Issuu on Google+

Periodico di palio, attualità, storia e cultura edito a cura dell’Associazione ricreativo-culturale Rione Madonna delle Stuoie Anno XIV – Distribuzione gratuita - Numero Unico - Aut. Trib. di Ravenna n° 1208 del 05/06/2003 – Pubbl. inf. al 70%

ROSSO BLU 2004

Madonna delle

Rione

Stuoie

delle


Rione Madonna delle Stuoie

ROSSOBLU 2004

ANAGRAFE DI CONTRADA

Periodico di palio, attualità, storia e cultura edito a cura dell’Associazione ricreativoculturale Rione Madonna delle Stuoie

SONO NATI: - Davide Contino - Veronica Costa - Matteo Miola

Anno XIV – Distribuzione gratuita Numero Unico - Aut. Trib. di Ravenna n° 1208 del 05/06/2003 Pubbl. inf. al 70%

CI HA LASCIATO: - Milena Calderoni

Sede legale, amministrazione e segreteria: Piazzale Gubbio, 31 48022 Lugo (Ra) Tel /fax 0545.31442 C.f. 91005310395 – P.i.01305550392 e-mail: info@rionemadonnadellestuoie.it www.rionemadonadellestuoie.it Direttore responsabile: Annalisa Andruccioli

SI SONO SPOSATI: - Cristina Zauli e Gianluca Babini - Barbara Fabbri e Fabio Savioli

Capo Redazione: Annalisa Andruccioli Coordinamento editoriale: Adriano Bezzi, Nicoletta Ferri, Fabio Savioli Pubblicità: Stefano Staffa Hanno scritto per voi: le piccole Martina e Valentina; Andruccioli Annalisa; Bezzi Adriano; Capucci Elda; Costa Massimiliano; Crivellaro Matteo; Dalla Malva Andrea; Marzari Renzo; Massarenti Grazia; Montanari Lorenza; Montefiori Luca; Pezzolesi Dario; Ravaglia Renza; Staffa Andrea; Staffa Stefano; Trioschi Gianluca Foto: Archivio Storico Rione Madonna delle Stuoie. Grafica e stampa : Tipografia Romagna – Faenza. Ringraziamo gli sponsor che, con il loro prezioso contributo, rendono possibile ogni anno questa pubblicazione. Si assicura che tutti i dati e gli indirizzi custoditi negli archivi del Rione Madonna delle Stuoie saranno trattati con la massima riservatezza, come da legge n. 675/96.

2 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

Editoriale

a cura di Renzo Marzari - CAPO RIONE

Questa pubblicazione si conferma essere ormai un punto di riferimento tra noi, il quartiere e la città. Il suo obiettivo è essere un veicolo d’informazione che porti a conoscenza dei lettori quanto accade all’interno del rione, le iniziative che ci riguardano, ma anche i molteplici aspetti, positivi e negativi, che esse implicano. A regalarci moltissima soddisfazione, nella stagione passata, sono stati certamente la vittoria del Palio della Caveja per la QUINTA volta consecutiva e l’impegno profuso dai nostri musici e sbandieratori. Tuttavia, degne di nota sono state anche le attività interne ed esterne al rione, come le conferenze a tema tenutesi nella nostra sede, le consuete manifestazioni in varie città d’Italia, la Notte di Halloween e la partecipazione intensa tra i rioni per la realizzazione dell’Osteria di Spancione durante il periodo del Palio. Fin dalla loro fondazione, i rioni lughesi sono stati ritenuti un importante centro di aggregazione, specialmente per i giovani, meritando sia dal quartiere che dall’amministrazione comunale complimenti e condivisione. Tra i presenti alla manifestazione estense ci sono sempre stati anche numerosi non addetti ai lavori che, spesso con eccessiva tifoseria, si sono entusiasmati per ogni vittoria e non si sono arresi di fronte alle sconfitte. Tutto questo sarebbe finito se attorno a noi non

avesse continuato a manifestarsi una sincera fedeltà da parte di responsabili, atleti e soci che, oggi come ieri, rappresentano l’autentico valore del Rione Madonna delle Stuoie. L’appoggio incondizionato dei nostri sostenitori ha fatto in modo che, col tempo, si siano potute attuare iniziative a vantaggio e beneficio sia del quartiere che della città. Nel 2003 è stato formato il nuovo consiglio direttivo per il triennio 2004-2006 e io sono stato riconfermato Presidente del rione. Ringrazio tutti coloro che ancora una volta mi hanno preferito, sperando di non deludere la vostra fiducia. Con il nuovo consiglio direttivo e l’organico esecutivo, continueremo a incrementare le nostre iniziative e le attività che ci competono, rivolgendo la nostra attenzione ai giovani, non facili da definire ma di certo speciali in quanto a impegno e generosità.

ditta

MARCHI ERIO impermeabilizzazioni • pannelli termoisolanti manti di copertura • assistenza a lattonieri Via Selice, 318 - 48017 Conselice (Ra) - Tel. e Fax 0545 980360 cell. Erio: 335 5221605 - cell. Andrea: 333 4814360 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Adriano Bezzi

A DUE PASSI DAL CENTRO CIVICO

Il quartiere Madonna delle Stuoie, pur geograficamente ai margini della città, si è dimostrato sicuramente molto attivo nel corso del 2003 per le attività di riqualificazione territoriale e sociale che lo hanno visto protagonista. È stato infatti inaugurato il Centro Civico, sorto nell’area della ex-portineria della Cooperativa Cepal, grazie all’intervento del Comune e all’attività della Consulta di Quartiere; inoltre, è stata edificata un’area sportiva polivalente coperta, grazie soprattutto all’autofinanziamento dell’Associazione Stuoie Sport e Società. Entrambe le strutture devono certamente la loro esistenza al fondamentale contributo volontario delle Associazioni di quartiere, ovvero A.C.Stuoie, Ciclistica Baracca e Rione Madonna delle Stuoie, e si dimostrano di enorme rilevanza in quanto offrono maggiori occasioni di crescita per i diversi nuclei aggreganti che pullulano a Stuoie. Pur contribuendo con diversi associati ai lavori di ristrutturazione del Centro Civico, il Rione Madonna delle Stuoie non è comunque riuscito ad ottenere alcuno dei locali ricavati, ora assegnati ad altre associazioni. Dietro invito del Comune (che sembrava fortemente motivato a venire incontro alle nostre esigenze) ed in seguito al prospettarsi di uno sfratto o di una riduzione degli spazi, peraltro già piuttosto insufficienti, da sempre utilizzati dall’Associazione, il Consiglio Direttivo ha presentato prima dell’estate domanda per utilizzare gli spazi del nuovo Centro Civico. Se da una parte avremmo avuto spazio sufficiente per allocare

tutti i costumi, le armature, gli strumenti musicali, ecc. di cui disponiamo, dall’altra ci saremmo adoperati per garantire il mantenimento dell’edificio e la disponibilità di stanze per le attività sociali delle altre associazioni di quartiere. Tuttavia, chiedevamo la giusta garanzia di potere sfruttare gli spazi concessi attraverso un contratto che ci tutelasse dalla possibilità di riassegnazione a breve termine dei locali a terzi. Purtroppo, in seguito a problemi legislativi che regolamentano l’utilizzo dei centri civici, tale garanzia non ci è stata concessa. Ci teniamo però a precisare che, se pur “fisicamente” distanti dalle altre associazioni, offriremo sempre la più totale disponibilità all’incontro e alla collaborazione con le stesse, in vista, soprattutto, di attività di interesse collettivo volte alla crescita culturale, sportiva e umana del nostro quartiere.

BOSI SANDRO Agente Autorizzato FINA Lubrificanti Prodotti Speciali P.le Gubbio n. 28 Tel. 0545 25537 - LUGO (Ra)

4 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

SFILATA NARRANTE Eccomi qua, anche quest’anno portavoce di un ”settore” rionale che, pur non imponendosi con la spettacolarità delle bandiere o con il marziale suono di tamburi e chiarine, suscita sempre ammirazione e stupore. Mi sto riferendo ai costumi e alla nostra, lasciatemelo dire con una punta di orgoglio, impareggiabile collezione di armi e armature. Il palio è ormai alle porte e ogni sera si ode provenire, da svariate parti della città, il rullo prima timido poi sempre più impetuoso dei tamburi, o, come per incanto, fanno capolino tra gli edifici della piazza i drappi multicolori che volteggiano nel vento. Tra poco più di un mese Lugo, come per un’arcana magia che si ripete ogni anno, ripiomberà nell’oscuro e magnifico XV sec. e ci farà rivivere i fasti di un’epoca ormai dimenticata.

Contribuirà alla buona riuscita della manifestazione anche il meticoloso lavoro del gruppo responsabile della sfilata, che da mesi, ormai, opera nell’ombra e in silenzio: risalgono fino all’inverno le missioni per acquistare velluto, damascati, broccati, tele grezze e passamanerie; già si perdono nella notte dei tempi (era forse dicembre) le febbrili serate passate a cucire la pelle dei foderi, a rivettare cinture, a sistemare e lucidare armi e elmi. Adesso siamo pronti a mostrarci a tutti in tecnicolor, sfoggiando con orgoglio e fierezza corazze lucenti, lunghi abiti ornati di perle, austere toghe orlate di folta pelliccia. Nulla è lasciato al caso: abbiamo cercato una volta di più di trovare un riferimento storico alle figure che portiamo in sfilata, concentrandoci quest’anno sull’approfondimento di due figure, il Caporale della Banderia Militare, che coordina e comanda le milizie, e il Conestabile, cioè uno dei 4 Capitani delle porte cittadine. Per quanto riguarda il primo personaggio, ci piace identificarlo con Zanino Barbieri, cittadino lughese poi Capitano delle Milizie Ferraresi sotto gli Este dal 1400, impersonato per noi dall’ottimo Fabio Savioli che, per rendere più fiera la propria

Matteo Crivellaro

immedesimazione nei caratteri del condottiero, da Pasqua tiene la barba incolta. I Conestabili erano invece i custodi delle porte d’accesso alla città, addetti alla manutenzione delle stesse, nonché alla riscossione dei pedaggi e delle tasse imposte sulle merci che entravano a Lugo. Il nostro Conestabile sovrintendeva Porta Nuova e stiamo cercando di rendere la sua rappresentazione sempre più aderente alla realtà storica ispirandoci ai numerosi affreschi di Palazzo Schifanoia. Eviterò di perdermi in noiose descrizioni di abiti: quando il nostro Corteo sfilerà, a “parlare” per conto del gagliardo gallo rossoblu saranno ronche e falcioni, velluti e damaschi, stendardi e pesanti armature.

