Page 1

Roberta Mazzoni Portfolio


CURRICULUM VITAE

Roberta Mazzoni Torino, 17-12-1985

via Bronzino 20, 20133 Milano arch.robertamazzoni@gmail.com 339 7526193 Iscritto all’Ordine degli Architetti di Torino, mat. 8629

Roberta Mazzoni, architetto, studia e svolge esperienze professionali a Torino, Barcellona, Parigi ed in Cina. Nell’ambito del progetto Erasmus studia presso l’ESARQ UIC di Barellona (2007) e svolge un tirocinio nello studio di Carlos Ferrater (2008). Nel 2010 si laurea presso il Politecnico di Torino, con tesi di Laurea “Dialogare con il contesto nella nuova Cina. Progetto di Masterplan per l’East river area di Zhaoqing”. La tesi scaturisce dall’esperienza diretta nelle realtà di Guangzhou, Shenzen, Zhaoqing e Hong-Kong nelle quali ha occasione di approfondire il contrasto tra fascinazione per l’occidente e valorizzazione delle identità locali delle città asiatiche. Partecipa a workshop internazionali tra i quali “Abandoned sacred places” in collaborazione con la SintLucas School of Architecture di Bruxelles, “Les fourmis dans le compteur” per il recupero del quartiere Malartic di Bordeaux, alle edizioni EASA (European Architecture Assembly) di Darfo Boario 2009 e di Manchester 2010. Prosegue l’esperienza internazionale a Parigi con uno stage presso Dominique Perrault Architecture partecipando a numerosi concorsi tra i quali il nuovo ippodromo di Longchamp (Parigi, 1° classificato). Da settembre 2011 collabora con gli studi MARC e BRH+ a Torino. Dal 2014 al 2016 ha sviluppato progetti a scala urbana e architettonica come partner dello sudio B-OND a Milano.


ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Torino (IT), sett-feb 15-16 Torino (IT), lug 10

Zhaoqing (CN), nov-dic 09 Barcellona (ES) 06-07 Manchester (UK), ago 10 Bordeaux (FR), 01-10 feb 10 Bruxelles (B), 09-19 feb 09 Torino (IT), gen 08

ESPERIENZE PROFESSIONALI

Assistente alla didattica, Politecnico di Torino - Facoltà di Architettura Design Unit: Architecture and construction systems, Prof. Subhash Mukerjee Tesi di Laurea magistrale in Architettura, Politecnico di Torino “Relating to context in new China: a Masterplan for Zhaoqing East River Area” valutazione: 110 lode e pubblicazione internet Conferenze e meeting progettuali Piattaforma Tirrenica, progetto di Tesi Zhaoqing planning bureau Programma Erasmus presso l’ Universitat Internacional de Catalunya Anno accademico 2006-2007 Workshop internazionale “Identity” EASA, European Architecture Students Assembly Workshop internazionale “Les fourmis dans le compteur” Ecole Nationale Superieure Architecture et Paysage Workshop internazionale “Abandoned Sacred Places” Sint-Lucas School of Architecture Workshop “Bamboo for emergency” Realizzazione di un prototipo abitativo per le situazioni di emergenza

Brescia (IT), 25 lug-9 ago 09

Workshop internazionale “SupermARCHET” EASA, European Architecture Students Assembly

Torino (IT), gen 14 - presente

BRH+ (www.brh.it) architetto collaboratore ai progetti

Milano (IT), gen 14 - presente Torino (IT), set 10 - gen 14 Parigi (FR), Feb - Ago 11 Barcellona (ES), Set 07 - Feb 08

B-OND Architects and Urban Planners (www.b-ondstudio.com) partner MARC Architetti Associati (www.studiomarc.eu) architetto collaboratore ai progetti / responsabile concorsi e gare DOMINIQUE PERRAULT ARCHITECTURE (www.perraultarchitecte.com) stage CARLOS FERRATER office O.A.B. s.l. (www.ferrater.com) stage


CONOSCENZE LINGUISTICHE

PUBBLICAZIONI E PARTECIPAZIONI AD EVENTI

Italiano Spagnolo

livello ottimo di comprensione della lingua orale e scritta, ottime capacità di espressione orale

Inglese

livello avanzato di comprensione della lingua orale e scritta, buone capacità di espressione orale

Francese

livello avanzato di comprensione della lingua orale e scritta, buone capacità di espressione orale

