Page 1

ReporterMN ReporterMN

RISTORANTE PIZZERIA

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Mantova - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com 0,01 COPIA COPIA OMAGGIO OMAGGIO D'INFORMAZIONE ED EVENTI CI TROVI IN TUTTE QUINDICINALE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 €€ 0,01

Tel. 0376.91191

- COPIA ED OMAGGIO Numero 0706 VENERDÌ 27 25 febbraio 2015 ••2016 prossima uscita venerdì venerdì MARZO 2015 2015 Numero07 • VENERDÌ marzo • prossima uscita66 venerdì 08 aprile 2016 Numero •• VENERDÌ 27 febbraio 2015 prossima uscita MARZO SETTIMANALE D'INFORMAZIONE EVENTI

Pasqua con... i tuoi!

Questa settimana diamo voce ai cittadini, alle Istituzioni, alle associazioni e ai commercianti di Suzzara

Mantova - PAGINA 17 -

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

Suzzara

IL 2 – 3 APRILE LA 7° EDIZIONE DI “TRA PIANTE, ORTI E GIARDINI”. LUCA SARDELLA SARA’ LA GUEST STAR

SE SON ROSE FIORIRANNO A SUZZARA

i

l 2 e il 3 aprile 2016 a Suzzara troverete tutto per i vostri orti e per i vostri giardini. Vivaistica, floricoltura, attrezzature da giardinaggio, arredo “verde”, spettacoli e mercato contadino saranno solo alcune delle sfaccettature della settima edizione dell’evento dal titolo “Tra piante, orti e giardini”, frutto della sinergia fra il comune di Suzzara e la pro loco. L’amplissimo programma animerà le vie e le piazze del centro storico. Sabato 2 aprile iniziamo in grande stile

alle ore 17 con la guest star Luca Sardella e Francesca, chef di pharmavegana, che ci insegnerà tutti i segreti per una cucina salutista e naturale. Alla stessa ora ci sarà l’intitolazione dell’area verde di via Mantova alla memoria di olga Villi e presso la pro loco di via Garibaldi verrà inaugurata la mostra di pittura dell’artista Grazia Badari, dal titolo “ Il paesaggio e l’anima”. Alle ore 18, invece, presso la villa dei noccioli di via Cairoli verrà presentato il libro “Mi toccherà ballare” di ottavia casagrande e raimonda Lanza di Trabia edito da Feltri-

nelli nel 2004. Gli eventi proseguono domenica 3 aprile quando la villa dei Noccioli sarà di nuovo protagonista con laboratori, attività e presentazione dei lavori realizzati dall’Ic 1 Margherita Hack, Scuola “r.Agazzi” di suzzara, e dall’istituto agrario “strozzi” di Palidano in un evento dal titolo “Acquerellando con la natura”, a cura di Antonella e Giulia. Seguirà anche la mostra-mercato da collezione dei dipinti Avis Suzzara. Dalle ore 9 in piazza Garibaldi “Antichi Mestieri”, e dalle 15:30 in tutte le piazze il pagliaccio Bubba itinerante divertirà grandi e piccini con le sue gags. Alle ore 10:30 presso piazzalunga Cultura un’altra mostra pittorica dal titolo “Natura in posa”. Alle ore 17 presso villa dei Noccioli concerto di primavera della scuola comunale di musica di Suzzara. In entrambi i giorni sarà anche il cibo a farla da padrone con risotto in piazza ed altre prelibatezze. Alla manifestazione sarà presente anche il camper Upd del rotary con l’iniziativa “Stop all’Ictus”. Un week end da non perdere.

A pag. 17-20

ASSISTENZA fISCALE A TRECENTOSESSANTA GRADI

COSIMO BRUNO

Lo studio Francesca Bigi e Andrea Garimberti, dottori commercialisti e revisori legali, offrono servizi di consulenza, assistenza fiscale, aziendale e societaria a 360°, sia a privati, che ad imprese e lavoratori autonomi. In particolare, lo studio mette a disposizione: a) Per le Persone Fisiche - servizi di predisposizione, ed invio dei modelli dichiarativi quali: modello 730 e modello Unico, calcolo e predisposizione modelli di versamento IMU e TASI, predisposizione dichiarazioni di successione ed adempimenti correlati (volture catastali), predisposizione e gestione contratti di locazione, supporto e consulenza in materia di detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e/o risparmio energetico, predisposizione e trasmissione telematica di mod. F24; b) Per le IMpreSe (imprese individuali, professionisti, società) - tenuta della contabilità ed adempimenti fiscali correlati, consulenza fiscale e societaria, predisposizione ed analisi di bilancio, revisione legale, servizi di fatturazione elettronica. Lo studio può contare sulla elevata professionalità di Dottori Commercialisti e revisori Legali, Dott.ssa Francesca Bigi e Dott. Andrea Garimberti, professionisti qualificati con esperienza pluriennale in campo fiscale e societario .

dott bigi

?????

A Pieve di Coriano nascono i campioni della boxe “francese” ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag. 5

ALL’INTERNO • Personaggio - Gregorio Arena: il bene comune, una “ricetta” per l’integrazione 3 • Mantova - Inaugurata la Biblioteca nel quartiere di Lunetta 6 • Grande Mantova - Curtatone dice addio al Pioppo dell’Aldriga 7 • Alto Mantovano - Volta, capitale italiana dei vini passiti e da meditazione 8 • Oltrepò - Il “grande fratello” vigila sui cittadini di Ostiglia 10 • Speciale CASA 11 • Speciale AMBIENTE 21 • Speciale MOTO 22 • Speciale VIAGGI 25 • Pets - Il bassotto elegante e grintoso 26 • Agenda e Tempo libero 27 • Annunci economici 29

Quest’anno otto mantovani su dieci restano a casa. E sulle tavola ci sono sempre meno uova e colombe A pag. 4

OROMANIA

V. Cisa, 214 - CAPPELLETTA di Borgovirgilio (MN) TEL. 0376 281340

Compro e Vendo Oro

lunedì chiusi tutto il giorno

Dal MARTEDÌ al GIOVEDÌ tutte le pizze da asporto (da menù) ad € 6,00

ReporterMN

di GUERRESCHI & C. SAS

Corso Corso Umberto, Umberto, 6 6 -- Mantova Mantova Tel. Tel. 331 331 5008996 5008996

PIZZA ANCHE A MEZZOGIORNO

VETROwww.trattoriaanticoborgo.it ROTTO O SCHEGGIATO? • RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA SICURE • IDEE LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO • RIDONIAMO IL AI VEICOLI INDUSTRIALI PER SORRISO IL PULITO • TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO

VENDITA VENDITA GIOIELLI GIOIELLI ANTICHI ANTICHI ACQUISTO ACQUISTO E E VENDITA VENDITA

Via Londra n. 21 - 46047 • OSCURAMENTO VETRI PORTO MANTOVANO -MNinfo@puliart.it - Tel. +39 0376 392932 PORTO MANTOVANO MANTOVA: Fax +39 0376 396125

BORSE BORSE VINTAGE VINTAGE

Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 www.puliart.it mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

ReporterMN ReporterMN

DIAMO UNA SPINTA ALLA PREVENZIONE A TUA DISPOSIZIONE DAL LUNEDì AL SABATO 12 ORE AL GIORNO

TRATTAMENTI PER LA SALUTE DEI DENTI DI ADULTI E BAMBINI

POSSIBILITA’ DI PAGAMENTI AGEVOLATI

• Chirurgia • Chirurgia Estetica • Conservativa • Endodonzia • Igiene Orale • Impiantologia • Ortodonzia • Parodontologia • Pedodonzia • Protesi • Sbiancamento

Via C.B. Brenzoni 41/B - 37060 MOZZECANE (VR) - tel. 045 6340735 - info@ambulatoriogazzieri.it - www.ambulatorigazzieri.it


PAGINA 2

ReporterMN

Mantova

ERBORISTERIA - SANITARIA - ORTOPEDIA

• Cosmesi naturale • Integratori per il vostro benessere • Consulenza personalizzata gratuita • Articoli regalo • Articoli sanitari e medicali • …e molto altro ancora…

• Calze riposanti e terapeutiche • Calzature ortopediche • Corsetteria per tutte le esigenze • Stampelle, carozzelle e deambulatori • Plantari, protesi e busti su misura • Noleggio ausili convenzionali

PER i MESI di APRILE e MAGGIO

CONSULENZA TECNICO ORTOPEDICA GRATUITA!!! Via B. Brenzoni, 32 - Mozzecane (VR) - Tel. 045 6340865 ReporterMN

Cerbetto

CEREA: Via Paride 49 Tel. 0442 320257

www.cerbettoviaggi.it gruppi@cerbettoviaggi.it

I NOSTRI VIAGGI DI GRUPPO VIAGGI DI 1 GIORNO LUNEDI' 28 MARZO

PASQUETTA all'ACQUARIO di GENOVA

€ 40,00 + biglietto

LUNEDI' 28 MARZO

PASQUETTA a GENOVA… Alla scoperta del magnifico centro storico e di PALAZZO SPINOLA

€ 56,00 + biglietto

LUNEDI' 28 MARZO

PASQUETTA: Il Borgo di GRADARA e RIMINI

€ 49,00 + biglietto

DOMENICA 10 APRILE

Domenica di shopping: OUTLET VILLAGE a FIDENZA VILLE E GIARDINI sui COLLI FIORENTINI Pranzo incluso INNSBRUCK e "I Mondi di Cristallo SWAROSKI"

€ 29,00 € 85,00 € 49,00 + biglietto

IL LAGO DI COMO E LA SUGGESTIVA MINICROCIERA TRIESTE e le Grotte di POSTUMIA MONZA E LA VILLA REALE… Una Versailles in Brianza AQUILEIA e GRADO

€ 78,00 € 72,00 € 59,00 + biglietto € 60,00 + biglietto

TRIESTE e IL CASTELLO di MIRAMARE PORTOFINO e CAMOGLI "Navigando tra i due Golfi"

€ 65,00 + biglietto In programmazione

DOMENICA 24 APRILE LUNEDI' 25 APRILE DOMENICA 1 MAGGIO DOMENICA 1 MAGGIO DOMENICA 22 MAGGIO DOMENICA 29 MAGGIO GIOVEDÌ 2 GIUGNO DOMENICA 5 GIUGNO

VIAGGI DI PIÙ GIORNI DAL 9 AL 10 APRILE

Emozionati all'Infinito… LORETO, RECANATI ed URBINO € 198,00

DAL 23 AL 25 APRILE

COSTA AZZURRA INSOLITA… Tra borghi, Ville e Profumi

€ 359,00

3 gg in pullman

DAL 23 AL 30 APRILE

TOUR della CALABRIA Fra Arte, Storia, Natura, Tradizioni e Gastronomia CIVITA di BAGNOREGIO e ORVIETO

€ 1.130,00 € 198,00

8 gg in pullman 2 gg in pullman

DAL 30/4 AL 1 MAGGIO

Le 5 TERRE e… il GOLFO dei POETI

€ 199,00

2 gg in pullman

DAL 11 AL 15 MAGGIO

I Sassi di MATERA e la PUGLIA: Isole TREMITI e i TRULLI di ALBEROBELLO

€ 670,00

5 gg in pullman

DAL 28/5 AL 4 GIUGNO

BELGIO, OLANDA e LUSSEMBURGO… Minicrociera sul Reno e Strasburgo

€ 1.350,00

8 gg in pullman

DAL 2 AL 5 GIUGNO

BUDAPEST… La perla del DANUBIO ISOLA DEL GIGLIO… Una perla da scoprire Week end in ISTRIA: Rovigno e le Isole BRIONI

€ 485,00 € 460,00 € 215,00

4 gg in pullman 3 gg in pullman 2 gg in pullman

PROVENZA e i Campi di LAVANDA in Fiore I tesori della CIOCIARIA

€ 540,00 € 395,00

4 gg in pullman 4 gg in pullman

I Castelli delle FAVOLE in Baviera Tour della SPAGNA: Barcellona, Madrid, Valencia, Toledo, Siviglia e Segovia Le CASCATE del RENO e il Lago di Costanza PRAGA "La città d'oro" Meraviglie della POLONIA e VIENNA: Cracovia, Auschwitz, Miniere di Wieliczka e Wadowice

€ 228,00

2 gg in pullman

€ 1.295,00 € 450,00 € 495,00

8 gg in pullman 3 gg in pullman 4 gg in pullman

€ 795,00

6 gg in pullman

La COSTA del CILENTO COSTIERA AMALFITANA: Napoli, Pompei, Capri e la REGGIA di CASERTA DALMAZIA: l'autentico fascino del MEDITERRANEO

€ 710,00

5 gg in pullman

€ 695,00 € 860,00

5 gg in pullman 6 gg in pullman

DAL 24 AL 25 APRILE

DAL 3 AL 5 GIUGNO DAL 4 AL 5 GIUGNO DAL 7 AL 10 LUGLIO DAL 28 AL 31 LUGLIO DAL 8 AL 9 AGOSTO DAL 13 AL 20 AGOSTO DAL 13 AL 15 AGOSTO DAL 13 AL 16 AGOSTO DAL 22 AL 27 AGOSTO DAL 7 AL 11 SETTEMBRE DAL 13 AL 17 SETTEMBRE DAL 19 AL 24 SETTEMBRE

2 gg in pullman

TUTTA LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2016 LA TROVI SUL SITO

www.cerbettoviaggi.it


ReporterMN

• COMMERCIO ROTTAMI

FERROSI E METALLI • SERVIZIO CONTAINER E NAVETTE • DEMOLIZIONI AUTO

PAGINA 3

Mantova - PAGINA 3 Mantova

IL PERSONAGGIO

NUOVA FRASSINE srl

Località Frassino MANTOVA V. San Geminiano, 4 Tel/Fax 0376.370747 Cell. 348.2846393 frassine.srl@libero.it

LAVORARE INSIEME PER IL BENE COMUNE, UNA STRADA PER L’INTEGRAZIONE

GREGORIO ARENA ALESSANDRA LOVATTI BERNINI

G

regorio Arena è professore ordinario di Diritto Amministrativo presso l’università di Trento e dal 2005 è il presidente di Labus, laboratorio per la sussidiarietà. Nella sua carriera di giurisperito, Gregorio Arena ha sempre cercato di stare dalla parte dei cittadini e di rendere l’Italia un Paese più democratico. Spesso ospite a Mantova di iniziative e convegni, in questa intervista capiremo meglio chi è Gregorio Arena, che cosa è Labsus e perchè è importante per la comunità. Professore, qual è il principio da cui nasce il concetto di sussidiarietà? “Dall’Unità d’Italia, nel 1861, nella Costituzione si riconosce che i cittadini hanno capacità e le possono mettere a frutto per la collettività. Anche l’articolo 3 della attuale Costituzione italiana dice che “è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”. Le persone, dunque, sono viste come soggetti che hanno bisogno di essere aiutati a rimuovere quegli ostacoli che impediscono di liberare le loro energie. E si dice anche che tutte le

persone sono portatrici di capacità e che la Repubblica Italiana deve favorire ed aiutare le iniziative dei cittadini. La sussidiarietà, in sostanza, è questo: quando i cittadini si prendono cura dei beni comune”. Ci parli di Labsus, Laboratorio per la sussidiarietà? “Labsus è nata nel 2005 ed è il prodotto di un’antropologia positiva, proprio cioè di quel vedere le persone come portatrici di capacità. Il nostro sito internet è nato un anno dopo, nel maggio del 2006. In dieci anni di attività abbiamo avuto la conferma che la nostra non era un’utopia. Labsus nasce dalla concretezza, perchè i cittadini anche se ostacolati, si prendono cura del bene comune”. E’ vero che per la legge italiana se una persona si prende cura autonomamente di un bene comune come un giardino o una scuola, può essere sanzionata? “Sì, perchè c’è ancora la concezione ottocentesca secondo cui è lo Stato che deve provvedere al bene comune, non il cittadino. In uno Stato sempre più complesso come quello contemporaneo non è possibile pensare che il cittadino e lo Stato non collaborino. Certo l’obiezione più comune è ‘Io cittadino pago le tasse e voglio i servizi’. E’ un punto di vista corretto e nessuno è obbligato ad

occuparsi del bene comune. L’importante però è che chi lo fa non venga sanzionato”. Come siete riusciti a correre ai ripari rispetto a questo punto? “Nel 2012 al Comune di Bologna abbiamo attivato il Regolamento sull’amministrazione condivisa. Non è sufficiente un principio costituzionale. La Costituzione fissa solo la rotta. Tale regolamento, inoltre, viene sempre integrato ed è un lavoro che prosegue continuamente. Dopo il Comune di Bologna, è stato attivato in mol-

tissimi altri comuni italiani”. In questo modo si crea, in sostanza, un’alleanza tra cittadini e Stato per occuparsi del bene comune. Questo fa bene solo ai beni Comuni o anche alle persone? “Occuparsi del bene comune fa stare bene le persone, perchè in questo modo hanno l’opportunità di stare insieme. Le persone, così, escono di casa, e si creano i legami di comunità. Siamo abituati al disfattismo all’italiana, invece questa è proprio una forza opposta. Lavorare insieme significa anche integrazione perchè gli

stranieri aiutano e danno il loro contributo. Addirittura, un medico di base mi ha detto che in questo modo può ridurre le dosi di antidepressivi agli anziani, perchè questi ultimi, si sentono meglio. Ci vuole poco per sentirsi bene”. Cosa ne pensa di quegli stabili, fabbriche o industrie dismessi e abbandonati che vengono abitati da persone non in grado di permettersi una casa? “È un tema molto complesso, perchè si tratta di proprietà privata e il proprietario conserva dei diritti sulla sua proprietà e la Legge lo tutela. Già nel Diritto Romano esisteva però l’usucapione, in cui di fatto, il passare del tempo, fa sì che lo status di un bene cambi. Qualche considerazione sull’argomento va certamente fatta. Il Comune potrebbe intervenire per stilare un accordo con il privato, ma nella Legge italiana esistono anche strumenti che consentono di andare oltre, fino a giungere all’espropriazione. Interi blocchi di quartieri in stato di abbandono hanno un inevitabile effetto sulla città e il cambiamento dell’economia, che in certi casi ha determinato la deindustrializzazione, ha creato un effetto devastante sulle comunità. Di fatto questi stabili sono cadaveri in putrefazione per una città. Quindi, assolutamente, credo che la questioni meriti un’attenzione particolare”.

dal 1981

PRODUZIONE 15 NOVEMBRE E10VENDITA propone PIANTE ORTO La settimanaDA della trippa 6° EDIZIONE AL PRONTE TRAPIANTO DA GIANNI E ALBERTINA

Da Martedì

a Domenica

2015

dal mattino alla sera • Trippe in brodo Trippe alla parmigiana • Trippe con funghi Trippe con fagioli e altre specialità sempre pronte "Fogazin con i pomi"

Da 30 anni la nostra esperienza al vostro servizio Serre: Via Ca' Vecchia 14/A BARBASSOLO di Roncoferraro Ufficio: Tel. e Fax 0376 664166 walterortovivai@libero.it

NOVITÀ

PASTICCIO CON TRIPPA

L’esperienza dà garanzia e sicurezza al rinnovo del vostro serramento con trattamenti specifici e prodotti all’avanguardia. Loc. Tezze - Cavriana (MN) - Tel. 0376.826102 Cell. 339.8350889 - info@vecasnc.it

ReporterMN

DI


PRIMO PIANO

Mantova - PAGINA 4 La spesa media prevista (68 euro) per i consumi alimentari comprende anche il giorno di Pasquetta che, però, tradizionalmente, è dedicata alle gite fuori città. Tagli anche per l’uovo di cioccolato che quest’anno sarà acquistato da circa un italiano su due (51%), mentre l’11% comprerà altre tipologie di dolci e più o meno la stessa percentuale (10%) acquisterà giocattoli.

Otto su dieci restano a casa. Colpa della crisi e del cambiamento di abitudini

A

PASQUA con... i tuoi! scelte dal 59% dei viaggiatori), mentre la maggioranza di chi andrà all’estero lo farà per visitare una capitale europea. Solo uno su sette si orienterà su una

vacanza a lungo raggio verso mete dal clima caldo. MENO UOVA IN TAVOLA Pasqua all’insegna del rispar-

> COLDIRETTI <

LA CAMPAGNA METTE RADICI IN CITTÀ

www.malavasidemos.it

La campagna mette radici in città. Lo farà in pianta stabile fino alla fine del 2016, per celebrare Mantova nell’anno che la vede capitale italiana della cultura. Dallo scorso 20 marzo e fino a dicembre, la casa dell’agroalimentare mantovano sarà Broletto 6, sede di Mantova capitale del gusto, la rassegna promossa da Coldiretti Campagna Amica e Comune di Mantova in collaborazione con il Consorzio Latterie Sociali Virgilio e la scuola di cucina Peccati di Gola. Di volta in volta, si aggiungeranno, poi, altri compagni di viaggio, per arricchire un cartel-

lone di proposte, tra esposizioni, laboratori, incontri e degustazioni, che mettono al centro il cibo 100% Made in Mantova e chi lo produce. “Siamo convinti – spiega il Presidente di Coldiretti Mantova Paolo Carra – che l’enogastronomia, espressione del lavoro quotidiano dei nostri imprenditori agricoli – rappresenti un tassello importante della cultura di Mantova.

mio – avverte ancora Confesercenti – anche in fatto di consumi alimentari: il 35% per cento degli italiani destinerà infatti meno di 50 euro agli

Per questo abbiamo deciso di portare in città qualche esempio delle nostre produzioni migliori, che stanno riscuotendo sempre maggiore successo anche all’estero, svolgendo un ruolo di ambasciatori del territorio”. “La rassegna – sottolinea il Vice Sindaco di Mantova Giovanni Buvoli – è in sintonia con Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 perché l’enogastronomia è parte integrante della nostra identità. La buona cucina sarà protagonista anche nel 2017 quando la nostra città, insieme a Cremona, Brescia e Bergamo, sarà capitale europea dell’enogastronomia. Il Comune di Mantova sostiene questa iniziativa che promuove il meglio della produzione agroalimentare delle nostre campagne e contribuisce ad animare il centro storico con i banchi che valorizzano con i prodotti tipici una delle più belle piazze della nostra città”. Il mercato si ripeterà, poi, ogni

MALAVASI DEMOS

acquisti di alimenti e dolci per imbandire la tavola, mentre il 38% arriverà a 100 euro e soltanto il 10% dedicherà oltre quella somma per festeggiare.

prima e terza domenica del mese, in concomitanza con l’apertura gratuita dei musei e il mercatino dell’antiquariato di piazza Sordello, per creare un

percorso ideale che spinga i visitatori a percorrere tutto il centro storico, scoprendo in ogni piazza un evento differente.

