Issuu on Google+


PROGETTI


RIVOLI Trasformazione minima di una casa con parcheggio sotto il parco, Torino Progetto realizzato

Tema: architettura, paesaggio Luogo: Rivoli (To) Data: fine lavori novembre 2013 Committente: privato Scala: 900 mq Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con studio MARC Un collezionista d’auto, proprietario di una grande villa di famiglia degli anni ‘50, decide di ristrutturare la sua unità e di ampliare il garage per ospitare la propria collezione di auto d’epoca. Questa è l’occasione per favorire un contatto più diretto tra l’interno della villa ed il parco che la circonda: un lembo di parco si solleva e raggiunge la zona giorno per accogliere la discesa lungo il pendio. Anche dalla sala delle feste del piano interrato è possibile accedere al parco e allo stesso tempo contemplare la collezione d’auto.


REALE MUTUA Transformazione di un ingresso in salone, Torino Concorso ad inviti

Tema: interni, ristrutturazione, allestimenti Luogo: Torino, Italia Data: 2012 Committente: Reale Mutua assicurazioni Scala: 200 mq Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con studio MARC, baukuh, Armin Linke, Vincenzo Cabiati, Suite sound design.


NUOVO IPPODROMO DI LONGCHAMP, Parigi Concorso - 1° premio

Tema: paesaggio, complessi sportivi Luogo: Parigi Data: inizio cantiere 2014 Committente: FRANCE GALOP, Boulogne Billancourt (FR) Scala: 23 603 mq Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Dominique Perrault Architectes Il progetto risponde alle ambiziose esigenze sportive di France Galop, affermando l’ippodromo di Longchamp nel panorama equestre internazionale e offrendo le migliori condizioni per ospitare il “Qatar Prix de l’Arc de Triomphe”, il primo evento equestre del mondo. Luogo emblematico nel mondo delle corse a Parigi, l’Ippodromo di Longchamp è composto da un complesso di diversi edifici e da molteplici livelli stratificati, dove è diventato difficile identificarsi. Con questi presupposti, l’ambizione è quella di evidenziare gli elementi architettonici coinvolti nella identità di Longchamp - il Padiglione forum, l‘ex bancone, le Scuderie - di essere coinvolto nel nuovo sviluppo dell’ippodromo trasformando il paesaggio. Sopra il livello esistente, un ampia passerella sopraelevata, accessibile attraverso un sistema di rampe, è progettata per il traffico pubblico pedonale. Questa è la spina dorsale del progetto, che collega da nord a sud tutte le funzioni nuove e antiche dell’ippodromo. In questo nuovo livello unificante, tutti i nuovi percorsi equestri ed il traffico tecnico logistico sono collocati.


CITY LIFE RESIDENCES, Milano Concorso

Tema: residenza, architettura, pianifiazione urbana Luogo: Milano Data: 2011 Committente: City Life Scala: 30000 ha Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Dominique Perrault Architectes ll quartiere di City Life, con il progetto delle tre torri nel centro di Milano, ha creato una nuova condizione urbana. Lo skyline della città è stato trasformato con l’emergere dei tre edifici alti. La forza del progetto urbano e architettonico di queste torri è che sono più edifici e non isolati. L’idea è quella di enfatizzare il concetto originale, proponendo una quarta torre, che trasformerà il trio in un quartetto. Questo gesto valorizza il progetto di City Life che prevede la trasformazione dello skyline di Milano. Inserendo l’intero programma in un unico edificio, le aree verdi saranno utilizzabili per parchi e giardini che diventeranno parte integrante del paesaggio restituito agli abitanti del quartiere, con la possibilità di avere spazi aperti per camminare e sostare.


JAMAT ALE SUNAT MOSQUE & MADRASA FAIZAN-E-RAZA Proposta per una Moschea, Mumbai In corso di finanziamento Tema: Architettura Luogo: Mumbai, India Data: 2012 Cliente: Jamat Ahle Sunat Masjid & Madrasa Faizan-E-Raza Trust Scala: 1000 mq Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con studio MARC, URBZ Mumbai. L’intenso quartiere di Shivaji Nagar è il contesto del primo progetto sviluppato da Marc Hood, una collaborazione tra MARC e lo studio ‘HOOD di Matias Echanove e Rahul Srivastava (fondatori di URBZ - User-generated cities) incentrata sulle possibilità dell’architettura nei quartieri informali della città indiana. La proposta di Marc Hood per la nuova moschea Jamat Ahle Sunat e la Madrasa Faizan-E-Raza è uno strumento per negoziare la forma dell’edificio attraverso processi decisionali complessi e insondabili. In questa condizione il progetto individua alcuni obiettivi precisi, accettando serenamente l’imprevedibilità del risultato finale.


ANDERMATT MASTERPLAN Switzerland Concorso Tema: paesaggio, commercio Luogo: Andermatt, Switzerland Data: 2011 Committente: Andermatt municipality Scala: 50000 mq Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Dominique Perrault Architectes


ABITARE MINIMIMO NELLE ALPI, Valcamonica

Concorso - Progetto segnalato Tema: architettura, paesaggio Luogo: Val Camonica, Italy Data: concorso 15 marzo - 22 aprile 2012 Committente: Distretto culturale Valle Camonica Scala: 20 mq L’albero è un landmark naturale perfettamente integrato nel contesto alpino. E’ storicamente un punto di riferimento per la comunità, un totem che emerge, anche solitario, dal paesaggio. Allo stesso modo l’intervento è una chiara presenza, un “albero artificiale” che si fonde con il contesto naturale delle rocce e dei boschi. Il tronco è un elemento forte, accentratore e portante con carattere multifunzionale; la sua “linfa” fornisce energia vitale alla struttura ed alla comunità che vi si raduna attorno. La “chioma” (involucro) lo avvolge ed offre protezione e riparo dagli agenti atmosferici esterni. La radialità dell’albero permette di concepire un volume compatto, organizzato secondo sviluppo planimetrico centralizzato a matrice poligonale. L’organizzazione planimetrica centralizzata risponde ad una precisa idea di ottimizzazione dello spazio, di natura non razionalista ma organicista.


