__MAIN_TEXT__

Page 1

Mantova - Via Acerbi, 10/12 - Tel. 0376.367622 - Fax 0376.310107 - reportersegreteria@gmail.com CI TROVI IN TUTTE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 € 0,01 COPIA OMAGGIO Numero41 07••VENERDÌ VENERDÌ13 27novembre febbraio 2015 • prossima uscita venerdì MARZO 2015 2015 Numero 2015 • prossima uscita venerdì6 20 NOVEMBRE

SETTIMANALE D'INFORMAZIONE ED EVENTI

IL LATTE DELLA DISCORDIA ReporterMN

Agricoltori sul piede di guerra: nel mirino i latticini provenienti dall’estero

RISOTTERIA LUCCHI

SABATO 14 NOVEMBRE DJ PAOLO riscalderà la serata durante la serata - PREMIEREMO la scarpa più… menù € 16,50 bevanda compresa

a pag. 4

FLAVIO BREGOLI

C’è un artista in Fonderia ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag.3

• Mantova - Caritas è Comune per una città solidale • Grande Mantova - Nuovo look per il centro sociale di Pietole • Alto Mantovano - Una nuova cucina per l’Anffas • Oltrepò - Alla scoperta dell’antica Via Claudia • Désiréé risponde - I consigli dell’esperto in amore • Speciale casa - Prepariamoci all’inverno • Speciale Auto&Moto - Scatta l’obbligo delle gomme termiche • Eventi - Feste e Sagre a Mantova e provincia • Reporter Pets - I nostri amici a quattro zampe • Foto Reporter - Immagini dai lettori • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

si accettano

I PRENOTAZIONO PER FINE ANN a menù alla cart

to e intrattenimen

musicale

apertura con degustazioni e vendita prodotti del territorio ATELIER Ò DISEGNA LA TUA ETICHETTAÓ Ospite Sua Maestˆ Ò TIROT DI FELONICAÓ PRESIDIO SLOW-FOOD OLTREPO MANTOVANO Ore 14,00: GARA DI PIGIATURA per bambini e non solo! Dimostrazione SQUADRA DI PALLAVOLO Quistello Ore 16,00: Premiazioni gara di pigiatura Ore 16,30: Premiazioni concorso DOLCI DA CREDENZA Ore 17,00: Aperitivo Ò OLTRE IL TRAMONTOÓ Per tutta la giornata: ciccioli artigianali del Gruppo “Cicciolai dell’Oltrepo”, caldarroste, vin brulŽ , sugolo

5 6 7 8 9 10 13 14 18 19 20 21

Via della Meccanica, 6 Ostiglia (zona industriale) MN

Tel. 0386 801982 Cell. 339.4559011 lunedì, martedì sera chiusi Aperti tutti i giorni a mezzogiorno

Via Londra n. 21 - 46047 PORTO MANTOVANO -MNinfo@puliart.it Tel. +39 0376 392932 Fax +39 0376 396125


PAGINA 2

ReporterMN

Piazza Garibaldi, 1 - Volta Mantovana (MN) Tel. 0376 83496

Mantova


Mantova - PAGINA 3 -

L’INTERVISTA

PAGINA 3

Mantova

FLAVIO BREGOLI • di Alessandra Lovatti Bernini

to con il cliente per me è molto bello, anche perchè riesco a rapportarmi con tutti ed ho una clientela molto eterogenea: architetti, mobilieri, etc...”

non so se calzerà a pennello oppure no. Inoltre sono necessarie grande abnegazione e dedizione al mestiere per tenere duro”. Quali sono i prodotti di punta della fonderia? “Direi le pentole ‘Retrò’, che realizziamo con il vecchio stampo, per tutte le cucine. Sono il nostro orgoglio perchè nascono dalle nostre idee, siamo gli unici al mondo a produrre questo tipo di pentole, lo spessore è indice di qualità e anche la manualità necessaria per produrle è un unicum. Le nostre pentole ‘Retrò’ sono state esposte ad Expo nel padiglione della Lombardia per una settimana. Siamo stati premiati dalla Confartigianato d’Italia in quanto una delle ventisette aziende più importanti d’Italia. Per noi questo èmotivo di grande orgoglio”. Lei però è anche, e soprattutto, un artista? “Sì, la mia soprattutto, è un’azienda creativa, infatti ci occupiamo anche di artigianato artistico, come ad esempio la fusione delle statue. Avevo da sempre nascosto dentro di me il mio lato creativo, fin da bambino. Inizialmente disegnavo, poi mi sono dato alla scultura, con ottimi risultati. Le mie opere sono state esposte alla Biennale di Genova, a Hollywood, a Palermo e in molti altri luoghi,

dove l’arte la fa da padrone. Questo è un altro motivo di soddisfazione enorme per me. Per ogni informazione si possono comunque consultare i nostri siti www.pentoleretro.it oppure www.fonderiafrignani.com o www.flaviobregoli.com”.

Metto la mia creativitˆ al servizio dell’azienda Qual è, invece, il lato negativo del suo mestiere? “Penso che il lato negativo sia semplicemente quello che sta accadendo intorno a noi, le difficoltà che ci sono, ma questo è sicuramente un discorso che vale per tutti. La nostra è un’azienda che potrebbe crescere senza alcun problema, ma non ci riusciamo più di tanto, o almeno, non come vorremmo”. E’ un lavoro difficile e impegnativo? “Sì, lo è, è un mestiere molto duro e faticoso. E’ difficile perchè quando crei qualcosa, non sai mai se andrà bene o se saranno necessari degli aggiustamenti. Ad esempio, quando creo un pezzo per un’automobile,

Sopra, Flavio Bregoli in posa accanto ad una sua opera. Nelle altre foto, alcuni lavori realizzati dall’artista mantovano

MEDENT ADRIATIC S FA ZI

A

NE

100%

T

AR I ANT

G

• PRIMO VIAGGIO • PRIMA VISITA • RAD/PANORAMICA • PREVENTIVO

DI

O

GRATIS

D

ROVIGNO/CROAZIA SO

F

lavio Bregoli, titolare della Fonderia Fratelli Frignani, splendida azienda che si trova a Borgo Virgilio in Mantova, e che si distingue per l’unicità dei suoi prodotti, in questa intervista ci racconta come ha iniziato questa attività, quali sono i suoi prodotti di punta e tante altre curiosità non solo sull’azienda, ma anche sulla sua personale passione per l’arte, tanto forte che lui stesso diventa artista. Bregoli, come e quando ha iniziato questa attività? “Ho iniziato nel 1968 quando ho rilevato con un socio quella che era la fonderia dei Fratelli Frignani. Era ed è rimasta un’azienda a conduzione fami-

gliare, e per noi è il tratto distintivo”. In che cosa consiste, precisamente, il lavoro della fonderia? “Realizziamo oggetti in metallo (alluminio e ottone) di vario genere: pezzi di automobili, cimeli, meccanismi e molto altro. Riusciamo a produrre da un solo pezzo fino a mille, e in questo modo accontentiamo ogni tipo di clientela. Effettuiamo ancora una lavorazione dei nostri prodotti totalmente artigianale”. Qual è la parte più bella del suo lavoro? “Sicuramente il creare. La creatività è importantissima in questo mestiere, così come la precisione. Direi che vanno di pari passo. Anche il rappor-

Ancora OGGI sempre più persone dall’Italia vengono presso la nostra clinica odontoiatrica per la SERIETÀ, PROFESSIONALITÀ e SICUREZZA nel ritrovare il loro SORRISO NATURALE!

Prenota al 333.6909388

www.dentistincroazia.com

RISPARMIA

dal 40% a l 70% per la cur a ai TUOI D ENTI


PAGINA 4 PRIMO

Mantova - PAGINA 4 -

PIANO

Mantova

Dopo l’allarme Oms sulle carne, nel mirino i latticini provenienti dall’estero La protesta degli allevatori italiani: “Concorrenza sleale, a rischio un intero settore”

LA GUERRA DEL LATTE

R

itorniamo a parlare di qualità del cibo, dopo la “bomba” scoppiata le scorse settimane sulla carne rossa, a seguito della pubblicazione dello studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Questa settimana parliamo della qualità del latte e dei suoi derivati. Scarsa è ancora l’informazione a proposito di questi prodotti, molto amati dagli italiani, che però rischiano di essere altamente nocivi per la salute. Entriamo più nello specifico, raccontando quanto emerge da una denuncia della Coldiretti. Dalle frontiere italiane passano ogni giorno 3,5 milioni di litri di latte sterile, ma anche concentrati, cagliate, semilavorati e polveri per essere imbustati o trasformati industrialmente e diventare magicamente mozzarelle, formaggi o latte italiani, all’insaputa dei consumatori. Nell’ultimo anno - denuncia la Coldiretti - hanno addirittura superato il milione di quintali le cosiddette cagliate importate dall’estero, che ora rappresentano circa 10 milioni di quintali equivalenti di latte, pari al 10 per cento dell’intera produzione italiana. Si tratta di prelavorati industriali che vengono soprattutto dall’Est Europa che consentono di produrre mozzarelle e formaggi di bassa qualità e quindi a basso costo. Un chilogrammo di cagliata usata per fare formaggio sostituisce circa dieci chili di latte e la presenza non viene indicata in etichetta. E’ bene tenere presenti questi aspetti, quando comperiamo prodotti caseari a basso costo. Naturalmente la scelta è nostra, siamo noi che decidiamo cosa mangiare e cosa no, ma l’importante è scegliere consapevolmente e per fare ciò è necessario essere messi nella condizione di poter reperire più

informazioni possibili riguardo ai prodotti che consumiamo. Nessuno ci potrà mai biasimare perchè mangiamo un formaggio prodotto senza regole all’estero, l’importante è che se lo facciamo, lo facciamo per una scelta consapevole: “so che questo alimento è potenzialmente danno-

degli alimenti, ma anche con l’indicazione delle loro caratteristiche specifiche a partire dai sottoprodotti”, afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo. Non è un caso - continua Moncalvo - che l’89 % dei consumatori ritiene che la mancanza di etichettatura di origine

te anche le mucche a rischio di estinzione perché gli allevatori non riescono piu’ a mantenerle. Nel passaggio dalla stalla allo scaffale - sottolinea la Coldiretti - i prezzi moltiplicano fino a quattro volte per il latte fresco con i centesimi riconosciuti agli allevatori che si trasformano

Un momento della manifestazione e il Presidente di Coldiretti, Paolo Carra

so per il mio organismo, ma lo mangio lo stesso”. Esiste anche un secondo problema relativo alla penetrazione di latte estero nel nostro Paese, ossia i riflessi sulla nostra economia. Oltre ad ingannare i consumatori, infatti, questo sistema fa concorrenza sleale nei confronti dei produttori che utilizzano esclusivamente latte fresco. L’assenza dell’indicazione chiara dell’origine del latte a lunga conservazione, ma anche di quello impiegato in yogurt, latticini e formaggi, non consente - sostiene la Coldiretti - di conoscere un elemento di scelta determinante per le caratteristiche qualitative, ma impedisce anche ai consumatori di sostenere le realtà produttive nazionale e con esse il lavoro e l’economia del vero Made in Italy. “In un momento difficile per l’economia dobbiamo portare sul mercato il valore aggiunto della trasparenza con l’obbligo di indicare in etichetta l’origine

possa essere ingannevole per i prodotti lattiero caseari, secondo la consultazione pubblica on line sull’etichettatura dei prodotti agroalimentari condotta dal ministero delle Politiche Agricole che ha coinvolto 26.547 partecipanti sul sito del Mipaaf dal novembre 2014 a marzo 2015. Il riflesso sull’economia italiana è preoccupante. Gli allevatori italiani hanno perso in un anno oltre 550 milioni di euro perché il latte viene pagato al di sotto dei costi di produzione, con una riduzione dei compensi di oltre il 20 per cento rispetto allo scorso anno su valori inferiori a quelli di venti anni fa mentre al consumo i prezzi non calano. E’ quanto emerge dal dossier presentato dalla Coldiretti “la guerra del latte” che si è estesa con decine di migliaia di allevatori dalle industrie ai supermercati delle grandi città da Roma a Torino, da Bologna a Venezia, da Bari a Milano, dove sono state porta-

in euro pagati dai consumatori. L’industria – denuncia la Coldiretti - ha deciso unilateralmente di tagliare i compensi per il latte alla stalla di oltre il 20 per cento rispetto allo scorso anno, proponendo accordi capestro che fanno riferimento all’indice medio nazionale della Germania, con una manovra speculativa ingiustificata e quindi inaccettabile. Siamo di fronte, infatti, ad una palese violazione delle norme poiché il prezzo corrisposto agli allevatori è inferiore in media di almeno 5 centesimi rispetto ai costi di produzione, che variano dai 38 ai 41 centesimi al litro secondo l’analisi ufficiale effettuata dall’Ismea in attuazione della legge 91 del luglio 2015 che impone che il prezzo del latte alla stalla debba commisurarsi ai costi medi di produzione. Nel 2015 hanno chiuso circa mille stalle, con effetti irreversibili sull’occupazione, sull’economia, sull’ambiente e sulla qualità dei

Paolo Carra (Coldiretti): “Le etichette siano trasparenti per tutti” In questa intervista a Paolo Carra, Presidente della Coldiretti Mantova, ci spiega quali siano gli effetti della penetrazione del latte prodotto all’estero nell’industria italiana e che cosa sarebbe necessario per superare l’impasse. Qual è, secondo lei, la più grande mancanza nei confronti del consumatore, se si parla dell’importazione di latte straniero nel nostro Paese? “Il consumatore deve avere chiaro che cosa compra. L’etichettatura deve essere trasparente e deve segnalare dove viene prodotta la materia prima, in modo che chi compra sia messo nella condizione di potere scegliere consapevolmente che cosa acquistare. E’ lo stesso discorso che vale per l’olio – caso che è scoppiato negli ultimi giorni – o per la moda italiana: deve essere chiara la tracciabilità del prodotto, bisogna sapere perfettamente dove si produce una merce”. Quali sono gli effetti sulla produzione italiana? “Il latte in Italia viene pagato circa 32.5/33 centesimi di euro al litro. Il latte importato viene pagato circa 2 centesimi. A questi prezzi non è possibile produrre e trasformare, perchè un’azienda agricola ci perde. Si corre il rischio di perdere altre 10.000 aziende, che con queste condizioni non riescono a sopravvivere”. Qual è l’impatto che questo ha sul territorio mantovano? “A dire la verità, questo sistema sul mantovano ha poco impatto perchè il nostro è più che altro un territorio di trasformazione. Tuttavia il mantovano non è avulso dal sistema agricolo e quindi occorre solidarietà anche fra i diversi territori di produzione”. Che cosa sarebbe necessario, secondo ei, per risolvere questo problema? “Bisognerebbe che lo Stato promulgasse una legge per regolare la tracciabilità di un prodotto, e per rendere ‘trasparenti’ le etichette”. (a.l.b.) prodotti. E quelle che sono sopravvissute, circa 35mila, non possono continuare a lavorare in perdita a lungo. “A rischio c’è un settore che rappresenta la voce più importante dell’agroalimentare italiano con un valore di 28 miliardi di euro con quasi 180 mila gli occupati nell’intera filiera” ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo “in gioco c’è un patrimonio del Made in Italy alimentare che ha garantito all’Italia primati a livello internazionale ma anche un ambiente ed un territorio unico che senza l’allevamento rischia l’abbandono ed il degrado”. Una caratteristica distintiva e straordinaria della produzione

lattiero-casearia italiana è la sicurezza alimentare e la qualità che esprime le nostre stalle sono le più controllate al mondo (in media un controllo, diretto o in auto controllo, settimanale) e offrono un latte dalle elevate caratteristiche nutrizionali. Per quanto riguarda invece – continua Coldiretti - la qualità, è da sottolineare come oltre il 45% delle nostre produzioni serve a realizzare i migliori formaggi del mondo la cui qualità e distintività e strettamente legata alla produzione di latte dei nostri territori. L’intera filiera genera un valore di 28 miliardi di euro al consumo - conclude la Coldiretti - con quasi 180mila occupati.

