Issuu on Google+

ENERGIA PER TUTTI

Come trasferire tecnologie pulite ai pvs senza renderli dipendenti

VpS Volontari per lo sviluppo

Poste Italiane S.p.A. - Sped. in abb. post. DL. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1, comma 1 CNS/CBPA/TORINO - maggio giugno 2012 - anno XXiX

La rivista di chi abita il mondo

Sri Lanka, pace armata

La Cina ha sete

Sviluppo on-line

Orti urbani


meno carta più informazione più partecipazione Sostieni il nuovo mondo VpS Esplora il nuovo sito www.volontariperlosviluppo.it

Diventa fan di VpS ed entra nei gruppi di discussione su facebook, twitter, linkedin, flickr, you tube Partecipa a uno dei nostri eventi on line, conferenze, seminari e corsi di formazione interamente su web

Continua a ricevere la rivista a casa versando 28 Euro sul c/c postale 37515889 intestato a Volontari per lo Sviluppo, corso Chieri 121/6, 10132 Torino, causale: “VpS” E oggi, per chi volesse ricevere la rivista via mail, è possibile avere il pdf per un anno versando 16 euro sul sito www.volontariperlosviluppo.it selezionando la causale: “Ricevi il pdf VpS per un anno”

VpS

Larivistadichiabitailmondo


Esperienze plurali, impegno globale Ci attendono momenti sicuramente impegnativi e difficili. Anche chi si occupa di solidarietà, di cooperazione internazionale, di volontariato deve far i conti con la crisi economica non solo perché stanno venendo meno i contributi pubblici ma perché, oramai lo sappiamo tutti, la crisi è sociale e valoriale. E noi, che abbiamo le radici nella varie comunità, non sfuggiamo a queste dinamiche. Aldo Bonomi scriveva recentemente: “Siamo a un’apocalisse culturale”. Concetto forte a cui faceva eco il prof. Mauro Magatti: “Dobbiamo passare alla seconda fase della seconda mondializzazione, che non può essere la decrescita felice ma nemmeno la logica del consumo fine a se stessa. Per reagire occorre un ripensamento spirituale”. La crisi di senso dell’Europa è sotto i nostri occhi. Il sogno dei suoi padri fondatori non riesce a concretizzarsi negli Stati Uniti d’Europa dotando l’Unione di forti istituzioni politiche. Il nostro mondo associativo italiano ed europeo impegnato sul fronte della cosiddetta cooperazione internazionale è chiamato a vari appuntamenti interessanti, a cui dobbiamo partecipare con vivacità e creatività. Non certo con facili illusioni. Neppure immaginando che la società civile esprima in modo armonico e semplice una propria identità. Anche soltanto le ong al loro interno si caratterizzano per approcci, più solidaristico o più filantropico, per grandi o piccole dimensioni, per avere acquisito una capacità di impatto sui media e l’opinione pubblica oppure per poter contare su relazioni di prossimità : insomma esperienze plurali che testimoniano la ricchezza del nostro sistema. Pluralità che però di fronte ai grandi appuntamenti come quello della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo sostenibile che si terrà a Rio dal 20 al 22 giugno devono trovare un equilibrio per manifestare in modo coeso alcune misure, come: 1) Prendere in considerazione tutti e tre gli aspetti dello sviluppo sostenibile: l’impatto ambientale, quello economico e quello sociale. 2) Dare eguale attenzione ai due pilastri dell’efficienza produttiva e della sufficienza del consumo, mettendo in discussione i modelli economici fondati sul prodotto interno lordo (Pil). 3) Essere giusti ed equi per i paesi in via di sviluppo, dando priorità alle tecnologie sostenibili, agli approcci e alle imprese locali per garantire benefici sociali estesi. Non ci è permesso di illuderci, ma certo non dobbiamo demordere nel chiedere ai nostri governanti senso di responsabilità nella logica degli interessi del bene comune. Un secondo appuntamento a cui prepararci è il Forum sulla Cooperazione che il ministro Riccardi sta convocando per il settembre di quest’anno a cui hanno già assicurato la loro partecipazione le massime cariche dello Stato: un’occasione in cui speriamo di poter lavorare in modo significativo e approfondito sui concetti di responsabilità e solidarietà, efficienza ed etica, economia sociale di mercato. Per individuare le parole chiare della nuova cooperazione italiana. Cooperazione voluta come manifestazione coerente nell’ambito di un auspicato rilancio economico, sociale e valoriale per tornare a crescere rispettando i diritti di tutti nel mondo.

editoriale

di Gianfranco Cattai – Presidente Focsiv


VpS n.03/2012

volontariperlosviluppo.it

IN PRIMO PIANO

8 SBANCATI

Un nuovo Rapporto sugli istituti di credito, “motori” di povertà

VOCI DAL SUD

16 DRAMMA A 24 CARATI

Bambini al lavoro nelle miniere d’oro del Burkina Faso

19 LA CINA HA SETE

I provvedimenti del governo per l’emergenza idrica Reportage e notizie dai cinque continenti, progetti di solidarietà, proposte di turismo alternativo, consumo critico e molto altro

COOPERAZIONE

37 SVILUPPO ON LINE

Le nuove tecnologie per la cooperazione internazionale

42 “RIFONDARE” LA COOPERAZIONE Il progetto pilota di F4A

PERCORSI MIGRANTI

44 MEDIA DI “SECONDA GENERAZIONE” Blog, riviste e web tv: la voce dei giovani stranieri

PERCORSI AMBIENTALI

50 UN ORTO SUL GRATTACIELO Il boom dei nuovi contadini urbani

IL PERSONAGGIO

53 ECOFEMMINISTA “PLANETARIA” VpS incontra Vandana Shiva

PERCORSI PIONIERI

56 DECRESCITA “A PASSO LENTO”

A piedi, in bici, con gli asini: in viaggio da Milano a Venezia


Reportage

Rubriche

6 @ Volontari 13 Da non perdere 14 Mondo news 21 Osservatorio cooperazione 28 Attivati 40 Ict & Sviluppo 47 Il mondo in pellicola 48 Altroturismo 58 Multimedia 60 Cose buone dal mondo 62 L’esperto risponde

