Page 1

ReporterMN

RISTORANTE PIZZERIA

Mantova - Via Acerbi, 10/12 - Tel. 0376.367622 - Fax 0376.310107 - reportersegreteria@gmail.com CI TROVI IN TUTTE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 € 0,01 COPIA OMAGGIO Numero 42 07 •• VENERDÌ VENERDÌ20 27novembre febbraio 2015 • prossima uscita venerdì 6 MARZO 2015 2015 Numero 2015 • prossima uscita venerdì 27 NOVEMBRE

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Tel./Fax 0376.91191

SETTIMANALE SETTIMANALE D'INFORMAZIONE D'INFORMAZIONE ED ED EVENTI EVENTI

LISCIO COME L’OLIO?

Dopo il latte e la carne rossa, anche l’extravergine di oliva finisce nel mirino a pag. 4

ALL’INTERNO

Questa settimana diamo voce ai cittadini, alle Istituzioni, alle associazioni e ai commercianti di Gonzaga

• Mantova - Due giorni per parlare di Pace • Grande Mantova - Arriva la Giornata dell’Albero • Alto Mantovano - Boom di visitatori al Parco delle Bertone • Oltrepò - Grandi nomi al teatro tenda di Pegognaga • Speciale Menù di Natale e Capodanno • Speciale Auto&Moto - Gomme da neve • Reporter Pets - I nostri amici a quattro zampe • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

Mantova - PAGINA 10 -

Gonzaga GonzaGa, più forte di crisi e terremoto

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

G

onzaga è stata per anni luogo di immigrazioni, dato l’alto tasso di imprese e di industrie che la caratterizzavano. Con l’inizio della crisi, una decina di anni fa, molte industrie sono state delocalizzate e molte persone hanno purtroppo perso il lavoro. Attualmente il paese è in crisi, come moltissime altre realtà non solo italiane, ma europee. La società è quindi mutata e in un certo qual modo si è frammentata. Disoccupazione e problemi economici sono il pane quotidiano di moltissimi abitanti di Gonzaga. Il paese bene o male resiste, grazie alla bravura delle istituzioni e dei cittadini e dei commercianti che si impegnano per tenerlo vivo. Tante sono le iniziative, gli eventi e le manifestazioni, tutte occasioni per fare festa e stare uniti. Una iniziativa che proviene dall’amministrazione e che da sempre amano tutti è il Mercatino dell’antiquariato, che una volta al mese occupa piazza Matteotti, la piazza

La comunità gonzaghese ha saputo rialzarsi dopo gli ingenti danni del sisma

principale. Questo mercatino, un tempo molto ridotto, è oggi in continua espansione ed è un vero e proprio marchè aux puces in stile parigino. Collezionisti da tutto il nord est d’Italia vengono a Gonzaga per trovare pezzi originali e curiosi. Una vera delizia per chi ama il modernariato e l’antiquariato. Quando si parla di Gonzaga, inoltre, non bisogna dimenticare che il toponimo “Gonzaga” ha dato il nome ad

una delle più importanti dinastie d’Europa, nonché la più longeva. Gonzaga è stata duramente colpita dai terremoti dell’Emilia del 2012, che hanno provocato gravi danni alle abitazioni rurali e ai monumenti, soprattutto religiosi: di questi, la più danneggiata è stata la parrocchiale di San Tommaso Apostolo nella frazione di Bondeno, che ha subìto il collasso sulla piazza antistante dell’intero frontone semi-

a Pag. 10-11

L’ASSOCIAZIONE

“insieme GonzaGa” per iL riLancio deL commercio Un’associazione fatta da persone che hanno scelto di credere ancora in Gonzaga, il loro paese di origine e il luogo in cui lavorano e vivono. E’ il caso dell’Associazione Commercianti Insieme Gonzaga, nata il 7 agosto 2012 ed unisce i commercianti che hanno i negozi affacciati su piazza Matteotti, il fulcro della vita commerciale e non solo di Gonzaga. La funzione di questa associazione è di far rinascere Gonzaga e di promuoverla sempre di più. Tanti sono gli eventi e le manifestazioni organizzate da “Insieme per Gonzaga”. Marina Baratti, presidente dell’associazione, ci racconta della Festa della Polenta che ha avuto luogo quest’anno il 9, 10 e 11 ottobre. “E’ stato un enorme successo.

Marina Baratti

Non ci aspettavamo un clamore tale. Non è il primo anno che organizziamo la Festa della Polenta, ma di solito durava solo due sere. Quest’ano abbiamo azzardato e abbiamo messo in programma tre serate nei primi giorni di ottobre. Il pubblico ha risposto benissimo, siamo rimasti piacevolmente stupiti. Grazie all’enorme affluenza ci sarebbe stata bene anche la quarta sera!” - spiega la Baratti . “Cerchiamo sempre di organizzare eventi che attirino il pubblico da tutto il territorio circostante, non solo dal mantovano, ma anche da tutte le città dell’Emilia qui vicine – continua la Presidentessa dell’associazione Insieme Gonzaga. “Ci tengo a ringraziare moltissimo l’amministrazione comunale, che non ci mette mai dei paletti, ma che anzi aiuta sempre e coadiuva negli eventi che organizziamo. Anche il circolo Filatelico Numismatico è un nostro partner molto importante.” L’associazione collabora anche con Amici.net, un’organizzazione no-profit, nata dall’idea di un gruppo di genitori di Gonzaga, con la funzione di rispondere alle necessità delle famiglie, tra cui dopo scuola e aggregazione giovanile in genere. “Con l’associazione Amici.net organizziamo il 13 di dicembre la festa di Santa Lucia presso il Teatro Comunale – racconta Marina Baratti – e ci auguriamo che anche quest’anno sia apprezzata dai più piccoli, i veri protagonisti di quella giornata”. Gli eventi pensati per le feste di Natale non finiscono naturalmente con Santa Lucia, ma proseguono con la costruzione e la preparazione di un presepe in un negozio vuoto che si affaccia su piazza Matteotti.

seri sono stati arrecati anche alla chiesa parrocchiale di San Sisto II a Palidano, che ha riportato il distacco della facciata e lesioni rilevanti al campanile. Sempre nella frazione Palidano, si sono registrati gravi danni anche alla villa Strozzi, sede dell’istituto agrario. A Gonzaga sono state danneggiate le varie torri, come quella dell’orologio, e anche le due chiese (parrocchiale e chiesina di piazza), anche se in misura minore rispetto a quelle di Bondeno e Palidano. Anche il teatro comunale di Gonzaga ha subito danni durante il terremoto del 2012, ma in misura molto leggera. Sono crollate alcune parti di una scala che sono state prontamente restaurate.

Claudio Pavarini

circolare, e di parti di cornicioni lungo il perimetro della navata, e, all’interno, il crollo di parte

della volta che ha distrutto l’altare maggiore ligneo ottocentesco nonché alcuni banchi. Danni

anche domenica a mezzogiorno

parlano gli assistenti sociali del comune: “Vicini a tutti coloro che hanno reali necessità”

servizi alla persona, un fiore all’occhiello In una situazione economica disastrosa, tantissimi sono i disagi che si riscontrano in una società ormai frammentata. La crisi economica dura ormai da più di otto anni e in molti casi le misure per contrastare la crisi e la previdenza sociale come la cassa interazione e la mobilità sono ormai terminate. Sempre più persone sono dunque costrette a rivolgersi ai Servizi Sociali, una misura erogata dal Comune di Gonzaga per aiutare fattivamente le persone. L’amministrazione comunale sta investendo molto in questo genere di servizi, proprio perchè la necessità di supporto è impellente. “Gonza-

ga è stata caratterizzata per lunghi anni da un’immigrazione prevalentemente meridionale – spiegano Arianna Signorini e Federica Bianchi, assistenti sociali del Comune di Gonzaga – perchè molte persone erano impiegate nelle numerose industrie che caratterizzavano il territorio di Gonzaga. Con la crisi molte industrie hanno chiuso o sono state delocalizzate e sono rimaste centinaia di persone in cassa integrazione, in mobilità o nello status di esodati. Le persone rimaste fuori dal circuito lavorativo si trovano ovviamente in forte disagio economico.” - proseguono le

5 6 7 9 13 13 19 20 21

Giulia Bocchi Un mosaico nell’anima ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag.3

RIMESSAGGIO

cercaci su Facebook

ZONA POGGIO RUSCO: CAPANNONE AL COPERTO, ABITAZIONE ANNESSA CON CUSTODE. ADATTO PER: BARCHE, CAMPER, ROULOTTE, ecc...

assistenti sociali. Il lavoro rimane, dunque, il problema numero uno anche nel Comune di Gonzaga. Chi si rivolge attualmente ai Servizi Sociali sono per un 50% stranieri e per un 50% italiani. “Noi, in qualità di Servizi Sociali, cerchiamo di aiutare tutti in ugual maniera – dicono Arianna Signorini e Federica Bianchi – Non facciamo differenze.” Secondo le statistiche, inoltre, è in forte crescita la popolazione italiana che necessita di aiuto economico. “Cerchiamo di far attivare le persone – afferma la Signorini – perchè siamo contrari all’assistenzialismo fine a sé stesso, ma costruiamo

Tel. 339.2298362

SCIACCA LUCIO ARTIGIANO ORAFO

Riparazioni incastonatura e infilatura collane

Ritiro oro usato

SI SOSTITUISCONO PILE AGLI OROLOGI

CARNE ALLA BRACE A VOLONTÀ

 320

€ 20 BEVANDE INCLUSE

8276511

SOLO SU PRENOTAZIONE

Per valutazione passa da me!

PROMOZIONI SUGLI ARTICOLI DI NATALE

Arge C. . O . ntin D i a

www.dorado-ranch.com

venerdì 20 novembre Elvis Show ReporterMN

Via Acerbi, 38 Mantova

Tel. 0376.224036

VIA F. RISMONDO, 17 PONTEMERLANO DI RONCOFERRARO (MN)

CERESE DI BORGO VIRGILIO (MN) - Via Cisa, 1 CITTADELLA DI MANTOVA (MN) - Via Verona, 78/C

dal 40% al 70% per la cura ai TUOI DENTI

Prenota al 333.6909388

www.dentistincroazia.com

100%

E

RISPARMIA

Ancora OGGI sempre più persone dall’Italia vengono presso la nostra clinica odontoiatrica per la SERIETÀ, PROFESSIONALITÀ e SICUREZZA nel ritrovare il loro SORRISO NATURALE!

ON

ROVIGNO/CROAZIA

ISFAZI

AR I ANT

G

MEDENT ADRIATIC

DD

TA

????

SO

????

ReporterMN

????

GRATIS • PRIMO VIAGGIO • PRIMA VISITA

• RAD/PANORAMICA • PREVENTIVO


PAGINA 2

UNO DEI PRINCIPALI CENTRI ODONTOIATRICI DELLA REGIONE

e torna il sorriso… www.rident.hr

Si organizzano viaggi andata e ritorno in giornata per il Policlinico di Parenzo (Porec) e Fiume (Rijeka) con partenze settimanali dalle province di Mantova, Cremona e Parma

ISPARMIA

R

dal 40% al 70% RA CU PER LA I DEI TUO DENTI

Policlinico Rident a Fiume

Policlinico Rident a Parenzo

dal dentista si va in Croazia

COMPETENZA E PROFESSIONALITA' GARANZIA E CERTIFICAZIONE

GRATIS • • • •

PRIMO VIAGGIO A/R PRIMA VISITA LASTRA PANORAMICA CONSULTO PREVENTIVO

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: (referenti per le province di Mantova, Cremona e Parma)

IRENE 366 2272786 • GABRY 366 2272785 - loris_cides@hotmail.it • RIDENT POLICLINICO con LORIS ReporterMN

Cerbetto

CEREA: Via Paride 49 Tel. 0442 320257

www.cerbettoviaggi.it gruppi@cerbettoviaggi.it

VIAGGI DI 1 GIORNO DOMENICA 29 NOVEMBRE

Mercatini di Natale a … MERANO e BOLZANO

€ 40,00

LUNEDÌ 7 DICEMBRE

Incantevoli mercatini di Natale a INNSBRUCK

€ 45,00

MARTEDÌ 8 DICEMBRE

Shopping a MILANO e Visita della città

€ 42,00

DOMENICA 13 DICEMBRE

Mercatini di Natale a… VIPITENO e BRESSANONE

€ 45,00

DOMENICA 13 DICEMBRE

La magia delle Candele nel Borgo di CANDELARA

€ 48,00

DOMENICA 13 DICEMBRE

Il paese del NATALE: Sant'Agata Feltria

€ 45,00

DOMENICA 20 DICEMBRE

San Marino e i presepi della "Marineria" di Cesenatico

€ 45,00

DOMENICA 20 DICEMBRE

Mercatini di Natale nei Borghi Trentini: Rango nel Bleggio e Canale di Tenno Pranzo incluso

€ 58,00

DOMENICA 20 DICEMBRE

INNSBRUCK e "I Mondi di Cristallo SWAROVSKI"… una Nuova era d'Incanto… € 45,00 + biglietto

DOMENICA 24 GENNAIO

GITA SULLA NEVE A … SAN MARTINO DI CASTROZZA

€ 38,00

DOMENICA 7 FEBBRAIO

La MAGIA del CARNEVALE di VENEZIA

€ 42,00

DOMENICA 14 FEBBRAIO

GITA SULLA NEVE A… CORTINA D'AMPEZZO

€ 45,00

DOMENICA 14 FEBBRAIO

Milano: Visita del CENACOLO VINCIANO e PINACOTECA di BRERA

€ 63,00 + biglietto

DOMENICA 21 FEBBRAIO

MUSEO EGIZIO di TORINO

€ 57,00 + biglietto

DOMENICA 28 FEBBRAIO

Gita sulla neve in MOTOSLITTA e PRANZO in CHALET

€ 98,00

VIAGGI DI PIÙ GIORNI DAL 5 AL 8 DICEMBRE

I presepi di NAPOLI e le LUCI D'AUTORE a SALERNO € 520,00 4 gg in pullman

DAL 5 AL 7 DICEMBRE

Mercatini di Natale a MONACO di BAVIERA e NORIMBERGA € 360,00 3 gg in pullman

DAL 12 AL 13 DICEMBRE

Week-end in AUSTRIA: VILLACH - VELDEN e KLAGENFURT la luccicante città degli Angeli e… incantevoli Mercatini di Natale € 190,00 2 gg in pullman

DAL 31/12 AL 2/1/2016

CAPODANNO IN CROAZIA… alla scoperta della penisola Istriana € 490,00 3 gg in pullman

DAL 3/1 AL 5/1/2016

ROMA, i Musei Vaticani e VILLA FARNESINA € 355,00

DAL 7/02 AL 8/2/2016

3 gg in pullman

WEEK-END in COSTA AZZURRA: NIZZA e MONTECARLO € 230,00 2 gg in pullman

VISITA IL NOSTRO SITO: www.cerbettoviaggi.it Pagine Facebook: Agenzia Viaggi Cerbetto e Cerbetto Viaggi

ReporterMN

Mantova


Mantova - PAGINA 3 -

L’INTERVISTA ReporterMN

• COMMERCIO ROTTAMI

FERROSI E METALLI • SERVIZIO CONTAINER E NAVETTE • DEMOLIZIONI AUTO

NUOVA FRASSINE srl

Località Frassino MANTOVA V. San Geminiano, 4 Tel/Fax 0376.370747 Cell. 348.2846393 frassine.srl@libero.it

Giulia Bocchi in posa davanti ad un suo mosaico

Nei mosaici che realizzo si riflette la mia anima

G

iulia Bocchi, nata a Viadana, ma vissuta sempre a Castel Goffredo, è una giovanissima artista che ha già esposto a Londra e ha venduto le sue opere in diversi Paesi europei. Attualmente espone le sue opere – che come vedremo nell’intervista sono particolarissime – presso la Galleria d’arte Real Cornice di Montichiari in provincia di Brescia. Giulia, come è nata la tua passione per l’arte? “Provengo da una famiglia estremamente dotata artisticamente. Sia i miei genitori che

GIULIA BOCCHI mio fratello sono molto bravi”. Quale è stata la tua formazione? “Ho fatto l’istituto d’arte a Guidizzolo e successivamente mi sono iscritta a Brescia all’Accademia di Belle Arti, e mi sono laureata in graphic design, che è diventato il mio lavoro attuale”.

