Page 1


Vadim ZETAND REilLITU TRINSURFIIIE ll Ti,ansurfng E una nuova e straordinaria tecnicadi interpretazionedelln realthche,a partiredallaRussia,staconquistandomilioni di personein diverseparti del mondo. Piil precisamenterappresentauna delle piir innovativemodalitl di esercitarele proprie capacitl e la propria intelligenza. Chi pratica il Tiansurfzg scivolasenzasforzotra le onde del quotidiano e cavalcala vita con leggerezza,senzasprofondarvi dentro. Libero da legami di dipendenzae consapevoledi ogni cosache fa, 1lnansurfer non attribuiscemai troppa importanzaagli eventi,che in questomodo perdono la loro connotazionepositivao negativae non hanno piil il potere di influire sullasuaesistenza. Atrento a non disperderela propriaenergia lottando inutilmente contro i pendoli- strutturementali vincolanti che si raflbrzanoquanto pil le personedanno loro risonanza- il transurfer preferisceesserespettatoreattivo inveceche attore, assumendoin questomodo una prospettivapiil distante,rilassatae obiettiva. MctafirI',rpc'r'fi'tte,-lcl

'Ii',rtt-;rt(ing,\ iI prirrcipio rrIIrrbrrse

clcll'rtiliiclo.ln ilLrest'rrnticrr rlisciplinechi vicrre presorli rnir'.r Iton si ol')l)ol)('.rll'.tttlrcco.lnll ilcc()rI'rl)agnlr I'ln'r'ersltrionci srroi rrrovitncn t i, sfi'rrttantlonc' l.r lil rz.lllr Plol'rrio \';.rn rllqgi(). Ncl Tial-irr(ing r-ronc'i' posto pcr I'o1-rposiz.ionc clirc'ttrr allrrrcelt), Ittrtsolo pcr rur sapicntcrrtiliz.zoclell'energi.r rrt'llrrtlircziolrc rr noi piir Lrvorevole.


Premessa

Cari Lettori! Sicuramentevoi, come tutti, vorrestevivere nell'agio, in prosperit), senzamalattie e sconvolgimentiesistenziali.La vita, tuttavia, disponediversamentee vi fa girare come una barchettadi carta in mezzo a correnti impetuose. Nel rincorrere la felicitir avreteforsegii provato tanti percorsiconosciuti.Ma, dite la verit), quanto sieteveramenteriusciti a raggiungerenell'ambito del modo tradizionaledivedere la realt)r? Questo libro tratta di cosestranee inusuali,scioccanti,da non credere.La vostra fede, del resto, non serve.Tioverete qui dei metodi che vi permetterannodi verificaretutto da soli. E allora vedreteche la vostra abituale percezionedella realtl croller) da sola. Il Tiansurfngb una tecnicapotente, in grado di fornire gli strumenti necessariper crearecose impossibili da un normale punto di vista, e piir precisamenteper gestireil vostro destino a vostro piacimento. Nessun miracolo, perb. Vi aspettaqualcosa di ben altra entitl. Vi toccherl convincervi che la realt) ignota b molto piir stupefacentedi qualsivogliamisticheria. Esistono tanti libri che insegnano a diventare ricchi, raggiungereil successoe la felicit). Prospettiveallettanti: e chi mai non lo vorrebbe?Ma quando sfogliateil manuale e trovate ogni sorta di esercizi,tecniche di meditazione e lavoro di autoperfezionamento, vi passasubito la voglia di fare qualcosa.La vita b gii di per sdun esamecontinuo e in questitesti,per l'ennesima volta, vi si propone di fare uno sforzo e spremer fuori da voi stessiancora qualcosain piil. Vi assicuranoche siete imperfetti e che per questo dovete assolutamentecambiare, altrimenti non potrete contare su nessunrisultato.


6 - Lo Spar.iodelle Varianti

Pub anche darsi che non siate pienamente soddisfatti di voi stessi.Nel profondo dell'anima, perb, non aveteafhtto voglia di cambiarvi. Ed b giusto che non vogliate. Non dovete crederete a chi vi dice che sieteimperfetti. Chi mai pub saperecome Non occorrecambiarese stessi.Lavia di uscita dovresteessere? non b lh dove la cercate. Non ci occuperemoqui nd di esercizi,nd di meditazione, nd di introspezione.Il Tlansurfing non d una nuova tecnica di autoperfezionamentoma un modo fondamentalmente nuovo di pensaree operareper ottenere la realizzazionedei propri desideri. Badate bene: non raggiungerema proprio ottenere. E non per cambiarese stessima per ritornare a sd. Tirtti noi commettiamo tanti errori nella nostra vita, e ci ritroviamo poi a sognaredi ritornare indietro nel tempo per correggeretutto. Io non vi prometto "un biglietto di seconda classeper I'infanzia', ma sostengoche gli sbaglisi possonocorreggeree sar) quasi come ritornare al passatoo, Per meglio dire, "avanti nel passato".Il significatodi questeparolevi sarl chiaro solo alla fine del libro. Quello che voglio raccontarvi non lo avetemai nd sentito nd letto. Preparateviquindi a sorpresetanto straordinariequanto piacevoli.

Caoitolo I

-

Il modello delle varianti


Questocapitolocontiene l' i ntroduzioneal Transurfinq. ll concettodi base delTransurfingd il modello delle varianti,un punto di vistafondamentalmente nuovo sulla struttura del nostromondo. L'individuonon sospettadi semplicementeavere quanto desidera, senzacercaredi ottenerlo. Perchecio e possibile?

,lt

,' i 'fi,,,,

i '/,| 'ii,, r,,t'llil' ,.,

,,,*

,:1.,,,,,r'

'iilil''

ll frusciodellestelledel mattino Sono stato svegliatodal guaito del cane dei vicini. Che creatura disgustosa,mi svegliasempre!Come la odio! Ma perchd devo esseresvegliatoproprio dai suoni emessida questo essere ripugnante? Ho bisognodi usciree dicalmarmi,didistrarmidal fbrtissimo desideriodi dar fuoco alla casadei vicini. Thle il cane, tali i padroni. Nella mia vita si insinuanocostantementeserpi che parefaccianoil possibileper mandarmi fuori di testa.Mi vesto nervosamente.Ecco, le ciabattesono sparitedi nuovo. Dove diavolo siete,maledettebastarde?Sevi trovo vi butto via! FuoriEumido, c'dnebbia.Mi incamminolungoilsentieroscivoloso anraversoil boscocupo.Qusi une le fogliesonocrdute, mettendo a nudo ifi.stigrigi deglialberisemimorti.Ma perchdmai mitocca viverein mezxna questapalude cosi desolata? Tiro fuori una sigaretta. Non b che abbia tanta vogliadi fumare,ma la vecchiaabitudine mi dice che devo. Devo?Da qrrando in qua la sigarenab diventataun obbligo?E poi fa abbastanza schifo fi,rmaredi mattina, a stomaco in vuoto. Era una volta, allegracompagnia,che la sigarettami procuravapiacere,erasimbolo di una certamoda, di un certo stiledi vita, di libertir.Le feste,perb,prima

o poi finiscono e incominciano igiorni grigie \_ri 1 piovosi,con le loro pozzanghere di problemi ,..]-t+*: invischianti. Ogni problemate lo trangugicon ,,}.1 f

l'

, r l, r ilr

I sogninon si realizzano.

I\

un po' di sigaretteed b come sedicessi a te stesso:ecco,mi facciouna fumatina, tiro un bel respiroe mi immergo di nuovo in questadisgustosa routine.

').


l0 - Lo Stttt:io delle Vttrianti

Il fumo della sigarenami b finito negli occhi e per un minuto li copro con le mani, come [a un bambino imbronciato.Come sono snrfo di tutto! Quasi a conlermadei miei pensieri,un ramoscellodi benrlla, contonosi perfidamente,mi sferzadolorosamenteil viso. I)annato ramoscello!Con un moto di rabbia lo spezzD e lo scaglioda parte.Il ramoscellorimaneappeso a un alberoe incomincia a oscillaree a salterellare,come un pagliaccio, qt'a*i volessedimostraretutta la mia impotenzaa c:unbiarequalcosain questomondo. Riprendo ristemenreil mio cammino. Ogni volta che ho cercarodi lottare con il mondo succedeva che essoall'inizio parevacedere,lasciandominutrire qualchemagra speranzain un cambiamenro,ma poi finiva per rifilarmi una bella botta sul naso.Solo al cinema gli eroi vanno dritti al loro obiettivo, facendopiazzapulita di ogni ostacoloche ingombra il loro cammino. Nella realth le cosevanno diversamente.La vita assomigliaa un gioco alla roulette. Prima vinci una volta, una seconda,una terza.Gii ti immagini vincitore e ri pare di avere tutto il mondo in tasca.Ma alla fine, perb, ti ritrovi semprein perdita. Sei solo un'oca da banchemodi festa,che ingrassanoper poi arrostiree mangiare sullo sfondo di risate e di una musica allegra.Ti sei sbagliaro,non B la tua festa,ti sei sbagliato.... Cosi, futtuando in questi mesti pensieri, mi dirigo verso il mare. Piccole onde sembranomordicchiare malignamente la riva di sabbia.Il mare mi soffia ostilmente addossola sua fredda umidit). Grassigabbiani zampettano pigramente lungo la riva, beccando qualche marcescenzarrovara. Nei loro occhi si riflette un vuoto freddo e nero; sembra I che rispecchinoil mondo che mi circonda, flreddoe osriie al pari loro. Un vagabondoraccogliebottiglie vuote sulla riva. Potessiandarteneal diavolo, mostro di palude,voglio starmeneda solo! f,,,.,,,

ll modelb delle varimti - ll

No, sembrache voglia alvicinarsi,verrhforsea elemosinarequalcosa.Sari meglio che me ne vadaa casa.Non c'b paceda nessuna parte. Come sono esausto.Questa stanchezzab semprecon me, anche quando riposo. Vivo come se stessiscontandouna pena. A volta mi sembrache prestotutto dovr) cambiare,incomincer) una nuova fasee allora anch'io diventerb un altro e potrb gioire della vita. Ma tutto cib awerrl in futuro. Il presenteb fatto di questi tristi lavori forzati. E cosi aspetto,un giorno dopo I'altro, ma il futuro non arriva mai. E ancheadesso,come al solito, mangerb la mia colazioneinsaporee mi preparerbper andareal lavoro noioso di sempre,dove di nuovo mi sforzerbdi spremere da me stessorisultati che servono a qualcun'altro, non certo a me. Ancora un giorno di vita gravosae insensatad passato.. . . Sono statosvegliatodal fruscio dellestelledel mattino. Cos'era questosogno triste che ho fatto? E stato come se fosseriemerso un frammento della mia vita di prima. Per fortuna era solo un sogno. Mi sono stiracchiatocon sollievo,come fa il mio gatto. Eccolol) il pigrone,se ne sta lungo sdraiatoe solo con un movimento delle orecchie mi fa capire che si b accorto della mia presenza.Su, alzati, muso baffuto! Vieni a passeggiare con me? Mi sono ordinato una giornatadi sole. to"o diretto ver-i so il mare. Il sentieropassaaftraversoil boscoe il fruscio dellestellemattutine si dissolveprogressivamente nel coro a piil voci del popolo degli uccelli. Ce nb uno specialmenteche si agita tra i cespuglie pigola: uVogliomangiare,datemida mangiare!,.Fccolo li, il monello. Ehi tu, batuffolino di piume, ma come puoi faretutto questochiasso? E strano, prima di adessonon ci avevo mai pensato:ogni uccello ha una voce assolutamentediversada quella degli altri, ma nessunaentra in dissonanzacon il coro generalee si componâ‚Ź sempreuna sinfonia sottile che nessunaorchestra di virtuosi riuscirebbemai a riprodurre. Il sole trafigge gli alberi con i suoi raggi. Questa illuminazionemagicarianima la profondit) voluminosa


l2 - Lo Spa:.iotlelle Variunti

del boscoe ne riaccendei colori, trasformandoloin un meraviglioso ologramma. Un sentieromi conduce premurosarnenteal mare. Li, Ie onde smeraldinesembrano scambiarsisussurricon il vento tiepido. La riva pare sconfinata e deserta,ma io provo una sensazione di benessere e quiete, come se quesromondo strapopolato mi avesseriservatoun angolino appartato,rurro per me. Qualcuno ritiene che lo spaziocircosranresiauna illusioneche ci creiamoda soli. Io invece no, non ho la presunzionedi affermare che tuma questabellezzasia il semplicerisultato della mia percezione. tovandomi ancorasotto I'ef[etto opprimente del mio sogno ho incominciato a ricordarela mia vita di un rempo, che era veramentecosi squallidae oscura.Thnte volte io, come molti altri, avevocercatodi pretenderedal mondo quello che secondome mi spettava.In risposta,perb, il mondo mi avevavoltato le spalle con indifferenza.Allora i miei consiglieri,saggidi esperienza, mi avevanodetto che il mondo non si davacosi semplicemente,che bisognavaconquistarlo. E io avevo cercato di lottare, ma non avevoottenuto niente e avevosolo persoforze. I miei consiglieri, perb, avevanouna rispostapronta ancheper questocaso.Mi dicevano:uSeitu che non vai bene!Prima devi cambiarete stessoe solo dopo potrai pretenderequalcosadal mondo,,. E alloraavevo provato a lottare con me stesso,ma era ancorapiil difficile. Ed ecco che un bel giorno ho fatro un sogno: mi rrovavo in un posto che sembravaun parco naturale. Mi circondava una natura di indescrivibilebellezza.Io camminavosenzameta, incantato da tutta questameraviglia.A un certo punro t apparso un vecchiocon la barba biancae dall'ariasevera:il Guardiano del parco, intuii. Presea osservarmiin silenzio.Io mi awicinai a lui ma prima che aprissi bocca lui mi apostrofb bruscamente. Con un tono di voce freddo disseche non avevaintenzionedi ascoltarenemmeno una parola, che era srancodi visiatori capricciosi e avidi, costantementeinsoddisfafti, sempre a pretendere qualcosa,rumorosi e abituati a lasciarsidieffo montagne di rifiuti. Io gli feci un cenno di assenso e proseguii.

Il modellodelle t'arianti - I3

la natura unica del parco mi avevaleneralmentesbalordito. | qJ '! C-omemai non ero mai stato I I t\, I 1 qui prima? Procedevocome stregato,senzauna direzioneprecisae 'i r- rl guardavoda una pafie e dall'altra. it t [a perfezionedella natura circostantenon si potevaesprimereadeguatamentea parole, per questo nella mia testaregnavauna specie di luoto estatico. Ben prestodavanti a me comparyenuovarnenteil Guardiano. Lespressione seriadel suo volto si era un po' intenerita.Mi fece segnodi seguirlo.Salimmo in cima a una verdecollina da cui si aprivaun panoramasu una vallan di una bellezzastupefacente. In fondo si vedevaun villaggio. Casette che sembravanofinte affogavanonel verdee tra i fiori, come nell'illustrazionedi una favola fantastica.la vista di qr-restospettacolosarebbestata toccante se non fosseche sembravairreale.Mi venne il dubbio che una cosa del generepotesseesisteresolo in sogno. Guardai interrogativamente il Guardiano,ma luisogghignavasotto i baffi quasia voler dire: uQuestob niente!Vedraiquello che verrl dopolr. Mentre scendevamoverso valle cominciai a rendermi conto che non mi ricordavo come avevo fatto a capitare nel parco. Volevo chiedereal vecchio una spiegazionecosi osservai,a quanto pare goffamente,che probabilmentesi sentivanobene quei fortunati che si potevano permettere di vivere in mezzo a tanta bellezza.Nla mia osservazione il vecchioreplicb con irritazione:uE chi ti impediscedi far parte del novero?u. Cosi cominciai la mia solita lagna: che non tutti nascono nel lusso, che nessunopub disporre liberamentedel proprio destino,ecceteraeccetera.Il Guardiano, ignorando le mie parole, disse:ull fatto b proprio questo,che ogni uomo b libero di scegliersiqualsiuogliadestino. Lunica liberth di cui disponiamo

T

,ti

Itr {,ntl

['l;f'''

i


l4 - Lo SDu:.iodelle Vuriunti

tsla libertl di scelta.Ognuno pub sceglieretutto quello che.r,uoler. i;. 'r ffc:{|,,', Tale giudizio non si inscriveva rrrll'i,..|i, ./ r,,,,utrt_ ' Y'tt ' in nessunmodo nellamia rappre, sentazionedella vita, percib iniziaia obierrare.Ma il iluardiano non voleva nemmeno ascoltarmi: uScioccolu - mi disse.- .Hai il diritto disceglierema non lo usi. Vrol dire che proprio non capisci che cosasignifichi scegliero,. Che assurdirl, non porei ffartenermi dal pensare.Che cosasignificache possosceglieretutto quello che voglio?Come se a quesromondo tutto fossepermesso!E tutto a un tratto mi resiconrochesi trattavasolodi un sogno.Non sapevo cosafare,come comportarmi in questastranasituazione. Se la memoria non mi inganna, accennaial vecchio che nel sogno, cosi come del resto anche nella realt), lui era libero di raccontareogni tipo di sciocchezza, e in quesroconsistevala sua libertl. Ma evidentemâ‚Źnre la mia osservazione non Io avevaminimamenre roccaro,perchdin tutta rispostasi mise a ridere. Prendendocoscienza di tutta I'assurdit)dellasituazione(ma perchd mai mi ero impegnatoin una discussione con un personaggio del mio stessosogno?)cominciaia rifettere senon fossemdio wegliarmi. Il vecchiosembrb indovinarei miei pensierie disse:uVabene, basta cosi. Abbiamo poco rempo. Non mi aspettavoche loro mi mandasseroun crerino come te. Comunque sia, devo compierela m ia missione". Con-rinciai a chiederglidiche'missione" si rranasse e chierano"loro", ma lui ignorb le mie domande e in compensomi proposeun indovinellocheallorami eraparsostupido:,,,4scolta: ogniuomopub ottenerelrt librrtd di scegliaentxo quellnchetruob.Eccotiun enigmz:come ottenerequ{sta/ibntn? Seindouini, b ne meb cadrannonel ciebr. Ma di quali mele sravaparlando adesso? Stavo gil per perdere la pazienzae gli risposi che non avevo nessunaintenzione di cercarela soluzionedel suo enigma,tanto piil che i miracoli !'

d.

Il nndello delle vuriunti - l5

succedonosolo nei sogni e nelle favole, mentre nella realt) le mele alla fin fine cadono sempreper terra. Al che lui replicb: uBasta!Andiamo, devo farti vedereuna cosa)). che non riQuando mi svegliai,mi resiconto con dispiacere cordavola continuazionedel sogno.Avevo tuttavia la chiara impressioneche il Guardiano mi avessetrasmessocerte informazioni che ora non ero in grado di esprimerea parole.Nella memoria mi era rinrastasolo una parolapoco chiara - Tiansurfng.Lunico pensieroche mi frullava per la testaera che non avevo nessuna necessitidi allestireda solo il mio mondo, dato che tutto era gii stato creatoda tanto senzala mia partecipazionee per il mio stessobene; non occorrevanemmeno lottare con il mondo per un posto al sole:d il modo meno efficace.Avevo capito che, prasemplicementeper me ticamente,nessunomi vietavadi scegliere stessoil tipo di mondo in cui avreivoluto vivere. All'inizio I'idea mi sembravaassurda.Mi sareiprobabilmente dimenticatodel sognosenon fossechepresto,con mio grandestupore, scoprii che nella mia memoria incominciavanoad aFfiorare ricordi perfettamentechiari di quello che il Guardiano intendeva e di come farlo. [,a soluzionedell'enigma del con la parolascegliere Guardianoarrivb da sola,come un sapereprovenientedal nulla. Di giorno in giorno mi si schiudevaqualcosadi nuovo e ogni volta provavouna grandiosasensazione di stupore,al limite dello spavento.Non sono in grado di spiegarerazionalrnenteda dove mi sianoarrivatitutti questisaperi.Possosolo affermarecon piena sicurezza che nellamia testanon potevanascerenulla di simile. Da quando ho scopertoil Ti"ansurfing(piil precisamentemi b stato permâ‚Źssodi scoprirlo)la mia vita si b riempita di un nuovo sensodi gioia. Chi, almeno per una volta ha creatoqualcosa,sa quale gioia e quale soddisfazioneapporti un prodomo fatto con le proprie mani. E ruftavia questob niente in confronto al processodi creazionedel proprio destino,anchese "creazionedel destino"nel sensocomune I'espressione del termine non b propriamenteadattaallasituazione.

,rk,

V


l6 - Lo Spa:io delle Varianti

IlTiansurfing d un modo di scegliereil proprio destino esattarnente come si [a con una merceal supermercato.Che cosacib significhi b proprio quanto intendo raccontarvi.Verretea sapereperchd le mele possono"caderenel cielo",cos'b"il fruscio dellestelledel mattino" e anchemolte altrecosepiuttosto insolite.

llenigmadel Guardiano Esistonoapproccidiversiall'interpretazionedel destino.Secondo un tipo di approccio il destino t un fato, qualcosadi prestabilitoprima. Gira e rigira, dal destino non si scappa.Da una parte questaimpostazionedeprime per la sua irreparabiliti. Ne derivache sea un individuo b toccatain sorteuna vita di secondaqualit), egli non ha nessunapossibiliti di sperarein un miglioramento.D'altra parte, perb, ci sono tante personeche accettanodi buon grado un tale stato di cose.Infatti, infonde sicurezzaed d comodo sapereche il destino b pit o meno prevedibile e non pub spaventarecon le sue incognite. Il caratteredi inevitabilitl fataledel destino emergenteda questa interpretazionesuscitaperb comunque un sensodi fruscrazione e di protestainteriore. Luomo, privato della fortuna, si lamenta della propria sorte: perchd la vita d cosi ingiusta?Perchduno ha tutto in eccedenzae un altro si trova semprein ristrettezze?Perchd a uno tutto riescefacilmentementre l'altro gira come una trottola e sempresenzarisultato?Perchduno b stato dotato da madre natura di bellezza,intelligenzae forzae un altro, non si capiscebene a fronte di quali peccati,si porta addossoper tutta la vita l'etichetta di prodotto di secondascelta?Da dove trae origine questadisuguaglianza?Perchdla vita, che non conosceconfini nella sua multiformiti, impone un certo tipo di limiti a determinatecategoriedi persone?Di quale colpa si sono macchiatii meno fortunati? Lindividuo deprivato si sente ofFeso,se non addirittura indignato, e cercaper sestessoun mo-

Il modellodelle vurienti - l7

tivo che giustifichi un tale stato di cose.E allora si fanno strada le varie doftrine, tipo quelladel "karma" per i peccatiaccumulati altro da nellevite precedenti.Come seil SignoreIddio non avesse onnipola farecheeducarei suoi figli negligentie, nonostante Sua tenza,incontrassedifficolth nel processoeducativo.Cosi' in luogo di punire per i peccati commessiin vita, Egli per qualche motivo rimandala nemesia dopo, anchesenon si capisceche sensoabbia punire una personaper un fatto di cui non ha memoria. lJn'altra spiegazionedi tale disuguaglianzaoffre per contro ai bisognosie ai sofferentisPeranzedi riscossionedi una generosaricompensa.Ma, ancorauna volta, non in vita: nei cieli o in una qualchealtra vita successiva. Qualunquecosaoffrano,tali spiegazioninon possonosoddisfarepienamente. Di fatto, che questevite passateo future esistano o meno non & praticamenteimportante, perchdI'uomo ricorda e riconoscesolo una vita, quella che sta vivendo e che in questosensoper lui b I'unica. Sesi credealla predeterminazionedel destino,allorail mezzn miE anche qui si gliore per combattereI'angosciab la rassegnazione. in formule del tipo: "Sewoi trovano nuove interpretazioni,espresse felice,siilo". Owero: restaomimistacomunque siae accontenessere tati di quello che hai. E un modo per far capirea un individuo cheb inFeliceperchdt eternamenteinsoddisfattoe vrole troPPo.E invece soddisfattibisogna esserloa priori. Bisognagioirc della vita che si ha. Se da una parte la personasembraacceftarequestaposizione, clall'altra,perb, non le va proprio a geniodi affrontarecon gioia igrigiori della realt). Ma possibileche le venga negatoildirino di volerequdcosadi piil? L,perchdpoi devecostringersia gioire?E come costringersiad atnare. In giro si trovano anche tante personalit) "illuminate" che incitano al perdono e all'amore universale.Anche con questotipo di illusioneci si pub coprire,

[iiu,,#


18 - Lo Swr.io delle Vtrianti

come si fa con una coperta,per evitaredi scontrarsi con la dura realtl Cosi tutto diventa veramenre facile.Ma nel profondo dell'anima,perb, h:,. piU t.'1 I'uomo non pub comunque arrivarea com'ts;\ prendere perchd deve costringerese sresso a perdonare coloro che odia e arnare \ coloro verso cui prova indifferenza. Che gliene viene?Ne risulra una feliciti non naturalema estorra.Come se la felicir) dovessearrivare non sponraneamente, ma solo per effettodi una pressioneesercitatasu sestessicome su un tubo di dentifricio. Esistonosicuramentepersoneche non credono che la vita sia cosi noiosae primitiva da poter essereridotta a un destino predeterminato.Costoro non si vogliono acconrenrare di quello che hanno e preferisconogioire dei successi raggiuntipiumosroche di quello che avevanoper dato. Perquestacategoriadi personevale un altra concezionedella sorte:"Luomo b fabbro del proprio destino". Ma, si sa,per il destinobisognalottare.E come pub essere "Coloro che sanno"diranno che non si ottienenuldiversamente? la senzafatica.E questo,a quanro pare,b un fatto indiscutibile:se non vuoi accettarela feliciti cosicome ti viene data vuol dire che devi lavoraredigomito per raggiungerequello che vuoi. In tante storie edificanri si narrano le gestadegli eroi, delle loro lotte impavide e dei loro continui sforzi per superareostacoli impensabili. In questi racconti i vincitori arrivano agli allori del successosolo dopo esserepassatiattraversotutte le privazioni e le sofferenzedi una lotta incessante.Anche qui, perb non rutto quadra:come si spiegache milioni di personelottano e lavorano ma il vero successoI'ottengono solo in pochi? Si pub spendere tutta la propria vita in una loffa disperataper un posto al sole senzaperb raggiungerenulla. Ma che vita b mai questa,cosi crudele e impietosa?E che necessitlpenosail lottare con il mondo per ottenere quello che si vuole. E se poi il mondo non cede,

Il modellodelle vurionti - l9

.rllorabisognalottarecon sestessi.Se sei povero,malato,brutto .' sfbrtunatovuol dire che la colpa b tua. Sei tu a essereimperfetro, percib sei obbligato a cambiarete stesso.Luomo viene posto .'li Fronteal fatto che, innanzitutto, egli b un coacervodi difetri e vizi su cui occorre alacrementelavorare.Un quadro un po' sconfortante,che ne dite?Ne risulta che seI'uomo non ha avuto srrbitola fortuna di nascerericco e fortunato, allora ha solo due o dedicare lrrospettive:o portare la sua crocecon rassegnazione, fa fatica a Provare dell'anima si la suavita allalotta. Nel profondo rioia per questealternativedi vita. Possibileche in tutta questa irreparabilit)non ci sia uno spiragliodi luce? Si, una via di uscitaper fortuna c'b.A differenzadi quellesoPraelencate,essad tanto semplicequanto piacevole,perchdsi snoda su un piano completamentediverso.La concezionedel destino secondoil Thansurfingsi basasu un modello del mondo fondain segnodi dementalmentediverso.Non alfrettatevia gesticolare lusionee a replicareche vi si starifilando I'ennesimachimera. Ognuna delle concezionidel destino conosciutesi basasu una determinatavisionedel mondo, che a suavolta si sviluppa a partire da presuppostiindimostrabili. che priIl materialismo,per esempio,si fonda sull'affermazione I'esatafferma Lidealismo la coscienza. la materia e dopo ma viene to contrario. Nd I'una nd I'altra affermazionesono dimostrabili, purtuttavia su questi fondamenti sono stati costruiti due diversi modelli del mondo. entrambi molto convincenti e fermamente difesida fedelisostenitori.Entrambi gli orientamenti, sia in filosofiache in scienzae in religione, I ,}i-n*

tlfiii,

del mondannounapropriainterpretazione e ragione do e ognunodi essihaal contempo

.;1 ;l i lff j , .-l-iil4 ruf r

l modo mai descflvere descrivereln in moclo l\on potremmo mal rorro. Non torto. i l, { i| kl mi *) 1 # ,-r"rF"ttemente nreciso assoltrta ; iltr f d\'l la verit) assoluta perlettamentepreciso -ihl-r ,-f {'l perchdi concetti che usiamo sono di -l ]i-K; [ 'f,' ] .l/^ su In unanotaparabola persdrelativi.

I

tre ciechi, si narra di come uno dei tre

IfJ

-: fr|

'i [ 1 { i' I q


20 - Lo Spu:.iodelle Varianti

avessetoccato la proboscidedi un elefante,il secondola zampa e il suo giudizio su il terzo I'orecchioe poi ciascunoavesse espresso come fosseI'animale toccato. Allo stessomodo, dimostrare che una descrizionedel mondo siaI'unicafedelee l'dtra no d perfettamente assurdo.Limportante d che I'interpretazioneregga. Forsevi b nota la famosaidea in basealla quale la realthb una illusionecreatada noi stessi,nonostantenessunofinora abbia mai dato una spiegazionesensatadell'origine di tale illusione. Vuol dire che siamo tutti intenti a guardare"un film"? Lidea b certamenteassaidubbia, ma da un certo punto di vista un germe di ragione qui c'E. Secondo un altro pensieroE tutto il contrario: il mondo materiale non b altro che un mero meccanismo operante secondo leggi infessibili, rispetto alle quali la nostra coscienzanon pub determinareassolutamentenulla. E anchequi si pub trovareuna indiscutibilepercentualediveriti. Ma la ragione umana b cosi fatta che ambisce ad avere sotto i piedi un terreno solido e inequivocabile.Per questosi tende a distruggereuna teoria e a piazzarnesul piedistallo un altra, occupazione preferitadegli scienziatidurantetutti questimillenni. Comunque sia, dopo ogni loma per la veriti, sul campo di battaglia rimane solo un unico fatto: ogni teoria rappresentasoh un singolo aspettodella manifestazionedi una reahd sfaccenata. Ogni teoria si afferma nel tempo e per questoacquistadirimo di esistenza.Ogni concezionedellavita funziona allo stessomodo. Sevoi avetedecisoper voi stessiche il destino d qualcosadi predeterminato che non sietein grado di cambiare,ar"rdrirsicuramente cosi. In questocasovi mettetevolontariamentein mani altrui, non importa di chi, e diventate ): una naveche navigasecondoI'arbitrio delle Seinveceritenete di esserecreatori del onde. , vostro destino, allora vi assurneretecoscientemente la responsabilitidi tutto quanto alviene nellavostravita. lotate con le onde nel i'i tenativo di governare la vostra nave.

lL modellodelle varianti - 2l

Ma osservatebene quello che succede la uostrascebasi rea' . Otterrete semprequello chescegliete.Indipendenteli:,za sentpre rncnredilla visione del mondo che avetescelro,la verith sar) \cmpre dalla vostra parte.E gli altri discuterannocon voi proprio perchdhanno ragioneancheloro' Sesi assumecome punto di partenzaun qualsiasifenomeno tli manifestazionedella realth,t possibileestrapolarea partire (.laessouna intera brancadel saperee questosaperesarl interuna delle manifenamentecongruo, rispecchiericon successo srazionidella realtir.Per fondare un inrero saperesar) quindi sufficienteprenderein considerazioneuno o alcuni fatti non ancoracapiti fino in fondo, ma tuttavia esistenti. La fisica dei quanti, per esempio,si basasu alcuni postulati, verit) indimostrabili. Thli veriti sono indimostrabili perchdesse stessefungono dal Punto di parrenzadi un sapere.Secondola fisicadei quanti, un oggettodel microcosmosi comporta in alcuni casi come una parricellae in alrri come un onda. Gli scienziati non sono stati in grado di interpretaretale dualismo,Pertanto I'hanno assunrocome daro, ciot in qualith di assioma.I postulati clellafisica quanristicaconciliano la molteplicit) delle forme di manifestazionedella realtl, cosi come i ciechi della citata parabola potrebberoconcordareche in un casoI'elefantesi comporta come un palo e in un altro come un serpente' Senella descrizionedi un oggetto del microcosmosi decidedi prediligerela sua propriet) di particellacome fatto fondamentasi avr) il modello di atomo che ha cosrruito il famoso i., ^lloi" fisicoNils Bohr. ln quesromodello gli elertroniruoranoattorno al nucleo come i pianeti nel Sistemasolare.Se in qualit2rdi propriet) fondamenralesi assumeinvece I'onda, I'atomo diventeri ,i-il. a una macchiasfumata.Sia un modello che I'altro funzionano, rispecchiandoforme singoledi manifestazionedella realt). Di nuovo, risulta che noi otteniamoquello chescegliamo' Piir in generale,qualsivogliamanifestazionepub fungere da postulato, dal punto di partenzadi un ramo del sapere,che si-


22 * L0 S^ctzintlelle Verinnti

curamenreresseri e otterri dirimo di esistenza.

Nellaloro ,i.Ii." d.il";.;t

J'r"*,",

hanno

sempre cercato di capire la natura del mondo studiandonei suoi singoli aspetti.U* inr"." _"r_ sa di conoscenzescieitifiche a ,r*...rr" .o-. descrDionee spiegazionedegli a.gfi'"ltri fe_ nomenr naturali. Cosi sono nate""i" l. ri.rgol".b."rr.h" del sapere,spessoin contraddizione rra di loro.

t una' volri diTInJJ'"'o""""mente

".,?;iffi'jffi:: eccoapparir".",iii,"'fi1:":'li::::il j::1?il:1il::::3;

scienziatisi sforzanodi .on.ir ia.. t. air...n ri man ifestazion i della per appianare le contraddiri"";:;; lefr)

Fsisre solo r"i.., ; "" scib'e: "dir.r,tibil. fntto;i:t"i::::::J,*i::: lebranche dello ramortepriil.i; poriedricir) delre forme

di manifesrazione della,"^tt;. tlo nohE)ir,rUd; uariantidelnosno noldo Lt surtproprierhprima ,fondnirntnlr. ,?

:':ffili;"i,Tll i:,':'?: :-:::::"t l;[P:'"'::'#, ]il;:

trascuranoper qualche morivo proprio qu.r,,i_por;;,;.;;; priet). Infarti, sembrerebbe , prin."'rir,a, che cosasi potrebbc ancora ricavareda quesro fatto? La pluraliti d;;;;;ffi;.":" un punto di partenza,come lo zero su l.r.,piarro cartesiano. R.i_ sperroa quesrodato rurri i^punri di partenzadei diversisertori del saperesono seco

punrodiparrenzar:#t"?:::,rj."::::.;ffi::ff L':HJ

sun ripo di informazionel Ment* i;; t,irrfo._"rio;.?:: peraltroalquantosconvolgente. risolvere I'Enigmadi gi".diano.prenderemo _?er proprioco_ mepunrodipartenzala proprieri d.tt, ptl.alrn di varianti,in altri termini assumeremo comeposrulatoil famo chek realtipresenta una infnita uariethdi foril di *r"A;;;;"2r. Nonosranteil ca_ rafteregeneraledel noscroporrulatoj ci cor inreressanre e inasperrara siaraconosc."r" jtJ::::t:;.fl:.r"".

Il modello detle wtrianti _ 23

Partiamo dal fatto che tume re forme di manifestazionedeta rcalt) devono avere una fonte che dia origine .od"rr, ,r"ri"_ t)' Dove sono "scrirre" tutte re leggi der nostro "mondo? Essosi rnanifestacome moro della mateL nello spazio . .r"l ,._po. Iale moto b regolato da dererminare leggi. Com. si sa,i pr;;i ,i collocanosul graficodi una funzione iriJonformirl.;"G;; fbrmula marematica.Si pub dire che la legge del moto di un punto su un graficod la definizionedella frrzione. Ma le formu_ le, come del restole leggi, sono invenziorri della ragione "rtr"tt. umana, creareper comoditi di com_ prensione. E assaiimprobabileche la i t,,,,t, l, natura le conservida qualcheparte. /l; , In quale qua.leairro altro modo si pud pub firr*. fissare ilM*;., ifiXb*l,nn" la collocazione dei punri su un srafi_ ,;$#[ii,i \ :\'lid co?Sicuramenre in forma di sistlma infinitamente grande di tutti i , ..I.'u\',,i,, ptrnti. [a capacitadi memoria *,, '\}]' 'l iell'uomo e fi-ir"", . non d in ",, ,, grado di gestire volumi enormi. Ma per la naruraI'infinico non B un pro_ blema' Essanon ha bisognodi g.neralirzare racollocazionee ir moto dei pund su un grafico permezz,di una formula. se si divide h l;;" in punti infinitarnenrepiccoli,allorasi p"a.r"J l:::fr":tone o:ra-re ognl punto come causae ogni punto successivo come effeno. Ne risultache qualsivoglia.motodI,rn purrto di mareria e nel tempo si puo immaginarecome ^.ff",p,,,o urr, .rr..r" infinitamente lun_ ga e continua di causeed effeni infinitamente piccoli. Nel nosrro sapereci raffiguriamo il moro della mareriasorro . rormadl legge,mentre in natura tale moto d contenuto in forma

narurale, comeinsieme infinirodi cause edefiretri. r" i".-r"i

iiJ semplici,i dati su turti ipossibili punti del moto della mareriasono conservatiin un certo Grnpo d,informazione che chiameremo spaziod'elb uarianti- In essosono conrenute informazio.ri ,,, ,uf,o quello che i stato,t e sari.


24 - Lo Spa:iodelLeVarianti Lo spaziodelle varianti si presentacome una strutturad'informazioneassolutamentemateriale.Si tratta di un campo d'in-fo.mazioneinfinito, conrenenretumele possibili'uariantidituttigli evend che possonoaver luogo. Si pub affermareche nello ,p"rlo delle varianti c'd tutto. Non staremoa indovinare in che modo quest'informaztoneb conservatachd, al fine dei nostri obiettivi. cib non ha la minima rilevanza.Importante d solo il fatto chelo spazio drlle uarianti funge ilt clichi, assi cartesiani di quakiroglia moto de/la marcria nel/o spazio e nel tempo. In ogni punto dello spazio esiste una variante dell'uno o dell'altro evento. Per facilitare la comprenslonedr questo concefto proviamo a "\* pensareche la variante consista di uno scenarioe di una decorazione.[a decorazioned l'aspenoesrernoo la forma di manifestazione,menffe lo scenariob il percorso lungo il qualesi muovela materia.per nostra comodita possiamo dividere lo spazio delle varianti in seftori,ognunocon il suoscenarioe Ia suadecorazione. Quanto maggiored la distanzara i settori, anto piil marcaresarannole differenze negli scenarie nelle decorazioni.Anche il desuno dell'uomo d raffigurato da una pluralita di variand. Teoricamenrenon esistealcun tipo di limitazione agli scenari e alle decorazioni dell'esisrâ‚Źnzaumana, giacchd lo-spazio delle varianti b infinito. Qualsivoglia awenimento di importanzapub influire sul decorsodel destino.La vita -i.ri-a dell'uomo, come un qualsiasialtro moto di materia,si presentacome una concarenazionedi cause ed effetti. Leffetto nello spazio delle varianti si trova semprevicino alla sua causa.Luno ,.e,r. l'altro, percib i settori del desrino si dispongono in linee iella uita. Gli scenarie le decorazioni dei setiori iu u.r" stessalinea .n/*

Il modello delle varianti - 25

sono pit o meno omogenei.La vita di un uomo crascorre a ritrno cadenzatolungo una stessadirezione,finchd non si producc un eventoche cambiascenarie decorazioni.Allora ildestino subisceuna svoltae passasu un'altralinea della vita. Lnmaginatedi avervisto uno spettacolo.Il giorno dopo vi siete nLrovamenterecati a teatro allo stessospettacolo ma questa volta lo spettacolosi svolgecon altre decorazioni.Si tratta di linee della vita dispostevicino. Nella successiva stagioneteatraleavete nuovamentevisto lo spettacoloe anche gli attori sono gli stessi, rna nello scenariosono gi) presentivariazionisignificative.Questa lineadellavita b collocatagil un po' piil avantidelle altre. Infine, rrssistendoalla stessamessain scena,ma in un altro ceatro,avete visto un interpretazionedell'operacompletamentediversa.Questa lineadellavita I gih molto distantedalla prima. La reahhmani/ista sestesain unagrand.euaietd, pro' pio perchi il numerodrlle uaianti ? infnin. Ogni punto di partenzasfociain una catenadi / rapporti di causa-effetto. Una volta sceltoil punto di partenzaotterrete I'una o I'altra forma di manifestazione dellarealth.Si pub dire chela realt) si evolvelungo la linea dellavicaa secondadel punto di partenzaprescelto.Ognuno offiene cib che sceglie.Voi aveteil diritto di scegliereproprio perchdI'infiniti dellevarianti esistegii. Nessunovi impediscedi scegliereil destino che piir vi piace.la gestioneinteradel destinosi riducea un unico e sempliceatto:fare una sceba.IlTiansurfingrispondealla domandacome fare. Dunque, esisteuna struttura d'informazione contenenreun insiemeinfinito di eventualitl potenziali,le varianti, con i loro scenari e le loro decorazioni.Il moto della realizzazione materialeawiene in conformit). a quanto contenuto in questastruttura. Il processo di movimento della materiaattraversolo spaziodellevarianti si pub dimostrarecon I'aiuto dell'esperimentomenta.leche segue. Immaginate un tubo contenentedell'acqua.Lungo il tubo si muove lentamenteun anello congelante,si che I'acquacongela


26 - Lo Spaziodelle Varianti velocementesolo all'interno dell'anello.Ne derivache un cristall<r di ghiacciosi muove lungo il tubo contenenreacqua.[.e molecole dell'acquarimangonopiir o meno allo stessoposro,in uno stato relativamentelibero. AI momento del passaggio dell'anello,le molecoleal suo interno si fissanoin un cristallocongelatodi una determinatasrrurrura,ma poi I'acquain questoposto si scioglie nuovarnentee le molecolesi liberano.Il cristallodi per sd non si muove. In altre parole, in questo casospecificoil ghiaccio nell'acqua non galleggia.A muoversinon d il cristallodi ghiaccio nel tubo con I'acqua,ma la struttura,ciob la condizionecongelante. PeranalogiaI'acquanel tubo b lo spaziodellevarianri,menrre il cristallodi ghiaccioE la realizzazione marerialedellevarianri. Le molecolesono le persone,e la loro disposizionenella struttura del cristallo si rcalizzacome una varianre di destino. Non una rispostaunivoca alla domanda su quale sia l'analogo 9'E dell'anellocongelante.In altri termini, in che modo e perchdla strutrurad'informazionesi trasformain materia?Nel microcosmo la materiasi pud manifestarein forma digrumo d'energia. E noto che nel vuoto awiene un incessante processodi nasiita e distruzionedi microparticelle.[r co-e se la materiaci fosse, ma al contemponon avesse una sostanzapropriamentemateriale, non avesse una massa.E chiarauna cosasola:tutto quello che si pub roccarepossiedeuna intangibile baseenergetica. Sperodi non avervisrancarorroppo con questionidi fisica.Siamo solo al punto di partenzadel Ti-ansurfing,ma cib che verretea sapereda questolibro in una cerramisura vi scioccherh. Affinche la ragionenon perda il terrenosotto i piedi sono inevitabilmente costrettoa fare riferimenro a qualchebaseteorica,seppurminima. Per questovi chiedo di avereancora un po' di pazienza. Anche I'onda del mare pub offrire un'analogiasufficiente a illustrarela realizzazione nello spaziodelle varianti. Supponiamo che a seguito di un maremoto nel mare si sia formara-un'onda gigantesca.Essasi muove lungo la superficiedel mare in forma di gobba, ma I'acqua a questecondizioni rimane al suo posro.

IL modellodelle varianti - 27

,'\ rnuoversi,infatti, non t la massadi acquabensi lt realizzazionedi un potenziale energetico. \olo nei pressidella riva I'acquasi rivert.r sulla terraferma.Allo stessomodo si comportano tutti gli altri tipi di ,rrrda.In quest'analogia il mare b lo rprrziodellevarianti, mentre I'onda b u'ta,reafizzazio ne m ateriale. Ne risuJta,alla 6ne, cheda una par- / rc la realizzazione materialesi muove rrcllo spazio e nel tempo, e dall'altra le varianti rimangono sul lx)stoa esistereeternarrlente.Questo significache tutto era,Ee sar)? lrbbene,perchdmai non potrebbeesserecosi?[l tempo, di fatto, E staticoal pari dello spazio.Il flussodel tempo si cogliesolo quando la pellicolacinematograficagira uno e i fotogrammisisusseguono, .lopo I'altro. Ma provate a dispiegarela pellicola e a guardaretucti i fotogrammi insieme.Dove b andato a finire il tempo?Tirtte le irnmaginiesistonocontemporanearnente. Il tempo d staticofino a .luando non cominciamo a guardarein sequenzaun fotogramma dopo I'altro. Nella vita succedelo stesso,per questonella nostracoscienzasi b profondarnenteradicataI'ideache rutto viene e sene va. Di fatto, tutto quello che b scritto nel campo d'informazione d li da sempree per semprevi rimarri. Le linee della vita esistono come pellicolecinematografiche.Cib che t passatonon d sparito, t\ rimasto.Cib che e di l) da venire esistegi) ora. Il segrnentocorrcnte divita b la realizzazione materialedello spaziodellevarianti su un determinato segmentodi linea della vita. Molti potranno dar voce al loro biasimo con domande del "Com'b possibileche un innumerevoleinsiemedi varianti ti1-ro: clelmio destino esistain forma stazionaria?Chi ne ha bisogno e per quale motivo? Servea Dio? Alle leggi della natura?E perchd? Allora provatea immaginareun punto su un piano cartesiano. ('i) a scuolaci proponevanoil modello seguente:un punto su rrna superficiepub avereuna qualsiasicoordinata x e y. Notate

, 'r'l'1'1lll'"i


28 - Lo Spa:io delle Varianti

bene,qualsiasi,compresequelle da meno a piil infinito. Ma perchd mai a nessunot venuto in mente di porsi la domanda:perchi un punto pub averedelle coordinate qualsiasi?E ora immaginate un punto che, muovendosilungo la linea di una funzione, si interroghi con stupore: uCornE possibileche il tracciato che ho gi) percorsoesistada sempre e esister) in futuro? E com'd possibileche il tracciatoche mi toccher) percorreresia gii stato Pervoi, perb, che guardateil percorsodel punto pre-disegnato?r. non c'b niente di strano. dall'alto, Lo spaziodelle varianti serveda clichâ&#x201A;Ź, essodefiniscein che modo si deve manifestareIa realizzazionemateriale. Provatea immaginareun boscooscuroe un uomo con una torcia elettrica.Luomo, avanzando nel bosco,illumina una piccola zona intorno a sd. La realizzazionesi manifestacome una macchiadi luce. Tutto il boscooscurob lo spaziodelle varianti, mentre lazona illuminata b la realizzazionedi una variante nella data zona. Ma cosafunge da "fonte di luce"? Che cosa,in altri termini, "accende",materializzala variante del clichd? Per risponderealla domanda dovremo scegliereun altro punto di partenza.Al giorno d'oggi non si dubita piir del fatto che i pensieri siano materiali. La realt) si palesain due forme: da una parte I'esistenzadetermina la coscienza,dall'altra esistono indiscutibili confermedel contrario. I pensieri,oltre a esseremotivo delle azioni dell'uomo, influiscono anchedirettamentesulla realt) che lo circonda. I nostri peggiori timori, per esempio,di norma si realizzano.Certo, si pub obiettareche in questocasosi ha a che fare non con la materializzazione dei pensierima con il presentimentodi disgrazieincombenti. Di fatto, nei fenomeni paranormalic'b molto di equivocoe oscuro,ma cib non significa che si debba ignorare tale forma di manifestazionedella realtir.

Il modellodelle varianti - 29

['.sistonotand fatti che confermanoI'infuenzadirettadei pensieri sulla realti circostante. dell'uomo forma il suo deln un modo o nell'altrola coscienza modo in cuicitr anriene. del stino. In questolibro sitratta proprio In qualitl di punto di partenzaassumeremola seguenteafferma'zione:l'emissionedi energia mentale materializ-zctuna uariante potenziale.Siamo in pieno diritto di farlo giacchdla realth si maniFestaanche nella forma in cui la coscienzadeterminala realtl. A confermadi cib si possonoriportarenon solo fatti di vita quotidiana ma ancheesperimentidi fisicaquantistica.Ai fini del nostro discorsonon b d'importanzafondamentaleil meccanismostesso di inrerazionetra I'emissionemenralee lo spaziodellevarianti.Per ora non b chiaro in che modo si attui il processodi trasmissione dell'informazione,sesia ciob su baseenergeticao di altro tipo. Per comoditi sceglieremosemplicementedi supporreche I'emissione di energiamentale"illumini" un determinatosettoredello spazio delle varianti e come risultato la variante si concretizza.Lemissione,cosl come il settore,ha determinatiParametri'Lemissione mentale trova il suo settore,la variantesi realizzaein questomodo risultache la coscienzadeterminala realt). Non bisognatuttavia dimenticareche si tramasolo di una delle forme di manifestazionedella realt). Non si pub stare semplicementesedutie formarela propria realti con [a solaforzadellacontemplazione.E'ne.ocheesistonoPersonein gradodi materializzare letteralmenteoggettidall'aria,ma si tratta di pochissimiindividui che peraltronon fanno pubblicitirdelleproprie capacitl.Comunque sia, i pensieriinfluenzanofortementeil destinodell'uomo al pari delleazioniconcrete.Gli uomini sono abituati d fatto che le azioni comportano effetti visibili e facilmente spiegabili. Leffetto dei pensieri,invece,si manifestain modo poco evidentee percib b inspiegabilee imprevedibile.Pub sembrare che sia difficile stabilire un diretto legame di causatra pensieri ed eventi conseguenti. Presto,perb,vi convincereteche i pen-


30 - ht SDu:itt delle Vuriunti

sieri dell'uomo formano la realt) in modo assolutamente diretto. Luomo ottienequello che si sceglieda solo. Qualcuno potrebbeobiemare:uSeb vero tutto cib, vorrebbe dire che i mari, le montagne,i pianeti, le galassie,tutto risulta essereun prodotto della mia emissionementale?r. A volte b tipico dell'uomo considerarsiil centro dell'Universo. Di fatto, egli occupasolo una minuscolanicchia in questospazio infinito. Il nostro mondo d popolato da una moltiudine di organismi viventi e ognunoapporta il suo contributo allz formazione delln realth. Ogni esserevivente ha i suoi parametri di emissione mentale.Se non vi garbaritenere"mentale"I'emissionedi un vegetale, chiamatela in modo diverso, la sostanzanon cambia comunque. Non d nemmeno possibileaffermarecon sicurezzache gli oggettinon viventi non producanonulla di simile all'emissione degli esseriviventi. Per non parlarepoi dello Spirito Unico che permeatutto l'esistente,Colui che noi chiamiamo Dio. Ogni esserepossiedeuna coscienza propria e forma uno strarodel proprio mondo. Si pub dire che tutto in questomondo porta dentro di sd una particelladi Dio, e in questomodo Egligovernail mondo. Ogni essereumano procede lungo una propria linea della vita, ma allo stessotempo tutti gli uomini vivono nello stessomondo. Il mondo materialeB uno per rutti, ma la realizzazione concretab diversaper ogni persona.Supponiamoche siatedei turisti e stiatepasseggiandoper una bellissimacitti. Ammirate le \ellezzr del posto, sieterapiti dalla graziadelle forme architettoniche,norarele aiuole fiorite, le fontane, i vialetti del parco, i vold sorridenti dei fortunati abitanti. Passate vicino a un cesrinodei rifiuti dove si d fermato un barbone.Anche lui si trova nel vostrostessomondo e non in un'altra dimensione.Tirmavia,quello che lui vede non t quello che vedete voi. Lui vede una bottiglia llota nel cestino dei rifiuti, un muro sporco,un suo concorrâ&#x201A;Źnteche non ha visto la bottiglia prima di lui e adessopensadi sonrargliela,un poliziotto che lo guardadi traverso.Questo perchdvoi vivetesu una lineadellavita e il vagabondosu un altra. fr vostrelineedellavita si sono incrociatein un punto dello

Il modelb delle varianti - 3l

slraziodellevarianti, percib questomondo, intesocome reilizzaziorrc materiale,E ugualee lo stessoper entrambi. -hrtte le manifestazionidella natura materialehanno sotto di Ioro una baseenergetica.Il campodi energiab primario, le altre rrranifestazioni fisiche sono secondarie.Gli scienziaticercano rli riunire le varie manifestazionidi energiasotto una unica teoria e prestootterranno dei risultati.Ti.rttavia,dopo dovranno combinare la loro teoria con qualcos'altro,giacchdil numero cli forme di manifestazionedella realt) b infinito. Senzaentrare nel merito di questi dettagli, proviamo a considerareI'energia come una certa forza astrattache, pur essendoinvisibile,esiste oggettivamente. Ai fini del nostro discorsoE pienamentesufficientericonoscereil fatto che l'energiadei pensieridell'uomo b rrssolutamente materiale.L energiadei pensierinon gira a circolo chiusonella testadelle persone,ma si diffonde nello spazioe interagiscecon i campi energeticicircostanti.Questo b un fatto che in pochi oggigiornomettono in dubbio. Pernostracomodit), in qualit)rdi parametrodi emissionementale prenderemola suafrequenza,simile alla frequenzadelleonde radio. Quando pensatea qualcosa,la frequenzadell'energiadei vostri pensierib sintonizzatasu una determinatazona nel settore delle varianti. Quando l'energiafiniscein un settoredello spazio delle varianti, prende origine la realizzazionemateriale della data variante.Lenergiapossiedeuna struttura complessae permea attraversoil corpo tutto cib che esistein questomondo. Passando dell'uomo, I'energiaviene modulatadai pensierie, in uscita,assumei parametricorrispondentia questi pensieri.Il radiotrasmettitorefirnzionain base t" allo stessoprincipio. I parametridell'energiaas- , dei pensieri.In questo i sumono le caratteristiche I i firilr , 14\l modo ne deriva,in uscita,una emissio-

*iffi;

,ir.

ne mentalâ&#x201A;Ź che trasforma il settoredello spazio delle varianti in reaJizzazione )" materiale.Quando pensatea qualcosadi

qI tlrl\


32 - Lo Spaziodelle Varianti

brutto o di bello, emetteteenergiamentalenello spaziodelle varianti. Lenergia modulata si disponesu un determinatosetroree questocomporta i relativi cambiamentinella vosrravita. Le circostanzedellavita si formano non solo in seguitoad azioni concrete,ma ancheper effetto del caratteredei pensieridi una persona.Se aveteun atteggiamentoosdle nei confronti del mondo, essovi risponderl allo stessomodo. Se sieteabituati a esprimere perennementeinsoddisfazione, avretesemprepit motivi per farlo. Se nei vostri rapporti con la realti predomina il negativismo, il mondo sicuramentevi mostrer).i peggiorilati di se. Al conrrario. un ameggiamentoposirivo cambierl in meglio la vostravita nel modo piil naturale.Luomo ottienesempre quello che sceglie.Cosi b la realt) dellecose,chevi piacciao no. Fintantochd i vostri pensieri sono piil o meno omogenei per direzione, vi trovatein una stessalinea dellavita. Ma non appenail vostro rapporro con la realt)cambia,in un versoo in un altro, iparametri di emissionementale acquistano nuove caratteristichee la realizzazione materialedi uno strato del vostro mondo passasu un altra linea. Li gli eventi si evolvonogi) secondoun alrro scenario,in conformiti ai parametri della vostra emissione.Selo scenarioper qual, che motivo non b piacevole,vi metteretea loftare nel tentativo di cambiarela situazione.Tirtti, incontrando ostacoli,reagiscono negativamente,esprimendodisappunto o cadendoin depressione. Ma cosi facendola vostra emissionementale si disponesulla linea dove gli ostacolidiventano ancoradi piir, e alla fine la vita comincia a rotolarein discesa. Questo processopareingestibile,ma solo a prima vista. Di fano, sietevoi con i vostri pensieria dirigerela vostra realizzazione in zone problematichedello spaziodelle varianti. Se credetedi superaregli

ll modello delle varianti - 33

ostacolicon le azioni, il risultato ,.hc otterreteb, di fatto, quello che xri stessiavetescelto.Se scegliete .li lomarecontro gli ostacoli, ne t roveretein abbondanza.Se siete i ,1 1 \h ",,,, ,rssorbitida pensierisui problemi cla a{liontare, stiate certi che ne ,it xvretesemPretanti nella vostra vita. Questosuccedeperchddirigetele vostreazioni in modo sultrle da cambiarela siruazione la linea correntedellavita ma non potetecambiarelo scenarionello un altro. Mentre spaziodelle varianti. Sietesolo in grado dt sceglierne tentatedi cambiarei momenti sgradwolidel vostroscenariovoi pensateper I'appuntoa quelloche non vi piace.In questomodo Ia vostra sceltasi realinaperfenamentee uoi ottenetequelLochenon uobte. Su una determinatalinea della vita non si pub cambiareniente. Analogamente,trovandovi a una mostra di quadri, non potete togliere o spostareI'opera che non vi piace.Non sietevoi i padroni qui. D'altra parte, nessunovi impediscedi girarei tacchi e andarein un'altra salaper vederequello che vi piace di piil. E pur vero, perb, che il passaggiosu una linea della vita secondole proprie esigenzenon awiene per semplicedesiderio.Non tutti i materiale,e non tutti i desidepensieritrovano una realizzazione ri si awerano. E qui non si tratta del contenuto dei pensierima della loro qualitir.Il fatto b che un semplicesognoo un desiderio Perchd non significanoancorauna scelta.I sogninon si AuuerAno. determinatecondizioni di cui verresi alrrerinooccorreosservare te a conoscenzaleggendoquestolibro. Nello spazio delle varianti esisteun insieme infinito di linee del destino per ogni persona.Non abbiamo alcun motivo di lamentarci del nostro destino perchdabbiamo il diritto di scegliere. Il nostro problema sta solo nel fatto che non siamo in grado di farlo. Il mondo si manifestanella sua multiformith, sembracre-

')"',,, rlfu,


34 - Lo Spazio delle Varianti

ato appostaper soddisfarequalsivoglianecessitb.Ognuno pub trovarequi quello che piil gli serve.Persinonelle differenti discipline del sapereessomostra a ognuno proprio quel lato che vuol vedere.Lidealismo, per esempio,sostieneche il mondo t una illusione e il mondo concorda.Il materialismoaffermail contrario, e anchein questocasoil mondo non si oppone. Gli uomini litigano, volendo imporre vicendevolmentela propria visionedel mondo, e il mondo mostra che hanno tutti ragione.Non d forse meraviglioso?Lo spazio delle varianti rappresentale cosiddette illusioni, mentre la realizzazionemateriale b cib che si intende per mondo materiale.Otteniamo semprequello che scegliamo. Chi ha familiarit) con i principi dell'lslamsachecosasignifichino le parole "il destino dell'uomo b conservatonel Libro". Si intende che il destino b predeterminatoe da li non scappi.Analoghe affermazioni si incontrano in altre religioni. Il destino dell'uomo b effertivamentegi) predeterminato. Ma I'erroredellereligionistanel famo che di varianti di questodestinonon ce n'b una sola,ma un insiemeinfini'' rtl i l t to. Al destino non si sfugge.Anche tl t' ,' t/ quest'affermazione Ein un certo senso corretta, giacchdnon si pub cambiare " lo scenariodella variante. Lottare con il mondo circostanteper cambiareil proprio destino B un lavoro faticoso e ingrato. Non ha sensocercaredi cambiarelo scenario,si pub solo cercaredi scegliere per sd una variante ottimale. Mi rendo conto che quanto affermo sia insolito e susciti ragionevoli dubbi. Del resto, non contavo che accettastecon prontezzail modello delle varianti. [o stessonon ci credevofinchd non mi sonoconvinto che ilThansurfingfunziona,peraltro alla perfezione.Non ha sensodare la propria preferenzaa un modello anzichda un altro con il semplicescopodi raggiungere una qualche forma di verit) assoluta.Ad aver significato non b

';jy,,1,,,,,,'

Il modello delle vqrianti - 35

rl rnodello di per sd quanto invece il risultato pratico che esso [)crmettedi ottenere.I diversi modelli matematici PossonoraPl)resentarelo stessofenomeno fisico in modo diverso. Sarebbe d'un buffo se gli specialistidi geometriaanaliticaprendessero tratto le armi contro I'analisimatematicae si mettesseroa dirnostrareche la geometria b l'unica vera disciplina matematica, non b vero? I matematici sono riusciti a trovare un accordo, mentre i filosofi e gli uomini di chiesaPurtropPoancorano. Ma dove si trova questospaziodellevarianti?A questadomanda non b facilerispondere.Dal punto di vistadellanostrapercezione tridimensionale si pub affermareche essosi trova dappertutto e da nessunaparte. Provatea immaginareun piano infinito, senza inizio e senzafine, popolatoda omini a due dimensioni.Essinon sospettanoche esistauna terza dimensione, pensanoche il piano sial'unico mondo esistentee non possonocapirecome ci Possaesserequalcosaaldi lir dei suoiconfini. Purtuttavianoi sappiamoche b sufficienteaggiungerea questomodello una terul dimensionee di piani cosisene possonocreareun insiemeinfinito' Non preoccupatevi quindi del fatto che non siamo in grado di immaginare chiaramentein che modo, accantod nostro mondo, possaesistere ancoraun insiemeinfinito di mondi paralleli. di mondi paralleli.D'altra parii difficile credereall'esistenza te, perb, vi b cosi facile crederealla teoria della relativit), in base alla qualecon I'incrementodellavelocit) di un corpo la sua massa aumenta,le sue dimensioni si riducono e il tempo rallenta?E verificarequestateoria personalmenteE per il momento impossibile. Limportante, perb, non b se la capiamo o no, bensi quale interessepratico possiamoricavareda questateoria. Nel contesto di uno spazio illimitato E perlomeno assurdo e meschino discutere delle superiorit) di un modello anzich(. di un altro. Provate a immaginare I'infrnito nel senso dell'aumento delle distanze.Laggiir, in lontananza, non c'd alcun limite. Anche I'infinito nel sensodella diminuzione delle distanze,per quanto stranoPossa


36 - Lo Spa:.iodelle Varionti

sembrare,non ha limiti. Possiamovederesolo una parte limitata dell'Universovisibile. Sia il telescopioche il microscopiohanno i loro limiti. Linfinito in direzionedel microcosmonon si differenziadall'infinito del macrocosmo. Secondouna ipotesi, I'Universo che vediamo si b formato in seguitoal "Big Bang" e a partire da quel momenro essosi sracontinuamente espandendo.I corpi si muovono nel cosmo a gran velocit). A noi, invece,pareche I'espansionedell'Universo,consideratele enormi distanze,avvengain tempi lunghi e lenti. Si sa anche che nel vuoro, in ogni frazionedi rempo, delle particelleelementarisi produconodal niente e immediatamente spariscono.Considerandola relativit) dello spazioe del tempo, niente impediscedi considerareciascunaparricellacome un Universo singolo simile al nostro. Noi, infatti, non conosciamo la struttura delle particelleelementari;per i fisici esse si manifestanoin forma ora di onda ora di particella.Inolrrandoci ulteriormentenel microcosmole distanzerelarivediventano altrettantoenormi, e il tempo per un osservarore interno di nuovo comincia a rallentare.Per un osservatoreesterno il nostro Universo esistecome un istante, come una particella creatasie immediatamenteestintasinel vuoto, menrreper noi, osservatoriinterni, I'Universovive da miliardidianni. Quando beveteun sorL. | , 'lt ( ,,tr so di cafft, Fermateviun quanti il il,\ attimo a riflemere: )l ,fi i Universi avete deglutito? Un insiemeinfinito, giacu-,,1,, " chd I'infinitonon si divide ,l in parti. AJ|'internodi un I microcosmo,"volare"i ran{ to lontano e comporta tanJ; ' ,o temPo come negli spazi 'l''' I illimitati del cosmo esrerno.

