Page 1

ReporterMN

RISTORANTE PIZZERIA

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Mantova - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com CI TROVI IN TUTTE QUINDICINALE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 € 0,01 COPIA OMAGGIO D'INFORMAZIONE ED EVENTI Numero • VENERDÌ 27 26 febbraio 2015 • prossima venerdìuscita 6 MARZO 201511 marzoSETTIMANALE Numero0704 • VENERDÌ febbraio 2016 •uscita prossima venerdì 2016

Tel. 0376.91191

- COPIA ED OMAGGIO D'INFORMAZIONE EVENTI

Noi donne costrette a scegliere tra maternità e carriera

MARZO FESTA DELLA

RACHELE

BERTELLI

DONNA

L'altra metà del cielo festeggia il suo giorno più controverso: tra mimose, ricorrenze e rivendicazioni

• Fontanesi Rubens

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag. 3

A pag. 4

ALL’INTERNO • Mantova - I Vigili hanno trovato "casa" • Grande Mantova - Ecco i nuovi Maestri del Lavoro • Alto Mantovano - A Guidizzolo i fiori della solidarietà • Oltrepò - Wonder Woman a teatro • Speciale CASA • Speciale AMBIENTE • Gonzaga - 53° Esposizione Internazionale Canina ENCI • Speciale FESTA DELLA DONNA • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

• Sommi Cesare

Espongono alla Comet SpA - Levata di Curtatone (MN)

L'associazione Artistica Culturale espone le sue opere (un poco in là) di pitto-scultura e fotografia per gentile concessione (degna d'altri tempi) della Comet Spa

5 6 7 8 11 14 20 22 26 27

• Fontanesi Davide

Sono creazioni artistiche approfondite da vari studi sperimentali con i materiali dell'oggi, alla luce delle ultime scoperte sull'EMOZIONALITÀ

Ass. Artistico Culturale Borgo Virgilio (MN) - Cell. 338 5983659

VETRO ROTTO O SCHEGGIATO? • • • • •

RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO OSCURAMENTO VETRI

PORTO MANTOVANO MANTOVA: Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

Str. Statale Cisa, 78 Porto Mantovano (MN)

APERTO TUTTI I GIORNI

Tel. 0376.398102

11,00/14,30 - 18,30/23,30

Nuova Apertura

DIAMO UNA SPINTA ALLA PREVENZIONE A TUA DISPOSIZIONE DAL LUNEDì AL SABATO 12 ORE AL GIORNO

TRATTAMENTI PER LA SALUTE DEI DENTI DI ADULTI E BAMBINI

POSSIBILITA’ DI PAGAMENTI AGEVOLATI

• Chirurgia • Chirurgia Estetica • Conservativa • Endodonzia • Igiene Orale • Impiantologia • Ortodonzia • Parodontologia • Pedodonzia • Protesi • Sbiancamento

Via C.B. Brenzoni 41/B - 37060 MOZZECANE (VR) - tel. 045 6340735 - info@ambulatoriogazzieri.it - www.ambulatorigazzieri.it


PAGINA 2

Mantova

ReporterMN

incontra single nella tua città…

Verona - Viale Francia 3 Tel. 045 8445452 - Cell. 339 1216950 agenziaverona@feliceincontro.net

Appuntamenti veri e mirati con discrezione

Spesso si ricorda a fatica la differenza fra stalagmiti e stalattiti. Parlo di una differenze sostanziale. Tu ricordi la differenza tra amore e una semplice infatuazione? Tra una storia d’amore e una semplice frequentazione? Ricordi l’ultima volta in cui ti sei sentita coinvolta in una relazione? Io sono Gian 46 anni architetto, divorziato senza figli, pronto per sottolineare le differenze. Pronta a cogliere la sfida?

Non rinunciare alla speranza, non lasciarti andare allo sconforto a causa di ciò che è passato, giacché rimpiangere l’irrecuperabile è una profonda mancanza di rispetto. Se vuoi essere rispettato dagli altri, la cosa più importante è rispettare se stessi. Solo in questo modo, solo con il rispetto di te stesso tu obblighi gli altri a rispettarti. Io sono Enrico ho 64 anni divorziato da 10 anni e pronto a rispettarti

Dalle donne passa la vita, sempre. Dalla pancia, dalla testa, dalle mani e dai ricordi. Dalla capacità e dal desiderio di tenere uniti, d’ essere un collante, a volte dell’impossibilità di farlo. Quello che succede nel transito non è materia per discussioni, ma di dialogo e confronto. Sei d’accordo? Sono Germano ho 44 anni impiegato divorziato

Mi presento Lidia 52 anni divorziata. Le cicatrici e i segni possono tornare utili. Anche io ne ho qualcuna...somigliano un po’ a una planimetria che appartiene al mio passato. L’uomo si adatta a tutto. Supera dolori, chiude storie, ricomincia, dimentica. Ma a volte basta un niente per capire che quella porta non è mai stata chiusa a chiave...la felicità non ci lascia cicatrici da mostrare.

Sono Irina 54 anni divorziata, due figli che vivono ormai fuori di casa. Amo la musica,mi piace leggere, anche se non ho abbastanza tempo per farlo. Il mio punto di forza o di debolezza, allo stesso tempo é la testardaggine o per meglio dire tenacia. Anche se qualche volta mi ha reso difficile la vita. In ogni caso credo di essere una persona spontanea... Ho voglia di innamorarmi ancora, che dici di conoscerci?

Ciao! Sono una donna fiera di sé per tutto quello che ho fatto fino ad ora, ho principi sani di vita e il desiderio di amare e essere amata, di trovare la persona giusta per me e di essere la persona giusta per l´altro. Credo che nulla sia per caso e che tutto sia destino! Non credo che esista una persona perfetta, Vorrei solo scoprire le qualità e i pregi della persona che incontrerò.. Mi chiamo Zoya, 54 anni, commerciante

Sono Gianna ho 45 anni divorziata. L’amore perfetto risiede in parte nell’assenza. Nell’assenza e nell’attesa. Un amore solo pensato, desiderato, invocato, sperato. Sognato in ogni frangente e intatto a ogni sua sfaccettature. Illanguidito dalla mancanza. Mai intaccato da una frase, da un gesto, da un’ombra. Un amore brillante, coinvolgente ed assoluto. Questo è il sogno che vorrei vivere con te

Ciao mi chiamano Silvio. Sono un uomo di 63 anni, vivo fuori città, ho una bella casa e un terreno molto grande dove ho la mia attività di imprenditore agricolo. Sono divorziato da diversi anni e adesso vorrei trovare una donna al quale dedicarmi. Io sono un uomo bravo, dolce e affettuoso e pronto a darti tutto l’amore possibile

Ciao il mio nome è Caterina ho 33 anni sono single. C’è un posto nel mondo dove rimani senza fiato, dove il tempo si ferma. Ci sono momenti nella vita nei quali l’anima gemella ti manca così tanto che vorresti fosse al tuo fianco e vorresti perderti tra le sue braccia e sentire di avere finalmente trovato la felicità. Se hai le mie stesse speranze, perchè non mi contatti?

www.feliceincontro.net/verona ReporterMN

Cerbetto

CEREA: Via Paride 49 Tel. 0442 320257

www.cerbettoviaggi.it gruppi@cerbettoviaggi.it

I NOSTRI VIAGGI DI GRUPPO VIAGGI DI 1 GIORNO

€ 98,00

DOMENICA 28 FEBBRAIO

Gita sulla neve in MOTOSLITTA e PRANZO in CHALET

DOMENICA 6 MARZO

LUNEDI' 28 MARZO

Festa della donna e non solo… PADOVA e l'ABBAZIA di PRAGLIA Pranzo incluso BERGAMO: Visita della città e dell'Accademia Carrara LUCCA e il suggestivo borgo di MONTECARLO Pasquetta: BOLOGNA, i suoi portici e il colle di SAN LUCA PASQUETTA all'ACQUARIO di GENOVA PASQUETTA a GENOVA… Alla scoperta del magnifico centro storico e di PALAZZO SPINOLA PASQUETTA: Il Borgo di GRADARA e RIMINI

DOMENICA 10 APRILE DOMENICA 24 APRILE LUNEDI' 25 APRILE

Domenica di shopping: OUTLET VILLAGE a FIDENZA VILLE E GIARDINI sui COLLI FIORENTINI Pranzo incluso INNSBRUCK e "I Mondi di Cristallo SWAROSKI"

DAL 25 AL 28 MARZO

Alla scoperta di BARCELLONA: Pasqua nella splendida città spagnola… € 545,00 4 gg in pullman

DAL 25 AL 28 MARZO

NAPOLI e la Costiera Amalfitana… Ammirando una costa UNICA che tutto il mondo ci invidia... € 495,00 4 gg in pullman Pasqua in Toscana: Arezzo, Cortona, Siena e l'incantevole VAL D'ORCIA € 355,00 3 gg in pullman

DOMENICA 13 MARZO DOMENICA 13 MARZO LUNEDI' 28 MARZO LUNEDI' 28 MARZO LUNEDI' 28 MARZO

€ 68,00 € 52,00 + biglietto € 52,00 € 52,00 € 40,00 + biglietto € 56,00 + biglietto € 49,00 + biglietto € 29,00 € 85,00 € 49,00 + biglietto

VIAGGI DI PIÙ GIORNI

DAL 26 AL 28 MARZO DAL 9 AL 10 APRILE

Emozionati all'Infinito… LORETO, RECANATI ed URBINO € 198,00

DAL 23 AL 25 APRILE

COSTA AZZURRA INSOLITA… Tra borghi, Ville e Profumi

DAL 23 AL 30 APRILE

TOUR della CALABRIA Fra Arte, Storia, Natura, Tradizioni e Gastronomia € 1.130,00

DAL 24 AL 25 APRILE

CIVITA di BAGNOREGIO e ORVIETO

€ 198,00

2 gg in pullman

DAL 30/4 AL 1 MAGGIO

Le 5 TERRE e… il GOLFO dei POETI

€ 199,00

2 gg in pullman

DAL 11 AL 15 MAGGIO

I Sassi di MATERA e la PUGLIA: Isole TREMITI e i TRULLI di ALBEROBELLO

€ 670,00

5 gg in pullman

DAL 28/5 AL 4 GIUGNO

BELGIO, OLANDA e LUSSEMBURGO… Minicrociera sul Reno e Strasburgo

€ 1.350,00

8 gg in pullman

DAL 2 AL 5 GIUGNO DAL 3 AL 5 GIUGNO DAL 4 AL 5 GIUGNO

BUDAPEST… La perla del DANUBIO ISOLA DEL GIGLIO… Una perla da scoprire Week end in ISTRIA: Rovigno e le Isole BRIONI

€ 485,00 € 460,00 € 215,00

4 gg in pullman 3 gg in pullman 2 gg in pullman

DAL 7 AL 10 LUGLIO DAL 28 AL 31 LUGLIO

PROVENZA e i Campi di LAVANDA in Fiore I tesori della CIOCIARIA

€ 540,00 € 395,00

4 gg in pullman 4 gg in pullman

DAL 8 AL 9 AGOSTO DAL 13 AL 20 AGOSTO

I Castelli delle FAVOLE in Baviera Tour della SPAGNA: Barcellona, Madrid, Valencia, Toledo, Siviglia e Segovia Le CASCATE del RENO e il Lago di Costanza PRAGA "La città d'oro"

€ 228,00

2 gg in pullman

€ 1.295,00 € 450,00 € 495,00

8 gg in pullman 3 gg in pullman 4 gg in pullman

DAL 13 AL 15 AGOSTO DAL 13 AL 16 AGOSTO

€ 359,00

2 gg in pullman 3 gg in pullman 8 gg in pullman

TUTTA LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2016 LA TROVI SUL SITO

www.cerbettoviaggi.it


IL PERSONAGGIO ReporterMN

NUOVA FRASSINE srl

• COMMERCIO ROTTAMI

FERROSI E METALLI • SERVIZIO CONTAINER E NAVETTE • DEMOLIZIONI AUTO ALESSANDRA LOVATTI BERNINI

L

a situazione delle donne in Italia, seppur non drammatica rispetto ad altri Paesi del mondo, è certamente ancora una nota dolente per la nostra società. Ne parliamo con Rachele Bertelli, che seppur giovanissima è già consigliere comunale del Pd al Comune di Mantova La Bertelli, laureanda in filosofia presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e profondamente impegnata nel sociale, si batte da anni per i diritti delle donne e non solo. Oltre alla carica di consigliere comunale, partecipa alla commissione per le pari opportunità. Bertelli, qual è la situazione dei diritti delle donne in Italia? “E' certamente un momento molto particolare, per i diritti delle donne e per i diritti in generale. Stiamo andando 'indietro' e tutti i diritti conquistati nei decenni precedenti non sono per nulla scontati, anzi. E' una fase in cui ci stiamo rendendo conto che per i diritti che pensavamo di aver acquisito, c'è in realtà ancora molto da fare. Questo discorso non vale solo per l'Italia, ma per l'Europa intera. Ce lo hanno dimostrato i fatti di Colonia, aprendoci ad una visuale orrenda di violenza. Nel nostro Paese i 'numeri' della violenza domestica non accennano neppure a diminuire. Ritengo che questo sia un problema sia sociale che culturale, perché la violenza sulle donne è violenza sulle donne in quanto donne. Sembra un intricato gioco di parole, ma così non è. E' il cosiddetto 'femminicidio' che è diventato importante perché fa notizia, ma se ne parla da troppo poco. La violenza domestica è sempre avvenuta, ma se ne parla solo degli ultimi anni e quando i fatti non diventano notizie, è come se non fossero mai avvenuti”. Qual è il peso che gli stereotipi giocano nel far vacillare i diritti? “Il peso è grande. Quello che più mi preoccupa, ad esempio, quando si parla di unioni civili è il fatto che buona parte delle persone contrarie si allarmano quando si parla del cosiddetto 'abbattimento degli stereotipi di genere' e questo è utilizzato per dire che il Governo vuole creare confusione nei bambini”. A rischio di andare fuori tema, vorrei fare un excursus su quello che riguarda la teoria gender. Credo sia importante spiegare di cosa si tratta. “Lo credo anche io. La questione del gender è molto complicata. Direi che, in sostanza, il cosiddetto 'gender' è una crasi fra l'educazione di genere che propone la 'Buona Scuola' e i 'gender studies' o studi di genere che sono quegli studi che consentono a noi donne oggi di portare i pantaloni. Ad esempio, si educa all'abbattimento degli stereotipi di genere quando in un libro per bambini le infermiere non sono tutte donne e i medici non sono tutti uomini. In questo modo, passa il messaggio che anche una bambina, se lo vuole, può diventare un medico. E questo significa che si abbatte uno stereotipo di genere. Questa visione, a mio avviso sacrosanta, è stata trasformata

Località Frassino MANTOVA V. San Geminiano, 4 Tel/Fax 0376.370747 Cell. 348.2846393 frassine.srl@libero.it

RACHELE Bertelli Noi donne stiamo perdendo i diritti per i quali abbiamo a lungo combattuto

ad arte in una sorta di 'mostro gender' che mira ad omosessualizzare e a confondere i bambini. I 'gender studies' però non hanno nulla a che fare con l'omosessualità. Chi vuole estremizzare sostiene che il gender sia una minaccia per la

biologia, mentre non è così. C'è un dato biologico evidente, ma il genere è quell'assetto di informazioni che fa sì che l'identità di un uomo o di una donna si formino. La gonna, ad esempio, è un dato culturale, non biologico. Non esiste

un'ideologia gender. Inoltre i teorici del gender, come dicevo prima, non hanno nulla a che vedere con gli omosessuali. Questo è soltanto un tentativo di ingessare gli stereotipi che dovremmo combattere. E tutto questo va a discapito delle donne”. Esiste in Italia, secondo lei, una parità fra i sessi? “Parità non c'è. Anche se sono stati fatti passi da gigante in quella direzione, troppi sono gli episodi che ci informano di quanto la situazione sia indietro. Per fare un esempio pratico, in Italia una donna deve ancora scegliere fra maternità e carriera. L'avere figli non va di pari passo con il lavoro e questo non è giusto. Si deve ancora lottare molto e non ce ne rendiamo conto. Ci sono ancora molti stereotipi che ingabbiano. Quello più lampante è quello delle cosiddette 'donne oggetto'. Quando vediamo una “donna oggetto” in una pubblicità su un giornale o in un programma tv, mi viene da pensare che sì quella è “una donna oggetto”, ma anche che nessuno le ha puntato una pistola alla tempia per diventarlo. Mi sbaglio? “No, affatto. L'emancipazione è un concetto culturale che nel 2016 non tutti digeriscono, sia uomini che donne”. Qual è un Paese del mondo che lei prenderebbe ad esempio per il livello dei diritti acquisiti? “Il Canada, senza dubbio. Vorrei aggiungere che l'acquisizione dei diritti per i nuovi tipi di famiglie, vale anche per la parità fra i sessi. La parità passa anche attraverso l'acquisizione dei diritti”. La invito ora ad una riflessione linguistica. Se io dico “buon uomo” e “buona donna”, i significati sono completamente diversi. Se io dico “lavoratore” e “lavoratrice” pure. “La lingua è da sempre utilizzata per ingessare gli stereotipi. Ci sono parole che a seconda che siano al maschile o al femminile, cambiano di significato e se sono al femminile sono sempre dispregiativi e si riferiscono ai costumi sessuali di una donna. Anche nel momento in cui si vuole valorizzare una donna, si dice 'donna con le palle', ossia le si danno attributi maschili”. Emancipazione, dunque, significa “comportarsi come un uomo” e “assomigliare ad un uomo”? “Avendo alle spalle secoli di non emancipazione sembra che per raggiungere la parità le donne debbano avere attributi maschili. La parità vera, invece, è la parità che non comporta questi stereotipi, mentre dare attributi maschili è relegare in uno stereotipo. L’abbattimento degli stereotipi, che non sono altro che gabbie, invece serve proprio a contemplare una diversità reale fra i sessi, ma equa”. Una riflessione finale? “Ogni opportunità di parlare di stereotipi è una nota positiva nel marasma discriminatorio. Parlarne serve ad abbatterli ed è sacrosanto che la scuola si occupi dell'abbattimento di questi stereotipi per dare ai bambini e alle bambine le medesime prospettive. Questo è ciò che una società che mira alla felicità dei suoi cittadini deve realizzare”.

dal 1981

DA GIANNI E ALBERTINA

Da Martedì 10 a Domenica 15 NOVEMBRE 2015

propone

La settimana della trippa 6° EDIZIONE

dal mattino alla sera • Trippe in brodo Trippe alla parmigiana • Trippe con funghi Trippe con fagioli e altre specialità sempre pronte "Fogazin con i pomi"

NOVITÀ

PASTICCIO CON TRIPPA

L’esperienza dà garanzia e sicurezza al rinnovo del vostro serramento con trattamenti specifici e prodotti all’avanguardia. Loc. Tezze - Cavriana (MN) - Tel. 0376.826102 Cell. 339.8350889 - info@vecasnc.it

ReporterMN

DI

PAGINA 3

Mantova - PAGINA 3 Mantova


PRIMO PIANO

Mantova - PAGINA 4 -

Scuola prevede che “Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei princìpi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori sulle tematiche indicate”. Il Ministero dell’Istruzione, a fronte del dibattito che si è sviluppato a livello nazionale sul

tema, ha chiarito che la finalità dell’articolo non è quella di promuovere pensieri e azioni ispirati all’ideologia gender, ma di trasmettere la conoscenza e la consapevolezza dei diritti e dei doveri della persona costituzionalmente riconosciuti e garantiti ed in particolare l’educazione alla lotta ad ogni tipo di discriminazione e la promozione ad ogni livello del rispetto della persona e delle differenze senza alcun tipo di discriminazione.

La Festa della Donna tra stereotipi e diritti

Verso l’8 MARZO DI

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI

L

'8 marzo si avvicina e parlare della donna è sempre complicato, perché si rischiano fraintendimenti e banalizzazioni. Tanti sono i modi e le modalità con cui gli uomini vedono le donne, e allo stesso modo, l'immaginario o, anzi, gli immaginari con cui le donne vedono sé stesse, sono i più vari e disparati. Si rischia anche di far passare la figura maschile

come monolitica e di mettere in luce soltanto alcuni aspetti, trascurandone altri, altrettanto fondamentali. Gli anni che stiamo vivendo hanno cambiato radicalmente sia la figura maschile che quella femminile, ne hanno mutato i ruoli e le aspettative. Di conseguenza, la figura femminile – così come quella maschile – è cambiata, senza soluzione di continuità rispetto al passato. Non appare corretto parlare di “capovolgimento”

> IL CONVEGNO <

Le pari opportunità cominciano sui banchi di scuola

www.malavasidemos.it

“La promozione delle pari opportunità e la tutela della diversità nell’art.1 comma 16 della legge sulla Buona Scuola”. Se ne parlerà sabato 27 febbraio a partire dalle ore 9.30 presso l’auditorium del conservatorio Campiani in via Conciliazione 33 a Mantova. A promuovere l’iniziativa sono la Provincia di Mantova, le Commissioni Pari Opportunità dell’ente di Palazzo di Bagno e dei Comuni di Suzzara, Pegognaga, Gonzaga e Distrettuale Alto Mantovano, l’Ufficio della Consigliera Provinciale di Parità con la collaborazione del Comune di Mantova e dell’ Università degli

Studi di Brescia – corso di laurea per Educatori Professionali. Il convegno, aperta a tutta la cittadinanza e alle scuole, intende promuovere un’informazione corretta e trasparente sui contenuti della cosiddetta legge sulla Buona scuola (art. 1 comma 16 della legge n. 107/2015) e stimolare un confronto costruttivo e aperto sul tema. L’appuntamento nasce anche con l’intento di costituire un’opportunità di programmazione innovativa per gli Istituti Scolastici e Formativi del territorio e per la collettività intera. L’art.1 comma 16 della Buona

MALAVASI DEMOS

Oltre 92.000 euro per finanziare attività e percorsi di formazione

Una task force contro la violenza di genere

Nel 2016, grazie ad un nuovo finanziamento della Regione Lombardia di quasi 92 mila euro, saranno potenziate a Mantova le iniziative per la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere. Ad annunciarlo venerdì 19 febbraio gli assessori alle Pari Opportunità del Comune di Mantova Marianna Pavesi e della Provincia Elena Magri, affiancate dalle altre esponenti del tavolo mantovano antiviolenza Marzia Monelli del Centro Aiuto alla Vita, Patrizia Aldrovandi di Telefono Rosa e Adriana Paganini del servizio socio-sanitario Ats. Il Comune di Mantova sarà capofila nella realizzazione del progetto. "È stato un grande risultato che abbiamo ottenuto insieme – ha sottolineato l'assessore Pavesi -. Il progetto ha avuto un buon finanziamento che consente di ampliare l'offerta dei servizi e di estendere la rete di centri anti violenza". Con le nuove risorse saranno adeguati i centri antiviolenza e le case rifugio già esistenti sul territorio. Il loro funzionamento sarà garantito nei prossimi dieci mesi nelle varie zone della provincia a Mantova, Asola, Guidizzolo, Ostiglia, Suzzara e Viadana. I servizi si potranno avvalere della collaborazione dei partner Telefono Rosa, Centro aiuto alla Vita, i sei piani di zona, l'Asl, la Provincia e l'ufficio della Consigliera Provinciale di Parità. Saranno a disposizione di tutte le donne della provincia percorsi di sostegno psicologico, un gruppo di auto aiuto, ospitalità, progetti personalizzati di accompagnamento nell'uscita dalla violenza. Verranno attivati come cofinanziamento di Ats Valpadana i percorsi per uomini maltrattanti. Tra le novità la sperimentazione di uno sportello di ascolto nel distretto di Viadana. Il centro antiviolenza di Telefono Rosa offrirà l'ascolto telefonico al numero 0376 225656 nei giorni lunedì, martedì, venerdì dalle 18 alle 20. Mercoledì mattina dalle 9 alle 11 il giovedì mattina dalle 9 alle 12 e dalle 19 alle 21 e due lunedì pomeriggio al mese dalle 15 alle 18 (il secondo ed il quarto). Dal mese di aprile si riunirà a Mantova, il mercoledì dalle 19 alle 21, il gruppo di aiuto dal titolo "Viaggio alla scoperta di se stessa, percorso di autostima e recupero delle risorse personali". Dal mese di maggio, il primo ed il terzo lunedì del mese dalle 15 alle 17 in collaborazione con il Consorzio servizio alla persona di Viadana ed il Comune di Viadana, Telefono Rosa aprirà uno sportello di ascolto (il numero telefonico sarà reso noto successivamente) e formerà un gruppo di volontarie del territorio che continuerà l'attività di ascolto telefonico dopo la conclusione del progetto.

