si spegne Invitiamo tutti gli operatori ad attivare la nuova

fettive dell’AOU Meyer. Il suo contributo fa seguito al caso di TBC avvenuto nel reparto di neonatologia di un ospedale di Roma. Al di là del fatto specifico, quanto successo induce a una riflessione collettiva sull’importanza della prevenzione delle infezioni ospedaliere❞

Dipartimenti

Il Gruppo Comunicazione del Meyer invita tutti gli operatori ad attivare sul proprio desktop la nuova Intranet e, inserendo login e password, controllare che il proprio profilo sia corretto, inserendo il numero di telefono usato per essere reperibili sul luogo di lavoro. Senza questo passaggio, importantissimo, non solo rischiate di non essere raggiunti, ma non potrete usufruire dei documenti e delle news personalizzate. Dal 30 ottobre quindi la vecchia Intranet sarà completamente inattiva e non consultabile, mentre tutti i documenti e tutti i servizi saranno funzionanti e rintracciabili solo dalla nuova Intranet. Vi ricordiamo infine che già dal 15 ottobre molte funzioni della vecchia Intranet saranno disabilitate.

Il recente caso di Tbc in ambito pediatrico impone una riflessione sulla prevenzione delle infezioni nosocomiali E’ stato recentemente reso noto un caso di trasmissione della tubercolosi (TBC) in ambito nosocomiale. In particolare, la trasmissione sarebbe avvenuta da un operatore sanitario a bambini ricoverati in un reparto di neonatologia. Il caso ripropone un tema di grande rilievo anche e soprattutto per un ospedale pediatrico di elevata specializzazione come il nostro: quello della prevenzione delle infezioni nosocomiali. I dati dell’European CDC, (http://ecdc.europa.eu/en/press/news/Documents/1103_ Joint_Press%20Release_TB_2011.pdf) indicano chiaramente che i casi pediatrici (ritenuti un evento sentinella in quanto espressione di elevata incidenza della malattia) sono in aumento, in particolare nei paesi precedentemente ritenuti a bassa endemia come l’Italia, e che questa tendenza è destinata a protrarsi nei prossimi anni. I bambini contraggono, infatti, la TBC da un adulto non diagnosticato che è, prevalentemente, un familiare, un convivente o un insegnante. Un ulteriore possibilità di contagio, seppure rara, per il bambino è rappresentata, in ambito sanitario, da un operatore sanitario con TBC bacillifera con conseguenze potenzialmente più gravi in considerazione dei fattori di rischio rappresentati dall’età e dalle precarie condizioni cliniche. In primo luogo tutti noi operatori sanitari dobbiamo ricordare che il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuali ha il molteplice scopo di proteggere i pazienti e anche l’operatore dall’acquisizione di infezioni nosocomiali. E’ preciso dovere dell’operatore sanitario, inoltre, segnalare modificazioni del proprio stato di salute che possano mettere a rischio i pazienti. Il Ministero della Salute, per parte sua, ha ricordato recentemente (Circolare Ministeriale del 23/8/2011) la ne-

cessità che venga messa in atto una continua valutazione della presenza di segni clinici compatibili con la presenza di TBC attiva, ovviamente al duplice scopo di proteggere operatori sanitari e pazienti. La Regione Toscana e la Direzione del nostro Ospedale ritengono quindi necessario ricordare agli operatori sanitari che qualora fossero presenti segni/sintomi indicativi di TBC attiva (tosse cronica di durata oltre le 3 settimane, febbre, astenia, anoressia, dimagrimento senza causa apparente, sudorazione notturna, emottisi o dolore toracico) [CDC. Guidelines for Preventing the Transmission of Mycobacterium tuberculosis in Health-Care Settings, 2005; MMWR 2005;54(RR17);1-141] devono responsabilmente agire in modo da non rappresentare un danno per i pazienti. In tali casi è possibile rivolgersi (oltre che a proprio medico) al Servizio di Sorveglianza Sanitaria situata nella Direzione Infermieristica, Padiglione EST, 2° Piano, stanza 4, tel. int. 2679 (nei giorni feriali) od al DEA (nei giorni festivi), che a loro volta valuteranno se richiedere la consulenza infettivologica, per suggerire accertamenti e/o l’allontanamento temporaneo dal lavoro. La TBC, peraltro, non è la sola infezione trasmissibile e potenzialmente pericolosa per i bambini in ambito ospedaliero, specie se immunocompromessi. Anche manifestazioni cliniche negli operatori sanitari associate ad altri patogeni (Herpes zoster, Herpes simplex, Salmonella spp, Staphylococcus spp etc) devono infatti essere oggetto di attenta sorveglianza e, comunque, di utilizzo scrupoloso delle opportune precauzioni aggiuntive (per esempio da contatto qualora le infezioni in causa siano trasmissibili anche per tale via) in aggiunta alle precauzioni standard. A cura de!a Professoressa Luisa Ga!i

La Nuova Intranet è a questo indirizzo: http://intranet.meyer.it.

