Page 1

ReporterMN

ReporterMN

RISTORANTE PIZZERIA

RISTORANTE PIZZERIA

Mantova - Fax 0376.1813481 reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Via Matteotti, 46 -- BOZZOLO (MN) 6.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com CI TROVI IN TUTTE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 € 0,01 COPIA OMAGGIO QUINDICINALE D'INFORMAZIONE ED EVENTI DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 € 0,01 COPIA OMAGGIO Tel. 0376.91191

Numero • VENERDÌ 27 12 febbraio 2015 • prossima 6 MARZO 201526 febbraio SETTIMANALE Numero0703 •SETTIMANALE VENERDÌ febbraio 2016 •uscita prossima uscita venerdì 2016 ARZO 2015 D'INFORMAZIONE EDvenerdì EVENTI

- COPIA ED OMAGGIO D'INFORMAZIONE EVENTI

Questa settimana diamo voce ai cittadini, alle Istituzioni, alle associazioni e ai commercianti di San Benedetto Po

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

Mantova - PAGINA

San Benedetto Po

12 -

San Benedetto Po

Mantova - PAGINA

ruosi

DOPO DUE MANDATI PARLA IL SINDACO DI SAN BENEDETTO PO

“IN QUESTI ANNI, HO TRASFORMATO IL MIO COMUNE IN CITTA’ IDEALE” Marco Giavazzi

G

iavazzi, il suo mandato è giunto quasi al termine. E’ tempo di bilanci. “Effettivamente è così. Posso esprimere, però, un’enorme soddisfazione, perchè in questi due mandati ho modificato radicalmente la struttura della nostra comunità e di tutto il territorio circostante. Ho trasformato San Benedetto Po in una città ideale, adesso, infatti, è accessibile proprio a tutti e ho cercato di risolvere quelli che sono i problemi di una collettività. Ho pensato

alla messa in sicurezza dell’intera cittadina e delle campagne circostanti e ho dato impulso all’organizzazione strutturale di tutta San Benedetto Po. Ho pensato alla riqualificazione delle zone del centro, con un percorso a raggiera verso le numerose frazioni che caratterizzano il territorio. Come amministrazione abbiamo risistemato il centro storico, cercando di risistemare tutte le nostre comunità, dalla più grande alla più piccola. Posso dirmi, dunque, soddisfatto”. Operativamente, che cosa è stato fatto? “Come le dicevo, si è cercato di

BeB

il sestante

pan cavazz

trasformare San Benedetto Po in una città ideale. Il patrimonio storico, in buona sostanza, è stato rifatto due volte. E questo perchè i lavori di ristrutturazione erano già quasi terminati pochi mesi prima del terremoto del 2012, che ha sconvolto tutti, come sappiamo. Siamo stati, però, il primo comune colpito dal terremoto a rimettersi in piedi. Oltre a questo, la mia amministrazione ha pensato anche ad una riqualificazione della parte ecologica del comune. Tutti gli stabili comunali, le scuole, la biblioteca e così via hanno subito un efficientamento energetico. Manca soltanto la scuola materna Giuseppe Garibaldi che verrà approntata al termine dell’anno scolastico. Abbiamo desiderato e voluto una San Benedetto ecologica, determinando così una fortissima riduzione dell’impatto ambientale di tutti gli stabili comunali, abbattendo così i costi dell’85% e l’impianto geotermico è stato sviluppato con una rete di telecomunicazioni destinato a tutte le sedi comunali e a coloro che vogliono ‘attaccarcisi’. Questo efficientamento energetico ha determinato, tra le altre cose, un abbattimento delle emissioni di anidride carbonica non indifferente. Secondo noi, questa è una parte fondamentale del pensare al bene della comuntà, che viene resa accessibile a tutti”. Dal punto di vista della tutela dei beni culturali cosa è stato fatto? “Come le dicevo il centro storico è stato risistemato due volte. Nel corso del tempo abbiamo implementato le attività didattiche e questo perchè pensiamo che il patrimonio storico-culturale sia e debba essere parte integrante della vita. Abbiamo voluto – e vogliamo – coinvolgere le fa-

