Page 1

ReporterMN

RISTORANTE PIZZERIA

Mantova - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com CI TROVI IN TUTTE QUINDICINALE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 € 0,01 COPIA OMAGGIO D'INFORMAZIONE ED EVENTI Numero • VENERDÌ 27 03 febbraio 2015 •2016 prossima uscita venerdì 6 MARZO SETTIMANALE Numero0711 • VENERDÌ giugno • prossima uscita venerdì2015 17 giugno 2016

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Tel. 0376.91191

- COPIA ED OMAGGIO D'INFORMAZIONE EVENTI

Il “contadino dell’anno” è di Nosedole. Conosciamolo meglio

RISO amaro

I cambiamenti climatici e la concorrenza dall’estero mettono in difficoltà, ma non piegano, questo gioiello della nostra tradizione agroalimentare

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI A PAG. 4

ENRICO BONFANTE GABRIELE CANTARELLI A PAG. 3

ALL’INTERNO • Mantova - Premiati gli studenti anti-tabacco • Grande Mantova - Che estate a Curtatone! • Alto Mantovano - Castiglione ricorda il Voto alle donne • Oltrepò - Festa di fine anno ai Ciclamini • Speciale AUTO - Operazione vacanze sicure • Speciale SALURE&BENESSERE • Speciale SCUOLA • Pets - Il Labrador • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

5 7 8 10 11 12 16 25 26 27

OROMANIA Compro e Vendo Oro

Corso Umberto, 6 - Mantova VETROTel. ROTTO SCHEGGIATO? 331 O 5008996

• • • • •

VENDITA GIOIELLI ANTICHI

RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO ACQUISTO OSCURAMENTO VETRI

E VENDITA

PORTO MANTOVANO MANTOVA: BORSE VINTAGE Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 ReporterMNmantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

VETRO ROTTO O SCHEGGIATO? • • • • •

RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO OSCURAMENTO VETRI

PORTO MANTOVANO MANTOVA: Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it


PAGINA 2

Mantova

Piazza Garibaldi, 1 - Volta Mantovana (MN) • Tel. 0376 83496 • Chiuso il Mercoledì • ReporterMN

Cerbetto

CEREA: Via Paride 49 Tel. 0442 320257

www.cerbettoviaggi.it gruppi@cerbettoviaggi.it

I NOSTRI VIAGGI DI GRUPPO VIAGGI DI 1 GIORNO DOMENICA 5 GIUGNO DOMENICA 19 GIUGNO SABATO 25 GIUGNO SABATO 25 GIUGNO DOMENICA 3 LUGLIO DOMENICA 3 LUGLIO SABATO 9 LUGLIO DOMENICA 10 LUGLIO DOMENICA 17 LUGLIO DOMENICA 24 LUGLIO DOMENICA 31 LUGLIO DOMENICA 31 LUGLIO SABATO 6 AGOSTO DOMENICA 14 AGOSTO DOMENICA 14 AGOSTO LUNEDI' 15 AGOSTO

€ € € €

PORTOFINO e CAMOGLI "Navigando tra i due Golfi" Le isole di Venezia: MURANO, BURANO e TORCELLO LAGO DI ISEO: Passeggiata sulle acque EVENTO 2016!!! Serata a SAN DANIELE del FRIULI "Festa del Prosciutto" BICICLETTATA da SAN CANDIDO a LIENZ SAN CANDIDO… Alla scoperta della VAL PUSTERIA SERATA D'ESTATE A … VENEZIA e ISOLA di BURANO Domenica d'estate a … ORTISEI CASTEL THUN E SAN ROMEDIO Pranzo incluso Domenica in montagna… Il Lago di MOLVENO Biciclettata nelle Dolomiti: da CORTINA a CALALZO di CADORE SAINT MORITZ e il TRENO del BERNINA EXPRESS Serata nel RUSTICO MEDIOEVO a "CANALE DI TENNO" Le TRE CIME di LAVAREDO e il Lago di MISURINA Una magica atmosfera… I CASTELLI dell'ALTO ADIGE Ferragosto nelle Dolomiti: SAN CANDIDO e il LAGO di BRAIES

75,00 73,00 52,00 55,00

€ 69,00 € 43,00 € 78,00 € 35,00 € 64,00 + biglietto € 35,00 € 73,00 € 77,00 € 35,00 € 52,00 € 69,00 € 52,00

VIAGGI DI PIÙ GIORNI DAL 23 AL 24 LUGLIO

Week end al LAGO d'ORTA e il treno panoramico delle Centovalli

€ 215,00

2 gg in pullman

DAL 28 AL 31 LUGLIO

I tesori della CIOCIARIA: Fiuggi, Abbazie e borghi medioevali

€ 395,00

4 gg in pullman

DAL 8 AL 9 AGOSTO

I Castelli delle FAVOLE in Baviera

€ 228,00

2 gg in pullman

DAL 13 AL 15 AGOSTO

Le CASCATE del RENO e il Lago di Costanza

€ 450,00

3 gg in pullman

DAL 13 AL 16 AGOSTO

PRAGA "La città d'oro"

€ 495,00

4 gg in pullman

DAL 13 AL 20 AGOSTO

Tour della SPAGNA: Barcellona, Madrid, Valencia, Toledo, Siviglia e Segovia

€ 1.295,00

8 gg in pullman

DAL 22 AL 27 AGOSTO

Meraviglie della POLONIA e VIENNA: Cracovia, Auschwitz, Miniere di Wieliczka e Wadowice

€ 795,00

6 gg in pullman

DAL 7 AL 11 SETTEMBRE

La COSTA del CILENTO

€ 710,00

5 gg in pullman

DAL 9 AL 11 SETTEMBRE

ROMA: Dalla città antica alle Piazze barocche con visita dei MUSEI VATICANI

€ 320,00

3 gg in pullman

DAL 13 AL 17 SETTEMBRE

COSTIERA AMALFITANA: Napoli, Pompei, Capri e la REGGIA di CASERTA

€ 695,00

5 gg in pullman

DAL 19 AL 24 SETTEMBRE

DALMAZIA: l'autentico fascino del MEDITERRANEO L'Isola di PONZA e gli incantevoli Borghi del Lazio

€ 860,00 € 395,00

6 gg in pullman 3 gg in pullman

da € 595,00

8 gg/7 notti

DAL 23 AL 25 SETTEMBRE DAL 24/9 AL 1° OTTOBRE

CROCIERA con MSC MAGNIFICA Grecia classica, l'isola di Mykonos e Dubrovnik. Incluso trasferimento a/r per il porto di Venezia

TUTTA LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2016 LA TROVI SUL SITO

www.cerbettoviaggi.it


IL PERSONAGGIO

PAGINA 3

Mantova - PAGINA 3 Mantova

ENRICO BONFANTE Il contadino dell’anno viene da Nosedole di Roncoferraro l’azienda agricola “Forte d’Attila” premiata dai clienti dei mercatini

V

oglio andare a vivere in campagna. Ve la ricordate, quella canzone di Toto Cotugno? Beh, evidentemente c’è chi ha preso alla lettera quel brano. Come Enri Bonfante, 45 anni, di Nosedole che dieci anni fa ha scelto la campagna come teatro della propria fatica quotidiana. Una scelta evidentemente ben ripagata visto che Bonfante è stato eletto “Contadino dell’Anno” dai clienti dei mercatini organizzati su tutta la provincia dal Consorzio Agrituristico Mantovano. Bonfante, un primo commento dopo questo importante riconoscimento? “Sinceramente mi sento un po’ in imbarazzo. Non sono tanto abituato a parlare, preferisco lavorare e parlare con i fatti. Che dire, credo sia un bella soddisfazione per il nostro lavoro”. Nostro, nel senso che non è solo nei campi dell’azienda? “La nostra è un’azienda agricola famigliare. Merito di mio padre Osvaldo che nel 1969 ha deciso di acquistare la terra a Nosedole di Roncoferraro. Diamo tutti una mano. Abbiamo studiato e una decina di anni fa abbiamo cominciato a lavorare”. Studi di agraria? “Avendo l’attività di famiglia mi è sembrato il percorso di studi più logico e sono contento della scelta fatta”. Cosa producete nella vostra azienda? “Coltiviamo la terra e da qui deriva il nostro latte e tutti i suoi derivati, dallo yogurt ai formaggi”. Oltre ai mercatini, avete un vostro punto vendita?

“Certo. Direttamente in azienda c’è lo spaccio vendita per acquistare il frutto del nostro”. lavoro. Qual è il suo rapporto con la campagna? “Splendido. E se posso dare un suggerimento ai lettori, dico di venire a trovarci. La campagna è di tutti, e il rapporto con la natura è qualcosa di unico. Noi siamo solo strumenti, operatori. Ma è la campagna che guida tutto”.

IL CONCORSO

Bonfante al lavoro nell’azienda agricola di famiglia

Il Consorzio agrituristico mantovano è da sempre impegnato nel continuo miglioramento della qualità dei mercati contadini nel mantovano e nella ricerca della più ampia soddisfazione dei clienti. Per questo, nei giorni scorsi, è stata promossa l’iniziativa “Vota il Contadino dell’anno” che ha permesso di eleggere, tra i produttori del

mercato, colui che ha dimostrato più cortesia e gentilezza, maggiore disponibilità a fornire indicazioni ai clienti, ottima qualità dei prodotti, buon rapporto qualità - prezzo, attenta presentazione dei prodotti sul banco, insieme ad attenzione alla pulizia e all’organizzazione. I clienti del mercato contadino del Lungorio hanno avuto la possibilità di esprimere la propria preferenza sabato 28 maggio direttamente al mercato di

Mantova, compilando il modulo cartaceo. Tra i tanti votanti c’è anche chi ha optato per il sondaggio on-line, pubblicato sulla pagina facebook Agriturismo Mantova: la partecipazione all’iniziativa è stata particolarmente ampia. Alla luce dello spoglio dei questionari cartacei e online, il contadino che ha ricevuto il maggior apprezzamento è stato Enri Bonfante dell’Azienda Agricola Forte d’Attila. La meritata vittoria è il risultato di un continuo lavoro dell’azienda nella cura del rapporto con la clientela: Enri e i suoi collaboratori, con la gentilezza e l’affidabilità che li contraddistinguono, sono sempre pronti a presentare i loro prodotti, raccontandone le caratteristiche, i metodi produttivi e le relative tradizioni contadine. Forte d’Attila ha conquistato la simpatia dei consumatori anche grazie alla partecipazione a “Per Corti e Cascine”: durante la consueta giornata di fattorie a porte aperte che si svolge ogni mese di maggio, si recano in azienda migliaia di persone che degustano i formaggi del Forte e visitano l’azienda.

dal 1981

DA GIANNI E ALBERTINA

IL COUPON ALLA CASSA propone INGRESSO La settimana della trippaA

4€

6° EDIZIONE

dal mattino alla sera • Trippe in brodo Trippe alla parmigiana • Trippe con funghi Trippe con fagioli e altre specialità sempre pronte "Fogazin con i pomi"

nei GIORNI FERIALI

NOVITÀ da lunedì 6 a venerdì 17 giugno incluso

PASTICCIO AQUABLU: IL PARCO ACQUATICO DELLA ESTATE CONTUA TRIPPA

MARSILETTI GOITO - Info 0376 604289

L’esperienza dà garanzia e sicurezza al rinnovo del vostro serramento con trattamenti specifici e prodotti all’avanguardia. Loc. Tezze - Cavriana (MN) - Tel. 0376.826102 Cell. 339.8350889 - info@vecasnc.it

ReporterMN

PRESENTA2015 Da Martedì 10 a Domenica 15 NOVEMBRE


PRIMO PIANO ALESSANDRA LOVATTI BERNINI

Un caposaldo della cultura culinaria mantovana sta per mettere radici e tra poco nascerà: è il riso, che – come vuole la tradizione – nasce nell’acqua e nell’acqua deve anche “morire”. Le piantine di riso stanno per attecchire sott’acqua: la favola sta per compiersi e, a fine stagione, potremo di nuovo avere sulle nostre tavole piatti colmi di risotto, condito come più amiamo, a deliziare i palati e i naso di famigliari ed amici. Il riso, tuttavia, non è soltanto il sacchetto o il pacco di cartone che compriamo al supermercato, quasi si fosse “autocreato”, vittima anch’esso di un feticismo delle merci che caratterizza ogni oggetto che vediamo attorno a noi. “Dietro” al riso che ci accarezza la pelle se ci immergiamo la nostra mano, permangono la fatica, le lotte contro il clima talvolta avverso, le oscillazioni del mercato e persino il rischio d’impresa. Coltivare riso significa avere a che fare con la natura, a volte generosa, a volte crudele matrigna. Il riso, che è – si può dire – l’alimento principe della cultura culinaria mantovana (così come quello di miliardi di persone nel mondo, che quotidianamente si nutrono quasi esclusivamente di riso) ha però due nemici, ossia il cambiamento climatico e la sovrapproduzione, che mettono in grave pericolo la sua stessa sopravvivenza. Chi tenta di fare da contrappeso a questi fenomeni sono da un lato gli agricoltori, con le loro buone pratiche di coltivazione e, dall’altro, il Consorzio di Bonifica Territori del Mincio, che fornisce (o sottrae) acqua a protezione delle neonate piantine. I NUMERI Parliamo ora di dati e diamo qualche numero: quello del riso è un settore che da solo conta 1300 ettari coltivati, distribuiti tra 60 aziende – e quel che è più interessante, altret-

Tra sovrapproduzione e cambiamenti climatici, ecco cosa rischia l’ORO BIANCO

DALLA RISAIA ALLA TAVOLA CHI MINACCIA IL NOSTRO RISO?

tante famiglie - e che impiega oltre duecento persone nella sua coltivazione. La produzione di riso, nel 2015, si è tradotta in 3,5 milioni di euro, circa il doppio al consumo e, molto di più, nella tradizione locale. “Ogni mantovano – spiega orgogliosamente Carlo Petrobelli, uno dei titolari dell’Azienda agricola Arduini Petrobelli di Roncoferraro – sa che per il nostro celebre risotto occorre una delle varietà da noi coltivate, come il Vialone Nano, o il Carnaroli”. Nell’azienda del Petrobelli, estesa per 400 ettari, destinati allo stesso tempo al sostentamento di 200 bovine per la produzione di Grana Padano, sono 80 gli ettari di riso che si alternano in rotazione a soia, mais, medicai e frumento. La zona sinistra del Mincio, spicca anche per la sua bellezza: vale la pena fermarsi a fotografare la natura di queste terre, sia che siate amatori, sia che siate professionisti. Nubi, cielo e specchi d’acqua vi regaleranno scatti indimenticabili. Oltre a questo, al riso si collega tutta la “cultura delle risaie”: i canti delle mondine che un tempo risuonavano in queste zone sono solo ora un lontano ricordo: anche l’arcinota canzone “Bella Ciao” era nata come canto della fatica nella risaia. “Quello mantovano, assieme alle più estese realtà del Piemonte e delle altre province lombarde, è una straordinaria sinergia tra acqua, agricoltura, ambiente – commenta Massi-