Qual è la caratteristica delle tue opere? “Le mie opere sono dei mosaici fatti con le lattine delle bibite. Le prendo, le divido per colore e le taglio a pezzetti. Con i fogli di alluminio creo dei ritratti. E’ un materiale molto particolare ed

045 7364029 045 7363559

Sede Officina

AUTODEMOLIZIONE SANTACA' • Ricambi usati multimarche spedizioni in tutta Italia • Vendita usato SOCCORSO • Officina meccanica STRADALE 24h su 24h • Carrozzeria VIGASIO (VR) - Via Isola della Scala, 49 - santaca1962@libero.it

interessante perchè essendo un metallo, è riflettente. Quando la luce batte sul mosaico, quasi il soggetto cambia espressione. E’ un’arte non statica, ma tanti pezzetti convergono in un’unica immagine. Sono ritratti molto grandi, perchè i pannelli possono raggiungere anche i 90 cm per 160 cm. Per completare un ritratto, lavorando sodo, impiego anche quattro mesi”. Come è ti è venuta un’idea così particolare? “L’idea è nata perchè alle superiori avevo seguito un progetto di riciclo, ma per come è diventato, quel progetto non è più tanto basato sulla volontà di riciclare, quanto piuttosto sull’interesse verso quel materiale. E’ stato un esperimento ed ho capito che era la strada giusta. Faccio tante cose, con tecniche diverse, ma non le sento mie. La pittura non mi dà queste sensazioni, anche se realizzo ritratti su commissione. Il mosaico con l’alluminio invece mi stupisce continuamente, perchè mi viene con grande naturalezza”.

Qual è il titolo della tua ultima mostra? “Il titolo della mostra è ‘Anime riflesse’ ed è stata allestita presso la galleria d’arte Real Cornice di Montichiari. Il perchè del titolo è questo: mi rifletto dentro le mie opere. So però che ciascuno nei miei mosaici vede qualcosa di diverso”. Che cosa significa per te comporre i tuoi mosaici? “Quando lavoro sono completamente immersa nella mia opera, sono concentrata e ispirata. Ogni volta è come creare da zero qualcosa che sento viva”. Che cosa ti ha lasciato il tuo periodo all’estero? “Ho vissuto per due anni a Londra dove ho lavorato alla National Gallery. Ho partecipato anche a mostre e collettive, sono riuscita a vendere un’opera. All’inizio ero molto perplessa dal vendere le mie opere, perchè di esse in un certo senso, sono gelosa. Però poi mio padre mi ha rassicurato dicendomi che anche se le vendo, sono sempre mie ed è così che io le sento”.

340 3097874

Soccorso Stradale H24

ACQUISTIAMO

!

ANCHE AUTO USATE INCIDENTATE O FUSE. RITIRIAMO INOLTRE AUTO DA DEMOLIZIONE CON SPESE A NOSTRO CARICO

Dal lunedì al venerdì 8.00-12-00 / 14.00-18.00

ReporterMN

• di Alessandra Lovatti Bernini


PAGINA 412 PRIMO

Mantova - PAGINA 4 Mantova

PIANO

Dopo carne rossa e latte finisce nel mirino il Ò fintoÓ extravergine d’oliva. Appunti per il consumatore: occhio alle etichette, meno quantità e più qualità di Alessandra Lovatti Bernini

D

opo il clamore causato dagli studi sulla carne rossa pubblicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e la cosiddetta “guerra del latte” delle scorse settimane, ci troviamo oggi a parlare dello “scandalo dell’olio”. Pare che sette grandi marchi italiani di olio d’oliva, alcuni di essi addirittura di storica fama, abbiano truffato i consumatori vendendo olio di bassa qualità spacciandolo per olio extravergine. L’olio è importantissimo per la dieta mediterranea, è molto salutare ed è anche senza dubbio una delle eccellenze italiane nel mondo. Il made in Italy

> L’INTERVISTA <

L’OLIO DELLO SCANDALO

è però fortemente messo alla prova e “schiacciato” dagli oli di importazione, che vengono mescolati in modo fraudolento all’olio extravergine per “tagliarlo” oppure addirittura questi oli vengono “spacciati” per olio extravergine di oliva, pur non essendolo. Secondo la Coldiretti nel 2014 sono stati importati in Italia dall’estero circa 666 mila tonnellate di sansa e di olio d’oliva, ossia il 38% in più rispetto al 2013. Un fenomeno, dunque, in forte crescita. E’ in questo scenario che, secondo l’indagine condotta dal procuratore di Torino, Raffaele Guariniello, sette famosissimi marchi dell’olio d’oliva italiano hanno messo in vendita come extravergine quello che in realtà era semplice olio di oliva, meno pregiato, truffando così i consumatori. I sette marchi “incriminati” sarebbero Carapelli, Santa Sabina, Bertolli, Coricelli, Sasso, Primadonna - per Lidl - e Antica Badia - per Eurospin. Secondo

la Coldiretti è necessario far al più presto luce su questo scandalo per difendere un settore strategico del made in Italy. Il nostro Paese, infatti, è il secondo produttore mondiale di olio d’oliva dopo la Spagna. Il fatturato del settore è, inoltre, stimato intorno ai 2 miliardi di euro e l’impiego di manodopera equivale a circa 50 milioni di giornate lavorative. Un settore, dunque, veramente importantissimo per l’intera penisola. C’è però il rovescio della medaglia, perchè l’’Italia è anche il primo importatore mondiale di oli di oliva che vengono spesso mescolati con quelli nazionali per acquisire, con le immagini in etichetta e sotto la copertura di marchi storici, spesso acquisiti da multinazionali estere, una patina di made in Italy e un “italian sound” da sfruttare sui mercati nazionali ed esteri. Questa condotta favorisce le frodi che andrebbero debellate anche con l’applicazione della disciplina del settore. Secondo la Coldiretti, infatti, nonostante l’esistenza di una rigorosa cornice normativa che ha introdotto importanti misure per la trasparenza nel settore, occorre denunciare una diffusa disapplicazione delle norme previste a partire dal mancato controllo di regimi di importazione. In questo modo, sostiene la Coldiretti, non è possibile verificare la qualità merceologica dei prodotti in entrata. Per ciò può accadere che, ad esempio, l’olio d’oliva venga spacciato per l’olio extravergine d’oliva e l’olio di sansa passi per olio

d’oliva. Inoltre, sempre secondo la Coldiretti, mancano i controlli per la valutazione organolettica del prodotto che consentirebbero di distinguere e classificare gli oli extravergini d’oliva individuandone le caratteristiche. Oltre a questo, mancano anche le sanzioni per inadempienza, che prevedono l’uso obbligato dei tappi antirabbocco nella ristorazione dove continuiamo a trovare le vecchie oliere indifferenziate, ad ulteriore beffa e danno per i consumatori. Una disapplicazione della legge che si estende poi al mancato contrasto nei riguardi dei marchi ingannevoli che inducono spesso in errore i consumatori che non sono in grado di conoscere esattamente cosa mettono in tavola. Come nei casi precedenti, a proposito della carne e del latte e dei suoi derivati, è importante che il consumatore possa essere messo in condizione di scegliere che cosa comprare e che cosa mangiare. Il che significa che è fondamentale che le etichette identifichino in maniera inequivocabile il contenuto delle bottiglie di olio, e nel contempo è importantissimo che i consumatori consultino le etichette prima di comprare i prodotti dagli scaffali del supermercato. Indubbiamente l’olio extravergine di oliva è un alimento molto costoso e per risparmiare si è tentati di comprare olio a basso costo. Il problema è che si rischia di comprare prodotti di bassa qualità che non hanno nulla a che fare con l’olio extravergine di oliva della nostra tradizione culinaria.

Il consiglio dell’esperto: “Consumate olio di piccoli e fidati produttori e non spendete meno di 10 euro”

Silvano Procissi è un esperto di olio d’oliva. Nato in Toscana in una famiglia di origini contadine che possedeva un oliveto e produceva olio, si è trasferito a Mantova da ragazzo ed ha sempre vissuto nella città di Virgilio. L’amore per la sua terra natale, la Toscana, e i ricordi della vita contadina lo hanno sempre accompagnato, tanto che in età adulta Silvano Procissi ha deciso di diventare un esperto di olio d’oliva. In questa intervista capiremo meglio quale sia l’importanza dell’olio extravergine d’oliva per le nostre tavole e quali siano i possibili “errori” in cui possiamo incappare quando acquistiamo la nostra bottiglia d’olio. Procissi, come è nata la sua passione per l’olio d’oliva? “Sono nato in Toscana da una famiglia contadina che possedeva un uliveto di circa 350 piante e produceva olio. Il nostro uliveto era piccolo, ma ho sempre pensato che l’olivo fosse una pianta bellissima. Sono sempre stato legato a quel ricordo, anche da ragazzo quando mi sono trasferito a Mantova per lavoro. Per questo motivo ho deciso di diventare un esperto di olio d’oliva”. Quali sono i suoi ricordi di bambino legati alla produzione dell’olio? “Prima da bambino e poi da ragazzo ho avuto l’opportunità di seguire la procedura per la produzione di olio, ogni anno, quando tornavo nella casa dei miei genitori. Produrre l’olio in maniera artigianale è un’operazione lunghissima, che richiede tanto amore per la terra. In febbraio/marzo bisogna tagliare l’erba che cresce attorno ai tronchi degli ulivi, poi bisogna concimare e sapere quando e quanto concimare. Quando inizia la fioritura un piccolo produttore spera che piova, perchè altrimenti la produzione diminuisce. I poderi importanti, naturalmente, al giorno d’oggi, hanno gli impianti di irrigazione. L’estate poi non deve essere troppo calda perchè le olive che sono cresciute possono essere

Autofficina CORRADINI'

attaccate dalla mosca olearia. Da novembre a gennaio, poi, avviene la raccolta”. Come vengono raccolte le olive? “Ci sono due modalità per raccogliere le olive. Una a reti mobili, che è quella che utilizzano i piccoli produttori e consente di raccogliere le olive solo in un determinato momento, essendo appunto, mobili. In questo modo il produttore raccoglie certamente meno olive, ma sicuramente le raccoglie tutte sane. C’è un altro modo di raccogliere le olive, ossia con le reti fisse. Questa è la modalità che utilizzano i grandi produttori di olio. La rete fissa viene stesa ben prima che le olive abbiano raggiunto la maturazione. Proprio perchè la rete è fissa e le olive non cadono tutte allo stesso momento, sulla rete cadono le olive mano a mano e rimangono lì, sulla rete. Con il passare del tempo alcune olive marciscono, perchè sono affette dalla mosca olearia. In sostanza, si crea un misto di olive sane e di olive marce. Le olive, inoltre, andrebbero portate al frantoio entro tre giorni dalla raccolta per avere un prodotto sano, cosa che i grandi produttori non riescono a fare”. Quali sono, secondo lei, i problemi dei piccoli produttori di olio? “Il problema principale di un piccolo produttore è che non sa a chi vendere l’olio al giorno d’oggi, perchè non ha prezzi concorrenziali e se lo vende alle varie IGP, il suo prodotto viene pagato poco. La stessa cosa che accade con il latte alle multinazionali”. Qual è il prezzo giusto dell’olio d’oliva? “Il prezzo giusto dell’olio extravergine di oliva non può essere sotto i 10 euro a bottiglia, perchè se un olio costa meno è molto facile che ci sia qualcosa che non va. Poi, naturalmente, bisogna stare molto attenti da chi si compra perché non è detto che il prezzo alto sia una garanzia. Magari è un olio comunque mescolato con altri oli, non si sa mai”.

A che cosa bisogna stare attenti quando si compra l’olio extravergine di oliva? E’ molto importante rivolgersi ad un piccolo produttore di olio, che in primis lo produca per sé stesso, perchè questa è una garanzia. Bisogna anche leggere sempre le etichette, che devono necessariamente contenere il nome del produttore, la zona di produzione, il nome e l’indirizzo del frantoio e le caratteristiche organolettiche dell’olio”. Quali sono i problemi legati alla penetrazione di oli stranieri nel mercato italiano? “Tantissimi sono i Paesi del Mediterraneo che producono olive: Turchia, Albania, Algeria, Grecia, etc. Da qualche anno una multinazionale spagnola, la De Oleo, ha comprato molti marchi storici italiani e la Spagna compra oli dappertutto. Di per sé, le olive albanesi o algerine, se frante nel modo giusto, non hanno nulla che non vada, non hanno muffe. Se però le olive per arrivare in Spagna stanno in viaggio venti giorni in un container, quelle olive necessariamente avranno delle muffe. Per uccidere le muffe, l’olio viene pastorizzato, come il latte. Da questa pastorizzazione viene fuori un prodotto oleoso, ma non l’olio d’oliva extravergine. Anche il colore dopo la pastorizzazione viene alterato. Allora viene aggiunta la clorofilla, che di per sé non è dannosa, ma non c’entra niente con l’olio”. Che cosa vuol dire olio “extravergine” di oliva? “L’olio di oliva per essere extravergine deve avere un’acidità massima, cioè deve contenere acido oleico, al massimo per lo 0,8%, altrimenti è ‘vergine’. Da qui si passa all’olio d’oliva e poi all’olio di sansa. L’olio extravergine di oliva appena franto ha un colore, un profumo ed un aroma inconfondibili e sono queste qualità che noi ci meritiamo di portare a tavola”. (a.l.b.)

