Page 1

€ 0,50 COPIA OMAGGIO

Anno V - Numero 13 - 3 agosto 2012

AttuAlItà

PolItIcA

croNAcA turISmo

culturA

EcoNomIA

www.reporternews.it

Le mafie, o meglio alcune particolari famiglie, sono ben radicate nel litorale e ora puntano al salto di qualità. Al tempo stesso l'ondata di criminalità non accenna a smorzarsi e la paura dilaga tra tutti gli strati sociali

Bombe ed esecuzioni: i clan dietro la crisi Spiagge libere

Investimenti

Hanno concentrato l’interesse sull’affidamento e la gestione di lotti di spiaggia libera del litorale. In particolare a Ostia, dove sono attivi i Triassi, legati alla mafia agrigentina, i Cuntrera-Caruana e la storica famiglia malavitosa dei Fasciani

Per quanto riguarda il territorio le zone più colpite sono le città di Anzio, Fiumicino, Nettuno, Ardea, Aprilia, Pomezia. Crescono gli investimenti immobiliari da parte della camorra ed in particolare dei clan napoletani Mallardo e Moccia

Il decalogo del mare sicuro I consigli del Comandante della Capitaneria di Porto di Roma, Lorenzo Savarese, per evitare inutili tragedie sulla spiaggia durante l’estate pagina 8

All’interno A Ostia i parcheggi si pagano due volte: ad abusivi ed ausiliari che chiedono il ticket Il Tar boccia lo scioglimento della Fiumicino Farmacie: rischio multa per un milione di euro Nuvole nere sul futuro di 12mila dipendenti Atac. Si profila una vendita agli spagnoli? Anzio: regolamento edilizio pronto, ma i partiti nicchiano sulla sua approvazione Denny Mendez, l’ex miss Italia ricorda le serate trascorse con le amiche al Borgo di Nettuno La redazione di Reporter vi augura buone vacanze. Appuntamento a metà settembre


2

Primo Piano Il Punto

La dolce vita dei romani a basso costo Eccezion fatta per la disponibilità economica nelle tasche dei residenti, l’estate 2012 del litorale romano, passerà alla storia come una delle più complete dal punto di vista degli eventi. Anzio, Nettuno, Fiumicino, Ostia ed Ardea, non deluderanno chi, in tempi di crisi, ha scelto il Mare di Roma come meta delle proprie vacanze. E chi, suo malgrado, non potrà spostarsi verso mete esotiche dai nomi altisonanti. E saranno in molti a scegliere la vacanza lowcost. Lo testimoniano i dati in possesso dell’Anas, secondo i quali la maggior parte degli italiani quest’anno si sposteranno su tragitti a breve o medio raggio, prediligendo le strade statali, e opteranno in maggioranza per vacanze di una settimana o lunghi weekend. Possibilmente a due passi da casa. Ed ecco che mai come quest’anno le seconde case al mare dei romani, prevalentemente ad Ostia ed Anzio, sono tornate ad aprirsi, già dai primi weekend di luglio. Così come sul litorale hanno iniziato a fare affari d’oro i bed & breakfast che propongono pacchetti weekend e settimanali o offerte lastminute. Una volta trovato dove dormire, basta uscire in strada: il divertimento è assicurato. E a basso costo. (C.B.)

Antonello Venditti

Nato a Roma l’8 marzo del ’49, si conferma da circa 30 anni come uno dei cantautori italiani più amati dalla gente. A Nettuno il 13 agosto porterà i suoi maggiori successi, come Che fantastica storia è la vita, Dalla pelle al cuore e Sotto il segno dei pesci e tanti altri.

3 agosto 2012

Il litorale da Fiumicino a Nettuno si prepara a deliziare residenti e turisti

L’estate lowcost profuma di mare Cartelloni ricchi di eventi di primo piano per trascorrere le vacanze con pochi euro senza dover rinunciare al divertimento, alla buona musica e alla cultura di Cosimo Bove (cosimo.bove@reporternews.it)

S

arà un’estate al risparmio quella che attende i residenti del litorale romano. Complice la crisi economica, il caro benzina, la spada di Damocle dello spread sulla testa, le partenze sono ridotte all’osso. Lo segnala TomTom: gli italiani rinunciano a voli internazionali, mete esotiche e dunque addio Maldive, Seychelles e dintorni mentre torna il viaggio on the road anni '70, quello lungo la penisola con amici e familiari. E allora? Tornano di moda le vacanze low cost, a due passi da casa, magari approfittando di qualche evento in riva al mare. L’occasione più ghiotta, per il litorale romano, di fare incetta di turisti in cerca di svago. E le città costiere, Anzio e Nettuno in testa, ma anche Ostia e Fiumicino, non hanno perso tempo, con un cartellone di eventi degno di questo nome. Ogni sera uno spettacolo. Un sapiente mix tra manifestazioni gratuite ed altre a pagamento, che terrà incollati alla poltrona turisti e residenti della zona. Basta guardare Nettuno:

Emma Marrone

La cantante toscana, nata a Firenze il 25 maggio ’84, è una delle rivelazioni della musica italiana degli ultimi anni. Dopo il successo ad Amici di Maria de Filippi, il trionfo a Sanremo 2012. Ad Anzio, il 5 agosto, canterà i suoi tre album: Sarò libera, A me piace così, e Oltre.

dopo l’esibizione di una star internazionale del calibro di Anastacia, allo stadio Steno Borghese si esibiranno personaggi del calibro di Maurizio Battista (2 agosto), gli Stadio (9 agosto), Antonello Venditti (13 agosto), e Pino Daniele (14 agosto). Anzio risponde con artisti come la recente vincitrice di Sanremo, Emma Marrone (5 agosto), Sergio Cammariere (6 agosto), Enrico Montesano (7 agosto), Massimo Ranieri (11 agosto), Vincenzo Salemme (15 agosto) e Samuele

Samuele Bersani

Nato a Rimini il 1 giugno del 1970, il cantautore italiano ha raggiunto l’apice della sua carriera discografica nel ’95 con l’uscita di Freak, l’album che conteneva al suo interno successi come Spaccacuore, seguito nel ’97 da Giudizi universali. Canzoni che riproporrà ad Anzio il 18 agosto.

Sergio Cammariere Enrico Montesano

Nato a Roma il 7 giugno del ’45, stimato attore teatrale e cinematografico, Montesano festeggerà ad Anzio il prossimo 7 agosto i suoi 45 anni di gloriosa carriera, dagli esordi televisivi ai giorni nostri. Uno spettacolo davanti allo specchio rispolverando il passato.

Bersani (18 agosto). E già questa basterebbe a dimenticarsi della crisi e delle problematiche di tutti i giorni. Quasi a voler alleviare la sofferenza di chi, suo malgrado, dovrà rinunciare alle partenze. Per gli amanti della comicità e della bellezza invece, oltre che degli stornelli romani di un tempo, Fiumicino spara le ultime cartucce di un’estate che già a luglio ha fatto divertire residenti e turisti. Gli eventi ancora in programma? Miss Intimo e Marco Marzocca (3 agosto) e Lando Fiorini (4 agosto). E Ostia? Si conferma la regina della movida notturna, seppur con toni più pacati rispetto agli anni precedenti, e dopo le esibizioni di Anna Oxa e Tiromancino, allieta i presenti a ritmo di rock latino e serate all’interno del parco Pallotta. A costi contenuti invece, l’estate di Ardea, dove a farla da padrone, sono le serate all’interno degli stabilimenti balneari della zona: musica live e tanto divertimento in riva al mare. Ma in tempi di crisi, sono molti coloro che hanno rivalutato la bellezza di una serata con gli amici accompagnata da un buon cocktail.

Marco Marzocca

Il comico romano, nato il 14 settembre del ’62, è ormai un idolo dei più giovani. Dopo una lunga militanza nella serie Distretto di polizia, ha conquistato il pubblico a Zelig con l’interpretazione di un cameriere filippino, e dal 2011 è protagonista degli spot Tim.


Primo Piano

3 agosto 2012

Con i Comuni in difficoltà emergono tutte le loro capacità

L’organizzazione alle associazioni Con esperienza e professionalità

di Mario Scagnetti (mario.scagnetti@reporternews.it

I

n tempi di ristrettezze economiche e di spending review anche l’estate si trasforma d’improvviso in un momento di difficoltà. E succede pure per i Comuni del Mare di Roma, che durante la bella stagione sono tirati a lucido e splendono della loro luce più intensa per attrarre numerosi turisti. In realtà Fiumicino, Ostia, Ardea, Anzio e Nettuno si stanno difendendo nel migliore dei modi, con eventi e artisti di primissimo livello. La crisi però si fa sentire ovunque, e quindi il numero degli eventi si abbassa rispetto agli anni precedenti oppure il costo del biglietto si alza. Se l’estate del litorale romano, comunque, non ha nulla da invidiare a quella di altre rinomate zone turistiche balneari, gran parte del merito è anche delle associazioni culturali che operano all’interno dei vari territori e che stanno dando vita a una miriade di eventi. «Le associazioni stanno dimostrando una grande forza d’animo, perché andare avanti in

Il richiamo dello sport

Final Four di Coppa Campioni tutto esaurito allo Steno Borghese Nettuno si appresta a vivere un agosto molto intenso per quanto riguarda il baseball, lo sport cittadino per eccellenza. Tra gli eventi di maggior rilievo ci sono senza dubbio le Final Four della Coppa Campioni, che avranno luogo il 28 e 29 allo stadio Steno Borghese. Stessa location anche per la manifestazione internazionale Baseball Week, alla quale prenderanno parte le nazionali di Italia, Stati Uniti, Taiwan e Spagna. Il tutto senza dimenticare la possibilità del Nettuno, inteso come squadra di club, di raggiungere le finali dei play off, visto che la compagine tirrenica ha cominciato nel modo migliore la fase più importante del campionato. Insomma gli amanti del grande baseball non avranno certo l’occasione di annoiarsi, anche perché in ballo ci sono pure numerosi tornei giovanili.

Pilates, Body Mind e Salsa ostia regina dei balli di gruppo questo periodo non è semplice – spiega l’assessore al Turismo di Anzio, Umberto Succi – e il Comune fornisce il supporto che può, con location, servizi tecnici e sistemando le aree che poi le associazioni utilizzano, come Villa Adele». «Il mondo delle associazioni – aggiunge il collega nettunese Luigi Visalli – sta dando prova di grande forza e ora le queste hanno l’occasione di mettere a frutto il lavoro svolto durante l’inverno. Da parte nostra

mettiamo a disposizione patrocini, service e palcoscenici». Anche ad Ardea e Fiumicino, poi, le associazioni stanno dando il meglio di loro stesse. Nella prima città ormai sono le artefici prime del calendario estivo, mentre nella seconda tra quelle più attive ci sono Crescere Insieme, Nuovi Orizzonti, organizzatrice della sagra della vongola lupino, e Faro Incantato, che ogni anno firma Spaghettongola, la festa degli spaghetti alle vongole.

«La gente vuole distrarsi e per una sera dimenticare i problemi della vita» Il pubblico del Mare di Roma, equamente diviso tra residenti e turisti, ama lo sport, la musica e il cabaret. Questo il responso emerso fino a questo momento dai botteghini dei grandi eventi realizzati nelle città del litorale romano. A confermarlo ci sono i numeri del calendario anziate e le parole dell’assessore al Turismo Umberto Succi: «Allo show di Ficarra e Picone hanno assistito circa 1.200 persone (la disponibilità massima

3

del teatro all’aperti di Villa Adele è di 1.300 posti ndr), mentre il concerto di Emma da Villa Adele lo abbiamo dovuto spostare allo stadio di baseball Renato Reatini perché le richieste hanno superato quota tremila biglietti. Fino a oggi, quindi, gli spettacoli che abbiamo inserito nel calendario AnzioEstateBlu stanno andando benissimo, e ci sono ancora altri eventi di grande richiamo». Gran parte del merito del successo neroniano

va anche alle modalità con cui è stato pensato il cartellone degli eventi, e cioè un ottimo mix di cultura, musica e cabaret. A Nettuno, invece, il tutto esaurito ci sarà verso la fine del mese di agosto, quando entrerà in scena il grande baseball nazionale e internazionale (per un approfondimento basta leggere gli altri articoli di questa stessa pagina di Reporter) che nella città del tridente ha sempre un richiamo particolare. Per

Lo sport è stato uno dei principali protagonisti anche dell’estate di Ostia. Lezioni di Pilates, Body Mind e Olit, infatti, stanno caratterizzando gran parte della bella stagione all’Eschilo 1 e allo Shilling La Rotonda. Sempre al Lido, inoltre, non sono mancate serate danzanti, come Marinarballando, giunta alla sua decima edizione e in programma ogni sabato, fino al 15 agosto, all’interno del giardino Simone Renoglio di via delle Repubbliche Marinare. Balli di gruppo, salsa e qualche passaggio di liscio, quindi, hanno allietato le sere d’estate trascorse all’aria aperta da parte di tutti coloro che hanno scelto Ostia come meta delle proprie vacanze, ma anche per chi è rimasto in città. Il tutto organizzato da stabilimenti e locali privati e dalle associazioni culturali, che hanno deciso di farsi carico di una parte del cartellone estivo pur di trascorrere una stagione lontano dalle preoccupazioni e pur di organizzare eventi in grado di alleviare, almeno per una sera, i pesanti sintomi della crisi economica. ora comunque il Comune nettunese si sta difendendo bene, a parte il mezzo passo falso del concerto di Anastacia. «Per quanto riguarda Anastacia – spiega l’assessore nettunese al Turismo, Luigi Visalli – abbiamo centrato lo scopo di promuovere turisticamente Nettuno, ottenendo un buon ritorno mediatico, mentre la non eccelsa risposta di pubblico, per quanto riguarda le presenze, secondo me è dipesa dal poco tempo avuto per promuovere il concerto». Ma di tempo per recriminare a Nettuno quest’estate non ce n’è, perché gli eventi si susseguono a ritmo vertiginoso. (M.S.)


Primo Piano

3 agosto 2012

Da Fregene ad Anzio feste al tramonto ogni weekend con musica e cocktail

Aperitivomania in riva al mare di Christian Belvisi

I

nnanzitutto una curiosità: qualche giorno un gruppo di turisti è atterrato in elicottero a Santa Severa, tra l’incredulità dei bagnanti, per mangiare su un ristorante sulla spiaggia. Peccato che il locale avesse già chiuso la cucina e ai passeggeri non sia rimasto altro da fare che ripartire digiuno alla volta di un’altra meta. Succede anche questo nel corso dell’estate romana. Ma eccezion fatta per questi turisti, gran parte degli avventori arriva in spiaggia in auto, e si trattiene in serata per un aperitivo. E’ questa la nuova tendenza dell’estate 2012, sulla falsa riga delle isole spagnole della movida. E’ così da sempre al Singita Miracle beach di Fregene, dove al tramonto si celebra il saluto al sole e la musica chill out allieta i clienti. Una tendenza che quest’anno è arrivata anche

ad Anzio, dove allo stabilimento Tirrena ogni domenica si festeggia con il Beach Sunday Aperitif: buona musica e centinaia di giovani di tutto il litorale a ballare in riva al mare. Organizzazione privata e tanto divertimento. Weekend all’insegna degli aperitivi in riva al mare anche allo stabilimento T-Village di Lido Cincinnato, alla periferia di Anzio,

dove per tutti i fine settimana di agosto si potranno gustare specialità gastronomiche accompagnate da buona musica e buon vino. E Ostia, da sempre regina incontrastata della movida estiva di certo non sta a guardare. Come nel caso del Glam Beach & Fun, stabilimento balneare nato dalle ceneri de “La Buca”, che mette a disposizione dei propri clienti

una zona lounge etnica e che tutte le sere realizza in spiaggia musica dal vivo, spettacoli di magia, percussionisti, writer e i più svariati dj set, per un aperitivo con tanto di appetizer e finger food. La Spiaggetta invece risponde con la musica rock, grazie agli speaker di Radio Rock, che ogni domenica fino a fine mese si alterneranno in consolle durante gli aperitivi, mettendo in palio i biglietti per i più importanti eventi live della stagione musicale. L’estate lowcost del litorale romano è anche questo: si beve, si balla, ci si tuffa in acqua, e si vincono dei premi. Il massimo per chi deve divertirsi risparmiando. Così come accade all’Havana Beach Club di Focene, il primo “chiringuito” italiano con spiaggia libera attrezzata targato Havana Club Italia. Gli aperitivi qui sono ormai un must. Provare per credere.