arredamento per la casa, il residence arredamenti contract arredamenti su misura Via XXV Aprile, 9 - LUGO (Ra) - Tel. 0545.31437 - Fax 0545.32962 E-mail: azsoluzioni@azsoluzioni.it www.rionemadonnadellestuoie.it

5


Rione Madonna delle Stuoie

Luca Montefiori

Riflessioni di un tiratore

È già tempo di Contesa Estense. La si sente nell’aria, la si respira tra la gente. Quella che, come ogni anno, dedica il tempo libero disponibile alla perfetta riuscita della manifestazione. Prendo ad esempio le sarte meticolose che curano gli abiti, i capi rione che si incontrano per definire i regolamenti, i tamburini che rullano per incantare le nostre orecchie, i supporter che con tenacia incitano i propri idoli, le chiarine che studiano melodie sempre più armoniose, e molte altre persone che portano gioia e passione. È ovvio che questo valga per ogni gruppo della nostra città, ma è con orgoglio che vorrei soffermarmi su quello del mio quartiere, cioè il Rione Madonna delle Stuoie, per portarvi la mia esperienza personale. Da che sono entrato nella squadra di tiro alla fune, ho potuto scoprire e maturare con i numerosi amici conosciuti un’armonia ed una ricchezza di valori che si ritrovano a mio parere solo nelle migliori famiglie. In effetti, il gruppo degli Stuoini – così alcuni lo definiscono – si può considerare una grande famiglia ed i valori come l’aiuto reciproco, l’amicizia, la sincerità, la solidarietà, l’umiltà, sono radicati da tempo. Inviterei chiunque ad entrare nel

gruppo, ma non voglio annoiarvi, per cui passo ad altro. Passeggiando per la mia città ho potuto constatare come gli interventi pubblici nell’ultimo periodo si siano moltiplicati: strade, marciapiedi, piste ciclabili, rotonde, aiuole realizzate per regolarizzare il traffico, cura ed abbellimento delle zone pedonali, palazzi storici ristrutturati e riportati alla bellezza di un tempo. La mia attenzione, tuttavia, si è puntata sul cantiere che attualmente copre quasi per intero la piazza tra la Rocca Estense ed il Pavaglione. Ricordo anni passati tra

6 www.rionemadonnadellestuoie.it

i lavori in corso e le conseguenti difficoltà per posizionare il tavolo della caveja, il palco e quanto necessario per la manifestazione. Pare proprio che, puntualmente, anche quest’anno sarà così! Senza pensare poi alla gioia che è stata tolta a noi tiratori, abituati a mordere la ghiaia del campo di tiro: un vero peccato anche per lo spettacolo. Cari amici, scusatemi ma, in questo excursus di pensieri, vorrei perlomeno evitare di parlare della questione tra i Rioni, problema trito e ritrito, discusso e ridiscusso. Dico solo, al riguardo, che per realizzare meglio la Contesa Estense occorre qualche sacrificio da parte di tutti. E chi vuol capire, capisca. Sacrificio ed impegno che, lo posso garantire, nella squadra di cui faccio parte non vengono né verranno mai meno, neppure dopo 5 vittorie consecutive. In effetti, il nostro intento è di continuare nella serie, fino a quando non incontreremo un avversario più forte e meritevole di noi, che dovrà comunque sudare le famose 7 camicie per impossessarsi dell’amata caveja. Con l’augurio che questo capiti il più tardi possibile, ringrazio per lo spazio e abbraccio tutti affettuosamente.


RossoBlu 2004

Vola, SUPERGIGI! Ci sono cose che le parole non possono spiegare, emozioni che si affacciano ai bordi del cuore e intense esplodono, proprio come i fuochi d’artificio che il 21 giugno scorso hanno sfavillato, a sorpresa, durante la tradizionale Festa del Rione Madonna delle Stuoie. Tutto è cominciato come al solito. Già nel primo pomeriggio dell’afosissimo sabato diversi ragazzi hanno spostato tavoli e panche dalla sede di Piazzale Gubbio al CIALS, in Via Croce Coperta. Tutti si sono prodigati ad apparecchiare tavoli, ad addobbare il viottolo e il cortile, a preparare cibi e pietanze da servire durante la cena. In particolare, Elda e Naike hanno guarnito un’immensa torta su cui campeggiava la scritta CINQUE, in onore alla quinta vittoria consecutiva dei nostri tiratori, mentre Adriano si occupava del ragù e Devis e Smiccia stavano alla griglia. Dalle 20 in poi la gente, giunta alla spicciolata, ha cominciato a prender posto nei tavoli disposti a ferro di cavallo, dove è stata servita direttamente da alcuni rionali. Al centro, la Caveja faceva bella mostra di sè, illuminata dalla luce calda e soffusa delle candele come un altare sacro (quale è). Uno splendido impianto hi-fi gestito dal dj Manu di Bizzuno allietava l’atmosfera con note e ritmi contemporanei. Intanto, all’insaputa di tutti, il direttore tecnico A. Staffa stava armeggiando con pc e proiettore, in vista di una presentazione PowerPoint. L’afa del pomeriggio si era ormai stemperata nell’aria serale e la gente, alleggerita dalla calura, si rilassava sorseggiando vino e chiacchierando amabilmente del più e del meno. Dopo aver servito pastasciutta e salsiccia ai ferri, è arrivato il momento delle cosiddette pubbliche relazioni. A fare gli onori di casa il nostro miglior oratore, Massimiliano Costa, che ha passato il microfono al Presidente Renzo Marzari per i ringraziamenti generali, nonché ai responsabili di specialità (Trioschi, Sortino, Pezzolesi e Barlotti) per le premiazioni di, rispettivamente, sbandieratori, chiarine, tamburini e tiratori. Riconoscimenti speciali sono arrivati anche agli instancabili mercanti di Porta Nuova che, con dedizione e disponibilità, sempre operano per la buona riuscita delle manifestazioni, nonché a Nicoletta, Elda e Grazia per l’aiuto che hanno offerto al successo della sfilata nella Con-

tesa Estense 2003. Senza dimenticare i gruppi di Bizzuno e Massalombarda che, numerosi, rinfoltiscono le nostre schiere di volontari. Una menzione speciale è andata al nostro Presidente che, dopo ben 12 anni di mandato, si prepara ad affrontare un nuovo triennio. Gigi Barlotti, storico zarladòr del gruppo tiratori, è stato l’ultimo a lasciare il palco e lo ha fatto indossando la maglietta di... Superman! Del resto, nessun altro la merita più di lui: la caveja, trofeo più ambito della Contesa Estense, continua a rientrare nella nostra sede grazie al mitico gioco di squadra dei tiratori rossoblu. Così... vola SuperGigi! Le luci si spengono; la gente, composta, si assiepa attorno al proiettore; parte la musica, girano le immagini, scorrono i ricordi del recentissimo Palio. L’aria si è fatta densa di emozioni e Andrea condivide con il pubblico la girandola di diapositive e slogan che il suo vulcanico cervello ha partorito in gran segreto. Scatto dopo scatto si vedono i costumanti, gli atleti, i magnifici dieci tiratori e ... vola SuperGigi! Poi la musica sfuma, lo schermo si oscura, tutto tace. È un attimo e nel cielo esplodono milioni di scintille colorate. In sottofondo le note struggenti di “You’ll be never be alone”. Il pubblico, colto alla sprovvista, non può far altro che ammutolire e rivolgere il proprio sguardo estasiato al cielo in technicolor. Ci sono cose che le parole non possono spiegare e lo stupore collettivo ed emozionato di quella serata è una di queste. C’era allegria, nei cuori dei presenti. C’era vibrazione. C’era armonia. Era uno stato d’animo che si avvicinava alla perfezione, il migliore omaggio che il Consiglio Direttivo uscente potesse fare a tutti coloro che negli anni della loro attività li hanno

Annalisa Andruccioli

sostenuti e incoraggiati. Nonché il migliore auspicio per il Nuovo Consiglio Direttivo votato a maggioranza durante la serata stessa e così composto: - Capo Rione: Renzo Marzari; - Consigliere: Adriano Bezzi; - Consigliere: Andrea Dalla Malva; - Consigliere: Fabio Savioli; - Consigliere: Stefano Staffa; - Consigliere: Grazia Massarenti; - Consigliere: Marica Savioli. Ci sarebbero mille altre emozioni da raccontare, ma lasciamo al silenzio il diritto più sublime di interpretarle.

• Le migliori marche di: biciclette, abbigliamento da ciclista e accessori; • Consulenti qualificati al Vs. servizio Unica Sede: Rotonda S. Vitale - tra Lugo e S. Agata - RA • Centro assistenza meccanica e lavaggio Tel. 0545.45162 - Fax 0545.45430 7 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Dario Pezzolesi

I musicanti di Stuoie

Non è assolutamente possibile dimenticare tutti voi, nostri grandi sostenitori, la gente che ci dà la forza di andare sempre avanti, affrontando il freddo e il gelo di un inverno di allenamenti. Che dire? Il gruppo non è cambiato tanto. Qualche valido elemento ha dovuto abbandonare per i motivi più disparati, ma l’arrivo di nuove leve ci ha permesso di non darci per vinti e di proseguire mettendocela tutta. A questo punto, è mio grande piacere presentare CRISTINA, la piccola rumena che, impegnandosi a più non posso, sta praticamente superando i maestri. A proposito, anche ai vertici è avvenuto un cambiamento: vi ricordate di VALENTINO? Ebbene: ha scalato la parete del potere diventando il nostro maestro. Lo affianca comunque la sua ragazza ILARIA, che approfitta di ogni errore dell’amato per poterlo riprendere! Non avrete certo dimenticato neppure le due bellissime – che dico, fantastiche! - VALENTINE, sempre pronte a ravvivare l’animo del gruppo con il loro eterno buon umore. Per non

parlare, infine, di coloro che tuttora, dopo oramai decenni di vita rionale, continuano ad allargare la breccia nei nostri cuori con battute, consigli e spiegazioni di ogni genere: ROLANDO e MARICA. No, non avete contato male: il numero dei nostri componenti supera di poco le dita di una mano. Così, per la gara del brano libero, BALDRO smetterà momentaneamente i panni da chiarina per vestire quelli da tamburino. Non mi stancherò mai di ripetervi di entrare a

far parte della nostra famiglia, non solo per il divertimento ma soprattutto per lo spirito di gruppo che si sta creando ogni anno di più: sono molto orgoglioso dei miei ragazzi, sono tutto ciò che un capo-tamburino possa desiderare! Come ormai mia abitudine, vi aspetto in piazza per gridare tutti assieme l’ennesimo FORZA RAGAZZI!