Carlo Petrobelli, uno dei titolari dell’azienda agricola Arduini Petrobelli

mo Gargano, direttore dell’Anbi, l’Associazione nazionale dei Consorzi di gestione e tutela del territorio e delle acque irrigue -. L’esempio mantovano è di una Italia che, con 220.000 ettari coltivati a riso, produce con tecniche nuove e che, oggi, chiede che sia riconosciuto il valore di questo sistema quale strumento di competitività nell’interesse del territorio”. “Assieme ai grandi formaggi Dop, al Melone e alla frutta – osserva Elide Stancari, presidente del Consorzio Territori del Mincio – possiamo dire che il riso è certamente l’emblema di Mantova”. I PROBLEMI Veniamo ora alle dolenti note: “Le problematiche – osserva Andrea Zampolli, esperto di risicoltura di Confagricoltura Mantova – sono prima di tutto di mercato. Piccole oscillazioni d’offerta, determinano grandi diminuzioni del prezzo agli agricoltori. Nel 2015 mediamente hanno ottenuto per le 6.600 tonnellate di risone prodotto solo 45-48 euro a quintale (il 30% in meno dell’anno precedente). Eppure è un mercato che ha le sue potenzialità e sono attualmente quasi una decina le riserie mantovane, che brillano, impacchettano e vendono. Anche gli agricoltori stanno scoprendo la redditività nel gestire direttamente il mercato”. Alle oscillazioni del mercato si aggiunge il clima isterico di questa primavera sui generis: “Prima c’era troppo secco per seminare – riprende Carlo Petrobelli, cotitolare dell’Azienda agricola Arduini Petrobelli di Roncoferraro – poi, a semina avvenuta, è venuto un maggio con temperature molto basse e purtroppo le piantine non sono ancora uscite dall’acqua. Ecco, per noi il ruolo del Consorzio di Bonifica è vitale: ci dà l’acqua quando serve, la toglie quando sarebbe pericolosa. Se non ci fosse occorrerebbe inventarlo. Da queste parti senza la bonifica non ci sarebbe terreno agricolo salvo, ma non esisterebbero nem-

meno case o fabbriche”. “Sono 10.000 gli ettari di terreno che hanno diritto a riso nel nostro comprensorio – osserva Oliviero Zucchini, ingegnere del Consorzio di Bonifica Territori del Mincio - Di questi 3.300 sono quelli sono effettivamente investibili a risaia. Spazio, quindi, per questa coltivazione ancora ce n’è. E contrariamente a quanto si crede, consuma poca acqua, con un ingegnoso sistema a cascata che la rimanda nelle aziende più a valle e sino mare: distribuiamo solo 2 litri al secondo per ettaro nelle fasi in cui la risaia è sommersa”. E, se da un lato i risicoltori cercano di resistere al mercato, permane la disponibilità di premi europei per mantenere l’acqua dei canali – appena si svuota la risaia – per salvarne la fauna. Una straordinaria sinergia tra uomo e natura che significa armonia e si traduce in bellezza sulle nostre tavole.

Elide Stancari

STUDIO DENTISTICO

DOTT. MARCO DE BATTISTI

> L’INTERVISTA <

ELIDE STANCARI: “QUANTO LAVORO DIETRO A UN BUON PIATTO DI RISOTTO” Rischio d’impresa, fatica ed amore per la natura: sono queste i re volti della risicoltura. Ne parliamo con Elide Stancari, presidente del Consorzio Territori del Mincio. Stancari, perché è importante che ci sia il Consorzio Territori del Mincio? “Il Consorzio che presiedo è nato dopo la fusione del Sud Ovest Mantovano e di Fossa di Pozzolo, due realtà molto diverse, perché uno prende l’acqua a Salionze, direttamente dal lago di Garda, attraverso una rete di canali, e la trasporta per gravità: in questa zona si produce il riso. Fino a poche settimane fa il lago di Garda era molto basso, attorno ai 55 cm ed è per questo che non eravamo certi di poter ricevere e dunque garantire la quantità sufficiente di acqua, necessaria per la coltivazione del riso. In seguito è piovuto e la situazione si è risolta. Mi piace ricordare che, quando si mangia un buon piatto di risotto con le salamelle, cibo che io personalmente reputo prelibato e raffinato, sicuramente dietro ci sono la bravura del cuoco e la qualità delle materie prime, ma anche e soprattutto, alla base, ci sono gli agricoltori e i consorzi di bonifica che hanno la funzione di dare e togliere l’acqua quando serve”. Quanto influisce il clima sulla produzione di riso? “Il clima è molto cambiato. I risicoltori hanno dovuto seminare tardi, perché altrimenti c’era il rischio che morissero le piante. Oltre a ciò, il clima è sempre ‘un terno al lotto’. I meteorologi avevano predetto che questo sarebbe stato un anno siccitoso, ma poi d’improvviso si sono manifestate le cosiddette ‘bombe d’acqua’, questi grossi temporali che scombussolano il lavoro agricolo. Oltre al riso, in queste zone viene coltivato il mais, che, però, in molti casi non si riesce a sarchiare, perché il terreno è troppo bagnato e le macchine agricole affondano. Lavorare in agricoltura è anche questo: la natura, del resto, è lenta non è una fabbrica che può adeguarsi improvvisamente a dei ritmi diversi e più rapidi”. Qual è il rischio d’impresa che si assume un risicoltore? “Come ogni imprenditore agricolo, il risicoltore coltiva sotto cielo e le sue piantine sono esposte ai cambiamenti repentini delle intemperie. Oltre a questo, si aggiunge il calo del prezzo del riso. Anche se pare che la risicoltura dia ancora buoni risultati in termini economici, esistono accordi internazionali che permettono l’importazione di tipologie di riso prodotte con un disciplinare ben diverso dal nostro e con prezzi inevitabilmente molto più bassi. Questa è concorrenza sleale e se da un lato certamente i risi orientali, come il basmati, non possono sostituirsi al nostro riso nella preparazione di risotti (e di altri piatti prelibati), dall’altro lato è pur vero che il mercato italiano è penetrato anche da riso che si potrebbe prestare per gli stessi usi. Il consumatore mantovano è, per la verità, piuttosto raffinato e distingue la differenza fra il riso di buona qualità e il riso di bassa qualità, ma nelle grandi città le persone sono lontane dal mondo agricolo e diventano facilmente preda di imbrogli, portando sulla tavola riso che certo non eccelle”. (a.l.b.)

"La serietà e l'onestà sono la garanzia del nostro lavoro, per noi ogni paziente, prima di essere un cliente, è una persona!"

...HAI SENTITO che PREZZI!!!!!!! PRIMA DI PARTIRE PER LA CROAZIA PASSA DA NOI, NON RESTERAI DELUSO…

TI OFFRIAMO • Visita • Radiografia panoramica e Preventivo GRATUITI NIENTE FINANZIAMENTI ma PAGAMENTI DILAZIONATI in un anno SENZA INTERESSI Accoglienza, esperienza, professionalità, solo materiali italiani e ASSISTENZA GRATUITA 6 giorni su 7 tutto l'anno Lavoriamo dal lunedì al sabato su appuntamento. PROVA, NON TI COSTA NULLA, telefona allo 0376/387709 Lo studio è aperto dal lunedì al sabato - SI RICEVE SU APPUNTAMENTO - Via Verona n. 38 Cittadella (MN)

ReporterMN

DI

Mantova - PAGINA 4 -


MANTOVA

Mantova - PAGINA 5 -

ReporterMN

• COMMERCIO ROTTAMI

FERROSI E METALLI • SERVIZIO CONTAINER E NAVETTE • DEMOLIZIONI AUTO

NUOVA FRASSINE srl

RICONOSCIMENTI PER I PROGETTI EDUCATIVI ORIENTATI AD UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE

Lotta al fumo, la LILT premia gli allievi della Sacchi

I vincitori del premio della Lilt

S

i è svolto nei giorni scorsi il tradizionale appuntamento con cui ogni anno, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco, la LILT – Lega Italiana per la lotta ai tumori di Mantova premia gli studenti della scuola media “Sacchi” di Mantova che hanno lavorato ai progetti educativi promossi dall’associazione in materia di lotta al tabagismo e corretta alimentazione, i due fattori fondamentali per la prevenzione delle patologie oncologiche. In una Sala degli Stemmi affollatissima, la presidente Maria Grazia Gandolfi assieme all’Assessore alla pubblica istruzione

del Comune di Mantova Marianna Pavesi ha premiato i lavori di quattordici ragazzi: non solo composizioni, ma anche disegni, elaborati al termine del percorso educativo promosso dalla LILT e svolto dagli psicologi Giuseppe Cesa e Armida Turini in collaborazione con i docenti Stefania Anselmi, Maria Clara Bonora, Pietro Cannuzzaro, Maria Cristina Codognola Isabella Colarusso, Chiara Rotteglia e Giovanna Venturini, a cui è andato un riconoscimento. PROMOSSI A PIENI VOTI A vincere i buoni libro sono stati gli allievi che hanno realizzato i

migliori elaborati sul tema della lotta al fumo e della corretta alimentazione: il primo premio è andato a Sara Schiavetti Araldi (classe II A), Giorgia Dancelli (II F), Martina Negri (II B), Antonio Pannullo (II D) e Gaia Vancini (II C); il secondo premio è stato assegnato a Francesca Boccia e Aurora Grimaldi (II D), Caterina Nicolini (II A), Giovanni Venturini (II B). Premiati invece con delle coppe i ragazzi che hanno raccontato il tema della lotta al fumo e della prevenzione attraverso il disegno: Alice Bianchi e Matilde Novelli (II A), Maksym Berezovskyy e Alessandro Bassani (II F), Giulio Manzotti (II D). LE FINALITA’ Se lo scopo della Giornata mondiale senza tabacco è quella di sensibilizzare la popolazione ad abbandonare almeno per 24 ore la sigaretta, alcuni ragazzi sembrano aver già centrato il bersaglio. “I ragazzi hanno compreso molto bene il messaggio di quanto sia importante smettere di fumare – spiega la Gandolfi - portandolo anche all’interno delle loro famiglie e sensibilizzando genitori e parenti. Proprio come ha raccontato nel suo elaborato Martina, che è riuscita

> ANCONETTA <

UNA DOMENICA AL NATURALE Da sedici anni Mantova ha la sua manifestazione dedicata alla cultura del benessere: NaturalMenteMantova torna domenica 5 giugno per dare l’opportunità alla città tutta di prendersi cura di sé. All’Anconetta, dalle 9 alle 22, lasciamoci andare all’ascolto nel nostro corpo, al movimento sano, alla conoscenza della natura e delle sue mille possibilità. Tra le novità di quest’anno ci sono un colorato bosco urbano che sorgerà nel cortile di Mondosano, incontri

su argomenti nuovi, dal potere del riordino alla conoscenza dell’umanità dei grandi studiosi di scienza con un libro edito da Hoepli, ma anche lo yoga in gravidanza, la riflessologia facciale vietnamita. Spazio anche ai più piccoli con un workshop di arte spontanea con il Centro Culturale Artisti Madonnari: bambini e ragazzi potranno sperimentare l’arte del colore e del gessetto, guidati dalla maestra madonnara Valentina Sforzini. Dalle ore 10 alle 12 (max 20 partecipanti, su iscrizione) e dalle ore 16 alle 18 (sessione aperta a tutti).

a convincere la zia, in attesa di una bambina, a smettere di fumare. Risultato: niente più sigarette e una cuginetta in perfetta salute. E’ questo il messaggio che oggi vogliamo portare a tutta la cittadinanza, ricordando anche che la LILT promuove periodicamente i corsi per smettere di fumare, che si rivelano molto efficaci”. “Smettere di fumare sembra difficile, ma è possibile, e parlo da ex fumatrice – ha detto la Pavesi durante il suo intervento -. Non cedete alla tentazione di fumare solo per sembrare più grandi: non è affatto così”. Uno dei premiati, Antonio, come i suoi compagni ha già le idee chiare; ecco cosa scrive: “sono sempre più convinto che sia davvero da stupidi rischiare la propria vita per un banale vizio che può tranquillamente essere accantonato con la forza di volontà, anche con l’aiuto di medici, farmacisti e psicologi. Adesso la mia missione è quella di convincere anche mia madre a smettere di fumare”. Per informazioni sui corsi per smettere di fumare è possibile contattare la LILT di Mantova presso la sede di via Portichetto n. 9, ogni martedì dalle 18 alle 19 (tel. 0376 369177/78).

Località Frassino MANTOVA V. San Geminiano, 4 Tel/Fax 0376.370747 Cell. 348.2846393 frassine.srl@libero.it

> DELEGAZIONE<

LA CINA È SEMPRE PIÙ…VICINA! Delegazione cinese nei giorni scorsi a Palazzo di Bagno. Un gruppo di imprenditori provenienti dalla prefettura dello Shandong e dalle città di Jining e Janjin, è stata ricevuta dalla vice presidente dell’ente mantovano Francesca Zaltieri e dall’assessore Maurizio Castelli. Scopo della visita in terra mantovana, sondare la possibilità di instaurare relazioni commerciali con imprese virgiliane soprattutto del settore agroalimentare. In questi giorni, infatti, gli ospiti cinesi hanno fatto visita a latterie sociali e salumifici dimostrando di apprezzare molto le produzioni locali, a partire dai formaggi e dagli insaccati. Ad allietare l’incontro brani di Claudio Monteverdi eseguiti dall’orchestra della scuola media a indirizzo musicale “Leon Battista Alberti” dell’Istituto Comprensivo 1 di Mantova. La delegazione era accompagnata da Gloria Wang, presidente dell’Associazione Mille Sorgenti che in questi giorni ha organizzato il Mulan Festival a Castiglione delle Stiviere. Gettate le basi anche per un futuro gemellaggio con la Provincia di Mantova invitata a partecipare al Festival di Confucio. Lo Shandong è infatti la patria di Confucio.

> LUNGOLAGO GONZAGA <

ANTICA FIERA DEI MANGIARI DAL 9 AL 19 GIUGNO 2016 Dopo il successo della precedenti edizioni, l’Antica Fiera dei Mangiari ritorna a Mantova dal 9 al 19 giugno 2016. Location d’eccezione rimane il parco periurbano attorno ai laghi di Mantova che tanto è stato apprezzato, luogo ideale e suggestivo. L’ANTICA FIERA DEI MANGIARI si caratterizza quindi come vetrina mercato dei prodotti di nicchia mantovani, nazionali ed internazionali. Degustazioni, assaggi, specialità e buon gusto caratterizzeranno questa deliziosa fiera enogastronomica che si tiene proprio nel cuore di Mantova. Il gusto… ma non solo. Sarà una “dieci giorni” dedicata a tutti e cinque i sensi in un golosissimo viaggio fra gusto, olfatto, tatto, udito e vista che catturerà chi varcherà la soglia di questa antica Fiera Gonzaghesca. Prodotti tipici, cucina, musica, artigianato artistico ed altri eventi di contorno animeranno le sponde del

lago, che torna così ad essere al centro di un evento di grande importanza. Ecco quello che troverete: A TAVOLA CON GUSTO - Taverne all’aperto con cucina Da mezzogiorno fino a tarda notte cucine di pesce e di carne, cucina contadina e della tradizione, cucina etnica e internazionale aspettano i più golosi per gustare piatti e bevande in riva al lago. MUSICA&GUSTO – Musica live, tutte le sere due concerti dal vivo nelle arene di Porto Catena e Castello di San Giorgio: tanta musica sino a notte fonda OLTRE IL GUSTO - Il gusto… non solo in cucina - Mercatino di artigianato artistico Date: dal 9 al 19 giugno 2016 Orari: dalle 18 alle 24 - Luogo: Lungolago Gonzaga– Mantova (MN) - Biglietto: ingresso gratuito Telefono per informazioni: 3357822634 - Mail per informazioni: atenacoop@hotmail. com - Facebook: cooperativa Atena.