Milano (IT), Apr 2015

Venezia (IT), 29 Ago-25 Nov 12

Torino (IT), Giu 12 Gallarate (IT),12 Mag-8 Lug 12

Torino (IT), Giu 10

Chaumont (FR), 29 Apr-17 Ott 10 Bordeaux (FR), Giu 10

CONOSCENZE INFORMATICHE

lingua nativa

The reading ritual, Allestimento IN Residence, Milano Design Week 2015 Collaborazione con BRH+ 13° Mostra internazionale di Architettura, la Biennale di Venezia Modello interpretative del primo progetto per l’Accademia di Brera (G. Terragni, G. Pollini, P. Lingeri, L.Figini) in collaborazione con studio MARC Tesi di Laurea selezionata per il Premio Tesi Ghivarello 2012 Mostra “Abitare Minimo”, Museo MAGA Esposizione del progetto menzionato, Concorso “Abitare Minimo nelle Alpi” Distretto cultruale della ValCamonica e parco dell’Adamella Conferenza “Architecture for China: Architectural and Urban Research” Politecnico di Torino Presentazione del progetto di Tesi Festival international des jardins de Chaumont-sur-Loire 2010 “L’arbre roi” in collaborazione con Dominique Perrault Architecture Mostra “Les Formis dans le Compteur“ Maison de l’Architecture Esposizione dei progetti selezionati nel workshop “Les Fourmis dans le Compteur, Malartic”

AutoCAD / Sketchup / Vray per Sketchup / Photoshop / Illustrator/ Indesign / Rhinoceros 4.0 / Microsoft Office Suite /


PROGETTI

PAESAGGIO

Nuovo masterplan per l’East River Area di Zhaoqing (Cina) Progetto di Tesi, valutazione 110 lode L’Arbre roi. Festival internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire “Jardins d’Avenir 2011” Collaborazione con Dominique Perrault Architecture - Partecipazione all’ideazione, modello scala 1:1, progettazione Mercato nell’orto in Porta Genova, Milano Concorso ad inviti con Atelier delle Verdure Janus rurbanism - Progetto di masterplan per un’area rurale in Luliang (Cina) Collaborazione con LAB10 (Shanghai) - Ideazione, progettazione preliminare Rivoli. Trasformazione minima di una casa con parcheggio sotto il parco, Torino Collaborazione con studio MARC - Partecipazione all’ideazione, progettazione preliminare, definitiva e pratiche edilizie

ARCHITETTURA

Trasformazione di un ristorante nel centro di Torino Collaborazione con studio BRH+ - Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e direzione lavori Barbaroux. Restauro e risanamento conservativo di una facciata nel centro storico di Torino Collaborazione con studio MARC - Progettazione definitiva, supporto alla direzione lavori Sede sociale del gruppo SCE, Nantes (Francia) Collaborazione con Dominique Perrault Architecture - Progettazione preliminare Città della Musica di Sabadell (Spagna) Collaborazione con Carlos Ferrater - Progettazione preliminare e definitiva, modelli di studio Ricardo. Trasformazione di una casa a Torino Collaborazione con studio MARC - Referente del progetto, progettazione preliminare, definitiva, supporto alla direzione lavori Jamat Ahle Sunat mosque & madrasa Faizan-e-Raza. Proposta per una moschea, Mumbai (India) Collaborazione con studio MARC - Referente del progetto, partecipazione all’ideazione e progettazione preliminare Hangzhou: ingresso, bookshop, biblioteca e caffetteria per una galleria d’arte, Hangzhou (Cina) Collaborazione con studio MARC - Progetto preliminare Architettura per lo smaltimento. Trasformazione di un nuovo comparto biologico, Orbassano (To) Collaborazione con studio MARC - Referente del progetto, partecipazione all’ideazione, progettazione preliminare, definitiva, supporto alla direzione lavori


Sopra/sotto, dentro/fuori, Trasformazione di una villa sopra una collina, Torino Collaborazione con studio MARC - Redazione delle pratiche edilizie, supporto al progetto definitivo, rappresentazione grafica per riviste e pubblicazioni Tosetto, Weigmann e Associati, Trasformazione di una villa in edificio per uffici, Torino Collaborazione con studio MARC - Redazione pratiche edilizie, rappresentazione grafica per pubblicazioni Monopy -The mold- Showroom per prodotti ceramici, Tangshan (Cina) Collaborazione con LAB10 (Shanghai) - Ideazione, progettazione preliminare e definitiva

INTERNI

Styling per l’azienda LAGO Progettazione degli allestimenti del Salone del Mobile di Milano 2015 e degli interni per il Catalogo 36e8 Carmine. Trasformazione di un sottotetto con abbaini, Torino Collaborazione con studio MARC - Partecipazione all’ideazione, progettazione preliminare e definitiva d’appalto, pratiche edilizie, supporto alla direzione lavori. Interior design per un appartamento nel centro storico di Torino Collaborazione con studio BRH+ - Partecipazione all’ideazione, Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e direzione lavori Tunnel chic. Trasformazione di una galleria in una casa vista mare, Alassio Collaborazione con studio MARC - Partecipazione all’ideazione, progettazione preliminare Rebaudengo. Trasformazione di un salone di un sottotetto, Torino Collaborazione con studio MARC - Progettazione preliminare Ristrutturazione di una casa lungo Po, nel cuore di Torino Collaborazione con studio BRH+ - Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e direzione lavori Ristrutturazione di uno spazio commerciale nel centro di Torino Ideazione, Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e direzione lavori