8 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

OTTO-NI ROSSOBLU Come i più fedeli lettori di questa testata già sapranno, ho lasciato il mio ruolo da chiarina da alcuni anni ma, proprio come avveniva ai miei tempi, le prove con il più simpatico strumento medioevale continuano a svolgersi tra Barbiano e Lugo. A fare la spola dalle mura della parrocchia barbianese al piazzale antistante Venieri, volti più o meno nuovi, conferme e ritorni. Il capochiarina Saverio, in giro per l’Italia a causa del proprio lavoro, lascia alla sottoscritta l’incarico di tracciare un profilo della sua squadra di ottoni. Le gare 2004 vedranno esibirsi come sempre la “piccola” Alice che, migliorando sempre di più le proprie prestazioni musicali, ha nel frattempo raggiunto anche la maggiore età. Probabilmente, quindi, d’ora in avanti la piccola del gruppo diventerà la new entry Maria Ammirata, di San Lorenzo: entrata a settembre nelle chiarine di Stuoie, si è impegnata moltissimo per apprendere lo strumento ed è ora pronta a scendere in piazza con grinta ed entusiasmo. La passione continua invece a non mancare a Pelo che, dopo gli approcci iniziali con la chiarina, ha voluto perfezionare le proprie cono-

scenze prendendo addirittura lezioni private come trombettista. Del resto, qualche dritta gliela può offrire di certo anche l’eccellente maestro imolese Roberto Bertozzi che, oltre che con la chiarina, si destreggia tra una nota e l’altra di trombone esibendosi con una banda di Medicina. Anche Baldro ha riscoperto l’amore per lo strumento, rientrando a pieno titolo nella squadra chiarine e, come probabilmente avrete letto, permettendosi anche il lusso di suonare il tamburo nella gara 2004 del Brano Libero! Lo spirito di gruppo e il gusto di suonare sono tal-

mente forti che, pur non gareggiando durante la Contesa Estense, partecipano agli allenamenti serali anche Raffa, una ragazza di Lugo, e Rasta, un simpatico ragazzo di Medicina che è voluto tornare a trovarci dopo qualche anno di assenza. Da ex chiarina quale sono, non posso che immedesimarmi nello stato d’animo

Annalisa Andruccioli

di questi ragazzi: l’ansia e l’emozione crescono man mano che il Palio si avvicina, l’adrenalina arriva alle stelle. Ma siccome è vero che l’unione fa la forza, sono convinta che lo spirito di gruppo che contraddistingue le chiarine di Stuoie non possa far altro che farli esibire alla grande. In bocca al lupo, ragazzi!

Via Gramsci, 76 - Lugo (Ra) - Tel. e Fax 0545.30393 - Cell. 338 6007752 www.rionemadonnadellestuoie.it

9


Rione Madonna delle Stuoie

Nuovi EROI

Gianluca Trioschi

Insieme alle varie cariche rionali, puntualmente rinnovate lo scorso giugno, è scaduto anche il mio mandato, subito riconfermato a mormorio unanime per la terza volta consecutiva, anche perché, tra i veterani, sono una delle persone con più tempo a disposizione. Anche nell’ultima edizione della contesa, come tutti gli anni, abbiamo avuto le carte in regola per fare bene, poi ci è mancato quel qualcosa in più per concretizzare un impegno che nella peggiore delle ipotesi è almeno pari a quello degli altri partecipanti alla competizione. Tirando le somme, il più bel risultato del 2003 è l’aver portato tutti gli esercizi, compresa la Grande Squadra. Questo ha costretto alcuni atleti a doversi preparare per più specialità (addirittura fino a tre per Andrea Mazzotti, che si è diviso in Coppia, Piccola e Grande Squadra). Così, grazie all’abnegazione di tutti, siamo riusciti e riusciremo anche quest’anno nell’obiettivo di portare il poker di esercizi, senza dimenticare che nella Grande Squadra debutterà un nuovo e valido sbandieratore, Filippo Topi. La vera notizia è che finalmente abbiamo alcuni sbandieratori con meno di 15 anni: che io sappia non è successo da quando il nostro gruppo è nato venti anni fa, ovvero da un’intera generazione. Per coinvolgere i giovani stiamo cercando di creare o sfruttare diversi avvenimenti, quali la Giornata dei bambini oppure la festa di S. Lorenzo dove, grazie a Mazzotti Fausto, Angelo Ricci e Francesca Matteucci, abbiamo realizzato un minicorso con tanto di diploma spedito direttamente a domicilio. Per seguire in maniera adeguata i giovani di età molto differenti,

dai sette anni in su, ci troviamo settimanalmente a turno in due, il sabato pomeriggio. Un importante aiuto viene da Giorgio D’Elia, ottimo nello spiegare ai bambini e ai ragazzi quei movimenti che, essendo ormai per noi spontanei, sono difficili da ridurre a parole. Appositamente per loro abbiamo fatto realizzare 12 bandiere dalle dimensioni in linea con il regolamento nazionale Under 15: sappiamo tutti quanto sia importante puntare sulle nuove generazioni e far diventare prioritario, quindi, tale impegno. Senza dimenticare anche il fatto, non trascurabile, che finalmente, dopo tanti anni di richieste, possiamo contare su un luogo coperto per gli allenamenti, amichevolmente chiamato “il Pallone o Palastuoie”, a nostra disposizione per qualche ora alla settimana ad un prezzo di favore. Si tratta di una struttura ad archi in legno lamellare, coperta da un telone in pvc bianco, moderna, ben illuminata e riscaldata, per la quale dobbiamo ringraziare l’associazione Stuoie Sport e Società, composta da Ass. Calcio, Ciclistica Baracca e Rione Madonna delle Stuoie. Concludo con una frase che mi ha colpito molto e che, in tema di bandiere, non potrebbe essere più appropriata: “le nostre azioni devono ruotare attorno all’uomo”. In bocca al lupo a TUTTI e che vinca il migliore.

POLIZZA AUTO.... .... VI DISPIACE RISPARMIARE? AGENZIA GENERALE DI LUGO p.i. ROBERTO ALBONETTI

VIA RISORGIMENTO, 32/34 - Tel. 0545.34595 - Fax 0545.288791 E-mail: lugo@cattolica.it 10 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

...Semplicemente SOAVE

“La soave creatura 2003 è la numero 9, Sabrina!” e, come canta De Gregori in una sua bellissima canzone, un applauso del pubblico pagante lo sottolineerà. Così si è conclusa l’elezione della soave creatura, nella passata edizione della Contesa Estense. La soave Sabrina, emozionata, subito volge lo sguardo verso la sua madrina-accompagnatrice e la ringrazia con un abbraccio mentre le altre pretendenti si congratulano con lei. Una piacevole serata, aperta con il corteo dell’arrivo del Duca Borso d’Este, arricchita con duelli, canti e musiche di altri tempi, e conclusasi con uno splendido spettacolo pirotecnico a tempo di musica, nella piazza antistante la maestosa Rocca di Lugo. Anticamente, le popolane venivano istruite e la più educata, la più soave, riceveva una dote e veniva adottata da una ricca famiglia che l’avrebbe condotta al matrimonio. Ovvia-

mente, cambiando i tempi, le 9 ragazze “aspiranti soavi” si sono dovute esibire in portamento, dizione e capacità manuali, ma quella che più delle altre si è distinta in tali capacità ha ricevuto una dote composta da una parure Swarovsky, la possibilità di un servizio fotografico ed un piatto offerto da RCB per un valore di circa 500€, senza dover lasciare la famiglia e, soprattutto, non avendo vincoli di matrimonio! Il pubblico, che ha apprezzato lo spettacolo, ha gremito la piazza nonostante la fresca serata ed ha confermato la buona riuscita dell’iniziativa dopo la passata edizione. Questo è quanto è avvenuto per la cronaca, la sera del 15 maggio 2003, in occasione dei festeggiamenti di Sant’Ilaro, patrono di Lugo. Passiamo ad una breve considerazione, spiegando come le ragazze abbiano giustamente partecipato in una condizione di “non appartenen-

Andrea Dalla Malva

za” ad alcuna contrada lughese, per conseguire uno scopo di puro spettacolo e per rappresentare più in generale tutte le ragazze di Lugo. Ciononostante, per il giorno della sfilata dei cortei storici, essendo richiesta la presenza delle concorrenti in piazza, noi del “rione di là dalle sbarre” ci abbiamo tenuto a mettere in mostra la soave Sabrina come appartenente ai nostri colori. In men che non si dica, qualcuno ha avuto la brillante idea di sistemarla sul carro trainato dai buoi, adagiata su una balla di fieno, sul quale già trionfava l’importante presenza della caveja vestita a festa, “perché – è stato detto – dovremo pur mostrare le nostre vittorie!” È così che, tra mille sguardi, Sabrina è giunta alla piazza, lanciando sorrisi e baci al pubblico dall’alto di un carro che rappresentava l’orgoglio rionale, da sempre legato alla terra e alla gente buona e semplice.

• Occhiali da vista e da sole per qualsiasi esigenza visiva; • Sviluppo e stampa foto; • Foto tessera digitale. 11 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Elda Capucci

Come in una FAVOLA Chi di noi non ha sognato, almeno una volta nella vita, di indossare le vesti di Cenerentola, della Bella Addormentata nel Bosco o del Principe Azzurro? Noi abbiamo offerto ai visitatori del Mercato di Porta Nuova la possibilità di rivivere, se pur in parte, il lontano mondo del medioevo e le sue storie alle corti di re, regine, principi e principesse. Per far ciò, abbiamo fatto indossare in tutta Italia parte dei nostri costumi ad adulti e bambini, che volevano poi farsi immortalare con l’insolito abito. Tenevamo così a loro disposizione una macchina fotografica istantanea; poi l’idea ha riscosso talmente tanto successo che ci siamo presto forniti di macchina digitale, computer e stampante. Non immaginate quanto sia divertente e gratificante offrire ai passanti, con una semplice foto ricordo, un piccolo grande momento che ha il gusto della favola.