Vita di Azienda Safety Quality Day: il Meyer premiato dalla Regione L'AOU Meyer è stata premiata dalla Regione Toscana in occasione del Safey Quality Day per la campagna Igiene delle Mani. L'azienda ha realizzato un'efficace campagna di comunicazione relativa alla buona pratica per la prevenzione delle infezioni ospedaliere. Gli obiettivi preposti sono stati : contribuire a garantire, per quanto di competenza, il diritto all’informazione dei cittadini, sancito dalle leggi vigenti; comunicare la corretta modalità del lavaggio delle mani con acqua e sapone e del frizionamento con gel alcolico come principi fondamentali dell’igiene delle mani; diffondere la cultura dell’igiene delle mani fra utenti, visitatori ed operatori, fondamentale per la sicurezza e la qualità delle cure ed indi-

6

L’invito è quindi di entrare con username e password (è quella usata anche per la vecchia Intranet) nella nuova piattaforma, controllare la correttezza del profilo presente nella MyIntranet, provvedere all’inserimento del numero di telefono (cliccando tasto “modifica”) e, qualora i dati immessi fossero difformi, inviare la mail con i dati aggiornati, premendo il pulsante “segnala anomalie” presente nella pagine del profilo. Si invitano gli operatori che avessero difficoltà a recapitare una mail con una descrizione dettagliata del problema a questo indirizzo: comunicazione@meyer.it.

3

spensabile per il raggiungimento della tutela globale della salute; avvalersi del principio enunciato d a ll’UNICEF che individua nei bambini gli agenti del cambiamento. A ritirare il premio (ne!a foto), il direttore generale, Tommaso Langiano, il direttore sanitario, Monica Frassineti, il Clinical Risk Manager, Angela Savelli, alla presenza del’Assessore Daniela Scaramuccia e del Senatore Ignazio Marino


Vita di Azienda

Ricerca scientifica

I prossimi Seminari “Ricerca e Clinica”

Campagna di Vaccinazione Antinfluenzale Stagionale 2011-2012 Al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale stagionale rivolta ai dipendenti del Meyer. La finalità che muove la Direzione a sostenere e caldeggiare la più larga adesione possibile alla vaccinazione, è quella di favorire la immunizzazione dei nostri operatori nei confronti dei virus influenzali sia per garantire una loro protezione sanitaria diretta che per evitare loro di essere veicoli di infezione. Scegliere di vaccinarsi è un atto di attenzione e di responsabilità rivolto anzitutto a se stessi, ma anche ai propri familiari, ai colleghi di lavoro, ai piccoli pazienti. La vaccinazione antinfluenzale rappresenta il mezzo più efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze. E’ importante, però, ricordare anche le misure di protezione personali non farmacologiche formulate dall’European Centre for Disease Prevention and Control, utili per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza quali: 1. Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolico) Fortemente raccomandato 2. Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, usare fazzoletti monouso e lavarsi le mani) Raccomandato 3. Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale Raccomandato 4. Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali) Raccomandato.

Tali misure si aggiungono a quelle basate sui presidi farmaceutici (vaccinazioni e uso di antivirali). Le vaccinazioni saranno effettuate nel periodo indicativamente dal 17 ottobre al 31 dicembre dell’anno in corso. Gli operatori sanitari, nonché tirocinanti, specializzandi e frequentatori dei servizi assistenziali a vario titolo devono rivolgersi per la vaccinazione negli orari e nei punti individuati dai Coordinatori dei reparti e servizi di appartenenza. Tutti gli altri operatori interni e delle ditte appaltatrici, nonché e il personale amministrativo può vaccinarsi recandosi direttamente al locale appositamente individuato e situato nell’area dell’Accettazione 1 nella fascia oraria 12.30-13.30 del lunedì, martedì e giovedì. L'Infermiera Laura Ficozzi è il referente per la fornitura della modulistica, per ogni quesito inerente lo svolgimento della campagna e per le vaccinazioni degli operatori non appartenenti a reparti e servizi in cui sono stati istituiti punti di vaccinazione (mail: l.ficozzi@meyer.it , tel.int 2619). A cura di Klaus Biermann

