Page 1

COPERTINA RIFINITURE_Layout 1 02/01/13 12.03 Pagina 1

RI d’

Rifiniture d’Interni Bimestrale d’informazione tecnica e commerciale sui prodotti per le rifiniture d’interni

NOVEMBRE-DICEMBRE 2012 - Anno XXIV - N 5 - € 7,00 EDINTERNI - Via Vincenzo Russo, 9 Milano DOWNLOAD

e-dicola

MADE EXPO INNOVAZIONE E GREEN DOSSIER PORTE E FINESTRE FIERE GLI EVENTI DI GENNAIO CERAMICHE CERSAIE E MARMOMACC


montrasio 12_Layout 1 01/03/12 12.45 Pagina 1

Urban Soul Collection

www.montrasio.it

Dal 1919 la storia del parquet. La distribuzione degli esclusivi prefiniti Karelia, la realizzazione dei parquet a disegno “Montrasio Design” e i rivestimenti in legno per esterni con finiture esclusive e naturali testimoniano una costante innovazione

Fabbrica Pavimenti in Legno Sede: Via Gramsci, 2 20057 Vedano al Lambro (MI) ● Tel. +39 039 2494431 ● Fax +39 039 2494268 ● info@montrasio.it ● www.montrasio.it Filiale: Via Martana, 37 ● 00141 Roma ● Tel. +39 06 8171315 ●


pagine 210x290_Layout 1 26/09/12 11.36 Pagina 1

Saper scegliere è una questione di gusto.

ÂŽ

il BioParkett

&RORULLQWHQVLRVIXPDWXUHYHODWH"6XSHUÂżFLOLVFHHVHWRVHRUXVWLFKHHFRUSRVH"&RPHLOVDSRUHGLXQFLERR OÂśHVVHQ]DGLXQSURIXPRDQFKHLOFDUDWWHUHGHOOHJQRYDVFHOWRFRQFXUD125'%LR3DUNHWWGDOqVLQRQLPR GL TXDOLWj H PDVVLPR ULVSHWWR SHU OD 1DWXUD 2JJL q GLVSRQLELOH LQ ROWUH  YDULDQWL GL HVVHQ]D WUDWWDPHQWR VXSHUÂżFLH3HUDVVHFRQGDUHRJQLJXVWRDQFKHLOWXR

www.nordbioparkett.it

3HUVFRSULUHODQXRYDJDPPD125'%LR3DUNHWW HULFKLHGHUHLOFDWDORJRRULFHYHUHLQIRUPD]LRQL VXOODYDVWDVFHOWDGLPDWHULDOLHSURGRWWLÂżUPDWL $UHD 3DYLPHQWL QRQ HVLWDUH D FRQWDWWDUH LO nostro servizio Clienti. Troveremo insieme la soluzione piĂš adatta alle tue esigenze.

$UHD3DYLPHQWL6SD 9LD/LQXVVLR Z.I.U. 8GLQH 7HO www.areapavimenti.it

StudioA 9OH%OLJQ\ $QJ99LWWDGLQL  0LODQR 7HO info@areapavimenti.it


p 04 sommario_Layout 1 31/12/12 09.09 Pagina 2

RI SOMMARIO d’

Rifiniture d’Interni

Anno XXIV N° 5 Novembre/Dicembre 2012 € 7.00

16

22

40

48

62

52

Editoriale

Produzione

04. L’anno che verrà di Luisa Buiarelli

58. Gazzotti 60. Coren

Progetto

Attualità

16. Town House parte seconda

62. Domotex Pavimenti e tappeti: evoluzione di stili 66. Heimtextil Non solo tessile 68. Bau Profilo internazionale 70. Abitare il Tempo 100% Project Un format che piace 72. Rhex Al servizio del mondo Horeca 74. Hosp & Food Edizione zero con molte promesse

Made Expo 22. Made Expo Ecologia e sostenibilità per il rilancio 25. Lechner 28. Liuni 30. Oltremateria 32. Lano 35. Montecolino 36. Green Home Design Una seconda edizione da record 38. Made Expo Showcase

Dossier porte e serramenti 40. News 42. Showcase

Ceramiche e pietre dure 46. Confindustria News 48. Cersaie Superare la crisi 50. Marmomacc Il Marmomacc della svolta 52. Rassegna Prodotti

Rubriche 06. 10. 12. 76. 78.

Notiziario Spazio resine Showcase Indirizzi Agenda


pagine 210x290_Layout 1 25/09/12 11.19 Pagina 1

www.prn-agenzia.it

&

VELUREX

ÂŽ

Prodotti Personalizzabili!

New!

VELUREX

VELUREX

VELUREX

VELUREX

VELUREX

LIOS

CLEANER STAR Detergente neutro multiuso

CLEANER STAR SUPER Detergente neutro multiuso super azione battericida

POLISH WT Cera adatta al mantenimento di pavimenti in legno verniciati

METAL MATT Cera metallizzata opaca ad alta resistenza per parquet verniciati

METAL LACK Cera metallizzata lucida ad alta resistenza per parquet verniciati

SOFT BALM ALOE Detergente nutriente con estratti di aloe vera per parquet oliati

LIOS

LIOS

LIOS

VELUREX

VELUREX

LIOS

LIOS

SOFT BALM Detergente nutriente per parquet oliati

KRONOS Pulitore intensivo per parquet oliati

TALITA Olio di manutenzione per parquet oliati

LAMIN CLEAN Detergente antistatico per pavimenti laminati

DEWACHS Prodotto per rimuovere vecchi strati di cera

NATURAL WAX Cera d'api per legno

RIPRISTINO Miscela oleocerosa per il ripristino di pavimenti oliati colorati

Distribuito in tutta Italia presso punti vendita professionali. Per info punto vendita piĂš vicino: info@chimiver.com I Tel. +39 035 795031 I www.chimiver.com


p 04 editoriale_Layout 1 31/12/12 11.45 Pagina 4

RI EDITORIALE d’

L’anno che verrà DI LUISA BUIARELLI

Speriamo sia un buon 2013. Sono ormai 5 anni che ci facciamo lo stesso augurio ogni 31 dicembre, ma questo 2012 ha sicuramente segnato un punto importante per il settore dell’architettura e della decorazione d’interni. Il Bel Paese ha subito, inutile negarlo, una pressione mediatica e finanziaria unica nel panorama internazionale, rimanendo sempre in bilico tra la ripresa annunciata (e mai arrivata) e il crollo totale. Non siamo come la Grecia, fortunatamente, ma neanche come la Germania (fortunatamente?): siamo un Paese senza una vera identità nazionale, ma proprio in questa moltitudine di sfaccettature abbiamo sempre trovato la forza e il coraggio per arrivare oltre il limite, ricercando una unicità che il mondo ci ha riconosciuto per decenni e che oggi assume un valore ancora maggiore. Il Made in Italy è sempre stato il brand di un paese pieno di contraddizioni e problemi, ma anche la più grande risorsa a disposizione degli imprenditori per uscire dalle acque torbide di un’economia penalizzante. Sta a noi fare in modo che questa forza non diventi la nostra debolezza, che si trasformi in un alibi per non fare quello che sappiamo fare meglio, cioè innovare, rivoluzionare e creare. Nasconderci dietro Made in Italy potrebbe non bastare più, potrebbe non essere un plus sufficiente a competere a livello internazionale: serve un impegno nel proseguire la strada dell’innovazione e della qualità, puntando su mercati che richiedono la qualità vera e non solo un brand, offrendo prodotti frutto di ricerca e tecnologia, che evidenzino design e creatività, da sempre le nostre armi vincenti. Se riusciremo a imporre questo concetto sui mercati internazionali, anche l’Italia beneficerà dell’indotto e dell’effetto cascata, segnando una ricrescita economica che non dipende solo dagli incentivi al consumatore e dagli aiuti del governo, ma da una volontà di tornare a essere protagonisti a ogni livello. Buon anno!

Copertina Direttore Responsabile

EDITORE

Luisa Buiarelli

Edinterni S.r.l.

Redazione

Amministratore Unico

Gianluca Chesini g.chesini@edinterni.it

Luisa Buiarelli

Collaboratori

Gianni Della Torre, Federica Monti, Danilo Morigi Grafica

Edinterni grafica@edinterni.it Ufficio Mezzi

Cinzia Tinacci ufficiomezzi@edinterni.it Segreteria

Elena Genitoni redazione@edinterni.it Silvia Buiarelli info@edinterni.it Ufficio Abbonamenti

Silvano Sisia abbonamenti@edinterni.it Stampa

Oltremateria propone una gamma di superfici di grande impatto estetico nel rispetto dell'ambiento

4 Rifiniture

ColorShade Peschiera Borromeo (MI)

Redazione e Pubblicità

Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano (MI) Tel. 02 66988188 - Fax 02 66988190 www.edinterni.com Antonio Vigliante a.vigliante@edinterni.it Sede legale

Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano (MI) Distribuzione “Poste Italiane SpA - Sped. In Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano” Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 803 del 6/12/1988. Iscritta in data 22/02/1991 al Registro Nazionale della Stampa al ROC n. 1462. E’ vietata la riproduzione totale o parziale della rivista senza l’autorizzazione dell’Editore. Il materiale inviato in redazione, salvo accordi specifici, non verrà restituito. Titolare del trattamento dei dati personali raccolti nelle banche dati per uso redazionale è Edinterni srl. Gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.Lgs. 196/03 telefonando al n. 02 66988188 INFORMATIVA AI SENSI DEL D. LGS. 196/2003 Si rende noto che i dati in nostro possesso liberamente ottenuti per poter effettuare i servizi relativi a spedizioni, abbonamenti e similari, sono utilizzati secondo quanto previsto dal D. Lgs. 196/2003. Titolare del trattamento è Edinterni srl, Via Castel Morrone, 30 20129 Milano (redazione@edinterni.it). Si comunica inoltre che i dati personali sono contenuti presso la nostra sede in apposita banca dati di cui è responsabile Edinterni srl e cui è possibile rivolgersi per l’eventuale esercizio dei diritti previsti dal D. Lgs. 196/2003.


Progetto1_Layout 1 27/12/12 10.36 Pagina 1


p 06-09 notiziario_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.31 Pagina 6

RI NOTIZIARIO d’

Silverline, Rovere Naturale

BAUWERK: SILVERLINE EDITION Essenziale, semplice eppure elegante: è la nuova collezione Silverline edition del marchio svizzero Bauwerk Parquet che ha nella qualità del materiale naturale il proprio punto di forza insieme a una tecnologia che ha conservato la maestria degli artigiani del legno. La linea di parquet Silverline Edition è realizzata in rovere, una qualità di quercia molto dura e resistente, particolarmente profumata, tanto che -opportunamente stagionata- viene utilizzata per la costruzione di botti o di piccole imbarcazioni. Un lento processo di essiccazione, unito alla precisione del taglio e alla lunghezza inusuale dei listoni (quasi tre metri!), accentua la definizione delle venature che corrono lungo la superficie del rovere. Le diverse finiture vengono poi realizzate attraverso la spazzolatura e uno speciale trattamento con oli naturali, per donare alle tavole particolari riflessi argentati o dorati. Infine, per esaltare ulteriormente l’effetto naturale del legno e accentuare l’estetica della doga larga e lunga, Bauwerk esegue una speciale “bisellatura” che smussa gli angoli delle tavole a 45°. Bauwerk Silverline edition è disponibile in quattro finiture: Rovere Naturale, Rovere Silver, Rovere Gold e Rovere Farina.

Silverline,Rovere Silver

6 Rifiniture

Le doghe (2800X260X11 mm) grazie al loro basso spessore hanno valori di trasmissione termica ideali per l’utilizzo con un sistema di riscaldamentoa pavimento. Inoltre, come tutti i parquet Bauwerk, non utilizzano collanti contenenti resine, solventi volatili o formaldeide.

H2ART LAB: PROGETTA E DECORA Decoratori, rivenditori, progettisti e architetti: questo l’eterogeneo pubblico coinvolto in “H2art Lab progetta e decora”. Una due giorni di training e networking organizzata per dare l’opportunità di conoscere, provare e condividere le nuove tecniche di decorazione murale firmate H2art, la linea di prodotti ecocompatibili e traspiranti per la personalizzazione creativa delle superfici murali che sta rivoluzionando il mondo dell’indoor decoration. E come tutte le innovazioni, per essere apprezzata deve essere prima compresa. Questo, dunque, l’obiettivo principe dell’evento-laboratorio la cui prima tappa ha avuto luogo presso Spazio Casa Teatro, lo showroom milanese di Wall Ideas, azienda che firma la linea di prodotti brevettati H2art. Un appuntamento inedito e innovativo sviluppato con la guida dei tecnici specializzati H2art in un alternarsi di spiegazioni teoriche e progettazione, dimostrazioni pratiche, demo esplicative e momenti interattivi in stile web 2.0. Cuore digitale di H2art Lab, Simdeco: il software proprietario online che permette di realizzare progetti personalizzati in pochi semplici click.

Forte del successo della due giorni, all’appuntamento milanese seguirà un tour itinerante presso i rivenditori di zona distribuiti su tutto il territorio italiano per dare la possibilità a decoratori, progettisti e architetti interessati di approfondire la conoscenza dell’innovativa tecnica per la decorazione creativa e personalizzata delle superfici murali. Un’occasione importante soprattutto per i rivenditori Partner H2art che possono proporsi per ospitare gli appuntamenti del tour direttamente nel loro negozio, promuovendo così il proprio business sul territorio. Il tour “H2art Lab progetta e decora” partirà entro la fine dell’anno dalla regione Puglia, dando così slancio alle attività del Sud Italia.

OIKOS: CON IL PADIGLIONE ITALIA Le architetture del Made in Italy alla Biennale di Venezia trovano il loro spazio di racconto all’interno del Padiglione Italiano e Oikos ne accompagna la “messa in scena” perché si tratta di un racconto del tutto coerente con il sistema di valori dell’azienda e del prodotto. Il racconto del Padiglione Italiano tiene insieme quello che è stato e quello che sarà: il Made in Italy storico, l’esperienza di Olivetti e il rapporto con il paesaggio. E Oikos era presente all’interno del Padiglione con una materia che permette alle superfici di riflettere appena il senso dello spazio interno. Una presenza discreta e piena di significato proprio perché nella storia di Oikos c’è la volontà di dialogare con i progettisti rispettando il loro pensiero, il senso del proget-

to, l’atmosfera dei luoghi. Ma non è solo il prodotto a raccontare la sintonia di Oikos con la “visione” del Padiglione Italiano. È la storia stessa dell’azienda, perfettamente coerente con la terza stagione del Made in Italy e proiettata nella quarta, che rende Oikos particolarmente orgogliosa di aver contribuito ad un Padiglione in cui si parla di Made in Italy raccontando storie di imprenditori che dialogano con l’architettura; che prestano attenzione al territorio, all’ambiente, alla dimensione di comunità. Una storia in cui Oikos si riconosce.

SIKKENS: COLOUR CONCEPT Sikkens Colour Concept è l’applicazione gratuita per iPad disponibile su Apple Store, ideata per rispondere efficacemente alle esigenze di progettazione di designer e architetti professionisti. La versione digitale di Sikkens Colour Concept si rivolge ad un pubblico professionista e offre un approccio innovativo e creativo, grazie anche ad un formato intuitivo facilmente utilizzabile attraverso una serie di indicazioni utili per la creazione di schede stilistiche denominate “concept board” oppure “moodboard” da condividere con facilità con clienti e professionisti. Sikkens Colour Concept consente di condividere più rapidamente progetti creativi di qualità, garantendo massima flessibilità e rapidità di rielaborazione e condivisione. L’applicazione consente di scegliete le tonalità disponibili dal campionario di colori oppure selezionare una tinta direttamente dalle foto personali caricate, per poi rielaborarle con schemi, motivi e


p 06-09 notiziario_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.31 Pagina 7

tonalità personalizzati, abbinandoli liberamente su tele interattive. E’ inoltre possibile condividere immediatamente le schede stilistiche oltre che esportate i dati dei colori nel plug-in Digital Colour Palette di AkzoNobel per l’utilizzo su software AutoCAD LT® e Adobe® Photoshop®.

FASSA: LA NUOVA ETICA DEL COSTRUIRE Casa Fassa è un’innovativa collaborazione attuata da Fassa Bortolo - marchio storico nel mondo dell’edilizia, leader in Italia e tra i più affermati a livello internazionale - nell’ambito progetto pilota “Green Life”. Unico nel suo genere, il progetto è frutto di uno studio costruttivo operato dallo Studio di architettura Antonazzi & Cardignan di Lecce, finalizzato alla futura realizzazione di edifici residenziali in grado di limitare l’impatto ambientale, anche attraverso l’ottimizzazione

dei costi di costruzione e di manutenzione. La definizione progettuale e costruttiva di spazi architettonici di questo genere, ha tenuto in particolare considerazione anche l’analisi dei comportamenti umani nei confronti del microambiente; delle condizioni di illuminazione e termo-igrometriche; dei livelli sonori, della ventilazione e della purezza dell’aria. L’obiettivo è stato quello di creare allo stesso tempo un edificio capace di limitare l’impatto sull’ambiente in classe A, A+, e di migliorare il benessere degli abitanti - inteso come stato psicofisico a cui concorre la salute dell’individuo - l’equilibrio socioeconomico e la cura dell’ambiente.

LAMINAM: FOKOS Una collezione che trova nella forza primordiale della natura la sua origine e che si esprime attraverso elementi puri e necessari come Roccia, Rena, Terra, Sale. La Roccia dove l’uomo approda, la Rena con cui edifica, la Terra che coltiva e il Sale vero nutrimento. Elementi dai colori naturali e morbidi, che accompagnano fedelmente l’es-

sere umano nel percorso dal passato fino al tempo presente. La collezione risponde ad alcune richieste che arrivano dal mondo dell’architettura contemporanea in merito alla ricerca materica e alle tendenze del design. Il carattere distintivo del prodotto, che ne determina un vero valore aggiunto, resta la grande dimensione: una superficie di tre metri quadrati concentrata in un unico pezzo. Una grande novità è rappresentata dalla sensazione tattile piacevole e soffice, quasi vellutata, della superficie, ottenuta attraverso l’impiego di materie prime particolari, elaborate e messe a punto grazie

alla continua ricerca tecnologica di Laminam. Resistenza ai graffi, all’abrasione e alla pulizia profonda; resistenza al gelo - assorbimento medio di acqua pari allo 0,1% - e adattabilità a tutte le condizioni climatiche; resistenza al fuoco e alle alte temperature perché priva di materie organiche. In caso d’incendio non sprigiona fumo e non emette sostanze tossiche; compatibile con le sostanze alimentari perché non rilascia elementi in soluzione; non consente l’insorgenza di muffe, batteri e funghi. Fokos è un prodotto totalmente naturale. Non cede elementi all’ambiente, può essere facilmente macinato e interamente riciclato in altri processi produttivi.

LORENA DE AGOSTINI: PROMO-LEGNO MILANO L’architetto Lorena De Agostini assume la gestione di promo_legno Milano, ricoprendo la carica di Segretario Generale, con un focus particolarmente incentrato sulla linea tecnica dell’associazione, dedicandosi ad attività mirate al gruppo target principale di progettisti, architetti e ingegneri. Grazie alla sua formazione ed esperienza, Lorena De Agostini è risultata la figura più adatta a ricoprire questa carica e a svolgere queste funzioni. 34 anni di Brescia laureata nel 2002 presso il Politecnico di Milano, ha completato il suo percorso formativo con una esperienza professionale internazionale; parla diverse lingue, tra cui il tedesco, ed ha esperienza nel settore del leLorena De Agostini (a sinistra) e Chiara Lecchi gno. Nell’assumere il suo ruolo in promo_legno l’arch. De Agostini si fa portavoce degli obiettivi dell’Associazione, impegnandosi nella diffusione della cultura dell’uso del legno in edilizia, sia attraverso gli eventi formativi quali Corsi, Convegni e Seminari che nell’affiancare le aziende della filiera del legno, con le quali vi sarà un filo diretto nel percepire ed anticipare le esigenze del mercato edilizio e dei progettisti. Oltre a questo, non mancheranno le occasioni di confronto con il panorama internazionale del costruire in legno, dalla partecipazione a fiere quale il Madeexpo di Milano alla promozione di eventi quali la mostra “Costruire con il legno” di Vienna, organizzata dal Museo dell’Architettura e del Dipartimento Legno dell’Università Tecnica di Monaco di Baviera in cooperazione con la Kunstlerhaus di Vienna e proHolz. “L’opportunità di far parte del team di promo_legno e più ampiamente di proHolz Austria, merita da parte mia grande impegno professionale e soprattutto dedizione verso tutto il mondo del legno, al quale mi sento profondamente legata. Il momento contingente è certamente difficile per tutto il settore dell’edilizia, ma il mercato del legno continua ad inviare segnali positivi ed il compito di promo_legno consiste nel dare sempre maggior impulso a questo trend, perseguendo la nostra mission di promozione e divulgazione”(Arch. Lorena De Agostini)

Rifiniture 7


p 06-09 notiziario_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.31 Pagina 8

RI NOTIZIARIO d’

difficoltà economica le 14 associazioni che fanno capo alla federazione rappresentano circa il 60 per cento della produzione mondiale. Un ulteriore incitamento a “guardare avanti”, un motto che Buetfering aveva già lanciato nella assemblea a Valencia del 2011, invitando tutti a trovare ulteriore forza per continuare a essere imprenditori, a “… credere nel potere delle idee e nella necessità di trovare sempre nuove strade da percorrere, elementi fondanti del fare impresa”.

AXO: PURA IMMAGINAZIONE Nasce dalla brillante immaginazione di Karim Rashid questa collezione che ricorda un coro di trombe listate a festa. Fogge organiche per creare un fantastico panorama di luce e forma. Nafir sfiora l’idea scultorea, proposta singolarmente o a gruppi di tre (una materica e fluente osmosi di 3 paralumi) e illuminata da tecnologia a LED, è bellissima anche a luci spente. La forma fluida e dinamica di Nafir vuole essere espressione della luce stessa, come se l’involucro volesse diventare/apparire parte integrante di ciò che contiene ma esprimesse anche l’idea che la luce, come la musica, è pura emozione. Ed è un omaggio alla musica anche il nome, Nafir, infatti, indica una tromba di origine nord africana di piccole dimensioni, senza pistoni, usata per ottenere suoni particolarmente squillanti. Nafir è in materiale plastico bianco ad iniezione e si presenta con tre tipi di colorazioni: esterno cromo/interno bianco, esterno

8 Rifiniture

bianco/interno oro ed esterno bianco/interno bianco. I rosoni sono realizzati nello stesso materiale della lampada e con identici colori e finiture. Dimensioni: versione singola Ø20 cm x h. trombetta 30cm/altezza totale sospensione 180cm - versione tripla ingombro di circa 50cm di Ø x h. trombette 30cm/altezza totale sospensione 180 cm.

EUMABOIS: ASSEMBLEA GENERALE Si è svolta a Istanbul lo scorso 12 ottobre l’assemblea annuale di Eumabois, la federazione europea che raccoglie 14 associazioni nazionali dei produttori di tecnologie, utensili e accessori per la lavorazione del legno. Dopo l’approvazione dell’agenda dei lavori e del verbale dell’assemblea 2011, svoltasi a Valencia, il presidente Franz-Josef Buetfering ha presentato la relazione che, come di consueto, fa il punto delle tante tematiche e iniziative che costituiscono il lavoro della federazione. Dopo i saluti Buetfering ha sottolineato il valore simbolico del ritrovarsi a Istanbul, “… credo non ci possa essere un posto migliore per rappresentare l’essenza di Eumabois: persone diverse, che parlano lingue diverse e sono espressione di mondi diversi, ma accomunate dalla volontà di continuare a crescere e di guardare avanti insieme”. Il presidente ha poi fornito alcune informazioni, prima fra tutte la conferma del valore delle tecnologie europee: pur in un clima di grande

INTERFACE: INTERNATIONAL GREEN AWARDS Interface, leader mondiale nella produzione di pavimentazioni tessili di design sostenibili e performanti, è stata nominata “Most Sustainable Large Corporate” in occasione dell’International Green Awards di quest’anno. Interface ha inoltre ottenuto il premio Grand Prix durante la prestigiosa cerimonia di premiazione tenutasi ieri sera, 20 novembre, al Battersea Power Station di Londra, Regno Unito. L’International Green Awards, giunto alla 7° edizione, è la principale piattaforma sostenibilità globale per l’istruzione, la leadership e l’innovazione. I premi riconoscono le organizzazioni che inglobano questi tre elementi nel loro approccio alla sostenibilità. Interface ha avuto la meglio su aziende globali del calibro di Hitachi, Iberdrola, Hotel ITC e Pearson Plc, grazie al suo impegno di lunga data in sostenibilità e la misura in cui essa è integrata all’interno dell’organizzazione.

ARMSTRONG: PERLA OP Armstrong Building Products Azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di soluzioni complete per controsoffitti - lancia Perla OP, il nuovo pannello in minerale appositamente studiato per soddisfare le esigenze progettuali degli architetti, in termini di estetica e di acustica. Connotato da una superficie bianca e liscia, Perla OP è in linea con le recenti tendenze architettoniche relative agli open space, dove il “color design” sta assumendo una crescente importanza, in quanto considerato uno strumento in grado di trasformare gli spazi e modulare gli effetti dell’illuminazione. In tal senso, il candore di Perla OP conferisce un senso di ampiezza e di luminosità agli ambienti, contribuendo a renderli più piacevoli. La sua elevata densità, inoltre, consente di mantenere il colore bianco inalterato nel tempo, grazie alla capacità di evitare l’effetto filtro. Il pannello, inoltre, assicura un’ elevata proprietà di riflessione della luce, dell’85%, a vantaggio di un maggiore risparmio energetico. Rivestito da un velo acustico omogeneo, questo elegante controsoffitto ad effetto monolitico è proposto in due versioni, con livelli di assorbimento di 0,95 ?w e di 1,00 ?w, che rispondono a precise esigenze, in termini di prestazioni acustiche e di rapporto qualità/prezzo. Perla OP, dunque, è ideale per gli spazi che richiedono livelli di concentrazione elevata, come biblioteche, uffici ed aule scolastiche. In questi ambienti, infatti, un’acustica ottimale contribuisce in maniera rilevante a migliorare il comfort del-


p 06-09 notiziario_R NOTIZIARIO 31/12/12 09.04 Pagina 9

le persone e, di conseguenza, il loro rendimento. Per la sua capacità di non trattenere polvere e particelle inquinanti, questo controsoffitto è, inoltre, particolarmente adatto alle strutture ospedaliere. Rientra, infatti, nella classe ISO 5, una normativa che stabilisce il limite di concentrazione massima di particelle aerotrasportate per metro cubo. Perla OP, proposto nelle misure 600x600 mm, 657x675 mm e 600x1200 mm, con dettaglio bordo Board, Tegular o MicroLook, è progettato nel pieno rispetto dell’ambiente.

AKANTO DESIGN: LINEA SAPIENTE Con la Linea Sapiente del sistema Readymade Resin Panels di Akanto Design il pannello in resina raggiunge il più alto grado di personalizzazione. Grazie alla profonda conoscenza del materiale e alla perfetta combinazione delle diverse tecniche utilizzate in fase di lavorazione, Akanto Design riesce a dare vita ad una linea di prodotti

davvero unici e inimitabili, preziosi e completamente tailor-made. Le varianti di realizzazione sono potenzialmente infinite: ecco perché con la Linea Sapiente il progettista può davvero creare la propria superficie - unica e personale - abbinando secondo il proprio gusto i diversi tipi di supporto con la grafica, la resina trasparente e quella colorata. L’ufficio tecnico di Akanto Design mette a disposizione il suo know-how per seguire, passo dopo passo, lo sviluppo di ogni tipo di richiesta specifica. I risultati sono prodotti ricercati dal sapore artigianale che non finiscono mai di stupire, vestendo l’architettura di pura emozione quotidiana.

ISH 2013: WALL + FLOOR A ISH - la fiera leader mondiale del design innovativo per l’ambiente bagno, della tecnica sanitaria sostenibile e delle tecnologie ecocompatibili per edifici che si svolgerà dal 12 al 16 marzo 2013 a Francoforte - saranno presentati per la prima volta nell'ambito del tema bagno anche interessanti prodotti e numerose soluzioni per pavimenti e pareti. Nell’ambito della mostra speciale wall + floor che si svilupperà su una superficie di quasi 500 metri quadrati, circa 16 aziende presenteranno i loro prodotti nei settori “Tiles“ (piastrelle per pareti e pavimenti), “Innovation“ (rivestimenti e materiali plastici), “Nature“ (p.es. sughero, pietre naturali e marmo) e “Colour” (vernici e sistemi di verniciatura). Wall + floor occuperà una posizione centrale nel padiglione 3.0 e fungerà dunque da trampolino di lancio per la presentazione di idee creative per l’arredamento dell’ambiente bagno.

FARAONE: BALAUSTRE TUTTO VETRO Il modello Ninfa è diventato un vero e proprio progetto, basato su sistemi di montaggio con profilati in alluminio a vista, a scomparsa o davanti al solaio. Nel 2010 Faraone rivoluziona il si-

Ninfa Curva

Ninfa Led

stema delle balaustre in vetro presentando un innovativo sistema brevettato e certificato. Il design essenziale e la sua facilità di montaggio e messa a piombo del vetro sono da subito alla base della progettazione. Nel 2011 presenta Ninfa 2, Ninfa a Pezzi, Ninfa 250, Ninfa semi-affogato e Ninfa Affogato a pavimento. Migliora gli accessori di registro ed esegue i certificati di laboratorio c/o l’Istituto Giordano portando la balaustra a resistenze da 100 a 300 Kg/mtl. Nel 2012 Faraone pone la sua attenzione su Ninfa Muretto, Ninfa Curva, Ninfa LED e Ninfa Recinzione. Una soluzione parapetto tutto vetro che si adatta perfettamente ad ogni soluzione architettonica che può andare dal classico al moderno.

STIGA: A EIMA 2012 I numeri parlano da soli: oltre 196 mila visitatori, provenienti da 140 Paesi e operatori da tutto il mondo, con una crescita del 22% rispetto all’edizione del 2010. Sono alcuni dati che descrivono il successo di Eima 2012. Un record che ha visto protagonista il marchio Stiga. Il brand di Ggp, infatti, ha scelto questa occasione per rimarcare la sua presenza strategica nel mercato tradizionale in Italia. Obiettivo raggiunto in pieno, visto l’afflusso importante di potenziali clienti del nostro paese, ai quali si aggiungono i numerosi visitatori esteri, provenienti in maggior parte dai paesi del Mediterraneo e dell’estremo Oriente, in particolare da Cina e Giappone. La storia e il futuro del marchio Stiga sono stati i protagonisti dello stand. Notevole curiosità, infatti, hanno suscitato i robot raserba: pronti per il lancio in Italia, sono la novità dell’anno e costituiscono la sintesi perfetta fra design, tecnologia e funzionalità. Valori alla base anche dei front mowers, il prodotto simbolo del marchio nel mondo: sono trattori maneggevoli e versatili che, grazie allo sterzo articolato e alla posizione del piatto di taglio, garantiscono all’utilizzatore il massimo controllo. Accanto a questi prodotti, lo stand ha dato spazio anche a tutta la vasta gamma di macchine e accessori - decespugliatori, motoseghe, elettroseghe, tagliasiepi e rasaerba tutti predisposti per il taglio mulching - che Stiga proporrà in esclusiva ai migliori rivenditori del canale tradizionale. Un’offerta ampia che unisce l’eccellenza e la qualità nordica alla creatività e passione made in Italy.