Ilmodelb delle varianti - 37

ll tempo,analogamente allo spazio,b infinito, tanto in avanti quanto all'indietro. I segmentidi tempo possonoesseresia infinitamente piccoli che infinitamente srandi. Un qualsiasipunto su un segmentodi tempo pub essere ..1 consideratopunto di partenza alle due estremiti del quale si I cstendel'infinith del tempo. [,o ii spostamentodel punto di partenzalungo il segmentodel tempo non cambianiente,nd in avantind all'indietro. Tirtta questainfiniti di mondi infilati I'uno sull'altroesistecontemporaneamente. Il centrodell'Universosi trova nello stessomomento in ogni punto, giacchdogni punto b circondatoin ogni sua partedallo stessoinfinito. Cosi gli eventiesistonoconremporaneamenteper lo stessomotivo per cui il centrodell'Universosi trova nello stessomomento in ogni punro. [r diFficileda immaginare. Del resto, non b nemmeno possibilecogliereI'infinito con un unico sguardo. Per quanto vi muoviate mentdmente per I'Universo,pir) oltre si estendelo stessoinfinito. Secondoteorie piil complicateil nostro Universovisibile si starebbetrasformandoin una sferafinita in una dimensionequadridimensiona-le. Ma anche questaipotesinon cit di gran sollievo,giacchdteoricamentepub esistereun insieme infinito di dimensioni. Non avendola possibilith di immaginare tutto cib siamo costretti ad accontentarcidel nostro limitato orizzonte e a far finta di esserein grado di capirci almeno qualcosa.In generale,nella scienzacontemporaneac'E ancora tanto di incomprensibilee d'inspiegabile,ma cib non ci impediscedi fruire dei suoi risultati. Applicando i principi del Thansurfingotterrete risultati sconvolgenti.Perb, concordiamo subito di non tormentarci con domande sul perchd e in quale modo questatecnicafirnzioni. Con altrettantosuccesso un bambino potrebbechiederea un fisico:uPerchii corpi si attraggono?r,

)r'


38 - Lo Spazio delle Varianti

e lo scienziatorisponderebbe:oPerchi agisce h leggedella gravirazioner.nE perchâ&#x201A;Źagisce )i'3 la leggedella gravitazione?Insomma, perchi i corpi si attraggono?o.Non c'b una risposta. lasciamo quindi stare quesraoccupazioneingrata di trovare spiegazioniper ogni fenomeno e permettiamoci semplicemente di usare i risultati del modello delle varianti. Non ci t concessodi saperee di capire tutto. Dal modello delle varianti ne consegueche I'uomo b creatore del proprio destino.Ma la concezionedel destino secondoil Ti-ansurfing differisce da quelle piil note. Dove sra la differenza?Nel fatto che luomo pub sceglierek propria forfiinA, senza,bisognodi lottareper ottenerlz.Non affrettatevi ad accettareo ripudiare subito il modello delle varianti. Ponerevisemplicemenrequesradomanda: quanto siete riusciti a ortenere lottando contro il mondo per esserefelici? Ognuno decideper sd,seconrinuare ad agire come si ha semprefatto o sevalela pena di provarea intervenire in qualche altro modo. Si pub spenderenella lotta una vita intera e non raggiungereniente lo stesso.Non b piil semplicefare in modo che sia il mondo a venirvi incontro? Realizzarela vostra sceltab del resto la sua occupazioneprincipale. Lordine fatto si verifica sempre e incondizionararnente.[a sceltaperb non ] un semplicedesiderio ma qualcosadi diverso,di cui sapretepresro.I desiderisi realizzano solo nelle favole. Non a casosi d radicatala convinzione che veder .x

Il modello delle varianti - 39

realizzareun desideriosia difficile, senon impossibile.Con questo abbiamo appenafamo il primo passoverso la soluzionedell'Enigma del Guardiano. Sapretepresroperchdi desiderinon si realizzano e i sogni non si awerano.

Riepilogo Larealt)ha un'infinita variet)di formedi manifestazione. La molteplicite di variantid la proprietdprimae fondamentaledel mondo. Ogni modellorappresenta solo un aspettosingolodella manifestazione della realtd. Ogni brancadel sapereparteda un aspettopresceltodi manifestazione della realta. La vostrasceltasi realizzasempre.Quello che scegliete, l'otterrete. Lo spaziodellevariantid un campocontenente informazioni su quantod stato,d e sard. ll campod'informazione contienele variantipotenziali di tuttigli eventi. La varianted compostada uno scenarioe da delledecorazioni. Lo spaziopud esseredivisoin settori,ognunodei quali contienela propriavariante.

iW


40

Ltt Spa:io delle Varianti

d la distanza tra i settori,tantopiUforti Quantomaggiore sonole differenze nellevarianti. piiro menoomogeneisi dispongoSettoricon parametri no in lineedellavita. La realizzazione materiale si muovenellospaziocome un grumodi densit). L'emissione ment a lema t e ria liz zuan av a ria n t e di energia le. potenzial mentepossibi Ogniorganismo apportail suoc o n t rib u t a o llaf o rma z io materia le . ne dellarealizzazione e n t a le di emiss io nme c a mb ia n oa, v Quandoi parametri vieneil passaggio su un'altralin e ad e llav it a . perdse ne pud sceNon si pud cambiareuno scenario, g liereun altro. Non bisognalottareper la felicit),si pud semplicemente per se stessila varianteottimale. scegliere

Caoitolo II

-

I pendoli


/

Cruppidi persone che pensanoin unastessa

d ire z io n e c re a n o ,l

v.{l:

d'informazione,i pendoli. Questestruttureincominciano a evolversiautonomamente sottomettendogli individui alle loro leggi.Le persone non si rendonoconto di agire involontariamente negli interessidei pendoli. Come risvegliarsi da ouestainvischiante allucinazione?

Dateui in rtfiino.

I pendolidistruttivi Fin dall'infanzia ci hanno insegnatoa sottometterci alla volontir altrui, a fare il nostro dovere,a servire la patria, la famiglia, il partito politico, I'azienda,lo stato, I'idea... Servire tutti e solo in ultima istanzanoi stessi.Ognuno di noi ha un sensopitr o meno forte del dovere,della responsabilit),dell'obbligo e della colpa. Ognuno di noi, in un modo o in un altro, "prestaseryizio"presso una comuniti o un gruppo: la famiglia, il club, la scuola,la ditta, il partito politico, lo stato e cosi via. Tirtte questestratturenasconoe si sviluppano allorchd un singolo gruppo di individui incomincia a pensaree ad agirein una stessadirezione.A questogruppo si aggiungono poi nuove persone,la struttura crescee si allarga,prende forza,obbliga i propri membri a osservaredelle regoleprestabilitee a lungo andarepub finire per softometterelarghi strati di societir. A livello & ruali:n^'-;ronemateriale la strutnrra risulta formata da individui accomunatidagli stessiscopi e da beni materiali,che possono essereedi6ci, costruzioni, arredi, attrezz:,ttrLre, mezzi tecnici, eccetera.Ma, a livello energetico,che cosac'8 dietro a tutto cib? La struttura prende vita quando i pensieri di un gruppo di individui vanno in una stessadirezione e di conseguenzai parametri di energia mentale di ognuno sono identici. IJenergia del pensiero dei singoli individui si fonde in un unico flusso. In questo caso,in mezzo a un oceano di energia libera si crea una struttura energeticad'informazione singolae indipendente - un pendolo energetico.Questa struttura comincia a vivere di vita propria e ad assoggettare alle sue leggi gli individui responsabili della sua creazione.


11 - Lo Spazio delle Varianti

Perchdun pendolo?Perchdoscillacon frequenzatanto piil forte quanto maggioreb il numero degli individui, dri sostenitori,chelo nutrono dellaloro energia.Ogni pendolo ha la suafrequenzaripica di oscillazione.Un'altalena,per esempio,pub oscillaresolo sesi esercitauna forza di una determinarafrequenza.Questa frequenza si chiamarisonanza.Seil numero disostenitori del pendoloviene meno, le sue oscillazionisi smorzano.Quando non rimangono piil sostenitori,il pendolosi ferma e muore comâ&#x201A;Ź enriti. Ecco una seriedi esempidi pendoli estinti: le antiche religioni pagane,gli strumenti di lavoro di pietra, i tipi antichi di armi, le vecchierendenzedella moda, i dischi di vinile... in altre parole,tutto quello che eradiffuso un tempo e ora non c'b piil. Vi chiedereteforse con srupore: ma si tratra dawero di pendoli? Si, qualsivogliastruttura dotata di attributi propri e creara dall'energiamentale di singoli individui b un pendolo. Piil in generalesi pub dire che qualsiasiessereviventein grado di emettereenergiain una precisadirezioneprima o poi creaun pendolo energetico.Ecco degli esempidi pendolo tratti dal mondo della natura: le colonie di batteri, le popolazioni di esseriviventi, i branchi dipesci, le mandrie di bovini, le disteseboschive,le praterie, i formicai - ogni tipo di srruttura omogeneae piil o meno organizzatadi organismi viventi. Ogni singoloorganismoviventeb di per sdun pendolo elementare, rappresentandoun uniti energetia. Quando un gruppo di simili unitl di pendoli incomincia a oscillareall'unisono prende vita un pendolo di gruppo. Essosi erige sopra i suoi sostenltofl come una sovrastruttura, eslste come struttura singola e indipendente e fissa

un insieme di regole finalizzatea tâ&#x201A;Źnere insiemei membri ei) esistentie ad accattivarne di nuovi. Una tale strurtura b indipendente nel sensoche si evolve autonomamente,secondoleggi proprie.

, I pendoli- 45

I suoi membri non si accorgonodi agiresecondole leggi del pencloloe non di propria volonti. Lapparato burocratico, per fare un esempio,si sviluppa conre struttura autonoma, indipendentementedalla volontir dei singoli funzionari. Un funzionario influente potr) certamente deciderein autonomia, tuttavia le sue decisioni non potranno entrarein confitto con le leggi del sistema,in casocontrario egli ne verrebbeespulso.Persinoun individuo preso singolarmente, rappresentandodi per sdun pendolo, non si rende sempreconto delle motivazioni che lo spingono ad agire in un determinato modo. Basti pensareai vampiri energetici. Ogni pendolo per suanatura Edistruttiuo,giacchdsottraeenergia ai suoi membri e li sottometted proprio potere.Il carattere distruttivo del pendolo si manifestanella sua totale indifferenza al destinodi ognisingolomembro.Lobiettivodel pendolob solo uno: ricevereI'energiadel membro. Quale possaesserein tutto cib ilvantaggiodel singolomembro, per il pendolonon ha nessunaimportanza.[]individuo che subisceI'influenzadel sistema b costrettoa costruirela suavita in conformit) alle leggi imposte dal sistema,diversamenterischia di finirne stritolato ed espulso. Perquestomotivo chi si trova a subirela pressionedi un pendolo distruttivo pub rovinarsi con estremafacilitir I'intera esistenza. Sfuggirneindenni b di solito molto difficile. Se una personaha fortuna, riescea trovare il suo posticino nel li, vivendo come un pescenell'acqua.Dal suo sistemae ad assestarsi postoegli,come membro, fornisceenergiaal pendolo e quest'ultimo lo ricambia,garantendogliun ambientedisoprawivenza.Qualora, perb, egli violassele leggi della strunura e la sua frequenzadi emissione non coincidessepiil con quella di risonanzadelle oscillazioni del pendolo, quest'uldmo, privato di una fonte di , /,, /, energia,finirebbeper ripudiarlo o distruggerlo. , //,,/ 4 Se invece una personafinisce per sbandare '. e si allontana dalle sue linee esistenzialifavorevoli, la sua vita nella struttura di un pendolo


I pendoli - 47

46 - Lo Spa:io delle Vtrianti

estraneosi trasformain un supplizioo in una squallidasoprawivenza.ln questi casiil pendolo diventa letteralmentedistruttivo e il malcapitatoperdecompletamentela sualibertir.Che gli piaccia o meno, egli viene costrettoa viveresecondoleggi imposte e relegatoal ruolo di rotella in un grande ingranaggio. C'b anchechi, finendo sono I'alaprotettiva di un pendolo, ragiunge risultati eccellenti.Napoleone, Hider, Stalin e analoghepersonalitir della storia, sono nrmi i beniamini dei pendoli distruttivi. Anche in questi casi,perb, i pendoli non si preoccupanodel benessere dei loro singoli membri, impegnaticome sono autlizzarli per ipropriscopi. Quando fu chiestoa Napoleone sesi fossemai sentito veramenrefelic., .gli potd ricordaredi tutta la suavia solo pochi giorni. Il pendolo utilizza metodi sofisticati per I'adescamentodi nuovi seguaci, riuscendo ad amirarli come mosche al miele. Quante volte le persone,facendosiallettare dalle trovate pubblicitarie dei pendoli, si sono allontanatedalla felicit) che avevano sotto il naso!Vanno a fare il servizio militare e muoiono; affrontano studi e imparano una professioneche non b la loro; trovano un lavoro estraneoalla loro personalitl, purturtavia di prestigio, e affondano in un mare di guai; leganola propria vita a una personache non d quellagiustae poi soffrono. Lattivitir del pendolo porta spessoalla distruzione dei destini dei suoi singoli membri, per quanto essocerchi di mascherare le sue motivazioni sotto {/ sembianzevirtuose. Il rischio ,r1. ,] piir grave per un individuo .. ar, che subiscela pressionedi un pendolo distruttivo sta nel fatto che quest'ultimo fa deviare la sua vittima da quelle linee della vita dove egli avrebbe il. potuto trovare la sua fortuna. Sottolineiamo di seguito i suoi tratti distintivi. .J

W'

ll pendolo si nutre dell'energiadei suol rnembri sostenitori e graziea essa incrementa la propria frequenza di oscillazione. Il pendolo mira ad attirarea sdquanti piir seguacipossibileper ricevere quanta piir energiapossibile. - Il pendolo contrappone intenzronalmenteil proprio gruppo di membri ai differenti altri gruppi (secondola logica:noi siamo i buoni, gli altri sono diversi,sono i cattivi). - Il pendolo lancia accusaaggressivecontro chi non d riuscito a reclutare,e cercain tutti i modi di attirare i renitenti dalla sua parte, o di neutralizzarli,o di rimuoverli. - ll pendolo seducecon mascherebenevole,si schermadi fini nobili, giocacon i sentimenti degli individui al fine di giustificareil proprio operatoe accattivarsiquanti piir sostenitoripossibile. Il pendolo, per sua natura, b un "egregor"(l),anche se questa definizione non d del utto esauriente.Il concetto di "egregor"non riflettepienamenteI'intero spettrodellesfumaturedell'interazione tra l'individuo e questaentit) energeticad'informazione.In redt) i pendoli hanno nella vita degli individui un pesoincommensurabilmente piil forte di quanto si sia portati a credere. Lesempio che segueillustra chiaramenteil modo in cui il pendolo assorbeI'energiadei suoi sostenitori.Provatea immaginare uno stadio gremito di gente. Si sta disputando una partita di calcio, la tensione si tocca con mano' i tifosi smaniano. Un calciatorecommette un imperdonabile fallo e porta la sua squadra alla sconfitta. Sul calciatore si riversa immediatamente la furia dei tifosi, pronti a scendere in campo e a squartarlo. Riuscite a immaginare la massadi energianegativache si riversasullatestadi quel povero disgraziato?Questo mostruoso fusso di


48 - Lo Spazio delle Varianti

energia dovrebbe teoricamentestenderlo sul posto. Ma non b cosi: il calciatorerimane vivo e vegc_ to, abbattuto solo dal suo sensodi colpa.

ffi W '\-

E allora,dov'bandataa finire I'energia negativadella folla furibonda?Se l'd risucchiata il pendolo.Se fossediver-

samente,I'oggettodell'odio della folla morirebbe,menrre gli idoli della folla si librerebberoin aria. Non esprimo giudizi sull'essenzadel pendolo, sesi trani ciob di una entita animata o semplicementedi una forma energetica.Thnto piil che per la tecnicadel Tiansurfing non b di alcuna rilwanza.L'imporranted riconoscere il pendoloe non stareal suogioco a meno che non ci sia in ballo un interessepersonalediretto. Il pendolo si riconoscefacilmenteda un alrro tratto distintivo: essosi trova sempre in stato di rivaliti con i suoi simili per conquistarsi la simpatia degli individui. Lo scopo del pendolo d solo uno: fare piil proseliti possibileper ricavarnequanra piil energia possibile. Quanto pit aggressivisono i mezzi usari dal pendolo nella sualotta di conquisra,ranto piir essob distruttivo, tanto piil essorappresenra una minacciaper la vita del singoloindividuo. Si pub obiettare, purruttavia, che esistono organizzazionidi beneficienza,associazioniper la difesadella narura,degli animali, eccetera.Che cosapossonoaverequestestrurrure di distruttivo, vi chiederetevoi. Per vosrra informazione personale,distruttivo b il fatto che essecomunque si nutrono della vostra energia,restandoassolutamenteindifferenti al vostro benessere e allavostra felicit). Sollecitandoa esseremagnanimi con gli altri, vipropongono di rimanereindifferenti a voi stessi.Secib vi garbae vi sentite veramentefelici facendo quesreopere di bene, significache avetetrovato la vostra vocazione,il vostro pendolo. eui, perb, doveteesseremolto onesti con voi stessi:non b che per casoindossateuna mascheradi virtir? Sieteveramentedisposti a offrire con sinceriti soldi ed energiaper il bene degli altri o non giocate

I pendoli - 49

per l)ruttostoa farebeneficenza ,r1'parire migliori? I'rrrtroppo,gli uomini assogli..ttati ai pendoli distruttivi hanrr,,disimparatoa scegliere il pro(Jn uomo che ha 1'rio destino. lrbert) di scelta,infatti, acquista rrrrlipendenza. E i pendoli,dunque, non possonoarruolarlonelleloro file, faredi lui rur membro. La nostra coscienzab a tal punto .rssuefatta al pensieroche il destino sia una sorte superiore,chespessoci b difficile crederenellapossibilirr\di sceglieresemplicementequel destinochepiir cipiace. I pendoli lranno tutta la convenienzadi tenerei loro membri sotto controllo, percibinventano ogni sortadi mezTrJper manipolarei propri servitori. Nell'esposizioneseguentecapiretecome fanno. Anche il tansurfing pub diventareun pendolo, sesi fa di esso r.rnculto, un movimento o una scuola.I vari pendoli, perb, sono clistruttivi in misura diversa.Il tansurfing, anche nella peggiore delle ipotesi,non potr) mai esserealtamentedistruttivo, quanto rnenoperchdnelle suefinalit) serveil benedel singoloindividuo, c non di uno scopo multilaterale.Si tratterebbecomunque di un pendolo assaioriginale: una comunit) di individui preoccupati esclusivamente di costruireil proprio destino. A questoproposito,eccoun compito per casa:quali pendoli, secondovoi, si possonoconsiderarecostruttivi? Vi racconto tutto cib per spiegarvi cosa significa scegliere il proprio destino e come fare per sceglierlo.Armatevi di pazienza,cari lettori, non b cosi semplice ma poco a poco tutto diventerirpiir chiaro. (1) "E gregor' E un termi ne dal l ' eti mol ogi a i nc erta (l ors e dal l ati no "ex -grex " = fuori dal gregge,o dal greco "egeiro", sorvegliare,osservareattentamente) poco diffuso nella letteratura esoterica occidentale soprattutto divulgativa, che lo intende generalmentecome una entit) psichica autonoma formata dai pensieri di un gruppo


I pendoli - 5l

50 - Lo Spazio delle Varianti di persone unite dagli stessiscopi (v. le opere di G. Encausse[Papus] sull'occultismo e i lavori contemporanei di G. Delaforge, Bernstein L.S., Nathan Paco Xander, W. K e n n e t h e J . Gu sco lt) . In Ru ssia il te r m in e b p iir conosci uto e usato si a i n opere di carattere esoterico, come concetto strettamento occulto (L. Andreev La rosadel mondo), sia in testi contemporanei di sociologia e psicologia (D. Veriscagin, V. Bogdanovic, A. Nekrasov e altri). Ogni singolo autore, tutcavia, uilizzail

termine

attribuendovi diverse sfumature di significato. V. Zeland definisce e distingue i due concetti di "egregor" e "pendolo": nL"egregor" e il "pendolo" sono due entit) m a t e r i a l i s o t t i li, e siste n r isu [ p ia n o so ttile e so vr a stantigl i oggetti materi al i come sovrastrutture energetiche. Ma l"'egregor" t qualcosa di stazionario, globale, fissatosi nel tempo, legato a un oggetto inanimato, per esempio l"'egregor" di una cittir, di uno stato. Il "pendolo" b legato alle persone vive, alle comunitl da loro formate, alle loro interrelazioni e idee. Un pendolo pub collegarsialla coscienzadelle persone e infuenzarla direttamente. L"egregor" non esercita una influenza diretta sulla coscienzadelle persone, esisteper conto proprio. L"egregor" e il pendolo sono in sostanza la stessacosa. Si pub dire che il pendolo i un caso particolare del concetto generale "egregor". Ma ai fini del Tiansurfing ha piir importanza I'entiti in grado di infuenzare le nostre coscienze,percib prendo in considerazione solo i pendoli. tN.d.T.]

La battagliadei pendoli le caratteristicapiil importante di un pendolo distruttivo b la sua tendenzaad aggrediree distruggerei suoi simili per attirare a sd gli individui. A tal 6ne izzai propri membri contro quelli degli altri: <L,orosono diversida noi, sono cattivilr. E le persone,coinvolte in questalotta, devianodal loro cammino e s'inerpicanoversofalsi fi ni, percependoli erroneatnente come propri. Il caratteredistruttivo del pendolo sta proprio in questo.la lotta contro i membri di altri gruppi d sempresterilee \.' porta solo alla distruzione del-

iN

{

YY r .' ..' .' vt" \lY

Y.f ,r>"-) v ..

r'

.,/

le vite,di quellapropriae di qu_elle altrui'

Prendiamo per esempio la guerra, massima manifestazione di una lotta per la conquista di nuovi sostenitori. Perconvincere

r l)rl)pri seguaciad andarein guerrail pendolo sbandieraargomenri :rttinti da una concretaepocastorica.Il metodo piil primitivo, us:rtoun tempo, era semplicementequello di ordinare di usurpare r lxrssedimentialtrui. Con il progredire della civilth gli argomenti lr.rnnoacquisitouna forma piir raffinata.Una nazionesi dichiara \ul)eriore rispetto alle alre, svantrggiate,e il fine nobile diventa .ltrellodi portare i popolisottosviluppatia un livello maggioredi . ivilti, salvopoi ricorrere allafora in casodi loro resistenza. Quanto alla logica con cuiviene concepitaoggi Ia guerra,essa prrb essereresadalla metaforaseguente:su un albero del bosco steappesoun nido di api. Ci vivono api selvaticheche si occupano della loro covatae di produrre il miele. Ma un bel giorno al nido si awicina un pendolo e dichiara ai propri seguaci:uVedete (luesteapi?Sono selvaticheed estremamentepericolose.Bisogna lssolutamenteeliminarle o almeno distruggereil loro nido. Non rni credete?Guardatelr.E incomincia a stuzzicareil nido con un bastone.Le api volano fuori dal nido e attaccanoi seguacidel pendolo. E il pendolo dichiara trionfante: nVe I'avevo detto io che erano aggressive! Bisognasubito eliminarle!r. che siano gli slogan usati da guerre e rivoluzioni per Quali sostanzab una sola:si tratta di una batse stesse, la giustificare taglia di pendoli per la conquista di seguaci. Le forme di battaglia possonoesserele piil diversema il fine E solo uno: farepit proselitipossibile.k energiefresche,infatti, sono d'importanza vitde per il pendolo. In loro assenza il pendolo si fermerebbe.Per questo la battaglia dei pendoli b in realt) una mera lotta di soprawivenza, inevitabile e naturale. Dopo le guerre e le rivoluzioni si affermano altre forme di battaglia, meno aggressivema pur sempre dure: la lotta per la conquista dei mercati commerciali, per esempio,o la conco rrenzadei


52 - Lo Spazio delle Varianti

partiti politici, la concorrenzaineconomia,tutti i tipi di marketing e di campagnepubblicitarie, la propagandapolitica e via dicendo.Lambiente in cui vive I'uomo b costruitosui pendoli, percib tutte le sferedell'attivitl umana sono caratterizzatedalla concorrenza.La concorrenzab capillaree diffusa a ogni livello, a cominciare dai conflitti di stato per finire con le rivalit) tra squadresportive e individui singoli. Il nuovo, I'insolito, cib che non vienesubito capito, si fa strada semprea fatica.Perchd?E forse il pensieroa essereinerte?No, la causaprincipale sta nel fatto che i vecchi pendoli non hanno nessunaconvenienzaad accoglierela comparsadi un nuovo pendolo, potenzialmenteinteressatoad attirare a sd i seguacidegli altri. Per fare un esempio,i motori a combustione interna, altamente inquinanti, sarebberopotuti andarein disusogi) tanto tempo Fa.Infattisono stati inventatitanti altri model,y*A,f-| li di alternativi ed ecologicamenrepuliti. -oto.e ffir\ "t' Ma cio costituisceuna minacciafer i pendolidelle grandi corporazionipetrolifere,che sono ancora Fftn ti' abbastanza forti da non permerteread alcun inven{ tore roglierli facilmentedi scena.Questipotentati di cos'i fi economici arrivano al punto di comprare tutti i brevetti dei modellidi nuovi motori per segretarli, propagandandone per giunta al contempo la scarsaefficienza. Realizzandoda una pane la propria struttura a livello materiale,i pendoli, dall'altrapane, si servono& meni finanziari,logistici,tecnici e owiamente, risorseulnane per raffouare la propria posizione. All'apice delle piramidi urnane collocanoi loro beniamini. I beniamini sono i dirigenti di ogni rango, dai semplici capufficio ai presidenti di sato. Costoro non devono esserenecessariamente prowisti di p-ticolariqualit). Disolito diventanobeniamini quei membridotati di parametri che si inscrivono perfenamentenella struttura del pendolo. Il beniamino pub crederedi averragiunto determinati successinella suavita esclusivamentegraziealle sueabilita. In un certo sensoEcosi, ma restail fatto che b la struttura del pendolo a supportareil lavoro

I oendoli - 53

lriir grossonel processodi avanzamentodei suoi pupilli. Percontro, se .r un certo purto gli standarddel beniamino non conispondesseropiir .ri requisiti del sistema,di verrebberimossosenzaalcunapieti. Le lotte dei pendoli sono distruttive per i seguacianche perchd tluestiultimi, nell'eseguire una volont) superiore,credonodi operaresecondoi propri principi. Nella maggiorpartedei casi,infatti, i pendoli si sono gi) impossessati dei principi deiseguaci. Non appenaI'individuo si sintonizzasulla frequenzad'onda del pendolo,si instauratra loro una interazionea livello energetico. [.a frequenzadi emissionedell'energiamentale del seguaceviene fissatae sostenutadall'energiadel pendolo. Si instaurauna sorta di presa,di aggancio reciproco.Il seguace emette alla frequenzadi risonanzadel pendolo e quest'uldmo, da parte , sua,gli somministraenergiaper s mantenerlo assoggettato. A livello di realizzazione materialetale interazione non si nota,non si discosta generalmenteda un Fattoordinario. Facciamo un esempio:il pendolo di un partito politico promuove una campagna di agitazione, recluta un nuovo iscritto e Io

nutre di energiasotto forma di sensodel giusto, di soddisfazione,di digniti e di imponanza. Il neo-iscrittosi illude di averela situazione sotto controllo, di poter scegliere.Non si accorgeche d lui a esser statosceltoe sottopostoa controllo. Dall'esternosembrache il nuovo membro sia fermamente conyinto di aver realizzetola propria volontl. In realtl, cid che lui credeesserela suavolontl gli b stato imposto dal pendolo con subdoli arti6ci. Il nuovo membro cadenel campo d'informazione del pendolo, discutecon gli altri aderentidi temi "caldi", entra in contatto energeticoe con cib stessofissala sua


54 - Lo S ,,-.io delle Vctrianti -------------;1 "

:t

-s-Rls.--

'r'e,t. 1\ \..

-,4 \.t'-$ftj$ dl,l

f,reque.nza. Non B da esclu_ derechepiil tardiil;;;; -:^:^:-

,',

*-'.v* ,{ "

tarive del'-"-l^ f.

rarsyrada pensieridiremi con_ rro I'idolodi un rempo. In ul caso.la CaSO Ia tfe_oue."o frequenza Ji ^-:^_: diemissio_ :!r.? $ ne si wincoladallastrema del J _-|{1

.1.

"\{4# '

pendolo. Va qui notato che

i^ forr^d.ll"'';;;;;';;';

del , ,secongl graJodiporenza oer ucr perquesto pendolo. penQoto. l,erquesto ni casiai membridt , in alcu_ vlenepermesso di gioco;in altri,rnrr..='*t ftitt.sgmnii*;.;;

-.P,,.,;;; ;.;J.illr_,!,:;*,fi1.il H.sillt *" h _ .",,,i..h dH;,."ii iare :T:A,.jil? : i:1.-1.-.. cra di voi

a uncertopuntouL'1"1 rb"'' i; ;;"d;;.:::i': deoradirficire'J'"'pit ." ;;;;;:.. a canricchia.. i r, ;j;::,-j ffi;:.n d importante sapere in che fi',$:|}1,;;;':g' -"T.:*#

,i.o. co,,iJ....#o #*.j:#.:f":;;T*r:*'5: nosuaesperienza E"#te p;t J.lrCiente. Del resro, quoddiana.

prd. spiegare nessu_ precisamenre cosasuccrde i? allorasi i."i.uul .irpona... p".* !:(:.:_:T., alladomanda sintende ,.di

3"??.'Ecosivia,r..#do ipil;il.ul;;'...'" unl.occlpazione pocoprodumiva. 3:?* rare J:fi*t:" conren di

per delsapere.

quer poco .l,.rir-'"ir ffi ;#$tilT:ff:

come ipendoli riescono a manipolarei loro membri.

I fifi delle marionerte .,

Poniamoci una domanda:

come fanno i

acostringere i lorosegua.i .ltlni.ti volonrariam.nr. a,ollloli I energia?Si pu6 am_ "

rn('[.(cre,per esempio, che un pendolo ben ort',,tnr/.Lato e influente Do.., .;,,o1_;-^ ^ir;:

. .,iaderen r,"*_;;i:j:ilJ:Tn",::,:ru": l Ma.o^.porrJn. a..Jrr.i*i. , j.iio.,, ,l,.lroli? o,o una euando |,>uar eq,-d. ;"";;fi _j;::i i: j.Tffijr rtrcnri sensati,_persuasiorri,

op.r. li .""#r-.r_ r(),promesse. Si trarta,p..o, di merodipoco efficaci,tipici di una s't'ier) umanacheha persoir .on-,-""riot.on reforzed.lr" naru.a. I ricorronoai ."a" r.lrri.fr., preferendoservirsi "qr.rr. 'endoli

r-.'."J"i],*.-, :i[Hi'5ii:f,YlL'"d;; riJL

.s\,sserare*_.f; ?;i:;';'jffi i,,""r#1.:n:l:;* Uuomo

cedeenergi^ p.rrdoio-.r.i.'o_.nto in cui emerre . rrergiaallafrequenz:1 "l j.i per p."a.r". fare;,egti ron devenecessariamente $:";incanal... il ,uo p..i; zione ; d; detpendoto.,si

s1:h.i;,il;il,0"r,.

deipensieri gli ari delleperson:e e de_ yn p.odo,rJi.l subconscio. Sfrutrando r)roprioquesraquarit)deirapsiche;;;;" i pendoririesconoad non sotojai l.r. r-u$r:nttort ,;;,; ;l::19.*..:ergia persinodai loro nemiciaianiti- e"."" i---"]:i -ma

f; ;" ^.r:rii ;'il'"iT:?.ff"";ii:Hil::ff il;

panchrna, intenre*4.iir:l g;;"r; aap"*.. ;i;;; " certoconsiderare sosrenitrici

del!enJoL_!ou..no, che odianoper unainreraseriedi cause' Ma .or, ,u...a""?ut"u...hi.rte si ramenranodelgoverno,cosiine*e,..;;.;;;,;;l eottuso' enel farlo emeftonocon i loro *;;,",,::lll'^]1""u'o

'Jf;,?.'.:ii.'i: .[1F:T;."ffi frun:fl T:i,fli-'fi j:*,.'*:ln{';rH';.HTi:#j:'i:

;;',::',1?* nHf Iul1.'; :f:i111 ; ffi1fuf*::F;ffi::, ItT.pi.:

principaledelpendolo quin, d


56 - Lo Spu:irtdelle Variunti

Con il progredire dei mezzi d'informazione di massai metodi dei pendoli sistanno facendo via via piii raffinati. Lindividuo cade in un rapporto di dipendenza. : -\ . Avetenotato chenei notiziari prwalgono generalmentele brune notizie?Que'\ sto tipo di notizie, infatti, scatenafoni "l emozioni, ansia, paura, indignazione, / rabbia, odio. Il compito dei corrispon{ denti e proprio quello di ancorareI'atren\ " zione del pubblico. I mezzi di comunicazionedi massa,pendoli a loro volra, sono al serviziodi pendoli piir potenti. Il loro fine dichiarato d quello di rendereaccessibileal pubblico ogni tipo di informazione.Quello reale,invece,d solo uno: sintonizzarecon tuni i meni possibilialle frequenzegiuste. Uno dei metodi preferiti dai pendoli per garantirsi I'accesso alla vostra energia b quello di farvi perdere il controllo. Chi perde I'equilibrio comincia a "vibrare" alla frequenzadel pendolo, contribuendo con cib sressoa farlo oscillare. Facciamo un esempio: aumentano i prezzi e voi reagite negativamenre, siete indignati, vi lamenrare,discutetedella situazionecon i vostri conoscenti,manifestateciob una reazioneassoiutamente normale e adeguataal caso.Ma E proprio quello che si aspettail pendolo: con la vostra reazione,infatti, emerrerenell'ambiente circostanteenergianegativaalla frequenzadel pendolo, il quale, alimentandosidella vosrra energia,prende a oscillarecon maggiore intensitir. E la situazionediventa ancora piil grave. Il filo piil fone che il pendolo pub tirare per manovrawi b il panico, la sensazioneurnana pii ancestralee potente. Loggerto del panico non ha imporunza; ma se il panico i in qualche modo legaroa un aspettodel pendolo, quesiultimo ricever) tutra la vostraenergia. Langosciae I'ansiasono fili gi) un po' piil deboli, ma comunque resistenti.Questeemozioni fissanomolto benel'emissionedi energiadel pensieroalla frequenzadel pendolo:infatti,

I ttendoli- 57

., rit'rc preoccupatiper qualcosa,non potete concentrarvisu ,1,r.,i,.,rs'altro. Anche il sensodi colpa t uno dei grandi canali l'n()ri(aridacui ilpendoloattingeenergia.Ce lo impongonofin ,l.rll'irrfanzia. E ,m ottimo mezzodi manipolazione:uSesei in ,, 5slobbligatoa farequello che dico io,. '1P,1, I tlif-ficileconviverecon il sensodi colpa, percib gli uomini ( ( r(iuro di liberarsene. Ma in che modo? Sopportandoun castiin entrambi i casi,dimostrando ri,,,, cspiandola colpa,o\,ryero, ,'l'bcdienzae quindi indirizzandoil loro lavoro mentalein una t lt'tcrminatadirezione. ll sensodel dovereb un casoparticolaredel senso ,li colpa.Se"devo",significache ho un obbligo verso ,;rrrJcosa o qualcuno,sono tenuto a eseguire. Il risul"colpevoli", r.rtoi chei siaveriche falsi,sene vanno in giro a testachina, offrendo al pendolo il loro tributo in forrnadi energia.Larma privilegiatadei pendoli, infine, b il senso tlicolpa indotto. Su questoargomentoritorneremopiil avanti. Degni di particolareattenzionesono idifferenti complessipsicologicidellepersone.Il complessodi inferiorit): non sonoattraente, non ho talentond capacit)particolari,non sono n6 intelligentend erguto, non so socializzare, non mi merito nulla. Il complessodi colpa:sonocolpevoledi qualcosa,tutti mi giudicano,sonocostretto a portarela mia croce.Il complessodel guerriero:devo essereil migliore,dichiaroguerraa me stessoe a coloro che mi circondano, lomerbper un posto al sole,prenderbquello che mi spettacon la forza.Il complessodell'amantedella giustizia:dimostrerba tucti i cosdche ho ragioneio e gli altri hanno torto. Questi e altri complessi fu.nzionano come personali chiavi di accesso all'energiadi singoliindividui. Il pendolo,mettendoil dito sullapiagagiusta,attingecon forza all'energiadell'individuo. Potetecontinuareda soli I'elencodei 6li che il pendolo tira per manovrarele sue marionette:il sensodella giustiziae dell'onore, I'orgoglio,la vanagloria,I'amore,l'odio, I'aviditi, la generositl,la curiosit), I'interesse,la fame e analoghi sentimencie bisogni.


58 - Lo Spaz.iodelle Varianti

Le sensazionie il coinvolgimento permettono di incanalare il flusso dei pensieri in una determinata direzione. Se un argomento non suscita nd interessend emozioni, b molto difficile concentrarsisu di esso.Per questo motivo i pendoli si ingegnano a catturare il fusso di pensieri dell'individuo toccando le corde dei sentimenti e dei bisogni. Di solito la gente reagiscein modo standardizzatoai fattori irritanti esterni. lr notizie negativesuscitanoindignazione, quelle angosciantiproducono paura e ansia,I'offesasuscitaostilit) e via dicendo. Le abitudini agisconoda leva d'innesco del meccanismo di agganciodel pensiero,si pensi per esempio,all'abitudine di irritarsi o di preoccuparsiper inezie,di risponderealle provocazionie in generaledi risponderecon una reazlone negatlva a un lrntante negatlvo. Lindividuo pub anche rendersi conto

llllrlFs/ niente di buono, tuttavia contil.ilh'n nua a ripeteregli stessierrori per rr la forza dell'abitudine. r Proprio per questo motivo le abitudini causano spessoproblemi e obbligano ad agire in modo poco produttivo. Liberarsi dalle abitudini, perb d difficile. Essecreano una illusione di benessere,e I'uomo si appoggia a esseperchd si fida di piil delle situazioni note. Il nuovo suscitasemprediffidenza. Latto abituale, usuale, si b gil fatto conoscerenella pratica. E .o-. la vecchia poltrona di casadove vi sedetea riposaredopo il lavoro. LJnanuova sarebbeforse piir comoda, ma quella vecchia b piil confortevole. Il sensodi comfort I creato da concetti quali la comodit), la fiducia, I'esperienzapositiva, la prevedibilith. Nel nuovo tali concetti sono presentiin misura inferiore, per questo ci vuole un po' di tempo prima che una nuova abitudine diventi vecchia.

I pendoli - 59

( .osi,a grandi linee, abbiamo esaminatoi procedimenti usar r .lai pendoli per infuire sugli individui. Ma pub I'individuo IrI rt'rarsi dall'inf uenza dei pendoli? Dei mezzi di liberazione e di difesa parleremo piil avanti. ( )sserviamosolo che spessosuccedeche qualcuno si ribelli e rt':rgiscaapertamente contro il pendolo-asservitore.In questo ,lrrello, si noti bene, I'individuo escesemPresconfitto. Un pen,krlo pub esserevinto solo da un altro pendolo. Un individuo ,ll solo non pub fare niente. Se ha decisodi disobbediree in.ominciare una battaglia, finirh solo per perdereenergia.Nella rniglioredelle ipotesiil sistemalo scaglierholtre i suoi confini, nella peggiorelo schiaccerh.Il membro che ha avuto il coraggio di infrangere le regole fissatedal sistema viene dichiarato fuorilegge. Dall'esterno cib ha I'aspetto di una condanna a fronte \. cli un determinato atto. Di fatto, la colpa non sta nell'atto di per sd ma nella disobbeclienza,nel rifiuto del seguacedi continuare a Fornireenergiaal pendolo. Perch6 si dice "peccato confessato, mezzo perdonato"? Perchdun individuo che si b incollato il sensodi colpa b pronto a servireil potere del pendolo. Per il pendolo il pentimento di un suo seguaceper un atto commessonon ha nessuna importanza, Ha importanza solo il ripristino del controllo perduto. Il pendolo diventeri subito pitr disponibile se voi gli daretela possibilitirdi manovrarvi. Se invece il colpevole non si piega, allora, nella logica del pendolo, si potrl tranquillamente rimuovere, dato che non c'd piil nient'altro da attingere da lui. Di solito le reali motivazioni del pendolo sono velateda principi morali. Come dire: un pentito non b piil un criminale!Capirete da soli dove agisceil principio morale e dove invecevengono toccati gli interessi del sistema se terrete semPre Presentecosa sono veramentei pendoli e quali sono i loro veri scopi.


60 - Lo Spazio delle Varianti

Otterretecid che non volete Come si diceva innanzi, i pendoli possono ricevereenergia siadai loro sostenitoriche dai loro arryersari.Ma la perdita di energiab il minore dei mali. Se il pendolo b sufficientementedistruttivo, il danno arrecato investirir il destino intero dellapersonae la suafeliciti. \ Ciascunodi noi si scontra \ negative o fatti indesiderati. Sonole provocazionidei pendoli. Lindividuo non vuole che questi momenti negativi entrino nella sua vita e di solito reagiscein uno dei due modi: se I'informazionenon lo coinvolgeda vicino, la ignora e finisce per dimenticarla presto; se invece la notizia d per lui provocatoria,suscitaspaventoo irritazione,ciob lo toccanel vivo, allora si produce l'effetto della presadell'energiamentale al cappio del pendolo: l'individuo si sintonizzasulla frequenzadi risonanza di quest'ultimo. Gli awenimenti che seguonopoi si sviluppano secondoil solito scenario:I'individuo si arrabbia,si indigna,si agita, si spaventa,esprime tutta la sua insoddisfazionee cib facendo emette energia alla frequenza del pendolo distruttivo. Lenergia prodotta non va solo al pendolo. I parametri dell'energiamentale sono tali per cui l'individuo si spostasu quelle linee della vita dove trova in abbondanzaproprio quello che volevaevitare. Se ben vi ricordate,si dicevache, se I'emissionedell'energia mentale di un individuo si 6ssasu una determinata frequenza, costui si spostasullalinea dellavita corrispondente.Il ruolo distruttivo del pendolo consistequi nel fissaggiodella frequenza con l'aiuto del cappio di presa. Supponiamo che trascuriatela notizia di una catastrofeo di un cataclisma.Se la cosa non vi riguarda, infatti, perchddovre-

I pendoli - 6l

\tc amareggiarviinutilmente? In (luestocaso,da qualche parte avvicne una catastrofema voi personalmentevi trovate su una linca della vita dove occupateuna lrosizionedi osservatoree non ,r/ .li virtima. La lineadovesietein hposizione di vittima E rimastain clisparte.Viceversa,se vi lasciate invaderedalla notizia di una catastrofb o di una disgrazia,vi disperatee discuteteil fatto con gli amici, non b da escludereche prestovi ritroviate spostatisu una linea dove figurate in posizionedi vittima. Ne deriva che se il desideriodi evitare una determinata circostanzab molto forte, csisteuna forte probabilit) che I'indesideratacircostanzasi verifichi. Lottare con tutte le proprie forze contro qualcosache non volete equivalea investire energiaaffinchd cib si produca nella vostravita. Affinchd lo spostamentosu lineeindesiderate dellavita si realizzi,non occorre necessariamente intraprenderedelle azioni. Sono sufficienti i pensierinegativi,ben conditi da equivalenti emozioni. Non volete che facciabrutto tempo e pensatea quanto odiatela pioggia.I vicini vi disturbanoe voi litigatecontinuamente con loro, odiandoli in silenzio.Temete qualcosae cib vi crea preoccupazione.Sietestanchidel lavoro che fate e quasi assaporate sentimentidi ostilit) versoil vostro lavoro.Ovunque sieteperseguitati da cib chefortementenon uobte, temete,odiate, disprezzate. D'altra parte, ci sono tante altre coseche vorresteevitare ma in questo precisomomento non vi preoccupano.E proprio per questo non succedono.Tirttavia, non appenavi lasciatepenetrare dal negativo,vi imbevete di ostilitir e cominciate a cullare questa sensazione,I'evento indesideratotrover) sicuramenteil modo di marerializzarsinella vostra vita. Lunico modo per allontanare dalla propria vita gli eventi indesideratid liberarsidalla pressionedel pendolo che si b im-


I oendoli - 63

62 - Lo Soa:.iodelle Varianti

padronito della vostra ener, ./i,:';' gia mentale, non cederealle sue provocazioni e non farsi coinvolgerenel suo gioco. Ci si pub svincolare dalla presa del pendolo solo in due modi: o affossandoloo estinguendolo. Vediamo da vicino come si deve fare.

lr

t' i:t

I

Uaffossamento del pendolo Lottare contro un pendolo b inutile. Come si diceva prima, lottare contro un pendolo equivale a rifornirlo di energia. La condizione prima e piil importante per il successod rinunciare alla lotta contro il pendolo. In primo luogo i pendoli vi pressanoin misura proporzionale ai vostri tentativi di liberarvi dalla loro pressione.Poteteripetere all'infinito "Smettetela,lasciatemiin pace!", e potrh anche sembrarvi di essereriusciti a liberarvi dalla loro infuenza. In realti, cosi dicendo, non fate che nutrirli della vostra energiae attaccarveliancora di piil. In secondo luogo voi non avete il diritto di giudicare e di cambiarequalcosain questo mondo. Bisognapercepiretutte le manifestazioni della realti come quadri in una mostra, che vi piaccia o no. In una mostra ci possonoesseretanti quadri per voi poco interessanti.Ma non vi viene nemmeno in mente di chiedereai curatori di toglierli. Una volta che avete riconosciuto al pendolo il suo diritto di esistere,sietein pieno diritto di uscire,di svincolarvi dalla sua influenza.Ma I'importante b non locare contro di lui, non giudicarlo, non arrabbiarsi,non perdere il controllo della situazione,chd diversamenteprenderesteparte al suo gioco. Al contrario, dovete accettarlotranquillamente come un fatto dovuto, un male inevita-

l,ilc e solo dopo uscirne.Ogni manifestazione di non accettazione i' trnaemissionedi energiain direzionedel pendolo. l'}rima di capire cosa significhi scegliere bisogna imparare a ritrtrnciare. Gli uomini, di solito, non hanno le ideechiaresu quello .lrc vogliono.Percontro, sannobenissimoche cosanon vogliono. Mirando a evitarecoseo fatti indesiderati,molti agisconoin modo tele da ottenere esattarnenteil contrario. Per inunciare, bisogna prima accettAre.Ilverbo "accettare"qui non significalasciarentrare .lentro di sd,permettereun accesso,bensi riconoscerealle altre reelti il diritto di esisteree, fafto questo,lasciarselealle spallecon inclifferenza.Accettaree lasciarandaresignifica far passaredentro di sd un fatto e dargli I'addio, dimenando la mano in gestodi saluto. Per contro, accettaree teneresignificaprenderedentro di sd e i d conseguenza ettaccarsio attaccare,opporsi. Se sietetormentati da pensieridi situazioni che non vi piacciono, state sicuri che le ritroverete nella vostra vita. Facciamo un esempio:a una personanon piaccionole mele. Le detesta, prova un sensodi nauseaalla loro vista. Potrebbesemplicemente ignorarle, ma non le garba il fatto che nel mondo in cui vive possaesistereuna simile schifezza,lemele. Si irrita ogni volta che le capitano sotto gli occhi e manifesta apertamenteil suo disgusto.Questo b quanto succedea livello materiale.A livello energeticol'uomo in questionesi getta con aviditl sulle mele, se ne riempie la bocca, le masticarumorosamentecantilenando contemporaneamenteil suo disgusto, se ne riempie le tasche, si soffoca e di nuovo si lamenta di quanto I'hanno esasperato. Non gli passaper la testail pensieroche basterebbeeliminare le mele dalla sua vita, giacchdnon le vuole. Amare od odiare qualcosanon fa differenza.Limportante b che sei vostri pensierisono fissatisull'oggetto

deivostrisentimenti,I'energiamentalesi fissasu ,,a -v-e una determinatafrequenza,voifinite nellarete \. del pendoloe vi spostate su una lineadellavita dove I'oggetto della vostra fissazioneabbonda.


64 - Lo Spazio delle Varianti

Se non volete qualcosa,bastanon pensarci,bastapassarcisopra con indifferenza.Spariri auromaricamenredalla vosrravira. Gettar uia qualcosadalk propria uita signifca rton euitarema ignorare. Evitare significa ammetrerenella propria vita ma sforzarsi di liberarsene.Ignorare, invece,vuol dire non reagirein alcun modo e, di consegrrenza, non avere. Immaginate di essereun radioricevitore.Ogni mattina vi svegliate e ascoltateuna stazioneradio che odiate, il mondo che vi circonda. Ma se non vi piace,sintonizzatevisu un'altra frequenza! Pub sembrareche una cortina di femo tra voi e il mondo vi aiuti a difendervi dall'influenzadi pendoli indesiderati.In reaha,si rracta di una pura e sempliceillusione. Proteni da una corazzadi ferro poteteripetetea voi stessiquanto volete:"Sono un muro cieco. Non vedo, non sento, non so nientee non dirb nientea nessuno. Non permetto accessiu. Tirttavia, per mantenere un siffamo campo di difaa, occorreconsurna-re un saccodi energia.Luomo, desideroso di isolarsiintenzionalmentedal mondo, finisceper trovarsi in uno statocontinuo di tensione.Come senon bastasse, I'energiadel campodi difaa d sintoni"ara allafrequenzadel pendoloconrro cui t finalrzzatala difesa.Ed d proprio quello che servealpendolo. Perlui infamie indifferentecome awiene l'emissionedi energia,sevolonmriamenteo in modo contrarioallavostravolonta. E allora, come ci si pub difenderedall'azionedi un pendolo? Facendoil uuoto.Se sono vuoto, non offro agganci.Non faccio il gioco del pendolo ma non cerconemmeno di difendermi. Lo ignoro semplicemente.Lenergia del pendolo, senzatoccarmi, si diffonde e si disperdenello spazio.Il gioco del pendolo non mi preoccupa,non mi range.fuspetto a lui io sono vuoro.