Tonsillectomia: i risultati del Report Facendo seguito al lavoro di stesura del documento sull’appropriatezza degli interventi di tonsillectomia, è stata effettuata una revisione di un campione di cartelle cliniche relative al primo semestre 2011. La casistica complessiva del semestre consiste in 367 dimessi con DRG 58 o 60 (interventi su tonsille e adenoidi), di cui poco meno del 50% risulta affetto da ipertrofia isolata delle adenoidi, il 41 % da ipertrofia combinata di tonsille e adenoidi e una piccola quota da tonsilliti e faringotonsilliti. Prevalgono quindi i fenomeni ipertrofici su quelli infiammatori e/o infettivi, quali indicazioni all’intervento chirurgico e, dall’esame del campione di 36 cartelle cliniche, si evidenziano ambiti ottimizzabili, come quello relativo all’uso di antibiotici che rappresenta, tra l’altro, uno dei punti affrontati dal gruppo di lavoro.

Anche l’inquadramento diagnostico sembra ottimizzabile, soprattutto relativamente alla definizione delle apnee ostruttive, mentre dovrebbe esser oggetto di una riflessione più generale, il ricorso a interventi di tonsillotomia riduttiva (le evidenze sono inconclusive al riguardo). Il gruppo di lavoro ha redatto e condiviso il protocollo, già presentato nel numero del Meyer Informa del 7 luglio 2011. Insieme al documento, sono stati allestiti strumenti da utilizzare per l’inquadramento diagnostico e la registrazione delle attività perioperatorie (antibiotico-profilassi, cortisonici, anti-dolorifici). Ci aspettiamo, quindi, l’ottimizzazione delle aree ottimizzabili e il mantenimento dell’appropriatezza già acquisita. Scarica le Linee Guida in Ricerca e Clinica, sezione Linee Guida e Protocolli

Cresce l’interesse all’appuntamento mensile con la ricerca scientifica e il caso clinico. Nel seminario del 9 settembre la presentazione sulla ricerca è stata affidata al Dr. Giancarlo la Marca, del Dipartimento Neuroscienze ed è stata introdotta dal Prof. Renzo Guerrini, Direttore della Clinica di Neurologia Pediatrica. Il titolo della relazione era “Nuove prospettive per lo screening neonatale”. E’ stato messo in evidenza il ruolo trainante della Regione Toscana nel campo delle attività di screening neonatale e descritto l’importante contributo scientifico e operativo della nostra Azienda. Il caso clinico della Pediatria è stato introdotto dal Prof. Maurizio de Martino e presentato dalla Dr. Maria Parpagnoli. I prossimi appuntamenti sono previsti in Aula Magna nelle seguenti date 07/10, 04/11, 02/12. Crediti Formativi: 5 (se si partecipa a tutti gli eventi) Le presentazioni sono scaricabili sulla Nuova Intranet, pagina Seminari R & C

Meyer Ricerca Ai giovani ricercatori del Meyer il Premio Il Porcellino E’ stato assegnato ai giovani ricercatori del Meyer il “Premio Porcellino”, consegnato domenica sera alla cerimonia di premiazione al Direttore Generale Tommaso Langiano. Il Porcellino, ambita riconoscenza cittadina ai fiorentini che danno lustro a Firenze, ogni anno premia tutti quei cittadini che con il proprio lavoro contribuiscono «a valorizzare il ruolo di Firenze come città simbolo di cultura, scienza e sensibilità». Tra i premiati dell’edizione 2011 c’erano gli 11 medici del “Progetto Giovani Ricercatori” del’AOU Meyer (ne!a foto con il Direttore Generale Tommaso Langiano). Il premio, presieduto dal vice sindaco Dario Nardella, ha quindi voluto riconoscere gli sforzi che il nostro Ospedale e la sua Fondazione fanno per creare una futura elite di medici pediatri, capaci con le loro capacità di studio e ricerca scientifica a competere a livello internazionale.

I rappresentanti del Children’s Hospital Boston al Meyer Nei giorni 21 e 22 settembre si è svolta una visita dei rappresentanti del Children’s Hospital Boston presso il nostro ospedale nell’ambito dell’accordo di collaborazione paritario esistente tra i due Centri pediatrici. Durante la visita il programma ha previsto incontri specifici per valutare l’attività clinico-scientifica in corso e le nuove prospettive. La visita è stata caratterizzata anche da un importante meeting

4

5

scientifico sulle tematiche di urologia pediatrica e di chirurgia mini-invasiva e robotica. Il giorno 16 settembre invece si è svolto un workshop tematico sulla ricerca e prevenzione degli incidenti con particolare attenzione alla misure di prevenzione per la sicurezza del bambino in automobile. Il workshop ha visto la partecipazione attiva del Dipartimento di Emergenza e Accettazione e area critiche, nonché del Trauma Center.

Meyer Informa Settembre 2011  

Giornale aziendale AOU Meyer

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you