Rifiniture 9


p 10 kemper_R NOTIZIARIO 30/12/12 08.55 Pagina 10

RI SPAZIO RESINE d’

Documenti, informazioni ed approfondimenti disponibili presso Kemper System Italia – www.kemper-system.com/it/ita/

SCEGLIERE UN PAVIMENTO IN RESINA I PAVIMENTI IN RESINA: LE NORME, LE GARANZIE, I CERTIFICATI, LA QUALITÀ

1

2

3

4 1. Pavimento in resina cementizia-Dekoral 2. Particolare seminato alla veneziana-Artekem con

inserti di madreperla 3. Tavolino con giochi di resine 4. Pavimento in poliuretanocemento-Sinteco per industrie alimentari

10 Rifiniture

Le pavimentazioni in resina trovano applicazione nei più svariati settori dell’industria, dall’alimentare al chimico-farmaceutico, passando per il metalmeccanico, l’elettronico e le materie plastiche, senza dimenticare il crescente impiego come finitura decorativa nel terziario avanzato e nell’edilizia civile in genere. In ognuno di questi campi le pavimentazioni in resina devono garantire standard qualitativi adeguati alle specifiche esigenze funzionali, che vengono misurate, a seconda dei casi, in termini di resistenze meccaniche, chimiche, termiche, oppure in base alla possibilità di essere applicate in condizioni gravose e in tempi particolarmente rapidi per ridurre al minimo l’impatto sulle attività produttive. L’intero settore dei rivestimenti resinosi è stato negli anni ‘normato’, al fine di garantire un’uniformità di gestione delle caratteristiche e dei requisiti dei prodotti e dei cicli applicativi. Le normative UNI riferibili alle pavimentazioni in resina sono le seguenti: UNI 8636 (Rivestimenti resinosi per pavimentazioni - Significatività delle caratteristiche) UNI 8297 (Rivestimenti resinosi per pavimentazioni - Terminologia) UNI 8298-xx (Rivestimenti resinosi per pavimentazioni - Determinazione delle caratteristiche e delle prestazioni) UNI 10966 (Rivestimenti resinosi per pavimentazioni - Istruzioni per la progettazione e l’esecuzione) Di particolare interesse risultano essere le norme UNI 8298-xx e UNI 10966. Nella prima vengono definite le caratteristiche intrinseche e prestazionali dei pavimenti in resina (es: adesione al supporto, resistenza agli agenti chimici, resistenza all’abrasione, comportamento al fuoco, resistenza meccanica, determinazione del coefficiente di attrito), mentre nella seconda vengono definite le regole per progettare ed applicare cicli resinosi secondo un codice di buona pratica. Come è facile immaginare, avvalersi dei risultati dei test eseguiti presso i produttori di formulati resinosi garantisce al progettista e/o al cliente finale la possibilità di valutare correttamente i prodotti in base alle proprie necessità, mentre i capisaldi relativi alla progettazione e alla posa dei cicli resinosi permettono di ridurre i problemi derivanti da una deficitaria fase applicativa. Lo scenario normativo proposto impone una professionalità a tutti gli attori presenti nel processo di scelta e messa in opera dei rivestimenti resinosi. Così facendo, si garantisce al cliente finale la ‘qualità’ della prestazione offerta. Ma in che modo è possibile veicolare la qualità? In prima istanza, è necessario che il progettista o il cliente finale si affidi a produttori/formulatori capaci di operare in regime di normativa UNI, fornendo prodotti e servizi testati e garantiti (disponibilità di schede tecniche, di schede di sicurezza, di risultati ai test, di assicurazioni RC prodotti). Anche le certificazioni (aziendali e di prodotto) risultano fondamentali per verificare la qualità del fornitore: scegliere realtà certificate ISO (9001, 14001, ecc) garantisce che i processi ed i prodotti sono stati progettati e verificati nel rispetto del ‘Sistema Qualità’ oggi richiesto. La marchiatura dei prodotti o dei cicli applicativi (es: CE per l'Europa, ASTM per gli Usa, BBA per gli Inglesi, ecc.) apporta notevoli vantaggi ai clienti finali: vi è la certezza che si stanno scegliendo prodotti che hanno superato prove promosse e realizzate da enti terzi (e spesso statali), secondo requisiti definiti dalle normative anche stringenti esistenti nei vari paesi. Certificazioni, marchiature, test, assicurazioni sono processi che risultano onerosi per le aziende, le quali investono economicamente non solo per migliorare i propri prodotti, ma per dimostrare e garantire la propria attenzione nei confronti degli acquirenti finali. Investire, in questo senso, significa credere nei propri prodotti. Affidarsi ad aziende che non dispongono in toto o in parte di tali credenziali significa non tutelarsi ed esporsi a possibili problemi anche non risolvibili: perché l’utente deve credere in un prodotto se l’azienda produttrice è la prima a non investire per affermare e dimostrare l’”importanza” della propria produzione? La qualità passa anche attraverso la fase di progettazione e applicazione dei cicli resinosi: gli applicatori sono i garanti del lavoro svolto, sia durante la fase preliminare (contatto col cliente, definizione delle aspettative prestazionali ed estetiche, valutazione dell’ambiente operativo, progettazione del ciclo idoneo), sia durante la fase operativa (messa in opera del pavimento a regola d’arte). La professionalità delle aziende applicatrici è una ‘condicio sine qua non’ per garantire un risultato finale in linea con le aspettative del cliente. Scegliere aziende certificate, in possesso di un know-how qualificato ed in grado di fornire prodotti di provenienza garantita ed assicurata significa affidarsi ad operatori capaci di valutare le esigenze del cliente e proporre cicli resinosi di qualità in grado di coprire le necessità richieste. Inoltre, la normativa vigente impone che sia lo stesso applicatore a dover sostenere la garanzia e le tutele a norma di legge che coprono il cliente finale, per i 2 anni successivi alla messa in opera del rivestimento (art. c.c. 1667), salvo politiche proprie di ogni azienda che possono portare all’estensione della garanzia oltre il biennio. In ultima analisi, come abbiamo avuto modo di scrivere anche nelle precedenti pubblicazioni, il mondo dei rivestimenti in resina ha raggiunto una complessità ed una vastità dell’offerta che richiede, oggi, un nuovo paradigma d’approccio, sia a livello industriale-prestazionale che commerciale, con gli attori protagonisti (formulatori, produttori, applicatori, progettisti, clienti finali) chiamati a fare scelte più specifiche e consapevoli, in riferimento non solo alla tipologia di prodotto/ciclo scelto, ma anche alle prestazioni che nel tempo il rivestimento dovrà garantire. In questo contesto, dove i produttori dovranno dare certificazione delle prestazioni dei propri prodotti, dove i progettisti dovranno dimostrare di saper consegnare ai clienti cicli che coprano le reali esigenze richieste, dove l’utente finale dovrà definire i limiti estetici e funzionali desiderati, è evidente che l’approccio dovrà evolversi ad un livello qualitativamente più alto (sia per la domanda che per l’offerta), permettendo a tutto il settore di conseguire quella credibilità operativa che oggi ancora manca, anche a causa di attori tutt’oggi presenti che si muovono “in barba” ai criteri di qualità appena esposti.


kemper febb 12_Layout 1 07/03/12 16.08 Pagina 1

RI d’

Rifiniture d’Interni

Rifiniture d’Interni e Kemper System Italia insieme per diffondere la cultura del prodotto e le potenzialità della resina nelle finiture d’interni. Per tutti i lettori di Rifiniture d’Interni, Kemper System Italia offre vantaggi per la partecipazione a corsi, eventi, approfondimenti sui prodotti resinosi di finitura. E in più, sconti per l’acquisto e la messa in opera delle soluzioni decorative Kemper System. Contattateci: info@kemper-system.it Kemper System Italia srl - via A. Meucci 9 20060 Pozzo d’Adda (Mi) - Italia Tel. 02 9201901 Fax. 02 90969478 | www.kemper-system.com/it/ita/ - info@kemper-system.it


p 12-15 showcase_Layout 1 30/12/12 08.56 Pagina 12

RI SHOWCASE d’

SLAMP:CACTUS PRISMA Cosa succede quando il talento di un designer incontra la ricerca tecnologica di un’azienda? Cactus Prisma è la novità assoluta proposta da Slamp per il Natale 2012. Ironico, accattivante e con una componente tecnologica importante: il Lentiflex®, nuovo materiale hi-tech brevettato da Slamp che amplifica il potere illuminante di ogni tipo di lampadina (anche le fluorescenti a basso consumo) creando una luce fluida. Il nuovo Cactus Prisma è proposto in due formati “pocket” di 21 e 37 cm e, in occasione del Natale, è venduto in uno speciale packaging regalo trasparente personalizzato, completo di lampadina a basso consumo. Sexy, ironico e con un prezzo accessibile!

AGENA: PATENT DECOR® Patent Decor® è una carta da parati verniciabile su supporto tessuto

non tessuto di esclusivo brevetto tedesco, distribuito sul mercato italiano da Agena, azienda torinese da quasi cinquant’anni sinonimo di Carte e Tessuti per l’Alta Decorazione di Interni. Scaturisce da una perfetta simbiosi tra creatività e funzionalità: è ideale per applicazioni in aree pubbliche oltre che nell’ambiente domestico, perché aiuta a proteggere la parete lasciando ampio spazio alla creatività personale. Texture geometriche, unite o di design necessitano di vernice ad acqua apposita, ideali per superfici murali. La lavorazione è molto semplice: è sufficiente porre la colla sulla parete, premervi sopra il tessuto non tessuto asciutto, levigare ed utilizzare poi la tintura fluida strutturata per pareti, personalizzando il decoro. Patent Decor® è garantito da numerose certificazioni di qualità che attestano, tra le altre, la permeabilità al vapore acqueo (DIN EN 532 122) e la resistenza al fuoco (fire retardant DIN EN 13501-1; B-s1; d0), oltre ad essere dermatologicamente compatibili grazie all’assenza di fibre di vetro. Patent Decor® è disponibile in oltre 180 soluzioni grafiche differenti, ed è proposta in rolli, rigorosamente modulari per adattarsi a qualsiasi richiesta.

12 Rifiniture

XILO 1934: TAPPETI VOLANTI “Tappeti Volanti” si riallaccia alla memoria storica della pittura su legno a imitazione dei tappeti del Nord Europa: realizzata con decori più semplici, in altri casi con richiami manieristi o anche barocchi, in genere si avvaleva di maschere stencil che riprendevano motivi ornamentali a ripetizione. L’impronta generale della linea è quella di un’immagine morbida a pavimento, avvalorata dall’uso di determinati colori. A volte con un’esplicita citazione del tessile, con richiami arabescati di olio su tela. Davide Pizzigoni, laurea in Architettura a Roma crea le scene e i costumi per numerose opere liriche e balletti. Ha tenuto mostre personali a Milano, Roma, New York, Tokyo e Osaka. La prima monografia sui suoi lavori è stata pubblicata nel 1990. Ha ideato e realizzato per ElectaMondadori una collana di libri dedicata alle opere liriche. E’ presente in collezioni europee, in Israele, negli Stati Uniti, in Argentina e Giappone.


p 12-15 showcase_Layout 1 30/12/12 08.56 Pagina 13

Convex, Zebrata

DLW: LINOLEUM LINO ART LINEA DLW Linoleum è un materiale per pavimenti ecologico, con la qualità del made in Germany, che conferisce ad ogni stanza un’atmosfera salubre e rilassante. Con i suoi tenui contrasti e la struttura longitudinale in colori sfumati che ricordano legno e cemento, Lino Art Linea è particolarmente adatto a strutture sanitarie, come case di cura, case di riposo o case popolari, ma anche per progetti di ristrutturazione. Il suo aspetto delicato e leggermente sbiadito con un design molto discreto crea un’atmosfera delicatamente raffinata, molto apprezzata da architetti e progettisti. La gamma di colori della nuova collezione si estende da colori chiari a scuri e comprende nove marroni, quattro grigi e due neri. I suoi modelli di colore perfettamente coordinati reinterpretano il legno e il cemento in maniera completamente nuova e possono essere combinati proprio con questi materiali per soluzioni di grande effetto. Oltre a modelli con sfumature calde intense, come “marrone tek”, Lino Art Linea offre anche design più delicati come “beige sabbia”.

IKONA: SCALE IN STILE ANIMALIER! Leopardato, zebrato, tigrato o pitonato, l’Animalier ha conquistato il mondo della moda, divenendo uno degli stili più interpretati della stagione, ormai proposto dalle più importanti maison come dai brands low cost. A rivestirsi di tessuti stampati ed ecologici - che ricalcano i magnifici disegni del pellame degli animali selvaggi, non sono però solo abiti da sera, accessori, collant e scarpe ma anche alcuni accattivanti ed evoluti complementi d’arredo. Ideatrice di scale per interni caratterizzate da un concetto rivoluzionario, nonché sempre attenta a recepire nuovi mood e tendenze, l’azienda Ikona ha ad esempio proposto le proprie scale Convex e Stylish, con moduli decorativi in tessuto zebrato. Caratterizzate da un look deciso ed esuberante, le scale Ikona in stile Animalier conferiscono un’impronta di forte personalità all’abitazione, divenendone il fulcro attenzionale. Il sistema Ikona si compone infatti di tre elementi: cosciali Stylish, Zebrata in acciaio (inox, verniciato o cromato lucido), pedate (in cristallo, legno o rivestimenti speciali) e moduli decorativi personalizzabili con infiniti materiali e colori.

COREVE: L’ECOLUSSO Un superyacht di lusso da 28 metri, l’Amer 92, presentato al Festival de la Plaisance di Cannes 2012 e al Salone Nautico di Genova 2012, è stato arredato con maniglie realizzate in pasta di vetro, un innovativo ed ecologico materiale ottenuto dagli scarti provenienti dal trattamento degli imballaggi in vetro fino ad oggi non riciclabili in vetreria. La pasta di vetro utilizzata per dar vita alle maniglie, è il frutto della ricerca di EcoTecnoMat, società spin off dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ed è stata anch’essa oggetto di una sperimentazione finanziata quest’anno grazie al fondo istituito da CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) e Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). La sperimentazione ha portato a individuare una serie di impieghi, alternativi alla discarica, degli scarti vetrosi non riciclabili in vetreria tra cui si annoverano impieghi più o meno nobili di tali frazioni: nel mondo ceramico, dei laterizi, degli arredi urbani e del design. Questo nuovo materiale, prodotto con vetro di scarto, in virtù delle sue proprietà fisiche, permette di realizzare oggetti indeformabili e inalterabili all’invecchiamento. Grazie alle sue caratteristiche d’incombustibilità, presenta un’elevata resistenza al surriscaldamento in caso d’incendio e possiede, inoltre, un’ampia duttilità e ottime qualità estetiche.

Rifiniture 13


p 12-15 showcase_Layout 1 30/12/12 08.56 Pagina 14

RI SHOWCASE d’

KREOO: HANA, COME UN TANGRAM Trae ispirazione dai motivi della tradizione rinascimentale dell’architettura italiana ed evoca le caratteristiche pose dei parquet in legno di un tempo la nuova serie di pavimenti e rivestimenti Hana che si aggiunge alla già vasta gamma di proposte (11 modelli a catalogo e molte possibilità di scelta fra colori e diverse finiture) indirizzate al mondo dei professionisti dell’interior design di spazi pubblici e privati, di grandi o piccole dimensioni. Come un tangram, le marmette Hana si assemblano, uniscono e declinano in un ammaliante ritmo compositivo che gioca sul triplo filo di forma, composizione e delicate sfumature del marmo. Ognuno può creare composizioni estetiche differenti combinando a piacere le 6 figure base: marmetta a listelli posabili in senso verticale o orizzontale, marmetta a listelli diagonali sinistra e diagonali destra, listoni 60X15, listoni 23,64X30 e marmette esagonali. A questi 6 modelli si aggiunge la linea Motion che può essere, a sua volta, combinata con le diverse proposte di Hana. Il risultato è un “tappeto”, un pavimento progettato e personalizzato secondo esigenze estetiche, preferenze e gusto.

PIEMONTE PARQUET: CACHEMIRE SU LEGNO Paisley, decorazione tradizionale della stampa impressa sul tessuto di pregiati motivi di origine persiana o indiana. Una decorazione intesa come segno che si sovrappone a più livelli, tatuaggio sulla materia, sovrimpressione di un’immagine a una superficie. Le tavole di legno tatuato, gioco di stratificazioni iconiche, creano una sovrapposizione casuale e contemporanea, dando al fruitore la possibilità di utilizzare a suo piacimento il materiale, scegliendo un pavimento con più o meno presenza di decoro, fino alla totale assenza del segno, per far posto alle semplici tavole di legno, per una massima libertà compositiva. Carlo Dal Bianco, architetto e designer, fin dall’inizio si occupa di restauro monumentale di palazzi ed edifici storici. Il suo interesse per l’architettura, per i dettagli degli interni e la passione per il collezionismo, lo portano ad includere tra i suoi lavori anche il product e interior design. Negli ultimi anni si indirizza verso la progettazione di elementi d’arredo e complementi.

MARCHETTI: NATALE ILLUMINATO Marchetti Illuminazione è un marchio contraddistinto da apparecchi di illuminazione dal fascino evocativo e magico, un perfetto mix tra le linee classiche Pura rivisitate in chiave moderna. Il passato che incontra la contemporaneità creando una linea senza tempo! Pura come i colori tenui, come le linee avvolgenti, come la semplicità delle forme: una sospensione moderna ma al tempo stesso in grado di plasmarsi letteralmente in ogni contesto.Pura ha un look minimale ma sa essere anche preziosa e di impatto. Infatti, oltre che in bianco latte, è disponibile in tre elegantissime finiture: bianco, foglia oro e foglia argento. Essentia è l’evoluzione più “briosa e accattivante” della sospensione Pura. Le tre finiture bianco, foglia oro e foglia argento sono arricchite ed impreziosite da un elegante filo di cristalli che, tramite un gioco armonioso che percorre le fasce della lampada, conferisce alla lampada un’altissima luminosità. Cometa è una lampada a sospensione che, grazie alla particolarità delle sue forme e all’incredibile luminosità dei suoi cristalli taglio bohemia, è in grado di adattarsi ad ogni ambiente.

Essentia

14 Rifiniture


p 12-15 showcase_Layout 1 30/12/12 08.56 Pagina 15

BIZZOTTO: PROGRAMMA BIOFOREST Design, funzionalità e scelta di materiali di qualità nel rispetto dell’ambiente. Un messaggio chiaro e forte quello lanciato nel 2012 dalla maison Bizzotto, che sceglie di aderire all’Associazione per la rigenerazione degli ambienti naturali Bioforest. L’associazione riunisce tutte le realtà aziendali che si impegnano per la promozione di una cultura produttiva sensibile all’ambiente con l’intento di contribuire al ripristino e alla salvaguardia delle risorse naturali. In sintonia con i dettami dello statuto dell’associazione e per sensibilizzare ai temi dell’ecosostenibilità e della blue economy, Bizzotto utilizza elevate tecniche di risparmio energetico nei processi di lavorazione delle proprie collezioni, permettendo così di soddisfare al meglio il fabbisogno energetico dell’azienda. La collezione Sidney, tra le più apprezzate all’interno della vasta proposta dell’azienda di Bassano del Grappa, è frutto dell’utilizzo del pregiato legno di radica, che si forma lungo il tronco di alberi antichissimi solo a causa di condizioni climatiche particolari, dando vita così ad elementi di design spontaneo e unico.

ITALTEK: UN PAVIMENTO PER RISCALDARE Sistema Coccola® e una vera innovazione nel campo del riscaldamento e

della ventilazione a pavimento nel mondo dell’outdoor. Sistema Coccola®, prodotto da Italtek (Bologna), brevettato e certificato presso laboratori accreditati e il risultato di oltre due anni di studio e ricerca. Frutto della sinergia di competenze ed e destinato alla clientela più esigente che ama distinguersi adottando soluzioni innovative per i propri spazi. Si e trattato di un vero gioco di squadra per ottenere un vero prodotto Made in Italy. Sistema Coccola® by Italtek ha fatto della pietra serena la materia grezza da cui partire per realizzare una grande sfida. Questo magnifico prodotto naturale, con la sua grana sottile e il suo colore grigio blu uniforme, e un materiale simbolo dell’architettura rinascimentale e Italtek - grazie alla collaborazione con la societa Il Casone - utilizza questa materia ricca di storia e tradizione, in maniera attuale, conferendole una personalita distintiva.

PATAVIUMART: COLORE COLORE COLORE! Il suo nome è Perroquet, dal francese “pappagallo”. Affascina per forma e colore questo chandelier con finitura in oro anticato di Pataviumart, azienda veneta che da due generazioni produce complementi d’arredo di prestigio. A sei luci, ha catene dégradé di sfere multicolore in Vetro di Murano. I paralumi sono in seta colorata, in abbinamento ai colori delle sfere. Interamente realizzato a mano in Italia.

Rifiniture 15


p 16-21 progetto_Layout 1 30/12/12 08.57 Pagina 16

RI PROGETTO d’

Town House parte seconda UN NUOVO PROGETTO TOWN HOUSE A MILANO. FRUTTO DELLA COLLABORAZIONE TRA ALESSANDRO ROSSO E SIMONE MICHELI LA SECONDA UNITÀ MILANESE RIPROPONE I TEMI PORTANTI DELLA PRIMA INSTALLAZIONE ARRICCHENDOLI E AMPLIANDOLI

16 Rifiniture


p 16-21 progetto_Layout 1 30/12/12 08.57 Pagina 17

Scheda Ideazione concept: Alessandro Rosso Progetto di architettura di interni e illuminotecnico di: Simone Micheli Cliente e Management: Town House Committente e Proprietà: Serim Luogo: Via Santa Redegonda, 14 - Milano Tot mq: 275 | Reception | Spazi comuni | Studios di cui: 4 One Room Studio di mq: 35 3 Two Room Studio di mq: 42 Progettazione: 2012 Realizzazione: 2012 Servizio fotografico: Juergen Eheim Foto b/n per Macrostampe: Maurizio Marcato General contractor: Axia - www.axiabath.it Sandoni Arredamenti - S.L. Interni - www.slsandoni.com

N

el 2010 nasce grazie ad una straordinaria collaborazione fra Alessandro Rosso e l’Architetto Simone Micheli, il brand “Town@House Street”: una rivisitazione strutturale e concettuale di ex spazi commerciali ed uffici che vengono trasformati in studio e suite per vivere la città “con vista sulla città”. Un progetto innovativo che ha catalizzato l’interesse e l’attenzione dei media nazionali ed internazionali e che ha ottenuto il patrocinio del comune di Milano per l’apporto dato dal progetto stesso alla riqualificazione di spazi metropolitani. Alessandro Rosso, ideatore del concept di questo nuovo progetto di riqualificazione urbana denominato “TownHouse Street” afferma: “In questo modo il concetto di “jet lag” viene superato; quando si viaggia soli e si sta nella camera 1032 al 16° piano di un albergo ci si sente isolati, nei TownHouse Street invece si è immersi nella città, nella sua velocità, nel suo movimento, si possono osservare le luci della strada, entrare a contatto con il paesaggio, con i suoi abitanti, come si fa al tavolino di un bar all’aperto, si fa amicizia. La città diventa la tua compagna di viaggio. Ci si sente vivi mentre si guarda la città. Una casa con tutti i plus dell’albergo, in un proprio spazio”. Simone Micheli, creatore del progetto di architettura degli interni di “TownHouse Street” aggiunge: “Quando Alessandro mi parlò di questo con-

Rifiniture 17


p 16-21 progetto_Layout 1 30/12/12 08.57 Pagina 18

RI PROGETTO d’

Gli Studio anch’essi caratterizzati dallo stile e dall’ordine morfologico interno, che regola tutte le finiture attraverso il giallo laccato e le morbide forme

cetto e dell’intelligente progetto imprenditoriale, mi fu tutto chiaro da subito. Il mio progetto di architettura degli interni avrebbe dovuto trasmettere, saltando gli stereotipi conosciuti, unicità, forte identità, incredibile interconnessione con il sistema urbano. Ho creato, così, dei luoghi estremamente evocativi, funzionali, coinvolgenti, capaci di divenire veri e propri manifesti di un nuovo modo di pensare al mondo dell’ospitalità, di un nuovo modo di concepire il rapporto tra la dimensione della ricettività e la città. In questo progetto gli spazi esterni del connettivo metropolitano, considerati come i corridoi di un hotel, penetrano negli spazi confinati degli edifici e ne trasfigurano il senso. La ricercata osmosi, segnica e contenutistica, tra il fuori ed il dentro, esasperata dal brillante contributo fotografico di Maurizio Marcato, ha originato una miscela iconica esplosiva”.

TownHouse Street, “il nuovo urban living”! Il primo TownHouse apre nel 2010 in via Goldoni 33 a Milano uno dove uno spazio commerciale si trasforma nelle prime quattro PHS Suite (Permanent Hospitality Spaces) che si affacciano direttamente sulla strada. Create per viaggiatori d’affari e turisti, le PHS Suite sono caratterizzate dai colori dominanti dei trasporti milanesi; i muri ritraggono scorci urbani della città e la dinamicità dei suoi abitanti. Utilizzando i più recenti materiali ecologici, le PHS Suite coniugano la sostenibilità ambientale con l’alta tecnologia. Monitor LCD incorporati in specchi retroilluminati e sorprendenti fonti di luce creano continue emozioni. Nella primavera 2012 apre il secondo TownHouse Street, ancora a Milano. Questo nuovo spazio, a differenza del primo, nato negli spazi lasciati liberi da ex negozi, trova luce in un palazzo del centro già sede di uffici e si caratterizza per la superba posizione a pochi passi dal Duomo di Milano. Serim S.p.A. è la proprietaria dell’intero immobile, sede del nuovo albergo, oltre che di numerosi altri prestigiosi palazzi, da cielo a terra, nel centro di Milano. Serim S.p.A., finanziatrice delle opere di realizzazione della nuova struttura alberghiera, è un’importante e consolidata

18 Rifiniture


p 16-21 progetto_Layout 1 30/12/12 08.57 Pagina 19

TownHouse Street Milano Duomo non è un hotel tradizionale ma un luogo dove privacy, comfort e design offrono un’esperienza unica di soggiorno nel cuore pulsante di Milano

società leader nel settore immobiliare, nel quale lavora e opera, ormai con successo, da vent’anni, che ha deciso di aderire al Progetto Town House Street per ampliare i propri orizzonti e investimenti immobiliari, ricomprendendo anche il settore alberghiero. Nascono così, al numero 14 di Via Santa Radegonda, sette meravigliosi “studio” 4 stelle lusso; 4 “One Room Studio” e 3 “Two Room Studio”, disegnati dalla brillante mano dell’architetto Simone Micheli, che accolgono gli ospiti in una sofisticata atmosfera dove il design si caratterizza per il colore giallo usato per gli elementi di arredo e per le gigantografie in bianco e nero che rappresentano scorci urbani di Milano e che proiettano l’ospite nella “città pulsante”. TownHouse Street Milano Duomo non è un hotel tradizionale ma un luogo dove privacy, comfort e design offrono un’esperienza unica di soggiorno nel cuore pulsante di Milano.

Two Room Studios I “Two Room Studio” sono composti da due camere con bagno e soggiorno dove si assiste ad uno svuotamento materico, che alleggerisce ogni elemento del design interno. L’ordine formale degli Studios è unico e innovativo, con uno sguardo si possono abbracciare tutte le funzioni dell’ambiente in un’ibridazione, senza soluzione di continuità, che reinventa il concetto spaziale di suite. Ogni singolo elemento è scomposto in due parti: i piani di appoggio e le relative strutture che li sostengono, generando così molteplici e intelligenti soluzioni formali. Il letto è appoggiato su una struttura che si piega e si articola formando, sullo stesso piano, il comodino integrato. Lo sguardo respira sinesteticamente l’aria e i luoghi della metropoli, grazie alle macro stampe a tutta parete, fotografate da Maurizio Marcato, che ritraggono meravigliosi scorci della città di Milano, come contemporanei tromp d’oeil, dilatano prospetticamente lo spazio della Room Studio. Il giallo acceso degli elementi interni, guizza così attraverso le strade di Milano, prendendo forma nella scrivania che si unisce al piano porta valigie, laccato, sopra al quale un tubolare in acciaio inox ospitante le grucce, nasce e muore, non prima di avere eseguito serpentine torsioni

Rifiniture 19


p 16-21 progetto_Layout 1 30/12/12 08.58 Pagina 20

RI PROGETTO d’

Aziende realizzatrici: Adrenalina (www.adrenalina.it) ● Ave (www.ave.it) ● Antrax IT (www.antrax.it) ● CON & CON Gruppo Confalonieri (www.gruppoconfalonieri.it) ● Cyrus Company (www.cyruscompany.it) ● iGuzzini illuminazione (www.iguzzini.com) ● Liuni (www.liuni.com) ●Myyour (www.myyour.eu) ● Porcelanosa grupo (www.porcelanosa.com) ● Sign System (www.sign-system.net) ● Tao® (www.tao.eu)

20 Rifiniture


p 16-21 progetto_Layout 1 30/12/12 08.58 Pagina 21

I “Two Room Studio” sono composti da due camere con bagno e soggiorno dove si assiste ad uno svuotamento materico, che alleggerisce ogni elemento del design interno

e rapidi cambiamenti di direzione. Tutta la suite, in ogni sua parte, è pensata, studiata, progettata per emozionare, accogliere e coinvolgere il viaggiatore metropolitano contemporaneo. Led perimetrali, grandi specchi a parete, luci che illuminano la stanza, punteggiando ed evidenziando magistralmente le forme curvilinee della scrivania, dei comodini, del divano letto, riservano all’ospite un ambiente dall’aura morbida, esclusiva e inconfondibile. 19Anche il bagno riprende, nei colori e nelle forme, il design delle camere da letto, risolto con efficacia e rigore formale, nonché con semplicità: il lavabo è in appoggio su una mensola anulare che occupa l’intera parete, la doccia è schermata da un grande cristallo a tutta altezza, le due pareti “bagnate” sono rivestite con macro-piastrelle bianche in gres porcellanato mentre le altre due sono rivestite, in continuità con gli ambienti contigui, dalle gigantografie della città di Milano.

One Room Studio Gli Studio anch’essi caratterizzati dallo stile e dall’ordine morfologico interno, che regola tutte le finiture attraverso il giallo laccato e le morbide forme, in contrasto con l’elegante tatami nero; mantengono un’aura raccolta, grazie a led modulabili in illuminazioni soffuse ed esclusive. Tutti gli elementi sono intelligentemente posti al servizio del viaggiatore, per un totale comfort, semplici leggeri armoniosamente immersi nell’ambiente dell’appartamento. Lo studio ospita una scrivania dalle linee fluide e morbide sopra alla quale è posto un monitor LCD (come nei two room studio) che può essere visto comodamente dal letto. Ai piedi del letto un tavolino crea un angolo raccolto, in cui raccontarsi immersi in morbide luci, affiancati da grandi specchi che sembrano galleggiare sulla parete grazie all’effetto dei led perimetrali blu. Vicino alla parete una poltrona dalle curvilinee forme di design, invita a raccogliersi e riposare in un morbido giallo. Anche negli studio il bagno diviene un unico intelligente gesto formale, come nelle Two Room Studio, nel grande specchio con led perimetrale si può osservare la parete riflessa con la stampa macro ● a tutta parete del fotografo Maurizio Marcato.

