Page 1

Prova su strada

Mercedes-Benz Travego M Euro 4

PER VINCERE Milano Assago

di Gianluca Ventura foto di John Next

109 m km 00

Casei Gerola 72 m km 76,5 Diram. A7-A26/A26 146 m km 40,0 Passo Turchino 279 m km 37,8

Passo Giovi 435 m km 13,1 Bivio A7/A12 Ge-Li

Savona Autoporto 12 m km 38,5

64

N. 717/2008

69 m km 48,0

Milano Assago 100 m km 109,6


Prova su strada

Mercedes-Benz Travego M Euro 4

PER VINCERE Milano Assago

di Gianluca Ventura foto di John Next

109 m km 00

Casei Gerola 72 m km 76,5 Diram. A7-A26/A26 146 m km 40,0 Passo Turchino 279 m km 37,8

Passo Giovi 435 m km 13,1 Bivio A7/A12 Ge-Li

Savona Autoporto 12 m km 38,5

64

N. 717/2008

69 m km 48,0

Milano Assago 100 m km 109,6


Prova su strada

IN SICUREZZA Alla sbarra il Safety Coach della Stella. Un Travego M a tre assi zeppo di congegni elettronici per viaggiare sicuri in ogni condizione. Discreti i consumi, nonostante la folta cavalleria, ma complice una media bassa Mercedes-Benz Travego M Giri @ 80 km/h 1.020 800

900

1.000

1.100

1.300

1.400

1.200

1.300

1.500

1.600

Giri @ 100 km/h 1.380 1.100

1.200

Accelerazione 0-100 km/h (secondi) 43,50 veloce

40’’

60’’

50’’

70’’

lento

Consumo carburante (km/l) 3,66 basso

4,0

2,0

3,0

1,0

alto

Consumo AdBlue (litri e %) 4,50 - 4,025% 2%

3%

5%

4%

6%

7%

Media oraria (km/h) 71,3 90

80

60

70

50

N

on un veicolo normale, stavolta. Bensì il Safety Coach, la versione speciale del Travego M - il triasse in taglia 12,96 metri voluto da Mercedes-Benz per dimo-

390,4 440 430 420 410 400 390 380 370 360 350

pure in Italia per l’appuntamento con la prova di Pullman. Che ne ha vagliato sì i consumi, ma ha messo anche a dura prova i suoi sistemi di sicurezza. Ormai quasi una necessità.

MEDIE ORARIE & CONSUMI n statale n autostrada n Milano Assago (109 m) n Casei Gerola (72 m) n Casei Gerola (72 m) n Diram. A7-A26/A26 (146 m) n Diram. A7-A26/A26 (146 m) n Passo Turchino (279 m) n Passo Turchino (279 m) n Savona Autoporto (12 m) n Savona Autoporto (12 m) n Bivio A7/A12 (69 m) n Bivio A7/A12 (69 m) n Passo Giovi (435 m) n Passo Giovi (435 m) n Milano Assago (100 m)

TOTALI:

Index performance

strare empiricamente ai clienti e ai media le prodezze dei recenti ritrovati elettronici in fatto di sicurezza attiva. Dopo i test dimostrativi su alcuni circuiti europei, giunge

Km

Tempo

Velocità km/h

Consumo km/l

76,5

1h39’

46,4

3,28

40,0

29’

82,7

3,88

37,8

24’

94,5

3,22

38,7

26’

89,3

4,53

48,0

40’

72,0

3,31

13,1

11’

71,4

1,82

109,6 363,7

1h17’ 5h06’

85,4 71,3

4,61 3,66

Diesel consumato = 99,3818 litri. Urea consumata = 4,5 litri, pari al 4,025% del gasolio rabboccato (111,82 litri). Peso durante la prova = 20.440 chilogrammi. Fabbricato in Turchia. Prezzo, al netto di Iva e degli optional, della versione provata con motore Euro 4 da 350 kW: € 479.500.

N. 717/2008

65


Prova su strada Su strada

Cabina

Sopra, un colpo d’occhio sulla cabina, con soffitto rivestito in velluto senape. Sotto, da sinistra, i service set e la selleria Evobus TravelStar Xtra con tavolini. In basso, sempre da sinistra, i convettori del riscaldamento con ventole assiali, la cabina vista dal retro, la cassaforte nello scalino tra piazzola anteriore e corridoio.

