Full of Emptiness

Page 1

roberta pizzorno -FULL OF EMPTINESS-



Al bambino Interiore di ognuno di Noi con l’augurio spensierato che possiate insieme divertirvi, ogni volta, un po’ di piÚ.



roberta pizzorno -FULL OF EMPTINESS-


“Un paese è lo spazio rassicurante all’interno di una comunità di affetti e di persone. Sopra un cucuzzolo, alto sul Monferrato e la pianura, Lu guarda il mondo, orizzonte lontano. Troppe volte di fronte all’immenso si è quasi convinti a chiuderci a difesa, cercando di proteggere l’intima continuità degli affetti, dei ricordi. Una chiusura, però, non sortisce alcuna soluzione, toglie solo l’ossigeno alla vita della comunità: il futuro sta nel trovare il modo di creare un dialogo con il mondo, le sue tante lingue e accadimenti; aprire le porte; trovare terreni comuni; soprattutto, non perdere mai la curiosità di imparare da chi il mondo l’ha visto e lo vive per arricchire le nostre genti e allargare quella casa comune che chiamiamo comunità. Questo è lo spirito che ha mosso l’intero progetto “Arte, Scuola e Comunità” e la mostra di Roberta Pizzorno cui questo catalogo è sintesi, rappresenta proprio l’affermazione di questo principio. Grazie all’impegno dell’Associazione Liberamente, Lu tra il 10 marzo e il 1 aprile 2018 ospita le esperienze di quest’artista attiva a livello internazionale e fa della sua esperienza, fondamentale risorsa per l’educazione delle nuove generazioni della nostra comunità. Apprendiamo assieme, quindi, e impariamo a riconoscere forme che ci parlano di mondi lontani e storie vicine, proseguendo un percorso di crescita che Lu ha iniziato in questi ultimi anni. Queste pagine creano memoria di questo momento e guardano al sole del prossimo orizzonte.” Michele F. Fontefrancesco Sindaco di Lu

Con le opere dal tratto elegante e sofisticato di Roberta Pizzorno prosegue il ciclo di mostre del Progetto “Arte, Scuola e Comunità” promosso dall’Associazione Culturale Libera Mente Laboratorio di Idee in collaborazione con il Comune di Lu e finanziato dalla Fondazione SociAl. Le opere, esposte alla mostra nella Sala Consiliare del Comune di Lu, raccontano l’evoluzione del percorso artistico di Roberta. Roberta Pizzorno, artista alessandrina, seppure oggi residente a Spoleto, esprime con la sua Arte dal tratto molto intenso e raffinato , tutta la sensibilità e la spiritualità della sua ricerca, lasciando trasparire, dalle sue opere, una profondità di pensiero e una forte interiorità. Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente Laboratorio di Idee


comune di lu

10 marzo 1 APRILE 2018 Sala Consigliare

un evento del progetto

Arte, scuola e comunitĂ


Affrontare il punto… la partenza di ogni cosa, il fattore primigenio, l’inizio del viaggio conoscitivo. Il punto come prologo e primo capitolo dell’esistente, istante sospeso in cui ogni forma è possibile, ogni libertà pronta per i liberi, ogni bellezza potenzialmente disponibile. …il micromondo cellulare, il gigantismo cosmico, la natura vegetale, il mondo animale… 2018… rientro nel testo dopo qualche anno, ritrovando i tre elementi formali (punto, linea e curva) che definiscono le filiazioni interiori di Roberta Pizzorno. Non potevo toccare le righe già scritte, a distanza di tempo mi appaiono così limpide, disegnate attorno alle opere come fossero acqua amniotica che avvolge le sue bioforme volanti. Potevo, però, seguire gli spostamenti ideali di quei raffinati disegni, il loro cammino nel tempo, la germinazione che ogni volume determina oltre la pura presenza.