I pendoli - 65

Il compito principale del pendolo I attrarre sostenitorie ricet,'r'c'da loro energia.Seignorateil pendolo, essovi lascer)in pace .' ri rivolgerl altrove,poichd agiscesolo con coloro che accettano rl strogioco e che emettono energiaalla sua frequenza. Un esempiobande: vi sieteattirati I'aftenzionedi un caneche incorrrinciaad abbaiarvicontro. Sevi girateversodi lui, abbaierhancon di 1,iir,Selo prendetesul serioe incominciatea rispondergli,vi inseguirh .rncoraa lungo, il suo scopo,in6fti, b quello di trovarequalcunocon errilitigare.Seinvecelo ignorate,lui troverl prestoun altro soggemoda l)rovoctre. Si noti beneche al canenon passaneancheper la mente di offendersiper I'attenzioneche gli avetenegato.[i troppo presodal suo .c,opodi ricevereattenzioneper poter pensarea qualcos'aluo. Sesostituiteal caneuna personatendenzialmenteconflittuale e intrigante, il modello funzioner).ugualmente. Se qualcuno vi infastidisce,provate a misurare su A -*di lui il modello del pendolo distruttivo, probabil- . iS-f.,i{\+ mente gli andrh per.r.llo. Se non riuscite a cal- f" .X t' " |t\. I'i-poffuno, provate semplicementea non -".. rispondere alle sue provocazioni,ignoratelo. Finchd '!i \ "il continuatea fornirgli la vostraenergialui non vi lasceriin pace.Potetedargli energiasiadirettamente,litigando con lui, sia indirettamente,odiandolo in silenzio.Smetteredi fornirgli energiavuol dire non pensarea lui, toglierselodalla testa.Provate a dire semplicementea voi stessi:nMa che se ne vada al diavololr. Vedreteche prestolui sene andri dallavostravita. Tirttavia, accadespessoche sia quasi impossibile ignorare semplicemente il pendolo. Facciamoun esempio:il vostro capo vi chiama a rapporto. Un rifiuto o un tentativo di difesaequivarrebbero a una perdita di energia,dato che in entrambi i casi si tratta di un sistemadi lotta contro il pendolo. In questasituazione potete fingeredi fare il gioco del pendolo. Limportante b che vi rendiateconto di entrarenel gioco a bella posta. Immaginate che un pezzod'uomo brandiscacontro di voi una mazra con I'intento di colpirvi. Voi non fate resistenza,non vi di-


66 - Lo Spazio delle Varianti

fendetee non attaccrte.Vi fate semplicementedi lato, cosi l'energumeno con la mazza in mano vola nel vuoto. Il pendolo, non potendo agganciawi,tsaffondato e scomparso. Questo principio b alla basedell'aikido. Qui succedelemeralmente che I'attaccanteviene preso per il braccio, accompagnatonei suoi movimenti e quindi rilasciato dalla parre in cui b diretta la sua energia. Il segretosta nel fano che il difensore non si oppone all'aftacco, si accordacon la linea dell'attaccante,lo accompâ&#x201A;Źna un po' di tempo e quindi lo rilascia.Lenergia dell'anaccantesi disperdenel vuoro, perchd,seil difensoreb "vuoro" non offie appigli. La tecnica di questo morbido approccio consisrenel fatto che voi all'inizio rispondete al primo arraccodel pendolo con un consensoe solo in un secondomomento vi mettete diplomaticamente in disparte o convogliaresenzainsistenzaI'energia nella direzioneche vi inreressa. Il vostro capo, per esempio, vuole scaricarvi un lavoro e insiste affichd essovengawolto esatamenrecome vuole lui. Voi sapeteche sarebbemeglio operarediversamenteo rirenere addiritrura che non speni a voi fare quesro lavoro. Se incominciate a obiettare, discurere, giustificarvi, il capo, con durezza,esigeri la vosrra obbedienza. Lui, infatd, ha preso una decisionee voi gli andate conrro. provate a fare il contrario. Ascoltatelo con attenzione, concordate con lui, smorzateil vostro impulso alla discussione.E solo dopo incominciate tranquillamente a esaminarecon lui i dettagli della questione. In questo preciso momento avete assorbito I'energia del capo e avete cominciato a ememerealla suafrequenza.Il suo impulso, non ffovando resistenza,per un po di tempo si fermera. Non ditegli che fS voi sapetemeglio di lui come wol*\ gere il lavoro, non opponete rifiuti h ' e non discutete.Fatesemplicemente in modo di consigliarvi con il capo su come potreste eseguireil lavoro nel

I pendoli - 67

rn,xlo migliore o piil veloceo .'r ,lri altri potrebbewolgereil l.rvoro piir efficacementedi voi. ln tluesto modo risulta che voi ,,'rillate insiemeal pendolo ma hr frrte in piena coscienza,senza ( l,rcndere parte al gioco, qur.i ,,sscrvandodal di fuori. Il pendolo ,rscilla,pienamenteimmerso nel gioco che b il suo,dato che b lui a prenderele decisionicon ..rri gli altri concordano o su cui si consultano. l: voi vedrete che I'energia,inizialmente indrizzata vcrso di voi, finir) per disperdersialtrove, in direzione di un altra clccisioneo allaricercadi un altro esecutore.In questomodo, per voi personalmente,il pendolo b affossato.

llestinzionedel pendolo Succedea volte che sia impossibile affossareun pendolo, che non si riesca,ciob, nd a ignorarlo nd a isolarlo. Avevo un amico dall'aspetto pacato e gentile ma dotato di una forza fisica non comune. LIna seratardi, mentre rientravamo in tram, ci siamo imbattuti in una compagnia di teppisti dall'aria aggressiva,un vero pendolo distruttivo. Erano in tanti e si caricavanoI'uno con I'altro di energianegativa,sentendosipienamente impunibili e intoccabili. Questo tipo di compagnia cercadi solito qualcuno da molestareper rifornirsi di energiaanche da sorgenti esterne. Cosi hanno incominciato a infastidire il mio amico. rassicurati dal suo aspettopacifico e bonario. Per un po' l'hanno preso in giro e l'hanno offeso, ma lui continuava a sederein silenzio, ignorando le loro provocazioni, cercando cioE di affossareil pendolo-teppisti. Io nel frattempo osseryavosenzainteryenire, sapendoche il mio amico non avevanulla da temere,al contra-


68 - Lo Spazio delle Varianti

rio dei teppisti. Alla fine, non sopportando piil la situazione,il mio amico si I diretro versoI'usci{; ta ma uno dei bulli pitr sfrontati gli ha sbarraro la strada.Messo alle strette, il mio amico ha agguantato il teppistaper la collottola e gli ha vibrato un colpo che gli ha letreralmenrespappolatola faccia. I compagni del malcapitato sono rimasti impietriti dallo stupore e dall'orrore. Quando il mio amico si t girato per afferrarne un altro, questi, con voce tremanre,I'ha pregato di lasciarlo andare. Lenergia del pendolo-compagnia si b immediatamenre dissoltae i suoi membri, urtandosi e indietreggiando,si sono precipitati fuoridal uam. Certo, coloro che si possono difendere non hanno problemi. Ma gli alffi, cosapossonofare in questi casi?Severarnentenon c't via di scampo,si pub estinguereil pendolo escogitandoqualcosadi straordinario e inatteso,una mossache nessunosi aspetta. Mi hanno racconraroquesrastoria: una banda di bulletti di stradaavevacircondato un ragazzocon I'intenzione di picchiarlo.Il ragazzosi b awicinato al capo e, sgranandodue occhi da folle, gli ha domandato: uVuoi che ti spacchiil nasoo la mascella?r. Un tale sviluppo non si inscrivevanello scenarioabituale,percib il capobandaper un attimo ha indugiato.Allora il ragazzo,preso da una euforia da folle, gli ha gridato: nVieni qui che d sracco un orecchiolr, attaccandoglisicon le cinque dita all'orecchio.Il capobanda ha lanciato un urlo srrazianre.Lo spettacolo che la banda era solita inscenareveniva rovinaro.Il capo, ben lungi dal pensaredi picchiare qualcuno, era preoccupatosolo di liberare I'orecchio dalla presa.Il ragazzo,considerarofuori di senno, fi: Iasciatoin pace e riusci in questo modo a evitare I'attacco. Quindi, sevi succededi capitarein una situazioneil cui scenario di wiluppo b prevedibile,fare una qualsiasimossapurchd essanon si inscriva in questo scenario.Il pendolo si estinguer). Finchd agite secondolo scenario,accemareil gioco del pendolo ed emenete energia alla sua frequenza.Ma se la vostra frequenzaincomincia

I pendoli - 69

, ,lrlli'renziarsisostanzialmente da quella del pendolo, entrate in ,lrr', con quest'ultimoe lo confondetedal ritmo. 'r)rlnza ,'\lkr stessotempo b meglio non esagerarese avetea che fare {.n un pendoloche non ha niente da perdere.Se,per esempio, r lnnno aggreditoper derubarvi, b meglio dare subito i soldi. ' \lr rrni tengonoappostain tascaun po' di soldi in contanti,chd ., |';rggressore b un folle o un tossicomane,pub togliervi la vita \('n/.rrpensarci,anchese sieteespertidi arti marziali.Per questo t rrrcglio non intrigarsi con gente del genere,come con i cani r,rbbiosi.Sarebbeuna morte ingiustificatae assurda. A estinguereun pendolo aiuta ancheil sensodell'umorismo e I'irrrmaginazione.Provatea mutare la vostra irritazione in gioco. \t', per esempio,vi infhstidiscela folla in strada o in un mezz,r pubblico, provate a immaginare di trovarvi in Antartide, in nrczzoa un assembramentodi uccelli.Le personesono pinguini , he si muovono agitati e ondeggianoin modo buffo. E voi chi Anche voi siete dei pinguini. Se riuscite a trasfigurarela 'icte? rituazionein modo analogo,le personeche vi stannoattorno vi gi) piir simpatia e curiositl che irritazione. 'usciteranno Cefto, b difficile controllarsiquando sivorrebbe leneralmentefarc apezz,iqualcosa.In questimomenti b difficile icordzre chela data b il prodoto di un pendolo che cercadi estrarrela vostra 'ituazione .'nergia.Cercatedi non cedereallesueprovocazioni.Il pendolo, conre un vampiro, uultzzauna sorta di anestesia, la vottra abitudine a reagirenegativamentea qualcosa di irritante. Persinoora, dopo averlerto queste rigfre,potete distrarvi e risponderecon irrirazionea una telefonataindesiderata.Ma ,/Y':

sevi prefissate lo scopodi icordare,al tempo wilupperete I'immunitir alle provocazionidei pendoli. Fate bene attenzione:sevi scontrate con una circostanzafastidiosae reagitecon irritazione,indignazionee altre

X

.i

\

ww \

\\ \


70 - Lo Spazio delle Vttrianti

emozioni negative,la situazionenegativasi protrarr) e si evolver).o sorgerannonuovi problemi. Il pendolo oscillacosi,graziea voi che lo fate oscillare.Provatead agire al contrario: o manifestandouna reazioneadeguata,o non manifestandoalcuna reazione.Provate, per esempio,ad accogliereil problema con un finto enrusiasmoo con una euforia da idiota: si tratta di sistemiper estinguereil pendolo. Vedreteche non ci sarl alcunacontinuazione. Come ricorderete,I'abirudine a reagirenegativamentedi fronte a circostanzefastidiosefunge da levad'innesco del meccanismodi presadella vostra energiamentale da parte del pendolo. Quest'abitudine verr).meno se cominceretea giocarea un gioco originale, basato sulla sostituzione a bella posta di sensazioni:invece della paura provate a manifestaresicurezza,invecedi provaresconforto provatea sfoderareentusiasmo,al posto dell'indignazioneesibite indifferenzae al posto dell'irritazione mostraregioia. Provarea reagire almeno di fronte ai piccoli problemi in modo "non adeguato". Che cosa aveteda perdere?Magari porr) sembrareuna cosa assurda,perb questogioco non lascerlal pendolo alcunachance. Questo metodo ci sembraassurdoproprio perchdi pendoli ci hanno abituato a giocaresolo ai giochi che convengono loro. Provate a imporre un vostrogioco, che vi procuri piaceree soddisfazione: scopriretecon stuporequanto questatecnicasia porenre.Il principio qui d solo uno: emettendo a una frequenzadiversada quella di risonanzaentratein dissonanzacon il pendolo, quest'ulrimosi estinguerispettoa voi e finisceper lasciarviin pace. Esiste un altro metodo interessantedi estinzione.I'estinzione morbida: sequalcuno vi infastidisce,diventa per voi un problema, provate a capire che cosa manca a questa persona, cercatedi arguire di che cosa ha bisogno. E

>

y-,r"'l* \-'f/'<.e'.4 ,'{Ai;i, i 1 Xra Y-r/ W

gi) in possesso di quello che le mancava.Si pub trattaredi salute,sicurezza,stato d'animo tranquillo. A ben pensarci questi sono i tre fattori principali che servonoagli uo-

I pendoli- 71

,,rrri pcr farli sentiresoddisfatti.Provatea pensare:di che cosa lr.r t llcttivamentebisogno in questo momento la personache .rrr, it:r la vostrairritazione? \rrpponiamo cheil vostro caposi siaarrabbiatocon voi. Magari , \r,urcoo ha dei problemi in famiglia.Allora gli serveuno stato ,l .rrrirr.ro tranquillo. Immaginatevelomentre se ne sta sdraiatoin o vicino al caminetto,o con una davantialla televisione 1,,,lrrona r ,rnnirda pescain riva al fiume o in saunacon un boccaledi birra. \.rl,r'tequali sono le suepreferenze? ( ) magarii suoi superiori gli hanno fano pressionee lui ha paura ,ii prendersideterminateresponsabiliti?Allora ha bisogno di sicuin montagna, r,'zz:r.Provatea immaginarlo mentresciacon sicurezza () nlcntre guida unauto sportivao mentresi muove con disinvoltura di tutti. .r trnafesta,al centrodell'anenzione () forsegli fa male qualcosa?Immaginateveloallora allegro e irr forma, mentre nuota nel mare o pedalain biciclettao gioca .r calcio.Certo, t meglio saper€quali sono i suoi interessi.Tirtr:rvianon occorreandare tanto lontano. Bastaimmaginare la l)crsonain una situazionein cui d soddisfatta. Cosa succedeallora?Una personab apparsaal vosuo orrzxnntee (1)stitLlisce un problemaper voi (pub ancheraftarsi di un rapinatorc). Provatea distrarvi dal problema di cui si fa portatore, in questo rnodo fin dall'inizio non presteretela vostra testa al cappio di presa .lella frequenza.Immaginate questapersonain atto di ricevcrequello di cui ha bisogno (cosavuole un rapinatore: mangiare,bere, bucarsi). Visualizzatela persona in un quadro di raggiunta soddisfazione.Se ci sieteriusciti,considerateche il problema t risolto. Il pendolo, infami, non ha incominciato a oscillareper caso.QualcosaI'ha spostatodal suo cquilibrio. Lui, consciamenteo inconsciamente,cercr quel qualcosa che lo riporti all'equilibrio. E l'ener-


72 - Lo Spa:io delle Variunti

gia dei vostri pensieria una determinatafrequenzagli da proprio questo,ancheseindiremamente.Muterh subito la suaaggressivitiin disponibilita. Fate fatica a crederci? Sperimentate! Questa tecnica si basa sul principio dell'estinzione del pendolo. Una persona-pendolovi si awicina con un problemae voi lo soddisfate,non in modo evidentema a livello energetico.Gli avetedato la vostraenergiama in minima parte, perdendo molto meno di quanto avresrepotuto perdere. E per di piil avete fatto una buona azione, venendo in soccorsoa un bisognoso,ancheseper poco. La cosainteressante b che in seguitoegli avr) con voi un rapporto pit amichevole.Non capir) perchdin vostracompagniasi sentabene.Che rimangaun vostro piccolo segreto. Potete applicarequestatecnicaanche nei casi in cui sietevoi ad averbisognodi qualcosada qualcuno che, presodai suoi problemi, non d dispostoa venirvi incontro. Vi servela firma del capo? Prima "nutritelo" con una visualizzazionebenefica e vedrete che far) tutto quello che chiedete. E infine: cosadite, dovd andaa a finire secondovoi I'energiadi un pendolo frenato?il passaaa voi. Venendoa capo di un problema voi diventatepiil foni. [a volta prossimaciir per voi non sarauna difficolta. Non b forse cosi?Se invece vi menestea lottare con il problema, cederesteenergiaal pendolo che ha crsrto questostessoproblema. Le pratiche di affossamentoed estinzione del pendolo sono note agli psicologi e agli psicoterapeuticome recniche professionali.In questosensonon sono dellenovitir.Ma per le persone che non conosconoi metodi dellapsicologiaapplicatasono

i'

ndoli - 73

\ ( r.irnrentepreziose,poichd chiariscono come e perchd funziorr.rrroi sistemipsicologicidi difesa.

Soluzionisemplicidi problemicomplessi I sistemidi affossamentoo estinzionedel pendolo hanno an.lrc una vaJenzaapplicatanella capacithdi risolvereogni tipo di complessa, l,roblemi. Pub trattarsi di una situazioneesistenziale ..li un conflitto, di una circostanzasfavorevole,di una diflicolti o di un problema.Perogni problemadifficile Z. csistonosoluzionifacili. La chiaveper la risoluzione -<\\ '\> sta semprein superficie,si tratta solo di vederla.Ma il pendolo, che ha creato il problema,ostacolala visione. Il pendolo distruttivo si prefiggelo scopodi ottenerela vostra cnergia. Per fare cib deve fissarela frequenzadi emissionedei vostripensierisul problema. Riescebenissimoa farlo convincendovi del fatto che il problema b complesso.Sevoi avereaccemaro questeregoledel gioco, vi si pub tranquillamente prendereper rnano e condurvi in un intricato labirinto. E solo dopo arriverete rr comprendereche "il cofanettosi apriva senzasforzo". Se si riescea spaventareuna persona,afarla preoccupare,coinvolgerla o a far leva sui suoi complessi,essaconcorderl col fatto che il problema d difficile e si fa prendere all'amo. Ma si pub anche non spaventarla. E gil una opinione comune che non ci siano semplici soluzioni per la maggior parte dei problemi. Ciascuno di noi, nell'arco della suavita, si scontra condnuamente con varie difficolt), specialmentese sono cosenuove, non conosciute.Alla fine tutti hanno I'abitudine ben radicata di affrontare i problemi con timore e a volte con vera e propria paura. Per di pitr I'uomo dubita sempredelle proprie capacitirdi misurarsi con le difficolt). Risulta cosi che la tendenzaad accoglierecon timore i problemi si trasformi nel filo che guida la marionetta. Il pendolo pub agireo tramite i suoi sostenitori,owero le personecoinvolte nel determinatoproblema,oppure tramite oggerri


74 - Lo Spazio delle Varianti

inanimati. FissaI'emissionedi energiamentalesu una . , . ).r. - ,'("f'tIpdeterminata frequenzae succhia I'energia mentre la personab aggravatadal problema. Sembrereb\ r %rrr, u''-V* be a prima vistache la fissazionedellafrequenza ! sull'oggettopossaaiutarea concentrarsi.Come W' /'' pub, allora,osracolarela soluzionedel problema? Il fatto b che il pendolo fissa i nostri pensieri in un settore ristretto del campo d'informazione. La risoluzione, per contro, pub trovarsioltre i limiti di questosettore.Ne deriva che I'uomo pensae agiscenei limiti di uno spazioristretto e risulta impedito a guardareil problema da un piil largo punto di vista. Le soluzioni originali e dettate dall'intuizione vengono proprio quando I'uomo si libera dall'influenzadel pendolo e si guadagna la liberth di pensarein un altra direzione. Il segretodei geni sta nel fatto che sono liberi dalla pressione dei pendoli. Mentre le frequenzedei pensieri delle persone normali sono catturate dai pendoli, le frequenze dei pensieri dei geni sono in grado di muoversi liberamente e indugiare in campi d'informazionesconosciuti. Come fareper non lasciarsiaccalappiare dal pendolo?Bastanon immergersinel problema,non farsicoinvolgerenel gioco del pendolo. Dateui in ffino. Agite come si fa di solito in questi casi ma non comePartecipanti al gioco bensi come osseruatoriesterni. Imparatea guardarela situazionein modo distaccato.Ricordatevi che vogliono prendervi per mano per portarvi in un labirinto. Non fatevi nd spaventare,nd coinvolgere,nd preoccuparedal problema. Ricordateinnanzitutto che esistesempreuna soluzionemolto semplice,non accettatela difficolth che vi viene imposta. Sevi scontratecon un problema o un ostacolo,cercrtedi capire qual b il vostro rapporto con esso.Il problema pub generareturbamento, paura,indignazione,sconfofto e cosivia. Ma bisognacambiare il modo solito di rapportarsialla difficolt) insona, reagendo esattarmente all'opposto;in questomodo il problema si elimina da solo o si risolvein modo velocee facile.A dispetto degli stereotipi

I oendoli - 75

, ,lclle consuetudinidiffilse, imparatead .rlliontare il problema non come un'ostacoloche dev'esseresuperilto, ma come un tratto di per' .,:., .rlrso che doveteoltrepassare. -i.. Non lasciatedentro di voi * -i\ .rlcunospazio .rlcuno spazioalproblema. atproblema. y{wo i{"h Siatevuoti rispettoa esso. ,fi\hrl Se dovete risolvere un , "'l li problema che richiede riHessione, non fatevi prendere subito dai ragionamentilogici. llvostro subconsciob direttamentecollegatocol campo d'inforrnazioneche contiene le risoluzioni di tutti i problemi. Perciir, all'inizio rilassatevi,liberatevida ogni paura e ansiarispetto alla soluzione.Thnto sapeteche la soluzionec'b gi). Lasciateviandare, arrestateil fusso dei pensieri,contemplateil vuoto. ii possibile che la soluzionearrivi subito e sia magari molto semplice.Senon arriva,non amareggiatevie mettete in azioneI'apparatomenrale. Riuscir) meglio la prossimavolta. Una simile pratica allenabene la capacit) di accessoalle conoscenzeintuitive. Bisognasolo cercaredi renderequestapratica un'abitudine. Questo metodo funziona bene se si riescea liberarsi dall'influenzadel pendolo e a "darsiin affitto". Tirttavia, b piil facile a dirsi che a farsi. l.eggeretepiir avanti di altri nuovi procedimenti per aftontare i pendoli. Questo Esolo l'inizio. Ma non vi sembrache io vi abbia presoper mano e vi stia conducendo in un labirinto? Bravi, manteneteviliberi anche da chi vi fa predizioni sulla vostra liberti.

Lo statodi sospensione Liberandovi dall'influenza dei pendoli distruttivi acquistate liberti. Ma una liberti priva di scopi d lunostatodi sospensione.


I pendoli - 77

76 - Lo Soa:.ioclelle Variunti

Sevi sieteappassionatialle tecniche di affossamentoed estinzione dei pendoli che vi circonda''> no, rischiatedi trovarvi nel vuoa to. I conflitti di un tempo non ci sono piil, Ie preoccupazioni \ u t,_Jche vi tormentavanovengono meno, i problemi sonosempre . .,t' piU rari, l'ansiae la preoccupazione spariscono.Tirtto cib awiene senzache ve ne accorgiate,al pari di una tempestache si quietalentamente. Presto,perb vi accorgereteche qui c'b l'altro lato della medaglia. Se prima eravateal centro dei fatti, ora essisi producono in disparte.Per coloro che vi circondano voi non avete piil lo stessovalore, la gente si occupa sempre meno di voi. I fastidi diminuiscono ma nuovi desideri non arrivano. La pressionedel mondo esternodiventa piir debole ma cib non porta alcun guadagno. La quantit) di problemi diminuisce ma i progressinon aumentano. Che sta succedendo?Il fatto b che I'ambiente umano t tutto costruito sui pendoli, percib chi si isola completamente si ritrova in un deserto.Lo stato di sospensionenon b tanto migliore della dipendenzadal pendolo. Pensiamoai bambini che hanno tutto: si annoiano perchd "non hanno piil niente da desiderare".Stanno male da soli e tormentano gli altri con i loro capricci.Luomo d fatto in maniera tale che devesempre aspirarea qualcosa. La vostraliberthi I'indipendenzadependoli estranei. Ma esistonopendoli di massimautilith per voi. Sono ,', i uostripendoli. In altre parole, occorre riconosceregli scopi imposti, per inseguirei quali vi allontanate dalle ,r, linee dellavostrafonuna. Percontro, il vostro compito personale,rimanendo liberi, sta nella sceltadi quelt"(

t

. '" , !

''

l, lrrrc'cdella vita dove vi aspet\\ ,. , ,rr,,Lr fblicithe il vero successo. 4 I 1'.'rrdolinon sono per I'uomo t ; ,,r' rnrileassoluto,se egli agisce ,a3 ( ()nsapevolmente. Luomo non \ libeessere completamente 1l l,r|(r I r,, .lalla loro influenza.Si tratta I .,,,krdi capire come non soggiae. , r'rc all'influenza dei pendoli ma ulli'zzarli intenzionalmente,nei 1,r'opri interessi. Il Tlansurfing pienamenl)ropone a questo fine dei metodi concreti. Svincolarsi te dall'influenzadei pendoli non b possibilee non serve nemmeno. Anzi, proprio i pendoli, alla fin fine, traffi ' \, realth. ( '. sformano il sognodi una Personain t

x

\t-=a

/\pP '

1j l


78 - Lo Spa:io delle Variantt

I pendoli - 79

Riepilogo

o l'estinI problemisi risolvonotramitel'affossamento zionedei pendoliche li hannocreati. Perrisolverei problemi"dateviin affitto". occorretrovarei Per evitareuno stato di sospensione propripendoli. di questo. a ricordarsi Occorreabituarsi

ll pendolod creatodall'energia degliindividuiche pensa n oin u nastessa direzione. ll pendolod unastruttura energetica d'informazione. ll pendolofissal'energiamentaledel suosostenitore alla propriafrequenza. I pendolilottanotra di loro per conquistarsi membrisostenitori. imponeai suoimembrisostenitoUn pendolodistruttivo ri fini a loroestranei. ll pendologiocacon i sentimenti dellepersone e le attira nellasuarete. Se voi non voletefortementequalcosa,lo avretenella vostravita. Svincolarsi dal pendolosignifica farlousciredallavostravita. Farlousciredalla vostravita significanon evitarloma ignorarlo. Perestinguere un pendolobisognarovinarelo scenario del suogioco. Una visualizzazione beneficaestinguemorbidamente un pendolo-persona. L'energia del pendoloestintosi trasferisce a voi.

::\.)

I

.yl)r1

I 6:

',1 i 1


CaoitoloIII

-

Londa della fortuna


1,

i

,,1\

I

Le metaforedella "ruota della fortuna" o dell "'ucc ello azzurro" hanno una base assolutamentemateriale. E noto che fortuna e sfortunasi alternano, come striscebianchee nere. Come escludere dalla propria vita i periodi neri?

I uostripensieriui tornano indietro a mo'di boomerang.

liantipodedel pendolo E ora proviamo a controllarei vostri compiti per q$a. Quali pendoli si possonoconsiderarecostruttivi? Risposta:non ce ne sono. Suonain modo paradossale ma b effettivamentecosi.Non offendetwi, cari lettori, la domandanon eraprovocatoria.Il piil imponante nonchi unico 6ne dr ogni pendolo b quello di sotrrare energiaai suoi sostenitori.Sel'energianon arriva,il pendolo si arresta. Il pendolo I costruttivo solo rispetto a se sresso,ma in nessun modo rispetto a voi. Cosa c'b di costruttivo nel fatto che vi si sottraeenergia? Va detto che i vari pendoli sono distruttivi e aggressiviin misura diversa. Per esempio, si fa fatica a credereche il club di beach-volley imbracci le armi contro il club dei "morzhi" (cultori dei bagni nell'acqua ghiacciata). E in ogni caso I'appartenenzaal club di beach-volley difficilmente potrebbe rovinarvi la vita. Ma anche quesro tipo innocuo di pendolo si nutre dell'energiadei suoi sostenitorie se questaoccupazionefinisseper annoiarli il club morirebbe. Owiamente questo esempio non E nemmeno confrontabile con altri piir seri come I'appartenenzaa un gruppo criminale, dove, come esito finale, si pub rischiaredi ritrovarsi privati della libert) o della vita. Viene lecito obiettare: ma se frequento un club di fitness,dove mi occupo esclusivamentedi me stesso, in che modo trasmetto energia al pendolo del club? In realt) la logica b la stessa.Anche se li vi occupare solo di voi stessi,sietecomunque costretti a osservare determinate regole.A casavostra potete fare quello


04 J.o Spaziodelle Varianti

L'onda della fortuna - 85

che volete, ma al club tutti i soci in un modo o nell'altrosono tenuti \

K, ,,,"',ii;n

I I

I

\

ad agirein una sressa direzione, a osservare le regolestabilitedal

''9 U ?,,',''l',,,,,,,,''Jc ^ - ^ ^ ) ^ finiscono c-:^^^-^ -^sistema, ". e ^ t x facendo "i". o- ^ per - cib ,.1,,. fornire energia collettiva al pendolo. ,t; ','*u::t]S] ',,y Se tutri i soci del club se ne andassero, l',* :i il pendolo smetterebbedi ricevereenergia e si fermerebbe. La questionesi pub impostareanche in un modo diverso:esistonostrurrure energeticheche non necessitano della vosrra energia?A quanto pare esistono. Una di essad l'onda della fortuna, ovvero una congiunzione favorevole,personalmenteper voi, di circosranze.Ogni persona ha i suoi momenti fortunati, le sue onde della fortuna. Spesso succedeche qualcosariescabene e ne consegueuna cascatadi piacevolisorprese,come se fosseincominciato un periodo d'oro nella vita. Una tale cascarasi verifica di rado e comunque a una solacondizione:nel casoin cui il primo successo abbia rallegrato la personae l'abbia riempita di entusiasmoe umore positivo. La "ruota della fortuna" o "l'uccello azztrro della fortuna" non sono metaforeasrrarte.Londa della fortuna si creain seguitoalla convergenzadi linee della vita favorevoli per una data persona. Nello spazio delle varianti c'B rumo, compreso questi filoni d'oro. Se siete capitati sulla linea esrremadi una tale disomogeneiti e avereaffbrrato la fortuna, porere scivolareper inerzia sulle altre linee di convergenzadove vi aspettanooccasioni nuove e felici. Ma se al primo successoha fatro seguito un periodo nero, vuol dire che siete srari agganciatida un pendolo distruttivo che vi ha allontanato dal vostro filone d'oro. Londa della fortuna apporra fortuna senzaper quesro sortrarre energia. La si pub confronrare all'onda del mare che riporta sulla riva il nuoratore ridotto allo stremo delle forze. Londa della fortuna vi trasportasulle linee della vita fortunate.

Anch'essa,come il pendolo, non ha interesseper la -r-.,_"_S\ vostra sorte ma, a differenzadi quest'ultimo, non ;ffi(;{ ha bisogno della vostra energia.Sevolete, potete Y#>, V.V posarvi su di essae lasciarvi trasportare, ma se non volete, essasenzapena vi passer)oltre. Londa della fortuna b una formazione temporanea, non assorbe I'energia altrui e percib alla fin fine si estingue,come un'onda del mare che si frange sulla riva. Londa della fortuna pub dare informazione di sd sotto forma di buone notizie. Essaporta informazioni provenienti da altre linee della vita. Questi echi risonanti sulla vita corrente vengono percepiti come buone notizie. Il compito sar) quello di afferrarsia questafunicella e trainarsi sulla linea da cui sono provenute le buone notizie. Li ad aspettareci saranno non gii delle notizie, bensi vere e proprie circostanzefortunate. Pub sembrareche l'onda vada e venga.Di fatto, perb, I'onda della fortuna non si muove, non si rafforzaenon si indebolisce. Nel nostromodello abbiamoaccettatoil termine di "onda della fortuna" per comoditi di percezione.Ma, come si dicevaprima, I'onda della fortuna esistein maniera stazionarianello spazio delle varianti sotto forma di concentrazionedi linee favorevoli. Sietevoi che, muovendovi sulle linee della vita, incontrate tale disomogeneit) come onda e la cavalcate,accogliendola nella vostra vita o allontanandovene,rapiti dai pendoli. Londa di per sdnon ha interesseper voi, percib b facilelasciarselasfuggire,lasciarlapassareoltre e non vederla ritornare. Da qui la convinzioneche I'uccellodella fortuna siadifficile da prendere al laccio. In realt) non serveinvestire energie per cavalcare I'onda della fortuna. [: solo una questionedi sceltapersonale.Se fate entrareI'onda nella vostravita, essasari con voi. Seinvecevi lasciateinfluenzare da un pendolo distruttivo e vi fate permeare dalla suaenergianegativa,alloravi allontanereteda soli dall'onda della fortuna. Gli uomini sono fatti cosi: "non conservanoquello che hanno e poi piangono quando lo perdono".


86 - ht Spa:io delle Varianti

( : I

Luccello della fortuna non b contrario a bec. careil grano dalle vostremani. E non occorre nemmeno prenderlo al laccio. Sarh piil che sufficiente non cacciarlo. QrrestoEuno degli aspeftipiil paradossdi della liberti di scela. Gli uomini possonoverarnente scegliere per sdla felicid e la fonuna. E allo stessotempo essinon sono liberi dai pendoli che li allontananodall'onda dellafornrna. Di nuovo ritorniamo a un temagi) aftontato: per averela liben) di sceltaoccorre liberarsidzi lzgami di dipendrnza. Abbiamo anche il diritto di liberarci dall'infuenza dei pendoli altrui. Restasolo da chiarire in che modo ci si possaaPPropiaredi questidiitti.

ll boomerang Di solito nella testa delle personeturbinano continuamente tanti pensieri.Se questoprocessonon viene sottopostoa controllo, molto spessotendono a predominare i pensieri negativi. A preoccuparci maggiormente b quello che suscita spavento, angoscia,agitazione,malcontento. Per millenni la psiche umana si b formata sotto I'influenza di pendoli distruttivi, interessati a tenereI'uomo in uno stato di panico per meglio manipolarlo. Proprio per questole personenon hanno una visionechiaradi quello che veramentevogliono, ma d'altro canto sanno perfettamente quello che non vogliono. Dare ai pensierinegativilibenl di circolazionesignificafarsicoinvolgere dal gioco del pendolo distruttivo ed emettere energia alla sua frequenza.f, un'abitudine estremalnentecontroproducentee sarebbenei vostri interessisostiruirlacon un altra abitudine, quel-

L'onda della fortuna - 87

la di controllarecoscientementei propri pensieri.Ogni ., volta che la vostra mente non d particolarmenteimpegnata,quando per esempiosietein autobus,statefacendouna passeggiaa o un lavoro non ffoppo impegnativo, connettetevi con pensieri positivi. Non pensatea quello che non avetepotuto ragglungere,Pensatepiuttosto a quello che voleteaveree lo orterrete. Supponiamoche nonvi soddisfila casain cui abitate. Continuate a ripetervi: uQuesta c:tsami di veramentefastidio, mi irrita tutto quello che c't. Quando finalmente cambierb casastarb bene, ma adesso non possofarci niente,odio questopostolr. Fate bene attenzione:con questi pensierinon otterretemal quello che vi aspettate.Anche se il traslocoin un posto nuovo d cosadecisa,nella casanuova vi aspetter) una massadi delusioni. Va bene, direte voi, io perb intanto lascio questastamberga e me ne vado a vivere in una palazzinadi lusso. Che altre deA questo proposito potete stare lusioni mi possonoattendere? tranquilli: quanta piir ostilit) Provatenei confronti della casetta che vi ha dato riparo, tanto maggiori saranno le sgradevoli sorpreseche vi attenderanno nella vostra nuova dimora. E i problemi saranno dei tipi piil diversi: i rubinetti si romperanno, la pittura si scrosteri,le pareti si sgretoleranno,i vicini vi seccheranno,ci sari tutto il necessarioper mantenere in piedi i parametri della vostra emissionenegativa.Casa nuova o vecchia ch. differenza fa? Ci saranno semPredelle linee della vita dotate dei massimi comfort dove voi vi troverete insoddisfatti al pari di prima. Nello spaziodelle varianti ci sono tante dimore di lusso dove vi sentiretecome all'inferno.


88 - Lo Spa:io delle Variantt

Se per il momento non avete alternative di trasloco, allora a maggior ragione rimarrere a vivere nella situazione che odiate. Questo perchd non sieresintonizzati sulla frequenzadella linea della vita dove vi aspettala casadei vostri sogni. Infatti, in questo momenro pensate a quello che non vi piace, emetteteenergianegativaed essa corrisponde perfettamentealla linea in cui vi rroyate.Percib vi toccherirrestarein questastessaposizionefinchd non cambierete la vostra frequenzadiimissione. E fAo non b poi cosi difficile. Perprima cosarassegnatevialla situazionee liberatevi dal senso di disappuntoe ostilitl. In tutte le situazionie in ogni momento si possonoscoprireaspertipositivi e motivi di piccola gioia. Sia pure che la casanon vi piaccia,ma siatelealmeno riconoscenti per il riparo che vi offre. Fuori piove, soffia il vento e la vostra casaprende tutto su di sd, proteggendovie riscaldandovi.Non b forsedegnadella vostrariconoscenza? Se ora sietericonoscenti per quello che avete,se provate amore per tutto cib che vi circonda e vi aiuta a vivere, emerreteenergiapositiva. E allora, se vorrete, potete contare pienamente su un miglioramento delle vostre condizioni. E quando traslocheretenon mancatedi ringraziaretutto quello che vi ha circondato. Persino le cose che avete intenzione di gettar via meritano riconoscenza.In questi momenti voi trasmetteteal mondo esrernovibrazioni positiveed essevi ritorneranno sicuramenteindietro. Persecondacosaprovatea pensareallacasachevorresteavere.E piil difficile fare cosi che non provareirritazione per le coseche vi circondano in un dato momento. Perbil gioco valela candela-Cos'bmeglio: reagirecome d'abitudine a famori irritanti esterni,come fa l'ostrica, o fare un piccolo sforzoe cambiarele proprie abitudini? Guardate i depliant pubbliciari con le fotogafie dellecase,andateper negozialla ricercadioggetti di aredamento, vivetecon tufti i pensieririvolti quello che volete avere.Noi alla fine oneniamo semprele cosee le situazioni che dominano fonemente i nostri pensieri.I nostripensierici inrnano setnpreindietro comeboomerang

L'onda della fortuna - 89

Si pouebberoriportareancoratanti esempidi comeI'ap proccionegativoallecircostanzepub rovinarela vitaSupponiamo che abbiateintenzionedi andarein vacarrzaal sud, al caldo. Dove vivete il tempo b teribile, quando siete firori dovete raggomitolarvi per proteg-

almeno di essereneutri, per evitareil pendolo distruttivo del brutto tempo. Seinvecemanifestateattivamente il vostro disappunto rispetto al maltempo, finirete per farvi penetraredal pendolo e farlo oscillareancoradi piir. M dite: uPerfomrna prestopartirb per il sud e mi consolerbcon il solee il marecaldo.Che siamaledenaquestapalude!,. Ebbene,con un siffatto atteggiamentonon sietesintonizzatisulla linea della vita dove vi aspenanole delizie paradisiache.Fin li non arriverete.Anche seavetegil comprato il biglieno d'aereo,riuscirete magariad arrivarea destinazione,ma li vi attenderannoil maltempo o altre spiacevolisorprese.Tirtto comunque potrh andareper il meglio, baster)solo sintonizzarsisu una frequenzapositiva. Evidentemente non lasciar entrtre dentro di sd l'energia negativa non d sufficiente. Bisognafare in modo di non emettere noi stessiI'energianegativa. Facciamo un esempio: accecatidall'irritazione, avete urlato contro qualcuno. Potete stare certi che alla vostra reazioneseguir) qualche altro problema o sorpresanegativa.In questo caso, infatti, i parametri della vostraemissionesoddisfanole linee della vita dove provate irritazione, e proprio li verrete portati.


L'onda della fortuna - 9l

90 - Lo Spazio delle Varianti

In queste linee la densitir di problemi E maggiore della media. E non servegiustificarsi dicendo che questi problemi non si sarebberopotuti evitare. Non ho nessunanecessithdi convincervi o di dimostrarvi qualcosa.Provatesemplicemente osservareda soli come a A* " ogni vostra reazionenegad'/l ;t\

Ia conclusionedi quanto sopra deno b molto semplice e comprensibile:vi trovatesempresullelinee dellavita i cui parametrisoddisfanola vostraemissione energetica.Vi lasciatepenetraredall'energianegativae con ciir vi assicuratela presenzadi problemi nella vita. Voi emetteteenergia negativaed essavi ritorna indietro somoforma di nuovi problemi. Come un boomerang.

La trasmissione Invece di accettarei giochi che vi impongono i pendoli distruttivi, cercate pendoli il cui gioco vi possaesseredi giovamento. Cib significa prendereI'abitudine di fare attenzione solo agli aspetti belli e positivi. Quando leggete qualcosa di positivo, piacevole,promettente, fissatelobene nei vostri pensieri e gioitene. Immaginate di camminare nel bosco,dove cresconobei fiori Se race piante con pungiglioni velenosi.Che cosasceglierete? coglieretedei fiori di sambuco, li porterete a casae li metterete in un vaso, avrete presto mal di testa. Ne avete proPrio bisogno?Allo stessomodo d dannoso reagireall'azione dei pendoli distruttivi. [i molto meglio prenderedei rametti di gelsomino, osservarlicon ammirazione e inebriarsi del loro profumo.

Fateentrareil positivo,e allorasul vostrocammino incontrerete sempredi piil belle notizie e piacevoli eventualit). Ebbene,vi sieteriempiti di gioia e d'ispirazione.Ma di nuovo vi trascinala routine di tutti i giorni. La festafiniscee incominciano i giorni di sempre.Come si pub fare,allora,per conservare dentro di sd I'atmosferadella festa? Per prima cosabisogna tenereuiuo il ricord.odi quest'atmosfera. Per abitudine ci immergiamo 6no al collo nella monotonia del quotidiano, ci dimentichiamo delle cosebelle vissuteed esse smettono di procurarci gioia. E r.rr,"pessimaabitudine. Sono i pendoli che ci costringono a dimenticarci del positivo. Bisognerebbealimentaresempredentro di sdil focherellodella festa,cullare questabella sensazione,osservarecome la vita cambia per il meglio, afferrarsia ogni pagliuzzadi gioia, cercarein rutto segni positivi. Quanto meno non ci si annoia. Occorre ricordare continuamenteche statepraticando il Tiansurfing e percib state coscientementeandando incontro ai vostri sogni, ciod state gestendo il vostro destino. Questo famo giir di per sd innestasicurezza,quiete e gioia, percib la festat gii con voi e dentro di voi. Quando la sensazionedi festadiventerl un'abitudine, allora vi troveretesemprea cavalcarel'onda della fortuna. Gioite di tutto quello cheavetein questostessomomento. Non si tratta di un vuoto appello a esserefelici a priori. A volte le circostanzesi sviluppano in modo tale che d difficile essere contenti. Tumavia, da un punto di vista purarnente pratico esprimereinsoddisfazione t controproducente. L Infatti, non volete forse capitaresulle linee della vita dove vi va tutto bene?Ma come potete capitarci se Ia vostraemissioneb pienadi insoddisfazione? Al contrario, la frequenzadi una simileemissionecorrisponde pienamentea quelle linee dove va tutto male. Le linee buone si differenziano per il fatto che in


92 - Lo Spaz.iodeLleVarianti

essevi sentite bene e i vostri pensierisono pieni di gioia e soddisfazione. lr buone notizie non preoccupano e si dimenticano presto.Quelle cartive, al conrario, suscitano reazioni vive e percib sono forieredi potenziali minacce.Non lasciateentra.renel vostro cuore, e quindi nella vostravita, le . cardve notizie. Chiudetevi alle cattive notizie e apritevi invece a quelle buone. Occorre notare ogni cambiamento positivo, anchese minimo, e vezzrgjaAo amorevolmente, premurosarnente.Esso,infatd b messaggero dell'onda della fortuna. Non appenaavetea\.uto notizie di cambiamenti promeftenti, seppur minimi, non dimenticatevelecome facevateprima, ma al contrario assaporatevele,analizzatele,indagatele; esaminate queste novit)rda tutti i punti di vista,gioitene,fatepiani futuri, metteteviin attesadi ulteriori miglioramenti. Cosi facendopensateallafrequenza dell'ondadellafortuna e vi sintonizzatesui suoi parametri.[r buone notizie diventerannosempredi piil, la vita divented piil bella. Non b una misticheria nd una caratteristicadella psicheumana il fatto di filtrare le informazioni, come succedequando un pessimistaguarda il mondo attraversoun paio di occhiali neri e un ottimista attrayersoun paio di occhiali rosa.Cosi b fatta la realtir:sietevoi che vi spostatesu linee della vita corrispondenti ai parametri di energiadei vostri pensieri. Permanendoin rappord positivi con voi stessie il mondo circostante,non fate altro che ftasmettereemissionearmonica tutto intorno, creareattorno a voi una zona di vibrazioni armoniche dove tutto va a sistemarsinel migliore dei modi. Lapproccio positivo porta sempreal successoe alla creazione.la negativiti, per contro, E sempredistruttiva e diretta alla distruzione. Esiste,per esempio,

L'onda della fortuna - 93

una determinata categoriadi personeche preferiscecercArei probbmi, non la loro soluzionr. Queste persone sono sempre pronte a discuterele difficoltl e a trovarenuovi ostacoli:esse.di solito. fanno fatica a proporre una vera via di uscita ddla situazione,perchd sono 6n dall'inizio orientate non sulla soluzionebensi sulla ricerca di nuove difficolt). la tendenza a cercareproblemi ne porta in eccedenza e la situazionenon si smuove. La tendenzaalla ricercae allacritica dei lati negativiporta nondimeno a frutti corrispondenti: danno in esuberanzae nessun vantaggio.Sevi guardateintorno, troveretesicuramentepersone di questotipo nel vostro ambiente.Non sono nd cattiveni buone, ma semplicementepreseal gancio dei pendoli distruttivi. La maggior parte delle personerecepisceogni evento indesiderato nella sua vita con estremaostilit). Di solito si considera indesideratoquell'awenimento che non si inscrive nello scenario da noi previsto. Per contro, si consideraun colpo di fortuna quello che corrisponde alle nostre aspettative. Ma a volte succedeche una personaperda un aereodestinatoa sfracellarsie si rammaricamolto per questo.O, al contrario, si lascia sfuggireuna occasioneperchdessanon si inscrivevanei suoi piani. Quanto peggiori sono i pensieridi una personasul mondo circostante,tanto peggiorediventeri per la persona questo mondo. Quanto pit essasi amareggiaper gli insuccessiavuti, tanto piir velocementene otterrl degli altri. "RiecheggiaI'urlo che si b lanciato". La personache ha scelto questotipo di esistenzapratica quotidianamente il Tiansurfing al contrario: scivolasulle linee della vita dove I'aspetta un autentico inferno. Provate ad assumere una posizione esattamenteopposta: gioite a bella posta degli insuccessi,proyate a cercarein essiun vantaggio, anche se minimo, vedreteche b sempre possibile.Il bicchiere non d vuoto a metl, ma pieno a mete..Il banaledetto proverbiale"non tutto il male vien per nuocere" funziona perfettamente,a farlo divenire un credo. Occorre mantenerecon fermezze una posizione


L'onda della fortuna - 95

94 - Lo Snaz.iodelle Varianti

improntata al positivo e liberarsidella vecchiaabitudine di scoraggiarsie infastidirsi per ogni motivo. Ogni tipo di fallimento servequanto meno come lezione di vita, perchd rende piil forti e piil esperti. Imparate a gioire per ogni manifestazionedel mondo ed essosi trasformer) in un paradiso.Certo, b un comportamento inusuale,del restoanche il fine t inusuale: diventare il genio della lampada che realizza tutti i desideri. Forseche i metodi abituali aiutano a raggiungere un tale scopo? All'inizio riescedifficile, perchdla vecchiaabitudine a reagirenegativamenteagli wenti indesideratib profondamenteradicata.Ma la cosafondamentale,a ogni fastidiosacircostanza,b impararea n: cordzrsiche essab un pendolo pronto ad agganciarvi.Non appena vi sietericordati di questo panicolare,non avreteche da scegliere: cedereenergiaal pendolo, sfogandole vostre emozioni negative,o lasciarlocon un pugno di moschein mano e con cib vincerlo. Se sieteriusciti a ricordare, affondare o estinguere il pendolo non b un'arduaimpresa.Noi gli diamo sempreenergiainconsciamente.Come giir si diceva, i pendoli ci muovono tirando i fili dei sentimenti, e a fungere da leva di partenzadel meccanismo di presasono proprio le nostre abitudini. Persino dopo aver letto questo capitolo ed esserviprefissati lo scopo di ricordarereagiretedi nuovo negarivamente a un evento indesiderato. Poi certo vi renderete conto che nel momento della i vostra reazione ui sietesemplicementediM#A menicati di ricordare. i,n.t. agito in?W'i!^ consciamente,per abitudine. Del resto, per far si che la situazione passisotto il vostro controllo sar) sufficiente ficordzreper tempa.Non appena ricorderete,riderecetra voi e voi e direte: uEhi tu pendolo,

ma a chi credi di farla?Adessonon mi aggancipir) cosi facilmenteu.Ora non sietepiir delle marionette,sieteliberi di accogliereo ripudiare il pendolo. Se riuscirete a praticare regolarmente questa tecnica, con il tempo la vecchia abitudine verrl sostituita dalla nuova. Ma finchd cib non awerr), i pendoli cercheranno di fare il possibileper irritarvi. Vedreteche, quasia farlo apposta,verreteassditi da una seriedi problemi e fastidi. Non disperatevi,si tratterl fondamentalmenre di piccole difficolt). Se voi non cederetee impareretea ricordare, la vittoria sarl impressionante,vedrete. E il risultato porebbe esserequesto: la prossimavolta che vi troveretesull'onda della fortuna il pendolo non potr) piir dlonranarvici. In questo modo I'uccello della fortuna rester) nelle vostre mani, e per accattivarvelonon avrete che da trasmettereintorno a voi energia positiva. Cib significa esserenon solo un ricevitore positivo, ma anche un positivo trasmettitore. Ne seguirirche il mondo attorno a voi cambieri in meglio. Vi troveretea scivolare con leggerezzasu delle linee della vita ancor piil favorevoli,finchd incontrerete I'onda della fortuna, che vi prender) con sd e vi farh velocementeascenderesulla sua cresta,dritti al successo.Ma non pensiateche ilTi'ansurfing si limiti allo scivolamentosull'onda della fortuna. Si tratta solo dei primi passi.Piil avanti vi aspemano tante altre scopertestupefacenti.

'I

Ritualimagici A conclusione di questo capitolo tratteremo un caso particolaredella tecnicadi sintonizzazionesulla frequenzadell'onda della fortuna. In situazioni diverse le persone tendono, a volte inconsciamente, a sintonizzarsisulla frequenzadell'onda della fortuna. Peresempio,all'inizio di una giornatadi lavoro i commercianti sono pronti a fare al primo avventore un prezzo di favore. Essi


L'ontla della t'brtuna- 97

96 - Lo Soaz.iodelle Varianti

sentono intuitivamente che il primo cliente rivesteuna -- "dS certaimportanzeper il futuro dellevendite,serveco- A'{> me inizio inaugurazionedella giornata di vendita. #/N Nel linguaggio del Tfansurfing cib significasinto- YW nizzarsisulla frequenzadella linea di una vendita di Concentraresemplicementei propri pensieri successo. su questofatto E difficile. Il primo cliente infonde inveceuna fede e una speranzareali, percib la sintonizzazionealrrieneda sola. Il commerciantesi assestasull'onda di una vendita produttiva e cosi facendo emette energia mentale con parametri corrispondenti. ii lui il primo a credereche la merce gli andr) via bene, e gli basterhaccennarequesto fatto al cliente che quest'ultimo si troveri subito "preso"da questaemissionee compreri con ubbidienza,convinto che quello sia il suo giorno fortunato. Ancora un altro esempio:i venditori al mercatoutilizzanoa volte un rituale maglco originale:tocc:tnola propria mercecon i soldi. Owiamente questogestodi per si non ha nessuna 'fl. r '., "fnI forza,quindi di fano non c'â&#x201A;Ź nessunamag;ia.Tutta. ,t via, se il venditore crede nella forza del rituale, .{ :''t , o guestoli aiuteri a sintonizzarsisullafrequenza della linea di una vendita efficace.la sintonizzazioneawiene a livello inconscio. Con la ragione I'uomo si rende conto solo del lato esteriore:il rituale in qualche modo inspiegabilefirnziona. Ed essoefibmivarnentefunziona,ma non di per sdbensicome requisitoteatrale.Il ruolo piil importante qui lo giocaI'energiamentaledell'attore. Per ogni professione,nelle varie situazioni, esisteuna varieti di simili rituali "magici". La gente crede a questepratiche e le applicacon successo per sintonizzarsisulla frequenzadi una linea favorevole della vita e cavalcareI'onda della fortuna. In linea di principio non b importante in cosacredala gente,nella forza del rituale magico o nella sintonizzaztonesulla frequenzadelle linee. Capite da soliche I'importante b solo il risultato pratico.

Riepilogo L'ondadella fortunad una concentrazionedi linee favorevoli nello spaziodelle varianti. La cascatadi successiseguesolo se vi siete lasciatipermearedal primo successo. I pendolidistruttivivi allontananodall'ondadellafortuna. Liberandovidalla dipendenzadai pendoli otterretela libert) di scelta. Ricevendoe trasmettendoenergianegativavi createun vostroinfernopersonale. Ricevendoe trasmettendoenergiapositivavi create un vostroparadisopersonale. I vostri pensierivi ritornanosempre indietro, come un boomerang. I pendoli non potrannospingervigiL dall'ondase avrete l'abitudinedi ricordare. L'abitudinedi ricordared il fruttodi una praticasistematica.


Lequilibrio


N.'

N,.,

[-\S

Cli u o min is i c re a n o da soli i problemi e gli ostacolie poi sprecano energia per superarli. In contrasto con lt

Occupateuidi un prob/er nd, m4

Optntone comune, ., .r rr rransurfingdimostra

che le cause d e ip ro b le mi . st trovanosu un piano completamente diverso. Co mee limin a re i problemidalla propriavita?

senzapreoccuParaene

I potenziafisuperflui ;:,H:;"",'Jj:""

o' all'equ i Ii brio.,Lo,stalzo di press ione

::l apPlanato dal vento'

::r;::tt*:';' A::,'fr* f j:]lT ""ffi perature ui.rr. .,

a.tr.'rsirri:;'.'Zr:*'

equi/i bratrici' fir

t"ltt""-

all'eliminazione

che non .i ooni"r'-o nemmeno l"^;;;:1""ate

d";'r';:ii1;::1il;;;; deiconri,i.u. .rno propriocosi?Perchd a.rr'.q"iiiu.i"isSere fr"r;;;;

L" una,i,pJ,,i''* r",r;".;;;;. rlff i:rufli;.lc,e

;::l:;HT.*,?:,j. :ffT.'J:' *H:'ffi T:ffi

j1t''* iffo*ff :il"d::l ;:lJl: raregge prima ria,"::: menocos)sembrar'

".

p.' q"".,;'n-,J,,

e;;r;ili;;l'"'to

l'.q.iii;;;:;ruJ':::,perchd

mai in naturadovrebbe esisre-

'. provenson .q,i rib;;;;: ;i#, :::l':"T.fi or.f.; ?..l'.fl:l:

fffimn'.'"Tf^.: * ;;,gj*.i::..:8,'l lTi':ff;: ili:lj'::,:T t:Ttii'*F'.*J'ili tq, irrbJ" ;:; ; ;"lT'"*L*j [::,,,,:Ti::1,,:,f:: j:f * eh".,. noncires a.rriqrilibi;;r, ,";::: un, uotg,i";;;illt:

pocutodiventare il mondo;"^ ;;.;;. trasformato in unagelatina;;'.T;

accerrare suesrof"*.n.no :;_;;;

,r -./,t

;;iru::.::

non,ci restache

.' ji,.jllll .d delospazio *"'v rP;dzroche .r,. .i ct circon;::*;n1n;fezio.ne 61. alr,,rra...*

da, senza pa-

,u .r,i o.i";""#n:::,::'o*.t

in congefture


L'eeuilibrio - 103

102 - Lo Spaziodelle Varianti

i

,d

.rfl

{ -l -l

'"

Siamo abituati al fatto che nella vita i periodi sfortunati si * alternino a quelli fortunati, il successosi alterni alla sconfima. Tirtto cib b manifestazionedella leggedell'equilibrio. Sia la fortuna che la sfortuna sono infatti violazionidi uno starodi equi,"

*' librio. Il pienoequilibriosi ha quando non succedeproprio niente, mentre invecel'equili-

brio assolutonon esiste,o comunque nessunofinora Eriuscito a osservarlo.Nel mondo si assistecontinuamente a fenomeni di fluttuazione: il giorno e la notte, I'alta e la bassamarea,la nascitae la morte, eccetera.Persinonel vuoto ha luogo una continua nascitae annichilazionedi particelleelementari. Il mondo pub essererappresentatosotto forma di pendoli che oscillano,interagisconoe si estinguono.Ogni pendolo accogliele spintedei suoi vicini e vibra le sue.Una delleleggifondamentali che governano questo sistemacomplessob proprio la legge dell'equilibrio. Alla fin fine tutto tende all'equilibrio. Voi stessisieteuna speciedi pendolo.Sevi venissein mente di infrangerel'equilibrio e oscillarein una determinatadirezione, urterestei pendoli vicini e con cib stessocreeresteattorno a voi un'areadi agitazioneche alla fine vi si ritorcerebbecontro. Lequilibrio pub essereinfranto non solo dalle azioni ma anche dai pensieri.E non solo perchda essiconseguonole azioni. Come vi b noto, i pensieriemettono energia.Nel mondo della realizzazionemateriale tutto ha sotto di sd una baseenergetica,e cib che awiene a livello invisibile si ripercuotesul mondo degli oggetti materiali visibili. Potrir sembrareche I'energiadei nostri pensierisiatroppo deboleper infuenzare il mondo che ci circonda. Ma sefossecosi tutto sarebbemolto piir semplice.

