Issuu on Google+

20_20_Volvo 7900_Layout 1 06/03/12 08.32 Pagina 20

ANTEPRIMA

Meno consumi L’ibrido della Casa svedese riduce la tara di 550 chili. Calano del 37 per cento i dispendi di gasolio rispetto al termico di Gianenrico Griffini Di’ la tua con un tweet! @rivista_pullman #pul01volvo

Sotto, i principali componenti della catena cinematica sull’urbano 7900. Da sinistra, il pacco batterie (collocato sul tetto), il cambio automatizzato I-Shift, il genset I-Sam col diesel quadricilindro D5.

20 - Pullman

VOLVO 7900 HYBRID Driveline Motore marca e modello Volvo D5F Cilindrata cc 4.760 Potenza kW (Cv)@giri 161 (219)@2.200 Coppia Nm@giri 800@1.200-1.700 Inquinanti omologaz./sistema Euro 5 Eev/Scr Cambio marca e tipo/n° marce Volvo I-Shift/12 Sezione elettrica Potenza continua/max kW 70/120 Coppia continua/max Nm 400/800 Batterie tipo ioni di litio Capacità kWh 4,8 Ingombri Lunghezza/n° assi mm 12.084/2 Larghezza mm 2.550 Altezza massima da terra mm 3.224 Altezza corridoio da terra mm 340 Passo mm 5.945 Sbalzo anteriore mm 2.704 Sbalzo posteriore mm 3.435 Carreggiata 1° asse mm 2.107 Carreggiata 2° asse mm 1.885 Angolo di sbalzo anteriore gradi 6,1 Angolo di sbalzo posteriore gradi 6 Posti a sedere/totali n° 32+1/102 Masse Peso totale a terra kg 18.000

P

unta sulla riduzione della tara e sul contenimento dei consumi di gasolio il nuovo urbano ribassato 7900 Hybrid di Volvo, che sostituisce il precedente 7700. A parte il restyling, le maggiori innovazioni riguardano l’impiego di profilati in alluminio avvitati per i componenti della carrozzeria e per il tetto. I pannelli laterali incollati sono, invece, in fibra di vetro o in materiale plastico, di semplice sostituzione in caso di danneggiamento. Leghe leggere e compositi hanno abbattuto la tara di 550 chili, rispetto al predecessore. Non cambia, invece, lo schema della catena cinematica, sempre basato sulla collocazione in parallelo del motore endotermico e di quello elettrico. Una soluzione non comune sugli urbani alternativi, dove prevalgono gli ibridi seriali, che ha trovato invece maggiori consensi e applicazioni sui camion da distribuzione. Il turbodiesel common rail del 7900 Hybrid è un quattro cilindri in linea Volvo D5 da 4,76 litri, capace di sviluppare 161 kW (219 Cv). Omologato Euro 5 o Eev, viene abbinato a una macchina elettrica a magneti permanenti, l’I-Sam, che svolge tre funzioni: motore di spinta in fase di accelerazione, genera-

tore di corrente(anche durante le frenate rigenerative) e rallentatore. La catena cinematica è completata dal cambio automatizzato I-Shift a 12 rapporti (più 4 retro) e da un pacco batterie agli ioni di litio da 4,8 kWh.

Back-up di energia Che serve da polmone energetico per immagazzinare la corrente in frenata e per fornirla al motore elettrico nelle partenze da fermo, o quando è necessario affiancare il diesel. Gli accumulatori, collocati sul tetto, sono mantenuti alla corretta temperatura d’esercizio da un circuito di raffreddamento a liquido. Con la riduzione della tara e con l’ibridizzazione della catena cinematica, il 7900 promette consumi inferiori del 37 per cento rispetto al modello diesel. lll

marzo 2012


Anteprima Volvo 7900 Hybrid