Rifiniture 21


p 22-23 made_Layout 1 30/12/12 09.00 Pagina 22

RI MADE EXPO d’

Ecologia e sostenibilità per il rilancio MADE EXPO CHIUDE CON UN GRANDE RISULTATO PER IL MONDO DELLE COSTRUZIONI, METTENDO IN EVIDENZA SOPRATTUTTO GLI ASPETTI PIÙ GREEN DEL COSTRUIRE E LE NUOVE TENDENZE SOCIAL DELL’ABITARE

A

Made Expo il mondo delle costruzioni ha dimostrato in questi quattro giorni tutta la sua capacità di reagire e ha lanciato messaggi importanti alle istituzioni e al mercato. 231.729 presenze (-8,6%), di cui 31.235 estere rappresentano un risultato concreto in uno scenario economico internazionale ancora in difficoltà. Made Expo con 1532 espositori si conferma così come l’evento privilegiato in cui convergono gli operatori italiani e internazionali di riferimento per l’intero settore delle costruzioni e del progetto. Un’edizione, quella del 2012, dedicata alla riqualificazione edilizia e alla messa in sicurezza del territorio, all’ecosostenibilità e alla salvaguardia dell’ambiente, al risparmio energetico, alle tecnologie innovative e ai materiali performanti, tematiche queste ultime affrontate con grande successo all’interno del progetto Smart Village con un panel di relatori di caratura mondiale. La manifestazione milanese è stata anche occasione per lanciare proposte concrete come Carta di Identità degli Edifici - CIE che contenga tutte le informazioni utili per valutare la qualità e la sostenibilità dell’immobile di riferimento. Da Made Expo avviata anche la sottoscrizione del manifesto per la proroga al 2020 del 55% per gli interventi di riqualificazione che FederlegnoArredo, PVC Forum Italia e Uncsaal hanno promosso con l’intenzione di portare il provvedimento a divenire strutturale. Concreti e interessanti i contatti tra le delegazioni estere e gli espositori emersi alla International Business Lounge.

22 Rifiniture

L’edizione 2013 di Made Expo, che si terrà dal 2 al 5 ottobre, segnerà una svolta nella strategia espositiva che conferma la graduale trasformazione della manifestazione avviata già quest’anno. Tre saranno le linee di azione fondamentali: biennalità, specializzazione e internazionalità. Con questa riorganizzazione Made Expo, a partire dal 2013, avrà una cadenza biennale e si terrà negli anni dispari incontrando le richieste delle imprese e allineandosi strategicamente ai più importanti appuntamenti europei dedicati al settore dell’edilizia e delle costruzioni, con un’offerta merceologica suddivisa in sei saloni verticali e con lo sviluppo di progetti di relazione e incontri internazionali per favorire l’export e la penetrazione delle aziende del settore verso nuovi mercati.

L’Italia del costruire sostenibile L’impegno di Made Expo per la sensibilizzazione e la diffusione dei temi relativi alla sostenibilità ed efficientamento energetico nell’edilizia va oltre il momento espositivo e si proietta in una serie di iniziative e progetti importanti come “Costruire sostenibile è possibile, ma…”. Si tratta del Primo Rapporto MADE expo sulla conoscenza e la consapevolezza degli operatori dell’edilizia, da cui emergono aspetti interessanti relativi al settore e al territorio italiano sul tema della sostenibilità. Il Rapporto testimonia l’attenzione di Made Expo per un’edilizia qualitativamente migliorativa e strategica, centrata sul bino-


p 22-23 made_Layout 1 30/12/12 09.00 Pagina 23

L’edizione 2013 di Made Expo segnerà una svolta nella strategia espositiva che conferma la graduale trasformazione della manifestazione avviata già quest’anno mio energia-ambiente, sia per quanto riguarda le attività di recupero edilizio sia per le nuove costruzioni. È un’iniziativa realizzata grazie alla collaborazione con Edilportale e Agorà e si basa sull’analisi di oltre 9000 questionari sottoposti nel corso del tour Edifici a Energia Quasi Zero (EEQZ), svoltosi nel 2011 e 2012 nelle principali città italiane. Primo dato emerso dall’indagine è il livello di conoscenza e informazione in merito alla normativa europea e italiana in materia di sostenibilità ed efficienza energetica: più di un terzo degli operatori del settore intervistati dichiara di non conoscere la Direttiva Europea 2010/31, che definisce le caratteristiche degli Edifici a Energia Quasi Zero (EEQZ), ne fissa i requisiti minimi di prestazione energetica, nonché gli aspetti legati all’attestazione dell’efficienza e l’importanza dell’indipendenza dei valutatori, per dare un panorama anche delle opportunità in materia di incentivi finanziari. Nel campione erano presenti imprese e progettisti, ma anche studenti ed è proprio tra questi ultimi che si evidenzia il maggior numero di risposte negative. L’indagine evidenzia, dunque, che occorre lavorare ancora molto sul grado di sensibilità al tema degli EEQZ e sulle politiche di efficientamento energetico: è quello che Made Expo intende continuare a fare affinché temi così importanti e necessari diventino patrimonio comune. Stando ai dati del Rapporto, le regioni più virtuose sono risultate il Piemonte, in cui il 73,4% dichiara di conoscere la normativa, e il Friuli, che sfiora il 70%. Se si considerano, invece, altri fattori, come ad esempio la sensibilizzazione e le iniziative di promozione e realizzazione

degli EEQZ, è la Puglia a risultare ai primi posti, con un 81,3% di conoscenza della normativa, seguita dal Piemonte con il 76,8% e dalla Sicilia con il 74,4%, a dimostrazione dell’attenzione del sistema pubblico e dell’ente regionale riservata alla sostenibilità. Ma non solo regole e applicazione delle normative. Il Rapporto evidenzia dati interessanti anche in merito alle soluzioni costruttive e tecnologiche più adeguate a raggiungere gli obiettivi 20/20/20, ossia riduzione del 20% delle emissioni di gas a effetto serra, raggiungimento del 20% di ricorso alle fonti rinnovabili e del 20% di risparmio energetico. Il legno è considerato il materiale sostenibile per eccellenza dal 94,1% dei rispondenti - in quanto leggero, economico, sicuro, antisismico, riciclabile, con performance di qualità in tempi rapidi e a costi ridotti, ma la maggioranza percepisce ancora il laterizio come tecnologia più rappresentativa dell’arte del costruire. Inoltre, cresce l’attenzione degli operatori verso i nuovi materiali: il 55% dei rispondenti ritiene che siano destinati a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici. Aumenta poi il consenso verso soluzioni assimilabili alla casa passiva, soprattutto nelle regioni del Nord est e in Friuli, dove il ricorso a tecniche costruttive ispirate alla “passiv haus” tedesca è in forte crescita. Valutazioni positive anche per la normativa sul Piano Casa e i provvedimenti per il rilancio dell’edilizia, che hanno attivato una serie di norme regionali fortemente differenziate fra loro, assumendo efficacia e ampiezza applicativa diverse da territorio a territorio, sia in merito agli in● centivi che alle opportunità di investimento.

Rifiniture 23


pagine 210x290_Layout 1 27/12/12 12.44 Pagina 1


p 25-27 lechner_Layout 1 03/01/13 15.15 Pagina 25

RI MADE EXPO d’

L’innovazione sostenibile fulcro della manifestazione

LA VETRINA INTERNAZIONALE DI MADE EXPO È STATA PER LECHNER OCCASIONE PER PRESENTARE DRENATECH, L’INNOVATIVO PAVIMENTO DRENANTE PER ESTERNI VERSATILE E AMICO DELL’AMBIENTE

C

on 231.729 presenze di cui 31.235 estere, l’edizione del 2012 del Made Expo ha confermato il suo ruolo di polo di riferimento per il settore delle costruzioni e della progettazione, stante la lieve flessione di presenze rispetto all’edizione precedente (-8%), considerabile trascurabile rispetto al generale scenario economico internazionale ancora in difficoltà. Temi conduttori della fiera sono stati l’edilizia e la messa in sicurezza del territorio, l’ecosostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente, il risparmio energetico, le tecnolo-

gie innovative e i materiali performanti. Temi questi sui quali Lechner investe da anni e confermano l’impegno della società, che quest’anno si è presentata al Made con importanti novità, come hanno potuto “toccare con mano” i molti visitatori dei suoi stand. Alla manifestazione milanese, Lechner si è infatti presentata non con uno, ma bensì con due stand: quello istituzionale conosciuto ed apprezzato negli anni per la sua “essenzialità funzionale”, ed il secondo all’interno della manifestazione AAA+A (Architettura

Rifiniture 25


p 25-27 lechner_Layout 1 03/01/13 15.15 Pagina 26

RI MADE EXPO d’

Alimentazione Ambiente e Atletica) a rimarcare che l’impegno di un’impresa moderna non può essere legato unicamente al suo stretto ambito produttivo tradizionale, ma deve sapere “guardare oltre”, anche con investimenti nel campo della sostenibilità. Su questi argomenti Lechner ha dimostrato una particolare convergenza. Da un parte la rinnovata ed ulteriormente consolidata gamma di prodotti chimici - preparatori di sottofondi, adesivi per pavimentazioni resilienti e parquet, vernici e finiture per parquet - dalle alte prestazioni ma dal basso impatto ambientale, certificata da autorevoli organismi internazionali. Made Expo 2012 è stata però la cornice in cui presentare in anteprima nazionale ed internazionale Drenatech®, innovativa pavimentazione per esterni dalle molteplici proprietà: 100% permeabile e drenante, resistente, durevole, versatile, di facile utilizzo, in armonia con il territorio e l’ambiente. Caratteristiche che hanno potuto toccare con mano gli oltre 1000 visitatori dello stand Lechner - Drenatech®, che si aggiungono ad altrettanti operatori del settore (progettisti, imprese, studenti, …) che nei giorni successivi hanno visitato il sito internet istituzionale - www.drenatech.com - lasciando i propri commenti sul nuovo prodotto. Un’affluenza di pubblico e di interesse andata ben oltre le più rosee aspettative, giusto riconoscimento che l’impegno per l’innovazione, meglio se legata alla sostenibilità ambientale del prodotto, porta nel tempo i risultati auspicati.

26 Rifiniture

Permeabile e drenante Drenatech® è l’innovativo sistema di pavimentazione per esterni 100% permeabile e drenante. Grazie alla sua particolare composizione Drenatech® permette all’acqua di confluire naturalmente nel terreno e previene suoi eccessivi ristagni sulla pavimentazione che rendono pericoloso il transito (in abbinamento a Drenatech® SP, è possibile realizzare pavimentazioni drenanti in verticale). Abbinato ad un sottofondo impermeabile (cemento, bitume, piastrelle), Drenatech® garantisce un immediato effetto di drenabilità (orizzontale), permettendo alle acque meteoriche di essere convogliate verso opportuni punti di raccolta e trattamento; prima del loro eventuale scarico nel terreno, come richiesto dalla normativa per il trattamento delle acque meteoriche provenienti da superfici scolanti ad uso produttivo-commerciale.

Resistente e durevole La natura del suo componente principale, la pietra, rende Drenatech® una pavimentazione altamente resistente anche ai “pesi massimi”, senza subire alterazioni con il passare del tempo. I test condotti hanno dimostrato come Drenatech® abbia un grado di resistenza analogo alle pavimentazioni bituminose o in pietra di qualità, con maggiori performance all’attacco da acidi e basi, olii ed idrocarburi, soluzioni e nebbie saline. Drenatech® è resistente alle basse temperature (gelo-disgelo), oltre a non accumulare eccessivo calore alle alte temperature grazie all’alta porosità del prodotto che


p 25-27 lechner_Layout 1 03/01/13 15.15 Pagina 27

Drenatech® può essere realizzato con l’impiego di tipologie diversificate di materiali inerti, differenti per dimensione, forma (ciottolo - granulato) e gamma cromatica

favorisce lo scambio termico continuo. Drenatech® è antiscivolo anche su superficie bagnata, sia per l’utilizzo pedonale, che per quello carrabile.

Versatile e di facile utilizzo Drenatech® può essere realizzato con l’impiego di tipologie diversificate di materiali inerti, differenti per dimensione, forma (ciottolo - granulato) e gamma cromatica. La posa del Drenatech® avviene “a freddo”, con maggiori garanzie in termini di sicurezza per l’applicatore, offrendo a chiunque la possibilità di dare vita facilmente e velocemente a rappresentazioni grafiche anche complesse, conferendo all’opera finale un’immagine ricercata ed elegante. La tecnologia Drenatech® trova impiego nella realizzazioni di pavimentazioni pedonali, ciclabili e nei contesti ad elevato traffico veicolare (strade, parcheggi, …).

Valorizza l’ambiente Drenatech® nasce dal mix di tre elementi, che una volta combinati tra loro, nella giusta proporzione, generano una pavimentazione “inerte”, con rilascio nullo di sostanze nocive per l’ambiente. Il prodotto è compatibile per l’impiego in contesti ambientali protetti e di pregio naturalistico (aree verdi, strade bianche, zone SIC - ZPS - ZSC - ZTL). Drenatech® è il partner ideale in tutti quei contesti con limitazioni all’uso di materiali non eco-compatibili, quali quelli a base bituminosa o cementizia. Grazie alle sue innumerevoli combinazioni cromatiche naturali, Drenatech® si lega perfettamente al paesaggio valorizzandone ulteriormente ● l’aspetto, senza sacrificarne la fruibilità.

Rifiniture 27


p 28-29 liuni_Layout 1 30/12/12 09.04 Pagina 28

RI MADE EXPO d’

Eleganza Green DOPPIA PRESENZA PER LIUNI ALLA MANIFESTAZIONE MILANESE ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E DELLA PERSONALIZZAZIONE. RINNOVATA COMPLETAMENTE L’IMMAGINE AZIENDALE CON NUOVI CATALOGHI E NUOVI MEDIA DI COMNUICAZIONE

A

ll’interno della manifestazione fieristica Made Expo, Liuni, storica azienda di Milano, leader nel settore delle finiture d’interni, si presenta in una doppia veste: Da un lato, con le sue moquette personalizzabili, è sponsor di Smart Village, la fiera nella fiera ,dedicata alle tematiche della sostenibilità, del contenimento e della riqualificazione energetica. Dall’altro, invece, propone uno stand dedicato, ispirato alla tematica “green” infatti sempre molto attenta all’ambiente, l’azienda fornisce prodotti riciclabili e facilmente smaltibili. Il rivestimento a parete,

28 Rifiniture

raffigurante un murale di edera, è stato realizzato per mezzo della stampa digitale in quadricromia ad alta qualità, che consente di personalizzare gli ambiente con immagini prospettiche. Al centro dello stand è stato posato un pavimento della nuova collezione Tatami Create, elegante reinterpretazione del classico Art Deco, mentre a fare da cornice a quest’ultimo è stato impiegato il Fractile, la nuova linea di pavimenti vinilici autoposanti in doghe, caratterizzata da un’estetica accattivante e da un’elevata potenzialità espressiva e di disegno.


p 28-29 liuni_Layout 1 30/12/12 09.04 Pagina 29

La sostenibilità in Liuni si traduce in un allestimento di grande impatto visivo e in una gamma di materiali dalla concezione green

Immagine coordinata Essenzialità ed eleganza sono le linee guida che caratterizzano la nuova linea di campionari e brochure Liuni, che rientrano nel progetto di immagine coordinata, che si aggiunge ad un rinnovato ed intuitivo sito web (www.liuni.com) e alla presenza su alcuni dei più

popolari e interessanti social network. Da quest’anno Liuni ha rafforzato la sua presenza su internet con Liuni Milano, il canale Youtube che raccoglie i filmati realizzati durante le fiere e gli eventi e la condivisione di immagini e contenuti attraverso la fan page Liuni ● SpA, all’interno dell’arcinota community virtuale di Facebook.

Rifiniture 29


p 30-31 oltremateria_Layout 1 30/12/12 09.05 Pagina 30

RI MADE EXPO d’

Le superfici del benessere È QUESTO IL CLAIM CHE IDENTIFICA LA LINEA OLTREMATERIA, UNA GAMMA DI SUPERFICI CONTINUE IN ECOMALTA MONOCOMPONENTE A BASE ACQUA SVILUPPATE SECONDO UN INDIRIZZO GREEN E DI GRANDE IMPATTO VISIVO GRAZIE AI COLORI NATURALI E ALLA TRIDIMENSIONALITÀ E MATERICITÀ DEI MATERIALI

L’

azienda Ecomat srl, titolare dei Brand Oltremateria® ed Ecomalta®, è nata da un gruppo di persone: tecnici e ricercatori operanti da anni nel settore dei materiali innovativi e dei rivestimenti resinosi per pavimentazioni, progettisti con esperienze nel mondo del design e del Green Building. Oltremateria nasce dall’esigenza di costituire una realtà distributiva altamente professionale, dinamica, capace di formare e operare in tutto il mondo, dotata di una profonda conoscenza dei metodi produttivi, applicativi, distributivi e delle tecnologie più avanzate ed eco-sostenibili sul mercato, rivolta ad una clientela di Rivenditori e Professionisti interessati all’utilizzo di sistemi e materiali eco-

30 Rifiniture

compatibili per un basso impatto sull’ambiente. “Pensiamo, progettiamo e realizziamo materiali e sistemi per superfici continue e soluzioni innovative orientate all’ambiente e al miglioramento della salute e della qualità della vita attraverso materiali eco-compatibili per prevenire le principali patologie derivanti dall’inquinamento indoor e outdoor. La nostra visione è rappresentare il Costruire e il vivere Green come nuova filosofia per sistemi di rivestimento e materiali con altissime prestazioni ma basso impatto ambientale, promuovere una migliore qualità dell’abitare e aiutare le persone a vivere meglio”, afferma Loris Casalboni, direttore generale dell’azienda.


p 30-31 oltremateria_Layout 1 30/12/12 09.05 Pagina 31

Rappresentare il costruire e il vivere Green come nuova filosofia per sistemi di rivestimento e materiali con altissime prestazioni ma basso impatto ambientale L’obiettivo di Oltremateria è di soddisfare le esigenze dei propri consumatori e di sviluppare costantemente nuove idee e tecniche applicative con le quali far fronte alle loro aspettative tramandando con continuità quella cultura, aperta alle idee di tutti i collaboratori aziendali. In Oltremateria è proprio il fattore umano l’elemento discriminante per le competenze aziendali, con tutto ciò che questo comporta in termini di valori, aspettative, speranze, idee e creatività.? Il Sistema Oltremateria rispetta l’ambiente perché riduce l’uso di risorse naturali e l’impatto sull’ambiente, non utilizza solventi, cementi e resine epossidiche, riutilizza inerti e minerali di riciclo certificato offrendo un contesto più salubre, rappresenta la soluzione più conveniente anche dal punto di vista economico. Questo modo di rivestire garantisce una vita più sana, oltre a una maggior qualità ed efficienza e migliori performance. Questa attenzione all’ambiente e alla sostenibilità ha portato anche ad ottenete una serie di certificazioni e premi di livello Internazionale, 1° Premio Economia Verde di Legambiente 2012, essere nominati tra le dieci migliori aziende 2012 del settore materiali e servizi innovativi e premiati dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, con l’adesione del presidente della Repubblica, inoltre il sistema Oltremateria fa guadagnare punteggi nella certificazione LEED, siamo inoltre in attesa della prestigiosa certificazione Ecolabel. Un’attenzione che si traduce anche in ricerca stilistica e immagine: la natura stessa dei formulati resinosi a base acqua, e l’utilizzo di materiali di recupero come ad esempio il vetro o i minerali naturali, permette di esprimere un concetto di tridimensionalità

che pochi altri rivestimenti possono offrire; combinazioni originali, da toccare e da vivere, ideali per ogni tipologia di ambiente e di applicazione, soluzioni uniche per dare personalità e carattere a un pavimento, una parete, un oggetto o un mobile. Insomma, al mondo che ci circonda. E proprio il mondo del mobile rappresenta l’ultima frontiera di sperimentazione e di applicazione di Oltremateria: “abbiamo avviato diverse collaborazioni con importanti player dell’arredamento per sviluppare superfici materiche uniche e originali - continua Loris Casalboni - offrendo un prodotto resistente ma di grande impatto visivo, ideale per realizzare ante di mobili, piani cucina o rivestire complementi ed elementi di arredo”. Oltremateria, infatti, oltre a un’eccellente resistenza fisica alla flessione e all’ abrasione della superficie, offre vantaggi quali la certificazione al fuoco Classe 1 e la resistenza a padella calda fino a 105°C (Specifico per i piani di cucine), aprendo di fatto anche a queste applicazioni nuove ● incredibili opportunità stilistiche e decorative.

Rifiniture 31


p 32 lano_Layout 1 30/12/12 09.07 Pagina 2

RI MADE EXPO d’

Servizio e qualità DIVERSE LE NOVITÀ PRESENTATE DA LANO IN OCCASIONE DELLA MANIFESTAZIONE MILANESE PRESSO LO STAND AGENDA, RAPPRESENTANTE PER L’ITALIA DEL MARCHIO BELGA DI PAVIMENTAZIONI

M

ade Expo è una grande vetrina per presentare a un pubblico qualificato di professionisti e progettisti le ultime novità in fatto di materiali, decori e prodotti per l’interior decoration. Una vetrina che Lano utilizza da diverse edizioni per presentare al mercato italiano le ultime proposte di pavimentazioni tessili e i nuovi servizi offerti per una migliore gestione e utilizzo dei prodotti lano. Prima tra tutte la nuova linea Bamboo, collezione di moquette in costruzione velluto (Bamboo luxe) e bouclè (Bamboo weave), realizzata con filato in fibra vegetale di bamboo e caratterizzata da una mano morbida e dall’aspetto serico della superficie. Sono moquettes destinate all’impiego residenziale più esclusivo e alla confezione di tappeti. Anche la collezione Axminster è stata ampliata e arricchita con la possibilità di realizzare disegni personalizzabili a partire dalla quantità minima di produzione di 50 mq Avenue è invece il nuovo programma di passatoie in axminster personalizzabili nel disegno, nei colori e nell’altezza di produzione a partire dalla quantità minima di produzione di mtl. 30,00 Anche Landscaping, la nuova collezione di tappeti erbosi sintetici in polietilene, si rinnova e viene proposta alla clientela con servizio taglio.

Da segnalare inoltre una riorganizzazione all’interno di Agenda, che rappresenta Lano nel nostro paese, che da qualche mese si avvale della preziosa collaborazione del Signor Gino Menghini nelle regioni ● Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria.

Ottimi risultati per Lano a Made Expo, occasione per presentare le ultime novità in fatto di pavimentazioni tessili

32 Rifiniture


pagine 210x290_Layout 1 25/09/12 11.14 Pagina 1

ilil parquet parquet ecocompatibile ecocompatibile made in ital italyy VVintage intage è il par parquet quet che ha riv rivoluzionato oluzionato il modo di intendere intendere e viv vivere ere la pr propria opria casa. casa. LL’’essclusiva clusiva fifinitura nitura m microporosa, icroporosa, llaa sstraordinaria traordinaria nnaturalezza, aturalezza, llaa rresistenza esistenza ddella ella ssuperficie, uperficie, llaa produzione produzione M Made ade iinn IItaly, taly, llaa m manutenzione anutenzione ffacile acile eedd eefficace fficace ccon on oolili nnaturali, aturali, ll’’ecocompatibilità, cocompatibilità, hhanno anno conquistato conquistato migliaia migliaia di di famiglie. famiglie. La La collezione collezione 2012 2012 propone propone nnuove uove ccromie romie ddii aassoluta ssoluta ttendenza endenza in in llinea inea ccon on i ppiù iù aattuali ttuali sstili tili ddell’abitare: ell’abitare: Rovere Rovere CChablis, hablis, Rovere Rovere Softgrace Softgrace e Rovere Rovere Nuance. Nuance.

Gazzotti G azzotti SSpA pA - VVia ia LLame, ame, 2282 82 - 440013 0013 TTrebbo reb bo di di Reno Reno ((Bo) Bo) Tel. +39 +39 www.gazzotti.it Tel. + 39 0051 51 66329611 329611 - FFax ax + 39 0051 51 7701518 01518 - ee-mail: -mail: iinfo@gazzotti.it nfo@gazzotti.it - w ww.gazzotti.it

0 0


pagine 210x290_Layout 1 25/09/12 10.57 Pagina 1


p 35 montecolino_Layout 1 30/12/12 09.08 Pagina 35

RI MADE EXPO d’

Una gamma infinita MADE EXPO È L’OCCASIONE PER MONTECOLINO PER MOSTRARE LA GAMMA COMPLETA DI PRODOTTI PER RIVESTIMENTO E PAVIMENTAZIONE, DA ANNOVERARE OGGI TRA LE PIÙ AMPIE E COMPLETE NEL PANORAMA DEL CONTRACT

M

ade Expo è il palcoscenico ideale per presentare tutti gli oltre 250 prodotti proposti dalla Montecolino tra cui si possono trovare pavimentazioni agugliate, moquette tufting, pavimenti in PVC, erbe sintetiche decorative e sportive, passatoie tra cui anche la maggior parte su misura, una gamma completa di prodotti studiati per gli ingressi, tutte le possibilità di personalizzazione mediante stampa, tessuti per l’allestimento fieristico, tappeti, quadrotte, ecc. Le motivazioni che stanno alla base della decisione di partecipare a questa fiera sono da ricercare nella consapevolezza di essere l’azienda che, in fatto di pavimenti tessili per interni ed esterni, può vantare la collezione di prodotti più ampia sul mercato europeo, e nel fatto che al Made Expo è possibile riunire tutta la clientela dai general contractor agli allestitori fieristici, dai rivenditori al dettaglio alla grande distribuzione, dai progettisti agli artigiani posatori. Nico e Luca Fontana: “partecipiamo a questa fiera perché abbiamo deciso di combattere la crisi investendo e credendo nel nostro lavoro, questa fiera è la vetrina ideale per la vastità di collezioni che abbiamo messo a punto in oltre quarant’anni di lavoro ed è

l’appuntamento ideale per presentare tutte le novità di prodotto e di processo al mercato italiano. Gli investimenti anche quest’anno sono stati importanti: abbiamo messo a punto una nuova collezione di tappeti d’arredamento, arricchito la gamma di prodotti per zerbinature inserendo prodotti altamente tecnici, abbiamo creato una collezione di passatoie su misura e abbiamo ampliato e arricchito le collezioni di erbe sintetiche decorative e moquette. Far entrare 250 articoli in uno stand è sicuramente uno sforzo incredibile ma cosa volete che sia per un’azienda che garantisce la disponibilità in magazzino di tutti i 250 prodotti”. www.montecolino.it

250 articoli, sempre pronti a magazzino, rappresentano la capacità di Montecolino di supportare il mercato all’insegna della qualità e del servizio

Rifiniture 35


p 36-37 green home_Layout 1 30/12/12 09.08 Pagina 36

RI MADE EXPO d’

Una seconda edizione da record GREEN HOME DESIGN 2012: OLTRE IL SUCCESSO NEL SEGNO DELL’ARCHITETTURA SOSTENIBILE. L’INSTALLAZIONE ORGANIZZATA DA MY EXHIBITION IN COLLABORAZIONE CON MADE EXPO CONFERMA LA FORMULA VINCENTE DELLA PRIMA EDIZIONE PORTANDO ESEMPI CONCRETI DI ARCHITETTURA SOSTENIBILE

U

no spazio letteralmente preso d’assalto dal pubblico ha decretato il successo della seconda edizione di Green Home Design, abitare il presente, la mostra espositiva sull’architettura, sull’edilizia sostenibile e sull’efficienza energetica organizzata da My Exhibition in collaborazione con Made Expo e patrocinata da Green Building Council. 13.238 i visitatori nel complesso, di cui 10.976 gli operatori del settore, con un incremento del 20% rispetto all’edizione del 2011. 1.985 gli operatori esteri che rappresentano il 15% delle presenze totali. Notevoli anche i dati della preregistrazione on line sul sito www.hsdesign.it con oltre 2.000 registrazioni pervenute, ed enormi i numeri della visitazione del sito internet da tutte le parti del mondo. Da segnalare inoltre la presenza degli oltre 200 giornalisti accreditati dall’ufficio stampa e l’attenzione dei media generalisti e specializzati, con passaggi televisivi che hanno messo in onda le riprese dello spazio espositivo e le dichiarazioni dei principali protagonisti che hanno par-

36 Rifiniture

tecipato alla sua realizzazione. Il merito va al format innovativo che ha puntato sulla funzionalità di edifici ecosostenibili, offerto spunti di dibattito su tematiche del costruire e del vivere contemporaneo all’insegna della salvaguardia ambientale. Green home design ha ospitato, su una superficie di 1600 mq, tre case, un asilo, una sala convegni e una zona lounge con Bio bar, vere e proprie strutture prefabbricate costruite in scala 1:1. Artefici della progettazione, Aldo Cibic, Marco Piva e Massimiliano Mandarini che hanno dato la loro interpretazione all’architettura del presente attraverso progetti che coniugano ricerca estetica, funzionalità e soluzioni energeticamente efficienti. “Siamo molto soddisfatti del lavoro che abbiamo svolto per questa edizione” afferma l’amministratore delegato di My Exhibition, Carlo Matthey. “I risultati che stiamo raccogliendo oggi premiano l’impegno e la dedizione del nostro team. I numeri di oggi sono un grande stimolo per guardare al futuro e alle prossime edizioni della manifestazione”.


p 36-37 green home_Layout 1 30/12/12 09.09 Pagina 37

Green home design ha ospitato, su una superficie di 1600 mq, tre case, un asilo, una sala convegni e una zona lounge con Bio bar, vere e proprie strutture prefabbricate costruite in scala 1:1

Notevole successo anche per i workshop tematici. “La forte integrazione tra prodotto, design e ambiente ha evidenziato il valore della progettazione sostenibile con particolare attenzione all’involucro, ai materiali e ai costi accessibili di realizzazione e manutenzione” - conclude Matthey - “è stata elemento fondamentale per offrire ai visitatori soluzioni architettoniche a elevata efficienza energetica”. Diversi i sistemi costruttivi impiegati per le realizzazioni: il legno - che trattiene il caldo d’inverno e il fresco d’estate riducendo di conseguenza i consumi energetici-, la calce e la canapa - un mix che da vita a un ottimo isolante termico -, lo xlam - un sistema che prevede un multistrato lamellare in legno con cui è possibile erigere edifici fino a 9 piani, così come l’acciaio. Tutti materiali che contribuiscono a creare abitazioni a basso impatto ambientale.

Green Building Council È un’associazione no profit impegnata a favorire e accelerare la diffusione di una cultura dell’edilizia sostenibile, a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sull’impatto che le modalità di progettazione e costruzione degli edifici hanno sulla qualità della vita dei cittadini e a fornire parametri di riferimento chiari agli operatori del settore oltre che a incentivare il confronto tra gli operatori del settore creando una com● munity dell’edilizia sostenibile.

A sinistra, La Green Kinder House, esempio di asilo sostenibile secondo l’approccio LEED. In alto, Coltivare una Casa, sperimentazioni sui sistemi costruttivi innovativi Sopra, Space For Life, piccole residenze modulari in classe A.