Andò meglio col Tourismo M. D’altronde bisognava aspettarselo. Il grosso motore V8 con la sua cavalleria sostanziosa fa pagare lo scotto e così non si oltre i 3,66 chilometri/litro, percorsi oltretutto a una velocità inferiore, la più bassa finora registrata nei test dei tre assi da turismo: 71,3 orari. Buono invece il consumo di AdBlue, di pochissimo sopra la soglia del 4 per cento, il migliore nel lotto dei Gt triasse. Anche il peso in prova avrebbe dovuto dargli un aiutino: mezza tonnellata circa in meno poteva fare dei miracoli e invece niente da fare. Il responso, quindi, è che - tanto per parafrasare un vecchio adagio - la potenza logora chi ce l’ha. Meglio perciò puntare sulla motorizzazione standard di questo Travego M, basata sul sei in linea Om 457 piuttosto che sull’Om 502, che si paga quasi diecimila euro in più. Su strada è però un veicolo da grandi soddisfazioni. La tenusta di strada è invidiabile, la frenata è da competizione e il tiro del motore - stante la cubatura e la potenza generose - decisamente al top. Da “dieci cum laude” pure la visibilità dal ponte di comando: vedi tranquillamente tutto il muso e se ci aggiungi la retrocamera (€ 2.620)

e i retroradar coi semaforini nel retrovisore di guida (vedi box), allora la visuale è praticamente in Cinerama. Costruito anch’esso presso gli impianti turchi di Hosdere, il nuovo Travego si differenzia oggi dal Tourismo solo per alcuni elementi estetici, per l’allestimento interno e per gli equipaggiamenti, come ad esempio il motore V8 in opzione. Il resto è pressoché uguale. Non il prezzo, che di listino col motore sei in linea s’attesta qui intorno ai 470 mila euro.

Cabina Qualche piccolo cigolio in cabina c’è, almeno sull’esemplare in prova, giunto al test con quasi 50 mila chilometri sul tachigrafo e parecchi stressanti test dimostrativi sul groppopne. Dentro è rivestito tutto in velluto color senape e offre solo cappelliere aperte, col bordo esterno in metallo. Sotto queste vanno dei service set vagamente somiglianti a un ferro di cavallo, comprendenti due plafoniere, le bocchette regolabili/serrabili, la chiamata hostess e un altoparlante escludibile, il tutto inserito in una fascia del solito velluto. A convettori il riscaldamento ai piedi delle pareti laterali. Ma se si volgliono anche le ventole assiali incorporate (come sul veico-

PRESTAZIONI A CONFRONTO (Granturismo a 3 assi) Veicolo Potenza Coppia Consumo AdBlue kW/Cv Nm km/l % Mercedes-Benz 315/428 2.100 3,82 5,618 Tourismo M E4 Mercedes-Benz 350/476 2.100 3,66 4,025 Travego M E4 Setra 315/428 2.100 3,54 5,650 S 416 Gt-Hd E4

0

Le misure rilevate... Lunghezza (utile/max) 11.850/12.820 Larghezza (utile/max) 2.380/2.480 Altezza interna anteriore 2.070 Altezza interna centrale 2.100 Altezza interna posteriore 2.100 Altezza 1° gradino anteriore 320 Altezza 2° gradino anteriore 160 Altezza 3° gradino anteriore 160 Altezza 4° gradino anteriore 160 Altezza piattaforma ant. 800 Altezza corridoio da terra 1.140 Altezza podesti (min/max)140/220 Larghezza porta anteriore (utile/max) 620/790

66

N. 717/2008

Larghezza porta centrale (utile/max) 555/790 Larghezza corridoio 370 Distanza media sedili 740 Larghezza sedile 435 Larghezza cockpit 870 Altezza cockpit 2.190 Profondità cockpit 1.580 Lunghezza cuccetta Largh. cuccetta (min/max) -/Alt. cuccetta (min/max) -/Diametro di volta tra pareti 21.700 Diametro di volta interno 8.220 Fascia d’ingombro 6.740

1

2

Aree (m2) e volumi (m3)

Interno cabina (mm)

MISTER METRO

3

4

5

6

7

Le misure calcolate... Superficie abitabile m2 26,122 Volume abitabile m3 53,580 Superficie per passeggero m2 0,544 Volume per passeggero m3 1,116 Superficie cockpit m2 1,375 Volume cockpit m3 3,010 Volume cappelliere m3 1,562 Volume bagagliere m3 10,525 Volume bagagli per passeggero m3 0,25 Posti a sedere 48+1+1