5

Gusti raffinati Ostia Antica

Storia e teatro negli scavi Spettacolo assicurato all’interno del teatro romano di Ostia Antica, dove in un’atmosfera a dir poco suggestiva, tra storia e cultura, si potranno ammirare gli ultimi due spettacoli della stagione estiva: Romeo e Giulietta, e Cassandra. Approfittando così per fare un tuffo nella storia e godersi la bellezza di un borgo rimasto intatto.

Torrimpietra

Fuochi d’artificio a Ferragosto: tre big da non perdere Festival Sic itur ad astra

Renzo Arbore Impossibile non conoscerlo. Nel corso degli anni Renzo Arbore, nato a Foggia il 24 giugno del ’37, ha mostrato al pubblico le sue doti di cantautore, showman, conduttore, personaggio televisivo, attore, sceneggiatore e regista. A Ostia il prossimo 15 agosto ripercorrerà i brani più famosi della sua carriera, da Chella là, a Pigliate na pastiglia. Musica e allegria con toni pacati.

Pino Daniele Cantautore e musicista nato a Napoli il 19 marzo del ’55, da trent’anni calca i palcoscenici e le piazze italiane trascinando il pubblico a ritmo di blues in stile partenopeo. A Nettuno il 14 agosto, i fan sono pronti a cantare il suo ultimo album, La grande madre, e i suoi successi più famosi, come Dubbi non ho, Che male c’è, O Scarrafone e Che Dio ti benedica.

Vincenzo Salemme Nato a Bacoli il 24 luglio del ’57, Salemme è un artista completo: attore, commediografo, regista e sceneggiatore. Tanto che ad Anzio il suo spettacolo del 15 agosto promette già il tutto esaurito. Porterà in scena la sua ultima opera: Il diavolo custode. «Ho voluto fare uno spettacolo - spiega che vi facesse venire voglia di parlare di più con voi stessi, col diavolo che è in voi».

Festival internazionale della musica Sic itur ad astra, dal 3 al 31 agosto a Torrimpietra, nel comune di Fiumicino. Venerdì 3 agosto la serata d’apertura con la Sweetwater Jazz Band con Michael Supnick, tromba e voce, Sebastiano Forti, clarinetto e sax, Sergio Piccarozzi, banjo, Paolo Bruto D'Amore, basso tuba, Gianluca Mancini, batteria. Degustazione di prodotti enogastronomici locali. Partecipazione libera.


Politica

3 agosto 2012

7

A Ostia Pd e Pdl scelgono la consultazione popolare per nominare il candidato al Municipio

Le primarie per mettere fine alle diatribe Approvata in questi giorni una mozione presentata da Colloca e Picca: «Vogliamo riuscire a riaffermare la libertà d’espressione degli elettori» di Enzo Bianciardi

I

l candidato per la presidenza del XIII Municipio, il primo “sindaco” di Ostia se il programma dell’area metropolitana sarà completato, uscirà da consultazioni primarie, sia del Pd e soprattutto del Pdl. I due partiti maggiori del territorio si avviano al confronto elettorale con poche idee e soprattutto, divisi al loro interno, tanto da minacciare clamorosi voti di “protesta” in caso di mancata condivisione del candidato-presidente. Un passo significativo verso le primarie e l’annuncio ufficioso di una divisione interna viene segnalata da una mozione, approvata dal Consiglio e presentata da Monica

Picca e Salvatore Colloca, che prevede la possibilità di elezioni primarie in tutti gli organi istituzionali a partire dagli enti locali. «E’ la prima volta che un Municipio porta in discussione un documento del genere che vuole mettere al centro del dibattito la partecipazione pubblica e democratica dei cittadini alla vita politica – spiega Salvatore Colloca, capogruppo Pdl XIII Municipio - in un momento di anti-politica come l’attuale, questa mozione ha lo scopo di voler riaffermare con forza una voglia di libertà di espressione e di scelta dei propri rappresentanti politici, volontà spesso offuscata dai partiti in totale assenza di metodi e criteri». «Dobbiamo lavorare –

aggiunge Monica Picca, consigliere Pdl XIII Municipio – per poter rendere possibile un’adeguata legge elettorale che preveda elezioni primarie, partendo dai municipi e arrivando fino al governo centrale. Stiamo vivendo un momento in cui non ci si riconosce più nei rappresentanti istituzionali, per questo occorre una politica che non sia più calata dall’alto, ma che parta dal basso recependo le istanze dei cittadini che devono scegliere e sostenere i propri candidati». E’ chiaro che si dovranno stabilire nuove alleanze e che la partita riguarda non solo i partiti maggiori, ma anche la nuova realtà delle “Cinque stelle” (dato nell’area romana al 15%) e le

Anzio: revocato l’incarico a Papadia, il super consulente senza laurea Bufera sulla politica anziate. Mentre si sta rasserenando il cielo sul vicesindaco Patrizio Placidi, che in questi giorni ha annunciato ufficialmente di voler saldare il proprio debito con il Comune di Anzio, una nuova tegola si abbatte sull’amministrazione neroniana. Obiettivo puntato su Vincenzo Papadia, superconsulente 71enne e membro del Nucleo di valutazione del comune di Anzio. A mettere sotto accusa Papadia, una de-

Waterfront: chiesto un incontro ad Alemanno È stata formalizzata nei giorni scorsi la richiesta di incontro con il sindaco di Roma Gianni Alemanno, da parte del vice presidente del consiglio del XIII Municipio di Roma Capitale e promotore del tavolo partecipato sul Waterfront di Ostia, Stefano Salvemme (Pdl). «Il Waterfront è una opportunità di riqualificazione per tutto il lungomare di Ostia dall’Idroscalo a Capocotta – ha detto Salvemme – e proprio per questo chiediamo sin da ora al sindaco Alemanno di riceverci per ascoltare le nostre proposte quando verrà per illustrare il progetto dell’Auditorium di Acilia, il 2 agosto, nel chiostro del palazzo del Governatorato a Ostia. I principi fondamentali sui quali si regge l’idea di città che vogliamo, sono la valorizzazione dell’ambiente, la necessità di legare la città con il suo mare, la sua storia, l’entroterra e il resto della città di Roma attraverso l’ammodernamento delle arterie di collegamento sia su gomma che su ferro, pensando anche ad una metro leggera, la riqualificazione degli scavi di Ostia antica, lo sviluppo del settore della ricettività, sufficiente per l’attuale richiesta ma non per quella che verrà. Ostia è finalmente matura e pronta per dire che tipo di città vuole essere nel futuro e non è più disponibile ad accettare interventi strutturali slegati l’uno dall’altro senza una visione organica di sviluppo».

nuncia per truffa ai danni delle amministrazioni di Aprilia e Sabaudia, dove aveva ricoperto l’incarico di consulente esterno agli enti senza la laurea necessaria per farlo. Immediata la notizia è arrivata al sindaco Luciano Bruschini, che ha ammesso: «Dopo aver appreso da organi di stampa delle indagini su Vincenzo Papadia, ho ritenuto opportuno procedere con la revoca dell'incarico». E sulla vicenda Papadia i risvolti con-

tante liste civiche in via di costituzione. La tensione resta alta all’interno degli schieramenti. Il primo a finire nel mirino è stato l’assessore agli affari sociali Lodovico Pace, che da possibile candidato alla presidenza è stato sfiduciato dall’opposizione. Angelo Paletta, capogruppo Udc, ractinuano ad arrivare, così come testimoniato dalle parole, qualche giorno fa, dell'assessore agli Affari generali del comune di Aprilia, Luigi Bonadonna: «Desta perplessità il fatto che un soggetto senza titolo di studio possa aver svolto rilevanti attività in una pubblica amministrazione. Nonostante il signor Papadia fosse già a conoscenza dei fatti che gli vengono contestati, ha inoltrato al comune di Aprilia, proprio qualche settimana fa, la richiesta per il pagamento di altri 69 mila euro a residuo delle prestazioni professionali erogate al Comune di Aprilia nel periodo 2007-

conta: «Dopo quattro anni di governo, spero che l'assessore Pace abbia compreso che il suo problema non è rappresentato dal passato ma dal presente, tanto che la sua stessa maggioranza lo ha lasciato solo davanti ad una richiesta di dimissioni approvata all'unanimità dal Consiglio». 2008». Intanto, come dicevamo, si rasserenano le nubi sulla testa dell’assessore Placidi, che attraverso un documento ufficiale, ha annunciato di «aver avviato la procedura, attraverso un istituto bancario di mia fiducia, per l’accensione di un prestito a copertura delle somme dovute all’amministrazione comunale giuste sentenze della Corte dei Conti. Tali importi verranno erogati nel termine massimo di 90 giorni tenendo conto anche dell’attuale e consuetudinario periodo feriale. Ritengo così di aver adempiuto ai miei doveri morali di cittadino ed istituzionali di assessore». (C.B.)

«Via Portuense verrà illuminata» Tomaino ottiene il Sì di Zingaretti E luce fu su via Portuense. Dopo il primo tratto di illuminazione realizzata (dal chilometro 23,900 al 24,800 terminato qualche giorno fa) la Provincia realizzerà anche l’ultimo stralcio, fino ad arrivare a Parco Leonardo. L’impegno della Provincia è arrivato dopo l’approvazione di una mozione a firma del consigliere provinciale del Pdl, Anselmo Tomaino che impegna Zingaretti e la giunta a verificare tutte le modalità utili a reperire in tempi rapidi i fondi per l’inizio dei lavori. «L’approvazione della mozione – afferma Tomaino – è una notizia positiva. Via Portuense è ormai un’arteria molto trafficata. L’unica alternativa alla RomaFiumicino. L’auspicio è che l’as-

sessore Vincenzi, che si è dimostrato molto disponibile, riesca a reperire le risorse utili al completamento del piano di illuminazione della Portuense». E l’amministrazione? Ha risposto subito presente: «Quella del collega Tomaino – ha affermato il presidente del consiglio comunale di Fiumicino, Mauro Gonnelli - è una iniziativa importantissima, fondamentale per la messa in sicurezza della Portuense che ci consente di pianificare interventi in un tratto di strada che per stravaganze amministrativa continua a rimanere di competenza di più enti contemporaneamente». Ok dal consiglio provinciale anche alla realizzazione di piazzole di sosta, come chiesto dal consigliere

Tomaino su pressing dell’esponente comunale del Pdl, Giuseppe Paolino Giuffrida. «Dopo il via libera al piano di illuminazione di via Portuense – ha affermato Giuffrida – l’obiettivo rimane quello delle piazzole di sosta. La strada è pericolosa: in caso di guasto dell’autovettura o di foratura, per non parlare di un malessere, non ci sono vie di fuga né per parcheggiare né per sostare. Bisogna immediatamente provvedere a questi interventi per evitare che un banale inconveniente possa trasformarsi in qualcosa di più grave. Purtroppo la soprintendenza continua a mettere i bastoni tra le ruote, infischiandosene dei cittadini e della loro incolumità». (C.B.)


Cronaca

8

3 agosto 2012

I gestori degli stabilimenti replicano a Barbadoro (Fiba): «Ostia ha tutto ciò che serve»

Polemiche sulla battigia

Cosimo Suriamo (Bagni Vittoria): «La sua è una provocazione in piena regola, ci sta solo prendendo in giro. Altrimenti non avrebbe investito tanto sul territorio» Fiumicino: pescatori in consorzio

di Marco Ciapetti

U

na scia di polemiche. Che coloreranno i rumors estivi degli stabilimenti balneari di Ostia. La provocazione è stata forte: «In vacanza a Ostia non ci verrei. Manca di attrattive e poi costa troppo. Il futuro è buttare giù tutti gli stabilimenti, ridare il mare ai romani e fare costruire a noi gestori degli alberghi sulla spiaggia». Firmato Ruggiero Barbadoro, presidente del Venezia e della Fiba confesercenti, in esclusiva sullo scorso numero di Reporter. Dichiarazioni ai limiti dell’incredulità, se si pensa che a esternare tale pensiero è stato uno dei veterani del mare romano. Le risposte, infatti, non hanno tardato ad arrivare: «Se Barbadoro non crede in Ostia perché ci ha investito così tanto? – ha dichiarato Cosimo Suriano dei Bagni Vittoria – e se crede che sia il caso di abbattere tutti gli stabilimenti io sono d’accordo. A patto che inizi prima lui…. Rispetto Ruggero – ha proseguito Suriano - come uomo e

imprenditore ma devo dire che questa è proprio una provocazione bella e buona, non ci facciamo prendere in giro. Ostia è bellissima: mare, pineta, scavi di Ostia Antica, la città eterna a venti minuti. Come si fa a credere a questo giochetto? Sta prendendo per i fondelli tutti. E’ chiaro che la crisi investe non Ostia ma tutta Italia, ma io credo in questo quartiere altrimenti non avrei investito vent’anni di sudore e soldi». Più pacato ma dello stesso avviso è invece Pasquale Lubrano, titolare de “La Capannina”: «Se Ostia non è quella che Barbadoro sogna la colpa non è certo di noi balneari. Questo è sputare nel piatto dove si è mangiato per anni, da Barbadoro proprio non me l’aspettavo. Uno come lui che è qui da sempre? La colpa di eventuali disservizi – ha rincarato Lubrano – è da additare alle varie amministrazioni comunali che si sono susseguite. E’ facile prendersela con gli stabilimenti piuttosto che guardare dritta in faccia la realtà delle cose».

Alla fine si sono uniti. La pesca di Fiumicino si è compattata per combattere crisi, normative europee e dare nuovo slancio a questo comparto. La notizia era nell’aria da tempo. L’ufficialità è però arrivata qualche giorno fa: è stato costituito il consorzio dei pescatori di Fiumicino. «È una data storica – ha commentato il delegato alla pesca Luigi Satta -. Finalmente per volontà del comparto pesca e dei propri operatori è stato fatto un passo molto importante. Le cooperative e i singoli pescatori hanno voluto unirsi per dar vita a un’unica voce. Speriamo di accorciare i tempi dell'iter burocratico e far partire tutte le iniziative messe in cantiere». Ma cosa significa? «Il consorzio – ha affermato il presidente della Nuova Fiumicino Pesca e del consorzio pescatori molluschi bivalvi, Lorenzo Melchiorri - garantirà più servizi alle imprese e metterà in atto strategie per garantire un maggior risparmio sull'acquisto dei beni di consumo. Presenteremo tutti quei progetti che la comunità europea, riconoscerà come progetti finanziabili per migliorare la sicurezza dei lavoratori, la commercializzazione e conservazione del pescato per equipararsi a gli altri paesi della comunità». Gli obiettivi dei pescatori: la realizzazione di un centro polivalente della pesca per creare un marchio Dop e migliorare la commercializzazione del pescato». (C.B.)

Il decalogo del mare sicuro Non fare il bagno se non si è in perfette condizioni psicofisiche Dopo una lunga esposizione al sole entrare in acqua gradualmente Lasciar trascorrere tre ore dall'ultimo pasto prima del bagno Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa Se non si è nuotatori provetti bagnarsi in acque molto basse Non superare mai i limiti di balneazione Non allontanarsi oltre i 50 metri col materassino Evitare tuffi dagli scogli Non recare disturbo agli altri Non portare animali sulla spiaggia e non montare tende

Sciopero dei balneari Il 3 agosto i bagnini di tutta Italia apriranno gli ombrelloni solo dopo le 11 di mattina. E’ la prima giornata di protesta dell’estate 2012, indetta contro l’applicazione della direttiva Bolkestein. «La giornata di protesta – spiega Graziano Riannessi(Sib) - non è vincolata alla predisposizione del decreto legge sulle concessioni demaniali, ma alla mancata risposta del Governo alla richiesta della categoria di ottenere l’esclusione delle imprese balneari dalle evidenze pubbliche. Siamo contrari a qualsiasi tipo di asta pubblica». «E’ una protesta che viene dalla base – ricorda Ruggero Barbadoro (Fiba Lazio) – siamo uniti nel ribadire che le imprese balneari devono avere continuità.. Abbiamo presentato una proposta che prevede l’esonero dall’evidenza pubblica in presenza di quei servizi per i quali c’è un’ulteriore disponibilità di patrimonio: solo il 25% delle nostre coste è stato affidato in concessione, per cui resterebbero altri 5 mila chilometri di costa a disposizione di quegli italiani e stranieri che vogliano iniziare un’attività balneare». (E.B.)

Dragaggio del porto «Meglio tardi che mai». Questi i pensieri che accomunano tutti coloro che durante la bella stagione entrano ed escono dal porto di Anzio attraverso un canale d’accesso ridotto ai limiti. Ma tra qualche giorno non sarà più così: i lavori di dragaggio partiranno il 6 agosto. «L'Ardis e la Regione Lazio hanno dato l'ok – spiega il comandante della Capitaneria di Porto neroniana, Antonio Cilento – e massimo nel giro di una settimana i lavori dovrebbero essere portati a termine». La sabbia che verrà dragata, circa 40mila metri cubi, finirà sulle spiagge dei Marinaretti, nel tratto di competenza del Comune di Nettuno, dove l’erosione ha colpito la costa in maniera molto dura.