miglie e i più giovani, perchè si sentano a casa nel loro patrimonio storico. Abbiamo così messo a punto dei laboratori del divertimento perchè il gioco diventi occasione di formazione e perchè le persone si riapproprino del territorio. Grazie ad un bando abbiamo potenziato le possibilità della sala polivalente, portando un’esteriorizzazione dell’offerta per le attività della comunità, altrimenti impossibile per un comune”. Quali sono stati gli altri punti di forza della sua amministrazione? “Abbiamo installato più telecamere per la sicurezza dei citta-

tine e carta. Il nostro però è un territorio di fortissima vocazione agricola con ben cento chilometri di strade. Abbiamo così pensato di aumentare i compostori a livello locale. L’umido viene così smaltito tramite i compostori o disperso sul terreno, permettendo ai concittadini di eliminare i rifiuti umidi di casa, portandoli nei cassonetti a chiachia vetta, evitando di doverli tenere in casa. Abbiamo così abbattuto le tariffe”. Se dovesse riassumere in pochi punti il suo mandato, cosa direbbe? “Direi: risparmio energetico, tutela ambientale, riduzione della

dini e si è pensato anche ad un tavolo della sicurezza tra le forze dell’ordine”. Che cosa mi dice della gestione dei rifiuti? “Abbiamo pensato che fosse meglio riutilizzare, anziché creare rifiuti. E’ stata approntata una raccolta in funzione del territorio. Il ‘porta a porta’ viene ritirato ogni quindici giorni per alcuni materiali come vetro, lat-

CO2, messa in sicurezza dei territori e cultura/istruzione concepita come parte fondamentale della vita di una comunità”. San Benedetto Po si contraddistingue per la sua bellezza. “Sì, indubbiamente, e a proposito di questo, il nostro comune è stato inserito tra i Borghi più belli d’Italia, a mio avviso a buon diritto. Questo, però, non è stato l’unico riconoscimento che ab-

salumificio

biamo ricevuto. Tra i premi, voglio ricordare Ikon per la qualità dei musei; il premio a livello nazionale per il teleriscaldamento: siamo un piccolo comune che realizza un impianto che porta un risparmio alla comunità intera, mentre prima ne aveva uno che non portava nessuna utilità e consumava e basta”. Quali sono state le note dolenti del suo mandato? “Tutto questo è stato fatto nell’emergenza più totale, perchè questi sono stati i dieci anni peggiori di tutto il dopoguerra. Crisi economica, situazione geopolitica instabile, insicurezza politico-amministrativa, continue riforme e modifiche. In tutto questo, gli enti locali sono stati messi in enorme difficoltà. Invece di premiare i comuni virtuosi, ci siamo trovati marchiati”. Quali sono per lei i motivi di orgoglio? “I dipendenti del comune, ai quali voglio dire grazie. Hanno lavorato come se non fosse successo nulla, dopo il terremoto. Gli uffici erano nei container e l’ufficio del sindaco nell’automobile, ma sono riusciti a erogare servizi come se niente fosse. Questa è l’Italia bella, che funziona. Ma di questo non si parla mai. Si parla sempre di un Paese marcio”. Che cosa ha significato per lei fare il sindaco? “Significa mettersi in gioco con una finalità che non è fare carriera, ma è fare il bene del paese che ami ed in cui sei nato. San Benedetto Po è me e io sono San Benedetto Po. Quando respiro, respiro San Benedetto Po. Sono orgoglioso di essere riuscito a portare a termine tutti gli obiettivi che mi ero prefissato. Se non ci fosse stato il terremoto, chissà cosa saremmo riusciti a fare oltre a questo”. (alb)