...IMPRONTA DI QUALITÀ • Scale a Giorno • Scale a Chiocciola • Porte Interne • Porte Blindate • Inferriate in acciaio apribili • Serramenti In Pvc, Legno e Legno Alluminio

Via Cremona 25 - MANTOVA • Tel. 0376 380178 - Fax 0376 1501841 - www.malavasidemos.it - info@malavasidemos.it

ReporterMN

delle figure e dei sessi, bensì è più il caso di parlare di un cambiamento radicale, mai visto prima, incomprensibile alle generazioni che non lo hanno vissuto. Quelle che erano le aspettative che la società aveva nei confronti delle donne, fino a pochi decenni fa, erano molto chiare e delineate. Attualmente, invece, e la crisi ha certamente accelerato questo processo, viviamo in una società che, se da un lato è vero che non dà

niente, è altrettanto vero che non chiede più molto. In altre parole, la società che stiamo vivendo, non chiede più ad una donna di essere una donna e soprattutto di “fare” la donna. Questo non significa che tutti i diritti siano ormai conquistati e che la situazione delle donne in Italia sia rosea. Significa solo che, se non è la donna a sceglierlo, non si pretende – quasi – più che essa rispetti i ruoli di moglie, madre e casalinga. Quando, più in generale, si parla di “festa della donna”, spesso le immagini che salgono alla mente sono due. O si pensa alle serate trasgressive nei night club, dove sì avviene un capovolgimento, perché per una volta all'anno sono gli uomini a diventare oggetti; oppure si pensa alla storia di questo giorno. L'8 marzo, come il giorno per ricordare le lotte per i diritti. Due punti di vista antitetici, indubbiamente. Il punto fondamentale è però che, qualsiasi sia l'idea che una donna ha di sé, deve essere messa in condizione di perseguirla e raggiungerla. Allo stesso modo, qualsiasi sia l'idea sognata di noi – come diceva Agrado nel film “Tutto su mia madre” - dobbiamo essere messe e messi in grado di realizzarlo.


MANTOVA

PAGINA 5

Mantova - PAGINA 5 Mantova

Inaugurata in Valletta Valsecchi la prima sede del servizio

I

Il Vigile di quartiere ha trovato… CASA!

l vigile di quartiere è una realtà. L'inaugurazione ufficiale dell'attività si è tenuta sabato 19 febbraio a Valletta Valsecchi. Il primo ufficio sarà presso la sede Hub “Arco e Pietre” in via Volta 9. “In pochi mesi abbiamo messo in atto una riorganizzazione dell'organico del personale della Polizia Locale - spiega il sindaco Mattia Palazzi – che ha consentito di recuperare 9 agenti, più uno in centro, da mettere a diretto contatto con i cittadini, in tutti quartieri della città”. La dislocazione che condivide gli spazi con l'associazione Alce Nero. Il sindaco Palazzi ha evidenziato l'importanza di questi punti di prossimità dove i cittadini potranno portare le loro istanze relative alla vita di quartiere, trovando risposte dirette da rappresentanti dei settori dell'amministrazione interessati, come la vigilanza, i lavori pubblici, i servizi sociali. Questo inizio di decentramento dell'amministrazione pubblica prelude alla prossima costituzione delle consulte di quartiere che avranno la finalità di coinvolgere sempre più i cittadini nelle scelte riguardanti le

> LA MOSTRA <

Tra Arte e Tecnologia L’Arte moderna incontra la tecnologia del futuro in un contesto alternativo. L’associazione artistico-culturale “Promo Art Italia” è stata invitata ad esporre le opere dei propri associati presso la sede della “Comet Spa” di Levata di Curtatone dall’ottobre 2015. Le opere di pittura scultura e fotografia sono visibili presso l’ingresso del centro. Gli Artisti partecipanti sono: Rubens Fontanesi pitto-scultore, Davide Fontanesi fotografo, Cesare Sommi pittore, e alcune opere fatte in collaborazione con lo scultore Flavio Bregoli. La rassegna ha lo scopo di integrare le Arti visive del presente con le nuove scoperte tecnologiche. Una mostra d’Arte contemporanea dove Pittura Scultura e Fotografia tendono a fondersi per una rivitalizzazione. Una quarantina d’opere esposte dai nostri incontrollabili stimoli artistici; dove inseriamo anche oggetti del quotidiano come memoria di un presente che si farà futuro. Pitture ad olio fissate a supporti di materiale tecnologico dell’oggi; linde sculture d’alluminio e bronzo dove il mito s’appanna alla scienza. Per terminare poi con creazioni digitali dove è aperta una lotta senza quartiere tra tecnica e sentimento. Una brezza che sta diventando un tosto venticello, quella di esporre in luoghi non propriamente deputati all’Arte. Ma quando l’esosità di un certo onnivoro mondo mercantile dell’Arte supera certi limiti, l’Artista si apre volentieri anche ad altri luoghi. Promo Art Italia, per conto del suo presidente Rubens Fontanesi, ringrazia “Comet Spa” per la gentile concessione.

> IL RIMPASTO <

Provincia: esce Dall’Aglio, entra Negrini Sindaco e Comandante all'inaugurazione della sede dei Vigili

attività sociali e culturali. Accanto al primo cittadino anche l'assessore alla Polizia Locale lacopo Rebecchi ha sottolineato la valenza sociale della scelta di collocare queste sedi presso associazioni già inserite nella vita dei quartieri. Da parte sua il comandante della Polizia Locale Paolo Perantoni, sollecitando

Riaprono le Beccherie Dallo scorso 20 febbraio, ogni sabato e domenica dalle 18 alle 19, fino alla fine di marzo le “Beccherie” si potranno di nuovo visitare gratuitamente. L'apertura, che permette vedere da vicino un angolo recentemente recuperato del centro storico, è stata resa possibile grazie al Servizio messo a disposizione dal Sepris, l'associazione che raccoglie i volontari impegnati nel pronto intervento. Il pubblico potrà così apprezzare visivamente l'intervento di recupero accompagnato dalla nuova illuminazione artistica del Rio, dei giardini, delle Pescherie e del Campanile di San Domenico che ha voluto riportare in primo piano il rapporto privilegiato della città con l'acqua. Per scendere nei Sottoportici si utilizzerà la scala di ferro installata in piazza Martiri di Belfiore. Sabato 13 febbraio era stato inaugurato il nuovo percorso di riqualificazione urbana in sintonia con Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016.

la più ampia collaborazione dei cittadini, ha ricordato l'importanza del contributo che con le loro segnalazioni possono offrire all'attività delle forze dell'ordine. Alla presentazione sono intervenuti anche il comandante della stazione di Mantova dei Carabinieri Maresciallo Enrico Ponzi,

il vice comandante della Polizia Locale Luigi Marcone, i vigili di quartiere, il personale amministrativo e i rappresentanti della associazione Alce Nero. La sede è aperta per le segnalazioni il lunedì dalle 11 alle 12,30, il martedì dalle 15 alle 16,30 e il mercoledì dalle 9 alle 11.

> BORGOVIRGILIO < Il neo-assessore Francesco Negrini

Uno scorcio delle Beccherie

E’ Francesco Negrini il nuovo assessore provinciale che subentra a Massimo Dall’Aglio dimessosi per motivi familiari. Il presidente Alessandro Pastacci ha assegnato all’esponente del Partito Democratico le Politiche di tutela e controllo ambientale, Paesaggio e conservazione e Attività estrattive. Commerciante, 45 anni, di Mantova, Negrini, non è un volto nuovo a Palazzo di Bagno: è già stato assessore con la Presidente Tiziana Gualtieri e con il suo successore Maurizio Fontanili di cui è stato assessore nel primo mandato e capo di Gabinetto nel secondo. Nel 2011 era stato eletto in Consiglio Provinciale sempre per il Pd di cui era stato capogruppo, ruolo poi passato al collega Massimiliano Montagnini. Da domani il rientro come assessore. Con le dimissioni di Dall’Aglio si è innescato anche un cambio di deleghe: il presidente Pastacci ha infatti redistribuito le competenze dell’ex assessore assegnando i Servizi al cittadino all’assessore Elena Magri e al collega Maurizio Castelli i Sistemi d’impresa, Energia e Innovazione. Restano in capo al presidente le Politiche economico – finanziarie e Infrastrutturali (bilancio, patrimonio, affari generali e personale, partecipazioni societarie, opere pubbliche territoriali e grandi infrastrutture, Sistema Portuale e Mobilità e Trasporti).

Menù da asporto

Lunedì chiuso

Menù bimbi Menù vegetariano

ReporterMN

Il ristorante Maya vi aspetta per gustare le tipiche specialità Messicane, come i Burrito, le Fajitas e altre specialità di carne…

FESTA dell' 8 MARZO menù € 20,00 Stradella di Bigarello (MN): Via Cadè, 6 - Tel. 0376 45642 - www.mayamexi.it - Ci trovi anche su

- È gradita la prenotazione


GRANDE MANTOVA

Mantova - PAGINA 6 -

Il Comune di Curtatone premia otto imprenditori di successo del territorio

S

Ecco i nuovi Maestri del Lavoro

abato 20 febbraio, in mattinata, presso la Sala Consiliare del Comune di Curtatone, si è svolta la cerimonia di consegna di una pergamena ad otto cittadini che, insigniti all’onorificenza della “Stella al Merito del Lavoro” da parte del Presidente della Repubblica, hanno dato e danno tuttora lustro a tutta la città di Curtatone. La cerimonia è stata presieduta dal Sindaco Carlo Bottani, dal Console Provinciale dei Maestri del Lavoro Enos Gandolfi, alla presenza della Giunta Comunale, del Presidente del Consiglio Giorgio Maffezzoli e dei consiglieri. Il riconoscimento è stato consegnato a Claudio Bertoni (insignito nel 2009 e lavoratore presso la Versalis ex Polimeri Europa), Anna Maria Borghi (2014 - Raccorderie Metalliche), Alberto Caleffi (2014 - Raccorderie Metalliche), Ugo Fiorina (2014 – Corneliani), Silvana Poltronieri (2011 – RocFil), Fausto Telia (2010 – IBM Mantova), Franco Faroni (2012 – Martinotti) e Giuseppe Tenedini (2007 – Lubiam). «Diciamo grazie a voi – ha detto il sindaco Bottani – per essere degli esempi positivi per la società e la nostra comunità, perché avete certificato con il vostro impe-

Foto di gruppo per i neo Maestri del Lavoro

gno il prendersi cura del lavoro che è sempre da valorizzare». Il primo cittadino ne ha approfittato per richiamare l’attenzione dei presenti su uno dei prossimi impegni assunti dall’Amministrazione Comunale: lanciare a breve lo sportello imprese del Comune per essere vicino alle

aziende e ai possessori di partita Iva. «Sembra banale – ha continuato il primo cittadino – ma se aiutiamo i nostri imprenditori aiutiamo anche i lavoratori. Questo è un nostro impegno e un obiettivo che cerchiamo di perseguire con umiltà e determinazione». A Bottani ha fatto

> PIETOLE <

Il Forte diventa oggetto di studio I trentadue migliori studenti del Politecnico di Milano, nell'ambito dell'Advanced school of architecture con il patrocinio del Comune di Borgo Virgilio e del Parco del Mincio, sono impegnati in questi giorni a studiare l'insediamento del Forte di Pietole. L'obiettivo del progetto è quello di ripensare e progettare il Forte come area di collegamento tra il centro storico, i laghi e l’area protetta del Parco del Mincio, potenziandone l’attrattività turistica attraverso una serie di servizi e strutture. La partnership tra Politecnico (polo di Mantova) e Borgo Virgilio è nata lo scorso dicembre, con la sigla di un protocollo d'intesa che ha segnato l'inizio di un percorso. “L’Asa è un percorso formativo additivo rivolto ai 32 migliori studenti della scuola di architettura urbanistica ingegneria delle costruzioni, di design e di ingegneria – spiegano dal Politecnico – intesa come struttura didattica sperimentale che potenzia e sviluppa la figura dell’architetto-progettista, attraverso attività che lo mettano a confronto con la complessità dei fenomeni oggi in atto nelle diverse realtà europee ed extra-europee”. Dopo l’esperienza nei poli territoriali di Lecco e Piacenza, l'Asa si interessa quindi di Borgo Virgilio sui temi del recupero e della tutela del patrimonio, relativamente alla fortezza di Pietole. “L'area rappresenta un esempio di architettura fortificata di grande pregio e rilevanza, perché coniuga la spiccata peculiarità delle formulazioni architettoniche ad un portato storico ben più antico e distintivo”. Il progetto prevede in particolare il potenziamento dell’attrattività del territorio inteso da un punto di vista turistico, attraverso una maggiore accessibilità; la sostenibilità economica e ambientale degli interventi; il miglioramento del comfort degli spazi e le loro attrezzature; l'adeguatezza degli interventi in rapporto con il luogo, riconoscendo le sue specificità. L'iniziativa si concluderà il 4 marzo con un'installazione audiovisiva al Forte di Borgoforte.

eco l’assessore alle attività produttive Cinzia Cicola. «Per noi è un onore dare queste benemerenze a cittadini che lavorano in aziende della provincia – ha esordito l’assessore – e sempre di più vogliamo creare sinergie tra il pubblico e il privato, per incentivare il lavoro».

> BORGOVIRGILIO < Una app per permettere ai cittadini di avere tutte le informazioni sul proprio Comune a portata di click. Per gli abitanti dei territori di Virgilio e Borgoforte è attiva “Borgo Virgilio”, un’applicazione ideata per smartphone e tablet (al momento disponibile per i sistemi IOS e Android), voluta dall’amministrazione, come da altre della provincia, per essere ancora più vicina ai residenti. Accedere alla app è facile: è sufficiente accedere allo store, cercare “Borgo Virgilio” e scaricarla. Le sezioni attive sono “eventi”, dove man mano verranno caricati tutti i principali eventi organizzati sul territorio; “news”, che conterrà le notizie più importanti del Comune; “segnalazioni”, sezione cui il cittadino potrà accedere per effettuare una segnalazione per eventuali problemi presenti sul territorio con foto georeferenziata; “differenziata”, un utile calendario online sul servizio di raccolta rifiuti porta a porta; “vari” con i numeri utili; infine

Il Municipio a portata di… APP! “news dai social”, area in cui si potranno visualizzare ne notizie più importanti pubblicate anche sulla pagina Facebook ufficiale che di recente ha cambiato nome in “Borgo Virgilio – Informazioni dal Comune”. “Chi ha già avuto modo di vedere l’app

ha detto che è effettivamente un servizio utile – dichiara il vicesindaco Giancarlo Froni – Noi crediamo sia una bella cosa, perché condensa una serie di informazioni utili, a volte difficili da reperire, che rimarranno sempre a portata di click per il

L'home page della App

RISTORANTE CON PIZZERIA A' RISACCA di Siciliano Luigi

cittadino. Parliamo di informazioni non solo strettamente legate all’attività del Comune ma anche di altre realtà locali, con cui l’amministrazione collabora. Lo strumento verrà usato anche in caso di emergenze. Potremo raggiungere facilmente una vasta platea – prosegue Froni – e inviare notifiche di comunicazioni urgente, nel caso in cui ce ne dovesse essere bisogno. Penso ad esempio alle piene del Po, un problema che ci tocca da vicino, o alle emergenze maltempo”. Parallelamente rimarranno comunque attivi gli altri canali di comunicazione: la pagina Facebook del Comune e il sito web, che a sua volta prevede una sezione per le segnalazioni attiva da anni. “A proposito del sito web – conclude il vicesindaco – anticipiamo che è in corso d’opera un lavoro che porterà al completo rinnovo del sito, con l’obiettivo di renderlo maggiormente fruibile per i nostri utenti, anche da smartphone, e con un look del tutto nuovo”.

L'interno del Forte di Pietole

> SAN GIORGIO <

Tempi duri per i “furbetti” del pattume Il Comune di San Giorgio di Mantova ha aderito alla campagna “Ficcatelo in tasca” contro l'abbandono dei rifiuti sul territorio. In questa prima fase verrà intrapresa una campagna di divulgazione con l'affissione dei cartelli “Ficcatelo in Tasca” nei punti a maggior frequentazione e nelle zone “critiche”. La cittadinanza può partecipare scaricando in autonomia i cartelli “Ficcatelo in tasca” e posizionarli dove è necessario. Si invita a segnalarli con foto sia su app Municipium e sia sui social network taggando con i termini #sangiorgiomn #ficcatelointasca. L'invito è aperto agli esercizi commerciali che possono fotografare le loro vetrine con i cartelli esposti.

Il Ristorante "A' Risacca" aderisce allÕ alleanza tra i cuochi per i presidi che hanno il piacere di realizzare GRANDI PIATTI per farvi degustare EMOZIONI CULINARIE

Ristorante con Cucina Marinara di Alta Qualitˆ

Via Parma, 56 - Pietole di Borgo Virgilio (MN)

Tel. 0376 448367 • ristorante.a.risacca@gmail.com - www.ristorantearisacca.com

vincitore 2015

Pizza altamente digeribile con processo di lievitazione naturale di almeno 72 ore

Ristorante Pizzeria A'Risacca


ALTO MANTOVANO Al Centro “Chiara Luce” una cascata di colori e profumi

A Guidizzolo fioriscono i fiori

La serra curata dagli ospiti dell'Anffas

gendo al culmine della propria vita. Si tratta della serra curata dagli ospiti dell’Anffas di Gui-

dizzolo, che proprio in questi giorni sta vedendo la splendida fioritura di decine e decine di

primule. Una vera e propria cascata di colori e profumi generata dal costante lavoro e della costante attenzione che gli ospiti del centro guidizzolese dedicano alla propria serra, che da anni è diventata il simbolo maggiormente qualificante del centro Chiara Luce. E ora, con una miriade di fiori e piantine che si stanno mostrando in tutta la loro bellezza, giunge anche il momento per una visita da parte di chi, residente sia a Guidizzolo che in altri paesi limitrofi e non, voglia ornare il balcone o il giardino di casa con le coltivazioni frutto del lavoro e della passione dei ragazzi del centro di Rebecco. Per chiunque, infatti, è possibile recarsi al Cdd guidizzolese e tornare a casa, in cambio di un piccolo contributo, con una o più piantine con le quali decorare la propria abitazione. Per informazioni è possibile contattare il centro “Chiara Luce” (via Oratorio 10, nella frazione di Rebecco) al numero 0376-818253, oppure Anffas Mantova al numero 0376360515.

> CAVRIANA <

A tu per tu con la Mafia Domenica 28 febbraio alle 17.30 alle Cantine di Villa Mirra di Cavriana arriva un personaggio di spicco nel campo della lotta alla mafia: I.M.D., il poliziotto della sezione Catturandi di Palermo che ha arrestato tutti i più pericolosi latitanti di mafia (lo pseudonimo è per motivi di sicurezza) e che presenterà la sua ultima opera “Gli strateghi del male”. I.M.D. per più di quindici anni è stato un investigatore della Squadra Mobile di Palermo ed ha partecipato assieme ai suoi compagni della sezione Catturandi all'arresto di boss mafiosi tra i quali Giovanni Brusca, Bernardo Provenzano, Salvatore e Sandro Lo Piccolo, Vito Vitale, Gianni Nicchi. Docente esterno al Master sulle Criminalità organizzate dell’università di Pisa, ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo impegno nella diffusione della legalità e nel contrasto alle mafie. I.M.D. è da anni impegnato in una massiccia campagna di sensibilizzazione dei giovani sul tema della legalità e della lotta alle mafie. Per questo ha fondato nel 2012 l'associazione “100x100 in movimento”, che fa parte della Rete 100 passi.

Il poliziotto I.M.D. durante la cattura di Provenzano

> MARMIROLO <

Il Consiglio comunale sbarca su Youtube

Il Municipio di Marmirolo

I consigli comunali diventano disponibili sul nuovo canale YouTube “Marmirolo video”. L’amministrazione ha deliberato per dare gambe ad una mozione presentata dal gruppo di opposizione dei Cinque stelle, che era stata approvata se pur con qualche modifica in particolare relativa alle tempistiche con cui si sarebbe dovuta introdurre la modifica. L’intervento è costato circa 5mila euro. Nei mesi scorsi il Comune ha lavorato per rendere possibili le riprese audio-video nella sala civica di piazza Roma, dove si svolgono le sedute consiliari, ed ora sarà possibile effettuare le registrazioni, che rimarranno a disposizione dei cittadini. L’intenzione è quella di agire nell’ottica della trasparenza. “Lo strumento si va ad inserire in un contesto più ampio – dichiara il vicesindaco Massimiliano Boschini - In questi due anni di amministra-

zione, oltre all’attività ordinaria sul sito internet, sono state lanciate le due pagine Facebook Marmirolo Informa e Marmirolo Paese in Festa e l’applicazione Municipium”. Oggi arriva anche il canale YouTube “Marmirolo Video”, “per dare al cittadino strumenti diversi per accedere a tipologie di comunicazione diverse – prosegue Boschini – nella logica della trasparenza e per consentire maggiore accessibilità agli atti”. Il nuovo sistema renderà possibile la registrazione anche di altri appuntamenti che si svolgeranno nella sala. “E’ stata installata una telecamera con un angolo molto ampio, mentre l’audio verrà preso direttamente dai microfoni. Tramite internet viene caricato il video su YouTube, che abbiamo deciso di utilizzare per essere ancora più visibili e perché garantisce velocità e affidabilità”.