...IMPRONTA DI QUALITÀ • Scale a Giorno • Scale a Chiocciola • Porte Interne • Porte Blindate • Inferriate in acciaio apribili • Serramenti In Pvc, Legno e Legno Alluminio

Via Cremona 25 - MANTOVA • Tel. 0376 380178 - Fax 0376 1501841 - www.malavasidemos.it - info@malavasidemos.it

ReporterMN

ltro che vacanze di Pasqua. Quest’anno occorrerà rivedere il vecchio adagio, visto che saranno più di 8 su 10 (l’83%) gli italiani che celebreranno la ricorrenza fra le mura domestiche. In calo anche il numero di connazionali che ha pianificato una vacanza nella settimana delle festività pasquali: nel 2016 saranno circa 7 milioni (il 14%), contro i 12,6 milioni registrati nel 2015 (25%). E’ quanto emerge dal consueto sondaggio sui consumi e le vacanze condotto da Confesercenti in collaborazione con SWG in occasione del periodo pasquale. La durata media della vacanza sarà di 3-4 giorni, con una spesa media prevista di 390 euro a persona e un giro d’affari complessivo di 2,8 miliardi di euro. Tra il 14% di italiani che ha previsto di fare un viaggio, la grande maggioranza (l’11%, pari a 5,5 milioni) ha scelto per le sue ferie una località italiana, mentre solo il 3% (1,5 milioni di persone) andrà all’estero. Per chi si muove in Italia le mete più quotate restano le città d’arte e le grandi metropoli (destinazioni pre-

VIVA IL RISPARMIO Dunque, Natale e Pasqua, solitamente differenziati dai comportamenti e dalle consuetudini degli italiani, sia a tavola che fuori, quest’anno avranno un denominatore comune: il risparmio. Cosi come è successo per le festività natalizie, dalle quali si attendeva una fiammata che rinvigorisse i consumi e che invece non c’è stata, anche le prossime feste pasquali deluderanno le attese di chi si aspetta un’impennata, soprattutto nel comparto turistico. “Si tratta di un campanello d’allarme che non può essere ignorato – afferma Claudio Albonetti, presidente di Assoturismo-Confesercenti -. Dopo i timidi segnali di ripresa e di fiducia da parte di famiglie ed imprese registrati nel 2015, dall’inizio dell’anno c’è stata una battuta d’arresto, soprattutto nei comportamenti degli italiani che, di fronte alla perdurante incertezza e all’andamento oscillatorio dell’economia, sono tornati a stringere i cordoni della borsa. I primi a risentirne sono naturalmente i consumi a tutto campo e di conseguenza le imprese, soprattutto piccole, che già fanno fatica a tirare avanti”.


PRIMO PIANO

Mantova - PAGINA 5 -

Alla scoperta della “boxe francese”, affascinante disciplinata praticata anche nella nostra provincia DI

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI

S

abato 9 e domenica 10 aprile a Pieve di Coriano si terrà la collegiale nazionale di Combat Savate, con la finalità di selezionare gli atleti migliori. Cos’è la Combate Savate? Detta anche boxe francese, è un’arte marziale nata nel Settecento nei quartieri più poveri di Marsiglia, dai marinai che ritornavano dall’Estremo Oriente carichi del fascino delle tecniche dei piedi delle arti marziali tipiche della Corea del Sud. Il nome “Savate” significa proprio “ciabatta”, le calzature che all’epoca indossavano i marinai e che sono la caratteristica propria di questa arte marziale, che prevede l’uso delle scarpe, mentre le altre tecniche di autodifesa si disputano a piedi nudi. Il savateur, ossia colui che pratica la Savate, si deve distinguere per eleganza,

COMBATE SAVATE, la lealtà sale sul ring

precisione, fluidità e resistenza. La Savate è uno dei tanti sport di cui in Italia si parla poco: siamo troppo abituati alle partite di calcio, che molto spesso si trasformano in veri e propri episodi di guerra civile. Mettere in luce altre discipline sportive è molto importante, perché esse, nella maggior parte dei casi, sono ancora portatrici di sani principi, come la lealtà, il rispetto ed il coraggio, caratteristiche che il calcio mostra sempre meno. La Savate è uno di questi sport. Chi

si avvicina ad essa se ne innamora e, in buona sostanza, trasforma la sua vita e acquisisce una maggior consapevolezza di sé e delle proprie capacità. In questo senso lo sport, lungi dall’essere soltanto competitivo, acquisisce una valenza pedagogica, in certi casi determina anche la coesione sociale, ed è una modalità per educarsi ed educare, allontanandosi dalla semplice prestazione e dall’agonismo. Del resto, proprio così era nato lo sport nel mondo

greco con i primi giochi olimpici nel lontano 776 a.C., per i quali i greci interrompevano persino le guerre. Corsa, lotta, e pugilato erano solo alcune delle discipline sportive che venivano praticate per celebrare il culto del corpo, il coraggio, la lealtà e l’edonismo, propri non solo del mondo classico, ma anche dello spirito di tanti atleti – come i savateurs che parteciperanno alla collegiale di Pieve di Coriano all’inizio di aprile – del mondo contemporaneo.

Cosimo Bruno allena i “savateurs” a Pieve di Coriano

> L’INTERVISTA <

COSIMO BRUNO: “LO SPORT AIUTA LA VITA AD ANDARE AVANTI”

macerie. La Savate, però, è stato un modo per tenere duro”. Che cosa vuol dire essere il maestro degli allievi? “Essere il maestro credo significhi prendersi cura degli allievi, capire la loro situazione, comprendere il loro immaginario ed i loro pensieri e soprattutto aiutarli a crescere. In pale-

Cosimo Bruno nasce a Brindisi nel me fattore di coesione sociale. Quan1966. Esperto di Savate, Chausson, do avevo la palestra a Mirandola nel lotta, e stili di difesa personale, è ri- 2012, subito dopo il terremoto, ho conosciuto dall’International Master notato questo aspetto. La vita andava at Arms Federation come “maestro” tradizionale di bastone lungo, bastone da passeggio, combattimento con il coltello e difesa personale; attualmente continua ad allenarsi ed è addestratore di istruttori che preparano i corpi speciali, guardia del corpo, e responsabile dei servizi di Alcuni momenti che ritraggono le fasi degli allenamenti, al centro un incontro ufficiale sul ring sicurezza privati e pubblici. Oltre a questo è allenatore di avanti nonostante tutto e anche gra- stra però le regole devono essere ben Savateurs nella palestra di Pieve di Co- zie allo sport. Ricordo un mio allievo chiare, la disciplina è fondamentale. riano dove ha cresciuto due campioni che è venuto da me per l’allenamen- Fuori dalla palestra, però, possono annazionali e un bronzo mondiale. to, ma aveva dimenticato i guantoni a che ‘mandarmi a quel paese’”. Maestro Bruno, qual è l’importanza casa e subito dopo ha realizzato che Qual è l’aspetto più bello del rapporto dello sport e della Savate? non li avrebbe mai potuti recuperare con gli allievi? “Lo sport può rappresentare un enor- perché della casa restavano solo le “Ho a che fare con ragazzi giovani,

MANGIARE MANTOVANO ...e non solo

angiare M M re angiare gia an M

La Guida gastronomica 2016 di REPORTER MANTOVA la trovate presso: • Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina • Ristoranti • Tratto rie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi Agriturismi • Scuole di Cucina GUIDA

2016

• Pizzerie • Osterie • • Ristoranti • Trattorie • Enoteche

GUIDA 2016

• Scuole di Cucin

a

GUIDA 2016

MANTOVANO

MANTOVANO

... e non solo

... e non solo

MANTOVANO

... e non solo

LIBRERIA DI PELLEGRINI - C.so Umberto 32 - Mantova - T. 0376 320333 EDICOLA CARTOLERIA - EMANUELA & LAURA - P.zza Dall’Oca 3 - Roncoferraro (MN) - T. 0376 663182 LIBRERIA ULISSE - Via Corridoni, 5/a - Suzzara (MN) - T. 0376 532767

che a volte vivono delle difficoltà, come tutti, e, almeno per il tempo in cui si allenano, riesco a farli uscire dai loro pensieri e dalle loro preoccupazioni. In loro molto spesso ho visto un cambiamento radicale, in positivo. E questo per me è l’aspetto più importante. Io li educo a lavorare sodo, ad allenarsi, non solo per raggiungere

i risultati nelle gare, ma perché questa è la strada per ottenere qualcosa nella vita, senza farsi turlupinare da chi offre scorciatoie”. In che cosa aiuta maggiormente la disciplina della Savate? “La Savate aiuta, tra gli altri aspetti,

ad incanalare la rabbia e a trasformarla in qualcosa di produttivo e di positivo per la vita della persona che la pratica, poiché attraverso questa disciplina si acquisisce coscienza di sé”. Ha solo allievi uomini o anche donne? “Ho anche allieve donne e sono straordinariamente dotate. Molto si parla dei corsi di autodifesa per donne. La Savate è la disciplina perfetta per questo, anche perché aiuta le donne ad avere fiducia in sé stesse e nelle proprie capacità. Praticando questa disciplina imparano ad utilizzare al meglio i propri mezzi, a capire che possono difendersi da sole”. Intanto a Pieve di Coriano lei coltiva campioni: due titoli nazionali e un bronzo mondiale. “Sì, è vero, ma non è un merito. I risultati non sono mai un punto di arrivo, anzi. E poi non sono bravo, faccio solo quello che un maestro dovrebbe fare”. (a.l.b.)


I

MANTOVA

“Misteri invisibili” di Vittorio Varrè approdano alla Casa del Mantegna. La mostra, che sarà visitabile fino al 25 aprile, approfondisce e mette a fuoco un percorso estetico che , come sottolinea Francesca Zaltieri, vicepresidente della Provincia di Mantova, “lascia emergere una forza espressiva di grande valore spirituale. Alcune sue pitture, i suoi Misteri Invisibili, sono come una sindone: macchie e segni di colore rappreso in cui è possibile toccare la sua capacità di controllo nel dominare la forza primordiale del colore. E in alcune opere si intravede persino un’attenta rilettura di Paul Jenkins, con antichi gesti che appartengono alle modalità dell’espressionismo astratto statunitense”. “Il progetto di ospitare negli spazi della Casa del Mantegna una qualificata selezione delle opere

Mantova - PAGINA 6 -

Fino al 25 aprile la mostra personale dell’artista piemontese Vittorio Varrè

I MISTERI INVISIBILI alla Casa del Mantegna

di Varrè - prosegue la vice presidente Zaltieri - fa capo a una proposta avanzata dal curatore, Giammarco Puntelli, e alla suggestione delle narrazioni di una pittura in grado di proporre un punto di equilibrio speciale tra natura e cultura, tra passato e presente, tra istinto e ragione. L’esposizione, nel fascino dell’allestimento, restituisce la dimensione di una personalità di straordinario interesse uma-

> LA VISITA <

IMPRENDITRICI EMILIANE ALLA LUBIAM

Diverse imprese di Unindustria Reggio Emilia hanno preso parte nei giorni scorsi alla visita aziendale organizzata presso Lubiam, azienda mantovana leader nel settore dell’abbigliamento maschile, realtà la cui conduzione è ancora in mano alla famiglia del suo fondatore dopo più di 100 anni. Un seminario itinerante che parte dall’analisi dei case history delle aziende ospitanti che hanno elaborato con successo piani di welfare aziendale, per approfondire -in un contesto interattivo tra i partecipanti- le opportunità dei progetti elaborati dalle aziende visitate. Così è avvenuto nel caso di Lubiam, vincitrice nel 2009 del Premio Famiglia-Lavoro, che negli anni si è affermata come azienda etica e Family Friendly, capace di creare valore aggiunto sia a livello produttivo che per le persone. Molteplici sono le politiche di conciliazione attivate; tra le più recenti, la partecipazione dell’azienda ad una rete di imprese nata sul territorio proprio con l’obiettivo di semplificare la realizzazione dei piani di welfare. “Siamo lieti di accogliere in visita la delegazione di Unindustria Reggio Emilia e ci fa molto piacere poter raccontare la nostra esperienza” - prosegue Marzia Monelli Bianchi, Responsabile delle Politiche di Welfare e Conciliazione Famiglia-Lavoro in Lubiam - L’asilo nido aziendale, l’alta percentuale di part-time, il BabyLubiam - ludoteca che accoglie in azienda i figli dei dipendenti nei periodi di chiusura delle scuole - i contributi per i Cred estivi e i libri scolastici, le visite mediche a tariffe agevolate, i progetti in rete: tutte le azioni intraprese da Lubiam sono nate allo scopo di sostenere le famiglie dei dipendenti e hanno riscosso molto successo, favorendo il clima positivo che si respira in azienda. Siamo felici di raccontare il nostro percorso e confrontarci con altre realtà, nella speranza che la nostra testimonianza possa contribuire alla diffusione delle buone prassi di Conciliazione Famiglia-Lavoro”.

gono da quella zona insondabile che non appartiene al controllo programmatico dell’artista. Ma si sa, come affermavano gli esponenti Dada un secolo fa, il caso non esiste. Sarebbe infatti più opportuno affermare che il caso rientra, legittimamente, nel processo creativo. In ogni caso, tra il dominio della ragione e l’abbandono emozionale non vi è qui opposizione. Anzi, vi è un continuo trapasso, uno sconfinamento senza posa”.

> LA MANIFESTAZIONE < > LUNETTA <

INAUGURATA LA NUOVA BIBLIOTECA

Il gruppo delle imprenditrici nella sede di Lubiam

no e artistico. Nell’osservare le sue opere, alcune delle quali di grandi dimensioni, tutte ampiamente esemplificatrici della sua produzione recente, si distendono i risultati di elaborate accensioni cromatiche, vere inquietudini di colore calate nei contrasti aspri e nell’esplosione dei toni più intensi e introversi. Accade anche di vedere, in alcune soluzioni, una sorta di automatismo psichico che deriva da soluzioni espressive che emer-

Il Centro Servizi “Aaron Swartz” di Lunetta si arricchisce di una nuova biblioteca. Nel pomeriggio di sabato 5 marzo, presso la struttura di viale Lombardia 16, si è svolta l’inaugurazione del rinnovato spazio di lettura, e non solo, del quartiere. Sono intervenuti gli assessori del Comune di Mantova alle Biblioteche Paola Nobis e ai Lavori pubblici Nicola Martinelli, Cesare Guerra del Servizio Biblioteche e Antonella Bendo dell’Associazione Papillon. Erano presenti anche tanti residenti del quartiere, specialmente famiglie con bambini. I nuovi locali presentano una documentazione libraria completamente aggiornata, con un occhio di riguardo particolare rivolto ai più piccoli e ai ragazzi. All’inaugu-

L’inaugurazione della biblioteca

razione sono seguiti il reading “Mal di libri”, a cura di Laura Torelli della Cooperativa Charta, e le letture dell’associazione di mediazione interculturale “AlNur”. Infine, un piccolo buffet per tutti i presenti. In mattinata, invece, si è svolta la visita di alcune classi della scuola elementare del quartiere. L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Mantova con il Sistema Bibliotecario Grande Mantova, in collaborazione con l’Associazione Papillon e il sostegno di alcuni privati. La nuova biblioteca di quartiere di Lunetta sarà aperta nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18; il giovedì dalle 14.30 alle 18 e il sabato dalle 9.30 alle 12.30.

MANTOVA HA DETTO NO ALLE MAFIE!

La “testa” del corteo contro le Mafie

Si è tenuta anche a Mantova lunedì 21 marzo la XXI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Centinaia di studenti si sono ritrovati in piazza Canossa, quindi il corteo si spostato in piazza Martiri di Belfiore dove gli esponenti delle associazioni e gli amministratori locali hanno letto i nomi delle vittime. C’è stato anche un collegamento video in diretta su maxischermo con la manifestazione nazionale di Messina dove è intervenuto il presidente nazionale di Libera don Luigi Ciotti. La giornata è proseguita con musica live e letture. Alcuni interventi hanno puntato l’attenzione sul sindacalista Placido Rizzotto rapito e ucciso dalla mafia nel 1948 a Palermo. I resti sono stati trovati nel 2009 a Corleone. Alla manifestazione hanno partecipato tra gli altri il vice sindaco di Mantova Giovanni Buvoli, il presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti e gli assessori del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi, Marianna Pavesi e Paola Nobis, la vice presidente della Provincia Francesca Zaltieri, Cleopatra Giazzoli, Maria Regina Brun, Azzolino Ronconi dell’associazione Libera e da Nicola Leoni di Avviso pubblico. “II Comune di Mantova – ha spiegato l’assessore alla Legalità Rebecchi – è presente perché è importante sensibilizzare i giovani sulla cultura dell’antimafia”. Intanto, il sindaco Mattia Palazzi ha annunciato su Facebook che nei prossimi giorni porterà in Giunta una decisione molto importante. “Istituiremo un fondo di 15 mila euro per il 2016 e di 20 mila euro per il 2017 – ha scritto - per le associazioni e le parrocchie che sensibilizzano e portano i ragazzi e le ragazze ad impegnarsi nei Campi della legalità, nei terreni confiscati alle mafie”.

207NFAS

ASSOCIAZIONE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVA E/O RELAZIONALE

Per una persona disabilità I ragazzi, nei nostri con Centri, trovano: una famiglia sola non basta accoglienza, formazione, attivitˆ di laboratori e tanto altro.

Il tuo 5x1000: C.F. 93038540204

Il tuo 5x1000 • un dono prezioso Via Ilaria Alpi, 12 C.F. Mantova 93038540204 T + 39 0376 360515 F + 39 0376 379245 anffas@anffasmantova.it www.anffasmantova.it

Dal 1964 sosteniamo le persone con disabilitˆ e le loro famiglie

Via Ilaria Alpi 12, Mantova T + 39 0376 360515 F + 39 0376 379245 anffas@anffasmantova.it www.anfassmantova.it


GRANDE MANTOVA

Mantova - PAGINA 7 -

Ricostruiti gli argini con un intervento realizzato dalla Bonifica e finanziato da Regione e privati

C’è nuova vita in GOLENA a Bagnolo San Vito

Un vista della golena prima e dopo i lavori di costruzione degli argini

C

’è una fetta d’Italia che ha due vite, sopra e sotto l’acqua. E’ la golena, quel territorio al limitare del grande fiume, una sorta di cassa d’espansione d’emergenza, che, in occasione delle piene, è destinata ad essere allagata per scongiurare pericolosi allagamenti oltre il grande argine. A Bagnolo San Vito, gli argini

per allagare volutamente 200 ettari di golena sono stati rotti, nell’ultimo trentennio, nel ’94, nel 2000, nel 2002 e l’ultima volta con la piena del novembre 2014. Le terre agricole qui coltivate da allora sono state sottoposte all’incombere del Po e al suo incessante deposito di limo. “Il Consorzio di Bonifica Ter-

ritori del Mincio – spiega la presidente Elide Stancari – si è attivato per restituire, alle 14 aziende interessate la disponibilità degli appezzamenti da loro coltivati. Si tratta di un progetto coperto con fondi regionali, per 120.000 euro, e con fondi degli stessi privati, per 187.000 euro. Il nostro Consorzio ha seguito la progettazione

> SAN GIORGIO <

GRILLINI CONTRARI ALLA FUSIONE CON BIGARELLO “Al Referendum del 2013 più del 50% dei Cittadini di Bigarello che si recarono alle urne, espressero voto contrario alla fusione dei due Comuni. Successivamente le 2 amministrazioni Bigarello-San Giorgio continuarono il percorso avviato nel 2012 per mettere in Convenzione tutte le 11 funzioni fondamentali dei Comuni, con l’obbiettivo di ottenere una riduzione di spesa con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti. Tale scelta risulta essere obbligatoria per Legge per il Comune di Bigarello e non per il Comune di San Giorgio ed è bene ricordarlo. Pur essendo il Movimento 5 Stelle favorevole ai processi di Fusione, Unione o Convenzione delle funzioni, in questo particolare caso ci troviamo a non condividere

Giorgia Orlandi

tempi e modalità di attuazione. Prima di passare all’Unione tra Comuni, sarebbe stato come minimo ragionevole valutare se la gestione associata dei servizi in convenzione avesse prodotto dei benefici di riduzione di costi

e significativi livelli di efficacia ed efficienza della gestione”. A parlare è la consigliera comunale dei Cinque Stelle Giorgia Orlandi, intervenuta sull’argomento in Consiglio comunale. “Se non sono dimostrabili dei benefici – aggiunge Orlandi riteniamo inutile procedere con l’Unione solo per poter accedere a delle risorse economiche, evitare i controlli del Ministero e perseverare in un percorso contro la volontà popolare e contro quanto previsto e stabilito dalla legge citata sopra. Vorremmo far presente che il progetto dell’unione non era mai stato nemmeno menzionato fino a pochi mesi fa e che non si trova traccia di questo argomento nei programmi elettorali delle due attuali Amministrazioni”.

e la direzione lavori di questa opera di una certa complessità”. “Un intervento – spiega il direttore Massimo Galli – che ha impiegato 70.000 mc. di terra e anche una buona capacità realizzativa, tecnicamente affidata a una ditta locale. Il Consorzio ha altresì anticipato le somme per la realizzazione delle stesse”. La golena rimane tuttora uno spazio con un habitat unico dove, dopo la sua inondazione, le rotazioni agrarie tornano a caratterizzare i terreni che, comunque, restano a disposizione come invaso di emergenza.

> CURTATONE <

ADDIO AL “PIOPPO DELL’ALDRIGA”

La Città di Curtatone ha dato l’addio nei giorni scorsi a un pezzo importantissimo della sua storia, il pioppo dell’Aldriga, il cosiddetto “albero della fucilazione”. L’albero, simbolo celebrato dall’amministrazione per valori quali l’amore per la patria, il sacrificio della vita per la difesa della libertà, il ripudio della guerra, non ce l’ha fatta e domenica 13 marzo la sua struttura ha ceduto. Nel pomeriggio di lunedì 14 marzo l’Assessore al territorio Luigi Gelati ha eseguito il primo sopralluogo e ha verificato che il tronco era ormai completamente cavo lungo tutto il suo sviluppo. Proprio nella settimana in cui, in esito al bando di sponsorizzazione, si era pronti per la sua potatura conservativa. L’azione del Comune di Curtatone prosegue ugualmente. Sono già state raccolte le talee, poiché l’Amministrazione vuole ripiantare 10 pioppi, i “figli” dell’albero della fucilazione, a ricordo delle dieci vittime, proprio al suo fianco, nel luogo dell’eccidio del 19 settembre 1943. Il Comune ha inoltre intenzione di mantenere sul posto la parte di albero ancora radicata, previa verifica sulla sua “vitalità”, per trasformarla in una “scultura” permanente e intende infine pubblicare un libro in cui sia dedicato un intero capitolo all’albero ed alla sua storia.