Main Sponsor Ceramica Cielo ● Equilibrium ● Gruppo Euromobil ● Innova Build® ● Lea Ceramiche ● Legnolandia ● Newform ● Oikos Paint ● Starenergia

Sponsor Aderma Locatelli ● Altamarea® ● Alulife® ● Arrital ● Baldelli ● Basi Achille ● Cadorin Group™ ● Carretta Serramenti Dal 1930 ● Ceramica Sant'agostino ● Clei ● D Line As ● E-Tropolis Italia ● Sig Solar Italia ● Euro-Fer ● Giorgio Senatore ● Glass Idromassaggio ● Glip® ● Greenbiz® Italia ● Andromedia ● Greenwood® ● Hydroplants Landscapes Design® ● Idral ● Il Giardino Di Legno ● I-Radium ● Isaff/New Fontanili ● Isoglass ● Knauf ● Listone Giordano® ● Marca Corona 1741 ● Marmi Faedo ● Martini Luciano ● Master Green ● Matrix Visual ● Oltremateria ● Peverelli ● Pratic® ● Saidel ● Sailmaker Outdoor ● Indoor ● Sistem® Costruzioni ● Snaidero ● Vimar ● Vitra ● Vitrum By Think Simple

Rifiniture 37


p 38-39 made showcase_Layout 1 30/12/12 08.53 Pagina 38

RI MADE EXPO SHOWCASE d’

CADORIN: SPINA A 45° La produzione dei listoni in maxi dimensioni si trasforma in Moduli di Listoni. Liste di dimensioni ma anche di lavorazioni e colori differenti si uniscono fino a creare un parquet simile ad un affascinante puzzle. È l’ultima collezione presentata da Cadorin al MADE Expo 2012: “Moduli di Listoni”. La linea, possibile grazie ad una tecnologia innovativa unita all’abilità artigianale conservata da oltre un secolo dall’azienda di Possagno, punta tutto sull’innovazione, la personalizzazione, la creatività superando le limitazioni dei tradizionali quadrotti o spine di parquet già esistenti. Prima di tutto non solo estetica: la stabilità del parquet è garantita dalla struttura Tre strati Top, ovvero da tre strati di legno massiccio incrociato, vero e proprio biglietto da visita del parquet Cadorin. Il “tradizionale” parquet a spina di pesce con Cadorin assume un volto del tutto inedito. La Spina a 45° viene prodotta in listoni Tre strati acconsentendo formati di diverse dimensioni, anche notevoli in larghezza. Allo stesso modo, è possibile giocare con abbinamenti fra parquet di lavorazioni e tinte diverse, per creare una superficie “patchwork” decisamente originale e d’effetto. In quest’ultimo caso si abbandona la classica conformazione del parquet a spina di pesce formato da stretti e lunghi tasselli e il pavimento assume, grazie a moduli più larghi e colorati, un’anima moderna e contemporanea.

WINDMÖLLER: NOVITÀ MADE EXPO Questo autunno Windmöller presenta una vera novità: DesignLine Connect in grande formato, l’ultra-moderno nuovo stile country proposto in tavola singola con formato extra largo e lungo in finiture legno attuali e contemporanee. Il maxiformato 1505x235 mm viene declinato in 12 varianti ultra-moderne come quercia, vintage e effetto segato, con sfumature dal chiaro allo scuro: la soluzione perfetta in applicazioni private o commerciali, in nuove costruzioni e nelle ristrutturazione. Country moderno lo abbiamo definito, in grado di dare calore e carattere ad ambienti quali soffitte e loft, una tipologia di appartamento quanto mai attuale e di moda, grazie ai disegni attraenti con la loro superficie autentica, in bianco, naturale, o con le sfumature di grigi in grado di entusiasmare progettisti e privati allo stesso modo. Altra novità “PURline eco”, il primo pavimento ecologico a base di poliuretano, con il 90 percentuale di materie prime rinnovabili. Dopo un’intensa attività di ricerca, la società è riuscita a sostituire materie prime petrolchimiche con quelle biochimiche e sviluppare una superficie in PU senza sostanze nocive che rendono sicure e salubri le nostre abitazioni.

38 Rifiniture

BESANA MOQUETTE: LINEA QUADROTTE Certificata in Classi di resistenza Heavy Contract Carpet e 33 Heavy Commercial Use, Quadrotte è la proposta Besana per pavimentazioni con alto traffico e pedonabilità: uffici, punti vendita, spazi aperti al pubblico, stand espositivi. Le diverse soluzioni (quattro modelli) e la gamma di colorazioni (per un totale di 18 varianti complessive) permettono di comporre Quadrotte in modo personalizzato, per definire spazi e percorsi ed evidenziare la varie aree operative. Quadrotte è fornite in quadri da 50x50 cm per un trasporto comodo e una posa semplice e veloce per risparmiare tempo e denaro. Quadrotte è sicura con reazione al fuoco in Classe Bfl-s1.


p 38-39 made showcase_Layout 1 30/12/12 08.53 Pagina 39

H2ART: DECORAZIONE MURALE H2art, la linea di prodotti ecocompatibili per la decorazione murale, coperti da brevetto internazionale, sbarca a Made Expo con uno stand dinamico e interattivo. Missione: mostrare ai visitatori in fiera la filiera produttiva che, partendo dall’ideazione dell’immagine, trasforma i pigmenti di colore in decorazioni uniche, caratterizzate da traspirabilità, massima personalizzazione e un tocco deciso di creatività. Protagoniste indiscusse del percorso creativo (articolato in quattro fasi) le prime due linee ideate dall’azienda Wall Ideas per la decorazione personalizzata di superfici murali: H2art Ego, ideale per la decorazione di qualsiasi ambiente domestico grazie alla massima personalizzazione dei colori, forme e dimensioni; H2art opera, per decori ad alto impatto sensoriale caratterizzati dall’elevata matericità degli effetti decorativi e dei rivestimenti a spessore.

EFFEITALIA: SUPERFICI CREATIVE Doppio spazio per la decorazione di interni per Effeitalia: da un lato i rivestimenti murali di Arte e Omexco, contraddistinti da una attenta ricerca stilistica e materica, in grado di offrire decori e stili moderni e classici nel contempo (con un forte impatto sensoriale dato dalla matericità dei prodotti), nonché delle numerose proposte di tessuti d’arredamento distribuiti dall’azienda lombarda; dall’altro uno spazio dedicato alle proposte originali e uniche di 2Tec2, la pavimentazione vinilica in quadrotte e teli frutto di una grande ricerca materica e tecnica che si presta, per il suo effetto tessile, a vestire ambienti di diversa destinazione d’uso, dagli uffici ai negozi, dagli alberghi alle abitazioni, unendo sempre prestazioni e massimo confort.

OIKOS: GREEN FACADE Nei giorni del Made, Oikos ha presentato una nuova declinazione del “senso della materia”. Dopo aver lavorato su colore e materia per l’architettura sostenibile negli interni, Oikos coniuga le proprie texture con una soluzione innovativa per gli esterni e non solo. Oikos Green Facade è un nuovo sistema di isolamento ideato nell’ottica di integrare il risparmio energetico con design nel massimo rispetto della sostenibilità ambientale. Naturalmente la finitura della facciata sarà realizzata con le texture innovative che fanno parte del “senso della materia” di Oikos. Al Made Expo, Oikos era main sponsor di Green Home Design e ha partecipato alla realizzazione dei progetti di casa sostenibile degli architetti Marco Piva, Massimo Mandarini e Aldo Cibic, presentando il proprio sistema di risparmio energetico Oikos Green Facade. Il sistema risparmio energetico Green Facade Oikos era presente anche presso lo spazio AAA+A con la presentazione della coibentazione di un container. E sempre nelle giornate milanesi del Made Expo, Oikos ha animato incontri e dibattiti sul colore, la materia e l’architettura, partecipando alle Pillole di Architettura in collaborazione con Il Sole 24 Ore, agli incontri promossi dall’AIPI, da AAA+A e DDN.

Rifiniture 39


p 40-41 dossier serramenti_R ATTUALITA' 30/12/12 09.10 Pagina 40

RI DOSSIER PORTE E SERRAMENTI d’

Anfit: lettera a Tajani In data 20 Ottobre 2012 si è conclusa la manifestazione fieristica di Made Expo 2012, evento di grande spicco nel panorama del mercato dei serramenti in Italia, al quale A.N.F.IT., pur invitata, ha deciso all’unanimità di non partecipare in quanto già patrocinante il prossimo Saie3, che si terrà a Bologna dal 28 Febbraio al 02 Marzo 2013. Il direttore, Piero Mariotto, andato in visita al Made Expo 2012 ha potuto verificare di persona, tra gli espositori produttori di serramenti in PVC, la presenza di oltre 15 aziende provenienti dai paesi dell’Est contro la ridottissima presenza di aziende di settore italiane. Grazie ad un’informativa della stampa specializzata siamo venuti a conoscenza di una lettera/esposto indirizzata alla Commissione Europea dalla VFF, la più grande associazione tedesca che riunisce produttori di serramenti di tutti i materiali, ed anche la più grande associazione di categoria a livello europeo. Nella loro lettera la VFF, nella persona del Direttore, Ulrich Tschorn, denuncia un utilizzo di fondi europei destinati allo sviluppo da parte del Ministero dell’Economia polacco a supporto dell’attività di export dei serramentisti polacchi, che si trovano dunque avvantaggiati, rispetto ai produttori italiani, potendo utilizzare tali fondi anche per partecipare a manifestazioni fieristiche di settore. Trovandoci in completo accordo con i colleghi tedeschi abbiamo a nostra volta inviato una simile missiva di denuncia all’Onorevole Antonio 40 Rifiniture

Tajani, Vicepresidente italiano alla Commissione Europea. Di seguito il testo della lettera: Illustrissimo Onorevole Antonio Tajani, A.N.F.IT. (ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER LA TUTELA DELLA FINESTRA MADE IN ITALY) è l’associazione nazionale che riunisce alcune tra le più importanti aziende italiane di produzione di serramenti in PVC. Lo scopo primario dell’Associazione è la tutela del mercato italiano e della filiera di produzione di qualità italiana nel rispetto delle norme cogenti (marcatura CE), di riferimento del settore serramentistico (UNI ed UNI EN ed UNI EN ISO) e nel rispetto delle verifiche sulla qualità imposte dall’Ente Terzo di riferimento dell’Associazione. Con la presente siamo a denunciare, in completo accordo con quanto recentemente segnalato alla Commissione Europea dai nostri colleghi serramentisti tedeschi dell’Associazione VFF, l’utilizzo di fondi Europei per un importo di circa 1,5 milioni di Euro da parte del Ministero dell’Economia polacco a supporto dell’attività di export dei serramentisti polacchi che hanno deciso di incrementare l’esportazione in mercati selezionati, tra i quali l’Italia. Il fondo cui i produttori polacchi possono attingere può essere usato, tra le altre cose, anche per la partecipazione a fiere di settore e promozione in genere. Il caso eclatante di Made Expo 2012, con la partecipazione contemporanea di oltre 15 aziende dell’area polacco-balcanica, è l’ultimo di una lunga serie che da oltre quattro anni ci vede facile territorio di conquista a scapito della produzione nazionale, già in grande difficoltà. A.N.F.IT. ritiene che la disponibilità di questi aiuti concessi dall’Europa al Go-

verno Polacco e da esso ridistribuiti alle loro aziende per aumentare la loro attività di export, sia lesiva della concorrenza e vada a scontrarsi con quanto espresso nell’art. 107 del Trattato Europeo, in quanto, nel mercato italiano dei serramenti, già in recessione di oltre il 20% sul proprio fatturato, le aziende europee che possono accedere ad aiuti statali per le attività di promozione e a supporto delle loro attività di export registrano un oggettivo vantaggio rispetto alle aziende italiane, che invece non ricevono aiuti dal loro governo, falsando e minacciando di fatto la libera concorrenza. Certi di un Suo interessamento presso la Commissione competente e fiduciosi che comprenda la gravità del problema per il comparto da noi rappresentato, che fornisce lavoro e sussistenza a migliaia di famiglie, restiamo in attesa di un Suo cortese cenno di riscontro e, con l’occasione, Le porgiamo il saluto nostro e dei nostri Associati. Il Presidente Paola Tonini

Bologna capitale dell’outdoor Da tempo Bologna si interroga su quale arredo urbano rappresenti una corretta qualificazione del centro storico. Il confronto sui dehors dei pubblici esercizi è dunque di stretta attualità. Proprio in ragione di questo il Comune di Bologna ha provveduto a redigere un nuovo Regolamento sui dehors, che dal prossimo anno introdurrà norme e soluzioni chiare per disciplinare tale materia e che potrebbe rappresentare un riferimento anche per altre realtà, in Italia e all’estero. Ne scaturirà un profondo cambiamento, su larga scala, le cui dinamiche vanno comprese, progettate e condivise e che, nell’arco del solo 2013, rappresenta anche un grande valore economico, stimato in circa 20 milioni di euro di spesa complessiva, per adeguare o istallare oltre 600 strutture esterne per pubblici esercizi. Da qui l’idea di Bologna Fiere e del Gruppo Sabatini - organizzatore di Saie3, il Salone della filiera di produzione del serramento e delle finiture di interni ed esterni che si svolgerà presso Bologna Fiere dal 28 febbraio al 2 marzo 2013 - di realizzare, in collaborazione con il Comune di Bologna, un grande appuntamento che focalizzi l’attenzione sull’arredo urbano in relazione alle imminenti novità. L’evento, parallelo e complementare a Saie3, sarà in


p 40-41 dossier serramenti_R ATTUALITA' 30/12/12 09.10 Pagina 41

Saranno largamente coinvolti i media, sia le testate specialistiche e di design, sia quelle più generaliste, per sottolineare la portata dell’evento. Il progetto è ambizioso e con tempi di realizzazione rapidi. Solo così sarà possibile candidare Bologna ad interpretare un ruolo di riferimento per idee e progettualità legate all’Outdoor. ●

grado di coinvolgere tutti gli attori protagonisti di questo processo e di concentrare l’attenzione internazionale in materia di Outdoor su Bologna, che vuole essere città modello, in cui il cambiamento è possibile e rapidamente realizzabile grazie alla collaborazione e a un confronto aperto. Per fare di Bologna la Capitale dell’Outdoor sono già state ideate le prime fondamentali iniziative: ● Con riferimento alle piazze e strade pedonalizzate o ad alta pedonalità individuate dal Comune di Bologna, gli organizzatori di Saie3, in collaborazione con gli esercenti, intendono realizzare ed esporre, dal 26 febbraio al 10 marzo 2013, modelli di nuovi dehors, in particolare quelli di tipo B e C come da Regolamento, ovvero quelli con allestimento più complesso. ● I progetti-prototipo di dehors da istallare verranno selezionati con cura per fornire esempi che rispondano pienamente ai nuovi criteri normativi e all’esigenza di compatibilità tra qualità e patrimonio artistico. ● Il Comune di Bologna promuoverà un convegno che avrà come tema di fondo l’arredo urbano, la sua futura trasformazione, l’incidenza sulla città, con specifici approfondimenti sui dehors dei pubblici esercizi del comparto food, al quale verranno invitati gli altri Comuni italiani per un confronto nel merito.

ift Rosenheim partner di Klimainfisso Il prestigioso Istituto tedesco terrà un workshop incentrato sulla protezione solare, ma anche sui sistemi di regolazione di luce e apporto solare, sulla etichetta energetica dei serramenti e sulle complesse relazioni tra vetrazioni, facciate e ombreggiamento. Si arricchisce il carnet degli appuntamenti e dei partner di Klimainfisso, la fiera di Bolzano dedicata alla filiera del serramento, con la prestigiosa partecipazione dell’ift Rosenheim, l’Istituto di ricerca e di certificazione più noto al mondo nel settore dei serramenti, delle facciate e dei vetri. E’ lo stesso direttore dell’ift in persona, prof. Ulrich Sieberath, a darne notizia: “Con piacere aderiamo a Klimainfisso, Fiera internazionale della filiera produttiva del serramento mettendo a disposizione di espositori e visitatori il nostro know-how e competenze. L’Italia è un mercato importante per ift Rosenheim per l’elevato numero di clienti e di produttori attenti all’innovazione”. Ma lo sguardo di Sieberath è rivolto al futuro: “Noi sappiamo che nei prossimi anni una parti-

colare attenzione sarà rivolta non solo al miglioramento dell’isolamento termico e all’impiego dell’energia solare ma anche alla protezione solare estiva. Per questo l’ift Rosenheim ha ideato uno schema di classificazione energetica per i serramenti esterni che tiene conto sia della capacità di isolamento termico che della protezione da irraggiamento solare”. E’ noto che un efficace sistema di ombreggiatura rende possibile ridurre i costi degli impianti di condizionamento. Agli schermi oscuranti quali avvolgibili, scuri, persiane e veneziane sono affidate molteplici e complesse funzioni: devono proteggere dal sole, ridurre gli apporti solari e nel contempo contrastare le spinte del vento, proteggere dai raggi UV, resistere alle rotture. “Per queste ragioni, grazie alla collaborazione con Fiera Bolzano, - spiega il prof. Sieberath - abbiamo deciso di essere presenti a Klimainfisso con un workshop incentrato proprio sulla protezione solare. L’evento ci darà lo spunto per informare gli operatori sui sistemi di regolazione della luce e del calore solare, sulle etichette energetiche e sulle complesse relazioni tra vetrazioni, facciate e ombreggiamento”. L’evento, fissato per l’8 marzo 2013, sarà occasione di riflessione sulle tendenze a livello europeo. In tutta Europa infatti gli esperti stanno studiando soluzioni per la protezione solare per il miglioramento dell’isolamento termico mentre la Germania rende addirittura più rigidi i parametri contenuti nel nuovo ordinamento per il risparmio energetico (EnEv 2013).

Hörmann sulla cima dell'Everest A fine marzo, il 54enne Arvid Lahti ha raggiunto il campo base ai piedi del Monte Everest. Dopo una breve fase di acclimatizzazione, l'amministratore di Brødr. Lahti Trevarefabrikk AS ha intrapreso il difficile viaggio verso la vetta, attraverso i quattro campi. Qualche giorno addietro l'appassionato alpinista, che ha già scalato con successo molte vette tra i cinquemila e i seimila metri di altezza - e addirittura il Cho Oyu con i suoi 8.188! - ha raggiunto il “tetto del mondo”, il punto più alto della terra. Fortunatamente, anche la pericolosa discesa è andata a buon fine e, al colmo della felicità, l’alpinista è rientrato a Masfjorden in Norvegia, nella sua città d'origine. “È stato un lungo viaggio che si è rivelato più difficile di quanto potessi immaginare” commenta Lahti. “Avevo letto alcuni racconti delle esperienze di altri scalatori che avevano raggiunto la vetta ma devo ammettere che l'impresa è stata più ostica di quanto ogni lettura avesse potuto rivelare.” “È un sogno che si è realizzato, un momento che ricorderò per tutta la vita. Scalare il Monte Everest è il top per la maggior parte degli scalatori e raggiungere la vetta godendosi il panorama su tutto il mondo è una sensazione impareggiabile” racconta. Lahti ringrazia Hörmann per il contributo fornitogli. “Senza un tale sponsor alle spalle mi sarebbe stato impossibile finanziare questa spedizione; è solo grazie a Hörmann che ho raggiunto la vetta. La bandiera Hörmann piantata sull’Everest rappresenta la mia più grande riconoscenza verso l’azienda.”

Rifiniture 41


p 42-45 showcase serramenti_Layout 1 30/12/12 09.11 Pagina 42

RI DOSSIER PORTE E SERRAMENTI d’

FAKRO: A MADE EXPO La stessa filosofia che ispira Made Expo trova nel gruppo Fakro il perfetto interlocutore, nell’offrire prodotti di altissima qualità per soddisfare le esigenze dei clienti di tutto il mondo, mettendo tra le priorità l’abitare lo spazio, la sicurezza delle persone nell’ambiente domestico e la tutela dell’ambiente usando solo materiali riciclabili e sicuri, che contribuiscono al risparmio energetico e alla salvaguardia dell’ambiente con un’attenzione particolare al design e alla funzionalità. Tra le novità la Finestra anti fumo: il sistema consente l’apertura automatica o manuale (con un tasto di emergenza) della finestra per l’evacuazione del fumo e dei gas tossici e del calore sprigionato a causa dell’incendio. Consentendo il mantenimento delle vie di evacuazione libere dal fumo, agevola lo sfollamento delle persone presenti all’interno dell’edificio e l’intervento dei vigili del fuoco per localizzare e spegnere l’incendio. La finestra da tetto super-termoisolante FTT U8 Thermo: un serramento da tetto progettato in conformità con i requisiti degli edifici passivi. L’innovativa tecnica di costruzione assicura ottimi parametri, garantendo il massimo risparmio energetico. Il coefficiente Uw = 0,58 W/m2K rende la finestra FTT Thermo U8 un serramento da tetto con le prestazioni tecniche tra le migliori disponibili sul mercato. La finestra viene consegnata ed installata con il raccordo EHV-AT Thermo e il raccordo permeabile XDK.

TRE-PIÙ: DIVISORI D’AMBIENTE Pavilion nasce da un’idea di Antonio Citterio per TRE-Più di creare un sistema di divisori d’ambiente. Oggi Pavilion si evolve dando vita a Pavilion Libro. Le ante scorrevoli possono essere anche con apertura a libro, così da minimizzare gli ingombri e offrire la possibilità di molteplici varianti d’installazione e di idee. Pavilion Libro è adatta a tutti gli ambienti grazie alle sue innumerevoli combinazioni di profili e cristalli, le creazioni di sistemi al millimetro permettono l’installazione in qualsiasi struttura architettonica mantenendo la leggerezza e l’eleganza di Pavilion. Pavilion Libro si integra alla perfezione con la novità riguardante la boiserie, design Antonio Citterio, Continuum Closet. Speciali doghe offrono la possibilità di inserire elementi quali mensole e appendiabiti per creare esclusive cabine armadio, librerie e vani porta oggetti in continuità con la boiserie Continuum. Pavilion Libro e Continuum Closet sono una novità assoluta di TRE-Più per agevolare e massimizzare l’arredamento di ogni tipologia d’ambiente con un prodotto di elevata qualità, prodotto interamente in Italia grazie alla tradizione e al know how acquisito negli anni da TRE-Più.

42 Rifiniture

UNIFORM: A KLIMAINFISSO Hanno le idee chiare alla Uniform, il produttore di sistemi per serramenti in legno e legnoalluminio, di Minerbe (VR) riguardo alla partecipazione a Klimainfisso. “Abbiamo deciso di partecipare – affermano – per il carattere B2B (business-tobusiness) dell’evento e perché sarà un’importante occasione di incontro per l’intera filiera del serramento”. E aggiungono: “La fiera darà ampio spazio al tema del risparmio energetico e del recupero edilizio, ambiti questi che ci hanno sempre visti in prima linea grazie alla progettazione e realizzazione di prodotti altamente innovativi e tecnologicamente avanzati”. E il contributo alla crescita del settore verrà anche dalla presentazione di nuovi e più performanti prodotti. Uniform presenterà il sistema legno-Termoscudo-alluminio, una nuova tecnologia brevettata che permette di elevare notevolmente l’isolamento della finestra in legno-alluminio e di ridurre i tempi di assemblaggio. Lo staff della Ricerca e Sviluppo di Uniform lascia trapelare qualche ulteriore indiscrezione: “Sarà un prodotto dal design moderno, dalle geometrie lineari e dalle ottime prestazioni. Un vero e proprio ‘concept rivoluzionario’ brevettato che segnerà un grande passo avanti nel mondo dei sistemi per serramenti”.


p 42-45 showcase serramenti_Layout 1 30/12/12 09.11 Pagina 43

EFFEBIQUATTRO: TRENDY L’ultima novità a marchio Contract proposta da Effebiquattro è Trendy. Presentata in anteprima al Made Expo 2012, la nuova linea di porte è disponibile in melaminico nei colori conchiglia, grigio mare, frassino moirè, bianco e frassino bianco e ha nella reversibilità il suo punto di forza principale. Trendy è la nuova porta progettata da Effebiquattro per chi non vuole rinunciare alla scelta di colori abbinabili all’arredamento più moderno. Si affianca alle collezioni Easy e Residence a marchio Contract ed è proposta nelle versioni a battente, scorrevole interno, esterno muro e pieghevole. I dettagli estetici sono stati studiati con cura e raffinatezza, come il telaio raggio 30 dalla linea morbida, ma decisa che esalta la semplicità della porta. E’ disponibile in quattro colori di grande tendenza, conchiglia, grigio mare, frassino moiré ,bianco liscio e frassino bianco. La porta è disponibile in tredici modelli e si accostano alla linea cieca liscia, modelli con fermavetri che evidenziano la bellezza del cristallo o dell’anta monocolore. Elementi di pregio come l’anta reversibile senza battuta e la serratura magnetica ne fanno una porta innovativa. L’ottima capacità di resistenza e la linea fresca e giovane la rendono una porta di facile manutenzione, sicura e particolarmente adatta per ambienti moderni e ricercati. La porta è disponibile in tredici modelli e si accostano alla linea cieca liscia, modelli con fermavetri che evidenziano la bellezza del cristallo o dell’anta monocolore. Le dimensioni sono: 60/65/70/80/85/90 x 210 cm nella versione ad un’anta e 120/140/160 x 210 cm in quella a due ante.

GLAS MÜLLER VETRI: A KLIMAINFISSO Azienda di primo piano nel panorama italiano della trasformazione del vetro Glas Müller Vetri non poteva mancare all’appuntamento di Klimainfisso 2013. E non solo perché la fiera si tiene nella città in cui opera da più di 103 anni ma soprattutto perché, affermano in azienda, “è per noi un “must” partecipare a una fiera pensata specificamente per i nostri clienti: serramentisti, costruttori metallici, falegnami”. L’offerta di Glas Müller Vetri sarà costituita soprattutto dai vetri isolanti multifunzionali in grado di soddisfare “ogni esigenza prestazionale, soprattutto nell‘ambito della riqualificazione energetica degli edifici”. Klimainfisso sarà anche una perfetta occasione per presentare l’ultima novità. È l’EPD-Environmental Product Declaration, la dichiarazione ambientale di prodotto rilasciata da parte dell’ift Rosenheim. Un’attestazione che dimostra la sostenibilità ambientale delle vetrate multiple, doppie e triple, ad elevate prestazioni installate in finestre, porte, facciate, tetti e pareti divisorie. Glas Müller Vetri è il primo produttore italiano, e uno dei primi in Europa, a ottenere l’EPD per questi prodotti.

OIKOS:TEKNO IN ADI DESIGN INDEX 2012 Ancora un illustre riconoscimento in casa Oikos, azienda veneziana che da oltre 20 anni produce porte blindate dai forti connotati innovativi ed estetici. Con estremo entusiasmo Oikos ha replicato l’esperienza vissuta nel 2011 con Synua Vela, la blindata scorrevole che, dopo essere stata selezionata nell’ADI Design Index 2010, è stata successivamente insignita della Menzione d’Onore Compasso D’oro ADI - XXII edizione. La tecnologica Tekno, presentata al mercato lo scorso ottobre durante il Made, è stata scelta per la pubblicazione nel volume ADI Design Index 2012 che, insieme alle eccellenze raccolte nei volumi 2011 e 2013, concorrerà all’assegnazione del premio Compasso d’Oro ADI, ambito riconoscimento europeo che da oltre 50 anni premia prodotti, servizi e metodi di lavoro in grado di rappresentare l’eccellenza del design italiano evidenziandone le finalità di “motore innovativo” della società e del vivere quotidiano. E decisamente innovativa è Tekno, nata dalla collaborazione di Oikos con i designer Adriani&Rossi, che si distingue per le altissime prestazioni e per l’elevata versatilità. Innanzitutto non ha cerniere a vista, condizione che ne consente la perfetta complanarità a parete, raso muro o con cornice. Può essere rivestita con un elevato numero di materiali, colori e finiture, essere realizzata a pannello unico o a settori, o andare abbinata a un fianco luce in vetro blindato senza per questo perderne in sicurezza. Presenta una altissima resistenza al fuoco, certificata EI90, che ne rende possibile l’installazione in situazioni che richiedono l’ottemperanza di rigide norme antincendio consentendo addirittura di evitare il ricorso in corridoi e vani scale di antiestetiche porte tagliafuoco.

Rifiniture 43


p 42-45 showcase serramenti_Layout 1 30/12/12 09.11 Pagina 44

RI DOSSIER PORTE E SERRAMENTI d’

ALIAS: OGNI PORTA UN’OPERA UNICA Alias, sempre attenta alle mode e alle tendenze del design, propone quest’anno una versione di Flat, declinata in nuove soluzioni. Pensata per poter essere inserita seguendo le novità dell’abitare moderno, Flat unisce un alto livello estetico, varie possibilità di personalizzazione ad eccellenti caratteristiche prestazionali. Flat Swarovski: una collaborazione particolare, per una porta esclusiva. Alias firma una porta che diventa un elemento unico, di grande impatto scenografico. I cristalli di luce Swarovski possono essere inseriti sulla porta, creando un effetto luminoso, che impreziosisce e rende unica il pannello su cui si trova, specialmente con la finitura laccata lucida nera o rossa; Flat Infinity: anche questa novità 2012, è un progetto che permette di modificare unicamente l’altezza interna utilizzando un sopraporta fisso in perfetta continuità con il pannello del blindato e la parete su cui appoggia. Flat infinity con High Flat, la cui caratteristica è un’altezza nominale di 240 cm, permettono di dare una dimensione importante alla porta, creando una soluzione fluida tra porta e parete, per uno stile elegante ma che non vuole nascondersi. Da un punto di vista tecnico Flat risponde ai più alti standard di isolamento acustico e di abbattimento termico.

TONDIN PORTE: PORTA DI LUCE OKNOPLAST: EFFETTO “TUTTO LEGNO” Oknoplast, specialista nella produzione di finestre in PVC con finiture effetto legno dall’aspetto incredibilmente realistico, rende ancora più esemplare la tecnica di applicazione delle pellicole decorative sui serramenti, creando l’effetto “tutto legno” grazie all’opzione ColorFull. Le pellicole effetto legno applicate ai profili dei serramenti in PVC possono creare un contrasto con le finiture in tinta unita delle parti interne che sono visibili solo quando la finestra è aperta. Oknoplast ha realizzato un nuovo sistema di rivestimento, ColorFull, che applicato su richiesta all’interno sia del telaio che delle ante, risolve questo contrasto, rendendo la finestra praticamente identica dal punto di vista estetico a un serramento in legno. Il rivestimento interno del serramento, abbinato a prodotti come Platinium e Platinium Evolution caratterizzati dalla innovativa e brevettata forma semiarrotondata dell’anta, rende le finestre in PVC Oknoplast uniche ed esclusive: estetica raffinata e alta tecnologia si uniscono per garantire risparmio energetico e alta resistenza agli agenti atmosferici.