CENTRO POLIVALENTE DYNAMICA A.S.D SPORT CULTURA E SPETTACOLO Vi aspettiamo presso il nostro centro per farvi conoscere tutte le attività della nostra Associazione

BALLO LISCIO

Il Ristorante da Graziano & Loretta

offre una capienza di 400 posti, ideale per ospitare banchetti di matrimonio, cerimonie, cene di lavoro. Tutte le sale sono dotate di aria condizionata e servizi per disabili.

CON ORCHESTRA

PROGRAMMA MARZO 2016

L' EMPORIO DEI SAPORI

TUTTI I SABATO SERA (dalle 20.00) TUTTE LE DOMENICHE (dalle 19.00) PROGRAMMA DELLE PROSSIME SETTIMANE SABATO DOMENICA

27.02.2016 28.02.2016

FRANCESCA MANFRINI FAUSTO PEDRONI

SABATO

05.03.2016

GIGI CORRADI

DOMENICA

06.03.2016

MAURIZIO MEDEO

SABATO

12.03.2016

LISA E C. BAND

DOMENICA

13.03.2016

TIZIANO TONELLI

SABATO

19.03.2016

CAMPANINI

DOMENICA

20.03.2016

LAURA E STEFANO ZIZZA

SABATO

26.03.2016

GIANNI DEI

DOMENICA

27.03.2016

ROSSANO E ANNA

Info: Via Mincio, 16 - GOITO (Mn) Tel. 0376.689622

Inoltre potrete usufruire della nostra cucina da asporto consultando l' Emporio dei Sapori un marchio di selezioni enogastronomiche di qualità

SABATO

05

LA RESIDENZA IL GIGLIO di recente ristrutturazione, è stata progettata per accogliere in modo comodo ed elegante, soprattutto chi deve fare un pernottamento di lavoro nella zona di Verona

MARZO Ore 20,00

SUSANNA PEPE

MARTEDI

08

MARZO Ore 20,00

FLAVIO GEGE

SABATO

12 MARZO Ore 20,00

SABATO

19

SABATO

26 MARZO Ore 20,00

FRANCESCA MANFRINI

MARZO Ore 20,00

EROS VALBUSA

CHIUSO

GIGIO VALENTINO

il lunedì ed il martedì sera

Serate musicali con menu completo

€ 18,00

E' gradita la prenotazione

Via C. Bon Brenzoni, 66/68 - 37060 Mozzecane (VR) Tel. 045 7930253 - Fax 045 6340708

www.dagrazianoeloretta.com - ristgel@libero.it

ReporterMN

C

i siamo: il simbolo del centro diurno disabili “Chiara Luce” sta giun-

PAGINA 7

Mantova - PAGINA 7 Mantova


G

OLTREPÒ

iovedì 3 marzo la programmazione del Teatro Anselmi di Pegognaga propone lo spettacolo “Wonder Woman: donne, denaro e super poteri” di e con Giuliana Musso, Marta Cuscunà e Antonella Questa. Partendo dall'inchiesta di Silvia Sacchi e Luisa Pronzato, le tre attrici esplorano il tema dell'indipendenza economica femminile con le armi del teatro d'indagine e dell'ironia. Wonder Woman è una drammaturgia originale, solo a tratti fumettistica, che indaga un mondo fatto di stereotipi di genere, spreco di talenti, diritti mancati; ma anche popolato da donne e uomini che, pur non avendo poteri sovrumani, affrontano la quotidianità dell'amore, del lavoro, della famiglia. Da questa suggestione e dal dato, oramai risaputo, che l'occupazione femminile è un potente fattore di crescita dell'economia, nasce uno spettacolo in cui i dati statistici si intrecciano ai racconti biografici e la realtà è raccontata con l'arma a doppio taglio della satira. Un divertente esercizio teatrale per dare spazio a legittimi interrogativi sullo stato dell’indipendenza economica delle donne. “Il miglior rimedio per valorizzare le qualità delle donne è creare un personaggio femminile con tutta la forza di Superman e in più il fascino della donna brava e bella»” scriveva W. M. Marston, ideatore di Wonder Woman, la prima eroina dei comics. Eppure,

Mantova - PAGINA 8 -

Giovedì 3 marzo a Pegognaga uno spettacolo sulla forza delle donne

C’è Wonder Woman a teatro!

Le "wonder women" Giuliana Musso, Marta Cuscunà e Antonella Questa

anche se sei forte come Superman, essere femmina comporta degli svantaggi: Superman era un giornalista, Batman un miliardario, mentre le super eroine non sono mai riuscite a fare carriera! Forse, pur essen-

Il Museo come non l’avete mai visto Lunedì 15 febbraio si è concluso il ciclo di sei incontri programmati a Suzzara nell’ambito della rassegna “L’altro sguardo 2 - didattica dell’arte e arti terapie nei musei mantovani”. Il ciclo d’incontri, organizzato dal Sistema Museale della Provincia di Mantova, in collaborazione col Comune di Suzzara, in particolare con la Galleria del Premio Suzzara, rappresenta la seconda parte di un progetto sui nuovi spazi e percorsi di aggregazione nei luoghi dell’arte, negli spazi espositivi del nostro territorio, iniziato nel precedente anno con il coinvolgimento di diversi musei di Mantova e provincia. Il primo corso “L'altro sguardo” ha visto la partecipazione attiva di operatori museali, insegnanti ed educatori attivi nel campo sociale, riabilitativo e terapeutico. Questo nuovo ciclo di incontri vuole rappresentare un approfondimento del precedente percorso con una attenzione particolare alle fasce sociali marginali, attraverso una modalità maggiormente integrata fra operatori ed utenti, prevedendo alcuni incontri in col-

do dotate di abilità sovrumane, nemmeno alle nostre sorelle bioniche è concessa una reale parità con gli uomini nel mondo del lavoro. E poi l’amore... Superman ha una dolcissima fidanzata. Batman è un vero

playboy, forse è bisessuale. Wonder Woman rinuncia ai superpoteri per stare vicino al suo innamorato che viene ucciso nell’episodio successivo. Le super donne sono sfortunate anche in amore!Inizio: ore 20.45.

> GONZAGA <

Antiquariato in Millenaria Sarà un'edizione record quella del mercatino d'antiquariato “C’era una volta”, in programma nei padiglioni della Fiera Millenaria di Gonzaga sabato 27 e domenica 28 febbraio con ingresso gratuito. Dopo anni di successi la manifestazione, organizzata con il Circolo Filatelico Numismatico e Hobbistico di Gonzaga, registra un ulteriore balzo in avanti raggiungendo i 400 espositori, contro i 300 del 2015. Aumenta anche la superficie espositiva totale che potrà contare su 6 padiglioni e aree esterne per otre 8.000 metri quadrati. In fiera ci saranno espositori altamente selezionati provenienti da tutta Italia e anche dall'estero, in particolare da Austria, Germania e Francia. Quello di Gonzaga è, infatti, un mercatino ormai molto noto tra i collezionisti e gli amanti di oggetti e arredi d'antiquariato perché propone pezzi ricercati e di qualità, garantiti dalla presenza in fiera di espositori professionisti e altamente selezionati. Ma anche i comuni visitatori potranno trovare tante occasioni tra complementi d'arredo, oggettistica, quadri, francobolli, monete, ceramiche, porcellane, abbigliamento e accessori vintage e molte altre curiosità. Orari di ingresso: sabato dalle 8 alle 19, domenica dalle 8 alle 18. Per informazioni: Circolo Filatelico Numismatico e Hobbistico di Gonzaga (0376/58729 oppure 335/7072502).

> OSTIGLIA <

Alla scoperta dei GIOVANI D’OGGI

> SUZZARA <

Il sindaco Primavori e l'assessore Reggiani con l'organizzatore del convegno

Lezione alla Galleria del Premio di Suzzara

laborazione i servizi dell'ASL mantovana. Il percorso proseguirà a Mantova, a partire da lunedì 29 febbraio con “Il museo di Babele” a cui seguiranno altri incontri a Revere, San Benedetto e poi in barca sul Mincio e sul Po. Con l’aiuto degli operatori Claudio Cavalli, Carlo Coppelli, Luigi Curcio, Sonia Fabbrocino e del curatore Marco Panizza, gli spazi della Galleria del Premio, nei sei incontri

appena conclusi, hanno rappresentato la cornice ideale per poter sperimentare esperienze fruibili a tutti e nelle quali qualsiasi persona possa facilmente rispecchiarsi ed identificarsi. Percorsi che hanno permesso ad operatori museali, insegnanti, educatori, studenti, ma anche a pazienti psichiatrici di dialogare attraverso l’arte, trovando comunque un linguaggio comune.

“Giovani d'oggi, nuove dipendenze nuovi stili di vita”, è il convegno che si terrà a Ostiglia sabato 27 febbraio dalle ore 15, nella sala convegni delle scuole elementari di via Bonazzi. E' il terzo appuntamento formativo per adulti, siano essi genitori, insegnanti, tecnici sportivi, educatori, per affrontare tematiche di forte impatto nella vita sociale (e sempre più social) dei ragazzi di oggi: dalle nuove droghe e gli "sballi" del fine settimana, alla ludopatia, al sesso. Elementi ricorrenti sempre più spesso nella vita di un ragazzo dall'età media di 11/12 anni, spesso trattati con superficialità (o considerati ancora tabù) sia nell'ambito della scuola, che in famiglia. Il sindaco di Ostiglia, Valerio Primavori, affiancato dall'assessore alla Cultura Ilaria Reggiani, ribadisce il sostegno all'iniziativa: “Il Comune ancora una volta vuole essere a fianco di chi organizza momenti di confronto e di crescita come questo, a supporto delle famiglie e dei ragazzi che frequentano la scuole e le associazioni sportive. La formazione degli adulti, a cui anche noi speriamo di contribuire positivamente, garantisce un supporto sempre più adeguato ai bisogni della nuova società”.

ReporterMN

Pegognaga Service BRC

AutoCrew Un marchio Bosch di officine automotive

• REVISIONI • • OFFICINA ELETTRAUTO • • PNEUS • Fiducia, Competenza, Qualitˆ

QUISTELLO (MN) Viale Vittoria, 11 Tel. 0376.618685

DI GRANINI MIRCO

• • •

Strada Provinciale 49 Ovest, 35 - PEGOGNAGA (MN) Tel. 0376 558378

Vendita e assistenza pneumatici di tutti i tipi Negozio fornito con attrezzatura di ultima generazione per operare su tutti i tipi di pneumatici da vetture anche Run of Flat Assetto ruote computerizzato dotato di tecnologia Near-Infrared Servizio gomme trasporto pesante e agricoltura APERTO ANCHE IL SABATO POMERIGGIO


Moglia

Mantova - PAGINA 9 -

MAI Snc

• • • • • •

IL BELLO DI SENTIRSI SICURI

Produzione serramenti in alluminio Porte interne e blindate Serramenti in PVC Lavorazioni in ferro battuto Inferriate fisse e apribili Ringhiere e cancelli

Via Gramsci, 8 Moglia (MN)

Tel. 0376.556340 info@maisnc.com

www.maisnc.com

Dal 5 al 7 marzo a Moglia il Festival dei dialetti per la tutela e il salvataggio delle nostre lingue

itorna in quel di Moglia il “Festival Teatrale dei Dialetti della Bassa”, giunto ormai alla sua 24° edizione. Caratteristica fondamentale del Festival è il confronto delle migliori compagnie dialettali delle province di Mantova, Modena e Reggio, in un vero e proprio certamen dialettale. Moglia, nel corso degli anni si è dimostrata, tanto dal punto di vista geografico quanto da quello culturale, il luogo d’incontro perfetto per questo tipo di duelli. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco Pompeo Coppini, assieme all’Assessorato alla Cultura del Comune, si svolgerà dal 5 marzo al 7 maggio presso il teatro “Mondo 3” e ripropone la formula sperimentata l’anno scorso che prevede un rimborso spese garantito e la compartecipazione agli utili per le compagnie ammesse alla gara. Tutti i gruppi hanno rinnovato la richiesta di partecipazione, dimostrando un'evidente soddisfazione. La commissione selezionatrice, inoltre, ha potuto scegliere una compagnia in più nonostante l’Amministrazione comunale faccia già molto per questa manifestazione. Da quest’anno, inoltre, una “stagione teatrale” di tipo professionale verrà organizzata direttamente dall’Assessorato alla Cultura. Il XXIV Festival presenta ben otto spettacoli, sette in concorso più il “TEATRO APERTO” di Moglia, fuori concorso, nella serata delle premiazioni. Ad aprire il 5 marzo sarà la compagnia del “Teatro Nuovo” di Scandiano, che ha trionfato nella precedente edizione. Come di consueto il “Trofeo Comune di Moglia” verrà assegnato dalla giuria popolare formata dagli spettatori presenti ad almeno tre spettacoli in concorso. Gli altri numerosi premi saranno attribuiti da una giuria tecnica presieduta dall’autore di teatro dialettale Paolo Ghidoni. Per informazioni o prenotazione posti chiamare la “PROLOCO POMPEO COPPINI” al 3491613582 o 3485481794.

UN'ITALIA, TANTI MODI DI ESPRIMERSI La lingua, il cibo, la musica sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano l'identità di un popolo. Conoscerne le caratteristiche significa capire, anche se solo parzialmente, il popolo a cui ci stiamo riferendo. Dato che nessuna cultura è stata esente dalle contaminazione di altre culture, per invasioni, conquiste materiali o culturali, scambi commerciali, o vicende storiche, si possono rilevare i risultati di questi incontri/scontri esaminando il cibo, o la lingua di un popolo. Conoscere, capire e tramandare questi aspetti culturali, significa conservarli e tutelarli. Un aspetto fondamentale della cultura del nostro paese sono i dialetti, che proprio perché sono diversi gli uni dagli altri anche a distanza di pochi chilometri, creano una realtà culturale variegata ed unica nel paesaggio linguistico indoeuropeo. Si pensa, infatti, che per trovare un'altra così ampia varietà linguistica, sia necessario riferirsi al subcontinente indiano, caratterizzato da un gran numero di popolazioni con lingue tra loro diverse. Qual è però la differenza che intercorre fra una lingua e un dialetto, ossia in che cosa un dialetto sia diverso da una lingua? Si potrebbe pensare che un dialetto sia necessariamente legato all'oralità, mentre una lingua venga anche scritta.

Moglia - TEATRO “MONDO 3” ( 5 marzo - 7 maggio 2016 )

Sabato 5 marzo ore 21: La compagnia “TEATRO NUOVO” di Scandiano (RE) in “AL NEBIOUN... quand al gh’è e l’è féss, drova la testa” commedia in 2 parti di Silvano Morini. Regia: SILVANO MORINI

Sabato 2 aprile ore 21: La compagnia “DAL SURBET” di Cognento di Campagnola (RE) in “L’EREDITÈ ED LA POVRA SUNTA” commedia in tre atti di Loredana Cont. Regia: LUCIANO SPALLANZANI

Sabato 12 marzo ore 21: La compagnia “I NUOVI GIOVANI ALLA RIBALTA” di Pegognaga (MN) in “TRADITUR LECHIN E ASASIN” commedia in due atti di Salvatore Sottile. Regia: MASSIMO MERLI MARCO ANGELI

Sabato 16 aprile ore 21: La compagnia “GLI ARTRISTI” di S.Cesario S/Panaro (MO) in “ÒCC PAR ÒCC” commedia in tre atti di Massimo Zani. Regia: MASSIMO ZANI

In realtà, non di tutte le lingue esistono nella storia testimonianze scritte. Si pensi ad esempio alle lingue polinesiane, di cui l'unica testimonianza scritta, prima dell'ingresso nell'orbita occidentale e l'adozione dell'alfabeto latino imposto dai conquistatori, è il Rongo-rongo, dell'isola di Pasqua, non ancora decifrato. Per contro, Giambattista Basile nel 1634, scrive il suo Cunto de li cunti proprio in napoletano, dialetto principe del sud d'Italia, perchè quello del regno di Napoli. Non esiste una distinzione vera e propria, se non che nell'immaginario comune, il dialetto denota svantaggio culturale, ma la stessa cosa capita alle lingue. Esistono lingue che godono di maggior prestigio, come il turco in Turchia, a discapito delle lingue kurde parlate nel sud-est del Paese; allo stesso modo, dire che il napoletano era “il dialetto principe del Meridione d'Italia” vale a dire che esso godeva di maggior prestigio rispetto agli altri dialetti del Sud. Come sosteneva Tullio De Mauro, parlare dell'Italia, significa parlare delle Italie. Da comune a comune, i dialetti, gli accenti, i cibi, le tradizioni variano. Il latino, nei mille anni della conquista romana, si è andato ad innestare su un florilegio di lingue già presenti nell'immensa geografia di questa espansione. Il latino, lungi dall'essere il blocco monolitico. Dal latino effettivamente parlato, nascono i volgari e dai

Produzione di semilavorati quali prosciutti, lombi, fondelli, triti e rifilature per conto di svariati salumifici

Lavorazioni Carni Suine Produzione Salumi

Sabato 23 aprile ore 21: La compagnia “I COMEDIANT” di Levata di Curtatone (MN) in “AM L’HA DET SANT’ANTONI” commedia in tre atti di Giovanni Bortolotti. Regia: GIOVANNI BORTOLOTTI

Sabato 19 marzo ore 21: La compagnia “LA PALANCA SBUSA” di Gualtieri (RE) in “MA IN DU SUNTIA CAPITÈ?” commedia in 2 atti di Ugo Franzoni. Regia: UGO FRANZONI

Prodotti carnei di qualità: freschi, stagionati e cotti, quali salamella, luganega, pesto, salame, coppa, pancetta, zampone e cotechino

volgari, le lingue neolatine, come il francese, l'italiano, lo spagnolo, ma anche il mantovano, il genovese etc. : infatti, anche i dialetti di origine latina, sono lingue neolatine. In Italia, esistono anche dialetti che non hanno un origine neolatina. Sono le isole e le penisole alloglotte, di cui un esempio sono il grecanico salentino e il grico di Calabria - di origine greca, appunto – o i dialetti albanesi, sparsi per tutto il meridione, o le penisole tedesche in Alto Adige. L'unità d'Italia avviene nel 1861 e culturalmente il nostro paese si presentava come un'accozzaglia di dialetti anche molto diversi fra loro. Fra tutti, come lingua nazionale, si scelse il fiorentino, perché esso aveva goduto nel passato di enorme prestigio. Si trattò, nel 1861, di una ricerca puristica, come se il cambio di lingua potesse essere repentino e potesse essere imposto dall'alto. Si ritiene che, in quello stesso anno solo il 2,5% della popolazione usasse l'italiano, appannaggio delle élite colte e anche nel 1963, a più di un secolo dall'unificazione politica, gli italiani sono ben lontani dall'unificazione linguistica, per la quale dovremo attendere gli anni Ottanta. I fattori che consentirono all'italiano di imporsi come lingua nazionale furono molteplici: la dialettofobia nelle scuole, l'abbandono delle campagne e la progressiva emigrazione verso il triangolo industriale Torino-

Sabato 30 aprile ore 21: La compagnia “AS FA PAR DÌ” di Marcaria (MN) in “ROBI DA MAT” commedia in 3 atti di Lino Predari. Regia: GIANNI AZZI Sabato 7 maggio ore 21: SERATA DELLE PREMIAZIONI Il “GRUPPO TEATRO APERTO” di Moglia (MN) in “TROPA GRASIA SANT’ANTONI” commedia in 3 atti di Marescotti e Spadoni. Regia: GABRIELE MARETTI Ingressi: INTERI Euro 8,00 RIDOTTI Euro 6,00 Il "Trofeo Comune di Moglia" verrà assegnato dalla giuria popolare costituita dal pubblico. Gli altri numerosi premi saranno attribuiti da una giuria tecnica, appositamente costituita. Milano-Genova, la leva, la burocrazia e la tv, che obbligavano gli italiani ad utilizzare una lingua “comune” per potersi comprendere. La sempre maggiore pressione della lingua italiana sui dialetti, soprattutto nelle aree metropolitane, ha fatto sì che certi tratti di essi si siano scomparsi o addirittura che si stiano perdendo i dialetti stessi e con il tempo si corre il rischio di appiattire la varietà che rende prezioso ed unico il nostro Paese. I dialetti sono un bene comune immateriale e tenerli vivi significa tenere viva la nostra identità, non a scapito delle altre identità, ma tutelando quelle differenze che rendono ricco il nostro paese. La vera differenza fra la lingua e il dialetto – e bene lo vediamo nel Festival dei Dialetti della Bassa - è da riconnettere all'emotività che permane dietro l'uso dell'una o dell'altro. L'italiano è, dunque, la lingua della razionalità, mentre il dialetto è la lingua dell'emotività: ci esprimiamo in dialetto quando siamo preda della rabbia, o manifestiamo sdegno o compiacimento genuini rispetto ad una particolare situazione della vita. Il dialetto, spesso proprio in questi frangenti, è intraducibile e l'italiano non sarebbe in grado di rendere quella determinata emozione e anche chi è solito esprimersi correttamente in italiano, si lascia trasportare dal dialetto di origine per esprimere questa o quella emozione.

www.toseat.it

T A E s o T

ReporterMN

R

TRADIZIONE E MODERNITA'

rill

i-G g g a m

For i m u i - Sal

Carn

TOSETTI S.N.C.

di Tosetti A. & C. Via E. De Amicis, 52 Moglia (MN) Tel. 0376.556220 info@tosetti.eu

www.tosetti.eu offriamo ai nostri clienti, qualità ai massimi livelli…

TOSEAT È ANCHE DEGUSTAZIONE E GASTRONOMIA

TOSEAT: Pegognaga (Mn) - Via Provinciale Est, 12 Tel. 0376.550991


SPORT

Mantova - PAGINA 10 -

SPORTING CLUB: febbraio al di sotto delle aspettative D

opo aver chiuso il mese di gennaio superando 3-1 la Bassa Bresciana, a febbraio lo Sporting Club non è riuscito a dare la necessaria continuità di risultati. Due sconfitte e una vittoria sul campo del Pescarolo penultimo in classifica, infatti, sono il magro bottino raccolto dalla formazione allenata da Alessandro Novellini. Nel raffronto con le prime sei giornate del girone d’andata, i goitesi hanno ottenuto un punto in meno: troppo poco per chi, legittimamente, nutre ancora ambizioni di playoff. Ma se in testa alla classifica Nac Curtatone e Casalromano continuano a viaggiare sicure e spedite, allora anche gli spareggi valevoli per la promozione possono diventare un miraggio. Analizzando i ko subiti ad opera di Gonzaga e Pro Desenzano, entrambi con identico punteggio 2-1, si nota come i goitesi abbiano pagato un approccio sbagliato, alcune distrazio-

ni difensive e siano riusciti a reagire solamente a gara ormai compromessa. Nell’ultimo match sul campo del modesto Pescarolo, le cose sono andate meglio sotto il profilo del risultato ma il successo per 3-2 è stato sofferto fino all’ultimo. Dopo aver chiuso il primo tempo con un confortante 2-0, i ragazzi di Novellini hanno rischiato di gettare i tre punti alle ortiche consentendo agli avversari di rifarsi sotto, fallendo anche un calcio di rigore e costringendo il portiere Contesini a salvare per ben due volte la propria porta. Domenica sul campo sintetico «Ugo Coffani» di Cerlongo arriverà il Leoncelli, quintultimo a quota 22 e capace di spuntarla di misura nel match d’andata. Un motivo in più per prenderci la rivincita e salutare nel migliore dei modi il mese di febbraio che è stato sicuramente al di sotto delle nostre aspettative. Stefano Aloe

In alto la formazione della prima squadra dello Sporting Club A sinistra, la squadra Pulcini con l'allenatrice Martina Roetta A destra Nicola Contesini portiere Sporting e Nicolò Viola difensore Sporting

LUCA FENZI In attesa che la formazione Esordienti riprenda l’attività agonistica, Luca Fenzi responsabile del settore giovanile per le formazioni Juniores, Giovanissimi Regionali Fascia A e B, Esordienti, Pulcini squadra B e Piccoli Amici B, inizia la sua analisi dal momento negativo attraversato dalla formazione allenata da Alessandro Mani: «Purtroppo la nostra Juniores è reduce da due sconfitte consecutive, l’ul-

tima in casa della Cannetese per 2-1. In questo girone di ritorno era logico attendersi qualcosa in più del settimo posto in classifica ma stiamo pagando alcuni infortuni nel reparto avanzato». Le cose non vanno meglio nemmeno per i Giovanissimi Regionali A di Mister Vittorio Lanfredi, battuti per 5-1 dal Pontisola secondo in classifica: «Non dobbiamo guardare troppo ai risultati» sottolinea Fenzi «per-

MASSIMO REBECCHI ché abbiamo una rosa ristretta ed è fisiologico che i ragazzi abbiano un calo nel finale di gara. E poi manca ovviamente l’esperienza nell’affrontare un campionato così importante e impegnativo». Le note positive vengono dai Giovanissimi Fascia B: «La formazione di Virgilio Forgione ha battuto 2-1 l’Union Team» conclude Fenzi «e sono a due lunghezze dal Castiglione capolista».