Cronaca

3 agosto 2012

9

Il XIII Municipio prende di mira il lungomare: 2 euro di giorno e 4 durante la notte

Via alla sosta con il ticket

di Enzo Bianciardi Parcheggi a pagamento sul lungomare, il via libera lo scorso 23 luglio, ma il progetto resta sub sudice. Due mesi per decidere se confermare l’esperimento oppure no, due mesi di guerra senza quartiere ai parcheggiatori abusivi e tangente di due euro (che sale a 4 euro la notte in prossimità delle discoteche) per chi sceglie di sostare sul lungomare. Si partirà da due lotti sul lungomare di ponen-

te. I lotti saranno 21 e la sicurezza ed il controllo delle vetture sarà assicurato da quattro persone a lotto, tutte munite di pettorina, che rilasceranno regolare ricevuta di pagamento ma non potranno garantire il proprietario della vettura da eventuali danni. «Vuole essere – spiega Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio – un provvedimento per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. La superficie delle aree identificate, per 4mila

L’iniziativa promossa da Vizzani non ferma i parcheggiatori improvvisati

vetture, rappresenta meno del 5% della disponibilità delle aree sul lungomare e sulle strade immediatamente adiacenti. È stato espletato un regolarissimo bando di gara per cui sono risultati assegnatari cooperative e associazioni onlus, che si sono impegnate, tra l’altro, all’assunzione di personale indicato dai servizi sociali del XIII Municipio e che si impegneranno anche alla manutenzione e alla pulizia del verde nelle aree prospicienti i parcheggi».

Le reazioni

Abusivi e regolari: «E io pago…»

Tutti contrari ma si va avanti

In via Giuliano da Sangallo il mercoledì e il sabato impossibile farla franca

Intanto non mancano le reazione alla decisione del XIII Municipio di indire la sosta a pagamento. Davide Bordoni, assessore al commercio e litorale del Campidoglio, chiamato in causa, glissa elegantemente l’argomento: «Sono scelte volute dall’amministrazione locale – afferma Bordoni – quando sono stato presidente del XIII Municipio ho avuto richieste in tal senso, ma una scelta del genere non l’ho mai fatta». Intanto infuriano le polemiche, da destra e da sinistra sono fioccate le critiche al piano, eppure Vizzani insiste. Secondo Paolo Orneli, consigliere municipale Pd, ad esempio, il fenomeno degli abusivi non si combatte con l’affidamento a privati di aree pubbliche, Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio, aveva chiesto a Vizzani di ritirare il provvedimento perché irregolare, un fronte del “no” trasversale, composto anche da associazioni e Comitati civici che non ha comunque scalfito le convinzioni di Vizzani. (E.B.)

di Marco Ciapetti

A

Ostia arrivano le soste a pagamento, ma i parcheggiatori abusivi non sono mai andati via. E’ questo il rovescio della medaglia del nuovo provvedimento di via Claudio. Mentre il Municipio si appresta a rendere attivi i parcheggi a tariffa sostenendo come questa sia una misura atta a sconfiggere la piaga dei parcheggiatori illegali», si scopre che questi non se ne sono mai andati. E nessuno li ha mai mandati via. Nonostante individuarli non sia affatto difficile: sono sempre gli stessi e collocati nei soliti posti. Basterebbe che il Municipio allertasse le forze dell’ordine con anticipo indicando le strade dove trovarli permettendo loro di attuare dei blitz in diversi posti contemporaneamente. Ma in fondo questo poteva essere fatto anche prima. C’era bisogno di rendere

a pagamento quasi tutto il lungomare? Notando poi che questo significa solo far pagare due volte chi parcheggia nei pressi del mare? Eh si, perché se le strisce gialle discontinue (quelle blu sono dell’Atac, che probabilmente prenderà possesso dell’appalto già dall’anno prossimo) stanno riempiendo il 70% del lungomare di Ostia,

gli abusivi sono da sempre instaurati nelle vie limitrofe. Sia al primo pomeriggio nei week end, quando sia la sera quando i giovani della movida puntano i locali. Ma trovarli alla luce del sole è ancora più semplice: basta andare in via Giuliano da Sangallo il mercoledì e il sabato mattina, quando il mercato di piazza Quarto dei Mille

colora il quartiere. La prima degli abusivi è li, sempre nei pressi dell’edicola. E’ un pezzo di storia, la conoscono tutti, tanti le danno del tu e ci parlano del più o del meno. Cappellino con visiera, maglia larga e marsupio che contiene gli incassi. Non obbliga gli automobilisti a pagare, ma li aiuta nelle manovre e se loro vanno via senza dare nulla dà vita ad animate discussioni. A neanche 200 metri dal pontile, il centro del lungomare di Ostia, l’anima pulsante delle strisce gialle. Quindi parcheggiare sul lungomare vuol dire pagare una tariffa al Comune. Scegliere di spostarsi leggermente più al suo interno vuol dire pagare a un abusivo, con il rischio di trovare la macchina graffiata se si sceglie di evitare il ricatto. Da una parte ci guadagna il municipio, dall’altra il racket degli abusivi. A pagare, sono sempre i cittadini.


Cronaca

3 agosto 2012

11

Il Tar boccia la linea difensiva comunale sullo scioglimento della Fiumicino Farmacie

Una supposta da un milione di euro di Christian Belvisi

P

er il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini, si profila un pasticciaccio di quelli mica male. Duemila euro di spese processuali da pagare. Un milione di euro di possibile richiesta di risarcimento che il Pd chiede vengano pagate da lui e da alcuni dirigenti perché «devono capire che i cittadini non possono sempre mettersi le mani in tasca per le impuntature legali del centrodestra». Un bando per la gestione delle farmacie comunali totalmente da rifare. L’ombra di un commissario. E un’opposizione che su questa storia ci sta ricamando sopra. La questione della Fiumicino Farmacie si sta gonfiando a dismisura. La sentenza del Tar è di una manciata

di giorni fa e boccia su tutta la linea la strategia difensiva del sindaco Canapini. Un vecchia storia, che si trascina dal 1999 e

«che il sindaco - spiega il consigliere comunale del Pd, Paolo Calicchio - ha tentato di utilizzare per sciogliere la Fiumicino

«I soliti trucchi di Canapini» Vona (Pd) attacca il Sindaco: «Danneggiati i privati» Non bastava lo scivolone legale sulla Fiumicino Farmacie. Ad “agitare” le notti di Fiumicino, ci sono sempre le farmacie. Stavolta però è un altro caso: la mancata apertura di una farmacia privata ad Aranova utilizzando un “escamotage” che poco è piaciuto. La denuncia arriva

direttamente dal consigliere comunale del Pd, Alessandra Vona. «Niente fogne, niente acqua potabile, servizi carenti, con un ufficio postale a mezzo servizio. Nessuna manifestazione culturale, viabilità a singhiozzo e trasporto pubblico locale inesistente. Centri anziani

neanche a parlarne. Vigili urbani mai visti. Il nulla. E l’unico servizio, per giunta privato, che stava per arrivare, la seconda farmacia ad Aranova, è stato bloccato per evitare di appesantire i bilanci della farmacia comunale con un escamotage degno di questa maggioranza,

Farmacie, municipalizzata al 51 per cento comunale e 49 per cento privata». «Una guerra santa - spiega -, non si sa bene per quali motivi, fatta di carte bollate, ricorsi, ma soprattutto di sconfitte legali che hanno caratterizzato questi dieci anni». La storia è complessa. «In breve dice Calicchio - il sindaco avrebbe dovuto redigere un bando per la gestione delle farmacie comunali di Aranova e Isola Sacra. Il Tar, per diverse ragioni, aveva previsto che a questo bando potessero partecipare solo i due attuali soci della Fiumicino Farmacie e una terza persona estromessa nel 1999 quando fu creata la municipalizzata». E poi? «Il sindaco e i suoi fidati dirigenti - continua l’esponente Pd - hanno utilizzato un escasacrificando in nome di chissà cosa quella “qualità della vita” che continua a essere solo ed esclusivamente un paragrafo del libro dei sogni targato Pdl». L’escamotage? «Calcolare - contesta Vona - la popolazione a ribasso. La parte dell’Aurelia è finita con Maccarese. Quella di Carlanfosso con Torrimpietra. La zona dell’Arrone con Testa di Lepre. Risultato: la popolazione è diminuita quel tanto che basta per far saltare il numero mi-

motage per sciogliere la Fiumicino Farmacie e redigere un nuovo bando, aperto a tutti. Ipotesi fuori legge e quindi bocciata dal Tar». E ora? Cosa si rischia? «Innanzitutto – spiega il segretario del Pd di Fiumicino, Roberto Saoncella – i cittadini di Fiumicino dovranno pagare 2mila euro di spese processuali e rischiano un milione di euro di risarcimento. E non è la prima volta. Con l’associazione di protezione civile Nuovo Domani è aperto un lungo contenzioso che ha bocciato la linea dell’amministrazione. La Fiumicino Servizi, altra municipalizzata, sempre in via legale ha vinto una causa da 600mila euro. Stavolta basta, queste spese se le accolli il sindaco, Fiumicino ha già pagato un prezzo troppo alto». nimo previsto dalla legge per dare il via libera a una nuova farmacia. E Canapini sarebbe il sindaco di tutti? Questa maggioranza dovrebbe rappresentare le esigenze del nord del Comune e Aranova? Quello che si ha di fronte è solo ed esclusivamente una politica Fiumicino-centrica, che tende ad accentrare qualsiasi cosa, infischiandosene di un nord senza servizi, abbandonato a se stesso, senza prospettive». (C.B.)


Cronaca

3 agosto 2012

13

Ad Anzio l’assessore Attoni propone una nuova normativa, ma i partiti al momento nicchiano

Edilizia: le regole non piacciono a tutti L’amministratore: «Vogliamo evitare la discrezionalità e combattere ogni fenomeno di corruzione»

di Cosimo Bove (cosimo.bove@reporternews.it)

Sui cassonetti devastati spunta l’adesivo della nuova società

R

egole certe e nessuno spazio alla discrezionalità. Anche così si combatte la corruzione in campo immobiliare. Questi gli obiettivi del regolamento edilizio prossimo all’approvazione da parte del comune di Anzio, su proposta dell’assessore all’Edilizia Sebastiano Attoni (La Destra) e del suo staff. «Ho presentato il regolamento nell’ultima seduta del consiglio comunale – spiega Attoni – ed ora i partiti dovranno esaminarlo. Dopo quasi 30 anni era arrivato il momento di fare chiarezza, e mi auguro che si arrivi all’approvazione all’unanimità». Ma esattamente di cosa si tratta? «Di un regolamento tecnico – chiarisce l’assessore neroniano – che salva gli uffici comunali dalla discrezionalità e dà la possibilità agli esperti del settore di lavorare bene. A livello politico poi è anche uno strumento anticorruzione: grazie alle regole stabilite al dettaglio, non

ci potrà più essere l’amico di turno che fa delle forzature o chiede dei favori ai tecnici, perché tutto sarà stabilito nero su bianco, al centimetro. Impossibile sgarrare». Eppure qualcosa non torna. Il regolamento edilizio fatica a trovare l’approvazione del consiglio, nonostante sia stato messo a disposizione da tempo per eventuali correzioni. «Denoto con curiosità – spiega Attoni – che mentre tutti sventolano il regolamento edilizio come panacea di tutti i mali, ad oggi a questo ufficio non è arrivata alcuna proposta di emen-

Acquisto sede Provincia: è bagarre Polemiche sulla realizzazione della nuova sede da 263 milioni della Provincia di Roma, così come scritto da Reporter sullo scorso numero. «Zingaretti è venuto in Consiglio provinciale - spiega Francesco Petrocchia (Pdl) - a rispondere alla mia question time sull’acquisto della nuova sede. Un’operazione scellerata che suscita perplessità tra i cittadini che non ne comprendono francamente il senso. Ebbene Zingaretti in Aula ha ribadito la legittimità di tale operazione, affermando che non ci

sono ombre nel progetto di acquistare una nuova sede all’Eur per 260 milioni di euro circa. Ci saremmo aspettati che con 260 milioni Zingaretti avesse realizzato nuove strade e riqualificato le scuole, e invece prendiamo atto che ha posto l’acquisto di una nuova sede comprata, per giunta, attraverso indebitamento e svendita del patrimonio storico artistico e culturale della Provincia di Roma. Zingaretti non ha agito né da buon amministratore né da buon padre di famiglia».

damento. Eppure si tratta di argomenti puramente tecnici sui quali siamo disposti ancora a trattare fino al consiglio, dove lo blinderemo perché sarebbe impossibile dare una risposta in pochi secondi. Eppure ad Anzio tanti consiglieri comunali sono tecnici specializzati sull’argomento, e proprio per questo vorrei che proprio da loro arrivasse la spinta per sistemare ed approvare il regolamento edilizio. Altrimenti, come diceva Andreotti, a pensar male si commette peccato, ma spesso ci si indovina…».

Malfermi, claudicanti, rotti. I cassonetti a Fiumicino non si reggono in piedi. La metà sono zoppi. Gli altri? O rotti o stravecchi. «Via dei Dioscuri, via Passo Buole, via Trincea delle Frasche, via Monte Solarolo, il lungomare della Salute. Non c’è una via che sia una a salvarsi - protesta il capogruppo dell’Idv, Claudio Cutolo - e il tanto decantato nuovo servizio

Restyling dei cimiteri

Aree verdi bonificate

Sistemazione del piazzale esterno, rifacimento del viale principale e dei viali interni, illuminazione, manutenzione ordinaria e straordinaria. E poi viali puliti, erbacce estirpate e nuovi fiori. Sono soltanto alcuni degli interventi messi in atto dall’amministrazione comunale di Ardea sul cimitero di via Strampelli. Reso più funzionale e decoroso. «Un impegno – spiega il Sindaco Luca Di Fiori – che avevamo preso con la cittadinanza: ridare dignità ai cimiteri e permettere ai cittadini di andare a trovare i propri cari nel migliore dei modi».

Sono state bonificate e sfalciate in questi giorni le aree verdi private e comunali tra via Siliqua e via Cuglieri ad Aranova. Le aree erano state mappate e segnalate dall’associazione Crescere Insieme al capogruppo della lista civica Noi Insieme, Roberto Severini. Risolto così un problema molto sentito in zona: le aree verdi incolte lasciate nel degrado, soprattutto in estate, rischiano di trasformarsi in un ricettacolo di sporcizia e animali e potenzialmente pericolose: un innesco per incendi e focolai.

di igiene urbana, otto milioni di euro l’anno: non pervenuto. L’amministrazione: idem. L’unico segnale di vita: i nuovi adesivi appiccicati sui secchioni rotti e malandati. Una strategia di marketing mica male. E se il turismo latita, il biglietto da visita sbattuto in faccia a chi, sventurato, viene a fare visita a Fiumicino sono chili di immondizia per strada».

«Salviamo il Tribunale» Una delegazione di Ostia ha incontrato il capo segreteria del sindaco Gianni Alemanno, per ribadire la richiesta di impegno diretto del sindaco nel reperire in tempi rapidi i nuovi locali e soprattutto, di farsi parte diligente presso il ministro Severino di creare il secondo Tribunale di Roma e di mantenere, almeno sino alla sua istituzione, la sezione distaccata del Tribunale di Ostia. Davide Bordoni, assessore al litorale, ha promesso il suo interessamento anche con i capigruppo del Pdl di Camera e Senato. Ostia spera di mantenere il suo tribunale.