ReporterMN

Tesori d arte

gioielleria | laboratorio | orafo

ReporterMN

di Corradini Marco e C. S.a.S

AutoCrew Un marchio Bosch di officine automotive

• GOMMISTA • MANUTENZIONE ORDINARIA • MANUTENZIONE STRAORDINARIA • SERVIZIO REVISIONE • DIAGNOSI IMPIANTI INIEZIONE DIESEL BENZINA 109 ViaEMatteotti, • SISTEMI CONFORT • DIAGNOSI IMPIANTI ABS/AIR-BAG POGGIO RUSCO (MN) • INSTALLAZIONE IMPIANTI GPL TEL. 0386 734118 • MANUTENZIONE E RIPARAZIONE CAMBI DI VELOCITA’ tesorid.arte2010@libero.it AUTOMATICI/MANUALI seguici su • CARICA ARIA CONDIZIONATA E IGIENIZZANTE IMPIANTO CLIMATIZZAZIONE V. Albano Seguri, 22 zona Valdaro 2 (MN) • Tel. 0376 302310 • Cell. 335 7067194 • corradini.m73@libero.it

Via Albano Seguri, 2 - Zona Valdaro 2 MANTOVA Tel. 0376 302344/302961 - Fax 0376 314102

brescianigiancarlo@alice.it

Montaggio ed Assistenza Sponde Dhollandia, Anteo, Elefantcar Montaggio e riparazione bruciatori Webasto, Eberspacher Montaggio e riparazione refrigeranti ThermoKing, Carrier Diagnostica, riparazione ABS EBS EDC sospensione Waeco Installazione ed assistenza impianti GPL e Metano


PAGINA 5

Mantova - PAGINA 5 Mantova

PAGINA 4 MANTOVA

Mantova

SPECIALITÀ SPECIALIT À CUCINA SICILIANA CUCINA TRADIZIONALE MANTOVANA PRANZO DI LAVORO ReporterMN

Via Teofilo Folengo, 37 - San Giorgio (MN) - Tel. 347 7367658 APERTI TUTTI I GIORNI: ore 12,00 - 15,00/19,00 - 23,00

dal 1911

Dopo i fatti di Parigi al Plenipotenziario un’iniziativa promossa dalla Provincia

Due giorni di confronto sulla PACE

L’assessore Elena Magri e una vignetta di Stella Mei sui fatti di Parigi

Costruttori di ponti, saltatori di muri, esploratori di frontiera”. Questo il titolo della due giorni di confronti e dibattiti organizzata da Provincia e Officina Intercultura Mantova per venerdì 20 e sabato 21 novembre al Palazzo del Plenipotenziario in piazza Sordello 43 a Mantova. Si inizia venerdì, alle 17, con una presentazione dell’iniziativa da parte di Elena Magri, assessore provinciale alle politiche di coesione sociale e una discussione su “Storia e

geografia dei flussi migratori e politiche dell’accoglienza”. Dopo la proiezione di “Europa dreamin’” ispirato dalle parole di Alexander Langer e ideato da M. Moretti, M. Weissensteinere e M. Boschi, Edi Rabini, presidente della Fondazione Alexander Langer, presenterà “da Lampedusa al Brennero. Per una cultura dell’accoglienza”, quaderno della Fondazione Alexander Langer. Luigi Monti, direttore della rivista ‘Gli asini’ ed educatore dell’Associazio-

ne Giunchiglia, si soffermerà invece sul tema “Accogliere o respingere”. Modera il dibattito Maria Bacchi. Conclusioni di Francesco Ciafaloni, studioso di economia. Lavoro e movimenti migratori. Sabato invece, a partire dalle 10, “Bisogno di futuro. Domande esperienze, progetti tra muri, ponti e confini”, giornata laboratorio della “rete asilo”, nata a Bolzano in occasione del Premio Alexander Langher 2014. “Oggi ancora più di ieri – spiega l’assessore

provinciale Magri - dati i nuovi fatti di terrore, sono convinta della necessità di stringere un patto solidale tra diverse forze intellettuali, per ricordare a noi stessi di rimanere saldi in una ragione intrisa di umanità, di non cedere al facile istinto d’odio, razzismo e contrapposizione tra ultimi, nel riconoscerci persone di uguale dignità, solo e unico presupposto per sperare in un domani di pace”. Previsti interventi di Fabio Ballerini, educatore, Marco Carsetti, fondatore delle edizioni Else e collaboratore della rivista “Gli Asini”, Sara Honegger, coordinatrice della scuola di italiano Asnada, Chiara Scorzoni, del Centro Intercultura del Comune di Nonantola, Gianfranco Schiavone di ASGI, Fausto Stocco, coordinatore dei servizi Sprar del Comune di Modena e socio di Giunchiglia, Monika Weissensteiner, antropologa, della Fondazione Alexander Langer. L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza.

> BIGATTERA <

Da Francia e Spagna per conoscere l’agricoltura sociale Da Francia e Spagna per conoscere meglio le esperienze dell’agricoltura sociale realizzata da Provincia e Formazione Mantova all’azienda Bigattera, di Festivaletteratura, della Cooperativa Santa Lucia e di Sol.co. Nei giorni scorsi una delegazione di enti locali aderenti ad Arco Latino è a Mantova per uno scambio di idee e buone pratiche sul tema “L’economia sociale e solidale e gli enti locali: quale cooperazione per lo sviluppo dei territori e l’innovazione sociale”. La Provincia di Mantova, aderente da anni ad Arco Latino e attuale presidente, partecipa infatti al progetto di Arco Latino dedicato alla realizzazione di uno studio transnazionale nel campo dell’economia sociale e solidale tra Italia, Francia e Spagna. L’obiettivo principale del progetto è aiutare lo sviluppo del terzo settore nell’area dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. La Provincia di Mantova ha proposto quattro esperienze d’eccellenza: Festivaletteratura per il volontariato giovanile, la Cooperativa Santa Lucia per il recupero e il riciclo dei materiali, la rete di cooperative del consorzio Sol.co e l’azienda Bigattera per l’agricoltura sociale. Partners del progetto sono Pyrénées-Orientales, Cabinet Parcourir, Deputation de Grenade, Université de Toulouse, Deputation de Lleida e Tarragone. Ad accogliere gli ospiti la vice presidente della Provincia Francesca Zaltieri che ha sottolineato il valore del terzo settore e del suo apporto economico, sociale e ambientale. Molto interesse ha suscitato la visita alle serre e ai campi coltivati dai ragazzi che partecipano all’esperienza dell’agricoltura sociale e ai laboratori dove poi vengono trasformati in conserve e mostarde la frutta e la verdura raccolte alla Bigattera. Tante le domande poste al direttore Andrea Scappi e alla responsabile del centro Albertina Chirico. Apprezzato anche il pranzo preparato dagli allievi dei corsi dell’azienda speciale Forma.

> BIBLIOTECA BARATTA <

Sabato 21/11 la poesia è protagonista nella Sala delle Colonne Dopo il successo della premiazione a Palazzo Callas di Sirmione lo scorso mese di settembre, L’Antologia del Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio 2015 (edita da Gilgamesh Edizioni) sarà presentata a Mantova, sabato 21 novembre alle ore 11, presso la Sala delle Colonne della Biblioteca Gino Baratta in corso Garibaldi 88. Il Premio è organizzato dall’Associazione La Corte dei Poeti con il patrocinio e il sostegno del Comune di Mantova, in collaborazione con Provincia di Mantova, Associazione Giuseppe Acerbi e Gilgamesh Edizioni. Saranno presenti all’evento, oltre ai rappresentanti delle autorità locali, Stefano Iori, coordinatore del Premio, i giurati Antonella Fretta, Lucia Papaleo, Enrico

La copertina del volume

Ratti, Maurizio Rizzini, Renata Salvarani e Carla Villagrossi, oltre all’editore Dario Bellini. La par-

ticolarità del Premio è quella di prevedere due distinte sezioni: una dedicata a poeti affermati o esordienti (Vita di scienza e d’arte) e una (L’ozio degli attivi) rivolta a persone in condizioni di fragilità ospitate in strutture protette. All’edizione 2015 del Premio hanno partecipato quasi 500 poeti da tutta Italia e dall’estero. Verrà data ai poeti premiati, menzionati o segnalati che interverranno la possibilità di leggere i propri componimenti pubblicati. Hanno già preannunciato la loro presenza il vincitore della sezione Vita di scienza e d’arte, il piemontese Marco Maggi, la terza classificata, Elena Miglioli, cremonese di nascita, e il poeta colombiano Jaime Andrès De Castro, insignito della menzione

speciale. Saranno inoltre presenti i poeti mantovani segnalati: Antonella Lucchini e Rachele Bertelli. Per quanto riguarda la sezione L’ozio degli attivi saranno presenti gli ospiti del Centro diurno per disabili Tam Tam, risultati fra gli autori segnalati. Lo psichiatra Giancarlo Madella leggerà alcuni componimenti di Alessio Carra, semi-residente presso la Comunità riabilitativa di Quistello, insignito della menzione speciale. Nel corso della mattinata verrà presentato il bando della seconda edizione del Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio seconda edizione (2016) a cui si potrà aderire a partire proprio dalla data del prossimo 21 novembre. L’evento è ad ingresso libero.

STUDIO DENTISTICO

DOTT. MARCO DE BATTISTI

La visita della delegazione franco-iberica alla Bigattera

> UNIONE CIECHI <

Torna il Mercatino di Natale Da sabato 28 novembre la Sezione Provinciale di Mantova dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus promuove, presso la sede in via della Conciliazione n. 37 a Mantova il tradizionale Mercatino di Natale. Fino a lunedì 14 dicembre 2015 si potrà trovare al Mercatino un’ampia esposizione di prodotti di vario genere, soprattutto tantissime idee regalo. Il ricavato andrà a sostenere le attività e i servizi quotidianamente offerti dalla Sezione Provinciale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus a favore dei numerosi disabili visivi del territorio. Il Mercatino è aperto tutti i giorni dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.30.

"La serietà e l'onestà sono la garanzia del nostro lavoro, per noi ogni paziente, prima di essere un cliente, è una persona!"

...HAI SENTITO che PREZZI!!!!!!! PRIMA DI PARTIRE PER LA CROAZIA PASSA DA NOI, NON RESTERAI DELUSO…

TI OFFRIAMO NIENTE FINANZIAMENTI ma PAGAMENTI DILAZIONATI in un anno SENZA INTERESSI Accoglienza, esperienza, professionalità, solo materiali italiani e ASSISTENZA GRATUITA 6 giorni su 7 tutto l'anno Lavoriamo dal lunedì al sabato su appuntamento. PROVA, NON TI COSTA NULLA, telefona allo 0376/387709 Lo studio è aperto dal lunedì al sabato - SI RICEVE SU APPUNTAMENTO - Via Verona n. 38 Cittadella (MN)

ReporterMN

• Visita • Radiografia panoramica e Preventivo GRATUITI


PAGINA 6

Mantova

€ 10,90/kg € 7,90/Kg

Grana Padano stagionato Pesto per il risotto Prodotti tipici mantovani Pasta fresca Carni fresche KM ZERO

si accettano prenotazioni

si confezionano cesti natalizi… Consegna in tutta Italia CASA DEL FORMAGGIO CASA GIO AG M R O DEL F

DEL F CASA ORMA GGIO

PROSCIUTTO COTTO SAN GIOVANNI CAPITELLI PANE T

TONI PAST E PANDO ICCER RI I A FRAC CARO

Strada Dosso del Corso, 9 - Mantova - Tel. 0376 263031 - Aperti lunedì tutto il giorno APERTI TUTTE LE DOMENICHE DI DICEMBRE

ReporterMN

ELLA D A T R MO ERVA S I R N GRA A L O V RI FA E I M L A P


Mantova - PAGINA 7 -

GRANDE MANTOVA

AUTO SOSTITUTIVA di ANDREA e ROBERTO

FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

Fraz. Pellaloco ROVERBELLA (MN) via S. Rita, 1 Tel. Fax 0376/695951

carrozzeriacordioli@libero.it

L’iniziativa, in programma sabato 21 novembre, è dedicata al Pioppo dell’Aldriga

novembre alla Cava Boschetto di Eremo. Alle 10 prenderà il via infatti la giornata dal titolo “Salviamo il pioppo dell’Aldriga” con l’introduzione del sindaco Carlo Bottani e a seguire gli interventi degli assessori Angela Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133 Giovannini alle powww.facebook.com/ilfornogoito litiche sociali, Luigi Gelati al territosia di interventi strutturali sia di rio e Cinzia Cicola interventi fitosanitari al fine di all’ecologia nonpoter sperare in un suo recupero ché dei consiglieri e di poterlo salvaguardare per la delegati Antonella memoria collettiva. Per raccon- Montagnani e Altare l’importanza degli alberi in fredo Balzanelli. generale e di questo, che esprime Alle 10.30 si svolgevalori importanti per Curtatone, rà un percorso didattico naturain collaborazione con l’Istituto listico e alle 11 si chiuderà con comprensivo locale è stata orga- un rinfresco per tutti. La giunta nizzata la giornata degli alberi comunale ha inoltre deliberato 2015, in programma sabato 21 a luglio di quest’anno di vo-

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI

A

A CAVA BOSCHETTO la “Giornata nazionale dell’Albero”

nche il Comune di Curtatone partecipa alla Giornata Nazionale degli alberi, istituita dalla Legge 10 del 14 gennaio 2013. Si tratta di una giornata dedicata alla scoperta e alla valorizzazione del patrimonio “verde” dei nostri territori. Ogni anno la giornata tratta diversi temi inerenti il fondamentale ruolo ecologico, culturale e storico che questi esseri viventi hanno. Verranno coinvolte le scuole del territorio, con un percorso educativo per far arrivare ai più giovani le problematiche legate all’ambiente. Gli studenti che parteciperanno alla Giornata dell’albero produrranno un elaborato, sulle esperienze vissute alla Cava Boschetto. Il Comune ha inoltre lanciato un concorso dedicato alle classi seconde della scuola media di Buscoldo dal titolo “Che emozioni e sensazioni suscita in me la Giornata

al “pioppo dell’Aldriga”, noto tristemente come l’”albero della fucilazione” posto in Valletta Aldriga e drammaticamente legato alle esecuzioni del 19 settembre 1943 quando dieci soldati italiani furono passati alle armi dai tedeschi. Non è in buone condizioni di salute. Necessita infatti

> SAN GIORGIO <

Torna la rassegna di teatro amatoriale Parte sabato 21 novembre la terza edizione di “San Giorgio in scena” promossa dal Gruppo “Il Palcaccio” in collaborazione con il Comune di San Giorgio. Il primo spettacolo, tratto dalla commedia di Neil Simon “Plaza, suite 719” è in programma dalle ore 21 al Centro culturale e sarà messo in scena dalla compagnia “Terzo Millennio” di Savona. Gli altri gruppi teatrali protagonisti del concorso sono gli Armathan di Verona che si esibiranno il 12 dicembre nella commedia di Luigi Pirandello “L’uomo, la bestia e la virtù”, il gruppo “Le Muse” di Cremona (23 gennaio) con la commedia di Nino Manfredi e Nino Marino “Gente di facili costumi” e la compagnia “Nautilus” di Vicenza (13 febbraio) con la commedia di Alan Ayckbou-

> BORGO VIRGILIO <

La presentazione dell’iniziativa in Municipio

nazionale dell’albero”. Lo scopo è quello di coinvolgere i ragazzi nella conoscenza della natura e del proprio territorio e i primi tre elaborati verranno premiati da una commissione giudicatrice. Quest’anno l’Amministrazione Comunale di Curtatone ha pensato di dedicare la giornata

rn “Sinceramente bugiardi”. La chiusura della rassegna teatrale e la relativa premiazione, si terranno il 12 marzo con l’anteprima assoluta del Palcaccio impegna-

to nella commedia “La notte dei desideri” (fuori concorso), tratto dall’omonimo romanzo di Michael Ende. La rassegna, lo ricordiamo, richiama sempre un folto pubblico anche da fuori Mantova, merito delle proposte di alto livello artistico. Una giuria presente ad ogni serata avrà il compito di valutare le performance teatrali, assegnando successivamente i riconoscimenti alla migliore rappresentazione, regia, attore/ attrice protagonista e non protagonista. Erano oltre 40 le compagnie teatrali che si sono candidate a prendere parte al concorso. Una giuria tecnica le ha poi selezionate per individuare le quattro che andranno in scena appunto a San Giorgio.

ler provvedere ad adempiere al censimento degli alberi monumentali del territorio comunale che verrà trasmesso alla Regione Lombardia per l’inserimento nell’elenco regionale degli alberi monumentali. Oltre al già citato pioppo dell’Aldriga gli altri sono la quercia “4 venti”, l’olmo “Galvagnina”, i gelsi “Montanara”, il cedro al monumento ai caduti di Montanara, la quercia “Sacca” e due pioppi di Buscoldo, i gelsi “Eremo” e un altro pioppo di Montanara. Questi alberi saranno protetti nel senso che nessuno potrà tagliarli senza un valido motivo.