Fatta eccezione per gli Allievi di Mister Luca Brunoni, ci vorrà il mese di marzo per la ripresa dell’attività delle formazioni Esordienti a 9, Pulcini, Piccoli Amici e Scuola Calcio. «Nella prima settimana di marzo si tornerà a fare sul serio» spiega il responsabile Massimo Rebecchi «ma le squadre si stanno già allenando e hanno disputato qualche test amichevole. La novità è rappresentata dall’iscrizione di una nuova squadra a 7 di ragazzi del 2009». L’attenzione, quindi, è al momento rivolta esclusivamente sui ragazzi di Mister Brunoni, sempre più in testa al girone regionale: «Siamo primi con sei

vittorie in altrettante giornate» sottolinea Rebecchi «e ora affronteremo il big-match in casa dello Sported Maris, secondo in classifica a tre punti di distanza da noi. Sarà una partita difficile contro la squadra che, alla vigilia, era la più accreditata per il successo finale. D’altronde loro partecipano da anni a questo campionato e quindi vantano una maggiore esperienza rispetto a noi. Comunque io sono fiducioso nelle possibilità della nostra squadra che, ci tengo a ribadire, fornisce ben sei undicesimi alla Rappresentativa Allievi della provincia di Mantova».


Speciale CASA

SPECIALE

CASA

Alla scoperta dell'energia solare

C

singolo, in base al numero dei moduli necessari, allo spazio e tanti altri fattori. Non vi è, dunque un modulo fotovoltaico ottimale per tutti, ma è sempre necessario valutare la singola situazione: consumi medi, budget disponibile, luogo di collocazione dell'impianto e la sua esposizione, clima etc.

TUTTO SUL FOTOVOLTAICO l'effetto fotovoltaico. Trasformata in corrente alternata, tramite un inverter, può essere utilizzata per alimentare gli apparecchi elettrici della nostra casa (lavastoviglie, scaldabagno, forno elettrico, tv, aspirapolvere). L'impianto fotovoltaico è costituito da piccole celle fotovoltaiche, realizzate in silicio amorfo, mono o policristallino, caratterizzate da piccole strisce argentate sulla superficie, ovvero i contatti chimici per la connessione in serie di più celle, atte a formare un modulo fotovoltaico. E' proprio l'unione di più moduli a formare l'impianto fotovoltaico.

OS'È L'EFFETTO FOTOVOLTAICO? E' un principio completamente naturale che avviene nel momento in cui la radiazione solare passa attraverso un materiale semiconduttore, nel nostro caso il silicio cristallino, di cui è costituito il pannello fotovoltaico, anche se le moderne tecnologie stanno studiando anche l'utilizzo di una lega tra cadmio e tellurio. Il Silicio è un elemento presente in natura in quantità elevate, il secondo sulla superficie terrestre dopo l'ossigeno, è un ottimo semiconduttore, e in base alla sua struttura cristallina si distingue in silicio monocristallino o policristallino, mentre se non ha struttura prende il nome di Silicio amorfo. Questo materiale è ciò di cui è costituita la cella solare. Quando i fotoni della radiazione solare, particelle di massa a carica nulla, attraversano una cella fotovoltaica, spezzano i legami presenti tra gli elettroni del silicio, che possono muoversi liberamente, lasciando delle posizioni libere, chiamate lacune, che agiscono come cariche positive. Dun-

PAGINA 11

Mantova - PAGINA 11 Mantova

que, una parte della cella fotovoltaica presenta un eccesso di cariche negative, gli elettroni, mentre l'altra parte presenta cariche positive, le lacune, producendo un campo elettrico interno alla struttura del semiconduttore, che fa muovere i due elementi in posizione opposte generando una tensione tra il lato positivo e quello negativo (corrispondono a i due lati del modulo fotovoltaico, quello esposto al sole e quello a diretto contatto con il luogo di installazione). La magia sta nel fatto che, collegando le due parti con dei fili a un carico, come per esempio una lampadina, si genera una tensione alle sommità del carico stesso, producendo corrente elettrica, che viene trattata tramite drogaggio (all'interno delle due parti della cella fotovoltaica) per convertire la radiazione solare in energia elettrica. COS'È UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO? L'impianto fotovoltaico è un sistema che sfrutta le radiazioni solari per generare corrente elettrica continua tramite

CON L'INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO POSSO DIMENTICARMI DELLA RETE ELETTRICA? La risposta è no. Il pannello fotovoltaico o modulo fotovoltaico è, si, un sistema ecosostenibile per generare corrente elettrica dalle radiazione solari, ma questa viene assorbita solo per il 6/15 %, e non sempre la corrente generata è in grado di soddisfare completamente il fabbisogno energetico.

QUANTO COSTA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO PER LA MIA CASA? Il prezzo totale di un impianto fotovoltaico si aggira intorno ai 12.000 euro. Basti pensare che il costo di un pannello solare fotovoltaico è intorno alle 1.550 euro a KW più l'Iva del 10%, per cui in un impianto di 3KW, quello necessario a un'abitazione standard, il costo è pari a 4500 euro. A questo prezzo iniziale dobbiamo aggiungere il costo dell'inverter per convertire l'energia elettrica e poterne fruire nell'alimentazione dei nostri elettrodomestici, circa 1.500 euro, le strutture di supporto, i cavi, i quadri necessari alla messa in opera, circa 2250 euro, e l'installazione e la progettazione che si aggirano intorno alla stessa cifra. La quota rimanente è il ricavo dell'installatore.

zioni simili e di costo contenuto; • i pannelli fotovoltaici in Film Sottile sono costruiti con strati sottili di silicio che ne abbattono i costi, trovano una vasta applicazione sulle superfici flessibili e sono particolarmente adatti all'integrazione architettonica o negli edifici soggetti a restrizioni o vincoli ambientali; • i pannelli in silicio amorfo sono costituiti da una lastra trasparente di silicio amorfo (privo di struttura) trattato chimicamente per aumentare la conducibilità. Per questo motivo, sono la soluzione più economica tra i pannelli fotovoltaici, ma presentano un basso rendimento termico.

POSSO SEMPRE ISTALLARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO NELLA MIA CASA? Si, è possibile installare un impianto fotovoltaico in ogni tipologia di abitazione che possieda lo spazio necessario al collocamento dei moduli fotovoltaici, curandosi di orientarli a Sud, per ottenere il massimo rendimento e in zone che non presentano ombre, comignoli o ostacoli all'irraggiamento solare.

QUAL È IL PANNELLO FOTOVOLTAICO PIÙ CONVENIENTE? Il pannello fotovoltaico che va bene per tutti non esiste. Il pannello in silicio amorfo ha un costo inferiore, ma necessita di più spazio e più moduli; la tipologia in silicio mono e policristallino, necessita di meno moduli, ma ha costi superiori. Si deduce che, l'idea di risparmio è valida solo se valutata nel caso

COSA SONO I PANNELLI FOTOVOLTAICI MONOCRISTALLINI, POLICRISTALLINI, IN SILICIO AMORFO O IN FILM SOTTILE? • I pannelli fotovoltaici monocristallini sono costituiti da celle omogenee di silicio, tagliate da lingotti estratti in natura. Questa tipologia presenta un costo più elevato, in quanto, il silicio si trova in natura in quantità elevate, ma non allo stato libero; • i pannelli fotovoltaici policristallini sono, invece, generati dagli scarti del taglio dei lingotti monocristallini. E' un silicio meno omogeneo, ma di prestaReporterMN

ReporterMN

IMMOBILIARE STELLA DI LUI ELENA VIA TRIESTE N. 23 – MANTOVA TEL. 0376/229950 - CELL. 347/0521668 stella_elena@libero.it

ROVERBELLA BELLISSIMA CASA mantovana di recente ristrutturazione composta da cucina, ripostiglio e bagno al piano terra; 3 letto e bagno al 1° piano; soffitta e sottotetto al 2° piano. L'immobile è inoltre corredato da garage e cortile pertinenziale. Rif. C04 ACE G ipe 298,80. € 145.000,00

MANTOVA CENTRO, in piccolo contesto mantovano, APPARTAMENTO al 2° ed ultimo piano: ingresso, cucina semi abit., sala da pranzo con doppia esposizione, matrimoniale ampia, studio, bagno. Termoauton., climatizz., con soffitti in legno e affaccio sul Rio. Certificaz. energ. in fase di elaborazione. Rif. AC02. € 160.000,00

MANTOVA CENTRO, in piccolo contesto mantovano, APPARTAMENTO al 2° ed ultimo piano composto da ingresso, cucina semi abit., sala da pranzo con doppia esposizione, matrimoniale ampia, studio, bagno.Termoaut., climatiz., con soffitti in legno e affaccio sul Rio. Certificazione energetica classe g, ipe 268,30 in fase di elaborazione. Rif. AC02. € 160.000,00

A MANTOVA APPARTAMENTO completamente ristrutt. composto da sala con balcone, cucina con balc. verandato, matrimoniale, una 3/4, bagno e ripostiglio. Inoltre l'immobile è accessoriato da una cantina al p. seminterrato e da un posto auto condominiale. Rif. AC34 ACE in corso. € 119.000,00

VIALE MONTELLO APPARTAMENTO ristrutturato composto da soggiorno con zona cottura, 2 balconi, 2 letto, ampio bagno, ripostiglio/lavanderia, cantina. Rif. AC24, classificazione energetica in elaborazione € 130.000,00

CASTELLETTO BORGO APPARTAMENTO al p. terra con 175 mq di giardino su 2 lati, composto da cucina a vista, sala con affaccio sul giardino, 2 letto, bagno, ripostiglio/lavand., garage comunicante, posto auto di proprietà in cortile interno, rif. AP20, classe energetica E, ipe 121. € 118.000,00

MANTOVA APPARTAMENTO composto da cucina abit. e soggiorno che affacciano su comodo terrazzo, 3 letto, bagno, ripostiglio, altro balcone. L'immobile è dotato di posto auto di proprietà all'interno del piano seminterrato e di cantina. In attesa di classificazione energetica. Rif. AC26. € 235.000,00

A MANTOVA BELLISSIMO APPARTAMENTO signorile al piano rialzato composto da salone con angolo cottura, 1 matrimoniale, 1 singola o studio, bagno, 2 cantine al piano seminterrato. L'appartamento è stato completamente ristrutturato. AC01 ACE N.D. € 195.000,00

Piazza Garibaldi, 55 - Castel d'Ario (MN) - Tel. 0376 661596 CASTEL D'ARIO Villa a schiera già climatizzata, Libera e in ordine. In zona residenziale raccolta composta da ampia zona giorno, 3 letto, 2 servizi e garage. Giardinetto di proprietà esclusiva. Ottima soluzione in piacevole contesto. Euro 123.000 Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

CLASSE G IPE 210,77

CASTEL D'ARIO Occasione Grazioso appartamento al 1° piano. L’abitazione è così composta: zona giorno con ingresso/soggiorno, cucina a vista e balcone, zona notte composta da disimpegno, 2 camere da letto e servizio. Garage di proprietà. Euro 45.000 Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

CLASSE G IPE 250,00

CASTEL D'ARIO In zona mite e tranquilla, lontana dal caos proponiamo luminosa e moderna villetta composta da zona giorno open space, 4 letto, 2 bagni + lavanderia, garage e suggestivo soppalco. Precisazione: abitaz. distribuita unicamente al piano terra. OCCASIONE. Euro 105.000

CL. G IPE 250.00

Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

BIGARELLO moderna e indipendente villetta composta da luminosa zona giorno open space, due letto arricchite dalle travi a vista, due bagni, garage e giardino esclusivo. Da vedere. CLASSE D IPE 80.00

Euro 129.000

Tel. 340.38.97.593 – 366.68.67.004

www.lequattromura.it


Speciale CASA

Mantova - PAGINA 12 -

Isolamenti duraturi, efficienti e senza problemi: mini guida alla scelta

LA COIBENTAZIONE DALL’INTERNO N

Le 10 regole affinchè duri nel tempo

el caso in cui si decida di procedere con l’isolamento dall’interno, ci sono delle condizioni di cui tener conto per far si che il lavoro sia eseguito a regola d’arte e duri nel tempo, senza dare problemi di muffa o altro. Per quanto riguarda lo studio delle strutture esistenti, bisogna tenere conto che non tutti gli edifici sono idonei alla posa dell’isolamento termico dall’interno. Infatti dobbiamo ricordare che: La parete esistente deve essere di materiale igroscopico. Sono adatti materiali quali ad esempio il laterizio, tufo, calcestruzzo cellulare, mentre è da evitare questo tipo di isolamento per il calcestruzzo. La parete esistente deve essere permeabile all’umidità, in misura maggiore mano a mano che si procede nei vari strati dall’interno verso l’ester-

1 2

no: in questo modo si consente all’umidità interna di uscire verso l’esterno. Può costituire un problema, ad esempio, avere un rivestimento impermeabile in facciata, come il rivestimento “graffiato” o addirittura in piastrelle o mosaici, soluzioni estetiche utilizzate in modo diffuso negli edifici condominiali degli anni ’70. In realtà le cose sono più complicate del solito anche per un isolamento dall'esterno. Anche la scelta dei materiali è di fondamentale importanza. La scelta di materiali naturali è fortemente consigliata perché interagiscono meglio con le diverse condizioni interne. L’intonaco interno esistente deve essere di materiale igroscopico. Quindi si a intonaci a base di calce, terra cruda e similari. Nel caso in cui non fossero presenti queste caratteristiche sul supporto esistente, si può

3

FAI DA TE

Raccomandazioni utili

.........................

procedere alla demolizione e rifacimento dell’intonaco prima di fare il lavoro di isolamento. La pittura interna della parete deve essere di materiale igroscopico. Il sottofondo su cui viene applicato il materiale isolante, qualunque esso sia, deve essere idoneo all’incollaggio (la verifica si fa tramite la “prova a strappo”, anche prima della posa dell’isolamento all’esterno degli edifici), ma nel caso di isolamento dall’interno è di fondamentale importanza che la parte sia permeabile all’umidità: quindi non sono idonee pareti tinteggiate a smalto o con vernici impermeabili. Dal punto di vista della posa, ci sono alcuni punti fondamentali che bisogna sapere e che vanno controllati in fase di installazione dell’isolamento sulle pareti interne: Cappotto interno - Evitare intercapedini vuote tra rivestimento interno e parete esistente, in modo da scongiurare qualsiasi fenomeno di convezione d’aria. L’aria porta sempre con se anche delle particelle

4

5

d’acqua (l’umidità) e di sporco. Inoltre i moti convettivi rendono nullo il beneficio termico dell’isolamento. Il rivestimento dell’isolante posato all’interno deve essere a tenuta all’aria. Sono quindi da evitarsi montaggi a secco, che prevedono fori o fughe, mentre si consiglia un materiale da incollare con finitura ad intonaco. Evitare accuratamente le barriere a vapore. Non sono permeabili all’umidità e non sono adatte quindi agli edifici residenziali. Inoltre è di fondamentale importanza, per il corretto funzionamento dell’elemento, che non venga bucato in nessun caso, cosa abbastanza improbabile o comunque rischiosa in un’abitazione. Per quanto riguarda invece l’uso degli ambienti interni, ci sono dei comportamenti da adottare per facilitare il buon mantenimento dell’isolamento dall’interno ed evitare l’insorgere di muffe o il deterioramento dei pannelli installati. Per evitare problemi di muffe, non appoggiare mobili di

6 7

8

• È bene sottolineare che la coibentazione delle pareti interne potrebbe non essere sufficienti a limitare la forte umidità dell’ambiente! In tal caso bisognerà coibentare non solo la parete perimetrale ma anche il soffitto e il pavimento: consiste nell’applicare pannelli, cunei e intonaci in materiale isolante in modo da fermare il deterioramento della parete stessa in corrispondenza dei ponti termici. • Altra raccomandazione è quella di coibentare le pareti con molta cura, impiegando materiali termoisolanti di buona qualità da applicare direttamente al muro, facendo attenzione a non lasciare intercapedini tra i due elementi. • La coibentazione interna deve essere ermetica all’aria per evitare danni strutturali • Negli ambienti coibentati dove comunque il tasso di umidità risulta molto alto è bene collocare gli arredi ad almeno 5 cm di distanza dalle pareti. • Coibentare bene significa un risparmio sul riscaldamento ed un miglioramento del comfort abitativo • Ultimo ma non ultimo si eliminano i problemi legati a muffa e umidità • Come coibentare una parete interna? Per coibentare una parete interna possiamo ricorrere all’impiego di lastre in cartongesso preaccoppiate a pannelli di polistirene espanso sinterizzato di almeno 3 cm di spessore da applicare a colla. Si applica in maniera rapida ed economica: basta posizionare le lastre alla parete con la colla specifica servendosi di una spatola dentata. 1 - Prima di procedere, raschiare e pennellare la parete con un prodotto antimuffa poi lasciare asciugare almeno per una settimana. 2 - Al momento di procedere, assicurarsi che la parete sia liscia, pulita, asciutta e che possa reggere il carico. L’unico svantaggio nella coibentazione in cartongesso è rappresentato dall’impossibilità di appendere oggetti alle pareti. In alternativa al cartongesso ci sono diverse soluzioni: è possibile per esempio coibentare le pareti con le “perline di legno”: si tratta di tavolette presagomate alle quali accoppiare lastre di materiale isolante come il sughero. grande dimensione alle pareti su cui è stato realizzato l’isolamento dall’interno. - È importante capire che l’isolamento dall’interno cambia anche le condizioni interne dell’edificio: non permette un alto tasso di umidità dell’aria per un lungo periodo ed è quindi consigliata una continua ed abbondante aerazione degli

9

ambienti. È consigliata, ma non obbligatoria, l’installazione di un apparecchio di VMC, ventilazione meccanica controllata, per favorire in modo semplice, costante e controllato un ricambio d’aria interno, in modo da smaltire l’eccessiva umidità interna senza dispersioni di calore.