CENTRO POLIVALENTE DYNAMICA A.S.D SPORT CULTURA E SPETTACOLO Vi aspettiamo presso il nostro centro per farvi conoscere tutte le attività della nostra Associazione

BALLO LISCIO

CON ORCHESTRA TUTTI I SABATO SERA (dalle 20.00) TUTTE LE DOMENICHE (dalle 19.00) PROGRAMMA DELLE PROSSIME SETTIMANE SABATO DOMENICA

26.03.2016 27.03.2016

GIANNI DEI ROSSANO E ANNA

SABATO

02.04.2016

GIACOMO ZANNA

DOMENICA

03.04.2016

PATTY E PAOLO

SABATO

09.04.2016

STEFANO CAPITANI

DOMENICA

10.04.2016

MELITA LEONE

SABATO

16.04.2016

MIRKO BELLUTTI

DOMENICA

17.04.2016

ORNELLA NICOLINI

SABATO

23.04.2016

LE MELODIE

DOMENICA

24.04.2016

MARCELLO LIVE

SABATO

30.04.2016

SUSANNA PEPE

Info: Via Mincio, 16 - GOITO (Mn) Tel. 0376.689622


Mantova - PAGINA 8 ALTO MANTOVANO Dal 23 al 25 aprile la quattordicesima edizione della Mostra nazionale dei vini passiti

IN ALTO I CALICI A VOLTA MANTOVANA I

l 23, 24 e 25 aprile a Volta Mantovana, arriva la quattordicesima edizione della Mostra Nazionale dei Vini Passiti e da Meditazione. Come ogni anno saranno presenti moltissime etichette dei migliori vini provenienti da tutta Italia, come la Vernaccia, il vino amato da Re e Papi, o il Sagrantino, l’apprezzatissimo vino umbro, per la prima volta sul banco d’assaggio. Oltre all’ampia scelta di vini nazionali, visionabili sul catalogo online della mostra, saranno presenti anche gli immancabili ospiti stranieri, quest’anno capitanati dalla Georgia, che

I migliori vini passiti in mostra a Volta Mantovana

rappresenta il paese con il più antico metodo di vinificazione conosciuto. Accompagnano la Georgia gli apprezzatissimi passiti Croati e il Madeira Portoghese. La mostra si svolgerà tra le scuderie, i giardini all’italiana e le sale del cinquecentesco Palazzo Gonzaga, in un’atmosfera ricca di storia, cultura e divertimento. Le possibilità per assaggiare i vini sono svariate: dal grande banco d’assaggio allestito nel giardino principale dove assaggiare tutti i vini in mostra alle degustazioni guidate con sommelier e produttori. In que-

> GAZOLDO DEGLI IPPOLITI <

INCONTRO CON LA SCRITTRICE AMANI EL NASIF In occasione della terza edizione del concorso di lettura “Volo tra le righe” che coinvolge i comuni di Castiglione delle Stiviere, Gazoldo degli Ippoliti e Guidizzolo, lo scorso sabato 12 marzo gli studenti dell’Istituto Alberghiero Agricoltura San Giovanni Bosco della sede di Gazoldo hanno potuto incontrare Amani El Nasif, autrice del libro “Siria mon amour”. Nella foto l’autrice con il sindaco Leoni e la bibliotecaria Barbara Puttini. Come di consueto gli studenti non si sono limitati a semplici domande, ma hanno organizzato una presentazione arricchita da letture di brani tratti dal libro, video di approfondimento sulle tradizioni dei due

paesi, Italia e Siria, una breve indagine sulla condizione femminile nei Paesi in cui le donne non sono ad esempio ancora libere di sceglie chi sposare e, infine, hanno omaggiato l’autrice con alcune specialità

gastronomiche italiane e siriane realizzate dagli stessi studenti. Amani, scrittrice e protagonista stessa della vicenda da lei narrata, è nata in Siria ma è poi cresciuta in Italia. Con un inganno, la scusa di alcuni documenti da rifare in patria, a sedici anni viene riportata al suo paese d’origine, dove per un anno intero subisce pesanti angherie e violenze semplicemente perché ha scelto di ribellarsi all’imposizione di sposare un uomo, un cugino molto più grande di lei, scelto da altri, che non ama. Tornata in Italia Amani riprende in mano la sua vita e, con l’aiuto di una giornalista, qualche anno dopo riesce a raccontare e pubblicare la sua storia. Adesso impiega parte del suo tempo a incontrare i ragazzi nelle scuole, per raccontare loro quanto sia importante e per niente scontato il valore della libertà, da conquistare lottando ogni giorno.

sti tre giorni si potrà pranzare all’interno degli splendidi giardini o partecipare a una delle visite guidate al palazzo, alle torri e alle cantine. Nei giorni della Mostra i ristoranti convenzionati di Volta Mantovana proporranno un menù speciale a 25 euro. Il biglietto d’ingresso alla mostra comprensivo di bicchiere e buono per una degustazione al banco è di 8.50 euro. La mostra apre dalle 9 alle 20.

> MARMIROLO <

NUOVO LOOK PER LA PISTA CICLABILE La staccionata in legno è stata sistemata e completata, e il prossimo passo sarà il posizionamento dei nuovi pali di illuminazione. La ciclabile che attraversa la tangenziale di Marmirolo con il sottopasso e arriva in paese si prepara a cambiare look: sono in corso i lavori di riqualificazione ad opera della Provincia che renderanno il passaggio più sicuro. La pista ciclabile è usata in particolare dai cittadini di Corte Gatti, e l’imbocco del sottopassaggio è già stato illuminato. Attualmente si sta completando il tratto di illuminazione, per il quale sono già stati predisposti cavi e basamenti, su cui verranno poi posati i nuovi lampioni. E’ stata inoltre sistemata la staccionata, che prima era interrotta e incompleta. La ciclabile, che porta anche a Bosco Fontana, è interessata anche da un intervento di sostituzione del ponte e rimarrà chiusa da e verso Mantova fino alla fine di quest’ultima opera. “Siamo contenti che la Provincia stia portando avanti tutti questi lavori – commenta il sindaco di Marmirolo Paolo Galeotti – e abbiamo già avuto una rassicurazione sull’impegno degli uffici nel sistemare il percorso il prima possibile, in modo che possa tornare ad essere interamente fruibile”.

Un tratto della pista ciclabile a Marmirolo

ReporterMN

di ANDREA e ROBERTO

Il Ristorante da Graziano & Loretta

offre una capienza di 400 posti, ideale per ospitare banchetti di matrimonio, cerimonie, cene di lavoro. Tutte le sale sono dotate di aria condizionata e servizi per disabili.

PROGRAMMA APRILE 2016

L' EMPORIO DEI SAPORI Inoltre potrete usufruire della nostra cucina da asporto consultando l' Emporio dei Sapori un marchio di selezioni enogastronomiche di qualità

SABATO

02

APRILE Ore 20,00

SABATO

09

APRILE Ore 20,00

SABATO

16

APRILE Ore 20,00

SABATO

23

APRILE Ore 20,00

SABATO

30

APRILE Ore 20,00

LA RESIDENZA IL GIGLIO di recente ristrutturazione, è stata progettata per accogliere in modo comodo ed elegante, soprattutto chi deve fare un pernottamento di lavoro nella zona di Verona

FRANCESCA MANFRINI EROS VALBUSA

FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

SUSANNA PEPE

GIGIO VALENTINO

MICAELA E CRISTIAN

il lunedì ed il martedì sera

Serate musicali con menu completo

€ 18,00

E' gradita la prenotazione

Via C. Bon Brenzoni, 66/68 - 37060 Mozzecane (VR) Tel. 045 7930253 - Fax 045 6340708

www.dagrazianoeloretta.com - ristgel@libero.it

ReporterMN

CHIUSO

AUTO SOSTITUTIVA

Fraz. Pellaloco - ROVERBELLA (MN) via S. Rita, 1 - Tel. Fax 0376/695951

carrozzeriacordioli@libero.it


Mantova - PAGINA 9 OLTREPÒ Sono ben 28 le telecamere installate per la videosorveglianza del territorio

I

Il GRANDE FRATELLO vigila su Ostiglia

l sistema di videosorveglianza sul territorio comunale di Ostiglia, con l’installazione di 28 telecamere, è attivo dal mese di dicembre 2015. Le telecamere sono in rete, attive 24 ore su 24, e sono monitorate da una centralina posizionata nell’ufficio della Polizia Municipale. Il sistema di gestione dell’impianto di videosorveglianza è costituito da un workstation di ultima generazione e un monitor da 32’’. La qualità delle immagini è ad alta definizione e l’occhio di ogni telecamera copre un’ area di circa 300 metri. Le telecamere sono installate al Parco Fossa (zona Naviglio, 6 telecamere) di cui 2 ai lati del parcheggio del supermercato 4 all’interno del parco; 6 le telecamere posizionate nei parcheggi Ovest ed Est antistanti la fermata ferroviaria (le uniche in stand by in attesa dei tecnici di Rfi). Nell’area esterna delle scuole elementari e medie di via Bonazzi sono state installate 4 telecamere, 2 al Centro di Raccolta di via Rovigo, di cui una antistante gli ingressi della Piazzola e magazzino comunali. Nella frazione di Correggioli sono state posizionate 6 tele-

camere, due adiacenti la tensostruttura e una interna alla struttura stessa; le altre 3 sono installate nell’area dell’edificio delle ex scuole elementari per monitorare la strada principale nei due sensi di marcia. Si aggiungono quelle di Comuna Santuario e Comuna Bellis e giardini pubblici di via XX Set-

tembre in centro storico a Ostiglia (4 in tutto). Rispetto al progetto iniziale di 24 telecamere, l’Amministrazione Comunale ha disposto l’installazione di altre 4 telecamere nelle zone delle frazioni di Comuna Santuario e Comuna Bellis e ai giardini pubblici dove purtroppo spesso vengono segnalati atti

vandalici. L’incremento della spesa complessiva (fissata in 70 mila euro) è stato possibile grazie all’erogazione dei fondi Statali pervenuti nelle casse del Comune a fine settembre e all’allentamento del Patto di Stabilità approvato dalla Regione che consentirà il pagamento delle opere previste ed eseguite nel 2015. Il progetto, con l’obiettivo di prevenire situazioni di pericolo, è stato elabaorato con la stretta collaborazione delle Forze di Polizia (Polizia Stradale, Polizia Municipale, Carabinieri e Polfer). Le telecamere consentiranno di monitorare i punti sensibili e le zone del paese di interesse per le indagini delle Forze dell’Ordine, come le vie di fuga principali del capoluogo e della frazione di Correggioli, ma anche le scuole, i parchi, la stazione ferroviaria, le piazze. Per quanto riguarda le telecamere attive in centro storico, e precisamente all’angolo di via Trento Trieste e piazza Cornelio (con la presenza di due banche), si tratta di apparecchi di vecchia generazione, che non fanno parte del “pacchetto” del nuovo sistema di videosorveglianza.

> PEGOGNAGA <

IL MITO DI MARILYN RIVIVE SUL PALCO DELL’ANSELMI

Marilyn Monroe

Ultimo appuntamento con la rassegna di prosa del Teatro Anselmi di Pegognaga. Sabato 9 aprile alle ore 20.45, la Compagnia “Off Broadway” presenta “Marilyn, segreti di una diva” opera di Francesco Antimiani. La storia di una delle più immortali dive di tutti i tempi raccontata in uno spettacolo di emozione unica, un tuffo nel passato per riscoprire la figura di Marilyn Monroe, le sue intime speranze ed i suoi segreti. Due ore coinvolgenti per ripercorrere tutta la vita dell’incredibile attrice, una delle figure piu’ intriganti del cinema e dello spettacolo mondiale, un’icona, un mito. Non finiscono mai le definizioni per questa diva, una donna tormentata, tanto amata e tanto chiacchierata in vita come dopo la morte prematura, misteriosa... Vi parleremo di Norma Jean Baker, di come sia diventata la Marilyn Monroe che conosciamo e vi rappresenteremo anche I suoi lati più nascosti, più intimi, in un turbinio di grande musica, amori e passioni della più grande icona del ventesimo secolo.

> SAN BENEDETTO <

TOUR GUIDATO NEL MONASTERO

> GONZAGA <

UN WEEK END ALL’INSEGNA DELL’ELETTRONICA Sabato 2 aprile alle ore 8.30 aprirà i battenti presso il quartiere fieristico di Gonzaga (Mantova) l’edizione primaverile della manifestazione nazionale denominata “Fiera dell’Elettronica e del Radioamatore”. La Fiera si sviluppa su 6 padiglioni per un’area espositiva di oltre 8.500 mq. e vedrà la partecipazione di oltre 170 espositori provenienti da tutta Italia. I visitatori, in un percorso che si sviluppa linearmente per più di 1600 metri, potranno trovare un vastissimo assortimento di novità e prodotti tra i quali spiccano: materiale elettronico, computers, software, cartucce, materiale radioimpiantistico, surplus, componentistica, telematica, decoder, parabole e telefonia con la partecipazione dell’editoria specializzata. Articoli che non è facile trovare nei negozi tradizionali e sicuramente non ai prezzi convenienti della Fiera. L’elettronica low cost, è la chiave del successo di un evento nazionale che attrae un

pubblico del tutto eterogeneo: dall’operatore alla ricerca di video, inchiostri o computer, alla famiglia alla ricerca del regalo per il figlio, al radioamatore a caccia del pezzo di ricambio. Pubblico eterogeneo anche per provenienza: non è infatti difficile

trovare visitatori provenienti dalla Toscana, dal Piemonte e da tutto il Nord Est. Novità di questa edizione 2016 sarà lo spazio dedicato agli artigiani digitali “1000Maker” (organizzato con la collaborazione dell’associazione Arco), un evento dedicato all’innovazione digitale: 250 metri quadri gli stand di varie realtà attive a livello locale e nazionale: Augman, Lugman, Fablab Mantova Fermi, Istituto Fermi, LibreItalia e OpenSuse. Inoltre, durante le due giornate di fiera, una ventina di esperti del settore si alterneranno nell’area conferenze presentando al pubblico le ultime novità del settore e progetti all’avanguardia realizzati nei laboratori collaborativi delle associazioni. Augman presenterà i progetti creati in casa utilizzando proprio la scheda elettronica di sviluppo e prototipazione Arduino, nata in Italia e oggi diffusa in tutto il mondo per scopi hobbistici e didattici in oltre un milione di pezzi. Inoltre il gruppo di arduinisti mantovani organizzerà RobotWars, un evento competitivo di lotta fra robot ospitato per la prima volta tra i padiglioni di Gonzaga.

Uno scorcio degli interni del museo civico del Polirone

Un modo diverso per passare le feste di Pasqua viene proposto dalle guide turistiche Federagit-Confesercenti. Anche nel week end pasquale, infatti, torna a San Benedetto l’iniziativa “Quattro passi...”, il ciclo di visite guidate a prezzo agevolato, organizzato dalle guide turistiche professionali Federagit-Confesercenti per far conoscere i tesori della città e della provincia. Una proposta, quella delle guide Federagit, che può contare su cinque anni di successi. A San Benedetto Po, le visite “Quattro passi nel monastero” sono in programma domenica 27 marzo con partenza alle 15 dallo IAT di piazza Matilde di Canossa. Si visiterà il complesso monastico e il museo civico del Polirone. Per info e iscrizioni: 0376/623036. Il tour proseguirà con le stesse modalità tutti i week end fino al 6 giugno.

QUISTELLO (MN) Viale Vittoria, 11 Tel. 0376.618685

DI GRANINI MIRCO

• • • •

Vendita e assistenza pneumatici di tutti i tipi Negozio fornito con attrezzatura di ultima generazione per operare su tutti i tipi di pneumatici da vetture anche Run of Flat Assetto ruote computerizzato dotato di tecnologia Near-Infrared Servizio gomme trasporto pesante e agricoltura APERTO ANCHE IL SABATO POMERIGGIO


PAGINA 10 Speciale CASA

SPECIALE

CASA

Mantova - PAGINA 10 Mantova

IN ARRIVO LA RIPRESA DEL MERCATO IMMOBILIARE

D

iversi sono i segnali di ripresa dal mercato immobiliare che prova a lasciarsi alle spalle una crisi lunga ormai sette anni. Ci sono, infatti, buoni motivi per ritenere che i prezzi delle abitazioni torneranno a crescere. Nel 2016 gli esperti del settore Real Estate sono concordi nel dire che nel comparto abitativo vedremo ancora crescere le transazioni. Sul fronte residenziale, le compravendite nel 2015 hanno registrato una ripresa, a quota 445mila (+7,2% rispetto all’anno precedente). Il dato è da ricondurre al miglioramento dello scenario economico (oggi meno condivisibile), ma soprattutto all’effetto combinato del processo di defiscalizzazione, seppure ancora in fase iniziale, e all’incremento dei mutui erogati. Oltre tutto il crollo dei prezzi reali delle abitazioni nella fase recessiva a un -20% con punte del 25% ha reso il mercato accessibile a settori sempre più ampi di popolazione perché i redditi sono rimasti stabili.

Non affidatevi semplicemente a chi vi valuta di più il vostro immobile. E’ una valutazione, magari gonfiata solo per ottenere un incarico di vendita. Prima di scegliere l’agenzia immobiliare a cui affidare la vendita della propria casa, è importante valutare il suo portafogli immobili, parlare con i suoi clienti e capire quante case ha venduto nell’ultimo anno. Se firmate un incarico in esclusiva, pretendete che investa risorse nella pubblicità come cartelli, espositori in vetrina, internet, mailing list, pubblicazioni. Un incarico non in esclusiva vi dà l’illusione di essere più liberi ma certamente l’agenzia non investirà in pubblicità per poi vedersi soffiare la vendita da un collega. Inoltre, ricordate il detto: troppi agenti = zero risultati. REGOLA N. 3 PRESENTARE BENE L’IMMOBILE È importantissimo che, quando arriva un possibile acquirente, la casa sia ordinata, il prato tagliato, e se ci sono leggere macchie di umidità tinteggiate immediatamente. Bastano pochi minuti per decidere se una casa è quella giusta oppure no. È una scelta che si fa con il cuore, prima che con la testa. Non è vero che tanto si capisce benissimo che la casa è bella anche se disordinata. La prima impressione è quella che conta.

Ecco i consigli di Studio Sant’Andrea per vendere casa: REGOLA N. 1 STABILIRE IL PREZZO Il prezzo deve essere adeguato, gli immobili nuovi hanno caratteristiche costruttive sempre migliori, antisismici, coibentati, a basso consumo energetico, con capitolati migliori, serramenti, sanitari, ceramiche di prima scelta. Sparare alto e dare colpa al mercato o all’agenzia non vi portano alla vendita. E’ importante stabilire fin da subito il prezzo giusto. Il prezzo deve tenere conto delle prospettive del mercato

nei successivi sei/dodici mesi. Se dopo sei mesi non avete ricevuto nessuna visita e se dopo un anno non avete ancora venduto, state sbagliando qualcosa. Immagino quello che state pensando: comincio con un prezzo più alto, tanto a calare sono sempre in tempo. Niente di più sbagliato. Ecco cosa succederà: • Rossi cerca casa, digita su un portale una fascia di prezzo, il tuo appartamento è troppo caro e quindi lui non lo vedrà mai. Possibile acquirente perso. • Rossi trova la tua casa su internet e

gli piace molto, valuta il prezzo troppo alto e ne compra un’altra. • Rossi ha visto la tua casa. La trova perfetta, ma giudica il prezzo è troppo elevato. Dopo un mese va a controllare ancora il tuo annuncio e vede il prezzo ribassato e pensa; “mi stavano imbrogliando, adesso sono scesi, secondo me hanno proprio bisogno di soldi, aspettiamo ancora e poi ancora”. Possibile acquirente perso.

STUDIO TECNICO IMMOBILIARE SANT’ANDREA Via Solferino e S. Martino, 10 46100 MANTOVA Tel./Fax 0376 390813 agenzia.santandrea@gmail.com www.studiosantandrea.it

REGOLA N. 2 SELEZIONARE L’AGENZIA IMMOBILIARE ReporterMN

ReporterMN

IMMOBILIARE STELLA DI LUI ELENA VIA TRIESTE N. 23 – MANTOVA TEL. 0376/229950 - CELL. 347/0521668 stella_elena@libero.it

BARBASSO in piccola palazzina APPARTAMENTO di pochi anni composto da cucina abitabile, sala, 2 camere da letto di cui 1 matrimoniale e 1 singola, bagno con finestra, 2 comodi balconi, garage e posto auto interno al cortile. Rif. AP24 € 85.000,00

MANTOVA CENTRO APPARTAMENTO, attualmente composto da unico locale di 110 mq da suddividere, con balcone che gode di vista unica e invidiabile, oltre a seminterrato abitabile di 143 mq con servizio. Possibilità di personalizzaz. degli spazi in base alle proprie esigenze. € 220.000,00

A MANTOVA in Valletta Paiolo luminosissimo APPARTAMENTO al primo piano composto da grande sala con balconcino, cucina, veranda, studio, 2 matrimoniali, bagno. Inoltre l'appartamento è provvisto di cantina e garage in cortile privato .Rif. AC14 APE F ipe 173,29. € 120.000,00

ROVERBELLA BELLISSIMA CASA mantovana di recente ristrutturazione composta da cucina, ripostiglio e bagno al piano terra; 3 letto e bagno al 1° piano; soffitta e sottotetto al 2° piano. L'immobile è inoltre corredato da garage e cortile pertinenziale. Rif. C04 ACE G. ipe 298,80. € 145.000,00

MANTOVA CENTRO, in piccolo contesto mantovano, APPARTAMENTO al 2° ed ultimo piano: ingresso, cucina semi abit., sala da pranzo con doppia esposizione, matrimoniale ampia, studio, bagno. Termoauton., climatizz., con soffitti in legno e affaccio sul Rio. Certificaz. energ. in fase di elaborazione. Rif. AC02. € 160.000,00

VIALE MONTELLO APPARTAMENTO ristrutturato composto da soggiorno con zona cottura, 2 balconi, 2 letto, ampio bagno, ripostiglio/lavanderia, cantina. Rif. AC24, classificazione energetica in elaborazione € 130.000,00

CASTELLETTO BORGO APPARTAMENTO al p. terra con 175 mq di giardino su 2 lati, composto da cucina a vista, sala con affaccio sul giardino, 2 letto, bagno, ripostiglio/lavand., garage comunicante, posto auto di proprietà in cortile interno, rif. AP20, classe energetica E, ipe 121. € 118.000,00

CENTRO paese a RIVALTA SUL MINCIO, VILLA in stile liberty su lotto di 1020 mq, disposta su due livelli oltre ampio garage con taverna, giardino piantumato con ulivi, posizione invidiabile e comoda a tutti i servizi, soluzione unica. Rif. C17, ace g, ipe 307,96. € 255.000,00

Piazza Garibaldi, 55 - Castel d'Ario (MN) - Tel. 0376 661596 BAGNOLO SAN VITO Più precisamente nella frazione di Correggio Micheli. L’abitazione è situata in zona golenale, accessoriata da giardino di proprietà e da un rustico. In buone condizioni. Euro 35.000 Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

ESENTE APE

VILLIMPENTA Libera su 3 lati e indipendente con bellissimo e grande parco adiacente. L’abitazione è disposta su 2 livelli, è composta da ingresso, cucina, salotto, bagnetto e al piano superiore: 2 letto grandi. In corpo staccato troviamo il garage con la lavanderia. Euro 48.000 Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

CL. G IPE 250.00

VILLIMPENTA Soluzione indipendente da poco ammodernata composta al piano terra da zona giorno arredata e al piano primo camera da letto grande e servizio. I 2 piani sono collegati da una scala a chiocciola e non vi sono spese condominiali. Euro 27.000. Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

CLASSE E IPE 119,31

RONCOFERRARO

CLASSE G IPE 250,00

Abitazione singola ed indipendente, in zona tranquilla e riservata. La casa è formata da ingresso soggiorno, cucina abit., servizio con lavanderia e camera da letto/studio al p. terra; al piano primo è situata la zona notte composta da quattro camere da letto ed il servizio. Euro 120.000 Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

www.lequattromura.it


Speciale CASA

Mantova - PAGINA 11 -

ReporterMN

ANTICHITÀ

Lanfredi

ANTIQUARIATO

Restauro mobili - Trattamento antitarlo - Consulenza e preventivi

FALEGNAMERIA

Mobili su misura - Sistemazioni finestre, scuri, porte, portoni e cucine

LABORATORIO E MAGAZZINO: Strada Torre, 52/A - GOITO (MN) - Tel. 0376 6049666/338 9336911 - lanfredi.restauro@gmail.com - www.lanfredi.it