44 Rifiniture

È possibile unire arte ed energia, rileggendo la tecnologia con le lente della bellezza? Come dare identità e dignità alle tecnologie energetiche? Domande che sono alla base della filosofia di Energitismo, un movimento nato ufficialmente il 26 ottobre alla Fiera di Vicenza durante l’evento “Sustainable Elegant Solutins”. Una filosofia che ha incontrato l’adesione convinta di Tondin Porte. Durante l’evento l’azienda ha presentato la “Porta di luce”, un prototipo di porta interna che rappresenta un primo esempio concreto di come la tecnologia sostenibile possa incontrare l’arte grazie alla maestria artigianale nella lavorazione del legno. Si tratta per ora di un pezzo unico dotato di tecnologia DSC o DSSC (dye-sensitized solar cells), celle solari di terza generazione in grado di emulare il processo della fotosintesi clorofilliana per generare energia elettrica senza l’esposizione diretta al sole. La porta, dal design neoclassico, è laccata color bianco opaco e decorata da un’elegante cornice rivestita in foglie d’argento. Al posto dei normali vetri sono stati inseriti 12 moduli di vetri fotovoltaici trasparenti e colorati che mediante batterie alimentano delle strisce di Led luminosi per creare un effetto di luce soffusa attorno al perimetro della porta e tra le due ante centrali.


p 42-45 showcase serramenti_Layout 1 30/12/12 09.11 Pagina 45

BERTOLOTTO PORTE: COLLEZIONE VENEZIA PANTOGRAFATE Venezia Pantografate è una collezione di Bertolotto Porte di porte laccate realizzate con battente in legno alleggerito, decorato con disegni realizzati a pantografo. Le linee dei decori riprendono le proporzioni classiche e le rivisita secondo i canoni del gusto attuale. La lavorazione viene fatta con tre passaggi di utensili al diamante, per creare nitidezza di linee e contrasti. La finitura dall’aspetto morbido si ottiene con tre mani di lacca, in bianco o avorio, nei colori della cartella BP o in tutta la gamma di colori RAL. Ai 56 i modelli di porta piena, si affiancano oltre 20 proposte con vetro a infilare: la lastra in cristallo viene inserita in fase di produzione in un apposita fessura, evitando così l’applicazione a chiodi della cornice fermavetro. L’anta risulta così continua, con un disegno ripetuto identico su entrambi i lati, sia a spingere che a tirare. Dal punto di vista tecnico la soluzione è di grande praticità: in caso di rottura del cristallo la sostituzione può essere fatta rapidamente, e non richiede la successiva rilaccatura del battente.

MIXALL: A KLIMAINFISSO

PORTEINDOOR: FOREST Porteindoor azienda specializzata nella produzione di porte per interni armonizza l’esperienza e la solidità dell’artigianato con l’innovazione tecnologica e il moderno design. Porteindoor si fa portavoce in questo settore di un ritrovato valore dell’architettura d’interni. Anche questa volta la passione che da sempre anima il designer Patrick Nadeau per lo studio del naturale in integrazione col tecnologico si è concretizzata. il modello Forest é caratterizzato da motivi di legno in rilievo di varie dimensioni che affiorano come germogli dalla superficie lineare della porta. Forest unisce arte, natura e tecnologia in un prodotto esclusivo con un forte impatto emotivo. La struttura é piana, lineare a filo parete e particolarmente facile ad adattare a differenti configurazioni. Un concept nuovo da inserire in contesti contemporanei. Il modello Forest è disponibile in varie essenze di legno e finiture laccate.

Mixall, gammista di sistemi in alluminio-legno e alluminio, sarà presente a Klimainfisso e preannuncia la presentazione di nuovi prodotti. “Disponiamo - dicono i responsabili dell’azienda di Udine - di nuove tecnologie molto innovative e performanti, adatte alle esigenze climatiche più severe”. Prodotti che hanno richiesto notevoli investimenti e risorse umane ma indispensabili per chi, come Mixall, che si autodefinisce azienda giovane e dinamica, “punta a un mercato internazionale e non si fa scoraggiare dal momento di crisi globale in atto”. Il senso di riservatezza attorno alle anticipazioni permane anche quando gli esponenti aziendali lasciano trapelare: “Esporremo due nuovi sistemi per finestre e per alzanti scorrevoli e punteremo alla fascia alta del mercato con un prodotto per case passive”. E allora ben si comprende la scelta del Salone bolzanino perché le case passive - vien da dire sono proprio di casa a Bolzano e perché affermano a Mixall: “Klimainfisso rappresenta idealmente la qualità e la tecnologia di un mercato molto esigente”.

Rifiniture 45


p 46-47 confindustria news_R ATTUALITA' 30/12/12 09.12 Pagina 46

RI CONFINDUSTRIA CERAMICA NEWS d’

no crescere solo grazie ad una maggiore competitività del Paese Italia basata su minori costi dell’energia, più basse sulle società e sugli immobili, sulla riduzione nel cuneo fiscale che grava sul costo del lavoro. Cersaie, come deciso dal Consiglio Direttivo di Confindustria Ceramica nella sua ultima seduta, ha deciso di anticipare la data di apertura a lunedì 23 settembre e, convalidando la durata di cinque giorni, di chiudere venerdì 27 settembre. Una innovazione che intende dare una maggiore possibilità di presenza nei cinque giorni lavorativi al trade internazionale.

“LA PIAZZA DEL LATERIZIO E DELLA CERAMICA

LA ‘SECONDA CRISI’ DELL’AREA EURO Dopo quattro anni dalla crisi finanziaria del 2009, l’economia continentale registra una flessione che colpisce, in modo particolare con effetti recessivi, i paesi più indebitati del Sud Europa ed il comparto delle costruzioni. Questo contesto spiega il risultato 2012 dell’industria italiana delle piastrelle di ceramica, anno di peggioramento generalizzato dopo un biennio di ripresa, anche se in questi ultimi mesi del 2012 crescono alcuni mercati di esportazione, tra cui quello statunitense. Sono queste alcune evidenze che emergono dal consuntivo di fine anno, presentato dal Presidente di Confindustria Ceramica Franco Manfredini, che ha anche annunciato che l’edizione 2013 di Cersaie anticiperà l’apertura a lunedì 23 settembre. L’acuirsi della crisi del mercato delle costruzioni in Italia ha determinato una flessione delle vendite di piastrelle dei ceramica sul mercato domestico del -17%, per un livello di assorbimento dell’Italia a valori prossimi ai 95 milioni di metri quadrati. Il pesante calo ha determinato una

46 Rifiniture

riduzione nelle vendite complessive (7,3%), tra le più forti mai registrate nella storia del settore, solo in parte riequilibrato dall’ottima espansione dei prezzi medi di vendita (+5,3% in soli 12 mesi). Negli ultimi mesi del 2012 segnali positivi emergono dal mercato statunitense, dove la crescita degli housing starts si accompagna, nei primi 10 mesi dell’anno, ad una maggior domanda di ceramica sia per i fabbricanti Usa (+8%) che per le importazioni (+6%). Prospettive di sviluppo, grazie ai continui flussi di investimento in nuove tecnologie ed alla capacità dell’industria ceramica italiana di intercettare la crescita laddove questa si manifesta, arriveranno il prossimo anno dal Nafta (+5,5%), dai Paesi del Golfo (+6,6%), dal Nord Africa (+4,4%) e dall’America Latina (+3,6%). Più limitata la crescita nel Far East (+2,9%) ed in Europa Occidentale (+0,4%), mentre sono attese stabilizzarsi ad un livello inferiore a quello attuale (2,1%) le vendite in Italia. In questo contesto, il settore ceramico italiano punterà con ancora maggiore determinazione sulle esportazioni, che potran-

Appena spente le luci della 48a edizione del SAIE, Salone Internazionale dell’Industrializzazione Edilizia, svoltasi a Bologna dal 18 al 21 ottobre scorsi, l’attenzione è d’obbligo diretta a conoscere i numeri, le tipologie, l’affluenza dei visitatori, dati questi che senz’altro saranno fortemente condizionati dalla crisi economica e finanziaria che attanaglia il nostro Paese ormai da troppi anni. Una crisi che tuttavia, essendo stato ipotizzato che debba esaurirsi nel breve, proprio per questo spinge gli operatori del settore ad ottimizzare risorse, puntare all’innovazione per migliorare prodotti e sistemi, aggiornare iniziative di marketing e comunicazione per trovarsi con le carte in regola al momento giusto ed assicurarsi così una “ripartenza” densa di opportunità. Sulla base di questa strategia, la Federazione Confindustria Ceramica e Laterizi, che riunisce Confindustria Ceramica e AN-


p 46-47 confindustria news_R ATTUALITA' 30/12/12 09.12 Pagina 47

DIL, hanno ancora una volta, con la presenza dei rispettivi settori, concretamente confermato il SAIE di Bologna come punto di riferimento del sistema delle costruzioni, fiera espositiva che da sempre ha fatto dell’innovazione il suo cavallo di battaglia, quest’anno con particolare riguardo al tema della ricostruzione e della sicurezza antisismica. La “Piazza del Laterizio e della Ceramica” è stata la dimostrazione di questo riconoscimento: 2000 mq di area attrezzata con oltre 500 mq di grafica dedicata ai temi di attualità (efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza, riqualificazione dell’esistente, ecc.), con oltre 30 soluzioni costruttive a scala reale matericamente presenti, e quindi “tangibili” (coperture, involucri verticali ad alte prestazioni, pavimenti, rivestimenti, divisori, ecc.), a dimostrazione che “…con il laterizio si può”. Uno spazio appositamente riservato alle problematiche sismiche e alle soluzioni per prevenire i devastanti effetti del terremoto, insieme ad una carrellata di architetture a scala planetaria, realizzate da progettisti di fama internazionale, ma anche da illustri quanto geniali sconosciuti, hanno fatto sponda ad una sequenza di comunicazioni di carattere tecnico-scientifico, da parte di autorevoli esperti, che si sono succedute senza soluzione di continuità durante tutto il periodo fieristico, suscitando grande interesse da parte dei visitatori. La presenza “attorno” alla Piazza di numerose aziende produttrici, pronte a fornire informazioni sui diversi “mock up” in mostra, integrandone contenuti e illustrando modalità d’impiego, ha contribuito notevolmente a restituire una immagine di set-

tore coeso e, nonostante tutto, impegnato nel produrre prodotti e sistemi “made in Italy”, in grado di assicurare le giuste risposte alle diverse e rinnovate esigenze costruttive, mantenendo inalterati nel lungo periodo valori e funzioni, con impatti ambientali e costi di manutenzione ridotti al minimo . Insieme ai laterizi, in un’area di circa 200 mq sono stati esposti un centinaio di cam-

pioni della recente produzione di piastrelle italiane su 8 tavoli di design e distribuite pubblicazioni promozionali, tecniche e informative sull’industria ceramica nazionale. Un servizio di catalogoteca ha inoltre consentito la diffusione di materiale illustrativo dei produttori circa il materiale in esposizione, contribuendo ad aumentare la percezione delle capacità innovative della ceramica.

Manuale per la Sicurezza in Ceramica Confindustria Ceramica ha presentato a Sassuolo il Manuale per la Sicurezza in Ceramica, un volume di 430 pagine disponibile anche in formato elettronico e dedicato al lavoro in sicurezza nell’industria delle piastrelle di ceramica e scritto in collaborazione con le organizzazioni sindacali Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uilcem-Uil e le AUSL di Modena e Reggio Emilia. All’incontro di presentazione, tenutosi questa mattina, hanno partecipato Enzo Mularoni, Presidnete della Commissione Sindacale di Confindustria Ceramica, Giuseppe Monterastrelli della Regione Emilia Romagna, Angelo Colombini, segretario nazionale Femca Cisl e Samy Gattegno, Presidente del Comitato Tecnico Sicurezza di Confindustria. Il nuovo Manuale per la Sicurezza in Ceramica, cui seguiranno analoghi Manuali per i settori dei refrattari e della ceramica sanitaria, è infatti il frutto del lavoro congiunto di esperti aziendali, organizzazioni sindacali, autorità di controllo, con la collaborazione di FEDERCHIMICA-Ceramicolor che ha elaborato la sezione dedicata alle sostanze. Il nuovo Manuale per la Sicurezza in Ceramica è il risultato di uno sforzo comune per la prevenzione, calata con successo in questo settore manifatturiero. Gli indici infortunistici di incidenza, frequenza e gravità, rilevati su di un campione di circa 13.000 addetti, sono in linea con i dati ufficiali raccolti dall’INAIL e mostrano una tendenza al miglioramento nell’ultimo triennio del 14% (da 59,9 a 51,4 infortuni ogni milione di ore lavorate; da 1,72 a 1,47 giorni di assenza dal lavoro ogni milione di ore lavorate). I giorni complessivi di assenza dal lavoro per infortunio o malattia professionale sono scesi del 21%, da 25.944 a 20.480, mentre il numero di casi denunciati è calato del 20%, da 902 a 717. In questo ambiente favorevole è maturato il nuovo Manuale per la Sicurezza in Ceramica, con l’obiettivo di sensibilizzare tutti gli operatori alla conoscenza dei pericoli e dei rischi presenti sul luogo di lavoro; generare comportamenti sicuri dei lavoratori e favorire una maggiore consapevolezza durante il lavoro; essere funzionale alla valutazione e alla gestione del rischio e alla predisposizione dei piani di miglioramento.

Rifiniture 47


p 48-49 cersaie_Layout 1 30/12/12 09.13 Pagina 48

RI CERAMICHE E PIETRE DURE d’

Superare la crisi CERSAIE CONFERMA LA SUA INTERNAZIONALITÀ CON OLTRE 100.000 PRESENZE, DI CUI IL 32% PROVENIENTI DALL’ESTERO. OLTRE LE ASPETTATIVE LA PARTECIPAZIONE DI PUBBLICO ALL’INIZIATIVA ‘CERSAIE DISEGNA LA TUA CASA

ciascuno dei giorni della fiera, di attirare visitatori del salone e cittadini di Bologna agli eventi culturali, tra cui le installazioni di designer quali Michele de Lucchi e Diego Grandi, oltre alla forte partecipazione alla conferenza di Philippe Daverio. La prossima edizione si terrà, sempre a Bologna, dal 24 al 28 settembre 2013.

La “Città della posa”

C

ersaie conferma nei numeri la propria vocazione ad essere ‘la’ fiera di riferimento a livello internazionale per i settori della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno. Sono stati 75.563 i visitatori unici (‘primi ingressi’) e 106.846 le ‘presenze’, calcolate - secondo gli standard fieristici internazionali - come primo rientro nei giorni successi al primo ingresso. Il nuovo sistema elettronico di rilevazione, introdotto quest’anno, ha consentito una più puntale rilevazione degli operatori partecipanti. Fondamentale è la componente di visitatori internazionali che, toccando il 32%, rappresenta il nuovo record per la manifestazione. Un importante risultato complessivo, reso possibile dalla sempre più stretta collaborazione con Bologna Fiere, giunta alla sua 30.a edizione, e celebrata mercoledì 26 settembre con una Serata al Teatro Comunale di Bologna, evento che è stato affiancato da una iniziativa benefica a sostegno delle zone colpite dal terremoto. Significativa anche la presenza dei giornalisti che ha raggiunto il numero di 675, dei quali 258 esteri (+4%). Particolare successo hanno avuto gli eventi culturali di ‘Costruire Abitare Pensare’, dove la Lectio Magistralis del Premio Pritzker Eduardo Souto de Moura ha registrato oltre 1.300 presenze, e le nuove iniziative appositamente pensate per l’edizione 2012: ‘la Città della Posa’ - evento che ha visto lavorare assieme il campione del mondo dei posatori e ad alcune scuole edili italiane -, e ‘Cersaie disegna la tua casa’, l’iniziativa organizzata da Edi.Cer. spa, in collaborazione con una quindicina di primarie riviste di interior design italiane, finalizzata ad offrire ai consumatori privati una consulenza gratuita nella ristrutturazione del proprio appartamento e nella scelta dei materiali. Molte iniziative hanno animato quest’anno il Dopo Salone, come l’inaugurazione di una mostra dei lavori di Souto de Moura alla Pinacoteca di Bologna e l’iniziativa ‘Bologna Water Design’, che dal proprio quartier generale all’ex Ospedale dei Bastardini, è stata in grado, per

48 Rifiniture

Non una semplice mostra e molto di più di un laboratorio di piastrellisti. È una vera e propria “Città della posa” quella allestita al padiglione 34 di Cersaie, il Salone internazionale della Ceramica per l’architettura e dell’Arredobagno in corso fino a sabato al quartiere fieristico di Bologna. Tanti in questi giorni i visitatori venuti a conoscere da vicino l’arte dei posatori. Tra loro c’era anche il presidente di Confindustria Ceramica Franco Manfredini, coinvolto in una delle dimostrazioni che si svolgono in questi giorni di fiera nello spazio. Il numero uno dell’associazione non ha voluto perdere l’opportunità di vedere all’opera i maestri posatori e ha apprezzato l’abilità e la creatività di questi professionisti che con la loro arte danno un fondamentale valore aggiunto a un prodotto unico al mondo.

Cersaie disegna la tua casa Cersaie disegna la tua casa, la nuova iniziativa che il Salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno ha realizzato per la prima volta all’interno dell’Agorà della Stampa nel Centro Servizi di BolognaFiere. Fin dalle prime ore della mattina, sono stati numerosi i privati che muniti di piantina o di fotografia dell’ambiente da ristrutturare o progettare, si sono avvalsi della consulenza gratuita da parte di progettisti e redattori delle 15 testate di interior design nazionali che hanno dato vita


p 48-49 cersaie_Layout 1 30/12/12 09.13 Pagina 49

In crescita il programma culturale ‘Costruire Abitare Pensare’, dove la Lectio di Souto de Moura ha visto 1.300 spettatori

alla iniziativa. Un successo particolarmente marcato, tale da aver creato in molti momenti della giornata file davanti ai tavoli della consulenza presso gli stand delle riviste partecipanti. ‘Cersaie disegna la tua casa’ è frutto della collaborazione con le più rappresentative case editrici dei più importanti periodici italiani dedicati all’interior design per gli ambienti della casa. Sono 15 le testate di primarie case editrici italiane che danno vita all’iniziativa: Casamica ed AtCasa di RCS; RCasa di Repubblica e design.repubblica.it del Gruppo l’Espresso; GCasa. Casaviva, Casa Facile di Mondadori; Casa Plus 24, Come ristrutturare la casa ed Il Sole 24 Ore Arketipo per l’omonimo gruppo editoriale; Cose di Casa per Casa Editrice Universo; Il bagno oggi e domani per Reed Business; Casa D per DDN e Casa Green per Di Baio Editore; Hearst Home di Hearst Magazines Italia.

Shigeru Ban “I governi dopo le emergenze sono per forza di cose sempre lenti ad agire. Con le soluzioni temporanee ho fatto vedere al governo cosa si poteva fare, subito, senza aspettare. Ho preso in mano la situazione e sono partito”. È questo lo spirito con cui opera Shigeru Ban. L’architetto giapponese celebre per soluzioni abitative adottate dopo calamità naturali e altri disastri umanitari è intervenuto a Cersaie per

l’attesa conferenza del ciclo Costruire, Abitare, Pensare,tra gli eventi di punta del Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno. Un appuntamento organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna e moderato dal prof. Matteo Agnoletto. Tra gli architetti più in vista nel panorama internazionale, Ban ha fatto scuola unendo sperimentazione ed ecologia e ha stupito utilizzando tubi di cartone come pilastri, travi o pareti per case, chiese, musei o ponti, conferendo a strutture ed edifici una sensazione unica di naturalezza ed elasticità.“È un’occasione straordinaria avere qui Shigeru Ban,uno dei massimi esperti del tema dell’emergenza”, ha detto Agnoletto. “Dopo quello che è successo in Emilia, l’impegno di Ban non può che aiutarci. Le sue opere non solo rendono il paesaggio migliore dal punto di vista estetico, ma riescono anche a contenere i costi, con realizzazioni non complesse per obiettivi importanti”. “Ero deluso dalla professione architettonica che lavora solo per persone privilegiate”, ha esordito Ban. “Mi dispiaceva non lavorare per persone con meno possibilità economiche. Ho deciso di impegnarmi per loro e in particolare per coloro che sono stati colpiti da disastri. Mancavano ad esempio in questi casi residenze temporanee di buona ● qualità, anche estetica”.

Rifiniture 49


p 50-51 marmomacc_Layout 1 30/12/12 09.14 Pagina 50

RI CERAMICHE E PIETRE DURE d’

Il Marmomacc della svolta PER QUATTRO GIORNI, A VERONA, L’INTERO COMPARTO LAPIDEO - MARMI, GRANITI, PIETRE, MACCHINE E TECNOLOGIE DI LAVORAZIONE - HA AVUTO A DISPOSIZIONE UNA PIATTAFORMA COMPLETA PER SVILUPPARE NUOVO BUSINESS, CONOSCENZA E INNOVAZIONE FOTOGRAFIE DI / PHOTOS BY © ANDREA ASTESIANO

N

uovi accordi internazionali; incremento dei Paesi di provenienza di espositori, visitatori e delegazioni commerciali; commenti positivi degli espositori sulla qualità dei contatti e chiari segnali di ripresa, testimoniati anche dai contratti conclusi. La 47a edizione di Marmomacc (www.marmomacc.com), che ha chiuso i battenti il 29 settembre a Veronafiere dopo quattro giorni dedicati a business, internazionalizzazione e cultura del prodotto, si conferma hub mondiale per l’interscambio di settore registrando la presenza di oltre 1.450 espositori dei quali il 60% esteri da 57 Paesi (con cinque new entry: Albania, Argentina, Armenia, Hong Kong e Indonesia), 42 nazioni di provenienza delle delegazioni commerciali ufficiali (+23%) e oltre 56 mila (in linea con lo scorso anno, dei quali il 52% stranieri) operatori (professionisti del building e del contract, grandi buyer, architetti, designer e progettisti) da quasi 140 nazioni (erano 132 nel 2011) e un incremento dei contatti web dell’11%. «È stata una edizione che ha ridato fiducia alle imprese - sottolinea Ettore Riello, presidente di Veronafiere - . La pietra naturale ed i comparti ad essa collegati rappresentano un’eccellenza del manifatturiero made in Italy, con un importante valore all’export, di immagine e un patrimonio di conoscenze ed abilità proprie dello stile italiano. Dal canto nostro prosegue Riello - come fiera abbiamo fatto tutto il possibile per offrire ai nostri clienti una piattaforma al servizio del business, della cono-

scenza e della innovazione e crediamo di aver centrato l’obbiettivo». «Abbiamo investito nella promozione all’estero - spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere -, nell’incoming, nella profilazione sempre più attenta del visitatore, anche attraverso la web technology, in nuovi accordi ed acquisizioni internazionali che dopo USA, Qatar e Arabia Saudita porteranno, attraverso Marmomacc e Samoter, il sistema del building anche in Brasile, Egitto e Marocco. Tutto questo per creare una rete qualificata di contatti al servizio del sistema imprenditoriale che da questa edizione ha ricavato sicuramente segnali incoraggianti».

Marmomacc Meets Design

50 Rifiniture

Massimiliano Caviasca e Fuchs

Citco

Lorenzo Damiani e Calvasina

La sesta edizione consecutiva recentemente conclusasi di Marmomacc Meets Design ha posto quest’anno aziende e designer di fronte alla tematica della sostenibilità che si è sostanziata anche con un ritorno alla naturalezza del materiale. Tutti i progetti presentati trasmettono un nuovo modo di lavorare prima e usare successivamente il materiale, che è oramai chiaro a tutti essere una risorsa rara e non rinnovabile. Il tema “The colours of green: sustainable stone” è pretesto per veicolare messaggi più ampi e profondi, di armonizzazione con la natura e di senso etico. La sostenibilità è un fattore di progettazione che dev’essere imprescindibile nella nostra società civile e va intesa come un nuovo senso di responsabilità con cui partecipare del Alla 47a edizione hanno partecipato più di 1.450 mondo. Ogni progettista invitato a Marmomacc ha elaespositori, dei quali il 60 per cento esteri borato una metafora per esprimere questa forte esigenza provenienti da 57 paesi, con cinque new entry di contemporaneità e di rispetto per la natura: Lorenzo


Lucy Salamanca e Odorizzi Porfidi

Setsu & Shinobu Ito e Grassi Pietre

Damiani con Calvasina è riuscito a conferire al marmo una leggerezza e flessibilità inaspettate, una sostenibilità calcolata non alla fine del ciclo di produzione, ma a monte della fase progettuale. La terra d’origine è stata motivo d’ispirazione per lo studio irlandese Grafton Architects, che ha reso lo stand di Pibamarmi una sorta di paesaggio astratto. Lorenzo Palmeri ha giocato con le pietre di Stone Italiana, lavorando il materiale naturale come se fosse lavorato dal movimento degli elementi atmosferici. Il percorso progettuale dello Studio Zaha Hadid punta alla creazione di un linguaggio, volto a interpretare le manifestazioni geologiche di un materiale generato dalla terra. La sapienza costruttiva di Citco ha espresso una geometria complessa ma fluida. La pietra leccese di Pi.Mar. ha dato modo agli architetti Luca Scacchetti e Cinzia Anguissola di sperimentare infinite combinazioni cromatiche rese possibili dall’interazione tra luce e lavorazioni. La collaborazione tra Setsu & Shinobu Ito e Grassi Pietre si rinnova, facendo riflettere sulla spiritualità della pietra. Montagne di pietre e scarti di lavorazione, dove scorre acqua e nascono piante ed erba perché la pietra è viva. Grazie all’intesa con Testi Group, Tobia Scarpa ha potuto proporre una riflessione sul potenziale della natura e sulla qualità del rapporto dell’uomo con essa. L’uomo deve imprimere il suo passaggio migliorando l’universo che lo circonda. Massimiliano Caviasca ha trattato la pietra trentina di Fuchs a elemento decorativo così come la natura lo offre, con lavorazioni e tagli ridotti al minimo: “la pietra fuoriesce dalla montagna presentandosi per ciò che è”. Per Lucy Salamanca la sfida è stata destrutturare e rileggere il porfido di Odorizzi

,Tobia Scarpa e Testi Group Porfidi, reinterpretandolo e associandolo ad acqua, terra e fuoco. L’azienda ha lavorato per la prima volta il materiale in una concezione diversa dalle tradizioni: il duro porfido diventa malleabile. Il marmo, materiale naturale e antichissimo reca con sé un patrimonio estetico, culturale e progettuale che lo pone in sintonia con la riscoperta del senso ecologico, ambientale e paesaggistico: questo è il “leitmotiv” che accomuna il pensiero e i progetti di Marmomacc Meets Design 2012. ●

Best Communicator Award 2012 Cinque sono le aziende premiate quest’anno e altrettante le menzioni d’onore attribuite. Il riconoscimento è andato a Calvasina con il progetto di Lorenzo Damiani, Odorizzi Porfidi con il progetto di Lucy Salamanca, “Pibamarmi con il progetto di Grafton Architects, Prometec con il progetto di Giovanni Giorgi e Alessandro Rustighi e Stone Group International con il progetto di Michalis Theofilou. La giuria ha inoltre segnalato Citco con Zaha Hadid, Testi Group con Tobia Scarpa, Stone Italiana con Lorenzo Palmeri, Trentino Marketing spa con Monica Armani, Savema Magt con Paolo Armenise + Silvia Nerbi con la seguente motivazione complessiva: “tutti diversi fra loro, questi interventi testimoniano l’eccellenza della qualità e della ricerca. Ironia e monumentalità, architettura e design, didattica e seduzione: cinque percorsi attraverso la contemporaneità della materia.”

Grafton Architects e Pibamarmi

Lorenzo Palmeri e Stone Italiana

Cinzia Anguissola, Luca Scacchetti e Pi.Mar.

p 50-51 marmomacc_Layout 1 30/12/12 09.15 Pagina 51

Rifiniture 51


p 52-57 rassegna ceramiche_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.21 Pagina 52

RI CERAMICHE E PIETRE DURE d’

METAMORPHOSYS - MUTABLE SPIRIT Il fil rouge di tutte le creazioni firmate Margraf è l’attenzione all’innovazione tecnologica e all’evoluzione del design abbinata ad una maniacale ricerca della qualità. La 47ª edizione di Marmomacc rappresenta per l’azienda di Chiampo (Vicenza) l’occasione per mostrare al settore il suo savoir faire e le sue competenze riconosciute a livello mondiale. Anche in questa occasione afferma la sua attitudine a collaborare con i più grandi progettisti a livello mondiale che dal 1906 ad oggi hanno plasmato la materia marmo dando luce a creazioni ineguagliabili sia dal punto di vista architettonico che da quello estetico. Marmomacc infatti convalida il pluriennale rapporto con Flavio Albanese che firma lo stand aziendale nato sotto l’egida dell’emozionalità e della leggerezza. Chi pensa al marmo come ad un materiale pesante e poco versatile dovrà sicuramente ricredersi: lo spazio espositivo interpreta il Mutable Spirit, ossia il continuo incontro-scontro tra l’ambiente naturale e il mondo umano, tra natura e artificio. Una sorta di scatola chiusa alta cinque metri che richiama l’idea di uno scrigno prezioso, rivestito esternamente da lastre lucidate in Fior di Pesco Carnico® (materiale esclusivo dell’azienda dalle delicate cromie grigie, bianche e rosa) accoglie il visitatore. All’interno, una scenografia ovattata e leggera - in forte contrasto con la percezione esterna - lo trasporta in una dimensione sospesa nello spazio e nel tempo. È il trionfo della natura, o meglio, dell’artificio umano, tanto perfetto nel genio e nella tecnica da ricreare le suggestioni naturali con una veridicità sorprendente: il pavimento in marmo Bianco Laser introduce visivamente alla statua in Bianco Laser - una forma arborescente quasi colta nel momento di cristallizzarsi in pietra, o forse, una pietra in procinto di diventare pianta.

COTTO ARTE E NATURA Il nuovo Cotto Arte e Natura di Industrie Cotto Possagno combina due antiche e tradizionali tecniche di lavorazione nel campo dei pavimenti, quella propria del Cotto Fatto a Mano, funzionale e di gran pregio, con quella dei pavimenti a base di calce dell’elegante Pastellone veneziano. La naturalità del prodotto è garantita dall’accurata scelta dei suoi componenti, dalle argille di base del Cotto, al grassello di calce, selezionato e stagionato naturalmente, ed infine dai prodotti di finitura a base di olio di lino cotto e cera d’api. Alla salubrità del pavimento, si unisce la bellezza ed unicità del risultato cromatico finale, ottenuto grazie alle sapienti mani degli applicatori e all’uso di pigmenti naturali, che regalano una molteplicità di colori dalle calde sfumature. La maestria degli applicatori rende ogni pavimento in Cotto Arte e Natura una vera e propria opera d’arte. L’elevata robustezza della superficie in Pastellone e la sua estrema praticità, rende minima la manutenzione e centenaria la sua durata.

TERMOSTATICI DI NOBILI RUBINETTERIE Mai più brutte sorprese sotto la doccia, grazie alla ricerca dei laboratori di Nobili Rubinetterie. La seconda edizione della nuova cartuccia di miscelazione termostatica Nobili Thermotech, garantita da un brevetto internazionale, ferma ogni cambiamento di temperatura in un istante. I miscelatori termostatici Nobili, disponibili sia per vasca e per doccia, possono vantare una meccanica di alta precisione. Nella pratica, anche se se in un altro punto della casa viene aperta una mandata mentre noi facciamo la doccia, l’acqua non si scalda maggiormente, come avviene nei prodotti tradizionali. La nuova cartuccia Nobili Thermotech, infatti, reagisce in tempi record (appena un millesimo di secondo) ad ogni variazione di temperatura. Un altro importante dispositivo per controllare la temperatura è il blocco di sicurezza: un semplice tasto sul miscelatore che mantiene la temperatura dell’acqua inferiore ai 38 gradi.