10

SERRAMENTI IN ALLUMINIO PVC FERRO RECINZIONI PORTE INTERNE PORTE BLINDATE PORTONI SEZIONALI

WWW.COFERALL.IT VIA F.LLI CERVI, 4 - PALIDANO DI GONZAGA (MN) TEL. 0376.525642 - FAX 0376.525679


Speciale CASA

Come cambiano le tecniche e i modi del costruire

FONTI RINNOVABILI E NON EDILIZIA A TUTTO GREEN lio e i suoi derivati sono anche la materia prima di molti materiali e prodotti usati nell’edilizia. Poiché, come abbiamo visto, questa risorsa sta rapidamente diminuendo, i consumi di energia e di materiali derivati dal petrolio dovrebbero essere drasticamente ridotti. L’inquinamento atmosferico è dovuto in gran parte alla climatizzazione degli edifici. Benché la parte del leone spetti al traffico motorizzato e alle industrie, in Italia, la climatizzazione si colloca subito al secondo posto per entità delle emissioni. In molte aree urbane le crisi idriche si susseguono sempre più velocemente l’una all’altra e l’acqua potabile di buona qualità è ormai diventata una leggenda. Le cause sono da ricercare nel crescente consumo idrico per usi domestici ed industriali e nell’inquinamento delle falde idriche da parte dell’agricoltura, delle discariche, delle zone industriali e delle acque reflue urbane. Altri tipi di inquinamento, che ormai ci affliggono e che vanno ad aggiungersi a quelli appena descritti, sono i rumori provenienti dal traffico stradale e i campi elettromagnetici creati da linee elettriche ad alta tensione. A questo panorama abbastanza inquietante va a sommarsi un ulteriore e particolare tipo di inquinamento, non meno preoccupante, quello cioè relativo agli ambienti confinati, il cosiddetto “inquinamento indo-

or”, dovuto all’introduzione di sostanze tossiche negli edifici e alla ridotta ventilazione degli stessi. L’inquinamento da gas, polveri, fibre, microbi, muffe e agenti chimici sta all’origine di varie tipologie patologiche, conosciute come “Building Related Ilnesses” (BRI) e “Sick Building Syndrome” (SBS), che si manifestano con svariati disagi, ma che in certi casi assumono anche carattere di gravissime malattie come asma e neoplasie. L’aumento di queste malattie rappresenta ormai un grave

problema per la sanità pubblica. In Italia, l’inquinamento indoor è risentito particolarmente nei grandi edifici interamente climatizzati adibiti ad uffici come centri direzionali, sedi di amministrazioni pubbliche e private, banche, ecc. L’edilizia moderna ha anche cambiato lo stile dell’abitare. La nuova urbanizzazione è caratterizzata da grandi e stereotipi palazzi a più piani in vive e lavora la maggior parte della gente che ha un solo desiderio: sfuggire da questi luoghi e costruirsi una

ReporterMN

L

’edilizia ecologica nasce come reazione alla grave crisi ambientale in cui attualmente ci troviamo e il suo obiettivo principale è quello di mitigare gli impatti ambientali connessi all’edilizia. I sintomi più rilevanti di questa crisi in atto sono diversi quali l'inquinamento atmosferico (CO2 e altri gas) e i suoi effetti negativi (effetto serra, distruzione dello strato di ozono, piogge acide, malattie correlabili, ecc.); il prevedibile esaurimento delle risorse naturali non rigenerabili (petrolio, gas naturale); l'inquinamento delle acque e del suolo e crescenti consumi di acqua potabile; i dissesti idrogeologici che si verificano in ogni parte del pianeta; la diminuzione della biodiversità, cioè delle specie animali e vegetali. Uno dei maggiori responsabili di questo degrado è l’edilizia, in senso lato; essa, infatti, incide per un terzo circa sul consumo totale dell’energia nel mondo, e per il 40 per cento su quello dei materiali. La costruzione di nuovi edifici e di relative infrastrutture, le attività estrattive, gli stabilimenti per la lavorazione e trasformazione e lo smaltimento dei rifiuti edili consumano sempre più nuove fasce di territorio. L’estrazione della materie prime, la produzione e la lavorazione dei materiali e i relativi trasporti, l’esecuzione e la manutenzione delle opere, nonché la demolizione e lo smaltimento degli edifici consumano un’immensità di energia, tuttavia la maggior parte dei consumi energetici attribuibili all’edilizia viene impiegata per la climatizzazione e l’illuminazione degli edifici. Tutta questa energia oggi è principalmente prodotta dal petrolio e dal gas metano, da risorse cioè più scarse e destinate ben presto ad esaurirsi. Il petro-

PAGINA 13

Mantova - PAGINA 13 Mantova

propria casa nel verde. Un ulteriore effetto negativo dell’edilizia moderna è la perdita delle tradizioni edili. Questo fatto non è solo deplorevole dal punto di vista culturale, ma comporta anche delle implicazioni economiche ed ecologiche. La perdita delle tecniche tradizionali è una delle cause degli immensi consumi energetici avendo anche disimparato a costruire gli edifici in rapporto alle condizioni climatiche locali e alle risorse del luogo, ed inoltre grava sul recupero e sul restauro del nostro patrimonio storico-architettonico. Oggi il 90% circa dell’approvvigionamento energetico mondiale proviene da fonti non rinnovabili: petrolio, carbone, gas naturale, uranio. Le fonti rinnovabili, compresa la biomassa, restano penultime nella graduatoria dell’utilizzo energetico. I combustibili fossili a buon mercato costituiscono ancora il fulcro della società moderna. Il potere decisionale in materia di approvvigionamento e fissazione dei prezzi dell’energia si concentra in regioni politicamente instabili. L’uso inefficiente dei combustibili fossili mette a rischio l’approvvigionamento energetico e la qualità della nostra vita. Inoltre contribuisce ai problemi di inquinamento dell’aria e alle emissioni di gas serra. Per quanto a molti possa apparire sorprendente, la più ampia fonte di energia non è il petrolio, ma il risparmio ener-

getico. Il “sesto carburante” – ossia il risparmio energetico ottenibile mediante un migliore isolamento – costituisce potenzialmente il maggior fattore di risparmio. Il sesto carburante è economico, pulito e soprattutto sostenibile. Migliora la qualità della vita e il comfort abitativo. Crea posti di lavoro. È tecnologicamente più che collaudato e non richiede ricerche ad altissima tecnologia. Ma la cosa più importante è che il sesto carburante costituisce una risorsa praticamente non sfruttata. Gli edifici sono i maggiori consumatori di energia, responsabili di oltre il 40% dell’utilizzo energetico nell’Unione Europea. Riscaldamento, raffreddamento e condizionamento costituiscono le principali cause dell’inefficienza nell’utilizzo energetico. Esiste quindi un ampio potenziale di risparmio energetico ancora non sfruttato. Oggi è possibile costruire una casa “passiva” qualitativamente perfetta ed economicamente abbordabile, che impiega il 90% di energia in meno rispetto alla casa media europea – e l’80% di energia in meno rispetto alla moderna casa standard conforme ai più avanzati regolamenti edilizi europei. Il costo di costruzione di una casa “passiva” ben coibentata, ripartito sul ciclo di vita è basso. Un edificio può durare 100 o più anni, e spesso per molte persone rappresenta il maggiore investimento di tutta una vita. Ciò nonostante le istituzioni, le imprese edilizie e i proprietari di immobili rinunciano non solo ad un possibile quanto massiccio risparmio energetico, ma anche alla maggiore qualità ambientale offerta da una casa provvista di un elevato comfort termico, di una buona ventilazione e di altre soluzioni “passive” intelligenti.

Ombretta Villa ASSICURAZIONI - CONSULENZA IMMOBILIARE PRESTITI - LEASING CASA MANTOVANA: su 2 livelli e sottostante cantina molto grande raffinata con soggiorno grande, cucina con cortile, 3 camere da letto, 2 bagni, terrazzo. Tutta ristrutturata e perfettamente abitabile. C. En. D. € 350.000 TrATT.

CENTrO: Appartamento al 4° piano con ascensore. TENUTO MOLTO BENE. di mq. 90 composto da: Ingresso, cucina arredata, soggiorno, 2 matrimoniali, 1 studio, bagno, soffitta, doppi vetri in termopan e serramenti nuovi. Cl. energ. G. € 180.000

GALL. FErrI: Appartamento bilocale al 4° piano con ascensore con cucina abitabile, soggiorno, 1 matrimoniale, bagno, soffitta e doppi vetri. Cl. energ. G. € 110.000

SAN GIOrGIO: Villetta a schiera su 3 livelli di mq. 200 TUTTA AL GrEZZO, al piano terra angolo cottura con soggiorno, garage , giardinetto antistante e retrostante, bagnetto. Primo piano: 2 matrimoniali con terrazzo e bagno.sopra soppalco abitabile. Cl. energ. C. € 175.000 FINITA

BOrGO VIrGILIO: Appartamento al piano terra in casa di due unità con ingresso indipendente, cucina ab., 3 letto, bagno, 2 garage, terreno di mq. 1000, rustico, giardino, pavimenti in monocottura, zanzariere e doppi vetri. ristrutturato. Cl. energ. G. € 80.000

PAIOLO: Appartamento al 4° piano con ascensore composto da: ingresso, cucina semi arredata, 1 matrimoniale, 1 camera 3/4, corridoio, bagno, cantina e posto auto in cortile. OTTIMO STATO. Cl. energ. G. € 80.000 TrATT.

SUZZArA:

CITTA':

EDICOLA completa di Sisal, cancelleria e articoli vari. AFFITTO € 450

AFFITTASI NEGOZIO di mq. 25 + bagno al piano terra con vetrina.

rIChIESTA. € 60.000 TrATT.

€ 350

Viale Montello n. 7, Tel. 0376/326213 - cell. 345-0030967 immobiliareombres@gmail.com


Speciale AMBIENTE

L'ITALIA “NAVIGA” IN CATTIVE ACQUE sulla storica mancanza di dati per alcune regioni del nostro Paese», ricorda il Cigno Verde. Il responsabile scientifico di Legambiente, Giorgio Zampetti, ha sottolineato: «In occasione della giornata dell’acqua denunciamo quei casi di inquinamento e malagestione che mettono in pericolo i nostri fiumi, laghi e falde. Sono le principali vertenze che Legambiente da

no del Chienti o il fiume Sarno, ancora da bonificare; le storie di inquinamento da scarichi civili (il canale Navile di Bologna) e di avvelenamento dalle realtà industriali (il fiume Basento); le contaminazioni di corpi idrici potabili (la falda di Bussi sul Tirino a Pescara, quella tra Vi-

tempo segue sul territorio battendosi per una risorsa pulita e accessibile per tutti. Vogliamo ricordare il caso Tamoil a Cremona e quello di Augusta, Priolo e Melilli in Sicilia, con falde contaminate da idrocarburi; la valle del fiume Sacco nel Lazio, il basso baci-

cenza, Verona e Padova, quella di Solofra, in provincia di Avellino, e, ancora, il lago Alaco in Calabria); ma anche le lagune costiere di Grado e Marano in Friuli e quelle di Lesina e Varano sul Gargano. Infine, i casi di acque violate dalle eccessive captazioni, come nel caso del Canale del Mulino a Torre Pellice in Piemonte, o dalla cattiva gestione che non tiene conto degli impatti sugli ecosistemi lacustri e fluviali, come racconta la storia dei laghi Arvo e Ampollino sulla Sila in Calabria. Storie di bonifiche mancate, di inchieste che coinvolgono funzionari pubblici e privati, casi che attendono giustizia al grido di “chi inquina paghi”». Uno scenario questo, che si presenta oltremodo preoccupante per la nostra salute. E che – quel che è peggio – non accenna a migliorare nel 2016.

non solo quindicinale

M

RISTORANTE PIZZERIA

Mantova - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com 0,01 COPIA COPIA OMAGGIO OMAGGIO CI TROVI IN TUTTE QUINDICINALE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 €€ 0,01 D'INFORMAZIONE ED EVENTI

• Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Numero 07 07 VENERDÌ 2715 febbraio 2015 •• 2016 prossima uscita venerdì venerdì MARZO 2015 - COPIA ED OMAGGIO Numero 27 febbraio 2015 prossima uscita 66 MARZO 2015 D'INFORMAZIONE EVENTI Numero 01•••VENERDÌ VENERDÌ gennaio • prossima uscita venerdì 29 gennaioSETTIMANALE 2016

SCUOLA

L’ORA DELLA SCELTA

ALL’INTERNO • Mantova - L’ascensore della settimana • Grande Mantova - Borgo Virgilio, lavori in corso • Alto Mantovano - Restyling per il ponticello di Monzambano • Oltrepò - Ostiglia premia i suoi volontari • SPECIALE SALDI - A rilento i saldi in città • SPECIALE BOVIMAC - Il programma della fiera • PETS - Articoli a quattro zampe • SPECIALE OROSCOPO - Gli astri del 2016 • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

Guida 2016

angiare

Tel. 0376.91191

6 7 8 9 11 14 17 18 20 21

mantovano

... e non solo

Nel cuore della mente umana

Scade il 22 gennaio il termine per le iscrizioni alle scuole superiori

Questa settimana diamo voce ai cittadini, alle Istituzioni, alle associazioni e ai commercianti di

egognaga è un importantissimo Comune della Bassa Padana ed ha circa 7.200 abitanti. E’ un paese estremamente vivo, dove le iniziative culturali e non solo, si uniscono ad un’intensa ed attiva partecipazione alla vita comune e dove si possono trovare professionisti di altissimo livello. Il terremoto del 2012 che ha duramente colpito Pegognaga, non è tuttavia riuscito a metterla in ginocchio. Tra poco conosceremo il primo cittadino di Pegognaga, Dimitri Melli, che con grande umiltà ed amore dal 2009 serve il suo paese natale. Melli, che cosa significa governare dopo il terremoto del 2012? E’ certamente una enorme responsabilità. Tutta la situazione è ricaduta inevitabilmente sulle spalle dei sindaci. E’ stato dolorosamente necessario prendere coscienza della propria realtà. Come ha risposto l’Amministrazione comunale all’emergenza terremoto? Il Comune è stato da subito il punto di riferimento dei cittadini. Per un periodo è stato aperto anche 24 ore su 24 per

A pag. 4-5

Mantova - PAGINA

Nonostante le difficoltà del terremoto Pegognaga ce la fa

sette giorni a settimana. La mia giunta ed io volevamo assolutamente che in noi gli abitanti di Pegognaga trovassero un punto

di appoggio per ogni problema e spero che così sia stato. Che cosa significa essere sindaco per Dimitri Melli?

PEGOGNAGA CHE RESISTE

NUOVI RECAPITI TELEFONICI DI REPORTER MN Tel.

0376.1813480 Fax 0376.1813481

Quest’Anno un 25 APrile molto sPeciAle In questa intervista Guenda Remi, consigliere comunale dell’attuale Amministrazione, ci racconterà come sia organizzato il Comune e quale sia l’importanza dell’organizzazione di eventi culturali per la comunità di Pegognaga. Remi, come si è organizzato il Comune di Pegognaga per quello che riguarda i Consiglieri? A Pegognaga non solo gli assessori ma anche i consiglieri hanno una delega, che hanno la funzione di coadiuvare gli assessori. Io ho la delega per manifestazioni, celebrazioni, memoria e pace.

12 -

Pegognaga

AmministrAre con umiltà ed Amore é lA ricettA

Per quello che riguarda le manifestazioni, come vengono gestite? Le sagre vengono gestite in maniera egregia dalla Pro Loco, che ha la completa e totale fiducia del Comune avendo sempre gestito con il massimo rigore e la massima attenzione tutte le attività. Altre manifestazioni vengono gestite dalle associazioni con il patrocinio, il benestare e l’aiuto dell’Assessorato alla Cultura e dal Comune. Quali sono gli eventi previsti per il 25 aprile? Quest’anno la festa della Liberazione sarà più speciale del

solito, perchè si è deciso di fare un lavoro in rete con gli altri Comuni del territorio. Davanti al Municipio ci sarà sempre la manifestazione con la banda che suona, ma ci saranno delle sorprese in più. L’anno scorso abbiamo celebrato la Notte della Liberazione, una festa semplice e rurale per ricordare il periodo della Resistenza e i principi antifascisti di cui Pegognaga va molto fiera. Quest’anno invece sarà ristrutturata e valorizzata la cisterna dell’acqua che le staffette utilizzavano durante la Resistenza per scambiarsi messaggi. Questo sarà il monumento di Pe-

Io sono in carica dal 2009, quindi ho vissuto in pieno il dramma del terremoto. Quello che cerco di fare io come primo cittadino è di mettermi al servizio della comunità, di lavorare con umiltà ed amore affinché tutti stiano meglio. Lavorare per il proprio paese, per il paese in cui sei cresciuto, è un’esperienza che augurerei a tutti di fare, perchè significa lavorare per i propri affetti e mettersi al servizio della propria comunità. Quali sono i progetti per il futuro? Già da dopo il terremoto, svincolati dal patto di stabilità, abbiamo iniziato a ricostruire. Abbiamo investito un milione

di euro per effettuare interventi nelle scuole. Attualmente c’è ancora l’emergenza abitativa e gli effetti catastrofici del terremoto non sono ancora finiti. Il 2016 sarà un anno di progettazione, mentre il 2017 sarà l’anno del rifacimento delle opere murarie. Siamo riusciti a salvare il nostro teatro, il Teatro Anselmi, che era stato tramutato in una tenda, ma che ora necessita di ritornare agli antichi splendori. Nel 2016 abbiamo anche intenzione di riqualificare le strade del centro, e soprattutto di portare avanti tre progetti importantissimi. Ci parla un po’ di questi progetti?

I tre progetti fondamentali sono: la posa definitiva dell’acquedotto; la posa della fibra ottica che avrà anche la funzione di cambiare in toto il lavoro in Comune in senso smart; l’ultimo grande impegno è il progetto sulle piste ciclabili che farà sì che PegoPego gnaga abbia la rete ciclabile più grande d’Italia. Un’altra chicca? L’ultima chicca è questa. Abbiamo intenzione di rendere fruibile a tutti il nostro parco archeologico.

a Pag. 12-13

gognaga alla Liberazione. Che cosa ci dice invece del patrimonio storico di Pegognaga? Ci occupiamo della tutela e della divulgazione di archivi storici importantissimi, concessi in utilizzo dai privati, primo fra tutti il fondo Sissa. Fondamentale è anche l’archivio Unione Donne Italiane, perchè le donne di Pegognaga sono sempre state molto attive. Pegognaga in generale dimostra da senso grande senso civico. E’ un’isola felice. Qual è l’importanza di tutti questi eventi in un periodo come questo? Stiamo vivendo un periodo molto duro. Nonostante la crisi, però, il Comune non ha mai diminuito i contributi alla Pro Loco e alle associazioni, perchè danno la possibilità alle persone di dimenticare i loro problemi per un giorno e per questo hanno un ruolo sociale importantissimo. (alb)

www.ambulatorigazzieri.it ????

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag. 3

Ogni giorno mettiamo al primo posto i nostri pazienti e la loro soddisfazione. Il sindaco di Pegognaga, Dimitri Melli

Via C.B. Brenzoni 41/B - MOZZECANE (VR) tel. 045 6340735 - info@ambulatoriogazzieri.it ????

Alessandra FERRANTE

????

IL TUTTO AFFIDATO AI NOSTRI MEDICI AL SERVIZIO DEL TUO SORRISO

VETRO ROTTO O SCHEGGIATO? • RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA • LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO • RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI • TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO • OSCURAMENTO VETRI

PORTO MANTOVANO MANTOVA: Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

EDIZIONE 2015 | 2016

REPORTER

RIMESSAGGIO

COPIA OMAGGIO

Pegognaga

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

• di Alessandra Lovatti Bernini

P

SPosi

U

na corretta gestione delle risorse idriche è ciò che sarebbe necessario per garantire una vita migliore sia alle specie animali presenta nei nostri mari, nei nostri fiumi e nei nostri laghi, ma anche e soprattutto agli esseri umani. Per l'anno 2015 è stato rilevato che lo stato ecologico delle acque in Italia superiore al buono è stato raggiunto solo dal 25% dei corpi idrici superficiali, mentre lo stato chimico buono è stato raggiunto solo dal 18%. La percentuale dei corpi idrici superficiali che riesce a soddisfare tutti i requisiti è pari solo al 10%. Le previsioni per il futuro non sono migliori, come risulta da quanto comunicato dal nostro Paese alla Commissione europea: nel 2015 la percentuale dei corpi idrici superficiali in stato buono (o superiore) sarebbe dovuta salire solo al 29%. Per le acque sotterranee, dal 49% in buono stato del 2009 dovremmo passare al 52,7%, con una prospettiva assolutamente insoddisfacente e ancora troppo lontano dagli auspicabili obiettivi della direttiva, che richiedono che tutti i corpi idrici significativi raggiungano il buono stato di qualità. Senza considerare le molteplici fonti di inquinamento che ancora oggi gravano su fiumi, laghi e falde. Una situazione preoccupante, soprattutto per le conseguenze che questo può avere. Secondo il recente rapporto dell’Agenzia europea dell’ambiente uscito l'anno scorso,“L’ambiente in Europa – Stato e prospettive nel 2015”, a livello europeo, «Oltre il 40% dei fiumi e delle acque costiere sono interessati da un inquinamento diffuso, mentre tra il 20% e il 25% sono soggette a inquinamento da fonti puntuali, come strutture industriali, sistemi fognari e impianti per il trattamento delle acque reflue». Rispetto al quadro europeo, l’Italia presenta maggiori criticità per le acque interne, soprattutto nel mezzogiorno ma anche al centro-nord., mentre per le acque costiere la situazione sembra essere rovesciata «ma è doveroso porre l’accento

ReporterMN ReporterMN

AMBIENTE

Lo stato delle falde acquifere nel nostro paese

Dir. San. Dott. Visentin - Iscr. Albo VR914

SPECIALE

Mantova - PAGINA 14 -

ZONA POGGIO RUSCO: CAPANNONE AL COPERTO, ABITAZIONE ANNESSA CON CUSTODE. ADATTO PER: BARCHE, CAMPER, ROULOTTE, ecc...

Tel. 339.2298362

Guida tra i professionisti del settore WEDDING PLANNER ABITI ACCONCIATURE ESTETICA GIOIELLI FIORI BOMBONIERE LISTE NOZZE LUNA DI MIELE AUTO LOCATION RISTORANTI CATERING TORTA NUZIALE SERVIZIO FOTOGRAFICO ARREDO CASA ACCESSORI INTRATTENIMENTO EVENTI E FIERE DI SETTORE

e tanto altro... Edizioni free press gratuite per la tua pubblicità

0376 1813480


ReporterMN

PAGINA 20 Speciale AMBIENTE

Mantova - PAGINA 15 Mantova

Officina Meccanica Restauro vespa e moto d'epoca Ritiro vespe, Ciaoo e moto d'epoca

Ricambi nuovi ed usati

Strada degli Squadri, 10/1 Guidizzolo (MN) Tel. 0376 818630

Cell. 338

7637493

paso.moto@alice.it

SAVI LABORATORI & SERVICE: esperienza e tecnologia

L

Analisi Chimiche e Microbiologiche di ACQUE potabili, tecnologiche e reflui civili ed industriali

’ attività di laboratorio ha inizio nel 1985, quando il p.i. Mauro Savi decide di fondare una struttura di supporto analitico da affiancare all’attività primaria dell’azienda SAVI s.r.l., costituita dalla progettazione e costruzione di macchine per la depurazione delle acque e la gestione degli impianti stessi. Da allora, grazie ai continui investimenti in termini di risorse umane e tecnologiche, le attività di analisi si sono specializzate e diversificate nel tempo, facendo diventare il laboratorio un punto di riferimento per quanto riguarda le analisi chimiche e microbiologiche del settore ambientale ed alimentare. Motivo di orgoglio per l’impegno profuso negli anni ed in memoria al suo fondatore, è la realizzazione nel 2004 dei nuo-

La sede di SAVILAB a Roncoferraro di Mantova

vi laboratori la cui espansione è continuata nel 2015. L’esperienza e la competenza maturate in questi anni, correlate alle crescenti esigenze in campo

ARSENICO nell'acqua potabile e di pozzo

SAVI LABORATORI & SERVICE vanta un’esperienza pluriennale nell’analisi chimica e microbiologica delle acque ed è in grado di ricercare e quantificare i parametri richiesti dalle normative vigenti mediante l’utilizzo delle tecniche più avanzate e delle metodiche di analisi ufficiali.

ambientale e ad un desiderio di miglioramento, hanno portato, attraverso una scissione societaria, alla nascita nel 2012 di SAVI LABORATORI & SERVICE. Le attività si rivolgono ad una Clientela che pone rilevante attenzione alle problematiche ambientali: aziende chimiche, petrolifere, alimentari, zoo-

L'Arsenico è uno dei principali problemi che affligge le acque di un considerevole numero di pozzi situati nei comuni della zona Sud della provincia di Mantova. La presenza del metallo nell'acqua sembra infatti legata alla natura dei sedimenti che costituiscono il terreno della zona. L'Arsenico è pericoloso per l'alimentazione umana e il Decreto legislativo n°31 del 2001 ne fissa il limite massimo per le acque destinate al consumo umano a 10 µg/l. In relazione a questo, le autorità della zona si sono attivate per informare i cittadini della problematica consigliando e in alcuni casi obbligando, anche le abitazioni dei privati all'allacciamento all'acquedotto. Savi Laboratori & Service è in grado di effettuare, mediante strumentazione all'avanguardia, l'analisi dell'Arsenico nell'acqua potabile nonché la determinazione di tutti i parametri previsti dal Decreto legislativo n°31 del 2001 che determinano la conformità delle acque al consumo umano.

analisi chimiche e microbiologiche gestione e manutenzione impianti monitoraggio ambientale

acque, suoli e terreni, fanghi e ammendanti, rifiuti, alimenti e HACCP, emissioni, ambienti di lavoro, gestione SAVI LABORATORI & SERVICE S.r.l.