22 Sri Lanka, pace armata Il paese, segnato da 30 anni di guerra, resta sotto assedio

Dossier 29 ENERGIA PER TUTTI Più accessibile e sostenibile, con le fonti rinnovabili

VpS Verdi speranze Larivistadichiabitailmondo

L’Onu ha proclamato il 2012 “Anno internazionale dell'energia sostenibile per tutti”: un traguardo

ancora lontano dall’essere raggiunto, visto che 1,3 miliardi di persone nel mondo restano senza accesso all'elettricità. Molti esperti indicano la soluzione in un potenziamento delle fonti rinnovabili (dal fotovoltaico all’eolico, alle centrali idroelettriche) che oggi forniscono appena il 20% dell’energia consumata. Ma la vera sfida è riuscire a trasferire tecnologie pulite ai pvs senza renderli dipendenti dalle multinazionali dell'energia (vedi Dossier). L’attenzione all’ambiente passa anche attraverso la tutela della biodiversità, cui è legata la sicurezza alimentare dei popoli: un obiettivo cui si stanno consacrando illustri scienziati, come Vandana Shiva (vedi Personaggio). Ma anche ognuno di noi, nel suo piccolo, può contribuire allo sviluppo sostenibile - ambientale e sociale - adottando uno stile di vita più sobrio, nell’ottica della decrescita e delle “buone pratiche” quotidiane (Vedi Percorsi ambientali e Percorsi pionieri).


VpS è realizzato da: Via San Francesco di Sales 18 00165 Roma Tel. 06/6877796 focsiv@focsiv.it ccp 87781001

Associazione di Cooperazione Cristiana Internazionale via Cavana, 16/a, 34124 Trieste tel 040/307899 www.accri.it Amici dei Popoli Via B. Maria dal Monte 14, 40139 Bologna tel 051/460381 www.amicideipopoli.org Comitato Europeo per la Formazione e l’Agricoltura via Lame 118, 40122 Bologna tel 051/520285 www.cefa.bo.it

Centro Laici Italiani per le Missioni via S. Calimero 11/13, 20122 Milano tel 02/58316324 www.celim.it Comunità Impegno Servizio Volontariato corso Chieri 121/6, 10132 Torino tel 011/8993823 www.cisvto.org Cooperazione per il mondo in via di sviluppo via San Giovanni in Laterano 262, 00184 Roma tel 06/70451061 www.comiorg.it

Cooperazione Paesi Emergenti via Crociferi 38, 95124 Catania tel 095/317390 www.cope.it Comunità Volontari per il Mondo piazza Santa Maria 4, 60121 Ancona tel 071-202074 www.cvm.an.it

Associazione Internazionale Volontari Laici corso IV Novembre 28, 12100 Cuneo tel 0171/696975 www.lvia.it Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo via Cavour 73, 26900 Lodi tel 0371/420766 www.mlfm.it

Organismo di volontariato per la Cooperazione Internazionale “La Nostra Famiglia” via don Luigi Monza 1, 22037 Ponte Lambro tel 031-625311 www.ovci.org Volontari Italiani Solidarietà Paesi Emergenti Via Vittorio Veneto 24 20084 Badile di Zibido San Giacomo (Mi) tel. 02/90096317 www.vispe.it

Gruppo Volontariato Solidarietà Viale Dante 104 85100 Potenza tel 0971/21517 www.gruppovolontariatosolidarieta.org

I contenuti di questa pubblicazione rientrano sotto la sola responsabilità della redazione e non rispecchiano necessariamente le posizioni della federazione Focsiv e delle singole ong editrici

Anno XXIX Maggio - Giugno 2012 Direttore responsabile: Silvia Pochettino pochettino@volontariperlosviluppo.it Responsabile Italia e amministrazione:

Stefania Garini garini@volontariperlosviluppo.it

Uff. stampa e pubblicità:

Donata Columbro ufficiostampa@volontariperlosviluppo.it Rubriche fisse:

Daniele Biella Roberta Folatti Giulia Foresti Elisa Gallo Gianluca Iazzolino Sergio Marelli Elena Poletti Elisabetta Sermenghi Pancrazio Timpano Simona Tratzi

Hanno collaborato a questo numero:

Serena Carta Damiano Sabuzi Giuliani Mo Hong'e (Cina) Mattia Marello Ollo Daniel Palé (Burkina Faso) Per le foto ringraziamo sentitamente:

Peppe Sessa

Redazione e Amministrazione

Corso Chieri 121/6 10132 Torino tel 011/8993823 fax 011/8994700 redazione@ volontariperlosviluppo.it www.volontariperlosviluppo.it Autorizzazione del Tribunale di Torino n° 3234 dell’11 gennaio 1983

Editore: CISV, Corso Chieri 121/6 Torino Progetto Grafico e impaginazione:

Associato all’Unione Stampa Periodica Italiana

Stefano Pollastri Stampa:

Stamperia Artistica Nazionale, Trofarello (To) Comunità Impegno

Servizio Volontariato corso Chieri 121/6, 10132 Torino tel 011/8993823 www.cisvto.org


Titolo

a cura di



Maggio-giugno 2012