Potenziamento dell’inglese per tutti gli ordini di scuola di Virgilio, puntare sulla qualità dell’indirizzo musicale di Borgoforte, con massima attenzione all’assistenza ad personam in tutti gli istituti e un occhio di riguardo al fenomeno del bullismo. Sono le caratteristiche principali del Piano di diritto allo studio di Borgo Virgilio, presentato nei giorni scorsi in consiglio comunale dall’assessore all’istruzione Elena Dall’Oca, e che vede un impegno di spesa da parte del Comune di 1 milione e 483mila euro. “L’obiettivo dell’amministrazione è avere una scuola di qualità – spiega Dall’Oca - quindi anche quest’anno abbiamo cominciato a parlare fin da subito con le dirigenti dei Comprensivi di Virgilio e Bagnolo, e siamo riusciti a sostenere le scuole in misura migliore rispetto l’anno scorso”. In entrambi i territori. “A Borgoforte abbiamo garantito un ampio sostegno alla scuola musicale, mentre a Virgilio abbiamo sostenuto un nuovo progetto di lingua inglese sui tre ordini di scuola, per una spesa di 10mila euro, divisa equamente. Alle medie siamo inoltre riusciti a finanziare e mettere in moto dei corsi di recupero e potenziamento delle classi, per rispondere alle esigenze delle insegnanti”. Non

Più inglese e musica, la scuola verso il futuro

Risate sul palco a San Giorgio

manca inoltre una consulenza psicopedagogica, su entrambi i territori. “Tra gli altri progetti proposti dall’amministrazione, e che sono stati accolti dalle dirigenti – prosegue l’assessore – c’è in particolare un’iniziativa dedicata all’informazione e prevenzione del cyberbullismo, che prevede incontri in quinta elementare e in prima media in collaborazione con la Questura. Grande rilevanza viene data anche ai progetti di educazione stradale e alla collaborazione

con le biblioteche di Virgilio e Borgoforte, strutture sfruttate a pieno dalla scuola, e non dobbiamo dimenticare il consiglio comunale dei ragazzi, che favorisce un costante dialogo tra gli studenti, anche se formalmente non abbiamo un unico Comprensivo”. Per quanto riguarda l’assistenza ai ragazzi disabili, “il servizio prestato dagli educatori è cominciato subito, con l’avvio dell’anno didattico, e anche questo è un aspetto non indifferente”.

COMPUTERS - NOTEBOOK - NETWORK - MONITOR TABLET - STAMPANTI - ACCESSORI - SITI VEB ASSISTENZA TECNICA e molto altro... DA NOI PUOI ACQUISTARE ANCHE IN COMODE RATE Via Montanari, 18 - Mozzecane (VR) - Negozio: 045 7930361 - Assistenza: 045 6348282 - www.computerapp.it


Mantova - PAGINA 8 -

ALTO MANTOVANO

Da sabato 21 novembre una bella personale dell’artista monteclarense

A Castiglione le INTIME FUSIONI di Daniela Piccinelli corsi di decorazione d’interni e d’esterni, corsi di scultura con il Maestro Gianpietro Moretti e un’esperienza significativa a Venezia, nella quale ha potuto approfondire la raffinata tecnica del micro mosaico filato a fuoco e quella del mosaico artistico sotto la guida del Maestro Lucio Orsoni. Ha esposto con successo in importanti rassegne artistiche nazionali, fra cui l’esposizione itinerante “Giuseppe Verdi - Art Tour” e varie mostre collettive e personali, le più importanti a Piacenza, Cremona, Potenza, Brescia e Lago di Garda. La produzione artistica di Daniela Piccinelli abbina una stupefacente delicatezza alla capacità di ma-

A

> MARMIROLO <

Studenti delle medie premiati a Roma

Alcuni rappresentanti degli studenti della Scuola Secondaria di primo grado “Guglielmo Marconi” di Marmirolo, accompagnati dai genitori e da un’insegnante, hanno ritirato a Roma il premio relativo al Concorso nazionale “Michele Mazzella per una drammaturgia giovane”. Più di 120 sono stati i copioni inviati da tutta Italia e la scuola di Marmirolo si è classificata all’ottavo posto. Il premio è il risultato di un’attività che la scuola realizza da più di dieci anni grazie all’appoggio dell’Amministrazione comunale e della associazione “Amici di Walter Zacchi”. “Si tratta – dicono gli stessi ragazzi – di un importante premio che valorizza il mondo interiore dei giovani attraverso il teatro come mezzo ideale per promuovere le idee e rappresentarle. Nella convinzione che il linguaggio teatrale può sostenere e rendere più accessibili le materie di studio”. La

ReporterMN

lla libreria “M. R. Libro” di via Garibaldi, 6 a Castiglione delle Stiviere è in fase di apertura una interessante mostra, “Intime Fusioni”, personale dell’artista monteclarense Daniela Piccinelli. Il vernissage si terrà sabato 21 novembre alla presenza dell’artista e dei curatori Luca Cremonesi e Paolo Capelletti. Nata a Montichiari (Bs) dove vive e lavora, Daniela Piccinelli ha conseguito il diploma in Materie Artistiche Applicate presso l’Istituto d’Arte in provincia di Mantova, specializzandosi successivamente, a Brescia, nel settore della comunicazione visiva e pubblicitaria come graphic designer. Contemporaneamente al lavoro di grafica ed illustratrice, sperimenta tecniche artistiche di diverso stile. Ha frequentato

MarketSERVICE

Gli studenti sul palco del Quirino di Roma

premiazione è avvenuta il giorno 9 novembre al Teatro Quirino di Roma. I rappresentanti degli studenti hanno ricevuto una targa e un premio in denaro.

Un quadro di Daniela Piccinelli. A fianco, l’artista davanti ad una sua opera

nipolare diversi materiali secondo molteplici tecniche, gli ambienti popolati dalle sue opere si tramutano in spazi coinvol-

genti e intimi, lo sguardo avverte l’esaltazione delle sue doti aptiche, l’occhio sembra volersi fare mano, tocco.

> GOITO <

Boom di visitatori al Parco delle Bertone Si è chiusa nei giorni scorsi l’attività estiva del Parco delle Bertone che quest’anno ha registrato un picco di visitatori: un quarto in più rispetto allo scorso anno ma addirittura quattro volte tanto rispetto a tre anni fa. Un’impennata dovuta ai tanti lavori di restauro del parco romantico eseguiti dal Parco, alla nuova segnaletica stradale direzionale, al nutrito cartellone di eventi di musica, teatro, laboratori e degustazioni che si è svolto con “Estate alle Bertone”, all’apertura stabile del bio garden bar e alla spettacolarità delle cicogne che lì vivono, gli ingredienti che hanno decreto una stagione di successi record per il Parco Bertone. Sono numeri che accreditano il percorso avviato lo scorso anno dal Parco del Mincio in occasione del trentennale, verso la profilazione delle Bertone non soltanto come luogo di natura e casa delle cicogne – importante elemento di attrazione per il pubblico - ma anche come

contenitore di iniziative culturali e didattiche. Complessivamente, le presenze agli eventi del cartellone estivo sommata ai frequentatori delle giornate di apertura “standard” – in

una impennata di ingressi – ha fatto registrare 6.500 ingressi ai quali si sommano le 1.450 presenze di studenti, 70 classi, che hanno svolto alle Bertone le loro escursioni con le guide ambientali del Parco.

CHIAMA il 348 8051065

PROMOZIONE

PELLET

4.40 €

VUOI RISPARMIARE? COMPRA ORA

3 .90€ .90 € A BANCALE 3.70 € se mi hai visto su REPORTER MANTOVA dillo al VENDITORE di SCONTO

5%


Al via la stagione del teatro di Pegognaga: in arrivo Lello Arena, Tullio Solenghi, Massimo Dapporto e Gaia De Laurentiis

Grandi nomi sul palco dell’ANSELMI

randi nomi della prosa italiana, spettacoli per ragazzi e famiglie, rassegna cinematografia. E’ il programma 2015-2016 del Teatro tenda Anselmi di Pegognaga promosso da Fondazione Aida in stretta sinergia con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pegognaga e il supporto di Provincia di Mantova, Regione Lombardia e Pro Loco Flexum. La stagione di

Prosa prevede un omaggio alla commedia classica con Moliére: il 9 gennaio Lello Arena presenterà infatti “L’Avaro”. Il 25 febbraio Tullio Solenghi e Massimo Dapporto impersoneranno una coppia di fatto in “Quei due”. Focus sulla condizione della donna odierna il 3 marzo con il trio di ottime attrici Antonella Questa, Marta Cuscunà e Giuliana Musso che presente-

Torna il mercatino delle arti creative

Grande successo per “Cantine Aperte”

SICOPOM

impegnato fino a gennaio. Per i giovani s’inserisce la novità della stagione: la rassegna cinematografica i cui titoli saranno scelti dagli studenti del Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’Istituto Comprensivo pegognaghese. La scelta delle pellicole è in fase di definizione. L’iniziativa mira al coinvolgimento dei ragazzi, con l’obiettivo di renderli cittadini attivi e attori di piccoli, seppur significativi cambiamenti, nei quali loro stessi sono ideatori e fruitori.

> OSTIGLIA <

> QUISTELLO < “Cantine Aperte” a San Martino è stata innanzitutto una grande occasione per conoscere i luoghi dove le uve dei vigneti di Quistello si trasformano nei vini di Quistello. Una conoscenza scaturita dalle visite guidate alla Cantina e, ovviamente, dalle degustazioni. Grande valore hanno avuto gli accostamenti enogastronomici: insieme ai vini rossi e bianchi della cantina di Quistello, i tanti visitatori presenti, hanno avuto l’occasione di gustare prodotti tipici stagionali, come le castagne, la zucca, che alla pari del Vino Cotto, ha ottenuto la Denominazione Comunale di Quistello e locali come il sugolo, il famoso budino d’uva prodotto in questa zona, le greppole, un alimento tipico della zona padana e particolarmente nel mantovano, e, grande “ospite” il Tirot, una specialità tipica di Felonica, l’ultimo comune dell’oltrepo mantovano. Come detto però Cantine Aperte a Quistello non è stato solo un viaggio all’insegna dei sapori. Grandi emozioni ha suscitato per esempio il rito della pigiatura. Per i più giovani è stato un momento di grande divertimento e forse di sorpresa: nell’era in cui anche i bambini sembrano più a loro agio con smartphone e tablet si è rivelata una grande sfida quella di metterli alla prova in una esperienza tanto coinvolgente anche dal punto di vista sensoriale. Per i meno giovani l’esperienza si è rivelata un’ottima occasione per evocare piacevoli ricordi. Se il rito della pigiatura ha strizzato l’occhio al passato particolarmente innovativa e curiosa si è rivelata invece la proposta di predisporre un atelier in cui offrire ai visitatori, grandi e piccoli, l’opportunità di disegnare una etichetta che raccontasse con il linguaggio iconico la bellezza, la storia, la cultura e l’enogastronomia dell’oltrepo mantovano. Tutti coloro, che con creatività e spirito artistico, si sono cimentati nella realizzazione di un’etichetta vedranno la loro opera su una bottiglia, evidentemente unica, di vino di Quistello. Grande successo anche per il concorso di dolci da credenza, tutti rigorosamente preparati con uva, vino cotto o vino (giusto per rimanere in tema). A giudicare le torte una giuria di tutto rispetto Cantine Aperte a Quistello si è rivelata una vera festa e, come ogni festa, si é conclusa con un aperitivo.. Con grande maestria Sara e Fabio hanno deliziato i presenti con aperitivi a base dei vini di Quistello. Fino alla fine però lo staff della Cantina di Quistello, coordinato dal Presidente Luciano Bulgarelli, ha mantenuto fede all’impegno di avere un occhio di riguardo per tutta la famiglia e non sono mancati gli aperitivi analcolici per permettere un brindisi anche ai più piccoli.

rire il recupero dei ricordi legati allo storico teatro danneggiato dall’ondata sismica del 2012 con l’obiettivo, nel lungo periodo, di una ristrutturazione integrata dello storico Comunale. È infatti iniziato il laboratorio teatrale tenuto da Jacopo Pagliari, attore di Fondazione Aida, che coinvolge un gruppo di otto iscritti. Il gruppo, piuttosto composito (sono infatti presenti sia ragazzi sia over 60 oltre che alcuni componenti dei gruppi amatoriali del territorio) sarà

Gaia de Laurentiis e Tullio Solenghi

ranno “Wonder Woman” (nuova produzione), mentre un vortice di comicità si preannuncia essere “Ti amo o qualcosa del genere” della coppia Roberto Ciufoli e Gaia de Laurentiis (19 marzo). A chiusura della rassegna, l’omaggio della compagnia Off-Broadway ad un’icona con il musical Marilyn, segreti di una diva, con la regia di Francesco Antimiani (9 aprile). A Pegognaga non mancheranno gli

spettacoli dedicati agli studenti di Teatro Scuola e due appuntamenti per le famiglie. Ma il Teatro Tenda Anselmi è soprattutto fucina di progetti collaterali a corollario - e supporto - della stagione. A completamento del cartellone sono in fase di sviluppo le iniziative Teatro Under 30, quest’anno alla seconda edizione, e il progetto “Dalla Storia alla storytelling” mirato a coinvolgere la comunità e favo-

> GONZAGA <

La Millenaria al fianco dei “bambini-farfalla” Cinque appuntamenti a teatro per i “bambini – farfalla”. L’iniziativa benefica è stata ideata dalla Fiera Millenaria di Gonzaga, dal Circolo Arci Laghi Margonara, in collaborazione con l’associazione “Bunden in Piasa” e ASD Fisicamente, ed è patrocinata dai Comuni di Gonzaga, Pegognaga, Moglia e Reggiolo. Il titolo della rassegna teatrale, che partirà da Gonzaga il 20 di novembre, è “LIBERAmente TEATRO”. “Dopo l’esperienza dell’anno scorso che ha permesso di raccogliere oltre 8.000 euro in favore della ricerca sulla SLA – spiega Giovanni Sala, presidente della Fiera Millenaria di Gonzaga – abbiamo voluto proseguire con i progetti di beneficenza insieme all’Arci Margonara”. La rassegna teatrale sarà itinerante, perchè partirà da Gonzaga che è il fulcro dell’idea, e si sposterà in seguito nei teatri di Pegognaga e di Moglia. L’offerta è libera e permetterà di dare un aiuto concreto all’associazione “Debra – Sudtirol”, che si occupa dei cosiddetti “bambini – farfalla”, ossia bambini affetti da una rarissima malattia chiamata epidermolisi bollosa.