52 Rifiniture

1 2 3


p 52-57 rassegna ceramiche_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.21 Pagina 53

ONIRICO, SURREALE, MISTERIOSO

4 5

Monolite è il sistema innovativo firmato Brandoni nato dall’incontro di un imprenditore creativo come Luciano Brandoni e di un architetto estroverso come Fabrizio Batoni, entrambi accumunati dalla voglia di affrontare nuove sfide percorrendo strade alternative e ipotizzando nuovi scenari abitativi e nuovi stili di vita. Entrambi noti bongustai, scambiando due chiacchiere davanti a un buon bicchiere di vino, hanno dato forma ai primi bozzetti di Monolite, elemento scaldante nel quale sono racchiuse tutte le caratteristiche di una doccia di forte impatto estetico e funzionale. Unico nel suo genere, Monolite è una vera e propria architettura domestica, un ponte verso il benessere che va a scardinare ciò che fino ad oggi erano certezze e punti fermi nello spazio-bagno, coniugando per la prima volta due elementi contrastanti in natura: fuoco ed acqua.

ELEGANZA PER LA STANZA DA BAGNO In occasione del salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno, Milldue presenta il risultato di un accurato lavoro di restyling di Four Season, una delle sue più importanti collezioni per l’arredo elegante e raffinato della stanza da bagno. È la rivisitazione di un mobile da bagno e di un concetto di lusso, un dialogo con un passato attuale che sottolinea classe, ricercatezza e gusto per uno stile che si conferma sempre intramontabile. Con Four Seasons il bagno si riveste di materiali preziosi e innovativi, diventando un ambiente di lusso senza compromessi dove trascorrere piacevoli momenti di relax. Linee essenziali ma ricercatezza assoluta danno vita a un mix di eleganza e sobrietà.

ZAHA HADID COLLECTION La collezione progettata per Citco è costituita da sei grandi pannelli marmorei realizzati su disegno di Zaha Hadid Architects. Sei progetti di cui verranno realizzate solo 3 copie ciascuno. Vere e proprie sculture in marmo e pietra giocate su toni neutri e dall’effetto tridimensionale e chiaroscurale. Fonte di ispirazione la natura stessa della pietra nella sua geologia, come dichiara la Hadid. “La composizione di ogni pannello di marmo deriva dalla complessa bellezza dei sistemi organizzativi del mondo naturale. Questi affascinanti scenari nascono quando l’energia viene applicata alla geologia, sviluppando una serie geometrica di cicli ripetuti di crescita o erosione che sono stati sovrapposti sul marmo immacolato di Citco. Ogni pezzo è una composizione strutturata che invita a essere esplorata, rivelando complessità formale, ripetizioni e trame che celebrano il processo dettagliato e la fluidità dei sistemi naturali: un manifesto convincente della logica e dell’armonia senza eguali della natura; un viaggio alla scoperta delle forze che le creano. L’organizzazione esigente, l’integrità strutturale e la precisione di questi sistemi naturali ispirano un linguaggio architettonico ricco con la capacità innata di programmazioni complesse”.

6 Rifiniture 53


p 52-57 rassegna ceramiche_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.21 Pagina 54

RI CERAMICHE E PIETRE DURE d’

IL SENSO SOTTILE DELLO SPAZIO Un senso spaziale, sottile e trapezoidale, è quello descritto nelle linee prospettiche della nuova collezione di sanitari Degradé, firmata ancora una volta per Simas da Terri Pecora e presentata in anteprima a Cersaie 2012. Le forme sono snelle, pulite e salva-spazio. Come nel profilo assonometrico delle ‘ziggurat mesopotamiche’, il concetto del trapezio viene reinterpretato in una sorta di recupero, alla Pascal, della geometria euclidea. Degradé, dunque, è la rivincita delle misure e dell’efficienza, voluta da Simas per risolvere lo spazio in tutti gli ambienti bagno. Una collezione di 18 pezzi, inclusi gli accessori, snella, capace di recuperare in profondità e che, con le sue geometrie comunque ammorbidite, le sue tinte sobrie ed ‘extra matt’ e persino con le sue ‘sfumature’, ama ispirarsi agli anni Settanta.

MOMA DESIGN Moma Design, azienda milanese leader nel settore arredobagno e sinonimo di puro design, ha chiuso con successo la propria partecipazione alla recente edizione di Cersaie. Uno spazio candido, elegante e moderno che si è trasformato in palcoscenico ideale per la presentazione in anteprima dell’esclusiva collezione Dimasi Bathroom, una linea che prende nome e firma dell’omonimo Architetto e Designer Ignazio Di Masi. Grande interesse hanno suscitato le Cabine Hammam polifunzionali e sensoriali, componibili su misura e dotate di soffioni doccia multifunzione con programma di doccia orizzontale Energy Shower e cromoterapia; Vasche a Debordement hanno saputo ricreare l’effetto di acqua sorgiva dei centri termali. Infine gli Specchi Make Up, progettati per la cura del viso, ed i piatti doccia Shower Zen disegnati per rilassarsi sotto una nuvola d’acqua.

TREND, BEST COLLECTION Trend, firma di rilievo nel panorama internazionale della progettazione e produzione di mosaici in vetro e oro, smalti e agglomerati in quarzo, vetro e granito, presenta i nuovi decori artistici ispirati alla natura - parte della collezione Best Collection, una serie di soluzioni d’autore inedite che si presentano come piccole, sorprendenti opere d’arte. La doppia anima di Trend si concretizza con i nuovi decori artistici: il lato artigianale lo si evince da Peackok - tutto posato a mano, mentre il lato più industrializzato lo si desume da Gardenia, l’1x1 tradotto da un sistema computerizzato. Disegnati da Veronica Tommasin, si ispirano entrambi alla natura, ma riflettono due diversi filoni del nuovo corso del decoro artistico. Il primo decoro, Peacock il cui motivo raffigura dei pavoni, si rifà alla tradizione musiva tardo-antica. Il secondo, Gardenia, è un raffinato esercizio di stile, con un motivo floreale che emerge nettamente dal colore di fondo secondo uno stile che riflette l’influenza delle tecniche computerizzate.

ATLAS BUSINESS LOUNGE Negli aeroporti internazionali, nei grandi hotel, nelle strutture dell’ospitalità, i viaggiatori d’affari richiedono ambienti riservati, attrezzati con servizi funzionali al lavoro, ma anche dotati di facilities per la conversazione e il relax. A questi spazi, improntati a un’eleganza esclusiva e senza compromessi, Atlas Concorde ha dedicato Business Lounge, il concept portante della propria presenza al Cersaie 2012 concretizzato nell’area espositiva al centro del proprio stand fieristico. Qui gli spazi dell’accoglienza business sono stati ricreati nelle loro varianti principali, improntate a un senso di appartenenza esclusivo e qualificato. Il prestigio assoluto di Marvel, la collezione Atlas Concorde ispirata ai marmi, ha conferito agli ambienti una atmosfera unica, riservata e allo stesso tempo confortevole, dove gli uomini d’affari possono lavorare, rilassarsi, conversare e rigenerarsi in una spa esclusiva.

54 Rifiniture

1 2 3 4


p 52-57 rassegna ceramiche_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.21 Pagina 55

MOODBOARD E OPEN DAYS SANTAMARGHERITA

5 6 7

Santamargherita, azienda veronese leader nella produzione di agglomerati a base marmo e quarzo, ha riscosso un grande successo durante le edizioni di Cersaie e Marmomacc. L’azienda quest’anno ha riservato due novità per i propri clienti, progettisti e per la stampa, a partire da uno spazio espositivo del tutto innovativo e unico nel suo genere: Moodboard. È questo il nome evocativo per uno stand che in pochi metri quadrati ha saputo comunicare al pubblico le molteplici potenzialità del prodotto; Ideato e progettato dall’architetto Giorgio Canale, DDM Advertising, lo spazio ha perfettamente rappresentato le infinite e poliedriche declinazioni dell’agglomerato di marmo Santamargherita®. File di lastre a grande formato si sono affiancate l’una all’altra sulle pareti per poi ridiscendere fino al pavimento, plasmandosi in piatti doccia di design ed in moderni lavabi che di volta in volta prendevano vita e forma da blocchi unici di agglomerato. Pavimentazioni, rivestimenti e arredi dunque, in un flusso continuo e combinazioni infinite di nuance e finiture, dal silk passando per il levigato fino al lucido. Infine, attori inattesi e non convenzionali dello stand sono stati i manichini appesi e fissati alle pareti, completate a loro volta dai preziosi soffioni doccia firmati Tender Rain®, che hanno saputo dare un tocco di originalità e creatività a tutta l’installazione.

PROPOSTA CONTRACT ALBERGHIERO Il nuovo progetto Arcadia, nato da un’idea dell’arch. Marco Poletti, consiste in una camera di albergo allargata all’area home, una suite con particolare accento all’area bagno, il cui fine ultimo è quello di creare nuove connessioni commerciali attraverso le sinergie delle aziende partecipanti. Arcadia non è una semplice esposizione, ma una partecipazione alla fiera a 360 gradi, quindi con commerciali schierati, zone dedicate agli incontri e un allestimento emozionale curato nei dettagli, che crea un punto d’accesso e di contatto tra le aziende e coniuga sapientemente eleganza ed esclusività attraverso prodotti di design unicamente Made In Italy. Perché Arcadia? Il termine ha subito varie trasformazioni attraverso i secoli, ma da sempre rappresenta la Terra Mitica, custodita nel profondo della memoria umana, un sigillo di divina regalità che il tempo non domina.

GAMMA DUE: HELLO KITTY Hello Kitty cresce e si apre definitivamente al mondo adult. Un mondo complesso, vario, fatto di stili e tendenze legate a mode e passioni individuali. Un mondo fatto di determinazione e impegno, gusto ed eleganza, leggerezza e colore. Ed è a questo mondo che Gamma Due, azienda modenese leader nella produzione di piastrelle in ceramica e licenziataria Sanrio del marchio Hello Kitty, dedica le due nuove collezioni presentate in anteprima al Cersaie 2012 con richiamo di grande affluenza di pubblico. Camelia propone una nuova palette bagno che amplifica l’effetto cocoon della stanza più intima di casa, Lovelywood reinterpreta in chiave contemporanea l’effetto del legno decapato di ispirazione shabby chic. In Camelia Hello Kitty sbuca impercettibilmente tra i petali di grandi e piccoli fiori, sbuffi di morbidezza materica che creano sottili giochi di luce grazie agli effetti metallizzati delle decorazioni.

Rifiniture 55


p 52-57 rassegna ceramiche_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.21 Pagina 56

RI CERAMICHE E PIETRE DURE d’

THE COLORS OF GREEN Stone Italiana al Marmomacc, ispirandosi a “The colors of green: sustainable stone”, tema dell’evento culturale Marmomacc meets design edizione 2012, manifesta più che mai la consapevolezza e l’attenzione per la sostenibilità unita l’estrema sensibilità per ricchezza cromatica che l’azienda veronese persegue con costanza da più di trent’anni. L’area espositiva, progettata da Lorenzo Palmeri, definisce uno spazio “naturale”, ricco di elementi e insieme accogliente, quasi un panorama sottomarino o un bosco, dove ogni contrasto invece che essere rifuggito diventa ricchezza e possibilità. Un luogo, progettato e realizzato con grande cura e precisione ma che ambisce a raggiungere un certo grado di “imperfezione”, come fosse stato disegnato dall’acqua o dal vento, abitato da forme sinuose e irregolari che raccontano i colori, le finiture, le possibilità e la versatilità del quarzo ricomposto. Lo studio del colore è particolarmente evidente nella nuova collezione di piani KStone, studiata appositamente per il mondo della cucina ma utilizzabile per ogni tipo di superficie (pavimenti, rivestimenti, scale, top bagno ecc.); unisce alle alte prestazioni tecniche del materiale quarzo (resistenza, durevolezza, igienicità) le proprietà estetiche tipiche delle pietre naturali.

GLOBO: ALLESTIMENTO SURREALE Sotto il “cappello” artistico di Giulio Iacchetti, la nuova filosofia di Globo “It’s Design Time!” ha ispirato Benaglia + Orefice Studio nella realizzazione dello spazio espositivo dell’Azienda all’ultima edizione di Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno. Sulla base di una progettazione etica ed ecologica, ha preso forma, in uno spazio di 400 mq, uno stand tutto nuovo: industriale, ecologico, componibile, inaspettato ed emozionale. Dall’esterno si vede soltanto il legno delle quinte e i plinti di cemento che fanno da contrappeso, mentre all’interno si aprono delle ambientazioni oniriche, evocative, eleganti, leggere e ironiche allestite con le ultime proposte bagno e con particolari mood che riprendono la nuova immagine Globo. Tutti i materiali usati sono di provenienza industriale e di recupero: i classici materiali “poveri” e “sporchi” dell’edilizia diventano inaspettatamente i rivestimenti delle pareti.

FIR ITALIA @ CERSAIE 2012 Per Cersaie Bologna 2012, Fir Italia presenta un’ampia selezione delle proposte del suo catalogo per la sala da bagno, con particolare focus sui programmi Fir Bathroom A&D e Fir Bathroom Easy, e mostra, in anteprima 2013, Synergy, la nuova collezione bagno che rende omaggio alla materia, nelle svariate forme e varianti presenti sul nostro pianeta. La nuova collezione bagno Synergy, sviluppa il proprio concept in tridimensione: design nuovo e innovativo, aree di gusto e scelta dei materiali e dei colori. Un progetto che vuole rendere omaggio alla natura: da sempre vento, acqua e sole agiscono insieme - sinergicamente - plasmando e modellando la materia, facendole assumere una forma ogni volta diversa, creando un oggetto unico e irripetibile. Ed esattamente come le fisionomie assunte dalla materia in natura, ogni elemento della collezione, si mostra in maniera sempre differente come un oggetto non geometrico, sinuoso, estremamente elegante.

56 Rifiniture

1 2 3


p 52-57 rassegna ceramiche_R NOTIZIARIO 30/12/12 09.21 Pagina 57

FRANCHI UMBERTO MARMI

4 5

Per il “barbecube” è stato studiato un sistema modulare e componibile. I singoli elementi sono ricavati direttamente da blocchi di cava. L’intento è stato quello di assecondarne la forma levigandoli e scolpendoli a mano. Oggetti che sembrano essere stati forgiati dalla natura stessa in cui non si deve quasi percepire il lavoro dell’uomo che ha solamente il compito di enfatizzare quello che la natura ha realizzato in millenni. Il modulo lavello ha una forma irregolare e frastagliata. Il blocco è stato levigato a mano e sono stati ricavati sul piano due bacini collegati tra loro e a forma di goccia, realizzati come se fossero stati erosi dall’acqua nei secoli. Il modulo fuoco ha una forma più regolare anche se mantiene le curvature delle superfici dovute al taglio del blocco in cava. Sul piano di lavoro viene mantenuta la superficie a spacco, particolarità tipica dei blocchi estratti di zebrino nero. Sul piano è stato ricavato un invaso per accogliere il sistema di piastre di cottura.

PROGETTARE L’ECCELLENZA Davide Oppizzi ha voluto creare per Graff una collezione di oggetti unici che rivelano il legame profondo tra l’essere e la natura che ci circonda. Il suo è certamente un approccio di tipo artigianale, manifatturiero, orientato oltre il valore intrinseco degli oggetti, laddove il trasferimento delle emozioni, insite nella materia è una vibrazione vivente da assaporare in ogni istante. Ogni oggetto della collezione Ametis, nasce dall’idea del ciclo della vita, l’acqua che fuoriesce dai rubinetti è una fonte inarrestabile che scorrendo attraversa i nostri stati d’intimità superando qualunque ostacolo. Prodotto in ottone svuotato, a garanzia di una lunga durata nel tempo, il rubinetto è corredato da un sistema elettronico con anello colorato che vira dal rosso al blu o viceversa, al variare della temperatura. In particolare la colonna doccia, di grande contenuto tecnologico, integra nell’anello un sistema di cromoterapia a LED RGB che conferisce all’oggetto una nuova dimensione.

TEATRO, BY LUCA SCACCHETTI Dopo il grande successo del lavabo Diesis, si rinnova la collaborazione tra Planit e il designer milanese. Luca Scacchetti ha progettato un lavabo dal carattere forte, segnato da una serie di piani inclinati e di linee diagonali, che si costruisce come un quadro prospettico dissimmetrico e convergente verso il centro. Una soluzione geometrica che sorprende per la sua estrema pulizia. Il lavabo Teatro, disponibile in cinque diverse versioni, integra un comodo e ampio cassetto contenitore con colore a scelta. Il lavabo è realizzato in Corian® ed è disponibile con singolo o doppio lavabo nelle misure: 950 x 500 x 350 mm e 1900 x 500 x 350 mm.

6 7

PURA EMOZIONE Natura Collection è un progetto esclusivo di Antolini creato per valorizzare la pietra naturale e proponendola in modo del tutto originale. La Collezione nasce dal piacere di trasformare gli ambienti con esclusive lavorazioni applicate alle pietre naturali, portando allo scoperto tutte le potenzialità dei materiali creando trame e ricami originali sulle superfici. I decori, curati da Antolini e dai designer Domenico De Palo e Alessandro La Spada, creano textures che si sovrappongono a quelle della natura. La superficie si presenta piacevole al tatto, con un’alternanza delle parti lisce e lucide a quelle ruvide e opache a seconda del disegno. Le superfici di pietra vengono ridisegnate grazie alla particolare tecnica che riesce a incidere con delicata precisione l’uniformità del loro manto creando infiniti giochi ottici. La collezione, realizzata su diversi materiali, è disponibile in una ampia varietà di disegni. Alcuni decori sono inoltre impreziositi dall’utilizzo di polveri metalliche dai riflessi oro e argento.

Rifiniture 57


p 58-59 gazzotti_Layout 1 30/12/12 09.22 Pagina 58

RI PRODUZIONE d’

Le novità parlano di green e sicurezza GAZZOTTI PROPONE IL RINNOVAMENTO DI DUE GAMME STORICHE DI PARQUET, EXTRARESISTENT E VINTAGE, ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITÀ E DELL’IGIENE NEGLI AMBIENTI DOMESTICI

E

xtraresistent, la prima nata tra le linee di prefiniti Gazzotti, si è fatta apprezzare negli anni per le sue caratteristiche di resistenza, praticità e bellezza. Oggi si rinnova seguendo due tra i principali temi di interesse per i consumatori: sicurezza per la salute e piacevolezza estetica. L’esclusiva finitura igienizzante, frutto di anni di ricerche basate sulla nanotecnologia e sulla tecnica laser, garantisce l’eliminazione in 24 ore del 99,9% dei ceppi di batteri Staphylococcus Aureus e Escherichia Coli, che sono i principali responsabili di affezioni alle vie gastrointestinali e respiratorie. Questo è possibile perché la distribuzione ottimale dello strato di finitura Extraresistent contrasta i processi metabolici dei batteri, che

58 Rifiniture

pertanto non sono più in grado di proliferare. Extraresistent, conosciuto come il parquet ideale per tutta la famiglia, lo è oggi ancora di più in quanto garantisce un ambiente salubre e sicuro soprattutto in presenza di bambini e animali domestici. Ed è proprio pensando alla famiglia che Gazzotti ha creato la nuova selezione Extraresistent Family. È una selezione che esalta la naturalezza del legno e che dona agli ambienti una piacevole sensazione di focolare domestico. Oltre all’attenzione per l’igiene e la salute, le novità 2012 Extraresistent puntano a massimizzare il gradimento del lato estetico del pavimento. Sulla scia del successo di Plancia 10 della linea Vintage, anche la linea Extraresistent porta nella sua gamma il


p 58-59 gazzotti_Layout 1 30/12/12 09.22 Pagina 59

Gazzotti è socia di Green Building Council Italia, associazione che promuove la sostenibilità ambientale degli edifici.

formato grande con Plancia 10 Extraresistent: liste lunghe fino a 1900 mm, bisellate per meglio evidenziare l’importanza del formato. Di spessore 10 mm, come Plancia 10, è anche il nuovo X Large 10. Sono formati ideali per le ristrutturazioni. Le nuove cromie Extraresistent, nate dopo accurate ricerche interne dei laboratori Gazzotti e con la collaborazione del mondo dell’architettura e della progettazione di interni sono: Rovere Botte: un castano caldo e accogliente, per chi ama il classico in veste moderna. Rovere Neve: un bianco estremo, colorato anche all’interno delle venature, per chi vuole illuminare il proprio ambiente domestico con un pavimento chiaro. Rovere Tortora: un grigio caldo dai toni beige, sobrio ed elegante. Tutti i prodotti nelle nuove cromie sono a base rovere e sono spazzolati, per meglio evidenziare le venature del legno e rendere il

prodotto più naturale ed esteticamente accattivante. Sull’onda del successo delle altre finiture pigmentate, Vintage offre oggi al pubblico 3 nuove cromie di grande tendenza, disponibili nei formati Plancia 10 e XX Large: Rovere Chablis: una tinta calda e accogliente, cangiante tra il grigio e il castano, che, come il pregiato vino francese da cui prende il nome, conferisce eleganza e intensità. Rovere Nuance: color sabbia decapato, grazie al tono su tono e alle piacevoli sfumature di colore regala agli ambienti note di raffinata modernità. Rovere Softgrace: il color tortora, oggi ancora più tenue e delicato, amato dal mondo della progettazione di interni. L’ecocompatibilità dei parquet della linea Vintage, il cui obiettivo primario è il benessere delle persone coniugato al rispetto dell’ambiente, li rende ● particolarmente idonei per l’utilizzo in bioedilizia.

Rifiniture 59


p 60-61 coren_Layout 1 30/12/12 09.23 Pagina 60

RI PRODUZIONE d’

Un’esplosione di stile CONTINUA LA RICERCA DI COREN VOLTA A COLLEZIONI DI MOQUETTE E TAPPETI CARATTERIZZATI DA GRANDE FASCINO, LUCENTEZZA E COMFORT, CHE SI UNISCONO ALLE ECCEZIONALI CARATTERISTICHE DI CREATIVITÀ E PERSONALIZZAZIONE TIPICHE DELL’AZIENDA

C

oren da oltre trent’anni è sinonimo di innovazione e creatività nel settore dei tappeti e dei rivestimenti tessili per pavimenti, unendo la cura artigiana a un processo creativo moderno e tecnologico, che si avvale di uno staff estremamente competente e preparato, in grado di dettare le tendenze moda e essere punto di riferimento del mercato per stile, qualità e innovazione sui materiali. In particolare Coren pone l’accento su prodotti particolarmente

60 Rifiniture

eleganti e raffinati, caratterizzati da estrema sofficità e lucentezza simile a seta: si parla della splendida collezione Domus i cui tappeti, pur essendo tessuti a mano, con tutte le caratteristiche artigianali proprie di questo tipo di lavorazione, possono venire realizzati completamente su misura da rotoli di metri 4,00 in 7 coloriture e rifiniti sia con tessuto che con un’innovativa bordatura a scomparsa, che esalta con naturalezza la fattura artigianale del tappeto.


p 60-61 coren_Layout 1 30/12/12 09.23 Pagina 61

Collezioni che esprimono un raffinatissimo gusto estetico e coloriture in linea con i trend più attuali, riunendo altissime prestazioni tecniche in un’unica e ricercata soluzione d’arredo

Nella pagina di sinistra Lumière. A fianco Hermitage, disegno “Thunder” ad intarsio

La stessa lussuosità si ritrova anche nelle eleganti linee Hermitage, Lumière e Madreperla con effetto serico per pavimentazioni e tappeti realizzabili su misura. Collezioni che esprimono un raffinatissimo gusto estetico e coloriture in linea con i trend più attuali, riunendo altissime prestazioni tecniche in un’unica e ricercata soluzione d’arredo. I tappeti, di grande fascino e classe, possono venir realizzati custom made per finitura, dimensioni e disegni personalizzati ad intarsio. Molto interessante inoltre la collezione La Natura di Caravaggio, composta da una miscela di fibra naturale di bamboo e poliammide, che dà vita a tappeti e

pavimentazioni straordinariamente emozionali, vellutati ed incredibilmente soffici al tatto. Questa miscela, oltre a possedere per natura proprietà antibatteriche e di regolazione dell’umidità, conferisce al prodotto un’eccezionale lucentezza in tutte le 24 tinte dai toni pastello assolutamente unici e irripetibili. Da segnalare infine il grande successo che stanno riscuotendo anche i ricchi tappeti dal design di tendenza delle linee Polar, disponibile anche su misura in rotoli di metri 3 metri di altezza, e Attica proposti in 3 misure standard: cm. 120x180, cm. 170x230, ● cm. 200x290.

Rifiniture 61


p 62-65 domotex_Layout 1 30/12/12 09.26 Pagina 62

RI ATTUALITÀ d’

Pavimenti e tappeti: evoluzioni di stile IL TEMA CONDUTTORE “FLOORING DELUXE” PUNTA I RIFLETTORI SU PRODOTTI DI QUALITÀ. DOMOTEX CREA UN PALCOSCENICO PER SPETTACOLARI AMBIENTAZIONI DI PRODOTTO. AREE SPECIALI E PREMI PER IL TAPPETO. LA NUOVA MOSTRA SPECIALE MEET/DESIGN PRESENTA LE TENDENZE DELL’ABITARE E LO STILE DI VITA URBANO. ARCHISTAR INTERNAZIONALI AL TAVOLO DEI RELATORI DI CONTRACTWORLD

L’

industria internazionale delle pavimentazioni rivolge le sue attese su Hannover, dove, dal 12 al 15 gennaio 2013, si svolgerà Domotex. Circa 1.400 aziende di 60 Paesi presenteranno i loro nuovi prodotti e le loro collezioni nella cornice del salone leader internazionale dei tappeti e delle pavimentazioni. Ad Hannover esse potranno confrontarsi con circa 40.000 visitatori specializzati di oltre 80 Paesi. “Domotex è l’appuntamento più importante nell’agenda degli addetti ai lavori dell’industria internazionale dei tappeti e delle pavimentazioni. Nessun’altra manifestazione offre al settore una tribuna capace di un così forte richiamo. Con il tema conduttore Flooring Deluxe illustreremo una importante tendenza del mercato delle pavimentazioni e punteremo in modo mirato i riflettori di Domotex 2013 su prodotti che si distinguono per qualità e design eccellenti”, spiega Jochen Köckler, del CdA della Deutsche Messe. Nel rispetto di quello che è lo slogan di Domotex (“The World of Flooring”), ad Hannover saranno proposti con grande completezza tutti i gruppi di prodotto e le tendenze del mondo delle pavimentazioni. Tra di essi, tappeti di produzione manuale e meccanica, pavimentazioni tessili e resilienti, parquet e laminati, tecniche di impiego, posa e manutenzione. I visitatori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, del mondo dell’architettura, dell’architettura d’interni, dell’arredamento d’interni e dell’artigianato potranno avere qui una panoramica di mercato assolutamente completa. Potranno mettere a confronto offerenti,

prodotti e condizioni, condurre trattative d’affari concrete e toccare con mano nuove tendenze e sviluppi. Il 54 per cento dei visitatori di Domotex sono di provenienza estera e il 90 per cento sono coinvolti nelle decisioni di acquisto della loro azienda - dati, questi, che collocano il salone al vertice nel contesto competitivo fieristico internazionale. Solo a Domotex le aziende possono proporsi a un pubblico così internazionale e così professionale. Dice ancora Köckler: “Qui si possono incontrare partner per l’ingresso su nuovi mercati, coltivare contatti già in essere e gettare le basi per relazioni commerciali con operatori di tutto il mondo. Domanda e offerta dell’industria globale delle pavimentazioni si incontrano in modo perfetto alla Domotex di Hannover.” L’interesse nei confronti delle pavimentazioni di pregio per l’ambiente domestico e per il settore del contract è in continua crescita. Questi pavimenti, che si caratterizzano per il loro design moderno e per l’impiego di materiali di qualità eccellente, sono oggi elemento essenziale dell’idea stessa di arredamento d’interni. In linea con il tema centrale di Domotex, che è Flooring Deluxe, saranno proposte pavimentazioni di eccellenza nei settori della moquette, del parquet e dei laminati. Al riguardo verrà allestita un’area espositiva Flooring Deluxe nello spazio riservato alle moquette nel padiglione 6. Nel padiglione 9, invece, un’altra area Flooring Deluxe sarà dedicata a parquet e laminati di fascia alta. Noti espositori occuperanno gli spazi previsti attorno a queste aree particolari dislocate in posizione centrale.


p 62-65 domotex_Layout 1 30/12/12 09.26 Pagina 63

Le ambientazioni di prodotto Uno degli elementi costitutivi centrali di Flooring Deluxe saranno le Concept Rooms: esclusive ambientazioni di prodotto nella cui cornice le pavimentazioni saranno gestite in modo innovativo suggerendo speciali soluzioni tese ad illustrare l’importante ruolo della pavimentazione moderna nell’interior design - per proporre un concetto di abitare, un’idea di ambiente, una soluzione per l’utilizzo commerciale di uno spazio, uno studio dei materiali, una installazione non convenzionale. Le Concept Rooms saranno allestite dagli espositori internazionali di maggior prestigio di Domotex.

Haute Couture per il pavimento L’Interior Design prende le mosse dal pavimento - dalla scelta del tappeto. Il tappeto rappresenta in effetti il fondamento stesso del concetto di arredamento. I tappeti plasmano gli ambienti, mettono in relazione i mobili, creano un senso di calore e di accoglienza. Ormai veri e propri oggetti di design, danno un’impronta inconfondibile allo stile di vita dei nostri giorni e sono irrinunciabili nei moderni mondi dell’abitare. Sia che si tratti di tappeti classici, d’avanguardia o senza tempo, non c’è limite alla varietà di disegni, colori e materiali usati per la loro realizzazione. Alla Domotex di Hannover, il più importante salone mondiale dei tappeti e delle pavimentazioni, innovativi designer, importanti rivenditori specializzati e famosi galleristi presenteranno le loro ultimissime collezioni e pregiati pezzi unici. Che troveranno la loro cornice ideale negli spazi del Carpet Design Award, della mostra di tendenze Souk Deluxe e dell’area espositiva riservata ai tappeti antichi.

Carpet Design Award Il Carpet Design Award (padiglione 16) di Domotex detta standard di riferimento mondiali in tema di qualità e design dei tappeti di produzione manuale - e il prossimo gennaio è già alla sua ottava edizione. Il premio prevede dieci diverse categorie di assegnazione. I prodotti iscritti saranno valutati da una giuria internazionale di alto profilo. “I pregiati tappeti annodati a mano sono opere d’arte per il pavimento. Sono un irrinunciabile elemento stilistico capace di creare nuovi orizzonti nell’ambiente e di unire i singoli elementi dell’arredo d’interni in

una armoniosa composizione d’insieme. Il Carpet Design Award lo conferma”, dichiara la giurata Nina Yashar, la cui galleria milanese “Nilufar” è molto apprezzata a livello internazionale per i suoi mobili e tappeti dal design sia classico sia moderno.