ALVAR AALTO, DALLA FINLANDIA AL MONDO

A

lvar Aalto, all’anagrafe Hugo Alvar Henrik Aalto, nato a Kuortane (Finlandia) il 3 febbraio 1898 e morto a Helsinki l’11 maggio 1976, è un architetto, designer e accademico finlandese, conosciuto come una delle figure più importanti nell’Architettura del XX secolo e ricordato, insieme ad altri importantissimi personaggi come Ludwig Mies van der Rohe, Walter Gropius,Frank Lloyd Wright e Le Corbusier, come uno dei più grandi maestri del Movimento Moderno. Nato dall’unione di un ingegnere finlandese, Henrik Aalto, specializzato in geodesia e cartografia, e di una postina svedese, Selly (Selma) Matilda Aalto, il giovane Alvar inizia la sua attività nello studio del padre. Trascorre la sua infanzia quasi interamente tra Alajarvi e Jyvaskyla, dove frequenta il liceo. Nel 1916 si trasferisce ad Helsinki dove frequenta il Politecnico (Teknillinen Korkeakoulu), dove trova come insegnante l’architetto Armas Lindgren, che esercita su di lui una fortissima influenza. Terminati gli studi, nel 1921, si iscrive all’ordine degli architetti, e nel 1922 scrive il suo primo saggio sulla rivista “Arkkitehti”. Nel 1923 torna a Jyvaskyla e apre il suo studio. Nel 1924 fa il suo primo viaggio in Italia e appena un anno dopo sposa Aino Marsio, sua ex compagna del politecnico, diplomatasi un anno prima di lui, con la quale comincia una collaborazione anche a livello lavorativo (infatti per i successivi 25 anni, ovvero fino alla morte di Aino, tutti i progetti di Alvaro Aalto porteranno le firme congiunte di entrambi). Nel 1927 trasferisce la sua attività a Turku e nel 1929 partecipa al secondo CIAM (Congresso Internazionale di Architettura Moderna) di Francoforte, dove conosce Sigfried Giedion ed entra in contatto con diversi artisti europei.A questi anni risalgono le collaborazioni più importanti per la formazione del futuro genio di Alvar Aalto, tra le quali spicca quella con Erik Bryggman con il quale organizza l’Esposizione del settecentenario della città di Tur-

ku. Nel 1931 si trasferisce ad Helsinki e nel 1933 partecipa al quarto CIAM ed all’elaborazione della Carta di Atene. Nel 1932 crea una serie di bicchieri con bande circolari sovrapposte, disegnando un chiaroscuro decorativo che aiuta nella presa. Nel 1933 i suoi mobili vengono esposti a Zurigo e a

Londra e l’anno successivo crea la ditta “Artek” per la produzione in serie dei suoi mobili. A partire da questo momento comincia ad esporre in diversi paesi le sue opere più prestigiose: in Italia (V Triennale di Milano del 1933), in Svizzera (Zurigo), Danimarca (Copenaghen) e Stati Uniti (MoMA), e

opere all’interno del Padiglione finlandese. Durante questa manifestazione tiene anche una conferenza all’Università di Yale. Nel 1940 inventa la famosa gamba ad “Y”che verrà poi ridisegnata, quattordici anni più tardi (nel 1954) come gamba a ventaglio, formata da una serie di fogli di compensato fine. Dal 1945 in poi comincia a lavorare contemporaneamente in America e in Finlandia, e nel 1947 riceve l’incarico di costruire i dormi-

il 1952 e il 1956, per la realizzazione del quale Aalto sperimenta l’utilizzo di materiali fonoassorbenti ed un sistema di riscaldamento per irraggiamento. Nel 1949 muore la moglie Aino con la quale, fino ad allora, aveva realizzato e firmato tutti i suoi progetti. Tra il 1949 e il 1951 realizza il municipio di Saynatsalo, e si risposa con Elissa Makiniemi. Tra il 1958 e il 1963, in Germania, realizza il Centro culturale di Wolfsburg e tra il 1961 e il 1964 l’Opera di Essen. In Italia progetta invece il centro culturale di Siena (1966) e la chiesa di Riola, vicino a Bologna. A partire dagli anni cinquanta comincia ad ottenere alcuni tra i più prestigiosi riconoscimenti internazionali, tra i quali spiccano la medaglia d’oro del Royal Institute of British Architect nel 1957 e la laurea ad honorem dal Politecnico di Milano. Nel 1965 invece, dopo aver tenuto una grande esposizione nel palazzo Strozzi di Firenze, viene definitivamente riconosciuto come uno tra i migliori artisti europei del secolo. Nel 1967 viene inaugurato il Museo Alvar Aalto a Jyvaskyla, da lui stesso progettato, che

tori della casa dello studente del Massachussets Institute of Technology, a Cambridge. Nel corso dello stesso anno gli viene conferita la laurea honoris causa dall’Università di Princeton. Nel 1948 vince il concorso per la realizzazione dell’Istituto finlandese per le pensioni popolari di Helsinki, costruito tra

si occupa della catalogazione, conservazioni ed esposizione delle opera dell’architetto finlandese. Il suo ultimo progetto, risalente al 1975, è quello per l’area universitaria di Reykjavik, in Islanda. Muore ad Helsinki l’11 maggio del 1976 all’età di 78 anni.

nel 1936 crea il suo famoso vaso Savoy. Nel 1938 il Moma organizza una mostra delle sue opere, circolata subito dopo in diverse città di tutto il mondo. Nel 1939 Alvar Aalto si reca per la prima volta negli Stati Uniti, in occasione dell’Esposizione universale di New York, dove mette in mostra le sue

SERRAMENTI IN ALLUMINIO PVC FERRO RECINZIONI PORTE INTERNE PORTE BLINDATE PORTONI SEZIONALI

WWW.COFERALL.IT VIA F.LLI CERVI, 4 - PALIDANO DI GONZAGA (MN) TEL. 0376.525642 - FAX 0376.525679


Speciale CASA

W

FRANCK LLOYD WRIGHT E L’ARCHITETTURA ORGANICA Tale attenzione si manifesta nella ricerca di una sintonia tra la costruzione e l’ambiente, nell’uso di materiali naturali e nella fluidità degli spazi interni. Nel suo volume Architettura Organica del 1939, Wright parla di un’architettura che ha come idea trainante il rifiuto della mera ricerca estetica o il semplice gusto superficiale così come una società organica dovrebbe essere indipendente da ogni imposizione esterna contrastante con la natura dell’uomo. La progettazione architettonica deve creare un’armonia tra l’uomo e la natura, costruire un nuovo sistema in equilibrio tra ambiente costruito ed ambiente naturale, attraverso l’integrazione dei vari elementi inseriti dall’uomo (costruzioni, arredi ecc.) e quelli naturali del sito. Tutti diventano parte di un unico interconnesso organismo spazio - architettonico. Lo stesso Wright sintetizzò in sei punti i principi fondamentali dell’architettura organica: 1)la semplicità raggiungibile solo con l’eliminazione degli elementi superflui, compreso le pareti divisorie interne, e la concezione delle stanze come luogo chiuso; la semplificazione della pianta corrisponde ad una semplificazione della vita domestica con meno servitù; 2) la necessità che ci siano tanti stili di case quanti sono gli stili degli uomini; 3) il rapporto armonico tra l’edificio e l’ambiente: “un edificio dovrebbe apparire come se sorgesse spontanea mente dal terreno dove è situato…” accentuando l’aggetto delle superfici orizzontali della casa. Anche l’arredamento deve essere parte integrante ed organica dell’edificio (gli arredi sono disegnati dall‘architetto stesso ed incassati nelle pareti). Gli impianti, poi, devono essere incorporati come elementi integrati nella struttura; 4) la necessità di scegliere colori in armonia con il paesaggio; 5)la necessità di valorizzare i materiali nel loro aspetto naturale ed evidenziare il sistema costruttivo degli edifici, rendendo evidenti gli elementi portanti e quelli portati; evitare, inoltre, le combinazioni

di diversi materiali usandone possibilmente uno la cui natura si leghi all’edificio divenendo espressione della sua funzione; 6)l’esigenza di integrità spirituale dell’architettura: secondoWright un edificio doveva possedere qualità analoghe a quelle umane, sincerità, verità e grazia che ne avrebbero garantito la durevolezza oltre le mode passeggere. Conosciuta anche come FallingWater costituisce uno dei capolavori dell’architettura del XX secolo ed è l’opera più emblematica della concezione organica per lo straordinario rapporto che la costruzione instaura con la natura circostante. L’edificio è il frutto della collaborazione tra l’architetto e la Committenza proprietaria dei grandi magazzini Kaufmann a Pittsburgh. L’area su cui sorse l’edificio, un terreno di 6.5km² in Pennsylvania, era stata inizialmente destinata alla costruzione di residenze finanziate dai Kaufmann per

le vacanze estive dei propri dipendenti. L’operazione fallì e la famiglia decise di acquistare la proprietà di cui aveva apprezzato le caratteristiche naturali e paesaggistiche, con l’intento di costruire una casa per trascorrervi i fine-settimana. L’incontro con i committenti avvenne tramite il figlio dei Kaufmann, Edgar J., che lavorava nella comunità studio di Wright a Taliesin. L’edificio sorge su un’area boscosa attraversata da un torrente il cui percorso è reso irregolare da dislivelli del terreno e grandi rocce. Dal bosco una strada carrozzabile conduce ad un piccolo ponte sul corso d’acqua e prosegue in un sentiero che raggiunge l’ingresso decentrato della casa. Gli alberi ed alcuni terra pieni in pietra nascondono fino all’ultimo l’edificio, contribuendo, così alla sua perfetta integrazione nel contesto naturale. La pietra naturale si fonde con le strut-

...e non solo

di Vicenzoni Matteo

CORNICI - SPECCHI - QUADRI SU MISURA RESTAURO E DORATURA CORNICI

ture in cemento armato color beige che si amalgamano come in un unico impasto cosicché la costruzione non può essere immaginata in nessun altro luogo se non in questo. Wright scelse di posizionare la casa lungo il fiume sopra un grande masso inglobato al livello principale dell’abitazione che si articola proprio attorno al macigno roccioso e che all’interno affiora dal pavimento in ruvide lastre e costituisce la base del camino al centro dell’ampio soggiorno. Gli ambienti interni sono separati dall’esterno per mezzo di vetrate continue. Attorno a quattro pilastri centrali in pietra si organizzano i piani orizzontali che si protendono in ogni direzione generando una serie di terrazze aggettanti. Queste richiamano l’idea astratta della stratificazione della pietra sulle sponde del torrente e nello spazio circostante. I Tre piani della casa si arretrano gradualmente dal

corpo roccioso centrale, l’asimmetria dei corpi e lo slittamento dei volumi riflettono ed esaltano l’organico disordine proprio della natura del luogo. Oltre che dal soggiorno, il piano principale è occupato dalla cucina e dal zona pranzo. Una scala conduce alla zona notte al piano superiore dove tutte le camere hanno terrazze orientate in direzioni diverse. L’ultimo livello di dimensioni ridotte accoglie uno studio ed una camera da letto affacciati su una terrazza. Al di sotto del livello principale si apre un piccolo ambiente di servizio. Un percorso protetto da una pensilina conduce, attraverso il bosco, all’ala destinata agli ospiti, poco distante. Questa zona, costruita dopo il completamento del fabbricato principale, comprende una zona di soggiorno ed una camera da letto aperte su un terrazzo parzialmente occupato da una piscina. La casa sulla cascata costituisce uno dei risultati più interessanti ottenuti da Wright sfruttando le potenzialità offerte dal cemento armato. Solo attraverso la progettazione di una Struttura in cemento rafforzata da barre in acciaio fu possibile, infatti, concepire il grande aggetto di 5,4 metri proiettato sul ciglio della cascata. La casa ha avuto problemi strutturali sin dall’inizio, durante la costruzione il progettista ebbe numerosi contrasti con gli ingegneri e, a fine costruzione, dovette posizionarsi sotto la terrazza per convincere il costruttore a togliere i casseri ed i puntelli. Al momento non successe nulla, ma in seguito la struttura fessura con conseguenti infiltrazioni d’acqua all’interno tanto che il sig. Kaufmann la chiamava “l’edificio dai sette secchi”. La famiglia usò l’abitazione come casa di vacanze sino agli anni ’50 donandola nel 1963 ad un ente che la trasformò in casa museo aperta al pubblico. La casa conserva gli arredi originali disegnati dall’architetto, tappezzerie e libri originali. Nel 1996 la proprietà ha iniziato un intenso programma di restauro strutturale inserendo acciaio nelle parti in collasso.

MANGIARE MANTOVANO

ReporterMN

right fu uno dei primi architetti a rompere con l’Eclettismo ancora in voga alla fine dell’Ottocento, proponendo una concezione spaziale basata sull’intersezione di semplici volumi geometrici e traendo liberamente ispirazione da modelli storici anticlassici. Fondamentale nello sviluppo del suo linguaggio fu infatti il contatto con una gamma di suggestioni e riferimenti tratti dall’architettura tradizionale delle grandi case in legno americane, dalle culture native centroamericane, come quella maya, e dalla tradizione costruttiva giapponese. Nato e cresciuto nello stato del Wisconsin, all’età di 20 anni si recò a Chicago dove lavorò nello studio di Adlere Sullivan, dopo aver frequentato due soli anni della facoltà di ingegneria. Nel 1876, quando Wright aveva 9anni, la madre vide all’esposizione internazionale di Philadelphia i giochi Frobeliani. Frobel era un pedagogo che sosteneva che cartoni dalle forme geometriche e cubi di legno dipinti con colori primari avrebbero guidato i bambini alla conoscenza della natura, della composizione e scomposizione dei volumi principali in secondarie alla realizzazione di diverse forme. La madre lo costrinse ad esercitarsi a combinare questi elementi e ciò rimase impresso nella mente di Wright. La formazione scolastica, invece, fu scarsa eWright lasciò l’università dopo 2 semestri improduttivi. Nel 1893 aprì un proprio studio privato (Prairie School) che abbandonò nel 1911 per trasferirsi a Spring Green, nello stato del Wisconsin, dove fondò Taliesin I, II, III, residenza studio ricostruita a più riprese dopo essere stata distrutta in due successivi incendi nel 1914 e 1925. Dal 1916 al 1922 Wright visse in Giappone dove realizzò, a Tokio, l’Imperial Hotel. L’intera vita di Wright fuscandita da viaggi e periodi di soggiorno all’estero le cui mete privilegiate furono soprattutto l’Europa ed il Giappone. Il nome di Wright è intimamente associato al concetto di architettura organica. Essa deve il suo nome ad un atteggiamento progettuale attento al rapporto armonico tra le parti e il tutto, all’armonia tra l’uomo e la natura simile a quello che caratterizza un organismo vivente. Legato alla tradizione del “pionierismo statunitense”, si volse all’approfondimento del rapporto tra l’individuo e lo spazio architettonico e fra questo e la natura assunta come fondamentale riferimento esterno/interno.

Mantova - PAGINA 12 -

Impianti elettrici - Impianti di condizionamento Video sorveglianza - Vendita al dettaglio materiale elettrico - Piccoli e grandi elettrodomestici

SPECIALE INCASSO DE LONGHI PIANO COTTURA A GAS 4 fuochi, accensione elettrica, griglie smaltate, acciaio inox, comandi frontali. Misure: largh cm 58, altezza cm 5, prof. cm 50.

€ 149,00

La nuova Guida gastronomica di REPORTER MANTOVA la trovate presso:

Mangiare

• Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina

GUIDA 2016

MANTOVANO

... e non solo

€ 289,00 SMEG FRIGORIFERO 2 PORTE

Via Nino Bixio, 372 - Villafranca di Verona Cell. 342 3753236 artecornice@yahoo.it

capacitˆ frigo 187 lt capacitˆ freezer 48 lt classe efficenza energetica A+ capacitˆ congelatore 2 kg/24h consumo energia 226 kwh/anno autonomia senza energia 14 ore Misure: largh. cm 54 altezza cm 144 prof. cm 62

Via F. Corridoni, 18 - MANTOVA Tel. 0376.324549 stortiservicesrl@gmail.com

LIBRERIA DI PELLEGRINI - C.so Umberto 32 - Mantova - T. 0376 320333 EDICOLA CARTOLERIA - EMANUELA & LAURA P.zza Dall’Oca 3 - Roncoferraro (MN) - T. 0376 663182 LIBRERIA ULISSE - Via Corridoni, 5/a - Suzzara (MN) - T. 0376 532767


Speciale CASA

C

LE CORBUISIER E LA SUA RIVOLUZIONE

harles-Edouard Jeanneret, che più tardi avrebbe assunto, ricordandosi degli avi paterni, il nome d’arte di Le Corbusier, nasce il 6 ottobre 1887 a La Chaux-de-Fonds, in Svizzera, dove studia alla scuola d’arte, orientandosi poi, su consiglio del suo maestro Charles L’Esplattenier, verso l’architettura. Oltre che architetto, fu anche urbanista, pittore, scultore e scrittore, un vero artista a tutto tondo. La sua vera patria è comunque considerata la Francia, suo principale teatro di ogni attività critica e progettuale. All’età di quattordici anni, si iscrisse alla Scuola d’Arte del suo paese natale e quando compì i diciotto anni realizzò la sua prima

ReporterMN

Mantova - PAGINA 13 Mantova

abitazione. Dal 1906 al 1914 viaggia in numerosi paesi d’Europa, soggiornando soprattutto a Vienna, dove viene in contatto con gli ambienti della Secessione viennese, e a Berlino dove, nello studio di Peter Beherens, conosce Gropius e Mies Van der Rohe. Visitando le principali città italiane ricava un abbondante quaderno di schizzi delle architetture del passato con a margine di ogni disegno annotazioni e appunti sui materiali, sui colori, sulle forme. Ciò gli consente di acquisire un bagaglio culturale che affonda le radici nel passato e di evidenziare la sua passione per l’architettura, nonostante egli non abbia mai compiuto studi regolari in

questo ambito. Solo intorno al 1920 cominciò realmente a lavorare come architetto. Durante la fase di apprendistato lavorò a Berlino e poi a Parigi, dove avrà modo di approfondire fra l’altro il suo interesse per la pittura moderna. Osteggiato inizialmente dagli accademici per il suo presunto stile rivoluzionario, viene successivamente riconosciuto a livello mondiale, lasciando una traccia indelebile e profonda nelle moderne concezioni architettoniche ed urbanistiche. Il problema fondamentale che si pone all’architetto ha un duplice aspetto: da un lato organizzare lo spazio urbano, in modo che la città possa accogliere agevolmente le grandi masse

Ombretta Villa ASSICURAZIONI - CONSULENZA IMMOBILIARE PRESTITI - LEASING VIRGILIANA: Casetta a due piani indipendente ristrutturata parzialmente con piano terra: cucina, soggiorno, bagno con antibagno al primo piano bagno e due matrimoniali. Cl. energ. G. € 45.000

SAN SILVESTRO: Appartamento NUOVO al 2° piano con ascensore in palazzina a due piani composto da angolo cottura con soggiorno, 1 matrimoniale, 1 singola, bagno, disimpegno, balcone e garage. Cl. energ. B. € 90.000 TRATT.

VIC. V.LE RISORGIMENTO: Appartamento al 1° piano con ascensore di mq. 140 con cucina abitabile, grande soggiorno, 3 camere da letto, 2 bagni, corridoio, balcone e cantina. RISTRUTTURATO. Cl. Energ. F. € 140.000 TRATT.

PAIOLO: Appartamento al 4° piano con ascensore composto da cucinotto, 2 grandi soggiorni, bagno e lavanderia, 1 matrimoniale, 1 camera 3/4, cantina, balcone e posto auto coperto. Cl. energ. G. INFO IN UFFICIO

TE BRUNETTI: Appartamento RISTRUTTURATO di mq. 95 al 3° piano con cucina abitabile, sala grande con veranda, 1 matrimoniale, 1 camera 3/4, bagno, ripostiglio, cantina, posto bici e moto in comune. ANCHE A RISCATTO per due anni. Cl. energ. G. € 85.000 TRATT.

CENTRO: Appartamento BEN TENUTO al 4° piano con ascensore, cucina abitabile ARREDATA, soggiorno, 2 matrimoniali, 1 studio, bagno, soffitta, doppi vetri, nuovi serramenti in termopan CLIMA. Cl. energ. F. TRATT. IN UFFICIO

ZONA PAIOLO: Appartamento al piano rialzato di mq. 95 con cucina, sala, due matrimoniali, bagno nuovo con vasca e doccia, cantina, soffitta e GARAGE. Cl. energ. G. € 80.000 TRATT.

ZONA PAIOLO Trilocale al 5° piano da ristrutturare di mq. 100. con cucina, soggiorno, 1 matrimoniale, 1 singola, corridoio, bagno e cantina. Cl. energ. G. € 70.000 ZONA VIALI Appartamento al primo piano di mq. 117 con cucina abitabile, grande soggiorno, 3 camere da letto, bagno, 2 terrazze e GARAGE. Cl. energ. G. INFO IN UFFICIO

Viale Montello n. 7, Tel. 0376/326213 - cell. 345-0030967 immobiliareombres@gmail.com

di lavoratori di ogni livello sociale, legate alle attività contemporanee, dall’altro lato costruire edifici capaci di rispondere alle esigenze di vita collettiva ed individuale di quelle stesse masse. Il suo sistema progettuale è improntato dunque all’uso di sistemi razionali, con moduli e forme estremamente semplici, secondo i principi del “Funzionalismo”. Inoltre, molte nuove metodiche per l’ingegneria furono introdotte proprio da Le Corbusier. Il tetto piatto con giardino pensile, ad esempio, rappresenta un importante contributo dell’architettura: esso è formato da un ampio spazio situato su banchi di sabbia, con l’aggiunta di ampie zone verdi poste al di sotto dell’abitazione. Nella sua infaticabile sperimentazione riesce anche a toccare gli estremi opposti in una varietà di linguaggi plastici, come testimoniano le villas La Roche-Jeanneret e Savoye( 1929/31), ), “l’unite d’abitation” di Marsiglia (1947/52), La Cappella di Notre-Dame-Du-Haut sulla sommità

PAGINA 13

di una collina che domina la borgata di Ronchamp( 1950/54), il convento dei domenicani La Tourette, La Maison De L’homme a Zurigo e L’ospedale di Venezia. Nello stesso anno mostra, al Salon d’Automne, il suo progetto di una Città per Tre Milioni d’Abitanti, che sarà un caposaldo per i futuri studi urbanistici. L’anno successivo pubblica “Verso una Architettura”, il libro d’architettura più importante della prima metà del secolo scorso, un esplosivo manifesto in cui sostiene che l’impegno nel rinnovamento dell’architettura può sostituire la rivoluzione politica, può realizzare la giustizia sociale. Nel libro tratta di tre dei cinque punti: i pilotis, i tetti-giardino e la finestra a nastro. A questi tre elementi si aggiungeranno qualche anno dopo la facciata libera e la pianta libera. Sono i famosi “cinque punti di una nuova architettura” applicati con intenti teorematici in una delle opere più importanti del razionalismo architettonico, villa Savoye a Poissy del 1929.