I i

I

Del resto, per non confonderci defini tivamente, non ci conviene cerctre r, di indovinare che cosasuccede a livello energetico.Ai fini del nostro discorsosari piir chesufficiente accettare un modello semplificatodi equilibrio, ovvero:la comparsadi un potenziale energeticosuperfuo genera la comparsadi fone equilibratrici dirette a neutralizzarlo. Il potenziale superfluo viene creato dall'energia mentale ogni volta che si attribuisce troppa importanza a qualche oggetto. Proviamo a confrontare due situazioni: nella prima siete in piedi sul nellasecondasietein piedi sull'orlodi un pavimentodi casavostra, burrone. Nel primo casola situazionenon vi preoccupaminimamente. Nel secondo,per contro, la situazioneha una importanza enorme:se fate un movimento sbagliato,potrebbesuccedereI'irreparabile.A livello energeticoil fatto che voi siatesemplicemente in piedi ha pari valenzasianel primo che nel secondocaso.Tirttavia, trovandoviin piedi sull'orlo di un burrone,provateun panico che suscitauriatmosferadi tensionee creauna disomogeneit)nel campo energetico.A questo punto compaiono le forzr equilibrauici dirette a neutralizzareil potenziale che si b formato in eccedenza.Potete addirittura percepirerealmentela loro presenza:da una parte sentite che una forza inspiegabileattira in giil, dall'alra sentiteche un altrettanto inspiegabilefonaviporta ad allontanarvi dal bordo del burrone. Infatti, al fine di eliminare il potenziale eccessivocreato dal vostro panico, le forze equilibratrici dovranno o spostarvidall'orlo del precipizio, o buttarvi giir e concluderela faccenda.E voi vi sentiteaddossoproprio questo loro effetto. A livello energeticotutti gli oggetti materiali hanno un valore uguale. Siamo noi ad attribuire loro determinate qualiti: bello-brutto, allegro-triste,attraente-repellente,buono-cattivo,


T 104- Lo Spaziodelle Varianti

semplice-complesso, eccetera.In questomondo tutto b soggettoalla nostra valutazione.La valutazione di per sdnon creadisomogeneithnel campo energetico.Standovenetranquillamentesedudin poltrona poteteesprimereuna valutazionedel tipo: qui sono al sicuro,invecestarein piedi sull'orlodi un precipiziob pericoloso. Ma nel momento stessoin cui lo dite la cosanon vi preoccupa. State dando semplicementeuna valutazione,percib I'equilibrio non viene in nessunmodo violato. Il potenziab superfluocompare solosealla ualutazioneuieneattribuita una importanza eccessiua. Il valoredel potenzialeaumentase la valutazione,cui b stata attribuita una grandeimportanzaaltera,per di piil fortemente, la realt). In generale,se l'oggetto b per noi molto importante non siamo in grado di valutareoggettivamentele sue qualit). Per fare un esempio,un oggetto di venerazioneb sempreeccessivamentedotato di meriti, un oggettodi odio b eccessivamente caricato di difetti, mentre all'oggetto suscitante paura vengonc attribuite esagerate propriet) spaventose. Ne deriva che I'energia mentaletendea riprodurreartificialmenteuna determinataquditlr li dove di fatto essamanca. In questo caso si crea un potenziale superfluoche suscitail vento delleforzeequilibratrici. ln sfalsamentodi una valutazionealterantela realt) delle cose seguedue direzioni, ciob conferisceall'oggettoo qualitl eccessivamentc negative o ecccssivarnente

solonel casoin cui la valutazione abbiauna grandeimponanza. Solo l'importanza che un oggetto assumeper voi concretarnentedota la valutazionedellavostraenergia.

L'euuilibritt- 105

pur essendoinvisibili e intangibili, hanI potenzialieccessivi, no nondimeno un ruolo significativoe perfino insidiosonella vita delle persone.lazione delle forze riequilibratrici diretta a neutralizzaretali potenziali, genera,infatti, la maggior parte dei problemi che abbiamo. Linsidia sta nel fatto che l'uomo spesso ottiene il risultato direttamenteopposto alle sue intenzioni. E non si capiscenel modo piir assolutoperchd succedacosi. Per questo si ha la sensazioneche agiscaqualche inspiegabile forza maligna, una sorta di "legge del contrario". Abbiamo gi) toccato questo tema quando discutevamosul perchd finiamo per otteneresemprequello che non vogliamo fortementeavere. Vediamo invece,nell'esempioche segue,come, al contrario, ci lasciamosfuggireI'oggettodei nostri desideri. comEsistel'errataopinione secondola quale,seci si dedicasse raggiungere risullavoro, si potrebbero e interamente al pletamente tati grandiosi.Dal punto divista dell'equilibriot del tutto evidente che "sprofondarenel lavoro"significametteresu un piatto della bilanciaquestostessolavoroe sull'altrotutto il resto.Lequilibrio si non tarderannoad arrivare.Il risultatosar) spezzaele conseguenze direttamenteoppostoa quanto ci si aspettava. Se per voi lavoraredi piil significa guadagnaredi piil o aumentarela propria qualifica professionale,allora b ovvio che bisogneri adoperarsidi piir e non succederiniente di terribile. In tutto, perb, occorre avereil sensodella misura. Se sentite che vi stancatemolto e il lavoro d diventato una pena, significache doveterallentareil ritmo o addirittura cambiarelavoro. Gli sforzi oltremisuraporterannosicuramentea risultatinegativi. Vediamo cosa succede.Oltre al lavoro aveteun determinato sistema di valori: la casa,la famiglia, i divertimenti, il tempo libero, eccetera. Se avete contrapposto tutti que-


t L'equilibrio- 107

106 - Lo Spaziodelle Varianti

sti valori al lavoro, significa che avete creato d posto del lavoro un forte potenziale. In natura tutto tende all'equilibrio,quindi, indipendentemente dalla vostra l -l .' volont), sorgeranno forze che tenderanno a far diminuire il potenzialeeccessivo. Essepossono agirenel modo piil disparato: per esempio potreste ammalarvi, e allora di guadagni non se ne parlerir neppure; potreste cadere in depressione,giacchd vi costringetea fare una cosache vi b di peso.[a ragionevi dice: uDhi, devi guadagnare soldilr. E intanro l'anima (il subconscio) si meraviglia: nMa veramente sono venuta a questo mondo per soffrire e tormenta-rmi?Perchddevo sopporrarerumo cib?o.Alla fin fine vi guadagnateuna stanchezzacronicatale che di produttivit) non si potrir neppure parlare. Vi sentirete come un pesceche si dibatte,invano,sotto una crostadi ghiaccio. Nel frattempo non mancheretedi notare che attorno a voi altre personeraggiungonomolto di pit, investendoperaltro molte meno forze. Ne verri fuori che, raggiunto un determinato livello, il valoreche assegnate al vostro lavoro incominceri a oscillare. maggiore b il peso che ha per voi il lavoro, tanto piir freQuanto quenti diventerannoi vari problemi. Vi sembreri che tutti quesri problemi sorganonell'ambito dellanorma, rientrino "nell'ordine prestabilito".In realti diventerannomolti di meno se ridimensionereteil livello d'importanza assegnaro al lavoro. La conclusioneb solo una: occorrerivederecon- r\ r,L sapevolmenteil proprio approccio al lavoro al fine D "'!3-:,^* di eliminare il potenzialesuperfluo.Nella vita di una persona,oltre al lavoro, ci deve essereassolutamente ^H' spazioper il tempo libero da dedicarea quello che ': 1r. 'l piil piacefare.Chi non sa riposare,sraccare,non ir

"Iro,

sa neppure lavorare. furivati al \avoro, dateui in affitto. Cedete le braccia e la testa, ma non il cuore.Al pendolo del lavoro servetut-

'$'$

agirein modn Dandouiin ffitto, perb,dnurete inepreruibile.Non prendete cantonate col rischio di venire accusatidi banalenegligenza.Dovrete essereimpeccabili nell'eserciziodi tutte le vostre funzioni. Darsi in affitto non significa affatto essereirresponsabilie menefreghisti,ma agire in modo distaccato,evitando di crearepotenziali superflui ma al contempo eseguendopuntualmente tutto quanto vi compete. In caso contrario potrebberosorgeredei problemi. Tla i vostri colleghi, per esempio,si possonosempre trovare personeche, a differenza di voi, si buttano anima e corpo nel lavoro.A livello inconscio sentono che voi vi date in affitto, ciob non fate sforzi particolari ma al tempo stessooperatecon efficienza.Questi colleghi diligenti cercherannointuitivamente un pretesto per cogliervi in fallo e, non appenacommettereteun errore, sarannopronti a gettarvisi addosso.Lerrore sarl magari elementaree per cib susciter) ancora piil stizza:un banale ritardo, un particolare dimenticato o trascurato.Se voi vi desteanima e corpo al lavoro come fanno loro, chiuderebberoun occhio sull'errore. Ma data la vostra posizione, vi accuserannoseny'altrodi disinteresseversoil lavoro. Situazioni analoghepossonosorgerenon solo nell'ambiente di lavoro ma anche in quello familiare o nella cerchiadei conoscenti. Pertanto, ogniqualvolta vi date in affitto, dovrete preoccuparvi di essereirreprensibili e di eseguirei vostri compiti alla perfezione. Spetter) al vostro osservatoreinterno, al vostro Guardiano, vigilare sulla vostra irreprensibilit). Altrimenti rischiatenuovamente di


L'e(tuilibrio- 109

questo casole forze equlibratrici si il potenzialein eccesso,e la loro dello sviluppo dei meriti, o in i difetti. Di conseguenza,la persona verso l'altra. casi l'uomo scegliela via della lotta, gli si ritorce contro. E inutile narb, che ancheeliminarli b difficile. It i, b esattamenteI'oppostodi quanto e pertanto si aggrava.Nel tentativo mro,ezza, per esemPlo,una persona ma giusto disfattadei propri successi, inta per un processodi autoperfezioiene compromesso.ll mondo circoiene toccato e anche il cambiamento compensatoda azioni positive. si arrabbia comincia ad autoflagellarsi, a si punisce,si vienea creareuna peritra anima e ragione.Lanima, infatti, un tale comportarnento.Essab autodifeni che aveteacquisito sono infatti ell'anima. Premessoche questo b un plessoda esserdegno di una singola plicementeche litigarecon sestessi mo. Lanima finisceper chiudersiin se in estasi"e il risultatopotrebbeessere Per evitare di ricorrere alle prestazioprima di tutto andare che avete.Se ora comâ&#x201A;Ź ora voi stessi,cersrte almeno di essie accettatevicosi come 'anima diventer) un alleata molto potente.


ll0 - Lo Spaziodelle Varianti

Va bene, direte voi, lascio in pace i miei difetti, rnx... come faccio ad acquisiremeriti?Non possomica -/,r='\: r' .--:i). " arrestarmi nella mia evoluzione!Avete perfettamente ragione. Sviluppatepure i vostri meriti quanto volete. Qui si consiglia solo di lnterrompere la guerra contro i propri difetti, giacchdin questo generedi guerra rischiate solo di sprecareenergia per mantenere in piedi un potenziale superfluo tanto inutile quanro dannoso. Quando finalmente rinuncerete a lottare, I'energiache vi avanzer).andri a sostegno e sviluppo delle vostre qualit). Nonostante cib sembri semplicefino alla banalit), tanrissime persone sprecano energie colossali nella lona conrro se stessi e nel tentativo di occulrare i propri difetti. Al pari di titani, dedicano la propria vira a sosrenerequesro peso; se invece si permettesserodi esseresestessie di togliersi questopesodi dosso, capirebberoche la loro vita diventerebbeimmediatemente molto piil semplicee leggera.Lenergia verrebbeinfatti deviata dalla lotta conrro i difetti allo sviluppo dei meriti, ranro piii che i parametri di una tale emissionecorrispondono alle linee della vita dove i meriti predominano sui difetti. Provate,per esempio,a immaginare come vi potete trasferire sulla linea della vita dove avereuna perfetta forma 6sicasepensatein continuazione ai difetti della vostra figura. Cosi facendo otterrete solo quello che fortemente non volete. Se nel caso dell'insoddisfazionedi sd voi entrare in conflitto con la vostra anima, quando siete insoddisfatti del mondo entrate in conflitto con un gran numero di pendoli. Sapetegi) che sottomettersi al loro potere non porta niente di buono; figuratevi cosapub venire fuori a muover loro guerra.

-3

':-m

L'equilibrio- llI

Linsoddisfazioneb una emissioneassolutamentemateriale,la cui frequenzasi adamabene a quellelinee della vita dove i motivi d'insoddisfazionesi manifestanoin forma ancorapiti widente. Sentendo un attrazionesu questelinee,diventateancorapiir insoddisfanie cosi va avanti finchd non arrivatea quella linea estremadove vi ritrovate anzianie mdati, ormai impotenti a cambiarequalcosa.Lunica consolazioneche vi resterl, sarl quella di brontolarecontro il mondo insiemeaivostri simili e di ricordarecom'erabello prima. Ogni generazioneb convintadel fatto chela vita siapeggiorata.In realtl la vita b diventatapeggioresolo per quellaconcretagenerazione anzi, solo per quei suoi rappresentantiabituati a macerarsinella propria insoddisfazionenei riguardi del mondo. Se cosi non fosse, l'umanit) (dopo una ceftaquantitl di generazioni)sarebbegii 6nita all'inferno. Un quadro un po deprimente, non b vero?Questo b il primo aspettodell'insoddisfanonerispetto al mondo che porta al crescentepeggioramentodellecondizioni di vita. Esiste ancora un altro aspetto di questa dannosa abitudine di manifestarescontento: l'alterazionedello stato di equilibrio. La vostra insoddisfazione,infatti, crea un potenzialesuperfuo nello spazio energetico circostante, indipendentemente dal fatto se essasia piil o meno giustificata. Il potenziale genera a sua volta le forze equlibratrici che tenderanno a ristabilire I'equilibrio. Sarebbemagnifico sequesteforze agisseroin modo tale da cambiare la situazione per il meglio. Purtroppo spesso succedeil contrario: le forze equilibratrici cercheranno di assillarvi in modo tale che le vostre pretesenei confronti di questo mondo sembrerannodi minimissima entita. Per queste forze b piir semplice fare cosi che cambiare quello di cui siete insoddisfatti. Provate a immaginare che cosa succederebbese un governantecominciassea esprimereattivamente la propria insoddisfazionerispetto a quanto awiene nel suo stato.E non b nemmeno importante se b mosso da stimoli buoni o cattivi. Se farir cosi, verr) allontanato o eliminato fisicamente.Lintera storia dell'umanitb ce ne d) conferma.


I I l2 - Lo Spuaiotlelle Vurianti

In generale, quindi, I'azione delle forze equilibratrici sar) diretta a diminuire la vostra influenzasul mondo circostante. Cib potrh realizzarsimolto facilmente e nei modi piil diversi: qualifica professionale,lavoro, stipendio, casa,famiglia, salure, eccetera.Capite come Anno le vecchiegenerazionia procurarsi questotipo di vita? Ora proviamo ad analizzarela questione da un altro punto di vista.Da quanto detto sembrerebbeche, al contrario, se ci si dovesserallegrareper ogni manifestazionedel mondo, ie forze equlibratrici, per analogia,dovrebberofareil possibileper rovinarerumo o mandarvi fuori strada. Tirttavia, questo non succede,a meno che la vostragioia non degeneriin scioccaallegria.Primo perchd,secondoil Tiansurfing, voi trasmettete energia creativa che vi porta sulle linee positive dellavita. Secondoperch€quesraenergianon genera quel tipo di potenzialedistruttivo che le forze equilibratricitendono a eliminare.Non a casodifFerentiinterpretazionifilosofichee religioseconvergono sul fatto che I'amore, inteso in sensogenerale,sia la forza creativa che ha generatoil mondo. E chiaro che le forze equilibratricisono un prodotto della forza che ha crearoil mondo. Essecercano di mantenereI'ordine di questomondo e non possonoritorcersi contro I'energiache le ha create. Ne deriva che, in baseal Tiansurfing, la vecchiaabitudine di manifestareinsoddisfazioneper varie sciocchez:zrci crea un forte danno, mentre I'abitudine di rallegrarsiper vari e anche insignificanti motivi E molto conveniente.fa conclusioneb quindi una sola:occorresostituirela vecchiaabitudine con quella nuova. La tecnicadi sostituzione delleabitudinib molto semplice.Per prima cosa,per quanco banale possasuonare,occorre ricordare il proverbio "Non turro il male vien per nuocere".Sevi prefiggete lo scopo di ricercarein ogni fenomeno secondovoi negativo degli aspetti positivi, ci riusciretepresro senzafatica. Provatea trasformarequestatecnicain gioco. Se ci giocatecontinuamen-

L'equilibrio- ll3

rc, il posto della vecchiaabitudine verr) occupatoddl'abitudine nuova, utile per voi e terribile per i pendoli distruttivi. Secondo,se veramenteb accadutauna disgraziarispetto alla clualegioire risulta veramenteperverso,si pub seguireI'esempio del re Salomone.Egli portava al dito un anello con una iscriz-ione,rivolta verso l'interno cosi che nessunopotessevederla. Quando doveva affrontare una disgraziao un problema di difficile soluzioneegli, rigirando I'anello, leggevail seguentemotto: "Passerir anchequesta". si d radicatanell'uoLabitudine di manifestareinsoddisfazione mo per effettodei pendoli distruttivi che si nutrono di energianegativa.Con la nuova abitudine diventeretevoi stessigeneratori di energiapositiva e, grazieal suo potente flusso,vetrete portati sulle linee della vita positive. E ora supponiamoche, ispirati da questebelle prospettive,abbiateiniziato a praticarela tecnicadella sostituzione.Mi sento in obbligo di awertirvi di quanto segue:dopo un po' notereteda soli che cominciate a praticarecon minor regolarit) e a volte dimenticate il vostro proposito, quello di cambiare abitudine. Cib i inevitabile,perchdla vecchiaabitudine b profondamente radicara.Non appenaindeboliretegli sforzi,il pendolo di turno trover) un modo per scoraggiarvie non vi accorgeretenemmeno di come inizieretea nutrirlo della vostraenergia.Perb non i vostri obiettivi e i disperate!SeI'intenzioneb ferma,raggiungerete pendoli distruttivi alla fin fine vi lascerannoin pace.Bisognasemplicementericordarepiir spessoa sestessila propria intenzione.In questomondo siamotutti ospiti. Nessunoha il diritto di giudicare quello che non b stato da lui stessocreato. Quest'affermazione va letta sullo sfondo dei rapporti con i pendoli. Come si diceva prima, se inizieretead agire contro un pendolo distruttivo che suscitala vostrainsoddisfazione,nuoceretesolo a voi stessi.Non


1I4 - Lo Spazio delle Varianti

bisognaessere docili pecorelle,ma non conviene

o J--.i'.-",,* do dell'affossarnenro llN.' '.-ri, dell'estinzione. Quando, lit-': invece.tenta di coinvolgervi nella lofta contro un altro pendolo, cercatedi capire fino a che punto questorientri nei vostri interessi. Ritorniamo ancorauna volta all'esempio della mostra con i quadri che non vi piacciono. Fate come se foste a casayostra. ma ricordate che siete ospiti. Nessunoha il diritto di giudicare,ma ognuno ha la libert) di scelta.Al pendolo convieneche voi esprimiateattivamentela vostra insoddisfazione.A voi, invece, conviene semplicemente usciredalla mostra e sceglierneun altra. Anticipo la domanda: e se non c'b modo di uscire?Ecco un'altra falsaconvinzione insinuata dai pendoli. Questo libro d dedicatoproprio ai metodi per liberarsida questefalselimitazioni.

I rapportidi dipendenza lidealizzazione del mondo b il rovesciodella medaglia dell'insoddisfazione.Le cosevengono viste dipinte di rosae molto appare migliore di quanto non sia in realtl. Come ormai sapete, quando sembra che da qualche parte ci sia qualcosache di fatto non c'b, sorgeun potenzialesuperfluo. Idealizzaresignifica soprawalutare, mettere su un piedistallo, venerare,creareidoli. Lamore che creae governail mondo si distinguedall'idealizzazione per il fatto che esso,nellasuasostanza, b imperturbabile, impassibile,per quanto paradossale possasuo-

L'eauilibrio - I l5

narequest'affermazione. L'amoreincondizionatab un sentimento scnzadiritto di possesso, b ammirazionesenzaadorazione,b un rapporto che non crea legami di dipendenzatra chi ama e I'oggctto del suo amore. Questa sempliceformula permette di defirriredove finisceil sentimentoe comincial'idealizzazione. Immaginate di trovarvi a passeggiare per una valle di monragna immersa nel verde e nei fiori. Mentre camminate contemplate con ammirazionelabellezza di questo paesaggiofantastico, aspiratela fragranzadell'aria fresca,sentite che I'anima si b riempita di quiete e felicith. Questo d amore. Poi incominciatea raccoglierei fiori: li strappate,li sciupatecon le mani senzapensareche sono vivi. I fiori lentamenteawizzisconoe muoiono. Poi vi viene in mente che li potete usareper produrre dei profumi o delle creme o semplicementeper venderli. O magari vi saltaper la testadi farli diventare un oggetto di culto e cominciate a idolatrarli.Questa Eidealizzazione, perchdin ognuno dei casisopraelencatisi creanodei rapporti di dipendenzatravoi e i fiori, oggetto del vostro precedentearnore.Dell'amore che esistevanel momento in cui voi vi godwate lo spettacolodellavallatafiorita non E rimasta neppureuna traccia.Coglietela differenza? Dunque, I'amoregeneraenergiapositivache vi porter) su una corrispondente linea della vita, mentre I'idealizzazionecrea un potenzialesuperfluo che produrri le forze riequilibratrici finaIizzatea eliminarlo. Lazione delle forze equilibratrici E in ogni singolo casodiversa,ma il risultato sar) lo stessoe in generalelo si potrlr caratterizzarecon I'espressione"sfatareil mito". Questo esito d inevitabile, e a secondadell'oggetto e del grado di idealizzazionesi otterr). un risultato piil o meno forte ma comunque sempre negativo. In questo modo verrl ristabilito I'equilibrio infranto. Se I'amore diventa rapporto di dipendenza, si viene inevitabilmentea creareun potenzialesuperfluo. Il desideriodi averequello che non avete creauno "sbalzodi pressione".I rapporti di dipen- f denzavengonoimpostati sulla basedi condizioni


ll6 - ht Snu:iodelle Vtriunti

del tipo: uSetu fai cosi, allora io faccio colir...,,. Di esempise ne possonotrovare a iosa: uSemi ami, devi mollare tutto e venire con me in capo al mondor; nSenon mi sposi,vuol dire che non mi amir; uSemi elogi, allorati sartramico); uSenon mi dai la tua paletta,ti cacciovia dalla cassadella sabbiaue via dicendo. Lequilibrio si infrange anchenel casoin cui un elemenrovenga confrontato o contrappostoa un altro. uNoi siamo cosi, mentre loro sono diversilr. Basti pensareall'orgoglio nazionale:in conFrontoa quali nazioni?Al sensodi inferiorit): rispetto a chi? Lesistenzadi una contrapposizioneattiva immancabilmente le forzeequilibratriciche devonoeliminareil potenziale,positivo o negativoche sia. Siccomeil potenzialelo createvoi, I'azione delle forze verr) diretta innanzitutto contro di voi e seguir) una delledue linee:o separer). i soggettidellacontraddizione,o li unir) in un comune accordoo in un reciprococonflitto. Tuttii conflitti si fondano su confronti e contrapposizioni.Si parte con I'affermazionedi base:uloro non sono come noi,'. Poi tale considerazionesi evolve:nf,oro hanno piii di noi, bisognaprenderglielor, oppure: ul-oro hanno meno di noi; siamo obbligati a dare qualcosa),oppure: uf,oro sono pegglodi noi, bisognacambiarlir, o: nl-oro sono meglio di noi; dobbiamo lottarecon noi sressir,o: ul,oro non si comportano come noi, bisognafarequalcosar. Tutte questecomparazioni, nella loro ricca variet).,porrano prima o poi al conflitto, a parriredal disagiopsicologicopersonale per finire alle guerre e alle rivoluzioni. Ie forze equilibratrici tendono a eliminare la contrapposizioneinsorta tramite la riconciliazione o tramite il confronto diretto. Ma siccome in occasionisimili si pub sempretrarre profitto dell'energiaaltrui, i pendoli nella maggior parte dei casi portano la situazione al confronto diretto. Eoraanalizziamo esempidi idealizzazionee delle loro conseguenze.

L'eauilibrio- ll7

Uidealizzazione e la sopravvalutazione La soprawalutazioned I'attribuzionea una personadi qualiti che di fatto non possiede.Se a livello mentalecib si manife'stasotto forma di illusioni a prima vista inofFensive,a livello cnergeticotale situazionedh origine a un potenzialesuperfluo. Il potenziale viene creato ogniqualvolta ci sia un dislivello di cluantiti o qualitir. La soprarwalutazioned per I'appunto un rnodelloe una concentrazionementale di determinatequalit) che in realt).non ci sono. Qui si danno due varianti: la prima I quando il posto b occupato,esisteciod una personaconcreta che viene investitadi qualith che non gli sono proprie. Per eliminare la disomogeneitiinsorta,le forzeequilibratricidovranno creareun contraPPeso. FacciamoI'esempio di un giovane romantico e sognatore,che nella sua immaginazione disegnaun ritratto dell'amatacome "angelo di purabellezri'. Nella realt) dei fatti, perb, I'amatab una personalit) prettamente terrestre,arnantedella baldoria e non affatto incline a condividerei sognidel giovaneinnamorato. In qualsiasicaso,quando una personasi crea un idolo e lo elevasu un piedistallo,prima o poi il suo mito verr).sfatato. A questoproposito degnadi nota E la storia di Karl May, autore di famosi romanzi sul Far \fest e creatoredi personaggiquali Manosicura, \Tinnetou e altri. May scrisse tuttl I suol romanzl ln Prlma persona, cosicchd, il

pubblico dei lettori era convinto che lui avesse realmentepreso parte a tutti gli awenimenti descritti e fosseuna personalitl dawero eccezionalee degna dell'ammirazionegenerale.Le opere di Karl May sono a tal punto vive e colorite da


I l8 - Lo Spazio delle Varianti

far sorgerela piena illusione che a scriverlepotesseesseresolo un testimone reale degli awenimenti. Quando leggete i libri di Karl May vi sembrerl di guardareun film, e i soggettisono coinvolgenti al punto che questo aurore si d guadagnatol'appellativo di "Dumas tedesco". I numerosi ammiratori dell'opera di Karl May erano assolutarnente certi del fatto che egli fosseil famoso cowboy Mano di Ferro, nella figura del quale si era presenratonei suoi libri. Non potevano assolutamentepensareche potesseesserediversarnente; infatti, si erano trovati un oggetro da ammirare e imitare che peraltro, famoancorapiL intrigante, vivevavicino. Q"rl. fu il loro stupore quando si seppe che Karl May non era mai stato in America e alcune delle sueopere erano statescritte in carcere. Sfatato il mito, gli ammiratori si trasformaronoin nemici colmi di odio. Ma di chi d in questo casola colpa? Erano stati loro a crearsiun idolo e a stabilireun rapporto di dipendenzasecondo la logica. uTirseiil nostro eroe,a condizione che quello che scrivi corrisponda a verit)r. Nella secondavariante,quando d posto delle qualit) illusorie createartificialmente non c'b nessunoggetto concreto, prendono forma i sogni dipinti di rosae i castelliin aria.Il sognatore vaga tra le nuvole nel renrarivo di evadereda una squallida realt), e cib facendo crea un potenzialesuperfuo. Per distruggere i castelliin aria,le forze equilibratrici insisterannoper far sbattere questo romantico contro la dura realt). Anche se gli riuscir) di coinvolgerenelle sue idee una massadi personee di creareun proprio pendolo, la sua utopia sar).comunque segnara,giacchd il potenzialeeccessivo b sorro su un vuoto e le forze equilibrarrici prima o poi finiranno per fermareil suo pendolo. Ecco ancora un esempio di un oggerro di soprawalutazione che esistesolo nell'ideale.Supponiamo che una donna tracci

L'equilibrio- I I9

rrellasua immaginazioneil disegnodel marito ideale.Quanto piil ferma b la convinzionc che egli debbaesserecosicome lei lo vuole, tanto piil forte sarir il potenziale superfluo che verr). generato.Potri estinguerequesto potenzialesolo un soggettocon qualith esattamenteopposte a quelle desiderate.E solo dopo la donna in questionesi chiederl con stupore:uMa dov'eranoi miei occhi quando I'ho sposato?u. Analogamente,una donna che aborriscela volgarithe l'alcolismo finirir per caderein trappola e legarsia un alcolizzatoo a un uomo volgare.Essaotterr) quello che fortemente non accetta, per il semplice fatto che emette energia mentale alla frequenza del suo astio e in aggiunta genera un potenzialesuperfluo. La vita spessounisce personecompletamentediverse,che sembra non possanoassolutamente starebene insieme.Questo b I'effetto delle forze equilibratrici che, facendoscontrarepersonecon potenziali opposti, tendono poi a estinguerli. Leffetto delle forze equilibratrici si manifestain modo particolarmentechiaro nei bambini, perchd a livello energeticoessi sono molto piil sensibilidegli adulti e si comportano in modo naturale.Sesi elogiaoltre misura un bambino, egli incomincerl appostaa fare i capricci. Se poi lo adulerete,incominceri a disprezzawio come minimo smetteri di rispettarvi. Secercheretecon tutte le vostre forze di ffasformareun bambino in un fanciullo beneducato, molto probabilmente si legheri a compagnie di strada.Se vorrete fare di lui un bambino prodigio, perderhinteresseallo studio. E tanto piil vi attiverete per fargli frequentarecorsi e scuole di ogni sorta, tanto maggiori saranno le probabilith che, crescendo,egli divenga una mezza calzena. \ Il principio migliore nell'educazionee nell'ap- \,"8 proccio ai bambini (e non solo) per evitarela forma- [1;''" zione di potenziali superfui, b quello di rivolgersi ;.â&#x201A;Ź. a loro come se fosseroospiti, ciob di conside**._!x*


120 * Lo Spa:io delle Varianti

rarli degni di attenzione, rispetto e libertir di scelta,senzaperb per questo I permettereche se ne approfittino. Il I rapporto deve ricalcareper analogia I il concettochevoi sressinon sietepiil che ospiri in questomondo. Seacb cematele regoledelgioco e non esaY gerate, vi verra permessodi scegliere I I tutto quello che il mondo ofte. Latteggiamento positivo di alcune personeverso gli altri b diffuso ranro quanro quello negativo. In questocasoconcretosi nora un cerro equilibrio. C'b odio e c'b amore. Un buon rapporto equilibrato non provoca potenzialisuperflui. Il potenzialesorgequando awiene un significativo spostamentodella valutazionerispetto alla grandez, za nominale. Lamore incondizionatopuir considerarsiil grado zero sulla scaladello spostamentodi una valutazione.Come sapete, in una situazionedi amore incondizionatonon si creano rapporti di dipendenza,n( potenziali superflui. Ma un siffatto amore in forma pura si trova di rado. Di solito all'amorepuro si aggiungonoadditivi come il diritto di possesso, la dipendenzae la soprawalutazione.[] difficile rinunciare al diritto di possesso:possedereI'oggetto d'amore b assolutamentenaturale e anche normale, finchd non si arriva a due limiti estremi. Il primo limite estremo b il desiderio di possedereun oggerro d'amore che non ci appartienee non sospettaneppuredi questo desiderio(capireteda soli che qui non intendo solo I'aspetto fisicodel possesso). E il casoclassicodell'amorenon condiviso. Lamore non corrispostoha semprecreatomolte sofferenze,ma il meccanismoqui non b cosi semplicecome pub apparirea prima vista. Ricordiamo ancora una volta I'esempio dei fiori. Vi piace passeggiare tra i fiori e ammirarli, ma forse non vi siete mai chiesti se loro amano voi. E ora provate a chiedervi: che cosapensanoi fiori di voi? Si possono avanzarele supposizioni

L'equilibrio- l2l

piir diversee negativedel tipo: provanopaura,timore, ostilit), indifferenza. Infatti, perchd mai dovrebbero amarvi? Oppure supponiamo che vi sia venuta una voglia incontenibile di tenerli in mano ma non lo possiatefare poichd essicresconoin un'aiuola o costanotroppo. Tutto cib non b amore ma rapporto di dipendenza,e in voi gih si insinuanoemozioni negative. Quindi, da una parte c'b I'oggettodel vostro amore, dall'ale con cib stessocreate tra ci sietevoi che lo volete possedere, un potenzialesuperfluo.Si pub supporreche questopotenziale possaattirare I'oggettodesideratoversodi voi, al pari delle massed'aria che tendono a spostarsida una zona di alta pressione verso una zona di bassapressione.Ma non b cosi. Alle forze riequilibratrici b assolutamenteindifferente il modo in cui verr) raggiunto I'equilibrio, per questo possonoscegliere un'altra strada,per esempioallontanareancor di piir l'oggetto del vostro amore e neutralizzarvi,ciob spezzarviil cuore. Thnto piir che a ogni minimo insuccessosareteinclini a drammatizzarelasituazione("Lui/lei non mi ama!") e questipensierinon faranno che spostarvisu quelle linee della vita dove di amore reciproconon se ne parla neppure. Quanto piir forte b il desiderio di possessoo di amore corrisposto, tanto maggiore sar) I'azione delle forze equilibratrici. Owiamente, se essesceglierannola direzione che vi awicina all'amato/amata,la storia si concluderl con un lieto fine. Si pub facilmenteintuire la direzionedell'azionedelle forze equilibratrici al primissimo momento della nascitadel sentimentod'amore: se siete tormentati dalla brama di un sentimento reciproco ma fin dall'inizio qualcosanon va, bisogner) prontamentecambiare tattica e piil precisamenteamaresenzapretenderepremi in cambio. Solo in questocasosi potranno risistemarele oscillazioniinstabili delle forze equilibratrici e si potri indurle a lavorarea vostro vantaggio.In casocontrario la situazionefraner) come una valanga,facendoviperdereil controllo. Allora cambiarequalcosa sar) praticamenteimpossibile.


122 - Lo Spaziodelle Varianti

La conclusionee una sola: sesi desideraraggiungere un reciproco sentimento, occorre semplicementeamaf{E re, e non sforzarsidi essere t\ amati. In questo caso, per t\r\\\\\\ prima cosa non sr creano potenziali superfui, quindi si evita I'insorgenzadi quel cinquanta percento di probabilit) che le forze equilibratrici si attivino contro di voi; in secondoluogo, se non aspiratea ottenereun sentimentoreciproco,non sorgeranno nemmeno quei pensieri drammatici incontrollabili sull'amore non corrisposto,e la vostra emissionenon vi porter) pertanto sulle relative linee della vita. Per contro, se riusciretead amare senzainsisteresul diritto di possesso,i parametri di emissione soddisferannoquellelinee dellavita dove esistela reciprocit). Infatti, nell'amore reciproco non ci sono rapporti di dipendenza. Se voi avetegi)., non c'd morivo di preoccuparsidel diritto di possesso. Immaginate come possonoaumentarele vostrechance solo per il fatto che rinunciate al diritto di possesso! Thnto pit che l'amore incondizionato si incontra di rado, e cib b gi) di per sd un buon motivo di interessee simpatia nei confrond di chi lo manifesta.Pensateun po', non vi farebbepiacereessereamati semplicementecosi, senzanessuntipo di pretesa? Il secondo limite estremo del diritto di possessob, orviamente, la gelosia.Anche in questo casole forze equilibratrici possono seguiredue linee di condoma:se I'oggerto d'amore b giI in vostro possesso, la prima prospettivad che essovi si awicini ancoradi pir). In realti qualcuno in un certo sensoapprszzail comporrarnento geloso del proprio partner. [a secondaprospemivad'azione delle fone equilibratrici seguirl invece la via della distruzione della fonte di gelosia,owero dell'amore sresso.In quesro c:mo,quanro

L'equilibrio- 123

piir forte b la gelosia,tanto piir profonda sarl la tomba dell'amore. E co-e passareddla delizia sr.rscitata dalla fragranzadei fiori vivi alla produzionedi profumi con le loro essenze. Quanto espostoriguarda in pari misurasiagli uomini che le donne. Ma non b ancora finita. Ritorneremo sulla questione quando affronteremo altri concetti del Tiansurfing. In definitiva, tutto b al contempo semplice e complesso. Complessoperchd la personainnamorata perde la capacithdi ragionaresensatamente, e per lei questi consigli andranno in fumo. Io, dal canto mio, non mi rammaricherba proposito,poichd rinuncio a priori al diritto di possederela vostra riconoscenza.

ll disprezzoe la vanagloria Un forte fattore di disequilibrio b la condanna del comportamento altrui e in particolareil disprezzo.Sul piano energetico non esistonopersonebuone o cattive, ci sono solo personeche sottostannoalle leggi della natura e altre che si ribellano allo "status quo" venutosi a creare.Questi ultimi, in fin dei conti, risultano esseresempresottopostiall'azionedelle forze che tendono a restauraregli equilibri infranti. E vero che spessosi creano situazioni in cui una persona si merita una condanna. Ma proprio da parte vostra?Non d una domanda oziosa. Sequalcuno ha danneggiatoi vostri interessi,egli per primo ha infranto un equilibrio, indi per cui voi risultatenon tanto una fonte di potenzialeinsano, quanto invece un'arma in mano alle forze stabilizzatriciche tendono a restaurareI'equilibrio perduto. Allora il perturbatoredella quiete avrirquel che si merita, segli direte tutto quello che pensatesul suo conto e intraprenderetein giustamisura determinate mossenei suoi confronti. Diversamente,se l'oggetto


124- Lo Spu:io delle Vurianti

della vostra condannanon vi ha fatto concretamentenulla di male, non spetteri certo a voi accusarlo. Proviamo ad affrontarequesroproblema da un punto di vista preftamente mercantile. Converretecon me che b assolutamente privo di sensonurrire sentimenti di odio nei riguardi del lupo che ha sbranatola pecorella,mentre assistetea questo spettacolo seduti davanti alla televisione.Purtroppo, perb, il sensodi giustizia ci porta sâ&#x201A;Źmpre a condannare gente diversae cid finisce per diventare un'abitudine, al punto che molti, con gli anni, si trasformano in accusatoridi professione.Nella maggior parte dei casinon avetecognizionedelle causeche hanno indotto qualcuno a comportarsi in una dererminatamaniera. Forse,al posto di quesra persona,voi vi sarestecomportari anchepeggio. Dunque, in seguitoall'azionedi condannadell'operatoalrrui, finite per creareun potenzialesuperfluo intorno a voi stessi.E come porrebbe esserealtrimenti? Ne deriva infatti che, sullo sFondodella vostracondanna,quanro piL d malvagioil condannato, tanro pi[ buoni dovresteesserevoi stessi.Se a lui sono spuntarecorna e zoccoli,vuol dire che voi sietedegli angeli.Ma siccomele ali non vi sono spuntate, entrano in azione le forze che tendono a resraurareI'equilibrio perduto. I metodi di queste forzesarannodiversia secondadei casi,ma il risultaroin sosranza sarirlo stesso:vi prendereteuna bella botta sul naso.A seconda del grado e della forma di condannala botta potrir r\ essereinsignificanteo forte, al punto d" ,.".r,n.n t. O tarvi su una delle peggiori linee della vita. 1_9u,t'" Potetecomporre da soli il lungo elencodei tipi |.,,@. tL,, di condannacon le loro relativeconseguenze, .:i'

L'equilibrio- 125

lnir per chiarezzadi concetto riporterb alcuni esempi. Non mai di disprezzare le altre personeper alcun motivo. l)('r'nrettetevi I il ripo di condannapiil pericolosogiacchd,a seguitodell'azione .lt'lle forze equlibratrici,potresteritrovarvi al posto di coloro che ,lisprezzate. Per le forz-equestod il modo piil diretto e semplicedi ristabilireI'armoniaperduta. Disprezzatei poveri e i barboni? Voi stessiporresreperdere e casa,e il bilancio verrebbecosi ristabilito. Disprezzate 'oldi i portatori di handicap?Nessunproblema,si verificher) un'infirrtunio anche per voi. Disprezzate gli alcolizzatie i drogati? l)otresteritrovarvi tranquillamenteal loro posto. Infatti, cosi non si nascema si diventa, a causadelle piir disparatecircostanzedella vita. I)erchdmai questecircostanzedovrebberoevitareproprio voi? Non condannatemai i vostri colleghidi lavoro per alcun rnotivo.Nel miglioredeicasi porresteripeterei loro stessi crrori. Nella peggioredelle ipotesi ne pub derivare un conflitto che non vi apporter) nulla di buono. Rischiatedi perdereil lavoro, ancheseavete Plenamenreraglone. Se criticate un'altra persona per il semplice fatto che non vi piace com'b vestita, voi per primi vi collocheretesulla scala "buono-cattivo" a un gradino inferiore della persona criticata, giacchdemettete energianegativa.Se una personab orgogliosa dei propri successio t innamorata di se stessa,non fa niente di male. Ijamore verso di sd b autosufficiente,e percid non d) fasddio ad alcuno. Lequilibrio si infrange solo nel casoin cui a una eccessiva autostimasi contrappongaun rapporto sprezzante rispetto alle debolezze,ai difetti o agli scarsitraguardi altrui. In questo casoI'amore di sd diventa amor proprio e la frerezzadi-


| 26 - Lo Spa:itt delle Vurianti

venta vanagloria.E I'azione delle forze stabilizzatriciprodurrh di nuovo una bella botta sul naso. Il disprezzoe la vanagloria sono vizi prettamenre umani. Gli animali non sanno cosa siano. Essi obbediscono a intenzioni utili, e cib facendo eseguono la volonti di una natura perfetta. Il mondo selvaggiod piil perfetto dell'uomo dotato di ragione. Il lupo, come qualsiasi altro animale predatore,non prova nd odio nd disprezzoper la sua preda (provatevoi a nutrire odio o disprezzonei confronti di una polpetta). Gli umani, invece, costruisconorelazioni interpersonali basatesu massedi potenziali superflui. La grandezzadegli animali e dei vegetali consistenel fatto che di tale grandezzaessinon sono consapevoli.La coscienza,invece, ha portato all'uomo sia vantaggi che superfluit) dannosecome la boria, il disprezzo, i complessidi colpa e d'inferioriti.

ll sensodi superioritie di inferioriti Il sensodi superiorith o inferiorit) d un rapporro di dipendenzaallo stato puro. Le vosrrequdith vengono confrontate alle qualiti degli altri percib, inevitabilmenre,si crea un potenziale superfluo.A livello energeticonon ha importanza se esprimete la vostrasuperioriti pubblicamenteo vi congratulatedi nascosto con voi stessiparagonandoviad altri. Non c'd bisognodi dimostrare che I'aperta manifestazionedella propria superioritirnon porta a niente, senon al disprezzodi chi vi sta inrorno. Confrontando se stessocon gli altri a proprio vanraggio,un individuo ambiscead autoaffermarsiartificialmente a spesealtrui. Tale tendenzadi sempreorigine a un porenziale,anchesesi trattassesemplicementedi una velata alterigia. lazione delle forze equilibratrici, in quesrocaso,si manifesrasemprein forma di botta sul naso.ii chiaro che, paragonandose stessocon il mon-

L'equilibrio- 127

.lo circostante,un individuo cerchi di dimostrare il proprio val,rrc. Ma l'autoaffermazionea spesedel paragonecon gli altri i rrna illusione,come quando una moscacercadi aprirsi una \rrada attraversoil vetro mentre vicino c'b una finestra aperta. Quando una persona ambisce ad annunciare al mondo il proprio valore,sprecaenergiaper il mantenimento di un porenzialesuperfuo creatoartificialmente.Lautoperfezionamenro, per contro, porta a svilupparele reali capacitl di una persona, pertanto in quest'ultimo caso I'energia non verr) sprecata invano, nd produrrh potenzialidannosi. Vi potrl sembrareche l'energia investita nella comparazione sia minima. In realt) questaenergiabastae avanzaper sostenere un potenzialepiuttosto forte. Il ruolo principalequi lo gioca l'intenzione di dirigere I'energiadall'una o dall'altraparte. Se I'obiettivo b il desideriodi ac- i quisire valori, I'intenzione fa avanzarela persona. i Se invece lo scopo b fare una dimostrazione pubblica delle proprie doti, la personagirerira vuoto sul posto e creer) una zona di disomogeneitirnel proprio campo energetico.Il mondo verri "sconvolto" dal lucore delle doti e chiamerhin gioco le forze equilibratrici. Per loro la sceltasarirlimitata: o riaccenderei colori spenti del mondo circostante,o smorzarelo splendoredi questastellafuori posto. La prima alternativab evidentementetroppo laboriosa.Non rimane che la seconda,e di modi per applicarlale forze equilibratrici ne hanno in eccedenza.Essenon sono affatto costrette a privare I'ambizioso delle sue doti; basterhrifilargli una sorpresa fastidiosaqualsiasiper abbassarglila cresta. Spessorecepiamo i vari problemi, le noie e gli ostacoli come parti integranti di questomondo. Nessunosi stupiscedel fatto che questi guai, dal piil irrisorio al piil serio,accompagninoognuno di noi nel corsodi tutta la nostravita. Si b abituati alla logica che cosi b fatto il mondo. In realtl il fastidio b un'anomalia, non un fenomento normale. Per via logica E spessoimpossibile capire da dove


128 - Lo Spaziodelle Varianti

vengae perchdcapiti proprio a voi. Ed eccopronta la spiegazione: la maggior parte delle noie, in un modo o in un altro, d dovuta all'azionedelle forze equilibratrici che operano al fine di eliminare i potenziali superflui creati da voi o dalle personeche vi circondano. Voi stessinon vi rendeteconto di crearepotenziali superflui e finite per considerarei guai come un male inevitabile, lungi dal ritenerli un lavoro delle forze equilibratrici. Potrete sbarazzarvidella maggior parte dei fastidi seprima riusciretea liberarvi dagli sforzi titanici diretti al mantenimento dei potenzialisuperfui. Una energiagigantescaviene sprecata non solo invano, ma anche in modo controproducente,giacchd rivolge le forze equilibratrici in modo tale che il risultato apparedirettamenteoppostoall'intenzione. Occorrer) quindi semplicementesmetteredi cozzarecome una moscacontro il vetro e dirigerela propria intenzionea incrementare le proprie qualiti senzapreoccuparsidella propria posizione sulla scaladei valori. Scrollandovidi dossoil pesodella preoccupazione rispetto all'aumento del valore personale,vi sottrarrete all'azione delle forze equilibratrici, i problemi diventeranno di meno e di conseguenza diventeretepiil sicuri di voi stessi. D'altro canto, sari opportuno evitare qualsivogliapensiero, seppurminimo, sulla vostracapacit)di controllareil mondo circostante.Indipendentementedal posto che occupatenella scala sociale,pensareda una tale posizioncsignifica esseregil in perdita. I tentativi di cambiareil mondo circostanteinfrangono I'equilibrio. Un intervento attivo nella struttura del mondo finisceper toccare in un modo o nell'altro eli interessidi 1 un gran numero di persone.Il Tianj surfing permette di scegliersiil proprio destino,senzaperb per quâ&#x201A;Źsto b Y' toccaregli interessidegli altri. E siI curamente pir) efficaceche muoversi come un carrarmato, superandoun

L'eauilibrio- 129

()st:lcolodietro I'altro. Il destino b veramentenellevostremani, ma nel sensoche vi d permessodi sceglierlo,non di cambiarlo. ',rlo r\gendo dalla posizione di creatori del destino nel sensoletterale ..lcltermine, molti subisconodelle sconfitte.Nel Thansurfingnon c'i posto per la lotta, per questopotete tranquillamente "seppellire I'esciadi guerra".D'altra parte, rinunciarealla superiorithnon ha rrientea che vederecon I'autodenigrazione.La minimizzazione .lei propri meriti b la superioritl ma con segnoopposto.A livello cnergeticoil segno non ha nessunaimportanza. La grandezza clelpotenzialeprodottosi d direttamenteproporzionaleal valore clell'alterazione della valutazione. Se, scontrandosicon I'importanza, le forze riequilibratici agiranno in modo da spingerlagiir dal piedistallo, nel casodel complessod'inferioriti essecostringerannola personaa cercare in tutti i modi di elevarei propri meriti, forzatamenteabbassati. Le forze equilibratrici di norma agisconofrontalmente, senza preoccuparsidelle sfumature dei rapporti umani. Per questo una personasi comporta in modo innaturale,sottolineandoin questo modo proprio quello che cercavadi nascondere. Gli adolescenti,per fare un esempio, si possono comportare in modo sfrontatocompensandoin questomodo I'insicurezzadi sd. I timidi si possono comporta-recon eccessivadisinvoltura per nascondereil proprio difetto. Le personecon un bassolivello di autostima,desiderandomostrarsinel migliore dei modi, possono farsi vedere bloccate o affettate e cosi via. In ogni casolottare contro il proprio difetto comporta I effetti piir gravi del difetto stesso. Capite beneche tutti questitentativi sono vani: b inutile lottare contro il complesso d'inferioritl. Lunico modo per evitarele sueconseguenze b sradicarlo. Ma liberarsidi un complessonon b affatto facile. Convincere se stessi che siete perfetti b altrettanto inutile: non potete


I 30 - Lo Spaziodelle Varianti

ingannare voi stessi.Qui potri esseredi aiuto la tecnica delle diapositive di cui parleremo piil avanti. Per il momento sar).sufficiente chiarire che preoccuparsidei propri difetti rapporto alle qualit) degli altri, E come desiderare di mostrare la propria superioritl relativa: il risultato sar) opposto all'intenzione.Non pensateche coloro che vi circondano attribuiscanoai vostri difetti I'importanza che gli attribuite voi. In realt) ognuno d preoccupatosolo della propria persona,per questo d meglio scrollarsidi dossoquesropeso ritanico: il potenzialesuperfluo scomparir), le forze equilibratrici smetterannodi aggravarela situazionee I'energiache si liberer) andr) in direzionedello sviluppo delle vostredoti. Si tratta dunque di rinunciare a lottare conrro i difetti, di rinunciare al tentativo di nasconderli e per conrro di puntare a compensarli con altre qualit). Lassenzadibellezza pub essere compensatadal fascino. Ci sono rante persone dall'aspetto poco attraente che con i loro discorsi riescono a irretire completamente i loro interlocutori. I difetti fisici possono essere compensati da una forte sicurezzadi sd. Quanti grandi della storia avevano un aspetto scialbo?Lincapaciti di socializzare con disinvoltura pub esseresostituita dalla capaciti di ascoltare, molto rara a giudicare dal modo di dire: "Ti.rtti menrono ma non d importante, perchdnon c'b nessunoche ascolti".La vostra eloquenzapotrl interessarequalcuno ma solo in ultima istanza.Tutti, come del resto anche voi, sono interessatiesclusivamente a se stessie ai problemi che hanno, per quesro un buon ascoltatore,con cui ci si possaliberamente sfogare,b da considerare un autentico tesoro. Alle persone timide si pub consigliareuna cosasola: custodite questavostra qualit) come un tesoro!Credetemi: latimidezzapossiedeun fascino segrero. Quando rinuncerete alla lotta conrro la vostra timidezza, essa smetter) di apparirecosi sgraziata,e vi accorgereteche le persone proveranno per voi simpatia.

L'equilibrio- l3l

l: ancora un ultimo esempiodi compensazione.Lesigenza lirrz.atadi "essereun duro" spinge spessole personea imitare , ol<lroche si sono guadagnatiI'appellativodi "duro". Ma I'imir:rz.ione ingenua di uno scenarioaltrui non pub crearepiil di trnaparodia.Ognuno di noi ha uno scenarioche gli b proprio, sar) sufficiente scegliersiil proprio "credo" e vivere in conforrnitl a esso.Imitare gli altri nel tentativo di raggiungerelo stat rrsdi "duro" equivale a usareil metodo della mosca che cozza insistentemente contro il vetro per uscire(nonostantevicino ci sia una finestraaperta).Si sa, per esempio,che in una compasnia di adolescenti,diventa leadercolui che vive in conformiti proprio credo. il diu..rt"to capo proprio perchd si b liberato "l dall'obbligo di consultarsicon gli altri sul da farsi. Egli non ha bisognodi imitare nessuno,perchdlui stessosi b assegnato per sd una degnavalutazione,sa da solo cosafare, non mente davanti a nessunoe non cercadi dimostrareniente a nessuno. In questo modo egli b libero da potenzialisuperflui e ottiene una superiorit) meritata.In qualsivogliacontesto,leaderdiventano coloro che vivono in conformith al proprio credo.Se una personasi d sbarazzatadel peso dei potenziali superflui e non ha niente da difendere,B interiormentelibera,autosufficientee piir carica di energia. Proprio questi vantaggi rispetto agli altri membri del gruppo fanno di lei un leader.

gannarevoi stessi.Ogni persona, in un modo o nell'altro, b incline a creare potenzialisuperfluiattorno a sd. Ma in realti, se


132 - Lo Spaziodelle Varianti

L'equilibrio - I 33

seguiretei principi deltansurfing, il complessodi inferioritl o superioriti sparir) facilmente dalla vostra vira.

ll desiderio di avere e di non avere uChi vuole tanto, avr). poco)).Quest'espressione, conosciutada tumi fin dall'infanzia,ha un precisofondamento.Io, perb, la perifrasereicosi:uThntopiil fonementesi vuole qualcosa,tanto meno la si otterr)r. Quando volereaverequalcosatroppo fomemenre,al punto che sieteprond a giocare tutto su questacarta, createun enorme potenzialesuperfuo che infrange I'equilibrio. Il risultato sar) che le forzr equlibratrici vi sbamerannosu quelle linee della vita dove dell'oggettodel vostro desiderionon si vedri neppureI'ombra. A livello energeticoil comportamenro di una personaossessionatada un desiderioassomigliaa quello di un cinghialeche cercadi acchiappareI'uccello azzurro. Lo vuole averecon turre le sue forze, si lecca le fauci, grugniscerumorosamentee scava la terra dall'impazienza.Owiamente l'uccello, a ranro chiasso, se ne volerir via. Se invece il predatore passeggiasse vicino all'uccello azzLtrrofacendo finta di nienre, avrebbe molte pir) possibilitl di riuscire ad affbrrarlo per la coda. Si possonodisringueretre forme di desiderio.La prima d quando un forte desiderio diventa forte intenzione di averee agire. In quesrocasoil desiderio si realizza.Il potenziale del desiderio si dissolve, giacchdl'energia va spesa ln aztone.

La seconda forma d dara dal desiderioansiosoe inerte, che di famo t porenziale superfluo allo stato puro. Esso d sospesonel campo energeticoe nel migliore dei casi consuma I'energia del sofFerenre, nel peggioreatrira i guai piL diversi.