Souk Deluxe Un graffito da New York, disegni di un artista cinese contemporaneo, coloratissimi motivi della pop art, motivi e tracciati di colore astratto: non stiamo parlando di opere esposte alle pareti di una galleria d’arte, ma di esclusive creazioni di tappeti annodati a mano - di haute couture per il pavimento. Nella cornice della mostra di tendenze Souk Deluxe (padiglione 17), i più innovativi designer di tappeti dimostreranno che non ci sono limiti alla creatività nella produzione manuale dei tappeti. Franziska Reuber, Jürgen Dahlmanns, Michaela Schleypen, Hossein Rezvani e Jan Kath faranno di Domotex un vero e proprio spettacolo per gli appassionati di creazioni di altissimo profilo e della tradizionale arte della annodatura a mano. Rivenditori specializzati e arredatori di interni della fascia alta del mercato potranno informarsi, nell’ambito di Souk Deluxe su tutte le novità di loro interesse, anche attraverso approfonditi colloqui presso i circostanti stand espositivi. Si procureranno così una panoramica completa del mercato e potranno anche comporre già in fiera la loro collezione di vendita personale.

Tappeti antichi Anche a Domotex 2013 ci sarà, nel settore dei tappeti di produzione manuale, uno spazio espositivo dedicato ai tappeti antichi. Il salone completa e arricchisce così la propria offerta, accogliendo tutte le possibili forme espressive del tappeto artigianale e proponendosi anche come importante fonte di ispirazione e punto di acquisto per arredatori di interni, produttori di mobili esclusivi e rivenditori specializzati di fascia alta. Questi gruppi target hanno un ruolo particolarmente significativo per gli offerenti di tappeti antichi, perché l’interesse nei confronti di pezzi antichi esclusivi è in continua crescita. Questi tappeti creano infatti, nei moderni mondi dell’abitare, un effetto di contrasto molto apprezzato.

Innovativi servizi online per i visitatori di Domotex Con il servizio “Match and Meet”, espositori e visitatori di Domotex possono incontrarsi in modo mirato attraverso Internet. Perché questo possa avvenire, i visitatori specializzati devono però pubblicare innanzitutto un loro profilo personale su www.domotex.de indicando a quali prodotti sono interessati. Gli utenti del servizio riceveranno così automaticamente una lista incrociata con la segnalazione dei contatti suggeriti e potranno entrare in contatto direttamente con il potenziale partner d’affari prescelto. Anche per la prossima edizione Domotex propone poi una guida mobile alla fiera: Domotex2go, che mette a disposizione degli smartphone le più importanti funzioni online connesse alla presenza di Domotex sul web. Con Domotex2go ogni visitatore della fiera potrà scegliere espositori, prodotti e iniziative del calendario fieristico e pianificare i propri appuntamenti dal cellulare. Domotex2go offre inoltre anche una cartina interattiva del quartiere fieristico completa di sistema di navigazione. La app è richiamabile da www.domotex2go.de e scaricabile gratuitamente dall’App-Store di Apple.

Rifiniture 63


p 62-65 domotex_Layout 1 30/12/12 09.26 Pagina 64

RI ATTUALITÀ d’

Conoscere l’Interior Design

particolare. Il sabato il tema sarà “Edifici ibridi - L’utilizzo parallelo dell’architettura e i precursori scandinavi”. Gli edifici ibridi sono edifici dall’impiego flessibile. Adattandosi a diverse funzioni, essi rappresentano una risposta alle esigenze di una società che ha fatto della fretta il proprio stile di vita e si stanzia di preferenza nelle città. Questi edifici devono in effetti fare fronte a sfide quali la mancanza di spazio e la scarsità delle risorse. Un esempio di edificio ibrido può essere la combinazione albergo/museo. Su questo tema parlerà tra gli altri Dorte Mandrup, dello studio Dorte Mandrup Arkitekter di Kopenhagen. I progetti di Dorte Mandrup spaziano dalla modesta casa per ferie all’immensa arena per eventi sportivi e culturali. Innovazioni, rapporti spaziali e nuovi materiali conferiscono alle sue opere un tocco del tutto personale. Dorte Mandrup è stata tra l’altro insignita dell’AR Award for Emerging Architecture e della Medaglia C.F. Hansen. Altrettanto attuale è il tema in calendario per la domenica: “Costruire per il futuro Alla ricerca della nuova forma architettonica”, che riassume le sfide della moderna architettura, chiamata non solo a trovare soluzioni atte a soddisfare le esigenze della tutela ambientale dal punto di vista tecnico, ma anche a svilupCon Meet/Design verrà proposta una mostra speciale pare forme estetiche adeguate a tali soluzioni. che sarà allo stesso tempo punto d’incontro e luogo di E qui si chiede anche all’industria di dare un proispirazione sia per gli espositori sia per i visitatori prio contributo con nuovi prodotti e materiali. Questo tema sarà esposto dall’archistar Hitoshi e della lounge, sperimentando di persona i risultati della combinazione Abe. Le sue architetture colpiscono per le complesse strutture spaziali tra elementi urbani e mobili e tappeti moderni. e per un approccio sempre innovativo, globale e sostenibile. AttualIl progetto è stato ideato dai creativi di Tempo Berlin, organizzatori mente Abe è titolare di una cattedra e presidente del Department of della fiera del mobile e del design Qubique, e verrà da loro realizzato Architecture and Urban Design presso la UCLA (University of Califorin collaborazione con più produttori di mobili e designer. nia, Los Angeles). Il lunedì di fiera si affronterà invece il tema della vita interna degli edifici Contractworld: firme prestigiose con il titolo “I nuovi interior -I materiali migliori e le altre soluzioni” poDa sabato 12 a martedì 15 gennaio 2013 si daranno convegno al connendo al centro dell’attenzione tendenze e novità dell’architettura d’intractworld di Hannover architetti, architetti d’interni, designer e proterni. Si parlerà dell’utilizzo di nuovi materiali, di colori e superfici, gettisti. L’atteso Forum dell’architettura del prossimo anno farà ancora dell’importanza delle pavimentazioni nell’arredo d’interni. Saranno preuna volta perno sull’alto profilo qualitativo del contractworld.congress, sentati progetti per ambiti applicativi estremamente diversificati: l’uffiche presenterà anche una innovativa banca dati sui materiali curata cio, il negozio, l’albergo, la struttura sanitaria, l’edificio pubblico o da Materia e stimolanti visite guidate per architetti. Contractworld si l’ambiente domestico. Uno dei relatori della giornata sarà Thom svolgerà nella cornice di Domotex, il più importante salone mondiale Mayne, dello studio statunitense Morphosis, che si è fatto un nome delle pavimentazioni. per il suo design senza compromessi, per il superamento delle forme Ognuna delle quattro giornate del congresso metterà a fuoco un tema tradizionali e l’impiego di materiali innovativi. Mayne ha ricevuto il preCon Meet/Design verrà proposta nel gennaio 2013 a Domotex di Hannover una mostra speciale che sarà allo stesso tempo punto d’incontro e luogo di ispirazione sia per gli espositori sia per i visitatori. In una sola presentazione saranno proposti scenari arredati di interior design proiettato nel futuro. In questa cornice si incontreranno un interior design di grande freschezza, ricercati mobili vintage, elementi grafici e raffinati tappeti e pavimentazioni. Meet/Design significa quindi 500 metri quadrati di tendenze dell’abitare urbano, di spirito dei tempi e di stile di vita nel cuore di Domotex, il più grande salone mondiale dei tappeti e delle pavimentazioni. L’installazione, che verrà realizzata in posizione centrale nel padiglione 4, sarà ripartita su diversi livelli in vari settori. Meet/Design diventerà così punto d’incontro soprattutto di arredatori d’interni, designer e architetti, che in questo spazio particolare faranno esperienza diretta delle tendenze dell’abitare traendone idee per i propri prodotti e progetti. Espositori e visitatori specializzati potranno prendersi una pausa dai lavori della fiera negli spazi del bistro

64 Rifiniture


p 62-65 domotex_Layout 1 30/12/12 09.26 Pagina 65

mio Pritzker nel 2005 ed è stato insignito di numerosi altri riconoscimenti quali il Cooper-Hewitt National Design Award. Per il martedì è prevista la trattazione del tema “Ristrutturare - La trasformazione creativa e l’ampliamento edilizio delle città”. Circa l’80 per cento di tutte le opere edili riguarda attualmente l’intervento sul patrimonio esistente. Affrontando gli argomenti della ristrutturazione, della trasformazione e dell’ampliamento edilizio, contractworld farà luce su tre approcci completamente diversi alle opere esistenti. Questi tre modi di procedere sono però accomunati dall’esigenza di rimodernare le strutture esistenti con l’impiego delle ultimissime tecniche e con molta sensibilità. Sul tema interverrà tra l’altro Enrique Sobejano, dello studio Nieto Sobejano Arquitectos di Madrid. Enrique Sobejano ha studiato architettura al Politecnico di Madrid e alla Columbia University di New York. Ha fondato lo studio Nieto Sobejano Arquitectos e i suoi lavori sono stati esposti, negli anni 2000, 2002, 2006 e 2012, alla Biennale di architettura di Venezia e al MoMa di New York. Le sue opere sono state insignite di vari premi, tra i quali lo European Museum of the Year Award 2012.

Le tendenze 2013/14 Il design dei nostri giorni prende spunti dal passato, guarda al futuro e traccia un’immagine stratificata del presente. E avrà ancora una volta un ruolo di primo piano alla Domotex di Hannover, il più grande salone mondiale dei tappeti e delle pavimentazioni, dove ci si potrà confrontare con i maggiori trend attuali, sintetizzati dalle definizioni Dark Opulence, Native Craft e Soft Coolness. Dark Opulence. Nella vita di tutti i giorni si torna in modo manifesto a toni più glamour e sfarzosi. Si ridà spazio al lusso, allo splendore, alla teatralità. Nei colori si assiste al grande ritorno soprattutto del nero. Ad esso si aggiunge un mix di torni scuri, eleganti: un marrone scuro, un viola mistico, il blu mezzanotte, il color petrolio, il rosso scuro, il rame, l’ambra e l’oro. Nel settore dei parquet e dei laminati si nota una tendenza all’impiego di legni scuri e nobili come la quercia affumicata, il noce, il ciliegio. Gli schemi di posa possono essere anche più impegnativi- si va dalla classica spina di pesce ad artistici intarsi realizzati con legni di tipo diverso. I tappeti sono annodati a mano con eleganti materiali come lana fine, seta e ciniglia e acquistano effetti luminosi

grazie all’impiego di fibre metalliche quali il lurex. I motivi di tappeti, moquette e pavimentazioni resilienti propongono ricchi mosaici, fiori barocchi e sontuosi ornamenti. Antichi disegni, ad esempio citazioni da vecchi affreschi parietali e motivi Gobelin, rimandano al passato. Native Craft. Quiete e vita naturale sono aspirazione di molti in un mondo dominato dalla tecnologia e dalla virtualità. Questo si riflette anche nel design. Sfumature di colore irregolari e effetti di superfici lavorate artigianalmente, come seghettate, invecchiate, incollate e rattoppate, danno un’impressione di naturalezza e rusticalità. Il legno deriva da un’economia forestale locale, sostenibile: è legno di frassino, larice o quercia; oppure di piante a ricrescita veloce, come il bambù. Si mischiano volentieri anche diversi tipi di legno e pezzi di legno antico per comporre una sorta di patchwork. I colori sono per lo più di terra e caldi: beige, marrone, rosso bruno, arancione, ocra. Colori più forti come il verde bottiglia, il turchese, il rosso e il giallo si aggiungono nei disegni etnici, che godono sempre di grande favore. Texture superficiali intense hanno un ruolo importante anche nei tappeti e nelle moquette - la natura, insomma, è lì non solo da vedere ma anche da toccare. Si intrecciano e si annodano lana, lino, canapa e materiali riciclati per formare tappeti dalla struttura grezza. Soft Coolness. Luminosi e inondati dalla luce - così si presentano i moderni ambienti urbani, influenzati soprattutto dall’architettura e dalla tecnologia. Molti “non colori” quali il bianco, il grigio chiaro, il color cemento o il beige e delicate tinte pastello come il grigio verde acqua, l’azzurro, o il color pelle in gradazioni che arrivano fino al rosa interrompono l’intensa freddezza. Anche i legni sono chiari: si presentano in lunghe tavole di acero, betulla e quercia scolorita. Si vedono molti tappeti in tinta unita e sempre più moquette, per lo più a pelo corto, ma in parte anche a pelo lungo. Una novità è rappresentata dal fatto che sono disposte una accanto all’altra più superfici in tinta unita, anche di ampia dimensione, che differiscono anche solo leggermente nei toni di colore. Un altro nuovo, importante motivo è il colourblocking, con e senza sfumature. Rimangono i motivi rigorosi, grafici e geometrici, le strisce e i classici della moda come i motivi vichy, i piedde-poule e il principe di Galles. Si aggiungono scritte e segni grafici. Tappeti orientali leggermernte scoloriti propongono un interessante ● contrasto con i mobili moderni dalle linee puristiche.

Completa banca dati dei materiali a contractworld Per la prima volta sarà proposta a contractworld la Banca dati dei materiali realizzata da Materia (di Amsterdam), che presenterà circa 350 diversi nuovi materiali di varie aziende. Le banche dati sui materiali offrono a progettisti e architetti la possibilità di passare in rassegna il mondo delle nuove proposte nel settore. Offrono ispirazione per l’impiego di tali materiali e stimolano a un approccio creativo con le più diverse materie. Architetti e sviluppatori hanno così modo di informarsi dettagliatamente sulle nuove possibilità. Materia, fondata nel 1998, è una raccolta indipendente di materiali. I suoi criteri di accettazione dei materiali sono estremamente severi: essi devono infatti rappresentare una novità assoluta in termini di estetica o di tecnologia, oppure devono avere una valenza importante dal punto di vista sociale - ad esempio sul piano della sostenibilità. La collezione è attualmente costituita da oltre 1.800 campioni di materiali.

Rifiniture 65


p 66-67 heimtextil_Layout 1 30/12/12 09.27 Pagina 66

RI ATTUALITÀ d’

Non solo tessile HEIMTEXTIL PRESENTA LE TENDENZE PER LE PARETI: I TOP PLAYER INTERNAZIONALI NEL CAMPO DELLA TAPPEZZERIA MURALE PROPONGONO LE LORO NUOVE COLLEZIONI. L’INDUSTRIA TEDESCA DELLA CARTA DA PARATI REGISTRA UN’ULTERIORE CRESCITA

U

n’incredibile varietà di prodotti, design stravaganti, entusiasmanti presentazioni speciali ed allestimenti esclusivi: è quanto attende i visitatori di Heimtextil (dal 9 al 12 gennaio 2013) nel campo dei rivestimenti murali. Il wall design torna così nuovamente al centro dell’interesse della Fiera internazionale del tessile casa e del contract. All’inizio dell’anno saranno presenti a Francoforte sul Meno tutti i top player tedeschi ed internazionali dell’industria della tappezzeria murale, che presenteranno le loro nuove collezioni. “Heimtextil sta vivendo un vero e proprio boom nel segmento delle carte da parati, un’area espositiva che sta acquisendo un’importanza sempre maggiore”, spiega Olaf Schmidt, Vice President Textiles & Textile Technologies di Messe Frankfurt. “Per la prossima edizione il padiglione 3, dove espongono anche le aziende del settore della tappezzeria murale, registra il tutto completo.” Praticamente tutti gli espositori di quest’anno, tedeschi e stranieri, hanno riconfermato la loro presenza anche per il 2013. A loro si aggiunge un gran numero di nuovi espositori di carte da parati: rivenditori, produttori ed editori. Rinomate aziende di tutto il mondo presenteranno la loro nuova gamma di prodotti, tra cui: Arte (Belgio), Dedar e Jannelli & Volpi (Italia), Graham & Brown (Gran Bretagna), Muresco (Argentina), York Wallcoverings (Stati Uniti) nonché Erismann, Marburger Tapetenfabrik e Sahco Hesslein (Germania).

66 Rifiniture

“Wall Gallery” presenta le ultime tendenze La presentazione speciale “Wall Gallery” nel padiglione 3.1 offre una panoramica delle ultime novità del mondo della tappezzeria murale. Con carte da parati innovative e di tendenza di espositori tedeschi ed internazionali lo Show evidenzia l’enorme varietà dell’area espositiva “wall”. La selezione dei prodotti è stata effettuata dallo Stijlinstituut Amsterdam, lo studio di design che si occupa anche dell’allestimento scenografico dello Show tendenze nel Forum 0 dove vengono proposte le nuove tendenze di Heimtextil per la stagione 2013/14. Lo Show mostra, oltre ai prodotti esclusivi di tutti gli altri gruppi merceologici, anche una selezione delle collezioni attuali dei produttori di carte da parati.

Aumento di fatturato per i produttori tedeschi Le cifre attuali dell’Istituto tedesco delle carte da parati (Deutsches Tapeteninstitut) confermano la forte tendenza della tappezzeria murale nel settore dell’interior design: nei primi nove mesi del 2012 il fatturato dei produttori tedeschi di carte da parati è aumentato del 2% raggiungendo quota 330 milioni di euro. Sono stati venduti complessivamente 73 milioni di rotoli di carta da parati, cifra che corri-


p 66-67 heimtextil_Layout 1 30/12/12 09.27 Pagina 67

La presentazione speciale “Wall Gallery” offre una panoramica del mercato del wall design innovativo

sponde all’incirca all’anno scorso. In Germania il fatturato ha subito un leggero calo rispetto all’anno precedente, che è stato molto forte, scendendo a 110 milioni di euro circa (-1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso). Le vendite sono calate a circa 25 milioni di rotoli di carta da parati (-4%). All’estero, invece, nei primi nove mesi dell’anno si è potuto registrare un netto aumento di fatturato pari al 4%, raggiungendo quota 223 milioni di euro. La crescita puramente quantitativa (+2%) non ha raggiunto il livello dell’anno precedente, mentre le vendite (circa 50 milioni di rotoli di carta da parati) continuano ad essere molto soddisfacenti.

Decorazione versatile per gli interni Negli ultimi anni, la carta da parati si è evoluta da semplice rivestimento murale ad elemento decorativo estremamente versatile per l’interior design. Le carte da parati moderne convincono per la grande varietà di disegni e materiali, realizzate ad esempio su un supporto in carta o in tessuto non tessuto, con interessanti superfici strutturate in raso, imitazioni di pelle di animali ed altri sorprendenti elementi. Con i loro disegni suggestivi, colori moderni e strutture sor● prendenti aiutano a personalizzare l’ambiente.

Messe Frankfurt Con un fatturato di 467,5 milioni di euro ed un organico di 1.725 collaboratori al mondo, Messe Frankfurt è il più grande ente fieristico tedesco. Il Gruppo Messe Frankfurt vanta una rete mondiale composta da 28 società affiliate e circa 50 Sales Partner internazionali. Grazie a questa rete Messe Frankfurt è presente in oltre 150 Paesi. In più di 30 poli fieristici del mondo si svolgono manifestazioni “made by Messe Frankfurt”. Nel 2011 Messe Frankfurt ha organizzato un totale di 100 fiere, di cui oltre la metà all’estero. 578.000 metri quadrati di superficie di cui dispone Messe Frankfurt sono attualmente occupati da dieci padiglioni ed un centro congressi ed essi annesso. La Società fieristica è in mano pubblica: la Città di Francoforte detiene il 60 percento ed il Land Assia il 40 percento.

Rifiniture 67


p 68-69 bau_Layout 1 30/12/12 09.28 Pagina 68

RI ATTUALITÀ d’

Profilo internazionale LA MANIFESTAZIONE BAVARESE CONFERMA I NUMERI IMPORTANTI DEL 2011 E RILANCIA UN’ESPOSIZIONE ARTICOLATA E COMPLETA DELL’EDILIZIA E DELL’ARCHITETTURA CON UN TAGLIO MOLTO INTERNAZIONALE. NUOVI PERCORSI TEMATICI E RICCO PROGRAMMA COLLATERALE

S

u una superficie di 180.000 mq, Bau presenta architettura, materiali e sistemi per l’edilizia industriale, commerciale e residenziale, e per l’arredo di interni, sia per le nuove costruzioni sia per l’edilizia di ristrutturazione. Anche il prossimo gennaio 2013 Bau occuperà tutti i 180.000 metri quadri di superficie espositiva del Centro Fieristico di Monaco di Baviera, ai quali si aggiungono 3.500 mq di area esterna. Il numero di espositori si è stabilizzato da molti anni a causa della mancanza di spazi aggiuntivi. Siamo appena al di sopra delle 2000 aziende. Gli espositori giungono da una quarantina di Paesi. La quota di espositori esteri si aggira attorno al 25%. Per quanto riguarda i visitatori, puntiamo a superare nuovamente le 235.000 presenze e, se possibile, ad aumentare la quota di internazionalità. Bau avrà luogo dal 14 al 19 gennaio 2013 presso il Centro Fieristico di Monaco di Baviera, organizzato da Messe München International.

68 Rifiniture

Quattro tematiche in primo piano a Bau 2013: Sostenibilità: il tema è diventato un fattore chiave per l’edilizia contemporanea e responsabile. Prodotti e materiali che rispettano i criteri di sostenibilità saranno proposti da numerose aziende espositrici in tutti gli angoli del salone; inoltre, l’edilizia e la progettazione sostenibili saranno temi chiave del programma di convegni, mostre speciali e forum. Edilizia multigenerazionale: L’idea dell’edilizia adatta a diverse generazioni diventa sempre più importante in Germania e in Europa. Questo significa concepire e attrezzare i locali in modo che ci sia spazio per tutti e che ogni componente della famiglia si senta a proprio agio, che sia giovane o anziano, grande o piccolo. Bau 2013 tratterà questo argomento in diversi eventi. Energia 2.0: In Europa circa il 40% dei consumi energetici è rappresentato dal riscaldamento degli edifici. Per questo motivo l’efficienza energetica è un tema centrale ormai da diversi anni. Numerosi convegni e mostre speciali a Bau si occuperanno del futuro dell’approvvigionamento energetico degli edifici e di interi quartieri, presentando le relative innovazioni tecnologiche. L’urbanistica nel XXI secolo: Oggi, un essere umano su due vive in città. Nel 2050 abiterà in città il 75% dei 9,3 miliardi di persone previste per quella data. Questa evoluzione comporta grandi sfide in termini di infrastrutture, mobilità, sicurezza e approvvigionamento energetico. A Bau 2013 scopriremo quindi come sarà la vita futura nelle città.

Suddivisione dei padiglioni Bau 2013 occupa 17 padiglioni con una superficie complessiva di 180.000 mq. I padiglioni sono suddivisi per materiali, prodotti e tematiche. La particolarità di Bau è che tutte le tecnologie, i prodotti e i ma-


p 68-69 bau_Layout 1 30/12/12 09.28 Pagina 69

Con la sua offerta ampia e trasversale, Bau richiama operatori qualificati da tutti i settori della progettazione, dell’arredo e delle costruzioni

teriali impiegati nella progettazione e nella costruzione si trovano riuniti in un unico salone specializzato: non esistono altri eventi con una proposta paragonabile. Questo approccio trasversale fa del salone una vetrina e una fonte di informazioni irrinunciabile per tutti coloro che si occupano di progettazione ed edilizia. Dagli investitori ai progettisti, dagli architetti agli artigiani, fino ai gestori di edifici. Bau è una vetrina di novità e anteprime. Le aziende espositrici strutturano le loro attività di sviluppo secondo la cadenza biennale della manifestazione. Le novità di prodotto, che si tratti di finestre, porte, pavimenti o nuovi elementi per facciate, vengono presentate in anteprima a Bau. Anche per questo motivo, ogni due anni giungono a Monaco di Baviera operatori specializzati da tutti i continenti.

Nuovi percorsi tematici Tradizionalmente l’offerta di Bau è articolata in categorie di prodotti e materiali. Nell’edizione 2013 questo sistema consolidato verrà affiancato da una nuova classificazione. Gli espositori saranno infatti asso-

ciati anche a uno specifico “filone tematico”. I sistemi di alluminio o la ceramica saranno inseriti ad esempio nel percorso “Facciate”, mentre la chimica per edilizia farà parte del tema “Pavimentazioni”. Questa ulteriore classificazione aiuta i visitatori a orientarsi ancora meglio nella vasta offerta di Bau. I visitatori potranno capire, in base ai diversi simboli, in quali padiglioni vengono presentati, ad esempio, prodotti utilizzati prevalentemente nella costruzione di facciate. Con la sua offerta ampia e trasversale, Bau richiama operatori qualificati da tutti i settori della progettazione, dell’arredo e delle costruzioni. Per progettisti, architetti e ingegneri edili di tutto il mondo, Bau è diventato l’appuntamento di informazione e comunicazione più importante in assoluto. Non esistono altri eventi nel mondo con una partecipazione così elevata di queste categorie di operatori. A Bau 2011 avevano partecipato oltre 50.000 visitatori provenienti da studi di architettura e progettazione. La diapositiva mostra la crescita imponente dal 2005. Nell’arco di sei ● anni la quota di progettisti sui visitatori di Bau è raddoppiata.

Edilizia multigenerazionale Questa mostra nel padiglione A4 illustrerà le caratteristiche concrete degli edifici adatti a persone di tutte le età e le relative esigenze in termini di progettazione, prodotti e materiali. L’evento è organizzato da Bau in collaborazione con la società tedesca di gerontotecnica GGT (Deutsche Gesellschaft für Gerontotechnik®). In questa edizione, in primo piano ci sarà l’attenzione al comfort degli edifici “chiavi in mano” o prefabbricati. In un’area di 200 metri quadrati nel padiglione A4 verrà allestito un immobile-modello con spazi multifunzionali flessibili, arredati con prodotti e sistemi ugualmente adatti ai giovani e agli anziani. Il concetto modulare complessivo è idoneo per appartamenti, alloggi studenteschi, appartamenti in hotel, residenze presidiate e per anziani.

Rifiniture 69


p 70-71 abitare_Layout 1 30/12/12 09.29 Pagina 70

RI ATTUALITÀ d’

Un format che piace

ABITARE IL TEMPO 100% PROJECT PROPONE UN SISTEMA ESPOSITIVO NUOVO CHE PIACE A PROFESSIONISTI E DISTRIBUTORI E RESTITUISCE FIDUCIA AL MERCATO. RICCO IL CALENDARIO DI APPROFONDIMENTI SU DISTRIBUZIONE E MARKETING. IN AUMENTO GLI ESPOSITORI (+75%) E I VISITATORI (+50%) SULL’EDIZIONE 2011

A

bitare il Tempo 100% Project conferma la crescita sia nel numero degli espositori (+75% sull’edizione 2011) e degli spazi (da 2 a 4 padiglioni), sia sul fronte dei visitatori professionali che sono stati 15.000 in soli tre giorni di manifestazione, il 50% in più rispetto all’anno scorso, di cui oltre il 12% esteri (fra pochi giorni il dettaglio). I risultati positivi sono il frutto di una formula rinnovata che piace a professionisti e distributori e di un’intensa attività organizzativa che è stata svolta per assicurare alla mostra la visita dei più grandi compratori, rivenditori, architetti provenienti dalle zone più significative per l’esportazione del made in Italy, come Far East (India), Medio Oriente, est europeo e America, soprattutto Brasile e Canada. «Lo scopo della manifestazione è quello di mettere in rete le aziende eccellenti che in termini espositivi quest’anno sono aumentate ad Abitare il Tempo 100% Project- conferma Ettore Riello presidente di Veronafiere-; è ormai chiaro che il made in Italy, composto principalmente da imprese di piccole e medie dimensioni, non avrebbe alcuna pro-

70 Rifiniture

spettiva nell’affrontare i grandi mercati emergenti senza una offerta coordinata che faccia leva, prima di tutto, su reti d’impresa, efficienti e disposte a muoversi in sinergia. Questo propone Abitare il Tempo 100% Project e la risposta del mercato, sia per le aziende della produzione sia per la distribuzione, è stata significativa e incoraggiante». La mostra, che si è presentata con un allestimento elegante e raffinato, ha riscosso particolare successo nelle aree dedicate alla cucina, alle finiture d’interni e al wellness, confermando la “vision” di un evento rivolto a tutto l’universo della casa. Non solo mobili, quindi, ma sistemi d’arredo e, quindi, sistemi di relazione sia fra chi compra e chi vende, sia all’interno delle filiere. «Gli operatori professionali aumentano ad Abitare il Tempo 100% Project perché qui possono trovare produzione, distribuzione, cultura e formazione -commenta Giovanni Mantovani direttore generale di Veronafiere-. Essere 100% project significa mettere insieme soluzioni integrate per l’arredamento, coniugando tutte le proposte dell’interior design». Il layout disegnato da Giulio Cappellini, i 50 workshop, realizzati con la collaborazione di Federmobili, dedicati allo sviluppo delle competenze e delle abilità dei punti vendita di progetto, i 30 eventi di sperimentazione e le mostre culturali, i design Lab che presentavano i progetti e le storie delle più importanti aziende italiane sia del design sia della tradizione, da Cappellini a Poltrona Frau, Baldi, Medea, Azucena, MisuraEmme, Morelato, Brianform, Pallucco, VG Newtrend, Lago e Schiffini, alcuni fra i più grandi gruppi industriali italiani, sono tutti elementi che hanno costituito, unitamente a un qualificato contesto di aziende artigiane dalle straordinarie competenze, una ossatura originale ed efficiente. Il commercio mondiale di mobili, dopo la crisi nera del 2009, con un fatturato globale calato del 19%, sta lentamente risalendo la china: dai


p 70-71 abitare_Layout 1 30/12/12 09.29 Pagina 71

122 miliardi di dollari del 2012, le stime per il 2013 prevedono una chiusura a 128 miliardi di dollari, con una crescita di circa il 4%. Un dato complessivo che però riflette notevoli differenze a livello di aree geografiche. Se, infatti, le economie emergenti trainano la richiesta di mobili ed elementi d’arredo (+7%), i cosiddetti paesi avanzati abbassano la media (+1%). Scendendo ulteriormente nel dettaglio, guida la classifica il continente asiatico (+7%), seguito dal Sudamerica (+5%), Medio Oriente e Nord Africa (+4%). Fanalini di coda a causa della stagnazione dei mercati interni, il Nord America (+2%) e l’Europa (+1%). Numeri che sono il frutto della ricerca commissionata da Federmobili e Innova.com, presentati ad Abitare il Tempo 100% Project nel corso del convegno “Un’alleanza di qualità per i mercati esteri”. In tale quadro diventa essenziale cogliere le opportunità che si presen-

tano sui nuovi scenari. Il sistema produttivo italiano non fa eccezione. Oggi l’export dell’eccellenza made in Italy, sinonimo universale di eleganza e stile, copre tutti i continenti, confermando il Paese come primo produttore europeo e terzo nel mondo. L’arredamento tricolore piace in particolare nelle nazioni del Medio Oriente e del Nord Africa, verso cui è diretto il 6% delle esportazioni totali. Un peso sempre più crescente di queste aree, confermato ad Abitare il Tempo 100% Project dalla presenza di delegazioni commerciali da Egitto, Libia, Qatar, Arabia Saudita, Oman ed Emirati Arabi Uniti, tra i 31 paesi rappresentati. Le aziende italiane, seppur lentamente, si stanno adattando a questa nuova situazione: nel 2010, solamente il 3% delle imprese nazionali aveva un fatturato estero superiore al 10%; dopo due anni, la quota di chi si dichiara interessato a vendere fuori dall’Italia è salita al 67%. ●

Formule innovative “Chi non fa, non innova” è il nuovo mantra degli americani sempre più volutamente distanti dal mondo dei colletti bianchi e, piuttosto, vicini a quello delle tute blu. La provocazione è stata oggetto degli studi presentati nell’ambito del fitto programma di convegni e workshop di Abitare il Tempo 100% Project dal Prof. Stefano Micelli, docente di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il titolo del convegno “Il saper fare italiano al servizio del design internazionale” prende le mosse da un dibattito anglosassone e, prima ancora, americano che vede una relazione sempre più stretta tra design e lavoro artigianale, da sempre legato al mondo industriale. Sfatati i più diffusi luoghi comuni sulla figura professionale dell’artigiano che oggi si mette al servizio, non solo della piccola impresa, ma anche delle grosse aziende, come Louis Vuitton o Hermes, note case di moda a livello mondiale, che hanno puntato anche nella comunicazione sul ritorno al saper fare quale arma vincente per sfidare la crisi. L’artigiano del 2012 rispetta la tradizione, ma, allo stesso tempo, sposa l’innovazione, all’insegna di una crescente integrazione con la logica industriale. E l’Italia? Come reagisce? Nel Bel Paese questo atteggiamento non ha ancora attecchito, nonostante, soprattutto il Nord Italia sia sempre stata terra di alto artigianato. Scendendo nello specifico caso del settore del mobile-arredo, Micelli ha preso in considerazione la case history di alcune aziende che sono riuscite a far risalire le vendite attraverso la relazione con i clienti che è proprio il valore aggiunto proposto da Abitare il Tempo 100 % Project, un meeting che permette di far incontrare la rete distributiva con quella produttiva.