A pag. 12-13

13 -

ECCO TUTTI I SEgRETI DELLA BELLEzzA DI SAN BENEDETTO PO

FEDERICA GUIDETTI “La nostra mission e’ far sentire a casa le persone che visitano il museo civico polironiano”

carp GMC

Federica Guidetti è la conservatrice del Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po, un vero e proprio gioiello nel cuore dell’Oltrepo. In questa intervista ci racconterà l’evoluzione del museo dagli anni Settanta ad oggi, e anche qualche curiosità”. Guidetti, qual è la storia del Museo Civico Polironiano? “Il turismo a San Benedetto Po nasce circa quarant’anni fa, negli anni Settanta, con il Museo Civico Polironiano. La collezione era ed è relativa ai reperti ritrovati con i vari restauri che il museo ha subito. L’offerta culturale per anni è stata relativa al refettorio del monastero e a poco di più. Negli anni Ottanta, la sede museale ha necessitato di restauri e di un adeguamento degli impianti e in questa occasione sono emersi altri reperti. Tra il 2000 e il 2004, invece, il museo è rimasto chiuso e si è iniziato il recupero delle cantine. In questo preciso momento è avvenuta una chiave di svolta, perchè le modalità di fruizione sono cambiate radicalmente. Da questo momento in poi all’interno del Museo Civico Polironiano sono state ospitate grandi mostre che hanno attratto moltissimi visitatori. Il complesso monastico è stato così sempre valorizzato, perchè è rimasto continuamente aperto”. Quale è stato un altro momento importante per il Museo Civico Polironiano? “Sicuramente l’anno 2007, perchè il percorso di visita ha finalmente compreso le cantine, la chiesa, il refettorio, e il chiostro e si sono formati anche dei punti di riferimento per i turisti. Nel 2009, poi, è stato riaperto il Museo – anche se non è mai rimasto chiuso in toto, per permettere una fruizione seppur frammentaria ai turisti – e prima del terremoto del 2012 ogni parte era fruibile”. I percorsi tematici a chi erano rivolti principalmente?

morandi

Il monastero Benedettino

“I servizi culturali erano – e sono - pensati principalmente per le scuole, non solo mantovane – anzi – ma anche delle altre regioni limitrofe. Negli anni l’offerta per le scuole è stata migliorata ed ora ci sono persino percorsi tematici con laboratori tenuti da esperti per i bambini e i ragazzi delle scuole che vengono a visitare il Museo Civico Polironiano”. Quali altre novità sono state introdotte negli ultimi anni? “L’anno scorso è stato l’anno della ripresa, dopo il terremoto, con un sensibile aumento dei visitatori. Pochi mesi prima del sisma del 2012 era stato aperto un info point ‘Iat’ della provincia, esattamente come quello del centro di Mantova. In precedenza, l’info point era all’interno del museo, ed era poco fruibile dai turisti, perchè era poco visibile. Ultimamente, invece, anche grazie alla sinergia tra l’amministrazione e la Strada dei Vini e dei Sapori mantovani, è stato aperto un info point in una zona strategica, ben visibile, ossia nella piazza centrale del paese. Questo info point è un punto di riferimento non solo per chi visita San Benedetto Po, ma anche per tutta la zona dell’Oltrepo. Al suo interno è presente anche un

punto ‘ristoro’ dove è possibile degustare ed acquistare prodotti tipici del territorio. Credo che questo sia stato un salto di qualità ed è stato possibile grazie alla collaborazione fra pubblico e privato. La gestione è stata facilitata, perchè le aperture speciali con i soli dipendenti pubblici non sarebbero state possibili o comunque sarebbero state difficili. Attualmente stiamo raccogliendo i frutti degli sforzi dell’amministrazione, che nella cultura ha investito molto. Dopo il terremoto il museo è stato chiuso meno di un anno e credo che anche questo sia un enorme traguardo, dati i danni ingenti subiti a causa del sisma”. San Benedetto Po è la perla della Bassa padana. Ogni volta che si guarda la splendida piazza centrale si resta incantati. Ma i turisti se lo aspettano? “Devo dire che tutti rimangono stupiti e per tutti è una sorpresa. Molte persone capitano qui senza sapere cosa c’è: io li chiamo ‘turisti per caso’ e così è, ma nessuno rimane deluso. San Benedetto Po è stato elettro anche tra i Borghi più belli d’Italia ed entrare in questo circuito è stato molto importante. Quello che, come amministrazione, vogliamo di più è rendere i luoghi