ALLESTIMENTI

Desiderabilia, About desirable things, allestimento per il Fuorisalone, Milano Collaborazione con studio BRH+ - Progettazione definitiva, esecutiva The Reading Ritual, allestimento per il Fuorisalone, Milano Collaborazione con studio BRH+ - Partecipazione all’ideazione, Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva


Mostra Nothing is Real, MAO - Museo d’Arte Orientale, Torino Collaborazione con studio BRH+, ideazione, progettazione preliminare ed esecutiva, direzione lavori CEDIT ceramiche d’Italia, Showroom Fiorano Modenese Collaborazione con studio BRH+, ideazione, progettazione preliminare ed esecutiva, direzione lavori CEDIT ceramiche d’Italia, Allestimento DIORAMI, Milano Design Week 2016 Collaborazione con studio BRH+, ideazione, progettazione preliminare ed esecutiva, direzione lavori

CONCORSI

Nuovo ippodromo di Longchamp, Parigi Collaborazione con Dominique Perrault Architecture - 1° classificato Complesso residenziale Nitch a Chembur, Mumbai Collaborazione con studio MARC Abitare minimo nelle Alpi: nuova cellula abitativa minima, autonoma e reversibile Progetto segnalato Europan 12 - Un nuovo masterplan per Haninge (SE) Maison Jean Lescart, création d’un Historium un nuovo museo a Mons, Belgio Collaborazione con studio MARC - 2° classificato Andermatt masterplan, Svizzera Collaborazione con Dominique Perrault Architecture Centro direzionale ENI, San Donato Milanese Collaborazione con Dominique Perrault Architecture Nuovo masterplan per Nichelino, Torino Collaborazione con studio MARC Reale Mutua, Trasformazione di un ingresso in salone, Torino Collaborazione con studio MARC - concorso a inviti Padiglione dell’infanzia, Milano Collaborazione con studio PiSaA (Barcellona) Concorso di idee per la ricostruzione del Bivacco Fanton, Bolzano Ideazione e progettazione


PROGETTI


REALE MUTUA Transformazione di un ingresso in salone, Torino Concorso ad inviti

Tema: interni, ristrutturazione, allestimenti Luogo: Torino, Italia Data: 2012 Committente: Reale Mutua assicurazioni Scala: 200 mq Team: Roberta Mazzoni con studio MARC, baukuh, Armin Linke, Vincenzo Cabiati, Suite sound design.


TOSETTO, WEIGMANN E ASSOCIATI Trasformazione di una villa in edificio per uffici, Torino Progetto realizzato

Tema: interni, ristrutturazioni Luogo: Torino, Italia Data: 2012 Committente: Tosetto, Weigmann e Associati Scala: 1800 mq Team: Roberta Mazzoni con studio MARC

Trasformare un’elegante palazzina di inizio ‘900 in un efficiente edificio per uffici contemporaneo, eseguire interventi radicali e pragmatici, ottimizzare l’uso degli spazi. Allo stesso tempo, rispettare gli ambienti esistenti, mantenerne il fascino, senza lasciarsi intimidire dal loro rigido classicismo. Il progetto cerca discrezione e neutralità nell’inserire i molti nuovi elementi che sono necessari. Come la nuova scala in lamiera traforata, che unisce sette diversi livelli e li illumina con un grande lucernario, la nuova biblioteca, pensata per crescere, alla quale viene dedicato un piano totalmente nuovo, sospeso nel cuore dell’edificio.


SALONE DEL MOBILE Styling per LAGO, Milano Progetto realizzato

Tema: interior, retail Luogo: Milano, Italia Data: 2015 Committente: LAGO Scala: 300 mq Team: Roberta Mazzoni con studio BRH+

Quattro case ideali, quattro modi di vivere: lo stand Lago è suddiviso in quattro soluzioni abitative che si sviluppano in lunghezza, ognuna ‘vestita’ con un interior mood diverso. I quattro stili, oltre ad essere soluzioni d’interior per spazi pubblici e privati, sono anche la manifestazione dell’innovativa formula di retail shop+, punti vendita nei quali - grazie ai suggerimenti di lifestyle - il visitatore può fare un’esperienza di acquisto evoluta. Entrando nello stand il visitatore viene accolto da quattro mood differenti con cui è declinato il concetto di casa: Curiosity home, Devotion home, Foolishness home, Wisdom home. Configurazioni spaziali, decori murari, complementi d’arredo, sono stati progettati a supporto e valorizzazione degli arredi LAGO, esposti in occasione del Salone del Mobile 2015 di Milano.


SOPRA/SOTTO, DENTRO/FUORI Trasformazione di una villa sopra una collina, Torino Progetto realizzato

Tema: paesaggio, interni, ristrutturazioni Luogo: Torino, Italia Data: 2012 Committente: privato Scala: 600 mq Team: Roberta Mazzoni con studio MARC

Il progetto cerca di operare sull’involucro esistente il minimo indispensabile. Al livello del piano interrato una forma pentagonale, in parte derivata da giaciture esistenti, in parte arbitraria, si fa largo fra il terreno e i muri della casa, scava e deforma, cercando di mettere in rapporto diretto l’interno con la collina e di rendere abitabile quel grande spazio. Il pentagono è un contenitore che coesiste fra il garage, la casa e il paesaggio: contiene un po’ di interno (un salone con zona giochi) e un po’ di esterno.