ReporterMN

• di Alessandra Lovatti Bernini

> L’INTERVISTA <

COTTURA DI VERDURE FRESCHE al vapore, alla griglia e gratinate

PIZZE SURGELATE, BRUSCHETTE, RUSTICHELLA SÜGOL D'UVA

PRODUZIONE PROPRIA di dolci della tradizione

sbrisolona: mantovana/al cioccolato/riso biscotteria di pasta frolla innovativa torte Via Nenni, 4 - Cerese di Borgo Virgilio (MN)

tel. 331 9862118


Mantova - PAGINA 5 -

MANTOVA

Firmata la convenzione tra Comuni e Caritas. Il sindaco Palazzi: Ò Nessun taglio al welfare nel 2016Ó

È

stata firmata la convenzione tra i Comuni del Consorzio Progetto Solidarietà e la Caritas. L’accordo è stato siglato venerdì 6 novembre nella sede del Comune di Mantova dal sindaco Mattia Palazzi, dall’assessore al Welfare Andrea Caprini e dal direttore della Caritas Giordano Cavallari. “È importante avere chiuso questa convenzione - ha detto Palazzi - ad oggi non ci sono ancora le risorse della Regione. Ma prendiamo l’impegno di non prevedere tagli al welfare nel bilancio 2016 del Comune”. La convenzione riguarda il sostegno ai 15 comuni che fanno parte della rete del Consorzio Progetto Solidarietà del

Mantova, città SOLIDALE

La firma dell’accordo in Municipio

> CULTURA<

Alle Fruttiere le opere di Aldo Andreani

Il disegno della Camera di Commercio realizzato da Andreani

Alle Fruttiere di Palazzo Te fino al 31 gennaio 2016 resta aperta la mostra “Aldo Andreani – Architetto” curata da Roberto Dulio e Mario Lupano e dedicata al grande architetto mantovano scomparso nel 1971. L’esposizione presenta una rassegna di materiali di progetto originali (disegni, bozzetti e fotografie d’epoca), provenienti sia dal Fondo Andreani (presso l’Archivio Progetti dell’Università Iuav di Venezia), sia da altre raccolte, pubbliche e private, cui si aggiungono una serie di sculture e le immagini della nuova campagna fotografica realizzata da Maurizio Montagna. Aldo Andreani (1887-1971) nasce a Mantova, dove si compie il suo brillante esordio alla viglia della Grande Guerra. Si trasferisce in seguito a Milano, scenario di altri sorprendenti e ambiziosi progetti, nei quali l’invenzione di un nuovo linguaggio si combina con la lezione manierista e barocca. L’opera di Giulio Romano costituisce sicuramente una suggestione carsica nell’esperienza dell’architetto mantovano; Palazzo Te rappresenta pertanto la sede naturale di questa mostra, nella quale nuove letture critiche esplorano differenti ascendenti che influenzano l’immaginario di Andreani. Aldo Andreani abita ai limiti, frequenta un territorio che è simultaneamente capace di produrre accelerazioni fantastiche pur essendo interno a una solida nonché sfaccettata cultura disciplinare, modulata fra l’architettura e le altre arti plastiche e decorative. La mostra ne illustra l’attività in sei nuclei tematici, cercando di dare conto, nel suo svolgimento cronologico, proprio della moltitudine di pulsioni che si riversano sulla ricerca progettuale ed espressiva dell’architetto.

Distretto di Mantova. Da anni è in corso una buona collaborazione tra Distretto e Caritas Diocesana e un sostegno economico da parte dei comuni del Consorzio per l’accoglienza e la gestione di servizi a favore di persone che si trovano in situazioni di disagio, emarginazione e fragilità. Gli attori coinvolti sono la Caritas, il Consorzio Progetto Solidarietà e l’Associazione Abramo Onlus. La Caritas ha concesso in comodato all’associazione Abramo i locali di San Giorgio e di Goito. A San Giorgio ha sede la Comunità Mamrè, 11 posti letto e servizi collegati a favore di maschi adulti, italiani e stranieri, con gravi fragilità sociali

e a rischio di emarginazione nel territorio mantovano o persone provenienti dall’esperienza di vita di strada, dimesse dal carcere o in misure alternative alla detenzione, in condizioni di disagio psichico lieve, in difficoltà di rientro dall’esperienza di una dipendenza. A disposizione anche 8 monolocali per le famiglie in difficoltà sociale. A Goito si trova la Casa della Rosa, 20 posti letto e servizi collegati a favore di donne, italiane e straniere, con i loro figli (sui quali esercitano potestà) in situazioni di grave fragilità sociale nel territorio mantovano, quali donne maltrattate, allontanate dal nucleo familiare, in stato di separazione, donne sole in gravidanza e madri, donne senza dimora, donne dimesse dal carcere o in misure alternative alla detenzione. L’associazione Abramo svolge attività di valutazione dei casi segnalati dai servizi istituzionali titolari della presa in carico sociale, di progettazione personalizzata ai fini dell’accoglienza e ospitalità residenziale con apertura del servizio 24 ore su 24 per tutto l’anno. L’accesso alle Comunità avviene tramite istanza diretta

> CURIOSITA’ <

Dal Giappone per il pane mantovano Continuano i rapporti di amicizia tra Mantova e Omihachiman. In questi giorni il panettiere professionista Yuichi Tani, proveniente dalla realtà gemellata giapponese, è nella nostra città per scoprire ed apprendere i “segreti” della gastronomia mantovana. E così ha lavorato alla boutique Sapori in Tavola di Loredana Bertoni, alla pasticceria La favorita di Bonizzi Franco e C. e al panificio Truzzi. Inoltre, Yuichi Tani venerdì 6 novembre è stato accolto in Municipio dal vicesindaco di Mantova Giovanni Buvoli, al quale ha consegnato una lettera scritta dal sindaco di Omihachiman e rivolta al primo cittadino Mattia Palazzi. Nel carteggio si sottolinea l’auspicio di continuare a tenere vivi i rapporti culturali che legano le due realtà. E già nel giugno 2016, anno in cui Mantova sarà Capitale Italiana della Cultura, alcuni musicisti di Omihachiman suoneranno ad una manifestazione nella città virgiliana.

La Redazione di Reporter • lieta di presentare: REPORTER SPOSI ed. 2015-2016

La guida tra i professionisti del settore per tutti i novelli sposi, dove si possono trovare tante utili notizie sul matrimonio, sui preparativi, sullÕ organizzazione del giorno pi• importante e sulle novitˆ del settore. Prossimamente in distribuzione!!!

dei servizi sociali dei Comuni e limitato alle capacità ricettive delle Comunità stesse. Il Consorzio Progetto Solidarietà eroga all’associazione Abramo un contributo a parziale copertura delle spese di gestione pari a 190 mila euro. La diocesi di Mantova mette a disposizione delle attività

dell’associazione Abramo nuovi immobili siti sui Comuni di Mantova (due appartamenti per l’housing first e uno per l’housing sociale), Porto Mantovano (due appartamenti per l’housing sociale), Castellucchio (un appartamento per l’housing sociale) e Curtatone (due appartamenti per l’housing first).

> ECONOMIA <

Eletto il nuovo Gruppo Giovani di Confartigianato

L’assemblea dei giovani di Confartigianato

Confartigianato Mantova ha presentato il suo neocostituito Gruppo Giovani in un affollato convegno sul passaggio generazionale, lo scorso sabato, presso la sala conferenze dell’Associazione. Alla presenza del Presidente Nazionale del Gruppo Giovani di Confartigianato Marco Nardin e di quello regionale Rocco Dabraio, la fresca di nomina Chiara Maduzzi ha ricevuto l’investitura ufficiale dal Presidente dell’Associazione mantovana Lorenzo Capelli. La neopresidente ha presentato tutti i membri del gruppo che la affiancherà, a partire dal vice Salvatore Filosa, Nicola Pavan, Federica Capelli, i fratelli Corradelli (Riccardo e Simone), Luca Zuanon e Nicola Busi. Il convegno è poi proseguito con l’intervento di Francesco Montignani, dottore commercialista veronese, che ha trattato gli aspetti tecnici e psicologici di un momento delicato come quello del passaggio generazionale, quando l’imprenditore titolare si trova nelle condizioni di dovere fare un passaggio di consegne ad un altro soggetto, che sia un figlio o un soggetto esterno al nucleo familiare. Il dottor Montignani ha sottolineato a più riprese le implicazioni psicologiche che il passaggio generazionale porta naturalmente con sé, sia come attese e aspettative di entrambe le parti coinvolte, sia come paure e aspirazioni: non di rado, è opportuno affiancare alle figure tecniche specializzate in diritto successorio anche uno psicologo, per aiutare a gestire la componente emotiva dell’imprenditore e dell’aspirante tale. L’ago della bilancia nella buona riuscita del passaggio generazionale è il genitore/imprenditore: Montignani ha proposto un decalogo di consigli e suggerimenti utili per mediare l’avvicinamento e l’ingresso dei figli nell’azienda familiare attraverso un percorso di crescita, di progressiva responsabilizzazione degli stessi e di inserimento alle problematiche gestionali ed operative. Alcuni suggerimenti utili: se ci sono i presupposti, programmare con tempo il processo di affiancamento delle nuove leve alla vecchia guardia imprenditoriale; non imporre all’erede la gestione dell’azienda ma offrirla come opportunità a libera scelta; responsabilizzare progressivamente i figli e incentivarne le capacità, lasciando anche, ove possibile, margine di errore; programmare periodiche riunioni di famiglia alla presenza di consulenti esterni.


Mantova - PAGINA 6 -

GRANDE MANTOVA

Celebrata con il Vescovo l’annuale “Giornata del Ringraziamento”

Alle Grazie la festa degli AGRICOLTORI MANTOVANI

Ciò che Dio ci ha messo nelle mani ha senso nella misura in cui viene ridonato a tutti”. Così il vescovo Roberto Busti durante l’omelia della 65esima Giornata del Ringraziamento, che Coldiretti ha celebrato l’8 novembre al Santuario della Beata Vergine delle Grazie. “Dobbiamo capire la relazione tra i poveri e le fragilità del pianeta”, ha aggiunto ricordando l’ultima enciclica di Papa Francesco. Poche parole prima dell’Offertorio, nel quale le Sezioni provinciali dell’associazione hanno portato all’altare i doni della terra e del loro lavoro. Un lavoro che – lo ha ricordato lo stesso Vescovo durante la benedizione dei trattori sul sagrato – non sempre è remunerato come si deve. Concetto espresso anche dall’assessore provinciale Maurizio Castelli, intervenuto

La messa del Ringraziamento al Santuario delle Grazie

dopo il sindaco di Curtatone Carlo Bottani: “Grazie per i doni della terra – ha detto – ma è ora che i cittadini riconoscano anche

i vostri sforzi”. Il tema, del resto, è d’attualità, perché mentre in molte federazioni si celebrava il Ringraziamento, proseguiva il

presidio a Ospedaletto Lodigiano, davanti al centro logistico della Lactalis. Una guerra del latte per chiedere la giusta remunerazione ed evitare che altre stalle scompaiano e il settore si impoverisca. Nel 2015, secondo una stima di Coldiretti Lombardia, soltanto a Mantova, per il mancato guadagno, sono andati in fumo 82 milioni di euro (oltre 400 milioni in tutta la regione). Nonostante il momento difficile, Paolo Carra, Presidente di Coldiretti Mantova, ha invitato ad avere fiducia: “Vedo tra voi persone che la notte scorsa erano con noi al presidio – ha detto dal palco – e questo è un motivo di speranza. E’ un momento di crisi, in particolare per la zootecnia, ma non ci dobbiamo arrendere. Sono convinto che ne usciremo, perché il nostro settore ha grandi potenzialità”.

> VILLASTRADA <

> SAN SILVESTRO <

Una serata di grande lirica al Teatro Sociale

Un incontro sulla violenza contro le donne

Appuntamento da non perdere per tutti i melomani mantovani. Sabato 14 novembre alle 21, infatti, è in programma al Teatro Sociale di Villastrada lo spettacolo “Lirica, che passione!”. Una serata dedicata alla musica più bella del repertorio classico con arie celebri di Verdi, Donizetti, Rossini, Mozart e Tosti. Sul palco alcuni tra i giovani interpreti più apprezzati della musica classica contemporanea: la soprano Cecilia Rizzetto, la mezzosoprano Anna Ussardi, il tenore Angelo Goffredi e il baritono Fumitoshi Miyamoto. Tutti accompagnati al pianoforte da Nicola Sfredda. La serata sarà presentata da Giorgio Appollonia, noto conduttore di programmi radiofonici dedicati al melodramma. Info e prenotazioni: 339-1106502. Il Teatro Sociale di Villastrada è in via XX Settembre, 8.

I protagonisti del concerto di Villastrada

La Cooperativa Centro Donne Mantova e il Comune di Curtatone promuovono l’incontro “La violenza sulle donne nelle relazioni di coppia, quali sono i primi segnali da cogliere? Come si manifesta” che si terrà venerdì 20 novembre dalle 18 presso l’oratorio nuovo di San Silvestro in via Chiesa 53 a san Silvestro

di Curtatone. Con l’iniziativa in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne la Cooperativa e il Comune intendono avviare una riflessione condivisa con la cittadinanza su questo fenomeno, che solo nel 2014 ha visto morire per mano maschile 177 donne. Interverranno il sindaco di Curtatone Carlo Bottani, la consigliera comunale con delega alle pari opportunità Renata Riva e Claudia Forini counselor, presidente della Cooperativa Centro Donne Mantova. L’iniziativa rientra nelle azioni del progetto “Conoscere e riconoscere la violenza sulle donne per contrastarla” con il contributo del 1° bando 2014 Fondazione Comunità Mantovana onlus, di cui il Comune di Curtatone è partner.