Il mercatino delle arti creative manuali dell’Associazione “Arte e Ingegno” di Lorena Buzzago e Ornella Modè, con il progetto “Angeli per Ostiglia”, animerà il centro storico di Ostiglia nelle domeniche di 29 novembre, 13 e 20 dicembre. Un format collaudato che propone esposizioni di artisti, bancarelle, vintage, antiquariato, artisti da strada, musica, street food e laboratori per bambini nel segno della creatività, manualità e solidarietà. Cento gli espositori partecipanti a rappresentare ogni tipologia di categoria commerciale, coinvolti tutti i ragazzi delle scuole del Comprensorio per la realizzazione degli Angeli che saranno venduti nei negozi di Ostiglia e il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto di materiale didattico per le scuole stesse. Angeli che saranno realizzati con materiali di riciclo nei laboratori allestiti in via trento Trieste dalle (dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18), e altri “angeli” che abbeliranno le vie del centro con il progetto che Arte e Ingegno esporta dalla città di Mantova a Ostiglia. L’obiettivo è quello di ricreare un piccolo villaggio natalizio, nel quadrilatero di strade che va da piazza Cornelio, a Piazza Matteotti, via Gnocchi Viani, via Bertioli e via Vittorio Veneto. La realizzazione dell’evento è in collaborazione con la Pro Loco di Ostiglia e l’Amministrazione Comunale. Sempre il 29 novembre, per anticipare le manifestazione del Dicembre Ostigliese, la piazza ospiterà anche il Presepe Vivente della parrocchia Cerea.

O.M.S di Marchetti Mauro OFFICINA MECCANICA SPECIALIZZATA

Giovanni Sala

Questa patologia è altamente invalidante perchè impedisce qualsiasi contatto umano. La pelle dei neonati è fragilissima, ed è per questo che i bambini affetti da questa malattia sono detti “bambini - farfalla”. “La funzione di questi incontri – conclude Sala – è spiegare che cosa sia questa malattia e sensibilizzare le persone”. (a.l.b.)

Via Galileo Galilei, 8 Quistello (MN)

Tel. 0376 619545

marchett69@omsmarchetti.191.it

VENDITA FRUTTA E VERDURA

DI STAGIONE A KM 0

QUALITÀ E CONVENIENZA OFFERTA DELLA SETTIMANA

INSALATE VARIE CAVOLFIORE FINOCCHIO PATATE MELE

SICOPOM

Società Agricola Cooperativa Via Semeghini, 2 - 46026 QUISTELLO (MN) Tel. 0376/618236 - Fax 0376/619771 e-mail: commerciale@sicopom.com

panineria

.

pizzeria

.

ristorante

.

bar

ORARI INVERNALI: dal Mercoledì alla Domenica 18.00-24.00

SABATO e DOMENICA aperti anche a mezzogiorno!!

Ritagliando questo spazio avrai uno SCONTO del 10% (non cumulabile) Via Tambelli, 10 - REVERE (Mn) Tel. 0386.46497

ReporterMN

G

PAGINA 9

Mantova - PAGINA 9 Mantova

OLTREPO


Gonzaga

Mantova - PAGINA 10 -

Gonzaga GonzaGa, più forte di crisi e terremoto

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

G

onzaga è stata per anni luogo di immigrazioni, dato l’alto tasso di imprese e di industrie che la caratterizzavano. Con l’inizio della crisi, una decina di anni fa, molte industrie sono state delocalizzate e molte persone hanno purtroppo perso il lavoro. Attualmente il paese è in crisi, come moltissime altre realtà non solo italiane, ma europee. La società è quindi mutata e in un certo qual modo si è frammentata. Disoccupazione e problemi economici sono il pane quotidiano di moltissimi abitanti di Gonzaga. Il paese bene o male resiste, grazie alla bravura delle istituzioni e dei cittadini e dei commercianti che si impegnano per tenerlo vivo. Tante sono le iniziative, gli eventi e le manifestazioni, tutte occasioni per fare festa e stare uniti. Una iniziativa che proviene dall’amministrazione e che da sempre amano tutti è il Mercatino dell’antiquariato, che una volta al mese occupa piazza Matteotti, la piazza

La comunità gonzaghese ha saputo rialzarsi dopo gli ingenti danni del sisma

principale. Questo mercatino, un tempo molto ridotto, è oggi in continua espansione ed è un vero e proprio marchè aux puces in stile parigino. Collezionisti da tutto il nord est d’Italia vengono a Gonzaga per trovare pezzi originali e curiosi. Una vera delizia per chi ama il modernariato e l’antiquariato. Quando si parla di Gonzaga, inoltre, non bisogna dimenticare che il toponimo “Gonzaga” ha dato il nome ad

una delle più importanti dinastie d’Europa, nonché la più longeva. Gonzaga è stata duramente colpita dai terremoti dell’Emilia del 2012, che hanno provocato gravi danni alle abitazioni rurali e ai monumenti, soprattutto religiosi: di questi, la più danneggiata è stata la parrocchiale di San Tommaso Apostolo nella frazione di Bondeno, che ha subìto il collasso sulla piazza antistante dell’intero frontone semi-

L’ASSOCIAZIONE

“insieme GonzaGa” per iL riLancio deL commercio Un’associazione fatta da persone che hanno scelto di credere ancora in Gonzaga, il loro paese di origine e il luogo in cui lavorano e vivono. E’ il caso dell’Associazione Commercianti Insieme Gonzaga, nata il 7 agosto 2012 ed unisce i commercianti che hanno i negozi affacciati su piazza Matteotti, il fulcro della vita commerciale e non solo di Gonzaga. La funzione di questa associazione è di far rinascere Gonzaga e di promuoverla sempre di più. Tanti sono gli eventi e le manifestazioni organizzate da “Insieme per Gonzaga”. Marina Baratti, presidente dell’associazione, ci racconta della Festa della Polenta che ha avuto luogo quest’anno il 9, 10 e 11 ottobre. “E’ stato un enorme successo.

Marina Baratti

Non ci aspettavamo un clamore tale. Non è il primo anno che organizziamo la Festa della Polenta, ma di solito durava solo due sere. Quest’ano abbiamo azzardato e abbiamo messo in programma tre serate nei primi giorni di ottobre. Il pubblico ha risposto benissimo, siamo rimasti piacevolmente stupiti. Grazie all’enorme affluenza ci sarebbe stata bene anche la quarta sera!” - spiega la Baratti . “Cerchiamo sempre di organizzare eventi che attirino il pubblico da tutto il territorio circostante, non solo dal mantovano, ma anche da tutte le città dell’Emilia qui vicine – continua la Presidentessa dell’associazione Insieme Gonzaga. “Ci tengo a ringraziare moltissimo l’amministrazione comunale, che non ci mette mai dei paletti, ma che anzi aiuta sempre e coadiuva negli eventi che organizziamo. Anche il circolo Filatelico Numismatico è un nostro partner molto importante.” L’associazione collabora anche con Amici.net, un’organizzazione no-profit, nata dall’idea di un gruppo di genitori di Gonzaga, con la funzione di rispondere alle necessità delle famiglie, tra cui dopo scuola e aggregazione giovanile in genere. “Con l’associazione Amici.net organizziamo il 13 di dicembre la festa di Santa Lucia presso il Teatro Comunale – racconta Marina Baratti – e ci auguriamo che anche quest’anno sia apprezzata dai più piccoli, i veri protagonisti di quella giornata”. Gli eventi pensati per le feste di Natale non finiscono naturalmente con Santa Lucia, ma proseguono con la costruzione e la preparazione di un presepe in un negozio vuoto che si affaccia su piazza Matteotti.

Il mercatino dell’Antiquariato di Gonzaga

circolare, e di parti di cornicioni lungo il perimetro della navata, e, all’interno, il crollo di parte

della volta che ha distrutto l’altare maggiore ligneo ottocentesco nonché alcuni banchi. Danni

seri sono stati arrecati anche alla chiesa parrocchiale di San Sisto II a Palidano, che ha riportato il distacco della facciata e lesioni rilevanti al campanile. Sempre nella frazione Palidano, si sono registrati gravi danni anche alla villa Strozzi, sede dell’istituto agrario. A Gonzaga sono state danneggiate le varie torri, come quella dell’orologio, e anche le due chiese (parrocchiale e chiesina di piazza), anche se in misura minore rispetto a quelle di Bondeno e Palidano. Anche il teatro comunale di Gonzaga ha subito danni durante il terremoto del 2012, ma in misura molto leggera. Sono crollate alcune parti di una scala che sono state prontamente restaurate.

parlano gli assistenti sociali del comune: “Vicini a tutti coloro che hanno reali necessità”

servizi alla persona, un fiore all’occhiello

In una situazione economica disastrosa, tantissimi sono i disagi che si riscontrano in una società ormai frammentata. La crisi economica dura ormai da più di otto anni e in molti casi le misure per contrastare la crisi e la previdenza sociale come la cassa interazione e la mobilità sono ormai terminate. Sempre più persone sono dunque costrette a rivolgersi ai Servizi Sociali, una misura erogata dal Comune di Gonzaga per aiutare fattivamente le persone. L’amministrazione comunale sta investendo molto in questo genere di servizi, proprio perchè la necessità di supporto è impellente. “Gonzaga è stata caratterizzata per lunghi anni da un’im-

migrazione prevalentemente meridionale – spiegano Arianna Signorini e Federica Bianchi, assistenti sociali del Comune di Gonzaga – perchè molte persone erano impiegate nelle numerose industrie che caratterizzavano il territorio di Gonzaga. Con la crisi molte industrie hanno chiuso o sono state delocalizzate e sono rimaste centinaia di persone in cassa integrazione, in mobilità o nello status di esodati. Le persone rimaste fuori dal circuito lavorativo si trovano ovviamente in forte disagio economico.” - proseguono le assistenti sociali. Il lavoro rimane, dunque, il problema numero uno anche nel Comune di Gonzaga. Chi si rivol-

ge attualmente ai Servizi Sociali sono per un 50% stranieri e per un 50% italiani. “Noi, in qualità di Servizi Sociali, cerchiamo di aiutare tutti in ugual maniera – dicono Arianna Signorini e Federica Bianchi – Non facciamo differenze.” Secondo le statistiche, inoltre, è in forte crescita la popolazione italiana che necessita di aiuto economico. “Cerchiamo di far attivare le persone – afferma la Signorini – perchè siamo contrari all’assistenzialismo fine a sé stesso, ma costruiamo progetti ad hoc, interventi e/o corsi di formazione per le persone che si rivolgono a noi.” Tra le varie soluzioni, sebbene temporanee, ci sono i voucher lavoro, grazie


Mantova - PAGINA 11 -

PAVARINI

PAGINA 10

Ò

Da 100 anni diamo for�a alle vost�e idee

INTERIOR DESIGN

Ò

Via Cadellora, 23/A - Gonzaga MN Telefono 0376.58152 - Fax 0376.528277 info@pavariniarredamenti.it

ReporterMN

Gonzaga

www.pavariniarredamenti.it L’AZIENDA

CLAUDIO PAVARINI: “QUALITÀ E LOGISTICA I NOSTRI PUNTI DI FORZA” che sono attualmente il nostro fiore all’occhiello. Avevamo un gruppo di artigiani – intagliatori che era in grado di fornire mobili eccezionali. Oltre ad essere un mobilificio, dagli anni ‘50 in poi abbiamo commercializzato grandi marche di arredamento. Ci siamo distinti per i nostri mobili classici o moderni, ma importanti. Forniamo dagli anni ‘50 mobili belli e con un certo stile”. Lo show room di Pavarini Interior Design si trova tuttora a Gonzaga anche se, a causa della crisi, le difficoltà sono sempre di più. “Gonzaga non ha grosse fabbriche – racconta Carlo Pava-

Claudio Pavarini

rini – e molte sono state delocalizzate. Il mercato è sempre più ridotto. Anche il centro di Mantova non offre più la visibilità che offriva un tempo. La fortuna di Gonzaga – spiega Pavarini – è comunque quella di essere in un punto praticamente equidistante, a livello di logistica, da Mantova, Modena, Reggio Emilia, Parma e Bologna. Il casello dell’autostrada è comodo, quindi lavoriamo molto, soprattutto con l’Emilia. Un altro vantaggio è che il mantovano è ancora un territorio accessibili a livello di prezzi degli immobili: nel modenese la vita è molto più cara”.

ai quali le persone vengono inserite nell’organico del Comune di Gonzaga. In questo modo le persone svolgono piccoli lavori per conto dell’amministrazione comunale e inoltre vengono “testate” per capire se sono adatte o no ad un certo tipo di lavoro. Tante sono le agevolazioni, inoltre, erogate dal Governo Italiano, a seconda delle diverse necessità e delle caratteristiche delle persone. Tra questi, il bonus bebè, il nuovo sistema di welfare ideato

e realizzato da Roberto Maroni, gli aiuti per le famiglie e gli anziani. “Tantissimi sono i bisogni attuali delle persone e in fin dei conti il nostro è un servizio che funziona a 360°” - dice Federica Bianchi. “Vogliamo che i cittadini sentano la vicinanza dell’ente comunale” – prosegue la Bianchi. Ad onor del vero, però, molti sono i casi in cui le persone si rivolgono ai Servizi Sociali solamente per ricevere un aiuto economico fine a sé stesso. “Una

problematica enorme per noi è capire quanto una persona voglia effettivamente uscire dalla crisi, perché a volte quest’ultima è solo un alibi.” - dice la Signorini. “Se veniamo a sapere che ci sono problemi reali interveniamo però subito, come quando le utenze di una famiglia vengono staccate per morosità. In alcuni casi viene erogato un contributo o diamo un elenco delle agenzie interinali per la ricerca del lavoro.” La situazione dell’immigra-

zione in quel di Gonzaga non è di per sé stesso un dato rilevante. “Il discorso dell’immigrazione abbiamo notato che viene molto sfruttato dai mass media – dicono le due assistenti sociali - ma questo non fa altro che alimentare le ostilità e potrebbe sfociare in una vera e propria ‘guerra fra poveri’. Molti ci accusano di aiutare una categoria piuttosto che un’altra, ma l’aiuto è veramente uguale per tutti, dipende dai bisogni reali delle persone.”