CENTRO COPIE PLOTTAGGI POSTER LUGO - Corso Garibaldi, 57 - Tel. e Fax 0545.34510 www.damacopies.it - info@damacopies.it

12 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

Il numero imperfetto Anche quest’anno la Contesa Estense si fara’ a TRE rioni nel periodo attorno al 15 maggio, giorno di Sant’Ilaro, patrono di Lugo. Le motivazioni per cui si e’ deciso di organizzare il Palio in questo periodo si suppone siano ormai chiare a tutti: si e’ scelto di privilegiare l’unica festa con origini rinascimentali, piuttosto della celebrazione settecentesca di San Francesco di Paola. Il nostro Palio, del resto, ha le proprie radici nella rievocazione della Lugo quattrocentesca originariamente impostata dalla ProLoco e non sarebbe coerente continuare a rappresentare una festa di tre secoli successiva come e’, appunto, quella di San Francesco. La scelta compiuta dalla ProLoco e’ stata rafforzata dal’avvio di attivita’ legate all’epoca rinascimentale, come le rappresentazioni di eventi storici realmente accaduti o le gare di sbandieratori e musici. Cio’ che stupisce e’ che proprio il rione che si dice piu’ attaccato a tali gare si sia tirato indietro nel momento in cui l’epoca legata a tali attivita’ veniva ulteriormente connotata a livello cittadino e rafforzata quindi nel suo valore culturale. La piu’ corretta collocazione rinascimentale della Contesa Estense e’ senza dubbio all’interno delle celebrazioni di Sant’Ilaro abate da Galeata, descritte nelle cronache lasciateci dal Padre Priore dei Carmelitani di Lugo, Paolo Antonio da Mantova, relative al 15 maggio del 1484. Ulteriore vantaggio di questa scelta e’ che il 1484 ricade in pieno nel periodo della dominazione estense, particolarmente brillante nella storia della citta’. Per la casa d’Este Lugo fu, infatti, capoluogo della Romagna ferrarese dal 1437 al 1598. Il nuovo cammino intrapreso a livello cittadino non dimentica, comunque, la sagra di San Francesco di Paola e, anzi, il progetto di riqualificazione della Contesa Estense si impegna a rivalutare la festa della parrocchia, collocandola in maniera piu’ consona e affine alla propria epoca attraverso l’organizzazione di una “sagra di paese” di tipo settecentesco.

Massimiliano Costa

A questo punto, sorge nuovamente il dubbio sulle reali motivazioni che hanno spinto un rione ad autoescludersi dal Palio e ad abbandonare gli altri tre. Non certo perche’ la sagra di San Francesco sia stata dimenticata, quando, anzi, ne uscirebbe rivalutata e maggiormente connotata da specifiche identita’ e dignita’. Non perche’ il Rione Madonna delle Stuoie voglia “rubare” il corso Garibaldi, dal momento che continua a non farlo neppure ora che il quarto rione e’ fuori (e, ribadisco, non si ha l’intenzione di farlo in futuro). Non perche’ utilizziamo il riferimento storico all’antico Borgo del Limite, visto che prima che noi lo utilizzassimo non ne conoscevano neppure l’esistenza e per quasi dieci anni hanno regolarmente partecipato a palii in cui Stuoie gia’ utilizzava quel riferimento. Non perche’ l’Ente Palio li squalifico’ dai campionati nazionali degli sbandieratori in seguito a comportamenti scorretti, dato che ora che sono state apportate modifiche ai regolamenti il Magistrato dei Rioni non ha piu’ potere decisionale in merito. Non perche’ volevano destabilizzare l’Ente Palio e riportare il Palio alla ProLoco, visto che era facilmente intuibile che gli altri Rioni avrebbero dato comunque vita ad un altro soggetto capace di organizzare autonomamente la Contesa Estense, come e’ poi di fatto accaduto. La Contesa Estense, divenuta nel tempo attivita’ complessa, onerosa e articolata, e’ apparsa forse troppo impegnativa: non si rivolge piu’, infatti, alle semplici gare di bandiere e musici, ma richiede l’organizzazione di una fedele rievocazione storica e di un impegno costante nella ricerca e realizzazione di costumi rigorosamente dell’epoca. E se (e sottolineo se) e’ vero che a qualcuno tutta questa storicita’e’ sempre stata d’intralcio, il dubbio sul perche’ un rione abbia abbandonato gli altri tre nel “gioco del Palio” non puo’ che rimanere.

ADDOBBI E COMPOSIZIONI FLOREALI Via De’ Brozzi, 69 - LUGO (RA) - Tel. 0545.31163

Pirazzoli Decimo & C. s.n.c. Via Don Minzoni, 50 - 48022 Lugo (Ra) - Tel. 0545.25856 - Fax 0545.210273 - pirazzoli.decimo@libero.it 13 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Andrea Staffa

IL IL RIONE RIONE D D

Conoscere chi da anni ci sostiene è importante: ci aiuta, infatti, a comprendere le dinamiche e le relazioni del nostro “popolo” cercando di dare risposta alle richieste e ai bisogni che emergono. L’associazione Rione Madonna delle Stuoie non è solo Palio, gare, cene, gite, eventi culturali, pubblicazioni, ma è soprattutto un insieme di PERSONE di tutte le età (secondo i dati del 2003, dai 2 agli 88 anni), che in amicizia si prodigano per la crescita culturale e sportiva e per mantenere vive tradizioni, usi e costumi. Volendo pertanto analizzare la composizione dei soci iscritti, essenza e parte viva della nostra contrada, possiamo evidenziare un trend abbastanza ciclico e in promettente ascesa, con picchi in corrispondenza di eventi particolari come le vincite di piazza, le elezioni del Consiglio Direttivo e le intense attività ricreative. Nel 1993 il Dott. Franco Fabbri e il Consiglio Direttivo in carica decise-

ro di produrre una tessera da convalidare con l’apposizione annua di un bollino colorato e di redigere il relativo registro cartaceo nel quale annotare i dati anagrafici di ogni singolo socio in regola. Oggi il registro è stato convertito in un database elettronico in Excel e Access, più facile da consultare, più capiente e più veloce quando si tratta di effettuare ricerche, produrre etichette per spedizioni di inviti, realizzare confronti con database più ampi come quelli del quartiere o della città. A questo proposito, si è notato negli ultimi anni che, nel nostro quartiere, è sì aumentato il numero di famiglie (+ 2,6%), ma a fronte di un’espansione demografica negativa (- 4%). Ciò non ha tuttavia inficiato sull’andamento dei nostri iscritti: i soci del Rione sono infatti passati da un numero di 136 nel 1993 a 208 al 31 dicembre 2003, realizzando un aumento del 35% e sottolineando quindi un profondo attaccamento e un vasto

Andamento dei Soci

LUGO (RA) Logge del Pavaglione Tel. 0545.22649

apprezzamento delle attività rionali svolte in tutti i campi. I soci del Rione Madonna delle Stuoie si dividono in sostenitori e onorari. I primi versano spontaneamente una quota fissa decisa di anno in anno dal Consiglio direttivo (nel 2004 è di 7 euro), mentre i secondi risultano privilegiati per meriti conseguiti o per essersi distinti in particolari situazioni considerate ufficialmente tali su insindacabile giudizio dello stesso Consiglio. Dai dati in nostro possesso, al termine del 2003 i soci risultano così spartiti: 183 sostenitori, 25 onorari. Si nota inoltre una predominanza di iscritti di sesso maschile (62% contro 38% delle donne). Questo indica che il Palio e le competizioni ad esso legate sono maggiormente vissute dagli uomini, sebbene negli ultimi anni alcune attività nate nell’orbita della Contesa Estense – quali gli stand gastronomici, i cortei storici, il concorso della Soave Creatura, il mercato medievale – abbiano permesso anche alle donne di avere un ruolo importante nella riuscita delle manifestazioni. Per quanto riguarda la collocazione geografica dei nostri soci, il 50% risiede nel quartiere Madonna delle Stuoie ed è quindi “purosangue”, mentre un 29% risulta provenire da altre parti di Lugo e sue frazioni; un 21%, infine, abita addirittura fuori dal Comune di Lugo. Se da una parte questo indica una grande attrazione da parte del Rione su territori extracittadini, dall’altra evidenzia anche una scarsa partecipazione dei nostri

ALFONSINE (RA) Via Martiri della Libertà, 13 Tel. 0544.84370

14 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

DA’ DA’ I I NUMERI NUMERI Ripartizione Soci 2003

abitanti di quartiere, che ci sostengono sì in piazza o ci leggono attraverso questo giornale, ma sono un po’ assenti negli altri periodi dell’anno. Un invito, questo, a rinnovare la vostra fiducia nel Rione Madonna delle Stuoie, con la promessa, da parte nostra, di non smettere mai di operare per una crescita collettiva. Lavoriamo insieme per la tutela dei valori che ci contraddistinguono e che, purtroppo, stanno sempre più svanendo in una società distratta e scarsamente aggregante, dove poche sono le occasioni di confronto e dove l’individualità sta diventando un vero e proprio statussymbol.

Provenienza dei Soci 2003 Lugo e frazioni (escluso il quartiere Madonna delle Stuoie 29%)

Fuori Lugo 21%)

Quartiere Madonna delle Stuoie 50%

15 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Una cinquina di... 9 9 9 1 0 0 0 2

16 www.rionemadonnadellestuoie.it

1 0 20


RossoBlu 2004

2 0 0 2

3 0 20

I tiratori di Madonna delle Stuoie vogliono ringraziare gli amici di Barbiano, Cotignola e Faenza che per tutto lÂ’inverno si sono allenati con loro in vista del Palio. LÂ’allenamento comune ha permesso ai nostri il raggiungimento dellÂ’ottima forma fisica e mentale. In bocca al lupo, ragazzi!

... intramontabili trionfi Lugo Tel. 0545.34883 Aperto dalle 5 alle 24 Chiuso Domenica e Festivi 17 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

CONTESA ESTENSE CITTÀ DI LUGO Dall’8 al 16 Maggio 2004 Venerdì 14 MAGGIO 2004

Sabato 8 MAGGIO 2004

Ore 21.00: Piazza Mazzini – XXVII PALIO SBANDIERATORI (prima serata).