8

9

10

11

Meteo & traffico

Traffico

regolare intenso critico

Temperatura min/max

19°/26°

12


Prova su strada Cockpit

lo provato) bisogna pagare un sovrapprezzo. Da 32 kW il climatizzatore automatico (cui se ne sommano altri 8 per il posto guida) previsto di serie per l’Italia. Soffia aria trattata attraverso le feritoie ricavate nei pressi delle due file di luci al neon che corrono parallele lungo il cielo, nel punto di giunzione tra soffitto e cappelliere, oltre che dalle bocchette e dai pertugi rivolti verso le vetrocamerer laterali. Due le botole elettriche cieche e posizionate sui due lati del cielo, a centro abitacolo, le due griglie per l’aspirazione dell’aria viziata da filtrare e reimmettere in cabina.Tutti fissati su podesti i sedili Evobus Travel Star Xtra, in velluto, reclinabili, traslabili, con poggiatesta in similpelle, poggiapiedi in plastica, retina e tavolino retroschienale. Due gli lcd Blaupunkt da 15 pollici previsti: uno nella fascia sovraparabrezza (pieghevole se paghi la relativa opzione) e l’altro sopra il vano scale centrale, dove sono piazzate l’eventuale toeletta e la galley Frenzel. Infine, dotando di sportelli le estremità anteriori delle cappelliere, sono stati ricavati due armadietto che accolgono la Cpu del navigatore più l’eventuale cambia Cd/Dvd da un lato, e gli effetti personali dell’accompagnatrice dall’altro.

0

H HIT /3

Lungh./assi mm/n° 12.960/3

Peso kg 20.900

Index performance 395,0

Pubbl. n° 714

71,3

12.960/3

20.440

390,4

717

73,7

13.020/3

20.320

384,8

706

2

3

4

5

6

Ingombri (mm) Lunghezza Larghezza Altezza Sbalzo anteriore Passo Interasse Sbalzo posteriore Carreggiata 1° asse Carreggiata 2° asse Carreggiata 3° asse Distanza minima da terra Diametro di volta Angolo sbalzo anteriore Angolo sbalzo posteriore Volume bagagliera m3

Sopra, la plancia col cruscotto ad anfiteatro e la grossa palpebra che cela il monitor del navigatore. Sotto, da sinistra, la penisola centrale, il media center Blaupunkt e il comando Art più retarder. In basso, ancora da sinistra, il cluster, il cielo sopra il cockpit e il volante quadrirazza col telecomando apriporte.

COAC

Velocità km/h 74,7

1

Cockpit

La plancia è pressoché identica a quella del Tourismo. Solo che qui la palpebra sopra il quadro strumenti viene allungata sul lato destro. Accogliendo così lo schermo a scomparsa del navigatore satellitare (Blaupunkt da € 5.389 o Vdo da € 4.650). A colori il display multifunzione nel mezzo del cluster, capace di visualizzare anche le immagini della retrocamera. Il resto sono solo il tachimetro, il contagiri e le spie. Tutte le altre informazioni transitano sullo schermo. Durante la marcia restano in vista orario, temperatura esterna, livello gasolio, marcia inserita ed eventuale settaggio Cruise control. Premendo un tasto all’estrema sinistra della plancia, si entra nel menù, richiamando la videata con la pressione dei serbatoi d’aria, quella con temperatura acqua nonché pressione più livello olio motore e infine quella con livello AdBlue più voltmetro. Ad aerare il posto guida ci pensano due bocchette rettangolari alle estremità del cruscotto, mentre gli interruttori sono concentrati sul versante sinistro, insieme a devio luci e freno a mano. Sulla destra i componenti Blaupunkt serie Professional dell’impianto multimediale e il controller

7

8

9

INGOMBRI & MASSE

10

Masse (kg) 12.960 2.550 3.710 2.760 6.080 1.350 2.770 2.140 1.802 2.140 350 21.186 7,65° 8,3° 8,4 (*)

Tara Tara su 1° asse Tara su 2° asse Tara su 3° asse Massa tecnica ammissibile 1° asse Massa tecnica ammissibile 2° asse Massa tecnica ammissibile 3° asse Peso bagagli Massa complessiva

Design 15.970 4.400 7.550 4.020 7.100 11.500 5.400 840 (*) 24.000

A partire da questa nuova versione, anche la famiglia dei turistici Travego beneficia dell’estro creativo di Wolfgang Papke. Già autore dei TopClass Setra e ora responsabile di tutto il centro stile autobus della Evobus. Mercedes-Benz compresa.

(*) Senza toeletta 9,6 metri cubi, per 960 chili.

N. 717/2008

67


Prova su strada del clima. In console centrale alcuni vani portaoggetti, il tachigrafo digitale e un quadro elettrico con le prese diagnosi. Fronte hostess il frigorifero a pozzetto firmato Starcool da 65 litri. Sempre sulla penisola alla destra dell’autista il joystick del cambio. A quattro razze il volante regolabile previo sblocco pneumatico. Di Grammer il sedile pneumatico Msg 90.5 riscaldabile, munito di braccioli e col microfono ancorato al poggiatesta. Ancora con guarnizioni il parabrezza, dotato di sbrinatore e completato da tende parasole pantografate elettriche.