.....

di San Benedetto Po accessibili a tutti i turisti, e fruibili soprattutto alla cittadinanza”. Quali sono le iniziative che avete pensato per i cittadini di San Benedetto Po? “Ogni domenica organizziamo delle attività gratuite per le famiglie, in collaborazione con la biblioteca. Alcune volte ci sono degli eventi organizzati in collaborazione con Slow Food, per dare spazio anche all’arte culinaria di San Benedetto Po. Un’altra importante sinergia è quella con Giorgio Gabrielli, il famosissimo burattinaio dell’Oltrepo. Gli abbiamo concesso in uso alcuni ambienti che lui usa per la preparazione dei suoi spettacoli ed in cambio Gabrielli tiene delle attività didattiche per i bambini. Teniamo molto al fatto che i più piccoli vengano al museo e si sentano a casa. La soddisfazione più grande è quando sono i bambini a portare al museo i genitori e a condurli per le sale. Un altro grande progetto è quello pensato per i diversamente abili, che hanno a disposizione un operatore che organizza visite guidate ad hoc. Facciamo tutto questo perchè vogliamo che le persone che visitano il museo, si sentano a casa”.

.....

A pag. 4-5

OROMANIA Compro e Vendo Oro

VENDITA GIOIELLI ANTICHI

RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO ACQUISTO OSCURAMENTO VETRI

E VENDITA

PORTO MANTOVANO MANTOVA: BORSE VINTAGE Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it ReporterMN

VETRO ROTTO O SCHEGGIATO? • • • • •

ALL’INTERNO • Mantova - La provincia si mette in mostra • Grande Mantova - Prosa e musica al Teatro di Villastrada • Alto Mantovano - Al via le Conferenze marmirolesi • Oltrepò - Jenny Gandolfi, una voce contro la SLA • SALUTE & BENESSERE • Speciale SAN VALENTINO • Speciale CASA • VOLTA MANTOVANA - Carnevale dal Capunsel • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

mac lucchini

Domenica 14 febbraio la sfilata di Carnevale per le vie della città

• • • • •

Tel. 0376.91191

centro protesi

Alla Corte di Re Trigol

Corso Umberto, 6 - Mantova VETROTel. ROTTO SCHEGGIATO? 331 O 5008996

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO OSCURAMENTO VETRI

PORTO MANTOVANO MANTOVA: Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

I miei quadri? Un'esplosione di emozioni

GIULIA MARTIGNONI ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag. 3

7 7 9 10 14 20 22 24 26 27


PAGINA 2

Mantova

ReporterMN

Cerbetto

CEREA: Via Paride 49 Tel. 0442 320257

16!!!! NOVITA' 20 STRI REGALA I NO O" GI "BUONI VIAG

www.cerbettoviaggi.it gruppi@cerbettoviaggi.it

I NOSTRI VIAGGI DI GRUPPO VIAGGI DI 1 GIORNO

DOMENICA 14 FEBBRAIO DOMENICA 28 FEBBRAIO DOMENICA 6 MARZO DOMENICA 13 MARZO DOMENICA 13 MARZO LUNEDI' 28 MARZO LUNEDI' 28 MARZO LUNEDI' 28 MARZO LUNEDI' 28 MARZO DOMENICA 10 APRILE DOMENICA 24 APRILE

GITA SULLA NEVE A… CORTINA D'AMPEZZO Gita sulla neve in MOTOSLITTA e PRANZO in CHALET Festa della donna e non solo… PADOVA e l'ABBAZIA di PRAGLIA Pranzo incluso BERGAMO: Visita della città e dell'Accademia Carrara LUCCA e il suggestivo borgo di MONTECARLO Pasquetta: BOLOGNA, i suoi portici e il colle di SAN LUCA PASQUETTA all'ACQUARIO di GENOVA PASQUETTA a GENOVA… Alla scoperta del magnifico centro storico e di PALAZZO SPINOLA PASQUETTA: Il Borgo di GRADARA e RIMINI Domenica di shopping: OUTLET VILLAGE a FIDENZA VILLE E GIARDINI sui COLLI FIORENTINI Pranzo incluso