I ;r forma piil insidiosab la terza:E il casodi un forte desiderio , lr.. si rrirsformain dipendenzadall'oggetrodel desiderio.[a gran, l, i rrrporranzaattribuita all'oggettocreainfatti automaticamente un lrrpporrodi dipendenza,che a sua volta generaun forte po|('r)zi.rlesuperfluo che provocaI'altrettantoforte contrapposizione ,1,'llcfbrzeequilibratrici.Di solito si creanosituazionidel genere: ,Scraggiungerbquestotraguardo,la mia posizionediventer) molt,, rnigliore,);oppure: nSenon raggiungerbquesro traguardo,la rrriavita non avri piil sensou; oppure: uSeriuscirba farecosidimo\trcrd a me stessoe agli altri quanto valgor;o, al contrario:uSenon rirrscirba fare questacosa,non varrb niento; ancora:nSeofferrb (lrrestacosa,sar) magnificor, e: uSenon otterrb questacosa,sarh tcrribile,. E cosivia nellevariazionipiil disparate. Instaurandoun rapporro di dipendenzacon I'oggetrodei vostri desideri,vi farerecoinvolgerein un vortice insidioso, dove sprecherete rutte le forze nella lotta per ottenereI'oggettodel vostro desiderio.Alla fine non orrerrerenulla e rinuncereteal vostro ilesiderio. In quesro modo I'equilibrio verri. ricomposro, ranto piil che le forze equilibratricisono assoluramenre indifferenti alle vostresofferenze.E rurto cib a causadel forte bisognodi vedere realtzzatoil vostro desiderio.Il desideriob sraromessosu un piatto della bilanciae curroil restosull'altro. Delle tre forme di desideriosopracirate,sari destinata a realizzarsisolo la prima, quella in cui il desideriodh origine all'intenzionepura,libera da potenzialisuperfui. Siamo abituati al fatto che a questomondo tutto ha un prezzo, niente viene dato gratuitamente.In realt) noi paghiamosolo per ipotenziali superflui che ci creiamo da soli. Nello spaziodellevarianrit turto gratuiro. Continuando a esprimerciin questi ( termini, si pud dire che 1lprezzoper la realizzazionedel desiderio si paga con I'assenzadi importanza e di rap-


134 - Lo Sna:io delle Varianti

porti di dipendenza.Per il passaggiosulla linea della vita dove I'oggetto desideratosi trasforma in realtir, baster) semplicemente l'energiadell'intenzionepura. Parleremo piil avanti dell'intenzione; per ora notiamo soltanto che l'intenzione pura d l'uniti di di importanza. Per citare un esemdesiderioe azionein assenza pio, la libera intenzione di fare un salto all'edicolaper comprare il giornalet da considerarsipura. Quanto piil alta b la valutazioneattribuita agli eventi, tanto piil alte saranno le probabilit) di fallimento. Se assegnateun grande valore a cib che avetee lo stimateeccessivamente, con tutta probabilith le forze equilibratrici faranno di tutto per portarvelovia. Allo stessomodo, se quello che volete avered per voi di enorme importanza, non avretesperanzedi ottenerlo. Per ottenererealmente quello che si desiderabisognaabbassareil livello d'importanza. Facciamoun esempiopratico: aveteun nuova macchina e ne siete innamorati, vi preoccupatedi ripulirla dal minimo granello di polvere, la curate, temete di graffiarla, la vezzeggiate e la divinizzate.Cosi facendofinirete per creareun potenziale superfluo. Sietevoi, infatti voi a conferire una cosi grande importanzaalla macchina,perchddi fatto, a livello energetico,il valore della macchina b pari allo zero. Il risultato sari che, purtroppo, le forze equilibratrici troveranno presto un incivile che riuscir) a rovinare la vostra macchina, oppure vi faranno sbandare e andare fuori strada, a dispetto della vostra attenzione nella guida. I rischi per la macchinadiminuiranno notevolmente quando smetteretedi divi\ nizzarlae incominceretea rapportarvi t a essain modo normale. Rapportarsi in modo normale non significa affatto agire con leggerezza.Ci si pub occupare irreprensibilmente della propria macchina senzaarrivarea idolatrarla. Esiste un secondo aspetto del forte desiderio di avere.il diffusa l'opinione che, se si vuole

L'equilibrio - 135

lorrt'lltertâ&#x201A;Ź qualcosa,si pub otteneretutto. Da questo punto ,li vista si pub supporreche un desideriomolto forte ci porti 'rr ,;rrellalinea della vita dove tutto si realizza.Ma non b cosi. \.'il vostro desideriodegenerain dipendenza,in una sorta di 1"icosi,in ansia istericadi ottenere a tutti i costi quello che r,'lete, significache nel profondo dell'animanon credetenella rtr.r realizzazione e di conseguenzatrasmetteteuna emissione ,.,n "forti interferenze".Infatti, senon avetefede nella riuscita, ( ('rcheretecon tutte le vostre forze di convincervi e cosi facen,lo carichereteil potenzialeancora di pit. Si rischia di perder(' tutta la vita, all'inseguimento dell"'affare di tutta una vita". []Lrnicacosache si pub fare per ottenerel'oggetto desiderato i' ridimensionarneI'importanza,andargli incontro allo stesso rnodo in cui si va all'edicolaa comprareil giornale. Il forte desideriodi evitarequalcosab la continuazionelogica tlell'insoddisfazionedel mondo e di sd. Quanto piil forte E il bisogno,tanto piir potente sar) il potenzialesuperfluo.Quanto piil non volete scontrarvi con qualcosa,tanto maggiori saranno le probabilit) di scontro. Le forze equilibratrici sono indifferenti el modo in cui verr).ricomposto I'equilibrio. Ed essopotr). essere raggiunto in due modi: o allontanandovidallo scontro, o facendovi scontrare.Conviene rinunciare consapevolmentealla non accettazionedi un eventoper non crearepotenzialisuperflui.Ma non b finita qui. Quando pensatea cib che non volete,emettete energiaalla frequenzadi quella linea dove I'evenroindesiderato si produrr) sicuramente.La conclusioneb semprela stessa:otterrete quello che fortemente non volete. Succedeletteralmentecome nella scenache segue:una persona si trova a un ricevimento solennein ambasciata.Latmosfera circostanteb all'insegnadel decoro, del "bon ton", dell'equilibrio. D'un tratto la personain questione comincia a scalmanarsi,a dimenare selvaggia- F\mente le braccia,a pestarei piedi e a gridare con I n disperazioneche non vuole che la caccinoimme-


136 - Lo Spa:.iodelle Varianti

L'equilibrio- I 37

diatamentevia di li. Owiamente interverrannole guardie,il poverettoverr) presosottobraccioe accompagnatoimmediatamente fuori, nonostantei suoi tentativi di resistenzaele sue urla. E un quadro un po' troppo esageratoper esserereale,ma a livello energeticotutto an/iene con una forza di pari intensit). Facciamoancora un esempio.Supponiamo che nel bel mezzo della notte veniate svegliatidai rumori provenienti dalla casa dei vicini. Voi avetebisogno di dormire, domani doveteandare al lavoro, ma i vicini sono nel pieno della festa. Quanto piil fortementevorreteche essisi calmino, tanto maggioresaranno le probabilit) che la loro festasi prolunghi per un altro po'. Quanto piil vi arrabbierete,tanto piil sfrenata si far) la loro baldoria. Sepoi prenderetea odiarli a sufficienza,statecerti che simili nottate si ripeterannosemprepiil spesso. Per risolvereun problema di questo tipo si possonoapplicare i metodi dell'affossamentoo dell'estinzionedel pendolo. Lestinzione awerrl nel momento in cui vi rapporteretealla situazione con un sensodi ironia. Se inveceignoreretebellamentela situazione e non manifesteretenessuntipo di emozionee di interesse, affossereteil pendolo senzagenerarenessuntipo di potenziale. Che vi sia di conforto la coscienzadi averela possibilit)rdi scelta e di saperecome utilizzarla.Prestoi vicini si calmeranno.Vedrete che andrir proprio cosi. Provareper credere. Alla luce di quanto detto potrete da soli analizzare i casi in cui avete esaiL gerato I'importanza di un fatto e arguire quali problemi ne \i i -,., L - ' ;:1 . sono derivati. In generale,se statevivendo un periodo negativo e le cosevanno dawero molto male, fregatevenedell'importanza, scrollatevi di dosso i rapportidi dipendenzae cominciate ,)?^

,,,,

.t trasmettereinsistentementeenergiapositiva.Quanto peggio b ()rrr,tanto meglio sarhpoi. In questomodo potreterivalutareuna rituazione, se ritenete di aver subito una gravesconfitta. Rallegratcvil In questo casole forze equilibratrici sarannodalla vostra parrc, perchdil loro compito b quello di compensareil cattivo con il lruono. Non pub andaresempremale,cosicome non pub andare semprebene. Nessuno pub cavalcarela crestadell'onda fortunata l)er tutta la vita. A livello energeticoil quadro si pub rappresentarenel modo scguente: vihanno aggredito,vihanno copertodiinsulti, vi hanno portato via tutto, vi hanno picchiato, ma alla fine vi hanno messoin mano un saccodi denaro.In altri termini: quanto maggiore â&#x201A;Ź il danno subito, tanto piil denaro troveretenel sacco.

ll sensodi colpa Il sensodi colpa d potenzialesuperfuo allo stato puro. Il fatto b che in natura non esistonoconcetti come buono e cattivo. Per le forze equilibratrici gli atti buoni sono equivalentia quelli cattivi. Sesi crea un potenzialesuperfluo,I'equilibrio viene comunque ristabilito.Se vi sietecomportati male, ve ne sieteresi conto e provateun sensodi colpa (bisognapunirmi), createun potenziale.Allo stessomodo, se vi siete comportati bene, ve ne siete resi conto e provate un sensodi orgoglio (bisognapremiarmi), createun potenziale. Le forze equilibratrici non sanno in quali casibisognapunire e in quali premiare.Essehanno semplicementeil compito di eliminare le disomogeneiti che si creanonel campo energetico. Il sensodi colpa si pagasemprecon un castigo,in una forma o nell'altra.Se inveceil sensodi colpa non c'b, pub non seguire il castigo. Purtroppo, anche il senso di orgoglio per un atto buono comporta un castigoanzichdun premio. Infatti, le forze equilibratricidevono eliminare il potenzialesuperfluodell'or-


138 - Lo Spaziodelle Varianti

goglio, e un premio non farebbe che aumentarlo. Il senso di colpa indono, ciob portato dall'esternodalle personecosiddette "giuste", crea un potenzialeal quadrato, poichd una persona gi) da sola sentedi averela coscienzasporca,e qui in aggiunta le si riversaaddossoanche I'ira dei "giusti". Ma il potenzialesuperfuo al massimogrado b causatodal senso di colpa ingiustificato, legatoalla tendenzainnata a sentirsiresponsabili di tutto. In questocasonon ha neanchesensoprovarerimorsi di coscienza,dato che la causab del tutto inesistente. Il complessodi colpa pub rovinareprofondamentela vita di una persona,poichdessasi trova continuamentesoggettaall'azionedelle forze equilibratrici, ciob a castighi di tutti i tipi a fronte di colpe immaginarie.Non a casoesisteil detto. uL impudenzab una seconda forunar. Di solito, infatti, le forze equilibratrici non toccano le personeche non hanno rimorsi di coscienza.Eppure si vorrebbe tanto che Dio punissele canaglie!la giustizia dovrebbetrionfare sempree il male dovrebbevenire semprepunito. fa natura, perb, non conosceil sensodella giustizia,per quanto spiacevolesia.Anzi, alle personeperbene,con un innato sensodi colpa, capita sempre qualcheguaio, mentre gli incoscientie i cinici non solo il piil delle volte restanoimpuniti, ma spessogodono anchedi successo. Il sensodi colpa generaobbligatoriamentescenaridi punizione, peraltro a insaputa della vostra coscienza.In conformit) a questi scenariil subconsciovi indurr) a fare i conti e a farvi pagarein un modo o nell'altro. Nel migliore dei casi vi procurer) un taglio, o una ferita leggera,o qualchealtro problema. Nel peggioredei casi potresteessere vittima di un infortunio con gravi conseguenze.Ecco cosacombina il sensodi colpa!Essoapporta solo distruzione, in essonon c'b nulla di utile e costruttivo; non bisognaassolutamente farsi tormentare dai rimorsi di coscienza.non E di alcun aiuto. E meglio agire in modo tale da non provaresensi di colpa. Se perb ormai il danno d fatto, d decisamenteassurdotormentarsi invano. non servea nessuno.

L'equilibrio- I 39

Da questo punto di vista i comandamenti della Bibbia non predicanola morale, nel sensoche non sollecitanoa comportarsi bcne, ma danno consigli su come operare per evitare di infranscre uno stato di equilibrio. Siamo noi, con i nostri rudimenti cli psicologiainfantile, a interpretarei Comandamenti come se la nramma avesseordinato di non fare monellerie sennb ci mette in runangolo.Al contrario, nessunoqui intende punire gli scapestrati. InFrangendoun equilibrio le personesi creanoproblemi da sole. Di questovogliono semplicementeawertire i Comandamenti. Come si diceva prima, il sensodi colpa b uno dei fili che i pendoli, specialmentei manipolatori, usanoper manovrareuna persona. I manipolatori sono personeche operanosecondola formula uTir devi fare quello che dico io perchdsei colpevole, o anche nlo sono migliore di te perchdtu non hai ragioner. Essicercanodi imporre al loro "assistito"un sensodi colpa per averesu quest'uldmo un potere o per loro autoaffermazione.Dall'esterno questepersone appaiono "giuste": da tanto tempo sanno dov'b il bene e dov'b il male; dicono semprele parolegiuste e per questohanno sempre ragione.Anche i loro attisono ineccepibilmentegiusti. Va detto, perb, che non tutte le personegiustesono inclini alla manipolazione. Da dove viene ai manipolatori il bisogno di istruire e gestiregli altri? Essod in realti indice dell'insicurezzae dei dubbi che li assillanocontinuamente,E espressione di una lotta interiore che essicercanoabilmente di occultare a se stessie al mondo circostante.Lassenzadi un baricentro interiore, quello di cui sono dotate le personeveramente giuste, spinge i manipolatori ad autoaffbrmarsi a spesedegli altri. Il bisogno di istruire e gestiresorge dal desiderio di consolidare le proprie posizioni, tramite l'umiliazione dell"'assistito".E in questomodo si vengonoa crearedei rapporti di dipendenza.Sarebbemagnifico se per opera delle forze equilibratrici i manipolatori avessero quello che si i meritano. Purtroppo, il potenzialesuperfluosorge solo li dove c'b tensionema non c'b movimento


l4() - ht Spa:itt delle Variunti

di energia.Nel caso del rapporto tra manipolatore e soggerro, risulta che quest'ultimo d) al primo la sua energia,percib il potenzialenon si creae il manipolatorepotr) agireimpunemente. Non appenaqualcuno si dichiaradisponibilead assumersii^ sensodi colpa, si troveranno subito dei manipolatori pronti ac attaccarglisiaddossoe a succhiarglienergia. Per evitaredi cascarenella sferad'infuenza di questi elementi, sari sufficiente rinunciare al sensodi colpa. Ricordatevi che non sieteobbligati a giustificarvi di fronte a nessunoe non doveteniente a nessuno.Seproprio esisteuna colpa si potrh subireuna punizione, ma non si dovrl restarecolpevoli. E ai vostri cari dovetequalcosa?No, non doveteniente neppure a loro. Infatti, avetecura di loro per vostraconvinzione,non per costrizione.Sono due coseassolutamentediverse.Liberatevi dalla tendenzaa giustificarvi, sece I'avete.Allora i manipolatori capiranno che non c't versodi agganciarvie vi lascerannoin pace. A proposito, causaprima del complessodi inferiorir) d proprio il sensodi colpa. Se voi provare un sensodi inferioriti in qualcosa,significache questainferiorit) si definiscein confronto agli altri. In questo contesto prende awio una istruttoria, nella quale vi trovate ad agire in qualitl di giudice di voi stessi.Ma cosi b solo a prima vista. Di fatto, awiene qualcosadi diverso: all'inizio sietepredispostiad accollarvila colpa, non importa per che cosa.Sietesemplicemenred'accordo,in linea di principio, a esserecolpevoli.Standocosile cose,sieteanched'accordoa finire sul banco degli impurati e a subire una pena. Nel confrontarvi con gli altri, permerterea quesri ultimi di arrogarsiil diritto di esseresuperioria voi. Ma, badatebene,sietestati voi a concedere questodiritto, voi averepermessoagli altri di supporreche siano migliori di voi! Probabilmentegli altri non la pensanocosi,ma lo avetedecisovoi e percib agite come giudici di voi stessia nome degli altri. Ne risulta che loro giudicano voi perchdvoi stessivi sietemessisotto processo.Riprendeteviil vostro diritto di essere voi stessie allontanatevidal banco degli imputati. Nessuno si

L'equilibrio- l4l

lx)trl permetteredi giudicarvi, se voi per primi non vi ritenete colpevoli.Solo voi potete darevolontariamenteagli altri il privilcgio di assurgere a vostri giudici. Potr) sembrareche io qui facciademagogiaspicciola.Se infatti esistonodifetti reali, si trover) semprequalcuno pronto a rilevarli. i'. uero, si trover) seny'altro,ma solo nel casoin cui questo qualcuno sentache voi sietepotenzialmentedisponibili ad accollarvila colpa per i vostri difetti. Sevoi, anchesolo per un secondo,vi riconoscetecolpevoli di esserepeggiori degli altri, gli altri lo sentiranno immancabilmente.Percontro,sesieteliberi da ogni sensodi colpa, a nessunopasser)rper la testadi autoaffermarsia vostrespese.Qui si manifestail sottilissimo effetto del potenzialesuperfluo sull'ambiente energeticocircostante.Dal punto di vista del buon sensob difficile crederci al cento percento.Del resto,a parole,non posso ..' t/tv ,-i i ' . dimostrare nulla. Se non ci credete, verificatedi persona. Esistono altri due aspetti interessantilegatial sensodi colpa:il poteree il coraggio. Le persone che provano sensidi colpa si sottopongono alla volont) di coloro che non ne provano. Se io sono potenzialmentepronto a riconoscereche posso esserecolpevole di almeno qualcosa,sono inconsciamentepronto a subire una pena e di conseguenza sono pronto alla sottomissione.Se invecenon Possiedosensidi colpa ma ho un bisognodi autoaffermarmia detrimento altrui, sono pronto a diventareun manipolatore. Con questo non voglio dire che le personesi suddividano in manipolatori e marionette. Vi invito solo a far casoalla regola. I signori e i governanti hanno un sensodi colpa ridotto al minimo, ammessoche ce I'abbiano. Il sensodi colpa E estraneoai cinici e alle personeprive di coscienza:passaresopra le testee i '

,J

/a/.,

'#'ffi


142 - Lo Spaz.iodelle Varianti

cadaverialrrui d il loro metodo. Non c'b da stupirsi se al potere spessogiungono personalit) non propriamente pulite, anche se con questonon voglio affermareche il poreresia un male e tutti gli uomini di potere siano malvagi.Magari la vostra fortuna sta proprio nel diventareun favorito di un pendolo-potere. Ognuno decideper sdin che modo pesarela propria coscienza e nessunoha il diritto di darvi indicazioni.Perb al sensodi colpa convienein ogni casorinunciare. Il coraggio,secondoaspertolegatoal sensodi colpa, d invece indice dell'assenzadi sensodi colpa. La natura della paura giacenel subconscioe la sua causad da vederenon solo nell'ignoto,che spaventacome tale, ma anche nel timore della punizione. Se io sono "colpevole",sono potenzialmenred'accordo a subire una pena e per questo ho paura. Di fatto i temerari non solo non hanno rimorsi di coscienza,ma non soffrono neppuredel minimo sensodi colpa. Non hanno pauradi nienre e di nessuno,perchdil loro giudice interiore afferma che stanno facendo la cosagiusta. La vittima spaventata,invece,si esprimeda tutt'altra posizione:non sono sicuro di comportarmi bene, mi possonoaccusaredi qualcosa, qualsiasipersonami pub punire. Il sensodi colpa, persino il piil debolee il piil recondito,apre le porte del subconscioalla punizione. E se provo un sensodi colpa, significache potenzialmenreacconscnroa che I'aggressore o il bandito abbiano il diritto di assalirmi, e per quesro ho paura. , Cli uomini hanno inventato un merov'.\' fafr:.do molto inreressanrc per la dispersione ,q*?/ :, ' i ) 1 t ^t potenziale r rr r r ^- - - ^ , r l ^^- ^- - : ^r ^ superfluo del della colpa: la richiestadi perdono.E un metodo che effettivamente funziona. Se una personaporta dentro di sd un sensodi colpa, tende a trartenere energianegativae cosi facendo comprime un porenY ../ zialesuperfluo.La richiestadi perdono,il riconosci"a'2 mento dei propri errori, I'espiazionedei peccati,la

L'equilibril - 143

confessione, sonotutti mezzidi liberazionedal potenzialedi colpa. [)andosiI'indulgenzain un modo o in un altro, la personasi libera clell'accusache si t fatta da solae ne proverl sollievo. Bisogneri solo stare attenti a che la penitenza non diventi rapporto di dipendenzadai manipolatori. Questi non aspettanoaltro. Nel momento stessoin cui chiedeteperdono,riconosceteil vostro erroreal fine di diminuire il potenzialedi colpa. I manipolatori, tuttavia, faranno il possibileper ricordarvi ripetutamenteI'errore, provocandovi appostaallo scopo di tener vivo dentro di voi il sensodi colpa. Fateattenzione:non cedetealle loro provocazioni. Sietein diritto di chiedereperdono per il vostro erroreuna solae unicavolta, la prima e I'ultima. La rinunciaal sensodi colpai il mezzopiL efficaceper soprawiverein un ambientseggressivo, come la prigione,la banda,I'esercito, la strada.Non a casonel mondo dei criminali esisteuna tacita regola:uNon credere,non averpaurae non chiedereu. E una regola che invita a non crearepotenzialisuperflui.Alla basedei potenziali che possonorenderviun cattivoservizioin un contestoaggressivo c'b proprio il sensodi colpa. Si pub proteggerela pr<rpriaincolumitl dimostrando la propria forza. Nel mondo dovea soprawiveresono i piil foni, questo metodo funziona,ma in generaleBtroppo estensivo.[i molto piir efficaceeliminare q dal proprio subconsciol'wennulita potenzialedi una punizione. A illustrazionedi quanto detto ripori terb un esempio.Nell'ex-UnioneSovietica i detenuti politici venivanointenzionalmente incarceraticon i criminali allo scopo di spezzareil loro libero arbitrio.Risultava,perb,chemolti detenutipolitici, essendospesso personalit) straordinarie,non solo non diventavanovittime delle soperchieriee degli scherni, ma spessofinivano per divenire delle vereautorit).agii occhi dei criminali. Cib perchdla dignit) e I'indi-

N


144 - Lo Spa:io delle Varianti

pendenzainteriore hanno un valore superiore a quello della forza. La forza fisicace I'hanno in molti, mentre la forza della personalit) si incontra di rado. [a chiavedella propria dignitir EI'assenzadi sensidi colpa.Lautenticaforza personalenon si misura nella capacitl di prenderequalcuno per la gola, ma si coglie nella misura in cui una persondit) pub permettersidi essereliberadai sensidi colpa. [l noto scrittorerussoAnton PavlovicCechovdiceva:uGoccia a goccia, spremo da me stessolo schiavor. Con questa frase egli voleva sottolinearel'aspirazionea liberarsi dal sensodi colpa. Ma liberarsisignificalottare.Nel Tiansurfingnon c'd posto per la lona e la violenzasu sestessi.Si preferisceun altra via: quella della inuncia, vale a dire fulla sceba.Non occorre depurarsi dal senso di colpa. Sar) sufficiente semplicementevivere in conformith al proprio credo. Nessunoha il dirino di giudicarui. Voiaueteil diitto di essere uoi stessi.Sevi permetteretedi esserevoi stessi,la necessith di giustificarsicadr) da sola,e la paura di fronte a una punizione si dissolveri. E allora che succederi una cosaverarnenteincredibile: nessunosi permetteri di offendervi.Perdtro, indipendentemente dal contesto in cui vi troverete: in prigione, nell'esercito,in una banda, aI lavoro, per strada, al bar, in qualunque posto voi siate. Non capiteretemai in una situazionein cui qualcunovi minaccer) di violenza.Gli altri verranno di tanto in tanto sottopostia violenze di varia forma ma voi no, perchd avetesradicatodal vostro subconscioil sensodi colpa.E su questelineedellavita lo scenario dellapunizionesemplicementenon esiste.Proprio cosi.

ll denaro ii difficile amare il denaro senzaaspirarea possederlo,percib in questocasob praticamenteimpossibileevitarerapporti di di-

L'equilibrio- 145

l)('ndenza.Si pub solo cercaredi ridurli al minimo. Rallegratevi, vi sono arrivati soldi. Ma non affiiggeteviin nessuncasoper '.' I'irrsufficienzao la mancanzadi denaro, sennb diventerl ancora nrcr-ro. Lerrore tipico di una personache guadagnapoco b quello ,li lagnarsiper il fatto che i soldinon le basano mai. I parametri ,li una tale emissionecorrispondonoalla linee poveredella vita. E particolarmentepericolosocedereall'angosciache il denaro tliventi sempredi meno. La paura b I'emozioneenergeticamente piir satura.Percib,provando pauradi perdereo non guadagnare, vi trasportatenel modo piil efficacepossibilesu quelle linee della vita dove i soldi diventano efFettivamente sempredi meno. Sesietecaduti in questatrappola, uscirne sarirpiuttosto difficile nracomunquepossibile.Perfar cib, non si avr) cheda eliminarela c,rusadel potenzialesuperfluo che vi sietecreati da soli. E la causat la dipendenzadal denaro, ciob il desiderioeccessivodi averne. Per prima cosa rassegnatevialla situazione e accontentatevidi quello che avetenel dato momento. fucordatevi che pub andare scmpre peggio. Non si deve rinunciare al desideriodi averesoldi, basta solo affrontare tranquillamente il fatto che in questo mornento non stanno scorrendoversodi voi come un fiume, mettersi nella posizione di un giocatore che in qualsiasimomento pub arricchirsi o perderetutto. Molti pendoli usano i soldi in qualit) di mezzo universale per regolarei conti con i loro sostenitori.Proprio I'attivitl dei pendoli nel tempo ha portato al feticismo universaledei soldi. Con I'aiuto dei soldi ci si pub garantireuna dignitosasopravvivenza nel mondo materiale. Quasi tutto si vende e si compra. Tirtti i pendoli si regolano con i soldi,


146 - Lo Spazio delle Varianti

sceglietequello che volete. E qui si cela I'insidia. Abboccando all'amo dall'escafallacementesmerigliata,si rischiafacilmentedi giraresu linee della vita lontane dallavostrafortuna. I pendoli, perseguendoi loro interessi, hanno creatoil mito in baseal quale, per raggiungerei propri scopi, bisogna averei mezzi.In questo modo l'obiettivo di ogni singola personaviene sostituito da un surrogatoartificiale, i soldi. Essi si possonoottenere dai vari pendoli, percib la persona finisce per pensarenon al proprio obiettivo personalema ai soldi, e con cid stessofinisce per cascarenella sfera d'influenza di un pendolo che gli d estraneo.la personasmette di capire che cosa veralnentevoglia ottenere dalla vita e si lasciacoinvolgerein una sterilecorsaai soldi. Per i pendoli un tale stato di cosed molto conveniente;la persona,invece,suo malgrado entra in un rapporto di dipendenzaed escedalla suastrada.Lavorando per un pendolo altrui, una personanon potr) mai averemolti soldi, perchd serve un obiettivo che non E il suo. Molte persone si trovano in una situazione simile. Ecco da dove b nato il mito secondo il quale la ricchezzab il privilegio di una minoranza. Di fatto, ricchi possonodiventaretutti, a condizioneche vadano dritti per la loro strada,al loro personalescopo. I soldi non sono un 6ne, nd un mezzo per il suo raggiungimento. Essi sono semplicementeun attributo accessorio.Il fine d cio che una personavuole dalla vita. Ecco degli esempi di fine: vivere in una casadi propriet) e coltivare rose;viaggiare per il mondo e visitare paesilontani; pescarele trote in Alaska; sciaresulle Alpi; allevarecavalli in una fattoria propria; godersi la vita nella propria isola privata in mezzoall'oceano;diventare dipingerequadri. una stelladel palcoscenico, ii owio che certi fini si possono raggiungeresolo se si ha un saccodi soldi. E la maggior parte della gente ambisce ad avere questo sacco.Cosi facendo le personepensano ai soldi, metten-

L'eauilibrio- 147

,l, il fine in secondopiano. In conformitaal principio ' ,l..l liansurfing,essecerczrno di passare sullalinea ,l,,r,ele aspeftail sacco.Ma lavorando per pcndoloesrraneo d difficile,senon 'rrr rrrrllossibile,oftenere un saccodi

il risultatoE,chend si ot',,ltli. r('ngonoi soldi,nd si raggiunge rl fine checi si b prefissi.Del re\r(), non potrebbeessere altrimenri, infamiI'emissionedi energiamenmle . sintonizzatasu un surrogatoanificiale, rrrz-ichd sul vero fine. Sevi sembrache il vosrro fine si possarealizzare i ..rlo a condizioneche abbiateranri soldi, mandate .rl diavoloquesracondizione.Supponiamoche vogliateviaggiarc per il mondo. E ovvio che per farlo ci vogliono tanti Jdi. \'1a per averequello che desideratedovere pensareal fine, non ,rlla ricchezza.I soldi poi arriverannoda soli, giacchdsono un ,rttributo che si accompagnaal fine. Le cosevanno semplicenrentecosi.Non b vero che sembraincredibile?Comunque sia, i'veramenrecosi,e presrove ne convincereteda soli. I pendoli, perseguendoil loro profitto, hanno sconvolto tutto. In reaiti. ncrn b il fine a essereraggiunto per mezzo dei soldi, ma i soldi rrrrivanolungo la stradache vi porta al vostro fine. Ora sapetequanro E forte I'influenzadei pendoli. Questa inHuenzaha generatouna enormevariet) di falsi miti e convinzioni. Anche ora, leggendoquesrerighe, potreste obiettare: ma b owio che all'inizio una personadiventa un grande industriale, o un banchiereo una stelladel cinema, e poi un milionario. ii vero. Solo che milionarisono diventatiquelli chenon pensavanoad arricchirsi ma a perseguireil proprio fine. La maggior parte delle persone agisceall'opposto:o serveun fine che non d il proprio, o sosriruisce il suo fine con un surrogatoartificiale,o semplicementerinuncia a essoritenendo irrealizzabilea priori la condizione di esserericco.


148 - Lo Snaz.iodelle Variartti

In realt). non esistonolimitazioni alla ricchezza.Potetevolere tutto quello che desiderate.Se b veramenteun 6ne "vostro", lo otterrete.Se inveceil fine che credetevostro vi b stato imposto dai pendoli, non raggiungeretenulla. Parleremopiil avanti dei fini. Qui anticipo il discorsoperchdnon possofare diversamente,e comunque sui soldi non c'b altro da dire. Ancora una volta ripeto: il denaronon i piil che un attributo accessoriolungo la strada del vostro fine. Non preoccupatevi del denaro, verrl da solo. Limportante E ridurre al minimo l'importanza dei soldi per non crearepotenziali superflui. Non pensateai soldi, pensate solo a quello che volete ottenere. Allo stessotempo, perb, ci si deve rapportareal denaro con attenzionee riguardo. Se avetevisto per terra una monetina e non avetevoglia di chinarvi per raccoglierla,significa che non rispettateil denaro. Il pendolo dei soldi difficilmente vi si mostreri disponibile se avetedimostrato negligenzanei confronti di un suo attributo. Non bisognapreoccuparsiquando si spendonosoldi, poichd facendolo,essiadempiono alla loro missione.Se avetedecisodi spenderesoldi, non abbiate rimpianti, fatelo. Laspirazionead accumulareuna bella sommetta e a spendereil meno possibileporta alla creazionedi i, un forte potenziale:si accumula tutto da una parte e non esceda nessunaparte. In questicasila possibilitir di perdere tutto b altissima. Il denaro deve esserespesosensatamente, perchdci sia movimento. Li dove manca il movimento, compare un potenziale.Non a caso i ricchi fanno beneficenza:per loro E un modo di ridurre il potenziale superfluo delle ricchezzeche hanno accumulato.

L'

rlibrio - 149

La perfezione In ultima analisi guardiamo il caso piil equivoco e paradossaledi violazione di uno stato di equilibrio. 'lhtto comincia da un nonnulla, ma rischiadi finire con conseguenze piuttosto serie. Di solito ci abituano fin dall'infanziaa Faretumo con impegno, coscienza,ci educanoal sensodella responsabilitir e ci inoculano il concertodel bene e del male. Indubbiamente b giusto che sia cosi, sennb I'esercitodegli indolenti e degli inetti sarebbeenorme. Ma ai sostenitori particolarmente z-elantidei pendoli questoapproccio entra talmente nel profondo da diventareuna parredella loro personaliti. In alcune personela tendenzaa raggiungerela perfez-ionein tutto crescefino a diventareun'idea fissa.La vita di questo tipo di personeb una lotta continua. Provatea indovinarecontro che cosa?Owio, contro Ie forze equilibratrici. La tendenzaa raggiungerela perfezionein ogni campo e in tutto cib che si fa crea complicazionia livello energetico,poichd ie valutazioni della realt) subisconoinevitabilmenteuna deviazionee di conseguenza producono un potenzialesuperfuo. Nell'aspirazionea fare rutto bene non c'b niente di male. Ma se a cib si attribuisce una importanza eccessiva,ecco apparire le forze equilibratricichecercherannodi rovinareruno. Perdi piir si aggiunge una retroazione(feedback)e la personasi fissaancoradi piir. Vuole la perfezionee ottiene il contrario, cercadisperatamentedi correggerela situazionee vienefuori ancorapeggio.Alla 6ne la suaaspirazionealla perfezionediventa unabirudine che rischiadi degenerarein mania. Lesistenzasi trasformain una lotta continm, e cib finisceautomaticunente per arvelenarela vita di chi gli sta intorno, giacchdI'idealista non b esigentesolo con sestessoma anchecon gli altri. Di qui I'intolleranzaalleabitudini e ai gusti altrui, cosache spessoserveda pretesto per liti banali,destinatea voltea tramutarsiin foni confitti. Dall'esternob ben evidenteI'assurdit)dei tentativi di raggiungere ovunque la perfezione,tiranneggiandoper giunta gli altri.


150 - Lo Spazio delle Vtrrianti

Tirttavia,I'idealistaentra nel suo ruolo | r I con una tale forza che comrncraa .J crederedi esserelui stessouna pert) / -/ sonalit) irreprensibilee infallibile. E ffi come se pensasse: siccomeaspiro al modello, sono io stessoun modello. Questo, tuttavia, non lo riconosce a se stesso,poichd dentro di sd sa che il sensodella propria superiorith non si inscrivenei limiti dei concetticomuni di perfezione. Ma "il sensodi essere nel giustoin tutto" d molto radicatonell'idealistaa livello inconscio.Qui l'idealistasoggiacealla tentazionedi porsi davanti all'umanitir nel ruolo di giudice supremo, che ha il potere di deciderecome e cosadevono fare le anime perdute. Naturalmente cede facilmentea questatentazione,motivandosi con il sensodella propria giustiziae muovendosicon la forza del probo desideriodi portare tutti sulla retta via. Da questomomento "l'arbitro delle sorti", awolto nella toga, si arroga il diritto di giudicaregli altri ed emetterela sentenza. Nella realti delle cosequesto processogiudiziario non superai limiti delle accuseo degli insegnamentiin ambito quotidiano, tuttavia a livello energeticod) origine a un fortissimo potenziale superfluo. "ll giudice" s'incaricadella missione di deciderecome si devono comportare le poverecreatureinsensatee buone a nulla che lo circondano,a cosab meglio che pensino,che credano, che aspirino, cosab meglio che apprezzino.Se uno di questi disgraziatiritiene di avereuna propria opinione a proposito di qualcosa,il giudice riterr) doverosometterlo subito al suo posto, e sequestisi ostiner) lo dovr) giudicare,emettereuna sentenzae appendergliuna etichetta,affinchdrutti sappianochi b. Sono sicuro, cari Lettori, che il vostro ritratto b lontanissimo da quello illustrato qui. Questo libro non pub capitarenelle mani di un cretino convinto di esseresemprenel giusto. Perlui b gih chiaro come tutti debbano vivere; in questo sensonon lo affiigge il benchdminimo dubbio. Ma se per casovi capitassedi incontrare un esemplaresimile, guardatelocon interesse:davanti a voi

-\

fv--\

rr

L'eouilibrio - I5l

vedresteun modello viventedella piil grossolanaviolazionedella lcggedell'equilibrio. Siamo tutti ospiti in questomondo, ognuno di noi b libero di scegliersila stradache piir gli piace, ma nessunoha il diritto di giudicaregli altri, di emettereuna sentenzanei loro confronti e rrttaccare loro addossouna etichetta (diritto penalea parte). Ecco come vanno le cose:l'inizio d innocuo, una semplicissima aspirazionealla perfezione,ma la fine b la pretesadi avere privilegi da padrone. Per questo anche la resistenzadelle forze equilibratrici, all'inizio manifestatasisotto forma di fastidi insignificanti, tender). a crescere.Se il trasgressoregode della protezionedi un pendolo,potrebbeprivarseneper un periodo. Ma alla fine arriveri il momento di pagare il conto per tutto. Quando un ospite si dimentica di esseresemplicementeun ospite e pretende di occupare il ruolo del padrone, rischia di esseresbattuto fuori di casa.

lJimportanza Occupiamoci infine del tipo piil comune di potenzialesuperfluo, I'importanza. Essacompare li dove a qualcosasi attribuisceun valore eccessivo.Limportanza E potenzialesuperfluo allo stato puro, e nel tentativo di eliminarlo le forze equilibratrici causanoproblemi a colui che I'ha creato. Esistono due tipi di importanza: quella interna e quella esterna.Limportanza interna, o della I propria persona,si manifestasotto forma di so- I prarvalutazionedei propri meriti o dei propri difetti. fa sua formula suona cosi: nlo sono una personalmPortante)),oppure: ulo svolgoun lavoroimportanteu. Quando la lancetta dell'importanza della propria personasi impenna, entrano in gioco le fone equilibratrici e "il pavone" si LreLt

tw.

LT LLLYVT LilL1a

rltLlrll4,

v

qLtl4

I


L'equilibrio - I 53

152 - Lo Soazio delle Varianti

prende una bella botta sul naso.una delusioneattender) anchecolui che "svolgeun lavoroimportante":o il suo lavoro non servir) a nessuno,o''erd eseguitomolto male. Ma gonfiare le guancee tendere le dita b solo un lato -' della medaglia. Esiste I'altra faccia, e piil precisamente zNlH Ia minimizzazione delle proprie doti, l'autodenigrazione. di un atteggiamentodel genere Quali sianole conseguenze lo sapetegiir. Come capirete,l'entit)rdel potenzialesuperfluob ugualein entrambi i casi,la differenzasta solo nel segno. Anche I'importanza esternab creataartificialmente dalla persona nel momento in cui essadir grande importanza a un oggetto o a un evento del mondo circostante.La sua formula si pub sintetizzarecosi: uPerme ha una grande importanza questa cosa))o nPerme b molto importante fare questacosa)).In questi casisi creaun potenzialesuperfluoche farh si che tutti i progetti vadano in fumo. Tla I'altro, se il sensodell'importanza interna pub esserein qualchemodo frenato,con quello dell'importanza esternale cosestanno diversamente. Supponetedi dover camminare su un tronco che si trova per terra. Niente di pit facile. E ora immaginate di dover camminare sullo stessotronco che perb si trova sospesotra i tetti di due alti palazzoni.Pervoi d una cosadella massimaimportanza e non vi si pub convinceredel contrario.In questocaso,I'unico modo per eliminare I'importanza esternad prowedere a una copertura.Chiaramente,in ogni singolo casoconcretola copertura sari diversa,relativa alla situazione. Limportante sarl non metteretutto su un piatto della bilancia,ma assicurarsi un contrappeso,una difesa, un'uscita di sicurezza. Non avrei altro da aggiungere.La cosaessenziale sull'importanzab gi) statadetta prima. Aveteindovinato?Tirtti i temi di cui si b trattato in questocapitolo non sono altro che variazionisul tema dell'importanze,sia interna che esterna.Tirtti i sentimenti e le reazioni disequilibratecome I'indignazione,l'insoddisfazione, I'irritazione, I'agitazione,I'ansia,la depressione,lo sgomenm ,trA #A#\ SVA

r,,, la disperazione,il panico, la compassione,I'attaccamento, I'rrm mi razione, la commozione, I' idealizzazione,la venerazione, l'cntusiasmo,la delusione, I'orgoglio, I'arroganza,il disprezzo, I'rrlrrersione, I'ofFesa e cosivia, non sono altro che manifestazioni ..lcll'importanza,nell'una o nell'altra forma. Il potenzialesuperfluo si creasolo quando attribuite troppa importanzaallaqualitl, ell'oggettoo all'evento,sia all'interno che all'esternodi voi. Limportanza generaun potenzialesuperfluo che suscitail vento delle forzeequilibratrici.Esse,a loro volta, generanouna r.nassa di problemi e la vita si trasformain una lotta incessante la soprawivenza. Ora potete giudicare da soli quanto vi lrer complichino la vita I'importanzainterna ed esterna. Ma non b ancora tutto. Vi ricordate quanto si diceva suifli rJellemarionette?l pendoli si aggancianoai vostri sentimenti e alle vostrereazioni:il panico, I'ansia,I'odio, I'amore,la venerazione, il sensodel dovere,di colpa, eccetera.Capite bene che tutto cib i la conseguenzadell'importanza. Succedeesattamentecosi: di fronte a voi c'b un certo oggetto.A livello energeticoessob neutro: nd buono, nd cattivo. Voi vi alrricinatee lo awolgerc in una confezionedi importanza, poi vi allontanate, lo guardate e sospirate. Ora sietepronti a dare la vostra energiaa un pendolo, perchd offrite un appiglio con cui vi si pub prendere al gancio. Lasinello si trascineri ubbidiente dietro alla carota. Limportanza t proprio la carota per mezzo della tl quale il pendolo riuscir) ad .,,'r))i, agganciarela frequenzadella vostraemissione,a succhiarvi energiae a portarvi l), dove gli far) piil comodo. Pertanto, per ristabilire I'equilibrio con il mondo circostante e aftancarsi dai pendoli, si dowh, abbassareil liuelb di importanza.

<tsm


I 54 - Lo Spazio delle Varianti

L'equilibrio- 155

Occorre controllare continuamente con quanta importanza.voi percepitevoi stessie il mondo che vi circonda.Il Guardiano Interno non deve ,/-..

dormire.Diminuendoil livellod'im,

portanza, recupereretesubito Io statodi equilibrio e i pendoli \ non potranno

sottomettervi

al loro controllo, giacchd non

potranno agganciareil vuoto. Potresteobiettare:uDi questo passonon ci vorr) molto a diventare staruelr.Non vi esorto a rinunciare alle emozioni o a ridurre la loro ampiezza.In linea generaled inutile e non serve lonarecon le emozioni.Secercheretedi controllarvi ed esternamente vi manterretetranquilli mentre dentro di voi ribolle il sangue,il potenzialesuperfluodiventerhancorapiil carico.Lr emozioni sono generatedal rappono, percib da cambiared proprio il mododi rapporarsi. I sentimentie le emozioni sono solo conseguenze. la causa stasolo da una pane, nel livello d'impoftanza. Supponiamo che nel mio ambiente familiare sia awenuta una nascita, una morte, un matrimonio o qualche altro alrrenimento importante. Per me b importante?No. Mi d indifferente?Nemmeno. Cogliere la differenza?Semplicemenrenon faccio della cosa un problema e non rormenro a proposito nd me stessond gli altri. E come la mettiamo con la compassione? Pensodi non sbagliarmiaffermando che la compassionee I'aiuto a coloro che ne hanno veramente bisogno non hanno mai danneggiatonessuno.Ma anchequi bisognareneresorto controllo il livello di importanza. Avevo giir detto che l'aiuto pub esseredato solo a coloro che veramente ne hanno bisogno. E se una personaavessescelto volontariamente di soffrire?Se gli piacessesoffrire e la vostra compassionenei suoi riguardi fosse solo un modo per autoaffermarsia yostre spese?O se magari avete fatto I'elemosinaa un povero mutilaro e lui, seguendovi

con lo sguardo,seI'E risa sotto i baffi perchdforse rron b mutilato ma b un poverodi professione? Nel mondo animale e vegetale,e piir in generale in tutta la natura, non esisteil concetto cl'importanza.C'E solo la convenienza clal punto di vista dell'esecuzionedelle leggi dell'equilibrio.Il sensodella propria importanza pub maniFestarsi solo negli animali domestici che vivono in stretto contatto con I'uomo. Si, la societ) riescea influenzarein un certo sensoanche loro. Gli altri animali nel loro comportamento,si attengonosolo agli istinti. Limportanza t una invenzionedegli uomini per la gioia dei pendoli. Una forte deviazionenel sensodell'importanzaesternagenerai fanatici. Una deviazionenel sensodell'importanzainternagenera...cosa pensatevoi?I prepotenti. Pub sembrareche in una tale situazioneci sia da aver paura a muovereun passo.Per fortuna, le cosein realt).,non vanno poi cosi male. Le Forzeequilibratrici incominciano ad agire sensibilmente su di voi solo nel casoin cui siatefortemente attaccati alle vostre idee, siate fissatisu una cosaa oltranza, fino a superare ogni limite. Anche con i pendoli b tutto chiaro.Tirtti noi ci troviamo sotto la loro inf uenze,ma I'importante B rendersene conto e capirein che modo essisi approprianodi voi e fino a che punto voi gli permettetedi farlo. La riduzione dell'importanza non solo farl diminuire sensibilmente la quantit) di problemi che potete averenella vita. fununciando all'importanzainterna ed esternaorrerrereun ineffabile tesoro,la liberti di sceba.Ma come?- direte voi in baseal primo principio del Tiansurfi.g - noi abbiamo giir il diritto di scegliere!Si, per averlol'avete,ma non lo potete esercitare.Non ve lo permettono le forze equilibratrici e i pendoli. Per colpa dell'importanzatutta la vita se ne va in una lotta contro le forze equilibratrici. Non solo non rimane energiaper Fareuna scelta,


156- Lo Spaziodelle Varianti

'r.-v---l

, ffix neancheper pensarea quello che veramente volere dalla vita. E i pendoli si danno continua;(-:--J mente da fare per stabilire il controllo e imporvi i loro obiettivi. Di che libert) si pub parlare in una situazione del genere?Qualsivoglia tipo di importanza, sia interna che esterna,b gratuita. Noi tutti non significhiamoassolutamente niente in questomondo, ma allo stessotempo abbiamoaccesso a tutte le sue ricchezze.Pensatea come i bambini sguazzanofelici tra le onde del mare. Supponiamoche nessunodi loro sappia sed buono o cattivo,se I'acquab buona o cattiva,segli altri bambini sono buoni o cattivi. Finchdsi mantienequestasituazione i bambinisono felici, perchdsi trovano in equilibrio con la natura.Allo stessomodo ognuno di noi E venuto al mondo come figlio della natura. Se non infrange I'equilibrio, gli sar) accessibile tutto quello che offre il mondo. Ma non appenauna personaincomincia a inventarsisituazionid'importanza, ecco subito comparire i problemi. [,a personanon vede i legami di causa-effetto tra I'importanzacreatasie i problemi, per questo motivo le sembrache il mondo sia innanzitutro un ambiente ostile,dove non b cosisempliceottenerequello che si desidera. Di fatto, l'unico ostacololungo la strada della realizzazionedei desideri i I'importanza creatafalsamente. Pub darsi che non mi sia riuscito ancoradi convincervi,ma non importa, i miei argomenti non sono ancoraesauriti.

Dallalottaall'equilibrio Si pub in qualchemodo contrastareI'azionedelle forzeequilibratrici? i: proprio quello di cui ci occupiamo quotidianamente. Tirtta la nostra vita b caratterizzatadalla lotta contro queste forze. Tirtte le difficolti, i fastidi e i problemi sono legati all'azionedelle forze equilibratrici. Contrapporsi alle forze equilibratrici in ogni caso non ha senso,giacchdessecomunque faranno quello che devono fare. Gli sforzi diretti a elimi-

L'equilibrio- 157

rrere le conseguenzenon porreranno a niente, \ a .rrrzi,rischierebberodi peggiorarela situazione. t31. *' -., llunico mezzoper contrastarele forze equilibratri- .;$ ,-i b rimuovere la causa,vale a dire diminuire il 4::t\^ . --..\,, -, . lrotenzialesuperfluo d'importanza che t. lt" ; gcnerate. Le circostanzedella vita sono cosi crerogenee, che non si pub creareuna ricetta rrniversaleadatta a risolveretutti i problemi. Qui di seguito possoriportare solo alcuni consigli generali. Pare che ognuno di noi si occupi esclusivamentedi erigere un muro sulle fondamentadell'importanza,per cercarepoi di scavalcarloo di sfondarlo con la testa.Al posto di superaregli .rstacoli,non sarebbemeglio estrarreun mattone dalle fondanrenta per far crollare il muro? Tutti noi vediamo chiaramente {rli ostacoliche ci stanno di fronte, ma capire su quali fondanrentaessisi sostenganonon b semprefacile. Sevi sietescontraticon una siruazioneproblematica,sforzain che cosavi sietefissati, tcvi di capiredove stateesagerando, e cosaattribuite un valore eccessivo. Cercatedi definire I'imalla cosa,e quindi rinunciateci.Il muro portanzache assegnate croller).,I'ostacolosi rimuoveri automaticamentee il problema si risolver) da solo. Non douetesuperategli ostacoli,ma semplicementeridurne I'importanza. fudurre non significatuttavia lottare contro i propri sentimenti nel tentativo di soffocarli. Le emozioni e le sofferenze superfue sono la diretta conseguenza dell'importanza. Quello che bisogna eliminare E la causa,ciob il modo di rapportarsi. Si pub consigliare di rapportarsi alla vita con filosofia, per quanto L possibile. Anche se b un messaggioche ha gi) stufato. In un modo o nell'altro occorre tutravia rendersi c<lnto che I'importanza non porta rr niente di costrumivo e di conseguenzabisogna


158 - Lo Soazkt delle Vorianti

intenzionalmente. abbassarla Labbassamentodell'importanza esternanon ha niente a che vedere con la negligenzao la sortovalutazione, anzl la negligenza b I'importanza di segno opposto. Bisogna rapportarsi alla vita con piil semplicith. Non trascurare, ma nemmeno abbellire; pensaredi meno a come sono le persone,se buone o cattive. e accettareil mondo cosicom'b,nellesueordinariemanifestazioni.Labbassamento dell'importanza interna non ha niente in comune con la rasseAmmettere i propri errori e i prognazioneo I'autodenigrazione. pri peccati b lo stessoche mettere in mostra le proprie doti e i propri traguardi,la differenzasta solo nel segno:li b meno, qui b piir. La vostra compunzione pub serviresolo ai pendoli interessati a sottomettervial loro controllo. Accettatevicosi come siete. Permetteteviil lussodi esserevoi stessi.Non esaltatee non sminuite i vostri meriti e ivostri difetti. fupirate a raggiungereuna tranquillit) interiore: non sietend importanti, nd insignificanti. Se la vostra situazionedipende fortemente da qualche evento, cercate un'alternativa di riserva. Per camminare tranquillamente su un tronco serve una copertura di sicurezza.Essa dipenderi dal casoconcreto. Domandatevi semplicementeche cosa potrebbe servirvi da copertura nella data situazione. Ricordatevi che lottare contro le forze equilibratrici b inutile, e che b impossibilereprimereil panico o I'agitazione.Si pub solo ridimensionare I'importanza, e in cib vi sari di aiuto la copertura o la soluzione di riserva. Non puntate mai su una carta, per quanto sicura essapossaessere! Lunica cosache non creapotenziali superflui b il sensodell'umore, la capaciti di ridere di se stessie degli altri ma senzacattiveria

L'eauilibrio- 159

t' SCnZz offesa.Gih questo non vi permetter).di trasformarvi in un rrrsensibile manichino. Il sensodell'umoreb, per eccellenza,Ianeri:rzionedell'importanza,la caricaturadell'importanza. All'atto di risolverei problemi occorreosservare una regolad'oro: di cercre una soluzione al problema bisogna diminuire il gra1,rima ,lo della sua importanza.Solo cosi le forze equilibratrici non inter\/crrannoe il problemasi risolverl in manierasemplicee rapida. Per abbassare I'importanza occorreri innanzitutto ricordarsie rcndersiconto che la situazioneproblematicaE sorta in seguito rrll'importanza.Finchd non chiarite a voi stessiche ogni problerrrab generatodall'impo rtanzae vi immergetenel problema fino ,rl collo, il pendolo vi terr) in suo pieno potere. Fermatevi,scrolIatevidi dossoI'allucinazionee ricordatedi che cos'dI'importanz.a.Fatto cib, cambiateintenzionalmenteil modo di rapponarvi all'oggetto.Sarhgi)rpiil facile.Sapetegil che ogni attribuzionedi valoredh solo disturbo. La difficolt) maggiorestarl solo nel ricorrlare che state sguazzandoin un contesto di importanza esteriore o interiore. Qui vi sarh di aiuto il vostro Guardiano, il vostro osservatoreinterno che controlla rutti i vostri valori interiori. Limportanza invade i pensieri dell'uomo allo stessomodo in cui i muscoli si contraggono involontariamente. Per esempio, quando qualcosavi opprime, i muscoli delle spallee del collo sono in tensionespastica.Non vi rendeteconto di questatensionefino a che non cominciate a provaredolore. Ma se riuscite a ricordareper tcmpo e a fare attenzioneai muscoli, potrete allentarela stretta. Controllate il vostro livello di importanza ogni volta che vi preparatea qualche evento. Se I'evento per voi ha dawero una grande importanza, non caricateloancoradi pit. La ricetta migliore per affiontare le situazioni b: spontaneitir,improwisazione e serenit). La preparazionedovri essercisolo in qualith di copertura di sicurezza.Per nessunmotivo ci si dovrh "preparare seriamentee minuziosamente", poichd un tale atteggiamento non fari che aumentareI'importanza. Allo stessomodo la raff o rza l' agitazione inattiva. Infatti, i I p ot enzi ale superfl uo d eII' i m -


L'equilibrio- l6l

160 - Lo Spa:io delle Varianti

portanza si dissoluenell'azione.Non pensate,agite. Se proprio non potete agire,allora non pensate.Deviate la vostra attenzione '',ersoun altro oggetto, allentatela situazione. La massimaefficaciadi azione si pub ottenere se si riescea spostareil fuoco dell'attenzioneda si, come esecutore,e dallo scopofnale, per indirizzarlo sul processa di esecuzionedell'azione. "io In questo casorisulta che non svolgoun lavoro importante" e "il lavoro non d importante", e cosisi eliminano i potenzialisuperflui e le forze equilibratrici non interverranno.Lazione verri svolta in modo impassibilema non con negligenzae noncuranza. Potrestechiedervi:ma perchdbisognerebbespostareil fuoco dell'attenzionedallo scopo finale?Come si pub svolgere un lavoro senzatener presentelo scopo finale? Capirete questo fatto poco evidente leggendo i lh

capitoliseguenti.

I ll

Perchdsuccedea volte che temetequalcheevento, ci pensatecontinuamente,vi immaginatedifficolti e problemi e alla fine tutto si concludenel migliore dei modi? O al contrario, succedeche affrontateun evento imminente con superficialit) e alla fine ottenete problemi assolutamente imprevisti. Nel primo casola valutazionedell'eventoesagerain negativoe nelsecondoin positivo. Il risultato finale b il prodotto dell'azionedelle forzeequilibratrici. Le forzedevono bilanciareil potenzialesuperfuo che voi aveteartificiosamentecreato,quindi lo fanno. Secondoquestopunto di vistasi pub supporreche se io intenzionalmenteprima di un esamemi immagino gli scenaripiir terribili, allora con tutta probabilit) otterrb il massimodei voti. Non b proprio cosi, perchd si tratterebbedi una falsa intenzione. LJna tale intenzioneb il prodotto della ragione,non dell'anima.Potete ingannare voi stessi,ma si rafteri di una finzione priva di base energetia. Solo l'intenzione fu llhnima ha wa baseenergetica.Per questo non si pub ottenere la cosadesideratatramite la semplice visuaJizzazione di una immagine. Ma di questo parleremodopo.

Non vantatevimai e in nessunaoccasionedi nulla, nemmenodi ,lrrelloche avetegiustamentemeritato e tantomenodi quello che non aveteancoraraggiunto.E controproducente,perchdle forze ..r;rrilibratriciin questocasoagirannosemprecontro di voi. Sentitevicome a casavostra, ma non dimenticateche siete ,rspiti.Sevi trovatein armonico equilibrio con i pendoli che vi .ircondano, ciob oscillateinsiemea loro all'unisono,la vostra vit) scorrerhtranquillamentee piacevolmente.Siete praticanrenteentrati in risonanzacon il mondo circostante,ne ricevetc I'energiae senzagrande faticaraggiungetei vostri 6ni. Seinvecesietearrivatia un punto taleper cui viverein equilibrio con il mondo circostanteb praticamenteimpossibile (vostromarito vi picchia,per esempio),allorasar) opportuno pensaredi fareun passodecisivoe cambiare il proprio ambiente.Vi sembrache non abbiateun posto dove andare?F, una suggestionedel pendolo, che ha convenienzaa tenervi vicino. C'b sempreuna via di uscitae anchepiil di una. Ricordatevidella moscache battevainsistentementecontro il vetro perchd non vedevala finestraaperta.Lunica cosada evitaresono i movimenti bruschi e non ponderati.Tioveretesubito la soluzione ottimale, non appenaridimensionereteI'importanzadel fatto e vi libereretedall'influenzadel pendolo distruttivo che non vi fa viveretranquilli. I metodi per liberarsidal pendolo li conoscetegi): I'affossamento o I'estinzione. ; Qui concludo il tema ampio e com- I plessodell'equilibrio.Ora che vi d noto il meccanismodi azione delle forze equilibratrici,potetestabilireda soli dove si celala causadell'uno o dell'altrovostro insuccesso.Siamo arrivati alla conclusioneche in tutto occorreosservareil principio dell'equilibrio. Ora, perb, vi devo mettere in guardia da un atteggiamento di esageratalealth a questoprincipio.


162 - Lo Spaziodelle Varictnti

Sevi fisserete sull'equilibrioe tenderetea osseryarlo con fanatismo, infrangereteil principio stesso.Se il millepiedi dovessecontinuamente pensarein tutti i denagli a come andareavanti, finirebbe per fareuna gran confirsionee non riuscirebbea muoversi.In tutto occorre avereil sensodella misura. Permettetevia volte di infrangere un po'l'equilibrio, non succeder)nientedi terribile.Limportante b che in questocasola lancettadell'importanzanon s'impenni.

Riepilogo ll potenziale superfluo si crea solo quando viene data i m portanza alIa valutazione. Solo l'importanza che un evento o una cosaassumonoal vostro cospetto carica la vostra valutazione della vostra energia. La grandezza del potenziale aumenta se la valutazione altera la realtAdei fatti. L'azione delle forze equilibratrici d finalizzata a eliminare il potenziale superfluo. L'azione delle forze equilibratrici e spessoopposta all'intenzione che ha creato il potenziale. Nel "darvi in affitto",non mancate di attivareil Cuardiano interno per assicurareun lavoro irreprensibile. L'insoddisfazionee la critica finiscono per ritorcere le forze equilibratrici contro di voi. Occorre sostituire l'abitudine di reagire negativamente con quella di trasmettereenergia positiva.

L'etluilibrio- 163

L'amore incondizionato d ammirazione senza diritto di possessoe senTavenerazione. L'impostazione di condizioni e il confronto creano rapporti di dipendenza. I rapporti di dipendenza creano potenziali superflui. L'idealizzazione e la sopravvalutazione si concludono sempre con il crollo del mito. Per ottenere l'amore reciproco occorre rinunciare al diritto di possesso.lldisprezzo e la boria pagano sempre. Liberatevidalla necessikdi affermarela vostrasuperioritd. La tendenza a nascondere i difetti produce l'effetto contrario. Ogni difetto pud esserecompensato da altri meriti. Quanto maggiore d l'importanza del fine, tanto minori sono le probabilitd del suo raggiungimento. I desideri affrancati dai potenziali di importanza e di dipendenza si realizzano. Rinunciateal sensodi colpa e all'obHigo di giustificarvi. Per rinunciare al sensodi colpa basta permettersidi essere se stessi. Nessuno d in diritto di giudicarvi. Voi avete il diritto di esserevoi stessi. ll denaro arriva da solo, come attributo accessorioIungo la strada che porta al fine. Accoglieteil denaro con amore e attenzione,ma lasciatelo an dare spen sieratamente.

tNu,


164 - ht Sacio delle Vtriunri

Rinunciando all'importanza interna ed esternaotterrete la libertadi scelta. L'unico ostacolo sulla strada che porta alla realizzazione dei desideri d dato dall'importanza. Non occorre superare gli ostacoli, basta ridurne l'importanza. Occupatevi con cura delle situazioni, ma senza farvene preoccupare.

