__MAIN_TEXT__

Page 1

Mantova

Mantova--Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12--Tel. Tel.0376.367622 0376.367622--Fax Fax0376.310107 0376.310107--reportersegreteria@gmail.com reportersegreteria@gmail.com Mantova CI TROVI IN TUTTE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA 1,00 €€0,01 0,01COPIA COPIAOMAGGIO OMAGGIO CI TROVI IN TUTTE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA €€1,00 Numero 07 • VENERDÌ 27 febbraio 2015 • prossima uscita venerdì 6 MARZO 2015 Numero 17 • VENERDÌ 9 maggio 2014 • prossima uscita 16 maggio 2014

SETTIMANALE D'INFORMAZIONE ED EVENTI SETTIMANALE D'INFORMAZIONE ED EVENTI

La presidenza dell’associazione nata da un bando Cariplo passa da Sodano alla Zaltieri

Lo scorso fine settimana a teatro con “Amori Assassini”

VALERIA PERDONÒ

“La violenza sulle donne si combatte con l’educazione” G. BERNARDI a Pag.3

ALL’INTERNO

REGGE DEI GONZAGA

• • • • • • • • • • •

Il bilancio dei primi quattro anni A. MURARI a pag 4-5

anche domenica a mezzogiorno

6 7 8 9 10 11 12 14 15 16 19

cercaci su Facebook ReporterMN

ReporterMN

Mantova Restyling del Monumentale Grande Mantova Curtatone premia l’eccellenza aziendale Oglio Po Tutto pronto per il Premio Viadana Alto Mantovano In arrivo il Carnevalissimo di Roverbella Oltrepò Carpitaly, numeri da record Oltrepò Il Carnevale a San Benedetto Po Oglio Po Bozzolo, mezzo milione di investimenti Sport Il Mantova passa con la Pro Patria Centri Giovanili Don Mazzi Festa della donna Annunci Economici

S.r.l.

Possibilità di fornitura Targhe e Assicurazione per EXPORT

TEL. 320.9167658 ReporterMN

SCONTO del 30% su Kit Tagliando fino al 15/03/2015

CONSEGNANDO il presente coupon SEDE:Ê ViaÊ Atene,Ê 37Ê -Ê Loc.Ê GombettoÊ Ê PortoÊ MantovanoÊ (MN)Ê Ê Tel.Ê 0376Ê 390581/387253Ê -Ê FaxÊ 0376Ê 442044 magazzino@rpmautoricambi.com FILIALE:Ê ViaÊ Grezze,Ê 42/EÊ -Ê DesenzanoÊ d/GardaÊ (BS) Tel.Ê 030/9991901Ê r.a.Ê -Ê FaxÊ 030Ê 9123427

Arge

. C . O . ntiina D

RACE B A L L A S CARNE LONTÀ C ERATE OUN A VO

€ 20

USE

E INCL

D BEVAN

GMC BROKER SRL

TRY

320 8276511

SOLO SU PRENOTAZIONE

www.dorado-ranch.com VIA F. RISMONDO, 17 PONTEMERLANO DI RONCOFERRARO (MN)

Società specializzata nel settore RCA con oltre 60 compagnie per darvi prezzi scontati fino al

60%

per info e preventivi gratuiti chiama lo 0376 302512 (int. 2) trasporti@gmcmn.it - www.gmcmn.it SEDE LEGALE E UFFICI: V. Bachelet, 14 S. Giorgio di Mantova

DIAMO UNA SPINTA ALLA PREVENZIONE A TUA DISPOSIZIONE DAL LUNEDì AL SABATO 12 ORE AL GIORNO

TRATTAMENTI PER LA SALUTE DEI DENTI DI ADULTI E BAMBINI

POSSIBILITA’ DI PAGAMENTI AGEVOLATI

Via C.B. Brenzoni 41/B - 37060 MOZZECANE (VR) - tel. 045 6340735 - info@ambulatoriogazzieri.it - www.ambulatorigazzieri.it


PAGINA 2

Mantova

PREZZI STREPITOSI in clinica con

OTTIMI RISPARMI rispetto ai COSTI APPLICATI in ITALIA!

ReporterMN

Cerbetto

CEREA: Via Paride 49 - Tel. 0442 320257

www.cerbettoviaggi.it gruppi@cerbettoviaggi.it

SEGUITE LE NOSTRE PROPOSTE ANCHE SU FACEBOOK

VIAGGI DI 1 GIORNO

Domenica 1 Marzo Domenica 8 Marzo Domenica 15 Marzo Domenica 22 Marzo

TRENTO ed il Museo delle Scienze MUSE € 40,00 + biglietto FESTA DELLA DONNA a CITTADELLA, una delle più belle città murate pranzo incluso € 68,00 FIRENZE: Visita della città € 59,00 Giornata FAI: PADOVA e VILLA DEI VESCOVI € 43,00

Lunedì 6 Aprile Lunedì 6 Aprile Lunedì 6 Aprile Lunedì 6 Aprile Sabato 25 Aprile

PASQUETTA: ACQUARIO DI GENOVA PASQUETTA: GENOVA la città e lo splendore di Villa del PRINCIPE PASQUETTA: SAN MARINO e RIMINI PASQUETTA: INNSBRUCK visita della città e Mercatino di PASQUA SIENA: Visita della città

€ 40,00 + biglietto € 56,00 + biglietto € 39,00 € 49,00 € 59,00

Venerdì 1° Maggio Giovedì 21 Maggio

SAINT MORITZ e il treno del BERNINA EXPRESS EXPO 2015… un evento da NON PERDERE!!!

€ 75,00 € 35,00 + biglietto

Domenica 21 Giugno

EXPO 2015… un evento da NON PERDERE!!!

€ 35,00 + biglietto

Sabato 18 Luglio

VENEZIA: la magia della FESTA del REDENTORE

Dal 3 al 6 Aprile Dal 4 al 6 Aprile Dal 4 al 6 Aprile Dal 25 al 26 Aprile Dal 25 al 26 Aprile

PASQUA A PRAGA "La città d'Oro" PASQUA: TORINO, le Langhe e la REGGIA di VENARIA PASQUA: L'ISOLA DI PONZA e gli incantevoli borghi del Lazio ROMA: Visita della città e palazzo del QUIRINALE Le 5 TERRE, LUCCA e PISA

€ 550,00 € 375,00 € 395,00 € 205,00 € 198,00

4 gg in pullman 3 gg in pullman 3 gg in pullman 2 gg in pullman 2 gg in pullman

Dal 1 al 2 Maggio Dal 1 al 3 Maggio Dal 1 al 3 Maggio Dal 10 al 17 Maggio Dal 29/05 al 2 Giugno Dal 30/05 al 2 Giugno

Il treno del BERNINA EXPRESS: St. Moritz, Livigno e Glorenza La strada romantica e il castello delle FAVOLE Isola del GIGLIO e… BORGHI della TOSCANA TOUR della CALABRIA Pellegrinaggio a LOURDES ABRUZZO: Uno scrigno di saperi e sapori

€ 225,00 € 360,00 € 380,00 € 1.130,00 € 570,00 € 555,00

2 gg in pullman 3 gg in pullman 3 gg in pullman 8 gg in pullman 5 gg in pullman 4 gg in pullman

Dal 9 al 16 Agosto Dal 17 al 22 Agosto Dal 9 al 13 Settembre

TOUR della Cornovaglia BERLINO, DRESDA E NORIMBERGA Matera e la Puglia: Isole Tremiti e i Trulli di Alberobello

€ 1.375,00 € 860,00 € 670,00

8 gg in pullman 6 gg in pullman 5 gg in pullman

Dal 7 al 13 Giugno

Soggiorno mare a PISTICCI… ai bordi di un'incantevole pineta a due passi dal mare

€ 590,00

7 gg in pullman

€ 180,00

VIAGGI DI PIÙ GIORNI

ANTEPRIME 2015!!! NOVITÀ 2015!!! visita il nuovo sito: www.cerbettoviaggi.it

NUOVA PROGRAMMAZIONE 2015!!! PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI presso la nostra sede o le nostre agenzie partner: APE MAIA VIAGGI NORSA VIAGGI I VIAGGI DI CRITA VIRGILIANA HOLIDAYS DAMA VIAGGI TUFFETTO VIAGGI TOUR TRAVEL POINT ZAP VIAGGI

P.zza S. Giorgio, 19 - S. Giorgio di Mantova Via G. Chiassi, 73 - Mantova Via Pomponazzo, 38 - Mantova Via Parri, 3 V - Curtatone (MN) Via XX Settembre, 25 - Mantova Via B.Greppa, 3/B - Nogara (VR) Corso Garibaldi, 89 - Castel D'ario (MN) P.zza Matteotti, 10 - Ostiglia (MN)

Tel. 0376 370217 Tel. 0376 355054 Tel. 0376 1851180 Tel. 0376 221368 Tel. 0376 355314 Tel. 0442 511434 Tel. 0376 1514766 Tel. 0386 31839

CHIAMA SUBITO per avere la formula

VIAGGIO GRATIS!!!! DURANTE LE CURE AI TUOI DENTI!!!


Mantova - PAGINA 3 -

IL PERSONAGGIO

L’ATTRICE VALERIA PERDONÒ: “CONTRO LE DONNE RETAGGI CULTURALI ATAVICI CHE SOLO L’EDUCAZIONE PUÒ COMBATTERE”

• di Giovanni Bernardi

U

na piaga atavica radicata nella società: non solo italiana, ma internazionale. E’ la violenza contro le donne, che l’attrice milanese Valeria Perdonò, che ha stretti legami con Mantova, da tempo sta portando a teatro con il suo spettacolo “Amorosi assassini – Facciamo finta di niente dai…”, in collaborazione con il pianista mantovano Emiliano Paterlini. Una piaga da combattere con l’educazione e la cultura, forse unico antidoto alla malattia della violenza contro il genere femminile. Valeria, ci parli un po’ dello spettacolo che sta portando in scena in questo periodo…

“Lo spettacolo “Amorosi assassini – Facciamo finta di niente dai…” è tratto da un saggio del 2006 che porta lo stesso titolo, nel quale alcune giornaliste raccontano casi di violenza contro le donne accaduti in quell’anno. Tutte le vicende raccontate nel volume sono decisamente tragiche, ma ce n’è anche una a lieto fine e proprio a quella ho dato particolare rilievo, così da chiudere con un segnale positivo, un segnale di speranza in mezzo a tanta efferatezza”. Di che vicenda si tratta? “Della vicenda di Francesca Baleani, una donna di Macerata che venne massacrata di botte da suo marito, poi chiusa in un sacco per abiti e gettata in un bidone dell’im-

LA CULTURA COME ANTIDOTO ALLA VIOLENZA Focus sullo spettacolo teatrale “Amorosi assassini – Facciamo finta di niente dai…”

Valeria Perdonò con il pianista Emiliano Paterlini

mondizia. Si salvò solamente per caso perché qualcuno, passando di fianco al cassonetto, si accorse della sua presenza. Emerse così che era stata picchiata e trattata in quel modo da suo marito, ora ex marito, che non era, almeno all’apparenza, esattamente un bruto: discendente da una famiglia nobile e direttore del teatro di Macerata. Una persona di ceto sociale e di cultura evidentemente elevati. Sono in contatto con Francesca Baleani: conosce il mio

GIARDINIERE Di Stefano Rossi

www.mistergarden.com

spettacolo e pure lei porta in giro e racconta la sua tragica vicenda”. Come racconta queste vicende nel suo spettacolo? “Ho cercato di dare vita ad uno spettacolo un po’ fuori dall’ordinario: anzitutto narro quegli accadimenti con leggerezza, ovviamente per quanto possibile, dato il contesto. Inoltre cerco di aprire un dialogo con il pubblico: invece che essere io, attrice, sul palco, e il pubblico in platea, raccolgo gli intervenuti

attorno a me. Ne scaturisce davvero una sorta di dialogo e spesso si registrano interventi del pubblico. Così facendo cerco di coinvolgere il più possibile i partecipanti. Il tutto è reso ancora più coinvolgente grazie alle melodie di Emiliano Paterlini, musicista che apprezzo molto e che ha riarrangiato alcuni brani famosi adattati allo scopo”. Secondo lei perché la violenza contro le donne è un fenomeno, purtroppo, così diffuso?

“Spesso si ritiene si tratti di un fenomeno collegato esclusivamente a situazioni di disagio di varia natura: economico, sociale, a volte anche psicologico. In realtà fatti di questo tipo accadono anche in contesti elevati, come nel caso della donna di Macerata. Purtroppo si tratta di una sorta di retaggio che la cultura si porta dietro da secoli: pensiamo, solo per fare due esempi, alla famiglia patriarcale dove esiste l’uomo che è padre-padrone, oppure al comandamento ‘Non desiderare la donna d’altri’, come se la donna fosse proprietà di qualcuno in particolare”. C’è un modo per uscirne? “Ritengo che l’unico modo sia l’educazione, sia dei bambini che delle bambine, già dalla tenera età. Faccio esplicito riferimento anche alle bambine perché purtroppo non sono rari i casi nei quali la donna subisce violenza, tende ad insabbiare tutto facendo finta di nulla. Proprio da qui il sottotitolo del mio spettacolo: ‘Facciamo finta di niente dai…’. Non si può fare finta di niente: è necessario avere il coraggio di reagire e di denunciare, sia nei casi di violenza fisica, che è visibile, sia nei casi di violenza psicologica, forse addirittura più pericolosa di quella fisica perché più difficile da individuare”.