€ 45,00 € 98,00 € 68,00 € 52,00 + biglietto € 52,00 € 52,00 € 40,00 + biglietto € 56,00 + biglietto € 49,00 + biglietto € 29,00 € 85,00

VIAGGI DI PIÙ GIORNI

DAL 2 AL 5 GIUGNO

Alla scoperta di BARCELLONA: Pasqua nella splendida città spagnola… € 545,00 4 NAPOLI e la Costa Amalfitana… Ammirando una costa UNICA che tutto il mondo ci invidia € 495,00 4 Pasqua in Toscana… Arezzo, Cortona, Siena e l'incantevole VAL D'ORCIA € 355,00 3 Emozionati all'Infinito… LORETO, RECANATI ed URBINO € 198,00 2 COSTA AZZURRA INSOLITA… Tra borghi, Ville e Profumi € 359,00 3 L'Isola di PONZA e gli incantevoli Borghi del Lazio € 395,00 3 TOUR della CALABRIA Fra Arte, Storia, Natura, Tradizioni e Gastronomia € 1.130,00 8 CIVITA' di BAGNOREGIO e ORVIETO € 198,00 2 Le 5 TERRE e… il GOLFO dei POETI € 199,00 2 I Sassi di MATERA e la PUGLIA: Isole TREMITI e i TRULLI di ALBEROBELLO € 670,00 5 BELGIO, OLANDA e LUSSENBURGO… Minicrociera sul Reno e Strasburgo € 1.350,00 8 BUDAPEST… La perla del DANUBIO € 485,00 4

DAL 3 AL 5 GIUGNO DAL 4 AL 5 GIUGNO

ISOLA DEL GIGLIO… Una perla da scoprire Week end in ISTRIA: Rovigno e le Isole BRIONI

DAL 25 AL 28 MARZO DAL 25 AL 28 MARZO DAL 26 AL 28 MARZO DAL 9 AL 10 APRILE DAL 23 AL 25 APRILE DAL 23 AL 25 APRILE DAL 23 AL 30 APRILE DAL 24 AL 25 APRILE DAL 30/4 AL 1 MAGGIO DAL 11 AL 15 MAGGIO DAL 28/5 AL 4 GIUGNO

€ 460,00 € 215,00

gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman gg in pullman

3 gg in pullman 2 gg in pullman

TUTTA LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2016 LA TROVI SUL SITO: www.cerbettoviaggi.it

DA NON PERDERE!!!! Sabato 20 e Domenica 21 FEBBRAIO L'AGENZIA VIAGGI CERBETTO RIMARRÀ APERTA!!! SOLO per L'OCCASIONE verrà applicato uno SCONTO del 10% a chi PRENOTA i NOSTRI VIAGGI di GRUPPO in PARTENZA dal 24 MARZO 2016 SCONTO del 5% anche per chi PRENOTA VIAGGI individuali e viaggi di nozze

VENITECI A TROVARE!!!!