> PIETOLE<

Nuovo look per il centro sociale “Il Tiglio” In questi giorni hanno preso il via i lavori di manutenzione straordinaria del centro sociale “Il Tiglio” di Pietole che prevedono una riqualificazione della copertura della struttura e delle facciata, per una spesa di circa 37mila euro. “Il cantiere interessa il centro sociale di piazza Adua, nella frazione di Pietole – dichiara l’assessore Fabio Bonelli – il termine dell’intervento è previsto per la fine del mese e si tratta di un’operazione che cittadini, utenti e operatori aspettavano da tempo per porre fine alle infiltrazioni d’acqua che si sono spesso verificate. Ora stiamo provvedendo a risolvere il problema”. Verrà posizionata una guaina impermeabilizzante sulla copertura, e man mano verrà ripreso anche l’intonaco sulla facciata. “L’edificio non era mai stato ristrutturato fin dalla sua costruzione – prosegue l’assessore – e i lavori erano necessari, per evitare ulteriori disagi e soprattutto impedire che le infiltrazioni, frequenti nell’ultimo periodo, potessero danneggiare tutto quello che c’è sotto. Il Tiglio avrà così un nuovo look”. La struttura è utilizzata sia come centro diurno che da medici che svolgono servizi di ambulatorio.

Il centro sociale di Pietole

> RODIGO <

Il matrimonio alla cifra che vuoi tu “Il matrimonio alla cifra che vuoi tu” è un progetto nato dalla collaborazione di 6 professionisti del settore wedding ed è nato per andare incontro alle esigenze di tutte quelle coppie che decidono di sposarsi ma non hanno idea del budget e poco tempo per cercare i fornitori migliori. “Insieme a tutto il team – spiega Laura Fontanesi ho pensato di creare dei pacchetti promozionali divisi in 3 fasce che comprendono i seguenti fornitori: wedding planner, servizio fotografico, allestimento floreale, abito per lei e lui, location con ristorazione o catering, trucco e parrucco”. Ogni fascia comprende sempre tutti e 6 i fornitori ma aumentando la fascia di prezzo aumenta di conseguenza la corposità del servizio, sarà poi la coppia a decidere quale prendere in esame. “In questo modo – prosegue Fontanesi - possiamo: garantire prezzi agevolati e sicuri, fornire un’unica figura come referente per tutto il progetto che si relazionerà con i vari fornitori, delineare il planning dell’evento e la gestione delle scadenze, garantire professionisti del settore che possono proporre soluzioni creative e personalizzate in base alle richieste dei futuri sposi, per disegnare il progetto del Si! Il tutto senza stress e con weekend liberi per gli sposi!”. Per poter conoscere meglio il pacchetto promozionale appuntamento a domenica 15 novembre 2015 presso “Il Tesoro Living Resort” a Rodigo (MN) – Via Settefrati, 96. Durante l’evento avrete la possibilità di provare con mano i servizi offerti, dagli abiti, trucco parrucco, photobooth e tanto altro … e se volete provare la cucina del “Tesoro” prenotate il vostro tavolo per la cena e vi verrà offerto uno sconto del 10%. Per Info e prenotazioni: Laura Fontanesi Wedding Planner - Cel 347/2518336 - Email: laura@laurafontanesi.it.

Prova gratuitamente i servizi offerti dai fornitori e scopri i vantaggi del pacchetto promozionale "il matrimonio alla cifra che vuoi tu" Per info e prenotazioni: Laura Fontanesi Wedding Planner: cel 347/2518336 - email: laura@laurafontanesi.it


Mantova - PAGINA 7 -

ALTO MANTOVANO

Ben 24 opere d’arte in palio per l’acquisto destinato al centro “Chiara Luce” di Guidizzolo

I

UNA CUCINA PER L’ANFFAS: parte la sottoscrizione a premi

l centro diurno disabili Anffas “Chiara Luce”, che insiste sul territorio di Rebecco di Guidizzolo dal 1982, ha bisogno di una nuova cucina. È per questo motivo che Anffas, con il patrocinio del Comune di Guidizzolo e la collaborazione del prof. Andrea Dal Prato, ha organizzato l’iniziativa che va sotto il nome di “Una cucina per l’Anffas”. Si tratta di una Sottoscrizione a Premi il cui ricavato andrà a contribuire all’acquisto dei nuovi arredi della cucina del centro. In palio sono state messe ben 24 opere d’arte pittoriche donate da diversi artisti della zona grazie all’aiuto del prof. Dal Prato. L’estrazione è in calendario per il 12 dicembre prossimo alle 10 presso il centro polivalente MASeC di Guidizzolo, in piazza Falcone e Borsellino, alla presenza della presidente di Anffas Graziella Goi, del sindaco Sergio Desiderati, del prof. Andrea Dal

La sede del “Chiara Luce” di Guidizzolo

Prato. Una volta estratti, i numeri vincenti saranno resi noti a mezzo stampa e sul sito internet di Anffas Mantova (www.anffasmantova.it), dove già da ora è possibile trovare il regolamento della sottoscrizione e tutte le opere messe in palio. Ogni biglietto costa solamente un euro

ed è acquistabile chiamando la segreteria di Anffas Mantova al numero 0376.360515 oppure il Cdd “Chiara Luce” al numero 0376.818253. Non solo. I biglietti sono disponibili anche presso i negozi di Guidizzolo e diverse associazioni del territorio: Amici di Rebecco, An-

> CASTIGLIONE D/S <

Una spaghettata per Libera Domenica 15 dovembre alle ore 20 presso l’Arci Ugo Dallò 4 a Castiglione delle Stiviere, Libera festeggia i suoi venti anni con la degustazione degli spaghettoni artigianali “Venti liberi”. Gli spaghettoni artigianali di Gragnano sono una pasta artigianale di alta e sono prodotti con il grano proveniente dai terreni confiscati alle mafie, la cui raccolta, come dice don Luigi Ciotti, presidente di Libera, “è stata in questi anni il segno materiale e simbolico della rigenerazione di quelle terre, il rinnovarsi di una speranza che nasce da un’altra raccolta: quella del milione di firme che

spi Birbesi, Anspi Guidizzolo, Auser, Avis, Aido, Abeo, Carabinieri in congedo, Ciclo Club 77, Ente Filarmonico, G.V.G., Gruppo Alpini, Gruppo Micologico, Milan Club, Pro loco, Protezione Civile, Tennis Club. La sottoscrizione a premi, per i cittadini guidizzolesi e per chiunque desideri partecipare all’iniziativa, è dunque un’ottima occasione per compiere un’azione benefica e far sentire la propria vicinanza ad Anffas e alle persone con disabilità di cui l’associazione si prende cura.

Gli spaghetti di “Libera”

spinsero e fecero approvare nel 1996 la legge 109 sulla confisca dei beni alle mafie e il loro uso sociale. Una legge che ha permesso a tante persone di trovare lavoro e dignità e a tanti territori di riscattarsi dalla paura e dalla rassegnazione al potere mafioso”. Gli spaghettoni saranno acquistabili durante la serata, con una donazione minima di 8 euro. Da segnare in agenda anche la data del 19 novembre. Quel giorno, alle 18.30, presso la Sala delle Colonne di Ponti sul Mincio, Libera organizza un incontro con due testimonial della lotta alla mafia: il sindacalista Luigi Lombardo e il poliziotto I.M.D. della Catturandi di Palermo.

> CASTEL GOFFREDO <

Una settimana sulla Grande Guerra “Afferma la sua irriducibile avversione alla guerra”: così deliberò il Consiglio Comunale di Castel Goffredo all’avvicinarsi degli eventi bellici. Ricordare la Grande Guerra è un modo per richiamare alla memoria fatti occorsi ormai un secolo fa attraverso alcune manifestazioni promosse dalla Ammi-

nistrazione Comunale. Sabato 14 novembre, a cura di Giancarlo Cobelli si aprirà in Sala Bazzani la mostra “La grande Guerra a Castel Goffredo” con documenti dell’Archivio storico comunale “Lorenzo Bellini” e cimeli di guerra di cittadini castellani (orario apertura: festivi 10-12, 16-18; feriali: 16-18). All’interno della cornice della mostra, alle ore 11, si parlerà della “Storia di una bambina austriaca che la guerra portò a Castel Goffredo”, con An-

gela Bignotti che racconta di come sua mamma, Maria Pink, da Vienna capitò a Castel Goffredo, introdotta da Piero Gualtierotti, presidente dell’Associazione Giuseppe Acerbi. Domenica 15 novembre, alle ore 17, presso il Teatrino San Luigi, si svolgerà lo spettacolo “Trincee. M’illumino d’immenso, Storie di soldati italiani nel centenario della Grande Guerra”, di Armanini, Januskaite, Vignoni, con I Cantori del Caldone e i

Piöcc Piccola Orchestrina Cantastorie Castellani (Ingresso unico Euro 10, il ricavato sarà devoluto alla Coop. Bucaneve; info biglietti: 335-6087633 oppure 0376-780675). Giovedì 19 novembre, alle ore 11, si presenterà “Abbasso la guerra. Dissenso e repressione nelle campagne mantovane. Il caso degli alunni della V elementare di San Benedetto Po denunciati per disfattismo” raccontato da Franca Maestrini dell’Archivio di Stato di Mantova.

Una trincea della Grande Guerra

Per il tuo veicolo scegli dei veri professionisti! Tel. 327 7088046

?

VUOI METTERE GLI OCCHIALI DA SOLE ALLA TUA AUTO? OSCURA I VETRO CON PELLICOLE OSCURANTI INOLTRE ABBATTI IL CALORE CON PELLICOLE IN NANO CERAMICA

NOLEGGIO BOX PORTATUTTO

Non pensare solo alla salute della tua auto, pensa anche alla tua!

STOP ai cattivi odori, allergie, batteri e virus

Sanificazione dell'abitacolo e dell'impianto clima con OZONO L'ozono • stato riconosciuto a livello internazionale quale "gas sicuro?' La sua • una vera e propria "forza della natura" perchŽ igienizza perfettamente senza ricorrere a prodotti chimici. é sempre pi• utilizzato in ambienti quali ospedali, studi medici, case di cura, laboratori di analisi e nei settori farmaceutico ed agroalimentare.

to torizza u a o r Cent er un'auto P ena pi e! t i d salu

Sanity System il servizio più efficace, sicuro ed ecologico per la tua auto, camper, pulmino o suv. L'OZONO: solo vantaggi eccezionali • ELIMINA GLI ODORI, NON SI LIMITA A COPRIRLI: odori sgradevoli quali fumo, animali, ecc. • MASSIMA POTENZA SANIFICANTE E BIOCIDA: efficace per migliorare sicurezza microbiologica degli ambienti e delle superfici. È ideale per eliminare batteri, virus e acari, come dimostrato dal CNSA del 27 ottobre 2010 pubblicato dal Ministero della Salute. • MASSIMA CAPACITÀ DI PENETRAZION E: l'ozono satura l'abitacolo e l'intero impianto di climatizzazione, dove spesso si annidano muffe, batteri e pollini, principali cause di reazioni allergiche • NON ROVINA GLI INTERNI: non ha effetti sui materiali dell'abitacolo e non macchia i tessuti • ECOLOGICO: non vengono impiegati prodotti chimici pertanto non si produce alcun residuo tossico o nocivo

Il trattamento all'ozono Sanity System è consigliato ad ogni tagliando o almeno due volte all'anno.

in collaborazione con

PRANDINI

!

Per il tuo bagaglio

ReporterMN

MOZZECANE (VR) - Via Dell'Artigianato, 18

OSCURAMENTO VETRI


PAGINA 8 OLTREPO

Mantova - PAGINA 8 Mantova

Previsione estrazioni della settimana

(valido fino al 19/11/2015):

3 - 12 - 14 - 26 - 57 - 83

Formata una task force ostigliese per promuovere eventi e iniziative sull’asse italo-tedesco

VIA CLAUDIA AUGUSTA, tra convegni e turismo sostenibile

L

a direzione del progetto “Via Claudia Augusta” passa alla guida dell’Italia per i prossimi tre anni. E’ un progetto transnazionale integrato che attraversa tre Stati, Italia, Austria e Germania, e interessa venti ambiti territoriali di sei regioni europee, Veneto, Lombardia, Trentino Alto Adige, Tirolo, Alta Baviera, Svevia. La Via Claudia Augusta è l’antica strada romana che partendo da Ostiglia (sul fiume Po), e da Altino (la progenitrice di Venezia), attraversando le Alpi, ha messo in comunicazione due ambienti e due culture: l’area latino-adriatica e il mondo germanico. Oggi si presenta come un itinerario dalle molteplici opportunità, con borghi, città e fortezze, chiese, palazzi e cattedrali, parchi e aree protette. Un percorso che dispone di tutti i requisiti fondamentali per lo sviluppo del turismo sostenibile internazionale di qualità. Lo sforzo è ora quello di competere con crescente successo a livello mondiale. Due convegni recenti, che si sono tenuti a metà ottobre hanno focalizzato l’attenzione sul progetto con nuovi impulsi nei settori della mobilità dolce, salute, slow turism. La Via Claudia Augusta, in entrambe le occasioni, è stata confermata quale asse di riferimento per lo sviluppo del “soft turism”, di prodotti tipici sull’asse ItaliaGermania; nell’occasione si è ribadita l’importanza archeologica tra Ostiglia e Verona per lo sviluppo del turismo culturale, si è parlato di sinergie transnazionali e di sostegni Comunitari. L’affermazione culturale e la valorizzazione turistica sono sostenuti da tutte le autorità pubbliche coinvolte tra cui Regione del Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Land Tirolo, Governo della Baviera, nel duplice intento

Una mappa della strada Claudia Augusta che collega Italia e Germania

di favorire la cooperazione transnazionale e contribuire più incisivamente allo sviluppo culturale e socio-economico degli ambiti territoriali attraversati. L’Amministrazione Comunale di Ostiglia è impegnata su più fronti con un

team di lavoro che comprende i settori culturale, ambientale, turistico, enogastronomico. Collegati al progetto in questione ci sono anche quelli della mobilità sostenibile come il Green Tour (ciclabile Ostiglia-Treviso) e il re-

cupero delle ferrovie dimenticate, a cui anche le Asl di Lombardia e Veneto hanno aderito (e di cui Ostiglia è Comune Capofila). Il gruppo di lavoro ostigliese è costituito dai consiglieri Maurizio Corsini (delegato al turismo e all’ambiente) e Maurizio Nardi, che seguono il progetto in un’ottica di coinvolgimento di enti locali e territoriali, pubblico e privato, associazioni; Luca Bonventi, delegato alle politiche fluviali; l’assessore alla Cultura Ilaria Reggiani e il sindaco Valerio Primavori. Il G.A.O. (Gruppo Archeologico Ostigliese), affianca gli amministratori con il supporto di conoscenze e attività che da anni caratterizzano il settore storico-archeologico del progetto e che in occasione dei recenti convegni del 2015 ha illustrato la parte storica della Claudia Augusta, con il socio dott. Matteo Marangoni, e come peculiarità la gustatio con ricette originali tipicamente romane tratte dai testi di Apicio, preparate dalla socia Daniela Chiosi. In particolare, vino pepe miele (mulsum); liquamen (pasta acciughe, miele, aneto, coriandolo, cumino, menta, pepe, aceto); libum (farina di farro, uova, ricotta, sale, liquamen, alloro); moretum (ricotta, sedano, liquamen, aglio, prezzemolo, menta, cumino); salse sine salso (fegato di coniglio, vitello, pollo, manzo, sedano, aglio, liquqmen, pepe); dolce degli dei (farina di farro, liquamen, pepe, miele, ricotta, semi di finocchio, cumino noci).

