Issuu on Google+

Al Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca On. Maria Chiara Carrozza Al direttore generale del dipartimento per l'Università, lo studente e il diritto allo studio Dott. Daniele Livon IL Sottoscritto Salvatore Iacono, in qualità di Consigliere Nazionale degli Studenti Universitari sente la necessità di informarVi sullo stato di difficoltà in cui versa l’ERSU di Palermo. L’Ente per il diritto allo studio al momento si trova in grave situazione in quanto privo di fondi, ed è impossibilitato a pagare i benefici agli studenti universitari. Più precisamente l’ ERSU di Palermo deve ancora pagare: - la seconda rata ai vincitori del primo anno dell'anno accademico 2011/12 (circa 1500 borse); - la seconda rata dei vincitori della borsa di studio di secondo anno e successivi al primo per 2012/2013 (1800 borse) ; - i sussidi straordinari ( 100 borse ) ; - la redistribuzione delle borse di studio per l’A.A. 2011/2012 ( circa 1000 borse di studio ) ; - il rimborso della tassa regionale per il diritto allo studio agli idonei ; l’A.A. Causa di questa situazione è il mancato trasferimento dei fondi per il diritto allo studio da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il MIUR ha comunicato di aver assegnato agli ersu siciliani un bonus per merito, che porterebbe il fondo integrativo statale per il diritto allo studio , spettante alla Regione Sicilia, da 9,7 milioni di euro, nel 2011, a 24,5 milioni di euro per il 2012, ma non ha ancora trasferito nulla.


Tale bonus è stato assegnato alla Sicilia in base a criteri di efficacia e di efficienza relativi all’attività degli ersu siciliani. In altri termini, gli enti per il diritto allo studio sono stati premiati perché nell’anno passato sono riusciti a pagare le borse di studio ad una buona percentuale degli idonei ed entro i termini di scadenza indicati nei bandi. Tale bonus consentirebbe agli ersu siciliani di potere procedere per l’A.A. 2012/2013 ad un consistente allargamento della platea dei beneficiari della borsa di studio come studenti risultati idonei in Sicilia . Ma il Miur non ha ancora effettuato il trasferimento dei fondi, impedendo agli enti per il diritto allo studio di procedere ai pagamenti delle borse. Questo ritardo da parte del Ministero, oltre a creare grandi difficoltà alle famiglie degli studenti vincitori , per i quali la borsa di studio rappresenta un mezzo di sostentamento fondamentale per potersi mantenere all’Università , produrrà paradossalmente l’effetto di non consentire agli ersu siciliani di ricevere la premialità anche l’anno prossimo perché essi , come già detto, a causa di tale ritardo, non sono nelle condizioni di pagare le borse agli studenti entro i termini di scadenza. Pertanto, credo sia necessario un Vostro intervento affichè il MIUR trasferisca in tempi brevissimi i fondi statali per il diritto allo studio spettanti agli ersu siciliani , consentendo agli enti di poter adempiere al pagamento dei benefici agli studenti universitari. Cordiali Saluti Salvatore Iacono Consigliere Nazionale Studenti Universitari


Lettera