Cronaca

3 agosto 2012

15

Nuvole nere sul futuro di circa 12mila dipendenti dell’azienda romana Salto del binario sulla Roma-Lido

Atac passa agli spagnoli?

di Marco Ciapetti

F

uturo a rischio per i 12mila dipendenti Atac. L’azienda è in crisi e ha già comunicato a tutti che oltre alle tredicesime mensilità sono in bilico anche gli stipendi di novembre. Ma come è possibile, si chiedono tutti, che una Spa che sul proprio sito vanta di essere «il primo gruppo di trasporto pubblico in Italia e una delle più grandi realtà a livello europeo», si ritrovi in questa condizione. Eppure Atac serve un´area di 1.285 km quadrati nella quale ogni giorno garantisce più di 4 milioni di spostamenti. Qualcosa non quadra. Anche perché negli ultimi mesi si è assistito a vicende mai viste prima: scioperi, accuse verso i dipendenti da parte della ditta, campagne diffamatorie verso i macchinisti, aggressioni dei passeggeri a una macchinista stessa. Una situazione poco chiara e che necessita di un approfondimento. Il primo gennaio 2010 nasce Atac S.p.A, dalla fusione di Met.Ro spa e Trambus spa. Una fusione che a detta dei manager sarebbe servita a

«ottimizzare il personale riducendo i costi». Un accorpamento dunque, non tanto nel settore tecnico quanto in quello amministrativo. Ma a differenza di ciò che si poteva pensare non ci furono esuberi. Anzi. In quel momento Atac ha formalizzato ben 800 assunzioni, e tutte nel settore amministrativo e manageriale. Strano, davvero insolito, pensarono tutti. E questa mancanza di fondi allora da dove deriva? Soprattutto, perché l’azienda non ha mai parlato né di licenziamenti né di cassaintegrazione? Il sospetto (forte) è ci si

stia preparando a una vendita verso privati. Anche perché in seno ad Atac si sta insinuando pian piano un’altra realtà: quella di Assifer, un’azienda che collabora con Caf alla manutenzione dei treni. Spieghiamoci meglio: Atac ha affidato alla ditta spagnola Caf la manutenzione dei treni prodotti dalla stessa, che poi ha scelto di avvalersi del supporto di Assifer per alcuni servizi. Nell’officina Atac di Osteria del Curato, ad esempio, i dipendenti Atac sono diventati di meno di quelli Assifer. Il che vuol dire che ogni

volta che i ferrotranvieri romani organizzano uno sciopero la loro assenza non si fa sentire, sopperita immediatamente dai privati. Lo stesso sta accadendo nell’officina del Torrino e questo sta mettendo in seria agitazione i dipendenti Atac. La paura è quella di essere “venduti” a una ditta privata, i cui stipendi sono nettamente inferiori ai loro (un caporeparto Assifer guadagna meno di un operaio semplice Atac), con un conseguente peggioramento del servizio di trasporto pubblico. «Le agitazioni avvenute finora – spiega un operaio Atac che vuole restare anonimo - non hanno avuto il giusto risalto. I difetti dei treni e delle linee sono enormi, i treni sono vecchi e malfunzionanti, come gli scambi, alcuni dei quali non hanno comandi a distanza». Il sindacato Sul spiega che «al momento della fusione aziendale avevamo avvertito i manager delle carenze strutturali di treni e linee. Ma nessuno ci ha dato ascolto». Carenze che ora vengono addossate ai dipendenti, che vedono a rischio i loro stipendi e il loro posto di lavoro.

Onorato: «La colpa è di una gestione folle» Alessandro Onorato, capogruppo dell’Udc al Campidoglio, è un profondo conoscitore del caso Atac. Situazione strana e preoccupante. Che idea si è fatto? Troppe volte i vertici Atac e il sindaco Alemanno hanno scaricato le responsabilità dei disservizi sui lavoratori, contro cittadini inferociti. Serve un’assunzione di responsabilità da parte di chi amministra il trasporto pubblico. Chi ha imbarcato centinaia di amministrativi piuttosto che autisti, meccanici o macchinisti? Atac è in costante perdita, con spre-

chi e spese inaudite, come gli oltre 90 dirigenti da 200mila euro l’anno. È ridicolo continuare ad addossare le colpe dei disservizi ai lavoratori: serve un serio piano di risanamento per il miglioramento del servizio e delle condizioni di lavoro. L’Atac non può continuare a essere una mucca sistematicamente “munta” dai partiti per assunzioni, appalti, consulenze milionarie, aumenti di livello, benefit, assegni ad personam, consulenti esterni. Forse il caso più eclatante è quello delle linee B e B1. Cosa è accaduto?

Hanno provato a farci credere che il funzionamento della modernissima metro B1, appena inaugurata, dipendesse dalla presenza o meno dell’operatore che vigila sugli scambi. Quindi, secondo loro, l’intera linea si regge su una persona sola? Una follia. Il Sindaco può trovare tutte le giustificazioni che vuole: sciopero bianco, assenze ingiustificate, problemi tecnici di ogni grado, ma la realtà è che questa linea, inaugurata da appena un mese, non ha mai funzionato regolarmente per due giorni di seguito: imbarazzante per l’amministrazione e inaccettabile

per Roma. Per non parlare delle centinaia di milioni di euro dei cittadini buttati al vento. Qualcuno per questo dovrà pagare. Si teme una vendita ai privati. Atac è vittima di una gestione folle che ogni anno chiude con oltre 100 milioni di euro di debiti, puntualmente ripagati con le tasse dei cittadini romani. Se questa situazione non verrà sanata, è molto probabile che subentrino i privati, anche se credo sia un errore. Il trasporto cittadino deve rimanere pubblico. (M.C.)

Saltare da un treno all’altro perché il convoglio dove si viaggiava si è rotto. Sulla Roma Lido capita anche questo, in un normalissimo giorno feriale estivo. La vicenda è solamente di pochi giorni fa. Il treno si ferma e non riparte e i passeggeri per andare a lavoro sono invitati al “salto del vagone”. Il punto è questo: se Atac piange la Roma-Lido di certo non ride. La ferrovia, di proprietà della Regione Lazio, da tempo è stata data in concessione all’azienda di trasporto pubblico romana. Le “Frecce del mare”, i treni tanto decantati non sono altro che vecchi rotabili della Metro A, mai usati sulla stessa linea, e dopo decenni passati al “trenino” dopo essere stati riverniciati. A fargli compagnia al momento ci sono gli spagnoli Caf, forse i migliori sul mercato, i vecchissimi e malfunzionanti Mr 600, i Ma200 (provenienti anch’essi dalla linea A dopo rivisitazione, ndr) e i Fiat, senza infamia e senza lode. Cinque tipi di treni, di qualità quasi scadente, per una delle linee più importanti del trasporto romano. Dove i guasti sono all’ordine del giorno, e dove i pendolari esasperati accettano anche di saltare i binari per riuscire ad arrivare in tempo. Ma un servizio a pagamento può non tenere conto di tutti questi disservizi? Noi crediamo di no. Chi paga, è una regola del mercato, ha sempre ragione.


16

L’Inchiesta

di Cosimo Bove (cosimo.bove@reporternews.it)

I

n principio c’erano le minacce, qualche pestaggio per chi non voleva capire l’antifona. Poi si è passati alle maniere forti: bombe, attentati incendiari, omicidi. E la criminalità ha preso il sopravvento, salvo poi negli ultimi anni mantenere un profilo basso dopo i blitz e l’opera di repressione delle foze dell’ordine. L’estate 2012 però, riassume in sè il sapore degli anni di piombo: prima la finta bomba lasciata sulla spiaggia di Ostia durante il weekend a mo’ di avvertimento, poi l’esecuzione in stile camorristico dell’ex boss del clan Moccia a Nettuno. Il litorale non è al sicuro.

PACCo BoMBA & SoSPEttI L’ordigno lasciato accanto alle cabine dello stabilimento Il Capanno di Ostia (un telefonino collegato con dei fili ad un cilindro metallico di colore nero) non poteva esplodere, è vero. Ma il messaggio è arivato comunque a destinazione. Così come le finte telefonate anonime del giorno seguente. Nessun sospettato ma tante certezze. «Segnali della criminalità organizzata», avrebbero ammesso gli investigatori nelle ore immediatamente successive all’avvertimento. Tanto che l’ombra del racket è scesa nuovamente sulla spiaggia. Così come l’ipotesi di pizzo chiesto agli stabilimenti balneari dalla criminalità organizzata locale. I gestori intanto

3 agosto 2012

sminuiscono il problema: «Mai ricevuto richieste di pizzo, mai ricevuti avvertimenti». Ma gli episodi li smentiscono. Prima a prendere fuoco è stata la palestra Virgin, poi una parte dello storico stabilimento Battistini, ora la finta bomba a Il Capanno. Tre indizi che di solito fanno una prova. A maggior ragione se associati alle polemiche infinite sulla gestione e l’assegnazione delle spiagge libere attrezzate nella zona di Ostia: l’ennesimo business sul quale gli inquirenti mantengono alta l’attenzione. ESECuzIonE DA MAnuAlE Era un sorvegliato speciale Modestino Pellino, 46 anni, ex boss

del clan camorristico dei Moccia. Prima dell’arresto considerato tra i 100 latitanti più pericolosi. E da sei mesi viveva a Nettuno con la moglie e i suoi due figli. Fino alla scorsa settimana, quando è stato ucciso con cinque colpi di pistola alla schiena nella centralissima piazza Garibaldi. «Il classico protocollo dell’omicidio camorristico», hanno ammesso gli investigatori. Un killer a sangue freddo, piombato alle spalle di Pellino (detto “O Micillo”) per scaricargli addosso tutti i colpi della sua calibro 9, noncurante della presenza in piazza di anziani e bambini intenti a giocare nei giardinetti. La criminalità, quella vera, è tornata. Inutile girarci attorno. Gli affari che fino a qualche

anno fa viaggiavano per vie sotterranee, sono tornati in superficie. E già si parla di guerra tra bande per il controllo del territorio del litorale romano. CASAMonICA & CASAlESI La presenza sul litorale romano di criminalità organizzate d’alto livello, è testimoniata dai continui arresti messi a segno dalle forze dell’ordine sul territorio: estorsioni, rapine, usura, droga. Il mercato è aperto, e il business fa troppa gola per lasciarlo a qualcun altro. E la presenza accertata di due famiglie di spicco come quella dei Casamonica e dei Casalesi, non fa altro che far crescere la paura tra i residenti. Camorra, ‘Ndrangheta e Mafia sono


L’Inchiesta

3 agosto 2012

17

Capobianco: «Il fenomeno va stroncato alla base»

Luca Capobianco Presidente dell’Ascom Roma Litorale

Una piaga sociale, oltre che commerciale. Il sospetto di un giro di racket sul litorale aumenta la paura degli esercenti di Ostia, che però, dalle parole di Luca Capobianco, presidente dell’Ascom Roma Litorale, hanno a che fare anche con problemi meno evidenti ma forse ancora più difficili da arginare: «Quello che sta accadendo sul litorale mette in mostra una situazione preoccupante che non va sottovalutata. Una situazione seria e che non dà certo all’esterno una bella immagine di Ostia – spiega Capobianco – e che mette anche a repentaglio la sicurezza degli esercenti e di tutti gli altri cittadini, perché eventi simili avvengono in mezzo alla folla e destano allarmismo e preoccupazione. Ma non bisogna distrarsi e focalizzare l’attenzione su obiettivi sbagliati: a Ostia sta dilagando in maniera enorme anche la piccola criminalità, che come sappiamo va di pari passo con la crisi. A risentirne sono soprattutto le piccole aziende, quelle che poi hanno meno mezzi economici per sopravvivere in casi di improvvisa sottrazione di fondi. Come avviene con le rapine

ad esempio». Perché il fenomeno è così preoccupante? «Semplice – spiega Capobianco – perchè prima di tutto mette a rischio piccoli esercenti che vivono di bassi guadagni e poi perché è inevitabile che un piccolo malvivente che magari riesce a mettere a segno quattro rapine investe i capitali racimolati andando a confluire in una grande organizzazione criminale, aumentando di conseguenza i pericoli per la collettività e per le imprese». Capobianco apre uno spiraglio importante, dunque, partire con lo stroncare la piccola criminalità sul nascere per evitare il suo espandersi in bande vere e proprie. Ma forse Ostia a livello di forze dell’ordine non è abbastanza attrezzata? Il presidente dell’Ascom però rifiuta di prendere in considerazione un’eventualità del genere. questa ipotesi: «Non serve un tavolo straordinario. Siamo sempre in stretto contatto con le forze dell’ordine – conclude lo stesso Capobianco – e lavoriamo di pari passo per arginare questi problemi. Il loro lavoro non è facile e so che lo svolgono al massimo dell’impegno». (M.C.)

Investimenti sospetti: alla conquista di Ostia

presenti. E le forze dell’ordine sono costrette a fare i conti con riduzioni continue nell’organico e nei mezzi, lasciando scoperte situazioni che si fanno sempre più gravi. AFFARI SoSPEttI A lanciare l’allarme sugli appalti a rischio e sulla crescente infiltrazione criminale sul litorale, è l’onorevole Jean-Léonard Touadi (Pd), responsabile Sicurezza e Legalità del Pd Lazio. «L’omicidio Pellino - spiega conferma le nostre preoccupazioni sul ruolo della criminalità organizzata nella zona di Anzio e Nettuno. Dal 2009 ad oggi abbiamo presentato ben 14 interrogazioni parlamentari per denunciare i numerosi attentati ed intimidazioni ai danni di imprenditori e amministratori sul litorale. In particolare, esistono concreti indizi che il clan Gallace e i Casalesi tentino di infiltrarsi nei lavori per la realizzazione della nuova Pontina e del porto di Anzio».

Un tavolo urgente per parlare dell’escalation di episodi criminali sul Mare di Roma. Questo è quanto chiesto dal presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti al Prefetto capitoloino, Giuseppe Pecoraro. La richiesta è chiara: convocare, nei prossimi giorni, il Comitato provinciale per l’Ordine pubblico e la Sicurezza per esaminare la situazione del litorale romano alla luce dei recenti episodi di criminalità e violenza. «Come sappiamo, nella nostra area metropolitana – uno stralcio della lettera di Zingaretti – abbiamo già avuto numerose conferme del rischio di connessioni tra criminalità economica e criminalità organizzata, quest’ultima fortemente interessata alla piazza romana come luogo dove sviluppare i propri affari. Più volte sono stati rilevati, accanto alle numerose azioni di matrice criminale, che hanno segnato la storia recente della nostra città, anche diversi episodi di inti-

midazione e di omertà, che hanno ostacolato l'accertamento dei fatti e al tempo stesso hanno confermato il fortissimo rischio di radicamento delle organizzazioni mafiose nel tessuto economico e sociale del territorio». Frasi forti, preoccupate, confermate anche dalle dichiarazioni rilasciate da un volontario dello sportello antiusura di Ostia in esclusiva per Reporter: «Ostia è fuori dal controllo delle forze dell’ordine. Frequenza e gravità degli episodi criminali fanno pensare a un piano articolato, e chi lo ha messo a

Presenze ingombranti su tutto il litorale I tentacoli del malaffare sono arrivati sul litorale romano. Gli ultimi episodi criminali di Ostia e Nettuno, e le numerose operazioni delle forze dell’ordine non lasciano dubbi. L’ultimo dossier noto, delinea un quadro allarmante: gli inquirenti parlano di un’alleanza economica per la gestione del litorale, tra Camorra e Cosa Nostra, con la presenza di cosche argentine che ormai stanno aumentando il loro potere sul territorio. «In particolare - si legge non va sottovalutata la presenza di personaggi di clan camorristici che si sono perfettamente integrati con esponenti storici della malavita romana». E la percentuale

dei sudamericani segnalati per reati associativi nella Regione Lazio è del 36%. I business? Droga e prostituzione. E forse è proprio su questi mercati che si sta giocando la partita tra le bande criminali del territorio. L’hinterland romano è un territorio geograficamente particolare: vicino alla zona di Napoli ma con influenze calabresi e siciliane. Qualche giorno fa il capo della Procura di Roma ha ammesso che il territorio romano è un «mercato dove c’è spazio per tutti». Dove ci sarebbe «un tacito accordo tra le mafie per evitare atti di violenza». Ora però gli equilibri evidentemente stanno cambiando. (C.B.)

punto sa di poter contare sulla debolezza delle istituzioni. Ci sono pesanti investimenti di capitali di cui non è nota la provenienza, che puntano forte su Ostia. Hanno capito che il futuro sviluppo di Roma è qui, e sappiamo bene che la malavita non è più lupara e baffi, ma giacca, cravatta e ventiquattrore. Sanno bene come capitalizzare i patrimoni. Ostia purtroppo è un polo molto importante e mentre prima era un peso per la Capitale, adesso è diventata una risorsa. Anche per le organizzazioni criminali». (M.C.)

Niente 416 bis La mafia? Non esiste. Sembra sarcastico, ma almeno stando alle risultanze dei giudici che operano sul territorio dell’hinterland romano, la realtà è questa. Droga, prostituzione, omicidi, tutti i requisiti di bande criminali esperte nel settore, eppure mai fino ad ora i giudici hanno riconosciuto nelle accuse l’articolo 416bis del codice penale: associazione a delinquere di stampo mafioso. Al massimo tra le accuse è stata configurata l’aggravante dell’art. 7 della legge 203/91: utilizzo di metodi mafiosi. Nonostante gli indizi portati dalle forze dell’ordine, il reato di 416bis è sempre stato depennato, al massimo derubricato in qualcosa di meno grave, tanto che anche i personaggi di spicco della criminalità locale finiti nel corso degli anni dietro le sbarre, l’hanno fatto con accuse minori rispetto a quelle iniziali. Ma dopo i recenti fatti si può continuare a non parlare di mafia? Di camorra? di ‘ndrangheta? Di guerre tra bande? Difficile. (C.B.)