> SAN BENEDETTO PO <

Un comune ecologicamente corretto!

Il sindaco Giavazzi premiato per le azioni mirate all’abbattimento delle emissioni e al risparmio energetico

Il sindaco Giavazzi premiato ad “Ecomondo 2015”

Risparmio energetico e un notevole abbattimento delle emissioni: al Comune di San Benedetto Po nei giorni scorsi è stato conferito il “Premio A+CoM 2015” per le azioni meritevoli nel segno della sostenibilità. Il comune rivierasco ha deciso di realizzare e sta completando un’azione di grande impatto per il territorio, una rete di teleriscaldamento per fornire calore a edifici pubblici e privati utilizzando il calore fornito da una centrale di cogenerazione a biomassa legnosa di provenienza locale, già attiva e presente nella zona industriale della città. Alla rete verranno allacciati numerosi edifici pubblici e saranno possibili ulteriori forniture di calore alle aziende della zona industriale. Venerdì 6 novembre, alla Fiera Ecomondo di Rimini si è tenuta la cerimonia di premiazione della quarta edizione del riconoscimento, promosso da Alleanza per il Clima e Kyoto Club con il patrocinio e sostegno della Fondazione Cariplo per valorizzare i migliori PAES italiani. Piani che, se effettivamente messi in pratica, sono infatti uno strumento fondamentale per i Comuni del nostro Paese per affrontare, nel segno della sostenibilità, le sfide economiche e ambientali del proprio territorio. Da qui, la necessità di andare a monitorare e valutare quanto effettivamente realizzato da chi ha già approvato negli anni scorsi il proprio PAES. Il Comune di San Benedetto Po, ad esempio, con questa azione riuscirà a ottenere sia un risparmio economico per la fornitura di calore sia un significativo risparmio energetico e un notevole abbattimento delle emissioni, considerando anche la produzione elettrica del cogeneratore oltre 10.000 tonnellate di CO2. Alla cerimonia di Rimini sono intervenuti Sergio Andreis, direttore Kyoto Club, Karl-Ludwig Schibel, coordinatore di Alleanza per il Clima Italia, Sonia Cantoni, CDA Fondazione Cariplo – Delega all’Ambiente e Maurizio Tira, Presidente Coordinamento Agende 21 Italiane Locali che hanno consegnato il premio nelle mani del sindaco Giavazzi.

DUEMILA ANNI DI VITA La Via Claudia Augusta è stata aperta nel 15 a.C. da Druso Claudio Germanico e ultimata nel 46/47 d.C. da suo figlio, l’imperatore Claudio dal quale ha preso il nome quale arteria fondamentale per il raggiungimento dei confini più settentrionali dell’Impero. La strada costituiva la direttrice preferenziale verso il limes germanicus, il confine fortificato a nord del Danubio. Nota

come strada militare, la Via Claudia Augusta accentuò la sua importanza strategica dopo la sconfitta subita nel 9 d.C. da Quintilio Varo nella foresta di Teotoburgo in Germania. La strada aveva due rami, “il padano” che da Ostiglia raggiungeva Trento, attraverso Verona, e “l’altinate” che da Altino portava a Feltre e poi nella stessa Trento; da qui la strada proseguiva con un per-

corso unico fino in Germania, ad Augusta Vindelicorum, l’odierna Augsburg, città fondata nel 15 a.C. in onore dell’imperatore Ottaviano Augusto. Fu sempre frequentata anche se il suo nome fu dimenticato fino al ritrovamento del cippo di Rabia, nei pressi di Merano, nel 1552. Una seconda scoperta commemorativa fu quella del 1786 a Cesio, presso Feltre.

ReporterMN

ReporterMN

s.n.c. VENDITA ED ASSISTENZA QUALIFICATA

GRUPPI ELETTROGENI - IDROPULITRICI COMPRESSORI - ELETTROPOMPE MOTOPOMPE LAMPADE A INFRAROSSI

GENERATORI A GAS

GENERATORE D'ARIA CALDA A GASOLIO

San Benedetto Po (MN) - Via Dell'Artigianato, 7 Tel./Fax 0376 615540 - info@idropo.it

T A rill E G s i g o g T alumi - Forma

S Carni -

PRODOTTI in OFFERTA da VENERDÌ 13/11/2015 a DOMENICA 22/11/2015 BRACIOLE € 3,90 al KG PROSCIUTTO Disossato tipo Mec € 7,90 al KG COSTATE DI SCOTTONA € 12,99 al KG

Pegognaga (Mn) - Via Provinciale Est, 12 - Tel. 0376.550991


 Mail&Message

Désiréé

Mantova

risponde

Chiedi suggerimento a DŽ sirŽ Ž inviando una mail a desiree.risponde@gmail.com per risolvere i tuoi problemi di Ò cuoreÓ Cara Madame Desiree, ho quasi 16 anni e c’è il ragazzo della classe vicino alla mia che ha un anno più di me e mi piace tantissimo!!!! Sono follemente innamorata di lui, ma a lui non interesso per niente. Mi saluta perchè io lo saluto, ma nulla di più. Quando lo vedo a ricreazione io mi nascondo, a volte scappo via, altre volte mi faccio coraggio e lo saluto, ma sono impacciata e mi sento uno schifo assurdo. Cosa posso fare? Secondo te c’è anche solo una piccola possibilità che io un giorno possa piacergli? Grazie, tua Nina2000

Cara Nina2000, quello che ti sta capitando è “un grande classico” dell’adolescenza. E’ capitato a tutti a 16 anni – e ti assicuro che capita anche dopo!!! - di innamorarsi di qualcuno e di partire già pensando di non piacere. Per questo ti viene voglia di scappare quando lo incontri a ricreazione, ma nel contempo lo vorresti avvicinare, essere brillante e dire una frase ad effetto. La cosa che ti posso dire è che più cercherai di fare ciò, meno ti verrà naturale. Magari anche quel ragazzo ricambia il tuo amore, ma non ha il coraggio di dirlo. A volte le persone (sia giovani che meno giovani) sono impaurite dalle situazioni. Sia che tu decida di dichiararti, sia che tu decida di no – anche per la paura di essere ridicolizzata – quello che mi sento di dirti è che comunque quando ti capiterà di trovare la persona giusta, il tutto scatterà in modo immediato e non avrete bisogno di dirvi nulla. Continua a sognare il grande amore, perchè arriva. Sempre qui, Madame Desiree ••• Cara Madame Desiree, sono sposato da diversi anni con mia moglie e ultimamente l’intimità è un po’... “calata”. Io amo tantissimo mia moglie, ma non so come comportarmi perchè ho l’impressione che lei non mi voglia più come prima e quindi anch’io divento più freddo e nervoso nei suoi confronti. Come mi devo comportare con lei? Vorrei far rinascere quella scintilla. Grazie. Teo72

PAGINA 9

Mantova - PAGINA 9 -

Carissimo Teo72, a volte nelle coppie si creano circoli viziosi. La stanchezza legata al lavoro o agli eventi della vita rischiano di essere “traslati” nella vita di coppia. E’ piuttosto normale, ed è molto facile incappare in questi periodi. Si dice che il matrimonio sia la “tomba dell’amore”, ma io non credo sia così. La “tomba dell’amore” è anche la routine, sono tutte quelle cose che ripetiamo in maniera automatica nella vita di tutti i giorni, che magari da un lato ci danno sicurezza, ma dall’altro ci corrodono. Quello che potresti fare è iniziare a guardare la tua moglie con occhi diversi, ossia non come la donna che a casa ti guarda in cagnesco e che ti mette in difficoltà, ma come la donna che ami. Lei se ne accorgerà perchè da questo cambiamento partiranno tutta una serie di piccoli gesti e piccoli accorgimenti che la faranno sentire di nuovo apprezzata. Probabilmente all’inizio sarà restia ad accogliere i tuoi comportamenti “nuovi”, ma tu non scoraggiarti e persevera. Una carezza, uno sguardo diverso, un abbraccio possono far sentire tua moglie di nuovo al centro della tua attenzione. Sono certa che anche lei ti ami ancora, e credo che sia solo in difficoltà – esattamente come te. Non smettere di credere nel vostro amore. Sempre qui, Madame Desiree

392.4374538

C’è un messaggio per te!

 01 - CIAO MEMY!!!11!!! TV1KDB!!!!!!!!!!!!!!! TUA CIPOLLINA88  02 - Ti ho visto a Venezia sul traghetto sabato scorso, ma sei di Mantova, eri bellissimo con la tua chioma fluente. Tu mi vedi tutti i giorni dal giornalaio, ma non mi guardi mai. Ti aspetto nel week end dal solito giornalaio. Ninny83  03 - winx sei la mia vita!!11!!!111!!!! T.A.T. Tua Peppa  04 - ciao sei belisima bionda ti vedo semepre fati trovare ciao  05 - Autista autobus mi hai rubato il cuore... ciao Alle75  06 - PAZZA INTER AMALA111!!!!!!111!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! CIAO MAV  07 - voglio le ferieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! lALLA60  08 - sei bellissima e mora con gli occhi neri vorrei sapere come ti chiami. postino85  09 - IO STO CON VALE!!!!!!  10 - W MILAN  11 - Ci siamo visti questa estate in Salento e non ti ho mai dimenticata, nonostante il bacio di una notte sotto la luna... poi sei sparita :(  12 - Tantissimi auguri di buon compleanno al mio amore uccio mio marito da più di 40 anni!!!! auguri uccio  13 - SOGNANDO IBIZA2016  14 - UN ENORME BACIO AL MIO FRATELLONE ADORATO CHE ADESSO E IN OSPEDALE! GUARISCI PRESTO fra  15 - non ne posso più di fare esami all’università non vedo l’ora di laurearmi basta basta basta  16 - MAICOL SEI IL MIO SOLE SEI BELLISSSIMOOOOOO tua per sempre jenny  17 - anche oggi un altra giornata e comincita bisgna essere forti e affrontare tutto! Ti amo Endi  18 - rosa ti amo tuo mimmo vi prego mandatelo è già il secondo  19 - un bacio alla mia nonnina che mi fa sempre le lasagnie buone e oggi compie 100 anni! Tvb nonna la tua nipotina Kiara  20 - A RAGIONE TIZZIANO FERRO SEI IL MIO CIELO NON LASCIARMI PIU AMELIA  21 - sei troppo bello per essere vero #noncelapossofare Solitaria26  22 - ciao Anita, sei la mia MAPS. Cami

Per motivi di privacy, i numeri di telefono delle persone che mandano i messaggi non saranno divulgati per nessun motivo, così come non saranno divulgati i nomi e i cognomi, ma solo nickname. Potete inviare i vostri messaggi e le vostre mail agli indirizzi indicati. Potete rispondere ai messaggi già pubblicati facendo riferimento al numero progressivo di pubblicazione. Non verrà pubblicato materiale offensivo o pornografico.

Sono una sensibile e brillante 50 enne, alta e mora fisicamente atletica di professione fotografa, cerco un compagno affidabile, allegro e brillante … amo fotografare tramonti ma vorrei che in ogni scatto apparissi tu con la tutta la tua solarità …. Quando cominciamo? Ciao a tutti… eccomi qua… ho 39 anni splendidamente portati, caratterialmente allegra, spontanea e solarissima … sono un’imprenditrice, cerco un compagno fantasioso e motivato, nel tempo libero disegno abiti maschili per una nota azienda …. Cerco un modello … che non sia solo tutto muscoli e cervello (mi è venuta anche bene come rima …) vuoi essere tu? Chiama Paola di abc e ci metterà in contatto Sono una contessa quasi settantenne … vedova senza figli ottima presenza, elegante e signorile, cerco un compagno pari requisiti per condividere insieme splendide crociere e viaggi indimenticabili … pensi di essere l’uomo giusto? …. Contattami subito …. Ti aspetto Ciao sono un 44 enne, molto giovanile, alta e bionda faccio la programmatrice e tutto il giorno scrivo e dialogo attraverso un computer … ma questo non mi basta, hai voglia di dialogare con me e trascorrere una bella domenica insieme all’insegna dell’aria aperta e di una lunga passeggiata …. Poi si vedrà? 46 enne libero professionista, estremamente deciso e sicuro di quello che voglio. Credo tantissimo nella famiglia e nei sentimenti più profondi. Cerco una compagna semplice e matura che ami il dialogo e la vita di coppia. Chiedo troppo? Se vuoi conoscermi… Ti aspetto! Ho 49 anni e sono un brillante e affermato chirurgo, caratterialmente passionale, deciso e fedele. Dopo diversi anni dedicati solo alla professione, oggi ho voglia di uscire da questo circolo vizioso. Vorrei conoscere una donna solare con tanta voglia di vivere ma soprattutto motivata a costruire un solido rapporto di coppia. Sarà possibile? Conosciamoci… poi si vedrà!


PAGINASPECIALE 10 CASA

Mantova - PAGINA 10 Mantova

Tutte le normative vigenti sulle tasse sulla casa. Imu s“ o Imu no?