CaoitoloV

-

Il passaggioindotto


Perch6 ognigenerazione sostiene

r=-

che prima si viveva meglio? Tantesono le generazioni che si sono succedute dall'inizio della storia dell' umanit) a oggi e ognuna affermacon cerlezzache il mondo va peggiorando. ) Cio significache il mondo ha una nettatendenzaalla degradazione? Ma se fosse veramentecosi, allora I'umanit) fini rebbeal l'inferno nel giro di poche decine di generazioni.Che cosa succedeallora?

Non lasciateuiinuaderedalle informazioni negttiue.

ll ricambiogenerazionale In ogni epocala gentepensa:"l.Jnavolta si chesi stavameglio!". Con I'etir all'uomo sembra che la vita vada peggiorando.Ricorda gli anni della sua gioventir, quando rutri i colori erano brillanti, le impressioni erano vive, i sogni erano realizzabili,la musica era migliore, il clima era piil favorevole,la gente era piil gioviale, e persinoil salameerapiir saporito,per non parlarepoi dellasalute. La vita era piena di speranza,apportavagioia e soddisfazione. Ora, dopo chesonopassatitanti anni, l'uomo, di fronte agli stessi gioiosieventi,non provapiii le emozionidi un temPo.Ilpicnic, il parry, il concerto,il cinema, la festa,I'appuntamento,le vacanzeal mare, tutto ha serbatola stessaqualith di un tempo, sesi lrrole fare e un ragionamentooggettivo.[a festab allegra,il film b interessante il mare b caldo. Perbnon sono piil quelli di una volta. I colori sono sbiaditi, le emozionisi sono affievolite,l'interessesi b spento. Ma perchd in gioventir tutto era cosi magnifico? Forse la percezionedell'uomo si ottunde con I'et)?Ma con I'et) I'uomo non perde la facolt) di piangeree ridere,di percepirei colori e i gusti, distinguereil vero dal falso, il buono dal camivo.O forseb il mondo che tende a rotolare in basso,versouna fossa?In realt) il mondo circostantedi per s6 non degenerand peggiora.Essodiventa peggiore per il singolo individuo. Parallelamentealla linea negativa della vita, esistonolinee che egli ha a suo tempo trascurato .,il e dove nulla b cambiato,tutto va benecome un tempo. rt\ " egli si EsintonizMa esprimendola suainsoddisfazione F${!Z zato da solo sulle linee peggiori della vita, e in questo modo sene b lasciatorealmentecoinvolgere. f' -Y*jV


168- Lo Spa:io delle Variunti

Secondoil principio del Tiansurfing, nello spaziodelle va, rianti c? tutto eper tutti. Per esempio,c'b un settoredove la vita ha persoi suoi colori per una cerrapersonama per tutti gli altri b rimasta quella di prima. La personache emette una energia mentalenegativacapitanel settorein cui le decorazionidel suo spaziosono cambiate.Ma allo stessotempo il mondo E rimasto inalteratoper le altre persone.E non servenemmeno considerare i casi estremi,quando una personaE diventata invalida, alcolizzata,ha perduto la casao i suoi cari. Nella maggior parte dei casi,nel corsodellasuavita il negativistascivolalenramenre ma inesorabilmentesu quellelinee della vita dove i colori delle decorazionidiventano sempre pitr scuri. Ecco perchdricorda com'eratutto vivo e frescotanti anni prima. Luomo, quando nasce,accetta il mondo cosi com'b. Il bambino non sa semplicementecome pub essereil mondo, se peggioreo migliore.Anche igiovani non sono ancoraviziati e insofferenti. Essiscopronoil mondo per sestessi e gioisconodellavita, poichdhanno pir) speranze che pretese.Credono che gi) ora tutto vadabene, e poi andri solo meglio.Ma dopo arrivanogli insuccessie la persona incomincia a capire che non tutti i sogni si realizzano,che gli altri vivono meglio di lui, che bisognalottare per un posto al sole.Con il tempo le prereseaumenranoe diventanopi[ delle speranze.Linsoddisfazionee la lagnanzadivenrono Ia forza motrice che spingele personeversole linee sfortunatedella vita. Per esprimersiin termini di tansurfing, la personaemette energia negativa,che Ia porta sulle linee della vita che corrispondono ai suoi paramctrinegativi.

Il passaRxioindotto - 169

Quanto peggio pensatedel mondo tanto peggiore essodiventer). Quando eravatebambini, non vi ponevatela domanda se il mondo fossebuono o no, accettavatetutto come dovuto. Incominciavate appena a scoprire il mondo e non abusavate troppo delle critiche. Loffesa maggiore era nei confronti dei familiari che, per esempio,si rifiutavanodi comprarvi un giocattolo.Ma poi aveteincominciatoa ofFenderviseriamentecon il mondo, che vi soddisfacevasempredi meno. Ma quante piil pretesegli avanzavate,tanto peggioreera il risultato. Tirtti coloro che hanno gih vissuto Ia giovinezzae sono arrivati a un'et) matura sannoche prima tutto era migliore. Ecco dove sta il paradossoinsidioso:vi scontrate con una circostanzafastidiosa,manifestate la vostrainsoddisfazionee alla fine la situazionediventa solo piil grave.La I vostra insoddisfazionevi ritorna indietro come un triplice boomerang. Primo, perch6il potenzialesuperfluo dell'insoddisfazionerivolge contro di voi le forze equilibratrici; secondo, funge da canale oerchdI'insoddisFazione attraversoil quale il pendolo risucchia la vostra energia;terzo, perchd,emettendo energianegativavi spostatesulle linee della vita corrispondenti. Labitudine a reagirenegativamenteb talmente radicatache le personehanno finito per perderela superioritl che avevano rispetto agli esseriviventi inferiori, costituita dalla coscienza. Anche le ostriche reagiscononegativamenteagli irritanti esterni. Ma I'uomo, a differenzadell'osrica, pub consapevolmentee intenzionalmenteregolarei propri rapporti con il mondo esterno;egli, perb, non sfrutta questo privilegio e risponde con aggressivit)al minimo disagio.Egli interpretaerronearnentel'aggressivitl,intendendola una manifestazionedella propria forza, senzacapireche in realt) egli si sta agitando,impotente, nella ragnateladei pendoli.


Il passassioindotto - l7l

170 - Lo Soaz.iodelle Varianti

Pensateche Ia vita siapegiorata. Ma a coloro che ora sono giovani la vita apparemeravigliosa-Perchdsuccedecosi?Forseperchdnon sanno coniera bello quando voi avevatela loro ed? Ma anche alloravivevanopersonepiir vecchie di voi, che esattamentecome voi adessosi lamentavano della vita e ricordavanocom'era bello prima. [a causa qui non b solo nella tendenzadella psiche urnanaa czrncellare dal passatoil brumoper lasciare il bello. Infatti, l'insoddisfazioneb diretta sull'esistente ora, che sarebbepeggioredi quello che eraprima. Ma sesi ammette che la vita peggiori di anno in anno, significa che il mondo gii da tempo si sarebbedovuto semplicemente spaccarein tanti pezzi. Quante generazionisi sono succedutedall'inizio della storiadell'umanitha oggi?E ognuna ritiene che il mondo d peggiorato!Per esempio,tutte le persone anziane affermano con sicurezzache la Coca-cola prima era migliore. Ma la Coca-colab stata inventata nel 1886. Potete immaginare quanto schifosadovrebbeesserediventata ora, dopo tutti questi anni! Forseb colpa della percezionegustativache col tempo si affievolisce?Improbabile. Infatti, per una persona anziana,anche ogni altra qualitir b diventata peggiore,le caratteristichedei mobili o dei vestiti,per esempio. Seil mondo fosseuno e unico per tutti, dopo il ricambio di qualche decinadi generazioniessosi sarebbetrasformatoin un autentico inferno. E allora come si pub intendere l'affermazioneparadossaIe che il mondn non i uno per ntti? Noi tutti viviamo nello stesso mondo di realizzazionemateriale di varianti. Ma le varianti che il mondo offte sono uniche e diverseper ogni singolo individuo. In superficiesi notano evidenti diversitl di desdno:i ricchi e i poveri,

I

le personedi successoe i falliti, i felici e gli infelici. Tirni 1p vivono in questomondo ma per ciascunodi loro essob ;fiKi*tu^bv o^ unico. Qui sembrerebbetutto chiaro, come I'esistenza Y;l di quartieri poveri e quanieri ricchi. Tirttavia, a diver- F^t / V sificarsinon sono solo i ruoli e gli scenaridi destino, ma anche le decorazioni. Proprio quest'ultima differenzasi nota con meno evidenza.I-Jnapersonaguardail mondo dal finestrino di unautomobile lussuosa,unaltra dal cassonettodelle immondizie; uno alla festab allegro,I'altro b preso dai suoi problemi; uno vede un allegracompagnia di ragnzi, I'altro vede una banda di teppisti sfrontati.Tirtti guardanola stessacosama le immagini che vedono sono diverse,come il cinema in bianco e nero d diversoda quello a colori. Ogni pmona t sinnnizuzta sul suo settorenelh spaziodzllz uaianti, pn questomotiuo ognunouiuenelproprio mondn.Tittti questi mondi si sourappongono I' uno sopraI abro in strati, eformano cib che noi intmdiamo per Eazio in rui uiuiamo. Forsevi b difficile da immaginare. Non si puir staccareuno strato dall'altro. Ogni personacon i suoi pensieriforma una sua propria realt).,e questarealt) al rempo stessos'intersecae interagiscecon il mondo circostante. Provatea immaginare una Terra completamentepriva di esseri viventi. Soffiano i venti, piove, i vulcani erurrano,i fiumi scorrono: il mondo esiste.Ecco che nasceI'uomo e incomincia a osservare questo mondo. Lenergia dei suoi pensierigenerauna realizzazione materialein un determinatosettoredello spaziodellevarianti, la vita di questoconcreto uomo in questoconcretomondo. [a sua vita d un nuovo stratodi questomondo. Nasceun altra personae compare un altro strato.Muore una personae lo stratoscomparco si trasforma, a secondadi quello che awiene nello spaziooltre la morre. Lumanith fa fatica a immaginare che esistanoaltri esseriviventi in altre strutture di mondo parallele. Ma proviamo per un attimo a supporre che non ci siano proprio esseriviventi al mondo. E allora quale energia ha generato la realizzazione materiale di uno spazio dove non c'E nessunesserevivente?


172 - Lo Spa:.iodelle Vnrianti

Si pub solo cercaredi indovinare.O forse,quando moririr I'ultimo esserevivente, allora con lui scomparir) anche il mondo? Chi potr) affermare che il mondo esiste,se al mondo non c'd nessuno?Infatti, se non c'd nessunoche possadire che il mondo (cosicome lo intendiamo noi) c'b, vuol dire che del mondo in s6 e per sd non si potrebbenemmeno parlare. Ma lasciamoperdere,non ci inoltreremo ulteriormente nei meandri delle speculazioni.Non dimenticate che il Ti'ansurfingb solo che l'uomo si uno dei possibilimodelli. Tuttele rappresentazioni fa del mondo circostantee della vita in essonon sono piir che modelli. Ricordatevi dell'importanz , e fate attenzionea non creareil potenzialed'importanza esternadel Tiansurfing. In casocontrario si rischia di diventareapologeti di un idea inutile e di ridursi a dimostrarea tutti la verit) della propria visione del mondo. la verit) b un astrazione.Ci d dato di conosceresolo alcune manifestazioni e leggi della realth.E il nostro scopoqui b solo quello di ricauareun uantagio pratico dd. nostro modello. Ritorniamo ai mondi delle generazioni. Ogni personanel corsodellasuavita si sposta da un settoredello spaziodelle varianti a un alffo, e in questo modo trasforma lo strato del suo mondo. Siccomela persona di norma preferisceesprimerela sua insoddisfazioneed emetterepiil energianegativa che positiva,si manifestala tendenzaal peggioramentodella qualit) dellavita. Una personapub col tempo accumulareuna intera fortuna, senzadiventareper questopiil felice.I colori delle decorazionisi affievolisconoe lavita porta sempremeno gioia. Un rappresentantedella vecchiagenerazionee un giovanebevono la stessaCoca-cola,fanno il bagnonello stessomare,scianosu una pista dellastessamontagna,tutto sembralo

Il rtassagRio indotto- 173 stessodi tanti anni prima. Ma il vecchio b sicuro che prima tutto eramigliore, mentre per il giovaneora b tutto magnifico. Quando il giovanediventeri vecchio,la storiasi ripeter) da capo. In questatendenzasi notano deviazioni,sia in direzionedel peggio chein direzionedel meglio. Succedea volte che una persona,con I'er)., incominci appenaa provaregusto per la vita, ma succedeanche che un fomrnato per eccellenzarwzali giL in una fossa.In generale,comunque, le generazionipiir o meno unanimemenreritengonoche la qualitir dellavita vadapegiorando. Cosi awiene il ricambio degli suati generazionali.l"o strato della vecchiagenerazionesi spostaversoil lato pegiore, mentre lo sffato giovanileindugia per poi muoversinella stessadirezione.Quesrospostamentoawiene per gradi, iniziando ogni volta da una posizioneottimistica.Proprio per quesroil mondo nellasuainterezzanonsi trasformain un inferno. Ognuno di noi ha lo stratochesi b sceltoda solo.Luomo ha veramenrela possibilit)di scegliersiuno strato ed b quello che fa. Gradualmentevi stagii diventando chiaroin che modo I'uomo lo facciaa proprio danno.Nei capitoli precedentiabbiamo gii democome si dwe fare per non trasformare il proprio strato in un inferno. Ma come ci si pub riappropriaredel mondo di una volta e ritornaresullelineedovela vita b piena di colori e di speranze,come nell'infanziae nella grovinezza?Anche di questo compito si pub venire a capo con I'aiuto della tecnicadel Tiansurfing. Prima, perb sidow) capirein che modo ci allonaniamo dalle linee fomrnate e promettenti per finire in quelle linee doveci possonochiedere:"Ma come avetefafto a caderecosi in basso?"

l-'imbutodel pendolo [a psichedell'uomo t strutturatain modo taleda farlo reagirecon piil forza agli irritanti negativi. Si pub uattaredi informazioni indesi-


174 - Lo Spa:.iodelle Variunti

derate,azioni ostili, pericoli o semplicementeenergianegativa.Certamente anchegli effetti positivi possonosuscitareforti emozioni, ma il panico e la furia superanoper intensit) la gioia e I'allegria. La causadi questa disuguaglianza si perde nella notte dei tempi, quando la paura e la furia erano fattori decisivi di soprawivenza. Che vantaggio poteva venire dalla gioia? Non aiuta nd a difendersi, nd a evitare i pericoli, nd a procurarsi il cibo. Thnto piii che nei tempi andati una vita piena di sofferenzee privazioni causavapiil dolori e paura che gioie e allegria.Da qui la tendenzadegli uomini a cederepii facilmenteai pensieritristi e alle depressioniche non a indugiare nella gioia. Avete mai sentito dire che una persona normale soffraa causadi un allegriaesagerata? Percontro, siamo circondati da depressionie stress. I pendoli, nella fattispeciei massmedia, sfruttano attivamente questecaratteristichedella percezioneumana. Nei programmi d'informazionesi sentonorararnentele buone notizie. Di solito i mass media fanno cosi: prendono un qualche fatto negativo, cominciano a lavorarcisopra,fanno emergerenuovi dettagli, li fanno assaporare al pubblico e alla fine portano in turti i modi possibili la situazioneal dramma. Secondolo stessoprincipio vengonolanciate le altre notizie negative:catastrofi,cataclismi,atti terroristici, conflitti armati e via discorrendo.Fateattenzionealla regolaricorrente:gli alrrenimentisi evolvonosempresecondouna spirale.Si parte da uno spunto, essoviene abbondantementesviluppato cosi da generareuna tensionecrescente; la tensionea un certo momento raggiungeil culmine, e le emozionisonovivissimee ampiamente diffuse. Quando si arriva all'epilogo, e tutta la massadi energia b gi) atomizzatanello spazio,ecco che finalmente si insraura una tregua temporanea.Allo stessomodo le onde s'infrangono sulla

ll pussag,Riointltttttt - 175

riva.Su questostessoprincipio si fondano gli intermirrrrbiliserialtelevisivi.Da un punto di vistaoggerrivo in cssinon c'b niente di particolare,tutto il "dramrrratismo"che presentanob inventatodi sanapianta. lirttavia,bastaguardare,due o tre puntateed eccoche ci si ritrovacoinvolti. Perchd? In questesoap-operanon succedenientedi cosiparticolarmenteinteressante. Il fatto b clre la frequenza di emissionementale viene agganciatadal pendokr-serialee I'attenzionedellapersonasi fissasul dato settore. Proviamo a vedere da vicino il meccanismodi sviluppo della suddettaspirale.All'inizio la personasi scontracon un fatto che teoricamentela pub preoccupare o meno. Supponiamoche si tratti di una notizie_di un grave awenimento accaduto in un altro paese.Questab la prima spinta del pendolo.Se la notizia toccala persona,essacominciaa risponderea questoeffetto:esprimeil suo punto di vista,partecipaemotivamentee quindi emettein risposta energiadello stessoordine della prima spinta e alla stessafrequenza Questaconcretapersona,come mille altre,ha rispostoal pendolo con il proprio interessee la propria partecipazione.Lemissionei entratain risonanzacon il pendoloe I'energiadi quest'ultimo,grazie a cib, t aumentata.l mezzidi informazionedi massacontinuano la loro campagna.fa personaseguecon interesselo sviluppo degli eventie il pendolo ricevela sua dosedi energia.Con questa tecnicail pendoloattira nellesuereti i suoi sostenitorie risucchiala loro energia.Le personecoinvoltesi lascianopenetraredall'energia negativae si fanno coinvolgeredal gioco, per ora temporaneamente, in qualithdi osservatoriesterni. A prima vista non b successoniente di particolare,un fenomeno ordinario. Cosa c'b di cosi gravenel fatto che una persona abbia trasmessouna parte della sua energiaper nutrire un pendolo distruttivo? Praticamentenon si riflette piil di tanto sulla suasalute.Di fatto, perb, emettendoenergiaalla frequenzadi un al'venimentonegativola personasi trasportasulle linee della vita dove simili awenimenti succedonoa una distanzasempre piil


Il passaggioindotto - 177

176 - Lo Spa:.iodelle Varianti

rawicinata. La personapartecipaemotivamenteallo spunto inizialee si ritrova nella zona di azionedi una spiraleche si awolge e lo risucchia,come un imbuto. Linterazione tra la personae il pendolo diventa semprepiil stretta,e la personafinisceper percepire il dato awenimento come una parte inevitabile della sua vita. La sua attenzioneincomincia a lavorarein modo selettivo: ovunque le capitano sotto gli occhi notizie di nuovi fatti accaduti in paesidiversi.La personadiscutele notizie con familiari e conoscenti,ricevendoda questi ultimi un riscontro sotto forma di interessee compartecipazione.Lenergia del pendolo cresce, mentrela persona,per frequenzadi emissione,si ritrova sempre piir vicina alle linee dell'arvenimento, .\

.v

l

ma ora non Dlu come osservatoreesterno Densr I

come diretto partecipante. Definiremo questo fenomeno di risucchio nell'imburo passaggto indnxo sulla linea della vita dove una persona,da sostenitore del pendolo distruttivo, diventa una sua vittima. Il riscontro della personaalla spinta del pendolo distruttivo e l'ulteriore reciproco scambiodi energiadi oscillazioniinducono il suo passaggio su una linea dellavita vicina per frequenzaalleoscillazioni del pendolo.Il risultatod che l'arvenimento negativosi inseriscenello stratodel mondo dellapersonain questione.

Le catastrofi Molte persone,in un modo o in un altro, ammettono la possibilit) teoricadi essere vittime di una catastrofe,ma non tutti permettono I'accesso di tale eventualit) nello strato del loro mondo. Ci sono personeche non guardano i serialtelevisivi,non si interessanodei notiziari, non si lascianotocczredaeli avvenimenti che succedono

.r rlualcuno da qualcheparte del mondo. Vivono nei propri strati e .ono sostenitoridi altritipi di pendoli. Non si preoccupanodel fatto ,.hc da qualcheparte nel mondo un aereosia caduto. Ascoltano le rrotiziedi simili awenimenti con indifferenza,mentre masticanola tcna. lr preoccupazioniche hanno bastanoloro e avanzano. Al passaggioindotto sono soggettesoprattutto le personeche si interessano, si preoccupanoe si agitano per disgrazieche accadono ,rclaltri. Se la vita di una Dersonanon b sufficientementesaturadi problemi e preoccupazioni,la personatendea colmareil deficit convogliandola suaattenzionesu fatd che avvcngonoin strati altrui. Questotipo di personeleggeregolarmentela cronacanera, guardaiserial o aspettanuove notizie di catastrofie cataclismi.La stampa scandalisticae i serialirappresentanol'attivit) di pendoli modesti e inoffensivi.Essere ,t devoti a questo tipo di pendoli colma /' un deficit di informazioni, emozioni e sofferenze.Percontro, manifestareinteressenei confronti di pendoli distruttivi come i disastrie i cataclismi,rappresentauna minaccia reale.Si tratta di pendoli forti e molto aggressivi. La frequenzadell'emissionementale di una personache rivolge la sua attenzionea simili awenimenti viene agganciataesattamente come succedecon i serialtelevisivi.Chi manifestainteresse nei confronti di informazioni negative ne riceve in abbondanza. esterno:t come se All'inizio il suo ruolo b quello di un osservatore una partita di calcio.Il gioco, perb, sedesse sulletribune e seguisse lo coinvolgesempredi piil, fino a farlo diventareun tifoso accanito. Eccoche scendein campo e comincia a correre,ma senzaricevereper il momento il pallone.Gradualmentee senzaaccorgersene viene presosempre piil dal gioco e finalmente il pallone gli arriva a tiro. Losservatoreora si b trasformato in giocatore, owerossia in vittima di una disgrazia.E come potrebbeesserealtrimenti?I disastri,infatti, sono diventatiuna parte dellasuavita, lui stessoli

I

I t


I 178- ht Spa:ittdelle Vuriunti

ha introdotti nel suo proprio srrato personalee, accettando involontariamente il destino della vittima, ha finito per materializzarela varianre s,renturata.E owio che la personain oggetto non volevafare la parte della vittima, ma cib non d di nessunaimportanza. I ruoli li definisceil pendolo, se la personaha accerrato il suo gioco. Percid,se per molte altre persone,la determinatadisgraziab semplicemenreuna congiunzione fatale di circostanze, per la nostravittima ipotetica d la logica e regolareconclusionedel gioco. Per il nostro eroe la probabilitir di trovarsi al posto giusto al momento giusto E superiorealla media. Seignoreretele spinte dei pendoli distruttivi, non vi succeder). mai un incidente, o per meglio dire, le probabilith di capitare in una simile situazione saranno quasi pari allo zero. Potreste obiettare:e allora come mai, in occasionedi disastrio cataclismi, le personemuoiono a migliaia?Vuol dire che pensavanoturre insieme contemporaneamentea una carastrofe? Il fatto E che voi non sietesoli in questo mondo. Attorno a voi vivono massedi personeche lavoranoartivamenteper i pendoli distruttivi ed emettono energiaal loro spettro. Nessunosi pub isolareperfettamente da questaemissione.Il campodi emissionevi pub invaderee, senza neancheche ve ne accorgiate,cominciate a emetterealle stesse frequenze.Le origini di questo comportamento si perdono nella notte dei tempi, quando I'istinto di gruppo aiutavaa evirarei pericoli. Proprio per quesro il campo energeticodel passaggioindotto ha un andamento crescentea valanga,e risucchiaa mo' d'imbuto. ll compito sar) allora quello di tenersiil pit lontano possibiledal centro dell'imbuto. Cib ignifica fare i

Il passaggioindotto - 179

,lice qui di evitarele informazioni ma di non lasciar\('ne penetrare.Com'E noto dai precedenticapitoli, , r'itaredi scontrarsicon i pendoli equivalea cercare ..li incontrarli. Quando vi opponete a qualcosa,non ,lcsiderateche alvenga o manifestateostilitl, emetr('tc con cib una forte energiaalla frequenzadel fatto o ..lcll'oggettoche volete evitare.Non lasciarsipenetrare,significa isnorare,non reagireall'informazione negativae convogliarela 1''ropriaattenzionesu programmi e libri inoffensivi. Seproprio non vi riescedi non reagire,allora si pub speraresolo ncll'Angelocustode.Se,per esempio,ayetepaura di viaggiarein aerco, non fatelo. Se c'b paura,significache nello spettro della vostra cmissionec'b una frecuenzache entra in risonanzacon una linea clcllavita dov b segnatrunacatastrofeaerea.Cib non significachecasu questalinea, ma che esisteuna probabilit). pitereteassolutamente Se invecenon aveteil minimo pensierodi pericolo legatoall'aereo, rrlloranon c'b di che averpaura.Percontro, seprovateun agitazione chenon ui i propriaprima di un viaggioin aereo,sarebberagionevole non partire. Se non volareb praticamenteimpossibile,allora si dovrebbe imparare ad ascoltareilftrcn dzllz stellzdrl manino. Verrete prestoa saperedi cosasi tratta e come fareper ascoltarlo.

La guerra In sostanzala guerrascoppia,piil o meno, come una rissabanale. All'inizio una parte esprimela suaopinione dl'altra parte. Quest'ultima ha una opinione opposta,pertanto il punto di vista diverso firnzionacome una spintadel pendolo distruttivo. fa secondaparte rispondeallaprima spintacon un impulso piil forte e, dal canto suo, E cosi via la prima parte risponde in modo ancorapiil aggressivo. con intensit) crescente,finchd non si arrivaalle mani. Questo esempiooffre un quadro semplicee chiaro di lotta di due pendoli che, cozzandol'uno contro I'altro, oscillano con forza crescente.Quando una guerra o una rivoluzione


180- ht Spu:iotlelle Variunti

sono in incubazione,entrano in gioco vari fattori, ma la sostanza d la stessa.

All'inizio sidice alla gente che si vive male. Tutti concordanofacilmentecon quest'affermazione:la prima bamutadel pendolo viene accettata.Poi si trova una sptegazlone:a vivere meglio ci disturba qualcuno altro di diverso da noi. Cib suscitaI'indignazione generalee il pendolo incomincia a oscillare.Quindi segueuna provocazioneda parte dell'una o dell'altra parre e cib origina una rempestadi proteste.Il pendolo ha preso forzaela guerrao la rivoluzionepossonocominciare.Ogni iolpo di pendolo generauna ripercussioneche rafforza ulteriormente le oscillazioni,fino a farlesmorrarein forma di valangasullelinee della vita dove la rensioneb in continuo crescendo. Un tentativo di cambiarela situazionesi pub fare solo all'inizio, giacchdpoi essaescefuori da ogni controllo. Se all'inizio del movimento di awolgimento della spirale si risponde al primo attacco del pendolo in modo pacifico o spostandosidi lato, il pendolo verri affossatoo estinro; di conseguenza,il passaggio su una nuova voluta della spirale,or,wcrossia su una nuova linea, verri bloccato.Seinvecesi accetranole oscillazionidel pendolo, la frequenzadi oscillazionedel partecipanteverr) ad assumere parametri somiglianti alle linee della nuova voluta della spirale. Puftroppo, il fano che un singolopartecipanteagli eventi non reagiscaal pendolo, non d) ancoralagannziache egli non verr) coinvolto in una guerrao in una rivoluzione.Perchi d stato risucchiato in un vortice porente d praticamenteimpossibileuscirnefuori, per quanti sforzi faccia.Tirttavia,il parrecipanreche non accertail gioco del pendolo avr) per lo meno piil chancesdi soprawiveree di uscire dalla situazionecon una perdita minima. Attenzione, perb, bisogna

Il passaggio indotto - l8I

t.rpire beneche cosasignifichi non accettareuna guerra ,r r-rnarivoluzione.Poteteodiarefortemente la guerrae krffarciattivamentecontro, al pendolo b assolutamente indifferentesesietepro o contro, gli va beneI'energiadi .pralsiasisegno.Seemetteteenergiaallafrequenza .lclla guerra,avr)rluogo un passaggiosu que- ,,/-,, , ':' sta linea: accetteretela guerra,ne prenderete / , , 'll\\it sul campo di battaglia.Seinveparte,sa.rete cc loftate contro la guerra, essavi ingoierh comunque.Non accettareil pendolo-guerra significa ignorarlo. ii'n"to che non b sempre facileignorare,e qui staproprio il pericolo del passaggioindotto. Perdsi pub quanto meno non prendereposizione,nd contro n6 a favore.Sono sempreesistitipaesineutrali che, rimanendo da parte, assistevano alla distruzionedi interi popoli, gli uni per mano degli aitri. Fateanenzioneai meeting di protestacontro le azioni militari: per un pendolo interessatoa scatenareun conflitto contro il suo nemico, i manifestantidell'opposizionesono sostenitori devoti e desideratinon meno degli aperti fautori della guerra. I'alleatopiir naturaledellaguerra, [a protestaattiva finisceper essere siano convinti del contrario.Avannonostantegli ingenui oppositori il vero volto e le reali motivazioni zarepropostedi pace,smascherare le uniche azioni che possonoreprimereun sono del pendolo-guerra Il penconfitto. Vi ricordateI'allegoriacon il nido di api selvatiche? dolo dichiaraai suoi membri che le api sono pericolosee Perquesto bisognadistruggerle.Ma di che cosaha veramentebisogno il pendolo?Del loro miele, forse?

La disoccupazione Come si Edetto, si pub partecipareal gioco del pendolo distruttivo in modi diversi, o sostenendoloo rifiutandolo. La seconda


I I passaEBjoj 44p!19=JE

182 - Lo Spazb delle Varianti

via forse b ancora piil pericolosa,giacchdil desideriodi evitare lo scontro con il pendolo crea un potenziale superfluoche risucchianell'imbuto del passaggio. Oggi tutti o quasi tutti hanno paura di perdere il lavoro. Il passaggioindotto che fa finire sulla stradat molto subdolo. Tirtto comincia da un nonnulla e in manierainoflensiva,magarida un primo debole segnale:avetesentito per casoche nellavostraditta le cosenon stannoandando bene come prima; oppure qualcuno dei vostri amici ha persoil lavoro, o si dice in giro che da qualche parte s'intenderidurre il personaleo qualcosadi analogo. A livello inconscio,senzache voi ve ne rendiateconro, b suonato un campanellod'allarme.A questo seguepoi un altro segnale,per esempioche I'inflazioneâ&#x201A;Ź in forte aumento. La notizia mette in guardiavoi e owiamente anchegli altri. Incominciano cosile conversazionisul tema,e il pendolo-disoccupazione riceve la sua dose di nutrimento energetico.Ecco che seguono notizie sull'instabiliti della borsae la tensionegeneraleaumenra.La preoccupazionediventa prestoangosciae si trasformaquindi in panico.Voi gi) a tutto spianogenerateenergiaalla frequenzadella linea della vita dove vi vedetesenzalavoro. Quando vi portate addossola paura di esserenel numero dei licenziati,potete star certi che d talmente evidentecome sevi foste attaccattisul petto un cartello con la scritta: "Mi potete licenziare".Se pensatedi potâ&#x201A;Źr nasconderequestapaura, vi sbagliatedi grosso:una certa fugace gestualiti o certe sfirmature del rono della voce a volte dicono piil delle parole. Perdendola sicurezzain voi sressi,non sietepiir il lavoratoreefficientedi prima. Quello che prima riuscivatea farefacilmente,ora vi riescecon difficolt). Nei rapporti con i colleghi crescela tensione,giacchdanche loro sono nella vostra stessaposizione. Il nervosismoviene trasferito anche in

famiglia, dove invecedi sostenervimagari vi accusano.E fatta: lo strâ&#x201A;Źsscrescerapidamentee voi non sietepiir un lavoratore,sul petto b gii apparsoil cartello con la scritta:"Pronto al licenziamento". fa causadella paura di esserelicenziati si celadietro al sensodi colpa, che arde debolmente o brucia di un firocovivo nelvostroinconscio. Chi verri licenziato per primo? Il peggiore.Se vi siete permessidi credere di poter esserepeggiodegli altri, vuol dire che vi sietemessida soli nella lista nera.Rinunciate al sensodi voi stessi.E senon vi riesce, colpa,permetteteviil lussodi essere Il potenzialesuperfluodelle lavoro. nuovo un a cercare incominciate cmozioni si dissolvednell'azione.Alcune personecominciano a cercareun nuovo lavoro subito dopo averottenuto un posto di lavoro. [.o fanno non perchi hanno intenzionedicambiare subito di nuovo l,rvoro,ma semplicementeperchdla coperturainfonde sicurezza,induce a pensare:per male che vada,c'b un'alternativa. Se inveceguardateal futuro con serenit), I'azione delle forze equilibratricinon vi toccherir.

Leepidemie Voi forse penserete:qui le linee della vita non possono c'entrare niente, una personasi ammala perchdE statacontagiata'E avete ragione, ma solo affermando che la Personaha permesso di Farsicontagiare.Non voglio dire che dovevaandarsenein giro con la mascherina.Non I'avrebbecomunque aiutata. Non ci credete?Ebbene, da un Punto di vista strettamentespeculativo non lo possodimostrare,come del resto non possodimostrare niente di cib di cui si tratta in questo libro. Del resto,nell'ipotesi di una epidemiad'influenzaanchevoi non ve ne andrestein giro con la mascherinaPer verificarele mie parole, non b vero?


184 - Lo Spa:io deLleVarianti

Pertantodirb solo quello che so, e voi saretepadroni di credercio meno. Dunque, scopriamoI'anamnesi di una malattia. La causadi una malattia b il vostro volontario consensoa prender parte al gioco che si chiama "Epidemia". Thtto incomincia quando sentitedire in giro che da qualche parte si b scatenatauna epidemia. Tutte le Dersonenormali sanno che I'epidemia si trasmetteper via aerea,quindi voi, come ogni persona normale, ammettete tranquillamentel'eventualit) che tutti possanoesserecontagiati. In testa turbina gii lo scenariodella malattia: vi immaginate con la febbre, vi vedete giir srarnutire e tossire.E f^tt"r da questo momenro sietegi) in gioco, poichd emetteteenergiamentale alla frequenzadel pendolo distruttivo. Inconsciamentecercategi) la conferma dell'avanzaredell'epidemia e la vostra attenzionecomincia a lavorareselettivamente.Intorno a voi vedetepersoneche starnutiscono,ovvero,prima non le notavateanchesec'erano,ma adessos):al lavoro e a casadi tanto in tanto qualcunoparladell'influenza.Ol'unque trovatenuoveconferme dellavostrasupposizione,ciob del famoche I'epidemiasraavanzando, anchesevoi appostanon cercateconferme e il tema piil di tanto non vi preoccupa.Parequasiche le circostanzealvengano da sole.Cib perchd,seall'inizio delgioco vi eravatesintoni'zatisulla frequenzadel pendolo distruttivo, poi il legameb diventarovia via piir forte, indipendentementedalla vostra partecipazioneconsapevole. Se poi non sietecosi contrari ad ammalarvi o sietepropensia non averscrnpo, significache sietegi) un sosreniroreattivo del pendolo. Si pub ancheverificareil casocontrario: avetedecisodi non arnmalarvi e vi sietepersuasidi essereassolutamentesani e di non correre alcun rischio.Anche questavolta, perb, non ne verr) fuori niente: state comunque pensandoalla malattia e quindi emetreteenergia

ll passasxioindotto - 185

,,ll,rficquenzadellamalamia.Direzionare r lrt'rrsieria favoreo contro la mdattia rrorrha nessunaimportanza.In altri terrnirri:se cercatedi convincerviche non r i ,rnrmalerete, significache fin dall'inizio .rnrnrcttete questapossibilit),quindi non r i :rirrter)alcunapersuasione del contrari,r. [-eparoledettead altavocesmuovo' rr,,scmplicemente I'aria.Le paroledette

'..-i

::r

rt,l se e se non sono lnvece nlente. mentre la

Ictlc b una energiapotente, anche se non ha voce. ( ,iLrntia questolivello non vi salveretedall'epidemia t)r'nrmenose correretea farvi vaccinare.Vi ammaleretelo stesso, irr rrnaforma o in un'altra.Il primo sintomo dellamalattiavi porri ,li fi'ontea una scelta:cederealla fin fine alla malattia o no? Voi ()[)porreteuna debole resistenza e vi rassegnerete poi ad ammal.rrvi.Questo esito apporter) una correzionedefinitiva alla vostra t'rnissionedi energiae vi trasferiretesulla linea della vita dove la rrrrrlatria pienamente. si maniFesta ll passaggio indotto b iniziato nel momento in cui aveteacccrtato il pendolo-malattia.Se veramenteve ne infischiate,il passaggionon awerr).; analogamente,se siete in vacanza,non sietein contatto con nessuno,non ascoltatele notizie e non sapcteniente dell'epidemia,il pendolo non vi toccheri, affon.ler) semplicementenel vuoto. Visiete maichiesti perchdi medici non vengonocontagiatidai rlalati? Molti di loro lavoranoanchesenzaprotezioni.Non b perchd sono vaccinati, tanto piil che non ci si pub vaccinarecontro rutte le mdattie. Il fatto b che anchei medicigiocanoattivamente al gioco del pendolo-malattiama il loro ruolo b un altro. Per analogia,provate a seguireil comportamento delle hostess in aereo:questebuone fate raccomandanoinsistentemente a tutti I'aereo come se, di legarele cinture. l,oro, invece,volteggiano per in casodi avaria,potesserolibrarsi in aria alla maniera dei colibri.


186- Lo Spaziodelle Varianti

nBene,e allora come si spiegala situazione dei lattanti infettati dall'AIDS? Anche loro emettono energiada passaggioindotto??, - si chiederl il lettore? Innanzitutto stiamo analizzandola questione dell'epidemiacome tendenza.In secondoluogo non sto cercando di dimostrare che non esiste alcun tipo di contagio,ma solo che esisteI'emissione mentale alla frequenza della malattia. Il Tiansurfingnon b nd un dogma,nd l'istanzaultima della veriti. Non bisogna erigeread assoluto nessunaidea, si pub solo prendereatto di alcune .' i regolericorrenti. la verith b sempre "da qualche precisamentenon si sa. Parre qul vlclno , ma dove

ll panico Il panico b la piil intensivae la piir velocedelle forme di passaggio indotto. Il panico sottolineacon il massimocontrastotutte le suecaratteristiche.Innanzitutto I'arvolgimento della spiraleawiene in modo molto tenace,poichd il segnaledi un reale pericolo suona in modo sempremolto convincentee la personasi inserisceimmediatamente nel gioco del pendolo distruttivo. Per questo motivo il pendolo prende a oscillarevelocementee in crescendo praticamente con effetto valanga. In secondo luogo la persona perde praticamente il controllo di se stessae, di conseguenza,si trasforma in un riceventesensibiledelle oscillazioni del pendolo e al tempo stessoin un attivo trasmettitore.Infine, il pendolo stesso trova una idealematerializzazionedi sdnella folla. Purtroppo, tutti questi fattori rendono difficile la neutralizzazionedel pendolopanico tramite i metodi conosciuti dell'affossamento e dell'estinzione.Nei momenti di paura a una personanon viene nemmeno in mente di riflettere sui metodi di lotta.

Il passaspioindotto - 187

Iirttavia,se si riescea mantenereil controllo ( .r non cedered panico, con una buona dosedi 1'r.rb:rbilit)ci si potr) salvareo si potri salvare l.r vita dei propri cari. Succedeper esempioche, ,1rr;rndouna nave affonda, tutti si accalcanosu .rl.une scialuppedi salvataggio,mentre altre rinlrlngono vuote. E basterebbesolo un istante l)('r guardarsiintorno e capirela situazione.Ma tlrri sta I'insidia del passaggioindotto: funziona ( onre un imbuto che risucchiarutto quello che vicne anchesolo sfiorato.

b

.,,,*N&t[ a,i.lt!

N

La povertir A ragionarecol buon senso,come fa ad arricchirsi una persorrasemplice,nata nei bassifondi?Lasciandoda parte la via del crimine e le belle storie sui milionari, possiamoaffbrmareche le considerazionifondate sul buonsensonon porrano a niente. I'. quindi, quali vantaggi ci apporta una logica abituale?Il Tlansurfing fuoriescedai limiti del buonsenso,perb permemedi fare cluelloche, secondoaltre logiche,sembraimpossibile. Agendo logicamente,le personeottengono risultati corrispondenti. Chi b nato povero e vive in un ambiente di povert) a cui I abituato, emetteenergiaalla frequenzadella linea della sua poveraesistenza.Per questapersonatrasferirsisulla linea del benessereb molto difficile, soprartuto se prova solo odio per la sua poverte, invidia verso i ricchi e manifesta il desideriodi diventare ricco. Anzi no, direi che se si hanno a disposizionesolo quesri tre fattori t praticamenteimpossibiletrasferirsisulla linea della ricchezza.Vediamo un po' di capire perchd. Forse,una delle prime scoperteche fanno tutti i bambini entrando nella vita, b questa:se non vuoi qualcosa,non significa che ne sarailiberato. Quante volte succedeche i bambini gridano disperatamente,quasi dal profondo dell'anima: ulo questo


188- Lo Sna.iodelle Vurionti

proprio non lo voglio! Lo odio con turre le mie forze!Maperchd non mi lasciain pace?Ma perchdmi succedesemprecosi?o. E una domanda che non si pongono solo i bambini ma anche gli adulti, nell'impeto dell'insoddisfazione. ii effettivamentediffi cile rassegnarsial fatto che senon vuoi qualcosa,succederirlo stesso, e se poi odi qualcosa,ti perseguiteri senzadarti rregua.Thnti possonoesseregli oggetti dell'odio: la propria poverti, il proprio lavoro, i propri difetti fisici, i vicini, i vagabondiper strada,gli alcolizzati,i drogati, i cani, i ladri, i banditi, la gioventil sfrontaia, il governo... Ma tanto piir forte sar) il vostro odio, tanto pii spessovi scontreretecon I'oggettodel vosrroodio. E ormai sapete bene perchd:se una cosao una personavi turba, voi ci peniate continuamentee quindi emetreteenergiamenralealla frequenza dellelinee dellavita dove l'oggettodel vostro scontenrob presente in abbondanza.Non d importanre la polarit) della vostraemissione,cioEse I'oggetto"vi piaccia"o "non vi piaccia".Il secondo caso,anzi, producepiil effetto poichd le emozioni sono piil forti: quello che non vi piaced per voi un pendolo disrrurtivo,e con le vostreemozioni negativelo fateoscillareancoradi piil; odiandolo fortemenrecreareun potenzialesuperfluo,le forze equilibratrici si attiveranno ma verranno indirizzare conrro di voi, poichd per loro b piir sempliceeliminareun singolooppositoreche non cambiareil mondo che a qualcuno non piace. Provate un po' a immaginare quanti fattori nocivi si trovano in un modo di rapportarsi negativo nei confronti dellavita! futorniamo al nostro uomo nato in miseria. Egli sogna di diventare ricco, ma il desiderio, come si sa, non fa cambiare nienre. Si pud, stando sdraiati sul divano, biascicarepigramente: uNon ci starebbemale ora un piattino

Il passaqgioindotto _ 189

,ir fiagole. Ma dove si potrebbero rrovare?Adesso nr\'('rno).Pir) o meno allo stessomodo un uomo po_ \( r()sognadi diventarericco. .Scuna personanon b pronta ad agrreper averequello ,lrc desidera,non lo omerramai. la personadi norma n()lr â&#x201A;Źsce perchdd convinta che comunque sia non ne verr) fuori rrit''te. Ecco il circolo vizioso.Il desiderionon ha alcunaforza,non Prrir.emmeno far muovereun dito. Questolo fa I'intenzione,o\vero l.rri.solutezza ad agrre.Lintenzioneincludedentrodi sdanchela disporribilit) a{ avere.Una personapub dire: uBe',ma io I'intenzionecellho ,l:rwero!E normale.Io, infatti, vogliodiventarericcolr. F, invece no. Ancora una volta tra "volere" ed ,,essere pronti a .livcrrrare" c'd un proFondoabisso.un uomo povero,per esempio, non sl senrea suo agio in compagniadi ricchi o in un negozio ItrssLroso, anchesecon tutte le sueforzecercadi convincerera"r,ars, e gli altri del conrrario.Nel profondo dell'animaegli, infatti, b (orrvinro di non esseredegno di tutto cib. La ricchezianon enrra rrcllasferadel suo benessere, e non perchdI'essere ricco non porti lrc.essere'ma perchdlui d ancoralontano da tutto cib. una pol,.onir nuovad piii comoda,perd quellavecchiaE piir conFortevole. I poveri conosconosolo il lato esterioredella ricchezza:caselus\uose,automobilicostose, gioielli,club esclusivi...Seperb un pove_ *r venissesistematoin un simile contesto,si sentirebLeFortemente .r disagio.D'altra pa-rte,se gli si desseuna valigia piena di denaro c.mincerebbea combinarne di umi i colori e finirebbe per perdere rufto. fa frequenzadi energiache ffasmettesi trova i.r fo.t dirro.anza con un tale tipo di vita. Finchd il povero non comincia a far cntraregli amributi della ricchezzanella sferadel suo benessere, finchd non impara a sentirsipadronedi oggetticostosi,rimarri sempre povero dentro di sd, anche sedovessetrovare un resoro. un altro ostacolosulla via della ricchezzadd,atodall'invidia. Come si sa, invidiare significa provare fasddio per il successo altrui. In questo senso un sentimento del genere non apporra niente di costruttivo. In compenso I'invidia d caratterizia da


190 - Lo Spa:.iodelle Varianti

un elemento fortemente distruttivo. La psicologia dell'uomo b fatta in modo tale che chi invidia qualcunaltro per un oggetto che vorrebbepossedere,fa il possibile per svalutarlo.Questa d la logica dell"'invidia nera": ulo lo invidio per I'oggetto che ha. Io non ce I'ho e difficilmente I'otterrb. Ma non sono mica peggio di lui? Vuol dire che quelloche lui ha b brutto e io non ne ho bisogno". Cosi il desiderio di averesi trasforma prima in difesa psicologica e poi in rigetto. Il rigetto awiene a livello somile,perchd I'inconscio capiscetutto in modo letterale. La coscienzasvaluta I'oggettodell'invidia solo per finta, per mettersiil cuore in pace, mentre I'inconsciopercepiscetutto con la massimaseriet)e finisce, in questo caso,per prestareun falso servizio,facendo il possibileper non far ottenere I'oggetto deprezzatoe rifiutato. Vedetecome sono saldi i fili che tengono I'uomo legato alla linea povera della sua vita! Nel casodi passaggioindotto da una linea dellavita agiataa una lineapoveragli eventisi wiluppano con ancoramaggioredrammaticiti. Succede,a volte, che una personabenestantefiniscaper perdere indotto alla tutto e ritrovarsisullastrada.Tirtta I'insidiadel passaggio la povert) si manifestanel fatto che, all'inizio, suaspiralesi awolge con movimento lento e impercettibile;solo dopo tale movimento acquistabruscamenterapiditi, fino a diventareinarrestabile.la spiraleincomincia da difficolt) finanziarietemporanee.Badatebene,le in qualsiasimodifficolth finanziarietemporaneepossonosuccedere mento a tutti, sono una inevitabilit) normale, come la pioggia nel giorno di un picnic pianificato.Sein casicome questisi riescea evil'angosciae la rabbia nei confronti della tarela firria, la depressione, vita, le oscillazionidiquesto pendolo distruttivo si estinguerannoda sole,non ricevendonutrimento. Il passaggioindotto comincia solo se vi afferratedla estremithdella spirale:infatti, perchdla spiralesi

Il passaggioindotto - l9l

,rr,rlgrri necessario il vostro riscontroalle oscillazionidel rrtkllo distruttivo. l', I ;r prima vostrareazionea una circostanza del gerr,.'ri'i lo scontento.Peril pendolosi tranadi un \()\tcgnoancoratroppo debole,e sea questo livt'llole vostreemozionisi placarr,,,il pendolosi estingueri.Una st't'ond?reazionepotrebbeesse- ,$ r..'I'indignazione:si tratta gh di rrnrremozionepiir fone, ed ecco , lrc il pendolosi rianimae vi informa che ,;rrrilcunot colpwole deivostri guai finarziari. A (lucstasecondaspintavoi rispondetecon replicheo aziorri negativenei confronti dei colpevoli.A questopunto il pendokr distruttivo si b completamenterianimato e la suaspiralesi arvolge in un nuovo giro, procurandonuovi fastidi:lo stipendio b inferiore .rl previsto,i preni sono aumenrati o vi costringono a saldaredei rlebiti, eccetera.Fateattenzione,perb: in questafasenon vi rendete iulcoraconto del fatto che sia in atto un processo.Vi pub semplice, nlente sembrareche uno dopo I'altro si stiano succedendodei fastidi. In realt) si tratta di un processoorienrato,che aveteindotto voi stessirispondendo alle oscillazionidel pendolo. [a frequenzadella vostraemissioneenergeticasi staspostandosempredi piil dallelinee del vostro successoalle linee che vi vedono condannati e indignati. Per questo motivo passeretepresro alle linee che corrispondono a questivostri nuovi parametri.Ed eccoche la vostrasituazionesi aggravasempr€di piil. Da ogni parte arrivano brutte notizie: i preni aumentano, gli affari nella vostra ditta vanno male. Incominciate a discuterneattivamentecon familiari e conoscenti.[r discussioni, com'bnorma diffirsa,awengono in chiavepessimisticae producono lamentele,scontentoe aggressivith nei riguardi dei supposticolpevoli. Cib si manifestain modo particolarmentefone nelle ditte dove gli affari vanno molto male, dove il giorno comincia dal postulato "non ci sono soldi", comesefosseuna preghieradel mattino. A que-


192- Lo Sna:.iodelle Variunti

Il possag,g.io indorto- 193

..f. povert) distruttivo. Siccomele cose vanno peggiorando,vi fate prendere dall'ansia.Lenergiadell'ansia,nonostanteil suo modestovalore,vieneben assimilatadal pendolo che diventa ancora piir sfrontato. In uno sraroemotivo simile creereteinevitabilmenteattorno a voi dei potenziali superfui di vario tipo: insoddisfazione,afffessivit), depressione, aparia,sentimentidi offesa,eccetera.Ora che al pendolo distrutrivo si sono agganciate le forze equilibratrici, la situazioneescecompletamente fuori da ogni controllo e cominciaa svilupparsicome una valanga,travolgendotutto quello che trova sul suo passo.Incominciate ad averepaura e vi lasciatecompletamenteprenderedal panico.E come sevi avessero preso le braccia,le avesserogirate una, due, tre volte e poi le avesserobruscamentemollate; voi volate in una direzione, cadetee vi ritrovatestesia terra in statodi choc. [Jna scenaterribile. E tutto eracominciato da difficolt) finanziarieinsignificanti.Al pendolo non servono i vostri soldi, gli interessaI'energianegativache emettetequando li perdete.Quando la spiralesi b finalmenre evoluta al massimo,il disgraziatonel migliore di casiha perduto molro, nel peggioreha perduto tutto. Per il pendolo distruttivo egli non b piil d'interesse,giacchdnon c'd piil nienteda prendergli.Gli sviluppi successivipossonoesserediversi:lo svenruratopub restarea giacere sullalinea sfonunataoppure pub cercarea faticadi salvarsi. indotto pub coinvolgereuna personasinUn simile passaggio gola o un grande gruppo. In quest'ultimo caso.come potete immaginareda soli, non si tratter) di una semplicespiralema di un autenticovortice, da cui sari assaidifficile sottrarsi. Lunico modo per salvarsidal passaggioindotto d non aflerrarsialla punta dellasuaspirale,non farsicoinvolgerenel gioco del pendolo distruttivo. Saperecome funziona il meccanismo

-'-.-)r,_

/-g--

.z<\, //// ,))

non basta.Di essobisognasemprericordnrsi. Il vosrro Guardiano deve essere sempreall'erta.Riscuoteteviogniqual-

;:fr:il'J?lJ; ;?::'ffi ".::.':L:T

manifestate insoddisfazione, indignazione, provateagitazione,partecipatea discussionidistruttive e r i.rtf icendo.Ricordatevi:tutto quello chesuscitain voi una reazion(' ncgativab I'effettodelleazioni provocatricidei pendoli distrutriri. In sogno succedela stessacosa:finchd non vi rendeteconto r lrc st2tesognando,fatela partedellamarionettadi un gioco altrui t vi possonoperseguitare gli incubi. Ma non appenavi ri\( uotete,vi scrollatedi dossoI'allucinazionee vi render(' conto del gioco,t fatta:sietediventatipadroni della ritrrrrzionee non sareteuna vittima delle circosranze. lnvecegli altri attorno a voi continueranno a vivere in uno statodizombie.


194 Lo Spu:io delle Varianti

Riepilogo Ogni persona crea un proprio stratosingolo di mondo e in esso vive. ll mondo delle persone nelsuo insiemed formato da strati singoli disposti l'uno sull'altro. Entettendo energia negativa l'individuo peggiora da solo lo strato del suo mondo. L'aggressivitAviene erroneantente scambiata per mani_ festazione di forza, e l'insoddisfazione per reazione normale. Il riscontro a un avvenimento negativo induce il passaggio sulle linee negative della vita. Il passaggio indotto include un avvenimento negativo nello strato di un singolo individuo. lmpedite l'accesso a qualsivoglia informazione negativa nello strato del vostro mondo. lmpedire l'accesso significa non evitare ma ignorare intenzionalmenle,non dimostrare interesse.

Caoitolo VI -

La corrente delle varianti


Da dove scaturiscono i presentimenti, le intuizioni,le predizioni, le scopertee i capolavori dell'arte?E veramente :'.., \,\ )

rt"iz' ,,

b* "'i-..

propriola ragione dell'uomoa inventare e a creare? Lacorrente d e llev a ria n tdi u n preziosoregaloper la

ragionema l'uomo non sospettanemmeno della sua esistenza. Che cosasono "i segni" e perch6funzionano?

la corrente,il mondo ui uieneincontro. Quando assecondate

ll campod'informazione Lo spaziodelle varianti b un campo d'informazione o una mae comedrue essere. trice energetica, un clichddi quello ched.eueessere settore determinato su un l'energia, sintonizzata Quando "illumina', il clichd si realizzain forma matedella matrice, lo riale. Sorge una domanda: si pub utilizzarequesta informazione mentre si trova in forma ancora non realizzata? Si pub dire che lo facciamo ogni giorno. La coscienzanon sa leggereI'informazione contenuta nello spaziodelle varianti. Per contro, I'inconscioaccedea questocampo d'informazione direttamente.Proprio da qui provengonoi presentimenti,le intuizioni, le predizioni, le scopertee persinoi capolavoridell'arte. Linformazione arriva alla coscienzadal mondo esterno come interpretazionedi dati esterni, o dall'inconscio,a livello intuitivo. I dati scritti nel campo sono, per dirla volgarmente,verit) allo stato puro o, in dtri termini, informazioni oggettivee prive di interpretazione.Quando la veriti passaattraversoil filtro della ragione, si trasforma in interpretazione, ciot in sapere.Tirtti gli esseriviventi colgono la verit) in una propria interpretazione. La gallina vede e percepisceil mondo in modo completamentediversoda come I'uomo. Anche persone lo percepisce diversepossonovederee capiregli stessi awenimenti in modo diverso.Perquesto motivo il saperenon d che una forma piil o menoalteratadellaveriti.I dati contenuti


198- Lo Spu:itt tlellc Vuriunti

nel campo informativo sono rappresentaticome una complessa struttura energetica.Q"i b scritto tutto quello che costringe la materia a muoversi secondodeterminate leggi. All'inizio i dari del campo informativo vengonocapraridal subconscio(anima), quindi la coscienza(ragione)li ritrasmettein forma di descrizione verbaleo simbolica.Cosi nasconole scoperteo si creail nuovo, la musica,le opered'arte, tutto quello che I'uomo non pub vedere o sapereper esperienzadiretta. Allo stessomodo compaiono le conoscenzeintuitive e i presentimenti. Pub darsi che cib vi stupiscao susciti una cerra diffidenza. Ne deriverebbe,infatti, che la ragionenon pub creareda solaniente di nuovo e ricevesemplicementei dati da un campo d'informazione. Ebbene,non b esattamente cosi.[a ragionepub costruireun nuovo oggettoo risolvereun problema,perb lo pub faresolooperando con oggettie strutturelogicheconosciure.In altreparole,la ragione pub solo costruireuna casanuovacon cubi da costruzionevecchi. Ma non b in grado di ottenerequalcosadi fondamentalmente nuovo, ciob qualcosache sia impossibile ricavaredal vecchio. Le scopertescientifiched'importanza fondamentalenon sono il risultato di ragionamentilogici ma di illuminazioni, di informazioni provenienti dal nulla. La stessacosariguarda le invenzioni geniali. La buona musica non si compone di una selezionedi note, ma arrivaquasi \,i' da sola.I capolavoridell'artesono frutto di una ispirazione,non il risultato di una esecuzionetecnicada alta professionalit). Un quadro dipinto in maniera tecnicamenteperfettanon diventaobbligatoriamente un capolavoro. La poesia che tocca le corde dell'anima non nasceda una selezioneragionatadi giuste rime, ma proviene anch'essa dal profondo dell'anima.