SERVIZIO GIARDINAGGIO POTATURA IMPIANTI DI IRRIGAZIONE PROGETTAZIONE GIARDINI TAGLIO LEGNA REALIZZAZIONE RECINZIONI Via Roma, 34 - 46031 Bagnolo S. Vito (MN) Cell. 338.2510130 - Fax 0376.414055 info@mistergarden.com


Mantova - PAGINA 4 -

PRIMO PIANO L’INTERVISTA • di Andrea Murari

T

erminato il primo quadriennio che ha visto la nascita dell’associazione e il progetto finanziato da Fondazione Cariplo, inizia una nuova era per il distretto culturale Le Regge dei Gonzaga, che coincide anche con un cambio al vertice. La Vicepresidente della provincia di Mantova, Francesca Zaltieri, ha sostituito il primo cittadino del Capoluogo, Nicola Sodano, nel ruolo di Presidente. Il passaggio di testimone è l’occasione per fare un bilancio di quattro intensi anni di lavoro, e della traccia che hanno lasciato sul territorio. Zaltieri, da poco ha assunto il ruolo di presidente dell’associazione, ora cosa la attende? “Per prima cosa dobbiamo concludere il progetto durato un quadriennio che, con grande lungimiranza, Fondazione Cariplo ha finanziato. È stata una sollecitazione molto importante che ci ha invitato a leggere la cultura come elemento di propulsione economica oltre che di crescita di cittadinanza. In particolare restano da terminare gli importanti interventi materiali sui beni architettonici, che noi definiamo conservazione pre-

ventiva programmata, ed è una presa in carico del monumento che dopo il restauro viene costantemente monitorato e manutenuto. Su questo lavoro fondamentale si innesta la gestione immateriale del monumento, cioè la sua integrazione nella filiera economica del territorio. L’idea è di fare della azioni culturali un elemento di rinascita dei territori, anche dal punto di vista economico e lavorativo”. Ci sono stati riscontri positivi in questo senso? “Sì, i numeri ci hanno dato ragione. Le imprese coinvolte sono state una quarantina, per un centinaio di addetti. Ora puntiamo a proseguire in questa direzione. Siamo molto motivati a lavorare sul tema dell’impresa culturale, del Distretto come occasione di coinvolgimento di imprese e giovani, perché il valore artistico si trasformi in opportunità lavorativa. La stessa Fondazione Cariplo ha declinato sempre più la propria attenzione sul tema del lavoro nel corso degli anni”. Quali sono state le difficoltà che avete incontrato nel corso del progetto? “Il distretto culturale non è un concetto facile da comprendere, soprattutto se si tratta di

REGGE DEI GONZAGA, INIZIA LA NUOVA ERA Francesca Zaltieri è la nuova presidente: “La cultura deve essere stimolo per tutta la filiera economica”

Francesca Zaltieri

un distretto tematico. Abbiamo compreso solo in itinere fino in fondo cosa significasse abitare un distretto, il che giustifica almeno in parte il fatto che alcune azioni non abbiano dato il massimo delle proprie potenzialità”. Sono stati fatti degli errori? “Proprio per la difficoltà di ottenere piena consapevolezza di abitare un distretto tematico, spesso le azioni sono state vissute in modo parcellizzato, frammentario. Quando si ha a che fare con una rete tematica e non territoriale è più facile che accada. Invece il vivere all’interno di una storia comune da attualizzare è l’elemento da valorizzare anche in chiave turistica”. Qual è al contrario la nota positiva di questi quattro anni? “L’elemento decisivo è che alla fine del quadriennio lavorando in squadra abbiamo assunto maggiore consapevolezza della realtà del distretto. È stato un percorso conoscitivo per nulla scontato nonostante il

progetto ben fatto a monte. Progetto partito molti anni fa e che ha dovuto ricalibrarsi su tempi che sono cambiati radicalmente. Il progetto ha subito notevoli aggiornamenti e dovrà continuare a farlo”. Come si intreccerà il percorso delle Regge con Expo 2015? “Certamente con il lavoro che stiamo facendo sul tema del gusto, che è uno dei nostri asset. Il progetto più significativo su cui stiamo lavorando è il ‘Centro di Alta Formazione per Master in Enogastronomia’. Si tratta di un obiettivo davvero ambizioso, che interpreta appieno il concetto di reggia gonzaghesca. La reggia per eccellenza, il Ducale, sarà infatti abitata da questa scuola che occuperà gli spazi che si trovano in prossimità del cortile della Cavallerizza. La Sovrintendente Paolozzi Strozzi, con grande lungimiranza, ha concesso che la sacralità dell’arte gonzaghesca si mescolasse con quell’altra grande forma d’arte che è la

cucina del nostro territorio. Così è nato il protocollo di intesa tra i diversi enti ed oggi stiamo lavorando al progetto di fattibilità. Un’altra azione significativa in vista di Expo è la ‘App’ che sarà pronta entro maggio sul percorso gonzaghesco che permetterà una fruizione ottimale del patrimonio e degli eventi. In tutti i luoghi delle Regge si troveranno poi delle postazioni presso le quali il turista potrà collegarsi ed esplorare virtualmente i beni legati ai Gonzaga”. Come si può inserire il brand ‘Gonzaga’ nella frammentazione di marchi territoriali che allo stato attuale certo non aiuta una promozione integrata del territorio? “Il brand ‘Gonzaga’ è uno strumento di grande apertura verso l’Europa, fondamentale in una fase in cui il nostro obiettivo è l’internazionalizzazione. È il marchio centrale del territorio mantovano che si unisce

a quello del grande fiume e colline moreniche come retroterra del lago di Garda. Se si riuscisse ad arrivare a questa sintesi potrebbe essere finalmente realizzabile il continuum tra il turismo del Garda, il gioiello del rinascimento e il fiume che porta all’Adriatico. Vanno in questa direzione anche i percorsi cicloturistici Eurovelo 7 e 8”. La nuova fase delle Regge non vedrà più il contributo di Fondazione Cariplo, come si finanzieranno le azioni d’ora in avanti? “Stiamo imparando a eliminare le spese che via via si sono mostrate superflue. Per quanto riguarda le entrate, stiamo utilizzando gli ultimi fondi di Cariplo, abbiamo le quote associative, e metteremo nelle Regge anche quote di Expo. La sfida è essere in grado come associazione di fare progetti che siano rivolti sia a Cariplo sia ai fondi europei, perché adesso siamo pronti ad essere un contenitore significativo”.


PAGINA 5

Mantova - PAGINA 5 -

PAGINA 8

Mantova Mantova

COSMETICI PROFESSIONALI

vendita al dettaglio con promo card all’ingrosso con sconti personalizzati

VISO - CORPO - CAPELLI Linea capelli - Linea estetica

Via Mazzini, 91 - Castiglione delle Stiviere (MN) - Tel.

e Fax 0376/631103 - cosmetici.prof@gmail.com

Il

punto

“BENE I CANTIERI, ORA PUNTIAMO SULLA RETE” I

Il coordinatore Elena Froldi Paganini indica la via per rafforzare il sistema

l passaggio dal progetto finanziato da Fondazione Cariplo alla necessità di camminare con la proprie gambe non sarà affatto banale per l’associazione. È fondamentale che si comprenda a fondo cosa ha funzionato in questi quattro anni e cosa va invece rivisto, perché il margine di errore adesso si assottiglia molto. Elena Froldi Paganini, che del progetto è stata e continua ad essere la coordinatrice, in merito ha le idee molto chiare e poca propensione al politically correct, che tende a imbalsamare molta parte dei ragionamenti in materia. Dote rara e preziosa, di questi tempi. Froldi Paganini, dopo il triennio e l’anno ulteriore di proroga, che bilancio si può fare degli interventi materiali effettuati? “Siamo intervenuti su otto cantieri, portandoli tutti a compimento, in una fase economica evidentemente difficile. Un risultato importante che non tutti i distretti di Fondazione Cariplo hanno conseguito. Il recupero conservativo della cinta muraria di Sabbioneta è un intervento complesso andato a buon fine. Le mura gonzaghesche di Bozzolo hanno subito imprevisti crolli dovuti alle precarie condizioni, il budget destinato all’intervento conservativo è stato usato, su richiesta del Distretto a Fondazione Cariplo, per la messa in sicurezza. In questo caso Cariplo ha dimostrato buona flessibilità accettando di cambiare gli obiettivi d’intervento alla luce delle difficoltà contingenti. A buon fine è andato anche l’intervento sul Torrazzo di Commessaggio, sui soffitti lignei del Palazzo Ducale di Sabbioneta, e su Chiesa Castello di San Martino dall’Argine. A Revere abbiamo contribuito alla realizzazione del Museo del Po. A seguito del sisma che aveva reso il Palazzo inagibile, abbiamo chiesto a Fondazione Cariplo di utilizzare la somma residua dei ribassi d’asta, circa 70 mila euro, per progettazioni e diagnostica al fine di recuperare fondi UE per il terremoto. Se Cariplo non avesse accettato, il Comune di Revere non avrebbe potuto presentare il progetto che ha permesso di recuperare gli ingenti fondi per le opere che hanno reso oggi il Palazzo nuovamente fruibile. Sono stati inoltre realizzati interventi di recupero conservativo sulle facciate di Palazzo Te, ed interventi di valorizzazione della via e della piazza prospicienti Villa Ghirardina a Motteggiana. Fondazione Cariplo in questi anni ha dimostrato sempre un’assidua attenzione alle problematiche del Distretto e alle attività più complesse che abbiamo dovuto affrontare, offrendoci supporto e apertura nella co-progettazione delle soluzioni”. Qual è stato l’intervento più complesso?

Elena Froldi Paganini con il presidente di Fondazione Cariplo Guzzetti

“Dal punto di vista architettonico le mura di Sabbioneta. Un intervento molto esteso come superfici, che ha richiesto più lotti di intervento, e che ha visto anche il fallimento di una delle imprese durante le fasi di cantiere”. L’intervento più importante dal punto di vista qualitativo? “Il restauro dei soffitti lignei nel Palazzo Ducale di Sabbioneta. Il manufatto è una vera e propria scultura lignea a scala architettonica e l’intervento dei progettisti e dei restauratori è stato esemplare”. Le Regge tuttavia non sono solo interventi materiali. “Quando si parla di Regge tutti vedono gli interventi materiali e le azioni specifiche quali gli eventi. Quello che invece è importante capire è che il triennio ha promosso un processo di valorizzazione articolato. Prendiamo come esempio il Torrazzo di Commessaggio. È stato per prima cosa oggetto di un intervento di conservazione, successivamente di trasformazione d’uso attraverso un allestimento multimediale. Infine è stata favorita la nascita di un’associazione culturale che si occupa della gestione in forma diretta, in termini di aperture e attività. Ad oggi costruisce eventi a scala locale, ma in prospettiva lavorerà con le altre associazioni analoghe che sono in rete nel sistema regge. Se ci approcciamo in tal modo ad un bene storico architettonico questo produce in effetti una microeconomia. Un simile processo sarebbe dovuto avvenire su tutti i beni. Così non è stato per molteplici fattori, ma il per-

corso è ben avviato e strutturato. Altri esempi dell’efficacia del processo di valorizzazione sono Chiesa Castello di San Martino dall’Argine che funziona sia come sala polifunzionale che come centro espositivo di Imprimatvr FabLab, ed il Palazzo Ducale di Revere che grazie al recupero post sisma ha visto l’apertura del Museo del Po, oggi riconosciuto a livello regionale. Se ai cantieri possiamo dare un voto alto, al processo di valorizzazione complessivamente spetta la sufficienza piena, la strada da fare è ancora lunga ma lo sapevamo”. Il progetto prevedeva anche attività integrate, ad esempio? “Il Politecnico ha realizzato un master sulla conservazione preventiva e programmata e ha offerto un accompagnamento ai comuni. Dal punto di vista teorico è stato un lavoro molto valido, ma è stato possibile passare dalla buona pratica alla prassi solo in alcuni interventi. Un’altra attività integrata molto interessante è Gonzaga Heritage. Si tratta di una rete di imprese, la prima in Lombardia, afferenti a Confindustria Mantova. La rete imprese è una nuova forma giuridica che da quest’anno può partecipare a gare pubbliche offrendo una competenza multidisciplinare in forma permanente. La nascita di rete imprese è stata promossa dal Distretto come azione legata al mondo imprenditoriale, le imprese mantovane coinvolte hanno aderito e ad oggi possono vantare di essere una realtà innovativa a scala nazionale”. Infine c’erano le attività di promozione e valoriz-