Eventi di Natale

MERCATINI: dall’8 al 26 dicembre MOSTRA PRESEPI A BONDENO: apertura il 13 dicembre SPETTACOLI A TEATRO: • Sabato 5 - Speakeasy night • Domenica 6 - Commedia Dialettale - Associazione L’Incontro • Domenica 13 - Festa di Santa Lucia CONCERTO DI NATALE: • Mercoledì 23 - CONCERTO DI NATALE Teatro Comunale

By Giulio Codeluppi

ACCONCIATURE - ESTETICA

Acconciature Ricostruzione unghie Grotte di sale Via Montessori, 1 - Gonzaga (MN) Tel. 0376 58570 - robertagatti@gmail.com

Tabacchieria Centrale di Molinari Elisabetta

ReporterMN

Pavarini Interior Design è un’azienda leader del settore, nonché un’impresa storica di Gonzaga. Fondata nel 1907 da Arturo Pavarini, l’azienda ha avuto il suo exploit nel dopoguerra e si distingueva già all’epoca per fantasia e creatività. “Abbiamo iniziato come aggiusta-tutto - dice Claudio Pavarini, attuale titolare insieme al fratello Alberto di Pavarini Interior Design - Successivamente producevamo frigoriferi industriali e tutte le macellerie della zona avevano il nostro frigo. Poi è subentrata la concorrenza e ci siamo specializzati nei mobili

Ü EDICOLA - CARTOLIBRERIA Ü LIBRI DI TESTO Ü FOTOCOPIE A COLORI E IN BIANCO E NERO Ü RICARICHE TELEFONICHE Ü LOTTO Ü BIGLIETTERIA APAM E FS

Piazza Matteotti, 53 - 46023Gonzaga (MN) Tel.0376 58024 - Fax 0376 58024

Extension sì!

Easy Extension Le mie extension le indossi un anno ad un prezzo accessibile Palidano di Gonzaga (MN) Via Giovanni XXIII, 12 Tel. 0376 536346 Tel. 348 8294504 www.capellidastar.com codeluppi.giulio

Ma SENZA CHERATINA! Garanzia sui materiali 6 mesi


PAGINA 12

Associazione Percorsi Comune di Valeggio sul Mincio Ass.to Turismo e Commercio Associazione Pro Loco

Mantova

COMUNE DI REVERE PROVINCIA DI MANTOVA - PRO LOCO

Revere Piazza Grazioli

CENTRO STORICO DALLE ORE 7,00 ALLE 19,00

IL MERCATINO USATO . COLLEZIONISMO . ARTIGIANATO

Domenica 29 NOVEMBRE 2015 PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Sig. Ezio Osteo

Cell. 339.6077625

€ 1,25/Kg (a cassa) € 1,00/Kg (a cassa) € 1,00/Kg € 1,00/Kg € 1,00/Kg € 0,99/Kg € 0,85/Kg (a sacco)

CLEMENTINE AL NATURALE ARANCE AL NATURALE MELE FUJI CAT. 2A MELE GOLDEN MELE PINCK ROSY OFFERTA ZUCCHE INVERNALI PER TORTELLI PATATE DEL TRENTINO MOZZARELLA DI BUFALA DI SALERNO

N

OTAZI Panett ONE: oni art i gianali di Sicil ia e Cesti Nataliz i

ReporterMN

OLIO E.V. DI OLIVA NOVELLO SICILIANO

SU PRE

Via Brennero, 50 - Mantova - Tel. 340 4063860 - 349 5856544 - alaimorenato@gmail.com


Mantova - PAGINA 13 -

• Menù di Natale e Capodanno

PAGINA 13

Mantova

Le feste tradizionalmente si trascorrono in famiglia, ma qualcuno ha una vera e propria allergia ai cenoni coi parenti

NATALE CON I TUOI. O CON CHI VUOI?

N

ell’immaginario collettivo le feste natalizie si passano con i parenti. Una enorme tavola apparecchiata raduna tutta la famiglia fino ai cugini di quinto grado e piatti

stracolmi di ogni delizia viaggiano dalla cucina alla tavolata. E’ per molti l’occasione di ritrovare quegli affetti e quelle persone che il resto dell’anno per motivi di lontananza o di lavoro, non si

riescono ad incontrare. Un tempo, quando ancora l’economia era florida, c’era persino “l’incubo del regalo”: il non sapere che cosa regalare allo zio o alla nipotina appena nata, perché

to ultimamente il Natale degli italiani è meno “consumistico” e tante famiglie hanno optato per non scambiarsi più i regali. Per molti tuttavia rimane il residuo dell’ipocrisia del vedere obbligatoriamente per Natale quegli zii che proprio non sopporti, e che proprio perchè non li vedi tutto l’anno, ti chiedi che senso abbia vedersi a Natale. Fuori dall’aura, inoltre, delle belle tavole apparecchiate, spesso serpeggiano le gelosie fra cognate, fra nuore e suocere, fra madri e figlie. In questo modo, anche la festa meglio organizzata finisce per diventare un vero e proprio calvario e di fatto i più non vedono l’ora che arrivi l’Epifania per finire questo strazio. Lungi dall’assomigliare alle tavole imbandite con gente allegra dei film americani, spesso la cena della Vigilia e il pranzo di Natale sono il festival delle persone annoiate, che sbadigliano o si addormentano, o che mangiano i tortelli e gli agnolini in maniera meccanica e, appena finito il

panettone, infilano il cappotto e scappano via. Tra le due fazioni, quelli che festeggiano in Natale perchè così vuole la tradizione e quelli che proprio il Natale non lo sopportano, c’è una terza categoria, quella del “Il Natale è mio e me lo gestisco io”. Capiti i limiti dei propri parenti e del Natale consumistico, c’è chi decide di trascorrere il 24 e il 25 di dicembre con le persone che veramente lo fanno felice e sceglie di passarlo in una capitale Europea o a Venezia, sfruttando i prezzi bassi delle camere che normalmente per Natale restano invendute. E così si trovano a guardare la neve che scende in un ristorante di Istanbul o di Praga, o a passeggiare per le calli di Venezia in abito elegante, attendendo il momento di entrare al ristorante prescelto, senza preoccuparsi delle occhiatacce delle cognate arcigne o dello zio che con le sue battute vuole metterti a tutti i costi in difficoltà davanti al parentado.

“tutti ormai hanno tutto”. Se da un lato la tradizione vuole che si trascorrano le feste in famiglia, dall’altro molte persone nel Natale vedono una festa consumistica e intrisa di ipocrisia. Di cer-

Ristorante Pizzeria

PIZZERIA APERTA

SIA D'ASPORTO CHE SERVITO AL TAVOLO

Pranzi di lavoro - Piatti Tipici

solo su prenotazione

0376/438530

CENONE DI CAPODANNO giovedì 31 dicembre 2015

Spalla cotta di san secondo con polenta abbrostolita arrotolata con pancetta, giardiniera agrodolce e stria calda

> sorbir d’agnoli in brodo ricco

canelloni al forno con dadolata di verdure, salsiccia e provola dolce

>

un secondo a scelta tra: • bollito misto di carne con salsa verde • arista di maiale glassato alle castagne

> > eclair con crema al cioccolato e crema al panettone con arancia caramellata > acqua, vino alla spina, caffè, limoncino e arancino > MENÙ MEN Ù BIMBI (Da concordare) patate prezzemolate trifolate e pomodoro gratinato

un secondo la scelta PRENOTAZIONE IA OBBLIGATOR

a persona

entrambi i secondi

Flut di prosecco e bruschetta della casa come aperitivo di benvenuto

>

€ 30,00 a persona

* con un secondo la scelta deve essere comunicata entro Martedi 22 alle ore 12 e non oltre

Menù di CARNE Flut di prosecco e bruschetta della casa come aperitivo di benvenuto

>

• Tartare di salmone affumicato al pepe verde, zucchine crude marinate alla menta e crostini di pane caldo • Tagliatelle alla crema di tartufo nero, funghi champignons e scaglie di grana • Gnocchetti di patate su crema di pomodorini e basilico con cozze e vongole

• Carpaccio di manzo affumicato con pepe verde, asparagi crudi marinati e crostini di pane caldo • Tagliatelle alla crema di tartufo nero, funghi champignons e scaglie di grana • Gnocchetti di patate con fonduta ai formaggi e spalla cotta di San Secondo

• Filetto di spigola al forno con gamberone pancettato e salsa allo zafferano • Frittura di calamari Ogni secondo è accompagnato da un contorno a scelta dello chef

• Petto di anatra scaloppato in salsa di arance e miele • Filettino di manzo con salsa alla grappa e chicchi di uva nera Ogni secondo è accompagnato da un contorno a scelta dello chef

Tortino al cioccolato fondente dal cuore morbido con salsa alla vaniglia

Tortino al cioccolato fondente dal cuore morbido con salsa alla vaniglia

>

> > Acqua,

€ 25,00*

PRENOTAZIONE IA OBBLIGATOR

Menù di PESCE

vino bianco o rosè alla spina a volontà, caffè

>

€ 50,00 a persona

> > Acqua,

vino bianco o rosè alla spina a volontà, caffè

PROSECCO O SPUMANTE DOLCE PER IL BRINDISI DI MEZZANOTTE NON COMPRESO NEL PREZZO

ReporterMN

MENÙ PRANZO DI NATALE di venerdì 25 dicembre 2015

SI AVVISA LA CLIENTELA CHE VERRÀ EFFETTUATO IL SERVIZIO DI PIZZERIA SIA D’ASPORTO CHE AL TAVOLO E PER IL RISTORANTE VERRÀ EFFETTUATO SOLO IL SERVIZIO PER QUANTO RIGUARDA IL MENU CENONE E NON LA CARTA DEL RISTORANTE

CASTELLUCCHIO Via della Repubblica, 45/B (a 100 metri dalla stazione ferroviaria di Castellucchio) - CHIUSO IL LUNEDÌ TUTTO IL GIORNO SABATO SOLO A PRANZO


Mantova - PAGINA 14 -

Menù14di Natale e Capodanno •PAGINA

Mantova

RISTORANTE CON PIZZERIA A' RISACCA CUCINA DI QUALITA' CENE AZIENDALI DA € 25,00

di Siciliano Luigi

(24 - 25 inclusi)

Via Parma, 56 - Pietole di Borgo Virgilio (MN) Tel. 0376 448367 • ristorante.a.risacca@gmail.com

> IL PIATTO <

A DICEMBRE SEMPRE APERTI Ristorante Pizzeria A'Risacca

Consigli utili per uno stile natalizio sotto piatti, posate e bicchieri

La TAVOLATA perfetta

Un natale “mantovano” con gli Agnoli in brodo

Carne di cappone, cipolla, carota, sedano. Il brodo di cappone è una squisitezza e sono riconosciuti i suoi effetti depurativi per l’organismo. Il brodo di cappone si può gustare da solo, ed è un vero toccasana per quando si ha l’influenza. La tradizione mantovana, però, soprattutto a Natale, impone di mangiarlo con gli agnoli. La cosa più importante è comprare un cappone di alta qualità, allevato a terra, da un contadino di nostra fiducia. Con il cappone si può anche preparare un altro piatto, tipico della tradizione culinaria Mantovana, che fu inventato dal cuoco Bartolomeo Stefani alla corte dei Gonzaga, il famosissimo “Cappone alla Stefani”. Il suo segreto è la marinatura, e viene presentato con chicchi di melograno, uva sultanina, agrumi canditi, e pepe bianco. Una vera delizia per il palato.

L

a casa per Natale si trasforma, diventa il regno di Babbo Natale, dei folletti e degli gnomi e tutto diventa magico. L’abete riccamente addobbato troneggia nel salotto, con le palline che brillano riflettendo il bagliore delle lucine sospese sui rami. La ghirlanda appesa alla porta di ingresso attende che gli abitanti della casa ritornino alla sera e la cappa del camino con le calze della Befana dirige la fiamma delle braci. E’ il momento in cui i sentimenti per le persone che amiamo si fanno più densi e il senso di calore pervade la casa e gli animi. Sono giornate da cioccolata calda con la panna mentre si guarda la neve scendere, mentre addobbi rossi e d’oro e campanelli tintinnano. La regina del Natale è e rimane la tavola, perchè è lì intorno che si radunano le persone a cui vogliamo bene. E’ importantissimo che la tavola sia apparecchiata adeguatamente, che faccia sognare e rilassare, e che

brilli di candele e di posate che riflettono le luci. E’ fondamentale non avere una tavola spoglia o squallida e bisogna ricordare che anche con poco si può fare molto. Non è necessario decorare la casa e la tavola con addobbi costosi. Attualmente in commercio si trova di tutto e di tutti i prezzi. Ma com’è la tavola natalizia che faccia sognare? Una tovaglia bianca ricamata, meglio se quella antica della nonna, non può mancare. In alternativa, si può anche optare per una tovaglia a quadretti rossi e verdi in stile tirolese. Al centro una composizione di media grandezza, con una candela accesa, una melagrana benaugurante, delle palline dorate, pigne e rametti d’abete, la fa da padrone, mentre tanti punti luce sono distribuiti su tutta la lunghezza del tavolo. L’apparecchiatura è così costituita: a sinistra del piatto partendo dall’esterno, la forchetta da antipasto, quella da pesce e quella carne. A destra, dall’ester-

no, il coltello da antipasto, il cucchiaio per i primi in brodo, il coltello da pesce e infine il coltello da carne. In alto, sopra il piatto, non può mancare la posateria da dessert. Partendo dall’alto, cucchiaino e forchetta. A sinistra del piatto va sicuramente il piattino del pane accompagnato dal coltellino per il burro. Anche il set di bicchieri deve essere impeccabile, naturalmente. Spaiati, da destra vanno in quest’ordine: il bicchiere da spumante, quello per degustare il vino rosso, poi quello per il vino bianco e, in ultimo, il bicchiere da acqua. La salvietta va posta sopra il piatto. Naturalmente le posate d’argento sono perfette per il Natale, magari quelle che un tempo erano delle nonne o acquistate in un mercatino dell’antiquariato durante un viaggio all’estero. I profumi provenienti dalla cucina devono condire l’atmosfera e una buona conversazione deve tenere compagnia agli ospiti. Un Natale davvero perfetto.

RISTORANTE PIZZERIA

La Piccola Conchiglia srl SPECIALITÀ NAPOLETANE Pizza classica verace - Panuozzo - Panzerotti - Calzoni fritti Arancini - Pizze con farina integrale

CUCINA D'ASPORTO

ReporterMN

Antipasti - Primi piatti - Secondi piatti - Contorni Via Zonta, 7 46029 SUZZARA (MN)

Tel. 0376 509552

alfano1965@hotmail.it Chiuso il Mercoledì


• Menù di Natale e Capodanno

PAGINA 15

Mantova - PAGINA 15 Mantova

Ecco una lista dei dolci natalizi pi• amati dagli italiani

I coloratissimi cupcakes

vole. Torrone, pandoro e l’antichissimo panettone la fanno da padrone. Non tutti lo sanno, ma il panettone venne inventato

nel 1492, lo stesso anno della scoperta dell’America. Ormai si trovano questi dolci prodotti industrialmente, ma se riusciamo a comperarli dal fornaio di fiducia o dal nostro pasticciere acquistano un sapore davvero speciale. Normalmente i dolci di Natale sono caratterizzati da una forte presenza di spezie e frutta secca. Cannella, uvetta sultanina e pinoli sono i principi della pasticceria natalizia. Come dimenticare poi i datteri ripieni di formaggio e noci, il panforte di Siena – molto simile ad un dolce turco chiamato “lokum” – con gli agrumi canditi e lo zucchero a velo, e i biscotti alla cannella. Ultimamente sono poi giunti da oltreoceano i coloratissimi cupcakes, tortine molto semplici da preparare, ma di enorme impatto visivo, grazie alla glassa di crema di burro che può essere variopinta e decorata con lo zucchero e la pasta di mandorle. Delle ricette tradizionali ci sono

poi le cosiddette “varianti”. Il panettone si trasforma e non ha più i canditi e l’uva sultanina, bensì le gocce di cioccolato fondente. Il pandoro, che normalmente è molto secco e spugnoso, viene accompagnato da una crema allo zabajone o dal mascarpone montato con zucchero e tuorlo d’uovo. Non bisogna in ultimo dimenticare la bellezza delle confezioni di questi prodotti. Gemme, tulle e nastri di organza sono abiti perfetti per i dolci natalizi che vogliamo portare in regalo agli amici e ai parenti più cari. Tra i cinque dolci più amati dagli italiani per le feste natalizie, al quinto posto va sicuramente il panforte, al quarto i cupcakes, al terzo il torrone e pandoro e panettone disputano la medaglia d’oro e quella d’argento. Al di là dei gusti di ciascuno, l’importante è che i dolci di Natale siano ipercalorici e ricchissimi e soprattutto che soddisfino ogni palato.