I

La correntedelle ,,'arianti- 199

lirmele creazioninatedall'ispirazione e da delleilluminazioninon lr.rnnonientea che vederecon la ragione.la ragionesolo in un se, ,,rrclomomento rendei prodotti di questacreazionesuoi attributi. l,.r ragioneputr, per esempio,copiarealla perfezioneun capolavoro riii esistente.Ma crearneuno nuovo non pub. [a ragione ana]izza i rlati che il subconscioha captato dal campo d'informazione, e li rivested'interpretazionesimbolica sotto forma di quadro, melodia, vcrsopoetico,formula,schemae via dicendo. Non ci b dato sapere,per il momento, in che modo I'inconscio ottenga l'accessoal campo d'informazione. Possiamosolo essere restimoni di come si manifestatale accesso.Ne b un esempiola chiarorveggenza,cioB la capaciti di percepireawenimenti che o si sono gia prodotti nel passatoo ancora non sono successio sono accaduti fuori dal campo visivo del chiaroveggente.Non comprendendoil meccanismodi taliprocessi,li definiamoparanormali. I pendoli dellascienzateorica,non volendo riconoscere la propria impotenza,non prendono seriamentetali fenomeni. D'altra parte, il fatto che non si possanospiegarenon toglie nulla e ignorarlibellamentenon si pub. allaloro esistenza, Ci sono persone che vedono eventi contenuti nel campo d'informazione con la stessachiarezzacon cui vedono gli eventi che si producono davanti ai loro occhi nel mondo della realizzazionemateriale. Queste persone hanno la capacith di sintonizzarsicon precisionesui scttori non realizzatidello spazio delle varianti. Per esempio,per sintonizzarsisul settoredi una personascomparsa,il chiaroveggentedeve vedere una sua fotografia o toccare un suo effetto personale.Persinola polizia si giova a volte delle prestazionidi questi chiaroveggenti.Non tutti, perb, vedono con grande chiarezza,per questo avvengonogli errori. Due sono le causedegli errori. La prima b legata al fatto che il chiaroveggentesi pub sintonizzaresu un settoreche non si b realizI diversi settori, infatti, zato e non si realizzerb,. loro relativa lontananzaI'uno a secondadella


200 - Lo Spo:iodclle Varianti

dall'altro, possono diFferenziarsiin modo pit o meno forte negli scenarie nelle decorazioni.La secondacausab da ricercarenell'interpretazione dei dati. I profeti e gli indovini dell'antichit), per esempio,osservandosceneinsolite del futuro le interpretavanoa modo loro, sulla basedel livello di conoscenzeche possedevano. Per questomorivo le predizioni sono spessoirnprecise. Credere o non credere,a voi la scelta.Non dimenticate che il Tiansurfing b solo un modello che permette di utrlizzarele leggi del mondo per i propri inreressi,non b una descrizionedellastruttura di questonostromondo. E non d nemmeno un monumento di granito con l'iscrizione:"Qui giacela veritl". La veriti, come sapete,b sempreda qualcheparte qui vicino. Anche I'affermazione che I'uomo b in grado di sintetizzaretumo il nuovo graziealla sua ragionenon b piil di un orientamenro.Siamo semplicemente abituati da tanto tempo a un tale modello e per noi b comodo. E da notare che questoschemaesistenziale per noi cosi abituale b indimostrabile,cosi come lo b il modello delTiansurfing. Del resto,se sia cosi o no, per noi non i poi cosi importante. Il fatro, comunque,t che i dati dello spaziodellevarianti in qualchemodo pervengonofino a noi sotto forma di allusioni,visioni, illuminazioni, segnidivario tipo, e noi dovremmo, nella misuradelle nostrepossibiliti, capireil loro significato.

Conoscenze dal nulla Solo poche personaliti non ordinarie sono in grado di leggere chiaramentei dati contenuti nel campod' informazione.[a maggior partedellepersonecaptasolo le ripercussionidi questidati in forma di presentimentieffimeri o di vagheconoscenze.Chi si occupa di scienzao di arte pub avereuna illuminazione dopo lunghi periodi e anche anni di meditazione.E difficile scoprire il nuovo, perchd la frequenzadell'emissionementale, per quanro si pensi, si sinro-

La correntedelle vurianti - 201

rrizz:rcon pit facilit) sui settori r',r.trealizzatidello spazio delle r,rrianti.Cib che b nuovo in lincadi principio, si trova semPre irr settori non realizzati.Ma come si fa per sintonizzarsisu questi settori? It'r il momento non ci b dato saperc. Quando la ricercadi una nuova soluzione in settori realizzatinon porta ad alcun risultato, il subconscio in un qualchemodo casualetrova I'accesso al settore non realizzato.I dati clui contenuti non hanno la forma delle interpretazionisimboliche abituali, percib la coscienzale percepiscecome informazioni confusee imprecise.Ma se il cervello riescead afferrarela sostanzadi questa informazione, ecco che alloranasceI'illuminazionee la chiaracomprensione' C'b ancoramolto di poco chiaroe contraddittorio nei meccanismi e del subconscio.Non staremoqui di funzionamentodellacoscienza alcuni a sollevareil problema,ma ci soffermeremosolo ad analizzate singoli aspetti.Pernon creareconfi.sioneterminologicae semantica conveniamodi indicarecome ragionetutto cib che t legatoalla coscienza,e come anima, tutto cib che b legatoal subconscio' Se la ragione capissetutto cib che le vuole confidare I'anima, I'umanit) ort.rr"bb. I'accessodireno al campo d'informazione. ii difficile immaginarequali altezzepotrebbe raggiungerela nostracivilth in questocaso.Purtroppo, Ia ragionenon solo non saascoltare, ma non vuole nemmeno farlo. Lattenzione dell'uomo e costantemente impegnatadagli oggenidel mondo esternoo dallesofferenze e dai ragionamentiinteriori. Il monologo interiore non si interrompe praticamentemai, e si trova sotto il controllo della ragione. l: ragionenon ascohai deboli segnalidell'anima e insisteautoritariamente sul suo. Quando la ragione"pensa",operacon categoriecon cui ha indicato le proprieth degli oggetti visibili nei settori realizzari.


2()2 - bt Spu:iodelle Vuriunti

In altre parolepensacon I'aiuto di drsignazionifisse:simboli, parole concetti, schemi, regole,eccetera.Quando riceveun certo tipo di informazione,la ragionecercadi collocarlain uno dei suoi compartimenti contrassegnati da adeguatedesignazioni. Le designazionisono attribuite a ogni elementodel mondo circostante:il cielo E azzurro,l'acquab bagnata,gli uccellivolano, le tigri sono pericolose,in inverno d freddo e via dicendo. SeI'informazione ricevuta da un settore non realizzatob ancora sprolvista di designazionesensata,la ragione la recepiscecome una conoscenzaincomprensibile.Se si riescea introdurre nuove designazioni per questo sapereo lo si arriva a spiegarenei limiti dellevecchiedesignazioni,eccoche nascela scoperta. E se-pr. molto difficile rrovareuna designazionegiusta per un sapereassolutamente nuovo. Provatea immaginareuna personache per la prima volta senreuna musica.La musicad una informazione in forma di suoni. Quando la ragione ricevequesto tipo d'informazioneviene a conoscerla,ma ancora non la capisce.Non ha ancorauna designazione per quesrofenomeno. La comprensionearrivadopo, quando la personaascoltala musicaper tante volte e le vengono dimostrati tutti gli oggerri e le designazioni:i musicisti,gli strumenti, le nore, le canzoni.Ma quando la ragioneper la prima volta sentela musica,si trova di fronte a un sapererealeche b al tempo stessoun misrero incomprensibile. Provateaspiegareaun bambino piccolo la definizione "latte bianco". Il bambino ha appena cominciatoa usarecaregorieastratte percid fa una saccodi domande. Sa che cos'b il latte. Ma cosasienifica "bianco"?E un colore. E che cos'b un colore? E una proprieti degli oggetti. E che

La correntedelle vctrianti- 203

r osrl vuol dire proprieti? E cosa oggetto?E cosiall'infini'iqnifica ma r,'. E piir Facilenon spiegare, n)ostrareoggetti di colori diversi. r\llora la rasionedel bambino deciir che diversificai vari oggetti co'igna

rrrecategoria astratta del colore. In questo nrodo eglid) definizionie designazioni S3

\

)

W

ir tutto cib che lo circonda e poi pensa \ 'i'i. t rtilizzandoquestedefinizioni. Lanima, a differenzadella ragione,non rrsadesignazioni.Come le si pub spiegareche "il latte t bianco"? Dal momento in cui la ragioneha cominciato a Pensarecon I'aiuto di categorieastratte,il suo legamecon l'anima si b progressivamenteatrofizzato. Lanima non usa queste categorie. Essanon pensae non parla,ma sentee sa.Essanon pub esprirrlerea parole e simboli cib che sa, percib la ragione non pub mettersid'accordocon l'anima. Supponiamoche I'anima si sia sintonizzatasu un settore non realizzatoe sia venuta a sapere di qualcosache ancoranon esistenel mondo materiale.Come pub portare questainformazione alla ragione?Senzacontare, poi, che la ragione b sempreoccupatadai suoi discorsi.Essa crede che tutto possaessererazionalmente spiegatoe controlla costantementetutte le informazioni che riceve.Dall'anima pervengono segnali appena percettibili, che la ragione non sempre pub decifrarecon I'aiuto delle sue categorie.I sentimenti e le conoscenzeconfuse dell'anima aflbgano in mezzo a pensierialtisonanti,e solo quando il controllo della ragione si allenta, tali saperi intuitivi affiorano alla coscienza.Essi si manifestanocome un sentimento vago che a volte viene anche chiamatovoce interiore.La ragionesi b distrattaper un attimo e voi sieteriusciti a sentirei sentimenti o i saperidell'anima. Proprio questo E il fuscio delle stelledel mattino: una voce senza parole,una riflessionesenzapensieri,un suono senzavolume.


204 - Lo Spu:io delle Varianti

Afferrate qualcosama in modo incerto. Non pensate ma sentiteintuitivamenre. Ognuno di noi almeno una volta ha avuto I'esperienza dell'intuizione.Sentite,per esempio, che qualcuno deve arrivare, o che qualcosadeve succedere,o sapetesemplicementequalcosasenzdsaperecomefate a saperla. [a ragioned sempreoccupataa generarepensieri.lavoce dell'anima B letteralmentesoffocatada questo"miscelatoredi pensieri",per questomotivo le conoscenzeintuitive ci sono difficilmente accessibili. Se si fermassela corsadei pensierie si contemplassesemplicemente il r,uoto,si potrebbesentireil fruscio delle stelledel mattino, una voce interiore senzaparole. Lanima potrebbe dare rispostea molte domande,sesi desseascoltoalla suavoce. E abbastanza difficile istruireI'anima a sintonizzarsiin modo mirato sui settori non realizzati,cosi come costringerela ragione ad ascoltarequello che essavuole confidarle. Ma cominciamo dall'inizio. Lanima ha due sentimendpiunosto chiari:il benessere e il disagiointeriore.la ragioneha prontedelledesignazioniper questistati:"stobene"e "sto male","sonosicuro"e "sono preoccupato","mi piace"e'hon mi piace".Nella vita si b costretti a deciderea ogni passosâ&#x201A;Ź Fareo non fare qualcosa.I-a realizzazione materialesi spostasullo spaziodelle varianti e come risulrato si ottiene quello che noi chiamiamo la nosrravita. A secondadei nostri pensierie dellenostreazioni si realizzanogli uni o gli altri senori. Lanima ha accessoalcampo d'informazioni. In qualchemodo essavedecib che sta davanti,nei settori ancoranon realizzatima incombenti. Se essasi b sintonizzatasu un serroreancora non realizzato,sa che cosaI'aspetta,sa, ciob, se si tratta di un evento piacevoleo spiacevole.Questi senrimenridell'anima vengonorecepitidalla ragionecome vaghi sentimenti di benessere o di disagio interiore. Lanima molto spessosacosaI'attende.E con vocesommessacerca _. di comunicarlo alla ragione.Ma la ragione quasi

Irt corrente delle varianti - 205

rnrril'ascoltao non d) importanzaaivaghi presendmenti'[a raqionet presadai pendoli,b troppo occupatadallasoluzionedi prodellesue azioni. Essaprende irl.rri ed b convinta dellasensatezza ,lccisioni autoritarie, affidandosi a passaggilogici e al buon senso. lirttavia, si sa bene che i ragionamenti sensatinon garantiscono l,r s<lluzionegiusta. Lanima, a differenzadella ragione' non Pensa rna sentee sa,per questonon si sbaglia.Quante volte succedeche l:r gente si rende conto di qualcosaquando b ormai tropPo tardi e poi si ritrova a dire: uEppurelo sapevoche non ne sarebbevenuto firori niente di buono". ll compito, allora, b quello di impararea capire che cosadice I'animaalla ragioneal momento di prendereuna decisione.Farlo non b cosi difficile: sar) sufficienteordinare al proprio Guardiadell'anima. no di fareattenzioneallo stato di benessere una decisione.fa vostra Facciamoun esempio:doveteprendere ragioneb in completabaliadi un pendoloo b presadallasoluzione del compito in quesrione.Persentireil frusciodellestellemarrurine basted semplicementericordarePer tempo che dovete prestare attenzioneal vostro stato interio.e. E una cosatalmente triviale da sembrarescontata,perb b cosi.Il problemasta semplicementenel prestareattenzioneai propri sentimenti. Purtroppo la gente b piii incline a fidarsi degli argomenti sensatiche non dei propri sentimenti,percibha persola capacithdi preinteriore. stareattenzioneallo statodel benessere Ed ecco quindi che in testa proiettate una delle possibili varianti di soluzione del problema che vi affiigge. La ragione in questomomento non si fa guidaredai sentimenti ma da ragionamentisensati.In linea generaleessanon b affatto incline in questo momento a recepire un sentimento,quale che sia. Tuttavia, se siete riusciti a ri.cordnre,prestate bene atten-


206 - Lo Stta:io delle Varianti

zionea quello chesentite:qualcosa -, vi allarma,vi preoccupa, suscita .ffitfi timori o non vi piace? Ecco, la ,il/,Yll{l decisioneb gii presa.Ordinate alla vosrraragionedi tacereper un istante e chiedetevi:nsto bene o sto male?r.E ora rivolgetevia un altra varianredi soluzionee ponetwi ancorauna volta la stessa ^ domanda.Senon provareuna sensazione inequivocabile,signiGcache Ia vostraragione vi senteancoramale. Fatein modo allora. che il vostro Guardiano vi costringapiu spessoa presrareanenzione al vostro stato d'animo. Pud anche darsi che la rispostaal vostro quesitonon sia univoca.In questocasosar) meglio non fidarsidi dati cosiindefinitie agirecomesuggerisce Ia ragione,oppuresemplificareil problema.Seinvecevi d riuscitodi ottenere,rr," ,irport" lrnivocadel tipo "Si, sto bene",oppure "No, sto male", significa che avetesentiroii fruscio dellestelledel marrino, e ora .onor..r. la risposta.cib non significache dobbiateoperarein conformit) ai comandi dell'anima.Purtroppo, non si E sempreliberi di agire come si vuole, ma almeno si sapr) cosaci si pub a^spettare in un settorenon realizzato.

ll Questuante,l'Offesoe il Guerriero Ci sono due esrremidi comportamenronell'affrontarele varie situazionidellavita: seguirela corrente,come una barchetta di carta priva di volont), o remareconrrocorrente,insistendo ostinaramente sul proprio percorso. Se un individuo restainattivo, non manifestainiziativa,non aspiraa niente ma porra avanti semplicementela sua esistenza, la vita finisceper guidarlo. In questocasoegli diventa una marionetta in mano ai pendoli che dispongonoa piaceredella sua vita. Occupando quesro tipo di posizione,I'uomo rinuncia a

La corrantedelle vctrianti- 207

che la vita b predeter', r'sliereil proprio destino,ha gii scelto nrinirta:quel che sari, sar). Accettandoquesto orientamento, , sli affermache al destinonon si sfugge,e ha perfettamenteralione, giacchdlo spaziodellevarianti contieneanchequestavar i:rnte.Scegliendoquestadirezione,alla personanon restaaltro , he lamentarsidella propria sortee riporre le suesperanzenelle Iorze superiori. Mettendo il proprio destino in mano altrui, I'individuo procedeper la vita secondodue strade:muovendosi e chiedereI'elemosinaper lrrngo la prima egli pub rassegnarsi supplicheai pendoli o a le sue rivolgendosi con i.r propria vita, .crte forze superiori.I pendoli costringerannoil Questuantea levorare,ed egli piegher) la schienatutta la vita, guadagnando nrezzi modesti per la sua esistenza.Il Questuante si rivolger)r ingenuamenteanche allaforzesuperiori,ma essenon avranno tcmpo per lui. Il Questuantesi libera dalla responsabilit)per [a sua sorte,poichd "tutto accadeper volontl divina'. E se cosi i', allora bisognasemplicementeimpararea chiederecorrettarnâ&#x201A;Źntee Dio misericordiosodar). uMonti e valli! Fiumi e mari! O cielo! O terra! Mi inchino al cospettodella vostra potenza! Mi riempio di fede e di venerazione.Io credo nel fatto che mi aiuteretea comprare il mio giornale del matNiente tinoln. Vi sembro un po' troppo esagerato? superiori forze per le onnipotenti perchd afhtto, tutto b possibile,il giornale del mattino o vn palazzo non fa differenza, Se non succedeniente, significache avete chiestomale, ritentateancora! Ecco una barzellettaa questo proposito. Un uomo se ne sta iir sdraiatosul divano e pregaDio: nSignoreIddio! Aiutami a diventare ricco! Tu puoi fare tutto! Io credo alla tua onnipotenza! Confido nella tua misericordia!,.E Dio, indispettito,gli ri-


208 - Lo Spazio delle Varianti /4\r^

spond.e:"Senctuomo, comprari almeno un biglietto della lomerialr. Ecco com'b comodaquesta posizione:liberarsidalla responsabiliti e al conrempo sguazzare nella propria importanza interna. Vi chiederetedov'b qui I'importanza.Ma nel fatro che I'uomo si sente talmente importante da ritenere che Dio, con la sua onnipotenzae la sua misericordia,debbaprowedereal suo benessere. Dio, offrendo la liberth di scelta all'uomo, gli ha gh dato abbastanza,mal'uomo, presodal suo infantilismo, non vuole accertarequesto dono e manifestaeternamente insoddisfazione.Linfantilismo trova giustificazionenel fatto che la stradache porta alla meta b piena di ostacoli.Luomo B perennementedisturbato da qualcosa,che di fatto b I'azione delle forze equilibratrici e dei pendoli, generatasiin conseguenza dei potenzialid'importanza creatida lui stesso. La logica b la stessadi un giochetto che si facevada piccoli: uOche, ochette!,- .Qua qua qua!, - uVoletemangiare?,- uSi, si, gii gil, - uE allora venire quilo - nNon possiamo,proprio no. Il lupo cattivo sra softo il montagnone e non ci fa entrare nella nostramagioneu.Ol-vero: vorrei ma non posso. La personache non accerrail ruolo del Questuantepub scegliere una secondasrrada:assumereil ruolo dell'Offeso, esprimendo insoddisfazionee richiedendo quello che, secondo lui, gli spetta.LOffeso, con le sue prerese,apporra un danno ancora maggioreal proprio destino.Riportiamo come esempioun altra allegoria:un uomo va a visitareuna galleriad'arte; non gli piacciono alcuni quadri esposrie si ritiene in diritto di esprimerela sua insoddisfazione.Comincia a pestarei piedi, a lanciare minacce, ad avanzare .. pretesee a distruggererurro quello che gli capita .r1**

Lq correntedelle varianti - 209

pcr le mani. Owiamente, in seguito a questo comportamento verr) punito. Non accettandola punizione,egli si offendeancora rli piir e continua a manifestareviva indignazione: nMa come! [)ovevanofarsi in quattro per soddisfarele mie richiestelr.Non gli passanemmeno per la testail pensieroche lui b semplicementc un osPitedi questomondo. Dal punto di vista del Tlansurfing sia la prima che la seconda stradaappaiono completamenteassurde. Il Tiansurfing propone un percorsoassolutamentenuovoi non chiedrree non pretenderema andnreeprendzre.Dove sta qui la novit)? Allo stessomodo si comporta anchecolui che ha fano un altro tipo di scelta,quella che si pub sintetizzarenell'espressione: il mio destino b nelle mie mani. Quest'individuo lomacon il mondo per assicurarsiun posto al sole.Occupando una ferma posizione,egli guerreggia contro i pendoli e i concorrenti, si fa largo a gomitate. La suavita E una lona continua per I'esistenza. Costui ha sceltola lotta, e anchequesta variantesi trova nello spazio. Sappiamogii che sia la rassegnazione che l'insoddisfazioneci coinvolgono in un rapporto di dipendenzadai pendoli. Se ricordate il materialecontenuto nel capitolo precedentesui potenziali superfuicreati dall'importanza,vi sar) tutto chiaro. IlQuestuante crea il potenzialesuperfluo della sua colpa e si d) volontariamente in mano ai manipolatori. Colui che chiede,infatti, sa in anticipo di esserecolpevoleper il fatto di chiederee aspettareche prima o poi qualcosagli verri. dato. LOffeso creaun potenziale di insoddisfazione,rivolge contro di sd le forze equilibratrici e si rovina attivamente la vita. Il Guerriero, scegliendola lotta, occupa una posizionesicuramentepiil produttiva, ma la suavita b difficile e gli toglie tanta energia.Per quanto una personaresista,


r 210 - ht Spu:iodelle Vuriunti

finiscesempreper awilupparsi ancoradi piir nella ragnatela.Gli sembradi lottare per il proprio destino ma in realtl perde ener, gia a vuoto. A volte riesceanche a vincere, ma a quale prezzo! La vittoria viene messain mostra e tutti, per I'ennesimavolta, si convincono che gli allori si conquistanocon grande fatica.Cosi si creae si rafforzaI'opinione che per ottenerequalcosabisogna lavorarecon impegno o lottarevalorosamente. Lopinione pubblica viene praticamenreformata dai pendoli. I potenziali d'importanza fungono da mangiatoiedei pendoli. Lo scopod difficile da raggiungere:eccopronro il potenzialedell'importanzaesterna;lo scopo pub essereraggiunto solo da una personalit) dotata di qualiti non ordinarie: eccoI'impo rtanzainterna. Mentre percorrela strada che lo porta al suo scopo, I'uomo viene lasciatoin braghe di tela. Pub anche darsi che i pendoli gli permettano di arrivareal traguardo, ed egli sarirallora soddisfattoe non capirl di aver persomolta energia non ranto per la conquista del suo :;,li_ fine q.uantoper I'estorsione attua{R ta dai pendoli. i\"^ Ne emergeuno scenariopiil o meno di questo tipo: un uomo, per arrivare al suo fine, deve passareattraversouna fila di questuanti che lo ostacolano,gli sbarrano la strada, schiamazzano,lo tirano per le braccia. Nell'affrontarli cercadi giustificarsi,scusarsi,fare elemosina, spingere,aprirsi un varco, lottare. E alla fine, dopo grandi sforzi, riescea pervenireal suo fine. Lenergiaspesaesclusivamente per il raggiungimentodelsuo fine b in realtiruna piccolapercentualee bastasolo per muoverei piedi. La grande massarestanredi energia b andatasprecatanella lotta conrro i molesti questuanti. Strappandoi vincoli che la leganoai pendoli, una personaortiene la libert). I questuanti la lascerannoin pace e andranno a

---i

Itt corrente delle varianti - 2 I I

t t'r'CrrrSi qualchealtra vittima. Seben vi ricordate,per liberarsidai I'cndoli Esufficienterinunciareall'importanzainterna ed esterna. Sc riusciretea farlo, gli ostacoliche sbarranoil cammino versoil \'ostrofine si elimineranno da soli. E allora potrete non c/tiedrre, tttipretendere,nd lottare, ma semPlicemente andare eprendere. Restasolo da risponderea una domanda:come si deveinten,lcre la frase"andaree prendere"e cosabisognafare per questo? lirtta la parte restantedel libro t dedicataalla rispostaa que.ra domanda e presto verrete a saperetutto. Per ora abbiamo rr-rrcciato la strategiageneraledella sceltadel proprio destino.I rrroli del Questuante,dell'Offeso e del Guerriero non ci vanno bcne. Secondo voi, il Ti"ansurfingquale ruolo assegnaal pa..lronedel proprio destino nel gioco che si chiama vita?Eccovi rrn compito per casa.E intanto esploriamoi metodi tattici di comportamentonelle variesituazionidellavita.

la corrente Assecondare Se il Questuantee l'Offbso seguonola corrente essendonein balia, il Guerriero, per contro, cercadi lottare contro questacorrente.Owiamente non esistonopersoneche possanocorrisponderea questi tipi allo stato puro. Ognuno di noi, a secondadelle circostanze,rivesteun ruolo o un altro in misura piii o meno forte. Interpretandoquestiruoli, perb,l'uomo opera in modo assaipoco efficace. Ma allora,direte voi, senon si pub nd lottare nd lasciarsiportare dalla corrente, cosarestada fare? .a Si b detto sopracome la ragione detti autoritariamente la propria volont), fondata sul buon senso.Molte Dersone ragionano in modo sensatoma al tempo stessonon riesconoa venire


r 212 - Lo Spaziodelle Varianti

La corrente delle varianti - 2 I 3

a capo dei loro problemi. Quanto b

grr.,d., allora,il profitto ci. provieneda un talebrror,,.nroi La

\fu' \\N

.q

ragione non pub garantire una soluzione sicura.La ragionecrededi avere pensieri chiari ma di fatto b alla mercd dei pendoli. Non si pub nemmeno parlare di liberth di movimento fintantochd l'uomo agiscein vestedi Questuante,Offeso o Guerriero. Persino il Guerriero non possiedepii libertl di espressione della suavolont) di quanta ne la abbia barchettadi carta.Come si muove lungo la correntedella vita il Guerriero?I pendoli lo provocanoa lottare, ed egli rema contro la correntesenzacapireche sarebbemolto piil semplicee convenientesfuttarltt. La sua ragioned presadai pendoli, ma il Cuerriero b pronto ad agirecon decisionee, prendendodecisioni volitive, sbatte con tutte le sue forze le braccia contro I'acqua, anchequando potrebbe fare movimenti tranquilli e armoniosi. E ora immaginatevi un altra scena:non opponete resistenzaalla corrente,non createvortici superflui e al tempo stessonon siete in balia delle onde, come una barchettadi carta.Vi stateintenzionalmente muovendo secondola correntee percib potete scorgerei banchi di sabbiache vi vengono incontro, gli ostacoli,le zone pericolose,e riuscite a mantenerela direzione sceltafacendosemplicemente dei movimenti armoniosi.Il timone b nellevostremani. Ma in generaleb possibileconsiderare la vita come una correnre? E perchdnon si pub navigarerestandonein balia, nd opponendovi resistenza? Da una parte tutte le informazioni sono contenutenello spaziodelle varianti in modo stazionario,softo forma di matrice. La struttura d'informazione, perb, b al contempo organizzatain sequenzedi nessidi causa-effetto.I nessidi causa-effettogeneranoltt cor"rente fulle uarianti. E proprio questala corrente di cui si parla. Il motivo principale per cui non convieneopporre atriva resistenzasta nel fatto che facendocib si sprecainvano o a proprio

,l.rrrrrouna grandequantitirdi energia.Ma si pub fare .rlliilarnentosulla correntedelle varianti?Essa,inl.rrri, potrebbeportare non solo verso una laguna r'.rrrcluilla,ma anche verso una cascata.Proprio l)( r cvitarespiacevolisorpresedoveteesseresempre 1'r'ontia correggerecon movimenti armoniosi la vostradicorr,'zione.Owiamente bisognaper prima cosascegliere r('ttrlmentela direzionegeneraledi questacorrente.La direzione liene definita dal fine presceltoe dai modi del suo raggiungin)cnto. Una volta che si E sceltala direzione,occorrefidarsi massirnamentedella correnteed evitaremovimenti falsi. Ognuno di noi ha un idea piil o meno chiara della direzione qcneraledella propria corrente.Per esempio:adessostudio, poi rrri cercoun lavoro, metto su famiglia, facciocarriera,mi costruiscouna casae via discorrendo.Molti di noi in questocammino commettono un saccodi errori e a posteriori,guardandosiindietro, si pentono di molte cose.Purtroppo, a cosefatte non si pub piir cambiareniente. La correnteha deviatodi molto dal fine desideratoe la ragione,con i suoi pensierisensati,non pub aiutare. I{estasolo da rimpiangereil fatto che, come recita un detto, "Se rrvessisaputodove sareicaduto, avrei stesoun pagliericcio". Ognuno di noivorrebbesaperecosal'attendedietro I'angolo. Non tutti credonoseriamenteagli astrologie agli indovini e si rivolgono a loro, tuttavia tand sene interessano,quanto meno per curiositir.Una previsioneastrologicao una predizioneottimistica accendonouna fiammella di speranza.Le previsioni indesiderate, invece,si possonoancheignorare.Il modello del Thansurfing non entra in contraddizionecon I'astrologia.I pronostici hanno un fondamento reale,lo spaziodelle varianti. Lastrologia esiste non solo perch6le personesono curiosedi dare uno sguardonel futuro. Se la percentualedi pronostici giusti fossetroppo bassa, nessunosi fiderebbe di predizioni effimere.Tirttavia, I'esistenza della corrente delle varianti permette efFettivamente,appoggiandosisu determinateleggi ricorrenti, di dare una occhiatanei


214 - Lo Spu:itttlelle Vuriunti

,#.r,' .;".ffiffi.,.i,. ;.;./ ..

3n.i;

.,,.

K

settori non realizzatidello spazio.Un altro olscorso altro discorsoe d cne che li calcoll calcoliastrologici astrologlcl

non possonocertodareuna garanzia di

precisione al cento percento, come anche nel casodella preveggenza. Ognuno decide per sd quanto fidarsi dellepredizionie dei pronosticiastro, logici. Noi qui lasceremoda partecon rispetto questo tema e ci occuperemo di capire quanto di utile si possaricavaredalla conoscenzadell'esistenzadi una correnre delle varianti. Il quesitoprincipaleb in che misura ci si possadare alla corrente, se la direzione fondamentale d stata scelta correttamente e, piil in generale,perchdconvienefidarsi. Come si b detto prima, la ragioned semprepressarada potenziali d'importanza creati artificialmentee percib non b in grado di prendere decisioni efficaci. Limportanza inrerna ed esterna d di fatto la fonte principale dei problemi. Lazione delle forze equilibratrici si manifestasoffo forma di gorghi e vomici nel percorsodella corrente.Sesi riescea liberarsidell'importanza,la correntesi spostasu un alveopiil tranquillo. Anche la domanda se valga la pena o no di darsi a questacorrente d una domanda legataall'importanza. Limportanza esrernacostringela ragione a cercaresoluzioni complesseper problemi semplici. Limportanza interna persuadela ragione a credereche i suoi pensieri siano giusti e la decisionepresasia I'unica corretta.Sesi riescea sbarazzarsi dell'importanza,Ia ragionecomincia a respirareliberamente perchd si svincola dalla presadei pendoli e dalla pressionedi problemi creatiartificialmente.A questecondizioni pub trovaresoluzioni piii oggettivee adeguate.Ma la cosabella b che la ragione,liberatasidall'importanza, non ha pit bisogno di un intelletto potente. Owiamente, per la soluzionedi problemi di livello quotidiano, servonosiail pensierologico che le conoscenze che I'apparatoanalitico. Ma tutto cib richiederl molta meno

In correntedelLevarianti - 215

, rrt'r'girr. Lesistenzadella correntedelle varianti b un r(li:rlolussuosoper la ragionema essa,perb, pratir .rnlcntenon lo sfrutta. [.rrcorrentedelle varianti contiene gi) in sd le .,,'lrrz-ioni di tutti i problemi. La maggior parte ,l..i problemi viene creataartificialmentedalla rar'.ioncstessa.La ragioneagitatasentesempresu di sdle spinte dei 1'..'ndolie cercadi risolveretutti i problemi nel tentativo di tenere l.rsituazionesotto controllo. Le suesoluzionivolitive, perb, equir',rlgonoad assurdisbattimenti di bracciacontro I'acqua.Quasi rrrtti i problemi,specialmente quelli semplici,si risolvonoda soli \(' r)on si ostacolala correntedelle varianti. Un intelletto potente non servea niente se la soluzioneesiste rii) nello spaziodellevarianti.Senon ci si inoltra nel labirinto dei l,roblemi e non si ostacolala correntedelle varianti, la soluzione .rrriver).da solae sarhaddirittura quella ottimale. La caratteristica 'irttimale" b gi) contenutanellastrutturadel campo d'informaziorrc. Il famo b che i rapporti di causa-effettogeneranoflussi singoli rrellacorrentedelle varianti. Questi flussi sono le vie ottimali di nrovimento delle causee degli effetti. Nello spazio delle varianti c'b tutto, ma con maggior probabiliti si realizzanoproprio le varianti ottimali e a bassoconsumodi energia.La naturanon spreca cnergiaa vuoto. Gli uomini camminanocon le gambee non con le orecchie.Tirtti i processinaturali tendono a prodursi con il minor sprecodi energia.Perquestomotivo i flussidelle varianti sono organizzatisecondoil principio della minor resistenza.Proprio in cssisi trovano le soluzioni in assolutoottimali. La ragione,presa dai pendoli, agiscenell'interessedi questi ultimi e devia sempredai llussi.In altri termini, la ragionesi invischiain trame complessee cercasoluzionidifficili per problemi semplici. Tirtti questi ragionamenti vi potranno sembrareeccessivamente astratti, ma nella pratica potete persuadervida soli di quanto reale preziosoper h ragione. siaI'esistenzadei flussi.E un regaloueramente In ogni problema si cela la chiavedella sua soluzione.La prima


216 - Lo Spu:io delle Varianti

chiave E: muoversilungo la via della minor resistenza.La gente di i problemicome solito cercasoluzionicomplesseperchdpercepisce un ostacoloe gli ostacoli,com'b noto, devono essere superaticon investimenti di forze. Si dovrir prendere I'abitudine di scegliere, tra le tante varianti di soluzioneche capitano sotto mano, proprio quellapiir semplice. Tirtti noi ci troviamo a imparare qualcosadi nuovo o a fare attivit) gi) conosciutee monotone. Domanda: come si pub fare una cosae I'altra nel modo piil produttivo? La rispostab talmente semplice che b difficile crederealla sua efHcacia:in conformith al principio di mouimentolungo la correntebisognasforzarsidi fare tutto, coi comeuienenel modopiil facile e semplice. Le varianti ottimali di qualsivoglia azionesono organizzate in flussi. Questi flussi sono formati da catenedi rapporti causaeffetto ottimali. Quando prendete la decisionedi effettuare il passosuccessivodi una vostra azione,fate la sceltadell'anello successivodella catena. Rimane solo da definire quale anello risulta essereun elemento del flusso.Che cosa fa una personain casi simili? Prendeuna decisionelogica che dal punto di vista del buon sensoe dell'esperienza quotidiana risulta esserela piil giusta. La ragione prende una decisionevolitiva, crede di esserein grado di calcolaree spiegaretutto ma non b cosi, e voi stessipoteteconfermare quante volte vi siete accorti di aver sbagliato quando era troppo tardi, e vi siete ricordati che potevate agirediversamente. :,) Non si trata nd di distrazionend di mancanzadi acume.

La correnle delle varianti - 2 I 7

l.rr ragione non pub sempresceglierela variante ottimale, (lu,lllto meno perchdle catenedel fusso non coincidono seml)r('con le suecostruzionilogiche. I'er quanto vi sforziate,raramentevi riuscid di sceglierela vari,rnteottimaledi azionesolo con I'aiuto di conclusionilogiche. I .r ragionedi solito d sotto la pressionedi uno stress,di Preoc( upazioni,della depressione o dell'iperattivit).In altri termini, t'ssrrb sempresottopostaall'azionedei pendoli, per questoagisce \('lnpre con impeto e tende a intensificareI'attaccofrontale conrnr il mondo esterno. Per sceglierela catena successivadel flusso basterebbesemplicementesvincolarsidai fili dei pendoli e seguirecon obbeciob,assumereuna posizio.licnzaquestoflusso.Bisognerebbe, rredi equilibrio evitandodi crearepotenzialisuperflui.Pernon crearepotenzialisuperflui occorretenerecostantementesotto controllo il livello d'importanza. Quando avreteraggiunto uno statodi equilibrio con il mondo circostante,seguitesemplicementeii flusso.Vedreteda soli un insiemedi segniche vi condurrannoavanti.Allentate la situazione, rendetevinon partecipantema osservatoreesterno,non schiavond padrone,ma semplicementeesecutore.Ordinate al vostro Guardiano di scuoterviogniqualvoltala vostraragionecercadi prendere una decisionevolitiva "sensata".Datevi in affitto in qualiti di esecutore,e osservateil lavoro standoda parte. Tuttosifa mohopih di quanto non si neda. Cedetea questasemPlicith.E l4 semplicemente ragionecheui porta allz cascata,non ln correntedzlle uarianti. Facciamoun esempio:dovetecercarein un negoziouna cosa la vache vi serve,ma non sapetedove. La ragionesuggerisce riante di soluzionepiil sensatama difficile. Girate mezzacitt) ma alla fine troveretequello che vi servesotto casa.Se l'importanza del compito fossestata minore, la ragione non avrebbe cercatouna soluzione difficile. Un altro esempio:davanti a voi c'b un elencodi coseda fare. Cosa scegliereper prima cosae cosa lasciareper dopo? Non


La correntedelle varianti - 2 I 9

218 - Lo Spaziodelle Varianti

bisognaneanchepensarci.Se I'ordine non ha una importanza fondamentale, fate cosi, come viene. Muovetevi insieme al flusso, slegatela ragione dall'influenza dei pendoli. Cib non significa che dovetediventare una impotente barchettadi carta in balia delle onde, ma che non servesbattereinvano le braccia contro I'acqua quando invece vi basterebbefare qualche movimento armonioso,leggeroe sempliceper andareavanti. Non continuerbl'elencodegli esempi.Fareteda soli un sacco di scoperteutili e stupefacentisesolo per un giorno provererea muovervi assecondandola corrente. Ogniqualvolta dovete trovare una soluzione,chiedetevi:qual E la via piil sempliceper cercaredi risolvereil problema? Sceglietela via di ricercapii semplice. Ogni volta che qualcosao qualcuno vi distrae o vi fa deviare dal vostro cammino, non affrettatevia opporre attiva resistenza o a scansareil colpo. Provate a darvi in affitto e a osservarela situazione per capire che cosa seguiri. Ogni volta dovete fare qualcosa,chiedetevi:come si pub fare nel modo piir semplice possibile?Permettetealla situazionedi svolgersinel modo piir semplicepossibile.Ogni volta che vi propongono qualcosao vi dimostrano un punto di visradiverso,non abbiatefretta di discuteree rifiutare. Pub darsi che la vosrraragione non capiscail I vantaggioche gliene pub venire e non rie1 scaa vederele alternative.Attivate il vostro Cuardiano. Prima osseryaree solo . tln

.,.r{fffi

dopoagite.Scendete in platea,non

affrettatevi a stabilire il controllo e permettete al gioco di evolversi autonomamente per quanro possibile, tenendolo perb sotto osservazione. Non bisogna sbatterei palmi conrro I'acqua. Non impedite alla vostravita di scorrerecon la corrente e vedreteche sollievo ne proverete.

I segniconduttori Ma come distinguere una normale svolta del llrrssoda un banco di sabbiao da una cascatainr onrbenti?Ci si pub orientarenel mondo circo\riurtecon I'aiuto di segnipienamentetangibili. ll rnondo ce ne manda in continuazione.Quelli lriir conosciuti e diffusi sono i presagi.Ci sono precattivi e presagibuoni. Si usa credereche I'arcobalenosia '.rgi rur buon segno,mentre un gatto nero che attrayersala stradasia rrrcliziodi sventurain arrivo. I segnipremonitori comunemente riconosciuti sono di fatto il risultato di osservazionie confronti ripetuti nel tempo. Sela percentualedi funzionamentodel presaqio b abbastanzaalta, si estrapolauna regolache diventapatrimonio dell'immaginario collettivo, poichd b abitudine diffusa delle l)ersoneraccontarsia vicenda fenomeni strani. Tirttavia, i segni premonitori non si avveranosempre.Perchdb cosi? Cosasuccedequando una personasi b dimenticatadi prendere rlualcosaprima di usciredi casae le toccatornareindietro?Di solito [)cnsa:tornareindietro porta male.Questapersonapub anchenon crederenei presagi,ma lo stereotipocollettivo d talmente radicato clagettarecomunque un ombra di dubbio nel suo inconscio.Ed cccoche nei suoi pensierigermogliagi) un orientamentodi attesa di qualchearversith.Oppure il nostro uomo pensadi non tornare indietro. Anche questo,perb, non I'aiuta,perchdil corsoregolare dei suoi pensierib gii stato turbato, ed egli si ritrova quindi gii piii o meno sbilanciatodal suo statodi equilibrio. Lattesadi una sventura apporta dei correttivi nei parametri della sua emissione mentale e fa si che egli si sposti su quelle linee della vita che corrispondono a quei parametri.In questomodo ottiene quello che temeva.E stato lui ad ammettereuna tale eventualitirnel suo scenarioe proprio per questole probabilithche il presagiosia azzeccatoaumentano. Come vedete, il segno premonitore collettivamente accettato di per sd non pub fungere nd da


La corrente delle varianti - 221

220 - Lo Spaz.iodelle Varittnti

legge e nemmeno da costante. Perchdproprio il gatto nero Eper mttilo standarddel cattivo presagio?Perquale ragioneil gatto nero pub esercitareuna infuenza, qualechesia,sulla nostravita?Di fatto, l'infuenza non I'esercitail gamodi per sd,ma il modo con cui la gente si rappona al segno"garto nero". Secredetenei presagi,essiprenderannoparteallaformazionedegli eventidellavostravita. Seinvece non ci credetema sieteinceni, l'influenza del segnosarhpiir debole ma comunque presente.Se inveceproprio non ci credetee non vi prestatela minima attenzione,essinon eserciterannonessuntipo di effetto sulla vostravita. E tutto molto semplice:ottenetequello che uoi stessiammettetenello scenariodzllz uostrauita. La personache considerai segnipremonitori un pregiudizio,escludedallo strato del suo mondo qualsiasipossibilit) di una loro realizzazione.In questocasoi presagiagirannonegli strati dei mondi altrui, ciob di coloro che trovanoin essiconfermadei loro pensieri,ma non certo nello strato del nostro miscredente. Se i presagidi per sd non influenzanogli eventi della vita, di quali segni conduttori si parla in questo capitolo? Il gatto nero non pub infuire ma pub segnalareun evento che pub aver luogo lungo il corso della corrente delle varianti. Si tratta solo di capire quali segni si possanoritenereconduttori. Infatti se ci si prefiggelo scopo di osservare,si possonovederesegni continui in tutto quello che succedeintorno a noi. Ma come si possonointerpretare?Non affronteremo qui Ie interpretazioni,b una occupazione ingrata,troppo inaffidabilee troppo ht incomprensibile.Lunica cosache si puit Fareb prendere atto del segnale,rafforzarela vigllanza del proprio Guardiano ed esse-

re piir prudenti. N

I segni conduttori sono quelli che indicano una possibilesvolta nella correntedelle varianti.

ln altri termini, si pub dire che il segnoserveda precursoredi un cvento che apporterir un cambiamento significativo nel corso (.I(lcnzatodellavita. Sesietein attesadi una svolta,anchepiccola, ,rlkrrapotrebbecomparireun segnoche la segnala.Se b in arrivo anche in questocasopub rrn cambiamentoche non aspettavate, . ornparire qualche segno Grratteristico.Che significa caratteristi..o? Il fatto b che quando la corrente delle varianti fa una svolta, vi spostatesu unaltra linea dellavita. Ricordiamo che una stessa lirrea,dal punto di vista dellaqualithdellavita, risultapiir o meno ()nrogenea.Il flusso nella corrente delle varianti pub attraversare linee differenti. Le linee della vita si differenzianoI'una dall'altra nci loro parametri. I cambiamenti possonoesserepoco significativi rna la differenzasi coglie comunque. E proprio questadifferenza rpralitativache voi percepitea livello conscioo inconscio:t come seci fossequalcosache non c'eraun minuto fa. In questomodo isegni conduttori compaionosolo quando incomincia un passaggiosu altre linee della vita. Potete anche non prestareattenzionea singoli fenomeni. Per esempio:se una cornacchiavicino a voi gracchiama questofatto non vi mette sulla diFensiva,non aveterilevato nessunadifferenzadi qualit), significa che vi trovate ancora su una stessalinea. Se i inveceaveteprestatoattenzione alla circostanza,per' cependoin essaqualcosadi particolareo insolito, potrebbe trattarsi di un segno. Il segnosi differenziadal fenomesempreI'inizio di un passaggio su una linea della vita sostanzialmente diversa.Di solito allarmano i fenomeni che hanno luogo subito dopo il passaggiosu .t unaltra linea. Questo succedeper- '" chd le linee si differenzianoqualitativarnente I'una dall'altra. Queste differenze


222 - Lo Spa:io delle Varianti

possono avereun cfattere diverso e a volte sfuggono a una chiara comprensione: si ha solo la sensazionecheci sia qualrosadi diumo. Quando il passaâ&#x201A;Źgiob gD awenuto, lo si percepisceintuitivamente, a volte cogliendodegli evidenticambiamentisotto forma di segni.E come secon la coda dell'occhiovedessimoo sospettassimo la comparsadi qualcosadi nuovo nellacorrente.I segniservonoda segnali, ci awertono che qualcosab cambiato,qualcosastasuccedendo. Un fenomeno che si manifestanella linea correnredella vita di solito non allarma, poichd b della stessaqualiti degli altri fenomeni di quella determinatalinea. Owiamenre, colui che non si accorgedi quello che alrrieneattorno a sd,non coglieri nemmeno i segnievidenti. Il passaggiosu una linea della vita sostanzialmentediversa di solito awiene per tappe,attraversolinee transitorie. I segnisu questelineepossonocomparirecomeawenimenti piil o menoseri. Pub accadereche una personaabbia ignorato il primo awertimento. Il passaggiocontinua e segueun secondo awenimento, poi un terzo, e sela personacontinua a non accorgersidei segnisuccedequello che dovrebbesuccederenella linea finale. Come si b gii detto, b molto difficile interpretarei segniin modo inequivocabile.Non si pub nemmeno esserecerti che il fenomeno che ha attirato la vostraattenzionesia un segno.Si pub solo prendereatto del fatto che il mondo vuole comunicarequalcosa. A interessarele personesono soprattutto i banchi di sabbiae i vonici incombenti. Si vorrebbe,a volte, riceverealmeno un cenno alhsivo di quello che ci potrebbeaspettarein firturo. Nella maggior parte deicasisi pub formulareuna domanda in modo taleda far ottenereuna rispostabipolare:si o no. Peresempio:la cosami riuscir) o meno, farb in tempo o no, potrb o non potrb, d beneo b male, d pericolosoo no, eccetera.Si dnarhcercaredi ridune l'interpretazione

La correntedelle varianti * 223

,l,l ;ryttosemplicemente a un cennoalhuiuo di a/ternatiuadi isposta "? "i ,l,l ripo positiuo"o negatiuo'lNon convieneconfidare su una r\l)ostrr di grande precisione.Il segnoconrienein s4 unhllwione aJl.r .lrralitl della svoltafutura. Se il segnosi associaa sensazioninon I'i,rccvoli,suscitatimore, sfiducia,sruporespiacwole,agitazioneo ,lis:rsio,significache sta a segnalareuna wolta negativadegli eventi. \r' lc sensazioninon sono univoche,alloranon ha sensointerpretare il segno,chd la valutazionesarebbeinaffidabile. In ogni cso non ( ()nvienepreoccupa$ieccessivamente e attribuire troppa importanz,ra[a situazione.D'altra parte,seaveteprestatoattenzioneal segno, t.ucbbe meglio non ignorarlo. Pub darsi che essocontengaun avvcrtimento, che voglia indicarvi di prestaremaggior anenzione,o ..li cambiareil vostro comportarnento,o di fermarvi in tcmpo, o di scegliereun altra direzionedi azione. I segnipossonoaverela forma piil diversa.Bisognasolo cercaredi distinguere il loro valore:positivo o negativo. I'eresempio:vadodi fretta,una vecchiettacol bastonemi sbarrala strada e non riescoa superarla.Cosa puir significarequestosegno?Probabilmenteche fhrb tardi. Oppure I'autobus,che di solito b lento, )\ oggi va all'irnpazzata:forse ho esageratoin qualcosa e devo esserepiir cauto. Oppure un progerto non decolla in alcun modo, compaionoostacoliche lo frenanoe procede con grandefatica:forsela mia sceltaporta a un vicolo ciecoe non mi convieneandareavanti. La quaiiti principale dei segnib che essisono in grado di svegliarvi in tempo dallo stato di torpore e farvi capire che, probabilmente, stateoperando negli interessidi un pendolo distruttivo e a vostro detrimento. Le personespessocommettono errori fatali trovandosi sotto la narcosi "zombizzanre"dei pendoli, e solo dopo si accorgonodi non essersiresiconro delle azioni fatte, di averpersola vigllanza.ln questocasoI'interpretazionedi segni


224 - b

Spo:iodelle Vtrianti

ancheingenuial fine di coglierneun awerrimenro non sarebbesuperflua.La prudenza e una visione lucida e I assennatadella realt) non guastanomai. Limportan- .,," te b che I'accortezzanon degeneri in agitazione e apprensione.Si deveimpararea occuparsidei problemi senzapreoccuparsene.Dandosi in af6tro, si deveagire in modo irreprensibile. Per quanto strano possasembrare,i segni conduttori piil chiari e precisi sono le frasi delle personedetre come per caso, spontaneamente, senzapremeditazione.Se qualcuno cercaintenzionalmentedi imporvi la sua opinione, poreretranquillamente ignorarla.Ma seviene pronunciatauna frasespontanea, con valore di consiglio a fare qualcosa,accoglietelacon la massima seriet).Le frasi spontaneevengono pronunciatein modo assoluramentenon meditato. Pensatea quando voi rispondere automaticamentea qualche replica, sâ&#x201A;Źnzapensarci.La risposta esistegil da qualcheparte nel profondo della coscienzae vola alle vostre labbra evitando I'apparato analitico della ragione. Lo stessosuccedequando la ragionesonnecchiao b impegnata da qualcos'altroe si gettano delle frasi distratte. Quando la ragione sonnecchiaâ&#x201A;Ź I'anima che parla,ed essasa come rivolgersi direttamenteal campo d'informazione. Sequalcuno,quasiper caso,vi rivolge la frase:"Prendi la sciarpa sennb ti raffreddi!",sarebbeutile seguireil consiglio,per non doversenepentire poi. Se, mentre sieteimpegnati a risolvereun problema, qualcuno "en passant"vi di un consiglio per voi di poca importanza,non afFrettatevia ignorarlo e ascoltatelo;sesiete sicuri di averragionee qualcuno, non appostama tra una cosa e un'altra, vi dimostra che non b cos), non insistetesul vostro punto di vista e fermatevi, assicurateviche per caso non stiare sbattendoinvano le bracciacontro I'acqua. Anche il disagiointeriore, dell'anima, b un segnochiaro, solo che di solito, purtroppo, vi si prestapoca arrenzione.Se dovere prendere una decisione,nessunomeglio della vostra anima sa

Itt corrente delle varianti - 225

come fare. Spesso,perb, b molto difficile capire che cosavoglia veramentesuggerireI'anima. Tirttavia, come si B deuo prima, si pub definire in modo praticamenteinequivocabilese la decisionedella ragionele garbao meno. Peresempio,doveteprendereuna decisione.Fermatevi un attimo e provate ad ascoltareil fruscio delle stelle del rrr:rttino.Se la vostraragione,invece,ha gil decisoe voi vi siete ricrrrdatiin un secondomomento di prestareascoltoal fruscio, l)rovatea richiamare alla memoria le sensazioniche vi hanno .rccompagnatoquando avetepreso la decisione.Le sensazioni, lx).ssonoesseresintetizzatenelleformule "mi sento bene" o "mi .cnto male". Sela decisioneb statapresaa forza,sevi sietesentiti l)ressati,allorasicuramentel'anima si sente"male". In questocaso, sec'Bla possibilit) di cambiaredecisione,cambiatela. Non b difficile definire lo stato di benessere della propria anirrra.Difficile i ricordareper tempo di ascoltarnele sensazioni, poichi la ragioneriflemein maniera autoritaria e non d disposta ad ascoltarenessunoa eccezionedi sestessa. Il rombo tuonante del buon sensonon solo sofFocail sussurrodell'anima. La ragione cerca in tutti i modi di fondare e dimostrare le proprie argomentazioni.Vi trovate per esempio,di fronte a una scelta: "si" o "no". Lanima cerca timidamente di obiettare: "no". La ragionesi rende conto del "no" proferito dall'anima ma fa finta di non averlo sentito e in modo convincente,appoggiandosisu "ragionamenti sensati",argomentail suo "si". Riponete le righe che aveteappena letto su uno scaffaledella vostra memoria e, la prossimavolta che dovrete prendere una decisione,ricordatevele.Vi rendereteconto che succedeproprio cosi. Vi propongo di ricordare bene un algoritmo semplice e sicuro che vi permette di definire con sicurezzail "no" dell'anima: sesiete costrettia conuinceruie a persuadrrai di dire "si",signtfca cheI'anima dice 'ho". fucordate: quando lhnima dice "si" non aueteabun bisogno di autoconuincerzz. Ritorneremo ancorasu questo algoritmo.


226 - Lo Stxt:.iotlelle Vtriunti

Bisognaosservaresemprei segni che ci manda il mondo circostante,ma non bisogna ambire a vedere segni in ogni cosa.uGli uccellistanno volando in alto. Cosamaivorr) dire?r. Semplicementeche gli uccelli non hanno paura dell'altezza,perciir volano dovevosliono. Sar) sufficiente prendere atro dei segni e ricordarsiche essipossono servireda segnali,da guida. Non appenave ne dimenticate,vi possonosubito risucchiarei pendoli e potere diventarevittime delle circostanze. Con particolarescrupolo occorreverificarei desiderie gli atti in grado di cambiareradicalmenteil vostro destino.Se il desiderio suscitadisagioe c'b la possibilitidi rinunciarea esso,rinunciateci. Esso non viene dall'anima ma dalla ragione. I desideri della ragione sono sempredettati dai pendoli. La stessacosa si pub dire degli atti. Se si ignora il disagio interiore, nella maggior parte dei casinon succeder)nulla di terribile, ma porrebbe darsi che vi toccher) penrirveneamaramenre.Per questaragione b meglio, nella misura del possibile,rinunciareai desiderie alle azioni che suscitanodisagio, dubbio, timore e sensodi colpa. Thle rinuncia vi faciliter).sicuramentela vita e vi risparmier) una massadi problemi. C'b tuttavia una riserva:se,in conseguenza di una seriedi atti sbagliati,si b formato un groviglio di problemi, il principio della rinuncia non d sempreopporruno. In alcuni casici tocca fare cose"disagevoli",per esempiodire delle bugie o andareall'odiato lavoro. Ma una volta sciolti i grovigli, porere tranquillamenteutilizzareil principio dellarinuncia. Ecco tutto quello che si poteva dire sui segni conduttori nell'ambito del modello delTi'ansurfing.Solo voi potetenotare e interpretarei vostri segnie non occorreinsegnarvicome. Da soli capiretecome faresecomincererea osseryare voi stessie il mondo

La correntedelle variemti- 227

, lr..'r'i circonda.Lunica cosada non fare , .rrtribuireimportanzasuperfluaai segni r,,'rr sufHcientemente chiari, e rr..lrrtlcreinterpretazioninegarir'.' r-regliscenari della vostra ir.r. Per evitaredi arenarsinei ' l'.rnchidi sabbiae lasciarsiinghiottire ..l,rivortici d'acqua,sari sulficientenon ( rcrlrepotenziali superfui. In que\(o sensoci si pub orientareanche \('nzasegni.Comunque sia,non ci i' dato capire con chiarezzail loro significato.Lunico segno cui deve esscreattribuita particolareattenzioneb lo statodi benessere dell'animaal momento cli prendereuna decisione.Al fruscio delle stelledel mattino vale vcramentela pena di prestareascolto.