zazione. Hanno avuto buoni risultati? “Credo che avremmo dovuto creare attività di promozione strutturate sulla continuità, costruendo il cosiddetto ‘brand’ attraverso cicli di eventi che promuovessero valori identificativi e riconoscibili. In alcuni casi ci siamo riusciti in altri meno. ‘Cantieri aperti’ ad esempio è una rassegna annuale promossa dal distretto che sta avendo molto successo e che ha suscitato l’interesse di esperti di settore extra muros per la forma integrata con cui è stata concepita. La promozione di attività teatrali quali Gonzaga Bus, Cortesie a Corte e La Casina dei Gonzaga sono state particolarmente apprezzate. Per quanto riguarda invece le attività fatte a spot hanno avuto anche buoni riscontri ma si sono fermate lì”. Ora, senza il contributo di Fondazione, come si prosegue? “La maggior potenzialità del Distretto è avere una rete permanente e flessibile. Per rete intendo i comuni soci, le università, le associazioni culturali, i privati quali rete imprese ed i fab-lab, e la miriade di realtà semplici e complesse che hanno caratterizzato e costruito il Distretto in questi anni. Una rete permanente permette di ‘progettare la complessità’ invece di subirla, e di guidarla in modo ragionato e strategico per il bene comune dei nostri luoghi e beni architettonici. Ragionare in termini di ‘processo di valorizzazione’, cambiare modus operandi è oggi indispensabile se vogliamo credere in una ‘economia della cultura’, se vogliamo creare valore per noi e per le future generazioni. Una rete permanente formula proposte da candidare a bandi con estrema velocità ed offre un sistema integrato costituito che ne garantisce efficacia e buon esisto. Ad oggi stiamo facendo degli incontri con i comuni soci per raccogliere interessi ed idee. L’obiettivo è costruire una proposta progettuale ragionata e mirata, anzi se possibile strategica, che vada a rafforzare e sviluppare il sistema esistente che il territorio e Fondazione Cariplo insieme hanno creato. Inoltre il Distretto, essendo di struttura sistemica, risponde alla condizione sine qua non per catalizzare fondi europei, nazionali e regionali, compatibili con quelli delle Fondazioni Bancarie. Un obiettivo ambizioso potrebbe essere quello di costruire un’offerta progettuale di rete capace essa stessa di mettere a sistema finanziamenti di diversa natura, così da un lato si potrebbero sgravare i comuni soci dall’ impegnare somme oggi non più a disposizione, dall’altro si darebbe loro modo di disporre di risorse e progettualità per dare un’offerta efficace che porti esiti e risultati tangibili sui loro territori.” (am)

Lunedì chiuso

ReporterMN

Il ristorante Maya vi aspetta per gustare le tipiche specialità Messicane, come i Burrito, le Fajitas e altre specialità di carne…

FESTA dell' 8 MARZO karaoke Stradella di Bigarello (MN): Via Cadè, 6 - Tel. 0376 45642 - www.mayamexi.it - Ci trovi anche su

- È gradita la prenotazione


Mantova - PAGINA 6 -

PAGINA 6 MANTOVA

Mantova

Rapsodia

1° lezione di prova gratuita - insegnanti diplomati CORSI: CANTO MODERNO - CANTO LIRICO - PIANOFORTE

Scuola di Musica Moderna

TASTIERE - BATTERIA - CHITARRA - BASSO - TROMBA PROPEDEUTICA BIMBI - CORO POLIFONICO GOSPEL BANDA DI OTTONI - TEATRO

V. Londra, 14 - Porto Mantovano - (MN) - 0376 1502608 - 3493631372 • 345 3530990 - rapsodiamusica@gmail.com - www.rapsodiamusica.it

VIA AL RESTYLING DELL’INGRESSO DEL CIMITERO COMUNALE Iniziati i lavori di sistemazione dell’accesso e dei parcheggi

L’ingresso del Cimitero di Borgo Angeli

N

ella mattina di giovedì 19 febbraio sono iniziati i lavori di sistemazione dell’accesso e dei parcheggi davanti al Cimitero Monumentale di Borgo Angeli. Gli interventi serviranno, soprattutto, per risolvere il problema della disordinata circolazione di automezzi, migliorare la viabilità e mettere in sicurezza tutta l’area per l’incolumità degli utenti. “Un primo lotto di lavori importanti che dovrebbe-

ro terminare entro aprile – ha detto il sindaco di Mantova Nicola Sodano –. Con questi interventi sistemeremo e razionalizzeremo l’ingresso del Cimitero in maniera tale da migliorare la circolazione dei veicoli e mettere in piena sicurezza il passaggio dei pedoni”. Gli interventi sono stati presentati dal dirigente del Comune di Mantova Ernesto Ghidoni, da Fabrizio Cristofori e Fabio Bonelli del Servizio cimiteriale

UNICEF

di Tea, società che ha curato la proposta progettuale. Il cronoprogramma dei lavori prevede 45 giorni di attività, con asfaltatura finale (salvo maltempo). Gli interventi del primo lotto prevedono: la risagomatura raccolta a ellisse dell’area del piazzale, con ampliamento e riqualificazione delle aiuole già presenti; la relativa riduzione del varco di accesso al piazzale principale di via Cremona, con l’obiettivo di ridurre il flusso degli automezzi e consentendo, così, solo il transito in entrata (uscita obbligatoria nelle due direzioni est –ovest). Sarà messa in sicurezza anche l’area di sosta degli autobus attraverso lo spostamento della fermata e della pensilina Apam e, inoltre, verranno realizzati un nuovo marciapiede e una nuova rampa di salita-discesa per gli utenti. I parcheggi saranno ai lati dell’ingresso del Monumentale (sul versante strada e non in aderenza al perimetro del cimitero), sia per i mezzi dei cortei funebri che per i visitatori. Inoltre, verranno separati gli ingressi del Monumentale

CHIUSO IL PUNTO D’INCONTRO

Il Comitato provinciale Unicef di Mantova ha chiuso il “Punto d’Incontro” di Via Bellalancia, nel quale aveva operato per dodici anni. “Il trasloco – spiega la presidente Edda Caramaschi Gandolfi - è stato deciso con rammarico, sostanzialmente per ridurre le spese di gestione”. Attualmente la sede amministrativa e il materiale informativo e promozionale sono stati suddivisi tra le abitazioni della presidente e della segretaria del Comitato. “Tutti i volontari afferenti al Comitato – assicura la presidente - proseguiranno nelle consuete attività, con rinnovato impegno e con la speranza che, in un futuro prossimo, si presenti la possibilità di una

nuova sede, messa a disposizione gratuitamente da qualche Ente pubblico oppure privato il quale, attraverso il sostegno all’Unicef, voglia tutelare i diritti dei minori di tutto il mondo, compresi quelli del territorio mantovano”. Per informazioni, donazioni e adozioni di Pigotte si può telefonare al 348-3223602, dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 18, oppure scrivere a comitato.mantova@ unicef.it. Le notizie relative alle attività dedicate alla promozione dei diritti delle bambine, dei bambini e degli adolescenti, saranno pubblicate sulla pagina del sito UNICEF riservata al Comitato di Mantova.

ASSOCIAZIONE NAZIONALE MUTILATI E INVALIDI CIVILI

Sede prov. di Mantova: P.zza Bazzani, 2 - Mantova Tel. 0376.320483 Tel. e Fax 0376.221225 c/c postale 13323464 www.anmicmn.it

ReporterMN

presentazione domande invalidità consulenza per agevolazioni legge 104/92 presenza dei propri medici in seno alle Commissioni per l’accertamento d’invalidità Civile e presso la Commissione medica di verifica Inps Pratiche Inps, domande per assegni familiari, ricostituzioni pensionistiche, reversibilità, assegno sociale, attestazione ISEE, etc.. Servizio barriere architettoniche e scuola Ricorsi giudiziari per mancato riconoscimento invalidità civile Delegazioni di zona: Acquanegra sul Chiese via Diaz, 8 (c/o M.Z. Service) merc 9-12 ven15-18.30 Asola via Oberdan, 10 - sab 9-12 Bozzolo via Valcarenghi, 67 ore 9-12 o per app. tel. 0376/921110

da quello del Forno Crematorio, che, dunque, avrà una sua vera e propria entrata a parte. Il parcheggio area est, invece, sarà riservato agli utenti diversi dai cortei. Il progetto prevede anche l’implementazione dei percorsi dedicati ai pedoni (separati da quelli dei veicoli) che saranno opportunamente raccordati alla ciclopedonale Mantova-Angeli e alle varie aree di parcheggio. Inoltre, rifacimento della pavimentazione in porfido e riqualificazione delle aiuole e dell’arredo urbano; posa di nuova ed idonea segnaletica orizzontale e verticale. Infine, nuova uscita carrabile su via Cremona, in corrispondenza del percorso di accesso al Crematorio (lato ovest), per evitare il transito di mezzi in uscita dal piazzale d’ingresso principale. La spesa è interamente a carico di Tea, come previsto dalle condizioni migliorative offerte nella gara per la gestione dei cimiteri cittadini, per un ammontare complessivo di circa 90mila euro.

Suzzara (c/o) CNA via IV Novembre, 11 mart 9-12 Sermide vic. Mastine, 27 (zona amb. S. Michele Farmacia Fornasa) giov 9-12

Castiglione d/Stiv. via Botturi, 33 (c/o Circolo Pertini) giov 9-12 San Benedetto Po P.zza Teofilo Folengo, 2 ex Informagiovani

Goito Via V. Veneto, 12 Viadana via Verdi, 8 (c/o ass. Carabinieri) ven 9-12 o per app. Tel. 377/1675025

RAJ PALACE

LA CUCINA INDIANA SECONDO TRADIZIONE Aperto a gennaio in piazza Sordello: prodotti di qualità e preparazioni uniche

La cucina indiana come occasione di sperimentare nuovi sapori e preparazioni, che si discostano dal gusto abituale e aprono ad un universo di nuove sensazioni. Non stupisce che sempre più persone siano spinte a sperimentarla, finendo per innamorarsene. Non tutti i ristoranti indiani tuttavia sono in grado di rappresentare in modo fedele la cultura indiana in cucina. Al Raj Palace invece la fedeltà alle ricette originali è il grande punto di forza, facendo del ristorante, che ha da poco più di un mese aperto a Mantova in piazza Sordello 14, un vero punto di riferimento per chi cerchi una corretta rappresentazione della cucina indiana. “Cerchiamo di mantenere fede alla tradizione in tutto e per tutto – spiegano i gestori – sia nell’uso delle spezie che nella ricerca dei sapori, senza trascurare le preparazioni più attuali che sono diffuse e apprezzate oggi in India”. Non si tratta di un vero e proprio esordio, poiché per quattro anni i titolari hanno gestito con successo un locale a Gazzuolo. Il trasferimento a Mantova rappresenta però una grande scommessa, che ha già dato risultati incoraggianti. Particolarmente consigliate tutte le preparazioni che fanno utilizzo del tipico forno tandoori: carne, pesce, verdure, ma anche il pane. La particolarità che rende unico il Raj Palace è che il forno tandoori è alimentato a legna e non a gas, il che fornisce alle pietanze un sapore inconfondibile e fedele alla tradizione. Un motivo di vanto che possono esibire pochissimi ristoranti in Italia e che rende il Raj Palace un’esperienza culinaria davvero imperdibile. Nei fine settimana è consigliata la prenotazione. Per info e contatti: www.rajpalace.it; Tel. 0376 1510435 – Cell. 329 3548894.


Mantova - PAGINA 7 -

GRANDE MANTOVA

di Biolchi Elisa e Sabrina s.n.c.

Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133

www.facebook.com/ilfornogoito

CURTATONE PREMIA L’ECCELLENZA AZIENDALE Oltre 40 imprenditori tra benemeriti e nuove leve ricevuti dal Sindaco in Municipio

O

ltre quaranta imprenditori, tra benemeriti e giovani leve, che si sono distinti per la loro attività professionale a Curtatone: sono quelli che hanno ricevuto nella sala consiliare di Corte Spagnola il riconoscimento dell’Amministrazione Comunale. L’appuntamento con cui ogni anno si premiano gli imprenditori di tutti i settori economici, scelti come tra i titolari di alcune delle imprese maggiormente radicate nel territorio, ma anche tra i giovani che si sono distinti per la loro attività, è realizzato in collaborazione con le associazioni di categoria: Apindustria, Confindustria, Associazione Mantovana Allevatori, Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Confai, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Confartigianato e Upa. La premiazione, preceduta dalla relazione del Segretario Generale della Camera di Commercio di Mantova Marco Zanini sul tema “Un quadro d’insieme dell’economia mantovana

La premiazione in Sala consiliare

nell’era della globalizzazione”, ha visto la partecipazione del Sindaco Antonio Badolato, dell’Assessore all’Economia Alessandro Benatti e di Attilio Gelati, artigiano maestro decoratore e ideatore del premio. “Si tratta di un’iniziativa che, sulla scia del premio per gli artigiani ideato molti anni fa da Attilio Gelati, abbiamo voluto estendere alle imprese di ogni settore produttivo, con la collaborazione delle associazioni di categoria