IL PERSONAGGIO

G

iulia Martignoni è una giovanissima pittrice mantovana. Lavora come insegnante di scuola dell’infanzia a San Giorgio di Mantova ed è un educatore socio-culturale, e l’arte è la sua più grande passione. Il 12 febbraio inizia una sua mostra presso Arci Fuzzy in Valletta Valsecchi nel capoluogo virgiliano. In questa intervista conosceremo meglio Giulia Martignoni e capiremo come nascono le sue opere. Giulia, come e quando hai iniziato a dipingere? “La mia passione per la pittura è nata circa quattro anni fa, un po’ per caso. Fino a poco tempo prima non sapevo nemmeno che cosa fosse una tela, anche se ho sempre disegnato in modo informale sulla carta. All’epoca preferivo il figurativo o produrre scritte. Poi quattro anni fa il mio ragazzo mi ha regalato colori acrilici, tele, e cavalletto. Da lì mi sono innamorata della pittura e ho continuato. Non ho mai fatto corsi, sono autodidatta”. Come si sono evoluti i tuoi dipinti nel corso del tempo? “Inizialmente preferivo il figurativo, ma non ero mai pienamente soddisfatta. Così mi sono lanciata sull’astratto. Mi capita ancora di dipingere qualcosa di figurativo, ma è raro”. Quale tecnica usi? “Ho sempre utilizzato pennelli e cavalletto. Poi, quando mi sono avvicinata all’astratto ho abbandonato sia i pennelli che il cavalletto. Dipingo con le mani o con il tubetto del colore e con la spatola. Uso di solito colori acrilici; i colori a olio mi piacciono, ma richiedono tempo per asciugarsi e quindi spazio. Anche gli smalti hanno una resa interessante e li uso quando mi ispiro a Pollock, con la tecnica della drappeggiatura. Uso uno ‘stecchetto’ e lancio il colore. Una cosa curiosa che è successa è che il primo quadro che ho

GIULIA MARTIGNONI

www.malavasidemos.it

Non dipingo la realtˆ , ma faccio esplodere le mie emozioni sulla tela!

fatto in stile Pollock, l’ho dipinto senza sapere ancora chi fosse Pollock. Me lo ha fatto scoprire una mia amica”. Quali tinte usi? “Amo molto i colori accesi, anche se non le tinte fosforescenti. Anche quando voglio esprimere sentimenti negativi uso raramente il nero. Se uso il nero o il bianco nei miei quadri è per creare contrasto”. Come nascono i tuoi quadri? “Nascono di getto, non riesco a partire con un’idea precisa iniziale e per questo dipingo astratto”. Raccontaci un po’ dei contenuti dei tuoi quadri. “Credo che nei miei quadri ci sia

un aggrovigliarsi di emozioni, di sentimenti e di paure, ma anche di sentimenti positivi. E’ un buttar fuori quello che c’è dentro, ma in maniera inconscia; come dicevo prima non c’è un progetto iniziale ed è per questo che ho scelto l’arte astratta”. Quali sono gli artisti a cui ti ispiri? “Sicuramente direi Pollock. Anche Klimt mi affascina molto, ma devo ammettere che ciò che mi colpisce di più dei suoi dipinti non sono tanto i visi che sono molto verosimili, quanto più gli abiti o altri particolari che aboliscono il realismo. Amo tutti gli artisti che non dipingono la realtà”.

Sopra e a fianco, alcune opere di Giulia Martignoni. In alto, un primo piano dell’artista mantovana

MALAVASI DEMOS

...IMPRONTA DI QUALITÀ • Scale a Giorno • Scale a Chiocciola • Porte Interne • Porte Blindate • Inferriate in acciaio apribili • Serramenti In Pvc, Legno e Legno Alluminio

Via Cremona 25 - MANTOVA • Tel. 0376 380178 - Fax 0376 1501841 - www.malavasidemos.it - info@malavasidemos.it

ReporterMN

• di Alessandra Lovatti Bernini

Mantova - PAGINA 3 -


PRIMO PIANO

PAGINA 3

Mantova - PAGINA 4 -

Mantova

Domenica 14 febbraio carri allegorici, maschere e spettacoli in Pradella

A Mantova il Carnevale impazza alla corte del RE TRIGOL! • di Alessandra Lovatti Bernini