DIARIOGRAMMA Gianluca Marziani

Il punto, similmente ad un cellula, inizia a sentire i rumori del Pianeta, registra suoni chiari e scie subliminali, cerca il suo prossimo per definire la catena narrativa della linea, dello scivolamento in avanti, del dialogo che non si ferma ma ricrea le frasi del nostro sogno cosciente. Affrontare la linea… il cammino della forma, lo sviluppo di un’idea nel suo scheletro necessario. La linea come ambizione di conoscenza, ricerca del margine aperto, avventura nel mistero pulsante del futuro. Una linea che viaggia sempre in avanti, seguendo il movimento della mano e l’occhio dei sentimenti. La linea come coscienza vigile del progresso. …direzioni del bianconero essenziale, ritmi armonici, convivenze senza frizioni… 2018… Quella linea morbida conferma la limpidezza di uno sguardo pacificato, libero da catene mondane e lacci sociali. Roberta Pizzorno esce dalle apparenze del reale per costruire soggetti di pura china che volano nel raggio gravitazionale del fantastico. Sono embrioni complessi dove umano, animale e vegetale appartengono alla medesima coscienza biologica. La metamorfosi pulsante diviene la ragione genetica dei suoi amabili corpi, l’armonia del dialogo guida la ritualità del gesto continuo. Sono forme che producono meraviglia…


La nostra artista pratica l’armonia come fosse un rito respiratorio. Senti che i suoi disegni non hanno nodi o protrusioni, al contrario appaiono fluidi e musicali, purissima entropia in forma raccolta. L’opera si trasforma in un continuo autoritrarsi per frammenti emotivi, un diariogramma che si distende lungo le curve rituali della vita. Affrontare la curva… la forma nella sua complessità, verso il senso che definisce un progetto. La curva come planimetria dell’intuizione, un sismografo cosmico e interiore che disegna il cortocircuito, le convivenze, l’armonia finale. Una curva che parla di evoluzioni, sinestesie, bellezza. …disegnare per capire, finché l’occhio ricomincia a vedere… 2018… voglio pensare che i corpi volanti di Roberta siano occhi cosmici che racchiudono le formule segrete delle emozioni, dei sentimenti, della bellezza limpida, della chiarezza conoscitiva. Corpi d’inchiostro vivo, scuri per incidersi come solchi sensibili, maestosi nella loro eterea pienezza. Corpi fatti di china, corpi di un italianissimo e geolocalizzabile “made in china”…


Capita a volte di assistere a degli eventi fulminanti, epifanici, che ridisegnano il senso di un percorso. Si tratta di momenti straordinari di cui io stessa, malgrado autrice, divengo spettatrice e per un attimo scompaio, lasciando posto alla rivelazione.

Dermotrip 2014 Inchiostro pigmentato su carta cotone. 70x100cm.




sx Diving inside you 2017 Acquerello e china su carta, piezografia a pigmenti puri su tela di cotone. 100x100cm. dx Babablu 2017 China su carta, piezografia su tela di cotone. 90x70cm.


Vi è una forza più grande, uno spazio più ampio, un luogo non luogo oltre la membrana ove esiste solo Amore E’ da li che veniamo Ed è là che ritorneremo

Guruyoga 2015 Piezografia su tela di cotone 100x100cm.



MMXV 2015 Piezografia su tela di cotone e foglia d’oro. 90x130cm.




sx Carapace in cerca del suo Sè 2016 Piezografia a pigmenti puri su tela di cotone. 100x100cm. dx Leggi alchemiche 2017 Piezografia su tela di cotone. 80x80cm.


‌ non siamo un Errore, siamo sempliceMente tratti in errore: ciechi della nostra Luce, ignari della nostra Forza, ignoranti del nostro Genio...

Proteggimi ancora 2017 Piezografia su tela di cotone 100x100cm.



Cigno 2018 Acquarello su carta cotone. 20x30cm.




sx Under the stars 2017 Piezografia su tela di cotone. 100x100cm. dx Treehouse 2017 China su carta, piezografia su tela di cotone. 60x60cm.


L’intuizione, come un bagliore nell’oscurità, illumina di con-scienza il nostro essere che si trova all’improvviso imbevuto di un liquido dissolubile fatto di vuoto pieno, accompagnato dal respiro nel dentro fuori e nel fuori dentro che oltrepassa la soglia del confine e trans-forma l’energia in Universo Puro di Meraviglia.

Reset 2018 Piezografia su tela di cotone. 55x90cm.



AspirAzione 2015 Piezografia su tela di cotone. 80x120cm.



Che lo Spirito Umano possa ritrovare dimora definitiva nell’Ordine naturale del manifestarsi spontaneo delle cose. L’Anima selvaggia anela Libertà ed Amore nutrendosi di quella sicurezza che il Sentiero dello Spirito racchiude.