Domenica 9 MAGGIO 2004

Ore 21.00: Piazza Mazzini - XXVII PALIO SBANDIERATORI (seconda serata) e XXV PALIO DEI MUSICI

Lunedì 10 MAGGIO 2004

Ore 21.00: Aula Magna Liceo Classico ex Convento del Carmine (con la collaborazione dell’Università per Adulti di Lugo). Conferenza sul tema “GLI EBREI A LUGO: IL PERIODO ESTENSE” Relatore: Prof. Antonio Pirazzini, docente presso il Liceo Classico F. Trisi di Lugo

Martedì 11 MAGGIO 2004

A partire dalle ore 17.30: ritiro autorità, S. Messa e processione Ore 20.45: Piazza Trisi – Premiazione delle opere realizzate dai bambini nelle “infiorate” svoltesi nel pomeriggio Ore 21.15: Chiesa del Carmine – Concerto di Musica Medioevale

Sabato 15 MAGGIO 2004

Ore 21.00: Piazza Mazzini: elezione della SOAVE CREATURA, la ragazza più meritevole attraverso prove di bellezza, eleganza, abilità e destrezza. Rievocazione storica: onori al Duca Borso d’Este. Ore 23.30: Piazza Baracca - Grande Finale con spettacolo pirotecnico

Domenica 16 MAGGIO 2004

Ore 16.00: Piazza Mazzini - XXXV PALIO DELLA CAVEJA (che si disputerà anche in caso di maltempo)

Ore 20.30: Hostaria di Spancione – Cena Medioevale

Mercoledì 12 MAGGIO 2004

Ore 21.00: Piazza Mazzini – gare di tiro alla fune

Giovedì 13 MAGGIO 2004

Ore 21.00: Piazza Mazzini – gare di sbandieratori

18 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

Albo d’Oro della Contesa Estense Palio della Caveja

1969 – Contrada del Ghetto 1970 – Rione Madonna delle Stuoie 1971 – Rione Cento 1972 – Rione dè Brozzi 1973 – Rione Madonna delle Stuoie 1974 – Rione Cento 1975 – Rione Madonna delle Stuoie 1976 – Rione Cento 1977 – Contrada del Ghetto 1978 – Rione Madonna delle Stuoie 1979 – Contrada del Ghetto 1980 – Rione Madonna delle Stuoie 1981 – Rione Madonna delle Stuoie 1982 – Rione Madonna delle Stuoie 1983 – n o n a s s e g n a t o 1984 – Rione Madonna delle Stuoie 1985 – Rione Madonna delle Stuoie 1986 – Rione dè Brozzi 1987 – Rione Madonna delle Stuoie 1988 – Rione Madonna delle Stuoie 1989 – Rione Madonna delle Stuoie 1990 – Rione Madonna delle Stuoie 1991 – Contrada del Ghetto 1992 – Rione Madonna delle Stuoie 1993 – Contrada del Ghetto 1994 – Rione Madonna delle Stuoie 1995 – Contrada del Ghetto 1996 – Contrada del Ghetto 1997 – Rione Madonna delle Stuoie 1998 – Contrada del Ghetto 1999 – Rione Madonna delle Stuoie 2000 – Rione Madonna delle Stuoie 2001 - Rione Madonna delle Stuoie 2002 - Rione Madonna delle Stuoie 2003 – Rione Madonna delle Stuoie

Palio degli Sbandieratori

1978 – Rione Madonna delle Stuoie 1979 – Rione dè Brozzi 1980 – Contrada del Ghetto 1981 – Rione Cento 1982 – Rione Cento 1983 – Rione Cento 1984 – Rione Cento 1985 – Rione dè Brozzi 1986 – Rione Cento 1987 – Rione Cento 1988 – Rione Cento 1989 – Rione Cento 1990 – Rione Cento

1991 – Rione Cento 1992 – Contrada del Ghetto 1993 – Rione dè Brozzi 1994 – Rione Cento 1995 – Rione Cento 1996 – Contrada del Ghetto 1997 – Rione Cento 1998 – Contrada del Ghetto 1999 – Contrada del Ghetto 2000 – Rione Cento 2001 – Contrada del Ghetto 2002 - Rione dè Brozzi 2003 – Rione dè Brozzi

Palio dei Musici

1980 – Contrada del Ghetto 1981 – Contrada del Ghetto 1982 – Rione Cento 1983 – Rione Madonna delle Stuoie 1984 – Rione Cento 1985 – Rione dè Brozzi 1986 – Rione dè Brozzi 1987 – Rione Cento 1988 – Rione dè Brozzi 1989 – Contrada del Ghetto 1990 – Contrada del Ghetto 1991 – Rione Cento 1992 – Rione Cento 1993 – Rione Cento 1994 – Rione Madonna delle Stuoie 1995 – Rione dè Brozzi 1996 – Rione Madonna delle Stuoie 1997 – Rione Cento 1998 – Rione Cento 1999 – Rione Cento 2000 – Rione Cento 2001 – Rione Cento 2002 – Contrada del Ghetto 2003 – Rione dè Brozzi

Palio di San Francesco Contesa Estense 1996 – Contrada del Ghetto 1997 – Rione Cento 1998 – Contrada del Ghetto 1999 – Rione Cento 2000 – Rione Cento 2001 – Contrada del Ghetto 2002 – Rione dè Brozzi 2003 – Rione dè Brozzi

Via Paurosa, 15 - 48022 Lugo (Ra) 19 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Ed ora... le PICCOLE DONNE CRESCONO!! Dopo il calendario (il primo!) delle donne di Stuoie in tenera età – e dopo quello (il secondo!) degli uomini quasi modelli - arriva sui nostri schermi una nuova versione “gregoriana”per i mesi a venire. A qualcuno di voi è per caso capitato, negli ultimi mesi, di divertirsi al cinema guardando un simpatico film inglese dal titolo Calendar Girls? Ad alcune di noi sì, ed ecco il perché di questo calendario! Proprio come le protagoniste del film, abbiamo deciso di mettere a nudo noi stesse. Con allegria, simpatia, autoironia. Prendendoci un po’ in giro e prendendo un po’ in giro il cliché delle modelle giovani, eteree e vestite alla moda: in fondo, basta indossare un abbigliamento in perfetto stile Stuoie per sentirsi improvvisamente più ... sexy. Provocanti. Intriganti. Semplicemente ... bellissime! La bellezza, diceva qualcuno, è negli occhi di chi guarda. Noi crediamo sia davvero così (e l’oculista ci ringrazia...). Ci auguriamo che non dobbiate sforzare troppo la vista per vederla nelle foto di questo calendario! Sappiate che quel sant’uomo del nostro fotografo non ha dovuto faticare poi molto affinché emergesse la nostra anima più vera: un’anima di DONNA che, guerriera o castellana o popolana, è comunque INDELEBILMENTE ROSSOBLU.

A tutto il popolo del Rione Madonna delle Stuoie I NOSTRI MIGLIORI AUGURI PER UN FAVOLOSO 2004!!! (in ordine alfabetico) Babi Barbara Elda Grazia Lisa Marica Naike Nicoletta Ottavia Renza

ULTIMO MA NON MENO IMPORTANTE: • All’interno del Rione Madonna delle Stuoie ci sono moltissime altre SPLENDIDE DONNE che purtroppo non abbiamo potuto coinvolgere nell’iniziativa per mancanza di spazio, tempo e organizzazione. Ci scusiamo con tutte loro e avvisiamo i nostri lettori che questo calendario non vuole essere esaustivo dell’universo femminile rossoblu: è solo un piccolo pezzetto di mondo rionale che abbiamo voluto condividere con voi in occasione delle festività natalizie.

• Il ringraziamento più speciale e dovuto va al nostro caro Bebo che, a sorpresa, è stato trascinato nel turbinìo esagitato di dieci donne, ciascuna con la propria piccola grande mania di protagonismo. Il che è tutto un dire!!! Lo ringraziamo per la pazienza, la disponibilità e la fantasia dimostrate e, soprattutto, per l’ottimo risultato raggiunto. GRAZIE DI CUORE, ROBERTO. 20 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

La Rocca di Lugo nella Romandiola Ferrarese Le prime strutture fortificate di Lugo risalgono probabilmente al X secolo; situate nella Massa S. Illari, erano costituite da terrapieni e recinti in legno. Durante il XII sec. compaiono le denominazioni “Luco” e “Luci” e nel 1202 l’Arcivescovo di Ravenna, Alberto, promuove la costruzione di una fortificazione con torri (cinta da fossati) probabilmente in muratura, sovrapponendola a precedenti costruzioni in legno. Studi recenti testimoniano inoltre di una preesistente costruzione in muratura nel sito dell’attuale torrione sud-est, risalente al 1100 (dalla rampa d’ingresso alla Rocca è infatti evidente la differenza muraria). Questo primitivo fortilizio viene distrutto dai faentini nel 1218 in seguito a contrasti esistenti tra le due comunità. Mancano notizie certe, ma è probabile che fin dai primi anni successivi alla distruzione faentina si sia ricominciato a costruire un nuovo fortilizio, grazie al rapido ripopolamento del borgo di Lugo. Intorno al 1300 il condottiero ghibellino Uguccione della Faggiuola opera alcune migliorie alle difese del borgo (il suo nome è associato al torrione rotondo di nord-ovest, che è in verità opera quattrocentesca, edificata sopra una preesistente torre quadrata già parte della costruzione medioevale). Nei decenni successivi seguono vari interventi, fino a quando Lugo entra nell’orbita della signoria Estense e Leonello d’Este, vista la precaria condizione delle fortificazioni della Rocca di Lugo, nel 1447 dà inizio ad una serie di decisi interventi, come la costruzione della Cit-

Stefano Staffa

tadella (nell’area dell’attuale Pavaglione e Piazza dei Martiri), dotata di torri rotonde e di fossato, e il potenziamento del mastio di Uguccione che viene collegato al resto della costruzione tramite una cortina muraria munita di cannoniere. Già in questo periodo, a causa dei vari interventi via via sovrapposti, la costruzione assume un aspetto assai originale. Nonostante ciò, in epoca estense, la Rocca di Lugo è sostanzialmente mal difesa e male armata. Dal 1568 il Duca Alfonso II, a causa delle mutate esigenze difensive della Rocca, ne attua l’ultima radicale trasformazione, facendole assumere l’aspetto attuale: viene smantellata la Cittadella, ormai inutile, vengono costruiti i bastioni a sud-ovest e risistemato il lato est. Con i materiali rimanenti si costruisce una loggia per la fiera del mercoledì, primo abbozzo del futuro Pavaglione. Nel 1596, allorché viene a mancare un erede legittimo al defunto Alfonso II d’Este, le terre della Romandiola, Ferrara compresa, tornano di diritto al Papato e la Rocca di Lugo non oppone resistenza all’assedio delle truppe papaline impegnate nella riconquista del territorio. Dopo il 1598 seguono altri rimaneggiamenti della Rocca: viene ricavato il palazzo del governatore pontificio, le parti più antiche sono adibite a prigione (utilizzata fino al 1948) e alla fine del XVIII secolo si costruiscono i giardini pensili. Nel 1892 il lato Nord viene occupato dalle pescherie, mentre nel torrione sud-est, ristrutturato, viene sistemato nel 1920 il museo Baracca. Dal 1847 la Rocca è inoltre sede dell’Amministrazione Comunale.