RIVOLI Trasformazione minima di una casa con parcheggio sotto il parco, Torino Progetto realizzato

Tema: architettura, paesaggio Luogo: Rivoli (To) Data: fine lavori novembre 2014 Committente: privato Scala: 900 mq Team: Roberta Mazzoni con studio MARC Un collezionista d’auto, proprietario di una grande villa di famiglia degli anni ‘50, decide di ristrutturare la sua unità e di ampliare il garage per ospitare la propria collezione di auto d’epoca. Questa è l’occasione per favorire un contatto più diretto tra l’interno della villa ed il parco che la circonda: un lembo di parco si solleva e raggiunge la zona giorno per accogliere la discesa lungo il pendio. Anche dalla sala delle feste del piano interrato è possibile accedere al parco e allo stesso tempo contemplare la collezione d’auto.


THE READING RITUAL Allestimento IN Residence, Milano Design Week 2015 Progetto realizzato

Tema: interior, allestimento temporaneo Luogo: Milano, Italia Data: Aprile 2015 Committente: IN Residence Scala: 25 mq Team: Roberta Mazzoni con studio BRH+

“The Reading Ritual”, il nuovo progetto pilota per IN Residence, presentato durante la Design Week di Milano 2015, è un sistema che contiene un numero limitato di libri, una struttura “minima” utile a custodire – ed esporre – i testi che ciascuno ritiene possano rivelare il proprio universo interiore; è un progetto che parla di affezioni, ideali, anche di ossessioni personali, così come di volontà di rappresentazione delle identità individuali attraverso la selezione di testi “chiave”: una piccola architettura, un dispositivo per rivelare la ritualità della lettura connessa al piacere e la meraviglia di ampliare le proprie conoscenze.


NOTHING IS REAL Museo d’Arte Orientale, Torino Progetto realizzato

Tema: interior, allestimento mostra Luogo: Torino, Italia Data: Maggio 2016 Committente: MAO Museo d’Arte Orientale, curatore Luca Beatrice Scala: 300 mq Team: Roberta Mazzoni con studio BRH+

Da quando i Beatles incontrano l’Oriente, la cultura pop contamina il misticismo in un’ideale fusione tra occidente e oriente. Ecco quindi l’ispirazione della mostra Nothing Is Real, una cavalcata in undici sale negli spazi del MAO, il Museo d’Arte Orientale di Torino, dove troviamo una continua mescolanza tra cultura alta e cultura bassa. Centinaia di oggetti provenienti da diversi ambiti e linguaggi dialogano con opere d’arte contemporanea in un ambiente dove la percezione del reale è amplificata grazie alle strutture espositive dalle giaciture inattese con tinte e tessiture derivate dalla contaminazione con il mondo orientale.


CEDIT CERAMICHE D’ITALIA Showroom Fiorano Modenese Progetto realizzato

Tema: interior, showroom Luogo: Fiorano Modenese, Italia Data: Settembre 2016 Committente: Florim Cedit Scala: 60 mq Team: Roberta Mazzoni con studio BRH+

Per CEDIT abbiamo realizzato un nuovo showroom espositivo, all’interno dello spazio Florim Cedit di Fiorano Modenese. All’interno di uno spazio neutro, 8 sono i corner dotati di strutture di supporto per la posa delle lastre, cassettiere, lavagne divisorie espositive, tavoli e accessori su disegno, per valorizzare e rendere il più possibile funzionale la presentazione delle nuove collezioni. Ogni corner ha una sua tinta associata, ed una struttura spaziale che costituisce un microambiente tematico. A contrasto dell’area espositiva si configura a tinte scure lo spazio collettivo di condivisione e approfondimento dei materiali.


struttura espositiva di supporto lastre

divisorio con contenitore

lavagna porta-lastre

cassettiera

tavolo di appoggio


CEDIT CERAMICHE D’ITALIA Progetto lastre cermiche Serie Cementi - Matrice Progetto realizzato

Tema: progetto grafico lastre ceramiche Luogo: Fiorano Modenese, Italia Data: Gennaio-Settembre 2016 Committente: Florim Cedit Team: Roberta Mazzoni con studio BRH+

Per CEDIT abbiamo realizzato “Matrice”, una collezione espressiva che esplora la consistenza del cemento, decorato con finiture superficiali di pregio. Caratterizzata da un ampio spettro di combinazioni modulari, la serie di lastre è arricchita da una trama di incisioni lineari, poi stuccabili in tinte forti, secondo geometrie derivate dal disegno di ricami manuali della tradizione italiana. La composizione delle lastre tra loro dà origine ad infinite possibili trame.