Esterno

Esterno A rototraslazione la sportelleria della stiva, che sul fianco destro offre uno stendino per capi appesi. Nel vano esterno sotto il posto guida, apribile dopo aver agito sull’apposita leva alla sinistra del sedile di guida, vanno le prese pneumatiche e il meccanismo dell’alzavetro completo di sbrinatore (dentro è completato da una tendina parasole manuale sro-

Sopra, tre viste laterali del Travego M, con flap rototraslanti e passaruota asportabili in officina. Sotto, da sinistra, il fascione paraurti anteriore apribile, il terzo asse sterzante e il tank dell’AdBlue. In basso, sempre da sinistra, il vano esterno sotto il posto guida, il posteriore e i gruppi ottici allo xeno con lavafari.

tolabile). Un’altra bagaglierina precede il primo passaruota, asportabile agilmente soltanto in officina. Qui sopra ci vanno i due accumulatori montati su slitte e protetti da una paratia metallica asportabile. Cinque filtri aria del motore si trovano invece nascosti dietro il pannello grigliato presente sul primo dei due passaruota posteriori. Mentre sul secondo viene ricavata una bagaglierina non passante. A seguire, il primo dei due bocchettoni di rifornimento (475 i litri totali di gasolio imbarcabili) e il grigliato che nasconde tutte le superfici radianti raffreddate da ventole a rinvio meccanico. By Bodo le porte rototraslanti. L’anteriore, con vetrocamera, precede un vano per lo stivaggio degli attrezzi e un passaruota sovrastato da un altro piccolo bagagliaio non passante. Alle spalle della porta centrale un flap chiude un altro ripostiglio. Mentre sopra i passaruota posteriori si ricava spazio per i cunei fermaruota insieme al serbatoio AdBlue da 47,5 litri

Soldi spesi bene Tutta roba normalmente in commercio, quella proposta sul Safety Coach. Solo che è nella colonna degli optional, ça va sans dire. Basta quindi poco per trasformare al momento dell’ordine - il proprio Travego in un concentrato di sicurezza. E la spesa per questi ritrovati elettrok nici non è poi salatissima. Si comincia con l’Art o Acc che dir si voglia, il Cruise control 3 adattivo (foto 1 e 4), capace di mantenere automaticamente la distanza voluta dal veicolo che precede, rallentando e perfino frenando fin quasi allo stop completo (a € 5.446) il bus. Per lo Spa (o Lgs) che “legge” le righe sull’asfalto e sveglia il conducente dai colpi di sonno (foto 2) ce ne vogliono altri 3.917. Infine, se la retrocamera non bastasse, aggiungete 1.768 euro per i retroradar con semaforini negli specchi (foto 3). 800

Motore Marca e modello

Mercedes-Benz Om 502 La Architettura 8 cilindri a V di 90° Alesaggio x corsa (mm) 130 x 150 Cilindrata (cc) 15.928 Rapporto di compressione 17,75:1 Distribuzione Aste e bilancieri Valvole per cilindro 4 Aspirazione (turbo/intercooler) Borg Warner/Sì Sistema d’iniezione Pld Pressione d’iniezione (bar) 1.800

68

N. 717/2008

Peso a secco (kg) 1.250 Capacità coppa dell’olio (l) 38 Potenza (kW(Cv)/giri) 350(476)/2.000 Potenza specifica (kW(Cv)/l) 21,397(29,88) Coppia (Nm/giri) 2.100/1.080 Coppia specifica (Nm/l) 131,86 Riserva di coppia (%) 25,6 Consumo specifico (g/kW-h @ giri) 185 @ 1.200 Inquinanti (omologazione/sistema) Euro 4/Scr

1

2

3

4

5

6

7

8

kW

Nm

380

2.500

360

2.400

340

2.300

320

2.200

300 280 260

10

11

2.100 2.000 1.900

240

1.800

220

1.700

12

1.600

200 180

9

Coppia

0

Potenza

MECCANICA

1.000 1.200 1.400 1.600 1.800 2.000 2.200

giri/min 600

800 1.000 1.200 1.400 1.600 1.800 2.000 2.200

giri/min

1.500 600

800

1.000 1.200 1.400 1.600 1.800 2.000 2.200


Prova su strada nel primo vano e per una delle due centraline elettriche nel secondo (l’altra è in plancia). Chiudono la fiancata il secondo bocchettone del gasolio e un ultimo sportello che cela il preriscaldatore Webasto Thermo 300 insieme all’Scr. Davanti, il fascione inferiore scende dopo aver agito su un tiretto nel vano scale anteriore e sganciato un fermo. Qui dietro è nascosta la ruota di scorta, adagiata su rulli. Si passa attraverso una botola ricavata nel vano scale anteriore per riempire la vasca del lavavetri e sostituire la lampadina del faro anteriore destro. Il sinistro si raggiunge invece sollevando lo sportello esterno sotto il posto guida.