MANTOVA dal 9 al 19 giugno 2016

Lungolago Gonzaga tutti i giorni dalle 18 alle 24 Sabato e domenica dalle 12 alle 24

Rassegna enogastronomica con cucina, musica live e mercatino dell’artigianato


PAGINA 6

Mantova

Tinteggiatura Civile & Industriale www.europitture.net info@europitture.net

VALENZA L. 335 5936539 BERGONZINI M. 335 5936565

Dante Malavasi 340 2562789 / 339 2265640 dantemalavasi44@gmail.com

Borgo Virgilio via Tazio Nuvolari, 06 46034 MN

EUROPITTURE S.n.c. Via G. Natta 1/A - 46029 Suzzara (MN) Tel. 0376 525129 - Fax 0376 525649


GRANDE MANTOVA

Mantova - PAGINA 7 -

BEN 38 GLI APPUNTAMENTI CHE TRA GIUGNO E SETTEMBRE ANIMERANNO CAPOLUOGO E FRAZIONI

Che ESTATE a Curtatone! della cultura 2016. L’Amministrazione comunale di Curtatone in questa progettualità del comune capoluogo, crede fortemente che anche i comuni limitrofi siano toccati da questo speciale riconoscimento. Per questo motivo ha lanciato un bando pubblico per l’affidamento del servizio di guida al percorso culturale del prossimo 3 settembre, per quattro

Assessori e organizzatori in Municipio

www.malavasidemos.it

giovedì, con il cinema all’aperto per quattro serate al centro sportivo Boschetto, a partire dal 12 luglio e altre iniziative come i giochi senza frontiere, concerti di musica dal vivo e la discoteca Silent party il giovedì. Un’altra iniziativa di rilevante importanza è il “Progetto giovani e cultura”, legato a Mantova Capitale italiana

DEFIBRILLATORI PER POLISPORTIVA E ATLANTIS Il Comune di Borgo Virgilio ha ha consegnato sette apparecchi salvavita alla polisportiva del territorio, mentre un altro è stato donato dall’associazione Atlantis. Un’iniziativa per rendere più sicuri i campi da gioco e quindi le persone che li frequentano abitualmente, adulti e ragazzi. La consegna, in collaborazione con l’associazione Cuore Amico onlus, si è svolta lo scorso 27 maggio nella sala consiliare di Virgilio. La serata “Lo sport sicuro ci sta a cuore – insieme per la prevenzione” è stata l’occasione per affrontare diverse tematiche. Sono intervenuti il sindaco Alessandro Beduschi, il presidente di Cuore Amico Luciano Chinaglia, il presidente di Atlantis Simone Iori, il presidente della polisportiva Borgo Virgilio Paolo Caleffi, il dirigente medico del reparto di cardiologia dell’ospedale Carlo Poma dottor Francesco Agostini e il primario dell’Areu 118 dottor Gianpaolo Castelli. “Si tratta di un evento pubblico importante, un momento di dono e di responsabilità – ha commentato il sindaco Beduschi – perché questi defibrillatori serviranno a rendere più sicure le strutture sportive del nostro territorio. Il progetto vede una collaborazione proficua tra il Comune e i gestori, insieme con l’obiettivo di dotare tutti gli impianti di queste apparecchiature”. Durante l’incontro si è parlato anche delle future iniziative di formazione per operatori, genitori, atleti, cittadini.

> BORGOFORTE <

AL VIA LAVORI PER 500.000 EURO L’amministrazione di Borgo Virgilio ha finanziato lavori pubblici per oltre 500mila euro che riguarderanno il territorio di Borgoforte e che erano stati illustrati ai cittadini a inizio anno, durante un’assemblea organizzata dal Comune. In particolare si tratta del progetto esecutivo della nuova rotatoria all’incrocio tra via Par-

mense e la provinciale; delle asfaltature di via Stazione, via San Cataldo e via San Marco a Romanore; delle strade interne al centro abitato come via Parmense e via Virgilio a Romanore, con la sistemazione e riqualificazione dei marciapiedi; della sistemazione degli alloggi comunali di Scorzarolo e di Borgoforte. «Per Borgo Virgilio il 2016 sarà un anno di lavori per quasi tre milioni di euro complessivi – ricorda il sindaco Alessandro Beduschi, affiancato dall’assessore Francesco Aporti – ce ne saranno molti a Borgoforte, come la rotatoria da 350mila, opere fortemente volute e necessarie per il territorio». Sono inoltre in programma diverse riqualificazioni nelle altre ex frazioni di Borgoforte, che riguarderanno l’arredo urbano. Sono infine già partiti i lavori per il nuovo palazzetto dello sport di Borgoforte, struttura da 560mila euro finanziata con il bilancio dell’anno scorso e la fine del cantiere è prevista per il mese di ottobre.

MALAVASI DEMOS

La consegna dei defibrillatori

> CERESE <

UN HAPPY HOUR…MULTIETNICO! L’Associazione Baha’i di promozione sociale “Gianni Ballerio” si ispira ai principi della fede Baha’i (la parità dei diritti fra uomo e donna, l’educazione dei fanciulli, l’armonia fra scienza e religione, e l’abbandono dei pregiudizi di razza, classe, religione, sesso) attraverso diversi tipi di attività rivolte alla popolazione per promuovere l’unità della razza umana. Negli ultimi anni in collaborazione con le Associazioni di volontariato del

Comune di Borgo Virgilio l’ha cercato di favorire una cultura di pace e di mondialità, valorizzando le varietà culturali presenti sul territorio, in particolare in collaborazione con le donne straniere partecipanti al corso d’italiano. A tale scopo l’associazione invita la cittadinanza all’Happy Hour Inter-Etnico di domenica 5 giugno ore 17,30 presso la Sala Polifunzionale adiacente al palazzetto dello sport di Cerese di Borgo Virgilio.

...IMPRONTA DI QUALITÀ • Scale a Giorno • Scale a Chiocciola • Porte Interne • Porte Blindate • Inferriate in acciaio apribili • Serramenti In Pvc, Legno e Legno Alluminio

Via Cremona 25 - MANTOVA • Tel. 0376 380178 - Fax 0376 1501841 - www.malavasidemos.it - info@malavasidemos.it

ReporterMN

S

ono in tutto 38 gli eventi che tra i mesi di giugno e settembre animeranno l’estate dei curtatonesi. Torna infatti anche quest’anno “Curtatone e…state 2016”, un cartellone di manifestazioni pubbliche promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con “Curtatone solidale” e le associazioni del territorio. In tutte le frazioni del territorio si potranno gustare momenti di svago, intrattenimento e cultura tra tornei sportivi, commedie, feste, spettacoli di musica o teatro. Il programma partirà il prossimo nel primo week end di giugno dal Boschetto di Eremo con il “Torneo città di Curtatone” a cura della Nac Curtatone mentre dal 4 al 5 giugno andrà in scena la XIII Festa del volontariato e dello sport, sempre al Boschetto, a cura di Curtatone solidale e del Comune. All’interno di questo cartellone, come hanno spiegato in conferenza stampa il vice sindaco Federico Longhi coadiuvato dalla responsabile dell’ufficio servizi sociali e politiche giovanili Valentina Scipioni e dell’operatore dell’Informagiovani Andrea Bresciani, si inseriscono le iniziative dedicate ai più giovani, nei giorni infrasettimanali del martedì e

giovani con interessi culturali, storici, artistici e musicali a cui verranno riconosciuti 100 euro come rimborso spese, da preparare come guide per un giorno alla scoperta di Palazzo Te, Palazzo San Sebastiano e il teatro Bibiena, con il patrocinio del Comune di Mantova. Il regolamento completo del bando è visibile sul sito del comune www.curtatone.it. Infine un’ulteriore novità per questa dizione 2016 di “Curtatone e…state”. Le associazioni locali coinvolte nei vari eventi, in cambio dell’utilizzo degli spazi e delle strutture comunali, sono state invitate a finanziare una serie di progetti che riguardano l’area sociale per la famiglia o gli anziani, come ad esempio la possibilità di acquistare buoni spesa o finanziare prestazioni di ginnastica dolce oppure nel campo delle politiche giovanili con la possibilità di sostenere rassegne di teatro per bambini o cinematografiche nei periodi autunnali o invernali.

> BORGO VIRGILIO <


PAGINA 8 ALTO

MANTOVANO

Mantova - PAGINA 8 Mantova

Castiglione ricorda i 70 anni del voto alle donne

> ARCI DALL0’ <

IN ARRIVO BUONA MUSICA ITALIANA

A Palazzo Pastore l’incontro con la scrittrice Maria Rosa Cutrufelli

A 70 anni dall’acquisizione del diritto al voto per tutte le donne italiane, Castiglione delle Stiviere propone un interessante incontro con la scrittrice siciliana Maria Rosa Cutrufelli, autrice del libro “Il giudice delle donne”. A dialogare con la Cutrufelli ci sarà l’onorevole Giovanna Martelli. Appuntamento alle ore 18 di venerdì 3 giugno nella biblioteca di Palazzo Pastore con ingresso libero. IL LIBRO Teresa non è una bambina come le altre: nasconde un segreto e per questo ha scelto di chiudersi in un mutismo che la isola e, al tempo stesso, la protegge. Alessandra, al contrario, è una giovane maestra esuberante. Fa parte di quella folta

Maria Rosa Cutrufelli

schiera di donne che, all’inizio del Novecento, si spinse nei paesini più sperduti a insegnare l’alfabeto. Un lavoro da pioniere. Difficile, faticoso, solitario. Anche Alessandra è sola, per la prima volta nella sua vita. Ma le piace insegnare e sfida con coraggio i pregiudizi e le contraddizioni

La copertina del libro

di una società divisa tra idee antiche e prospettive nuove. Nuovo è pure il mestiere

> PONTI SUL MINCIO <

TRACCE D’ARTE A FORTE ARDILETTI E’ stata inaugurata il 29 maggio, ma resterà aperta fino al 24 luglio, la mostra “Tracce d’Arte contemporanea” allestita a Forte Ardietti di Ponti sul Mincio con il coordinamento artistico di Roberto Pedrazzoli e Roberto Soggia. Forte Ardietti si trova sulla linea di confine tra il comune di Ponti sul Mincio e il comune di Peschiera sul Garda. È un manufatto di grande interesse storico ancora in ottimo stato che merita di essere valorizzato e reso fruibile con interventi conservativi e con manifestazioni culturali e turistiche. Quindici artisti mantovani, fra i più qualificati, hanno accolto l’invito a confrontare la loro arte con le luci e le ombre di ambienti, carichi di memorie e suggestioni che l’arte, forse più di ogni altra cosa, può far rivivere a nuove emozioni. Non si tratta, è importante sottoli-

nearlo, di una mostra di quadri e di sculture disposti, come è tradizione, negli spazi ordinati e neutrali di una galleria d’arte ma bensì di interventi, di “tracce”, appunto, che si insinuano con discrezione e rispetto, quasi in punta di piedi, si può dire, nelle atmosfere di un’ edilizia severa, carica di cimeli e di memorie che raccontano di epoche attraverso le quali si sono costruiti i destini del nostro paese. Negli spazi del forte le opere degli artisti assumono nuovi equilibri espressivi, cedono almeno in parte la loro

autonomia espressiva per interagire con lo spazio e creare nuovi motivi di coinvolgimento emotivo. Le “tracce d’arte” create dagli artisti hanno, inoltre, un’occasione di convergenza ideale nel concerto del musicista compositore Stefano Gueresi, ispirato ai segni e ai colori dell’arte contemporanea. Con il restaurato Castello Scaligero, Forte Ardietti rappresenta una straordinaria risorsa culturale e turistica non solo per il comune di Ponti ma per l’intero bacino del Lago di Garda.

di Adelmo, che cerca di farsi strada nel mondo appena nato del giornalismo moderno. Una sfida esaltante per un giovanotto ambizioso e di talento. E le occasioni non mancano in questa Italia ancora giovane, una nazione tutta da inventare. È il 1906, siamo nelle Marche, all’epoca una delle zone più povere della penisola. La maestra e la bambina sono nate qui. Una ad Ancona, l’altra a Montemarciano. Un piccolo paese sconosciuto, che di lì a poco conquisterà, insieme alla vicina Senigallia, le prime pagine dei quotidiani nazionali. Il nuovo secolo infatti porta sogni strani. Come il suffragio universale. Esteso alle donne, addirittura. Ed è per inseguire questo sogno che dieci maestre decidono di chiedere l’iscrizione alle liste elettorali. Sarà un giudice di Ancona, il presidente della Corte di Appello, a dover prendere la decisione. Lodovico Mortara, il giudice delle donne. L’AUTRICE Maria Rosa Cutrufelli, nata a Messina, cresciuta fra la Sicilia e Firenze, ha studiato a Bologna e, dopo aver viaggiato e vissuto per qualche anno in Africa, ha scelto di fermarsi a Roma. Dopo gli studi universitari collabora con numerose riviste letterarie e di critica. I suoi saggi e i suoi romanzi sono tradotti in una ventina di lingue. Fra i romanzi ricordiamo: La donna che visse per un sogno (nella cinquina del Premio Strega, vincitore dei premi Penne, Alghero-Donna, RacalmareSciascia), La briganta, Complice il dubbio, D’amore e d’odio (vincitore del Premio Tassoni), I bambini della Ginestra (vincitore del Premio Ultima Frontiera).

Venerdì 17 Giugno, in occasione della Festa delle associazioni giovanili castiglionesi, sul palco di Piazza Dallò davanti all’omonimo circolo Arci si esibirà uno dei più interessanti gruppi indie italiani. “La Rappresentante di Lista”, questo il nome originale della band nata nel 2011 dall’incontro tra Veronica Lucchesi (voce, percussioni e strumenti-giocattolo) e Dario Mangiaracina (guitalele, chitarra, fisarmonica e voce). Lui palermitano, lei toscana, entrambi attori teatrali, scrivono a quattro mani testi e melodie. Nel 2013 La Rappresentante di Lista è “fiore all’occhiello” di Arezzo Wave. Nel 2014 è finalista a Musicultura e candidata alle targhe Tenco – miglior disco d’esordio. Negli ultimi due anni la band ha attraversato l’Italia con centinaia di concerti in teatri, club, appartamenti, terrazze, cortili e automobili. Nel marzo 2014 esce “(Per la) via di casa” per l’etichetta bolognese Garrincha dischi. Il disco, prodotto con Roberto Cammarata, vede al suo interno diverse collaborazioni (Banda alle Ciance, Simona Norato, Antonio Di Martino, Serena Ganci, Angelo Di Mino). Nel giugno del 2015 esce “Invisibilmente”, primo 45 giri estratto dal nuovo disco (in uscita a Novembre sempre per Garrincha dischi).