– ha spiegato il Sindaco Antonio Badolato -. Premiando gli imprenditori, scelti tra i benemeriti di età superiore ai 65 anni che hanno lasciato un segno nella nostra comunità per la loro capacità di fare impresa, e i giovani under 40 che si sono distinti per la qualità e innovazione delle loro attività, intendiamo celebrare il valore sociale dell’imprenditoria locale, capace di creare ricchezza e di distribuirla sul territorio. Anche il Comune,

seppur penalizzato dal patto di stabilità, può fare qualcosa per sostenere lo sviluppo. Noi ci siamo impegnati in particolare su due fronti: agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro attraverso il servizio ‘Filo diretto’, e facilitare l’accesso al credito delle imprese tramite il progetto ‘ComFiducia’. Inoltre, nonostante il taglio delle risorse, abbiamo finanziato opere per sei milioni di euro, di cui 2,7 per l’edilizia scolastica: un investimento concreto sul futuro della comunità”. “In questa occasione premiamo il lavoro, l’intelligenza, la generosità, la tenacia, la lungimiranza di imprenditori – ha sottolineato l’Assessore all’Economia Alessandro Benatti - che mettono al centro della propria attività le persone. Che intendono il profitto non come fine a se stesso, ma come mezzo per fare crescere la propria azienda producendo beni o servizi di qualità e davvero utili al benessere delle persone. Premiamo persone mosse da

ReporterMN

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI

SAN SILVESTRO

DALLA FIERA DEI STRADEI DONAZIONE AL CENTRO DIURNO DI EREMO E’ sempre più forte a Curtatone la rete della solidarietà tra associazioni e istituzioni: a beneficiarne nei giorni scorsi è stato il Centro diurno per minori di Eremo, che per il terzo anno consecutivo ha ricevuto un significativo contributo da parte della Fiera dei Stradei. La donazione, dell’importo di 1.350 euro e finanziata dai ricavi della popolare manifestazione organizzata ogni estate dal sodalizio di San Silvestro, andrà a sostenere le attività della struttura di via Europa che dal 2011 segue quattordici ragazzi con problemi di disagio familiare e sociale. A gestirla è la cooperativa Alce Nero, che tramite educatori professionali assicura attività di sostegno scolastico, ma anche ludiche e ricreative. “Ringraziamo di cuore la Fiera dei Stradei e il presidente Massimo Bodon per il sostegno che assicurano al Centro diurno, così importante per questi minori con fragilità e su cui l’Amministrazione ha molto investito, destinandogli nel 2011 una nuova, confortevole sede – sottolineano il Sindaco Antonio Badolato e Giuseppe De Donno, Vice sindaco e Assessore alle Politiche sociali -. Questa struttura sta dando ottimi risultati, affiancando i ragazzi nel loro percorso formativo e favorendo momenti di aggregazione, svago ed espressione della creatività: dai soggiorni al mare ai laboratori di manualità e disegno. Un’attività che, ormai da diversi anni, trova nella Fiera dei Stradei un sostegno concreto, nel segno della memoria di Ottavio Varini e del suo infaticabile impegno a favore del Centro e dei ragazzi più fragili”. valori forti, che hanno sempre avuto attenzione e rispetto per la propria comunità, che hanno lavorato sodo e creato lavoro per altri, offrendo così a molti l’opportunità di realizzarsi ed essere donne e uomini liberi. L’incontro di stasera è doveroso nei loro confronti ma è anche importante, moralmente e culturalmente, per tutta la nostra

comunità”. Alla cerimonia hanno presenziato Alberto Marenghi e Mauro Redolfini, presidente e direttore di Confindustria; Francesco Ferrari e Giovanni Acerbi di Apindustria; Elisa Rodighiero di Cna; Fabrizio Cavicchioni di AMA; Marco Speziali e Sandro Cappellini di Confai; Raffaele Gelati di Confcommercio; Attilio Gelati di Upa.


Mantova - PAGINA 8 -

OgliO PO

AMPIO GIARDINO ESTIVO GIORNO DI CHIUSURA MARTEDI' TEL. 0376 256036 - Via Boselli, 26 CASTELBELFORTE (MN) di Filippi Patrizia

Tutto pronto per l’edizione 2015. Lo scorso anno vinsero Ozpetek e la Masini

O

www.pizzeriapantagruel.it

Premio Viadana, ecco i 5 sfidanti

rmai ci siamo. Il Premio Viadana, una degli appuntamenti letterari più belli e seguiti della provincia di Mantova, è pronto a fare il suo ritorno. La formula ripeterà la consolidata e fortunata prassi degli anni scorsi. Due giurie, una popolare e una di studenti, per un totale di duecento lettori. Cinque scrittori che in altrettante serate presenteranno i propri romanzi, che verranno giudicati dalle giurie. In palio una scultura di “Ugo Nespolo”, e il solito assegno per l’acquisto di copie del libro da distribuire in biblioteche, scuole, carceri, ospedali. Già definito il calendario delle 5 presentazioni. Venerdì 13 marzo aprirà le danze Andrea Vitali con il suo “Buongiorno, signorina”, edito da Garzanti. Il romanzo riprende le abituali atmosfere del piccolo centro del lago di Como a cui ci ha abituato lo scrittore lombardo. Venerdì 27 marzo toccherà a Marco Franzoso presentare “Gli invincibili”, edito da Einaudi, il suo nuovo toccante romanzo dedicato alla paternità. Martedì 7 aprile Domenico Dara racconterà il suo “Breve trattato sulle coincidenze”, edito da Nutrimenti. Un romanzo ambientato a fine anni ’60 in cui il postino di un piccolo paese scongiura un pericolosa compravendita. Venerdì 17 aprile verrà presentato “Il caso Bramard” dal suo autore, Davide Longo. Edito da Feltrinelli, il romanzo è la storia di un Commissario, Bramard appunto, che ossessivamente dà la caccia ad un serial killer che ha sconvolto anche la sua vita, rapendo e uccidendo moglie e figlia.

????

A

VIADANA Venerdì 27 all’auditorium Itc dibattito in vista di Expo sul TTIP Le associazioni ambientaliste casalasco-viadanesi, nell’ambito del programma Nutrire il Pianeta è Nutrire la Pace, promuovono un importante evento, nell’auditorium ITC “F. Gardinazzi”di Viadana, alle ore 21 di venerdì 27 febbraio 2015, per informare la cittadinanza e aprire il dibattito sul TTIP (Trattato transatlantico di partenariato fra USA e UE). Illustrerà l’argomento, Martin Koehler, Consigliere presso la Commissione Commercio Internazionale del Parlamento europeo, mentre Paolo Ber-

numero verde 800 662479

nUtrire La Pace gamaschi, da anni presente a Bruxelles in qualità di consigliere presso la Commissione Esteri del Parlamento Europeo, interverrà come moderatore. “All’evento – scrivono gli organizzatori – sono invitati tutti i cittadini, i rappresentanti delle istituzioni del cremonese e del mantovano, e parlamentari europei sollecitati ad esprimersi sulla posizione che intendono prendere a questo riguardo, essendo in gioco la vita quotidiana di milioni di persone”. Dalle informazioni trapelate finora infatti, le associazioni ritengono che tale Trattato, circondato

IN BREVE VIADANA “ciBo come reaLaZione” È il tema che verrà trattato dal cammino socio politico “hope in progress” sabato 28 febbraio dalle ore 9.30 alle 12.00 presso l’auditorium di viadana. Il tema verrà relazionato per gli studenti e la cittadinanza da Cinzia Scaffidi e don bruno Bignami.

Tappa conclusiva il 24 aprile, sempre di venerdì, con “L’ultimo arrivato” di Marco Balzano, edito da Sellerio. È la storia di un giovanissimo migrante che nel ’59 lascia la sua terra per raggiungere il nord. Tutti gli incontri sono gratuiti e si terranno alle ore 21 presso l’auditorium Itc.

VILLASTRADA DI DOSOLO “mUsicaL ProJect” aL sociaLe Venerdì 27 febbraio alle ore 21 al teatro Sociale di Villastrada si terrà il concerto dal vivo del “Musical Project”, la compagnia di più di 50 artisti già nota per il successo con Sister Act e I Wish.

fin dall’inizio dalla massima segretezza, già di per sé inquietante, sia lesivo dei diritti più elementari della vita delle persone, incida gravemente sulla loro salute, eliminando il principio di precauzione, minacci la democrazia, sottraendo potere e sovranità agli Stati, privatizzi beni essenziali come l’acqua, dia potere assoluto alle multinazionali condizionando l’attività legislativa delle nazioni, porti alla rovina la nostra produzione agricola di qualità, con l’eliminazione dell’indicazione geografica e con l’introduzione massiccia di prodotti OGM, di carne agli ormoni, ecc.

•CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC genda

QUISTELLO:

PROMOZIONE OVER 65: LUNEDI’ SERA PREZZO RIDOTTO 5 EURO!!! LA TEORIA DEL TUTTO - regia di J. Marsch - biografico con E. Redmayne, F. Jones, E. Watson Sab 28 febbraio ore 21.15 Dom 1 marzo ore 21.15 Lun 2 marzo ore 21.15 OSCAR 2015 all’attore protagonista Eddie Redmayne. Straordinaria performance dei due attori protagonisti in un film in cui la dolcezza è la cifra narrativa principale. E’ un film biografico interpretato da Eddie Redmayne, nei panni del giovane Stephen Hawking, celebre fisico, astrofisico e cosmologo. SHAUN - VITA DA PECORA - regia di M. Burton- animazione Dom 1 marzo ore 16 Un film d'animazione godibilissimo a tutte le età in cui si ride fino alle lacrime e ci si commuove. RASSEGNA FILM D'ESSAI SILS MARIA - regia di O. Assayas - drammatico Con J. Binoche, K. Stewart Giovedì 5 marzo ore 21.15 Premio Cezar 2015 a K. Stewart A 18 anni, Maria Enders ha raggiunto il successo interpretando in teatro il ruolo di Sigrid, giovane e ambiziosa ragazza il cui inquietante fascino conduce al suicidio una donna matura, Helena. Venti

Per segnalare concerti e sPettacoli: reportersegreteria@gmail.com

teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

anni più tardi, al culmine della sua fama, le viene proposto di riportare in scena l'opera, ma questa volta dall'altra parte, nel ruolo di Helena. Attraverso una narrazione formalmente impeccabile, nitida come un cristallo e tagliente come un diamante il film racconta il percorso di crescita di una donna che rifiuta la maturità per rimanere aggrappata ai "privilegi della giovinezza". Ma è anche una riflessione sul cinema: un film è solamente un oggetto, e cambia prospettiva a seconda del punto da cui lo si osserva. SELMA - La strada per la libertà - regia di A. DuVernay drammatico con Tim Roth, D. Oyelowo Sab 7 marzo ore 21.15 Dom 8 marzo ore 16 e 21.15 Lun 9 marzo ore 21.15 OSCAR 2015 - Miglior canzone Ambientato negli Stati Uniti, durante la presidenza Johnson, il film racconta la marcia di protesta che ebbe luogo nel 1965 a Selma, Alabama. Guidata da un agguerrito Martin Luther King, questa contestazione pacifica aveva lo scopo di ribellarsi agli abusi subiti dai cittadini afroamericani negli Stati Uniti e proprio per la sua natura rivoluzionaria venne repressa nel sangue. Prezzi ingresso: sab/dom/lun € 6,50 - ridotto €5 giovedì € 5,50 Tessera fedeltà per tutti: ogni 12 ingressi uno è omaggio!! E tutta la famiglia può utilizzare la stessa tessera!! Promozione over 65: Lunedì sera ingresso ridotto 5 euro. Servizio Bar e Pop Corn Caldi! Info e aggiornamenti: www.cinemateatrolux.com

manTOva:

Ciaspolata soft - 1 MARZO 2015 La Valsugana e il Lagorai Una ciaspolata (o camminata) nell'area orientale del Trentino tra Vicenza e Belluno, in una valle dominata dal corso del fiume Brenta. Info: Luigi Bertazzoli 349.8770504 luigibertazzoli@hotmail.it Camminata sul Lago d'Iseo 8 MARZO 2015 Sull'antica Via Valeriana La Via Valeriana si snoda sulla sponda bresciana del Lago d'Iseo e in passato era l'unico collegamento tra Brescia e la Valcamonica. Un trekking scenografico lungo un percorso storico antico. Info: Paolo Trentini 339.6656136 p.trentini@yahoo.it Info e aggiornamenti: www.scarponauti.it

SUzzara:

Cinema Politeama

FILM: UNA NOTTE AL MUSEO: Il Segreto del faraone Data e ora proiezione: Sabato 28 ore 15.30 Domenica 01 ore 15.30-17.30 Larry Daley (Ben Stiller) in questa nuova avventura è alle prese con la strana muffa corrosiva che sta ricoprendo gradualmente la Tavola di Ahkmenrah (Rami Malek); il coraggioso guardiano dovrà allora recarsi al British Museum di Londra per venire a capo del problema e permettere alla magia notturna di continuare a fluire. Una volta

arrivati dovranno recarsi nell'ala egizia del museo e risvegliare il Faraone Merenkahre (Ben Kingsley), padre di Ahkmenrah, per farsi rivelare il segreto della tavola. Ma gli imprevisti, anche in quest'ultimo capitolo, sono dietro l'angolo. FILM: BIG EYES Data e ora proiezione: Sabato 28 ore 19.30-22.00 Domenica 01 ore 19.30-21.30 Lunedì 02 ore 21.30 Quando carica la figlioletta sull'automobile e lascia il primo marito, Margaret Ulbrich è una giovane donna senza soldi, che dipinge per passione e per necessità quadretti semicaricaturali di bambini dagli occhi smodatamente grandi. Opere intrise di sentimentalismo e di un gusto kitsch, che raggiungeranno però un enorme e inaspettato successo quando a commercializzarle sarà Water Keane, secondo marito di Margaret e "wannabe artist" a tutti i costi. Spacciando i quadri della moglie per propri, per quasi un decennio, Walter costruisce un impero su un'enorme bugia, riuscendo ad abbindolare l'America intera. Finché Margaret non si ribella...