SPECIALE

CASA

PRIMA CASA: ISTRUZIONI PER L’USO

vorziato, a condizione che questi vi dimori abitualmente e abbia in essa la sua residenza; ciò significa, dunque, che – facendo un esempio pratico – l’ex marito è tenuto al pagamento dell’IMU sulla casa di cui è proprietario, ma che è stata assegnata alla moglie (o vice versa). Quanto si paga di IMU? L’IMU è una tassa comunale e ogni Comune stabilisce autonomamente le proprie aliquote, nell’ambito dei massimali fissati per legge. Rispetto alla regola per la quale sono esentate solo le proprietà usate come abitazione principale, il singolo Comune può decidere di esentare le case possedute da anziani e disabili residenti in istituti di cura o ricovero, oppure possedute da cittadini italiani residenti all’estero, purché, in entrambi i casi, tali

L

’acquisto di una casa è il sogno per la maggior parte degli italiani. Il nostro Paese, infatti, è tra i primi in classifica quando si parla di acquisti di case. In molti altri Paesi europei, invece, è molto più usuale vivere in affitto e comprare una casa è ritenuta una fatica inutile. Essere proprietari di case, in Italia, significa dover pagare moltissime tasse e il Governo si sta adoperando per cercare di normalizzare le imposte, dopo le normative del Governo Monti. Tante sono state – e sono – le polemiche intorno a chi debba pagare le tasse sulla casa (e soprattutto quanto!!!), tanto che l’abolizione delle tasse sulla casa è diventato un vero e proprio slogan politico per tantissimi partiti. Alcune fazioni politiche e alcuni sindacati auspicano la cosiddetta “patrimoniale”, ossia una tassa sulle grandi ricchezze. Si stima infatti che, in Italia, la percentuale più alta della ricchezza sia detenuta dalla percentuale più bassa della popolazione. Imporre una tassa sui grandi patrimoni - sostengono alcuni sindacati e alcuni partiti - significherebbe fondamentalmente che “chi ha di

più, paga di più”, anche perchè per chi ha un reddito di svariati milioni di euro, il pagamento di una percentuale elevata di tasse, non ha lo stesso impatto che può avere su una persona che guadagna il minimo. Un esempio? Pagare il 40% di tasse per qualcuno che dichiara di guadagnare 10 milioni di euro all’anno, non ha lo stesso impatto che pagare il 40% di tasse per qualcuno che guadagna 10 mila euro all’anno. Il discorso è apparentemente molto semplice, ma finora nessun Governo ha mai appoggiato (o approvato) la tassa sui grandi patrimoni. Attualmente pare che

il Governo Renzi abbia abolito le tasse sulla prima casa. La cosiddetta IMU, ossia l’Imposta Municipale Unica, era stata estesa a tutti gli immobili di proprietà dal Governo Monti. Attualmente, invece, l’Imu non deve essere pagata sugli immobili utilizzati come abitazione principale (cioè sulla prima casa) e sulle relative pertinenze. Devono pagarla, invece, i proprietari degli immobili o chi esercita su di essi un diritto reale, come il diritto d’abitazione o d’uso; è il caso ad esempio dell’ex casa coniugale il cui diritto d’uso viene concesso dal giudice al coniuge separato o di-

abitazioni non siano concesse in affitto. Come si calcola l’IMU? Per calcolare l’IMU è necessario essere in possesso della propria rendita catastale. Il calcolo da effettuare è il seguente: rendita catastale x 1,05 x 160 x aliquota / 1.000. Ogni Comune può, tuttavia, definire riduzioni di imposta o agevolazioni per particolari situazioni soggettive, ad esempio a favore di alcune tipologie di nuclei familiari. È molto probabile che i Comuni adottino l’Isee per riconoscere agevolazioni ai nuclei che si trovano in condizioni di disagio economico. Per l’Imu, il Comune può definire una detrazione dall’imposta dovuta (anche fino all’ammontare dell’imposta stessa) per le abitazioni principali di categoria A1, ossia le abitazioni signorili, A8 – cioè le ville - e A9, castelli e palazzi storici, ossia per quelle categorie di abitazioni principali per le quali è stato mantenuto l’obbligo di pagare l’Imu. E’ necessario ricordare che la seconda rata dell’IMU dovrà essere pagata entro e non oltre il 16 dicembre 2015 tramite bollettino di conto corrente postale o modello F24, scaricabile dal sito internet del comune di residenza, semplicemente inserendo i propri dati.


PAGINA 11

Mantova - PAGINA 11 Mantova

SPECIALE CASA

Tutti i consigli utili e le informazioni sull’amianto e su dove si nasconde in casa nostra

C

RIMUOVERE L’AMIANTO dalle nostre case: fa bene alla salute e al portafoglio

hi ristruttura la propria casa, si sa, gode da tempo degli sgravi fiscali del 50%, se la ristrutturazione viene fatta entro i primi tre anni dall’acquisto. Questo discorso vale per ogni tipo di ristrutturazione. In questo articolo, però, verrà trattato un argomento assai spinoso, l’amianto. Alcune decine di anni fa, la nostra penisola – così come tantissimi altri Paesi nel mondo – vennero letteralmente assaltati dall’amianto perchè è un materiale resistentissimo, impermeabile e di fatto “eterno”. Quello che non si sapeva era che la polvere prodotta dal disgregarsi delle lastre di amianto era altamente cancerogena. In altre parole, respirare la polvere di amianto provoca tumori. L’amianto era presente un po’ ovunque fino a pochi anni fa: era sui treni, nelle case, sui tetti di casupole di attrezzi e in molti altri luoghi. Quello che si cerca di fare adesso è togliere il più possibile l’amianto e smaltirlo adeguatamente, in modo da contenere i danni che può fare ancora. Spesso non sappiamo di quanto l’amianto sia vicino a noi, nelle nostre case e non siamo consci

L’amianto al contrario di quanto si pensi oltre che sul tetto si può trovare in diversi punti delle abitazioni anche come copertura nelle tubature

di dove si possa trovare. Dove si nasconde, allora, il coinquilino indesiderato? L’amianto si può trovare in alcune tipologie di pavimenti, nei rivestimenti dei camini e nelle canne fumarie, nelle tubazioni e nei serbatoi idrici, in alcune tipologie di lastre di copertura, nelle guarnizioni delle stufe, in alcuni tipi di intonaci. Per incentivare l’eliminazione e la bonifica di questo materiale potenzialmente pericoloso e nocivo per la salute dell’uomo 8ricordiamo infatti che è la polvere di amianto che crea proble-

mi all’apparato respiratorio, non l’amianto in sè) , grazie alla Legge di Stabilità 2016, nel campo degli incentivi edilizi stanno per essere riconfermati entro fine anno gli strumenti di Ecobonus 65% riferito alla Riqualificazione energetica e il Bonus Ristrutturazioni 50%. In tal modo, la singola persona che ha intenzione di procedere con la pratica di bonifica dell’amianto non dovrà far fronte a spese ingenti. Concretamente, l’importo della detrazione in caso di ristrutturazione che preveda la bonifica dell’amianto

è pari al 50% delle spese sostenute, fino a un ammontare massimo di 96.000 euro. Come si effettua una bonifica dall’amianto in una abitazione? Le operazioni di bonifica dell’amianto non sono sempre facili da eseguire e in alcuni casi risultano veramente impossibili a causa di veri e propri impedimenti strutturali che non permettono agli operatori specializzati di intervenire in sicurezza. Dopo aver individuato la presenza dell’amianto all’interno di un’immobile e la sua tipologia, questo dovrà es-

sere opportunamente segnalato adottando le misure di sicurezza adeguate e informando gli occupanti dell’edificio sui rischi potenziali e i comportamenti da adottare. Questo onere spetta al proprietario che dovrà mettere in atto queste misure preventive, per cautelarsi da eventuali denunce da parte di vicini o condomini. Successivamente si potrà iniziare ad affrontare l’aspetto burocratico della questione. Una figura fondamentale è il responsabile del rischio amianto, ovvero colui che ha il compito di

controllare lo stato manutentivo dell’amianto e di valutare l’eventuale tipo di bonifica che si vuole intraprendere. Questo soggetto viene designato dal proprietario dell’immobile oppure dall’amministratore del condominio, dipende dalla zona dell’edificio in cui si trovano gli elementi di amianto da rimuovere. Il responsabile del rischio amianto, inoltre, deve individuare la ditta qualificata e abilitata a eseguire i lavori di bonifica, assicurandosi che questa sia un’impresa iscritta all’Albo nazionale gestori ambientali, in categoria 10, e che abbia personale specificamente formato. Questa ditta dovrà poi redigere un piano di lavoro da presentare all’ASL competente per territorio, almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori. Terminati i lavori, il materiale rimosso deve essere trasportato in un centro di stoccaggio o direttamente in discarica; questa operazione può essere fatta anche dalla stessa ditta che ha eseguito i lavori ma solo se iscritta all’Albo in categoria 5 e se abbia indicato nel piano di lavoro inviato all’ASL, anche il tragitto da compiere per lo smaltimento. Quest’ultimo passaggio è fondamentale, perchè smaltire impropriamente l’amianto, significherebbe inquinare l’ambiente e quindi sposare semplicemente il problema, anzi aumentarlo perchè in questo modo le particelle, altamente volatili, si disperderebbero nell’aria, diventando nocive per un enorme numero di persone.

ReporterMN

COPERTURE EDILI CUGINI Snc di Cugini Carlo & Ennio snc

IMPRESA EDILE

SMALTIMENTO AMIANTO

VINCENZI S

RL

COPERTURE INDUSTRIALI, AGRICOLE E CIVILI FORNITURA e POSA di PANNELLI COIBENTATI GRECATI PREDISPOSTI per la POSA IMPIANTI FOTOVOLTAICI INTEGRATI

Via dei Partigiani, 6 46010 Levata di Curtatone (MN)

Cell. 348 2416735 - Tel./fax 0376 290179 edilizia.vincenzi@libero.it

ReporterMN

• Manutenzioni • Ristrutturazioni • Riqualificazioni Energetiche

V. Nazionale, 51 Loc. Tabellano - SUZZARA (MN) Tel. e Fax 0376.590366 - coperture.cugini@tin.it Ennio 348.6906614 - Carlo 348 6906613

www.copertureedilicugini.it


Mantova - PAGINA 12 -

PAGINASPECIALE 12 CASA

Mantova

VENDITA INGROSSO MANGIMI, LEGNA E PELLET ReporterMN

Via B. Gandazza, 37/A-B - Suzzara MN - Tel. e fax 0376 torestefano@virgilio.it stefano.torelli.31

525273

Riscaldarsi d’inverno costa caro. Il pellet è davvero conveniente?

PELLET:

pro e contro L

e stufe a pellet funzionano bruciando segatura compressa per generare il calore. Si possono utilizzare in normali abitazioni o anche a livello industriale. Il riscaldamento con stufe a pellet presenta – come ogni soluzione - aspetti positivi, ma anche negativi. In questo articolo, si vanno ad elencare i vantaggi e gli svantaggi, per scegliere in modo consapevole come riscaldare la propria abitazione. Tantissimo si parla di pellet ultimamente, poiché questo materiale è diventato quasi “di moda” per i suoi costi estremamente contenuti, rispetto ai costi del gas che tradizionalmente si usa d’inverno per riscaldarsi. Le stufe a pellet hanno cambiato notevolmente il loro aspetto nel corso degli anni, per seguire mode e tendenze dell’arredamento. Un design moderno e ricercato ha sostituito i primi modelli rudimentali e, in questo modo, è molto facile adattare a qualsiasi ambiente una stufa a pellet, che normalmente è di grandi dimensioni, e realizzata con conduttori in acciaio inox o in ghisa. I forni e le caldaie a pellet sono disponibili anche in aggiunta alla stufa. Si tratta di unità che si possono adattare a sistemi di riscaldamento domestici già esistenti. E’ sufficiente apportare solo delle modifiche secondarie per la canalizzazio-

ne. Le stufe a pellet sono apparecchi abbastanza versatili. La maggior parte di esse presenta, inoltre, meccanismi di auto-accensione, controllati da un termostato. Essendo stufe automatiche, presentano spesso comodi comandi a distanza.

Grazie agli sviluppi tecnologici più recenti, sistemi informatici posti all’interno delle stufe a pellet controllano le condizioni di sicurezza. Gli impianti inseriti eseguono test diagnostici, in

caso si rilevassero problemi. Il grado di combustione del pellet influisce sulle prestazioni delle stufe e provoca la fuoriuscita di cenere. I pellet di alta qualità producono meno dell’1% di cenere, mentre per le tipologie standard le percentuali varia-

no dal 2% al 4%. quali sono, però, gli svantaggi del pellet? Certamente, uno degli svantaggi consiste nella necessità di manutenzione straordinaria nel caso di pellet di qualità

inferiore. Un legno economico può causare effetti indesiderati per un periodo di tempo più o meno lungo. Molte stufe a pellet bruciano combustibili come grano, mais, semi o trucioli di legno. In alcune, questi combustibili si devono mescolare

a pellet di legno. A differenza delle stufe a legna, che operano esclusivamente su un principio di tiraggio del camino, le stufe a pellet utilizzano un tubo di scarico appositamente sigillato.

VENDITA

LEGNA da ARDERE di OGNI GENERE PELLET CERTIFICATO e GARANTITO STUFE e CALDAIE PELLET

PROMOZIONE PRE-STAGIONALE su LEGNA da ARDERE e PELLET

CONSEGNA A DOMICILIO Rivalta s/M MN - Luigi 349 8687370 - info@luigimotori.it

Ciò per impedire ai gas di fuoriuscire nello spazio dell’unità abitativa. Avendo un sistema di scarico forzato, presentano tra gli altri vantaggi quello di non necessitare di un dislivello di sfogo. Come un moderno apparecchio a gas, le stufe a pellet si possono scaricare orizzontalmente attraverso una parete esterna, per poi terminare sotto la linea del tetto. Questa caratteristica le rende adatte alle strutture senza canna fumaria. Senza un’adeguata alimentazione la ventola della stufe, però non funziona bene e può causare un accumulo di fumo nell’abitazione. Per funzionare correttamente, le stufe a pellet utilizzano energia elettrica.

Si possono quindi collegare ad una normale presa di corrente. Tutte le stufe a pellet hanno sensori di calore, che consentono al controller di chiudersi in una condizione di insicurezza. In molte stufe a pellet ci sono anche batterie, progettate per mantenere un normale funzionamento in caso di interruzione di corrente. Uno degli svantaggi più notevoli è il costo. Strutturalmente le stufe a pellet sono sistemi più complessi di una stufa a legna. Anche le singole componenti risultano piuttosto costose. Il costo di acquisto e installazione si può però ammortizzare nel tempo, grazie al notevole risparmio energetico garantito durante l’utilizzo.