Pillole di Nera

3 agosto 2012

Ostia

Diversi i blitz messi a segno dalle forze dell’ordine sul litorale

Sequestri di pesce a go-go

Strozzini in manette dopo denuncia Prodotti ittici mal conservati e avariati venduti a Qualcuno finalmente ha trovato il coraggio di uscire allo scoperto. La storia di un imprenditore romano di 42 anni, ha consentito ai Carabinieri del Gruppo di Ostia di arrestare tre persone. L’accusa? Usura. «Mi hanno chiesto complessivamente 130mila euro», l’accusa dell’uomo. Non tutti insieme ovviamente. “Piccoli” acconti da 500 e 1.000 euro per volta, che sommati e ripetuti con sempre maggiore frequenza nel tempo, hanno costretto l’uomo a rivolgersi alle forze dell’ordine. E da qui sono partite le indagini, con servizi di appostamento, intercettazioni e pedinamenti vari, fino a pochi giorni fa, quando all’alba è scattato il blitz dell’Arma. I tre estorsori sono stati quindi arrestati in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Tivoli. Il provvedimento prevede per due degli aguzzini (un 36enne e un 57enne) la custodia cautelare in carcere, mentre per il terzo (un 32enne) gli arresti domiciliari.

basso costo in pescheria per attirare ignari clienti di Christian Belvisi

A

ttenzione al pesce acquistato. Non sempre i prezzi bassi sono sinonimo di affare. Il monito delle forze dell’ordine è sempre lo stesso, e le recenti operazioni messe a segno sul litorale romano non sono incoraggianti. L’ultima nei giorni scorsi ad Ardea, dove gli agenti della Polizia municipale hanno sequestrato un furgone contenente pesce di diversa qualità, crostacei e frutti di mare parcheggiato in un consorzio a Tor San Lorenzo. L’operazione, denominata “Pesce sicuro” e voluta con forza dal sindaco Luca Di Fiori, ha evitato che sulle tavole estive finisse pesce non in regola con le normative vigenti in materia. E solo poche ore prima erano stati i Carabinieri della Compagnia di Anzio, agli ordini del capitano Ugo Floccher, a mettere a segno una serie di altri sequestri su tutto il litorale da Nettuno ad Ardea. Nel corso del blitz i militari hanno sequestrato circa 150 chili di pesce di vario genere per violazione delle norme sulla pesca ed igie-

19

Anzio

Spari per finta Spari contro un’abitazione alla periferia di Anzio. I fatti nei giorni scorsi subito dopo l’omicidio Pellino. L’arrivo sul posto della Polizia però, aveva portato ad un nulla di fatto, non consentendo di ritrovare i bossoli dei proiettili. Solo grazie alle registrazioni delle telecamere di sorveglianza si è risolto il mistero dando un’identità all’autore: R.D., 43enne di Aprilia. In casa sua è stata rinvenuta l’arma utilizzata: la replica di un revolver, senza tappo rosso. L’uomo è stato denunciato per esplosioni pericolose e porto abusivo di arma.

Fiumicino

Donna pusher nico sanitarie. «Ci siamo mossi a campione – spiegano i Carabinieri – su pescherie e ristoranti di tutto il litorale, ed il prodotto sequestrato in alcuni casi era conservato a temperature non a norma di legge, mentre in altri aveva dei difetti di tracciabilità, quindi non era chiaro da dove provenisse». I controlli dei militari neroniani comunque non si sono fermati qui, con i sigilli messi a due rimessaggi nautici e quattro stabilimenti balneari abusivi, ed il sequestro di circa 120 tra ombrelloni e

lettini piazzati sulla spiaggia libera per essere affittati a basso costo a turisti e bagnanti. «Abbiamo riscontrato numerose irregolarità – spiegano dalla Compagnia di Anzio – soprattutto sulle spiagge libere nella zona dei Marinaretti ad Anzio e di Cretarossa a Nettuno. I prezzi bassi poi, erano un incentivo per i turisti ad affittare ombrelloni e lettini». Peccato che i prezzi bassi fossero applicati su una spiaggia libera, e di conseguenza non utilizzabile per l’affitto di ombrelloni e lettini.

A seguito di un blitz nella sua abitazione è stata arrestata con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ accaduto nei giorni scorsi ad una trentenne di Fiumicino, P.A., arrestata dai Carabinieri di Ostia. In casa sua i militari dell’Arma hanno trovato circa 50 grammi di hashish e marijuana, e tutto l’occorrente per la coltivazione della droga. La donna è stata così tradotta presso la Casa circondariale di Civitavecchia.


20

Turismo

Il marchio

Pisana a caccia di qualità La Regione Lazio punta sempre di più sui marchi. Dalla Pisana è arrivato il rilancio per “Natura di campo”, un marchio che ha come intento quello di promuovere i prodotti genuini che rappresentino al meglio l’enogastronomia dell’intero territorio. La decisione è arrivata durante un workshop, organizzato dall’assessorato al Turismo e al Marketing del Made in Lazio, guidato da Stefano Zappalà, nel quale si sono confrontati i rappresentanti delle imprese agroalimentari e le aziende di accoglienza turistica. L’intento è stato quello di mettere in relazione gli attori del settore turistico con il sistema produttivo locale. La finalità dell’intero progetto, allargando il respiro dell’iniziativa, invece è quella di creare una rete del Made in Lazio, capace di promuovere in maniera congiunta e integrata il territorio regionale e tutte le sue eccellenze enogastronomiche. «Lo sviluppo del Lazio deve trovare i suoi punti di riferimento nell’offerta turistica e nella filiera di qualità dei prodotti di eccellenza di questa Regione e noi abbiamo il dovere di sostenere la promozione di queste risorse» conclude l'assessore Stefano Zappalà.

3 agosto 2012

Il Governo concede loro la possibilità di ospitare i turisti

La metamorfosi dei pescatori di Gianluca Contiero

I

pescatori del Mare di Roma sono pronti a trasformarsi in imprenditori del turismo. Da oggi in poi, infatti, chi opera nel settore ittico, oltre che batterà il mare di notte in cerca del pesce da vendere all’asta oppure ai privati, ha anche l’occasione di accogliere i turisti che vogliono visitare la città in cui lavora. La novità arriva direttamente dal Parlamento italiano, che ha approvato un emendamento del cosiddetto Decreto Sviluppo, che consente, con gli obiettivi di accrescere l’economia ittica e garantire nuove fonti di guadagno ai pescatori, agli stessi pescatori di affittare parte della propria abitazione oppure una struttura immobiliare diversa da quella della residenza ma comunque nelle proprie disponibilità immobiliari. Non tutti, però, sono contenti di questa decisione. E tra i primi a schierarsi contro ci sono gli albergatori. «Rischiamo un'ennesima forma di concorrenza sleale ed una ulteriore confusione sulle competenze tra Stato e Regioni in materia turistica» sono le prime parole di Bernabò Bocca. Il presidente di Federalberghi, inoltre, non si è fermato qui: «Di questo passo chiunque possegga una stanza ed un letto, pur svolgendo un mestiere ben

La svolta è arrivata con un emendamento al Decreto Sviluppo. Ma Federalberghi non ci sta: «Rischiamo una nuova forma di concorrenza sleale»

lontano dall'operatore turistico, potrà affittare liberamente il locale ed il giaciglio col rischio che l'Italia perda un buon pescatore di pesce fresco ed acquisti un improvvisato albergatore, al punto che la dice lunga il fatto che si intenda consentire al pescatore di svolgere attività ricettiva anche al di fuori della propria abitazione, in altra struttura che rientri nella sua disponibilità». La presa di posizione degli albergatori, comunque, non ha certo l’intento di screditare i futuri e possibili concorrenti, ma

solo quello di tutelare un settore in crisi e dove, alcune volte, c’è poco spazio per le regole. «È bene ricordare – conclude il presidente Bocca – che nulla impedisce all'imprenditore della pesca di svolgere l'attività ricettiva nel rispetto delle stesse regole applicate agli alberghi e alle altre strutture ricettive, grandi e piccole che siano. Non c’è nessun motivo quindi di inventare soluzioni speciali che inevitabilmente finirebbero per alterare le condizioni di concorrenza tra le imprese».

L’iniziativa

Regione Lazio alle Olimpiadi La Regione Lazio prende parte alle olimpiadi di Londra. Seppure a distanza, infatti, la Pisana ha deciso di cavalcare l’onda dei cinque cerchi per portare un nuovo impulso al settore turistico. Per l’occasione è stata lanciata una campagna di comunicazione che durerà fino al prossimo 16 agosto e che è stata messa a punto dall’assessorato al Turismo e al Marketing. Ma ecco i dettagli dell’iniziativa: 25 degli autobus scoperti che servono il centro di Londra sono stati utilizzati per far girare per la città le immagini del territorio e la scritta «Lazio Region, the heart of Italy» (Regione Lazio, il cuore dell’Italia). I soggetti utilizzati per la campagna di promozione londinese sono sette: per il bus allestito integralmente è stata scelta l’immagine dell’acquedotto romano: mentre le altre fotografie, ognuna campeggia su una parte di quattro autobus, sono quelle di Palazzo dei Papi di Viterbo; del monte Circeo di Latina; di Villa Adriana, Provincia di Roma; di Trinità dei Monti, Roma centro; dell’abbazia di Montecassino, Provincia di Frosinone; del monte Terminillo che si trova in Provincia di Rieti. (G.C.)


Turismo

3 agosto 2012

Spiagge &Isole

Capo Figari

L’Asinara

21

La Maddalena

La Sardegna recupera le strutture e le trasforma in vere e proprie mete in cui vivere un sogno

Su un faro tra le onde e la natura incontaminata di Lorella Di Carlo

U

n fascio di luce a squarciare il buio pesto del mare e a fungere da unico punto di riferimento per chi sfidava le onde anche di notte. Un tempo i fari sparsi lungo le coste dello Stivale erano questo, ma l’arrivo delle tecnologie di geolocalizzazione li ha resi praticamente inutili. Al punto che oggi, mettendo da parte il romanticismo e puntando esclusivamente sulle loro potenzialità attrattive e remunerative, sono diventati delle vere e proprie strutture ricettive. Meglio ancora, sono stati trasformati in una vera e propria metà turistica, ambita quanto le principali spiagge del mondo. Il progetto SardegnaFari è stato firmato dalla Regione, con il coinvolgimento del Fai, del Wwf e di Legambiente; gli obiettivi sono il recupero delle strutture ormai abbandonate dell’isola e il reinserimento delle stesse nel patrimonio costiero, caro tanto ai sardi quanto ai turisti. E così tutto avranno l’opportunità di ascoltare il rumore delle onde che si infrangono sugli scogli, di scrutare una nave in lontananza, di avere la natura come unica compa-

I matrimoni di Anzio

gna e di ripercorrere la vita dei guardini del faro. Sarà come entrare direttamente tra le pagine dei numerosi libri che evocano queste immagini. I turisti, infatti, potranno rivivere l’esperienza dei faristi in ogni minimo dettaglio. In ogni struttura sarà possibile mangiare e pernottare, in base alle capacità ricettive della stesse: si va dai 20 posti letto del Vecchio Faro di Razzoli, sull’isola della Maddalena, fino alle sole tre stanze dei fari più piccoli. La vacanza in un faro, però, non vuol dire solo mare e natura in-

contaminata, perché in alcune strutture saranno allestiti dei veri e propri musei. Ogni faro, poi, avrà una sua caratteristica peculiare, che valorizzerà la storia della singola struttura. Come la stazione di vedetta di Capo Figari, dove Guglielmo Marconi ha fatto installare il collegamento in micro-onde di 269 chilometri, oppure l’ex stazione semaforica di Punta Scorno sull’isola dell’Asinara, che è stata testimone della fine della corazzata Roma, la nave da battaglia affondata il 13 agosto del 1943 durante i bombardamenti tedeschi.

Il Mare di Roma ha battuto la Sardegna sul tempo. Il faro di Anzio, anche se non è al centro di un progetto complesso e pregevole come quello isolano, comunque ricopre un ruolo centrale per la città. E non solo per i compiti che svolge nei confronti dei pescatori che ogni giorno battono il mare anziate. La struttura neroniana, gestita dal guardiano Silvestro De Marco, è aperta al pubblico. Il guardiano, infatti, ospita regolarmente scolaresche in visita e spiega loro tutti i segreti di chi custodisce il mare, la risorsa primaria della città di Anzio. Inoltre sul faro neroniano sono soliti salire anche giovani coppie di fidanzati in cerca di un posto speciale per la proposta di matrimonio. Non mancano neppure novelli sposi, ancora in abiti nuziali, che scelgono il faro per le foto del giorno più bello della loro vita. Sempre in tema di matrimoni in spiaggia, infine, ci sono anche quelli dello stabilimento balneare anziate T-Village, una novità assoluta per il litorale.


Cultura

3 agosto 2012

23

Nella zona di Roma sono 9,5 miliardi di euro gli introiti derivanti dal settore

Patrimonio culturale inespresso sul litorale Eppure l’industria nel Lazio produce quasi il 7% della ricchezza complessiva

ModArte: sfilata spettacolo tra le vie del borgo antico

di Gianluca Contiero

O

rmai è ufficiale, anche se molti fanno finta di non capire: la cultura produce ricchezza. Lo dimostra, dati alla mano, il report 2012 sull'industria culturale italiana elaborato dalla Fondazione Symbola e da Unioncamere. E se le percentuali non colpiscono come dovrebbero, basta trasformare questi numeri in cifre concrete: la ricchezza generata dalle attività culturali sull'economia della provincia di Roma (litorale compreso, ndr) nel suo complesso, è pari a circa 9 miliardi e mezzo di euro. Una mole di affari spaventosa, che porta di fatto il Lazio in testa alla classifica delle regioni dove l'industria culturale incide di più: il 6.8% della ricchezza del Lazio. Per non parlare dei dati sull'occupazione. A Roma e provincia opera il 12% delle imprese italiane attive nel settore culturale. Ad essere impiegate nelle aziende del settore culturale nel Lazio sono 160 mila persone (pari al 6.3% del totale degli occupati sul territorio regionale). Nella classifica generale stilata nel report, la provincia di Arezzo è in cima alla classifica: l'8,4% del totale prodotto dalla provincia (la media italiana è del 5,4%) appartiene alla cultura. Seconde classificate a pari merito Pordenone e Milano con l'8%, terze ex equo Pesaro e Urbino e Vicenza con 7,9%. Seguono la provincia di Roma con il 7,6%, quella di Treviso al 7,5%, Macerata e Pisa, entrambe al 6,9%, e Verona con il 6,8%. Ma si con-

tinua a tagliare indiscriminatamente. In periodi di crisi si cerca di eliminare il superfluo, e per molti evidentemente la cultura è tale. Eppure ciò che lo studio presentato da Unioncamere e Fondazione Symbola vuole dimostrare è semplice: la cultura non è un «settore non strategico e rivolto al passato». Anzi. E' «un fattore trainante e di rilancio per molta parte dell’economia italiana, sicuramente una delle leve per ridare ossigeno ad un Paese messo a dura prova dalla perdurante crisi». Basti pensare che il saldo della bilancia commerciale del sistema produttivo culturale nel 2011 ha registrato un attivo per 20,3 miliardi di euro che ha per-

messo alla cultura di contribuire alla ripresa, seppur contenuta, del Pil tra il 2010 e la prima parte del 2011. A livello di economia complessiva, invece, la bilancia indicava -24,6 miliardi. L’export di cultura vale oltre 38 miliardi di euro e rappresenta oltre il 10% dell’export complessivo nazionale; l’import è pari a 17,8 miliardi di euro e costituisce il 4,4% del totale. L’appello lanciato dal convegno di Symbola è evidente: considerare questa industria come strategica. «Non la si può considerare centrale solo quando si devono fare tagli alla spesa pubblica», osserva il presidente della fondazione, Ermete Realacci. E’ da questi dati che bisogna ripartire per ridare slancio all’economia, anche e soprattutto nelle località del litorale romano, troppo spesso relegate a semplici dormitori per turisti in cerca di una vacanza al mare. Ma piene zeppe di offerte culturali ancora inespresse o sottovalutate.

di Christian Belvisi Moda e spettacolo mescolati sapientemente per attirare un pubblico attento ed esigente. Tutto pronto a Nettuno per “Modarte…la moda si mette in mostra”, in scena al borgo antico. La FM Communication diretta da Debora Kim Selibara e Massimiliano Ottolini realizzerà il tradizionale evento di moda estivo presso piazza San Giovanni, nel Borgo Medievale, sabato 11 agosto 2012, alle ore 22. La nuova edizione, realizzata con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo e Spettacolo della Città di Nettuno e della Proloco Nettuno, presenterà le collezioni Autunno/Inverno 2012-2013 di alcune delle più prestigiose aziende del settore moda presenti sul territorio di Nettuno e Anzio: Fiorilli & Tassiello, Pette Pelletteria, Gruppo Immagine di Fabio Miozzi, Giusin Sposa, Ottica Federici. E come ogni anno, niente

sarà lasciato al caso, ma ogni particolare verrà curato con la massima attenzione. Come di consueto, fulcro della manifestazione la moda-spettacolo. Nel corso dell’evento allestito tra le vie del borgo, un’imponente scenografia ideata e realizzata da Debora Kim Selibara farà da cornice ai vari quadri coreografici, suggestivi e spettacolari, appositamente creati dalla regia di Massimiliano Ottolini. Ma affrettatevi a prenotare il vostro biglietto. La platea sarà infatti composta da circa 700 posti a sedere, suddivisi per settore, con ingresso esclusivamente ad invito. Trovare i biglietti? Semplice: basterà rivolgersi presso tutti gli sponsors che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento. L’importante sarà fare in fretta. L’edizione di quest’anno infatti servirà anche a festeggiare i 25 anni di attività di Ottolini, e c’è da giurare che non mancheranno le sorprese.