OSTIGLIa:

TEaTrO m. mOnICELLI

FILM: IL SETTIMO FIGLIO Sta per scatenarsi una guerra tra le forze del sovrannaturale e gli uomini. Secoli prima, il Maestro Gregory aveva imprigionato la feroce strega Madre Malkin che, riuscita a fuggire, adesso è in cerca di vendetta. L'unica speranza per gli uomini è il giovane apprendista Tom Ward, settimo figlio di un settimo figlio, il solo in grado di sconfiggere la potente maga e la sua magia nera.

Orari e date proiezioni: Venerdì 27 ore 21.15 Sabato 28 ore 21.15 Domenica 01 ore 16.00-18.3021.15 Lunedì 02 ore 21.15 Martedì 03 ore 21.15 Prezzi: Intero: €. 7,00 - Ridotto € 5,00 Martedì prezzo unico €. 5,00 Servizio bar, caffé, pop corn caldi.

rEvErE:

CInEma dUCaLE

FILM: BIRDMAN Birdman racconta di Riggan Thomson (Michael Keaton), attore in declino che dopo un folgorante passato nei panni di un glorioso supereroe, spera di rilanciare la sua carriera dirigendo un nuovo, ambizioso spettacolo a Broadway per dimostrare a tutti che non è solo una ex star di Hollywood. Nei giorni che precedono la sera della prima, Riggan deve fare i conti con un ego irriducibile e gli sforzi per salvare la sua famiglia, la carriera e se stesso. Orari e date proiezioni: Venerdì 20 ore 21.15 Sabato 21 ore 21.15 Domenica 22 ore 18.00-21.15 Martedì 24 ore 21.15 FILM: Animazione MINUSCULE: La valle delle formiche perdute In una piccola radura pacifica, i resti di un pic-nic frettolosamente abbandonati scatenano una guerra tra due tribù di formiche, la posta in gioco è una scatola di zollette di zucchero! Una giovane e grassoccia coccinella si ritroverà coinvolta nella battaglia e stringerà una profonda amicizia con una battagliera formica nera. La aiuterà a salvare il formicaio dall'assalto delle terribili formiche

rosse, spietate guerriere guidate dal pauroso Butor. Orari e date proiezioni: Domenica 01 ore 16.00 Prezzi: Intero: €. 7,00 - Ridotto € 5,00 Info: Via Dante Alighieri, 2 Revere, tel. 0376.46457

mOGLIa:

Pro Loco Pompeo Coppini FESTIvaL "dialetti della Bassa" Prosegue la rassegna teatrale presso il "Teatro Mondo 3" di Moglia SABATO 7 MARZO la compagnia "Al Filos" di Porto Mantovano presenta "L'eredità del Sio Egisto", 2 atti brillanti di Antonella Zucchini, regia di Claudio Torelli.

"Mani in pasta" sCUOLa Di CUCina

INIZIATIVE CORSI: "Corsi di Cucina Naturale" Lunedì 02 Marzo ore 19.00 "LE ALTERNATIVE A CARNE E FORMAGGIO" I corsi sono tenuti da Marco Fortunato, chef di cucina naturale, esperto di alimentazione Kousmine, Macrobiotica e Vegana. I corsi si terranno al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Info: Via Amendola, 4 Pieve di Coriano Tel. 338.6358611


Mantova - PAGINA 9 -

Alto MAntovAno

AUTO SOSTITUTIVA di ANDREA e ROBERTO

FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

AspettAndo il CArnevAlissimo di roverbellA

Fraz. Pellaloco ROVERBELLA (MN) via S. Rita, 1 Tel. Fax 0376/695951

carrozzeriacordioli@libero.it

GAZOLDO DEGLI IPPOLITI

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO le opere di toGliAni con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI Al mUseo Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133

Domenica 15 marzo appuntamento con la www.facebook.com/ilfornogoito 58esima edizione dell’evento

profumi e dai sapori di favette e bigoi dalle ore 15 si dipanerà da via Custoza il grande corteo di maschere con il Conte e la Contessa Faraone di Mare seguiti dai carri allestiti da gruppi provenienti dalle provincie di Mantova e Verona. Non mancheranno, come ogni anno, i carri preparati da bambini, insegnanti e genitori delle scuole del paese.

F

ervono i preparativi a Roverbella per l’edizione numero 58 del Carnevalissimo in programma domenica 15 marzo dalle ore 15 nel cuore della cittadina roverbellese. La festa comincerà già 24 ore prima, con “Il Sabato di Carnevale” in programma dalle 19 alle 23 del 14 marzo in via Custoza. Ci sarà la grande sfilata di figuranti con ballo in maschera e per tutte le persone in costume è previsto un simpatico omaggio. Non man-

cherà la musica con animazioni di ballo liscio, balli latino americani e pop rock anni ’70-’80. Anche i bambini avranno il loro spazio animazione, mentre i bar di Roverbella saranno aperti per degustazioni e aperitivi. Il giorno dopo, domenica 15 marzo, è il giorno del grande evento organizzato anche quest’anno dall’associazione “La Piazza” in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Accompagnati dai

di Arte modernA

Un grande protagonista della pittura mantovana, Mario Togliani, e un museo, il MAM, ricco di storia e aperto al sentire della memoria. Da tale felice binomio prende corpo la mostra retrospettiva dedicata a Mario Togliani, con un progetto espositivo volto a realizzare una approfondita ed inedita ricognizione sulla figura di un protagonista della pittura mantovana e milanese, al di là di ogni impossibile pretesa di esauriente completezza, per tirare fuori dalle polvere della storia un personaggio di cui è appena trascorso (senza clamore) il centenario della nascita. La complessità dei linguaggi del dopoguerra, tra pittura e qualche incursione nella scultura, caratterizzano l’opera di un artista che ha percorso molteplici espressioni figurative all’insegna di una sicura autonomia di ordine creativo. Quarant’otto dipinti, in mostra, tracciano le coordinate di un percorso in cui l’armonia del solfeggio tonale offre la dimensione della qualità del pittore. A Gianfranco Ferlisi, nuovo direttore del Museo, e

a Renzo Margonari, storico direttore e trentennale protagonista del MAM, è così toccato il compito di operare una attenta incursione nella produzione di un petit-maître come Togliani in grado di coniugare gli esiti estremi dell’ultima Art Déco, che sopravviveva ancora nella ferma rigidezza volumetrica dei residui novecentisti, con uno strutturalismo geometrizzante e dinamico di memoria futurista. Mario Togliani, all’alba del dopoguerra, trovava, in poche parole, una sintesi oltre le potenzialità della sua formazione accademica, per guardare più liberamente, al Realismo Magico innestandolo su echi liberamente interpretati del Cubismo Analitico. Villa Ippoliti (sede del Museo e spazio architettonico di grande rilevanza storico-artistica) si offre dunque come prestigioso scenario per riattualizzare il percorso artistico di un pittore che nel 1950 ha esposto alla Biennale di Venezia, che ha pagine su tutte le enciclopedie d’arte, che ha vinto molti premi, che ha esposto nelle migliori gallerie d’Europa.


Mantova - PAGINA 10 -

PAGINA 10 OLTREPÒ

Mantova

Previsione estrazioni della settimana

(valido fino al 05/03/2015):

1 2 - 2 6 -4 3 -4 6 - 8 2 - 85

CARPITALY, NUMERI DA RECORD 12mila presenze all’edizione 2015 della manifestazione gonzaghese Sono 12mila gli appassionati di pesca alla carpa e al siluro che hanno affollato l’edizione 2015 di Carpitaly, ospitata anche quest’anno nei padiglioni di Fiera Millenaria. La manifestazione si conferma così il principale appuntamento nazionale – e non solo – per il settore. Tanti i giovani, così come il pubblico straniero con appassionati tedeschi, austriaci, spagnoli e dall’Est Europa; un vero e proprio “mondo” (sono oltre un milione e mezzo gli appassionati, solo in Italia) che ha dato vita sia a un giro di affari importante che presi-

SUZZARA

dio del territorio, dato che chi pratica carpfishing non uccide il pesce catturato, ma lo libera senza intaccare l’ambiente.

“Quest’anno Carpitaly ha fatto un passo ulteriore – ha spiegato Giovanni Sala, presidente di Fiera Millenaria Srl che orLa fiera durante Carpitaly

ganizza l’evento insieme a La Mincio - Abbiamo dimostrato di essere anche luogo di dibattito e confronto propositivo grazie all’importante convegno sul bracconaggio nelle acque interne, i cui contenuti saranno a breve oggetto di una serie di audizioni in Parlamento, nella Commissione Agricoltura, grazie all’impegno assunto dal deputato Marco

Carra”. Il convegno sul bracconaggio è stato il momento di riflessione più significativo di tutta la manifestazione, contribuendo a fare il punto su un fenomeno – criminoso – in rapidissima espansione: “Dobbiamo dimenticare l’immagine di quei pescatori del passato che andavano a pescare senza licenza – ha dichiarato il presidente di Fipsas

PEGOGNAGA

GENITORIALITÀ, “ISTRUZIONI PER L’USO”

Parte sabato a Suzzara il corso per papà e mamme di bimbi fino a sei anni Partono sabato 28 febbraio presso il centro culturale Piazzalunga di Suzzara i cinque incontri di Sos Genitori, realizzato in collaborazione con le psicologhe Monia Di Palma e Valentina Dicembrini dello studio Educare e la Libreria Ulisse. Il ciclo di appuntamenti, tutti a iscrizione gratuita (e programmati anche per il 7, 14, 21 e 28 marzo dalle 10 alle 11.30), prosegue un percorso iniziato nelle scorse settimane con il corso di accompagnamento al parto. Quest’ultima iniziativa, pensata per genitori di bambini dagli 0 ai 6 anni, affronta varie te-

• Produzione di serramenti in legno marcati CE • Produzione di serramenti in legno/allumino • Porte blindate Bauxt • Porte interne Gd Dorigo • Serramenti in Pvc

PRATICHE per DETRAZIONE del 65% SHOW ROOM con oltre 70 MODELLI DI PORTE ESPOSTE Via A. Brennero, 146/B - Poggio Rusco (MN) Tel. 0386 733087 - salvadoriserramenti@email.it

matiche, dall’alimentazione alle allergie – per intervenire sulle quali è stato invitato il medico Pietro Mellini – al linguaggio come segnale di problemi da non sottovalutare, alle classiche regole da dare ai figli per educarli nel miglior modo possibile. Il penultimo incontro è tutto dedicato alle emozioni, mentre l’incontro conclusivo a cura della libreria Ulisse è dedicato alla lettura, presentando ai genitori una selezione di libri con i quali divertirsi, emozionarsi e fare breccia nel cuore dei propri figli. L’intento del corso non è quello di mettersi in cattedra e dispensare regole stereotipate e valide per tutti, ma quello di condividere dubbi, fatiche, pensieri e gioie per dare il meglio nel rapporto con i propri figli. (nic)

Ugo Matteoli – Qui siamo di fronte a un fenomeno organizzato, pericoloso e armato. Che fare? Il mondo dei pescatori, da solo, può fare poco, mentre un preciso intervento delle istituzioni può davvero dare una grossa spinta a combattere un bracconaggio che sta assumendo proporzioni preoccupanti.”