La Rappresentante di Lista in concerto

> CASTEL GOFFREDO <

SI RIQUALIFICA VIA BRESCIA Sono iniziati martedì 24 maggio i lavori per la riqualificazione di via Brescia. L’intervento fa parte del primo lotto che riguarda la strada provinciale e che coinvolgerà nel secondo lotto anche strada Acquafredda. Il primo lotto dovrebbe avere una durata di lavori di circa due mesi e riguarda la riqualificazione della via con il rifacimento dei marciapiedi e della ciclopedonale e una nuova illuminazione pubblica. Questo intervento prevede una spesa totale di 500 mila euro di cui 200 mila finanziati dalla Provincia di Mantova. Il miglioramento complessivo permetterà di avere il blocco del traffico pesante per il centro di Castel Goffredo e il transito davanti alle scuole del paese, proprio in via Brescia. Inoltre si

avrà una deviazione del traffico sulla tangenziale ovest provenendo da Carpenedolo che non consentirà il traffico pesante davanti al plesso scolastico, rafforzando così la sicurezza per chi ogni giorno deve accompagnare i bambini a scuola. I lavori prevedono un senso alternato di marcia. L’inizio dei lavori sul secondo lotto dovrebbero partire dal mese di settembre.

CERCA FIGURA COMMERCIALE SI RICHIEDE: Buona capacità nei rapporti interpersonali Autonomia e responsabilità Automunito Trattamento economico interessante Inviare Curriculum Vitae a: reporter@reporter.it oppure consegnare a mano presso la nostra sede in Via Acerbi 10/12 - Mantova


Castiglione d/Stiviere

Mantova - PAGINA 9 -

WANG ZHENG GLORIA “Il vero risultato sono le sinergie”

Visita I.C.2 Castiglione d/S e università di Mantova con lezione di kongfu

I

l Mulan Festival, manifestazione che fonde in sè la cultura cinese con quella indiana, andato in scena nel week end del 21-22 maggio scorsi, è stato un grandissimo successo non solo da un punto di vista dell’affluenza del pubblico, ma anche e soprattutto per le sinergie che si sono create. Hanno infatti partecipato al Mulan Festival dei maestri professionisti di grande fama in Cina, in India e non solo e in questo modo tre popoli - quello cinese, quello indiano e quello italiano - si sono uniti in una sinergia completa. “Il risultato più importante del Mulan Festival di quest’anno è stato il fatto

Vice presidente provincia Mantova Francesca Zaltieri riceve omaggio dal pittore Xu yulai di Tianjin

di essere riusciti ad unire diversi popoli, che si sono esibiti su un unico palco - racconta Wang Zheng Gloria, ideatrice e “anima” del Mulan Festival. - Il sabato sera inoltre - prosegue la Wang - al momento dell’esibizione di danze indiane tutti gli spettatori si sono uniti nel ballo in modo del tutto spontaneo. E questo è senza dubbio un grande risultato”. Essere una grande famiglia infatti è lo scopo ultimo del Mulan Festival e dell’Associazione Diecimila Sorgenti, presieduta dalla stessa Wang. “I visitatori cinesi si sono commossi vedendo la bellezza degli spettacoli e la partecipazio-

ne del pubblico del Mulan Festival - racconta sorpresa Wang Zheng Gloria”. Pare proprio, infatti, che neppure in Cina si veda una sinergia tale. Come si diceva all’inizio, il Mulan Festival ha ospitato grandissimi artisti, che hanno lasciato il pubblico letteralmente senza fiato. Il maestro Li Min, con le sue performance letteralmente “al limite”, tornerà in Italia per costituire, insieme ad altri artisti cinesi - tra gli altri, un musicista, un cantante lirico e una soprano - un gruppo artistico che si potrà esibire sia in feste pubbliche, sia private. “Il grande maestro del Tai Chi stile mantide

- racconta Wang Zheng Gloria con una certa emozione - Sun Zhibin, ha inoltre delegato a me la responsabilità di divulgare i suoi insegnamenti, aprendo nel territorio mantovano una scuola di arti marziali. A questo proposito, credo che tutte le comunità cinesi di Mantova siano molto soddisfatte e tutti sono benvenuti”. Il Mulan Festival è la dimostrazione che la sinergia fra i popoli, l’amore e l’amicizia creano grandi cose. Per info sui corsi di arti marziali www.wanquan.it e www.diecimilasorgenti.it


Mantova - PAGINA 10 -

OLTREPÒ

Grande festa ai CICLAMINI

Tutta Quistello all’annuale appuntamento con ospiti, famigliari e dirigenti che ha sancito, come detto, la ritrovata alleanza tra l’amministrazione comunale di Quistello e la società, nel sostenere questa residenza sanitaria di estrema importanza per il territorio, nel riqualificarla in futuro. Tutti d’accordo sul fatto che la struttura è una realtà fondamentale, apprezzata da ospiti e parenti, per i servizi erogati, per la professionalità del personale sempre aggiorna-

Lo staff dei Ciclamini

to e da una equipe medico-infermieristica altamente preparata. La mattinata è proseguita con l’intrattenimento musicale a cura della Scuola di musica

Oltrepò Mantovano di Quistello e l’esposizione di alcune opere dell’artista quistellese Nino Piva dal titolo “Emozioni a colori”.

> SUZZARA <

U

na grande festa per tutta la comunità. Nella giornata di sabato 28 maggio, il paese di Quistello ha riabbracciato la sua Rsa “I Ciclamini “e così ospiti e famigliari hanno potuto passare diverse ore di svago e divertimento. L’occasione è stata la “Festa ai Ciclamini”, organizzata da “I Ciclamini” e dalla cooperativa “La Pineta” presso la struttura di via Trombelli

e che attualmente ospita 80 persone, con un organico di 60 dipendenti. La giornata è iniziata al mattino con il benvenuto e i saluti delle autorità. L’intervento delle autorità ha permesso di poter presentare i prossimi lavori che saranno eseguiti alla Rsa, con la demolizione, entro l’anno, della vecchia struttura adiacente quella attuale dove sorgeranno ambulatori e mini alloggi pro-

tetti. Inoltre verrà completata la facciata ancora incompleta a causa dei problemi avuti dal primo gestore della struttura. Verranno infine riorganizzati gli spazi interni, con nuovi ambulatori per la fisioterapia per pazienti esterni. «Abbiamo vissuto un grande clima di festa – commenta soddisfatta la presidente Antonella Spaggiari – con un successo di pubblico e di partecipazione». Una festa

A SCUOLA NELL’OASI CON BONIFICA E WWF In sinistra Secchia, nell’Oltrepò mantovano, prende corpo una scuola a cielo aperto. I banchi e l’aula sono l’Oasi faunistica del Trigolaro, gli insegnanti i componenti di una biodiversità unica e la lavagna su cui scrivere questa bella pagina di cronaca è messa a disposizione da Wwf Mantovano e Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po: in queste ore, hanno siglato una innovativa convenzione di collaborazione per la gestione dell’area. Il cavo Trigolaro, a Suzzara – unico Comune dell’Oltrepò a superare i 20.000 abitanti -, ha il compito di scolare parte delle acque in eccesso in una vasca di laminazione che, nel tempo, è divenuta una vera e propria oasi faunistica. L’Oasi faunistica del Trigolaro, con i suoi canneti, è oggi ricca di piante aquatiche e animali anche migratori tra i quali aironi, nitticore, anatidi, rapaci e passeriformi di canneto e molt altri. “Un esempio straordinario di connubio tra opere dell’uomo e natura – osserva Donato Artoni, presidente dell’Associazione Wwf Mantovano – e che candidiamo come strumento per avvicinare le persone alla scoperta dell’ambiente di luoghi al confine tra

Donato Artoni e Ada Giorgi

urbanizzazione e ambiti rurali e acquatici”. La convenzione siglata tra WWF Mantovano e Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po, che già provvede alla manutenzione dell’area in oggetto regolandone anche l’accesso delle acque, prevede diversi strumenti di fruibilità pubblica dell’opera. “Vasche di laminazione come queste – osserva Artoni – sono idraulicamente parcheggi temporanei delle acque quando piove troppo in aree urbaniz-

beneficio dell’ambiente, delle attività dell’uomo e, anche, del turismo dell’intero sistema dell’Oltrepò”. “Bonifica e ambiente sono da sempre sinergici – spiega Ada Giorgi, presidente del Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po – ed è per questo che abbiamo creduto in questa convenzione, il cui scopo è di informare la collettività del valore dell’Oasi faunistica del Trigolaro sia dal punto divista idraulico, sia da quello paesaggisticoambientale, con visite guidate

zate, ma di fatto sono anche un eccezionale ecosistema filtro che, per altro, può ospitare un’avifauna davvero unica. Se correttamente gestita va a

per studenti e famiglie, accompagnate da personale idoneo e con materiale informativo specifico”. “In questa vasca di laminazione, ora anche oasi, – conclude Artoni – nata come soluzione efficace di controllo idraulico del territorio oggi ritroviamo risorse fondamentali di biodiversità. L’oasi si è trasformata e ha completato il ruolo della vasca: vere e proprie scuole a cielo aperto per percorsi di educazione ambientale”. Scuole e gruppi possono ora accordarsi col Wwf Mantovano per le visite nell’area (3462487772 wwfmantovano@gmail.com).


Speciale Auto&Moto

Mantova - PAGINA 11 ReporterMN

TI SEI RICORDATO DI FARE LA REVISIONE DELLA TUA AUTO/MOTO?

TI ASPETTIAMO!!!!

Casa delle Revisioni Auto Moto Via della Costituzione, 59 - Levata di Curtatone (MN) - Tel. e fax 0376 291538

Già operativi i controlli promossi da Polizia stradale e Assogomma

SPECIALE

AUTO & MOTO Diecimila controlli su strada dal 15 maggio al 20 giugno: è questa l’iniziativa messa in campo da Assogomma e Polizia Stradale che, come ogni anno, in vista dell’estate, lanciano la campagna ‘Vacanza Sicure’. Giunta alla sua tredicesima edizione, l’iniziativa coinvolgerà quest’anno da nord a sud sei regioni d’Italia attraverso una serie di controlli sullo

OPERAZIONE VACANZE SICURE stato dei pneumatici. Sotto la lente, come annunciato nel corso della presentazione del programma alla stampa, saranno Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Toscana, Veneto e Sicilia. I mezzi controllati non saranno però solo le vetture ma anche i veicoli per il trasporto leggero fino a 35 quintali, i caravan (roulotte) e i carrelli appendice, che spesso presentano criticità specifiche, come ad esempio il sovraccarico. Con un parco auto sempre più vecchio, il 50% ha più di

10 anni, e gli incidenti stradali che aumentano, la manutenzione dell’auto assume un ruolo fondamentale per la sicurezza stradale. Dal 2003 ad oggi sono stati effettuati dalla Polizia Stradale ben oltre 130.000 controlli specifici sui pneumatici ed i relativi risultati hanno evidenziato non conformità di diversa natura complessivamente pari al 15%, percentuale che supera il 20% se si considera anche la mancanza della revisione del veicolo. Vacanze Sicure è uno dei più duraturi sodalizi che vedono coinvolti il Ministero dell’Interno, i produttori di pneumatici aderenti ad Assogomma, ed i rivenditori aderenti a Federpneus. Tra le condizioni peggiori riscontrate sulle strade italiane gomme non omologate, pneumatici lisci o danneggiati e quelli invernali utilizzati anche nei mesi estivi. E spunta anche un fenomeno tutto nuovo, quello del pneumatico vettura riscolpito. ‘’Si tratta di una pratica che nel nostro Paese è vietata per le vetture e potenzialmente pericolosa - afferma il Direttore di Assogomma Fabio Bertolot-

ti che invita anche gli automobilisti - ad accertarsi che i pneumatici vettura, acquistati presso i canali tradizionali o tramite internet, come prodotti d’occasione non siano stati fatti oggetto di tale operazione di riscolpitura, partendo dai pneumatici usati’’. Sul tema il

Direttore del Servizio Polizia Stradale Giuseppe Bisogno ha sottolineato l’importanza di ‘’sensibilizzare i conducenti sulla necessità di una attenta manutenzione del veicolo, in particolare dei pneumatici, per viaggiare in sicurezza. Ancora troppi automobilisti circolano

con pneumatici lisci o danneggiati o utilizzano pneumatici non omologati. Gli strumenti che abbiamo a disposizione per contrastare questa tendenza passano attraverso un impegno a 360 gradi: nella prevenzione, nei controlli e nell’informazione’’.

EMISSIONI CO2, L’ITALIA SUL PODIO

ReporterMN

Dopo la Francia siamo gli automobilisti che inquinano meno per ogni km percorso

IL TUO

RICAMBISTA DI

FIDUCIA…

SEDE

Via Atene, 37 - Loc. Gombetto Porto Mantovano (MN) Tel. 0376 390581/387253 - Fax 0376 442044 magazzino@rpmautoricambi.com

"Sei pronto per l'estate?"

Concessionario

Con 115,1 grammi di CO2 per ogni chilometro percorso, l’Italia si colloca al secondo posto della graduatoria dei principali Paesi europei con i più bassi livelli di emissioni di CO2 derivanti da nuove immatricolazioni di auto nel 2015. Al primo posto di questa classifica si posiziona la Francia (con 111,3 g di CO2/km). Al terzo posto, invece, si posiziona la Spagna (116,2 grammi), seguita da Regno Unito (121,9) e Germania (128,6). Il risultato ottenuto dall’Italia in materia di emissioni derivate delle auto nuove immatricolate - secondo un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec sulla base di dati Unrae ed European Environment Agency (EEA) - è legato al fatto che nel 2015, il nostro Paese ha registrato una delle più basse medie in Europa rispetto alla cilindrata dei motori di nuove auto prodotte, con un livello pari a 1.476 cc, molto al di sotto della media europea che è di 1.604 cc. Le auto con minore cilindrata, infatti, hanno un minor consumo specifico e dunque emissioni minori. In materia di emissioni, l’andamento degli ultimi dieci anni, nei paesi del Vecchio Continente, indica una diminuzione della media di emissioni. In particolare, il Regno Unito è il Paese dove si è registrato il calo maggiore (-27,3%), seguito a breve distanza da Francia (-25,7%), Germania (-25,4%), Spagna (-25,3%) e Italia (-21,8%). Al 2015, inoltre, la media dei cinque Paesi è stata di 118,6 g CO2/km. Si tratta di un dato significativo, poiché inferiore all’obiettivo di 130 g CO2/km che era stato fissato per il 2015 dall’Ue.

L’obiettivo, di fatto, è stato già raggiunto nel 2012 quando la media dei maggiori Paesi europei era calata fino a toccare i 130,8 g/km. I buoni progressi registrati negli anni, tra l’altro, hanno spinto la Commissione Europea nel 2014 a definire un nuovo target per il 2021, fissando l’obiettivo di riduzione delle emissioni medie di CO2 delle auto di nuova immatricolazione a 95 g/km.