Il Personaggio

3 agosto 2012

I consigli per la prossima vincitrice e i sogni mai svelati per il suo futuro

Denny Mendez: Miss Italia per sempre

25

I segreti La bellezza

«Ogni anno torno a Santo Domingo. Ricordo le serate trascorse al Borgo di Nettuno» Che rapporto hai con il tuo paese d’origine? Ci torno una volta all’anno, lì ci sono tutti i miei parenti e seguo da vicino l’associazione Più Vita onlus, con la quale collaboro, che si occupa adozioni a distanza.

di Lorella Di Carlo

È

il giorno del suo compleanno quando Denny Mendez, intercettata qualche giorno prima conosciuta all’Ischia International festiva, risponde alla nostra telefonata. Bellissima, simpatica, elegante, ecco cosa ha raccontato di sé a Reporter.

Dove trascorrerai le vacanze? Dopo parecchio tempo è il primo anno in cui sarò all’estero, un po’ per vacanza e un po’ per lavoro.

Come ti ha cambiato vincere il concorso di Miss Italia? È stata un’esperienza unica, ero un’operatrice turistica quando mi sono iscritta al concorso, non volevo fare né la modella né l’indossatrice, volevo soltanto tentare la strada di guadagnare dei soldi per sviluppare dei progetti. È andata molto bene e ho cominciato a lavorare, quindi dalla Toscana, mi sono trasferita a Milano e poi a Roma. Ex modella, attrice, hai debuttato nel cinema internazionale con “ocean’s twelve”. Com’è stata questa esperienza? Sono partita da fan di George Clooney e Brad Pitt, non è cosa da tutti i giorni. Ricordo che Brad durante le pause invece di rilassarsi in roulotte si divertiva a lanciare dei gavettoni e così cominciava una battaglia con Vincent Cassel e George Clonney, era molto divertente. All’inizio vedevo Sodenberg come una divinità, ma la par-

Qual è un sogno che vorresti si realizzasse? È un momento molto importante, per adesso non chiedo nient’altro. Vedremo cosa succederà in futuro, ovviamente lavorando. Siamo a ridosso della nuova edizione di Miss Italia, cosa ti senti di dire alla prossima vincitrice? Dico di non emulare qualcuno o qualcosa ma di comportarsi così come si è, perché il fattore personalità è un punto di valore per il proprio successo. E aggiungo anche di non farsi bombardare dal sistema e di rimanere accanto alle persone care.

ticolarità degli americani è quella di far sentire a proprio

agio gli attori. Si respirava un’aria serena sul set. Mi piacerebbe ripetere un’esperienza cinematografica internazionale di questo tipo e ci sto lavorando, perché all’Italia manca la capacità di riuscire a espandersi.

Reporter viene distribuito sul litorale romano conosci queste zone, che rapporto hai con il mare, in questo caso sarebbe più corretto dire l’oceano visto che sei nata a Santo Domingo? Ho dei bellissimi ricordi di serate trascorse con le amiche nel borgo Nettuno, dove si mangia bene e c’è un sano divertimento. (Foto Luis Condro)

«Amo cavalcare» Sempre in forma e sempre bellissima. Ma qual’è il segreto di Denny Mendez? «Quando ho tempo vado a cavallo, cerco di dormire il più possibile e negli stessi orari. Sto attenta alle quantità di ciò che mangio, bevo molta acqua, e pratico lo yoga kundalini, centrato sul discorso di eliminare le energie negative. Amo il cibo salutare e cucinato bene e cerco di evitare i super alcolici».

La moda

«Cappelli che passione» Chi meglio di Denny Mendez può spiegare qual è il must have dell’estate 2012? «Mi piacciono i kaftani, mi piace il bianco, da sempre, lo trovo molto elegante e trasmette purezza, sa di fresco e di vacanza. Per quanto riguarda gli accessori vedo che vanno molto i braccialetti colorati. Personalmente adoro indossare orecchini grossi e cappelli da mare».


26

Economia

3 agosto 2012

Tra luglio e settembre le assunzioni senza scadenza si fermano al 19,8%

Il posto fisso ha i mesi contati Le aziende propongono solo contratti stagionali. E non va meglio per quanto riguarda le buste paga: aumentate di appena 29 euro negli ultimi 1o anni A cosa serve la moneta unica? di Francesco Pastoressa (francesco.pastoressa@reporternews.it)

I

l posto fisso non è più un sogno difficile da coronare. Ormai è una vera e propria chimera: l’immagine di un’Italia che non esiste più, come la Dolce Vita degli anni Sessanta e Settanta. Stando all’Indagine Excelsior, commissionata dall’Unioncamere e coordinata dal Ministero del Lavoro, infatti, la quota di assunzioni senza scadenza programmata dalla azienda si è assottigliata ancora di più. Dei 159mila posti di lavoro disponibili tra luglio e settembre solo il 19,8% è a tempo indeterminato, che tradotto vuol dire meno di due lavoratori su dieci. E pensare che all’inizio di quest’anno si salvavano dalle sabbie mobili della precarietà circa tre lavoratori su dieci, con

la stessi Indagine Excelsior che toccava una quota compresa tra il 27% e il 24% per i posti fissi. A preoccupare ancora di più, poi, c’è il fatto che dei posti a tempo determinato richiesti per il periodo compreso tra luglio e settembre la stragrande maggioranza riguarda contratta stagionali. Quindi lavori in strutture ricettive, visto che almeno nel turismo la crisi lascia ancora qualche spiraglio. E se trovare un lavoro è un’impresa ardua, qualsiasi sia la forma contrattuale proposta dal datore, trovare un impiego retribuito in maniera dignitosa è praticamente impossibile. A rincarare la dose, infatti, c’è un altro studio, e cioè la relazione annuale messa a punto da Bankitalia sulle retribuzioni. Negli ultimi dieci anni gli stipendi dei lavoratori italiani sono rimasti praticamente inal-

Ma l’Euro a chi serve? E a cosa? Le due domande vengono pompate al cervello degli italiani direttamente dal cuore. A supportarlo, però, ci sono anche dei dati oggettivi, che rendono la moneta unica europea sempre più un oggetto misterioso per le tasche di chi è chiamato a tenerla in vita con pesanti sacrifici. Il Governo vara un imponente pacchetto di spending review e lo spread aumenta. Gli Stati membri si accordano per uno scudo anti-spread, neanche fosse una minaccia aliena o un nuovo missile studiato dai nostalgici della Guerra Fredda, e la differenza tra i titoli di Stato italiani e tedeschi cresce ancora di più. L’Euro recupera terreno sul Dollaro, superando la quota dello scambio alla pari, un famigerato biglietto verde contro una moneta del Vecchio Continente, e la crisi non si placa. Ma allora a chi e a cosa serve l’Euro? Chi ha interesse a tenerlo in vita? E cosa spinge Draghi, presidente della Bce, e dirsi pronto a tutto pur di salvarlo? Per ora non è dato saperlo, a meno accettare incomprensibili spiegazioni di alta finanza. (F.P.) terati, mentre i prezzi hanno cominciato una crescita che nell’ultimo periodo sta toccando punte record. Restando alle retribuzioni, la Banca nazionale ha messo in evidenza come la busta paga media sia aumentata di appena 29 euro nel giro di

un decennio: 1.410 euro nel 2000 e 1.429 euro nel 2010. La somma dei due studi, infine, restituisce una fotografia davvero pessima della situazione occupazionale dello Stivale: trovare un lavoro non basta per evitare la povertà.

Lotta all’evasione

L’Europa si allea

L’Europa dichiara guerra all’evasione fiscale, senza se e senza ma. senza distinzioni tra uno Stato e l’altro. Italia, Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna hanno sottoscritto il “Foreign Account Tax Compliance Act” (Fatca). Si tratta di un accordo che prevede modalità automatiche di scambio di informazioni fiscali sull’impronta di quanto avviene già negli Stati Uniti. Una volta entrato in possesso dei dati, poi, il singolo Stato avrà la possibilità di girarli direttamente alla propria autorità fiscale, in maniera tale da avviare il recupero crediti. L’accordo ha una notevole importanza strategica e permetterà agli Stati del Vecchio Continente di non scontrarsi più con i singoli accordi contrattuali stipulati con le autorità statunitensi. Inoltre anche le procedure saranno finalmente più semplici e snelle. Il tutto è stato studiato con lo scopo di combattere, una volta per tutte, in maniera seria e decisa l’evasione fiscale, un fardello per l’Italia in un momento di crisi economica come quello attuale. (F.P.)


Curiosità dal mondo

3 agosto 2012

Venezuela

Stati Uniti

Transgender per Britney

Per tutti i gusti

Un ragazzo dell’Ohio, Kody Hays, ha cambiato sesso (diventando Kara Hays) per somigliare a Britney Spears, di cui è grande ammiratore. La ragazza oggi vive a New York, dove è una nota pr.

In estate si moltiplicano le gelaterie che propongono gusti insoliti. Il record (riconosciuto dal Guinness dei Primati) è dell’Heladeria Coromoto, in Venezuela, che ha in catalogo oltre 900 gusti.

Gli aborigeni e lo Yonglu. Gli eschimesi in ferie d’inverno

Anche i Pigmei vanno in vacanza

27

Brevi dall’Europa

Londra le olimpiadi partono male Vola la campana inaugurale Gaffe del ministro inglese della Cultura e responsabile delle Olimpiadi, Jeremy Hunt. Dopo aver detto in un'intervista che problemi e contrattempi nell'organizzazione di un'Olimpiade erano nella norma, il Ministro ha suonato una piccola campana che però si è rotta, volandogli di mano e andando a colpire una donna che gli stava dietro. Corso a recuperare l'oggetto e a scusarsi con la sua vittima ha poi ironicamente affermato: «Disastro scampato!».

Parigi Rivoluzione verde lungo la Senna tra giardini galleggianti e cultura

di Cinzia Pagliaroli

A

gosto, è tempo di ferie, ma quest’anno più che mai, saranno vacanze all’insegna dell’austerity. E pensare che la grande crisi degli anni Settanta ebbe il buon gusto di cominciare in autunno, lasciando in pace le nostre tanto agognate villeggiature. Ormai si parla solo di debito, default e bancarotta, e così le persone fanno economia e cercano di risparmiare, ma non sono solo gli italiani a ridimensionarsi. Gli europei, in generale, tirano la cinghia mentre l’era della ricchezza, quando governi e amministrazioni locali spendevano soldi, che oggi sappiamo erano presi in prestito, ormai volge al termine. Ogni parte del globo ha i propri problemi e ben lontano dal mondo occidentale e dal suo consumismo ci sono popolazioni che convivono con realtà altrettanto gravi ed estreme, ma con un concetto di “ferie” e riposo che potrebbe essere d’esempio. In Australia, gli aborigeni approfittano della stagione

secca che va da maggio a ottobre per stare insieme e festeggiare. Così questa popolazione si riunisce, in un bosco di eucalipti (Eucalyptus haemastoma) per dare vita a una vivace celebrazione di cinque giorni della cultura Yolngu, a Gulkula nel nord-est dell’Arnhem Land. Clan locali e gruppi aborigeni dei dintorni si radunano in un evento ricco di tradizioni, tra canti rievocativi, danze rituali, preparazione di lance, battute di caccia e disegni tribali, dove ciascun rito racconta l’antica storia di questi luoghi sacri. Il riposo per gli eschimesi, invece, coincide con l’inverno, con temperature e abitudini ben diverse da quelle del territorio nord australiano. Fantasia o realtà, la tradizione racconta che quando la stagione invernale è ormai inoltrata, l'eschimese abbandona i lavori e vive delle riserve alimentari. È l'epoca della convivenza con i simili; si va a fare visite, si organizzano banchetti e feste. Vige una strana usanza: l'ospite può avere rapporti con la moglie del padrone di casa; se si ha la

moglie con sé, il problema si risolve con lo scambio delle spose. La vacanza termina il 21 febbraio al riapparire del sole. Poi ci sono i popoli Nahua, Nanti e Matsigenka, che vivono nel profondo della foresta pluviale del Perù, dove durante la stagione delle piogge cacciano e raccolgono bacche, ma durante la stagione secca, quando i livelli dell’acqua sono bassi, le famiglie si trasferiscono lungo i fiumi e costruiscono accampamenti temporanei. Qui, passano il tempo intorno al fuoco, danzando e condividendo il cibo, mentre i bambini si divertono a pescare e dissotterrare le uova di tartaruga. Le popolazioni pigmee dei Baka, infine, vivono nelle foreste africane del Congo, del Camerun e del Gabon e sono tradizionalmente nomadi, anche se si muovono solo all’interno di territori ben circoscritti senza mai uscirne. Eppure c’è un periodo dell’anno in cui questo gruppo etnico ama riunirsi a Bogso, nel Camerun, animando le serate con racconti tipici della loro cultura e balli.

Parigi parte alla riconquista della Senna. Dopo Paris Plage, giunta quest'anno alla sua XI edizione, con due spiagge artificiali attrezzate fino al 19 agosto, la capitale sta anche risistemando le banchine dei Lungosenna, per riconvertirle in luoghi dedicati allo sport e al tempo libero. Dalla prossima primavera una parte del lungofiume sarà così un luogo chiuso al traffico. Sulla “rive gauche” 2.300 metri di strada a scorrimento veloce lasceranno il posto a una lunga passeggiata e a una pista ciclabile intervallata da impianti sportivi, culturali e da giardini galleggianti. Anche Bordeaux, Lione e Tolosa stanno prendendo in considerazione l’iniziativa d’investire sui propri corsi d’acqua, aderendo al progetto verde.

Madrid Crisi occupazionale: mai così male dopo il regime di Franco La disoccupazione in Spagna è salita al 24,63% nel secondo trimestre, rispetto al 24,4% dei tre mesi precedenti, a causa della recessione che ha comportato, in poco tempo, la perdita di moltissimi posti di lavoro. È quanto ha comunicato l'Ufficio nazionale di statistica. Tra aprile e giugno sono 53.500 le persone che hanno perso il posto di lavoro in Spagna, per un totale di 5,7 milioni di disoccupati. Il tasso di disoccupazione spagnolo, il più alto della zona euro, ha toccato i massimi dal 1976, l'anno dopo la morte di Francisco Franco che ha portato il paese all'instaurazione della democrazia.

Kiev Il patriarca Kirill accolto a seno nudo da un’attivista È iniziata subito con una protesta la visita a Kiev del patriarca di Mosca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa. Appena è sceso dall'aereo, una giovane attivista del movimento femminista “Femen” gli è, infatti, corsa incontro a seno nudo sulla pista di atterraggio dell'aeroporto gridando: «Vade retro»; come se si rivolgesse al diavolo e mostrando la scritta “Kill Kirill” sulla schiena. La ragazza, che protestava contro la vicinanza politica al Cremlino della Chiesa ortodossa russa, è stata fermata dagli uomini della sicurezza quando era ormai arrivata a un passo dal patriarca.


