Page 12

2 Primo Piano

alla presentazione del rapporto nazionale “Impararesicuri”: progetto rivolto alle scuole avviato dal Dipartimento e da Cittadinanzattiva con l’obiettivo di monitorare la percezione del rischio sismico in Italia e alimentare la diffusione di buone pratiche. Nel corso dell’incontro, Franco Gabrielli ha sottolineato che è il comportamento dei singoli a fare la differenza e che proprio per questo è importante parlare di “cittadinanza attiva”. Un cittadino consapevole è infatti in grado di informarsi e di essere attore, in prima persona, della propria sicurezza.

U Seconda giornata: la fase esercitativa La fase esercitativa di “Calabria 2011” si è svolta il 26 novembre con l’obiettivo di testare la capacità di risposta del territorio calabrese in caso di terremoto. In particolare, l’esercitazione ha messo alla prova l’efficienza delle comunicazioni e le procedure di attivazione del coordinamento in emergenza dal livello periferico al livello centrale. Sono stati organizzati anche scenari operativi nelle cinque province per testare la capacità di risposta locale all’evento calamitoso. Il Capo Dipartimento Franco Gabrielli ne ha seguito da vicino alcuni. La giornata si è aperta a Scilla, in provincia di Reggio Calabria, dove è stato simulato uno scenario d’intervento per verificare la tempestività e la capacita di coordinamento interforze dei vari attori coinvolti – in raccordo con il Centro di coordinamento dei soccorsi – nell’attività di verifica di un viadotto, che si ipotizza soggetto a distacchi di materiale. Il Capo Dipartimento si è poi diretto a Germaneto, presso la Sala operativa della Regione Calabria, dove è stata attivata la Dicomac - Direzione di comando

10

e controllo, e si è collegato via satellite con la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile, dove è stato convocato il Comitato operativo. L’esercitazione è stata dunque anche occasione per testare l’efficienza dei sistemi di comunicazione. A Germaneto il Capo Dipartimento ha seguito anche le attività addestrative dei volontari, impegnati nelle attività di montaggio tende per l’allestimento di un’area di accoglienza. La giornata è proseguita con il sopralluogo nella località di Marano Marchesato dove è stata allestita un’area di accoglienza. In questo centro, nell’ambito dell’esercitazione, hanno completato la prova di evacuazione gli

Protezione Civile - Novembre/Dicembre 2011  

Anno I, numero 5

Protezione Civile - Novembre/Dicembre 2011  

Anno I, numero 5

Advertisement