ROSSI FERRAMENTA utensileria - bricolage giardinaggio - edilizia ferramenta - casalinghi

STUFE A PELLET SIMPLI - kw 7

Simpli Kw 7

Stufa a pellet con fianchi in acciaio nero scuro, porta in ghisa e griglia uscita aria calda in acciaio. Cornice frontalee top in acciaio, disponibile in 2 colori: bordeaux o pergamena. - Focolare in vermiculite - Pannello sinottico con display

OPTIONAL - Telecomando - Kit per uscita fumi superiore, laterale destra o sinistra.

VIADANA • Via Convento, 41 • Tel. 0375/781608 Fax 0375/82625


PAGINA 13

Mantova - PAGINA 13 Mantova

ReporterMN

SPECIALE AUTO&MOTO

di Sbravati Nicola Via dell'Artigianato, 72 (zona Artigianale) - Valeggio sul Mincio (VR) Cell. 347 8710670 - Tel. 045 6370426 - sbravati.nicola@hotmail.it > SANZIONI <

15 NOVEMBRE,

scatta l’obbligo delle GOMME INVERNALI

E’ una questione di sicurezza, ma non solo: multe salate fino a 320 euro per i trasgressori

È

previsto per il 15 novembre l’inizio dell’obbligo di montare pneumatici invernali, siano essi del tipo M+S o invernali “pure”, col “fiocco”. Previste multe salate per i trasgressori che possono arrivare fino a 318 euro. Ma com’è il livello medio dei pneumatici in circolazione? Dipende. Anche dall’età del conducente. Il 23% delle vetture guidate da persone che hanno meno di 25 anni, infatti, si muove con pneumatici con battistrada a rischio e cioè con uno spessore compreso tra 0 e 3 mm, un valore che

mette a rischio la sicurezza stessa dell’automobile. Il dato, che scende al 15,1% se si considerano tutte le fasce di età, è emerso dai rilevamenti effettuati dal Centro Studi Continental nell’ambito del Progetto Autostrade 2015, realizzato in collaborazione con Autostrade per l’Italia. Altro dato dallo stesso studio: il 5% degli pneumatici delle vetture usate dalle famiglie italiane presenta danni evidenti, ovvero screpolature, tagli e rigonfiamenti individuabili anche con un’ispezione visiva. Complessivamente sono

stati 1.024 i veicoli controllati, di cui 420 a vetture utilizzate da famiglie. Dalle verifiche - informa una nota - è risultato che il 5% delle vetture utilizzate dalle famiglie italiane ha pneumatici visibilmente danneggiati ed il 10,2% ha pneumatici con usura irregolare. Per ciò che riguarda lo spessore residuo del battistrada gli esiti dei controlli hanno evidenziato che il 3,3% delle vetture presenta pneumatici anteriori con uno spessore da 0 a 1,6 mm e quindi, a norma di legge, inadatti alla circolazione e da sostituire quanto prima; il 17,7% delle vetture ha pneumatici anteriori con uno spessore del battistrada tra 1,6 e 3 mm (3 mm è il valore minimo che garantisce sicurezza su strade bagnate; sotto tale limite la sicurezza è a rischio); il 79% delle vetture ha pneumatici anteriori con spessore del battistrada superiore a 6 mm. Sono simili le percentuali riscontrate nel controllo dei pneumatici posteriori. In questo caso le vetture con pneumatici con spessore del battistrada tra 0 e 1,6 mm sono il 2,4% del totale, quelle con pneumatici con spessore del battistrada tra 1,6 e 3 mm il 15,2% e quelle con pneumatici con spessore del battistrada superiori a 6 mm sono l’82,4% del totale.

Il termine dei cinque giorni decorre dalla consegna a casa La notifica di una multa stradale parte da quando il cittadino la riceve a casa, non da quando viene consegnata all’ufficio postale e lì partono anche i 5 giorni entro i quali si ha il diritto di pagarla con lo sconto del 30%. La precisazione, che interessa tutti quei Comuni ‘furbetti’ che per spillare più soldi agli automobilisti e fare cassa cercano di ‘mischiare le carte’, è dell’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi che, nella fattispecie, se la prende con il Comune di Milano e annuncia un’interrogazione parlamentare. Oggetto del chiarimento saranno infatti i tempi di prescrizione indicati nelle notifiche per le contravvenzioni al Codice della Strada inviate dall’amministrazione meneghina ed in particolare le modalità relative alla decorrenza dei 5 giorni per poter pagare le sanzioni in forma ridotta del 30%. Nell’anticipare che depositerà alla Camera un’interpellanza con Paolo Alli di Area Popolare, il deputato del Nuovo Centrodestra sottolinea con durezza le irregolarità compiute a suo dire dalle autorità del capoluogo lombardo. La denuncia, nasce da una lettera di sfogo inviata da un cittadino allo stesso Lupi, da cui si evince che nelle notifiche l’amministrazione comunale indica solo una parte della norma di legge relativa ai tempi per pagare in maniera scontata. Si renderebbe così possibile un fraintendimento che potrebbe lasciare presupporre ai destinatari che i cinque giorni decorrano dalla consegna dell’atto alle poste e non, come in realtà prevede la legge, dal ricevimento dello stesso. Una ‘’vergogna’’, peggio, un ‘’trucchetto delle tre carte ai danni dei cittadini’’, tuona Lupi, che già lo scorso anno era intervenuto come ministro rispondendo a sua volta a un’interpellanza, per chiarire che i termini di 90 giorni per notificare una multa decorrono dalla data dell’infrazione. ‘’È l’ennesima prova che i comuni, o almeno certi comuni, usano le multe per fare cassa e sistemare i loro bilanci’’, aggiunge Lupi che precisa: ‘’non ho cambiato idea rispetto a quanto pensavo da ministro: questo è un rapporto perverso tra istituzioni e cittadini, una ulteriore tassazione mascherata’’. In merito ai presupposti dell’interrogazione, che Lupi presenterà al ministro dell’Interno e a quello delle Infrastrutture e dei Trasporti, il parlamentare ha spiegato: ‘’La legge è chiara e dice che la notifica è tale quando il cittadino riceve la multa a casa, non quando viene consegnata all’ufficio postale, da lì partono i 5 giorni entro i quali si ha il diritto di pagarla con lo sconto del 30%. La norma è così chiara che non capisco il senso di quella frase nei verbali che cita la legge solo a metà’’

ReporterMN

ReporterMN

CENTRO REVISIONI BORGOFORTE "VIAGGIA IN REGOLA, CONTROLLA IL TUO LIBRETTO!!!… E TRA DUE ANNI SAREMO NOI A RICORDARTI LA SCADENZA" Via Al Forte n° 4, Borgoforte (MN)

Tel. 0376 646000

csaborgoforte@gmail.com Csa Borgoforte Centro Revisioni

Pegognaga Service BRC

AutoCrew Un marchio Bosch di officine automotive

VEICOLI NUOVI USATI E D'IMPORTAZIONE

PNEUMATICI INVERNALI • REVISIONI •

• OFFICINA ELETTRAUTO • Fiducia, Competenza, Qualità

Strada Provinciale 49 Ovest, 35 PEGOGNAGA (MN) Tel. 0376 558378 SIAMO APERTI AL SABATO MATTINA

Sport Wagen Srl Via Garibaldi 63 CASTEL GOFFREDO MN Tel. 0376 1816310 - Fax 0376 1816311 Cell. 393 8535286


Mantova - PAGINA 14 -

PAGINA 14 · Quistello

Mantova

OFFICINA MECCANICA SPECIALIZZATA

ReporterMN

O.M.S di Marchetti Mauro Via Galileo Galilei, 8 Quistello (MN)

Tel. 0376 619545

LA BOTTEGA DELLA CARNE ENZO E SILVIA

CARNI BOVINE DOC. ReporterMN

Macellazione propria di castrati e scottone

GASTRONOMIA E SALUMERIA

FALEGNAMERIA BARBI MARCO & C. snc

G G E

GORNI

GIANFRANCO Elettromeccanica Riparazione e vendita

MOTORI ELETTRICI

ZIONE COSTRU SI INFIS RA SU MISU IPO OT DI VARI IGN E DES ReporterMN

ELETTROPOMPE ELETTROUTENSILI

DI GRANINI MIRCO

MARTELLI ELETTROPNEUMATICI

QUISTELLO (MN) Viale Vittoria, 11 Tel. 0376.618685

ELETTROCOMPRESSORI

• •

Via A Zenesini, 5

Quistello (MN) telefono 0376 619665 gli infissi sono certificati

ReporterMN

Piazza Guido Rossa, 36 - Quistello (MN) Tel. 0376 619147

• • Via I Newton, 2 - QUISTELLO (Mn) Tel. e Fax 0376.619657

Vendita e assistenza pneumatici di tutti i tipi Negozio fornito con attrezzatura di ultima generazione per operare su tutti i tipi di pneumatici da vetture anche Run of Flat Assetto ruote computerizzato dotato di tecnologia Near-Infrared Servizio gomme trasporto pesante e agricoltura

APERTO ANCHE IL SABATO POMERIGGIO


PAGINA 15

Mantova - PAGINA 15 -

• Quistello

Mantova

PRESENTI REPARTI di

• CHECK UP GRATUITO DEI CAPELLI • ANALISI ACQUA, VINO, OLIO • AUTOANALISI DEL SANGUE (GLICEMIA, COLESTEROLO TOTALE, HDL, LDL, TRIGLICERIDI) • TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI • CONSULENZE A RICHIESTA CON NATUROPATA • PRENOTAZIONI CUP

ReporterMN

• COSMETICA • FITOTERAPIA • OMEOPATIA • SANITARIA ORTOPEDIA • VETERINARIA PICCOLI ANIMALI

Via Ugo Ruberti 14, 46026 Quistello (MN) - Tel 0376 625334 - farmaciaterziotti@gmail.com

Dal 13 fino al 22 novembre torna l’appuntamento organizzato dal Centro Sociale Quistellese

D

Vino, formaggi e tanta allegria

ue week end in compagnia dei migliori formaggi italiani. E’ quanto propone, in un ambiente caldo e accogliente, la “Festa Vini e Formaggi” organizzata dal Centro Sociale Quistellese con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e del Consorzio tutela dei vini mantovani. Dal 13 al 15 e poi dal 20 al 22, nella sede di via Rainera, 3 ci sarà la possibilità di gustare specialità tipiche per la settima edizione di un evento che ha conquistato tutti. Non mancherà anche quest’anno la celebre “Ruota dei Formaggi” con ben 9 prodotti tipici dop provenienti da Piemonte e Valle d’Aosta, le terre dei formaggi: la Toma di Maccagno, la Toma di Villar Fioccardo, la Toma d’Alpe Ausonia di San Sicario, la Toma della Valle di Lanzo, la Toma del Moncenisio, la Toma di Paesana, la Fontina valdostana, il Gorgonzola Le Rose dei Gonzaga e il Gorgonzola verde di capra. Nove specialità che andran-

no ad impreziosire un menù che già prevede Gnocchi al Castelmagno, Maccheroncini ai funghi porcini e Maccheroncini col daino, Brasato al Barolo con polenta, Scaloppine ai funghi porcini, Daino con la polenta, Torta Rustica e Torta ai funghi porcini. E ancora, Meringate, Tartufate, Crostate di mandorle e Passiti con Cantucci. Non mancheranno i vini migliori e le bevande. Previsto anche un menù per i bambini a base di pasta al pomodoro, hamburger e patatine. In esposizione ci sarà poi una forma di Parmigiano Reggiano di ben 52 anni, una delle più antiche in circolazione. Sabato 21 novembre dalle 19.30, la cena sarà accompagnato dalla musica con fisarmoniche e organetti protagonisti sul palco. Il concerto è organizzato dall’Associazione culturale ricreativa Anziani di San Benedetto Po. Tutti i piatti serviti saranno disponibili anche nel formato “take away”.

Durante tutte le giornate vendita prodotti tipici LA RUOTA DEI FORMAGGI!!!

Men•

Antipasto • Torta Rustica • Torta ai funghi Porcini Primi • Gnocchi al Castelmagno • Maccheroncini ai funghi porcini • Maccheroncini col daino Secondi • Ruota dei formaggi • Brasato al barolo con polenta • Scaloppine ai funghi porcini • Daino con polenta Dolci • Meringata • Tartufata • Crostata di mandorle • Passito con cantucci Vini • Gran Rosso el Vicariato - Cant. Soc. Quistello • Gran Bianco del Vicariato - Cant. Soc. Quistello • Dolce del Vicariato - Cant. Soc. Quistello (bianco) • Passito “Le cime” Az. Agr. Ricchi (Monzambano) • Barbera • Dolcetto • Nebbiolo • Barbaresco • Barolo • Moscato d’Asti • Spumante Rosè • Amarone • Recioto

Bevande

• Acqua 1/2 litro • CocaCola / Aranciata in lattina • Birra in lattina 1/2 litro • Birra in lattina cl. 33 • Caffè • Liquori

Men• bambini:

Pasta al pomodoro, Hamburger, patattine

EUROPHON

Tamani Renzo

TV COLOR

TUTTI I MARTEDì

• Tranci di Pizza qualsiasi gusto € 2,70 al pz

TUTTI I MERCOLEDì

• Pizza ROTONDA qualsiasi gusto € 5,00 • Pizza MARGHERITA € 4,00 • Big Pizza (Margherita € 14,00 - Farcita tre gusti € 16,00)

Consegne: • GRATUITE a Quistello • Nelle frazioni di Quistello € 1,00, • Fuori comune € 2,00

Via Vittorio Veneto 4/6 - Quistello Cell. 388.90.78.181 - 339.66.89.361

Industrial Tecnology

Ricerca Sviluppo Produzione TOPVISION SRL Via A. Zenesini 12, Quistello (MN) Tel. 0376 625055 - Fax 0376 618202 E-mail: info@topvision.it

www.topvision.it

• Espurgo e lavaggio pozzi neri • Pulizia, disintasamento reti fognarie private ed industriali • Immagine e videoispezioni televisive • Trasporto rifiuti speciali e pericolosi industriali in impianti autorizzati Via Cantone, 17 - QUISTELLO MN Tel. 0376 619984 / 301477 / 301541 Fax 0376 626371 - Cell. 335 6009230 N. Aut. MI 04263 Albo Nazionale Smaltitori

ReporterMN

TUTTI I GIORNI

• Pizza senza GLUTINE • Pizza con Farina di KAMUT • Pizza con Farina INTEGRALE

ReporterMN

ReporterMN

TOPVISION


PAGINA 16

Mantova - PAGINA 16 Mantova

• Roverbella

AUTO SOSTITUTIVA di ANDREA e ROBERTO

FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

Domenica 22 novembre a Roverbella spettacoli e gastronomia per tutti

Fraz. Pellaloco ROVERBELLA (MN) via S. Rita, 1 Tel. Fax 0376/695951

carrozzeriacordioli@libero.it

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI

Una PIAZZA di sapori

ReporterMN

NEW VIT

Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133 centrerà www.facebook.com/ilfornogoito sui gustosi Tortelli di avvicinamento al pranzo. Nel zucca. Ma non si mangerà sol- pomeriggio esibizioni di balli latanto. Alle 10 del mattino ci sa- tino-americani e danze country ranno infatti giochi, danze, mu- con le animazioni del dj Graziasica e animazioni con il gruppo no Rossi e del gruppo Country scout dei Lupetti. Star. Ci saranno anche gli stand A seguire, nei pressi del Bar e i banchi di “Fatto col cuore”. Centrale, musica ed intratteni- In caso di maltempo la manifemento con Gianni Dey, il modo stazione sarà rinviata a domenimigliore per un aperitivo di ca 29 novembre.