NOEMI BEDESCHI PANETTERIA - PASTICCERIA

Latticini, salumi Via XX Aprile, 1 - LUGO (RA) Tel. 0545 23435

21 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Il Rione Stuoie sul set SESSANTA SOCI GIRANO UN CORTOMETRAGGIO Il film in registrazione si chiamerà “Le grandi dame di Casa D’Este”

Trasferta “cinematografica” per il Rione Madonna delle Stuoie di Lugo, che in questi giorni è impegnato, con oltre 60 soci, a Ferrara per le riprese di un “mediometraggio” che accompagnerà la mostra sugli Estensi “Un rinascimento singolare” in programma da metà marzo a metà giugno presso il Castello del capoluogo estense. La mostra, inaugurata a Bruxelles nei mesi della presidenza del semestre italiano europeo dal presidente della Repubblica, arriverà in Italia il prossimo mese. Il filmato verrà girato nei luoghi “estensi” per eccellenza, e in particolare la contrada lughese entrerà in azione a Casa Ro-

mei, Palazzina Marfisa d’Este, e al Castello. Iniziato mercoledì, l’impegno ferrarese degli “attori” del Rione Madonna delle Stuoie proseguirà fino a sabato 21 febbraio e comprenderà la rappresentazione di una scena dedicata agli “hobby” degli estensi (filatura e tessitura), e una scena riguardante un carnevale effettivamente realizzato a corte ed infine la battaglia di Niccolò d’Este. “Le grandi dame di Casa d’Este”, così si chiamerà questo prodotto cinematografico che verrà successivamente proiettato a Venezia e a Washington e correderà anche l’enciclopedia multimediale al femminile. Infatti, come spiega Andrea Staffa, da oltre 10 anni responsabile degli spettacoli del Rione Madonna delle Stuoie, “il progetto del film è centrato sulle figure femminili del casato estense. La sfida accolta dalla sceneggiatura, scritta da Francesca Pedrazza Gorlero e Federica Saini Fasanotti, è quella di ricreare l’atmosfera e il fasto della corte, sulla base di una attenta ricerca storica, ricostruendo lo splendore della città al tempo degli Este. Le vicende private delle protagoniste, dei loro consorti, dei cortigiani, saranno occasione di uno svelamento di orizzonti ben più vasto, aiutando a comprendere processi storici di portata europea. Questo “medio-

22 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

a Ferrara

Lorenza Montanari (per Il Nuovo Diario Messaggero, 21-02-2004)

CHE ACCOMPAGNA LA MOSTRA SUGLI ESTENSI

metraggio” – prosegue Staffa – rappresenta il primo momento di un progetto di enciclopedia multimediale al femminile, pensata per raccogliere le biografie e il pensiero delle donne, e quindi recuperare ciò che la storia, narrata fino al XX secolo dai soli uomini, ancora non ha raccontato. Il progetto enciclopedico è sostenuto e distribuito dall’Istituto Luce e prodotto da Loups Garoux, in collaborazione con la Scuola Nazionale di Cinema e Cinecittà Studios. Ci fa molto piacere sottolineare che la produzione si è complimentata per l’alta professionalità e la quantità di materiale e di “attrezzeria” messa a disposizione della nostra contrada”. Tra i sostenitori ferraresi dell’iniziativa dedicata alle “dame estensi”, vi sono la Cassa di Risparmio di Ferrara, la Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, il Comune e la Provincia di Ferrara. Gli interpreti dell’audiovisivo sono Mariano Rigillo, Daniele Valmaggi e Marta Bifano, la regia è di Diego Ronsisvalle, mentre Maurizio Calvesi è direttore della fotografia. La contrada lughese non è nuova a questo tipo di esperienze: infatti, già alcuni anni fa era stata coinvolta nelle riprese per Italia 1 a Grazzano Visconti (PC) e nel rifacimento in chiave teatrale di un film su Caterina Sforza a Imola nel 2000.

23 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

Andrea Dalla Malva

La caliente carica dei 101

Lugo, sabato 7 giugno 2003, sede Rione Madonna delle Stuoie, ore 9 circa. È già tutto pronto sui pullman. Per la verità, uno è già partito circa 2 ore prima, col suo pieno di risate, persone ancora dormienti e tutto il necessario per iniziare la sistemazione delle bancarelle del mitico “Porta Nuova”. Destinazione: rievocazione storica “Equipiacenza 2003”, nell’omonima provincia emiliana. Insieme ad altri gruppi provenienti da diverse parti del nord Italia, abbiamo l’onore di far rivivere ai piacentini un pezzetto del loro passato. Siamo energici come al solito, pronti ad allestire il mercato e a sistemare le bancarelle al di fuori delle vecchie mura perimetrali della città, nel fossato sottostante, ai margini di una strada di passaggio, completamente al sole (in un giorno in cui la temperatura avrebbe oltrepassato i 30°). Segue poi la sfilata, una processione di alcuni chilometri per le strade cittadine che tocca piazze e vie storiche, permettendoci però di risollevarci dall’arsura con qualcosa di fresco nei ristori allestiti o per mano dei piacentini misericordiosi che da case, bar e negozi ci offrono da bere. Dopo un lungo spettacolo di sbandieratori e tamburini, che con grande entusiasmo si sono

ELENCO MANIFESTAZIONI 2003

esibiti nella piazza principale, torniamo al “campo base”, ma il caldo torrido della giornata continua a tenere lontano i visitatori. Solo al tramonto, con il lieve calo della temperatura (per noi comunque superiore ai 40°, sotto i pesanti mantelli di velluto!), le persone giungono ad affollare lo spiazzo, incuriosite da tanto da fare. La giornata si conclude con la cerimonia serale di investitura e benedizione dei cavalieri, ognuno dei quali abbinato ad una delle nobili famiglie piacentine (che noi rappresentavamo), in vista di una competizione a cavallo sullo stile del Niballo faentino. Termina qui il racconto di una gita indimenticabile della quale, a causa del sole caliente, siamo stati attori e contemporaneamente spettatori, ma che ricorderemo soprattutto per il massiccio smobilitamento di forze stuoine: eravamo infatti più di 100. Una parata di costumi e volti stuoini che mietono successo ovunque!

24 www.rionemadonnadellestuoie.it

01 Maggio – MONTECCHIO MAGGIORE (VI) Festa di Romeo e Giulietta – La faida 03 Maggio – BAGNARA DI ROMAGNA (RA) Sagra del castrato 13-18 Maggio – LUGO (RA) Contesa Estense 25 Maggio – FERRARA Corteo Storico del Palio di Ferrara 30 Maggio – LUGO (RA) La città dei bambini 07 Giugno – PIACENZA Equipiacenza 14 Giugno – BUBANO (BO) Palio del Torrione 21 Giugno – LUGO (RA) Festa del Rione ed Elezioni Nuovo C.D. 28 Giugno – MODENA Serate estensi 11 Luglio – MONTECCHIO EMILIA (RE) Mondiali Antirazzismo 11 Luglio – IMOLA (BO) Esibizione all’Ospedale di Montecatone 17-21 Luglio – CATANZARO Mirabilia 19-20 Luglio – GRADARA (PU) Seduzione al Castello 20 Luglio – NOVILARA (PU) Festa di Camilla d’Aragona 08-10 Agosto – SAN LORENZO DI LUGO (RA) Sagra di S. Lorenzo 17 Agosto – MANNO DI TOANO (RE) Sagra Medioevale 06-07 Settembre – LUGO (RA) Stand gastronomico “Osteria del Giro” 14 Settembre – LUGO (RA) Festa del Volontariato ai Giardini del Tondo 14 Settembre – ASCENSIONE (RA) Matrimonio Savioli-Fabbri 14 Settembre – FORLIMPOPOLI (FC) 25º Anniversario della Festa Medioevale 21 Settembre – MEDICINA (BO) Rievocazione “Il Barbarossa” 22 Settembre – MOZAMBANO (LAGO DI GARDA) – Festa Paesana 05 Ottobre – ABBAZIA DI CHIARAVALLE (MI) Festa medioevale 28 Ottobre – VECCHIAZZANO (FC) Torneo sbandieratori 31 Ottobre – LUGO (RA) Halloween “La Piligrèna” 14 Novembre – BORGO MONASTERO (SI) Convention Agip Petroli Italia 30 Novembre – FERRARA Festa al Centro Commerciale “Il Castello” 14 Dicembre – VILLA D’ALME’ (BG) Festa di Natale 20-21 Dicembre – BRACCIANO (ROMA) Arti e Mestieri nel Castello


RossoBlu 2004

Il Rione Madonna delle Stuoie replica a Catanzaro Di nuovo a Catanzaro dopo due anni, unico gruppo in Italia ad essere stato invitato alla manifestazione Mirabilia per la seconda volta consecutiva. Stiamo parlando del Rione Madonna delle Stuoie che, nelle giornate dal 18 al 20 luglio 2003, ha partecipato alla grande festa calabrese in onore del patrono di Catanzaro, San Vitaliano. Proprio come due anni fa, i rionali rossoblu della città di Lugo hanno promosso il nome della Romagna e delle sue tradizioni allestendo per 3 serate consecutive il Mercato medievale di Porta Nuova. Allegro e vitale, il mercato di Madonna delle Stuoie ha riscosso l’ennesimo successo e ritrovato l’ospitalità cordiale e gioiosa dei calabresi. Visite turistiche, momenti di riposo in riva allo Ionio e pranzi luculliani si sono alternati agli impegni serali legati alla manifestazione: oltre che con le oramai collaudate bancarelle, i mercanti lughesi hanno intrattenuto i visitatori con danze medievali in Piazza Duo-

Annalisa Andruccioli

mo, su duplice coreografia. Il gemellaggio si è ripetuto e, come due anni fa, concluso in una stupefacente giostra di fuochi artificiali. L’amicizia tra il Rione Madonna delle Stuoie e la città di Catanzaro si è rinnovata alla presenza delle autorità locali, in particolare del sindaco catanzarese. I suoi più vivi complimenti nei confronti del Rione di Lugo si prospettano quale miglior auspicio per una futura, costante collaborazione in cui l’interscambio di tradizioni, usi e costumi non può far altro che arricchire la Calabria e la Romagna di nuovi germogli culturali e sociali.