Via Albano Seguri, 2 - Zona Vadaro 2 MANTOVA Cell. 335 6494649 - Tel. 0376 302344/302961 - Fax 0376 314102

brescianigiancarlo@alice.it

Montaggio ed Assistenza Sponde Dhollandia, Anteo Montaggio e riparazione bruciatori Webasto, Eberspacher Montaggio e riparazione refrigeranti ThermoKing, Carrier Diagnostica, riparazione ABS EBS EDC sospensione Waeco Installazione ed assistenza impianti GPL e Metano


Salute&Benessere

Mantova - PAGINA 12 -

Perche’ e’ importante rivolgersi ad uno specialista in un momento così fondamentale della vita

PROCREAZIONE medicalmente assistita: un aiuto psicologico

"Tutta la bellezza che sogni"

Vendita al dettaglio e all’ingrosso

COSMETICI PROFESSIONALI VISO - CORPO - CAPELLI

presenti su Facebook Instagrams, seguiteci… Via Mazzini, 91 - Castiglione delle Stiviere (MN) Tel./Fax 0376/631103 - Cell. 333 4011359 cosmetici.prof@gmail.com

A

vere un bambino è un avvenimento importante per lo sviluppo personale: per molti è la realizzazione di un progetto condiviso dalla coppia, con il quale si acquista anche una nuova identità: quella di genitori. D’altra parte la società si aspetta da donne e uomini sposati di diventare madri e padri per consentire la continuità intergenerazionale della famiglia. Quante volte le coppie si sentono chiedere: “quand’è che mettete in cantiere un bimbo?!”, “non è ora che mi facciate diventare nonna?!”. Capita tuttavia di desiderare un figlio ma di non riuscire a concepirlo: un’esperienza che può essere dolorosa creando disagio sia nella persona che nella coppia, un dramma a cui si aggiunge spesso la frustrazione di non riuscire a soddisfare le aspettative della società. Il mancato concepimento può essere vissuto come un evento traumatico nella vita di coppia: può infatti creare un vissuto di disperazione emotiva, delusione, impotenza, dolore, rabbia, senso di fallimento, colpa, inadeguatezza e vergogna, non solo per i coniugi, ma anche per le famiglie di origine. Una delle possibili soluzioni per queste coppie è quella di rivolgersi alla medicina per

turali falliti, durante le visite e gli esami, durante la comunicazione della diagnosi, nella scelta di cosa fare dopo la diagnosi di infertilità o sterilità. Il consiglio dello specialista di iniziare una riproduzione assistita può creare un profondo conflit-

Alessassandra Ferrante

to interiore tra il desiderio di non rinunciare alla genitorialità e le credenze appartenenti al contesto famigliare, religioso e sociale di appartenenza. L’infertilità è un fenomeno complesso con molti fattori di origine; mente e corpo sono in-

fatti entità collegate tra di loro, per meglio comprendere che cosa ostacola il concepimento di un bambino e il disagio psico-fisico, relazionale e sessuale indotto da tale condizione occorre, dunque, proporre una visione olistica del problema,

basata sia sulla consulenza medica che su quella psicologica. Tralasciare la consulenza psicologia, significa ridurre le probabilità di successo di una terapia e soprattutto negare una serie di emozioni che spesso le coppie portano quando si trovano ad affrontare questo disagio. Il mio intento è di sensibilizzare tutti coloro che operano in questo campo circa la necessità e l’importanza di presentare alle coppie, in modo adeguato, l’utilità della consulenza psicologica o della psicoterapia. Dimostrando che si può parlare tranquillamente di questo disagio e che, soprattutto è utile farlo, il supporto psicologico diventa un’importante opportunità e risorsa, uno strumento davvero prezioso. La dottoressa Alessandra Ferrante, psicologa e psicoterapeuta, potrà supportare efficacemente tutte le coppie che desiderino avere un figlio e che decidano o abbiano deciso di utilizzare il metodo della procreazione assistita.

Dott.ssa

VIA LEVACHER, N° 7 - COLORNO (PR) VIA LOVARA, N° 1/A - S. MARTINO D/ARGINE (MN) TEL. 0521 815005 - 0376 929304 FAX. 0521 313596 - 0376 928893

Ferrante Alessandra

info@centromedicosantamargherita.it

ReporterMN

POLIAMBULATORIO PRIVATO

• VISITE SPECIALISTICHE • DIAGNOSTICA ECOGRAFICA E RADIOLOGICA • FISIOTERAPIA E TERAPIE FISICHE • ODONTOIATRIA E IMPIANTOLOGIA

soddisfare il loro desiderio, attraverso la procreazione medicalmente assistita. In questo processo è indispensabile offrire alle coppie la possibilità di ottenere un accompagnamento psicologico in tutte le fasi (prima, durante, dopo) del percorso di riproduzione assistita, in quanto il cammino che si prospetta è faticoso e non sempre ricompensato da un esito felice. I tentativi di riproduzione assistita non sempre vanno a buon fine, e le emozioni iniziali quindi si intensificano. Ed anche quando riescono a concepire un figlio, le coppie possono vivere il periodo della gravidanza, della nascita e della crescita del bambino, con uno stato di ansia molto elevato. La modalità d’intervento psicologico prevede una prima fase di valutazione psicodiagnostica e una seconda fase di supporto psicologico o di psicoterapia individuale o in coppia. Gli interventi variano per tipologia e tempi, in base alla storia e ai bisogni della coppia (colloqui di coppia, colloqui individuali, incontri di gruppo). In tutti l’interesse è comunque verso la coppia e verso il suo desiderio di concepire un figlio, tenendo presente il modo diverso in cui viene vissuto il percorso nella donna e nell’uomo. Un accompagnamento psicologico per poter parlare liberamente del disagio dovuto ai tentativi na-

• PSICOCOLOGA • • PSICOTERAPEUTA COGNITIVO - COMPORTAMENTALE • • SESSUOLOGA • Ricevo su appuntamento al numero 349

LA RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO Riabilitazione uro-ginecologica aperto dal lunedì al venerdì: 9:00-12:30 / 15:00 - 19:30

www.centromedicosantamargherita.it

1563044

Centro Medico Polispecilistico: Piazza Artioli,18 - Reggiolo (RE), Centro Medico "Gonzaga": Piazza 1° Maggio - Guastalla (RE) Centro Medico Portale Valsecchi: Via Pietro Torelli,16 - Mantova Studio Privato: Via T. Dall'Oglio 6 - Pegognaga (MN)


Salute&Benessere

S

igmund Freud nasce il 6 maggio 1856, da una famiglia ebrea, a Freiberg in Moravia. A Vienna si iscrive inizialmente alla facoltà di scienze, dedicandosi alla ricerca pura e, successivamente, a causa di problemi economici, a medicina. Nel 1881 si laurea e quattro anni dopo ottiene la libera docenza in neuropatologia ed una borsa di studio; ne approfitta, così, per andare a Parigi, alla Salpêtrière, da Charcot, il più grande neurologo europeo di quei tempi. Per la cura degli isterici, Charcot si serviva dell’ipnoterapia ed in quegli anni l’interesse di Freud per l’ipnosi diviene vivissimo. Dell’ipnosi, per la terapia dei casi isterici, si serviva anche a Vienna il dottor Joseph Breuer. A partire dal 1887 Freud inizia a collaborare con lui. Da questa collaborazione, che durerà sino al 1895, Freud ricaverà alcune acquisizioni che resteranno essenziali per la terapia dell’isteria e di altre nevrosi. I risultati di questo lavoro comune saranno pubblicati nell’opera “Studi dell’isteria”apparsa nel 1895. Motivi teorici e pratici e in massima parte una sostanziale diversità di interessi provocano il graduale allontanamento di Freud da Breuer, allontanamento che si compie poco dopo la pubblicazioni degli Studi. A partire dal 1895 Freud inizia la propria autoanalisi che si conclude nel 1900. Quello che sarà definito “il padre della psicoanalisi” ottiene, così, la carica di professore straordinario all’università di Vienna nel 1902 e, in seguito, nel 1920, di professore ordinario. Tali riconoscimenti sono dovuti al suo prestigio di neuropatologo, infatti in quegli anni la psicoanalisi è ancora fraintesa o ritenuta scandalosa ed oggetto di accuse e di polemiche, seppur avesse iniziato, sia pure lentamente, a diffondersi. Nel 1902 si costituisce una primo gruppo di Vienna, con segretario Otto Rank, e si assisterà ad una grande diffusione della psicoanalisi, grazie

PAGINA 13

Mantova - PAGINA 13 Mantova

dono il potere in Germania e, nonostante i cattivi presagi di un’aggressione all’Austria e le ripetute esortazioni degli amici, Freud non acconsente a lasciare Vienna. Vi si deciderà solo cinque anni più tardi, di fronte all’Anschluss. Nel 1938, dunque, si trasferisce con la famiglia a Londra, dove muore l’anno seguente il 23 settembre 1939. Per quanto le teorie di Freud siano da molti reputate superate per i giorni nostri, esse conservano un fascino indiscusso, e attirano molto spesso anche i più giovani che vogliono scoprire i misteri dell’incon-

scio. Sigmund Freud ha ancora molti seguaci, che trovano nella sua tecnica psicoanalitica – che per la verità presenta una certa rigidità - un caposaldo della clinica. Si pensi, ad esempio, alla scuola di formazione di Via Ariosto 6 a Milano, che identifica nelle tecniche freudiane il miglior modo per curare i pazienti. Molto interessanti sono anche i cosiddetti “scissionisti” di Freud, ai quali si accennava prima. Si pensi ad esempio a Jung e ai suoi archetipi dell’inconscio collettivo o a Reich che riuscì in una perfetta fusione delle teorie marxiste con quelle freudiane.

SIGMUND FREUD Il padre della psicoanalisi all’istituzione di un’associazione privata ed all’insegnamento che pubblicamente se ne faceva. In quegli anni Freud pubblica alcuni importanti lavori: “Psicopatologia della vita quotidiana”(1901), “Tre saggi sulla sessualità”(1905), “Il motto di spirito e la sua relazione con l’inconscio” (1905). Nel congresso di Norimberga, tenutosi nel 1910, viene fondata un’associazione ufficiale degli psicoanalisti a capo della

quale venne eletto Jung, che più tardi sarà uno degli “scissionisti” di Freud, così come Reich, Rank ed Adler. Nel febbraio del 1923 Freud avverte i primi sintomi di un male che si rivela un cancro alla mascella. Egli conserva, tuttavia, la sua straordinaria vitalità, continua il lavoro di analista e di scrittore; per tutto il decorso della malattia, Freud rimane sempre consapevole e presente a sé stesso, rifiutando ogni pietoso

inganno; nonostante i dolori, non prendeva calmanti, per non ottundere la propria usuale chiarezza intellettiva. Aveva continuamente accanto, in un rapporto sempre più stretto, la figlia Anna, cui era legato da “una reciproca, profonda, silenziosa comprensione e simpatia”. Anna era la sua compagnia, la segretaria, l’assistente, e la collaboratrice. Come è noto dai funesti avvenimenti storici, nel 1933 i nazisti pren-

AMA IL TUO CORPO E RISPETTALO è il tempio in cui vivi, è ciò che ti è più vicino

Beauty & Clinic center

I SERVIZI

• Dimagrimento • Massaggi corpo e viso • Trattamento viso liporiducente • Abbronzatura • Manicure • Pedicure • Trattamenti unghie • Smalti semipermanenti • Ricostruzione Percorsi personalizzati dimagrimento con macchinari • Make up permanenti • Trucco sposa Epilazione permanente • Vasca termale • SHIATSU • Fotoringiovanimento • Osteopatia Nutrizionista • Fisioterapia • Riflessologia plantare• Ginnastica•pelvica • Pilates - yoga Allenamento • • Corso preparto personalizzato • Chirurgia Estetica • Depilazione definitiva Naturopatia • • •

Via Parenza Bassa, 23 - Borgo Virgilio (MN) - Tel. 0376 448123

www.maisonducorps.it -

GIOVEDÌ 16 GIUGNO ONDA D'URTO

PROVA LE NUOVE TECNOLOGIE MEDWELL PER IL RIMODELLAMENTO DEL CORPO E LA RIDUZIONE DELLA CELLULITE

CHECK-UP + PRIMA PROVA GRATUITA


Mantova - PAGINA 14 -


Roncoferraro

Mantova - PAGINA 15 -

C

ome ogni anno da ormai dieci anni, sta per iniziare la golosissima “Festa del Riso in Corte”, l’appuntamento enogastronomico che non delude mai. Il menù propone, come sempre, una ricca varità di risotti, tra cui le due punte di diamante della cucina di Roncoferraro, il risotto con i Saltarelli ed il risotto con la Psina, piatti che hanno anche ottenuto da denominazione comunale di origine, a voler sottolineare la purezza degli ingredienti e la loto totale aderenza al territorio e al Comune di origine.

Dal 10 al 13 giugno assaporate le delizie di Roncoferraro

Ritorna la festa del RISO IN CORTE ASSOCIAZIONE PRO LOCO COMUNALE COMUNE DI RONCOFERRARO

Il risotto con la psina era, un tempo, un piatto povero, che si preparava con i rimasugli dopo la raccolta del riso e con la frittura dei pesciolini – la psina appunto - che si pescavano nei fossi ai bordi delle strade. La tradizione culinaria, rigidissima, vuole che i pesciolini vengano fritti in abbondante olio e poi “scolati” quando raggiungono la croccantezza perfetta: si devono sciogliere in bocca e risultare croccanti. La frittura viene aggiunta ancora caldissima al riso in bianco, regalando un gusto

golosissimo al riso. L’altra specialità del territorio di Roncoferraro è senza dubbio il risotto con i gamberetti di fiume, i saltarelli. Il suo colore inconfondibile, l’arancio, lo caratterizza e i piccoli gamberetti hanno un sapore meraviglioso. Un caposaldo della tradizione culinaria mantovana, che certamente non può essere trascurato. I risotti sono sempre molto amati da tutti e bene o male, riscuotono sempre grande successo. Quando, poi, il risotto è condito con il pesce fritto è davvero imperdibile.

RISOTTO CON LA PSINA

Ingredienti per 4 persone, 5-6 hg di riso vialone nano, “psina” a volontà, farina bianca, burro, e grana grattugiato. Preparare il riso “alla pilota” aggiungendo a fine cottura un po’ di burro. Mettere il riso in uno stampo tipo ciambella e girarlo su un piatto da portata preriscaldato. Mettere nel buco centrale la psina precedentemente preparata passandola nella farina e nel pangrattato e quindi fritto in abbondante olio bollente. Il connubio risulterà perfetto.

in collaborazione con i Comitati di Paese e con le Associazioni Locali organizzano la

10° Festa del

Riso in Corteande

10 -11-12 e 13 Giugno 2016

Gr

a RONCOFERRARO

RISOTTO COI SALTAREI

vieni ad assaggiare i migliori risotti della nostra tradizione tra cui due De.C.o. e molte altre tipicità del nostro territorio

Ingredienti per 4 persone, 5-6 hg di riso vialone nano, burro, formaggio grattugiato, 500 g di saltarei. Friggere i saltarei in olio caldo in modo che diventino ben croccanti. Scolarli e tenerli in caldo. Preparare il riso alla pilota a cui, una volta cotto, vanno aggiunti i saltarei, una noce di burro e un po’ di formaggio grattugiato. Amalgamare il tutto con un po’ d’olio di frittura precedentemente filtrato e servire il riso ben caldo.