MANGIMI E ACCESSORI per CANI, GATTI e ANIMALI da CORTILE

VENDITA LEGNA E PELLETS CON CONSEGNA COMPRESA NEL PREZZO Via Barchetto, 8/1 - ROVERBELLA ( MN) Tel./Fax 0376/691142 Cell. 347/8933768

Roverbella, una per ogni frazioni del territorio, proporranno le loro specialità culinarie. Quelli di Canedole cucineranno il prelibato Risotto alla Pilota, quelli di Castiglione sforneranno tutto il giorno le Foiade con l’anatra, quelli di Pellaloco prepareranno succulento Stracotto di musso, quelli di Malavicina Belvedere il loro celebre Riso con salsiccia e funghi, mentre la Piazza si con-

IL BOUQUET DEL CENTRO di VENTURI ALESSANDRA

NOBIS

SOCCORSO STRADALE V. Monte Sabotino, 52 BELVEDERE di Roverbella (Mn) Tel. 0376.695935 Cell. 349.5441883 - 340.2908563

RADIAZIONE AL PRA GRATUITA ReporterMN

FIORERIA

Autodemolizione

RICAMBI PER AUTOVETTURE, ANCHE RECENTI - DISPONIBILITA' PREZZI SOLO SU RICHIESTA TELEFONICA

349 5441883

Via Custoza, 83 Roverbella (MN) Tel. 0376 693097

CERCHIAMO TRATTORI AGRICOLI, CAMION, AUTO, FURGONI CON O SENZA TARGHE, E RECUPERO CON NOSTRI MEZZI COMMERCIO MATERIALI FERROSI E ATTREZZATURE AGRICOLE

ReporterMN

L

’associazione culturale “La Piazza” e il Comune di Roverbella organizzano per domenica 22 novembre “Sapori in piazza”, manifestazione che per tutto il giorno proporrà nel cuore della cittadina eventi, animazioni, mercatini e naturalmente buona cucina. L’appuntamento è nella piazza del paese dalle ore 9.30 fino alle 18.30. Le associazioni dei 5 Campanili di


PAGINA 17

Mantova - PAGINA 17 Mantova

MERCATI:

GASTRONOMIA PESCE FRESCO DI MARE

Lunedì: Poggio Rusco • Martedì: Ostiglia Mercoledì: Sermide • Venerdì: Poggio Rusco Domenica: Castel D'Ario

GHISI SINIBALDO & GIBERTONI EDDA

COMMERCIO IN SEDE FISSA

VILLA POMA MANTOVA - Negozio e deposito merce: Via Roma Nord, 246 (Fraz. Ghisione) - Cell. 339 7948212 - Tel. 0386 864138 Sede Legale: Via Gramsci, 12 - Tel. 0386 565472

Q

Doppia iniziativa a fine novembre: il 21-22 a Magnacavallo, il 28-29 a Villa Poma

uesti della seconda metà di novembre sono i giorni migliori per gustare del buon tartufo. In tutta la provincia, soprattutto nella zona dell’Oltrepò, si moltiplicano gli eventi dedicati al più nobile dei tuberi, il più prezioso quello capace di rendere unico e piacevole al palato ogni piatto. Da Felonica a Quistello, la “mappa del tesoro” corre lungo la riva destra del fiume Po. Ed è sempre qui che si concretizza l’operato dell’Associazione Strada del Tartufo Mantovano, nata alla fine del 2003 con lo scopo primario di incentivare lo sviluppo dell’area mediante la promozione di un’offerta turistica integrata, costruita sulla qualità dei prodotti tipici, sulle tradizioni gastronomiche e su un’adeguata qualità dei servizi. Cuore gastronomico e culturale dell’Associazione è il tartufo bianco, protagonista indiscusso delle tante iniziative locali: dalle fiere paesane alle ricette casalinghe. Ma soprattutto di tutte quelle attività di promozione del territorio che, in un’ottica sinergica di compenetrazione di gastronomia, cultura, storia e natura (per esempio le Pieve Matildiche o il percorso sul Grande Fiume), hanno permesso, tra l’altro, al Comune di Borgofranco sul Po di entrare a far parte del ristretto gruppo delle Città del Tartufo italiane. Il primo appuntamento di fine novembre è al Centro polivalente “Sandro Pertini” di Magnacavallo per la quinta edizione della “Magnatartufo” con cena sabato sera 20 novembre dalle ore 20 e pranzo in programma domenica 21 novembre dalle ore 12. L’evento è promosso dal Comune in collaborazione con il Circolo ricreativo Borizzese, il Circolo ricreativo Magnacavallo e la Strada del Tartufo. Sabato 28 e domenica 29 novembre, invece, a Villa Poma torna l’appuntamento annuale con “Scaglie di Tartufo” promosso presso la sala civica di via Arvati, 5 dall’Amministrazirne comunale insieme alla Provincia, al Consorzio dell’Oltrepò e alla Strada del Tartufo. Due gli appuntamenti, il primo a cena il sabato sera dalle ore 20, il secondo a pranzo la domenica dalle

I giorni del TARTUFO

12.30. In tavola un menù da leccarsi i baffi. Si parte con un antipasto di salamino tartufato con polentina profumata al tartufo, si prosegue poi con un delizioso ri-

sotto al tartufo prima di dedicarsi al secondo piatto che è composto da un filetto di maialino disteso su una crema di tartufo. Ad accompagnare il tutto le cipolline

in agrodolce all’aceto balsamico e l’insalatina mista. Con dolce e caffè il tutto a 35 euro, bevande escluse. Per gli “alternativi” che non amano il profumo del tartufo c’è la possibilità di un menù composto da antipasto, pennette alle zucchine e speck, filetto di maialino rosolato, cipolline, insalata, purè, dolce e caffè a 22 euro, bevande escluse. Attenzione: la prenotazione è obbligatoria entro il 25 novembre telefonando allo 0386-864206 interno 4, oppure allo 349-7328484.

Rossi Amelia

Ferramenta casalinghi materiali edili

Via Giliola, 3 - Magnacavallo

Tel. e Fax 0386 55188

www.ristoranteilveliero.net

La location perfetta per banchetti, anniversari e ricorrenze speciali!

Spe pesce dcialità i mare!

Menù personalizzati per cucina senza glutine

Ritagliando questo spazio avrai

uno SCONTO del 10% (non cumulabile) Via Roma Nord, 290 . VILLA POMA (MN) Tel. 0386 565142

panineria . pizzeria . ristorante . bar

ORARI INVERNALI: Lunedi-Venerdi 16.00-24.00 SABATO e DOMENICA anche a mezzogiorno!!

Ritagliando questo spazio avrai

uno SCONTO del 10% (non cumulabile) Via Tambelli, 10 - REVERE (Mn) Tel. 0386.46497

ReporterMN

· Villapoma/ Magnacavallo


p ts

e Mantova

p et s

Mantova - PAGINA 18 PAGINA 19

O

REP

RTER

INVIA UNA MAIL A reportersegreteria@gmail.com INDICANDO IN OGGETTO IL NOME DEL TUO PET PREFERITO - Ogni settimana la classifica aggiornata dei primi 3 votati dai lettori di Reporter

LA CLASSIFICA VOTA IL PET PIÙ SIMPATICO

WIZZY

FUTURO

SALVATO DA MORTE CERTA

TROVATELLA DENUTRITA

Salve, sono Futuro, il fratello di Melita, nel numero scorso, sono gatto europeo con pelo sottile bianco e rosso, ho 7 anni, anch’io sono stato ritrovato da Greta a Gazoldo degli Ippoliti che mi ha adottato e mi ha salvato da morte certa. Trovato in un fosso, quasi annegato e del tutto denutrito, mi sono poi ripreso e mi piace mangiare, dormire oltre che ad andare in giro a fare amicizie con nuovi gatti e altri animali tipo ricci, aironi, cani.

15

1 • BIRBA Ciao sono Wizzy e ho 2 anni. Sono una trovatella, la mia mamma Paola che abita a Barbasso, quando mi ha trovata mi ha nutrita con una siringa talmente ero piccina. Ho un carattere agro/dolce poiché non so se son micio o persona. Adesso sono cresciutae sono bellissima!

14

2 • BLU

9

nome: Wizzy Razza: ....... Eta’: 2 anni Padrone: Paola indirizzo: Barbasso

JMMY CHOO

nome: Futuro Razza: Europeo Eta’: 7 anni Padrone: Greta indirizzo: Gazoldo d/Ippoliti

UNA PANTERA DA COCCOLARE

2 • DIANA

U

na pagina dedicata ai nostri amici a quattro zampe, o a due, o senza. Se possiedi un animale da compagnia (cane, gatto, canarino, serpentello e quant’altro) inviaci le sue foto più divertenti e qualche curiosità. In questo modo parteciperai al nostro contest...

Sono apparsa sul davanzale di finestra in un’abitazione di Correggio Micheli, ero piccola e denutrita. Mi hanno salvato come molti altri gatti sfortunati, ma oggi sono cresciuta e sto molto bene.

nome: Jimmy Choo Razza: Bombay Eta’: 2 anni Padrone: Federica indirizzo: Correggio Micheli

TA‛ NOVI TURA ETTA TOEL ANI C

Razza Bombay Il gatto bombay americano è un gatto completamente nero e dagli occhi gialli, di taglia media e dal corpo allungato e muscoloso ma con zampe sottili, più pesante rispetto a quanto l’apparenza sembrerebbe indicare (un maschio adulto può superare i 5 kg). Ha una coda medio-lunga, elegante ed un pelo corto e lucidissimo (privo di sottopelo) che presenta un colore chiaro alla nascita e che va gradualmente scurendosi durante la crescita e l’avvicinarsi alla maturità sessuale. Gli esemplari maschili tendono ad essere sensibilmente più grandi rispetto alle femmine. Il gatto bombay si muove con passo felpato e l’ondeggiare tipico dei grossi felini. La testa è rotonda e priva di spigoli, le guance sono piene e le mascelle robuste, mentre il naso è corto e convesso. Gli occhi sono grandi, rotondi e ben distanziati, le orecchie sono di media grandezza, con la base larga e le punte leggermente arrotondate. Il gatto bombay presenta

tutte le caratteristiche dei gatti da compagnia poiché la sua vita si svolge prevalentemente tra le mura domestiche; è intelligente e di indole affettuosa e si affeziona facilmente agli esseri umani. Pigro e socievole, detesta particolarmente i rumori

molto frequenti, al contrario del miagolio, che emette raramente e con voce stridula. Il gatto bombay tende a legarsi affettivamente alla sua famiglia ed a cercare attenzioni; per questi motivi è una razza particolarmente indicata per i bambini

forti che lo rendono ansioso. L’unica cosa difficile da udire è il suo miagolio: infatti accade raramente che miagoli preferendo far le fusa. Le fusa sono

grazie alla sua giocosità. Detesta rimanere da solo se non per brevi periodi di tempo e solitamente non ama la compagnia di altri gatti.

Gatto Europeo Secondo alcuni studi, si tratterebbe della razza che più direttamente discenda dall’antico gatto egizio, che nella Civiltà dei Faraoni era considerato una divinità. Dall’Egitto sarebbe giunto, sempre secondo alcune ricostruzioni teoriche, dalle zone più interne dell’Africa settentrionale, dove altri tipi di felini si sarebbero, come noto, sviluppati con articolazione di varietà e poi spostati verso Sud. Dall’Egitto, invece, sarebbe giunto in Europa con le navi dei mercanti e dei soldati: soprattutto i mercanti (anche i Fenici) ne catturavano grandi quantità che esportavano clandestinamente (il gatto era considerato proprietà del Faraone), alimentando un mercato continentale per il quale si trattava di un animale sconosciuto, ma immediatamente apprezzato nella sua utilità di combattere i topi (e questo era il motivo per il quale era a bordo anche delle navi militari). Proprio la funzione di caccia o guerra ai topi, in un’era in cui i roditori rappresentavano motivo di preoccupatissima attenzione per la distruzione

degli alimenti dell’uomo e per la diffusione delle malattie, fece la fortuna del nascente gatto europeo e quindi fu subito adottato, ad esempio, da tutte le marinerie; la buona resa riproduttiva e la relativamente lunga età fertile, le caratteristiche caratteriali e la straordinaria capacità di adattamento, consentirono un radicamento ed una ottima diffusione del gatto ex-egizio su tutto il continente, a partire dai paesi meridionali. I Romani, nel corso della loro espansione, lo diffusero praticamente in tutto il continente europeo, fino all’attuale Inghilterra. Recenti studi si vanno allestendo circa le eventuali parentele, e le eventuali contiguità evolutive, fra il gatto europeo ed il poco conosciuto gatto selvatico sardo che risiede nell’area incontaminata del Supramonte, nella Sardegna centrale; le differenze morfologiche hanno infatti lasciato congetturare che, viste le caratteristiche del gatto egizio ed osservando quelle di quello sardo, potrebbe essere esistita una razza continentale capace di modificare entrambe, anche se lievemente, attraverso gli incroci oppure che le due abbiano avuto interazioni.


PAGINA 19

Mantova - PAGINA 19 Mantova ReporterMN

• COMMERCIO ROTTAMI

FERROSI E METALLI • SERVIZIO CONTAINER E NAVETTE • DEMOLIZIONI AUTO

NUOVA FRASSINE srl

Località Frassino MANTOVA V. San Geminiano, 4 Tel/Fax 0376.370747 Cell. 348.2846393 frassine.srl@libero.it

Foto IMMAGINI DAI NOSTRI LETTORI

FotoReporter

Occhio alle buche

EDIFICIO IN DISUSO

l nostro lettore non è di certo uno sprovveduto e nemmeno poco sensibile alle varie situazioni che lo circonda nella vita di tutti i giorni. Dopo aver ricevuto diverse segnalazioni, tramite fotografie inviate via mail dai nostri lettori, abbiamo deciso di pubblicarle senza alcun commento. Lati positivi e negativi della nostra città e provincia descritti nella sola immagine che spesso e volentrieri risulta molto più efficacie di tante parole. Chi volesse segnalare qualsiasi evento positivo o negativo che sia, può inviare una mail a: reportersegreteria@gmail. com indicando la zona e il nome del fotoreporter. La pubblicazione delle immagine sarà a discrezione della nostra redazione, che escluderà le immagini volgari o di cattivo gusto che possano offendere o ledere la sensibilità dei nostri lettori.