Speciale CASA

Mantova

CHARLES RENNIE MACKINTOSH E LA SCUOLA D’ARTE DI GLASGOW

olto interessante è il movimento che si ha in Scozia con Mackintosh, nato nel 1868 e morto nel 1928. Egli studia presso la scuola d’arte della città di Glasgow, lavora nel frattempo presso vari architetti, poi fa un viaggio in Italia dove è interessato non al mondo classico ma ai mosaici di stampo bizantino - in particolare per il rapporto tra colore e la luce, che cerca di riproporre nelle sue opere - guarda molto al dettaglio delle opere del periodo medievale. All’inizio progetta secondo i classici schemi accademici, si occupa di allestimento di mostre. La denominazione scuola di Glasgow deriva dal fatto che lavora all’inizio con un altro architetto, con la moglie e le sorelle MacDonalds dando il nome a questo quartetto di scuola di Glasgow. Inizialmente le opere della scuola sono essenzialmente sale da te; in particolare ricordiamo lasala da tea in Argyle street (1897-98), dove notiamo immediatamente che la decorazione diventa geometrica e sobria. In questa prima sala da tea possiamo vedere uno dei marchi della scuola ovvero le figure femminili, in questo caso donne che tengono le rose. Nel 1901 progetta

un’altra sala da te in Ingram street, dove si trovano sempre gli stessi elementi di linearismo vengono riproposti ed infine la sala da tea Willow (1903-04) con vetrate a colori molto tenui, che sono uno dei marchi di Mackintosh. Inoltre è importante sottolineare che l’arredo d’interni, che in Inghilterra era sempre molto fastoso. La sua opere fondamentale

è la scuola d’arte di Glasgow (1897-99 e 1907-09 con la costruzione della biblioteca), notiamo una pianta rettangolare con affaccio su strada, grandi aule vetrate, quattro piani che sembrano in realtà due (molto sottile in quest’opera lo studio della percezione che si ha dell’edificio), aggetto del cornicione per evitare la luce più violenta. Rivestimento in pie-

tra sulla facciata principale e le due corte, mentre intonaco grezzo sulla facciata non in vista (per motivi di costi e funzionali). Se guardiamo il prospetto possiamo osservare che risulta diviso in 8 parti, l’entrata è esattamente nella metà, anche se in realtà ci sembra appartenere alla parte sinistra (un gioco di percezioni studiato dall’architetto), a sinistra della porta di accesso si trovano tre bucature tutte uguali, mentre a destra quattro di diverse dimensioni. Il blocco centrale in pietra, in cui l’entrata è nel centro stesso dell’edificio, è disegnato e voluto in maniera diversa, si trova la scale d’accesso, due bucature laterali sulla sinistra, una bucatura sopra l’entrata ed infine un camino, che da un senso di verticalità che riporta la percezione alla metà dell’edificio, da sottolineare come la larghezza delle finestre sia la stessa e la altezza il doppio; al di sopra del portale d’ingresso si trova un balcone, affiancato da bow window. Decorazione geometrica riscontrabile nel ferro battuto delle grandi vetrate. La biblioteca, chiaramente individuabile dall’esterno, ci riporta a questo gusto medievale, con facciata movimentata da bow window poco sporgenti a tutta altezza, scansione rigorosa poco movimentato, impressione di severità. La biblioteca presenta elementi di grande modernità all’interno, il più importante è la galleria il cui solaio è molto arretrato rispetto ai pilastri, dando un movimento ed una spazialità che può ricordare l’architettura giapponese. Tutto l’arredo viene sempre fatto da Mackintosh sempre con elementi geometrici, questo movimento darò dall’avanzamento del pilastro ed arretramento della balconata è un’elemento di grande novità. Gli interni sono estremamente spaziosi ed ariosi senza preponderanze di arredi, con il colore bianco dominate in tutti gli ambienti. Altra opera interessante sede del quotidiano

Daily Recod (1901), in questo caso si trova a lavorare in una strada molto stretta e cerca di dare molto verticalità all’edificio, lavorando con materiali diversi, troviamo prima della pietra, poi mattonelle bianche conclusi da coppi; la facciata è ulteriormente movimentata dai con bow windows non troppo aggettanti; colori vivaci e molto bianco. La prima delle sue case private è la Windy hill (1900-01), anche qui ritroviamo l’influsso dell’architettura medievale; quello che si vede dalla pianta è l’attenzione all’ambiente in cui viene inserito il corpo di fabbrica, viene quindi anche disegnato il giardino, con la stessa geometria

che viene in tutto i progetto. La pianta risulta mossa, piuttosto chiusa all’esterno, sempre in intonaco bianco, l’elemento curvilineo si ritrova in alcuni settori della casa e viene riproposto anche nel giardino; ritroviamo il tetto a falda e gli abbaini, però il tutto assemblato in maniera personale. Un’altra casa interessante è la Hill house (1902-06), anche in questo caso si nota una netta influenza medievale (come la piccola torricina scalare che porta ai piani superiori, chiusa da un tetto conico), la pianta è mossa ed il tetto a falde; troviamo però anche una libertà nella disposizione delle bucature (ritagliate nella muratura

Magnani

senza cornici esterne), il serramento è a quadrato all’inglese. Negli interni troviamo le pareti bianche e l’arredo di colori chiari, sempre progettati da lui; anche in questo caso il giardino è progettato in funzione della casa. Partecipa anche al progetto per la casa ideale per l’amatore dell’arte (1901) (un tipo di utenza che incontreremo anche nei periodi più tardi); ritroviamo un blocco molto compatto, usa sempre materiali tradizionali (mattone, intonaco, pietra), sottolineato il primo piano con bow window e facciate molto compatte in cui vengono ritagliate le finestre, riscontriamo la libertà di composizione della facciata data dal posizionamento delle bucature. Per quanto riguarda la pianta, notiamo essere più compatta rispetto alle ville che abbiamo analizzato; comunque inserita nel suo contesto e nei progetti sono impostati i posizionamento degli alberi e del verde. Venne poi costruita nel 198996. Lavora molto con opere di design e partecipa all’esposizione di Torino del 1902, che è una delle esposizioni più importanti per quanto riguarda il liberty in Italia; il padiglione della Scozia viene progettato da Mackintosh.

ReporterMN

M

PAGINA 11

Mantova - PAGINA 14 -

S.A.S.

Maestri Artigiani

Tende e arredo|Tende da sole|Reti e materassi|Tappeti e moquette Rivestimento sedili|Riparazione|Rinnovo tappezzeria|Produzione su misura|Stoffe e tessuti

www.magnanipietro.it

Via Palermo, 10 - Suzzara (Mantova) - Cell. 380.1576566 - tendasolsnc@virgilio.it


R

enzo Piano nasce a Genova il 14 Settembre del 1937, da una famiglia di imprenditori edili. Laureatosi al Politecnico di Milano nel 1964, dopo aver effettuato le esperienze press architetti assai affermati all’epoca (come Franco Albini, Marco Zanuso, Louis Kahn e Makowskj), e pur continuando ad aiutare il padre nel suo lavoro, inizia in proprio un lavoro di sperimentazione che lo porterà ad esiti del tutto originali. In particolare, si dedica allo sviluppo di strutture spaziali a guscio, realizzate con sistemi costruttivi innovativi (dato che innovativa è la sua concezione spaziale), avendo come riferimento l’amico e maestro francese Jean Prouvé. La risonanza internazionale di questi lavori, a cui si aggiunge una commissione importante come il padiglione per la XIV Triennale del 1966, è enorme. Il suo nome si impone nell’ambiente e presso gli esperti tanto che alcune riviste specializzate gli dedicano ampi servizi (è il caso di “Domus”, che in un suo numero dell’epoca illustra i primi progetti di Piano). Ma il sintomo del vero successo è la citazione del suo nome su riviste sempre del ramo ma non rivolte esclusivamente ad addetti ai

Mantova - PAGINA 15 -

RENZO PIANO DALL’ITALIA AL MONDO

Alcune dei progetti di Renzo Piano sparsi nel mondo. In alto, il centro culturale di Noumea progettato in Nuova Caledonia. A finco, il Centre Pompidou a Parigi. Sotto, la grande “Bolla” trasparente costruita nel Porto Antico di Genova

lavori od appassionati, come ad esempio “Casabella”. Grazie a questa affermazione internazionale ormai consolidata, ottiene possibilità di realizzare il padiglione dell’industria italiana all’Expo di Osaka nel 1969. Dal 1971 inizia la collaborazione con Richard Rogers, nella società Piano&Rogers, e dal 1977 con Peter Rice, con la Piano&Rice Associates. Proprio in questo periodo gli viene affidato uno dei progetti più discussi della sua carriera. Parigi, infatti, disponeva di una piazza non molto grande e del tutto anonima, che l’amministrazione cittadina (e il Presidente francese Pompidou

in primo luogo), aveva deciso di riqualificare, istituendo un centro per l’arte contemporanea. Dopo aver valutato il progetto di Piano, ecco allora che nasce il celeberrimo, Centre Georges Pompidou, detto anche “Beaubourg”, cento mila metri quadrati nel cuore della capitale francese, una costruzione dall’impianto architettonico ardito, costruito con materiali inusuali. Il Centro era così innovativo che non ha mancato di suscitare un vero fiume in piena di commenti, sia a favore che contro. Ad ogni modo, Renzo Piano, a dispetto delle critiche che talvolta si sono abbattute sul suo lavoro, è sempre andato avanti sulla sua strada. A proposito della sua inclinazione per questa professione ha avuto modo di dichiarare: “Quello dell’architetto è un mestiere antico come cacciare, pescare, coltivare ed esplorare. Dopo la ricerca del cibo viene la ricerca della dimora. Ad un certo punto, l’uomo, insoddisfatto dei rifugi offerti dalla natura, è diventato architetto”. Dal 1981 ha dato vita al Renzo Piano Building Workshop, mirato all’uso di materiali e tecnologie all’avanguardia, con l’intento di progredire sempre di più nella capacità di realizzare edifici e complessi urbani in tutto il mondo. Grazie alla straordinaria mole del suo lavoro e ai concetti innovativi che esso ha prodotto, su di lui sono stati spesi fiumi di inchiostro, un universo critico facilmente reperibile attraverso

gli innumerevoli testi che sono stati pubblicati sulla sua intera opera. Inoltre, nelle principali città dell’Europa e degli Stati Uniti d’America (oltre che in Giappone e in Australia), gli sono state dedicate innumerevoli mostre. Tra i principali riconoscimenti internazionali si ricordano: l’Honorary Fellowship Riba a Londra (1986), la Legione d’onore a Parigi (1985), la Riba Royal Gold Medal for Architecture (1989), il titolo di “Cavaliere di Gran Croce”, il premio Imperiale a Tokio (1995) e il premio Pritzker (1998). Dal 1994 è ambasciatore dell’Unesco per l’architettura. Numerosi sono anche i riconoscimenti universitari (visiting professor alla Columbia University di New York, alla Architectural Association di Londra, laurea honoris causa ricevuta dalle Università di Stoccarda e Delft) e quelli in concorsi nazionali ed internazionali. Architetto ormai noto in tutto il mondo, è tornato alla ribalta dopo il 2000 grazie all’inaugurazione dell’Auditorium della Musica di Roma, un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti della grande musica. Tra le sue ultime opere disseminate in tutto il mondo c’è lo Shard London Bridge, il il grattacielo più alto d’Europa, inaugurato a Londra all’inizio del mese di luglio 2012 in occasione dei Giochi Olimpici. Alla fine del mese di agosto 2013 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha nominato Renzo Piano senatore a vita.

C.M.M. DI PAOLINI PAOLO

MOBILI E CUCINE SU

MISURA

…COSTRUIAMO i MOBILI sulla MISURA de lle t ue IDEE…

Falegnameria FINO AL 31 E R DICEMB 2106

FINESTRE e BLINDATE per DETRAZIONE

65% RISPARMIO ENERGETICO

PORTE INTERNE E INFISSI SU MISURA Via Mantova 1368/A Romanore di Borgo Virgilio (MN) Tel. 0376 648226

info@falegnamerialupiromano.it

ReporterMN

Speciale CASA

CHIAMACI

per un preventi vo gratuito

348 2800390 - 331 3577743 mobilipaolini@gmail. com


SPORT

Mantova - PAGINA 16 -

SPORTING CLUB: cinque giornate di speranza

U

na brutta sconfitta casalinga contro il modesto Leoncelli (0-1), un bel pareggio in casa della capolista Nac Curtatone (2-2) e due vittorie consecutive con il Casalromano terzo in classifica (2-1) e con il fanalino di coda PSG (2-0). Questo il bilancio dell’ultimo mese per lo Sporting Club, attualmente al quinto posto del Girone H di Prima Categoria a quota 42. A cinque giornate dal termine del campionato, non sono molte le speranze di prendere parte ai play-off ma la formazione allenata da Alessandro Novellini non lascerà nulla d’intentato. Sicuramente, i 16 punti ottenuti in dieci partite del girone di ritorno, rappresentano un bottino deludente alla luce delle potenzialità dell’organico goitese. Basti pensare alle prestazioni offerte contro le due mantovane che assieme alla Pro Desenzano lotteranno fino alla fine per la promozione diretta, ovvero Nac Curtatone e Casalromano. Sul campo degli uomini di Tenedini, infatti, lo Sporting ha replicato la bella prova offerta nella gara d’andata conclusa sull’1-1. Questa volta, gli azzurro-argento-granata sono stati bravissimi a ribaltare il risultato portandosi sul 2-1 ma sono stati raggiunti nuovamente in piena “Zona Cesarini”. Contro la formazione guidata da Marmiroli, invece, i goitesi hanno ottenuto tre punti me-

ritatissimi grazie a una delle migliori esibizioni della stagione, coronata dalle reti di Spazzini nel primo tempo e di Guidi nella ripresa. Nell’ultimo impegno prima della sosta per le festività pasquali, lo Sporting non ha avuto difficoltà a superare il PSG ultimo della classe con i gol firmati da Bisku e Berti. In vista del rush finale, non resta altro che provare a fare bottino pieno sperando nei passi falsi delle avversarie. Per quanto riguarda il settore giovanile, le buone notizie arrivano come d’abitudine dalla formazione Allievi: nella fase regionale, i ragazzi di Mister Luca Brunoni proseguono la loro marcia trionfale in vetta al Girone E a punteggio pieno dopo nove giornate. Nell’ultimo turno, lo Sporting ha calato il poker in casa della Bassa Bresciana e la sua corsa sembra ormai inarrestabile. A far da contraltare, c’è purtroppo la matematica retrocessione dei Giovanissimi Regionali A che hanno salutato la categoria dopo lo 0-5 subito da parte del Pavoniana. Nonostante l’ultimo posto in classifica, i ragazzi allenati da Vittorio Lanfredi hanno onorato l’impegno e si sono battuti dignitosamente contro avversari più attrezzati ed esperti di loro. La bontà del lavoro svolto in questa stagione tornerà utilissima nell’immediato futuro. Stefano Aloe

La formazione della Prima Categoria dello Sporting

MATTEO PEDERCINI Dopo due stagioni in qualità di allenatore in seconda della prima squadra, Matteo Pedercini è al primo anno come responsabile della formazione Pulcini. Una nuova veste che gli sta riservando molte soddisfazioni: «Ho sempre avuto il desiderio di lavorare con i giovani perché credo che possa darti maggiori gratificazioni. Sono al mio esordio come allenatore dei Pulcini ed è sicuramente un’esperienza

molto interessante sotto tutti i punti di vista». Passare dagli adulti ai ragazzi cambia completamente lo scenario: «E’ tutto diverso rispetto ai due anni precedenti» sottolinea «sia per quanto riguarda i problemi da affrontare sia per le soddisfazioni che questa nuovo ruolo ti può dare. Il mio obiettivo principale è la crescita dei ragazzi non solo tecnica ma anche caratteria-

le, insegnando i fondamentali e trasmettendo loro i principi più alti del nostro sport come la lealtà e il rispetto delle regole». «I risultati agonistici» conclude Mister Pedercini «non costituiscono una priorità perché penso che per i ragazzi il divertimento sia la cosa più importante. E aggiungo che sarebbe meglio che le loro partite fossero dirette da un arbitro vero».

Minipulcini dello Sporting allenati da Andrea Dalla Vecchia

ROBERTO LAMBERTI

Pulcini dello Spirting allenati da Matteo Pedercini

Tredici anni nel settore giovanile dell’A.C.Goito, altri cinque nel Mantova del patron Fabrizio Lori e infine sette nelle file dell’Olimpia. E dopo un anno sabbatico, finalmente Roberto Lamberti è tornato a casa come responsabile tecnico del settore giovanile dello Sporting Club. «Assieme ai vari allenatori» spiega «mi occupo di coordinare l’attività delle formazioni che vanno dal 2005 al 2011, per un totale di circa 80 ragazzi. Ci sono degli elementi interessanti in prospettiva e su questi possiamo lavorare bene per il futuro, sperando ovviamente di poterne inserirne presto

di nuovi. Per esempio, i 2005 inizieranno a giocare a 9 nella prossima stagione e quindi ci sarà bisogno di ampliarne l’organico». «A Mantova ho trascorso cinque anni splendidi nei quali ho imparato tantissimo» ricorda Lamberti «poi sono stato sette stagioni all’Olimpia dopodiché ho preferito staccare la spina per un anno. I primi contatti con lo Sporting sono avvenuti la scorsa estate ma avevo rifiutato. Ma quando a gennaio mi hanno proposto nuovamente di ricoprire questo ruolo, ho accettato e sono contentissimo di far parte della nuova società».


Suzzara

Mantova - PAGINA 17 Mantova

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

PAGINA 19

Suzzara

IL 2 e 3 APRILE LA 7° EDIZIONE DI “TRA PIANTE, ORTI E GIARDINI”. LUCA SARDELLA SARA’ LA GUEST STAR

SE SON ROSE FIORIRANNO A SUZZARA

I

l 2 e il 3 aprile 2016 a Suzzara troverete tutto per i vostri orti e per i vostri giardini. Vivaistica, floricoltura, attrezzature da giardinaggio, arredo “verde”, spettacoli e mercato contadino saranno solo alcune delle sfaccettature della settima edizione dell’evento dal titolo “Tra piante, orti e giardini”, frutto della sinergia fra il comune di Suzzara e la pro loco. L’amplissimo programma animerà le vie e le piazze del centro storico. Sabato 2 aprile iniziamo in grande stile

alle ore 17 con la guest star Luca Sardella e Francesca, chef di Pharmavegana, che ci insegnerà tutti i segreti per una cucina salutista e naturale. Alla stessa ora ci sarà l’intitolazione dell’area verde di via Mantova alla memoria di Olga Villi e presso la pro loco di via Garibaldi verrà inaugurata la mostra di pittura dell’artista Grazia Badari, dal titolo “ Il paesaggio e l’anima”. Alle ore 18, invece, presso la villa dei Noccioli di via Cairoli verrà presentato il libro “Mi toccherà ballare” di Ottavia Casagrande e Raimonda Lanza di Trabia edito da Feltri-

nelli nel 2004. Gli eventi proseguono domenica 3 aprile quando la villa dei Noccioli sarà di nuovo protagonista con laboratori, attività e presentazione dei lavori realizzati dall’Ic 1 Margherita Hack, Scuola “R.Agazzi” di Suzzara, e dall’istituto agrario “Strozzi” di Palidano in un evento dal titolo “Acquerellando con la natura”, a cura di Antonella e Giulia. Seguirà anche la mostra-mercato da collezione dei dipinti Avis Suzzara. Dalle ore 9 in piazza Garibaldi “Antichi Mestieri”, e dalle 15.30 in tutte le piazze il pagliaccio Bubba itinerante divertirà grandi e piccini con le sue gags. Alle ore 10.30 presso Piazzalunga Cultura un’altra mostra pittorica dal titolo “Natura in posa”. Alle ore 17 presso villa dei Noccioli concerto di primavera della scuola comunale di musica di Suzzara. In entrambi i giorni sarà anche il cibo a farla da padrone con risotto in piazza ed altre prelibatezze. Alla manifestazione sarà presente anche il camper Upd del Rotary con l’iniziativa “Stop all’Ictus”. Un week end da non perdere.

ASSISTENZA FISCALE A TRECENTOSESSANTA GRADI

Lo studio Francesca Bigi e Andrea Garimberti, dottori commercialisti e revisori legali, offrono servizi di consulenza, assistenza fiscale, aziendale e societaria a 360°, sia a privati, che ad imprese e lavoratori autonomi. In particolare, lo studio mette a disposizione: a) Per le PERSONE FISICHE - servizi di predisposizione, ed invio dei modelli dichiarativi quali: modello 730 e modello Unico, calcolo e predisposizione modelli di versamento IMU e TASI, predisposizione dichiarazioni di successione ed adempimenti correlati (volture catastali), predisposizione e gestione contratti di locazione, supporto e consulenza in materia di detrazioni fiscali per interventi di ristrut-

turazione edilizia e/o risparmio energetico, predisposizione e trasmissione telematica di mod. F24; b) Per le IMPRESE (imprese individuali, professionisti, società) - tenuta della contabilità ed adempimenti fiscali correlati, consulenza fiscale e societaria, predisposizione ed analisi di bilancio, revisione legale, servizi di fatturazione elettronica. Lo studio può contare sulla elevata professionalità di Dottori Commercialisti e Revisori Legali, Dott.ssa Francesca Bigi e Dott. Andrea Garimberti, professionisti qualificati con esperienza pluriennale in campo fiscale e societario.

Studio Dottori Commercialisti Dott. COMMERCIALISTA

Dott. COMMERCIALISTA

BIGI FRANCESCA

GARIMBERTI ANDREA

REVISORE LEGALE

REVISORE LEGALE

Sabat 02.04. o 20 dalle 9 16 ,3 alle 12 0 .30

APERTE LE PRENOTAZIONI 730 UNICO IMU TASI Servizio qualificato, svolto da dottori commercialisti, prendendo appuntamento al numero 0376/523062 È inoltre possibile richiedere assistenza per

DICHIARAZIONI DI SUCCESSIONE EREDITARIE CONTRATTI DI LOCAZIONE Piazza Arrigo Luppi, N. 3/2 - Suzzara (MN) - Tel. 0376 523062 andrea.garimberti73@gmail.com - bigi.francesca@virgilio.it

MICRONIDO C'ERA UNA VOLTA Via Curtatone e Montanara, 44/ A - Suzzara (MN) - Tel. 345 8149751 www.micronidoceraunavolta.it - gabrielecucciolo@gmail.com


PAGINA 18 ReporterMN

Mantova

ARTICOLI PER ACQUARI LAGHETTI PER GIARDINO PESCI TROPICALI ACCESSORI

Tinteggiatura Civile & Industriale www.europitture.net info@europitture.net

NUOVI ARRIVI Carpe Koi

VALENZA L. 335 5936539 BERGONZINI M. 335 5936565

WWW.ACQUARIOPESCASPORT.IT ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO:

Dal marted“ al sabato dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 Chiuso Domenica e Luned“ tutto il giorno

EUROPITTURE S.n.c. Via G. Natta 1/A - 46029 Suzzara (MN) Tel. 0376 525129 - Fax 0376 525649

AcquarioPescaSport di Luca Rasio Viale Della Pace, 29/A - Brusatasso di Suzzara (MN) Tel/fax 0376 550066 - cell. 346 3714952 info@acquariopescasport.it

©

©

Società di Intermediazione Immobiliare Agenzia Immobiliare Castello di Ferdinando Oliani • Piazza Luppi,1/A - SUZZARA (MN)• Tel./Fax 0376 533860

Cell. 348 2658686 • agenziacastellosuzzara@alice.it www.agenziacastellosuzzara.it • seguici su PALIDANO DI GONZAGA BELLA VILLA SINGOLA A PIANO RIALZATO Villa singola, degli anni '80, ristrutturata. sogg, cucina, taverna, soffitta, cantina, lavanderia, garage doppio, posto auto, giardino, porticato. C. ENERG. G. € 420.000 SUZZARA APPARTAMENTI DI PRESTIGIO CLASSE ENERGETICA "A" IN ELEGANTE PALAZZINA RESIDENZIALE DI NUOVA COSTRUZIONE € 145.000,00

CONSULENTE PARTNERS

come vendere o comprare casa

senza affidarsi al caso.