46037 RONCOFERRARO (MN) ITALY | VIA ROMA, 80 TEL. +39 0376 663917 | FAX +39 0376 664993

www.savilab.it | info@savilab.it

accreditamento ACCREDIA n° 0183 UNI EN ISO 9001

tecniche, enti di controllo, industrie in genere ad impatto sull’ambiente. SAVI LABO & SERVICE SRL via Roma, 80 46037 Roncoferraro MN Tel: 0376-663917 E-mail: info@savilab.it www.savilab.it


San Benedetto Po

S

abato 28 febbraio piazza Teofilo Folengo sarà la splendida cornice che ospiterà il Carnevale di San Benedetto Po. Sebbene per molti questo evento risulti “fuori tempo massimo” perchè la Quaresima è ormai già iniziata, la festa di Carnevale è un momento molto atteso per tutti, grandi e piccini. Giochi, animazioni, baby dance la faranno da padrone in mezzo a coriandoli, stelle filanti, trombette e maschere. Ma qual è la tradizione della maschera in Italia? Le figure tradizionali italiane sono quelle della Commedia dell'Arte e ciascuna rappresentava una regione, o aveva connotazioni campanilistiche. La tradizione, a tal proposito, vuole che Arlecchino sia nato a Bergamo e che la madre, poverissima, gli abbia cucito il festoso costume con scampoli di vari colori. Secondo un’altra versione, Arlecchino sia stato al servizio di un avarissimo speziale che lo vestiva con le toppe dei propri abiti sdruciti. Durante il periodo della Commedia dell'Arte nella quale le Maschere Italiane ebbero un pubblico europeo, gli attori che impersonavano Arlecchino, la popolare maschera lombarda, la trasformarono conservando la maschera nera e il berretto bianco, ma sostituendo all’antico abito rappezzato con un

elegante costume nel quale le toppe dei tempi poveri sono vagamente ricordate da losanghe a colori alterni, ma ben disposte. Le sue doti caratteristiche sono l'agilità, la vivacità e la battuta pronta; il suo principale antagonista è Brighella che, come dice il nome, è attaccabrighe e imbroglione, ossequioso con i potenti e insolente con i deboli. Pulcinella, maschera con due gobbe e il naso adunco può considerarsi la più antica del nostro Paese. Già conosciuta ai tempi dei Romani e sparita con l'arrivo del Cristianesimo, la maschera di Pulcinella è risorta nel '500 con la Commedia dell'Arte. Da allora questa maschera personifica virtù e vizi, del borghese napoletano, ma, accolto in tutta tutta Europa ha assorbito le caratteristiche nazionali: in Inghilterra è Punch, corsaro e donnaiolo; in Germania è Pulzinella e I-lanswurst cioè Giovanni Salsiccia; in Olanda è Tonelgeek; in Spagna è Don Christoval Polichinela. La maschera di Pulcinella si adatta ad ogni ruolo: padrone, servo, domestico, magistrato, ma in nessun caso atletico. Sobrio nei movimenti, lento, goffo e di poche parole, ma, quando parla, è sempre secco e mordente. Gianduia indossa un tricorno e la parrucca con il codino. L'abito è di panno color mar-

RIMESSAGGIO ZONA POGGIO RUSCO: CAPANNONE AL COPERTO, ABITAZIONE ANNESSA CON CUSTODE. ADATTO PER: BARCHE, CAMPER, ROULOTTE, ecc...

Tel. 339.2298362

Mantova - PAGINA 16 -

A SAN BENEDETTO PO IL 28 FEBBRAIO ALLE ORE 14.30

RITORNA IL CARNEVALE IN PIAZZA rone, bordato di rosso, con un panciotto giallo e le calze rosse. Il personaggio nasce nel '700, e non ha attinenza con la commedia dell’arte. Gianduia, deriva dall'espressione piemontese "Gioan d'la douja", che vuol dire Giovanni del boccale. Gianduja è originario di Caglianetto, in quel di Asti, è un galantuomo che incarna lo spirito bonario piemontese, cui piace il vino, l'allegria e di cui è proverbiale la distrazione. Questa maschera, prediletta dai piemontesi, deve il nome a una precauzione politica: fino al 1802, infatti, l’avevano chiamata Gerolamo, ma quell’anno, ai primi del nuovo secolo, i comici pensarono bene di ribattezzarlo per evitare che si potesse scorgere allusione al nome di Gerolamo Bonaparte, parente dell’imperatore. Maschera veneziana con alcuni aspetti che la legano alla maschera di libertino credulone, beffeggiato e sempre scontento, dell’antico. teatro classico. Assomiglia alla maschera bolognese del dottor Ballanzone e ad alcuni personaggi di Molière come Arpagone e Sganarello. Pantalone è sempre d’età avanzata, talora scapolo con tutto il ridicolo di chi, ormai maturo, vuol piacere ancora. Nel tempo il costume di Pantalone è cambiato, ma ha sempre conservato la caratteristica zimarra nera. Arricchito, burbanzoso e sputasentenze, avaro e diffidente, per far sfoggio della sua autorevolezza si intromettendosi, non invitato, in dispute e alterchi e, puntualmente, finisce col ricevere botte da entrambi i contendenti.

ReporterMN

s.n.c. VENDITA ED ASSISTENZA QUALIFICATA

GRUPPI ELETTROGENI - IDROPULITRICI COMPRESSORI - ELETTROPOMPE MOTOPOMPE

Ferrari s.a.s

RECUPERO TRASPORTO MEZZI PESANTI

Autofficina - Autonoleggio - Autodemolizione

ReporterMN

SOCCORSO STRADALE 24H

San Benedetto Po (Mn) - Strada Ronchetti - Tel. 0376.620660 Fax 0376.1760179 - Cell. 335 6562247 - info@soccorsoferrari.it San Benedetto Po (MN) - Via Dell'Artigianato, 7 Tel./Fax 0376 615540 - info@idropo.it

San Giorgio (Mn) - via Matteotti 10 - Tel. 0376.1874153 - Cell. 335.7162306 Reggiolo (RE) - via Moglia 60B - Tel. 0376.620660 - Cell. 335.6562247 Carpi (Mo) - via Monte Bianco 9 - Tel. 059.642075 - Cell. 335.7162305


Castelbelforte Mantova

Mantova - PAGINA 17 PAGINA 17

DOMENICA 6 MARZO TORNA IL TRADIZIONALE APPUNTAMENTO CON LA MASCHERATA DI PRIMAVERA

CASTELBELFORTE ALLA CORTE DI MADAME FAVETTA

L

’associazione Cultura e Spettacolo, con il patrocinio del Comune di Castelbelforte , il coordinamento Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona, il Coordinamento delle maschere italiane di Parma, e la corte di

Madame Favetta organizza la 22° edizione della Mascherata di Primavera, nel giorno di domenica 6 marzo dalle ore 14. Tantissimi i carri che parteciperanno, sia dal mantovano che dal veronese. Tra i gruppi folkloristici più

importanti segnaliamo “Jolly Jocker” di Perzaco, “Alla volta del paradiso” di Volta Mantovana, “Amici e Butei de Belveder e Malavicina”, “Cappello da Pozzo Moretto” di Villafranca, “Il sasso” da Rosegaferro, l’associazio-

ne “Famiglie insieme” di San Zeno di Mozzecane, “I butei de Locara” di Locara, la “Brigata matta” di Cadeglioppi, il gruppo “Baraonda” di Isola Alta, il gruppo “Combriccola” da Belvedere e ultima ma non ultima la “Compagnia dell’onda” di Opeano. Castelbelforte sarà invasa da maschere provenienti da moltissime città del nord Italia, tra le quali ricordiamo: il “486° Papà del Gnocco” di Verona, “Re Trigol” e la sua corte direttamente da Mantova, le “Stelle del 1700” da Castelgoffredo e i “Nuovi Cacciatori di Draghi” da Verona. Allo show saranno presenti anche Loretta Zaninelli, presidente del Coordinamento Carnevali della Provincia di Verona”, la guest star Afro Negri e le autorità locali. Anche la scuola dell’infanzia “Pinocchio” di Castelbelforte parteciperà al carnevale con il progetto “Pinocchio nel paese dei diritti”, dove bambini, maestre, e genitori hanno dato come sempre il loro preziosissimo aiuto. Attesissimo è anche il lavoro di genitori e ragazzi del circolo A.n.s.p.i. dal tema “Frozen – L’A.n.s.p.i. nel regno di ghiaccio”. All’interno della manifestazione sarà anche possibile partecipare al concorso “Fotografa il Carnevale 2016”, in cui i partecipanti potranno sfidarsi nel cercare lo scatto perfetto

che ritragga l’evento, per info sul regolamento, si prega di visitare la pagina facebook A.c.s. Castelbelforte . La partecipazione è gratuita. “Il carnevale è un momento importantissimo di coesione sociale e di aggregazione per il paese intero – afferma la presidente dell’associazione Cultura e Spettacolo, Mara Negri. Sebbene sia fuori periodo, la nostra ‘mascherata di primavera’ è un vero e proprio viaggio alla scoperta di tradizioni antiche - prosegue la Negri. Organizzare il carnevale è molto impegnativo e richiede mesi di lavoro, per questo voglio ringraziare tutti i soci volontari, la cittadinanza e i commercianti, e l’Amministrazione Comunale. Chiedo, infine, di non utilizzare schiumogeni stelle filanti, che danneggiano maschere e carri”- conclude la presidente. “All’interno della manifestazione – ricorda a tutti Nicola Ferrarin – già dalle 10 sarà possibile gustare presso lo stand gastronomico, presso i giardini di piazza IV Novembre, risotto alla pilota e panino con cotechino. Dalle 15 ci saranno anche le mitiche favette prodotte dal forno Ferrari. In via Roma sarà presente anche un nuovo punto ristoro, in una casetta di legno per tutta la giornata” –spiega Ferrarin. Per info: facebook A.c.s. Castelbelforte

Pizzeria - Stube DI SOAVE GIORGIO E MATTIA di Filippi Patrizia DA NOI PUOI TROVARE 11 DIVERSI IMPASTI: Tradizionale - Farro Segale e Avena Integrale - Cereali Canapa - Ginseng Rosso Alga Spirulina - Soia Carbone Vegetale Kamut ®

AMPIO GIARDINO ESTIVO

GIORNO DI CHIUSURA MARTEDì TEL. 0376 256036 Via Boselli, 26 CASTELBELFORTE (MN)

numero verde 800 662479

www.pizzeriapantagruel.it

VENDITA E ASSISTENZA NUOVO E USATO AUTO SEMESTRALI A KM ZERO CON FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI CASTELBELFORTE (MN) - VIA TOMBA 1

TEL. 0376/256041 - 0376/42449


Mozzecane VR

Mantova - PAGINA 18 -

ore 9.30 Inizio manifestazione con complesso bandistico "Cittˆ di Mozzecane" e majorette ore 9.45 bibliobus ti aspetta... ore 10.30 spettacolo brasiliano "Carnevale ds Rio" in via Carlo Montanari ore 11.00 concorso mascherine davanti Cartoleria Cicerone (iscrizioni da sabato in cartoleria) ore 11.30 concorso carnevale per Asili Nido

L

'attesissimo appuntamento del Carnevale a Mozzecane sta per tornare. Il 28 febbraio, infatti, il paese sarà animato da una festa che divertirà grandi e piccini. Ma iniziamo subito con il nutrito programma di appuntamenti a cui non si può mancare. Partiamo alle 9:30 con la banda e le majorette del gruppo “Città di Mozzecane”, alle 9:45 vi aspetta il Bibliobus per farvi scoprire il magico mondo della lettura e se lo conoscete già troverete pane per i vostri denti. Ma alle 10:30 in via Carlo Montanari partirà un viaggio ideale per il Brasile, dove potrete vivere tutte le emozioni di un sambodromo con lo spettacolo dal titolo “Carnevale di Rio”. Alle ore

11 presso la cartoleria Cicerone ci sarà la competizione delle mascherine. L'iscrizione si può effettuare il giorno prima, sabato, presso la stessa cartoleria. Alle 11:30 concorso “Carnevale per asili nido” e a mezzogiorno ritorniamo in Brasile con un bollentissimo spettacolo dal titolo “Alla scoperta del Brasile” di fronte a Villa Veccelli Cavriani. Alle ore 13 ritorna il Bibliobus con attività laboratoriali sulla lettura, organizzati dalla cooperativa Charta. Chiudiamo alle 14:30 con la sfilata di maschere e carri allegorici e l'estrazione della lotteria di Carnevale e le premiazioni. Per tutto il giorno saranno aperti gli stand gastronomici per poter gustare i piatti della tradizione.

PROGRAMMA

Il 28 febbraio a Mozzecane torna il Carnevale E il Brasile la farà da padrone

ore 12.00 spettacolo Brasiliano "Alla scoperta del Brasile" davanti villa Veccelli Cavriani ore 13.00 "Bibliobus" laboratori e letture per bambini a cura della coop. Charta ore 14.30 sfilata maschere e carri allegorici - a segutre estrazione lotteria di carnevale e premiazioni Durante le mnifestazioni funzioneranno stands gastronormci organizzati da Associazioni e commercianti

www.macelleriafranchini.it

Carni sane, carni paesane.

SQUISITEZZA AL NATURALE

Via C. Bon Brenzoni 30, Mozzecane (VR) - Tel / Fax +39 045.7930651 - info@macelleriafranchini.it


Mozzecane VR

Mantova - PAGINA 19 -

AUTO SOSTITUTIVA di ANDREA e ROBERTO

FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

Fraz. Pellaloco ROVERBELLA (MN) via S. Rita, 1 Tel. Fax 0376/695951

carrozzeriacordioli@libero.it

LA COMMEDIA DELL'ARTE COLOMBINA E GLI ALTRI

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133

L

a maschera di Colombina si trova già nelle commedie di Plauto, fra le furbe ancelle, ciniche e adulatrici, sempre pronte a suggerire alla padrona malizie e astuzie. Da antica schiava Colombina nel '500 diventa la Servetta complice interessata nei sotterfugi domestici e amorosi della padrona. Il nome di Colombina compare per la prima volta nella Compagnia degli Intronati verso il 1530. Colombina è sempre l'Amorosa o la moglie di Arlecchino, assumendo il nome di Betta, Franceschina. Diamantina, Marinetta, Violetta, Corallina o anche Arlecchina, secondo le rappresentazioni. Servetta del teatro italiano e Soubrette di quello francese, Colombina ai nostri tempi finirà dopo essere passata, conservando più o meno i tratti originali del carattere, per l’opera buffa, il varietà, l’operetta per approdare alla Commedia. Maschere Italiane – Gianduia. Meneghino o Domenichino è la maschera milanese per eccellenza, inconfondibile con il suo cappello a tre punte e la parrucca con codino alla francese. Vestito di una lunga giacca di velluto, calzoni corti e calze a righe rosse e bianche, Meneghino impersona un servitore rozzo ma di buon senso, che non fugge quando deve schierarsi al fianco dei suoi simili. Generoso e sbrigativo, è abile nel deridere i difetti degli aristocratici. Pur affermandosi come maschera della Commedia dell’Arte nel Sei, Settecento, probabilmente le origine del suo nome risalgono ai "Menecmi" di Plauto, al "Menego" di Ruzante, oppure più semplicemente dal nome

dei servi utilizzati nelle ricorrenze domenicali, chiamati dai milanesi "Domenighini". Gippino è la ma-

schera di Bergamo compare tra la fine dell'700 e i primi dell''800 nelle province di Bergamo e Brescia. Gioppino è un personaggio rubicondo, buffo e simpatico, con una gran risata contagiosa. Fa

www.facebook.com/ilfornogoito

il contadino, ma questo lavoro non gli va perché deve faticare troppo e guadagnare poco. Pieno di buon senso e di furbizia, cerca di arrangiarsi con lavoretti per arricchire di cibo la sua tavola. Indossa dei calzoni corti una camicia ed una giacchetta; in testa porta un cappello morbido, porta con se un bastone e si caratterizza per tre enormi gozzi, chiamati da lui "coralli" o "granate". Il romanissimo Rugantino deve il nome alla "ruganza",

all'arroganza e all'abitudine di "rugà", di agire e parlare con strafottenza. Il suo tratto caratteristico è quello di un provocatore, linguacciuto e insolente, ma in realtà, è un can che abbaia ma non morde. Al fondo è anche un po' vile. "Cerca rogna, je

puzza de campà, je rode", minaccia, promette di darle, ma le prende, consolandosi con la battuta divenuta giustamente celebre: "Me n'ha date tante, ma quante je n'ho dette!". Agli inizi della sua carriera era vestito come un gendarme, ma con il tempo, ha vestiti i panni civili, assumendo un carattere più pigro e bonario, che ne farà l'interprete di una Roma popolare ricca di sentimenti di solidarietà e giustizia. Attaccabrighe, imbroglione, chiacchierone; insolente con i sottoposti e insopportabilmente ossequioso con i padroni. Brighella da Bergamo dal carattere scaltro e astuto, è il cuoco, il cameriere, il capo servitù antagonista di Arlecchino e primo Zanni della Commedia dell'Arte. L'abito che Brighella si vanta di indossare è la "livrea", simbolo dell'appartenenza al padrone: calzoni larghi e giacca bianchi, listati di verde, un mantello bianco, anch’esso con due strisce verdi, un berretto a sbuffo e la mezza maschera sul viso. E' con questa uniforme che esercita il suo potere sui semplici servitori. Mosciolino è la maschera moderna che ha sostituito le vecchie maschere dell'Ottocento Papagnoco e Burlandoto nella città di Ancona, per il Carnevale che gli anconetani hanno ribattezzato Carnevalò. Disegnato dal grafico Andrea Goroni nel 1999, prende il nome da una cozza selvatica e non d’allevamento che viene raccolta nel tratto di mare che va da Ancona a Sirolo che si chiama appunto Misciolo. Mosciolino ha l'aria di un ragazzino scanzonato, caratterizzato da orecchie a sventola, un po' a punta come quelle di un folletto, da uno sguardo birichino e dal naso un po' schiacciato e all'insù.

ReporterMN

R CAFFE BA ’

La Bottega Della Pizza

Via Roma, 9 - Mozzecane (VR)

PIZZA TONDA DÕ ASPORTO CON FORNO A LEGNA PIZZA AL TAGLIO SERVIZIO BAR

Chiuso il marted“ CONSEGNA A DOMICILIO

TEL. 045.7930327

A MOZZECANE - Via C. Bon Brenzoni, 17/B

Tel. 045.516197

giocattoli

ReporterMN

qualazampasabrina@gmail.com

ReporterMN

di Comparotto Sabrina

ERBORISTERIA - SANITARIA ORTOPEDIA

• • • •

PRODOTTI E ALIMENTI PER ANIMALI CAPPOTTINI FATTI A MANO E SU MISURA COLLABORAZIONE CON ISTRUTTORE CINOFILO QUALIFICATO

• • • •

(INCONTRI 1 VOLTA AL MESE)

• Via Carlo Montanari 57/D - Mozzecane (VR)

Tel. e fax 045 79030751

cosmesi naturale integratori per il vostro benessere consulenza personalizzata gratuita articoli regalo e molto altro ancora…

potete trovare inoltre calze riposanti e terapeutiche calzature corsetteria per tutte le esigenze stampelle, carozzelle e deambulatori (anche a noleggio) plantari, protesi e busti su misura

Via B. Brenzoni, 32 - Mozzecane (VR)

Tel. 045 6340865


Gonzaga

PAGINA 17

Mantova - PAGINA 20 -

Mantova

Il 5 e 6 marzo la Fierra Millenaria di Gonzaga ospita la 53a Esposizione Internazionale Canina ENCI

1.300 CANI E PIÙ DI 180 RAZZE tanti esemplari rari dall'Italia e dall'estero

I

TA‛ NOVI TURA ETTA TOEL ANI C

tamente l'evento della Millenaria attirerà un gran numero di visitatori, sia adulti che bambini. L'Esposizione Internazionale ENCI sarà, inoltre, un’occasione per ammirare i migliori soggetti del panorama dell’allevamento italiano ed europeo. A Gonzaga, infatti, arriveranno anche concorrenti da Germania, Austria, Slovenia e Croazia. In programma ci sono anche alcune mostre speciali dedicate a bobtail, chow chow, weimaraner, setter inglese, bracco italiano e terranova, oltre ai raduni di segugi, kurzaar e rhodesian ridgeback, con esemplari teneri e dolcissimi. I cani sfileranno nei vari ring allestiti nel quartiere fieristico divisi in categorie, tra le giornate di sabato e domenica. Il pubblico può visitare il sito www. gruppocinofilovirgiliano.it per pe, a carattere internazionale finlandese Lapinkoira, il primi- controllare in quale giornata è per la provincia di Mantova. tivo podenco canario e il cane prevista la sua razza preferita. Tantissime le tipologie diverse da compagnia bichon havanais. Le finali assolute si terranno di cani che saranno presenti in Sì, perchè sempre più spesso, domenica a partire dalle 14. Safiera: pastori, bassotti, bovari in un mondo come il nostro ranno, inoltre, presenti stand di svizzeri, terrier, levrieri, segu- fortemente caratterizzato dalla produttori specializzati nell’alidi Comparotto Sabrina gi... Piccoli animali da com- solitudine, gli amici a quattro mentazione dei cani, aspetto pagnia, cani da caccia o razze zampe diventano presenze in fondamentale e assolutamensviluppate originariamente per casa insostituibili. Fino a poco te da non sottovalutare per la il lavoro, tutti pronti a muo- tempo fa il cane era il comple- salute e il benessere dei nostri vere e commuovere l'animo tamento di una famiglia “idea- animali, e altri accessori per dei presenti. Non mancheran- le”, che spesso teneva compa- nostri piccoli amici. In fiera è no esemplari di numerose raz- Via gnia bambini, mentre adesso, anche un servizio riA MOZZECANE C.ai Bon Brenzoni, 17/B disponibile Tel. 045.516197 ze rare, difficilmente visibili in dove le persone molto spesso storazione con bar e ristorantealtre occasioni, comeemail: il piccoloqualazampasabrina@gmail.com sono “single” o per gli anziani pizzeria. Ingresso: 5 euro. pastore australian cattle dog, il che vivono soli, il cane è fonda- Per info: www.fieramillenaria.it molossoide asiatico tosa inu, il mentale. E' per questo che www.gruppocinofilovirgiliano.it. PRODOTTI E ALIMENTI PERcerANIMALI ReporterMN

l mondo degli amici a quattro zampe è sempre affascinante e scatena la tenerezza di grandi e piccini. E' per questo che la Fiera Millenaria di Gonzaga riserva ai cani ogni anno un appuntamento speciale, nel suo già ricchissimo calendario di eventi che normalmente ricopre 365 giorni. Sabato 5 e domenica 6 marzo, dalle 10 alle 17, infatti milletrecento cani rappresentanti di oltre 180 razze diverse si sfideranno, presso i padiglioni della Fiera Millenaria di Gonzaga in provincia di mantova per il titolo di cane più bello nell'ambito della 53a edizione dell’Esposizione Internazionale Canina ufficiale ENCI, organizzata da Millenaria e Gruppo Cinofilo Virgiliano – Delegazione per la provincia di Mantova dell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana. La manifestazione si svolge negli spazi della Millenaria fin dal 1989 e costituisce l’unico appuntamento cinotecnico, dedicato agli amici a quattro zam-