Mollarela situazione Lesistenzadi flussi nella correntedellevarianti libera la ragione da due pesi per essatroppo gravosi:la necessitidi risolverei problemi razionalmentee quella di controllarecostantementeIa situazione.Owiamente, a condizione che la ragionese ne lasci liberare.Perchdessalo permetta,le serveuna spiegazionepiil o meno razionale.Come avretenotato, in questo libro c'b molto di irrazionalee di contrario alle posizioni del buon senso.E anche se il fine del tansurfing non E la spiegazionedella struttura del mondo circostante,mi sento costrettoad argomentarein un modo o nell'altro tutte questeconclusioni che sconvolgono la ragione. E come potrei altrimenti? ir molto di{ficile smuovere il monolito del buon senso.La ragione non b abituata a credere a tutto, essarichiede argomenti e dimostrazioni. Le dimostrazioni le otterrete da soli, se metterete in pratica i principi del


228 - Lo Soaz.iodelle Varianti

Tiansurfing. Io, da parte mia, possosolo riportare alcuni argomenti per calmareI'incredula ragione, in caso contrario voi non solo non verifichereste questi principi, ma non continuerestenemmeno la lettura. E questo b solo l'inizio. Pitr avanti vi aspetterannotante scopertestupefacenti. I due pesi sopracitati oberano la ragione fin dall'infanzia. Ci hanno sempre insegnato: nPensacon la tua testa!Ti rendi conto di quello che stai facendo?Spiegami le tue azioni! Studia bene, solo con la testa si pub raggiungere qualcosanella vita! Sei una testavuota! Ma quando comincerai a ragionare?r.Gli educatori e le circostanzehanno modellato il cervello a forma di "soldato", pronto in ogni momento a trovare una spiegazione,a dare una pronta rispostaa una domanda, a valutare la situazione, a prendere decisioni, a mantenere il controllo su quello che succede.La ragione E addestrataad agire in modo utile dal punto di vista del buon senso. Non pensateche io stia esagerandoe sia pronto a rigettaredel tutto il buonsenso!Al contrario, il buonsensorappresentadi famo un completo di regole,"un kit" minimo necessarioper affrontare il mondo circostantee soprarviverci.Lunico sbagliodella ragioned che essaosservaquesto codice di regole in modo lenerde e ffoppo diretto. Fissandosisul buon senso,la ragioneviene ostacolataa guardarsi intorno e a vederequello che non concordacon questeregole. E divergenzedal buon sensoin questo mondo ce ne sono tante. Conferma di cib b I'incapacit) della ragione di trovare una spiegazione per tutto e di difendereI'uomo dai problemi e dalle awersiti. C'd una semplicevia di uscitada questasituazione:fidarsi dei flussi della corrente delle varianti. Anche il motivo b molto semplice: i flussicontengonocib che la ragionecercr:la convenrenza. Come sapete,i flussi seguonola via della minor resistenza.[a ragionetendea ragionaresecondola logicae il buon senso,appoggiandosisu nessidi causa-effetto. Ma I'imperfezionedella ragionenon le permettedi

La corrente delle varianti - 229

orientarsisenzaerrori nel mondo circostantee trovare li le uniche soluzioni giuste.La natura, infatti, d perfetta "a priori", per questo nei flussic'b piir convenienzae logicadi quanto sene possanotrovare nei ragionamentipit saggi.E per quanto la ragionesia persuasa di pensarecoerentemente,si sbaglierllo stesso.Del resto,la ragione sbaglieri in ogni c:so, ma i suoi errori sarannomold di meno se impareri a contenereil suo zelo e per quanto possibilepermetteri ai problemi di risolversisenzail suo attivo intervento.Questo significa mollnre ln sittnzione. In altre parole, occorre allentare la presa, abbassare il controllo, non ostacolarela corrente,dare piil libert) al mondo circostante.Sapetegii chefar pressionesul mondo non solo la corrente, b inutile, ma b addirittura dannoso.Non assecondando la ragionecreapotenziali superflui. Il Tiansurfing propone una via completamentediversa.In primo luogo gli ostacolice li creiamoda soli rafforzandoi potenziali superflui; se si riduce l'importanza, gli ostacolisi eliminano da soli. In secondoluogo seI'ostacolonon si lasciasmuovere,non occorreaffrontarlo ma semplicementeaggirarlo. E qui sono di aiuto i segnicondumori. Il problema della ragioned che essatende a consideraregli eventi che non si inscrivononel suo scenariocome ostacoli.[a ragione,di norma, pianifica tutto per tempo, fa i suoi calcoli, e se poi succede I'imprevisto,incomincia a lottare attivamenteper ricondurre gli eventi nel contestodel suo scenariopianificato. Il risultato d che la situazionesi aggravaancoradi piil Owiamente, la ragionenon b in grado di pianificaregli eventi in manieraideale.E proprio qui bisognerebbedarepiil liben) allacorrente.fa correntenon b interessata a rovinareil destinodella gente,non ne avrebbenessunaconvenienza. Il destinolo rovina la ragione,con le suetrovateinsensate. Dal punto di vista della ragione la convenienzasi ha quando tufto procede secondo lo scenario pianifica- 4 to. Tirtto quello che non concordaviene percepito come un problema indesiderato.E il problema va risolto, cosadi cui si occupacon grande zelo la ragione, generandonuovi problemi. Cosi facendola


230 - Lo Spazio delle Varianti

ragioneammassada solalungo il suo cammino , una enormequantir) di osracoli. Provatea pensareun artimo: quand't i che le personesono felici, provanosodi . disfazionee sono contente di se il^\ stesse? Quando tutto va secondo i W i loro piani. Qualsivogliadevia'f,MryL' zione dallo scenario viene recepita Y I ttn insuccesso. insrrccesso. Ilimnorranz.a income un Limportanza in\:t rerna non permerre alla ragione di ac\ cettareuna possibiliti di deviazione.La ragionepensa:nMa io avevopianificato turro in anricipo, avevo calcolacoper bene.So benissimoda solacosab benee cosad male per me. Sono assennatar.La vita spessoporta alle personedei regaliche esseaccettanodi malavogliaperchdnon li avevanopianificati. ulo volevo si un giocarrolo,ma non questolu.La realt) b siffatta che raramentericeviamo proprio i giocattoli pianificati e per questoce ne andiamoin giro cupi e sconrenti.E ora provate a immaginarecome diventerebbepiil gioiosala vita se la ragione diminuissela sua impo fianzae accerrasse il diritto di esistenza di deviazionidal suo scenario! Ognuno di noi pub regolareil livello della propria felicit). Per la maggior parte delle personela sogliadi questo livello b molto alta, per questo non si consideranofelici. La dubbia formula "se vuoi esserefelice,siilo", per il tansurfing non va bene. Voi otterreteil vostro giocattolo,ma questolo vedremodopo. Ora qui parliamo di come evitarele contrariet) e diminuire i problemi. Proprio I'incapacit) della ragionedi accettaredeviazioni dal suo scenarionon le permeffedi sfruttarele soluzionipronre contenute nel fusso dellacorrentedellevarianti.La tendenzamaniacaledella ragionea teneretutto sotto controllo trasformala vita in una lotta incessante contro la corrente.Infatti, come pub la ragionepermettere che la correntevadaper il suo corso,sâ&#x201A;Źnzasottoporsialla sua volonrl?E qui siamo giunti all'errorepiil gravedella ragione.

,afi;

Ltt utrrente dclle t,uriunti- 23l

ltr mgione tendf,a gouffnlue non il /,roltrio nouimento lungo la con'(nte, tttt la correntestessn.Questa d una rlcllecauseprincipali dell'insorgenza clciproblemie delleawersit). Un flussoadeguato,che si snoda Irrngola via dellaminor resisrenza, non pud creareproblemi e ostacoli. i: la scioccaragioneche li genera.Provate ad aftivare il vostro Gr.rardianoe rl osservare, almeno per un giorno, come lir ragionecerchi di gestirela corrente.Vi si propomequalcosae voi rifiutate subito; vi si comunica qualcosae voi ignorateI'informazione; qualcuno esprimeil suo punto di vista e voi lo discutete;qualcuno fa qualcosacome gli sembragiustofaree voi cercatedi riportarlo sul vostro retto cammino; vi si proponeuna soluziorlee voi obiettate; vi upettate qualcosa,ricevetequalcos'altroe marnilestatela vostra insoddisfazione;qualcuno vi disturbae voi vi fateprenderedallacollera; qualcosat in netto contrastocol vostro scenarioe vi lanciate in un attaccofrontale per riconvogliarela correntenell'alveogiusto. Magari per voi personalmentele cosevanno un po' diversamente, ma una piccolapartedi verit).comunque c'b, non d vero? E ora provatead allentarela presadel vostro controllo e a lasciare piir libert) alla corrente.Non vi propongo di essered'accordocon tutti e accettaretutto, n-rasernplicementedi cambiaretattica: spostareil centro digravitl dal controllo all'osservazione. Cercetepiil di osservare che di controllare.Non affremarevia ignorare bellamenre una questione,a obiettare,discutere,dimostrareil vostro punto di vista, immischiarvi,gestire,criticare.Date alla situazionela possibiliti di risolversisenzail vostro attivo interventoo la vostrareazione.Senon sareteletteralmentescioccati,rimarretesicuramente sconvolti. Perchdsuccederiuna cosaassolutamenteparadossale: rinunciand.oal control/o.otte/reteun conno/lo sulla situazioneAnprima. Losservatoreesternoha cora magiorc di quelb cheaueuate


232 - Lo Spa:io delle Variunti

sempre piil vantaggi del diretto partecipante.Ecco perchd ripeto continuamente: datevi in affitto. Quando vi volteretea guardareindietro, vi persuadereteche il vostro controllo andava contro corrente: le proposte degli altri non erano cosi prive di senso;non c'eranessunanecessiti di discutere;il vostro intervento in qualche questioneera assolutamente superfuo. Quello che voi consideravateun ostacolo di fatto non lo era; i problemi si risolvono benissimoda soli, senzala vostra partecipazione;quello che avete ottenuto fuori dal vostro piano, non b poi cosi negativo;le frasi dette per caso hanno veramente un effetto; la sensazionedi disagio interiore serviva da al'vertimento; non avete sprecato invano energia e sieterimasti soddisfatti. Ecco, questod il preziosoregaloche la corrente offre alla ragione, il regalo di cui vi parlavo all'inizio. E, in aggiuntaa quanto detto, ricordiamocidei nostri "amici": a ostacolareil nostro movimento in accordo con la corrente sono i pendoli. Essi organizzanoprovocazioni ad ogni passoper costringerele personea sbattereinutilmente le braccia contro I'acqua. La presenzadi un flusso nella corrente non garba ai pendoli, per la sempliceragioneche il fusso si snoda in direzione del minimo sprecodi energia.Lenergia che la persona consuma nella lotta contro la corrente va a crearei potenziali superflui e a alimentarei pendoli stessi.Lunico controllo cui vale la pena di prestareattenzione b il controllo del livello di importanza interna ed esterna.Non dimenticate che b proprio I'importanza a impedire alla ragione di allentarela situazione. Allentare la situazione in molti casi molto piil efficacee utile che insisteresul proprio punto di vista. fa tendenzadegli uomini all'autoaffermazionefi n dall' infan zia crea I' abitudine di dimostrare il proprio valore. Da qui nascela dannosissimatendenzaa dimostrarele proprie ragioni a tutti i costi. Questa tendenza crea un potenziale superfluo, ed entra in contraddizione con gli interessi dellealtrepersone.Spessole personetendono a di-

Lo correntedelle verianti - 233

mostrarele loro ragioni persino nei casi in cui il verdetto a favore dell'una o dell'altra parte non tocca direttamente i loro interessi. Alcune persone hanno un sensodell'importanza interna cosi ipertrofrzzato che tendono a insistere sulle proprie posizioni in ogni minima occasione.Limportanza interna degenerain mania da teneretutto sotto controllo: uFarbvederea tutti che ho ragione, costi quel che costir. ii un abitudine dannosa,che complica la vita in primo luogo al difensorestessodella verit). Se i vostri interessi non risultano fortemente compromessi, allentate senzapaura la situazionee lasciateagli altri il diritto di sbatterele bracciacontro I'acqua. Se lo fate coscientemente,vi sentiretesubito sollevati nel profondo dell'anima, e vi sentiretemeglio che non se avesteinsistito per dimostrareil vostro punto di vista.Vi sentiretesoddisfatti per esseresaliti di un gradino piil in alto: non vi sietemessia difendere,come al solito, la vostraimportanza,ma vi sietecomportati come fa il genitore saggiocon i figli sventati. Facciamo un altro esempio: lo zelo superfluo nel lavoro non b meno nocivo della negligenza.Supponiamo che siate riusciti a sistemarviin un posto di lavoro di prestigio, quello che sognavate da tempo. Sietemolto esigenticon voi stessipoichdritenetedi dovervi mostrare al massimo.il giusto. Tirttavia, facendoviprendere da troppo zelo,rischiatedi non reggerela tensione,soprattutto seil compito b difficile. Nel migliore dei casi il vostro lavoro sarl poco efficiente, e nel peggiore dei casi vi procurerete un esaurimento nervoso.Poteteanche arrivarealla falsaconvinzione di non essere in grado, di gestireun tale tipo di lavoro. E possibile,perb, un altra alternativa:finire per mettere in moto un attiviti frenetica e con cib stessoviolareI'ordine delle ..: cosestabilito nel tempo. Vi sembra l ,D che al lavoro si possamigliorare un saccodi cosee siete assolutarnente sicuri di esserenel giusto. Tirttavia, se le vostre innovazioni infransono il ritmo

W,1 v


234 - kr Spa:jtt dalle Voriurttr

abitualedi vita dei vostri colleghi,norl asperrarevi nienredi buono. Questob il casotipico in cui I'iniziativavienepunita. Vi hanno collocatoin una correntelenta ma tranquilla e misuratae voi con tutte le vostreforzesbametecon i palmi contro I'acquanel tentarivo di andareavantipiir velocemente. Questo significache non si pub dire una parolaconrro niente e nessunoe in generalenon ci si possaesporre?No, la questione non si pone in termini cosi duri. Occorre solo affrontare la situazioneda un punro di vista mercanrile.Indignarsi e sbraitared ammesso,ma solo conrro quello che vi dl direttamente fasridio \e rcomunqu. vr r '(r'rY u ,olo nel caso |'i :""' :;"' "' rr in cui la vosrra critica cambiare possa qualcosain \i meglio. Non criticatemai quello che b gi) succes, lt' li,ll so e non si pub cambiare.Per il resro, ll -{ il principio di assecondamentodella correntedeveessereapplicatonon letteralmente,concordandocon tutti e tutto, ma semplicemenretramire il trasferimento del centro di gravit) dal controlloall'osservrrzione. ' Cercatedi osservaredi pii e non affrett:rtevia controllare.. ,lt\ II sensodella misura arriver). da solo, statcpur certi.

La correntedelle varianti - 235

Riepilogo Laragione interpreta le informazioni permezzodi un insieme di convenzionifisse. llanima non pensae non parla,ma sentee sa. La ragioned solo in grado di costruireuna soluzionerelativamentenuova di una casa,usandocubi da costruzione vecchi. Le scooeftefondamentalmentenuovearrivanodai settorinon realizzalidello spaziodelle varianti. llanimaserveda intermediario tra le informazionifondamentalnrentenuovee la ragione. llanima accogliele informazioninon realizzate come conoscenze,senzai nterpretarle. Se la ragioneriescea interpretare l'informazionedell'anima, nascela scopefta. La ragioneb in gradodi definireinequivocabilmente lo stato di benesserre dell'anima. Addestratevia prestareattenzioneal benessere dell'aninra. Rinunciandoall'impoftanzaofterretela libert) di sceglierviil vostrodestino. La libert) di sceltapermettenon di chiedere,n6 di pretendere, n6 di loftare,ma di andaree prendere. La strutturadelle informazionid organizzatain sequenzedi nessidi causa-effetto. I nessidi causa-effefto generanola correntedellevarianti. Le vie di minor resistenza sonoorganizzatein singoliflussi.


f 236 - Lo Spazio delle Varianti

I flussinellacorrente dellevarianti contengono gi) lasoluzionedi tuttii problemi. lJimportanza internaed esterna allontana la ragione dalflussoottimale. Ela ragionechevi portaallacascata, non i flussidellacorrente dellevarianti. Tuttosi fa in modomoltopiir semplice di quelchesembra. Lasciatevi andarea questasempliciD. A funzionare nond il presagio, ma il rapportocheognunodi noi ha con esso. I segniconduttori indicanounapossibile svoltanellacorrente dellevarianti. Le lineedellavita si differenziano qualitativamente l'una dall'altra. I segniallarmano perch6compaiono al momento delpassaggiosu un'altralinea. I segnisi distinguono per il fattoche creanouna sensazione strana, comesequalcosa nonfossecoslcom'erapocoprima. Lefrasispontanee possono recepite essere comeunvademecum. Lo statodi disagiointerioreb un chiarosegno. Sevi fovatecosfettia convinceryi, significa chel'animadice"no". la possibilit) Seesiste di rinunciare allasoluzione chegenera disagio, rinunciatevi. Bisogna mollarela presae accettare nelproprioscenario anchel'eventoimprevisto. llimportanza impedisce la possibilit) di accettare di unadeviazionedallo scenario. Laragione ambisce nonil propriomovimento a gestire lungo la correntema la correntestessa. Spostate il centrodi gravit)dal controlloall'osservazione. Rinunciando al controllootterrete un autentico controllo sulla situazione. Seasseconderete la correntedellevarianti,il mondovi verrd incontro.

Glossariodei termini

e p e r d i p i i r q u e l l a o tti m a l e . l l ca Corrente delle varianti I e informazionisi trovano nello spa- r a tte r eo tti m a l e d g i ) i n cl u so n e l l a z i o d e l l e v a r i a n ti i n m o d o sta zi o n a - strutturadel campo d'informazrone. rio, in forma di matrice. La struttura N e l l o so a zi o d e l l e va r i a n ti c'd tu tto, ma con maggior probabilit) si r l e l l e i n f o r m a zi o n id o r g a n i zza tai n r e a l i zze r a n n ol e va r i a n ti co n m i n o r catene, legate le une con le altre. I rapporti di causa-effettogenerano /a dispendio di energia.La natura non spendeenergiaa vuoto. corrente delle varianti. La ragione agitata prova continuamente su di s6 le spinte dei pendoli Enigmadel Guardiano e si lancia a risolveretutti i proble- "Ogni uomo puo acquisire Ia libertA mi, nel tentativo di tenere la situa- di scegliere tutto quello che vuole. zione sotto controllo. Le decisioni Come ottenere questa libertA?". volitive della ragione equivalgono, L'uomo non sa che puo non ragnella maggior parte dei casi, a delle giungere ma semplicemente ottemanate insensatecontro la superfi- nere quello che desidera. La cosa cie dell'acqua.La maggior parte dei se m b r a a sso l u ta m e n te i n cr e d i b i l e problemi,soprattuttoquelli di picco- tuttavia d veramentecosl. Verretea la entiti, si risolveda sola, se non si co n o sce r el a so l u zi o n ed e l l 'e n i g m a solo dooo aver letto fino alla fine ostacolala correntedelle varianti. La causaprincipaleper cui non con- i l l i b r o "l l Tr a n su r fi n gd e l l a r e a l D " viene contrapporsi attivamente alla ( d i p r o ssi m ap u b b l i ca zi o n e ,M a cr o Ed i zi o n i ) . corrented da vedere nel fatto che, facendo opposizione,si consuma una Forze equilibratrici gran massadi energia inutilmenteo addiriftura a proprio detrimento. La Ovu n q u e ci si a u n p o te n zi a l e su corrente scorre lungo il percorsodel- perfluo sorgono delle forze equilie per cib contie- bratrici {inalizzale ad eliminarlo. ll la minor resistenza, ne le soluzionipiir efficacie razionali potenziale superfluo b il risultato dei oroblemi. La resistenzaalla cor- dell'energia mentale di una persorente, al contrario, genera una massa n a , q u a n d o e ssa a ttr i b u i sceu n si gnificato eccessivamentegrande a di nuovi oroblemi. un oggetto o a un evento. Un intelletto potente non serve a n u l l a , s e l a s o l u zi o n ee si steg i ) n e l - Confrontiamo, ad esempio, due sil o s p a z i o d e l l e va r i a n ti .Se n o n ci si tu a zi o n i . N e l l a p r i m a . vo i si e te i n inoltra nei meandri del problema p i e d i su l p a vi m e n to d i ca sa ; n e l l a e non si ostacola la corrente delle se co n d asi e tei n p i e d i su l l 'o r l o d i u n v a r i a n t i ,l a s o lu zi o n ea r r i vad a so l a , p r e ci p i zi o .N e l p r i m o ca so , l a si tu a -


238 Lo Spa:.iodelle Vtrianti zro ne no n vi a git a m inint am ent e; pot enz iales u p e r f l u oa l l o s t a t op u r o , nel se'condo,invccc, la sitr.razione e per elim i n a r l o , l e f o r z e e q u i l i b r a h .r urr forte sign iiit at o: un m inim o t r ic i c r ean r >p r o b l e m i a l i a f o n t e c h e movimento superiluo e potrebbe t ale pot en z i a l e h a g c n e r a t o .E s i s t o surc e rlere l' irrep ar . r lli le. no due t ip i d i i m p o r t a n z a : q u e l l a Sul p ian o e ne rget ic o, il f at t o c he internae quella este.rna. sia te in p ied i ha ugr - r ales ignif ic at o L'importanz.-rinterna, o imporl.tnsia ne l primo che nel s ec onc loc as o. za di s6, si manifesta in fornra cli Ma, sta nd o in piedi s ull' or lo di un s opr av v alu t a z i o n ed c i p r o p r i p r e pre cip izio , siete inv as i dal panic o gi o dei p r o p r i d i f e t t i . L a f o r m u l a ch e au men ta la le' ns ionee c r e( t una dell' im pt - r r t a n , / Ji n l e r n , l s u o n a i n disorlogeneit.)nel campo energeti- cluesto nrodo: "sono una persona co. ll risulta tod c he c om paiono le importante", oppure "svolgo un forze e qu ilibra t r ic i, f inaliz z ; r t e ad lav or o im p o r t a n t e " .Q u a n d o l a l a n elimin.rre tale clisonrogeneit).Po- cetta clell'importanza s'impenna, tete an ch e sen tir er ealm ent eil lor o ec c o c he ar r i v a n oa d o c c u p a r s id e l effetto: da una parte una forza inla s it uaz io n el e f o r z e e q u i l i b r a t r i c i , spie ga bilevi atti r . r in gii, d. r ll' alt r a e "il pav on e " s i b e c c a u n a b o t t a s u l te r-rdea cl allo nta nar v idali' or lo del naso. Un.r delusione aspettaanche pre cip izio . ll fa t t o d c he, per eli- "c hi s v olge u n l a v o r o i m p o r t a n t e " : mina re il po ten z iale s uper f luo del f inis c e c he o i l s u o l a v o r o n o n s e r vo strop an ico , le ior z e equilibr at r ic i ve a nessuno,o che verr.) eseguito de vo no <rtrascin ar v iv ia dall' or lo o m olt o m ale . bu ttarvi gii e fin ir la una v olt a per L' alt r o lat o d e l l a m e d a g l i a i d a t o tutte. Proprio questo loro effetto vi dalla s ot t o v a l u t a z i o n e d e i p r o p r i sentite.tddosso. r r er it i, c laIl'a u t o d e n i g r . r z r o n e . Le ..rzio nide lle for z e eqc r ililt r at r ic i L'entit) del potenzi.rlesuperfluo in fina lizzatead eli r ninar ei pot enz ia- ent r am bi i c a s i d u g u a l e ,l a d i f f e r e n li sup erflu i ( reJno la m , r ggir r rp. r r - za sta solo nel segno. te clci pntl>lemi. L.r perficliast.r nel Anr he l' im p o r t J n z . ) e s l e r n , r v i o n c fatto che l'uomo spesso ottiene il c r eat a ar t i f i c i a l m e n t e d a l l 'u o r n o , risu ltato e sa ttam ent eoppos t o alla quand, r v ie n e a t t r i h u i t o u n s i g n i sua in ten zio ne .In ques t as it uaz ione ficato troppo grande a un oggetto non si c.rpiscenel nrodo ltiu assolu- o a un evento del monclo esterno. to ch e cosa su ccec la.Di qui la s en- La f or m ula d e l l 'i m p o r t a n z ae s t e r n a sazion ech e ag isc auna qualc he f or - d: "per me questacosa ha un granza in sp ieg ab ile,nr aligna,una s or t a de s ignif ic a t o " ,c t " p e r m e d m o l t o cli "legge del contrario". importante fare un.r certa cosa". I n ques t i c a s i s i c r e a u n p o t e n z i a lmportanza le superfluo e tutto va a rotoli. lmf imp orta nza na s c equando a c lual- r naginat e d i d o v e r c a m m t n a r e s u cosa vie ne attriltuit o un s ignif ic at o un tronco che giace a terra. Niente eccessivamentegrande. Si tratta di c li piu s em p l i c e . l - o r a i m m l g i n . r t e

Glossarb dei ternrini- 2,19 I r L r r , t 'rc a n t m i n ar e so p r a l o ste s. , l r ( ) r ) ( ) , s o s p e sotr a i te tti d i d u e l , , r l , r z z o r r iP. e r v o i q u e sto fa tto e d i , l r , 'i l r . ri n l l x ) r t , l n Zde n o n r i U s(i r e l e , ' r n \l l r e r v i d e l t o n l r a r i o . I inea della vita I , r \ i t . l ( l e l l 'u o r n o ,co m e r - r nq u a l si a '. r . r l l r o m o v i m e n to d i m a te r i a , a p -

su l l e a l tr e l i n e e d e l l 'a r n m a ssocl o ve vi a tte n d e r a n n on u o ve cr r co sta n ze fortunate. Ma se al primo succcsso d seg,uit.rdi nuovo una band:t ncra si g n i fi cach e u n p e n d o l o d i str u tti vcr vi h a a g g a n ci a b e vi h a a l l o n ta n a tcr d a l l 'o n d a d e l l a fo r tu n a .

Passaggioindotto L e ca ta str o fi ,i ca ta cl i sm i ,i co n fl i tti .r r n r a ti ,l e cr i si e co n o n r i ch esi cvo l vr ) n o .r sp i r a l e .Pr i r n ,rl .t g e n o si ,l ) ( ) i lo sviluppo vorticoso, che aggrava l .r te n si o n c',p o i i l cu l r n i n e , q u a n d o le emozioni sonclal nrassimorlella l o r o i n te r r si ti ,i n fi n e l o sci o g l i n r e n to : tu tta l 'e n e r g i a si d i sso l ve n e l l o sp a zi o e s'i n sta u r au n a tr e g u a l e n r porane.r.Piu ci meno con la stessa cl i n a m i casi m u o ve u n vo r tr ce . L 'a tte n zi o n ed i u n g r u p p o d i p e r so n e viene prc's.r al gancio del pendok>, ch e i n co r l i n ci a .r o sci l l a r c se n r p fe piir velocemente,trascinandosidietr o , su l l e l i n e e d e l l e vi te d i sg r a zi a te , queste persone. Succede che una p e r so n a r e a g i scea l l a p r i m a sp r n ta r l e l p e n d o l o , p e r e 'se m p i o r i n r a n e co l p i ta d a u n e ve n to n e g a ti vo ; i n se g u i to p r e n d e p a r te a g l i svi l u p p i cl e l l asi tu a zi o n ee p e r fi n i r e si r i tr o va n e l l a zo n a d 'a zi o n e d e l l a sp i r a l e , ch e l 'a vvi l u p p a e l a r i su cch i aa m i i cl 'i m b u to . l l fe n o m e n od i r i su cch i on e l l 'i m b u to Onda della fortuna llonda della forluna si fornra come vi e n e d e fi n i to p a ssa g g i oi n d o tto su l . r m m a s s od i l i n e e p a r ti co l a r m e n te la linea clell.rvita cloveuna persona favorevoli per voi personalmente. fi n i sce p e r cl i ve n ta r evi tti m a . l l su o N e l l o s p a z i o d e l l e va r i a n ti c'd tu tto , r i sco n tr oa l l e sp i n tecl e lp e n d o l o e i l compresequestevene d'oro. Se sie- conseguentescambio reciproco di t e c a p i t . . r tsi u l l a I i n e ae str e m ad i u n a e n e r g i a cl 'o sci l l a zi o n e i,n d u co n o i l i o u n a l i n e a d e l l a vi tale formazione e avete afferratola su o p a ss:r 1 3 gsu l o r t u n . r ,p o l e t e s r i vo l a r e p c'r i n e r zi a ta , vi ci n a p e r fr e q u e n zaa l l e o sc.i l l a -

l r , u ( '( o m e u n . r c . tte n ad i ca u se e d , 'r r l l l i . L 'e f f e t t o ,n e l l r >sp a zi o d e l l e r , r r i , r n l i ,d s e m p r e co l l o ca to vi ci n o , r l l , r s u . r c a u s a . C o m e u n o sca tu r i r r t , d . r l l 'a l t r o , c o s l i se tto r i vi ci n i , k 'l l o s p a z i o s i d i s p o n g o n o i r r l i n e e r l t . l l a v i t a . C l i s c e n a r i e l c d cco r a ,,ioni dei settori che si trovano su r r l , r s l e s s , tl i n c a d el l a vi t,r se p o p i g ( ) l r e n o o m o g e n ei p e r q u a l i ta . L a v i l . r d e l l 'u o m o s co r r e r i tn r i ca m cn t t ' l u n e o u n a l i n e a fi n o a ch e n o n ( o n r p r r r e u n e v e n to ch e ca m b i a s i u . n i f i c a t i v a m e r -rl otc sccn .r r i oe l e r l e c o r a z i o n iA . l l o r a i l d e sti n ofa u n a s v o l t ae p a s s as u u n 'a l tr a l i n e a . V i t r o r , . r t es e m p r e su l l e l i n e e i cu i par.inretrisono soddisfattidalla vos t r a e n e r g i a m e n t al e .C a m b i a n d o i l vostro modo di rapportarvial mondo, cioi' il vostro pcnsiero-forma, l ) a s s a t es u u n 'a l t r a l i n e a d e l l a vi ta , c o n t e n e n t ea l t r e v ar i a n tid i svi l u p p o cleglieventi.


240 - Lo Spazio delle Varianti

Glossariodei termini - 241

zio ni d el p en dolo. ll r is ult at od c he l'evento negativo s'inserisce nello stratodi mondo della data Dersona.

orgoglio, boria, disprezzo, ripugnanza, offesa,senso del dovere, senso di colpa, eccetera. ll pericolo maggiore per una persoPendolo na che si d lasciatainfluenzareda un L'energia mentale d materiale, ed pendolo distruttivo sta nel fatto che essa non scomoare senza lasciare quest'ultimoallontanala sua vittima traccia. Quando dei gruppi di per- dalle linee della vita dove essaoud sone cominciano a oensare in una trovare la sua fortuna.Occorre libestessadirezione, le loro "onde men- rarsi dai fini imposti, lottando per i tali" si sovrappongonoe nell'oceano quali l'uomo si allontana sempredi di energia si creano delle strutture pii dal s u o c a m m i n o . energetiched'informazioneinvisibiIi ll pendolo, nella sua sostanza,d un ma reali: i pendoli. Queste strutture "egregor"t, ma questa definizione comin cia no a s v iluppar s iin m odo non d pienamenteesauriente.ll conautonomo e a sottomettere le oer- cetto di "egrego(' non riflette l'intero sone alle loro leggi. Una persona, spettrodelle sfumaturedelle relaziocapitatasotto l'influenzadi un pen- ni che intercorronotra l'uomo e dette dolo distruttivo.perde la liberti ed d entit) energetiched'informazione. costrettaa diventareun ingranaggio di un grandemeccanismo. Potenziale superfluo ll pe nd olo "o s c illa" c on t ant o piir ll potenzialesuperfluod una tensiovigore quanto maggiore d il nume- ne, una perturbazionelocale in un ro di persone- sostenitori- che lo campo energeticoomogeneo. Un tanutre della sua energia. Per esem- le tipo di disomogeneit)viene creato p io, ci si p ud s pinger e in alt alena dall'energiamentalequandoa un desolo a pp lica nd o delle s pint e di una terminato oggetto viene attribuito un determinatafrequenza.Questa fre- significatoeccessivo.ll desiderio,per q ue nza si chia m a r is onanz a.Se la esempio, d un potenziale superfluo, quantiti di sostenitoridel pendolo poich6 aspira ad attirare l'oggetto d iminu isce, le s ue os c illaz ioni s i bramato li dove essod assente.l l desismorTan o.Qua ndo non r im angono derio ansiosodi avereouello che non piir sostenitori,il pendolo si ferma si ha crea uno "sbalzo di oressione" e, come entita, muore. che genera il vento delle forze equiPer estrarre da una oersona la sua libratrici.Altri esempi di potenziali energia, i pendoli si afferranoai suoi supeflui:insoddisfazione, condanna, sentimentie alle sue reazioni:insod- entusiasmo, venerazione, idealizzadisfazione,indignazione,odio, irrita- zione, soprawalutazione, disprezzo, zione, ansia, agitazione,abbattimen- vanagloria,il sensodi superioriti, il to, sgomento, disperazione,panico, sensodi colpa e di inferiorit). compassione,attaccamento,ammirazione, commozione, idealizzazione, l. V la spiegaz i onodi " egr egor " data i n nota al secundo ( dpi tol o, par agr a[o " l pendol i venerazione, entusiasmo, delusione, dr str uttr vr " -

Rapportidi dipendenza I npporti di dipendenza vengono r l c f i n i t i d a l l 'i m o o sta zi o n ed i co n d i zioni del tipo: "lo faccio cos), se tu l.ri cosl". Peresempio:"Se tu mi ami, siunifica che lasceraitutto e verrai ( on me in capo al mondo; se tu non r r r i s p o s iv u o l d i re ch e n o n m i a m i ; sc tu mi elogi allora ti sard amico; se r r o n m i d a i l a t u a p a l e tta ,ti ca cci o luori dalla cassadella sabbia". t l u a n d o l 'a m o r e si tr a sfo r m ai n u n rJppo(o di dipendenza, sorge inevitabilmente una polarizzazione e l 'c 'q u i l i b r i o s 'i n fr a n g e . L 'a m o r e i n t : o n d i z i o n a t od u n a m o r e se n za i l d i r i t t o d i p o s s e sso e , a m m i r a zi o n e senza venerazione.In altri termini, u n s i m i l e s e n t i me n ton o n cr e a d e i rapportidi dipendenzatra colui che ama e l'oggettodel suo amore. llequilibrio s'infrangeanche nel caso in cui un elemento viene confrontato o contrappostoad un altro: "Noi siamo cosi, loro sono altro da noi!". Si vedail casodell'orgoglionazionale:in confronto con quali nazioni? ll senso di inferiori0: in confronto con chi? O la'iierezzadi s6: in rapportoa chi? Ll dove esisteuna contrapposizione si mettono inevitabilmenteal lavoro le forze eouilibratrici.La loro azione d diretta o a "separare"i soggettidell a c o n t r a d d i z i o ne ,o a u n i r l i , i n u n accordo comune o in uno scontro. Se la oolarizzazione d statacreata da voi, l'azione delle forze verri princioalmentedirettacontro di voi.

Ogni pensiero,cos) come ogni settore dello spazio, possiededeterminati parametri.llemissionementale,"illuminando" il settore corrispondente, realizza la sua variante.In questomodo i pensieriesercitanoun'influenza diretta sul corso degli eventi. Lo spazio delle varianti serveda clichti, matrice;essodefiniscela forma e la traiettoriadel movimento della materia. La realizzazione materiale si muove nello spazio e nel tempo, ma le varianti rimangono sul posto ed esistonoperennemente.Ogni esserevivente,con la propria emissione mentale, forma lo strato del suo mondo. ll nostro mondo d popolato d a u n a m o l ti tu d i n ed i o r g a n i sm ivi venti e oBnuno apporta il suo contributo alla formazione della realti.

Segni I segniconduttorisono quelli che indicano una svolta imminente della corrente delle varianti.Se incombe qualcosain gradodi esercitareun'influenza sostanziale sul corsodegli eventi,compare un segnoche lo indica. Quando la correntedelle varianti fa una svolta, passatesu un'altra linea della vita. Ogni linead piir o meno omogenaper qualiti. Un flusso nella correntedelle varianti pud attraversarevarie linee. Le linee della vita si differenzianol'una dall'altraper i loro parametri.I cambiamenti possonoessereinsignificanti,ma la differenza si sente comunque. Proprio questadifferenzaqualitativaviene da voi percepita coscientementeo inconsciamente. d come seoualcosanon Realizzazionemateriale La strutturad'informazionedello soa- andassecome al solito. zio delle varianti,a determinatecon- I segni conduttori compaiono solo dizioni, d in grado di materializzarsi. q u a n d o i n co m i n ci a i l p a ssa g g i osu l -


T

I

242 - Lo Snu:.iodelle Varianti le a ltre line e della v it a. Pot et eanc he no n no tar e delle s ingole m anif es t azio ni. Pe r es em pio,una c or nac c hia ha gracchiato,ma voi non cr avete prestatoattenzione,non avete sentito alcun a dif f er enz aqualit at iv ae cid sig nifi c a c he v i t r ov at e anc or a su lla line a di pr im a. M a s e in ques t a ma nife sta z ionequalc os av i ha allar mato , vuo l dir e c he s i t r at t a di un se gn o. ll s egno s i dif f er enz iada un fen ome no abit uale per il f at t o c he se gn alase m pr e l' iniz io del pas s agg ,io su un a linea della v it a s os t anzialme ntedif f er ent e. Settore dello spazio delle varianti In ogni punto dello spazio esisteuna variantedell'uno o dell'altro evento. Percomodit) di comprensionedirem<r t he una varianletonsistedi uno stenario e di una decorazione.Le decorazioni rapprescntanol'aspcttocstcrnoo la forma di manifestazione della variante, lo scenariod inveceil percorsolungo il quale si muove la materia.Percomodit) possiamoimmaginarelo spaziodelle variantidivisoin settori.Ogni settore ha i I suo scenarioe la suadecorazione. Tantomapgiored la distanzatra i setto ri, tantopii fortisono le differenzenegli scenarie nelledecorazioni. Ancheildestino dell'uomo d rappresentato da un insiemedi varianti.Teoricamente,non esistealcuna limitazionealle possibili svoltedel destinodi un uomo, perch6 lo spaziodellevariantid infinito. Scelta ll Transurfingpropone un approccio fondamentalmente nuovo al tema del raggiungimento dei fini. Una persona fa una sce/ra,come se facesseun or-

dine al ristorante, senzapreoccuparsi dei mezzi per il suo rrggiun3imento. I n c o n c l u s i o n e ,i l f i n e s i r e a l i z z ai n gran parteda solo, indipendentemente dalle azioni direttedel cliente I vostri desiderinon si realizzano.I vostri sogni non si avverano. Ma Ia vostra sceltad una leggeimmutabilee sar) inevitabilmenterealizzata.fessenza della scelta non si puo spiegJre in due parole.TuttoilTransurfing trattail tema della sceltae di come farla. Spazio delle varianti Lo spazio delle varianti d una -struttura d'informazione. Si tratta di un campo d'informazioni infinito, contenentetutte /c variantidi tutti i poss ibili e v e n t i . S i p u o d i r e c h e n e l l o s paz i o d e l l e v a r i a n t ic 'd t u t t o q u e l l o che d stato,c'b e ci sari. Lo spazio delle v a r i a n t is e r v ed a c l i c h i , d a p i a no cartesianodel moto della materia nello s p a z i oe n e l t e m p o . S i a i l p a s satciche il futuro sono conservatiin questo campo in modo stazicinario, come se si trattassedi una pellicola cinematografica,e l'effettodel tempo si coglie solo in seguitoallo spostamentodi un singolo fotogramma, in cui si manifestail presente. ll mondo esistecontemporaneamente in due forme: la realt) fisica,che si pud toccarecon mano, e lo spazio metafisicodelle varianti,che si estende oltre al limite della percezronema non per questo e meno oggettivo. llaccessoa questocampo d'informaz ioni d , i n l i n e ad i p r i n c i p i o ,p o s s i b i le. Proprioda questocampo provengono i saperiintuitivie la chiaroveggenza. La ragionenon d in grado di creare niente di fondamentalmente

Glossuriotlei terntini - 243 rr()\'{).Essapud solo assemblare una r r r , r r ', rv e r s i o n ed i ca sa , u ti l i zza n d o 1 , , 'r oi c u b i d a co str u zi o n eve cch i .l l ' ' r , . r 'l l o( {) n se r vJn o n l 'i n fo r m a zi o n e , t i . \ s . rn, t a u n a so r tad i i n d i r i zzich e I , ,) r l , l t ( ) a l l 'i n fo r m a zi o n eco n te n u ta r r l l l o s l t . t z i od e l l e va r i a n ti . l r r l l t ,l c s c o p e r tesci e n ti fi ch e e i ca ; r , r l . r v o rdi e l l 'a r teso n o ca p ta ti d a l l a r , r r l i o n en e l l o sp a zi o d e l l e va r i a n ti , r i r , r z i c. r l l a m e d i a zi o n ed e l l 'a n i m a . i o n so n o u n 'i l l u si o n e n e l I s o g r - rn . . ( 'r ) s oc o m u ne d e l te r n r i n e . L a r a r g i o n cn o n i m m a g i n a i su o i so g n i , l i r c r l c v e r a n r e n te .L e m a n i fe sta zi o n i , k 'l l . r r e a l t ) s o n o d e l l e va r i a n ti r e a l i r t a t e . N e l s o g n osi a m o i n g r a d o d i vcrlere cid che non d stato realizz . r t o ,d e l l e o p e r e co n d e g l i sce n a r i t ' d c l l e d e c o ra zi o n i vi r tu a l i . I so g n i r i f a n n o v e d er eq u e l l o ch e sa r e b b e lrotuto accadere nel passatoo pot r c b b e a c c a d e r en e l i u tu r o . l l so g n o i ' i l v i a g g i o d el l 'a n i m a n e l l o sp a zi o rlcllc varianti.

la freschezzamattutina sotto la luce del sole, o un tempo nuvoloso e p i o vo so ,o a d d i r i ttu r al a fu r i a d i u n u r a g a n oo p e r si n o l a vi o l e n za d i u n ca ta cl i sm an a tu r a l e . L a r e a l t.li n d i vi d u a l esl fo r m a i n d u e m o d i : fi si coe m e ta fi si co .l n a l tr i te r m i n i , l 'u o m o co str u i scei l p r o p r i o m o n d o co n l e su e a zi o n i e l i o ca n o u n r u o l o i n a sso l u tofo n d a m e n ta l e , p o i ch d cr ca n o l a p a r te p i L si g n i fi ca ti vad e i p r o b l e m i m a te r i a l ico n tr o cui l'uomo d costrettoa lottare nell a m a g g i o r p a r te d e l su o te m p o . l l Transurfing, ha a che fare esclusivamente con l'aspettometafisico.

Transurfing La parola "Transurfing" non I'ho inventata io, mi d piovuta in testa provenendo dallo stesso luogo da cu i so n o a r r i va tia n ch e tu tti g l i a l tr i termini e in generaletutto il contenuto del libro. lo stesso,fino a poco tempo fa, non capivo il suo significato. Non so nemmeno quali associ a zi o n i si a n o p i i r :r d e g u a tea i l l u Strato del mondo C)gniesserevivente,con l'energiadei str a r l a .l l si g n i fi ca tod i q u e stap a r o l a suoi pensieri,materializzaun deter- si pud trattarecome "scivolamento nrinatosettoredello spazio delle va- attravcrsolo spazio delle varianti", ri.rntie crea uno stratodel suo mon- oppure "trasformazionein realt) di rlo. Tutti questi strati si dispongono u n .r va r i a n l e p o l e n zi .r l m cn l ep o ssi l'uno sull'altroe in questomodo ogni h i l e ", o a n ( o r J ( o m e "p a ssa g g ,ipoe r cssereviventeapportail propriocon- l e l i n e e d e l l a vi t.r ". In se n sop i u g e nerale si pud dire che, se praticate tributoalla formazionedella realt.l. i l Tr a n su r fi n gvi , b i l a n ci a tesu l l 'o n d a L 'u o m o , c o n l a su a se n sa zi o n ed e l n r o n d o , c r e a u n o str a to i n d i vi d u a - d e l l a fo r tu n a . l c d e l m o n d o , u n a si n g o l a r e a l t) . Questa realt), a seconda delle rel a z i o n i d e l l 'uo m o , a cq u i sta l 'u n a o l'altra sfumatura.Metaforicamente, s i p u d d i r e ch e si fi ssa n o d e te r m i n a t e " c o n d i zi o n i a tm o sfe r i ch e ":o


Indice

Premessa

...................... 5

CapitoloI - Il modellodelleuarianti ..................................7 Il frusciodellestelledel mattino ................... 9 l6 Lenigmadel Guardiano.............. ................ Riepifogo .................39 .................... 4I CapitoloII - I pendoLi............... I pendolidistruttivi ..................43 La battagliadei pendoli ............50 I fili dellemarionette ................54 .... 60 Otterretecib che non volete.. Laffossamento del pendolo..... ....................62 Lestinzionedel pendolo ..,........67 ................... Soluzionisemplicidi problemicomplessi... 73 Lo statodisospensione.............. .................75 Riepifogo .................78 8I Capitolo I I I - L'ondadclla fortund .................................. Lantipodedel pendolo ............. 83 ............. 86 Il boomerang............... La trasmissione............ ............. 90 futuali magici .........95 Riepifogo .................97 CapitoloIV - L'equilibrio........... I potenzialisuperflui Linsoddisfazione e la condanna

................... 99 ............... 101 108 ................


DAMACROEotztoNt ,,\rr.Rr LiszuPunnncnu

246 - Lo Spu:.iodelle Vtriunti

I rapportidi dipendenza.............. 114 ............. lidealizzazionee la soprar,valutazione..... l17 .. Il disprezzoe la vanagloria............. ...........123 Il sensodi superiorit)e di inferioriti.. .......126 Il desideriodi averee di non avere......... ... 132 Ilsensodi colpa .... 137 Il denaro ............... 144 La perfe2ione................ ..........149 Limportanza................ ...........151 Dalla lotta all'equiIibrio............... .............156 Riepilogo ............... 162 Capitolo V - Il passagio indotto....... Il ricam biogenerazionale .............. Limbuto del pendolo Le catastrofi La guerra La disoccupazione........ Le epidemie................ ll panico La povert).. Riepifogo

............ 165 ...........167 .............173 ..........176 .............. 179 ...........l8l ............l83 186 ............... ...........187 ............... 194

CapitoloVI - La correntedelleuarianti.......................... 195 Il campod'ir-rformazione ............ ............... 197 Conoscenze dal nulla.... ..........200 II Questuante,I'Offesoe il Guerriero.............. ............206 Assecondare la correnre................ ............. 2ll I segniconduttori ...................219 Mollarela situazione............... .................227 Riepilogo ...............235 Glossario dei termini

.................237

VadimZeland

COME SCIVOLARE MTRAVERSOLA REALTA IL FRUSCIoDETLESTETLE DEt MATTINO llTronsurfingd uno tecnicopotente,in grodo di fornire gli strumenti necessoriper gestireil vostrodestinoo vostropiocimento' Nessunmirocolo,perd.Viospettoquolcosodi ben oltro entitd. che lo reoltdignotoi molto pii stupefocente Vi convincerete mogia... di quolsivoglio


Ar-rmLBRrFusnr-rcAloe MRCRO EptztoNt VadimZeland

COME SCIVOLARE ATTRAVERSOLA REATTA AVANTINEt PASSATO Lo tecnicodelTronsurfingsi d difltso in Russionel 2003, primo vio lnternet,doveho suscitotoun'onimotodiscussione e un vivodiologotro i lettori,e poi grozie oi libri che, uscendoprogressivomente nell'orcodei successiyi due onni, honno lefterolmenteinyosogli scoffolidellelibrerie diventondo o utentici bestsel/er.

ArrruLmruPunsucAlon MRCROEotztoNt RobertSchwartz

Anime Coraggiose ( otneprogrammiomole nostrevite primo di noscere \lressodi fronte a qualcosadi doloroso,la sofferenza che offre priva di senso. Anime coroggiose sembra lrroviamo alle diffi,rl lettore la possibilitirdi dare una spiegazione r olti della vita, svelandocome, in realti, tutti noi siamo .rrrimeeterne che prima di nascereprogrammanoai fini ,lcll'evoluzione spiritualeil proprio percorso,scegliendo rlr affrontareanchegrandi sfide.

304pagine cm - € 16,50- 13,5x20,5 Rhonda Byrne The Secret e DVD l/ Segreto l/ Segreto ha riscossoun successostraordinarioin America c Australia,arrivandoin otto mesiallatiratura di sei milioni paragonabileal Codice di copie.E un grandiosobestseller, DoVincioaHorryPofter. ll Segreto racchiudee svelain modo awincentegli insegnamend e i consiglidi alcunidei piir grandimaestridel nostro tempo e di tutti i tempi.Per la prima volta tutti i tassellidel Segreto rivelazione, che trasforcompaionoinsiemein un'incredibile meri la vita di tutti coloro che ne farannoI'esperienza. 200 pagi ne- € 18, 60- 13, 9x17, 7cm DVD: durata 9l min. - € 29.50 Osho

Buddha Lo vito e gli insegnomenti E raro che un libro sia bello e profondo,gentilee awincente, delicatoe potente.Questi sono aggettiviappropriatia Buddha, a Osho e a questoperadawero unica Due menti straordinarieci offrono il megliodi s6 in quesa sindel Buddhatesi dellavita e degliinsegnamenti 144 pagi ne- € 10, 80- l4xl9 cm


Ar-rniLrnmPusnlrcAlna MRCRO EptztoNt Ross Heaven

Le Pratiche Spirituali dei Ninja Dominorele porte dello libertd con lo filosofiodi vito e /e disciplinementolidei guerrieri$opponesi Una descrizioneinsolita,completae awincentedell'antiLe conoscenze spiridei guerrierigiapponesi. casaggezza tuali,la filosofiadi vita e le pratichedi potere di questefitesto gure mitiche vengonorivelatein questo affascinante che,affiancando spiritualitde pratica,propone un viaggio di iniziazione attraversoi propri mondi interiori. 2 4 0 p a g i n e- € 1 6 ,5 0- 13,5x20,5cm

ArrruLmruFuenlrcAlon MRCRO EutztoNt KcllynaCampbell

9 Gioielli Interiori /lr\(oprirele inclinozioni del proprioonimoottroverso rneditozione lo tuo vito che combio 'trttt I 9 CioielliInteriorid un manualeunico che guida il lettore .rnr-averso una serie di meditazionie di riflessioniquotrrlr:rne che, utilizzandoI'energiadei colori e della luce, di guardarein profonditi dentro noi stessi, l)(.r'rnettono dai pensierinegativi,ricongiungendoci alla l,rrrificandoci rrostraanimae scoprendola nostraforza interiore. 224 pagi ne- € 12 , 00- 13, 5x20, 5cm

David R. Hamilton

N evi l l e

E il Pensieroche Conta

La FacoltdrCreativa dell' Im maginazione

Provesbolorditivedel poteredello mente Tutte le piir recenti ricerche scientifichelo confermano: il pensiero influenzala materia.Questo libro offre ai letdellericercheche tori una sintesiaccuratae affascinante illustrandoin modo hannoportato a questaconclusione, dettagliatocome il pensieroumanofunzionae interagisce con la materiae il mondo in cui viviamo.

/a Leggee lo Promesso Nulla,se non i fitti, ci separadal soddishcimentodei nostri soMa se i fitti sono il frutto dell'immaginazione,allora cambia,1'rrr. rc il nostro modo di immaginare ci aiuter)a cambiarei fatti. t c tesi di Neville,profetadell'lmmaginazione, hannoaiutaro tutte le donnee gli uominiche vi hannoprestatofede .r soddisfarei propri desiderie a realizzarei propri sogni lirazieal potere creativodell'immaginazione.

1 9 2 p a g i n e- € 1 2 ,9 0- 13,5x20,5cm

150 pagi ne- € 10 , 80- 13, 5x20, 5cm Ray Dodd

ll Potere delle Credenze Metodi,Tecniche e Strumentiper uno vito speciole sagll potere dellacredenzaimmergeil lettore nell'antica gezzadei Toltechi,popolazionevissutain Messicoe depositariadi una straordinariatradizione,che permettedi conoscerea fondo se stessie.i meccanismidi creazione E la stessatradizioneda cui dellapropriarealti personale. ha ereditato le proprie conoscenzeDon Juan,I'eccezionalemaestrodi CarlosCastaneda.

cm I 12pagine - € 10,50 - | 3,5x20,5

Andrea Scarsi

MetafisicadellaVita Quotidiana Come esponderelo proprio consopevolezzo ottroverso Io rneditozione, la contemDlozione, lo concentrozione e lo s1:erimentozione Un testo fondamentaleper scoprirei segretidellametafisica, l;r scienzache investigaI'assolutoe che si fonda sul principio dell'interconnessione collettivadi tutte le entithesistenti. 96 pagi ne- € 9,00 - 1, 3, 5x20, 5cm


ArrruLrnmPusnlrcAloe MecRo EotzloNt Kryon-LeeCarroll

Sollevare ilVelo

PussucAloe MncRo EnztoNl Ar-rmLrsRr Kryon Varcare la Soglia

Questo libro,come i precedentidi Kryon, d una raccolta di canalizzazioni, in particolarequellefatte in pubblicotra il 2005 e il 2006.lltitolo Sollevore i/Velosi riferiscealfatto che in questi anni che ci separano dal 2012 molte cose saranno"rivelate" e messein luce

ConoscereI'Energiodel Nuovo Millennio Kryon descrive le caratteristichedell'energiache si riversa sul nostro pianetae su tutti noi in questo nuovo rnillennio,e che ci aiuteri ad affrontarela sfida dell'anno 2012.Ne scaturisceuna visioneineditadelleopportuniti che abbiamodavanti,e che spazianodallerisorseumane personalialle risorseenergetichedellaTerra.

348pagine cm - € 19,50 - 13,5x20,5

432pagine cm - 13,5x20,5 - € 18,00

Kryon I Tempi Finali

Lee Carrol e JanTober

Le Rivelozionidello Nuova Energia

Gli insegnamentidi questo libro sono stati canalizzati da Lee Carroll,uno dei channelche Kryon utilizzaper diffondere i suoi messaggidi speranzae cambiamento per I'umanitae laTerra.Grazieal suo aiuto e a quello di quanti si sono incarnaticol compito di aiutare I'umaniti a concluderequesto ciclo terestre, una nuovaTerra sta nascendo popolata da un'umaniti completamente trasformata.

208 pagine- € 12,90- 13,5x20,5 cm

I Bambini Indaco Unonuovoevoluzione dellorozzoumono Anticonformisti rispetto ad ogni sistema,precoci, intuitivi, creativi,innovatori,sensitivi.Spessovengono scambiatiper bambinicon disturbi dell'apprendimentoe iperattivi.A volte vengonotrattati col Ritalinper eccessivaquantid di energia. Sono bambiniveramentespeciali:d necessarioriconoscerli per appreia:;rnele eccezionaliqualiti e guidarlicon amore e consapevoleza.

cm 336 pagine- € 15,00- 13,5x20,5 Kryon

Un Nuovo Dono

William Bloom

Metodi,Tecniche e Strumentiper uno vito speciole

Guarire il Mondo con I'Anima

ll libro consistein una raccoltadi canalizzazioni. descritte in l3 capitoli,tenute in differentilocalitatra il 2002 e il 2003.Kryon vuole,anchein questaoccasione,valorizzare I'essereumano e aiutarlo ad attraversarequel processo chiamatoascensioneche permette di passareda una vita all'altrasenzamorire.ll libro d ricco di rivelazionie profezie(ad esempiola possibilitirdi ricavareenergiaper uso quotidianoa costo zero dai magneti).

ll Monifestodello Nuovo SpirituafitaOlistico l-awento del villaggioglobale,teorizato per la prima voha da MarshallMcLuhan,ha scatenatonel mondo I'urgenzadi una nuovafilosofiadi vita di un approcciopii coerentealle caratteristichedell'eramoderna-Dalla politicaalla vita sociale,dal rapporto con il denaroalle relazionicon gli altri, dall'eticaalla medicina,perogniambitodellavitasi sa diffondendoI'esigenza di un nuovopercorso.

480pagine- € 19,50- 13,5x20,5 cm

cm 352pagine - 1,3,5x20,5 - € 16,50


Alrru LmruPunslrcAn nn MRCROEnzloNt Gary R.Renard

La Scomparsa dell'Universo Cosicomeci oppore Questo libro d costituito da una serie di conversazionisul potere del perdono e da una reinterpretazionedei discorsie dellavitadi Gesr)e di MariaMaddalena. Un manualecapacedi portare cambiamentlpositivie sensazionali nellapropriavita e un veloceprogressoa livellospirituale,grazie allacomprensione che I'essere umanonon si esaurisce nelcorpo fisico.

560pagine - € 18,50- 13,5x20,5 cm ChrisGriscom L'Evoluzione di Dio Uno nuovovisionedel Divinoper un'umonitdpii consopevole The Evolution of God nppresenta la guida piir innovativaper sperimentareuna nuovavisionedi Dio. Scritto da un'autrice che si esprimecon grandesaqgeza,questo libro ci insegnaa far evolvereI'immaginedel Divino che custodiamodentro di noi,a esplorarela ricche-zadellanostracoscienza e a conquistare una nuovaconsapevole-a. 3 3 6 p a g i n e- € 1 6 ,50- 13,5x20,5cm

r\nru LrnruPueslrcAlon MRCRO EotztoNt ''rrr;rrtWilde

Gaia e la Fi ne dei Gi or ni I lrt Dercorso olternotivoper onimeovonzote Vrsronarioe affascinante, I'ultimo libro di StuartWilde ( | ,lccompagna in un incredibileviaggioalla scopertadi Av;rlon,un mondo multidimensionale piir immensamente rrr,rgico, ricco e meravigliosorispetto al nostro limitato rrrondo3D. Per accederead Avalonbastaapriregli occhi ,. rniziarefinalmentea scoprirela nostra natura.Tramite I| rre Grazie - tenerezza,generositde rispetto - ci pur rfrcheremodai nostri pensierinegativie la nostraanima ',,r'aprontaad accoglierela veriti. 288 pagi ne- € 16, 50- 13, 5x20, 5cm

P aulFerri ni

lo Sono la Porta Grandeprofondit)ed enfasinel nuovo libro di PaulFerrini, I'autoreattraversocui abbiamopotuto ascoltarela voce di Gesi.Leoperedi Ferrinici insegnano a riconosceredentrodi noi la stessascintilladivinache animavaGesire a metterciin camminoversola conoscenza, senzabisognodi intermediari, chiesee dogmi. l 84 pagi ne- € 12, 90- 13, 5x20, 5cm

StuartWilde

L'Arte della Redenzione

PaulFerrini

Lo veronoturo del SocroGrool

L'Amore i il mioVangelo

Non il calicedell'ultimacenan6 la direttadiscendenza di Gesir,ma I'unicavia per ritrovareI'autenticita del nostro io. Questa,secondoStuartWilde,d la vera naturadel Sacro Graal:un varco nella realti. una Dorta nascostache I'autore ha oltrepassatoe attraversola qualeha compiuto il suo personaleviaggioverso la propria identiti, la proDriavera casa.

L'Amore i il mioVongelo d unaraccoltadi ispirateintuizionisull'insegnamento di Gesi. Sonoinsegnamenti universali,totalmente apertia uominie donne di ogni razza,religione,ceto socialee periodo storico.Gesir si confermaun grandemaestroe,attraversole sueparole,potremo awertire la suaoresenzae sDerimentareDio in modo direfto e profondo,senzaintermediari.

240pagine - € 14,50- 13,5x20,5 cm

128 pagi ne- € | 1, 90- 13, 5x20, 5cm

LO SPAZIO DELLE VARIANTI - VADIM ZELAND  

REALITY TRANSURFING. Il Transurfing, nuova e straordinaria tecnica di interpretazione della realtà che rappresenta una delle più innovative...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you