You or me? 2018 Inchiostro chinato, acquerello, lapis. Piezografia su tela di cotone. 55x90cm.




sx 1800 Anni luce 2010 Piezografia su tela di cotone. 100x100cm. dx La lampada di Aladino 2014 Pigmenti puri su tela di cotone. 100x100cm.


Passa tempo, passa 2013 Pigmenti puri su tela di cotone. 95x130cm.



La nostra Essenza è frattale di Spirito incarnato. L’amore non è cieco, ha una vista perfetta e ci consente di vedere cose che non abbiamo mai veduto prima.

DNA 2 2018 Piezografia a pigmenti puri su tela di cotone 60x120cm.




Subpersonalities 2013 Pigmenti puri su tela di cotone. 95x130cm.


Il mondo gira rapido ma stando vicini al centro si percepisce immobilità del sempre divenire nell’incessante moto

Seven sisters 2017 China e lapis su carta, piezografia a pigmenti puri su tela di cotone 100x100cm.




sx Out of the net 2014 Pigmenti puri su tela di cotone. 100x100cm. dx Rosetta 2014 Inchostro pigmentato su tela di cotone. 80x80cm.



sx Occhio meccanico 2014 Inchiostro pigmentato su carta cotone. 40x40cm. dx Circus of life 2013 Inchostro pigmentato su tela di cotone. 80x80cm.


I segni come un treno in corsa dall’aldilà non tardano a giungere e con l’impalpablità delle lamelle sulle ali di un lepidottero, si adagiano su ogni singola cellula restituendo nel Presente la beatitudine del medesimo Istante nel quale siamo ciò che siamo e null’altro.

Studing biology 2018 Acquarello su carta cotone. 15x10cm.




sx Feeling blue 2018 Acquarello su carta cotone. 15x10cm.

dx Sognando Galapagos 2018 Acquarello su carta cotone. 15x10cm.


Ogni istante di vita vissuta, resiste sotto forma di materia solida solo per una manciata di millesimi di secondo, dopo di che si trasforma e diventa solamente un ricordo.

Hold on 2018 Acquarello su carta cotone. 15x10cm.




sx Die ersten Blumen 2 2016 Piezografia su tela di cotone. 120x100cm. dx Wisdom 2017 Piezografia su tela di cotone. 80x80cm.



roberta pizzorno -FULL OF EMPTINESS-



In omaggio a tutte le Donne di tutti i tempi che nel corso della loro vita, hanno dovuto proteggere sé stesse ed il loro sentire. Un cuore capace di sentimenti nobili, fasciato e protetto ma presto pronto al dischiudersi di nuova luce. Il timbro usato come per la spedizione di pacchi fragili “Handle with care” “Maneggiare con cura” diviene richiesta e suggerimento per sé e per gli altri. Auspicio intimo ed al contempo sociale. Trattiamoci con grande cura ed il mondo rifletterà come uno specchio, la stessa qualità energetica e materiale.



Cuore (S)fasciato 2017 Acrilico su tela di canapa. La tela è stata gentilmente donata dal Museo della Canapa Sant’Anatolia di Narco (PG)



biografia


Roberta Pizzorno nasce ad Alessandria. Adolescente, si trasferisce nella Svizzera Tedesca dove si diploma come traduttrice ed interprete europea. Conclusi gli studi, si stabilisce in Africa per otto anni e nutre la sua sensibilità ed una visione spirituale del Mondo, affascinata dagli aspetti tribali e misterici di quel continente. Tornata in Italia, avvia una lunga collaborazione con Dolce & Gabbana. La fotografia, passione predominante, mette in contatto Roberta con alcuni talenti di quel mondo. Crea un ufficio stampa e per dodici anni organizza eventi nazionali ed internazionali per Gian Paolo Tomasi e gallerie d’arte tra cui la Galleria Cà di Frà di Milano. Sperimenta e si appassiona al mezzo video, produce video-arte e backstage per la moda. Documenta il maestro Enrico Baj mentre dipinge con i bambini. Il video diviene materiale didattico per le scuole Montessori in Inghilterra. Vince il primo premio al Festival Internazionale del Cinema per ragazzi con il film “Non c’è niente da ridere” coinvolgendo 120 alunni delle scuole elementari. Nel 2006 torna in Africa in qualità di direttore esecutivo della “Biennale Internazionale Arte Contemporanea Malindi” BI.MA.1 - Kenya, collaborando all’idea di Isaia Mabellini, in arte Sarenco, curatore di mostre ed esperto in artisti africani. Inizia ad usare il disegno confrontandosi con il nero intenso e nobile della china. Ne nascono forme tribali e arabescate che Roberta traccia con un preciso e determinato segno, in un sapiente gioco di equilibri dal sapore metafisico. Dal 2015 espone in permanente a Palazzo Malipiero Trevisan a Venezia. L’estate del 2017 vince il primo premio pittura Saint Jean Cap Ferrat. La sua opera “Handle with care” è esposta in permanente presso la sala udienze della Caserma Carabinieri di Foligno (Perugia). Un omaggio a tutte le Donne che hanno dovuto difendersi. Attualmente conduce laboratori didattici in collaborazione con il Museo di Arti Visive di Spoleto, Palazzo Collicola. Progetto “Famiglie ad Arte”. La sua ricerca artistica è in piena espansione. Vive fra Italia, Francia e Kenya.