RISERIA LUCCHI A Ostiglia (MN) - Via della Meccanica, 6

VEGLIONE DI CAPODANNO ballo con Leonino degli Scogli

MENÙ

dolci sono per ogni occasione sinonimo di festa, ma a Natale hanno certamente il posto d’onore sulle nostre ta-

ReporterMN

I

Non solo PANETTONE

Aperitivo di benvenuto Pasticcio al forno radicchio e salsiccia Maccheroncini al salmone Arrosto di maiale e cotechino Grana e mostrada - Buffet di verdure Pandoro - Spumante - Acqua - Vino - Caffè

€ 49,90 È gradita prenotazione

VENERDI 11 DICEMBRE

dalle ore 17,00 in collaborazione con il comune di Ostiglia: Grande Festa di Santa Lucia intrattenimento e cena in compagnia sabato 21 Novembre serata musicale con Jo Fedele e Franco sabato 28 Novembre serata musicale con Paolo Schiavon

Tel. 0386 801982 - Cell. 339.4559011


Mantova - PAGINA 16 -


PAGINA 13 17 PAGINA

Mantova - PAGINA 17 Mantova

SPECIALE AUTO&MOTO

ReporterMN

Mantova

di Sbravati Nicola Via dell'Artigianato, 72 (zona Artigianale) - Valeggio sul Mincio (VR) Cell. 347 8710670 - Tel. 045 6370426 - sbravati.nicola@hotmail.it Ecco alcuni consigli utili per non sbagliare la scelta degli pneumatici invernali

GOMME DA NEVE

L

’obbligo vige dallo scorso 15 novembre, ma è soprattutto da questo week end, quello del 21 e 22 novembre che, stante il previsto crollo delle temperature, l’obbligo di montare gomme da neve o tenere a bordo della propria auto le catene diventa ancora più importante. Vediamo una serie di domande sull’argomento a cui rispondono gli specialisti del sito www.invernoinsicurezza.it.

Le domande e le risposte

8

1

Pneumatici invernali, da neve e termici. Esistono differenze? “Sono modi differenti per indicare pneumatici di tipo invernale che, per legge, non necessitano del montaggio di dispositivi di aderenza aggiuntivi. Sono distinguibili dalla marcatura M+S presente sul fianco del pneumatico (è un’autodichiarazione del Costruttore) e dall’eventuale ulteriore pittogramma Alpino (una montagna a 3 picchi con un fiocco di neve al suo interno) che attesta il superamento di uno specifico test di omologazione su neve”.

2

Pneumatici invernali e pneumatici chiodati sono la stessa cosa? “No, sono prodotti completamente diversi”. ReporterMN

ReporterMN

tecnici specifici. Se hanno la marcatura M+S consentono la circolazione in presenza di Ordinanze”. I pneumatici invernali posso essere utilizzati solo ed esclusivamente in presenza di neve? “No, sono adatti per l’impiego durante tutto l’inverno, anche se non nevica. Il Nuovo Codice della Strada ha recepito il nuovo termine ‘pneumatico invernale’ riconoscendo così allo stesso le migliori prestazioni garantite durante tutta la stagione fredda”.

3

Quando è il momento di montare i pneumatici invernal? “Come stabilito dalla Direttiva Ministeriale 2013, il periodo di utilizzo di questi pneumatici è compreso, in generale, tra il 15 novembre ed il 15 aprile, a prescindere dalle condizioni climatiche e/o dalla presenza di neve al suolo. Tale periodo può essere esteso in zone con condizioni climatiche particolari. In caso di vigenza di Ordinanze, è fatto obbligo il loro rispetto”.

4

Ci sono differenze di prestazione tra i pneumatici di tipo tradizionale e quelli invernali? “Le differenze di prestazione sono molto evidenti essendo i pneumatici invernali progettati e costruiti per dare, globalmente, il meglio nelle condizioni atmosferiche molto critiche (basse temperature, asfalto umido/bagnato/innevato/ecc.) mentre i pneumatici estivi (detti anche standard o normali) offrono un compromesso migliore nelle condizioni di impiego normale”. ReporterMN

5

Con i pneumatici invernali si può viaggiare alla stessa velocità di quelli normali? “Naturalmente sì, in funzione delle condizioni della strada. I pneumatici invernali montati nella stagione fredda possono peraltro avere un codice di velocità (massima) inferiore a quello previsto per il veicolo, e comunque non inferiore a Q (=160 km/h). Tale indicazione va posta all’interno dell’abitacolo, normalmente sui montanti delle porte, in posizione ben visibile dal conducente”.

6

I pneumatici invernali devono essere gonfiati alla stessa pressione di quelli normali? Normalmente sì. La verifica va sempre fatta ‘a freddo’ nelle condizioni ambientali specifiche, rispettando in ogni caso le prescrizioni del Costruttore del veicolo”.

7

Che cosa sono i pneumatici “all season”? “Le definizioni commerciali ‘all season’, ‘4 stagioni’, ‘all weather’, ‘multipurpose’, ‘multiseason’, attribuiscono contenuti

9

Quanti pneumatici invernali occorre montare sull’auto? “Il Ministero ne raccomanda l’installazione su tutte le ruote al fine di conseguire condizioni uniformi di aderenza su fondo stradale”.

10

Pneumatici invernali e pneumatici normali muniti di catene sono giuridicamente due soluzioni equivalenti ed alternative? “Sì, lo prevede espressamente il Codice della Strada”.

ReporterMN

VEICOLI Pegognaga Pegognaga Service NUOVI USATI AutoCrew S.r.l. Service AutoCrew Un marchio Un marchio E D'IMPORTAZIONE Bosch di officine Bosch di officine BRC automotive automotive BRC

CENTRO REVISIONI PNEUMATICI BORGOFORTE ANTICONGELANTE PNEUMATICI per GASOLIO INVERNALI €INVERNALI 19,00 + "VIAGGIA IN REGOLA, CONTROLLA ANTICONGELANTE IL TUO LIBRETTO!!!… per TERGICRISTALLO

• REVISIONI • • OFFICINA ELETTRAUTO • • • OFFICINA ELETTRAUTO (totali) • REVISIONI •

E TRA DUE ANNI SAREMO Fiducia, Competenza, Qualità IL TUO RICAMBISTA NOI A RICORDARTI LA SCADENZA"DI FIDUCIA…

Fiducia, Competenza, Qualità

Via Al Forte n° 4,37Borgoforte (MN) Sport Wagen Srl SEDE: Via Atene, Loc. Gombetto - Porto Mantovano (MN) Strada Provinciale 49Strada Ovest,Provinciale 35 Tel. 0376 390581/387253 - Fax 0376 442044 Via-Garibaldi 63 49 Ovest, 35 PEGOGNAGA (MN) Tel. magazzino@rpmautoricambi.com 0376 646000 PEGOGNAGA (MN) CASTEL GOFFREDO MN Tel. 0376 558378 Tel. 0376 558378 csaborgoforte@gmail.com Tel. 0376 1816310 - Fax 0376 1816311 FILIALE: Via Grezze, 42/E - Desenzano d/Garda (BS) Csa Borgoforte Centro Revisioni Cell. 393 8535286 SIAMO APERTI AL SABATO MATTINA SIAMO APERTI AL SABATO MATTINA Tel. 030/9991901 r.a. - Fax 030 9123427


Mantova - PAGINA 18 -

DETRAZIONE FISCALE 50% per privati

In esclusiva per aziende: POSSIBILITÀ di NOLEGGIO!! a.m. Electric Service di Masullo Andrea - Via Po, 7 - PORTO MANTOVANO (MN) Infoline 335.6610745 - info@amelectricservice.it - www.amelectricservice.it

Per il tuo veicolo scegli dei veri professionisti! Tel. 327 7088046

?

VUOI METTERE GLI OCCHIALI DA SOLE ALLA TUA AUTO? OSCURA I VETRO CON PELLICOLE OSCURANTI INOLTRE ABBATTI IL CALORE CON PELLICOLE IN NANO CERAMICA

NOLEGGIO BOX PORTATUTTO

Non pensare solo alla salute della tua auto, pensa anche alla tua!

STOP ai cattivi odori, allergie, batteri e virus

Sanificazione dell'abitacolo e dell'impianto clima con OZONO L'ozono • stato riconosciuto a livello internazionale quale "gas sicuro?' La sua • una vera e propria "forza della natura" perchŽ igienizza perfettamente senza ricorrere a prodotti chimici. é sempre pi• utilizzato in ambienti quali ospedali, studi medici, case di cura, laboratori di analisi e nei settori farmaceutico ed agroalimentare.

o orizzat t u a o Centrer un'auto P ena pi e! t di salu

Sanity System il servizio più efficace, sicuro ed ecologico per la tua auto, camper, pulmino o suv. L'OZONO: solo vantaggi eccezionali • ELIMINA GLI ODORI, NON SI LIMITA A COPRIRLI: odori sgradevoli quali fumo, animali, ecc. • MASSIMA POTENZA SANIFICANTE E BIOCIDA: efficace per migliorare sicurezza microbiologica degli ambienti e delle superfici. È ideale per eliminare batteri, virus e acari, come dimostrato dal CNSA del 27 ottobre 2010 pubblicato dal Ministero della Salute. • MASSIMA CAPACITÀ DI PENETRAZION E: l'ozono satura l'abitacolo e l'intero impianto di climatizzazione, dove spesso si annidano muffe, batteri e pollini, principali cause di reazioni allergiche • NON ROVINA GLI INTERNI: non ha effetti sui materiali dell'abitacolo e non macchia i tessuti • ECOLOGICO: non vengono impiegati prodotti chimici pertanto non si produce alcun residuo tossico o nocivo

Il trattamento all'ozono Sanity System è consigliato ad ogni tagliando o almeno due volte all'anno.

in collaborazione con

PRANDINI

!

Per il tuo bagaglio

ReporterMN

MOZZECANE (VR) - Via Dell'Artigianato, 18

OSCURAMENTO VETRI


p ets

p et s

Mantova - PAGINA 19 -

O

REP

RTER

INVIA UNA MAIL A reportersegreteria@gmail.com INDICANDO IN OGGETTO IL NOME DEL TUO PET PREFERITO - Ogni settimana la classifica aggiornata dei primi 3 votati dai lettori di Reporter

PEPO

U

na pagina dedicata ai nostri amici a quattro zampe, o a due, o senza. Se possiedi un animale da compagnia (cane, gatto, canarino, serpentello e quant’altro) inviaci le sue foto più divertenti e qualche curiosità. In questo modo parteciperai al nostro contest...

LA CLASSIFICA VOTA IL PET PIÙ SIMPATICO

IL CONIGLIO E IL SUO COMPORTAMENTO

Molte persone credono che il coniglio sia un animale docile e timido, tipo un peluche da regalare come gioco ad un bambino, altri lo considerano insignificante e stupido, poco soddisfacente in confronto a quello che può dare un cane o un gatto. Al contrario il coniglio è un animale intelligente, socievole, curioso, pieno di sorprese, di contraddizioni! sicuramente non è per tutti! E’ curioso e riservato, gran pigrone o scatenato, può essere molto affettuoso ma anche arrogante e aggressivo...ed è tutto questo insieme che lo rende così particolare, divertente ed affascinante.... PER CONOSCERE E CAPIRE IL CONIGLIO DEVE ESSERE INTEGRATO NELLA VITA SOCIALE DELLA FAMIGLIA, QUINDI NON CHIUDETELO IN GABBIA, MA LASCIATELO LIBERO DI ESPRIMERSI! In natura i gruppi di conigli (solitamente di circa 10 esemplari) sono composti da 1 maschio e 1 femmina dominante che comandano sugli altri. I diversi gruppi possono abitare zone adiacenti e ritrovarsi al momento del pasto. I conigli comunicano tra di loro ed allo stesso modo comunicano con noi. Il coniglio (soprattutto quelli di razza più piccola) difendono il loro territorio dagli estranei che possono essere altri conigli, altri animali o persone. I conigli comunicano lasciando odori, marcando o con le posture. Anche noi abbiamo degli odori che il coniglio percepisce: l’odore della nostra paura, dell’ansia, del ciclo mestruale, della sofferenza, dell’arrabbiatura, della malattia.

CONIGLIO NANO

I

o sono Pepo abito a San Giorgio insieme a mamma Loredana e papà Giorgio sono un coniglietto nano di due anni ma piace saltare nel giardino e mangiare la frutta con il mio papà.

18

nome: Pepo Razza: Coniglio Nano Eta’: 2 anni Padrone: Loredana e Giorgo indirizzo: San Giorgio MN

1 • WIZZY

17

GAIA e CAMILLA 2 • BIRBA

14

3 • BLU

S

INSEPARABILI DI GIORNO E DI NOTTE

iamo Gaia una bella boxer e Camilla, un bulldog francese, il nostro padrone si chiama Lorenzo. Viviamo a Pegognaga e insieme ne combiniamo di tutti i colori!! Camilla mangia veramente di tutto e non perde occasione per tormentare Gaia, invece

nome: Gaia Razza: Boxer Eta’: 6 anni Padrone: Lorenzo indirizzo: Pegognaga nome: Camilla Razza: Buldog francese Eta’: 2 anni Padrone: Lorenzo indirizzo: Pegognaga

adora il purè di patate e ama la compagnia, soprattutto dei suoi padroni. Dormiamo sempre insieme nonostante russiamo entrambe.