Argine di Portiolo Elena C.

Marmirolo Fausto S.

montagne russe

nuovo autovelox

I

Il bello e il brutto di Mantova e Provincia

rifiuti di nessuno

? Ponte di San Benedetto Po Stefania G.

Nuovo Autovelox fisso sulla Statale Romana comune di Bagnolo S. Vito. Nessuna indicazione sulla velocità da tenere Beatrice F.

Gonzaga Francesca F.

Direttamente dall'allevatore

SAN PROSPERO S/S - Modena Via Roncaglio, 19 tel. 059 908194 www.piccoliebelli.it e-mail: info@piccoliebelli.it


PAGINA 20

Mantova - PAGINA 20 Mantova

A

•CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC genda

••• MANTOVA

Il MAre d'INVerNO.... dAl 5 All’8 dICeMBre 2015 CAprAIA dI VeNTO e dI sIleNzIO - gruppO CONferMATO. Restano aperte le Iscrizioni. - Un ritorno dopo quasi 10 anni su quest'isola incantata, camminando nella luce e colori contrastanti del fine autunno. "... qui regna il silenzio, la bellezza della macchia e delle sue cime, dalle quali si godono vedute sconfinate sul mare, sulle scogliere e sugli altipiani sino alla Corsica e le isole vicine. ....." per il programma clicca qui Organizzatore: Paolo Trentini T. 339.6656136 - p.trentini@yahoo.it esCursIONI e gITe gIOrNAlIere: TrekkINg sOfT -15 NOVeMBre 2015 - Il rOMANTICO lAgO dI lAMAr Escursione sul lago alpino nella zona del Trentino SudOccidentale, ai piedi del monte Soprasasso, tra la Valle dell'Adige e l'inizio dei rilievi della Paganella per il programma clicca qui Organizzatore: Francesco Vezzani T. 347.9432287 francesco.

Per segnalare concerti e sPettacoli: reportersegreteria@gmail.com

teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

vezzani75@gmail.com CAMMINATA -22 NOVeMBre 2015 - fesTA sOCIAle del TesserAMeNTO sulle COllINe MOreNIChe Una splendida camminata sulle nostre colline moreniche con "finalino" in agriturismo estrazione con premi per i partecipanti .Sarà l'occasione per presentare anche il programma invernale e rinnovare la tessera di adesione al circolo. Alla Camminata saranno presenti le Guide e accompagnatori de Gli Scarponauti. Prossimamente On Line. TrekkINg IN AlTO AdIge - 29 NOVeMBre 2015 - COlOrI e sApOrI d'AuTuNNO ...sOprA BOlzANO. Camminata classica dai grandiosi panorami alpestri intrisa di tipicità e bellezze tipiche dell’Alto Adige. I boschi stanno ormai per andare in letargo ed offrono le ultime bellissime sfumature e tonalità tipiche di queste quote . L’escursione è facile, con belle visioni sulle vicine Dolomiti del Rosengarten e Odle, passando per la suggestiva valle delle piramidi di terra. Nel caso di nevicate anticipate, la facilità dell’altipiano consente comunque di camminare tra i sentieri ben segnalati senza

problemi, dando un valore aggiunto alla bellezza del paesaggio. Organizzatore: Paolo TrentiniI 339.6656136 - p.trentini@yahoo.it IN ArrIVO Il prOgrAMMA INVerNAle 2015/2016...!!!!!........... ...........................................

••• OsTIglIA CINeMA

TeATrO: fOrBICI & fOllIA Venerdì 13 novembre ore 21.00 Produzione ArtistiAssociati Gorizia in collaborazione con Ass. Culturale Artù di Roma Forbici & Follia è un salone da coiffeur, di una città italiana. Anzi… della città in cui si rappresenta lo spettacolo. Forbici&Follia è il racconto di un giorno come tutti altri. Anzi… del giorno in cui si svolge la rappresentazione. Il giorno in cui la tranquilla vita di pettegolezzi che scorre allegramente fra le avances del parrucchiere a tutti i clienti maschi e i piccoli sogni della sua aiutante che ha, forse, una relazione con un equivoco antiquario, viene interrotta dall’assassinio della vecchia pianista che vive al piano di sopra, ed è la proprietaria di tutto l’edificio… MATrIMONIO Al sud: Oggi per tanti ragazzi il matrimonio è poco più di una

formalità, ma cosa succede se a sposarsi sono il figlio di un industrialotto del nord e la figlia di un pizzaiolo meridionale? Che il modo di vedere il matrimonio, sobrio ed elegante, del primo si dimostra molto diverso da quello, eccessivo e chiassoso, dell'altro. Sono due visioni del mondo opposte. Va da sé che, essendo il meridionale il padre della sposa, le nozze vadano celebrate al sud. Quindi il nordista è costretto a scendere in territorio nemico. La guerra tra i due papà è inevitabile e divertente... OrArI e dATe: sabato 14 ore 21.15 domenica 15 ore 16-18.30-21.15 lunedì 16 ore 21.15 Martedì 17 ore 21.15 INgressO: intero € 7,00 - ridotto € 5,00 MArTedì € 5,00 Info: tel. 0386 32151 prolocoostiglia@alice.it ......................................................

••• reVere CINeMA

speCTre - 007 Un misterioso messaggio riguardante il proprio passato convince James Bond a partire verso una nuova missione in Messico, per poi raggiungere Roma, dove incontra Lucia Sciarra (Monica Bellucci), la splendida e intoccabile vedova di un noto criminale. Bond si infiltra in una riunione segreto e scopre l'esistenza di una sinistra organizzazione nota col nome di SPECTRE. Bond di nascosto coinvolge Moneypenny (Naomie Harris) e Q (Ben Whishaw) per aiutarlo a trovare Madeleine Swann (Léa Seydoux), la figlia del suo vecchio nemico Mr White (Jesper Christensen), che potrebbe avere la soluzione per risolvere la trama di SPECTRE... OrArI e dATe: Venerdì 13 ore 21.15 sabato 14 ore 21.15 domenica 15 ore 17.00 -21.15 lunedì 16 ore 21.15 Martedì 17 ore 21.15 INfO: Tel. 0386.46457 ......................................................

••• suzzArA CINeMA

Polisportiva Levata organizza

7° CICLO di INCONTRI con ARGOMENTI sulla SALUTE MARTEDI 10 NOVEMBRE 2015: Dott.ssa Marzia Grusi e Dr. Matteo Lodi Farmacisti Farmacia Levata: "Il ruolo del farmacista" MARTEDI 17 NOVEMBRE 2015: Dott. Pio De Pasquali (ortopedico) "Trattamento dell'alluce valgo: passato, presente, futuro" MARTEDI 24 NOVEMBRE 2015: Dott. Melegari Raul (otorinolaringoiatra) "Le patologie dell'orecchio: prevenzione e cure"

Gli incontri inizieranno alle ore 20,45 presso la sala polivalente della Polisportiva. La partecipazione è gratuita ed è rivolta a tutti. Gli argomenti sono trattati da specialisti che operano sul territorio mantovano. I relatori, alla fine dell’esposizione degli argomenti trattati, saranno a disposizione del pubblico per le domande

info: Katia Palleschi 348 0428780

IO Che AMO sOlO Te Il film racconta la storia di Ninella, cinquant'anni e un grande amore e di don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia Chiara si fidanza proprio con Damiano, il figlio dell'uomo che ha sempre sognato e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato di uno degli angoli più magici della Puglia. Gli occhi dei 287 invitati non saranno puntati solo sugli sposi, ma sui loro genitori, la cui antica passione è un vulcano solo temporaneamente spento. A sorvegliare la situazione ci sarà comunque la futura suocera di Chiara.. OrArI e dATe: sabato 14 ore 22.00 domenica 15 ore 17.30-19.3021.15 lunedì 16 ore 21.30 The prOgrAM Lance Armstrong ha offerto al mondo degli appassionati di sport lo spettacolo mozzafiato di sette vittorie consecutive al Tour de France, dal 1999 al 2005, oltre ad un ritorno in sella miracoloso dopo essersi ammalato di cancro e averlo sconfitto. Ma Mr. Armstrong nasconde un grande segreto.. OrArI e dATe:

sabato 14 ore 19.30 domenica 15 ore 15.30 Martedì 17 ore 21.30 Info: Tel. 0376.522764 ......................................................

••• QuIsTellO

speCTre - 007 - regIA dI sAM MeNdes - AzIONe Con D. Craig, L. Seydoux, R. Fiennes sab 14 novembre ore 21.15 dom 15 novembre ore 16 e 21.15 lun 16 novembre ore 21.15 Il nuovo capitolo della saga di James Bond/007 con la Bond girl Lea Seydoux. Un criptico messaggio proveniente dal passato, mette Bond sul sentiero per scoprire una sinistra organizzazione. Mentre M combatte le forze politiche per mantenere in vita i servizi segreti, Bond comincia a rimuovere gli stati degli inganni che rivelano una terribile verità dietro alla Spectre. Per questo 24° film di James Bond è stata creata una nuova Aston Martin, la DB10. Le riprese degli esterni verranno girati a Londra, Città del Messico, Roma, Tangeri, Marocco e Austria. rAssegNA fIlM d’essAI 2015 e’ ArrIVATA MIA fIglIA - regia di A. Muylaert - commedia Con R. Case, M. Joelsas gio 19 novembre ore 21.15 Il film di Anna Muylaert è un buon esempio di un cinema per tutti. Regina Case, interprete di lunga esperienza teatrale, televisiva e cinematografica, incontra qui il ruolo della vita e lo onora con una performance perfetta, nei tempi comici e nei toccanti momenti del retroscena. Brasile, oggi. Val lavora come cameriera a tempo pieno nella villa di una famiglia bene di San Paolo. Sono più di dieci anni che non vede la figlia Jessica, che ha affidato ad una parente nel Nord del paese. Un giorno, però, la ragazza si presenta in città per l'esame di ammissione alla facoltà di architettura. BellI dI pApA’ - regia di G. Chiesa - commedia Con D. Abatantuono, F. Facchinetti sab 21 novembre ore 21.15 dom 22 novembre ore 16 e 21.15 lun 23 novembre ore 21.15 Un padre può mantenere cento figli, ma tre figli riuscirebbero a mantenere un padre? Vincenzo è un imprenditore di successo. Vedovo, rimasto improvvisamente solo, deve badare a tre figli ventenni, che rappresentano per lui un vero e proprio cruccio. I ragazzi vivono, infatti, una vita piena di agi, ma senza senso e soprattutto ignari di qualsiasi responsabilità. Vincenzo tenta perciò di riportarli alla realtà: una messinscena con cui fa credere ai figli che l'azienda di famiglia stia fallendo per bancarotta fraudolenta. Sono perciò costretti ad un’improvvisa fuga degna di veri latitanti. I quattro si rifugiano in una vecchia e ormai malconcia casa di famiglia in Puglia. Per sopravvivere, Chiara, Matteo e Andrea dovranno cominciare a fare qualcosa che non hanno mai fatto prima: lavorare. prezzI INgressO: sab/dom/lun € 6,50 - ridotto € 5 gIOVedì € 5,50

Tessera fedeltà per tutti: ogni 12 ingressi uno è omaggio!! e tutta la famiglia può utilizzare la stessa tessera!! Info: www.cinemateatrolux.com ......................................................

••• gONzAgA TeATrO

VeNerdì 13 NOVeMBre,Ore 21.00 “My fAIr lAdy” – Compagnia Corrado Abbati Testi e Liriche di Alan Jay Lerner Musiche di Frederick Loewe Il professor Higgins, noto studioso di fonetica, dopo una serata all’opera, si imbatte nella giovane fioraia Eliza Doolittle ed è a tal punto colpito dai suoi modi rozzi e dal suo parlare sgraziato, da scommettere con un suo collega e amico, il colonnello Pikering, che riuscirà a trasformare, tempo sei mesi, la cenciosa fioraia in una raffinata donna degna dell’alta società. La giovane si trasferisce dunque in Wimpole Street a casa del professore dove la governante, signora Pearce, la renderà presentabile con abiti nuovi e un bel bagno caldo. Il padre di Eliza, il gaudente Alfred, amante delle buone bevute in compagnia, saputo dell’interesse del professore per la figlia, si presenta per sfruttare la situazione e scroccare qualche sterlina. Higgins è comunque favorevolmente impressionato da quest’uomo e, a modo suo, lo aiuterà. dOMeNICA 29 NOVeMBre- Ore 21.00 “lAIkA” – Ascanio Celestini Uno spettacolo di Ascanio Celestini con Ascanio Celestini e Gianluca Casadei alla fisarmonica e la voce fuori campo di Alba Rohrwacher. ll suo nuovo spettacolo che azzarda un tema a dir poco irrequieto: come sarebbe, cosa farebbe e cosa penserebbe Gesù se tornasse sulla Terra. Con il suo sguardo critico ad alta tensione, Celestini ci porta in un monolocale di periferia, con vista sul parcheggio di un supermercato: lì troviamo Gesù, mandato tra gli uomini non per salvarli, non per redimerli, ma solo per osservarli. A simboleggiare la cecità di chi può osservare il mondo solo attraverso gli occhi di un altro, il monolocale è del tutto spoglio e, come fosse la soggettiva di Gesù, ascolteremo solo la voce di Pietro. Il Teatro è situato a pochi passi da Piazza Matteotti, posta nel centro del paese. INfO e preNOTAzIONI: Telefonicamente : tutte le mattine dalle ore 9.00 alle 13.00 ai numeri 0376526337 o 3293573440 Via mail a: teatro.gonzaga@ comune.gonzaga.mn.it Presso il Caffè Teatro nei giorni ed orari di apertura è possibile avere informazioni e lasciare le proprie richieste di prenotazione. CONTATTI: Ufficio Teatro, Via Fiera Millenaria, 64, tel 0376526337 o cell. 3293573440 e-mail: teatro.gonzaga@ comune.gonzaga.mn.it / www.comune.gonzaga.mn.it ......................................................

Profile for mantova reporter

Reporter mn41 15  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero per Mantova e provincia

Reporter mn41 15  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero per Mantova e provincia

Advertisement