Lunedì

“MENU’ ANTICRISI” al prezzo fisso di €10 in più: concerti, spettacoli, animazione per bambini, mostre fotografiche, trattori d'epoca, mercato contadino e dell'artigianato e molto altro ancora si ringrazia per la collaborazione:

Agriturismo Corte Grande

0376 663104

Caseificio FORTE d’ATTILA Az. Agr. Loghino 6PIANE Cantine LEBOVITZ

RISO Sant’ANTONIO

• • •

• GIORNALI •

• RICEVITORIA • CARTOLERIA • APERTO TUTTI I GIORNI

ReporterMN

• TABACCHERIA •

BARBASSO (MN) - Strada Ostigliese, 114

• • •

Vendita legna da ardere sfusa e in bancali, solo ed esclusivamente italiana Fornitura a magazzini di legna inbancalata, con trattative riservate Varie tipologie di legna stagionata secca tutto il tempo dell'anno con taglio a misura, fornitura per pizzerie Potatura con piattaforma Abbattimento alberi e frutteti Eseguiamo anche la cippatura della ramaglia arbusti, ecc. direttamente sul posto Via Corbolo, 9 - Villagrossa di Castel d'Ario (MN) Cell. 345 5808970 • Cell. 345 5916237 • virginia.gementi@gmail.com

ReporterMN

BAR - COLAZIONI - APERITIVI


Speciale SCUOLA

SPECIALE

SCUOLA

Mantova - PAGINA 16 -

Un’occasione unica per gli studenti dell’indirizzo turismo di conoscere il petrolio d’Italia

L’UNESCO e il PITENTINO: un connubio perfetto

Alcune immagini degli studenti dell’Istituto Pitentino con l’indirizzo “turismo” DI

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI

U

na grande scommessa per l’Istituto Tecnico Economico Alberto Pitentino di Mantova è stata l’introduzione, ormai cinque anni fa, dell’indirizzo “turismo”, purtroppo ancora poco conosciuto. La sezione, infatti, è per ora una sola, ma gli insegnanti hanno accolto fin dall’incipit questa nuova sfida con grande entusiasmo e i ragazzi, dal canto loro, hanno risposto benissimo. Il focus dell’indirizzo turistico è, come dice il nome stesso, la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale mantovano e, più in generale, italiano. Arte, enogastronomia, e bellezze paesaggistiche sono il vero petrolio del nostro Paese, sfortunatamente ancora poco valorizzate. Gli studenti che scelgono di iscriversi all’indirizzo turistico del Pitentino hanno, così, la possibilità di acquisire competenze variegate in quello che è il settore turistico, affiancando a queste nozioni generali nel campo dei macro-fenomeni economici sia nazionali che internazionali, oltre ad un ricco curriculum dedicato al Diritto Turistico, all’economia aziendale, alla geografia turistica e ad arte e territorio. Particolarità dell’intero corso di studi è senza dubbio la sinergia fra l’Isti-

tuto Pitentino e l’Unesco, che da anni protegge sotto la sua ala sia Mantova che Sabbioneta, la piccola Atene, entrambe incarnazione dell’immaginario gonzaghesco in fatto di bellezza e di realizzazione di essa. Il progetto Unesco è stato organizzato, per l’appunto, dall’Ufficio Unesco Mantova – Sabbioneta. Tale progetto comprende una lezione interattiva in aula, visite tematiche guidate e una lezione sulla storia dei Gonzaga,

la dinastia più longeva d’Italia. Alcune studentesse hanno partecipato ad un concorso dal titolo “Cittadini di domani – conosciamo il patrimonio mondiale” – organizzato dall’Unesco stesso, e hanno affrontato ben tre prove: un quiz di competenza sull’Unesco, la produzione e la presentazione di un’opera dedicata a Mantova ed, in ultimo, un’idea su come promuovere la conoscenza del sistema “Le regge dei Gonzaga”. “Le ragazze

sono riuscite a vincere un premio di 2,000 euro – racconta la professoressa Paola Tibiletti, docente dell’indirizzo turismo del Pitentino – costruendo una mattonella di ceramica che rappresentasse in un’unica immagine le città di Sabbioneta e di Mantova. Inventando un linguaggio creativo ed immediato le nostre studentesse sono riuscite a trasmettere i valori della filosofia dell’Unesco – continua la Tibiletti – e grazie a questo premio la classe è stata tre giorni in gita a Firenze”. La collaborazione con l’Unesco prosegue anche all’interno di progetti didattici, nella promozione del sito web dell’Unesco e come supporto nell’ufficio e nel front office della stessa organizzazione nelle fiere di settore , quale ad esempio il Salone Unesco di Padova. Nel curriculum di studi con focus sul turismo, fondamentale è anche l’apprendimento delle lingue straniere: gli studenti possono scegliere tre lingue fra francese, tedesco e spagnolo, oltre all’inglese che è “di base”. Un laboratorio linguistico d’avanguardia è sicuramente la punta di diamante dell’intero Istituto ed è un luogo in cui gli studenti possono imparare le lingue in modo innovativo, efficace e mai noioso.

L’INGLESE PER IL TUO FUTURO.

L’istituto Pitentino, inoltre, ha costituito alcuni anni fa, su idea del dirigente, Vincenzo Dalai, e della figura strumentale, per l’Orientamento, Prof. Alessandro De Vincenzi, il polo tecnico professionale denominato “Sviluppo Turistico e Culturale del Mantovano”, definendo un Comitato Scientifico e organizzando una serie di attività con numerosi operatori del terri-

governo Renzi.”L’alternanza scuola-lavoro – racconta ancora Paola Tibiletti – nel nostro Istituto era già stata introdotta nel 2005, ben prima del governo Renzi. Per la verità – prosegue la professoressa – il Pitentino è molto facilitato in questo, perché nella maggior parte dei casi sono le aziende a proporsi a noi e non il contrario. In questo senso, oltre tutto, i nostri ragazzi hanno potuto fare esperienza di un progetto si alternanza scuola-lavoro in Gran Bretagna, fondendo in un connubio unico l’impegno nel lavoro con l’interesse per le lingue straniere”. Il Pitentino è anche una scuola fortemente proiettata nel futuro: “Nel prossimo anno scolastico – spiega la Tibiletti – sarà

torio, mettendo in condizione gli studenti di sperimentare laboratori altamente professionalizzanti nell’ottica dell’alternanza scuola lavoro, tema molto discusso e certamente all’ordine del giorno nella Riforma della cosiddetta “Buona Scuola”, fortemente voluta dal

operativo oltre all’indirizzo ‘Amministrazione, finanza e marketing’, con l’articolazione ‘Sistemi informativi aziendali’ , anche l’articolazione ‘Relazioni internazionali’, tematica sempre più di attualità, non più trascurabile da chi vuole avere il ‘patentino’ del vero ‘europeo’”.

APPROFITTA DELL’ESTATE PER IL TUO CORSO D’INGLESE Piazza Mozzarelli, 17 Mantova 0376.36.39.35 WWW.WALLSTREET.IT/MANTOVA


Speciale SCUOLA

PAGINA 17

Mantova - PAGINA 17 Mantova

sempre la stessa. Abbiamo bisogno di cambiare, di portare un’innovazione anche nei libri di testo”. Se da un lato ci sono scuole che creano business sulle spalle delle famiglie, dall’altro c’è chi si rimbocca le maniche. Famoso è ormai il lavoro dell’istituto “Ettore Majorana” di Brindisi che si è concentrato in particolare sull’autoproduzione dei libri di testo curati da una comunità di docenti-autori che si riconoscono in una rete, la rete “Book in Progress” di cui la scuola di Brindisi è ide-

Cambiare il volto della scuola e’ cosi’ semplice?

C

L’INNOVAZIONE NEI LIBRI SCOLASTICI

hi non si ricorda le mattine passate a trasportare sulla schiena zaini pesantissimi dalle elementari fino all’università? Ogni materia ha il suo libro e il suo quaderno e quindi zaini pieni di quaderni e libri di storia, geografia, grammatica, italiano, scienze e tecnologia, sono stati e sono il pane quotidiano di ogni studente degno di questo nome. Tutti ricordiamo con affetto il sussidiario delle elementari, elemento centrale della didattica, che raccoglie e organizza le tematiche previste dal curriculum, per le diverse discipline di studio. Da un paio d’anni, tuttavia, l’adozione dei libri di testo non è più obbligatoria: anzi, le adozioni sono facolta-

tive e, oltretutto, quando sono effettuate, devono obbligatoriamente essere in formato digitale o misto. O, almeno, così dovrebbe essere. In molte scuole, si sono verificate situazioni bizzarre: i tablet erano solo in fase sperimentale e le famiglie sono state di fatto obbligate ad acquistare i libri di testo cartacei, oltre agli e-book. Qualora la sperimentazione non fosse andata a buon fine, dunque, essa veniva automaticamente messa da parte, mentre le famiglie degli studenti si erano sobbarcate il costo del tablet. Anche su questo ecco pronto l’inghippo. Solo una marca di tablet – la più costosa – era ammessa all’interno di queste scuole e in contemporanea, il

sistema di wifi delle scuole non funzionava. A quanto pare anche questo è più un business che una forma di innovazione. In un contesto simile è anche lecito chiedersi quante famiglie abbiano la possibilità economica di acquistare un costosissimo tablet. Da un lato l’Italia è un Paese molto reticente alle innovazioni, ma dall’altro inevitabilmente i docenti devono fare i conti con il digitale. Secondo il Movimento delle Avanguardie educative l’idea di libro è stata messa in discussione, va ripensata. “Nella forma libro – spiegano le scuole promotrici delle linee guida per l’implementazione e integrazione dei libri – è implicita una precisa idea di studio e di or-

atrice e capofila. Ma anche al “Carlo Emilio Gadda” di Fornovo di Taro hanno scelto l’autoproduzione di video-recensioni dei libri secondo le modalità del cooperative learning. Questa modalità didattica ha consentito di lavorare in modo transdisciplinare, coinvolgendo attivamente nel processo di apprendimento tutti gli studenti, con particolare attenzione ai Bisogni Educativi Speciali. Per arrivare a tanto, però, bisogna avere voglia di rimboccarsi le maniche più che di lucrare.

ganizzazione della conoscenza. La questione è complessa e suscita nuovo interesse nel momento in cui il testo digitale mette in discussione una serie di abitudini e di evidenze consolidate nel corso dei secoli e risulta difficile definire in maniera chiara nuovi comportamenti. Oggi se si prende in mano un libro di scuola dei nostri ragazzi ci si trova di fronte a testi che non garantiscono una reale innovazione e non influiscono sul rinnovamento della didattica. Basta pensare ad un libro di geografia: non vi è un solo link ad un museo, ad un sito archeologico, ad un app che può servire per studiare meglio la Pianura Padana. L’impaginazione è più o meno

Aperto tutti i giorni: lunedì: 06.00 - 12.30 Martedì/Sabato: 06.00-12.30/16.00-19.00 - Domenica: 07.00-12.30 di Alessandra Pelosi: - Via Roma, 66 - Ceresara (MN) Tel. 393 8808539 scarabocchio

PROMOZIONE LIBRI VACANZE

ReporterMN

Quest'estate oltre a pensare ai libri, pensate anche al divertimento!!!!!!

• Edicola • Cartolibreria • Servizio fax • Fotocopie • Plastificazione • Colibry Cover System • Vendita di idee regalo • Piccoli giocattoli • Bigiotteria

Se ACQUISTERETE il testo per i compiti delle vacanze

avrete in regalo un simpatico pallone

per passare un'estate in compagnia con i vostri amici!!!!

Vi ricordo inoltre che sarà possibile prenotare eventuali libri di lettura.

VI ASPETTO NUMEROSI!


Mantova - PAGINA 18 -


Levata di Curtatone

Mantova - PAGINA 19 -

Orzo, malto e luppolo i big della serata

LEVATA A TUTTA BIRRA

Dal 10 al 19 giugno fiumi di birra scorreranno in quel di Levata presso il parco della Polisportiva. Iniziamo subito con la sera del 10 giugno quando alle ore 20 la banda “Città di Mantova” sfilerà per levata accompagnata dal carro. Sabato 11 alle 15,30 ci sarà anche il moto live party e alla sera suonerà

il trio Loski. Domenica 12 sarà, invece, la volta delle Giannissime, la tribute band di Gianna Nannini. Giovedì 16 proseguiamo con l’Asilo’s band e venerdi 17 con i Brown Sugar, la tribute band di Zucchero Fornaciari. Sabato 18 sarà la volta di “Stupido Hotel” il concerto tributo a Vasco Rossi e conclu-

diamo domenica 19 con la Ghb, gratest hits band. come vediamo dal ricco programma, tutte le sere si terranno concerti di musica live e ci si potrà esibire nella resistenza al toro meccanico. Scorreranno, inoltre, fiumi di birra e si potrà gustare la cucina bavarese. Buon divertimento!

Quando il benessere si trova in luoghi inaspettati Non è uno scherzo. Bere birra fa bene. Le ricerche svolte negli ultimi anni hanno assodato che un uso di birra non eccessivo, (ricordando che la birra è sempre una bevanda alcolica), indurrebbe una serie di effetti al quanto benefici per l’organismo. La birra aiuta il corretto funzionamento del cuore rallentando la produzione di Omocisteina, una delle principali cause di problemi cardiaci, contenendo vitamine B, antiossidanti, ferro, calcio e acido folico. Nonostante la birra sia uno dei nemici del diabete, uno studio statuniten-

se dimostrerebbe che uno e due bicchieri di birra al giorno favorisca una protezione contro il diabete di tipo 2, diminuendo le complicanza cardiovascolari. La birra favorisce la diuresi, infatti contenendo magnesio e potassio e avendo un basso contenuto di sodio, aiuterebbe la normale formazione di urine, favorendo il normale funzionamento dei reni e diminuendo la possibilità di calcoli renali. Lo Xantoumolo, un flavonoide contenuto nel luppolo, rallenterebbe l’angiogenesi, una delle principali cause di formazioni di tumori, sempre secondo uno

studio condotto dall’Istituto dall’Istituto nazionale per la ricerca sul cancro. Una buona birra contasta l’invecchiamneto cutaneo, produce maggior livello di colesterolo buono, l’HDL, garantisce la salute dal’apparato cardiocircolatorio grazie ai polifenol. E’ stato rilevato che la birra, secondo uno studio della IATA, l’istituto di Agrochimica e tecnologia degli alimenti, che aumenterebbe i livelli di androstenedione ed altri estrogeni che causerebbero un ritardo dalla menopausa, concedendo un maggiore lasso di tempo per la procreazione. ReporterMN

Termoidraulica Quartaroli

diÊ QuartaroliÊ Niky

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO SANITARI RIPARAZIONI IN GENERE SOSTITUZIONI CALDAIE

Cellulare 1 347 015361 Curtatone (Mantova) | Tel. 0376 478491 www.mantovapane.it

Via Sciascia, 58 - San Giorgio di Mantova

termoidraulicaquartaroli@yahoo.it

di FONTANESI LORENZO S.n.c.

ASSISTENZA e VENDITA PNEUMATICI AUTO e MOTO ASSETTO RUOTE

S. SILVESTRO DI CURTATONE (MN) Via Molino,12 Tel. 0376 47590

Cell. 338

1933515

gemmaepasolinipneumatici@alice.it


Pegognaga

PAGINA 20 20 Mantova - PAGINA

Vasta gamma Vasta gamma di autoveicoli AZIENDALI e KM 0

SEDE ESPOSIZIONE Str. Petrate 1/B - Polesine di Str. Abetone Brennero - POGGIO RUSCO (MN) 0376 531560 - Fax LEO 0376 5369 Cell. 366 1826162 - p/oTel. OFFICINA CAVALLINI

SEDE Str. Petrate 1/B - Polesine di Pegognaga (MN) Tel. 0376 531560 - Fax 0376 536955 - diceauto@alice.it

Dal 1° al 5 giugno e dal 9 al 12 giugno

RITORNA IL MITICO PEGOROCK A

l via anche quest’anno l’appuntamento musicale che neppure il terremoto è riuscito a mettere in ginocchio. Ritorna anche nel 2016 il mitico Pegorock, una carrellata di musica dal vivo e di spettacoli che da sempre

tengono con il fiato sospeso la bassa mantovana e attirano a Pegognaga gente da ogni parte. Qualche nome? “Marta sui tubi”, “Ashtray”, “Skyroad”... “All Night Long” questi sono solo alcuni dei grandi nomi che suoneranno assolutamen-

te live al Pegorock 2016. Oltre alla grande musica dal vivo ci saranno grandi spettacoli: krav maga, judo, pole dance e non può naturalmente mancare il mondo underground con breakdance, skater e writers. You are gonna Rock Pegognaga!