ZANOTTI, GIORNI DI TENSIONE Ipotizzato anche il trasferimento dello stabilimento Braccio di ferro o alla fine l’interesse del territorio prevarrà? Ovviamente, come si dice in questi casi è difficile dirlo ma la situazione alla Zanotti di Pegognaga è decisamente incandescente. Facendo un rapidissimo riassunto di quanto avvenuto negli ultimi giorni, la Zanotti convoca un incontro con enti locali, sindacati e stampa e spiega – per bocca del presidente Walter Maiocchi – “di non sentirsi (testuale ndr) gradita sul territorio, e che se il rapporto con il territorio medesimo non dovesse mutare entro sei mesi ci troveremo costretti a rivedere il nostro piano industriale”. A quell’incontro mancava solo il comune di Pegognaga con il quale i rapporti sarebbero, secondo l’azienda che produce sistemi refrigeranti, non idilliaci (eufemismo), ma l’incontro genera non poca preoccupazione nelle parti sociali, timorose che le dichiarazioni di Maiocchi rappresentino l’inizio di un disimpegno dell’azienda sul territorio. Dai vertici della Zanotti arriva una precisazione nelle giornate successive, in cui si specifica che “una modifica al piano industriale non si traduce in una delocalizzazione, ma potrebbe concretizzarsi con un congelamento delle nuove assunzioni”; di contro il comune di Pegognaga, spiega il sindaco Dimitri Melli, è ben disponibile ad un nuovo incontro, questa volta in Provincia di Mantova. Incontro che, si spera, contribuirà a fare chiarezza su come potrebbe evolversi la vicenda nelle prossime giornate. (nic)

IL VOSTRO DIRITTO È IL NOSTRO DOVERE CI OCCUPIAMO DI…

IN MATERIA DI…

• • • • •

• • • • •

Consulenza medico legale Anticipo spese medico legali Ricostruzione dinamica incidenti Consulenza tecnica Valutazione del danno

Incidenti stradali Infortuni sul lavoro • Polizze private Responsabilità medica Responsabilità civile di terzi Infortuni sportivi • Danni nautici

ReporterMN

• di Nicola Antonietti

I VANTAGGI DEL NOSTRO MODO DI OPERARE • NESSUN ANTICIPO SPESE • RICONOSCIMENTO DI UN COMPENSO PERCENTUALE SOLO A LIQUIDAZIONE DEL RISARCIMENTO AVVENUTA • NESSUN COSTO DOVUTO ALL'EVENTUALITÀ CHE NON SI OTTENGA UN RISARCIMENTO V. Fanti, 21 - Mirandola (MO) Tel. 0535 20235 - Fax 0535 658984

V. 29 Luglio, 5 - Sermide (MN) Tel. 0386 670333 - Cell. 348 9044668


PAGINA 11

Mantova - PAGINA 11 Mantova

Oltrepò

CHIUSURA POSTE, OSTIGLIA SUL PIEDE DI GUERRA

SAN BENEDETTO PO

CARNEVALE PER L’8 MARZO Iniziativa a cui aderiscono molte associazioni locali, oratorio e Comune

Raccolte 250 firme per “salvare” l’ufficio della frazione di Correggioli • di Nicola Antonietti

Q

OSTIGLIA Nuova pubblicazione del Gruppo Archeologico Ostigliese, dedicata a ritrovamenti e siti di epoca romana a Villa Poma e Pieve

QUANDO IL BASSO MANTOVANO ERA UNA PARTE DELL’IMPERO ROMANO Con la pubblicazione del “Notiziario Archeologico” il Gao di Ostiglia raggiunge la rispettabile cifra di diciannove uscite nell’arco di quasi un quarto di secolo: l’ultima, in ordine di tempo, riunisce il lavoro di due giovani studiosi sul territorio del basso mantovano. La prima parte del volume, affidata a Marco Testolin, tratta di una serie di rinvenimenti numismatici di epoca romana rinvenuti in una villa urbano-rustica nella località villapomese di Ghisione, mentre la seconda parte, curata da Matteo Marangoni, tratta di un a serie di siti, sempre di età romana, nel territorio di Pieve di Coriano. La caratteristica principale della pubblicazione, che è totalmente autofinanziata dal gruppo archeologico ostigliese, è quella di dare spazio al lavoro di giovani studiosi (i testi presentati sono il frutto di altrettante tesi di laurea redatte dai due autori) che a loro volta sono soci e membri attivi del gruppo. Per la qualità dello studio proposto il volume sarà presentato a Revere il prossimo 6 marzo e, in data da stabilire, a Villa Poma; la pubblicazione è acquista-

bile presso il gruppo archeologico di Ostiglia contattando il numero 338 3091512. (nico)

uesta chiusura non s’ha da fare: sono 250 le firme raccolte in tre giorni per opporsi alla chiusura dell’ufficio postale della frazione Ostiglia di Correggioli. Le firme, accompagnate dalla lettera che la giunta ha scritto e inviato ai dirigenti di Poste Spa, sono state consegnate mercoledì scorso alla direzione provinciale di Poste di Mantova, in occasione dell’incontro chiesto proprio dai vertici di Poste all’Amministrazione Comunale di Ostiglia. La decisione di procedere a questa forma di protesta era stata presa dopo un incontro tra l’amministrazione e i cittadini della frazione ed è stata sostenuta anche dal Pd locale che, attraverso il segretario di circolo Massimiliano Montagnini, ha sollevato la questione anche in Provincia di Mantova. Nella lettera, consegnata anche al governatore lombardo Roberto Maroni, la giunta ostigliese ribadisce il disappunto per la chiusura dell’ufficio postale, per le modalità, in quanto non concordate con gli enti locali, e per i disagi che si creerebbero con la soppressione di un servizio fondamentale e utilizzato nella frazione, che conta circa mille abitanti, soprattutto dalle persone anziane che non hanno la possibilità di recarsi nel capoluogo, se non accompagnate. Il Comune, in accordo coi cittadini, non esclude di richiedere il pagamento della pensione ed il trasferimento dei depositi di risparmio presso un altro istituto di credito; in ogni caso Ostiglia chiede di essere inserita, almeno, tra gli enti locali con un’apertura dello sportello bisettimanale. Non si escludono altre iniziative.

Il Carnevale, nella nostra provincia, non è certo finito, e domenica 8 marzo arriva in una delle piazze più belle della nostra provincia, in uno dei comuni più ricchi di storia, arte e cultura: piazza Teofilo Folengo ospiterà, a partire dalle 14.30 il carnevale di San Benedetto. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Polisportiva San Benedetto Po – AreaFeste, dall’Oratorio di San Benedetto Po, da Arci

1° Maggio, dal Gruppo Scout San Benedetto Po e dal Gruppo di Genitori Volontari con il Patrocinio e la Collaborazione del Comune di San Benedetto Po, animerà per un intero pomeriggio il cuore della cittadina polironiana con spettacoli di ballo, giochi, musica e baby dance: un programma semplice e al tempo stesso ricco, per il divertimento di tutti i bambini, ovviamente di ogni età. (nic)

ReporterMN

s.n.c. VENDITA ED ASSISTENZA QUALIFICATA

RASA ERBA TRATTORINI TAGLIA ERBA E MOTOSEGHE TAGLIA LEGNA

Ferrari s.a.s

RECUPERO TRASPORTO MEZZI PESANTI

Autofficina - Autonoleggio - Autodemolizione

ReporterMN

SOCCORSO STRADALE 24H

San Benedetto Po (Mn) - Strada Ronchetti - Tel. 0376.620660 Fax 0376.1760179 - Cell. 335 6562247 - info@soccorsoferrari.it San Benedetto Po (MN) - Via Dell'Artigianato, 7 Tel./Fax 0376 615540 - www.idropo.it

San Giorgio (Mn) - via Matteotti 10 - Tel. 0376.1874153 - Cell. 335.7162306 Reggiolo (RE) - via Moglia 60B - Tel. 0376.620660 - Cell. 335.6562247 Carpi (Mo) - via Monte Bianco 9 - Tel. 059.642075 - Cell. 335.7162305


Mantova - PAGINA 12 -


Mantova - PAGINA 13 -


Mantova - PAGINA 14 -

PAGINA Sport 12

Mantova

FALZI ROBERTO

TRASLOCHI ReporterMN

SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO MOBILI

ESPERIENZA - QUALITÀ AFFIDABILITÀ AL VOSTRO SERVIZIO

MERCATINO DEL MOBILE NUOVO ED USATO IN STOCK

393 9895218 - 340 7215235 V. Trento Trieste 119/A Roverbella (MN)

PREVENTIVI - SOPRALLUOGHI GRATUITI - SERVIZIO DI FALEGNAMERIA

CALCIO LegA PrO gIrOne A

MANTOVA, NON C’È PACE TRA GLI ULIVI Dopo il 2-0 alla Pro Patria, mister Juric sbotta verso la società: “Il mercato? Una schifezza”

 di Nicola Antonietti

E

ti pareva che il Mantova potesse vivere una settimana tranquilla: non è bastato evidentemente né il 2-0 sulla Pro Patria e neppure la buona prestazione della squadra, che ha saputo lasciarsi alle spalle l’incolore prova di Arezzo perché subito dopo la partita sono arrivate le esternazioni di mister Juric che hanno reso nuovamente incandescente il clima dalle parti di viale Te. Purtroppo – e lo diciamo con rammarico – questa volta non riteniamo di dare ragione all’allenatore biancorosso; perché il mercato sarà stato anche una “schifezza”, ma è anche vero che chi è arrivato ha fornito prestazioni più che dignitose, contribuendo al mantenimento di un Mantova “in linea di galleggiamento” che – lo ricordiamo a coloro (pochi in verità) che ora vor-

Biancorossi in visita a Pavia, per uno scontro che, classifica alla mano, vede sfavorito il Mantova, staccato di ben 17 punti dagli avversari attualmente primi insieme a Novara e Alessandria. Ma all’andata finì 3-0 e anche allora il Mantova arrivò all’incontro in condizioni anche peggiori. Facciamo i debiti scongiuri…

La rete di Said

rebbero vedere i biancorossi lottare per la promozione – è una sorta di “mezzo miracolo”

viste le premesse. La sensazione, sgradevolissima, è che tra società e staff tecnico lo scol-

lamento sia totale e che Juric resti saldo sulla panchina solo in virtù dei risultati positivi fin

qui ottenuti, mentre, di contro, l’allenatore ha saputo creare con i suoi ragazzi un legame

bAsket

Il prossimo turno

Troppo discontinua nell’arco del match, Biella ringrazia e incassa i due punti

di “male oscuro”; perché, e lo diciamo senza timore di essere smentiti, la Dinamica vista nel secondo quarto (quella passata da -10 a +11, per intenderci) non ha nulla da invidiare a una formazione di A1, ma al contempo diventa una squadra fragile e battibile

da chiunque quando attraversa gli inevitabili “momenti no” che accadono nel corso di un incontro. Ci auguriamo di sbagliare, ma questa squadra dà l’impressione, giornata dopo giornata, di essere stata caricata di responsabilità e aspettative troppo grosse per

un roster rinnovato completamente e inserito in una nuova realtà da “neopromossa”. Se la Dinamica chiude la stagione anche senza centrare i playoff avrà compiuto comunque il suo dovere, e tutto quello che potrebbe arrivare di più è graditissimo ma non richiesto

Il prossimo incontro della Dinamica sarà con Biella, avversario che all’andata assistette a una delle prestazioni (condita da vittoria) più brillanti della formazione biancorossa. Un’idea potrebbe essere quella di partire con Maccaferri e Moraschini lasciando rifiatare un Rullo ancora acciaccato e dando a Fultz un minutaggio leggermente inferiore per sviluppare meglio le sue caratteristiche.

ReporterMN

sa: nell’arco di una sola gara la Dinamica ha, nell’ordine, evitato di giocare nei primi cinque minuti incassando un parziale di 10-0, recuperato lo svantaggio per condurre di undici, bruciarselo tutto e finire sotto di dodici, e infine tentare un altro recupero che si è arenato solo per la mancanza di minuti a disposizione. Decisamente un comportamento schizofrenico, di un gruppo afflitto, checchè ce ne dica la dirigenza, da una sorta

speciale che, evidentemente, non vuole disturbato da nessuna problematica “esterna”. Ecco perché l’ultima uscita ci è sembrata improvvida, caro mister: concluda la stagione in modo positivo come l’ha finora condotta e poi ci sarà il tempo per togliersi (e non possiamo pensare il contrario), non solo i sassolini dalle scarpe, ma veri e propri “macigni”.

ad una prima stagione in A2 Gold. Il guaio è che i tifosi, ma solo loro, sembrano averlo capito. (nic)

DINAMICA, LA CRISI CONTINUA Purtroppo l’avevamo ipotizzato: Jesi non si era rivelata troppo inconsistente per essere un test davvero probante per la Dinamica? È vero, allora erano arrivati due punti tutt’altro che da buttare, ma i limiti attuali degli “Stings” sono riemersi prepotentemente nell’ultima gara, persa, contro Biella. Una sconfitta di soli tre punti che lascia supporre un match in bilico e giocato punto a punto; e invece nasconde una realtà ben diver-

Il prossimo turno

Via Piemonte n° 1 Stradella di Bigarello (MN) tel. 0376 45054

Carni sane, carni paesane.

squisitezza al naturale

50

di at anni t 1963 ività -201 3 IL TASTASAL

FIERA DEL BIANCO dal 2 al 31 GENNAIO

Il Tastasàl Franchini è rigorosamente naturale e del tutto privo di conservanti.

LE CARNI Selezione di accuratissima Vasto assortimento di tessuti campionario di carni sane e genuine

Materassi - Abbigliamento uomo - Tende eVia biancheria per30,il Mozzecane tuo corredo C. Bon Brenzoni (VR)

Tel. 045.7930651 - info@macelleriafranchini.it

Bellora - Trussardi - Borbonese - Bossi - Somma - Gabel - Zucchiwww.macelleriafranchini.it - Caleffi - Bassetti - Ragno - Lotto


Centri Giovanili Don Mazzi

Mantova - PAGINA 15 -

NEELAM TRECCANI:

I NOSTRI PROGETTI

IL FILO DEGLI AQUILONI Il progetto è nato dall’acquisita consapevolezza dei nuovi bisogni riguardanti i giovani, che ha portato la Fondazione Exodus a sottoscrivere, con il Piano socio-sanitario regionale 2010-2014, la realizzazione di percorsi per la prevenzione delle dipendenze nei giovani. L’obiettivo del progetto, che agisce simultaneamente sui ragazzi “a rischio” e sulle famiglie di provenienza, è di rinforzare le competenze familiari necessarie per affrontare il disagio sociale e nello stesso tempo di coinvolgere i giovani in attività e progetti lavorativi, sportivi, scolastici e di volontariato. I ragazzi seguiti attualmente sono 25, di età compresa tra i 13 e i 22 anni. Il Progetto prevede un percorso personalizzato per ogni utente seguito, con colloqui e visite domiciliari (anche con la famiglia) volti a comprendere e valutare inizialmente il livello di dipendenza o di rischio, per poi passare ad un’analisi degli interessi e degli obiettivi per arrivare a coinvolgere l’utente in diverse attività (sportive, lavorative, di volontariato) spingendolo a mettersi alla prova, a confrontarsi con se stesso nello svolgimento di attività concrete. Vi sono poi incontri settimanali con il gruppo di genitori, per un confronto aperto e approfondito rispetto alle problematiche dei figli.