28

Cucina

3 agosto 2012

Il primo pasto del giorno è il più importante dopo le trasgressioni alimentari by night

La sbornia si supera a colazione

La regola d’oro è idratarsi nel migliore dei modi con acqua e frutta. I lieviti invece sono vietati, così come il latte, se non vegetale di Paola Bernieri

A

peritivi on the beach, ottime cene affacciati sul mare e qualche cocktail di troppo. L’estate è la stagione degli eccessi e delle trasgressioni, ma a lungo andare c’è il rischio di pagare pegno al proprio fisico. Nella maggior parte dei casi, infatti, il conto di una serata con gli amici arriva la mattina successiva, quando ci si alza dal letto tardi e senza nessuna voglia di mangiare. Il risultato è il rischio concreto di saltare il pasto più

Keep out Brioche Cornetto, bombe e affini sono tra i cibi meno salutari. Hanno un basso potere saziante e un alto contenuto calorico. Meglio evitarli il giorno dopo la “festa”. Cornflakes Non sono una manna dal cielo come si pensa troppo spesso. Per renderli più buoni, infatti, alcuni produttori hanno aggiunto ingredienti ipercalorici, come lo zucchero.

importante della giornata, e cioè la prima colazione. Eppure se la sera prima si è deciso di regalarsi qualche strappo alla regola di troppo, una buona prima colazione è il modo migliore per rimettersi in sesto la mattina dopo, senza pagare eccessivamente dazio all’estate e ai suoi sfizi alimentari. Per farlo ci sono poche e semplici regole, che vanno però rispettata alla lettera. La prima è idratarsi bene, che non significa bere soltanto parecchia acqua, ma vuol dire anche mangiare frutta

carica di Sali minerali e vitamine. È valida anche l’alternativa di un buon frullato, per chi non vuole rinunciare a una dose di latte. Per chi ama il tè, invece, l’ideale è la sua versione verde, ricchissima di Sali minerali e di altri composti molto utili all’attivazione del metabolismo. Altra regola da rispettare, poi, è il bilanciamento dei nutrienti. La prima colazione post serata con gli amici, la regola vale comunque per tutti i giorni, deve essere un attento mix di carboidrati e proteine. Un perfetto

equilibrio di cibi digeribili, magari privi di latte e di quei lieviti che rischiano di compromettere una digestione già in difficoltà dalla sera prima. Se latte deve essere quindi, e se proprio si sceglie il frullato, meglio puntare su quello vegetale. Infine appena terminata la colazione è assolutamente vietato tuffarsi di nuovo sul letto o sul divano: meglio una bella camminata in grado di favorire la ripresa del metabolismo. Quindi perché non andare a mare a piedi per un giorno almeno?

Fette biscottate  Hanno un contenuto calorico superiore al pane (in media 100-150 kcal in più ogni cento grammi) a causa del maggior contenuto lipidico necessario per favorire la tostatura. La qualità e la provenienza dei grassi impegnati nella lavorazione vanno attentamente valutate prima dell'acquisto. Biscotti Buoni anzi buonissimi ma ipercalorici e poco sazianti. Pesandoli è possibile scoprire che ne bastano pochi per raggiungere le 500 calorie.


annunci@reporternews.it la redazione prenderà in considerazione esclusivamente gli annunci inviati all’indirizzo mail annunci@reporternews.it. tutte le richieste inviate agli altri indirizzi verranno cestinate preventivamente per esigenze organizzative. Vendo o affitto terreno edificabile metri quadrati 1.096, B4, sito a lavinio, in via Giove. Recintato, cancello, capanno per attrezzi, pozzo. Allaccio Enel, fognature e acqua di carano. Diversi alberi da frutta. Prezzo vendita euro 150mila trattabili. Prezzo affitto 500 euro mensili. telefono 06/9874192, Paola Vendesi bar ben avviato a nettuno chiamare dalle ore 13 alle 14. telefono 3343114999 Privato vende appartamento 110 mq. centro storico di Fiuggi, affaccio sulla piazza Comunale, entrata indipendente, soggiorno con camino,cucina, bagno, tre camere,soffitta, piccola cantina, riscaldamento autonomo, non necessita di ristrutturazioni. Prezzo euro 220mila trattabili. Telefono 3391380063- mail martin.gianna@libero.it escluso agenzie e perditempo Affittasi appartamento via San Giacomo 20, nettuno, 90 metri quadrati, 2 stanze, cucina e bagno ampi. Balconatissimo. Secondo piano. Parcheggio interno. Telefono 329/4076560 nettuno (centro distante circa 8 km, in zona abitata dopo tre Cancelli). Privato vende panoramico e luminoso appartamento di 85 mq. al 1° piano unico con entrata e scala indipendente al piano terra (no condominio): Salone, cucina abitabile con terrazzino, 2 camere da letto, bagno con vasca. Box auto attrezzato e piccolo giardino. Risc.autonomo. Ottime condizioni interne. Euro 115mila  Tel.3472940707.No agenzie. lavinio Cinque Miglia porzione villino ottimo soggiorno/pranzo, camino, angolo cottura, wc, portico, posto macchina, giardino mq.200 paino terra; camera, cameretta, bagno primo piano. Mobiliato, termoautonomo, doppi vetri. E.148.000 tratt. Senza condominio. No agenzia. 3480105080. Classe energetica “G”. Affittasi locale-cantinato per deposito merci varie, mq 300, sito a tor San lorenzo (Ardea) via Arno s.n.c. Euro 400,00  . Telefono 33876474759 Affittasi ufficio  mq 40 : 2 vani + servizio + posto auto all’aperto, sito a Pomezia via Dei Castelli Romani 41. Euro 450,00 . Telefono 338/6474759 Vendesi parte di una bifamiliare, soggiorno, cucinotto, 1 camera,1 cameretta, bagno, grande giardino, terrazzo. ( Lido dei Pini- TorSanLorenzo) Euro 145,000-Trattabili. Telef.

3898371651- 06 92903229. Acilia alta traversa Malafede, zona Giardino di Roma, affittasi box con finestra, 14 metri quadrati, asciutto, utile anche uso magazzino. Euro 150 al mese. Telefono e segreteria 06/5672815 Box e cantina adiacente, 20mq +4mq, soppalcabili, all’interno di condominio con cancello elettrico esterno, 17.000 euro. Possibile anche vendita separata, in NETTUNO zona San Giacomo. Telefono 3489382994. Francesco. Anzio, Villa Claudia, villino multilivello indipendente in quadrifamiliare,fine 2008,composto da; PT ingresso -giardino; piano primo: patio,ingresso-salone,cucina muratura,due camere matrimoniali, bagno con doccia; piano secondo:bagno con vasca e mansarda, terrazzo-solarium . Vista mare da ogni piano, a 50 mt dal mare, semiarredata.termoautonomo, tende antisole,aria condizionata,impianti irrigazione automatica,doccia calda in giardino per rientro mare. VERO AFFARE,costo 255.000 euro, si vende a 195.000 euro. tel 348/9382994 e 380/3494874. Francesco No agenzie Acilia alta, quartiere Giardino di Roma, traversa Malafede, proprietario affitta con contratto annuale, Box 14mq. asciutto con finestra ottimo per auto o deposito materiali non infiammabili,Euro 150\m. (due mesi deposito richiesti). Rivolgersi: Telef.\segr. 065672815 Affittasi locale cantinato per deposito merci varie, metri quadrati 300, sito a Tor San Lorenzo, Ardea, via Arno snc. Euro 400. Telefono 338/6474759 Affittasi ufficio metri quadrati 40: due vani + servizio + posto auto all’aperto, sito a Pomezia via dei Castelli Romani 41. Euro 450. Telefono 338/6474759 nuova Florida Ardea, affittasi in villa confortevoli camere ammobiliate, dotate di bagno privato, friogrifero, tv. In comune cucina attrezzata e lavatoio. A partire da 340

euro al mese + deposito cauzionale + 25 euro pulizia finale. Nel costo sono inclusi Adsl 24 ore, consumi acqua, luce, gas, pulizie bisettimanali degli spazi comuni. Telefono 329/4159036 e 328/6578356 nettuno, affittasi appartamento in via dell’olmo, zona Poligono, 300 metri dal mare, primo piano, composto da due camere matrimoniali, cameretta, doppi serivzi, salone, cucina abitabile, balconi, cantina. Termoautonomo, arredato. Telefono 334/6963149 Affittasi appartamento ammobiliato largo Santa Barbara nettuno. Cucina abitabile, ampio bagno, camera da letto grande, riscaldamento autonomo, senza condominio. Posto macchina. Solo ragazza referenziata. No agenzia. Telefono 338/4934823 Affittasi casa in Sardegna, località la Maddalena, monocamera, angolo cottura, giardino di 40 metri quadrati, casa già arredata. Si affitta per i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. Luce e acqua escluse. Telefono 333/6800995 Fiumicino affitto negozio di due piani, in tutto 85 metri quadrati, zona centrale di grande passaggio, ampio parcheggio, climatizzato, vetrina. Adatto a studio commerciale e professionale, salone di bellezza o parrucchiere, solarium, lavanderia, gelateria. Euro 1.100 al mese. Telefono 338/8734828 e 342/5534555 tor San lorenzo: villino piano terra 100 metri quadrati in villaggio residenziale con piscina, soggiorno e angolo cottura, camino, bagno, cucina, due camere, giardino barbecue, docca esterna. Euro 700.ò telefono 334/8108879 Vendesi parte di una bifamiliare, soggiorno, cucinotto, una camera, una cameretta, bagno, grande giardino, terrazzo. lido dei Pini – tor San lorenzo. Euro 145mila trattabili. Telefono 389/8371651 e 06/92903229 lavinio, Cinque Miglia, porzione villino ottimo soggiorno/pranzo, camino, angolo cottura, wc, portico, posto macchina, giardino di 200 metri quadrati piano terra; camera, cameretta, bagno primo piano. Mobiliato, termoautonomo, doppi vetri. Euro 158mila trattabili. Senza condominio. No agenzie. Classe energetica G. telefono 348/0105080 Affittasi appartamento Casalpalocco centro adiacente terrazze ristrutturato e arredato. Salone, camera da letto, cucina, bagno con vasca, aria condizionata, giaridno privato. Euro 850 al mese. Telefono 339/7946831 Infernetto adiacente Parchi della Colombo affittasi appartamento bilivello in condimonio ristrutturato e arredato. Salone, due camere, cucina, bagno, aria condizionata, giaridno privato. Euro 750 al mese + spese. Telefono 339/7946831 nettuno, zona abitata situata oltre tre Cancelli. Privato vende luminoso appartamento di 85 metri quadrati al primo piano unico con entrata indipendente al pian terreno composto da: ampio salone, cucina abitabile con terrazzino, bagno, 2 ampie camere da letto. Riscaldamento autonomo. Ottime condizioni interne. Box auto. Euro 125mila trattabili. No agenzie. Telefono 347/2940707 Privato vende villino liberty primi ‘900 di otto locali, doppi servizi e giardino di circa 400 metri quadrati. Si tratta di un fabbricato vincolato in area archeoloogica a ostia Antica, quindi con tutti i benefici notarili e fiscali previswti dalla legge. Il costo è di 875mila

euro. Si trova a 50 metri dalla metro e a 100 metri dall’entrata degli scavi. Le agenzie non sono gradite. Per ogni info telefono 328/0824360, mail vferrara@ostiaantica.net nettuno, tre Cancelli, affittasi appartamento piano terra in villa, ingresso indipendente, salone, camino e angolo cottura, grande camera, cameretta, 85 metri quadrati più patio da 15 metri quadrati. Euro 550 al mese. Se piccola collaborazione domestica euro 450 al mese. Telefono 329/9752743 nettuno, nuda proprietà, 80enne, attico con salone, angolo cottura, camera, bagno, ripostiglio, ampio balcone, 60 metri quadrati, completo servizi. Telefono 320/4021196 Cerco locale piano terra a C1, 40-50 metri quadrati, zona Madonetta-Casalpalocco. Chiamare solo dopo ore 20. Telefono 392/8090500

Quindicinale di attualità, cronaca, economia, turismo e cultura Autorizzazione del Tribunale di Velletri n° 7/08 del 25 febbraio 2008

Direttore responsabile: Cosimo Bove cosimo.bove@reporternews.it Vice direttore: Mario Scagnetti mario.scagnetti@reporternews.it Editore:

Associazione Reporter News Europa Sede legale e redazione: Via dei Mughetti, 9 00048 Nettuno - Roma Tel. 06 97846775 - Fax 06 97846746 Pubblicità: pubblicita@reporternews.it Sito Internet: www.reporternews.it info@reporternews.it Grafica e videoimpaginazione: Paolo Guerra Garante del lettore: dott. Carlo Giovanni Michieletto Stampa: Beta Tipografica Via Casilina Vecchia, 119/b 00182 Roma L'editore garantisce la riservatezza dei dati offrendo la possibilità di rettifica ai sensi dell'art. 7 del DL 196/2003. Le foto e gli articoli pubblicati non possono essere utilizzati senza citarne la fonte. Il materiale inviato alla redazione non verrà restituito, non ne viene garantita la pubblicazione, e diventa di esclusiva proprietà del giornale. La collaborazione è da ritenersi gratuita e non retribuita salvo diversi accordi contrattuali. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare il materiale pervenuto e di effettuare gli opportunoi tagli redazionali. Gli articoli pubblicati esprimono le opinioni degli autori e non della redazione. Associazione Reporter News Europa, via dei Mughetti, 9 - 00048 Nettuno (Roma) – fax 06 97846746 e-mail info@reporternews.it


FIUMICINO Aeroporto Leonardo da Vinci Terminal partenze a arrivi Stazione ferroviaria Bar torre uffici Via Portuense Supermercato Eurospin Andreucci Gomme Frimm Bar Bar +39 Edicola Bar Mach 2 Comune di Fiumicino Jazz Cafè Bar benzinaio Agip Via delle Ombrine Supermercato Emmepiù Studio commerciale Michieletto Bar Noccioli Gioia Due Je.Ga. Bar Tabaccheria Bar Il Peperoncino Gran Caffè Conti Via Torre Clementina Supermario Bar Parrucchiere Farmacia S.Maria della Salute Pizza a taglio Ge.Pa.Gi. Tabaccheria Pizzeria Sancho Mini Bar Porchetta da Tonino Tabaccheria Bar paninoteca I Gabbiani Bar Fronte del Porto Pizza Rustica Marina Bar Torre Clementina Bar Sonia Edicola Via del Canale Bar del Canale Laura Via Foce Micina Risparmio Casa Tabacchi… e non solo Taxi Bar Bar Carlo Supermercato Todis Erboristeria Hair Space Pizzeria Edicola Bar gastronomia della Foce Via dei Mitili Bar il Gatto e la Volpe Via Orbetello – Torre Clementina Bar caffetteria Patrizi Viale Traiano

Gelateria Rustichelli Bar Bandiera Blu Via Fiumara Pizza rustica Nonno Carlo Via Giorgio Giorgis Bar Rustichelli Regali tabacchi profumi Edicola Bar gelateria Marcellino Zanzi Bar A Tutta Pizza M&D parrucchieri Bar Bazzana Via delle Meduse Bar L’Aliante Non ci resta che pizza Non Solo Bar Via del Faro Alimar Conad Via Coni Zugna Caffè et Cafè Gianni Supermercato Todis F&V Bar Via della Scafa Cross Conad Bar Carlo Il signor 15 palle Via Antonio Angeloni Supermercato Gros L.mare della Salute Bar Bellavista mare Bar Baffo Bar Hemingway Via Trincea delle Frasche Bar La Dolce Sosta Bar Frovalschi Bar – ristorante La Lanterna Bar Canova Parco Leonardo Cinema Stazione ferroviaria LIDO DI OSTIA Corso Duca di Genova Bar Remondi Duca Bar Bar L’Angoletto Bar Amigos Caffè del Mare Tabacchi Selvi King Bar Sport Bar Centro Anziani Sommergibile Via dei Panfili Caffè Luna Forno Causio Via delle Aleutine

Arlecchino Bar Via Aldobrandini Edicola Bar Raffaele Via della Stazione Vecchia Bar Maffei Piazza Anco Marzio Edicola Bar Sisto Bar Casina Fiorita Piazzale della Stazione del Lido Bar Europa Stazione ferroviaria Pro Loco Piazza di Castelfusano Bar Al Dollaro Via Cardinal Ginnasi Bar Polo Nord Via V. De Gama Ringo Bar Caffetteria Millennium Bar Scacco Matto Tabacchi Regalomania Bar – tabacchi Raphael Via Capitan Consalvo Snack Bar Budapest Via delle Gondole Supermercato Pam Bar Big Bar Tabacchi Forno Briciole di Pane Piazza di S. Monica Bar Prestige Via dell’Idroscalo Caffè Il Castoro Via Pucci Boncambi Forno Causio Bar La Parigina Via dell’Appagliatore Supermercato Panorama Multistore Gli Aquiloni Caffè Cavalieri Via delle Ebridi Supermercato Iperfresco Via della Martinica Caffè Martinica Porto Turistico Nabil Gelateria 24 Karati Bar Mare Mosso Via delle Azzorre Bar delle Azzorre Via Isole del Capoverde Andrew’s Bar Bar Il Girasole Via Piola Caselli Bar Paradise Carrefour Express