BUON COMPLEANNO, BOB! “Sono nato molto lontano da dove dovrei essere ed è per questo che sto tornando a casa”

Robert Allen Zimmerman, da tutti conosciuto come Bob Dylan, ha da poco compiuto gli anni. Tutti conoscono almeno una sua canzone: Mr Tambourine Man, Blowin’ in the Wind o Like a Rolling Stone... Menestrello, musicista, o forse il più grande poeta americano di tutti i tempi. Armato di chitarra e armonica a bocca, scrive fin dall’adolescenza canzoni contro la guerra. Bob Dylan ha creato una “maniera”, facendo del folk americano il suo tratto distintivo ed entrando nel mito. Un mito indiscusso, testimoniato da diversi film che parlano di lui. Indimenticabile è certamente “I’m not there” di Todd Haynes, in cui Dylan è interpretato persino da una donna e da un bambino, a voler incarnare la sua poliedricità e, in fondo, il suo essere inafferrabile. Il 24 maggio 2016, Bob Dylan ha compiuto 75 anni e per quanto la sua figura sia controversa, ha talmente influenzato la cultura del Novecento, che è impossibile non dirgli grazie. Una vita bohemienne, vissuta tra alcool e anfetamine, con frequenti ricoveri in cliniche di riabilitazione, perché anche i miti a volte non ce la fanno più, ma non per

questo smettono di regalarci le loro poesie. Del resto, “dietro ogni tipo di bellezza, c’è stato un qualche dolore”. Parola di Dylan.

TosEAT

Chi ti offre i prezzi migliori?

Sa Carni -

sconto del 25%

• Cambia i filtri olio, aria e abitacolo con lo (manodopera esclusa)* • Accedi a un check up completo e gratuito per la sicurezza della tua auto, con 30 controlli inclusi* • Approfitta del pacchetto clima: ricarica, igienizzazione e sostituzione del filtro abitacolo a un prezzo vantaggioso per 3 segmenti di cilindrata. Fino a 1.200 cc € 65,00* Fino a 1.600 cc € 75,00* Fino a 2.000 cc € 90,00*

AutoCrew Un marchio Bosch di officine automotive

* Prezzi e sconti sono meramente consigliati salvo eventuali ulteriori attività promozionali. I prezzi consigliati si intendono IVA e manodopera incluse e non sono applicabili in caso di filtri a carboni attivi. L’iniziativa è valida dal 10 GIUGNO al 10 LUGLIO 2016 solo presso le officine AutoCrew aderenti all’iniziativa. Gli sconti sono calcolati rispetto al prezzo di listino Bosch. Scopri l’officina AutoCrew aderente all’iniziativa più vicina su www. autocrew.it o chiamando il numero verde 800 697 166.

rill

i-G g g a m r o lumi - F

Dal 10 giugno al 10 luglio 2016 non perderti le promozioni su filtri e clima. E in più un check up gratuito!

SIAMO APERTI AL SABATO MATTINA

Pegognaga Service BRC REVISIONI - OFFICINA ELETTRAUTO - PNEUS Strada Provinciale 49 Ovest, 35 - PEGOGNAGA (MN) - Tel. 0376 558378

www.toseat.it

ReporterMN

NOVITÀ

HAMBURGER VEGETALE

OFFERTA SPECIALE dal 03 al 18 GIUGNO

SALAME NOSTRANO € 9,90 al KG

SALSICCIA DI PURO SUINO € 4,99 al KG

Pegognaga (Mn) - Via Provinciale Est, 12 - Tel. 0376.550991


Moglia

Mantova - PAGINA 21 -

CENTRO REVISIONI E GOMME MOGLIA - MN

Auto - Furgoni inferiori 35Q.li - Ciclomotori Motocicli - Ape - Quadricicli - Quad

REVISIONE IMMEDIATA SENZA PRENOTAZIONE

Via Don L. Zucchi, 2 - Moglia (MN) - Tel./Fax 0376 598014 - carservicemoglia@gmail.com - ci trovi anche su

GIORGIO RIGO “Moglia sta rifiorendo, l’unico ostacolo D

vero è la burocrazia”

opo il terremoto del 2012, i danni registrati in quel di Moglia sono stati davvero ingenti. Piano piano, però, si è cominciato a ricostruire e adesso, dopo quattro anni, si intravedono sprazzi di normalità. Parliamo dell’evoluzione di Moglia con Giorgio Rigo, titolare dell’omonima impresa edile. Dal terremoto del 2012 in poi, lentamente Moglia è tornata alla vita. Qual è stata l’evoluzione della vicenda? “Il problema, fin da subito, è stata la burocrazia, che è molto molto lenta. Attualmente l’amministrazione comunale esamina, approfondendole, voce per voce tutte le richieste di erogazione dei fondi per evitare di aggiudicare contributi in maniera non corretta. All’inizio, a parere mio, il Comune di Moglia era un po’ più di manica larga, ma poi vedendo

come evolvevano le situazioni ha dovuto tarare di nuovo i parametri. Ora i tecnici comunali sono molto più selettivi, a parere mio anche a buon diritto”. Subito dopo il terremoto, qual era la situazione? “Nei primi momenti la confusione è stata grande e in effetti non esisteva un vero e proprio piano di emergenza, come è naturale che sia. Quindi molte cose non erano chiare e si è cercato di intervenire e di aiutare come si poteva. Se non sbaglio nell’ottobre scorso è uscito un nuovo decreto, sempre più restrittivo, con nuove direttive della Regione Lombardia, per il controllo e la verifica dell’erogazione di fondi e contributi”. Com’è attualmente la situazione a Moglia? “Come si diceva prima, Moglia ha avuto danni ingenti e si procede lentamente, ma si pro-

cede. Approvata la richiesta del tecnico del comune e deciso quale sia il contributo, l’impresa edile può partire”. Come funziona l’erogazione dei fondi? “L’iter è grosso modo questo: il tecnico del privato fa una stima dei lavori necessari, corredata da una descrizione dettagliata anche sulle modalità di intervento, il comune poi valuta e si arriva ad un accordo, accettato da entrambi ed in seguito dall’amministrazione viene erogato il contributo”. Quanto è lontana da Moglia la normalità? “Devo dire che si sta lentamente tornando alla normalità. Sulle tempistiche pesa molto la burocrazia e anche per ricostruire serve molto tempo. Per tornare alla normalità di un tempo credo ci vorranno ancora all’incirca tre anni”. Mi pare di capire che, in buona

sostanza, il problema maggiore sia la burocrazia. “Sì, anche perché devo dire che da parte dell’amministrazione comunale c’è sempre stata apertura al dialogo. Ho sempre

RI.GO. RI.GO.

trovato disponibilità a parlare e a discutere dei problemi, nessuno mai si è intestardito. Credo però che il comune voglia assolutamente evitare di commettere ingiustizia e, quando a volte

sento le persone che dicono che ci sono i raccomandati, mi dispiaccio, perché non credo sia così, quanto piuttosto penso ci sia la volontà di erogare i fondi nella maniera più corretta”.

TERMOIDRAULICA

LANFRANS CLAUDIO

Costruzioni s.n.c.

di Riviera Giorgio e Govoni Atos

BONIFICA E SMALTIMENTO

AMIANTO

GIORGIO 348.5637597

ATOS 338.9944559

Via IV Novembre, 12 - MOGLIA (MN) - mail: rigocostruzioni@alice.it

• • • • • •

Impiantistica Assistenza Riscaldamento Condizionamento Idrosanitaria Depurazione acqua

Via I° Maggio, 7 - MOGLIA (MN) Cell. 338 6506573 Tel. / Fax 0376 598086


Poggio Rusco

Mantova - PAGINA 22 -

A Poggio Rusco dal 17 al 21 non perdetevi la Fiera di Giugno

VARANI MASSIMO

Via Martiri della Libertˆ , 122 POGGIO RUSCO Tel. 338 7471158

PIZZERIA - RISTORANTE

COMPLEANNI, SERATE CON KARAOKE È gradita la prenotazione - Saletta riservata

Via G. Garibaldi 23 - Poggio Rusco MN Tel. 0386.51036 - www.labugia.net APERTO TUTTI I GIORNI A PRANZO E A CENA FESTIVI INCLUSI CHIUSURA SERALE ORE 03:00 - CHIUSO IL LUNEDÌ

Vi aspettiamo nel nostro accogliente estivo, con giardino ed area-gioco bimbi riservata

Non perdetevi dal 17 al 21 giugno la mitica Fiera di Giugno, che si terrà in quel di Poggio Rusco. Iniziamo subito a raccontare il ricchissimo programma di eventi che faranno contenti tutti, grandi e piccini. Partiamo venerdì 17 alle ore 19 con l’apertura del Luna Park e, alle 20, dello stand gastronomico. Alla stessa ora potrete ammirare la mostra personale di Gianni Signorini e di Francesca Ghidini e non perdetevi alle 21 in piazzale San Francesco Lisa e Antonella che si esibiranno insieme agli “Impruvisà” nello spettacolo dal tema “Festival sotto le stelle” e canteranno le più belle canzoni di San Remo. Anche sabato 18 sarà una giornata incredibile, con l’apertura alle ore 20 del gustosissimo stand gastronomico e alle ore 21 non perdetevi il bellissimo “Carnevale notturno” con la sfilata di carri per le vie del paese. Ospiti speciali saranno le Reunion Majorettes di San Felice sul Panaro. Domenica 19, invece, dalle ore 16 in piazzale Zibordi si terrà l’esposizione di auto e moto d’epoca a cura del Motor Club “Gigleur”. Alle ore 20 apertura dello stand gastronomico e alle ore 21 in piazzale san Francesco ecco l’imperdibile “Concerto Pop Rock” della scuola di musica Oltrepo’ Mantovano. Sabato 18 dalle 17 alle 24 e domenica dalle 10 alle 23 si terrà pure l’imperdibile “Poggio Lambrusco”. La festa non termina qui e lunedì 20 ripartiamo con lo stand gastronomico e alle ore 21 in piazzale san Francesco si terrà l’evento dal titolo “Bella d’Estate”, dove moda, musica e spettacolo, la faranno da padrone. Presentano i grandissimi Nicoletta Bertolani e Simone Bonfatti con la parte-

cipazione straordinaria di Chilla Mochila. Martedì 21 chiudiamo in bellezza con delle star di eccezione. Alle ore 20 apertura del consueto stand gastronomico e alle ore 21 non perdetevi lo spettacolo dei “Tre Amigos” con

cabaret e tanta musica da ballare. Non dimenticate, inoltre, che per tutta la durata della fiera in via Matteotti, si terranno mostre artistiche ed esposizioni di autoveicoli e sabato e domenica si terrà anche la mostra statica di

w

Autoriparazioni Elettrauto Servizio Climatizzatori Installazioni ganci traino Impianti gpl/metano

Stand gastronomici, spettacoli e guest stars “I Tre Amigos”

Go-kart a cura dell’associazione Kartisti della Bassa presso piazza Don Minzoni. Cinque giorni veramente imperdibili, conditi da buona cucina e favoloso intrattenimento. Vi aspettiamo a Poggio Rusco!

ReporterMN

Tesori d'arte • Produzione di serramenti in legno marcati CE • Produzione di serramenti in legno/allumino • Porte blindate Bauxt • Porte interne Gd Dorigo • Serramenti in Pvc

PRATICHE per DETRAZIONE del 65% SHOW ROOM con oltre 70 MODELLI DI PORTE ESPOSTE Via A. Brennero, 146/B - Poggio Rusco (MN) Tel. 0386 733087 - salvadoriserramenti@email.it

gioielleria laboratorio orafo

Via Matteotti, 109 POGGIO RUSCO (MN) TEL. 0386 734118

tesorid.arte2010@libero.it seguici su


Castel Goffredo

Mantova - PAGINA 23 -

SERVOSCALA ED ELEVATORI DA INTERNI ED ESTERNI

SCOOTER ELETTRICI PER ANZIANI E DISABILI

ReporterMN

PROVA GRATUITA A CASA TUA

NUOVI ED USATI

VENDITA ED ASSISTENZA

CHIAMA: 339-6835386

340-5152058

NUOVI ED USATI

green power CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO DETRAZIONE FISCALE 50%

Castel Goffredo (MN) - V. Emilia, 27 Tel./fax 0376 770773 www.greenpower.mn.it greenpower.cg@libero.it

Dal 16 al 19 giugno ritorna a Castel Goffredo la grande Festa del Tortello Amaro

Ecco tutti i segreti di un ripieno prodigioso E

rbette, formaggio grattugiato, pane grattugiato, erba amara, uova, salvia, cipolla, aglio, sale, noce moscata: sono questi gli ingredienti magici che compongono i tortelli all’erba amara di tipici di Castel Goffredo. Si mangiano conditi con burro fuso e salvia, ed un’immancabile generosa spolverata di grana grattugiato. Questa erba detta amara, che però amara non è, né tanto meno è sgradevole, cresce precipuamente in quel di Castel Goffredo ed è per questo che molti dei piatti tradizionali sono preparati con questo magico ingrediente: oltre ai tortelli, infatti, si preparano le tagliatelle e la famosissima torta del “buonumore”, che è detta così perché l’erba amara nell’antichità era detta anche “erba del buonumore”, per le sue proprietà benefiche. Essa era infatti consigliata per chi soffriva di svenimenti o per chi era in stato di melancolia

permanente. Ogni anno a Castel Goffredo si tiene la Grande festa del Tortello Amaro, un modo per celebrare questo magnifico piatto, purtroppo ancora poco conosciuto. Ma che cos’è l’erba amara? Molto varia è la nomenclatura con cui è conosciuta l’erba amara. In Piemonte la dizione più frequente è erba di San Pietro, mentre a Castel Goffredo, nel mantovano, non rinuncerebbero mai a chiamarla erba amara. L’idea è quindi quella di una pianta che ha un suo nome, certamente latino, con cui è indicata nella complessità botanica, ma che poi viene riconosciuta localmente con molte dizioni, una pianta umile insomma, che si conforma senza protestare, che si presta a molti giochi, appunto. La strada giusta l’ha indicata l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella e che ci esorta ad usare la denominazione stabilita dai botanici francesi. La prendiamo dall’Index Synonymique de la flore de France di Michel Kerguélen (Lunchamp, 1999) che recita: Balsamita major con i sinonimi Balsamita suaveolens, Balsamita vulgaris e ancora Tanacetum balsamita, Tanacetum balsamitoides, Chrysanthemum balsamita, Chrysanthemum balsamitoides.