“Interveniamo sui ragazzi prima che i problemi diventino irreversibili”

N

eelam Treccani è la responsabile, con Giovanni Mazzi, del progetto ‘Il Filo degli Aquiloni’ all’interno della Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi. Il progetto affronta situazioni di fragilità e di rischio tra i giovani, rispetto a tossicodipendenze e altre devianze, cercando di prevenire la necessità della comunità di recupero. Ad oggi il progetto coinvolge 25 ragazzi, che vengono aiutati col dialogo e con attività legate ai propri interessi a riprendere in mano il proprio progetto di vita, che spesso viene letteralmente interrotto dalle dipendenze. Treccani, di cosa si occupa il progetto ‘Il Filo degli Aquiloni’? “È un progetto di prevenzione che riguarda tutti i Centri Giovanili Don Mazzi e lavora sui ragazzi dai 13 ai 22 anni. Ha l’obiettivo di seguire i ragazzi che mostrano segnali di disagio prima che diventino gravi o addirittura irreversibili”. Quali sono i ragazzi con i quali lavorate? “Spesso si tende a dividere i ragazzi tra quelli bravi che finiscono gli studi, trovando un pro-

Neelam Treccani

prio percorso, e quelli sulla soglia della tossicodipendenza. In mezzo c’è tutta una fascia di ragazzi che sono in difficoltà ma non sono ancora dipendenti. Noi ci rivolgiamo in particolare a loro”. A che età cominciano i problemi? “Si inizia molto presto, alla medie già la prima canna. Poi diventa difficile ridimensionare il problema. Proprio per questo con il progetto cerchiamo di lavorare il più possibile con la famiglia e ne riteniamo decisivo il coinvolgimento. La sinergia nel progetto educativo con i genitori è molto importante per il benessere del ragazzo”. Chi si rivolge a voi per chiedere aiuto? “Le prime a rivolgersi a noi sono state le famiglie in difficoltà con i ragazzi. Gli altri casi ci vengono dai servizi sociali, ma c’è stato anche un ragazzo che è venuto in prima persona a chiedere aiuto perché aveva sentito parlare del progetto”. Come vi fate conoscere? “Facciamo divulgazione attraverso le scuole, i banchetti e i media. Quando famiglie e ragazzi vengono a conoscenza del nostro lavoro ci cercano”. Come intervenite sulle situazioni di fragilità? “Per ogni ragazzo viene fatto un progetto personalizzato. Si cerca anzitutto di ‘agganciarlo’ instaurando un rapporto di fiducia. Poi si esplorano i suoi interessi e si programmano attività che li possano assecondare. Abbiamo incontrato una ragazza ama i cavalli e l’abbiamo mandata a Lonato a fare ippoterapia. Un altro ragazzo ha lasciato la scuola alberghiera per dipendenza da sostanze, ma è rimasto nell’ambiente dei suoi interessi facendo con noi un’esperienza lavorativa monitorata: fa l’aiuto cuoco e l’anno prossimo si iscriverà in quinta superiore per concludere gli studi”. ‘Il Filo degli aquiloni’ è un progetto, significa che avrà una durata limitata? “Il progetto sperimentale scadrà il 31 marzo, ma come Fondazione abbiamo deciso di proseguirlo. Pensiamo infatti che questo approccio

rappresenti un po’ il futuro, in cui le comunità saranno meno visibili. Cerchiamo di intervenire subito sui ragazzi prima che il problema diventi di difficile soluzione. Il fatto che i ragazzi comincino ormai prestissimo a sperimentare le sostanze ha se non altro l’aspetto paradossalmente positivo che si possono riconoscere subito i rischi di dipendenze”. Perché è così difficile il rapporto tra adolescenti e famiglie? “Molta parte del problema sta nell’educazione che la famiglia dà al ragazzo. Spesso si passa dall’essere bambini viziati alla fase dell’adolescenza in cui il genitore improvvisamente ti toglie tutto perché non riesce più ad avere un controllo, a monitorare. Si apre così un conflitto totale che può portare a vari tipi di devianze: tossicodipendenze, bullismo, ostentazione del proprio corpo…”. I ragazzi conoscono gli effetti delle sostanze che assumono? “Sono molto informati, fanno delle ricerche strabilianti, cercano di giustificare in tutti i modi la loro assunzione. Il problema è che spesso non si rendono conto

I Centri Giovanili sono luoghi di aggregazione e sano protagonismo giovanile, per arrivare prima del disagio Un posto dove divertirsi in modo sano con una Tremenda voglia di vivere!

che sono comunque sono sostanze pericolose. Le dipendenze che inducono contribuiscono a mantenerli bloccati nel loro progetto di vita fino ad annullarlo. Rimangono fissi in quel punto, non hanno interessi, non riescono a finire la scuola. Un ragazzo che faceva uso di oppio giocava a calcio, ma non riesce più perché ha problemi muscolari. Un altro è rimasto in coma farmacologico 45 giorni per assunzione di ketamina”. Che rapporto hanno con la scuola? “Tanti ragazzi sospendono la scuola e non riescono a riprenderla perché hanno difficoltà. Si trovano a metà e il loro percorso si è fermato: il nostro obiettivo è di farlo andare avanti in un senso o nell’altro, trovando altre attività che li possano motivare a cercare la loro strada. Devo dire che la maggior parte dei ragazzi a rischio di dipendenza da sostanze spesso ha problemi scolastici già da prima e non ha avuto un percorso scolastico regolare, manifestando disturbi dell’apprendimento, iperattività o remissività. Già alle elementari e alle medie si può quindi capire se ci siano situazioni di rischio e cercare di anticiparle”. (am)

La Casa di Beniamino e' una comunita' che da 20 anni accoglie adolescenti in situazioni di disagio

Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi

Fb fcgdonmazzi

|

Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi

info@fcgdonmazzi.org

|

www.fcgdonmazzi.org

ReporterMN

Dal 1984 un avamposto sociale che si occupa di dipendenze, disagio sociale, fragilita' |

Tel. 0376.1690043


PAGINA 16

Festa della donna

Mantova - PAGINA 16 Mantova

PERCHé SI REgALA LA MIMOSA?

MUST HAVE 2015:

CAPELLI CORTI, LISCI E RICCI L

a moda capelli donna, per l’inverno 2015, propone tagli di capelli corti di tendenza: le nuove proposte puntano su tagli di capelli strutturati, articolati, giovani e moderni. Direttamente dalle

diametralmente opposte: tagli di capelli corti lisci versus tagli di capelli corti ricci. I tagli di capelli corti, sia che siano proposti nella versione che li vuole lisci, sia che siano enfatizzati da una versione riccia, si

asimmetrica: un lato è più lungo, mentre l’altro rimane corto; le ciocche sono pari, la lunghezza è la medesima poiché la particolarità è data già dalla differente lunghezza dell’acconciatura. La diversa

passerelle più note giungono a noi spaccati davvero interessanti e degni di nota; per questa stagione fredda 2015 la moda si divide in due direzioni

tingono di varianti cromatiche nette, avvolgenti, luminose ed intense. I tagli di capelli corti lisci vengono prediletti nella versione

lunghezza si articola anche con una nuca spiumata, con ciocche corte ed in evidenza e con ciocche, che si trovano nella parte anteriore del capo,

più lunghe e scalate. I tagli di capelli corti, nella versione liscia, sono sublimati da cromie scure quali il nero corvino brillante od il castano scuro avvolgente: particolare è la nuance del castagna o quella del cioccolato brillante. I tagli di capelli corti ricci creati per l’inverno 2015, sono sublimati da ciocche scalate, che si stratificano l’una sull’altra. La scalatura rende il taglio pieno, corposo e gonfio: il tutto viene sublimato dai ricci, già voluminosi per loro natura e da lievi cotonature che sublimano l’articolarsi della composizione naturale delle ciocche strutturate in capelli posti a spirale. Frange gonfie, che occupano buona parte della fronte, se non tutta, completano i tagli. Per le più giovani ed ardite è possibile osare tagli corti ricci con lievi creste, lunghe, che con la loro sporgenza, toccano quasi le sopracciglia. I tagli di capelli corti ricci sono resi indimenticabili da varianti cromatiche rosse: particolari soprattutto il rosso Tiziano ed il rosso rame.

Qual è il motivo per cui questa timida pianta dai pallini gialli è diventata “il fiore” per eccellenza da regalare alle donne l’8 marzo? Molti conoscono la triste storia per cui si è deciso che l’8 marzo diventasse la Festa della donna. Nel 1908, proprio l’8 marzo, 129 operaie di un’industria di New York rimasero uccise in un incendio, mentre protestavano per le condizioni di lavoro indegne a cui erano sottoposte. Da allora, l’8 marzo è diventata la giornata ufficiale dedicata alle donne. Ma perché, tra tanti fiori, proprio la mimosa è stata scelta come “regalo doc” per questa giornata? Secondo alcuni, perché nei pressi della fabbrica bruciata nel 1908 cresceva proprio un albero di mimosa. Tuttavia l’ipotesi più accreditata è di carattere più storico che simbolico. Sono state le italiane a eleggere la mimosa “pianta delle donne”. Nel 1946, l’U.D.I. (Unione Donne Italiane) cercava un fiore che potesse celebrare la prima Festa della donna del dopoguerra. La scelta fu quasi obbligata: la mimosa è una delle poche piante a essere fiorita all’inizio di marzo. Inoltre aveva il vantaggio di essere poco costosa.

CAPRICCIO DONNA

ReporterMN

DI

NAIL ART

DI

ogni taglio… è una creazione…

È l’anno della french manicure La french manicure è stata inventata da Orly circa 20 anni fa: caratterizzata colori in contrasto (nude per il letto ungueale e bianco per la lunetta del bordo libero) con il passare degli anni si è evoluta per diventare più attuale. Il segreto del successo che la french ottiene da anni? Sta proprio nel natural look che sa creare sulle unghie e sulle mani di ogni donna, che la rendono adatta a qualsiasi occasione e abbinabile a qualsiasi outfit: va bene quando ci vestiamo eleganti per la sera, ma anche per farci apparire curate quando andiamo a fare la spesa; va bene sia sul posto di lavoro che se invece dobbiamo presentarci a un colloquio. Insomma: con la french manicure siamo sem-

pre a posto. L’evoluzione compiuta negli anni ha portato questo tipo di decorazione unghie a un’accezione più ampia: ora la french infatti non identifica più solo l’abbinamento ad effetto naturale fra i colori nude e white, ma in senso più ampio diventa una modalità di decorazione nella quale coesistono sulle unghie due colori contrastanti. Al via quindi la half moon manicure (mezza luna) nella quale tutta l’unghia è in tinta unita ad eccezione della lunula sulla quale la nail art prevede una mezzaluna di altro colore; ma anche la french reverse che dopo una passata di colore su tutta l’unghia prevede il secondo colore in contrasto che delinea la french nella zona

PREZZI CARLA

ORARIO CONTINUATO DA MARTEDI A SABATO dalle 8.30 - alle 18.30

dell’eponichio. E come fare la half moon manicure a casa? È molto semplice: basta stendere il primo colore che avete scelto su tutta l’unghia, farlo asciugare bene poi attaccare a metà fra dito e lunetta un salvabuchi e stendere il secondo colore. Staccate il salvabuchi e la vostra hal moon manicure è fatta. Mentre dunque durante la stagione invernale il trend era costituito da unghie decorate

secondo la moda della french reverse, nei prossimi mesi sicuramente vedremo in auge la side french manicure nella quale la ‘striscia di colore’ una volta destinata al bordo libero ora viene spostata di lato. Ma non c’è limite alla fantasia: non troveremo infatti solo sulla parte laterale dell’unghia mezzelune o strisce dritte e parallele fra loro ma anche linee curve delimitate da decorazioni come pois e strass.

EXTENSION - INFOLTIMENTI RICOSTRUZIONE E TRATTAMENTI SPECIALIZZATI PER OGNI TIPO DI CAPELLO COLORAZIONE SENZA AMMONIACA È GRADITO L’APPUNTAMENTO Via Toscanini, 37/B Stradella di Bigarello (MN)

Tel. 0376 45618

ci trovi anche su facebook

Ristorante Pizzeria Pranzi di lavoro - Piatti Tipici PIZZA COTTA IN FORNO A LEGNA LE NUOVE PIZZE CREMOSE SPECIALITÀ DEL PIZZAIOLO

PIZZA D’ASPORTO

FESTA della DONNA

solo su prenotazione

0376/438530

Domenica 8 Marzo

• tortino di zucchine e alici ripieno ai gamberetti • agnolotti ripieni di melanzane e scamorza al burro fuso • zuppetta di pesce con crostoni caldi • sfogliatina di pere con gelato alla mandorla • acqua, vino alla spina e caffè

a tutte le

www.ristorantepizzeriavalentina.com

ReporterMN

donne… Aperto a mezzogiorno

V. CASTELLETTO, 63 - CASTELLETTO BORGO - MANTOVA TEL. 0376.302131 - CHIUSO IL MARTEDÌ

€a 20 ,00 persona

Un simpatico omaggio a tutte le donne!!!!!!