ESEMPI DI COMPOSIZIONI POSSIBILI

ABACO LASTRE CON DECORI

D0, D1, D2, D3, F1,

D0, D1, D2, F1, F2, E2, H0, H3

D2, F0, F1, F3, H0, H3

I1, I2, E0


CITY LIFE RESIDENCES, Milano Concorso a inviti

Tema: residenza, architettura, pianifiazione urbana Luogo: Milano Data: 2011 Committente: City Life Scala: 30000 ha Team: Roberta Mazzoni con Dominique Perrault Architecture

ll quartiere di City Life, con il progetto delle tre torri nel centro di Milano, ha creato una nuova condizione urbana. Lo skyline della città è stato trasformato con l’emergere dei tre edifici alti. La forza del progetto urbano e architettonico di queste torri è che sono più edifici e non isolati. L’idea è quella di enfatizzare il concetto originale, proponendo una quarta torre, che trasformerà il trio in un quartetto. Questo gesto valorizza il progetto di City Life che prevede la trasformazione dello skyline di Milano. Inserendo l’intero programma in un unico edificio, le aree verdi saranno utilizzabili per parchi e giardini che diventeranno parte integrante del paesaggio restituito agli abitanti del quartiere, con la possibilità di avere spazi aperti per camminare e sostare.


NUOVO IPPODROMO DI LONGCHAMP, Parigi Concorso - 1° premio

Tema: paesaggio, complessi sportivi Luogo: Parigi Data: inizio cantiere 2014 Committente: FRANCE GALOP, Boulogne Billancourt (FR) Scala: 23 603 mq Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Dominique Perrault Architectes Il progetto risponde alle ambiziose esigenze sportive di France Galop, affermando l’ippodromo di Longchamp nel panorama equestre internazionale e offrendo le migliori condizioni per ospitare il “Qatar Prix de l’Arc de Triomphe”, il primo evento equestre del mondo. Luogo emblematico nel mondo delle corse a Parigi, l’Ippodromo di Longchamp è composto da un complesso di diversi edifici e da molteplici livelli stratificati, dove è diventato difficile identificarsi. Con questi presupposti, l’ambizione è quella di evidenziare gli elementi architettonici coinvolti nella identità di Longchamp - il Padiglione forum, l‘ex bancone, le Scuderie - di essere coinvolto nel nuovo sviluppo dell’ippodromo trasformando il paesaggio. Sopra il livello esistente, un ampia passerella sopraelevata, accessibile attraverso un sistema di rampe, è progettata per il traffico pubblico pedonale. Questa è la spina dorsale del progetto, che collega da nord a sud tutte le funzioni nuove e antiche dell’ippodromo. In questo nuovo livello unificante, tutti i nuovi percorsi equestri ed il traffico tecnico logistico sono collocati.


MONOPY I THE MOLD Showroom per prodotti ceramici Progetto definitivo

Tema: exhibition, interior design, architettura Luogo: Tangshan, China Data: 2014 Committente: privato Scala: 500 mq Team: Roberta Mazzoni con LAB10 (Shanghai)

Il progetto di un nuovo spazio rappresentativo dell’azienda Monopy, si ispira al ciclo di vita della ceramica: un ciclo che ha il suo inizio dal suolo, dall’acqua, al fuoco, per poi tornare nuovamente al suolo. I visitatori, percorrendo i due livelli dell’edificio (ex capannone, riconfigurato e ampliato con il progetto), possono fare esperienza di questi tre elementi, attaverso le diverse stanze tematiche. Al tempo stesso lo spazio, con la nuova configurazione, desidera comunicare in modo chiaro la filosofia del marchio e dell’azienda, focalizzata oltre che sulla qualità del prodotto anche sul tema del riciclo e di risorse sostenibili.


CIUTAT DE LA MUSICA Sabadell Progetto definitivo Tema: architettura Luogo: Sabadell, Spagna Data: 2008 Scala: 65000 mq Cliente: Municipalità di Sabadell Team: Roberta Mazzoni in collaborazione con Carlos Ferrater O.A.B. Barcelona La mia esperienza nello studio di Carlos Ferrater si è articolata, tra vari progetti, nello sviluppo del “proyecto basico” del nuovo auditorium e della scuola di musica di Sabadell (Barcellona). L’edificio è caratterizzato da un “diamante”auditorium interno e da quattro volumi di diverse altezze che lo sovrastano attraversandolo, contenenti le aule di musica. I volumi generano patii che modulano lo spazio (moduli di 8,5 m) e permettono una via di fuga antincendio. Al di sotto del mondo superiore del teatro e della scuola si colloca una “piastra” dove allo stesso tempo hanno luogo le attività degli attori, le sale prova,ecc. Molteplici sono stati gli studi per l’ingresso della luce naturale attraverso il lucernario all’entrata, e per la maglia strutturale più adatta per l’edificio.