SPECIALITÀ PESCE Via Gaggio, 9 - Budrio - COTIGNOLA (RA) Tel. e Fax 0545.78388 - Cell. 339 7406307 Chiuso il Mercoledì

25 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

NON SOLO EURO

Andruccioli & Staffa La moneta, da più di 3 mila anni, è strumento per l’acquisto di beni e merci ma, grazie alle immagini che reca sulle due facciate, è un mezzo per conoscere la storia del periodo in cui viene prodotta. La moneta nacque ancora prima di essere coniata: da testi dell’Anatolia (Turchia) si intuisce che le trattazioni commerciali venivano saldate tramite prodotti naturali (baratto) o in

cambio di metalli, specialmente l’argento e altri materiali preziosi. La moneta si compone di due facciate, un dritto e un rovescio. Il primo è il lato che porta il tipo e i caratteri più emblematici della città o dell’autorità emittente (teste, profili, ritratti storici) e, in fase di coniazione, è quello posizionato nella parte inferiore del conio, meno soggetto, quindi, a rottura (in quanto non

riceve il colpo diretto del martello). Il secondo rappresenta il lato complementare, dato che porta spesso impresse immagini con funzioni simboliche di corredo al dritto, ad esempio edifici pubblici, divinità, stemmi araldici. La coniatura è quindi l’operazione di fabbricazione della moneta o medaglia (quando ha solo funzione commemorativa e non valore commer-

1- Lugo – RA - (in rame)

a. Ritratto di Borso d’Este – 1471 – Borsus Estensis Dux Ferrariae MCDLXX1 – 1libra b. Rione Madonna delle Stuoie (immagine del gallo) - Burgus Limidi - Nostra Domina Storearum

2- Castel del Rio – BO - (in argento)

a. Feste Rinascimentali Castel del Rio – 1499/1999 – Ponte Alidosi 500 Anni sulla Gobba b. Rione Madonna delle Stuoie (immagine del gallo) - Burgus Limidi - Nostra Domina Storearum

3- Imola – BO - (in rame)

a. Ritratto di Caterina Sforza - Catharina Sfortia de Riario – Imolae Forlivii Domina b. Stemma araldico Sforza-Riario - Imola A. D. 2000 Intorno a Caterina

4- Finale Emilia – MO - (in rame)

a. Gaston De Foix a cavallo – Finalestense b. Rione Madonna delle Stuoie (immagine del gallo) - Burgus Limidi - Nostra Domina Storearum

5- Finale Emilia – MO – (in rame)

a. Immagine di Renata di Francia – Renea di Valois 1528 b. Gaston De Foix a cavallo – Finalestense

6- Carisolo – TN – (in rame)

a. Immagine di Carlo Magno – Karolus Impaug – M b. Immagine della chiesa di Carisolo – La leggendaria spedizione di Carlo Magno – Carisolo 2000

7- Filetto – SP – (in rame)

a. Immagine della Santa Trinità – SS. Trinitatis Fileti – Hospitale b. Stemma araldico di Filetto – Borgo Murato

8- Novilara – PU – (in rame)

a. Ritratto di Camilla d’Aragona – Camilla d’Aragona b. Stemma araldico del borgo medievale di Novilara

9. S. Zenone degli Ezzelini – TV – (in rame)

a. Volto di Romano III da Ezzelino – Ezcelinus III de Romano b. Aquila reale – Sancti Zenonis – Trivigi 1260

26 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004 ciale): il tondello metallico viene posizionato fra due punzoni posti l’uno contro l’altro nel conio e battuto per ottenere un’immagine in rilievo. Mentre nell’antichità tale operazione veniva effettuata manualmente, attraverso l’uso di martelli, oggi la Zecca dello Stato si avvale dello stesso procedimento ma effettuato con potenti presse meccaniche. L’incontro tra domanda e offerta su tutti i mercati si è sempre risolto, dopo il baratto, in una contropartita in denaro. Così, come ogni mercato che si rispetti, anche il nostro Mercato Medievale di Porta Nuova si è voluto dotare, dal 1998, di un’unità di misura “simbolica”, una

moneta raffigurante nel dritto Borso d’Este, in quanto Signore delle Terre di Lugo nel 1471, e nel rovescio il logo del nostro Rione. Tale moneta, coniata in rame, possiede un diametro di 29 mm e uno spessore di 2 mm. L’idea di un conio personalizzato come il nostro ha riscos-

so notevole successo, tanto da essere richiesta in eventi o rievocazioni storiche di particolare rilevanza. Il Rione Madonna delle Stuoie ha soddisfatto tali esigenze portando ove richiesto la battitura della moneta e realizzando gettoni personalizzati in rame, ottone o argento. Fino ad oggi ne abbiamo creato diciassette diverse tipologie, corredando ciascun esemplare di una busta in pelle (cucita a mano e recante il nostro logo impresso a fuoco) e accompagnandolo con una piccola pergamena descrittiva. Illustriamo qui di seguito le monete prodotte, mostrando dritto (a) e rovescio (b) e relative diciture (in corsivo).

10. Cortemaggiore – PC – (in rame)

a. Croce giubilare – Curtis Maior A.D. 2000 b. Stemma araldico del Comune di Cortemaggiore – Cortemaggiore

11. Langhirano – PR – (in ottone)

a. Immagine del Castello di Torrechiara – Castello di Torrechiara – Parma b. Stemma araldico di Torrechiara bordato

12. Faenza – RA – (in ottone)

a. Immagine del pino – Rione Nero A.D. MMI b. Immagine di Porta Ravegnana – Porta Ravegnana

13. Cotignola – RA – (in ottone)

a. Immagine di Bacco – Sagra del Vino Tipico Romagnolo b. Stemma araldico di Cotignola – Associazione ProLoco Cotignola

14. Ferrara – (in argento e rame)

a. Profilo di Lucrezia Borgia – Lucretia – ESTN – De Borgia – Duc b. Profilo di Alfonso d’Este – Alponsus – Estensis

15. Catanzaro – (in rame)

a. Stemma araldico di Catanzaro – Mirabilia 2003 Catanzaro b. Rione Madonna delle Stuoie (immagine del gallo) - Burgus Limidi - Nostra Domina Storearum

16. Bracciano – ROMA – (in rame)

a. Castello di Bracciano – Arti e mestieri sul palco b. Stemma araldico Orsini-Odescalchi – Bracciano A.D. 2003

17. Finale Emilia – MO – (in ottone)

a. Profilo di Alfonso d’Este – Alfonsus Estensis b. Gaston De Foix a cavallo – Finalestense 27 www.rionemadonnadellestuoie.it


Rione Madonna delle Stuoie

In breve 4 7400 Km circa. Sono i Km percorsi da circa 90 associati per dare vita alle manifestazioni a cui il Rione è stato chiamato a partecipare. Un grazie a tutti quanti per i risultati ottenuti anche quest’anno. 4 Domenica 21 marzo il rione ha organizzato una trasferta a Ferrara in occasione della riapertura al pubblico del Castello, dopo 2 anni di ristrutturazione; il clima già primaverile della giornata ha contribuito a rendere ancora più piacevole la visita al Teatro Comunale e all’interno del Castello, dov’era stata allestita la mostra dedicate agli Estensi. Sono stati circa 40, tra rionali e non, i partecipanti.

4 Nel 1994 veniva emessa la tessera numero 1; oggi, 10 anni dopo, abbiamo consegnato la tessera numero 441, senza contare tutti i rinnovi effettuati dai fedelissimi.

1000 giorn Inizio del conteggio statistiche: 30/03/2001 Giorni dall’inizio del conteggio: 1000 Numero totale pagine viste: 27000 Numero totale di pagine lette nel 2003: 19000

Admin & C.

Ci riferiamo, ovviamente, al nostro sito web, che da oltre tre anni è sempre presente nella rete mondiale di Internet. Se pur lentamente, forse perché distratti da un grande numero di possibili nuovi contenuti, forse perchè ogni pagina spesso richiede un tempo di realizzazione lungo, continua l’ampliamento del nostro spazio telematico. Normalmente lavoriamo con un articolo già pronto, pensato per essere pubblicato su carta e quindi da rivedere nella sua struttura per essere adattato alla lettura su video, che è più lenta ed offre possibilità differenti, come l’approfondimento su articoli di autori diversi, il completamento con immagini, più tutto quello che può aiutare a comprendere l’argomento trattato.   Sta aumentando il numero di pagine lette del nostro sito, proporzionalmente all’arricchimento dei contenuti testuali. E’ infatti grazie alla parola scritta che veniamo osservati dai motori di ricerca, ai quali si rivolgono gli utenti finali. Inserendo su Google le parole chiave “abiti medievali/medioevali” abbiamo ottenuto le prime posizioni sulla lista dei risultati, regalandoci così una certa visibilità, dato che è grazie a questi argomenti che otteniamo maggiore attenzione. Altri esempi di parole chiave piu’ digitate possono essere “sbandieratori”, “caveja”, “contesa estense”, “mercato”, ecc.   Chi si chiede cosa può offrire il web alla voce “Costumi medievali” probabilmente cerca qualche spunto per creare propri abiti. Qualcuno potrebbe obiettare che, mostrando il proprio lavoro a tutti, si corra però il rischio di essere copiati. Personalmente, non lo ritengo un fattore negativo, anzi: spesso è più importante condividere le proprie esperienze con altri, piuttosto che vivere nel proprio orticello, nel vero