CONSULENTE PARTNERS


Suzzara

MASSAGGIATORE SPORTIVO

LUCA BALLOTTA

MASSAGGI

AFFILIATO

Per appuntamenti ed informazioni Via E. Toti, 11 - SUZZARA (MN) - 347 8705471 - ballotz@hotmail.it

ReporterMN

www.massaggiballotta.it

COLTO, GIOVANE E INGEGNERE E’ IVAN ONGARI, PRIMO CITTADINO DI SUZZARA

van Ongari è il giovanissimo sindaco di Suzzara. Ingegnere, si dedica con grande passione alla sua città e alla sua professione. In questa intervista lo conosceremo meglio. Che cosa sta facendo la sua amministrazione per la città di Suzzara, dal punto di vista delle opere pubbliche? “E’ stata restaurata la torre medievale, con un intervento costato intorno agli 800.000 euro. La torre sarà pronta ed inaugurata verso metà aprile. E’ stata definitivamente messa in sicurezza e mancano solo alcuni dettagli. Come amministrazione, tenevamo particolarmente al restauro della torre, poiché essa è il simbolo della città, nonché l’unico

cimelio antico che abbiamo. Oltre a questo, abbiamo realizzato una nuova scuola. Il piano terra è già utilizzato, mentre il primo piano sarà completato a giugno. Mancano solo gli impianti, e bisognerà decidere come e a chi destinare gli spazi e come ripartirli, ma è stato molto importante investire nella costruzione di una scuola, data la forte pressione scolastica. Questo non è, naturalmente, l’unico intervento che è stato fatto per l’istruzione, ma è certamente quello più importante e determinante per la città di Suzzara”. Altri progetti? “L’opportunità data dal governo di svincolare cifre importanti dal patto di stabilità, purché le opere fossero già ‘incipienti’ ci ha

dato la possibilità di mettere in cantiere 3 milioni di opere pubbliche. Questa opportunità ci è parsa imperdibile, perché fino a quel momento i soldi c’erano, ma non si potevano spendere. In ogni caso, su questo tema ci sarà una serata organizzata ad hoc per la cittadinanza”. Quale è stato l’impatto del terremoto su Suzzara? “La nostra città ha avuto problemi soprattutto per ciò che riguarda abitazioni private, più che per gli edifici pubblici. Si può dire che, nonostante tutto, siamo stati fortunati, in particolare se paragoniamo la nostra situazione a quella di Moglia, che invece è stata duramente colpita. Suzzara, inoltre, fa parte, insieme ad altri sei comuni,

CHV, DAL 1986 AL LAVORO PER IL TERRITORIO

Numerose le progettualità messe in campo dalla cooperativa sociale suzzarese Un trentennio di attività al servizio del territorio e, in particolare, delle persone affette da disabilità, più o meno grave, e delle loro famiglie: la Cooperativa CHV di Suzzara è soprattutto questo, nonché la concretizzazione di quanto pensato nel 1986 nel momento in cui venne a costituirsi quella che è oggi l’associazione “Idea”, dando vita a quello che è diventato poi il braccio operativo della medesima, mettendo insieme genitori, volontari e gli stessi disabili. La prima realtà messa in atto dalla cooperativa – che in questi anni ha sempre operato nella gestione di servizi di assistenza, formazione e integrazione sociale per persone con handicap e disagio sociale a rischio

di marginalità ed opera in collaborazione con gli Enti Locali e con Associazioni di Volontariato del territorio – è stata la realizzazione, nel 1987, del Centro Socio Educativo, divenuto successivamente Centro Diurno Disabili “Dodiesis” di Suzzara e rivolto ai ragazzi con handicap grave. Nel 1996 è partita invece la sperimentazione del Servizio Formativo all’Autonomia per l’Integrazione Sociale, a Palidano di Gonzaga, e rivolto a persone con handicap psico-fisico più lieve. Dalla sperimentazione nasce il progetto “Chi è dentro, è dentro... e chi è fuori?” che attualmente prevede la gestione congiunta dei Giardini Pubblici Gina Bianchi di Suzzara e, dal 2005, del Parco Florida di Pe-

gognaga mediante il coinvolgimento progettuale ed operativo di circa 60 giovani/studenti, 20 adulti e diverse agenzie sociali/ culturali del territorio mantovano. Accanto alla gestione dei bar e delle aree verdi spicca l’attivazione di Sconfinart, rassegna di concerti internazionali di musica etnica e di qualificati eventi culturali. A completare l’attività, la nascita, nel 2012, del Centro Socio Educativo e, da luglio 2013, la sperimentazione del Servizio Formativo all’Autonomia “AltraLuna”, rivolto a giovani con disabilità medio-lieve, che necessitano di un accompagnamento leggero, finalizzato all’inserimento in attività sociali, pre-lavorative e a veri e propri inserimenti lavorativi. (nic)

onlus

ciale tiva So Cooperaarietà a r.L. d li o di S

www.chvcoop.org - info@chvcoop.org

C.H.V. Cooperativa Sociale di Solidarietà a r.L. Onlus

Grazie (5x) 1000.

co, si è sempre in prima linea. Si cerca sempre di dare il massimo. E’ il primo mandato? “Sì, e anche se in passato ero stato assessore, non pensavo che diventare sindaco impattasse così tanto sulla vita privata. Qualche sera fa mi prendevano in giro in consiglio e dicevano che questo è il mestiere giusto o per un disoccupato single o per un pensionato vedovo. In ogni caso non mi sono pentito, l’ho fatto con lo spirito di chi restituisce il bello che ha avuto”. In che senso? “Sono stato fortunato. Tutto è andato bene, mi sono laureato in tempo e con il massimo dei voti, ho trovato subito lavoro. Quando mi sono candidato l’ho fatto perché ero convinto che fosse venuto il momento di restituire ciò che avevo ricevuto. Quando ci sei dentro, dai tutto senza fermarti a pensare a quello che lasci indietro. E’ un equilibrio precario, che non sono mai riuscito a trovare, è sempre una rincorsa. Prima di decidere

di candidarmi ci ho pensato sei mesi. A quel tempo ero ricercatore presso il Politecnico di Milano, professione che amavo moltissimo. Ho dovuto lasciare quel lavoro per fare il sindaco, ma l’ho fatto anche perché molti professori che hanno determinato la mia formazione, mi avevano inculcato l’amore per la cosa pubblica e l’importanza dello spendersi per gli altri. Rimango convinto del fatto che solo così, la propria vita sia pienamente vissuta”. Quanto è stato importante il percorso scolastico per ricoprire la carica di sindaco? “Ho fatto il liceo scientifico al Manzoni di Suzzara e poi mi sono laureato in ingegneria. Nonostante la mia inclinazione per le materie scientifiche, determinanti sono stati i professori delle materie umanistiche. La cultura riempie la vita, è sempre un ottimo antidoto al vuoto esistenziale che in certi momenti caratterizza la vita umana, e con la cultura ci si difende sempre”.

EDILIZIA NUOVE COSTRUZIONI RISTRUTTURAZIONI CIVILI ED INDUSTRIALI

Tel. 335 6674456

ReporterMN

Ricorda il nostro codice fiscale:

Una firma che fà differenza!

Ivan Ongari, sindaco di Suzzara

Via Galvani, 18 - 46029 Suzzara (MN)

Nella tua dichiarazione dei redditi scegli CHV Cooperativa Sociale di Solidarietà Onlus per destinare il tuo 5x1000.

01452880204

di una zona franca, perché è stata inclusa nelle cosiddette ‘zone rosse’, dato che il campanile della chiesa era pericolante. Nel momento in cui il patrimonio storico-artistico era stato danneggiato, infatti, sono state erogate agevolazioni fiscali per le attività commerciali”. Qual è il rapporto con i cittadini? Nonostante l’amministrazione comunale sia composta solo da me e da quattro assessori, cerchiamo di essere sempre vicini ai cittadini e di avere con loro un rapporto sempre più diretto. Abbiamo deciso di essere solo in cinque, naturalmente, per contenere i costi. Tuttavia essere in pochi significa dover gestire una mole immensa di problemi e di temi. Il comune cresce continuamente, così pure il comparto industriale. Pur nelle difficoltà cerchiamo di avere un rapporto stretto con i cittadini, attraverso il sito internet del comune, la pagina facebook, e le assemblee pubbliche, che per i temi più sentiti sono molto partecipate”. Quali sono le tematiche più sentite? “Direi, senza dubbio, la viabilità, i rifiuti e la sicurezza”. Che cosa significa per un ragazzo di soli 35 anni fare il sindaco? “‘Intender non può chi non lo prova’, scomodando Dante. Ricoprire la carica di sindaco ha un impatto immenso sulla vita privata. Io sono ingegnere e ho deciso di mantenere la mia professione, che svolgo al pomeriggio e in questo modo non stacco mai. Al mattino sono in comune, al pomeriggio in studio e alla sera di nuovo in comune. Diciamolo pure: nessun sindaco vuole fare brutta figura, e cerca sempre di fare di tutto per risolvere i problemi dei cittadini. Come sinda-

damianozapparoli@hotmail.com

VENDESI A SUZZARA

AMPIA BIFAMILIARE in costruzione

ReporterMN

I

PAGINA 11

Mantova - PAGINA 19 Mantova


Suzzara PAGINA 20

Mantova - PAGINA 20 -

P

aola Bruschi è dirigente scolastico dell’Ic Manzoni di Suzzara da ben 9 anni. Ama profondamente la sua scuola e nel suo lavoro mette tutta sé stessa. In questa intervista la Bruschi ci racconterà dell’Ic Manzoni, del rapporto con gli studenti e del ruolo mistificato dei dirigenti scolastici dopo la riforma Renzi. Quali indirizzi si possono trovare presso l’Ic Manzoni? “L’Ic Manzoni racchiude il liceo scientifico, il liceo delle scienze applicate, il liceo linguistico, il liceo delle scienze umane, anche con l’opzione economico-sociale, e l’istituto tecnico commerciale. Dunque è un istituto superiore”. Manca però il liceo classico... “Quando sono arrivata, nove anni fa, avevo aperto anche il liceo classico, che è rimasto per cinque anni, ma non ho mai ricevuto iscrizioni. Trascorso questo tempo, la provincia stessa mi ha chiesto di renderlo silente. Questa parte del territorio ha una vocazione particolare, dato il forte indotto industriale. Per questo si preferiscono scuole ritenute più spendibili a livello professionale. La preparazione fornita dal liceo scientifico o dall’istituto tecnico commerciale risulta, dunque, più appetibile. Inoltre il liceo Virgilio di Mantova resta il polo attrattivo a livello provinciale”. Quali sono i risultati da un punto di vista prettamente qualitativo dell’Ic Manzoni? “Da qualche anno la Fondazione Agnelli sta monitorando la qualità delle scuole superiori ‘ex post’ in tutto il territorio mantovano. Per ‘ex post’ intendo sia a livello universitario che lavorativo. Il nostro istituto tecnico commerciale è risultato il primo sul territorio, e il liceo scientifico è stato per lungo tempo il secondo, dopo il Belfiore di Mantova. Quest’anno però c’è stato il sorpasso. Ho apprezzato molto che Marina Bordonali, dirigente del Belfiore, si sia complimentata con me”. Qual è la situazione per ciò che riguarda le iscrizioni per l’anno 2015 – 2016? “Le iscrizioni alle prime classi sono state costanti rispetto agli anni precedenti su tutti gli indirizzi. Molte scuole hanno subìto un calo. Viviamo un’epoca di grandi incertezze e il liceo mette davanti ad un problema di prospettive, si sa che richiede un percorso molto lungo. Molto richiesti sono i corsi di formazione professionali, spendibili immediatamente. Il liceo, adesso, è una bella sfida”.

La Torre Civica Medioevale

Mantova

PAOLA BRUSCHI: VI PRESENTO

LA “MIA” SCUOLA DALLA DIDATTICA ALL’EDUCAZIONE SENTIMENTALE. L’IC MANZONI DI SUZZARA Quali sono i progetti extracurricolari pensati ad hoc per gli studenti? “Io personalmente credo molto ai progetti che integrino la didattica ‘classica’. Ad esempio, ogni anno per le quinte programmiamo il Salone dell’Orientamento, grazie al supporto dell’Informagiovani di Suzzara, con cui lavoriamo moltissimo e che è un punto di riferimento fondamentale. Con il Salone dell’Orientamento portiamo al Manzoni l’università. C’è un orientamento condiviso e poi gli allestimenti delle singole università. Lavo-

riamo anche in sinergia con lo Strozzi di Palidano, i cui studenti si sono recati da noi per la giornata dell’orientamento. In questo modo forniamo anche servizi al territorio. Pochi giorni fa, abbiamo anche coinvolto i genitori, che sono venuti a raccontare agli alunni che cosa significa fare il loro mestiere, c’erano medici, avvocati e molti altri rappresentanti di professioni”. Altri progetti? “Il Manzoni è sede di promozione alla legalità, per tutta la provincia di Mantova. Poco tempo fa è stato nostro ospite

Paola Bruschi

ReporterMN

Giovanni Impastato, fratello di Peppino, che ha lasciato a bocca aperte i ragazzi. Vogliamo educare i nostri studenti alla legalità, facendo capire loro che la mafia è una questione di mentalità. Questi incontri hanno un grandissimo peso, perchè è attraverso il racconto della vita vissuta che passa l’emozione e quindi l’apprendimento. Abbiamo anche dei progetti di cittadinanza attiva e di educazione alla salute, che mettiamo in pratica grazie alla sinergia con Asl. La ludopatia è una piaga che riguarda anche i ragazzi molto giovani e credo che ‘salute’ sia anche la libertà dalle dipendenze”. Qual è uno dei progetti che le piace di più raccontare? “Oltre a quelli che ho già detto, che per me sono fondamentali, vorrei ricordare quello sull’educazione sentimentale, in cui i ragazzi più grandi raccontano squarci della loro vita vissuta agli allievi più piccoli, e in quella sede nascono curiosità e domande sul tema dell’emotività, delle relazioni e su molto altro”. La domanda scomoda: cosa ne pensa della riforma della “Buona Scuola” del governo Renzi e del cosiddetto “preside sceriffo”? “E’ un argomento che ha avuto grande risonanza, ma un discorso è la teoria, un altro la pratica. La scuola italiana è ancora molto gentiliana e gestire alcuni aspetti della riforma non è semplice. Parlo dell’alternanza scuola-lavoro, per la quale abbiamo un insegnante dedicato, perchè altrimenti sarebbe impossibile da gestire. Per quello che riguarda la discrezionalità dei dirigenti di cui si è molto parlato, in realtà non c’è. Le assunzioni vengono fatte attraverso le graduatorie, che sono un dispositivo di sicurezza per gli insegnanti che devono essere assunti. E sono ben felice che ci sia. L’unico margine di discrezionalità che ho è quello che non vorrei avere: un tesoretto di circa 12.000 euro da destinare a premio per gli insegnanti più meritevoli. Ma è molto difficile stabilire chi sia un buon insegnante ed inoltre con il mio staff ho instaurato dei buoni rapporti. Questo per me è motivo di preoccupazione”.

Via Mitterand, 2 Suzzara (MN) • Tel. 0376

536605

ORARI di apertura dell’impianto

lunedì/mercoledì/giovedì 9.00/16,00 - 18,00/21,30 martedì/venerdì 8.00/15,00 - 18,00/20,30 sabato 9.00/18.00 domenica 9.00/13.00

CENTRO PISCINE SUZZARA

• NUOTO • PALLANUOTO • DANZA • PALESTRA

PROMOZIONE VALIDA FINO AL 31/05/2016 INGRESSO NUOTO

Adulti/ragazzi: € 3,00 bambini fino a 5 anni: GRATIS

SUZZARA: Centro Piscine Cloromania: Via Mitterand, 2 (MN) - Tel. 0376 536605

ORARI

sabato pomeriggio (13,00 - 18,00) domenica mattina (9,00 - 13,00)

PEGOGNAGA: Palazzetto dello sport Via Verdi (MN) - Tel. 0376 536605


Speciale AMBIENTE

SPECIALE

AMBIENTE

L

’ attività di laboratorio ha inizio nel 1985, quando il p.i. Mauro Savi decide di fondare una struttura di supporto analitico da affiancare all’attività primaria dell’azienda SAVI s.r.l., costituita dalla progettazione e costruzione di macchine per la depurazione delle acque e la gestione degli impianti stessi. Da allora, grazie ai continui investimenti in termini di risorse umane e tecnologiche, le attività di analisi si sono specializzate e diversificate nel tempo, facendo diventare il laboratorio un punto di riferimento per quanto riguarda le analisi chimiche e microbiologiche del settore ambientale ed alimentare. Motivo di orgoglio per l’impe-

Mantova - PAGINA 21 -

PAGINA 22

SAVI LABORATORI & SERVICE Esperienza e tecnologia nel 2012 di SAVI LABORATORI & SERVICE. Le attività si rivolgono ad una Clientela che pone rilevante attenzione alle problematiche ambientali: aziende chimiche, petrolifere, alimentari, zootecniche, enti di controllo, in-

dustrie in genere ad impatto sull’ambiente. SAVI LABO & SERVICE SRL via Roma, 80 - Roncoferraro MN Tel: 0376-663917 E-mail: info@savilab.it www.savilab.it

La sede di SAVI LABORATORI & SERVICE a Roncoferraro di Mantova

gno profuso negli anni ed in memoria al suo fondatore, è la realizzazione nel 2004 dei nuovi laboratori la cui espan-

Analisi Chimiche di EMISSIONI, Flussi gassosi convogliati e diffusi, Biogas, Gas interstiziali, Aria di ambienti esterni

sione è continuata nel 2015. L’esperienza e la competenza maturate in questi anni, correlate alle crescenti esigenze

in campo ambientale e ad un desiderio di miglioramento, hanno portato, attraverso una scissione societaria, alla nascita

ANALISI più “VERDI” grazie al desorbimento termico Grazie al campionamento su supporti adatti al desorbimento termico e all’analisi condotta mediante Termodesorbitore, SAVI LABORATORI & SERVICE è in grado di garantire il raggiungimento dei Limiti di Quantificazione richiesti dalla Normativa Vigente non solo per quanto riguarda i flussi gassosi convogliati ma anche per le Emissioni diffuse e il monitoraggio dell’Ambiente Outdoor. Inoltre il processo di termodesorbimento permette eliminare l’utilizzo del Solfuro di Carbonio (CS2), solvente utilizzato normalmente per l’estrazione degli analiti dai supporti di campionamento tradizionali, pericoloso per l’uomo e per l’ambiente.

I tecnici di SAVI LABORATORI & SERVICE sono in grado di eseguire monitoraggi di aria indoor e outdoor, emissioni in atmosfera e biogas. Le moderne attrezzature a disposizione permettono di eseguire campionamenti e analisi in campo in ottemperanza delle vigenti normative. A ciò si affianca la determinazione in laboratorio dei parametri richiesti dal committente, il tutto a seguito della valutazione del contesto autorizzativo e dei cicli produttivi presi in esame. SAVI LABORATORI & SERVICE è inoltre in grado di fornire valutazioni relative ai monitoraggi effettuati tramite confronto con le specifiche norme in materia.

Idee ecologiche per l'ambiente… da oltre trent'anni!

• Raccolta microraccolta recupero smaltimento rifiuti agricoli industriali e recuperabili • Fornitura container e press-container per carta, plastica, legno, rifiuti • Raccolta olio alimentare esausto da attività di ristorazione

mantova - Via Vespucci, 7 - zona ind. valdaro tel. 0376 302670 - info@fincomecologia.it

analisi chimiche e microbiologiche gestione e manutenzione impianti monitoraggio ambientale

acque, suoli e terreni, fanghi e ammendanti, rifiuti, alimenti e HACCP, emissioni, ambienti di lavoro, gestione SAVI LABORATORI & SERVICE S.r.l.

46037 RONCOFERRARO (MN) ITALY | VIA ROMA, 80 TEL. +39 0376 663917 | FAX +39 0376 664993

www.savilab.it | info@savilab.it

accreditamento ACCREDIA n° 0183 UNI EN ISO 9001


Speciale Moto

SPECIALE

Il pilota spagnolo domina all’esordio. Bene le Ducati, male Valentino

MOTOGP, IN QATAR LORENZO METTE TUTTI IN FILA

MOTO D

ove eravamo rimasti? Alle polemiche tra Rossi e il resto del mondo. E alla vittoria di Jorge Lorenzo. La stagione 2016 della MotoGp comincia come era finita la precedente, con Jorge Lorenzo sul primo gradino del podio, deciso a ribadire la sua attuale superiorità grazie a una Yamaha ancora una volta molto efficace. Il pilota maiorchino ha lasciato sfogare un poco le Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, e quando quest’ultimo è scivolato via al sesto giro ha messo nel mirino l’altro italiano, infilandolo alla nona tornata e prendendo il comando per non mollarlo più. Alle sue spalle, è stata lotta dura tra Dovizioso e la Honda di Marc Marquez, che hanno chiuso nell’ordine sul secondo e terzo gradino del podio, mentre Valentino Rossi, pur tenendo il loro passo, non ha avuto occasione di sorpassarli ed ha terminato al quarto posto. C’era grande attesa per il primo verdetto della pista, che ha confermato quanto si era palesato nei test pre stagione. Lorenzo e la Yamaha restano un binomio quasi perfetto, specialmente quando va tutto bene e il pilota si trova in testa a gestire la corsa tenendo un passo quasi insostenibile per gli avversari. Oggi è stato l’unico a scende-

Mantova - PAGINA 22 -

2015. Felicissimo per il secondo posto anche Dovizioso, che ha ringraziato il motore della Ducati per avergli ha permesso di tenere testa a Marquez nonostante le sue gomme, entrambe soft, fossero ormai allo stremo. “Stiamo lavorando davvero nel mondo giusto e siamo competitivi”, ha chiosato il forlivese. Rossi si è consolato con la prestazione generale: “Non è andata male. Sono contento per il passo molto buono che ho avuto in gara ma mi dispiace di non essere mai riuscito a provarci perchè da nessuna parte ero più veloce degli altri. Ci ho provato sono stato più costante, forse con la gomma morbida potevo essere più veloce, ma non è detto”. La rivincita è solo rimandata al prossimo appuntamento, il 3 aprile in Argentina, sulla pista di Rio Hondo. Sarà riscatto Rossi?

re sotto l’1’54’’ al giro, record della pista in gara, chiudendo con un vantaggio di oltre due secondi sul terzetto inseguitore. Le Ducati si sono dimostrate molto competitive e la caduta di Iannone ha sicuramente tolto di mezzo troppo presto uno dei probabili protagonisti, mentre Dovizioso, quando Marquez lo ha superato nel finale, ha sfruttato la potenza del motore Desmosedici e la consueta grinta per riprendersi

la seconda piazza e difendersi dall’ultimo assalto dello spagnolo. Rossi, galvanizzato dal rinnovo biennale con la Yamaha, si è tenuto sempre in scia per cercare la zampata nel finale grazie al binomio duramedia sull’anteriore e sul posteriore, ma non ha saputo di approfittare dell’unica occasione, un errore di Marquez all’ultima curva, chiudendo quarto, davanti a Dani Pedrosa (Honda) e Maverick Vinales. “Nien-

te male cominciare con questa vittoria, sono contento di aver cambiato le gomme dopo il warm up (montando hard davanti e soft dietro, ndr). Sono felicissimo e voglio fare una gran festa”, ha detto Lorenzo prima di salire sul podio e poco dopo aver fatto, a casco ancora infilato, un gesto a cerniera con la mano davanti alla bocca come a dire... “state tutti zitti” in risposta polemica alle critiche piovute dopo l’epilogo del

ASCOLTI TV: IN TRE MILIONI DAVANTI ALLO SCHERMPO Ottimo risultato, in termini di ascolti, ottenuto dal Gran Premio del Qatar, trasmesso domenica scorsa in differita su TV8 e Cielo. La gara di Losail, vinta da Jorge Lorenzo trasmessa alle ore 22 in differita sui due canali, ha conquistato infatti 2 milioni e 373 mila telespettatori (+18% rispetto all’anno scorso), pari al 9,3% di share, toccando 2 milioni 630 mila telespettatori durante l’ultimo giro di gara in cui si è registrato il picco di share dell’11,33%. Quasi 1 milione e 700 mila

telespettatori hanno seguito la gara solo su TV8 che, con uno share del 6,62%, è risultato quarto canale nazionale più visto, chiudendo la giornata con un dato “all day” del 2,5% di share. Il prossimo appuntamento con la MotoGP è per il Gran Premio di Argentina, in programma nel weekend del 2 e 3 aprile, in differita in chiaro solo su TV8. Miglior debutto di sempre per la MotoGP anche su Sky: la diretta esclusiva del Gran Premio del Qatar, in onda dalle 19 circa su Sky Sport MotoGP

HD, Sky Sport 1 HD e sui canali del mosaico interattivo in HD, è stata vista da 1.119.752 spettatori medi (+6% rispetto al già ottimo GP d’esordio del 2015, seguito da 1.060.908 spettatori medi), share del 5,39% e 1.550.723 spettatori unici, con una permanenza media del 72%. Da segnalare anche gli ascolti delle altre classi: la gara della Moto2,

dalle 17.20 circa su Sky Sport MotoGP HD e sui canali del mosaico interattivo in HD, ha ottenuto un ascolto medio di 151.812 spettatori (+77% rispetto alla stessa gara 2015), mentre quella della Moto3, dalle 16 circa sugli stessi canali, ha raccolto davanti alla tv 117.379 spettatori medi (+13% rispetto al Qatar 2015).