JAMAT ALE SUNAT MOSQUE & MADRASA FAIZAN-E-RAZA Proposta per una Moschea, Mumbai In corso di finanziamento Tema: Architettura Luogo: Mumbai, India Data: 2012 Cliente: Jamat Ahle Sunat Masjid & Madrasa Faizan-E-Raza Trust Scala: 1000 mq Team: Roberta Mazzoni con studio MARC, URBZ Mumbai. L’intenso quartiere di Shivaji Nagar è il contesto del primo progetto sviluppato da Marc Hood, una collaborazione tra MARC e lo studio ‘HOOD di Matias Echanove e Rahul Srivastava (fondatori di URBZ - User-generated cities) incentrata sulle possibilità dell’architettura nei quartieri informali della città indiana. La proposta di Marc Hood per la nuova moschea Jamat Ahle Sunat e la Madrasa Faizan-E-Raza è uno strumento per negoziare la forma dell’edificio attraverso processi decisionali complessi e insondabili. In questa condizione il progetto individua alcuni obiettivi precisi, accettando serenamente l’imprevedibilità del risultato finale.


CASCINA PAROLDO Recupero e ampliamento Progetto realizzato Tema: recupero dei rustici, ampliamento Luogo: Paroldo (CN), Italia Data: 2015 Committente: privato Scala: 600 mq Team: Roberta Mazzoni con studio BRH+


CARMINE Trasformazione di un sottotetto nel centro storico, Torino Progetto realizzato

Tema: interni, ristrutturazioni Luogo: Torino, Italia Data: 2013 Committente: privato Scala: 130 mq Team: Roberta Mazzoni con studio MARC

Il progetto prevede il recupero di un sottotetto per estendere la sottostante residenza privata. Il nuovo tetto isolato, comporta il consolidamento del solaio, e l’utilizzo quindi di materiali e strutture piÚ contemporanee: travi in legno lamellare, trave di colmo in cemento a vista e tiranti di appensione del solaio in acciaio. Due nuovi abbaini sono inseriti nella copertura, con rivestimento interno in mdf, e rivestimento esterno Tecu gold e antracite.


MAGENTA Trasformazione di un negozio in centro storico Progetto realizzato

Tema: spazio commerciale, ristrutturazione Luogo: Torino Data: febbraio 2015 Committente: privato Scala: 70 mq Un negozio di verdure, viene trasformato in uno spazio neutrale, per accogliere un nuovo negozio. Il progetto si configura nel rispetto delle strutture esistenti, con un inserimento contemporaneo: un volume verde dentro il volume bianco, che si piega e ritaglia per ospitare gli spazi di servizio.


ABITARE MINIMIMO NELLE ALPI, Valcamonica

Concorso - Progetto segnalato Tema: architettura, paesaggio Luogo: Val Camonica, Italy Data: concorso 15 marzo - 22 aprile 2012 Committente: Distretto culturale Valle Camonica Scala: 20 mq L’albero è un landmark naturale perfettamente integrato nel contesto alpino. E’ storicamente un punto di riferimento per la comunità, un totem che emerge, anche solitario, dal paesaggio. Allo stesso modo l’intervento è una chiara presenza, un “albero artificiale” che si fonde con il contesto naturale delle rocce e dei boschi. Il tronco è un elemento forte, accentratore e portante con carattere multifunzionale; la sua “linfa” fornisce energia vitale alla struttura ed alla comunità che vi si raduna attorno. La “chioma” (involucro) lo avvolge ed offre protezione e riparo dagli agenti atmosferici esterni. La radialità dell’albero permette di concepire un volume compatto, organizzato secondo sviluppo planimetrico centralizzato a matrice poligonale. L’organizzazione planimetrica centralizzata risponde ad una precisa idea di ottimizzazione dello spazio, di natura non razionalista ma organicista.


LOGGIA, Valcamonica Workshop Progetto realizzato

Tema: architettura, paesaggio, spazio pubblico Luogo: Val Camonica, Italia Data: Agosto 2009 Committente: privato Scala: 100 mq Team: workshop 25 studenti La Loggia è un elemento tipologico di alcune città italiane, è un luogo di commercio, di comunicazione e scambio culturale. La loggia realizzata in legno coinvolge uno spazio progettato per la comunità di Angone. La loggia contiene 4 spazi di dimensioni differenti al piano primo, includendo un ufficio ed uno spazio espositivo. Il piano terra ed il piano superiore sono connessi attraverso una scala nel nucleo portante della struttura. Il piano terra è aperto sui 4 lati e incrementa la relazione visuale e spaziale con lo spazio circostante. I tamponamenti del piano superiore invece sono legno compensato e policarbonato, materiale economico spesso utilizzato per edifici industriali. La Loggia è costituita da uno scheletro strutturale portante. Le pareti divisorie dello spazio sono indipendenti. Questo permette l’utilizzo di ampie porzioni trasparenti e al tempo stesso flessibilità al piano terra.