Poi, per fortuna, sembra che la chiamino confidenzialmente balsamite, come a Firenze ed

PARTECIPA ANCHE TU AL CONTEST E’ partito mercoledì 27 aprile 2016 e si concluderà alle 23.59 di mercoledì 8 giugno 2016 il contest rivolto a tutti coloro che hanno un blog dedicato al mondo enogastronomico e che abbiano voglia di “Cucinare con l’Erba Amara”. PER PARTECIPARE • Create e realizzate vostre ricette, che dovranno contenere l’Erba Amara • Scattate le foto, scrivete il post e pubblicatele sul vostro blog; • Inserite il banner del contestall’interno del post con il quale partecipate e nella home del vostro blog; • Inserite la cartolina della Festa del Tortello Amaro di Castel Goffredo (alla fine del post) nel vostro articolo.

• Le ricette potranno essere anche NON inedite, basta riproporle nel blog, e che nel post sia menzionato il contest e riportato il banner; • E’ possibile proporre anche più di una ricetta. • Linkate il post sulla pagina Facebook “Tortello amaro di Castel Goffredo”; • La giuria sarà composta da professionisti amici della Festa del Tortello Amaro e conoscitori dell’Erba Amara. La giuria valuterà e sceglierà le 5 ricette vincitrici in base a: • Valorizzazione dell’Erba Amara; • Tecnica e Potenzialità della ricetta • Qualità e cura delle foto;

ReporterMN

ReporterMN

I 5 vincitori, che saranno annunciati sul sito ufficiale http://www.tortelloamaro.it e sui social entro i due giorni successivi alla chiusura del contest, potranno vincere: • Una cena per due persone al ristorante della Festa del Tortello Amaro di Castel Goffredo; • Tra sabato 18 e domenica 19 giugno parteciperanno a laboratori, degustazioni e conosceranno i protagonisti della Feste del Tortello Amaro di Castel Goffredo e dell’Erba Amara • Un pernottamento per due persone presso l’Albergo “IL ROCCOLO” per la notte tra sabato 18 e domenica 19 giugno; Per info info: @prolococastelgoffredo.com

Ristorante Selvole antipasti di pesce, salumi e contorni sfiziosi pesce di mare e delizie del mediterraneo tortelli, risotto, pasta e carne freschissima Strada Selvole, 23 Castel Goffredo (Mn) Tel. 0376 770400 - Chiuso il martedì

www.osteriaselvole.it

Antica Gastronomia Da Emilio dal 1979

in Toscana dove, comunemente è conosciuta come erba della Madonna.

Gestione Veicoli Storici

IVAN BRENA Studio di consulenza Automobilistica IVAN Srl Piazza Martiri della Liberazione, 13 Castel Goffredo (MN) acicast@tin.it

Tel. +39 0376 770637 Fax +39 0376 772763

Gastronomia Rosticceria

SERVIZIO A DOMICILIO

CHIUSO DOMENICA E LUNEDí

Produzione TORTELLO AMARO

Le nostre specialitˆ

Tortello di zucca - Tortelli ricotta e spinaci - Tortelli Ciliegia Agnoli - Pasta fresca - Arrosti - Pesce di mare - Paella Grigliate di pesce alla brace - Pizze Lasagne alle verdure e di carne PIAZZA MAZZINI, 6 - CASTEL GOFFREDO (MN) TEL. 0376.770152 - CELL. 347 6238204

dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 16.00 alle 20:30


Mantova - PAGINA 24 -


p ets

PAGINA 17

Mantova - PAGINA 25 Mantova

IL LABRADOR Un vero giocherellone

sono le sue origini? Le origini del Labrador restano avvolte da una fitta nebbia, la stessa che circonda l’Isola di Terranova. Non esiste alcun dubbio che questo cane abbia svolto un lungo e utile addestramento in questa terra desolata e poco ospitale. E’ lì sicuramen-

TA‛ NOVI TURA ETTA TOEL ANI C

tenato del Labrador ed è un cane di taglia media, ma molto robusto e ben strutturato, con una testa larga, dalle orecchie cadenti ma non molto grandi, ricoperto da un mantello piuttosto notevole, sia per la densità e l’impermeabilità sia per la lunghezza. Il Labrador è dunque, malgrado tutto, verosimilmente derivato da cani americani, i quali aiutavano le tribù indiane a pescare nelle acque pescose ma incredibilmente fredde delle regione che ha dato il suo nome a questo retriever. E indubbiamente, i pescatori occidentali non hanno tardato a rendersi conto della grande utilità che potevano procurare a loro cani così rudi ed entusiasti, adottandoli e crescendoli amorevolmente accanto a loro. I Labrador sono cani molto dolci ed adatti ai bambini. Di carattere molto vivace, è importante che sia addestrati sapientemente da un professionista. L’affetto che vi daranno è, tuttavia, impagabile. Essendo un cane di taglia media, il Labrador è impegnativo e necessita di una casa

grande e di spazio fuori per giocare e correre. Una volta che si sarà legato a voi, vi darà tutto l’amore del mondo.

ReporterMN

Q

uest’oggi parleremo di un cane molto amato da tutti, dolcissimo e giocherellone: chi ne ha uno in casa dice che è un vero e proprio “bambinone”. Il suo pelo corto e color miele lo contraddistingue e attira coccole. Parliamo del Labrador. Ma quali

te che ha potuto dotarsi di una resistenza fuori del comune e di un adorazione spiccata per l’acqua. Esistono tuttavia scarse possibilità che sia originario di tale isola in quanto Terranova fu abitata solamente dal XVII secolo, e indubbiamente a quell’epoca vi furono introdotti diversi tipi di cani. Così i coloni britannici avendo bisogno di cani da pesca e da traino, importarono dall’Europa cani molto solidi che costituiscono la base della razza Terranova senza dubbio imparentata con i molossi del tipo montanaro. D’altronde i pescatori di Terranova, per ripescare il pesce scappato della rete o sganciandosi dalle lenze, si facevano aiutare da cani di taglia minore ma amanti dell’acqua. L’origine dei Labrador è incerta e se non sono venuti da est ossia dall’Europa, questi cani sono, a rigor di logica, arrivati da ovest e più precisamente dalla costa americana vicina a Terranova. Si può dipingere a grandi linee un ritratto verosimile dell’an-

di Comparotto Sabrina

A MOZZECANE Via C. Bon Brenzoni, 17/B Tel. 045.516197 email: qualazampasabrina@gmail.com PRODOTTI E ALIMENTI PER ANIMALI CAPPOTTINI FATTI A MANO E SU MISURA COLLABORAZIONE CON ISTRUTTORE CINOFILO QUALIFICATO

MANGIARE MANTOVANO ...e non solo (INCONTRI 1 VOLTA AL MESE)

TORNANO gli APPUNTAMENTI La nuova Guida gastronomica GRATUITI REPORTER MANTOVA la trovate presso: con di l'istruttore CINOFILO

M

DOMENICA 07 febbraio

• Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina

GUIDA 2016

PER INFORMAZIONI angiare chiamare 045 516197 ... e non solo oppure visitare la PAGINA FACEBOOK

MANTOVANO

SCONTO 25% su cappottini e cucce da esterno

LIBRERIA DI PELLEGRINI - C.so Umberto 32 - Mantova - T. 0376 320333 EDICOLA CARTOLERIA - EMANUELA & LAURA - P.zza Dall’Oca 3 - Roncoferraro (MN) - T. 0376 663182 LIBRERIA ULISSE - Via Corridoni, 5/a - Suzzara (MN) - T. 0376 532767


Mantova - PAGINA 26 -

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI di Biolchi Elisa s.n.c.

Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133

www.facebook.com/ilfornogoito

agenda ••• MANTOVA

una intervista allo scrittore. Il numero di posti è limitato pertanto si consiglia di prenotare con almeno 3 giorni di anticipo. Cena con l'autore ore 20.00, a seguire conferenza ore 21.00 presso il circolo Arci Virgilio (a fianco) Per iscrizioni: LUISA MOSSINI 349.8614896 luisa.mossini@gmail. com Data : 15 GIUGNO 2106 Viandanza. Il cammino come educazione sentimentale di Luigi Nacci - Ed. Laterza 2016 Nacci è insegnante, giornalista e guida escursionistica per la Compagnia dei Cammini. Ha ideato e organizzato il Festival della Viandanza di Monteriggioni. Tra le sue pubblicazioni "Alzati e cammina. Sulla strada della Viandanza" (di Ediciclo editore). Ora lo incontriamo per leggere insieme il suo nuovo libro. I VOLTI DELLA NATURA IN CITTA CamminaMantova - Trekking Urbano 18 GIUGNO 2016 - La Città e l’Acqua Un percorso a piedi per esplorare la storia della città che, attraverso il mito della fondazione, le strade e le fontane, i canali, i porti e i palazzi, guarda al Mincio come baluardo e limite, via e insidia creando un’immagine di rara molteplicità. Lunghezza percorso: 3 km - Durata: 2,30 ore circa -Ritrovo: ore 18.00 Infopoint Rigoletto Max. 50 persone - Quota partecipazione: € 5,00 a persona Organizzazione: Abacoop

ReporterMN

Ciclotour 2 GIUGNO 2016 Parco Delta del Po: le saline di Cervia Il percorso proposto si snoda dalla Basilica di Sant&#39;Apollinare in Classe a Ravenna sino a Cervia, su ciclabili e sterrati pinetali: la pineta di Classe, la zona umida dell&#39;Ortazzo e la pineta di Cervia. Il giro comprende anche la visita della Basilica, con i suoi splendidi mosaici, la passeggiata nelle saline e un pranzo al sacco, se il tempo lo permette, al mare. Il programma sul sito www.scarponauti.it Organizzatore: ANNAROSA RIZZO in collaborazione con ENRICO SARTORELLI Info e iscrizioni: 347.8332500 annarosa.rizzo@libero.it CAMMINAMANTOVA - Trekking 4 GIUGNO 2016 Mantova e i luoghi della Musica Percorso guidato in occasione del Chamber Music Festival, quando tutta la città risuona nel vortice di musica di “Trame Sonore”. I luoghi simbolo della città raccontati nel segno della perfetta corrispondenza tra musica, arte e architettura. A conclusione, un breve concerto. Durata: 3 ore circa. Ritrovo: ore 16,00 presso Infopoint

Casa del Rigoletto - P.za Sordello Max. 50 persone - Quota partecipazione: € 5,00 a persona Organizzazione: GAM (Guide Abilitate Mantova) Iscrizioni: Infopoint Rigoletto 0376 288208 info@infopointmantova.it BARCA A VELA inizio stagione velistica! 12 GIUGNO 2016 - Da Torri del Benaco all'Isola di Garda. A bordo di un'imbarcazione a vela di m.10, inizieremo la navigazione partendo dal porto di Torri del Benaco (VR) con destinazione Isola di Garda. Ammireremo le bellezze di questa storica isola, veleggiando intorno ad essa, mettendo in pratica le varie manovre a vela. Proseguiremo per raggiungere la sponda opposta del lago,dove faremo una sosta di circa 1,302,00 ore, x poter fare il bagno e pranzare... Organizzatore: KATIA RANDON (per info tecniche) Iscrizion Ag. On The Road Travel tel. 0376 337149 – info@ ontheroadtravel.it L'APPETITO VIEN LEGGENDO… serate culturali con scrittoricamminatori Appuntamento con la lettura anche per noi camminatori. Inizia una mini rassegna di incontri con scrittori di viaggio, che parleranno con noi dei loro libri e della filosofia del camminare... o del pedalare. La serata prevede la partecipazione ad una cena a buffet presso l'Osteria dal Mago V.lo Ospitale a Mantova cui seguirà

teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

CENTRO SPORTIVO • PARCO ACQUATICO RISTORANTE (aperto tutto l'anno)

www.picoverde.it

Via Ossario, 19 - Custoza di Sommacampagna (VR) Tel. 045 516025 - picoverde@picoverde.it

Iscrizioni: Infopoint Rigoletto 0376 288208 info@infopointmantova.it VIAGGIO IN BICI DAL 12 AL 19 GIUGNO 2016 Ciclotour alla scoperta della Grecìa Salentina: terra tra i due mari, terra di conquista, terra che ti conquista...VIAGGIO CONFERMATO! Il nostro ciclotour prende avvio e si conclude nella splendida città barocca di Lecce. Si sviluppa prevalentemente in senso antiorario, così da avere sempre il mare sulla nostra destra, ma con qualche deviazione all'interno per pedalare tra gli olivi secolari, i muretti a secco, le pagghiare e le pozzelle: Galatina, Gallipoli, Corigliano d'Otranto, Marina di Pescoluse, S. Maria di Leuca, Porto Badisco, Otranto, Torre dell'Orso. Andremo alla scoperta di questa isola ellenofona, denominata Grecìa Salentina...vedremo le testimonianze della civiltà della pietra, dolmen, menhir, pietre ciclopiche...visiteremo piccole cittadine, con ricchi e importanti palazzi, frantoi ipogei... assaggeremo le famose pucce, i rustici, le stacchiodde, i pasticciotti e i mustazzoli...scopriremo se è più salato il mar ionio o il mar adriatico e infine imparemo un pò di dialetto griko!!! org. Annarosa Rizzo cell.347/8332500 - annarosa.rizzo@ libero.it Gli Scarponauti Turismo Attivo Circolo ARCI e affliati GAE - Guide

Ambientali Escursioniste: Via L.Ariosto n.47 Mantova Tel. 339.6656136 www.scarponauti.it info@scarponauti.it SUL SITO www.scarponauti.it è ora pubblicizzato anche il nuovo programma di Turismo Attivo della primavera-estate 2016, da aprile a settembre. ......................................................

Lunedì 06 ore 21.15 Martedì 07 ore 21.15 INGRESSO INTERO € 7.00 INGRESSO RIDOTTO € 5,00 MARTEDì €5,00

••• OSTIGLIA CINEMA

TEATRO NUOVO MARIO MONICELLI

WARCRAFT Warcraft è l'epica avventura di un conflitto tra mondi in collisione, basata sul celebre videogioco di Blizzard Entertainment. Il pacifico regno di Azeroth è sul piede di guerra e la sua civiltà è costretta ad affrontare una terribile stirpe di invasori: i guerrieri Orchi in fuga dalla loro terra agonizzante e pronti a colonizzarne un'altra. Quando il portale che collega i due mondi si apre, un esercito va incontro alla distruzione, mentre l'altro rischia l'estinzione. Da fronti opposti, due eroi affronteranno un conflitto che deciderà il destino delle loro famiglie, dei loro popoli e della loro terra. Così ha inizio una spettacolare saga di potere e sacrificio, durante la quale la guerra avrà molte facce, ed ognuno combatterà per la propria causa. ORARI E DATE: Giovedì 02 ore 17.00- 19.00- 21.15 Venerdì 03 ore 21.15 Sabato 04 ore 21.15 Domenica 05 17.00- 19.00- 21.15

••• QUISTELLO

QUISTELLO - CINEMA TEATRO LUX Info e aggiornamenti sulla programmazione disponibili su: www.cinemateatrolux.com – info cell. 3772871924 DA MERCOLEDI 1 GIUGNO 2016 CHIUSURA ESTIVA ARRIVEDERCI A SETTEMBRE CON L'ERA GLACIALE IN ROTTA DI COLLISIONE ......................................................

••• SUZZARA CINEMA

Via Mazzini, 7 - Suzzara (Mantova). Telefono: +39 0376.522764 CHIUSURA ESTIVA ARRIVEDERCI A SETTEMBRE

Reporter mn11 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Reporter mn11 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Advertisement