Proni Gianfranco & C. s.n.c. Via San Giorgio, 57/1 Tel. +39 0545.26115 - Fax +39 0545.26034 e-mail: proni@proni.com internet: www.proni.com 28 www.rionemadonnadellestuoie.it


RossoBlu 2004

ni on line spirito di internet. Dalle statistiche di accesso possiamo valutare che gli utenti che ci leggono ci ritengano interessanti, infatti il rapporto tra pagine lette e visite è molto incoraggiante: in media ogni visitatore sfoglia almeno 3 articoli, dimostrandosi così soddisfatto ed incuriosito dalla prima visita.   Gli aggiornamenti e le novità del 2003-2004   Per concessione di Marica Savioli (la nostra modellista) abbiamo inserito sette modelli di costumi medievali, alcuni dei quali inediti.   Sono state eseguite alcune modifiche per migliorare l’accessibilità, come ad esempio il motore di ricerca interno (un servizio offerto da freesearch.com).   Alla voce immagini potete trovare 200 scatti fotografici della passata edizione della Contesa, nonchè il mitico e subito esaurito Stuoiendario 2003 versione maschile. Dalle notizie più recenti, pare che l’edizione femminile di quest’anno stia riscuotendo ancora più successo. Che sia perchè la strada era già spianata? Dal mio suino punto di vista, è perché i soggetti sono più interessanti. Ad ogni modo, inseriremo al più presto anche questo scottante reportage.   Infine, non solo abbiamo raccolto del materiale per creare un’area di download, in altre parole per personalizzare il proprio computer con sfondi, icone e screen saver dall’impronta decisamente rionale, ma si è addirittura fatto uno sforzo in più per poter al dare al vostro cellulare una voce rossoblu. Grazie ad una collaborazione con il maestro delle chiarine, infatti, possiamo scegliere dalle pagine del sito www.rionemadonnadellestuoie.it alcune suonerie ispirate alle musiche di questi caratteristici strumenti. Una sola accortezza: attenzione nel trascrivere la musica, perché se inserite una nota con durata o tonalità scorretta tutte quelle che seguiranno saranno anch’esse sbagliate; se invece seguite correttamente tutte le operazioni elencate, basteranno circa 10 minuti e, con un po’ di pratica, anche molto meno.

Ricordiamo che sarà possibile tesserarsi anche nei prossimi mesi; è un gesto fondamentale, non tanto per il contributo di sostegno all’associazione ma soprattutto per fare sentire importante l’operato dei ragazzi che lavorano attivamente dentro l’associazione. 4 Il quartiere si sta ringiovanendo. Abbiamo pensato, quindi, ad un nuovo gadget: da quest’anno sono in vendita magliette extra small per bambini da 2 a 5 anni; ricordiamo inoltre che restano disponibili cappellini, magliette, t-shirt, tute, portachiavi. 4 Sono 15.000 i visitatori che fino ad oggi si sono collegati a www.rionemadonnadellestuoie.it. Grazie a tutti 15.000!! 4 Anche il mitico assessore Palmiro Cangini ci fa gli auguri: “Per il Rione Madonna delle Stuoie. Fatti, non pugnette!”. Eccoli scritti di suo pugno il 3 dicembre 2003!!

4 Durante l’ormai tradizionale Festa degli Auguri, che da 3 anni si svolge regolarmente a ridosso di Natale, è stato approvato dall’assemblea dei Soci il nuovo statuto del Rione. Le variazioni apportate sono state rese necessarie per dare maggiore flessibilità all’organizzazione operativa dell’associazione, separando i principi ispiratori dalla metodologia operativa. Inoltre, questo ci consente di iscriverci all’Albo Provinciale e Regionale delle Associazioni di Volontariato, permettendoci di usufruire delle relative agevolazioni fiscali.

F.lli RONDININI ANGELO & ALVARO s.n.c. Via S. Giorgio, 67 - LUGO (RA) - Tel. e Fax 0545.23761 - Cell. 347 2227780

TRATTORI CLAAS

CONCESSIONARIA CONC. TRATTORI AGRITALIA SPA - CARRARO RV RONDININI COSTRUZIONE ATTREZZI INTERFILARI OLEODINAMICI PEZZI DI RICAMBIO - OFFICINA - ASSISTENZA www.rionemadonnadellestuoie.it

29


Rione Madonna delle Stuoie 4 Durante la sagra di S. Lorenzo (dal 6 al 10 agosto 2003) si è tenuto un corso per aspiranti sbandieratori e musici. Nelle diverse serate, alcuni dei nostri atleti sono stati a disposizione dei ragazzi che volevano provare a cimentarsi con queste particolari discipline: 12 sono stati i giovani che hanno aderito, premiati a fine corso con diploma su carta pergamena. Un grazie particolare agli organizzatori della sagra, per la possibilità che ci hanno offerto, e agli “improvvisati” istruttori che si sono resi disponibili all’insegnamento. Speriamo di incontrare lo stesso successo anche il prossimo anno! 4 Padre Luigi Stoppa, del convento dei Carmelitani di Lugo, da numerosi anni sostenitore della Contesa Estense e della Festa di S. Ilaro nonché nostro fedele supporter rionale, è stato trasferito a Forlì in una sede più grande. A lui vada un sincero in bocca al lupo e un ringraziamento di cuore per quanto ha fatto nei suoi anni di permanenza nella nostra città. Nell’ultima lettera inviataci ci fa gli auguri di Pasqua e ci assicura che la bandiera rossoblu, di cui l’abbiamo omaggiato durante la nostra festa di giugno, è ancora appesa nelle sue stanze. 4 C’è post@ per voi… dal Messico (gennaio 2004) From: Sandro Carradori To: info@rionemadonnadellestuoie.it Sent: Monday, December 22, 2003 8:28 AM Subject: Bracciano GRAZIE RIONE MADONNA DELLE STUOIE! Comune di Bracciano Ass. Rione Monti Sandro Carradori BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO A TUTTI VOI, PERSONE ECCEZIONALI!

30

Non c’è vanità o egocentrismo, nella pubblicazione di questa mail, ma solo l’orgoglio di chi, come me, continua a vivere e a toccare con mano le mille emozioni che il popolo di Stuoie è in grado di produrre. Credo che i complimenti e le lodi che riceviamo siano il segno più tangibile e concreto di quanto la famiglia rossoblu sia capace di smuovere nei luoghi e nelle persone che incontra. A Bracciano come a Catanzaro, a Lugo come a Ferrara, in Italia come all’estero, il nostro Rione continua a mietere successi e a meritarsi la stima di tutti coloro con cui lavora. È vero che nel Rione Madonna delle Stuoie ci sono persone di tutti i tipi, ciascuno dei quali contribuisce al risultato generale con le proprie conoscenze personali e le proprie professionalità, ma è ancora più vero che a tenerci FORTI e UNITI sono soprattutto un’enorme passione per i nostri colori e una grandissima umanità. Anche da oltreoceano, quindi, non posso suggerirvi altro che continuare semplicemente così: ad essere voi stessi. Stupendamente UNICI. (Lisa)

...già entrati nella storia...

Grazia Massarenti

Anche quest’anno ormai tramontato! Rivivono i ricordi di ciò che si è vissuto! Quel che è stato ieri ora è già passato E giorno dopo giorno anche il rione è cresciuto: nuovi amici, mille gioie e tanti altri tesori, l’inebriante euforia di una grande vittoria. Ancora grazie, quindi, ai nostri tiratori Le cui prodezze son già entrate nella storia. Camminando lentamente su ciglio d’un viale Ancora voci in lontananza fra le tante bancarelle: non si ferma, non riposa il mercato medioevale, sempre troppo indaffarato con il vino e le frittelle. Note, figure, musica e colori ma anche la fatica dei tanti allenamenti: sempre grazie a tutti i musici e agli sbandieratori, ai grandi veterani e ai nuovi astri nascenti!

www.rionemadonnadellestuoie.it

Allora… Aprite le finestre e uscite tutti fuori! Facciamoci sentire da tutti gli abitanti! Per la Contesa Estense doniamo i nostri cuori! Insieme lotteremo con le unghie e con i denti!


RossoBlu 2004

Accorrete tutti,

sabato 19 giugno 2004 - ore 20,30 nella nostra sede sita in Piazzale Gubbio, 31.

Madonna delle Stuoie sarà lieta di accogliervi a braccia aperte per l’ormai tradizionale

FESTA DEL RIONE

Brinderemo tutti insieme ai successi passati e futuri del nostro Rione e, soprattutto, staremo insieme in allegria ed amicizia. Per l’occasione, ricordiamo che il Consiglio Direttivo nominato in occasione delle ultime elezioni (giugno 2003) e in carica fino a giugno 2006, è così composto: Capo Rione Vice Capo Rione Economo Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere

Renzo Marzari Fabio Savioli Stefano Staffa Andrea Dalla Malva Grazia Massarenti Marica Savioli Adriano Bezzi

All’interno del Consiglio Direttivo così formato sono state inoltre delegate le seguenti funzioni di coordinamento delle attività tipiche dell’associazione: Direzione Tecnica Responsabile delle Rievocazioni Storiche Responsabile del Mercato e delle Uscite Responsabile dei Tornei e del Palio Responsabile delle Funzioni Interne Responsabile delle attività Ricreative Maestro di Sfilata Responsabile dei Tiratori Responsabile degli Sbandieratori Responsabile dei Musici Direttrice responsabile RossobluNews Segretaria verbalizzante

Adriano Bezzi Massimiliano Costa Andrea Staffa Fabio Savioli Nicoletta Ferri Andrea Dalla Malva Matteo Crivellaro Luigi Barlotti Gianluca Trioschi Dario Pezzolesi Annalisa Andruccioli Grazia Massarenti

Informiamo che, durante la serata, verrà offerto un piccolo omaggio ai “fedelissimi” del Rione, ovvero a quei soci che, per 10 anni consecutivi, hanno rinnovato la propria tessera rionale. Venite a conoscerci, vi sarà impossibile non amarci! 31 www.rionemadonnadellestuoie.it


LUGO

Via Nuova Fiumazzo, 1 - Tel. 0545 35999 - 24512

RAVENNA

Via Faentina, 171/c - Tel. 0544 502424


Rossoblu 2004 News