PIANTE | SCALA 1:50

CONTESTO

BIVACCO FANTON Ricostruzione di un bivacco in alta quota, Belluno Concorso

favorire un più rapido scioglimento della neve. Struttura zincata Struttura Struttura zincata zincata

15 Rivestimento in 1 metallici fogli S= 2 mm 10

Tema: bivacco, architettura di alta quota Luogo: Dolomiti Data: 2015 Committente: Sezione Cadorina del CAI, Fondazione Architettura Belluno Dolomiti Scala: 50 mq

8

Rivestimento in fogli metallici S= 2 mm

Tavolato di abete s=20mm. Finitura al grezzo con trattamento insetticida-fungocida

4 Struttura zincata Struttura Struttura zincata zincata

9

accumuli di neve in prossimità dell’edificio.

Tavolato di abete s=20mm. Finitura al grezzo con trattamento

bullonatura.

Isolamento termico

Listelli di ventilazione in legno sezione= 40x40 mm

Listelli insetticida-fungocida di ventilazione Isolamento termico: in legno sezione= fibra di legno + OSB 40x40 mm + Eps, s=18 cm Telo traspirante impermeabile all’acqua e permeabile al vapore

Isolamento termico: fibra di legno + OSB + Eps, s=18 cm

Struttura in acciaio zincato

Struttura in acciaio Telo traspirante zincato impermeabile all’acqua e permeabile al vapore

Tavolato di abete s=20 mm finitura al grezzo con trattamento

Pannello fotovoltaico 70x100 policristallino - Pmax 150 Wp

Tavolato di abete s=20 mm Pannello fotovoltaico 70x100 insetticida-fungocida finitura al grezzo con policristallino - Pmax 150 Wp trattamento insetticida-fungocida

quota già preassemblati e collegati definitivamente facciata. Questi elementi potranno essere mediante trasportati in bullonatura. quota già preassemblati e collegati definitivamente mediante bullonatura. 5. Posa dell’involucro di rivestimento e dei serramenti

5. Posa dell’involucro di rivestimento e dei serramenti

5 Struttura zincata Struttura Struttura zincata 3zincata

13

12

5.

2 6

5.

15

7

12

5.

4.

ONE |

Pianta quota + 0.0 m

L’aspetto caratteristico delle Dolomiti è un alternarsi di linee morbide orizzontali, quelle dei SCALA 1:50 LEGENDA prati e degli altipiani, e linee decise e rigide ver1. Ingresso ticali, quelle di pinnacoli, guglie e torri o delle 2. Zona giorno 3. Tavolo estendibile profonde gole. Il passaggio di forme è netto, 4. Scarpiera 5. Vano sci e racchette giacche preciso, così che i volumi si stagliano perfetta- 6.7. Deposito Deposito zaini 8. Kit pronto soccorso mente definiti e isolati gli uni dagli altri. 9. Vano dispensa, pentola e tanica Ripostiglio sgabelli L’intervento si colloca nel paesaggio proprio 10. 11. Vano deposito oggetti personali Scala di risalita alla zona notte come un frammento della parete rocciosa, con- 12. 13. Punto luce centro-tavola Telecamera in esterno figurandosi come una sovrapposizione di strati 14. 15. Telecamera in interno dovuti ad una sedimentazione funzionale. INVOLUCRO La stratificazione del volume segue il profilo 6 della montagna, assecondandola e generando 2 una falda unica, che guarda verso sud, a valle. 5 4 3 0 1

3

6m

Pianta quota + 3.0 m

Copertura inclinata a falda unica, orientamento a sud per il fotovoltaico

4.

3. 15

4. 3. Serramenti in alluminio bassoemissivi, Aperture a quote trasmittanza ≤ 1,13 w/ Travi in acciaio diverse per favorire IPE 160 mm m2kla ventilazione e

Tavolato in legno 11 s= 40 mm

Elementi tipologici in acciaio zincato di sostegno dei letti

Travi in acciaio IPE 160 mm

Vano ricavato per riporre gli oggetti personali

Tavolato in abete per le cuccette notte s= 30 mm

Travi in acciaio HEA 200 mm

2.