CAPPOTTINI FATTI A MANO E SU MISURA COLLABORAZIONE CON ISTRUTTORE CINOFILO QUALIFICATO (INCONTRI 1 VOLTA AL MESE)

TORNANO gli APPUNTAMENTI GRATUITI ALLEVAMENTO PICCOLI CANI con l'istruttore CINOFILO

DI RAZZA Direttamente dallÕ allevatore DOMENICA 07 febbraio Pincher Chihuahua e tante altre razze

PER INFORMAZIONI chiamare 045 516197 oppure visitare la PAGINA FACEBOOK

SCONTO 25%

su cappottini e cucce da esterno ampe!!! z 4 a o ic m a n Regala u

Jack Russel

Maltese

SAN PROSPERO S/S (Modena) - Via Roncaglio,19 - Tel.059.908194 www.piccoliebelli.it - e-mail: info@piccoliebelli.it


Gonzaga

Mantova - PAGINA 21 mordace. Un'antica leggenda cinese fornisce una fantasiosa spiegazione della strana colorazione della lingua del chow chow. La leggenda racconta che un giorno un monaco si ammalò gravemente tanto da non potersi alzare dal letto per procurarsi la legna per accendere il fuoco: i suoi cani per aiutarlo, uscirono nel bosco per raccogliere dei ciocchi da ardere. Alcuni alberi della vicina foresta erano stati bruciati da un in-

CHOW CHOW Grande ma dolcissimo

per vendere la loro merce chiamata proprio "chow chow". La pelliccia e la carne sono molto ricercate sia dai cinesi dai coreani, i quali spesso lo allevano a scopo culinario, un'usanza che coinvolge anche altri cani, di razza e non. Alla fine del 1800 era possibile trovare alcuni esemplari di chow chow nei giardini zoologici inglesi, descritti come cani semi selvatici. Questo era inoltre il cane preferito dello zoologo Konrad Lorenz e del padre della psicanalisi Sigmund Freud nonché dal presidente statunitense Calvin Coolidge. Il Chow chow è un cane solido, compatto, di

O

ggi proponiamo ai nostri lettori un approfondimento su una razza di cane che tanto piace ai bambini, per la sua caratteristica di sembrare un enorme peluches, il chow chow. Questa tipologia di cane, oltre che molto dolce, è fiera e orgogliosa. Ma ecco qualche curiosità sullo chow chow. Il chow chow è una delle razze più antiche ed è per questo difficile risalire correttamente all'origine. Divenne popolare in Cinacirca 2000 anni fa e i primi esemplari furono introdotti in Inghilterra nel 1780 da mercanti cinesi. Nella patria

di origine era molto apprezzato dagli imperatori per le sue notevoli doti di fiuto e di grande forza. Per queste caratteristiche fu utilizzato come cane da guardia, di case e di barche, da caccia di lupi e grossa selvaggina, e persino da tiro al carretto. È difficile risalire all'etimologia del nome, ma probabilmente sembra derivare dal termine antico "chaou" o dal termine "tchaou", che designava questi importanti commercianti cinesi che si recavano in Europa

aspetto leonino, superbo e pieno di dignità. La testa è massiccia e pesante, come pesante è l'ossatura. L'andatura è caratteristica e la lingua è blu-nera. I colori sono rosso, fulvo, nero, blu, crema e bianco, anche se quest'ultimo è il più raro. Il pelo può essere lungo oppure corto, ma il primo è quello maggiormente noto. Altra peculiarità di questa razza è l'andatura sui polpastrelli, come la camminata del gatto. Si tratta di un cane tranquillo, il cui temperamento può essere descritto come leale, indipendente e a volte distaccato. È anche un eccellente compagno per la famiglia ed inoltre si adatta senza problemi alla vita in casa o in appartamento. Ha bisogno di movimento quotidiano ed esige una perenne cura e pulizia del pelo: risulta quindi necessario fare attenzione al suo corpo. Silenzioso e riservato, abbaia poco e quasi mai a sproposito. Non sempre è disposto a socializzare con gli altri cani, ma non per questo si mostra aggressivo o

 Podotti Cosmetici e Fitoterapici  Dai Prodotti Cutanei a quelli Articolari e a tutto quello che la natura ci offre per il loro benessere  Bagni personalizzati Curativi ed estetici

Per info e appuntamenti:

TEL. 348 7533434

VIA ROMA NORD 59 - VILLA POMA (MN)

ANIMAL PARADISE • Acquari & Accessori • Allestimento e manutenzione Pesci d'acqua dolce • Piccoli animali • Pappagalli • Mangimi Cani e Gatti

OFFER TE E PROMOZ IONI OGNI MESE

Via CARSO, 22 MANTOVA!! ORARIO DI APERTURA 9.30-12.40 • 15.30-19.10 chiuso domenica e lunedì mattina

Cell. 333.3260632

animal.paradise.mn@gmail.com

PROMO Natural Trainer Adulto da Kg 12,5

€ 44,90

€ 35,50 supersconti fino al

i: orar 2,30 1 30 9,00 - 19, o 0 at 15,3 ì e sab ato d u r in vene io cont hiuso orar enica c dom

ReporterMN

Ecco tutti i segreti di questo animale che proviene da molto lontano

cendio e al suolo erano rimasti dei pezzi di legno carbonizzato. I cani li raccolsero e li portarono nella grotta tenendoli in bocca, così che le loro lingue da quel giorno mantennero il colore nero del legno bruciato. Un'altra leggenda spiega il bizzarro colore scuro della loro lingua: quando Buddha dipinse il cielo d'azzurro, un chow chow lo seguiva, e nel seguirlo raccoglieva con la lingua tutte le gocce di colore cadute.

Il sorteggio avverrà il 10 settembre 2016 alle ore 17,30. Il buono dovrà essere ritirato entro due mesi dalla data di sorteggio.


Festa della Donna

DONNA

Da ragazza della porta accanto a principessa: ecco tutti i segreti di Catherine Middleton

KATE

M

ai spocchiosa o sopra le righe. Sempre all’altezza della situazione, elegante e bella, tanto da oscurare chiunque le stia accanto. Lei è Catherine – detta Kate – Middleton ed è certamente anche il fiore all’occhiello della casa reale inglese. Nata da una famiglia dell’alta borghesia britannica, Kate dopo il diploma, si trasferisce per un periodo in Italia e precisamente a Firenze per studiare italiano e storia dell’arte, che a quanto sembra sono le materie d’elezione per formare una futura principessa. E’ al St. Andrews college che incontra il principe William figlio di Carlo d’Inghilterra e della compianta Diana Spencer e da lì inizia una storia d’amore che, a parte una piccola indecisione in tenera età, non ha mai dato segni di cedimento. Nel novembre del 2010 Kate e William annunciano il fidanzamento ed è in quell’occasione che la futura duchessa di Cambridge conquista il mondo. Si presenta ai fotografi sfoggiando un elegantissimo vestitino blu, dello stesso colore dello zaffiro dell’anello che William le ha appena donato per il fidanzamento. Il vestito blu è stato acquistato ai grandi magazzini, non è un abito griffato, anzi, è alla portata di ogni ragazza. In poche ore quell’abitino va a ruba e consacra Kate come regina di stile, che ha fatto breccia nel cuore dell’opinione pubblica. La Middleton, sempre elegante e perfetta in ogni occasione, nelle interviste racconta di acquistare il suo abbigliamento ai grandi magazzini e su alcuni siti internet dove si possono acquistare abiti a prezzi molto convenienti. Nell’aprile del 2011 Kate sposa William in una splendida cerimonia

UN MITO MODERNO nell’abbazia di Westminster, alla presenza di tutte le teste coronate del mondo. Il matrimonio viene seguito in televisione da più di due miliardi di persone e fa sognare tutte le ragazze, che rimangono incantate davanti allo schermo. La classe di Kate viene per un momento oscurata dal lato B della sorella Pippa, ma la favola della moderna Cenerentola non si arresta. Lo splendido abito che Catherine indossa, firmato Alexander McQueen, ricorda proprio quello che indossava Cenerentola per le nozze e ai meno giovani ricorda l’abito da sposa di Grace Kelly, ma in una rivisitazione in chiave moderna. Dopo la cerimonia, alla cena nuziale, Kate si presenta con un altro abito,questa volta color crema e coperta da un bolerino di angora. In seguito, in ogni occasione istituzionale, sempre perfetta, sfoggia il suo sorriso impeccabile, oscurando il principe William, che invece ha il sangue blu. Kate Middleton riesce ad oscurare persino l’amatissima Lady D, che di fascino ne aveva da vendere. Kate non è mai al centro di scandali, non viene mai paparazzata – se non una volta in cui un fotografo l’aveva immortalata in topless durante

una vacanza – e, di fatto, non sbaglia un colpo. Quando viene fotografata al supermercato mentre fa la spesa, è una ragazza normale, ma sempre elegante. Non risulta mai snob o spocchiosa ed in questo modo non attira le antipatie femminili. Per questo motivo Kate è un mito moderno, perchè riesce a far sognare senza far sentire inadeguate le ragazza che la guardano e la vedono. Quali sono però i look che la duchessa di Cambrige sceglie per le occasioni

BARBERIA Vieni a visitare la nuova area dedicata all'uomo

ufficiali? Solitamente Kate indossa dei tailleur per il giorno e degli splendidi abiti da sera per le serate di gala. Il colore più utilizzato da Kate è il blu, variamente declinato, ma non mancano gli abiti dai colori pastello, come il rosa, il giallo o il beige. Ciò che di Catherine certamente non passa inosservato è il copricapo. Pare, tra l’altro, che le vendite di cerchielli decorati e di cappellini con la veletta siano aumentate in maniera esponenziale dopo il suo matrimonio, non solo in Gran Bretagna dove questi accessori sono abbastanza usuali, ma anche in Italia dove i copricapi non sono mai troppo eccentrici. L’imitazione, in vario modo, di Kate da parte delle ragazze comuni, ha determinato un vero e proprio business legato alla sua persona. Nemmeno il trucco di Kate è mai sopra le righe, che anzi, è caratterizzato sempre da colori tenui e “nude”. Pare, inoltre, che la duchessa di Cambridge si trucchi da sola, ma che ci sia una hair stylist che la segue ovunque. Nella maggior parte delle occasioni ufficiali Catherine porta i capelli sciolti con un taglio scalato e qualche boccolo sulle punte. Nelle serate di gala invece Kate solitamente porta i capelli raccolti. Anche se molto giovane, grazie alla sua classe e alla sua capacità di essere sempre all’altezza, Kate Middleton è riuscita a oscurare altre regine e principesse, che pur distinguendosi per eleganza, non sono in grado di superarla. Questo è il caso di Letitia Ortiz, moglie di Felipe di Spagna, della principessa triste Charlene del principato di Monaco e persino di Rania di Giordania, che tutto il mondo conosce a discapito del marito, re Abdullah. Alla luce di tutto questo, Kate è veramente un mito moderno.

CAPRICCIO DONNA DI

PREZZI CARLA

ReporterMN

FESTA della

Mantova - PAGINA 22 -

8 Marzo Festa della Donna Aperte le prenotazioni…

«P

LP R V D LQ R P D J J LR D WX WH HO G R Q Q H

www.ristorantepizzeriavalentina.com

ReporterMN

non solo barba e capelliÉ soluzioni per la cura del capello e prodotti adatti per ciascun caso specifico

EXTENSION • INFOLTIMENTI RICOSTRUZIONE E TRATTAMENTI SPECIALIZZATI PER OGNI TIPO DI CAPELLO

COLORAZIONE SENZA AMMONIACA V. Toscanini, 37/B - Stradella di Bigarello (MN) Tel. 0376 45618

Aperto a mezzogiorno

V. CASTELLETTO, 63 - CASTELLETTO BORGO - MANTOVA TEL. 0376.302131 - CHIUSO IL MARTEDÌ

SI RICEVE SU APPUNTAMENTO ci trovi anche su facebook

ORARIO CONTINUATO DA MARTEDI A SABATO dalle 8.30 - alle 18.30


PAGINA Mantova - PAGINA 23 -

Mantova Festa della Donna

23

PAGINA 23

Mantova

Ecco che cosa c’è dietro ad una creazione sartoriale

ARTIGIANALITÀ, CREATIVITA’ e COMPETENZA

“Sono laureata in scienze pedagogiche e questo è tutt’altro rispetto al mondo della sartoria. Mentre studiavo, però, ho seguito un corso serale di cucito a Suzzara per un anno. In seguito, per conseguire l’abilitazione mi sono iscritta ad un corso presso l’università popolare Magna Carta per due anni e intanto

continuavo ad andare al corso di cucito a Suzzara”. E’ sempre stata appassionata di moda dunque? “Sì, infatti quando si è trattato di scegliere le scuole superiori c’è stata una certa indecisione. Scegliere la moda significa affrontare un percorso complicato, lontano da casa. Ho gusti difficili in fatto di vestiario e mi è sempre piaciuta l’idea di farmi gli abiti su misura. Ho grande fantasia e mi piace creare e modificare”.

Attualmente lei è la titolare del negozio Lab 601. Che cosa tiene nel suo negozio? “Ho diverse linee di abiti pronto moda, ma anche pezzi unici creati da me, sartoria creativa e su misura. Chiunque desideri qualcosa, può venire da me e creo l’abito da zero”.

Nel momento creativo, che cosa scatta? “Io giro molto per negozi di tessuto, e spesso è lì che mi viene l’idea. Oppure a volte è il contrario, perchè se c’è un’idea, pensi a come vederla realizzata sulle persone. Il momento creativo è molto intenso, parte da un’idea, poi arriva ai disegni, al pensare alla proporzioni e alle lunghezze. Ci sono molti aspetti”. Quanto c’è di lei nelle sue creazioni? “Nelle mie creazioni c’è molto di me. Cerco sempre di portare le persone che

si affidano a me sul mio stile, quando invece creo da zero per me, creo abiti che desidero, ma che non trovo in commercio”. Se lei dovesse definire il suo stile, quali aggettivi userebbe? “Lo definirei lineare e semplice, con linee pulite. Alcune volte creo abitini

bon ton che non indosserei mai, ma che amo fare”. Lei segue la moda oppure no? “Direi di no, che non seguo la moda, ma che ho uno stile tutto mio. Anche se, devo ammettere che non seguire le mode è molto difficile, tanto siamo inglobati e bersagliati dalla pubblicità. Io però sono contraria all’omologazione. Sono convinta del fatto che ciascuno debba valorizzare i suoi pregi e nascondere i suoi difetti, ma non sempre ciò che va di moda è per noi adeguato. Gli abiti vanno riadattati alla propria fisicità e non mi piace indossare ciò che indossano tutti. Poi è chiaro che a forza di vedere pubblicità su pubblicità, magari qualcosa inizia a piacerti. E’ inevitabile”. Che cosa mi dice dei colori? “Personalmente io non amo molto il colore, ma capisco che non per tutti è così. C’è sempre una via di mezzo e molto dipende se stiamo parlando di estate o di inverno. Solitamente in inverno c’è un po’ meno colore. Nelle mie sfilate, però, inserisco sempre un colore”. Qual è un colore che proprio non le piace? “L’arancione. Ma quest’anno andrà tantissimo di moda. Il mio armadio è, però,

AMA IL TUO CORPO E RISPETTALO è il tempio in cui vivi, è ciò che ti è più vicino

tutto sul nero, grigio e verde militare”. Qual è la tipologia di cliente che si rivolge al suo negozio? “Da me vengono le ragazze che sanno già quello che vogliono e lo vogliono vedere realizzato su e per sé stesse. Altrimenti si rivolgono a me anche persone in carne che in commercio trovano sempre gli stessi modelli e allora vengono per il su misura. Ho una clientela che vai dai 18 ai 70 anni, perchè il mio negozio è il posto giusto per chiunque voglia qualcosa di particolare”. Quali sono i problemi che riscontra nel suo lavoro? “L’artigianalità non sempre è capita, anche se è vero che alle persone piace avere ed indossare pezzi unici. La difficoltà purtroppo, al giorno d’oggi, è il prezzo. Non posso però svendere le mie creazioni, perchè dietro ci sono ore e ore di lavoro, ci sono il disegno, la ricerca dei tessuti, e la fattura che richiede tantissimo tempo. Ciò che frena le clienti è il prezzo, magari alcuni guardano un abito, lo provano, ma poi non lo comprano. So che è così e moltissimi preferiscono acquistare quattro o cinque pezzi d’abbigliamento di qualità più bassa, rispetto magari a comprarne due di qualità alta”.

ReporterMN

V

alentina Negri ha studiato e si è laureata in scienze pedagogiche, ma nel contempo ha coltivato la sua passione per la sartoria, seguendo diversi corsi. Attualmente è la titolare del negozio Lab 601 che si trova al centro polifunzionale “Aquilone” di Levata di Curtatone. In questa intervista capiremo meglio chi è Valentina Negri e che cosa vuol dire mettersi dalla parte di coloro che “fanno” la moda. Mi racconta un po’ della sua formazione?

Valentina Negri con un cappotto da lei realizzato. A fianco, alcune delle sue creazioni

SABATO 5 MARZO 2016 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

TUTTE le PERSONE possono UTILIZZARE il TRATTAMENTO SBIANCANTE WHITE LAB

COME FUNZIONA

Beauty & Clinic center

Quando il principio attivo si scompone, l'ossigeno penetra dentro lo smalto e schiarisce i depositi interstiziali che si sono depositati nei denti! La luce blu fredda accelera il processo di ossidazione. Questo processo permette di riportare ai denti il loro colore originale senza modificare la struttura.

TRATTAMENTO White Lab utilizza un metodo di sbiancamento dentale di tipo cosmetico riconosciuto dalla Comunità Europea e dal Ministero della Sanità Italiano. La collaborazione tra Maison Du Corps e White Lab é stata pensata per offrire un servizio completo ai nostri clienti che in una unica Beauty Clinic possono trovare tutti i servizi dedicati al miglioramento estetico. Contattaci per avere una consulenza

Via Parenza Bassa, 23 - Borgo Virgilio (MN) - Tel. 0376 448123

www.maisonducorps.it -

Menù

Festa della Donna

• Calice di prosecco al tavolo di benvenuto • Antipasto di mare della casa • Tagliolini all'Astice

o tortelli di cernia alla polpa di granchio • Branzino al forno o salmone alla Ligure • Contorni al buffet • Dessert • Vino, acqua, caffè, digestivo

€ 30,00 Via Folengo, 2D - Tripoli di S. Giorgio (MN)

(EX Casa dello Scampolo) - Tel. 0376

245056

lanterna11@alice.it - APERTO TUTTI I GIORNI


PAGINA 24

Festa della Donna

Mantova - PAGINA 24 Mantova

BARBIE

56 ANNI E NON SENTIRLI

S

e diciamo Barbara Millicent Roberts, il suo vero nome, notiamo solo sguardi perplessi. Si tratterà di un'attricetta di miniserie televisive americane o di qualche altro personaggio proveniente da oltreoceano? No. Barbara Millicent Roberts è il nome completo di Barbie, la fashion doll più amata ed odiata mai inventata nel mondo dei giocattoli. Barbie nasce da un'idea di Ruth Handel, moglie di Elliot Handler cofondatore della Mattel, arcinota azienda produttrice di giochi per bambini, che si era accorta che fino a quel momento le bambole avevano tutte la fattezza di neonati. Così propose al marito Elliot di brevettare una bambola che avesse le caratteristiche di un'adulta. Da questa idea, nel 1959 fu venduta negli Stati Uniti la prima Barbie al costo di tre dollari e da quel momento è stato un vero e proprio boom. La “fashion doll”, come viene definita, è una ragazza alta, bella e proporzionata. Certamente si tratta di un modello, non di una persona reale. Perdonate il paragone, ma neanche i Bronzi di Riace erano ispirati a persone in carne ed ossa. Barbie ha suscitato da sempre fortissime polemiche, perchè ritenuta un modello deviante. Lungi dall'essere un bambolotto da coccolare e nutrire con un finto biberon, Barbara Millicent Roberts era quella che diremmo ora una fashion victim, con i capelli sempre freschi di parrucchiere, i tacchi altissimi e minigonne che poco lasciavano all'immagina-

zione. Molti, dal 1959 ad oggi, hanno ritenuto che le bambine assumessero Barbie come modello di vita, a cui ispirarsi, e che questo le spingesse a vivere in un mondo irreale e persino a volerle assomigliare, tanto da arrivare a soffrire di disturbi alimentari per poter essere magre. Se ben guardiamo Barbie, però, ci accorgiamo che sì è magra e “in forma”, ma non è “anoressica”. Ben più devianti risultano essere le modelle – che quelle sì sono persone vere! - che i grandi stilisti e le griffes propinano e propongono, che spesso e volentieri sono veri e propri scheletri camminanti. Al di là delle polemiche, forse sarebbe meglio prestare attenzione all'innocenza e al divertimento con cui le bambine giocano con Barbie. La pettinano, le tagliano i ca-

pelli, la vestono, le cambiano le scarpe e inventano storie. L'immaginazione che serve per inventare le storie di Barbie non è dissimile a quella che serve per giocare con qualsiasi altro gio-

FULLA

FASHION CON IL VELO

cattolo, e non c'è in fondo nulla di male se la bambola è bella. E' evidente, inoltre, che nessuna – o pochissime – di quelle bambine che da piccole hanno

giocato con Barbie, si siano poi ispirate a lei nella loro vita di adulte. Forse un biondo platino mal riuscito in adolescenza, ma niente di più.