ReporterMN

Jorge Lorenzo

REALIZZAZIONE SPECIAL CAFÈ RACER

MECCATRONICA - SERVIZIO GOMME AUTO E MOTO SERVIZIO DIAGNOSI COMPUTERIZZATA AUTO E MOTO

SERVICE CAMBI AUTOMATICI

IMPIANTI A GAS IMPIANTI SCARICO SPORTIVI AUTO - RIMAPPATURA CENTRALINE

CENTRO TECNICO BITUBO

- RAPID BIKE

MOTO

Via IV Novembre, 37 - Castel D'Ario (MN) - Cell. 339 3570267


Speciale Moto

PAGINA 23

Mantova - PAGINA 23 Mantova

Nelle serie minori si mettono in luce Romano Fenati e Nicolò Bulega

GIOVANI CAMPIONI CRESCONO (E LITIGANO)

Nicolò Bulega

R

omano Fenati e Nicolò Bulega non dimenticheranno facilmente la prima domenica in sella con i “grandi”. La prima del Mondiale di Moto3 si è chiusa con un’appendice polemica inattesa. Romano quarto e Nicolò sesto

IL “DOTTORE” SI CONSOLA CON IL RINNOVO DEL CONTRATTO

rappresentano solo una vittoria a metà, ma i risultati possono trasformarsi in una straordinaria occasione di crescita. Fenati se l’è presa, ha tirato fuori argomenti da leader, ha detto che ha scoperto che è iniziata la concorrenza interna, che per

tutto l’inverno ha aiutato Bulega, che pensava gli desse una mano, che l’importante è sapere come stanno le cose. Parole grosse, forse troppo, soprattutto il primo giorno del nuovo anno. Dall’altra parte Nicolò Bulega, l’enfant prodige, il

sostegno per me non ha limiti e voglio ringraziarli di cuore per questo. Mi sento enormemente motivato per ottenere i migliori risultati possibili con la M1 in questa stagione che

sta per iniziare e per le prossime due. Voglio anche dire un grande grazie ai miei tifosi, che mi sono sempre vicini in ogni momento, rendendo le gare speciali. Io continuerò a

nuovo arrivato, il ragazzino terribile nato a Reggio Emilia: quante definizioni per descrivere un’innata esuberanza, anche un po’ irriverente. Per lui niente di strano, dice solo che s’è divertito, che l’altro (Romano) s’è arrabbiato, perché forse credeva che avrebbe vinto. È stato anche un po’ più diretto, ma fa parte del personaggio. Ecco, i due sono entrambi personaggi, forse non diventeranno mai amici, i francesi dicono che non andranno mai fuori a funghi, ma sicuramente cresceranno. La passione, da cui tutto s’è originato, è già al massimo e questa è una risorsa come il talento che entrambi hanno in abbondanza, crescerà sicuramente il rispetto reciproco. Principio base del team. La lezione è stata servita.

Romano Fenati

dare il massimo in ogni Gran Premio di modo che tutti possano continuare a divertirsi guardando la MotoGP ancora per altri anni”, ha concluso il 36enne pesarese.

Valentino Rossi continuerà a correre. E continuerà a farlo sicuramente con la Yamaha per altri due anni. Alla vigilia del primo Gran Premio della stagione in Qatar, la casa giapponese ha infatti annunciato sul proprio sito internet di aver rinnovato il contratto con il campione di Tavullia fino al 2018. “Sono molto felice di annunciare il mio rinnovo con la Yamaha, continueremo a lavorare insieme in MotoGP per i prossimi due anni. Sono molto soddisfatto, è sempre stato il mio obiettivo”, ha commentato il nove volte campione del mondo. “Da quando sono tornato in Yamaha nel 2013 mi sono sentito a casa e lo hanno dimostrato anche i risultati – prosegue il dottore quarto classificato al Gp del Qatar, gara d’apertura del mondiale 2016 – mi piace lavorare con il mio team, il loro

ReporterMN

Pegognaga Service BRC

AutoCrew Un marchio Bosch di officine automotive

• REVISIONI • • OFFICINA ELETTRAUTO • • PNEUS • Fiducia, Competenza, Qualitˆ Via Garolda, 35 - Roncoferraro (MN) - P. IVA 02370030203 artioliautoriparazioni@gmail.com Strada Provinciale 49 Ovest, 35 - PEGOGNAGA (MN) Tel. 0376 558378 SIAMO APERTI AL SABATO MATTINA


PAGINA 24

Mantova - PAGINA 24 -

Aperto tutti i giorni dalle 6,00 alle 20,00 - Domenica aperto dalle ore 6,00 - 13,00

Auguri di Buona Pasqua!!

NOVITË : brioche vegane e melodrink

saletta interna per colazioni e pausa the, colazioni, pranzi di lavoro, aperitivi a buffet siamo in Via Don Luigi Sturzo, 1/B - Porto Mantovano (MN)

V

uoi festeggiare la Pasqua senza sacrificare il classico agnello? Pensi che si possa stare in compagnia e festeggiare senza necessariamente mangiare carne? Ecco un menù alternativo pensato per tutti coloro che vogliono una Pasqua “cruelty free”, ossia senza crudeltà. ANTIPASTO:

POLPETTONE DI ZUCCA E ZUCCHINE

Iniziate il vostro pranzo di Pasqua con questo piatto sfizioso!

Ingredienti • 5 zucchine • 4 fette di zucca • 1 cipolla bianca/dorata • 100 ml di latte di soia • 1 panetto di tofu • rosmarino • sale q.b. • pangrattato Prendete la zucca, eliminate la parte esterna e lavatela. Tagliatela a cubetti non troppo grandi e cuocetela a vapore. Pulite la cipolla e tritatene una parte o tutta a seconda di quanto desiderate che si senta alla fine. In una padella a fuoco basso lasciatela rosolare con un filo d’olio e poi sfumate con del brodo vegetale. A parte lavate le zucchine, poi tagliatele a cu-

UN PRANZO GUSTOSO MA SENZA AGNELLO

betti piccoli e aggiungetele alla cipolla insieme a un rametto di rosmarino per dare un sapore più intenso. Nel frattempo fate a pezzettini il tofu e mettetelo nel mixer insieme alla zucca che si è ammorbidita grazie alla cottura al vapore. Aggiungete nel mixer del latte di soia e sale quanto basta, frullate tutto. Unite il composto alle zucchine e alla cipolla in una ciotola e mescolate. Aggiungete del pangrattato e aggiustate di sale. Ungete una teglia con olio di semi e versatevi dentro il composto, infornate a 180 gradi e infornate per 30 minuti

circa. Controllate lo stato della cottura con uno stuzzichino. A parte pulite e lavate dei funghi freschi, tagliatele in pezzi grossi e cuoceteli in padella con olio, sale, pepe e prezzemolo in abbondanza. Servite le fette di polpettone accompagnate dai funghi appena cotti che renderanno il vostro polpettone ancora più sfizioso.

Ingredienti • 4 melanzane • 500 gr di passata di pomodoro • 1 spicchio d’aglio • Basilico • Olio extravergine di oliva • Olio di semi • Pan grattato • Sale • Pepe

Ingredienti • 500 gr di zucchine • 500 gr di ricotta • Olio extravergine di oliva • Succo di limone • sale • pepe menta Scegliete zucchine freschissime e possibilmente della stessa dimensione, lavatele bene e spuntatele. Affettate finemente le zucchine per il lungo con una mandolina o con un’affettatrice eliminando le parti esterne verdi. Tritate finemente le parti estreme verdi delle zucchine e condite con succo di limone, olio extravergine di oliva, sale e pepe. Unite il trito di zucchine alla ricotta e aggiungete qualche fogliolina

Per la preparazione della ricetta della parmigiana vegan, cominciate lavando bene le melanzane. Tagliatele a fette dello spessore di 1 cm e sistematele in uno scolapasta, salatele e mettete sopra un peso (una pentola con acqua) in modo che spurghino perdendo parte del loro sapore piccante a volte troppo pungente. Lasciate le melanzane sotto il peso per almeno 30 minuti. Nel frattempo preparate la salsa di pomodoro, fate soffriggere uno spicchio d’aglio in un filo d’olio extravergine di oliva, aggiungete la salsa, le foglie di basilico e regolate di sale e di

di menta tritata finemente. A questo punto assemblate le lasagne. Mettete in un piatto di portata uno strato di fette di zucchina e coprite con la ricotta, condite con una macinata di pepe e un filo d’olio extravergine di oliva. Procedete a strati fino a quando non avrete esaurito gli ingredienti e decorate con qualche bella fogliolina di menta fresca, infornate a 180°C per 15 minuti.

pepe. Lasciate cuocere il sugo di pomodoro per 20 minuti a fuoco dolce. Asciugate le melanzane e passate alla frittura in olio di semi ben caldo. Se preferite una parmigiana vegan più leggera, grigliate le melanzane o cuocetele al forno. Scolate le melanzane in un foglio di carta assorbente e passate all’assemblaggio della parmigiana vegana. In una pirofila sistemate le fette di melanzana, coprite con la salsa di pomodoro, foglie di basilico e a piacere con uno strato di parmigiano. Terminate la parmigiana vegan con la salsa e per rendere lo strato più croccante aggiungete un velo di pan grattato. Infornate la parmigiana vegan a 180°C per 20/30 minuti e servitela accompagnata con pane croccante. A questo punto potete concludere il pasto con la classicissima colomba. Buona Pasqua!

Panificio e Caffetteria GUASTALLA Paola

•••••• IL SECONDO:

PARMIGIANA DI MELANZANE TOTAL VEG

Prodotti Artigianali da Forno

••••••

Via Valcarenghi, 74 - Bozzolo (MN) Tel. 0376 91668 aperto: 6,30/12,30 • 16,00/19,30 CHIUSO lunedì pomeriggio

PRIMO PIATTO:

LASAGNE DI ZUCCHINE

Proseguite il pranzo pasquale con delle ottime lasagne... 100% cruelty free!

Ristorante Pizzeria

CHIUSO LUNEDÌ TUTTO IL GIORNO SABATO SOLO A PRANZO

Pranzi di lavoro - Piatti Tipici

non solo quindicinale

M

RISTORANTE PIZZERIA

• Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina

ReporterMN ReporterMN

Mantova - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com 0,01 COPIA COPIA OMAGGIO OMAGGIO CI TROVI IN TUTTE QUINDICINALE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 €€ 0,01 D'INFORMAZIONE ED EVENTI

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Numero 07 07 VENERDÌ 2715 febbraio 2015 •• 2016 prossima uscita venerdì venerdì MARZO 2015 - COPIA ED OMAGGIO Numero 27 febbraio 2015 prossima uscita 66 MARZO 2015 D'INFORMAZIONE EVENTI Numero 01•••VENERDÌ VENERDÌ gennaio • prossima uscita venerdì 29 gennaioSETTIMANALE 2016

SCUOLA

Scade il 22 gennaio il termine per le iscrizioni alle scuole superiori

Pegognaga

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

egognaga è un importantissimo Comune della Bassa Padana ed ha circa 7.200 abitanti. E’ un paese estremamente vivo, dove le iniziative culturali e non solo, si uniscono ad un’intensa ed attiva partecipazione alla vita comune e dove si possono trovare professionisti di altissimo livello. Il terremoto del 2012 che ha duramente colpito Pegognaga, non è tuttavia riuscito a metterla in ginocchio. Tra poco conosceremo il primo cittadino di Pegognaga, Dimitri Melli, che con grande umiltà ed amore dal 2009 serve il suo paese natale. Melli, che cosa significa governare dopo il terremoto del 2012? E’ certamente una enorme responsabilità. Tutta la situazione è ricaduta inevitabilmente sulle spalle dei sindaci. E’ stato dolorosamente necessario prendere coscienza della propria realtà. Come ha risposto l’Amministrazione comunale all’emergenza terremoto? Il Comune è stato da subito il punto di riferimento dei cittadini. Per un periodo è stato aperto anche 24 ore su 24 per

A pag. 4-5

Mantova - PAGINA

AmministrAre con umiltà ed Amore é lA ricettA sette giorni a settimana. La mia giunta ed io volevamo assolutamente che in noi gli abitanti di Pegognaga trovassero un punto

Tel.

Quest’Anno un 25 APrile molto sPeciAle In questa intervista Guenda Remi, consigliere comunale dell’attuale Amministrazione, ci racconterà come sia organizzato il Comune e quale sia l’importanza dell’organizzazione di eventi culturali per la comunità di Pegognaga. Remi, come si è organizzato il Comune di Pegognaga per quello che riguarda i Consiglieri? A Pegognaga non solo gli assessori ma anche i consiglieri hanno una delega, che hanno la funzione di coadiuvare gli assessori. Io ho la delega per manifestazioni, celebrazioni, memoria e pace.

Per quello che riguarda le manifestazioni, come vengono gestite? Le sagre vengono gestite in maniera egregia dalla Pro Loco, che ha la completa e totale fiducia del Comune avendo sempre gestito con il massimo rigore e la massima attenzione tutte le attività. Altre manifestazioni vengono gestite dalle associazioni con il patrocinio, il benestare e l’aiuto dell’Assessorato alla Cultura e dal Comune. Quali sono gli eventi previsti per il 25 aprile? Quest’anno la festa della Liberazione sarà più speciale del

Io sono in carica dal 2009, quindi ho vissuto in pieno il dramma del terremoto. Quello che cerco di fare io come primo cittadino è di mettermi al servizio della comunità, di lavorare con umiltà ed amore affinché tutti stiano meglio. Lavorare per il proprio paese, per il paese in cui sei cresciuto, è un’esperienza che augurerei a tutti di fare, perchè significa lavorare per i propri affetti e mettersi al servizio della propria comunità. Quali sono i progetti per il futuro? Già da dopo il terremoto, svincolati dal patto di stabilità, abbiamo iniziato a ricostruire. Abbiamo investito un milione

di appoggio per ogni problema e spero che così sia stato. Che cosa significa essere sindaco per Dimitri Melli?

PEGOGNAGA CHE RESISTE

NUOVI RECAPITI TELEFONICI DI REPORTER MN

12 -

Pegognaga Nonostante le difficoltà del terremoto Pegognaga ce la fa

• di Alessandra Lovatti Bernini

P

solito, perchè si è deciso di fare un lavoro in rete con gli altri Comuni del territorio. Davanti al Municipio ci sarà sempre la manifestazione con la banda che suona, ma ci saranno delle sorprese in più. L’anno scorso abbiamo celebrato la Notte della Liberazione, una festa semplice e rurale per ricordare il periodo della Resistenza e i principi antifascisti di cui Pegognaga va molto fiera. Quest’anno invece sarà ristrutturata e valorizzata la cisterna dell’acqua che le staffette utilizzavano durante la Resistenza per scambiarsi messaggi. Questo sarà il monumento di Pe-

di euro per effettuare interventi nelle scuole. Attualmente c’è ancora l’emergenza abitativa e gli effetti catastrofici del terremoto non sono ancora finiti. Il 2016 sarà un anno di progettazione, mentre il 2017 sarà l’anno del rifacimento delle opere murarie. Siamo riusciti a salvare il nostro teatro, il Teatro Anselmi, che era stato tramutato in una tenda, ma che ora necessita di ritornare agli antichi splendori. Nel 2016 abbiamo anche intenzione di riqualificare le strade del centro, e soprattutto di portare avanti tre progetti importantissimi. Ci parla un po’ di questi progetti?

Fax 0376.1813481

I tre progetti fondamentali sono: la posa definitiva dell’acquedotto; la posa della fibra ottica che avrà anche la funzione di cambiare in toto il lavoro in Comune in senso smart; l’ultimo grande impegno è il progetto sulle piste ciclabili che farà sì che PegoPego gnaga abbia la rete ciclabile più grande d’Italia. Un’altra chicca? L’ultima chicca è questa. Abbiamo intenzione di rendere fruibile a tutti il nostro parco archeologico.

a Pag. 12-13

gognaga alla Liberazione. Che cosa ci dice invece del patrimonio storico di Pegognaga? Ci occupiamo della tutela e della divulgazione di archivi storici importantissimi, concessi in utilizzo dai privati, primo fra tutti il fondo Sissa. Fondamentale è anche l’archivio Unione Donne Italiane, perchè le donne di Pegognaga sono sempre state molto attive. Pegognaga in generale dimostra da senso grande senso civico. E’ un’isola felice. Qual è l’importanza di tutti questi eventi in un periodo come questo? Stiamo vivendo un periodo molto duro. Nonostante la crisi, però, il Comune non ha mai diminuito i contributi alla Pro Loco e alle associazioni, perchè danno la possibilità alle persone di dimenticare i loro problemi per un giorno e per questo hanno un ruolo sociale importantissimo. (alb)

Il sindaco di Pegognaga, Dimitri Melli

Via C.B. Brenzoni 41/B - MOZZECANE (VR) tel. 045 6340735 - info@ambulatoriogazzieri.it

www.ambulatorigazzieri.it ????

????

Alessandra FERRANTE ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag. 3

Ogni giorno mettiamo al primo posto i nostri pazienti e la loro soddisfazione.

www.reportermantova.it

SPORT MANTOVA

0376.1813480

????

IL TUTTO AFFIDATO AI NOSTRI MEDICI AL SERVIZIO DEL TUO SORRISO

• RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA • LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO • RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI • TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO • OSCURAMENTO VETRI

PORTO MANTOVANO MANTOVA: Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

EDIZIONE 2015 | 2016

REPORTER

RIMESSAGGIO

VETRO ROTTO O SCHEGGIATO?

ZONA POGGIO RUSCO: CAPANNONE AL COPERTO, ABITAZIONE ANNESSA CON CUSTODE. ADATTO PER: BARCHE, CAMPER, ROULOTTE, IL 12 GIUGNO PARTE ecc... L’AVVENTURA BRASILIANA. PER L’ITALIA GIRONE DI FERRO CON INGHILTERRA, URUGUAY E COSTA RICA

Tel. 339.2298362

Guida tra i professionisti del settore

IL MONDIALE

25,00

€a persona

do 1 seconta a scel

€ 30,00 a perso entram na i secon bi di

CASTELLUCCHIO Via della Repubblica, 45/B (a 100 metri dalla stazione ferroviaria di Castellucchio) - Tel. 0376/438530

mantovano

... e non solo

Questa settimana diamo voce ai cittadini, alle Istituzioni, alle associazioni e ai commercianti di

SPosi

0376/438530

6 7 8 9 11 14 17 18 20 21

Nel cuore della mente umana

Dir. San. Dott. Visentin - Iscr. Albo VR914

con cicciole e polenta abbrostolita • sorbir d'agnoli in brodo di cappone • risotto ai tre macinati al profumo di cannella • Cosciotto d'agnello scaloppato cotto in forno a legna con salsa al rosmarino oppure arrosto di pollo farcito al prosciutto cotto e salsiccia, patate novelle al forno insalata mista di stagione • tortino al cioccolato bianco con gelato ai frutti di bosco con crumble di amaretti • acqua, vino alla spina e caffè

solo su prenotazione

L’ORA DELLA SCELTA

COPIA OMAGGIO

• Pancetta steccata e salame mantovano

PIZZA DÕ ASPORTO

ReporterMN

Menù di PASQUA

PIZZA COTTA IN FORNO A LEGNA LE NUOVE PIZZE CREMOSE SPECIALITË DEL PIZZAIOLO

ALL’INTERNO • Mantova - L’ascensore della settimana • Grande Mantova - Borgo Virgilio, lavori in corso • Alto Mantovano - Restyling per il ponticello di Monzambano • Oltrepò - Ostiglia premia i suoi volontari • SPECIALE SALDI - A rilento i saldi in città • SPECIALE BOVIMAC - Il programma della fiera • PETS - Articoli a quattro zampe • SPECIALE OROSCOPO - Gli astri del 2016 • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

Guida 2016

angiare

Tel. 0376.91191

WEDDING PLANNER ABITI ACCONCIATURE ESTETICA GIOIELLI FIORI

CARIOCA dal territorio a Expo

2015

Ximagnim illuptatur, sandipsamus, toreic te velitam quationsequo Ximagnim illuptatur, sandipsamus, toreic te velitam quationsequo

BOMBONIERE LISTE NOZZE LUNA DI MIELE AUTO LOCATION RISTORANTI CATERING TORTA NUZIALE SERVIZIO FOTOGRAFICO ARREDO CASA ACCESSORI INTRATTENIMENTO EVENTI E FIERE DI SETTORE

e tanto altro... Edizioni free press gratuite per la tua pubblicità

0376 1813480

ReporterMN

PASQUA

UN MENU’ DI PASQUA “CRUELTY FREE”

COPIA OMAGGIO

SPECIALE

ReporterMN

Speciale PASQUA


Speciale VIAGGI

SPECIALE

VIAGGI

S

ospesa tra l’antico e il contemporaneo è la capitale della Grecia. I rapporti – ancora – umani sono protetti nei mercati della carne del pesce e della verdura, tra il negozio di un robivecchi e il panettiere. Si va ancora a far spesa nei piccoli negozi sotto casa, anziché nella grande distribuzione. La gente sorride nonostante la crisi e le imposte esorbitanti. Atene è un microcosmo che protegge la dimensione umana della vita, dove le persone hanno ancora un’interazione, una qualità della vita che il denaro non può garantire. La lentezza nel bere il caffè con gli amici, nel condividere una cena, nel fumare una sigaretta con chi si ama, è ancora considerato un valore, se non il

Mantova - PAGINA 25 -

TACCUINI DI VIAGGIO

INNAMORATI DI ATENE

valore. Dare tempo alla persona che vuole parlarti, darsi tempo è una dimensione che in Europa si è persa molto tempo fa e in alcune zone non si è mai avuta. Forse è per questo che si dice che la Grecia è l’Oriente dell’Occidente e l’Occidente dell’Oriente. Automobili sfrecciano per i grandi viali, i taxi gialli non si fermano mai, la metropolitana porta i suoi

passeggeri ovunque, in una rete capillare di connessioni di persone e cose da fare. Dall’alto della sua collina il Partenone protegge la città da tempo immemore e ovunque ci si giri si intravedono tra i palazzi e i grattacieli le sue colonne. La sera e la notte lo spettacolo è unico, quando luci e ombre giocano a rincorrersi, regalando un incanto a chi volge lo sguardo. Per le strade della capitale greca, in primavera i fiori d’arancio invadono con il loro profumo le strade, le taverne con le vetrine aperte lasciano trapelare l’aroma

della carne alla brace, i profumi delle spezie inebriano chi passeggia. I colori delle verdure sulle bancarelle, il bianco delle uova, il luccichio delle squame dei pesci sui banchi del mercato, l’odore di carne fresca poco distante, e i sacchetti di spezie ricordano le strade di una lontanissima Costantinopoli, di un oriente occidentale, di un occidente orientale. Il cielo azzurrissimo, nel quale spesso volano aerei, le chiese ortodosse con le loro preghiere, i loro ori e il profumo di incenso che abbraccia i fedeli. Le candele piantate nella sabbia, le immagini sacre anch’esse tutte d’oro, i lampadari, i canti del prete nerovestito che riempiono le strade. In Grecia, quando si mangia si condivide. Il cibo è sempre slow e mai fast, i sapori della tradizione si cristallizzano e si aggiornano, lo spiedino di carne si intinge senza pietà della salsa di aglio e yogurt e si morde senza la mediazione della forchetta. Le vie del quartiere del lusso, non lontano dal Parlamento, offre ristoranti esclusivi a pochi passi dagli evzones e dalla loro danza durante il cambio della guardia. Atene non si fa intimorire dalla Storia, dagli eventi che la investo-

no. “Questa è la vita” dicono i greci. Lo sanno che dopo l’occupazione nazista, le guerre civili e la dittatura, in qualche modo si fa sempre. I vecchi non hanno smesso di trovarsi alla taverna, i giovani non hanno smesso di pensare al loro futuro, di ridere e di scherzare, consapevoli del fatto che la società che vivono chiede loro certamente meno di quello che chiedeva un tempo ai loro genitori e ai loro nonni; sicuri del fatto che sapranno riconoscere il valore ed il sapore di ogni cosa sudata, che diventa una conquista, e che in questo modo non la getteranno mai al vento; hanno la consapevolezza di avere il dovere di essere felici e di non potersi più esimere dall’inseguire i loro sogni, perché ormai accontentarsi di un lavoro che dà uno stipendio, seppur non piaccia, comunque non pagherebbe. La sorte della Grecia è molto simile a quella che sta vivendo l’Italia. La Grecia però resiste, i greci resistono grazie a quello che hanno imparato dalla loro Storia e al carattere coraggioso e solare che li contraddistingue. Anche nelle più grandi disgrazie, non esiste un motivo per non danzare.