CASTELLUCCHIO Via della Repubblica, 45/B

a 100 metri dalla stazione ferroviaria di Castellucchio - Tel.

0376/438530

CHIUSO IL LUNEDÌ TUTTO IL GIORNO SABATO SOLO A PRANZO

ReporterMN

Auguri


PAGINA 17

Mantova - PAGINA 17 Mantova ReporterMN

cene su prenotazione con possibilità di karaoke Pranzo Pasquale Rinfreschi - Comunioni Cresime - Buffet

Menù su prenotazione:

MENÙ FISSO

PRANZO

• fiorentine • • pesce di mare • • menù ligure •

APERITIVI

Via Folengo, 2D - Tripoli di S. Giorgio (EX Casa dello Scampolo) MN - Tel. 0376 245056 - lanterna11@alice.it - APERTO TUTTI I GIORNI

MERCEDES CLASSE A, LA PREFERITA DALLE DONNE

Le classifiche

In tanti hanno tentato di fare una classifica fra le auto più amate dalle donne, cercando di far capire quali tipologie di marca e modello sia apprezzato dall’universo femminile. Secondo una ricerca, la macchina più è piccola e compatta e più è “rosa” cioè ideale per la donna e fra le marche favorite troviamo, nell’ordine le auto Mini, Nissan, Kia, Honda e Mitsubishi. La classifica di Panoram.auto mette invece al primo posto, come auto ideale per la donna, la Fiat 500, al secondo la Lancia Y e a seguire rispettivamente Nissan Mice e la Nissan Juke. Nella Top Ten del sito francese Voituresaufeminin. fr, le auto preferite dalle donne

composizione floreale di mimosa, rosa e violetta che si fondono in un piacevole contrasto, per una personalità audace e dinamica, e che, unendosi al mughetto, danno vita ad un’avvolgente femminilità. Intense emozioni vengono regalate dalle note di testa, bergamotto e una delicata fragranza di pesca, che inebriano i sensi di dolcezza. A completare la Linea MercedesBenz si aggiungono il Gel Doccia Profumato, che tonifica e rigenera, la Lozione Profumata per il corpo, che avvolge il corpo in una piacevole morbidezza, e il Deodorante Spray Profumato, per una prolungata ed efficace protezione. La Mercedes-Benz ha preso per le mani

“Donna al volante, pericolo costante?” Questo detto sembra essere smentito dai dati che la compagnia di assicurazioni Direct Line ha raccolto e pubblicato. In Italia, stando a questa ricerca, le donne sarebbero molto meno pericolose degli uomini. Il 60% delle automobiliste non è mai rimasto coinvolto in incidenti. Questo è il primo dato che sorprende e fa riflettere, dal momento che per quanto riguarda gli uomini la tendenza è invertita.

NUOVA GESTIONE ReporterMN

A

uto, quali sono le più femminili? Pratiche. Glamour. Spaziose. Sfiziose. Originali. Sono le auto che vanno per la maggiore tra il pubblico femminile. Quali sono le auto preferite dalle donne? In effetti, come le donne, le auto non sono tutte uguali: ogni donna ha il suo carattere e la sua personalità che fa rispecchiare anche sulla scelta della sua auto. In generale però le donne, soprattutto se vivono in città particolarmente caotiche, con seri problemi di posteggio, preferiscono scegliere auto utilitarie. La macchina ideale per la donna deve essere scattante, piccola ma familiare e con uno spazio adeguato per accogliere figli e spesa maxi. Inoltre deve avere un design tale da non passare inosservata. In pole position è chiaro che spiccano le piccole e compatte, indispensabili per potersi muovere fra le superaffollate e molto trafficate vie cittadine. E’ chiaro che la scelta delle auto è dovuta a molti fattori: innanzitutto alle esigenze quotidiane, a quante ore si passano al volante e anche alla professione.

francesi sono rispettivamente al primo posto la Mini, a seguire Fiat 500 e la Citroën DS3. L’indagine presentata da MotorCompass da il primato in assoluto come auto preferita dalle donne alla Mercedes Classe A 200, grintosa e scattante fashion car dalle prestazioni eccellenti. La conferma che molte donne preferiscono questa tipologia di vettura arriva anche dai dati delle statistiche elaborate dai siti specializzati nell’acquisto e nella vendita “on-line”, nei quali si possono acquistare auto nuove ed usate: fra questi il sito Autoscout24, offre la possibilità di ricercare la Mercedes Classe A 200, con la possibi-

RISTORANTE PIZZERIA

Fritto misto con contorno bibita - caffè lità di selezione della zona di residenza, le caratteristiche dell’auto, con informazioni complete sul veicolo, comprese anche il prezzo, permettendo così un risparmio al momento dell’acquisto, sia per la vettura nuova che per quella usata.

Profumo e smalto abbinato

Il lussuoso marchio automobilistico tedesco ha quindi pensato di attirare ulteriormente l’attenzione del mondo femminile lanciando sul mercato una linea di profumi dedicati alla donna. Nato dall’ispirazione di Michel Almairac, il profumo Mercedes-Benz Parfume Donna è pensato per la donna brillante, indipendente ed anche carismatica. Nelle sue note di cuore racchiude una

il pubblico femminile lanciando anche una linea di smalti in tinta con la Classe A, la A-Nail Collection: le nuance disponibili sono tre, grigio cromato Monolight Grey, blu metallizzato South Sea Blue e il rosso Jupiter, colori simili a quelle disponibili per la nuova vettura della casa di Stoccarda; la gamma di colori sembrano troppo limitate, conoscendo la voglia di cambiare innata in tutte le donne e quindi il suggerimento alla casa tedesca è quello di ampliare la gamma di colori. Essenza profumata e smalti ideali per la donna che sa scegliere l’auto in grado di proteggerla grazie alla sua tecnologia avanzata, senza però rinunciare allo stile e all’aspetto esteriore che colpisce lasciando il segno negli sguardi di chi le osserva.

Via Mitterand, 2 Suzzara (MN) Tel. 0376 536605

€ 16,00 a persona

Pizza - Bibita - Dolce - Caffè

€ 13,00 a persona

È gradita la prenotazione Via G. Oberdan, 27 - BONFERRARO DI SORG SORGÀ (tra Castel D'Ario e Nogara, di fronte alla stazione FS)

Antonio 334 7997568 - www.vecchioteatro.it

Via Piemonte n° 1 Stradella di Bigarello (MN) tel. 0376 45054

50

di at anni t 1963 ività -201 3

per TUTTE le DONNE DOMENICA 8 MARZO 2015

NUOVI ARRIVI

le lezioni di: HYDROBIKE • NUOTO LIBERO e le ATTIVITÀ ORDINARIE

ReporterMN

La casa di Stoccarda propone anche un profumo e una linea di smalti ispirati alla vettura. Molto amate le utilitarie ricche di stile

DONNE AL VOLANTE? MEGLIO DEGLI UOMINI

primavera - estate 2015 Vasto assortimento di tessuti di campionario

SARANNO GRATUITE ReporterMN

Materassi - Abbigliamento uomo Tende e biancheria per il tuo corredo Bellora - Trussardi - Borbonese - Bossi - Somma Gabel - Zucchi - Caleffi - Bassetti - Ragno - Lotto


Festa della donna

PAGINA 19

Mantova - PAGINA 19 Mantova

SUZZARA DALLA PARTE DELLE MAMME Presentati il “Corso di accompagnamento al Parto”

La presentazione del prgetto

D

opo la fortunata esperienza di “Pic…si legge!” grazie alla collaborazione tra Asl distretto di Suzzara e Piazzalunga Cultura Suzzara nasce un nuovo progetto di promozione alla lettura rivolto ai bambini e alle loro famiglie. All’interno del corso di accompagnamento alla nascita organizzato dall’Asl i bibliotecari

del Piazzalunga avranno modo di incontrare, in un incontro specifico dedicato al ritorno a casa dopo il parto, le future mamme e i futuri papà per illustrare loro il progetto “Nati per leggere”, attivo dal 1999 su tutto il territorio nazionale. Durante la giornata dedicata alla nuova famiglia e agli aspetti relazionali per accrescere la partecipazione dei soggetti per un nuovo rappor-

to tra persona e salute s’inserisce, in una logica di collaborazione, la partecipazione dei professionisti della Biblioteca di Suzzara e i volontari di “Nati per leggere”. Saranno presentati i principi basilari su cui si articola “Nati per leggere”, saranno portati concretamente all’attenzione dei futuri genitori alcuni libri base da cui partire per una lettura a due lunga tutta la vita,

San GiorGio di Mantova

L’8 MARZo cEnA E MUSicA ALLA PoLiSPoRTivA La Polisportiva San Giorgio ‘90, sempre attiva in ambito sportivo, culturale ed associativo, organizza un nuovo, interessante appuntamento presso il centro “Pertini” di Mottella. Domenica 8 marzo, infatti, la serata sarà interamente dedicata alla Festa della Donna. Si inizia alle ore 20 con una squisita cena a tema a base di: girelle con ripieno ricotta, speck e grana, risotto Mimosa, passatelli con guanciale e salsa al taleggio, straccetti

di maiale con cavolo cappuccio e purè topinambur, torta mimosa con salsa all’ananas, spumante, vino, acqua e caffè. A seguire, serata musicale con la partecipazione di Maristella. Si ricorda che i posti sono limitati ad un numero massimo di 80 partecipanti. Per maggiori informazioni e adesioni contattare entro venerdì 6 marzo l’associazione al numero 0376/374537.

Ristorante Pizzeria

8 Marzo

Festa della Donna Menù alla carta…

omaggio a tutte le donne che verranno a festeggiare con noi!

MARTEDÌ: PIZZA DAY ReporterMN

Pizza a mezzogiorno • Pizza da asporto • Pranzi di lavoro • Spazio per buffet

A € 4,00

GIOVEDÌ: GIRO PIZZA

RISOTTATA DI MARE E TERRA BIBITA PICCOLA - CAFFÈ € 10,00

SABATO KARAOKE

MUSICA E DIVERTIMENTO PER UNA SERATA COMPLETA

DOMENICA: PRANZO COMPLETO PRIMO - SECONDO - BIBITA PICCOLA DOLCE - CAFFÈ € 15,00

PRENOTATE IL VOSTRO TAVOLO

PER UN'OTTIMA PIZZA - CARNE ALLA BRACE E OTTIMO PESCE DI MARE

V. Bachelet, 12 - S. Giorgio (MN)

(Vicinanze uscita autostradale Mantova Nord) - Tel. 0376 371976 Cell. 339 1958616 - aperto tutti i giorni - è gradita la prenotazione

Centro estetico & solarium Trattamenti viso - corpo Solarium alta e bassa pressione Smalto semipermanente Trucco personalizzato Trattamento cioccolato

PROMOZIONE

valida TUTTO il MESE di Marzo

ACQUISTANDO il contorno occhi, un trattamento occhi-cabina

IN OMAGGIO

Viale Gorizia, 25 - Mantova - Tel. 0376 1810519

NOVITÀ

DOMENICA 8 MARZO un piccolo

PIZZA CON FORNO A LEGNA CUCINA TIPICA MANTOVANA PESCE DI MARE

ReporterMN

Info e prenotazioni

WALLABY 340 7487885 - 0376 98405 Via Mazzini, 5 - COMMESSAGGIO (MN)

DOMENICA 8 MARZO 2015 dalle 17:00 alle 19:00

PEPPA PIG ReporterMN

NATI PER LEGGERE

saranno presentati in quella occasione anche alcuni testi di recente acquisizione riguardanti gravidanza e puericultura, sarà proposto un momento di lettura ad alta voce per far sperimentare l’utilizzo del libro in tutte le sue varianti e potenzialità, e verrà inoltre proiettato un filmato che illustrerà quanto descritto. Per concludere la mattinata saranno inoltre presentati modalità di accesso, servizi ed attività del Piazzalunga, con l’obiettivo di poter subito creare dei piccolissimi lettori e di poter accogliere sempre più famiglie all’interno del Piazzalunga. “Nati per Leggere” è promosso dall'alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso l'Associazione Culturale Pediatri, l'Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la salute del bambino. Dal 1999, il progetto ha l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Studi e ricerche scientifiche hanno dimostrato come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l'abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all'approccio precoce legato alla relazione. Un bambino che riceve letture quotidiane avrà un vocabolario più ricco, si esprimerà meglio e sarà più curioso di leggere e di conoscere molti libri. Leggere ad alta voce è piacevole e crea l'abitudine all'ascolto, aumenta i tempi di attenzione, accresce il desiderio di imparare a leggere. La forza del progetto consiste nel fatto che non sono richieste doti particolari di bravura o di tecnica, è sufficiente seguire il testo e intraprendere con il bambino una lettura dialogica, ricca di scambi affettivi.

Profile for mantova reporter

Reporter mn07 15  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero per Mantova e provincia

Reporter mn07 15  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero per Mantova e provincia

Advertisement