Bar Dany Via Capo Spartivento Dual Caffè Via C. Laurenti Bar Sole di Ostia Via E. Carlotto Bar Jolly Centro anziani Via Pietro Rosa Bar Scala Paradiso Corso Regina Maria Pia Bar Millevoglie Piazza Stazione Vecchia XIII Municipio Via Claudio Bar Greco Anagrafe XIII municipio Viale della Marina Bar Diamante L.mare Toscanelli Viceré Bar Olivieri L.mare Vespucci Bar Venezia

CASALPALOCCO

APRILIA

Via di Casapalocco Centro commerciale Vecchio Supermercato Di per Di Edicola Centro comm. Le Terrazze Bar Elite La bottega del fornaio Bar bisteccheria Gola Ristorante La Locanda Bar Paradiso

Centro Comm. Aprilia 2

INFERNETTO Supermercato Map Crai Bottega del Fornaio TORVAJANICA

L.mare delle Sirene Solymar bar Bar Nico Luxor Bar Bar Luna Rossa Viale Spagna Planet Cafè Viale Danimarca OSTIA ANTICA Caffè centrale Viale Francia Viale dei Romagnoli Forno Antica Panetteria Bar Tharro’s Cafè del Mar Dolce caffè L.mare degli Ardeatini Bar Il Gelataio Bar la Veranda Tabacchi Di Mequio Ambulatorio Asl TOR SAN LORENZO Centro anziani Viale E. Ortolani L.mare di TS Lorenzo Caffè d’Arte Bar Me Ce Porti Centro commerciale Valeria ACILIA Viale San Lorenzo Caffè degli artisti Via di Macchia Saponara Supermercato Todis Ale&Tony bar Orange Bar Bar Domino Supermercato Eurospin Sma Supermercato Supermercato Sisa Il mio fornaio Giacinti Bar Trovato Saluini tabacchi Mail bar Bar Piersanti Fratelli di pizza ARDEA Blockbuster Supermercato Conad Piazza del Popolo Supermercato Tuodì Comune Piazza San Bar dei Rutuli Leonardo da Porto Golden bar Gran caffè Laura Via Niso Via Acilia Supermercato Conad Pizza Biagio Albachiara Bar Marika Bar Martina Bar Cianfarelli Gas Caffè

Per la tua pubblicità su Reporter chiama lo oppure scrivi a info@reporternews.it

ANZIO Santa Teresa Edicola Viale Mencacci Edicola stazione ferroviaria Piazza C. Battisti Comune di Anzio Via Ambrosini Villa Sarsina Via Filibeck Bar Marotta Marcatissimo Via G.Matteotti Cinema Astoria Bar Astoria Piazza Pia Bar Grand’Italia Bar L’Imbarcadero Tabacchi Pizzeria Bar Graziosi Mucho Macho Riviera Mallozzi Bar Lido di Nerone Tabacchi Biondi Trattoria Diavoletto 25 Zazà kebab Via Porto Innocenziano Cornetto notte Tabaccheria Mingiacchi Bar del Porto Corso del Popolo Gelateria Mennella Riviera Zanardelli Bar Malaga Via Gramsci Edicola Viale Marconi Edicola Supermercato Sidis Bar Nolfi Compagnia Carabinieri Edicola Anzio Colonia Via Ardeatina Pizzeria Le Sirene Tutto x Tutti Tabacchi Green bar Edicola Bombe calde Forno Cameli Bar Portioli Piazza Lavinia Pizzeria Boccione Garden bar Bar Via delle Tamerici Stabilimento T-Village

Via di Valle Schioia Bar Machiavelli Bar Scarcella Bar Cianfanelli Bar Harmony Supermercato One Price Tabacchi Bar stazione ferroviaria Via Nettunense New Effetto Bellezza Bar Pit Stop Mc Donald’s Pasticceria Stampeggioni Bar Il Papero Rosa Tweety caffè Edicola Falasche Via della Cannuccia Centro commerciale Tontini Bar Viale Antium Centro commerciale Anteo Bar Fashion Golosità e tabacchi Bar lotto e tabacchi Supermercato Gusto Di Via Goldoni Europlanet Bar Via Villa Claudia Edicola Bar Gemma Forno Angolo del pane Via della Fonderia Centro comm. Lo Zodiaco NETTUNO Via delle Sterlizie Edicola Bar delle Sterlizie Via Santa Barbara Edicola Supermercato Todis Bar Las Vegas Piazza Cavalieri di V.Veneto Chiosco bar L.mare Matteotti Caffè del Mar Edicola Caffè Volpi Bar della Posta Nanarì Gran caffè Italiano Comune L.mare Giovanni Paolo II Porto Marina di Nettuno Via Cavour Edicola Centro Spesa Gec Bar

Stazione ferroviaria Caffè Latino Pizzeria della stazione Tabacchi Via de Gasperi Master cafè Piazza Berlinguer Chiosco bar Via Romana Fantasy bar Edicola Giuliana Caffè New Garden Fantasy on the road Olivetti Ecofiorenz Forno Lola Via San Giacomo L’angolo del Pane Caffè Celani Antica Hosteria Pasticceria Adamo Forno civico n°40 Via Diaz Delizie del forno Planet Baseball trattoria Bar Amapola Via V.Veneto L’angolo del Pane Tabacchi Non solo fumo Controventooligata Bar dei Mille Farmacia Barone Venere Spa Piazza 11 settembre Il Bar dei Desideri Via della Vittoria Comando Polizia Municipale Via Don T.Signori Bar 7 Bello Via Aldo Moro Bar De Felici Via della Liberazione Bar Badini Bar Marcuccio Antico Forno dell’Archetto Bar Blues Tabacchi Lotto ed Enalotto Edicola Bar Scacciapensieri Deposito Cotral Via Traunreut Supermercato Conad Strada provinciale Nettuno-Cisterna Supermercato Rossana Cantina Bacco Centro commerciale Le Vele Ipersidis Karibù Cafè Via Nettuno-Velletri Bar Tony

06.97846775


annunci@reporternews.it annunci@reporternews.it la redazione prenderà in considerazione esclusivamente gli annunci inviati all’indirizzo mail annunci@reporternews.it. tutte le richieste inviate agli altri indirizzi verranno cestinate preventivamente per esigenze organizzative.

nettuno vendesi pizzeria a taglio centralissima con tutti i macchinari e arredamento reparto vendita ottimi fatturati vero affare.telefono3294255111 euro 65.000,00 trattabili Rappresentante avon vende prodotti per la bellezza di noi donne da catalogo Tel. 346/9753986 Professore laureato (laurea specialistica con 110/110 e lode) con pluriennale esperienza nel campo dell’insegnamento, impartisce lezioni individuali e specifiche per ogni singola cattedra: Matematica, Fisica, Filosofia, Latino, Italiano, Scienze della Terra e della Natura, Geometria descrittiva, Scienze delle Costruzioni, Storia del pensiero Scientifico ed altre materie specifiche collegate al profilo scientifico e letterario e per ogni grado scolastico (medie, superiori e università); organizzazione dello studio attraverso simulazioni di prove d’esame, assistenza tesi. E-mail: professore.r.f@gmail.com. Tel. 331/7269832.   Cedesi in gestione pizzeria a taglio e asporto. zona Stella Polare, a pochi passi dal mare con avviamento decennale, vicino al mercato settimanale. Telefono 06/56000370, 339/1571645 e 334/1905286 Maiolicaro ita espertissimo (+di 36 anni) posa a regola d’arte ogni tipo dipavimenti e rivestimenti rifiniti da € 8 al mq, ristrutturazioni complete acosti onesti perizia qualita’ serieta’prev gratis tel.328-8323221

nettunovendesi pizzeria a taglio centralissima, tutto a norma di legge, compresa canna fumaria, macchinari e reparto vendita, arredamento, vero affare. Euro 65mila. Telefono 329/4255111 Ragazza italiana cerca lavoro per pulizie casa zona Fiumicino. Massima serietà. Ilaria. Telefono 348/9170217 laureato in Scienze con 110 con esperienze all’estero impartisce ripetizioni di bilogia, inglese, geografia, anche astronomica, scienze della terra e della natura. Offro anche assistenza tecnica, riparazioni e lezioni computer. Massima serietà. Euro 20 l’ora. Zona Anzio. Telelfono 349/6305278 operattrice d’infanzia con attestato ed esperienza cerco lavoro c/o asili nido e scuole materne private, colonie estive, baby sitter c/o privati. Massima serietà. No perditempo. Telefono 346/9753986 Professore laureato (laurea specialistica con 110 su 110 e lode) con pluriennale esperienza nel campo dell’insegnamento impartisce lezioni individuali e specifiche per ogni singola cattedra: Matematica, Fisica, Filosia, latino, Italiano, Geografia, Informatica, Scienze della Terra e della Natura, Geometria descrittiva, Costruzioni, Storia del Pensiero Scientifico e altre materie specifiche collegate al profilo scientifico e letterario e per ogni grado scolastico (medie, superiori e università); organizzazione

dello studio attraverso simulazioni di prove d’esame, preparazione e assistenza tesi, massima serietà e professionalità. Telefono 331/7269832. Mail professore.r.f@gmail.com Signora 50enne buona presenza e cultura, buona esperienza, cerca lavoro come badante, assistenza anziani autonomi, con vitto e alloggio più salario mensile. Solo offerte serie. No uomini e perditempo. Telefono 327/6228208 Artigiano, muratore edile, italiano (partita Iva, durc, cciaa) da 29 anni esegue a regola d’arte restauri rifiniti, 140 al metro al metro quadrato, impianti elettrici, termoidraulici, (46/90). Costi onesti, qualità, serietà. Telefono 392/4338061 Idraulico italiano da 26 anni esegue impianti termoidraulici, clima, gas, solari, fotovoltaici, cert. 46/90, ristrutturazioni complete bagni e cucine. Perizia, qualità e serietà. Telefono 366/3765959 Pittore abile italiano da 27 anni esegue ogni tipo di tinta, parati, stucchi antichi, cartongesso, controsoffitti, restauri completi a costi onesti. Serietà, garanzia, perizia. Telefono 340/3175934 Giovane ragazzo straniero in regola cerco lavoro di qualsiasi tipo. Esperto in muratura e vari lavori. Telefono 327/6174339 Giovane ragazzo straniero in regola cerco lavoro di qualsiasi tipo. Esperto in muratura e vari lavori. Telefono 327/6339174 Signora bulgara in regola, cerco lavoro per pulizie case (7 euro l’ora) o assistenza anziani per tutta la mattina, zona Aprilia e nettuno. Telefono 388/1474585 Estetista 3a, iscritta camera di commercio

«Grazie Sindaco» Cittadini sul piede di guerra

denunciai i lavori per dello spostamento della soglia pista verso i Cancelli Rossi, e fui smentito clamorosamente dalla dichiarazione di un suo Assessore ex direttore dell’Aeroporto, che disse che la cosa non corrispondeva a verità, (se vuole le mando il dattiloscritto dell’intervento del suo assessore) e lei avvallo questa dichiarazione. Fatto sta che lo spostamento della soglia pista si è verificato e ora consente a grossi aeromobili di decollare anche dalla uno regalandoci specialmente in estate delle serate all’insegna del rumore in cui non si riesce a parlare, a sentire la televisione e cosa più drammatica a dormire. Il sottoscritto come tanti altri aveva salutato il suo ingresso all’interno del consiglio d’amministrazione degli Adr come un elemento di tutela in più per i cittadini del nostro comune, alla luce dei fatti in questo periodo di sua permanenza in quell’organismo non si registra nessuna sua presa di posizione né in difesa dei lavoratori che continuamente vedono messi in discussione lavoro o diritti acquisiti (tanti abitano nel nostro comune) da parte di ADR, o in

difesa dei cittadini cercando insieme a loro di combattere l’inquinamento acustico, e per ultimo dire una parola sui progetti di ampliamento dell’aeroporto che avranno dimensioni cosi devastanti per questo territorio che sarà molto difficile in futuro riuscire a valorizzare quello che resterà e molta gente anziché venire a vivere o a visitare il nostro comune tenderà a scappare o a evitare di venire a risiedere nel nostro comune. Certo capisco (una cattiveria me la conceda) lei Sig. Sindaco non potrà per la prossima legislatura ricandidarsi e quindi forse molte cose possono anche scivolarle addosso, anche se non sbaglio vive a Fiumicino, ma a suo favore devo aggiungere che su questi temi nessuno della sua enorme maggioranza si è esercitato (scarsa conoscenza, sottovalutazione, altro….) a dire qualcosa, forse se ne ricorderanno adesso in campagna elettorale dicendo di voler fare tutto quello che in dieci anni non hanno fatto, si dirà fa parte del gioco, le voglio dire che oramai si sono rotti gli schemi la gente e molto più sveglia e attenta di quanto si possa immagi-

Impartisco lezioni individuali e di gruppo dalle elementari alle superiori di francese, economia aziendale, italiano e diritto. Prezzo dai 7 ai 10 euro l’ora. Per informazioni telefono 328/7886537, Ida

Sì, Grazie Sindaco per la solerzia e l’incisività con la quale e intervenuto sulla vicenda che circa un mese fa le avevo sottoposto in una telefonata, se vuole anche amichevole (i miei giudizi sulla sua persona sono sempre politici e mai personali) in cui le chiedevo d’intervenire in merito a una cattiva abitudine che oramai da circa due mesi si sta verificando, e mi riferisco al continuo sorvolo di aerei in decollo e atterraggio dalla pista uno verso Isola Sacra e Cancelli Rossi. Decolli che si susseguono contrariamente ad alcuni mesi fa, per tutto il giorno la sera e sopratutto in tarda serata o la mattina presto, disturbando le serate dei Fiumi cinesi e di quanti (nonostante tutto e non aggiungo altro) hanno deciso di fare le loro ferie a Fiumicino. Lei stesso dovrebbe sentirli visto che se non sbaglio abita all’Isola Sacra,. Si ricorda quando in Consiglio Comunale

cerca lavoro a Madonetta/Acilia, no affitto cabina parrucchiere, no perditempo. Telefono 338/1691880 Ragazza 27enne dinamica, volenterosa, desiderosa di imparare e pronta ad affrontare con la massima determinazione le sfide che la attendono. Cerco lavoro come commessa. Disponibilità immediata e adattamento alle turnazioni richieste dal ruolo. Tor san Lorenzo e dintorni. Telefono 349/2938774 Ragazza 27enne cerca lavoro come baby sitter. Precedenti esperienze con bambini dai 0 agli 11 anni. Disponibilità immediata ore mattutine e pomeridiane. Tor San Lorenzo e dintorni. Telefono 349/2938774 Incaricata Sthanhomen vende prodotti per la pulizia della casa. Per informazioni 346/9753999 laureata in economia offresi come babysitter/ripetizioni/aiuto compiti. ostia e zone limitrofe. Sabato, domenica e ore serali. Automunita e referenziata. Massima serietà. Telefono 338/5084392 Docente laureato a pieni voti, esperto e con ottime doti di spiegazione impartisce ripetizioni per qualsiasi indirizzo di studio, elem., medie, superiori e università, di Matematica, Fisica, Latino, Italiano, Elettronica, Elettrotecnica, Economia Aziendale, Statistica e lingue straniere. Preparazione esami universitari, tesi universitarie e tesine, recupero debiti formativi, potenziamento carenze didattiche, massima serietà e professionalità, prezzi modici e concordabili. e.mail: dott.prof.r@gmail.com. Tel. 3662052711

nare, e mi auguro saprà scegliere con saggezza da chi farsi governare nei prossimi cinque anni, nel salutarla la invito nel limite del possibile a intervenire per il tempo del mandato che le resta in merito alle problematiche sollevate in questa mia lettera, le preannuncio che come abbiamo sempre fatto (anche durante il governo di Centrosinistra) i cittadini dei Cancelli Rossi e quanti vorranno darci una mano, siamo intenzionati a manifestare per difendere la nostra tranquillità, chiedendo anche il rispetto del decreto del Dott. Amendola che impediva i sorvoli dei centri abitato dalle 20:00 alle ore 07:00, rivendicando il nostro diritto di poter riposare con le finestre aperte o stare fuori la sera a chiacchierare con gli amici senza che questo ci sia impedito dal rumore a volte pauroso degli aerei, compreso il disturbo che questo fenomeno sta comportando anche a iniziative organizzate dal Comune (vedi l’iniziativa a Villa Guglielmi) continuamente disturbata dal sorvolo degli aerei. Un cordiale saluto da parte del Presidente del comitato cittadino dei Cancelli Rossi Domenico Di Marco


Reporter 13/2012  

La Voce del mare di Roma

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you