E AL MUDEC LA BAMBOLA DIVENTA UN PEZZO DA MUSEO

Prodotta a Dubai, ecco Fulla: la risposta orientale all'occidentalissima Barbie. Il Medio Oriente ha pensato ad una fashion doll più simile ai propri costumi e così nel 2003 è uscita Fulla. Esattamente tanto quanto la Barbie americana, Fulla è una fashion victim che però non fa necessariamente del rosa Schiaparelli il suo biglietto da visita. Fulla è decisamente “Dubai style”. Il suo guardaroba è pressoché infinito e va dall'abito tradizionale, al vestito da sera, all'abbigliamento casual. Può indossare lo hijab, il classico velo, oppure no, a seconda delle occasioni. Fulla riflette gli usi e i costumi della società degli Emirati Arabi e non solo. Come non sempre la donna deve indossare gli indumenti che il mondo occidentale identifica come “islamici”, così Fulla ha amplissime opzioni per quello che riguarda il suo abbigliamento. Se però Barbie viene distribuita in tutto il mondo, la sua risposta mediorientale si può trovare, oltre che negli

Barbie è da sempre, oltre che un giocattolo, anche un fenomeno antropologico, ed è così che il Mudec, il Museo delle Culture di Milano ha deciso di dedicare alla fashion doll più venduta al mondo una mostra dal titolo “Barbie. The Icon”. La mostra, curata da Massimiliano Capella, prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE in collaborazione con Mattel, rimarrà

Emirati, anche in Cina, Brasile, Nordafrica, Indonesia ed Egitto, dove però la lotta fra le due bambole è dura.

aperta al pubblico fino al 13 marzo 2016. Questa sarà l'occasione per le “piccole donne” di vedere com'era la loro bambola preferita, mentre le ragazze che un tempo hanno giocato con Barbie potranno rivivere la meraviglia e lo stupore che questa bambola regalava loro. La mostra è divisa in cinque sezioni, preceduta da un momento introduttivo, dove si trovano le sette Barbie rappresentative per ogni decade dal 1959 ad oggi.

ReporterMN

Via Mitterand, 2 Suzzara (MN) • Tel. 0376

536605

ORARI di apertura dell’impianto

lunedì/mercoledì/giovedì 9.00/16,00 - 18,00/21,30 martedì/venerdì 8.00/15,00 - 18,00/20,30 sabato 9.00/18.00 domenica 9.00/13.00

CENTRO PISCINE SUZZARA

• NUOTO • PALLANUOTO • DANZA • PALESTRA info

0376

536605

CORSO DI AVVIAMENTO ALLA PALLANUOTO PROMOZIONE VALIDA FINO AL 31/05/2016

INGRESSO NUOTO

€ 3,00 5 anni: GRATIS

Adulti/ragazzi: bambini fino a

SUZZARA: Centro Piscine Cloromania: Via Mitterand, 2 (MN) - Tel. 0376 536605

ORARI

sabato pomeriggio (13,00 - 18,00) domenica mattina (9,00 - 13,00)

PEGOGNAGA: Palazzetto dello sport Via Verdi (MN) - Tel. 0376 536605


Festa della Donna

Mantova - PAGINA 25 -

coglierne le sfumature. se negli anni Cinquanta il modello perfetto di donna era rappresentato dalla virtù, il modello perfetto di donna attuale è molto più complesso da delineare. Come è ben noto a tutti, la società è cambiata rapidamente e così i

N

el 2003 è uscita la pellicola di Mike Newell dal titolo “Mona Lisa Smile”, ambientata negli anni Cinquanta, con una splendida Julia Roberts che interpretava una docente di storia dell'arte presso il collegio femminile di Wellesley. Appena giunta al collegio, l'insegnante si accorge che lo scopo reale degli insegnamenti impartiti era preparare le educande al matrimonio. Di anima ribelle, la professoressa tenta di offrire spunti differenti alle allieve, che però rifiutano i suoi punti di vista. L'insegnante si trova così a dover lottare per imporre una nuova visione della donna, in un mondo in cui era ancora vista – e si vedeva – solo come moglie e madre. In questo film viene tracciata una netta divisione tra quello che è il vecchio modello della donna, legata alla casa,

le donne in questi compiti. Un tempo si diceva - e in alcune società e/o culture italiane permane questa concezione - che "l'uomo era la bocca", stando a significare che la dona non doveva mostrarsi in pubblico, ma doveva limitarsi ad esprimersi

Tutte le declinazioni della donna

DA CASALINGA A MANAGER che si poteva vedere proiettata solo nell'orizzonte domestico e il nuovo modello di donna, colta, intelligente, indipendente. Naturalmente nella pellicola si tende un po' ad estremizzare, ma è la modalità con la quale nei film si fanno passare i messaggi. Dagli anni Cinquanta ad oggi, vediamo un progressivo cambiamento della figura femminile e – negli ultimi tempi – anche di quella maschile. In Mona Lisa Smile la protagonista mostra alle sue ragazze una pubblicità che recita così "Una

panciera per rendervi libere", perché quelli erano i messaggi che le pubblicità degli anni Cinquanta dovevano veicolare. Ai tempi d'oggi "la panciera che rende libere" risulterebbe una contraddizione e farebbe inorridire qualsiasi donna. Le donne di adesso sono comunque vittime di altre costrizioni e di altre "panciere" più o meno metaforiche ed è per questo che parlare della donna è sempre estremamente difficile. ed il rischio è quello di banalizzare, di polarizzare un argomento senza

ruoli uomo/donna sono mutati in modo irreversibile. Non ci si aspetta più che la donna "faccia la donna" o si comporti come tale, esattamente come dall'uomo non ci si aspettano comportamenti "da uomo", o se ancora ci sono delle aspettative, vanno via via scemando con il passare del tempo. Se un tempo le pulizie di casa, ad esempio, o la preparazione dei pasti erano ritenuti un compito prettamente femminile, adesso la maggior parte degli uomini si "scambia" con

nell'ambito domestico, ed era poi il marito a fare "vita pubblica". Attualmente non è più così. I ruoli sono indistinguibili anche a livello lavorativo. Essere un uomo non è più la caratteristica necessaria per fare i mestieri che tradizionalmente venivano fatti dagli uomini e i due sessi sono ormai indistinguibili. Con questo non significa che in Italia si sia definitivamente raggiunta la parità fra i sessi, anzi, però la strada da seguire è quella giusta. In altri Paesi europei sono stati raggiunti altissimi livelli di

tutela della donna e i due sessi sono sempre più simili, anche grazie ad un'attenta politica delle pari opportunità. Un'attenta politica "della maternità" fa sì che la progettazione di una gravidanza non sia motivo di preoccupazione per una donna. Una rete di sostegno e di aiuto, come gli asili nido e i dopo scuola, a buon prezzo sono il modo migliore per aiutare una donna che vuole diventare mamma. Nel nostro Paese invece, la maternità è diventata - e lo sarà sempre di più - un lusso per la maggior parte delle donne. La figura femminile è molto cambiata in poco più di mezzo secolo e, al di là delle etichette come "donna casalinga" o "donna manager" che evidenziano due categorie di donna opposte, sarebbe necessario che ciascuna fosse messa in grado di inseguire - e di realizzare - sé stessa. Se il sogno di una donna è diventare mamma, lo Stato deve metterla in condizioni di diventarlo, e se una donna vuole diventare manager, altrettanto. Se poi vuole diventare entrambe, a maggior ragione.

Ristorante Pizzeria

Pranzi di lavoro - Piatti Tipici

della

MENÙ

DONNA 8 Martedì

PIZZA DÕ ASPORTO

Marzo

tutto su prenotazione

0376/438530

• Crostone caldo con scamorza affumicata, pomodorini e basilico • Ravioli al tartufo nero e patate al burro nocciola • Gamberetti alla diavola con crostini caldi €a 20 ,00 • Sfogliatina all'ananas con crema al tiramisù persona • Acqua, vino alla spina e caffè Un simpatico omaggio a tutte le donne!!!!!! CASTELLUCCHIO Via della Repubblica, 45/B (a 100 metri dalla stazione ferroviaria di Castellucchio) CHIUSO IL LUNEDÌ TUTTO IL GIORNO SABATO SOLO A PRANZO

ReporterMN

Festa

PIZZA COTTA IN FORNO A LEGNA LE NUOVE PIZZE CREMOSE SPECIALITË DEL PIZZAIOLO


Mantova - PAGINA 26 -

PRODUZIONE di PANE, PIZZA e PRODOTTI da FORNO con SPECIALIZZAZIONE di PICCOLA PASTICCERIA e TORTE per CERIMONIE o COMPLEANNI Via Solarolo 104 - SOLAROLO di Goito (Mn) - Tel. 0376.608133

di Biolchi Elisa s.n.c.

A

www.facebook.com/ilfornogoito

•••••••••••••••••••••• GENDA PER SEGNALARE CONCERTI E SPETTACOLI: reportersegreteria@gmail.com

CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

••• MANTOVA

WEEKEND IN LIGURIA 4/5/6 MARZO 2016 SULLA VIA DELLA COSTA - LA VIA ITALIANA PER SANTIAGO DI COMPOSTELA. La Via della Costa è l’antico tracciato di collegamento che dalla Via Francigena, attraverso la Liguria e Francia del Sud, permetteva di immettersi sul Cammino di Santiago di Compostela. Recentemente valorizzato, l’itinerario è ora possibile percorrerlo in tutta la sua lunghezza e bellezza, da Sarzana ( deviazione dalla Via Francigena) sino a Ventimiglia. Org. Paolo Trentini CIASPOLATA -13 MARZO 2016 ALTOPIANO DI ASIAGO - MONTE LISSER Con i suoi 1650 metri Il monte Lisser è uno dei luoghi panoramici dell'altopiano di Asiago, con la vista che spazia a 360 gradi: dalle Dolomiti, al Monte Grappa, alla pianura veneta e a tutto l'altopiano e alla catena del Lagorai. Org. Luca Gavioli TREKKING URBANO 18 MARZO 2016 - LUOGHI DI EVANGELIZZAZIONE CRISTIANA A MANTOVA Cogliendo l'occasione della festività del patrono di Mantova S.Anselmo, proponiamo un facile trekking urbano per le vie di Mantova nell'intenzione di ripercorrere gli "spazi cristiani" dell'evangelizzazione che hanno portato all'espansione della città antica in quella medievale e alla fama di città santa, luogo di pellegrinaggio per il Preziosissimo Sangue di Cristo e lungo una delle

direttrici secondarie che tramite Parma convogliava i fedeli sulla Francigena e attraverso essa collegava con Roma. Org. Luisa Mossini ed Enrico Sartorelli Gli Scarponauti Turismo Attivo Circolo ARCI e affliati GAE - Guide Ambientali Escursioniste: Via L.Ariosto n.47 Mantova Tel. 339.6656136 www.scarponauti.it info@scarponauti.it ......................................................

••• OSTIGLIA CINEMA

TIRAMISU' Antonio Moscati è sposato con Aurora, una donna dolce ma tutta d'un pezzo. Antonio fa il rappresentante di prodotti farmaceutici con poco successo. Alla sua frustrazione quotidiana, si è aggiunto ultimamente anche il timore che sua moglie Aurora, possa stancarsi presto di lui. Finché un giorno Antonio, dimentica in uno studio medico un tiramisù fatto da Aurora e che lui avrebbe dovuto portare alla Caritas. Un medico lo assaggia, e la vita di Antonio cambia... ORARI E DATE: Venerdì 26 ore 21.15 Sabato 27 ore 21.15 Domenica 28 ore 16-18.30-21.15 Lunedì 29 ore 21.15 Martedì 01 ore 21.15 INGRESSO: intero € 7,00 - ridotto € 5,00 MARTEDÌ € 5,00 Info: tel. 0386 32151 prolocoostiglia@alice.it ......................................................

lasciare il territorio incontaminato e sconosciuto del Nord Dakota dove stavano cacciando pelli e pellicce a causa di un attacco indiano che li ha decimati, i sopravvissuti della spedizione si affidano al leggendario esploratore Hugh Glass per trovare una via di fuga sicura e tornare al loro forte... ORARI E DATE: Sabato 27 ore 21.30 Domenica 28 ore 21.30 Lunedì 29 ore 21.30 L'ABBIAMO FATTA GROSSA Antonio Albanese è Yuri Pelagatti, un attore di teatro che, traumatizzato dalla separazione, non riesce più a ricordare le battute in scena. Carlo Verdone è Arturo Merlino, un investigatore squattrinato che vive a casa della vecchia zia vedova. Yuri vuole le prove dell'infedeltà della ex moglie ed assume Arturo credendolo un super investigatore. Ma Arturo non ne fa una giusta! Per errore entrano in possesso di una misteriosa valigetta che contiene... 1 milione di euro! Una serie di guai divertentissimi e di rocambolesche avventure, con finale imprevedibile... ORARI E DATE: Sabato 27 ore 19.00 Domenica 28 ore 16.00-18.30 Martedì 01 ore 21.30 Info: Tel. 0376.522764 ......................................................

••• QUISTELLO

••• SUZZARA CINEMA

REVENANT: Redivivo Ispirato a eventi realmente accaduti, Revenant - Redivivo è una storia epica sul tema della sopravvivenza e della trasformazione, sullo sfondo della frontiera americana. Costretti a

DORAEMON: Nobita e gli eroi dello spazio - regia di Y. Osugi animazione Sab 27 febbraio ore 21.15

Dom 28 febbraio ore 16 Nobita, Shizuka, Gian e Suneo impazziscono letteralmente per una nuova serie televisiva: Gli Eroi dello Spazio. Nobita, in particolare, sogna ad occhi aperti davanti al televisore di diventare un grande supereroe proprio come i suoi beniamini in tv. Decide così di girare un film di supereroi! Peccato che Gian, Suneo e Shizuka, lo abbiano anticipato escludendolo dal progetto... REVENANT- regia di A. Inarritu drammatico, con L. DiCaprio Dom 28 febbraio ore 21.15 Lun 29 febbraio ore 21.15 Ispirato a eventi realmente accaduti, Revenant - Redivivo è una storia epica sul tema della sopravvivenza e della trasformazione, sullo sfondo della frontiera americana. CAROL - regia di T. Haynes drammatico, 6 candidature agli oscar 2016! Con Cate Blanchett Gio 3 marzo ore 21.15 Therese è una ventenne che lavora come impiegata in un grande magazzino a Manhattan, sognando una vita più gratificante. Un giorno incontra Carol, una donna attraente intrappolata in un matrimonio di convenienza senza amore. Un adattamento del romanzo “The price of salt” della giallista Highsmith. ZOOTROPOLIS - regia di B. Howard - animazione Sab 5 marzo ore 21,15 Dom 6 marzo ore 16 e 21,15 Lun 7 marzo ore 21,15 Film d’animazione prodotto da Walt Disney, è ambientato nell'omonima città, una moderna metropoli composta da quartieri differenti, che accolgono animali di ogni tipo... LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO - regia di G. Zanasi -

••• REVERE CINEMA

ZOOTROPOLIS: Film d’animazione prodotto da Walt Disney, è ambientato nell'omonima città, una moderna metropoli composta da quartieri differenti, che accolgono animali di ogni tipo. In questa città tutti vivono insieme serenamente, a prescindere dalla razza a cui appartengono. Ma al suo arrivo in città, la simpatica e gentile agente Judy Hopps, scopre che la vita di una coniglietta all’interno di un corpo di polizia dominato da animali grandi e grossi, non è affatto facile... ORARI E DATE: Venerdì 26 ore 21.15 Sabato 27 ore 20.30 Concerto di Fisarmoniche Domenica 28 ore 15.30 -17.30 -21.15 Lunedì 29 CHIUSO Martedì 01 ore 21.15 INFO: Tel. 0386.46457 ......................................................

••• MOGLIA FESTIVAL

XXIV FESTIVAL TEATRALE DEI DIALETTI DELLA BASSA: Ritorna a Moglia il “Festival Teatrale dei Dialetti della Bassa”, giunto ormai alla 24a edizione. Caratteristica fondamentale del Festival è, come sempre, il confronto, in gara fra di loro, delle migliori compagnie dialettali delle province di Mantova, Modena e Reggio. Questo il calendario del programma di marzo: - Sabato 5 marzo ore 21: La compagnia “TEATRO NUOVO” di Scandiano (RE) in “AL NEBIOUN... quand al gh’è e l’è féss, drova la testa” commedia in 2 parti di Silvano Morini. Regia: SILVANO MORINI - Sabato 12 marzo ore 21: La compagnia “I NUOVI GIOVANI ALLA RIBALTA” di Pegognaga (MN) in “TRADITUR LECHIN E ASASIN” commedia in due atti di Salvatore Sottile. Regia: MASSIMO MERLIMARCO ANGELI - Sabato 19 marzo ore 21: La compagnia “LA PALANCA SBUSA” di Gualtieri (RE) in “MA IN DU SUNTIA CAPITÈ?” commedia in 2 atti di Ugo Franzoni. Regia: UGO FRANZONI Come di consueto il “Trofeo Comune di Moglia” verrà assegnato alle premiazioni di sabato 7 maggio 2016, dalla giuria popolare formata dagli spettatori presenti ad almeno tre spettacoli in concorso. Gli altri numerosi premi saranno attribuiti da una giuria tecnica presieduta dall’autore di teatro dialettale Paolo Ghidoni. Per informazioni o prenotazione: posti chiamare la “PROLOCO POMPEO COPPINI” al 349.1613582 o 348.5481794.

Numeri consigliati da Reporter:

...diamo i numeri

04-2016

TEMPO L IBERO CALCIO calendario delle partite del week end Classifica Serie B Serie A TIM Juventus

58

Torino

32

Napoli

57

Chievo

31

Fiorentina

52

Atalanta

29

Roma

50

Genoa

28

Inter

48

Udinese

27

Milan

44

Palermo

26

Sassuolo

38

Sampdoria

25

Lazio

37

Frosinone

23

Bologna

34

Carpi

20

Empoli

34

Verona

Classifica

28° giornata

Serie A

27° giornata

Sabato 27 Febbraio 2016 18:00 Empoli Roma 20:45 Milan Torino Domenica 28 Febbraio 2016 12:30 Palermo Bologna 15:00 Chievo Genoa 15:00 Udinese Verona 15:00 Carpi Atalanta 15:00 Sampdoria Frosinone 20:45 Juventus Inter Lunedì 29 Febbraio 2016 19:00 Lazio Sassuolo 21:00 Fiorentina Napoli

drammatico Con V. Mastandrea, G. Battiston Gio 10 marzo ore 21.15 Enrico Giusti (Valerio Mastandrea) avvicina per lavoro dirigenti totalmente incompetenti e irresponsabili che rischiano ogni volta di mandare in rovina le imprese che gestiscono.. PREZZI INGRESSO: Lunedì ingresso 5 EURO per OVER 65!! sab/dom/lun € 6,50 - ridotto € 5 GIOVEDÌ € 5,50 Tessera fedeltà per tutti: ogni 12 ingressi uno è omaggio!! E tutta la famiglia può utilizzare la stessa tessera!! Aggiornamenti sulla programmazione disponibili su: www.cinemateatrolux.com – info cell. 3772871924 ......................................................

18

Venerdì 26 Febbraio 2016 19:00 Novara Pro Vercelli 21:00 Cesena Cagliari Sabato 27 Febbraio 2016 15:00 Avellino Livorno 15:00 Crotone Vicenza 15:00 Lanciano Bari 15:00 Brescia Calcio Como 15:00 Entella Perugia 15:00 Trapani Salernitana 15:00 Latina Modena 15:00 Pescara Ascoli 17:30 Ternana Spezia

Cagliari

Serie B

ESTRAZIONI del 27/02-01-03-05-08-10/03 2016 (da giocare almeno per 4 volte)

Torino + tutte 16 - 39 Bari + tutte 6 - 22 - 74

SUPERENALOTTO:

9 - 13 - 20 - 45 - 68 - 83

Classifica

Seconda Divisione A

Seconda Divisione A

24° giornata

61

Ternana

36

Crotone

56

Perugia

34

Pescara

48

Latina

33

Cesena

43

Livorno

31

Novara

42

Ascoli

31

Bari

41

Vicenza

30

Virtus Entella

40

Modena

29

Spezia

40

Pro Vercelli

28

Brescia

39

Lanciano

26

Avellino

37

Salern.

25

Trapani

36

Como

21

Sabato 27 Febbraio 2016 15:00 Cuneo Pro Patria 15:00 Padova Renate 17:30 Alessandria Bassano Virtus 17:30 Pro Piacenza Pavia 17:30 Reggiana FeralpiSalò Domenica 28 Febbraio 2016 14:00 Sudtirol Pordenone 15:00 Giana Erminio Cittadella 15:00 Lumezzane Mantova 17:30 Albinoleffe Cremonese

Cittadella

50

Cuneo

25

Pordenone

43

Pro Piacenza

25

Feralpisalò

41

Renate

25

Alessandria

40

Lumezzane

23

Bassano V.

40

Mantova

22

Pavia

36

Albinoleffe

15

Reggiana

34

Pro Patria

02

Sudtirol

34

Padova

32

Cremonese

31

Giana Erminio 27

LE BARZELLETTE: IL CANE FURBO Un tale si reca ad un safari e si porta dietro il cane, un pregiato e furbo cane da caccia. Il cane però dopo un po' si perde e inizia a vagare preoccupato per la foresta. Ad un tratto vede che una pantera si sta avvicinando minacciosa: "Ops, adesso sono nei guai...devo pensare qualcosa" e nota lì vicino alcune ossa di un animale morto, si mette a mordicchiarle e quando la pantera è vicina dice ad alta voce: "Ah, che buona pantera che mi sono divorato!".

La pantera frena bruscamente e si dà a gambe levate, pensando: "Che cane indemoniato! Per poco non divora anche me!". Una scimmia, che aveva osservato per caso il fatto da un albero, scende, rincorre la pantera e una volta raggiunta le racconta l'accaduto. Allora la pantera infervorata dice: "Cane dei miei stivali! Adesso me la paghi! Ora vedrai chi spaventa chi!" Poi si rivolge alla scimmia e le fa: "Seguimi, che adesso andiamo a fargli vedere chi comanda qui" e partono in quarta in direzione del cane.

Questo si accorge che la pantera si riavvicina accompagnata dalla scimmia e pensa: "Stupida scimmia! E adesso che faccio? Accidenti, devo pensare rapidamente qualcosa". Invece di scappare, il cane si siede dando le spalle alla pantera come se non l'avesse vista e quando questa è sufficientemente vicina e pronta ad attaccarlo, dice ad alta voce: "Brutta scimmia è più di mezz'ora che l'ho mandata a cercarmi un'altra pantera e ancora non arriva!!".

Reporter mn04 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Reporter mn04 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Advertisement