75 E, mentre in coda ci va l’assale rigido sterzante attivo Ras di Zf a portale rovescio. Previste solo sull’avantreno e sul ponte motore le barre stabilizzatrici. Come accennato, la dotazione di serie prevede il propulsore Mercedes-Benz Om 457 La, un sei cilindri in linea da 315 kW per 2.100 Nm di coppia abbinato al cambio manuale esarapporto Go 210 della Stella con innesti a servoassistenza pneumatica. Extra il V8 Om 502 da 350 kW, sempre con 2.100 Nm di coppia, abbinabile (come sul veicolo in test) col cambio robotizzato AsTronic di Zf (€ 9.024). V&T

Sottopelle

N.b.: tutte le prove di Pullman sono eseguite nel pieno rispetto del Codice della Strada. Essendo test d’uso, che simulano una normale giornata di lavoro

Sottopelle

, sono anch’essi soggetti a fattori con-

Sottoposto a bagno cataforetico, Travego M ha una carrozzeria autoportante, con ossatura, fiancate e fascia centrale del tetto in acciaio al carbonio, sportelleria in alluminio e testate più passaruota in materiale sintetico. Davanti, monta una sospensione a ruote indipendenti Zf RL

tingenti, quali le condizioni meteorologiche e la situazione del traffico. Ovviamente imprevedibili. Per consentire al lettore di conoscere meglio le condizioni in cui è stata ese-

Sopra, il grosso motore longitudinale 8 cilindri a V Om 501 da 350 kW. Sotto, da sinistra, l’Scr in coda al lato porte e uno dei bocchettoni del gasolio, le batterie nonché la centralina elettrica principale. In basso, da sinistra, la sospensione del ponte, quella anteriore a ruote indipendenti e il cielo della stiva.

guita la prova su strada, Pullman pubblica il “bollone” Meteo & traffico, comprendente le informazioni relative al tempo e alla situazione stradale incon-

1 3

2

0

1

2

3

4

4

5

Trasmissione Sul veicolo in prova è montato il cambio AsTronic versione 12 As 2301 S di Zf. Meccanico con selezione elettropneumatica e funzionamento sequenziale/automatizzato, dotata di frizione elettronica senza il relativo pedale. Il rapporto al ponte è 3,154. Firmato Mercedes-Benz il ponte, per l’occasione del tipo Ho 6 a semplice riduzione.

6

Marcia 1a 2a 3a 4a 5a 6a 7a 8a 9a 10a 11a 12a Retro

7

8

Rapporto 12,33 9,59 7,44 5,78 4,57 3,55 2,70 2,10 1,63 1,27 1,00 0,78 11,41

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

Sospensioni

Elettronica

Completamente pneumatiche, con correttore d’assetto a 3 valvole livellatrici: 2 anteriori e 1 per ponte centrale più assale autosterzante Zf Ras di coda. Davanti a ruote indipendenti by Zf con 2 ammortizzatori . Al centro 4 ammortizzatori e in coda 2. Barra stabilizzatrice su primo e secondo asse.

Impianto full multiplex a 24 volt, alimentato via due batterie da 220 ampèrora l’una localizzate alle spalle del passaruota anteriore sinistro e ricaricate da due alternatori da 140 ampère l’uno. Le centraline elettriche, con fusibili a baionetta, sono in plancia e nel vano sopra l’ultimo passaruota destro.

Freni Doppio circuito pneumatico di tipo Ebs che agisce su dischi. Rallentatore idraulico Intarder Zf nel cambio, azionato dalla leva a 5 posizioni sulla destra del piantone di sterzo. Bas, Dbl ed Esp di serie.

Pneumatici Cerchi in acciaio da 22,5 pollici e pneumatici Continental Hsl1 EcoPlus 295/80 con indici di carico 152/148 e codice velocità “M”.

N. 717/2008

69

23

Mercedes-Benz Travego M Euro 4  

72 m km 76,5 69 m km 48,0 12 m km 38,5 100 m km 109,6 146 m km 40,0 435 m km 13,1 279 m km 37,8 Savona Autoporto Milano Assago Diram. A7-A26...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you