Rifiniture 71


p 72-73 rhex_Layout 1 30/12/12 09.30 Pagina 72

RI ATTUALITÀ d’

Al servizio del mondo Horeca UNA NUOVA MANIFESTAZIONE, CHE ESALTERÀ LE ESPERIENZE DI SIA GUEST E SAPORE, A RIMINI FIERA DAL 23 AL 26 FEBBRAIO 2013. UN GRANDE CONTENITORE CHE ANALIZZA TUTTI GLI ASPETTI DELL’OSPITALITÀ

che, nel corso del Novecento, hanno contribuito allo sviluppo dell’offerta balneare, valorizzando così anche la storia dell’industria turistica locale. Dal 23 al 26 febbraio 2013, nel quartiere fieristico riminese, RHEX varerà un format unico sulle tendenze e i consumi del tempo “fuori casa”. Articolato su innovativi “contenitori”, il progetto fieristico offrirà non solo una formidabile vetrina per gli espositori dell’industria alberghiera, dell’ospitalità, della ristorazione e dell’intrattenimento, ma anche strumenti immediati che consentiranno ai visitatori di cogliere gli indirizzi del mercato. E “a bordo”, sia per le aziende, sia per il pubblico specializzato, tangibili opportunità di business e di sviluppo delle prospettive internazionali. I mercati esteri chiedono infatti maggiore concentrazione di eventi, razionalizzazione di tempi e risorse, appuntamenti concreti. Come RHEX.

S

i alza il sipario sul nuovo evento voluto da Rimini Fiera per esaltare le esperienze di Sia Guest e Sapore, un evento che porta con sé fin dal nome un forte richiamo all’identità riminese: RHEX, acronimo di Rimini Horeca Expo, rimanda al leggendario passaggio del transatlantico immortalato da Federico Fellini nel film “Amarcord”. “Il sistema d’identità visiva costruito sulla figura geometrica del triangolo - spiega il designer di fama internazionale Leonardo Sonnoli, art director di Relè-Tassinari/Vetta che ha curato il naming e il visual della nuova manifestazione - si riferisce ai tre elementi caratterizzanti il salone: hotel restaurant - cafè/catering e, sviluppandosi di volta in volta, sui vari media, in maniera dinamica, ne sottolinea gli aspetti innovativi”. La gamma cromatica utilizzata si ispira infatti ai colori ricorrenti nell’iconografia dell’ospitalità riminese, rifacendosi ai famosissimi manifesti

72 Rifiniture

RHEX Innovation Award A RHEX andrà in scena la prima edizione di “Rhex Innovation Award”, concorso che premierà il tasso di innovazione delle novità del comparto Horeca presenti nella manifestazione. Il concorso, che ha alle spalle (nell’ex Sapore), quattro edizioni con oltre cento aziende coinvolte, dal 2013 assumerà non soltanto la nuova denominazione di “Rhex Innovation Award” ma anche un nuovo format, allargando i propri orizzonti al contract, al design e all’alberghiero. “Rhex Innovation Award” premierà prodotti non ancora presenti sul mercato (o lanciati nei sei mesi precedenti l’inizio della manifestazione): nella giornata inaugurale una giuria tecnica selezionerà i vincitori in base a diversi criteri, tra i quali spicca la capacità di interpretare al meglio l’evoluzione dei consumi e le ultime tendenze nel mondo del “fuori casa”.


p 72-73 rhex_Layout 1 30/12/12 09.30 Pagina 73

Materiali contract: mostrare al pubblico della manifestazione alcuni dei materiali per rivestimento più idonei e indicati per il mondo dell’ospitalità professionale Ristorazione a cinque stelle In collaborazione con Reed Gourmet e la rivista Grande Cucina, verrà allestita “Ristorazione a cinque stelle” - gourmet Global experience una coinvolgente quattro giorni all’insegna di show cooking curati dagli chef di ristoranti collocati all’interno dei più prestigiosi hotel. I sei chef chiamati a raccolta, appartenenti al gotha della ristorazione made in Italy, mostreranno ai visitatori di Rhex la propria personale idea di ospitalità, servizio e cucina. Tra i protagonisti nomi del calibro di Sergio Mei, Executive chef Four Seasons Milano, 5 stelle lusso, Marco Sacco, Executive chef Piccolo Lago (2 stelle Michelin) e chef Consultant per Golden Palace Torino, 5 stelle lusso, Andrea Aprea, Executive chef, Park Hyatt, Milano, 5 stelle lusso e Fabrizio Ferrari (1 stella Michelin), Executive chef Hotel Excelsior San Marco, Bergamo, 4 stelle.

Green Hospitality Green Hospitality è la nuova sezione espositiva dedicata a soluzioni e servizi energetici per strutture ricettive in un’ottica di sostenibilità e ri-

5 domande a… Abbiamo chiesto alla dottoressa Patrizia Cecchi, responsabile di progetto per Rimini Fiera, di illustrarci motivazioni e analisi che hanno portato alla nascita di RHEX. R - Perché nasce Rhex? P.C. - Abbiamo compiuto una approfondita analisi del mercato e abbiamo rilevato un mutamento significativo del settore, alla ricerca di una proposta sempre più completa e integrata di prodotti, soluzioni e idee. Da qui la scelta di creare un evento che coniugasse le diverse anime dell’Horeca. R. - come mai a febbraio? P.C. - Sempre dalla nostra analisi abbiamo notato come il rinnovamento delle strutture dell’ospitalità non segue più una stagionalità precisa. Se prima si approfittava della “chiusura” invernale per operare ristrutturazioni e rinnovamenti, oggi la stagionalità non è più un fattore così importante, anche perché molte strutture di fatto operano tutto l’anno. R. - Quali saranno i temi portanti? P.C. - Innanzitutto il salone avrà una fisionomia quanto più completa possibile dal punto di vista merceologico, con una facile individuazione di prodotti e soluzioni. A fare da trait d’union

sparmio. La sezione, realizzata in collaborazione con Agenzia CasaClima, leader nello sviluppo di sistemi per il risparmio energetico e da anni impegnata nella promozione di iniziative per sensibilizzare e responsabilizzare tutta la cittadinanza circa sostenibilità e mutamenti climatici, presenterà soluzioni, opportunità e tecnologie per alberghi che consentano di limitare i costi di gestione e gli impatti sull’ambiente. A Green Hospitality un convegno e numerose aree espositive - bioedilizia e bioarredamento, impianti fotovoltaici e termotecnici, sistemi e tecnologie per il risparmio energetico, serramenti, infissi e rivestimenti - e un unico, ambizioso obiettivo: trasformare gli Hotel da “divoratori” di energia a strutture sostenibili. L’Agenzia CasaClima è un ente pubblico ed indipendente della Provincia Autonoma di Bolzano che si occupa di certificazione energetica ed ambientale di edifici e prodotti. Ad oggi ha certificato oltre 3.500 edifici distribuiti su tutto il territorio nazionale. Il sigillo di qualità ClimaHotel rappresenta invece lo strumento per introdurre all’interno delle strutture alberghiere misure tecniche e strategiche di gestione coerenti ● con uno sviluppo sostenibile dell’attività turistica.

alcuni temi molto attuali e sentiti dal settore, quali il benessere e il comfort, l’ecologia e l’arredamento, che avranno una presenza trasversale in tutte le merceologie e saranno occasione per creare sinergie e integrazioni tra diversi comparti. R - Con le aree mostra? P.C. - Sicuramente. Molti dei nostri eventi saranno più trasversali, in grado di offrire una visione completa della realtà, coniugando i diversi aspetti dell’ospitalità, dalla ristorazione all’alberghiero. Per questo ricco programma ci avvaliamo della partnership e collaborazione delle principali associazioni di categoria e di un team di professionisti di grande fama e capacità. R. - Taglio internazionale? P.C. - Sono ormai molti anni che le nostre manifestazioni di settore possono vantare un alto numero di presenze internazionali, e anche per RHEX manterremo il nostro impegno a portare buyer e operatori specializzati dai mercati emergenti in Europa e nell’area del Mediterraneo, con inviti specifici e delegazioni, che potranno gestire e programmare la loro visita anche attraverso i nuovi strumenti web che abbiamo messo a punto.

5 domande a Rifiniture 73


p 74-75 hosp_Layout 1 30/12/12 08.54 Pagina 74

RI ATTUALITÀ d’

Edizione zero con molte promesse LA MANIFESTAZIONE BRESCIANA DEDICATA AL MONDO DELL’OSPITALITÀ CONFERMA LA BONTÀ DELL’IDEA E PROPONE INTERESSANTI SPUNTI DI SVILUPPO PER LA PROSSIMA EDIZIONE. ANCHE EDINTERNI PRESENTE CON UN CONVEGNO DEDICATO AI MATERIALI CONTRACT

H

osp & Food cala il sipario con molti progetti e novità per la prossima edizione. Un bilancio soddisfacente, molti i clienti positivamente sorpresi per l’organizzazione e la presentazione dell’evento. “L’avvio dell’edizione n.0 di Hosp & Food è stato buono. Abbiamo creato una location estremamente elegante e all’altezza della piazza in cui abbiamo voluto confrontarci - dichiara Gianpaolo Natali, Presidente della PrincipeADV, la segreteria organizzativa di Hosp & Food - abbiamo avuto circa 3.000 visitatori ‘reali’ nelle quattro giornate - continua Natali - ancora poche per l’obiettivo che vogliamo raggiungere, ma sufficienti per iniziare a dare buoni contatti per i nostri espositori. Dalla prossima settimana inizieremo a lavorare

74 Rifiniture

sulla nuova edizione che inizialmente era programmata nel 2014, per rispettare la bi annualità dell’evento, ma le aziende hanno fortemente chiesto di ripensarci e di creare l’appuntamento già per il prossimo ottobre”. Tra gli eventi più significativi il Memorial Dellea: in molti a ricordare il maestro Enzo Dellea. L’ideatore Eugenio Gandellini ha ricordato la figura del professore ripercorrendo con gli ex-allievi momenti di vita passati insieme, sincera commozione da parte di tutti gli intervenuti. Si chiude con un bilancio complessivo buono per l’edizione zero di Hosp & Food 2012. Il 24 ottobre è stata la giornata dedicata al Maestro Dellea e ai suoi ex-allievi che hanno cucinato 6 ricette diverse a base di pesce di lago per poi degustarle, accompagnate dall’ottimo vino della cantina La Cantrina, con gli ospiti intervenuti tra i quali la moglie del professor Dellea, Daniela Portieri. Ad assistere gli chef, 12 studenti degli Istituti Alberghieri di Brescia e Cremona. Hanno partecipato: gli istituti Istituto Albergiero caterina de’ Medici (Gardone Riviera, BS), Istituto Alberghiero Dandolo (Corzano, BS), Istituto Alberghiero Caterina de’ medici - sezione Desenzano DG (BS), C.F.P. Cannossa (Mompiano, BS), C.F.P. Giuseppe Zanardelli (Clusane d’Iseo, BS), CR.Forma (Cremona), e gli chef Ivan Benuzzi, Carlo Bresciani, Roberto Crescini, Romano Guglielmo, Mauro Lazzari, Gabriele Zanardelli. Il Memorial è l’anticipazione di quello che per le prossime edizioni di Hosp & Food vuole diventare il Gran Trofeo Dellea. Nel pomeriggio spazio alla promozione via web con il convegno dal titolo “Il 2.0 come pratica strategica per l’hospitality. Dalla Rete, i clienti” a cura di Federalberghi Brescia. Un approfondimento in merito alle opportunità che la rete può offrire agli imprenditori del turismo e del tempo libero.


p 74-75 hosp_Layout 1 30/12/12 08.54 Pagina 75

Materiali contract: mostrare al pubblico della manifestazione alcuni dei materiali per rivestimento più idonei e indicati per il mondo dell’ospitalità professionale I Materiali Contract Anche Edinterni, con le riviste Home e Rifiniture d’Interni, era tra i partner dell’evento, organizzando un seminario dal titolo “Materiali contract: tecnologia, design e prestazioni”. Obiettivo era quello di mostrare al pubblico della manifestazione alcuni dei materiali per rivestimento più idonei e indicati per il mondo dell’ospitalità professionale. L’introduzione dei lavori è stata tenuta da Roberto Meinardi, esperto del settore e responsabile contract di Liuni Spa, che ha fatto il punto sulla situazione di mercato e sulle normative, mettendo in luce una trasformazione significativa del settore e una ricerca di qualità legata alla prestazione con requisiti e parametri sempre più severi. A seguire Fabio Ardito, responsabile marketing di Area Pavimenti, ha mostrato come anche il pavimento in legno offra eccellenti performance in ambito contract, soffermandosi nello specifico sui diversi trattamenti superficiali (cera, olio e vernici) e mettendo in evidenza la componente bio di questo materiale. Nico Fontana, Montecolino Spa, ha invece illustrato caratteristiche e vantaggi offerti dai rivestimenti tessili, mettendo l’accento sulle qualità intrinseche (comfort, acustica, isolamento) del materiale ma soprattutto sulla enorme evoluzione tecniche delle tecnologie di stampa, che

Roberto Meinardi

Fabio Ardito

Nico Fontana

permettono una personalizzazione estrema delle superfici (anche in utilizzo a parete). Alioscia Pinotti, responsabile marketing di Kemper System, ha invece illustrato caratteristiche e peculiarità delle superfici in resina, materiale unico per prestazioni e immagine (superficie continua, resistente, utilizzabile in interni ed esterni), analizzando i principali cicli applicativi e le destinazioni d’uso più idonee per questo prodotto. Ha chiuso la sessione Werner Vivaldi, Eurocarpet, si è invece concentrato sui materiali vinilici e sui laminati, mostrando la grande evoluzione di queste superfici dal punto di vista dell’immagine e del design, con trattamenti superficiali sempre più performanti e una matericità in grado di riprodurre fedelmente le essenze legnose come la pietra o il metallo. Il convegno ha fornito un panorama completo e approfondito delle tipologie di materiale, ma soprattutto ha mostrato come il settore dell’ospitalità abbia a disposizione una gamma di soluzioni e alternative estremamente valide e performanti, proposte da aziende di grande professionalità e competenza che proprio grazie alla conoscenza trasversale dei prodotti riesce a fornire un servizio di consulenza unico e ● prezioso per ristoratori, albergatori e progettisti.

Alioscia Pinotti

Werner Vivaldi

Rifiniture 75


p 76 indirizzi_R INDIRIZZI 30/12/12 09.31 Pagina 76

RI INDIRIZZI d’

Agenda di Roger Vivaldi Tel. 030/6810681 www.agendavivaldi.it info@agendavivaldi.it Alberani Parketti Tel. 0836/936756 www.alberani.it info@alberani.it Ali Parquets Tel. 0549/876811 www.aliparquets.com info@aliparquets.com Aquafil Tel. 0464/581111 www.aquafil.com info@aquafil.com Area Pavimenti Tel. 0432/522727 Tel. 02/67382734 www.areapavimenti.it Artigo Tel. 02/90786415 www.artigo.com artigo@tin.it Assoparati Tel. 02/4981051 - 4814482 www.assografici.it assografici@assografici.it

Ediltek Segreteria Chocolat Pubblicità Tel. 0331/677966 www.ediltek.info info@chocolatpubblicita.it Effeitalia Tel. 0341/281990 www.effeitalia.com segreteria@effeitalia.com Ege www.egecarpet.com per l’Italia: Giovanni Comoletti Tel. 0163/54444 comoletti@gmail.com Essea Tel. 0543/721333-4 www.essea.it essea@essea.it Eurocarpet Tel. 030/322241 www.eurocarpet.it info@eurocarpet.it Europarati Tel. 081/8303804 www.europarati.it info@europarati.it Federlegnoarredo www.federlegnoarredo.it

Bentzon Carpets Tel. 0045/64402000 www.bentzon.dk info@bentzon.dk Agenzia per Italia: Roger Vivaldi c/o Agenda di Roger Vivaldi Tel. 030/6810681 www.agendavivaldi.it info@agendavivaldi.it

Forbo Resilienti Tel. 02/7531488 www.forbo-flooring.com info.flooring.it@forbo.com

Besana Moquette Tel. 031/860113 www.besanamoquette.com info@besanamoquette.com

Gazzotti Tel. 051/6329611 www.gazzotti.it info@gazzotti.it

Burmatex Tel. 0044/1924262525 www.burmatex.co.uk export-burmatex@aireaplc.co.uk

Frasca Carte da Parati Tel. 06/2282191-2251345 www.effeline.it info@effeline.it

Gerflor Tel. 02/90786012 www.gerflor.com gerfloritalia@gerflor.com

Caldic Italia Tel. 02/963901 www.caldic.com info@caldic.com

Green Home Design Tel. 081/4976352 www.hsdesign.it - www.myexhibition.it info@myexhibition.it

Carpet Concept www.carpet-concept.de per l’Italia: Roger Vivaldi c/o Agenda di Roger Vivaldi Tel. 030/6810681 www.agendavivaldi.it info@agendavivaldi.it

Heimtextil Segr. Messe Frankfurt Italia Tel. 02/8807781 www.heimtextil.messefrankfurt.com info@italy.messefrankfurt.com

Chimiver Panseri Tel. 035/795031 www.chimiver.com info@chimiver.com Ciambella Legnami Tel. 075/8010712 www.listonegiant.it info@listonegiant.it Coren Tel. 031/768442-3 www.coren.com coren@coren.it Dalla Riva Parquet Sportivi Tel. 0423/619005 www.parquetsportivi.com info@parquetsportivi.com Domotex Segreteria Fiera di Hannover Tel. 02/70633292 www.domotex.de www.hf-italy.com info@hf-italy.com

76 Rifiniture

Hosp&Food Segreteria Principeadv Tel. 030/5238462 www.hospandfood.it info@principeadv.it Industria Veneta Filati Tel. 0421/347826 www.ivf.it info@ivf.it Interface Tel. 02/89093678 www.interfaceflor.eu Interface.it@interfaceflor.eu Ipm Italia Tel. 039/6883166 www.ipmitalia.it info@ipmitalia.it Kemper System Italia Tel. 02/920190.1 www.kemper-system.com www.kemco-design.com info@kemper-system.it

Lano N.V. Tel. 0032/56/654000 www.lano.com marketing@lano.be Coordinatore Vendite Italia: Roger Vivaldi - c/o Agenda di Roger Vivaldi Tel. 030/6810681 www.agendavivaldi.it info@agendavivaldi.it

Parquet In Tel. 0883/536726 www.parquetin.com info@parquetin.com

Lechner Tel. 0143/636103 www.lechnerspa.it info@lechnerspa.it

Radici Pietro Industries &Brands Sit-In - Due Palme Tel. 035/724242 www.radici.It info.sit-in@radici.it

Legnolegno Tel. 0522/733011 www.legnolegno.it maela.montanari@legnolegno.it Liuni Tel. 02/30731 www.liuni.com info@liuni.com Loba – Wakol Foreco Tel. 02/9761939 www.loba-wakol.it www.loba.de info@wakolforeco.it

Piemonte Parquets Tel. 0161/879700 www.piemonteparquets.com info@piemonteparquets.com

Radicifil Tel. 035/736000 www.radicigroup.com/fibres flooring.fibres@radicigroup.com Recam Tel. 0522/922445 www.recam.re.it info@recam.re.it Resinfloor Tel. 02/6133554 www.specialresinfloor.it specialresinfloor@libero.it

Made Expo Segreteria Made Eventi Tel. 02/80604440 www.madeexpo.it info@madeexpo.it

Rhex Segreteria Rimini Fiera Tel. 0541/744711 www.rhex.it

Mapei Tel. 02/376731 www.mapei.it mapei@mapei.it

Saie Segreteria Bolognafiere Tel. 051/282111 www.Saie.Bolognafiere.it saie@bolognafiere.it

Milliken www.milliken.dk per l’Italia: Area Pavimenti Tel. 0432/522727 - 02/67382734 www.areapavimenti.it info@areapavimenti.it Montecolino Tel. 030/983361 www.montecolino.it info@montecolino.it Montrasio Fruttuoso Tel. 039/2494431 www.montrasio.it info@montrasio.it Mood Segreteria Textirama Tel. 0032/9-2438450 www.moodbrussels.com info@moodbrussels.com Nanni Giancarlo Tel. 051/728832 www.nannigiancarlo.com ng@nannigiancarlo.com Oltremateria Tel. 0541/827276 www.oltremateria.it info@oltremateria.it Par-Ky Italia Tel. 02/6173599-66045119 www.par-kyitaliasrl.it info@par-kyitaliasrl.it Paragon www.paragon-carpets.co.uk per l’Italia: Importedil Tel. 0461/240428 info@importedil.it Parkemo Italia Tel. 0462/235603 www.parkemo.it info@parkemo.it

Sk Tel. 0523/814241 www.sksrl.com info@sk-professional.it Skema Tel. 0422/858511 www.skema.eu info@skema.eu Teknai Tel. 0331/307762 www.teknai.it info@teknai.it Tover Tel. 011/7792823 www.tover.com info@tover.com Tretford www.tretford.de per l’Italia: Area Pavimenti Tel. 0432/522727 - 02/67382734 www.areapavimenti.it info@areapavimenti.it Virag Tel. 02/929071 www.virag.com virag@virag.com Windmoeller Flooring Tel. +49/5231/60225-60 www.windmoeller-flooring.de Distributore per Italia: Agenda di Roger Vivaldi Tel. 030/6810681 www.agendavivaldi.it info@agendavivaldi.it Witex Flooring Tel. 0049/5237-609315 www.witex.com Distributore per Italia: Eurocarpet Tel. 030/322241 www.eurocarpet.it info@eurocarpet.it


PELLE E SIMILPELLE

PVC

VISUAL COMMUNICATION

ihn 210x290_TH SOMMARIO 18/06/10 12.22 Pagina 1

BIOARCHITETTURA

INDOORTESSUTI D’ARREDAMENTO

COMPLEMENTI D’ARREDO MANIFESTAZIONI TENDAGGI

RIFINITURE D’INTERNICOMUNICAZIONI

italianhomenews BIANCHERIA CASA EVENTI

MOSTRE

FINISSAGGI

FIERE

TESSUTI TECNICI

PAVIMENTAZIONI

SPUGNA

PARQUET

FIBRE E FILATI

OUTDOORBIOARCHITETTURA PROTEZIONE SOLARE CERAMICA

L’informazione di settore diventa veloce e quotidiana. Il portale dedicato al mondo dell’interior e dell’exhibit design per essere sempre aggiornati su eventi, prodotti, analisi di mercato e manifestazioni fieristiche a livello nazionale e internazionale.

www.italianhomenews.it

EDINTERNI

italianhomenews notizie con un click


agenda rifiniture_agenda nuova 30/12/12 08.50 Pagina 78

RI AGENDA

AGENDA

d’

Agenda di Roger Vivaldi Via Biline, 19 - 25050 Rodengo Saiano (BS) - Italia Tel. +39 030 6810681 - Fax +39 030 6812135 www.agendavivaldi.it - info@agendavivaldi.it

AREA PAVIMENTI Via Linussio, 52 Z.I.U. 33100 UDINE Tel. 0432/522727 - Fax 0432/601737 Show room: Via Vittadini, 1 ang. V.le Bligny - 20136 Milano Tel. 02/67382734 - Fax 02/67493604 www.areapavimenti.it

Direzione Generale: Valerio Ardito Direzione Vendite: Daniele Ferraiuolo Prodotti distribuiti: pavimenti in moquette - laminati legno prefinito - legno prefinito bioparkett - linoleum sughero - gomma - vinilici - cushion floor Marchi rappresentanti: Amtico - Milliken Nord BioParkett - Pergo - Tretford - Woodline Zona di attività: Centro e Nord Italia Canali di vendita: tramite rete agenti diretti monomandatari

PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE di: rivestimenti tessili, vinilici, espansi, poliuretanici e scamosciati in Classe Prima ESSEA srl Via N. Copernico, 81-83-85 - 47122 Forlì (FC) Tel. 0543/721333-4 - Fax 0543/724728 essea@essea.it - www.essea.it 78 Rifiniture


agenda rifiniture_agenda nuova 30/12/12 08.50 Pagina 79

Responsabile commerciale: Gennaro Finizio Prodotti distribuiti: carte da parati - vinilici - tessuti murali - tessuti d'arredamento - collanti - agugliati - corsie - moquette - pavimenti in laminato - plastica autoadesiva - prodotti per la casa Marche rappresentate: Alberani Parketti - Acm Algalite - Arlin - Happydea - Lano - Murella Redona - Saarpor - Venilia - Wally Casa - Witex Zambaiti Group Zona di attività: Campania - Basilicata - Calabria Canali di vendita: rivenditori Servizi offerti alla clientela: merce pronta in magazzino EUROPARATI S.r.l. 80025 CASANDRINO (NA) Italy Via Campo dei Fiori,2 Tel.081/8303804 PBX - Fax 081/5053150 www.europarati.it - e-mail: info@europarati.it

Azienda leader tedesca nella produzione di moquettes Stampe personalizzate con impianto cromojet di ultima generazione a partire da 100 mq Agenzia esclusiva per l'Italia (esclusa prov. di Bolzano): Werner Vivaldi c/o Eurocarpet srl Via Volturno 84/86 - 25126 Brescia Tel +39 030 322241 - Mobile +39 329 5935749 Fax +39 030 2410924 - e-mail: werner@eurocarpet.it www.infloor.de

Al servizio del Lettore ● PRIMARIA AZIENDA NAZIONALE operante nel settore dei tendaggi e rivestimenti murali (tessili, vinilici e in fibra di vetro) RICERCA Agenti multicarta per le seguenti regioni: Emilia, Piemonte e Lazio. Scrivere a: EDINTERNI SRL Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano - Fax 02 66988190 (Allegando l’autorizzazione al trattamento dei dati personali) RIF.: 52 RIF

● DIRETTORE COMMERCIALE, tendaggi e tessuti d’arredamento, con ottima rete vendita e clientela attiva in italia e Sud Europa RICERCA azienda del settore. Possibilità di inquadramento Enasarco. Scrivere a: EDINTERNI SRL Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano - Fax 02 66988190 (Allegando l’autorizzazione al trattamento dei dati personali) RIF.: 53 RIF

Rifiniture 79


rifiniture italiano_rifiniture italiano 19/06/12 15.42 Pagina 1

d’Interni

Rifiniture Rifiniture d’Interni è un bimestrale d’informazione tecnica e commerciale sui prodotti per le finiture d’interni che offre una informazione puntuale sulle aziende, sulle tecnologie e sui materiali offerti al mondo del contract e dell’ospitalità. Ampio spazio viene dedicato alle fiere del settore, alle realizzazioni più significative, agli argomenti di attualità e di approfondimento sul mercato e la distribuzione, per offrire una panoramica completa sulle pavimentazioni, i rivestimenti murali, la decorazione e il colore, i pavimenti sportivi, per la sanità, il mondo alberghiero e l’ufficio.

-----------------------------------------------

BUONO DI ORDINAZIONE DELL’ABBONAMENTO Sbarrare la casella corrispondente allʼabbonamento prescelto. Compilare il Buono Ordine (si prega di scrivere in stampatello) indicando le modalità di pagamento. ❏ Annuale a RIFINITURE (5 numeri) al prezzo di € 36,00 ❏ Biennale a RIFINITURE (10 numeri) al prezzo speciale di € 69,00 Nome ............................................................................

Cognome ............................................................................

Azienda ........................................................................

Tipo di attività .......................................................................

Via ................................................................................................................................... Cap ..................................... Città ..............................................................................

Tel. ......................................... Fax .......................................

E-mail ..........................................................................

Sito ........................................................................................

PAGAMENTO ❏ Allego assegno bancario non trasferibile N. ............................................ banca ............................................................ intestato a Edinterni srl - Milano ❏ Allego fotocopia del versamento sul c/c postale N. 31716202 (indicare nella causale nome rivista) ❏ Allego fotocopia bonifico bancario BANCO DESIO - FILIALE 410 - VIMERCATE (MILANO) COORDINATE BANCARIE IBAN: IT34X0344034070000000128300 ❏ Carta di Credito

Compilare e spedire a: EDINTERNI srl - Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano - Italia Tel. 02 66988188 - Fax 02 66988190 - e-mail: abbonamenti@edinterni.it

DOWNLOAD for iPAD version

-------------------------------------------------------------------

❏ Visa

❏ Mastercard

❏ American Express

N° CVV

Data scadenza

Data dellʼordinazione ...................................................... Firma .....................................................................................


pagine 210x290_Layout 1 20/12/12 11.55 Pagina 1

Teatro alla Scala Domenica 10 febbraio 2013 ore 19.30

Riccardo Chailly Giuseppe Verdi Sinfonie da Nabucco, Les Vêpres Siciliennes Alzira, Giovanna D’Arco Ballabili da Les Vêpres Siciliennes Durante la Prova Aperta i brani possono essere invertiti, ripetuti o addirittura omessi Introduzione di Riccardo Chailly e Gian Mario Benzing

Foto Silvia Lelli

LA FILARMONICA DELLA SCALA

Prevendita tel. 02 465 467 467

INCONTRA LA CITTÀ a favore di

(da lunedì a venerdì, ore 10 - 13 e 14 - 17)

Biglietti da 5 a 35 Euro (esclusa prevendita) Altre prevendite

www.vivaticket.it - www.geticket.it con il sostegno di

coordinamento generale

www.aragorn.it

in collaborazione con

media partner


pagine 210x290_Layout 1 20/12/12 11.53 Pagina 1

“Tessera Weave” by Forbo

Il filo ECONYL®: la strada maestra verso il futuro sostenibile

ECONYL® is a registered trademark of Aquafil S.p.A.

Rifiniture d'Interni n.5 - 2012 (Novembre - Dicembre)  

Rifiniture d’Interni è la rivista che propone una informazione accurata e puntuale sulle aziende, sulle tecnologie e sui materiali presentat...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you