BULLDOG FRANCESE Il bulldog francese, ironia della sorte, è nato in Inghilterra. Il prezzo, in euro, che piaccia o no, varia solitamente dai 900 ai 1500. L’aspetto fisico del bulldog francese sembra a misura di appartamento, nobile o meno che sia, con i suoi 28-30 centimetri di lunghezza e un peso che varia da 8 a 14 kg, Oltre è troppo e, seppur massiccio, non può esagerare: il suo movimento deve restare veloce, dinamico e leggero, come da manuale canino. Una buona alimentazione e una forma atletica curata fanno sì che il bulldog francese sia spesso soprannominato “il piccolo ercolino” o il piccolo culturista, addirittura. Scherzi a parte, questa razza, classificata come molossoide, nonostante le piccole dimensioni è uno spropositato e a volte inimmaginabile concentrato di forza. Chi ha un bulldog francese o “lo frequenta”, si accorge subito che non è affatto una “palla di lardo” ma che il suo fisico è massiccio, equilibrato, e con molti muscoli al posto giusto, ben scolpiti ed visibili. La sua posizione, poi, è tutto un programma, grazie agli arti posteriori leggermente più lunghi degli anteriori: sembra sempre pronto ad attaccare. I piedi un po’ incurvati verso l’esterno, al variare del suo umore, lo possono rendere un po’ buffo, se di luna buona, ma anche molto minaccioso, se per qualche motivo il nostro bulldog francese ha deciso cdi essere aggressivo. Una delle caratteristiche tipiche del bulldog francese sono le sue orecchie, dette “a pipistrello”, allargate alla base e tonde in punta. Spuntano da una testa di forma quadrata, più larga che lunga dove spicca il tartufo scuro, ampio, rincagnato, con narici molto ampie, anche loro peculiari. Con tutti i bambini, padroni o no, per lui sono “da trattare bene” a priori. Quando si trova in loro compagnia diventa un giocherellone tremendo, si prende cura di loro e si integra nella compagnia con delicata vivacità. Il bulldog francese ha un carattere molto dolce e affettuoso, ma è molto egocentrico e molto pigro: fosse per lui passerebbe molto tempo della giornata a dormire. Un altro aspetto a cui fare attenzione quando si decide di dividere le proprie ore con un bulldog francese è la sua spudorata testardaggine. Come il suo fisico suggerisce, è inamovibile. Vero anche che, se ben addestrato, non è il tipo da dimenticarsi a chi deve ubbidire e in cosa. Non vi consiglio di prendere di petto un tipetto come il bulldog francese, quindi: lui deve decidere che ciò che gli ordinate è “okay”.


PAGINA 20 ReporterMN

Mantova - PAGINA 20 Mantova

Officina Meccanica Restauro vespa e moto d'epoca Ritiro vespe, Ciaoo e moto d'epoca

Strada degli Squadri, 10/1 Guidizzolo (MN)

Ricambi nuovi ed usati

A

Tel. 0376 818630

Cell. 338

7637493

paso.moto@alice.it

•CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC GENDA PER SEGNALARE CONCERTI E SPETTACOLI: reportersegreteria@gmail.com

teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

••• MANTOVA

IL MARE D'INVERNO.... DAL 5 ALL’8 DICEMBRE 2015 CAPRAIA DI VENTO E DI SILENZIO, GRUPPO CONFERMATO. Restano aperte le Iscrizioni...... ancora 2 posti! Un ritorno dopo quasi 10 anni su quest'isola incantata, camminando nella luce e colori contrastanti del fine autunno. "...qui regna il silenzio, la bellezza della macchia e delle sue cime, dalle quali si godono vedute sconfinate sul mare, sulle scogliere e sugli altipiani sino alla Corsica e le isole vicine. Organizzatore: Paolo Trentini 339.6656136 - p.trentini@yahoo.it ESCURSIONI E GITE GIORNALIERE: DOMENICA 22 NOVEMBRE 2015 FESTA DEL TESSERAMENTO, CAMMINATA SULLE COLLINE MORENICHE con pranzo presso Agriturismo Bortolino. Una tranquilla camminata , attraverso i paesaggi autunnali, i borghi e il primo freddo di stagione, per apprezzare maggiormente i sapori

della nostra cucina. Una ottima occasione per rivederci e stare in compagnia…..estrazione finale a premi per i partecipanti. Costo partecipazione camminata: gratuita. Durante il pranzo sarà possibile rinnovare l'scrizione al Circolo valida per l’anno 2016 - €.13,00 annue. Iscrizione all'iniziativa indicando: nome cognome – recapito telefonico a info@scarponauti.it entro Giovedì 19 novembre 2015 TREKKING IN ALTO ADIGE - 29 NOVEMBRE 2015 COLORI E SAPORI D'AUTUNNO ...SOPRA BOLZANO. Camminata classica dai grandiosi panorami alpestri intrisa di tipicità e bellezze tipiche dell’Alto Adige. I boschi stanno ormai per andare in letargo ed offrono le ultime bellissime sfumature e tonalità tipiche di queste quote . L’escursione è facile, con belle visioni sulle vicine Dolomiti del Rosengarten e Odle, passando per la suggestiva valle delle piramidi di terra. Nel caso di nevicate anticipate, la facilità dell’altipiano consente comunque di camminare tra i sentieri ben segnalati senza problemi, dando un valore aggiunto alla bellezza del paesaggio. Max 25 persone

iscritte. Organizzatore: Paolo Trentini 339.6656136 - p.trentini@yahoo.it In arrivo il programma invernale 2015/2016 !!! ......................................................

••• OSTIGLIA CINEMA

HUNGER GAMES: Il Canto della rivolta parte 2 Hunger Games Il Canto della Rivolta parte 2 accompagna la saga verso il suo potente capitolo finale, in cui Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence) capisce che la posta in gioco non riguarda soltanto la sopravvivenza, ma anche il futuro.Con l'intera Panem in guerra totale, Katniss affronta il Presidente Snow in uno scontro finale. Accompagnata dai suoi più cari amici - inclusi Gale, Finnick e Peeta - Katniss va in missione con la squadra del Distretto 13, dove rischierà la vita per liberare i cittadini di Panem e attentare alla vita del Presidente Snow, sempre più ossessionato dal pensiero di distruggerla.. ORARI E DATE: Venerdì 20 ore 21.15 Sabato 21 ore 21.15 Domenica 22 ore 16-18.30-21.15 Lunedì 23 ore 21.15 Martedì 24 ore 21.15 INGRESSO: intero € 7,00 - ridotto € 5,00 MARTEDÌ € 5,00

CENTRO POLIVALENTE DYNAMICA A.S.D SPORT CULTURA E SPETTACOLO Vi aspettiamo presso il nostro centro per farvi conoscere tutte le attività

Info: tel. 0386 32151 prolocoostiglia@alice.it ......................................................

••• SUZZARA CINEMA

GHOST HUNTERS: Gli acchiappafantasmi Tom Tomson non è mai stato un campione di coraggio e anche per questo è diventato lo zimbello di sua sorella maggiore e la preoccupazione dei suoi genitori. Costretto un giorno a scendere in cantina, scopre l'esistenza di un fantasmino verde e gelatinoso di nome Ghosty, fuggito dal suo maniero a causa di uno spirito malvagio. Superata la strizza grazie al nuovo amico, Tom bussa alla porta della scontrosa Hetty Cuminella, esperta acchiappafantasmi, ingiustamente licenziata dall' organizzazione segreta per cui lavorava e desiderosa di tornare in azione sul suo campo di battaglia preferito. ORARI E DATE: Sabato 21 ore 16.00 Domenica 22 ore 15.30 THE WALK The Walk racconta la storia vera di un giovane sognatore, il funambolo Philippe Petit, che ha compiuto un'impresa passata alla storia: passeggiare fra le Torri Gemelle del World Trade Center in equilibrio su un filo d'acciaio. Con tanto coraggio e un'ambizione cieca, Petit riesce a superare i limiti fisici, la paura e i divieti delle forze dell’ordine e vincere così la sua sfida contro tutto e tutti. ORARI E DATE: Sabato 21 ore 19.30-22.00 Domenica 22 ore 17.30-19.3021.30 Lunedì 23 ore 21.30 Info: Tel. 0376.522764 ......................................................

••• QUISTELLO

della nostra Associazione

BALLO LISCIO

CON ORCHESTRA TUTTI I SABATO SERA (dalle 20.00) TUTTE LE DOMENICHE (dalle 19.00) PROGRAMMA DELLE PROSSIME SETTIMANE 21.11.2015

GIACOMO ZANNA

22.11.2015

LE MELODIE

29.11.2015

CLAUDIO SAX

30.11.2015

FELICE PIAZZA

Info: Via Mincio, 16 - GOITO (Mn) Tel. 0376.689622

BELLI DI PAPA’ - regia di G. Chiesa - commedia Con D. Abatantuono, F. Facchinetti Sab 21 novembre ore 21.15 Dom 22 novembre ore 16 e 21.15 Lun 23 novembre ore 21.15 Vincenzo è un imprenditore di successo. Vedovo, rimasto improvvisamente solo, deve badare a tre figli ventenni, che rappresentano per lui un vero e proprio cruccio. I ragazzi vivono, infatti, una vita piena di agi, ma senza senso e soprattutto ignari di qualsiasi responsabilità. Vincenzo tenta perciò di riportarli alla realtà: una messinscena con cui fa credere ai figli che l'azienda di famiglia stia fallendo per bancarotta fraudolenta. Sono perciò costretti ad un’improvvisa fuga degna di veri latitanti. I quattro si rifugiano in una vecchia e ormai malconcia casa di famiglia in Puglia. Per sopravvivere, Chiara, Matteo e Andrea dovranno cominciare a fare qualcosa che non hanno mai fatto prima: lavorare. RASSEGNA FILM D’ESSAI 2015 WIM WENDERS- RITORNO ALLA VITA- regia di W. Wenders dramm Con J. Franco, R. McAdams Gio 26 novembre ore 21.15 Una sera d'inverno lo scrittore Tomas sta guidando in un paesaggio nevoso quando una slitta gli si para davanti scendendo da un pendio. Tomas non ne ha colpa e

nemmeno Christopher, il fratello maggiore che avrebbe forse potuto prestare più attenzione al fratellino e nemmeno la mamma dei due che li avrebbe potuti richiamare in casa. Tomas entra in crisi profonda e la sua vita cambia anche sul piano affettivo. Questo evento lascerà segni anche nel futuro di tutti coloro che sono stati coinvolti. Ci sono autori che restano talvolta affascinati dal modo in cui le 'storie' giungono al loro cospetto. È, in questa occasione, il caso di Wim Wenders che ha ricevuto per posta la sceneggiatura e ha deciso quasi d'istinto di farne un film in 3D. Film di grande raffinatezza stilistica. PROSSIMAMENTE - HUNGER GAMES - Il canto della rivolta /Parte 2 - IL VIAGGIO DI ARLO - Disney/ Pixar - CHIAMATEMI FRANCESCO- Il Papa della gente PREZZI INGRESSO: sab/dom/lun € 6,50 - ridotto € 5 GIOVEDÌ € 5,50 Tessera fedeltà per tutti: ogni 12 ingressi uno è omaggio!! E tutta la famiglia può utilizzare la stessa tessera!! Info: www.cinemateatrolux.com ......................................................

••• REVERE CINEMA

PAN: Viaggio sull'Isola che non c'è Peter è un dodicenne biricchino con una insopprimibile vena ribelle, ma nel triste orfanotrofio di Londra dove ha vissuto tutta la vita queste qualità non sono ben viste. In una notte incredibile Peter viene trasportato dall'orfanotrofio dentro un mondo fantastico, popolato da pirati, guerrieri e fate, chiamato Neverland. E lì si ritrova a vivere straordinarie avventure e a combattere battaglie all'ultimo sangue nel tentativo si svelare l'identità segreta di sua madre, che lo aveva abbandonato tanto tempo prima, ed anche il suo posto in questa terra magica. In una squadra formata dalla guerriera Giglio Tigrato e dal suo nuovo amico di nome James Hook, Peter deve sconfiggere lo spietato pirata Barbanera per salvare Neverland e scoprire il suo vero destino, diventare l'eroe che sarà conosciuto per sempre con il nome di Peter Pan. ORARI E DATE: Venerdì 20 ore 21.15 Sabato 21 ore 21.15 Domenica 22 ore 17.30 -21.15 Lunedì 23 ore 21.15 Martedì 24 ore 21.15 INFO: Tel. 0386.46457 ......................................................

••• GONZAGA TEATRO

DOMENICA 29 NOVEMBRE- ORE 21.00 “LAIKA” – Ascanio Celestini Uno spettacolo di Ascanio Celestini con Ascanio Celestini e Gianluca Casadei alla fisarmonica e la voce fuori campo di Alba Rohrwacher. ll suo nuovo spettacolo che azzarda un tema a dir poco irrequieto: come sarebbe, cosa farebbe e cosa penserebbe Gesù se tornasse sulla Terra. Con il suo sguardo critico ad alta tensione, Celestini ci porta in un monolocale di periferia, con vista sul parcheggio di un supermercato: lì troviamo Gesù, mandato tra gli uomini non per salvarli, non per redimerli, ma solo per osservarli. A simboleggiare la cecità di chi può osservare il mondo solo attraverso gli occhi di un altro, il monolocale è del tutto spoglio e, come fosse la soggettiva di

Gesù, ascolteremo solo la voce di Pietro. Il Teatro è situato a pochi passi da Piazza Matteotti, posta nel centro del paese. CINEMA: SE DIO VUOLE Se Dio vuole vede protagonista Tommaso, uno stimato cardiochirurgo, anche se il suo rapporto con il "cuore" si limita alla sala operatoria. Una vita fa ha conosciuto sua moglie Carla, affascinante e "pasionaria", oggi sfiorita come gli ideali in cui credeva. Tommaso e Carla hanno due figli; la più grande Bianca non ha interessi, non ha idee, non ha passioni: una simpatica mentecatta. Andrea invece è un ragazzo brillante, iscritto a Medicina, pronto a seguire le orme del padre, con suo grande orgoglio. Ultimamente Andrea però sembra cambiato: è spesso chiuso nella sua stanza e la sera esce senza dire a nessuno dove va. Il dubbio si insinua strisciante: Andrea è gay! Chiunque sarebbe entrato in crisi, ma non Tommaso. ORARI E DATE: Martedì 01 dicembre ore 21.15 INFO E PRENOTAZIONI: Telefonicamente : tutte le mattine dalle ore 9.00 alle 13.00 ai numeri 0376526337 o 3293573440 Via mail a: teatro.gonzaga@ comune.gonzaga.mn.it Presso il Caffè Teatro nei giorni ed orari di apertura è possibile avere informazioni e lasciare le proprie richieste di prenotazione. CONTATTI: Ufficio Teatro, Via Fiera Millenaria, 64, tel 0376526337 o cell. 3293573440 e-mail: teatro.gonzaga@ comune.gonzaga.mn.it / www.comune.gonzaga.mn.it ......................................................

••• MIRANDOLA

UN CASTELLO DI LIBRI: Quest’anno “Un Castello di Libri” intende concentrarsi in particolare su due ambiti: la competizione regolata dalla lettura e il piacere di raccontare storie. Troverà spazio infatti nell’edizione del 2015 lo svolgimento di un gara fra gli studenti degli Istituti Secondari Superiori della Città, basata su una decina di libri, la cui lettura costituirà la materia del contendere. Per vincere, i libri dovranno essere fatti propri, assimilati, entrando davvero in essi, come dovrebbe richiedere una lettura forte. Vince solo chi legge. La manifestazione quest’anno vuole poi indugiare specialmente sul valore della narrazione. Sono stati così invitati scrittori che hanno pubblicato presso diverse case editrici opere di narrativa, raccontando storie, immaginandosi percorsi e vicende, o anche riportando fatti veri, ma sempre raccontando. INFO E CONTATTI Comune di Mirandola Biblioteca “Eugenio Garin” Tel. 0535 29782 - 0535 29624 cultura@comune.mirandola.mo.it www.uncastellodilibri.it

Reporter mn42 15  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero per Mantova e provincia

Reporter mn42 15  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero per Mantova e provincia

Advertisement