l’effetto camino

Serramenti in alluminio 11 DETTAGLIO DELLE FONDAZIONI ELEMENTO TIPOLOGICO MODULARE 13 PRESALDATO Tavolato in abete per ElementiPRIMA tipologiciDEL TRASPORTO Vano ricavato per 1. Fogli metallici s=2 mmbassoemissivi, le cuccette notte in acciaio zincato di Travi in acciaio riporre gli oggetti Travi in acciaio ≤ 1,13 w/ Travi in acciaio Tavolato in legno 2. Tavolato di abete s=20trasmittanza mm s= 30 mm sostegno dei letti HEA 200 mm personali s= 40 mm IPE 160 mm IPE 160 mm 3. Listelli di ventilazione m2k Cuccetta: Colonna metallica 11 s=40x40mm tavolato in 11PRESALDATO PRIMA DEL TRASPORTO 4. Isolamento termico s=18 cm DETTAGLIO DELLE FONDAZIONI INVOLUCRO ELEMENTO 4 5 TIPOLOGICO 6 MODULARE 1. Fogli metallici s=2 mm legno di abete Flange d’irrigidimento 5. Telo traspirante impermeabile 2. Tavolato di abete s=20 mm 6 3 6. Struttura in acciaio zincato 11 3. Listelli di ventilazione Cuccetta: Colonna metallica 7. Serramento in alluminio s=40x40mm Dallo sfalsamento 2 Piastra di ancoraggio 4. Isolamento termico s=18 cm dei letti, vano pertavolato in legno di abete 1 Flange d’irrigidimento 5. Telo traspirante impermeabile oggetti personali Il rivestimento metallico 4 Livellamento in calcestruzzo 2 5 3 6. Struttura in acciaio zincato di facciata è costituito da tixotropico tipo EMACO Rck 350 7. Serramento in alluminio Dallo sfalsamento pannelli con giunti orizzontali, Piastra di ancoraggio dei letti, vano per Serramenti in alluminio che seguono l’andamento 1 oggetti personali 7 Tavolato in abete per Livellamento in calcestruzzo 2 vetrate e le Il rivestimento metallico Elementi tipologici Vano ricavato per delle aperture bassoemissivi, di facciata è costituito da tixotropico tipo EMACO Rck 350 le cuccette notte in acciaio zincato di Travi in acciaio riporre gli oggetti orizzontali Tavolato in legno in acciaiopannelli Travi in acciaio trasmittanza ≤stratificazioni 1,13 w/ Travi conScala giunti orizzontali, in legno rocciose deiIPE massicci s= 30 mm sostegno dei letti MensoleIPE HEA 200 mm Chiodi di ancoraggio alla roccia personali 40 mm 160 mm ches= 160 mmzincato m2k in acciaio seguono dil’andamento abete compatta 7 circostanti. delle aperture vetrate e le Pilastro in acciaio zincato sezione HEA 120

INVOLUCRO

1. Fogli metallici s=2 mm VISTA INTERNA: LA SCALA E I LETTI 2. Tavolato di abete s=20 mm 6

0

DURANTE IL FENOMENO DELL’ENROSADIRA

1

VISTA VERSO 2 5

4 3 1

2

7

3. Listelli di 3m ventilazione VISTA INTERNA: LA SCALA E I LETTI ILs=40x40mm LATO D’INGRESSO 4. Isolamento termico s=18 cm 5. Telo traspirante impermeabile 6. Struttura in acciaio zincato 7. Serramento in alluminio Il rivestimento metallico di facciata è costituito da pannelli con giunti orizzontali, che seguono l’andamento delle aperture vetrate e le stratificazioni orizzontali rocciose dei massicci circostanti.

VISTA INTERNA: LA SCALA E I LETTI

1

1

stratificazioni orizzontali ELEMENTO rocciose deiTIPOLOGICO massicci circostanti.

Scala in legno di abete

Scala in legno MODULARE PRESALDATO di abete

Eventuale serbatoio DETTAGLIO DELLE FONDAZIONI PRIMA DEL TRASPORTO Mensole in acciaio zincato Pilastro in acciaio zincato sezione HEAVISTA 120

di accumulo dell’acqua piovana

Cuccetta: tavolato in legno di abete Dallo sfalsamento dei letti, vano per oggetti personali

Mensole in acciaio zincato Pilastro in acciaio zincato sezione HEA 120

Chiodi di ancoraggio alla roccia

compatta INTERNA: LO SPAZIO COMUNE E LA VISTA PANORAMICA A 360°

2.

3.

1.

2. 1.

metallica VISTA INTERNA: LO SPAZIOColonna COMUNE E LA VISTA PANORAMICA A 360° Flange d’irrigidimento Piastra di ancoraggio Livellamento in calcestruzzo tixotropico tipo EMACO Rck 350

Chiodi di ancoraggio alla roccia compatta

1.

VISTA INTERNA: LO SPAZIO COMUNE E LA VISTA PANORAMICA A 360°

22


L’ARBRE ROI. Festival Internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire Installazione Tema: paesaggio, installazioni Luogo: Chaumont-sur-Loire Data: 2011 Cliente: Domaine de Chaumont-sur-Loire Festival Interational des Jardins, Jardins d’avenir 2011 Team: Roberta Mazzoni con Dominique Perrault Architecture L’intento è quello di incantare il parco, creare un senso di meraviglia, drappeggiando uno dei suoi “sudditi” con un vestito. Unico in questo luogo, è stato chiamato l’”Albero-Re”. L’Albero-Re non è il più maestoso del parco per la sua dimensione, quanto più per la sua posizione. A somiglianza dei famosi abiti della famiglia Medici, le fasce di maglia metallica dorata si innestano sotto la chioma e, seguendo il tronco, si estendono e si prolungano sul suolo come un tappeto. Questa installazione evidenzia il rapporto tra il sistema sotteraneo (le radici) ed il sistema aereo (la chioma), tra il visibile e l’invisibile. L’abito illuminato dal sole, simbolizza cioè che è stato costruito, tra il naturale e l’artificiale, tra l’incontrollato ed il coltivato.


Roberta Mazzoni

via Bronzino 20 20133 - Milano, Italia telefono: 339 7526193 arch.robertamazzoni@gmail.com

Portfolio  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you