2018 “FULL OF EMPTINESS”- Sala Consigliare – LU MONFERRATO

personali

2017 “BABA BLU” – Galerie La Fregate – SAINT JEAN CAP FERRAT - FRANCIA “SENTIERI ONIRICI” – Studio d’arte Lisanti – SASSI DI MATERA “FINGERPRINT” – Bennet Gallery – BEAULIEU SUR MER - FRANCIA “HANDLE WITH CARE” – Art Gallery Segni e Colori – POLICORO “SENTIERI ONIRICI” – Galerie Charlotte Art – MENTONE “PROTEGGIMI ANCORA” – KELOS –BEAULIEU SUR MER - FRANCIA 2015 “DIE ERSTEN BLUMEN” – Palazzo Malipiero Trevisan – VENEZIA (mostra permanente) “UNI VERSUS” - Spazio Arte Senzatempo – COURMAYEUR “SECRET LOVE” - Spazio Forcella 13 – MILANO “PAMOJA” Kobe Resort – KENYA “MIRAGGI” - Casa di Quartiere - ALESSANDRIA

collettive

2017 Internationart in Venice 2017- Ca’ Zanardi – VENEZIA 2014 Progetto Internazionale OMEOART - Laboratoires Boiron “Salute Felicità” Spazio espositivo GARAGE - MILANO “Arte in Santa Croce” - Bosco Marengo - ALESSANDRIA


Desidero ringraziare di cuore Fabrizio Priano, Presidente dell’associazione Culturale Libera Mente Laboratorio di Idee e Francesca Parrilla per avermi invitato a partecipare al progetto “Arte, Scuola e Comunità”. Una magnifica occasione per donare contributo nutriente, missione segreta d’artista. Ringrazio il Sindaco di Lu Monferrato, Michele F. Fontefrancesco per la tanto rara quanto preziosa attenzione alle generazioni a venire. Imparare ad esplorare l’arte partendo dall’ascolto interiore, è un seme di conoscenza che diverrà inevitabile germoglio. Grazie Sindaco! Ringrazio la fondazione SociAL di Alessandria, il cui contributo ha permesso la realizzazione di questo catalogo. Piena gratitudine va al direttore del Museo di Arti Visive, Palazzo Collicola di Spoleto, nella persona di Gianluca Marziani per il vibrante e dinamico sostegno donatomi in questi anni di attività artistica. Grazie Direttore! Ringrazio di sorrisi tutti i collezionisti e le tante persone che mi seguono e che credono nel mio operato; il loro dimostrato interesse mi è carburante propulsore esplorativo d’impossibili nuovi Mondi. Un grazie sussurrato a mia figlia Morea per la sua innata bellezza, anima antica capace di ricordarmi quando sia importante saper sorridere alla vita. Ed in ultimo, ma non per questo meno sentito, un ringraziamento intimo e profondo alla mia bambina interiore, sempre presente, sempre attiva. Energia indispensabile per poter dire Amore.


ringraziamenti


Catalogo a cura di Dogma01.it


Un volume dell’Associazione Libera Mente, Alessandria e Comune di Lu, Lu (AL) Edizione a cura di Michele F. Fontefrancesco Con testi di Roberta Pizzorno, Gianluca Marziani Michele F. Fontefrancesco, Fabrizio Priano Opere di Roberta Pizzorno Un progetto editoriale realizzato con il contributo della Fondazione SociAL

Tutti i diritti sono riservati.


#allechineminchino pizzorno.roberta@gmail.com