p ets

PAGINA 17

Mantova - PAGINA 26 Mantova

TA‛ NOVI TURA ETTA TOEL ANI C

BASSOTTO UBER ALLES I bassotti sono stati per molto tempo un simbolo della Germania. La satira politica europea spesso adottava i bassotti per ridicolizzare alcuni aspetti del governo tedesco. Durante la Prima guerra mondiale, la popola-

di Miriam Ghisellini

PET PELUQUERIA belli e pettinati TOELETTATURA ANIMALI DOMESTICI si riceve su appuntamento… Via M. I. Berzuini, 3 SERMIDE (MN)

TAGLIE E COLORI Tel. e fax 0386 960498 - Cell. 335 6913502 La taglia dei bassotti non viene riferita all’altezza al garrese, ma alla circonferenza toracica, superiore ai 35 cm per il bassotto standard, superiore ai 30 cm per il bassotto Nano, e fino ai 30 cm per il bassotto Kaninchen (misurata dopo il 15° mese di età). Colori riconosciuti: pelo raso nero focato, cervo e tipi di arlecchino, pelo lungo: nero focato, mogano e tipi di arlecchi• Acquari & Accessori no, pelo duro: cinghiale, biondo • Allestimento e manutenzione grano (foglia secca), cioccolato e nero focato, le ultime due vaPesci d'acqua dolce • Piccoli animali rietà sono molto poco diffuse • Pappagalli • Mangimi Cani e Gatti causa la recessività del tipo di colore. Le razze più diffuse sono quelle a pelo liscio e a pelo duro, OFFERTE APRILE quest’ultima è molto usata nella caccia sia in tana, per la quale la razza era stata selezionata, che per l’uso come ausiliare in superficie, vedi lo scovo della lepre, la caccia al cinghiale e non per ultimo la ricerca di capi colpiti e fuggiti che altrimenti verrebbero Royal Canin Gatto persi, vedesi traccia di sangue. Royal C 0.4 mantenimento r 30L a c anin M s O Data la sua conformazione aledium er rio adult 7 SCONTO 10% su cqua nero/silv + 18 k A / lungata, il bassotto può essere g!!! o c E % tutta la gamma n U RO 60 20 bia O T .0 N 0!!! soggetto a problemi ortopedici a disposizione diSCOComparotto Sabrina ed è pertanto indispensabile non permettere che il cane ingrassi. Via CARSO, 22 MANTOVA!! La tipologia di bassotto a pelo ORARIO DI APERTURA lungo più conosciuta, presenta 9.30-12.40 • 15.30-19.10 pelo morbido e lungo di colore marrone. Più rara è anche la chiuso domenica e lunedì mattina tipologiaAcon pelo lungo, liscio Via C. Bon Brenzoni, 17/B Tel. 045.516197 MOZZECANE e nero lucido, caratterizzato a volte da una macchiaemail: di colorequalazampasabrina@gmail.com animal.paradise.mn@gmail.com bianco, più o meno lunga, sul petto. PRODOTTI E ALIMENTI PER ANIMALI

ANIMAL PARADISE

Cell. 333.3260632

CAPPOTTINI FATTI A MANO E SU MISURA COLLABORAZIONE CON ISTRUTTORE CINOFILO QUALIFICATO (INCONTRI 1 VOLTA AL MESE)

TORNANO gli APPUNTAMENTI Toelettatura GRATUITI

Perl'istruttore cani eCINOFILO gatti con

07 febbraio UnDOMENICA salone di bellezza PERaINFORMAZIONI quattro zampe…

chiamare 045 516197 oppure visitare la PAGINA FACEBOOK TRA I NOSTRI PRINCIPALI SERVIZI

• Bagni • Bagni Medicati SCONTO 25% • Tagli a forbice e tosature

cappottini • su Stripping (cura dei Manti Ruvidi) e cucce da• esterno Taglio unghie • Pulizia orecchie • Pulizia denti (spazzolino ultrasuoni)

Ci trovate a Mantova in Via Solferino e San Martino, 4 Tel. 345 6595982

ReporterMN

ORIGINI EGIZIANE Si tratta di un cane da caccia e da compagnia, selezionato per seguire gli animali selvatici nel sottobosco intricato, e affrontarli anche nelle tane sotterranee. La razza, nelle sue nove varietà, descritte da un unico standard, il n° 148, è l’unica appartenente al 4º gruppo della classificazione della FCI. Le nove varietà si distinguono per taglia - Standard, Nano e Kaninchen e lunghezza e tessitura del pelo (corto, lungo o duro). Il nome originale è Dachshund, termine di derivazione tedesca e fusione delle parole Dachs (“tasso”) e Hund (“cane”). Si riferisce al fatto che, in passato, i bassotti venivano impiegati per stanare i tassi nei dintorni delle corti oppure nei terreni di caccia. Ciascuna lingua adotta diverse varianti per indicare questa razza canina. In inglese, a causa delle differenze tra l’inglese britannico e quello statunitense, spesso la pronuncia e la trascrizione della parola Dachshund sono

diverse. In tedesco è utilizzata anche la parola Dackel e specialmente tra i cacciatori, il termine Teckel, mentre in italiano si è adottata la parola bassotto. Alcuni scrittori ed esperti di bassotto hanno teorizzato che le prime radici di questa razza canina sono da far risalire all’antico Egitto, in cui sono state rinvenute incisioni raffiguranti cani con zampe piccole. Recenti scoperte da parte dell’Università americana del Cairo circa resti mummificati di cani simili ai bassotti (estratti da antiche urne funerarie egizie) possono dare credibilità a questa teoria. Nella sua incarnazione moderna, il bassotto è una creazione di allevatori tedeschi e comprende elementi tipici di segugi e terrier tedeschi, francesi e inglesi. I bassotti sono stati allevati nelle corti reali di tutta Europa, tra cui quella della regina Vittoria, particolarmente innamorata della razza. Essi sono stati inizialmente allevati per la caccia tassi. I primi riferimenti verificabili alla razza del bassotto, originariamente chiamato il Dachs Kriecher o Dachs Krieger ( “cacciatore di tassi” ), provengono da libri scritti nei primi anni del XVIII secolo. In precedenza, esistono riferimenti a cani che andavano alla ricerca dei tassi, ma questi

rità dei bassotti negli Stati Uniti crollò a causa di questa associazione (cioè che il cane proveniva da un Paese nemico) e ci sono anche svariati aneddoti riguardo a questa triste vicenda. Ad esempio, si racconta che a Berkhamsted, in Inghilterra, un bassotto sia stato lapidato a morte lungo una strada da un fanatico che lo riconosceva come un simbolo del nemico. Il Kaiser Guglielmo II e Erwin Rommel erano noti per avere dei bassotti. Per via di questa associazione diffusa con la Germania, il bassotto è stato scelto per essere la prima mascotte ufficiale per le Giochi olimpici estivi di Monaco di Baviera nel 1972, con il nome di Waldi.

ReporterMN

l

l bassotto è una razza canina di origine tedesca caratterizzata dall’altezza proporzionalmente inferiore alla lunghezza; proprio la sua forma così curiosa lo rende particolarmente gradito ai bambini.

probabilmente si riferiscono a scopi piuttosto che per razze specifiche. I bassotti tedeschi originali erano più grandi della moderna varietà di dimensioni, di peso compreso tra 30 e 40 libbre (14 e 18 kg). Anche se la razza è famosa per il suo utilizzo in sterminare tassi e per il sanguinoso ed illegale gioco americano del dog-baiting, i bassotti sono stati comunemente usati per la caccia al coniglio o alla volpe, per la localizzazione di cervi feriti e in certi casi erano noti per il gioco del cacciare animali grandi come i cinghiali. Ci sono enormi differenze di opinione in merito a quando bassotti siano stati specificatamente allevati per il loro scopo di caccia al tasso, considerando che pure l’American Kennel Club afferma che il bassotto sia stato allevato a partire dal XV secolo, mentre il Dachshund Club of America afferma che i guardaboschi dell’Ottocento-Novecento furono tra i primi a disporre di tale razza. Generalmente si crede che i bassotti a macchie doppie, inclini a malattie degli occhi, cecità o problemi di udito, siano stati introdotti negli Stati Uniti tra il 1879 e il 1885.

ReporterMN

IL BASSOTTO ELEGANTE E GRINTOSO


Mantova - PAGINA 27 -

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133

di Biolchi Elisa s.n.c.

A

www.facebook.com/ilfornogoito

•CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC •CC GENDA PER SEGNALARE CONCERTI E SPETTACOLI: reportersegreteria@gmail.com

teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

••• MANTOVA

www.scarponauti.it info@scarponauti.it ......................................................

••• OSTIGLIA CINEMA

CICLOTOUR - 28 MARZO 2016 PASQUETTA IN BICICLETTA Apriamo la stagione cicloturistica con il botto: La nuova Ciclovia Verona-Peschiera, da poco inaugurata. Partiremo con le bici dalla stazione di Verona e attraverseremo il canale Biffis per poi addentrarci nelle colline del lago di Garda e giungere a Peschiera. Lunghezza del percorso 43km con qualche saliscendi…ma si tratta di un Ciclotour veramente adatto a tutti. Iscrizioni entro il 21 marzo. Organizzatore: Annarosa Rizzo 347/8332500 - annarosa.rizzo@ libero.it VIAGGIO ALL'ESTERO 29 LUGLIO - 5 AGOSTO 2016 SUL VALLO DI ADRIANO NEWCASTLE - EDIMBURGO Viaggio/vacanza multi-esperienziale al confine più a nord dell'Impero romano, con proposte di trekking, escursioni, visite e mare, con la possibilità eventuale di testare il proprio inglese. La nostra base e punto di partenza sarà la vivace città di Newcastle upon Tyne; l'ultima tappa sarà Edimburgo con un "assaggio" in anteprima del celebre Edinburgh International Festival... Il programma di viaggio sul sito www.scarponauti.it Iscrizioni presso On The Road Travel entro il 28 aprile 2016 info@ ontheroadtravel.it Organizzatore: Giuliana Varini Gli Scarponauti Turismo Attivo Circolo ARCI e affliati GAE Guide Ambientali Escursioniste: Via L.Ariosto n.47 Mantova Tel. 339.6656136

IL MIO GROSSO GRASSO MATRIMONIO GRECO 2: Il Mio Grosso Grasso Matrimonio Greco 2 seguito di una delle commedie romantiche di maggior successo di sempre vede il ritorno di Nia Vardalos insieme all'intero cast del primo film. Il sequel rivela un segreto dei Portokalos che radunerà insieme tutti i membri della famiglia per un nuovo, più grande matrimonio greco. ORARI E DATE: Venerdì 25 ore 21.15 Sabato 26 ore 21.15 Domenica 27 ore 16-18.30-21.15 Lunedì 28 ore 16.00-18.30-21.15 Martedì 29 ore 21.15 INGRESSO: intero € 7,00 - ridotto € 5,00 MARTEDÌ € 5,00 Info: tel. 0386 32151 prolocoostiglia@alice.it ......................................................

••• QUISTELLO

KUNG FU PANDA 3 - regia di A. Carloni/J. Yuh - animazione Dom 27 marzo ore 16 e 21.15 Lun 28 marzo ore 16 e 21.15 Dopo essersi ricongiunto con il papà Li, Po raggiunge con lui il suo villaggio d'origine: un paradiso segreto dei panda in cui incontra una serie di esilaranti nuovi personaggi. La minaccia tuttavia è dietro l’angolo e il maligno Kai inizia a terrorizzare l'intera Cina sconfiggendo tutti i maestri di kung fu. Ci vorrà tutta l'abilità e l'audacia di Po per insegnare ai suoi maldestri e

festaioli compagni panda l'arte del kung fu, e trasformarli così in una vera e propria squadra da combattimento. THE HATEFUL EIGHT - regia di Q. Tarantino - drammatico Con S. Jackson, K. Russel Gio 31 marzo ore 21.15 L'ambientazione di The Hateful Eight è Western però verso il freddo Nord America. La guerra di secessione è finita da qualche anno. Una diligenza viaggia nell'innevato inverno del Wyoming. A bordo c'è il cacciatore di taglie John "The Hangman" (Il Boia) Ruth e la sua prigioniera Daisy Domergue, diretti verso la città di Red Rock dove la donna verrà consegnata alla giustizia. Infuria la tempesta di neve e la compagnia trova rifugio presso l'emporio di Minnie, dove vengono accolti da quattro sconosciuti. La bufera blocca gli otto personaggi che ben presto capiscono che raggiungere la loro destinazione non sarà affatto semplice. Per molte ragioni. PEDRO GALLETTO CORAGGIOSO - regia di G. e R. Alatriste animazione Dom 3 aprile ore 16 Protagonista del film è Pedro, un giovane galletto e il suo sogno è quello di diventare un vero gallo da combattimento, e il destino realizzerà il suo desiderio in modo del tutto inaspettato… SUFFRAGETTE - regia di S. Gavron drammatico Con K. Mulligan, H. Bonham Carter, M. Streep Sab 2 aprile ore 21.15 Dom 3 aprile ore 21.15 Lun 4 aprile ore 21.15 Suffragette ripercorre la storia delle militanti del primissimo movimento femminista. In lotta per il riconoscimento del diritto di voto.. RASSEGNA FILM ESSAI GIOVEDI’ ORE 21.15

- 7 aprile IL FIGLIO DI SAUL - 14 aprile UNA VOLTA NELLA VITA - 21 aprile MARIE HUERTIN - 28 aprile FUOCOAMMARE PROSSIMAMENTE: - HEIDI - FOREVER YOUNG - BATMAN Vs SUPERMAN PREZZI INGRESSO: Lunedì ingresso 5 EURO per OVER 65!! sab/dom/lun € 6,50 - ridotto € 5 GIOVEDÌ € 5,50 Tessera fedeltà per tutti: ogni 12 ingressi uno è omaggio!! E tutta la famiglia può utilizzare la stessa tessera!! Aggiornamenti sulla programmazione disponibili su: www.cinemateatrolux.com – info cell. 3772871924 ......................................................

••• SUZZARA CINEMA

PERFETTI SCONOSCIUTI Nel corso di una cena, che riunisce un gruppo di amici, la padrona di casa Eva, ad un certo punto, si dice convinta che tante coppie si lascerebbero se ogni rispettivo partner controllasse il contenuto del cellulare dell'altro. Parte così una sorta di gioco per cui tutti dovranno mettere il proprio telefono sul tavolo e accettare di leggere sms/chat o ascoltare telefonate pubblicamente. Quello che all'inizio sembra un passatempo innocente diventerà man mano un gioco al massacro e si scoprirà che non sempre conosciamo le persone così bene come pensiamo. ORARI E DATE: Sabato 26 ore 19.00 - 22.00 Domenica 27 ore 19.00 - 21.30 Lunedì 28 ore 19.00 - 21.30 PEDRO: Galletto Coraggioso Protagonista del film è Pedro, un giovane galletto che non si accontenta di svegliare ogni mattina gli abitanti della fattoria dove vive con il suo canto. Il suo sogno è quello di diventare un

••• REVERE CINEMA

DEADPOOL: Basato sul personaggio dell'eroe più anticonvenzionale della Marvel Comics, Deadpool racconta la storia di Wade Wilson, partendo dal suo passato come ex membro delle forze speciali che, dopo essere stato sottoposto a un esperimento illegale che gli dona poteri di guarigione accelerata, diventa un mercenario adottando l'alter ego Deadpool. Armato con le sue nuove abilità, e con un cinico e contorto senso dell'umorismo, Deadpool dà la caccia all'uomo che ha quasi distrutto la sua vita... ORARI E DATE: Venerdì 25 ore 21.15 Sabato 26 ore 21.15 Domenica 27 ore 21.15 Lunedì 28 ore 21.15 Martedì 29 ore 21.15 KUNG FU PANDA 3 -regia di A. Carloni e J. Yuh - animazione In Kung fu Panda 3, Po raggiunge il suo villaggio d’origine in cui

incontra una serie di esilaranti nuovi personaggi, ma sono minacciati da potenti nemici. Ci vorrà tutta l’abilità e l’audacia di Po per insegnare ai suoi maldestri e festaioli compagni panda l’arte del kung fu, e trasformarli così in una vera e propria squadra da combattimento. ORARI E DATE: Domenica 27 ore 17.30 Lunedì 28 ore 17.30 INFO: Tel. 0386.46457 ......................................................

••• MOGLIA FESTIVAL

XXIV FESTIVAL TEATRALE DEI DIALETTI DELLA BASSA: E' giunto al termine, a Moglia il “Festival Teatrale dei Dialetti della Bassa”, 24a edizione, inaugurato lo scorso 5 marzo con la prima commedia dialettale in gara. Nell'arco di questo mese si sono messe a confronto le migliori compagnie dialettali delle province di Mantova, Modena e Reggio. Il “Trofeo Comune di Moglia” verrà assegnato alle premiazioni di SABATO 7 MAGGIO 2016, dalla giuria popolare formata dagli spettatori presenti ad almeno tre spettacoli in concorso. Gli altri numerosi premi saranno attribuiti da una giuria tecnica presieduta dall’autore di teatro dialettale Paolo Ghidoni. Per informazioni o prenotazione: posti chiamare la “PROLOCO POMPEO COPPINI” al 349.1613582 o 348.5481794. ......................................................

Numeri consigliati da Reporter:

...diamo i numeri

06-2016

TEMPO L IBERO CALCIO calendario delle partite del week end Classifica Serie B Serie A TIM

Classifica

33° giornata

Serie A

31° giornata

Sabato 02 Aprile 2016 18:00 Carpi Sassuolo 20:45 Juventus Empoli Domenica 03 Aprile 2016 12:30 Udinese Napoli 15:00 Fiorentina Sampdoria 15:00 Atalanta Milan 15:00 Chievo Palermo 15:00 Genoa Frosinone 15:00 Lazio Roma 20:45 Inter Torino Lunedì 04 Aprile 2016 20:45 Bologna Verona

vero gallo da combattimento, e il destino realizzerà il suo desiderio in modo del tutto inaspettato. Nessuno crede in lui ma, nonostante tutti lo beffeggino, riuscirà in un'incredibile impresa, grazie alla sua determinazione e al suo coraggio. Un allevatore imbroglione inganna i proprietari della fattoria dove Pedro vive, costringendoli a partecipare a una scommessa la cui posta in gioco è la fattoria stessa. Per salvarla bisogna vincere un combattimento tra galli, così Pedro decide di allenarsi per sconfiggere il temibile lottatore Sylvester Pollone, il campione dei campioni... ORARI E DATE: Sabato 26 ore 16.30 Domenica 27 ore 16.30 Lunedì 28 ore 16.30 Info: Tel. 0376.522764 ......................................................

Serie B

Crotone

66

Avellino

43

Latina

Cagliari

65

Lanciano

39

15:00 Calcio Como Entella

Novara

52

Ternana

37

15:00 Spezia

Trapani

15:00 Ternana

Pescara

Spezia

51

Latina

36

15:00 Lanciano

Perugia

Cesena

50

Ascoli

36

31

15:00 Livorno

Pro Vercelli

Bari

50

Modena

35

28

15:00 Modena

Cagliari

Virtus Entella

49

Pro Vercelli

34

28

15:00 Ascoli P.

Vicenza

Pescara

49

Livorno

33

27

15:00 Avellino

Crotone

Brescia

49

Salernitana

31

18:00 Brescia

Novara

Trapani

47

Vicenza

31

Perugia

44

Como

26

Empoli

36

Napoli

67

Genoa

34

Roma

60

Torino

33

Fiorentina

55

Atalanta

33

Inter

55

Sampdoria

32

Milan

49

Udinese

Sassuolo

45

Carpi

Lazio

42

Palermo

Chievo

38

Frosinone

Bologna

36

Verona

19

20:30 Salernitana Bari

Bari + tutte 51 - 63 Torino + tutte 19 - 67 - 69

SUPERENALOTTO:

34 - 53 - 48 - 9 - 79 - 72

Classifica

Seconda Divisione A

29° giornata

Sabato 26 Marzo 2016

70

(da giocare almeno per 4 volte)

Seconda Divisione A

15:00 Cesena

Juventus

ESTRAZIONI del 26-28-30/03-02-05-07/04 2016

Sabato 02 Aprile 2016 15:00 Cremonese Renate 15:00 Südtirol Lumezzane 17:30 Pro Patria Giana Erminio 20:30 Pordenone Reggiana Domenica 03 Aprile 2016 14:00 Cuneo Padova 15:00 Feralpisalò Mantova Lunedì 04 Aprile 2016 20:00 Albinoleffe Pro Piacenza 20:00 Cittadella Bassano Virtus 20:00 Pavia Alessandria

Cittadella

62

Giana Erminio 31

Bassano V.

52

Lumezzane

30

Pordenone

50

Cuneo

28

Alessandria

46

Pro Piacenza

27

Feralpisalò

45

Mantova

23

Pavia

42

Albinoleffe

18

Reggiana

41

Pro Patria

07

Padova

41

Cremonese

40

Südtirol

38

Renate

31

LE BARZELLETTE: CASALINGHE DISPERATE: Una casalinga confida all'amica incontrata al mercato le proprie frustazioni: - Sai, con mio marito non è che poi vada così male, ma lui è sempre svogliato e soprattutto ormai non mi guarda quasi più. Figurati che quando torna a casa la sera, tutto quello che sa dirmi è: "Aò! Che se magna stasera?".

- Sai, Piera, gli uomini sono tutti un po' uguali, così infantili e prevedibili. Anch'io avevo il tuo problema, ma sono riuscita a risolverlo in un modo semplicissimo... - Davvero, Fausta? Ma come? Dimmi tutto, che ci voglio provare anch'io! - Guarda, comprati un completino nero un po' "aggressivo" e soprattutto una mascherina nera! Gli apri la porta

vestita così e... l'effetto è assicurato! - Non mi dire! Basta così poco? Beh, provo... tanto per quello che mi costa... Dopo una settimana, si rivedono al mercato: - Allora, Piera, come è andata? - Vuoi proprio saperlo? Beh, è tornato... gli ho aperto la porta e lui mi fa: "A Zorro... che se magna stasera?"

Reporter mn06 16  
Reporter mn06 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Advertisement