EUROPAN 12 Masterplan per Haninge, Svezia Concorso Tema: pianificazione urbana, paesaggio Luogo: Haninge, Svezia Data: 2013 Scala: 4 ha Team: Roberta Mazzoni, Monica Naso, Luciano Laffranchini, Paolo Porporato


CIUTAT DE LA MUSICA Sabadell Progetto definitivo Tema: architettura Luogo: Sabadell, Spagna Data: 2008 Scala: 65000 mq Cliente: Municipalità di Sabadell Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Carlos Ferrater O.A.B. Barcelona La mia esperienza nello studio di Carlos Ferrater si è articolata, tra vari progetti, nello sviluppo del “proyecto basico” del nuovo auditorium e della scuola di musica di Sabadell (Barcellona). L’edificio è caratterizzato da un “diamante”auditorium interno e da quattro volumi di diverse altezze che lo sovrastano attraversandolo, contenenti le aule di musica. I volumi generano patii che modulano lo spazio (moduli di 8,5 m) e permettono una via di fuga antincendio. Al di sotto del mondo superiore del teatro e della scuola si colloca una “piastra” dove allo stesso tempo hanno luogo le attività degli attori, le sale prova,ecc. Molteplici sono stati gli studi per l’ingresso della luce naturale attraverso il lucernario all’entrata, e per la maglia strutturale più adatta per l’edificio.


MASTERPLAN PER ZHAOQING China Tesi di Laurea

Tema: masterplan, pianificazione urbana Luogo: Zhaoqing, Cina Data: 2010 Cliente: Urban Planning Bureau della città di Zhaoquing Team: Roberta Mazzoni (Prof. Michele Bonino, Prof. Matteo Robiglio, Miss Lyu Yan) Il lavoro di ricerca si è posto l’obiettivo di affrontare le problematiche di sviluppo urbano poste dalla frenetica ascesa della società cinese contemporanea attraverso una rilettura del contesto necessariamente occidentale, ma allo stesso tempo il più possibile neutrale e con un avvicinamento ed un continuo confronto con la realtà locale. Lo scenario in cui si colloca il lavoro di Tesi è quello del Pearl Delta River, una delle aree più industrializzate ed economicamente sviluppate della Cina, la cui prospettiva è di trasformarsi, entro il 2020, da una regione di fabbriche ad un’economia basata sui servizi e su industrie non inquinanti e di avanguardia. In questo contesto la pubblica amministrazione di Zhaoqing – città di circa 4 milioni di abitanti a 90 chilometri da Guangzhou- ha deciso di promuovere un nuovo Masterplan che prevede alcuni importanti interventi di trasformazione urbana. La proposta di piano comporta il ridisegno del tessuto urbano e l’ampliamento dei confini per potenziare l’identità della città ed affermare Zhaoqing come polo turistico di eccellenza nel Paese.


LOGGIA, Valcamonica Workshop Progetto realizzato

Tema: architettura, paesaggio, spazio pubblico Luogo: Val Camonica, Italia Data: Agosto 2009 Committente: privato Scala: 100 mq Team: workshop 25 studenti La Loggia è un elemento tipologico di alcune città italiane, è un luogo di commercio, di comunicazione e scambio culturale. La loggia realizzata in legno coinvolge uno spazio progettato per la comunità di Angone. La loggia contiene 4 spazi di dimensioni differenti al piano primo, includendo un ufficio ed uno spazio espositivo. Il piano terra ed il piano superiore sono connessi attraverso una scala nel nucleo portante della struttura. Il piano terra è aperto sui 4 lati e incrementa la relazione visuale e spaziale con lo spazio circostante. I tamponamenti del piano superiore invece sono legno compensato e policarbonato, materiale economico spesso utilizzato per edifici industriali. La Loggia è costituita da uno scheletro strutturale portante. Le pareti divisorie dello spazio sono indipendenti. Questo permette l’utilizzo di ampie porzioni trasparenti e al tempo stesso flessibilità al piano terra.


L’ARBRE ROI. Festival Internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire Installazione Tema: paesaggio, installazioni Luogo: Chaumont-sur-Loire Data: 2011 Cliente: Domaine de Chaumont-sur-Loire Festival Interational des Jardins, Jardins d’avenir 2011 Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Dominique Perrault Architecture L’intento è quello di incantare il parco, creare un senso di meraviglia, drappeggiando uno dei suoi “sudditi” con un vestito. Unico in questo luogo, è stato chiamato l’”Albero-Re”. L’Albero-Re non è il più maestoso del parco per la sua dimensione, quanto più per la sua posizione. A somiglianza dei famosi abiti della famiglia Medici, le fasce di maglia metallica dorata si innestano sotto la chioma e, seguendo il tronco, si estendono e si prolungano sul suolo come un tappeto. Questa installazione evidenzia il rapporto tra il sistema sotteraneo (le radici) ed il sistema aereo (la chioma), tra il visibile e l’invisibile. L’abito illuminato dal sole, simbolizza cioè che è stato costruito, tra il naturale e l’artificiale, tra l’incontrollato ed il coltivato.


Roberta Mazzoni

via Morosini 10 bis 10128 - Torino, Italia robertamazzoni7@gmail.com telefono 339-7526193 www.issuu.com/r.mazzoni/docs/portfolio


Portfolio