GRUPPI E CARRI ALLEGORICI

I

l carnevale, si sa, è una festa che si celebra nei paesi di tradizione cattolica, sebbene siano sempre esistite le cosiddette “manifestazioni carnascialesche” un po’ in tutti i Paesi del mondo. Festeggiamenti, pubbliche parate in cui dominano elementi giocosi e fantasiosi, giochi in strada e maschere sono tutti elementi che da sempre caratterizzano il carnevale. IL MONDO ALLA ROVESCIA Ciò che maggiormente caratterizza questo periodo dell’anno è il “rovesciamento” che è un po’ il concetto cardine, il “motore” del carnevale. E’ qui che il ricco diventa povero e il povero diventa ricco, proprio attraverso il costume e la maschera. L’ordine sociale consueto ed usuale viene ribaltato e rovesciato, e, almeno per alcuni giorni all’anno, tutto è concesso. E’ per questo motivo che si dice “a Carnevale ogni scherzo vale”, perchè per questi giorni ogni eccesso ed ogni burla erano tollerati. La parola “carnevale” ha origine latina e deriva da “carnem levare”, ossia “eliminare la carne”, forse influenzata anche da “vale”, quasi fosse “carne, addio!”, poiché indicava il banchetto che si teneva l’ultimo giorno di Carnevale, ossia il Martedì Grasso, subito prima del periodo di astinenza e di digiuno della Quaresima. I caratteri della celebrazione del carnevale hanno origini in festività molto antiche, come per esempio le dionisiache greche o i saturnali romani. Durante le feste dionisiache e saturnali si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell’ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza. In sostanza il caos prendeva il sopravvento sull’ordine, e almeno in quei giorni era concesso. In sostanza, il di-

Sbandieratori e Musici Maestà della Batt. di Quattro Castella (RE) Percussionisti Akuna Matata di Roma Gruppo “Ol dé del baghèt” di Bergamo Corte Re Gnocco di Castelgoffredo Conte e Contessa De Bisis e Maggiordomo Gruppo Maschere Veneziane Mozzecane La Corte di Madam Favetta Gruppo alla Volta del Paradiso Gruppo il Sasso Rosegaferro Gruppo Carnevale Cappello - Pozzomoretto Ass. Carnevalesca Famiglie Insieme Amici e Butei di Malavicina e Belveder Gli Sbandati del Lodolo di Castelgoffredo Gruppo Parrocchiale di Volta Mantovana Gruppo Carro Poiano Gambina di Castelgoffredo

Alcune immagini relative all’edizione 2015 del Carnevale di Mantova

sordine poteva avere la meglio, ma sempre e comunque nella regola di quel lasso di tempo. Da un punto di vista storico e religioso il carnevale rappresenta un periodo di festa ma non

solo. Il rinnovamento simbolico era il vero senso della festa durante il quale il caos, come si diceva poco fa, sostituiva l’ordine costituito, che però una volta esaurito il periodo festivo,

riemergeva nuovo o rinnovato e garantito per un ciclo valido fino all’inizio del carnevale seguente. Il ciclo preso in considerazione è, poi, quello dell’anno solare.

STUDIO DENTISTICO

DOTT. MARCO DE BATTISTI

IL NUOVO PERCORSO In tutta la provincia di Mantova viene da sempre festeggiato il carnevale, naturalmente. Ogni paese programma degli eventi, come sfilate di maschere e carri allegorici e altre attrazioni. Quest’anno il centro di Mantova, invece, per la prima volta vedrà un carnevale diverso. Domenica 14 febbraio, infatti, per la prima volta sfileranno i carri in corso Vittorio Emanuele e giungeranno di fronte al teatro Sociale. La parata segue un percorso diverso dagli altri anni in modo da movimentare il più possibile anche le zone che siano fuori dal classico centro storico. In testa al corteo ci sarà Re Trigol, maschera tipicamente mantovana, che è anche il simbolo della città stessa. Il trigolo, infatti, è quella che da bambini

chiamavamo “la castagna di lago”, dalla forma triangolare – e per questo “trigolo” - che pare cresca solo a Mantova. Un tempo, molti anni fa, il trigolo era commestibile e certamente i mantovani più anziani si ricorderanno di quando si comperavano i trigoli lessi per poi mangiarli. Un personaggio che accompagna sempre Re Trigol è la Ninfea, che nella leggenda diventa la sua sposa, ma che in realtà è un fiore bianco delicatissimo che un tempo cresceva nei laghi mantovani. Attualmente, a causa dell’inquinamento, è sempre più raro riuscire a vedere una ninfea galleggiare sull’acqua. Re Trigol con la sua corte, allora, riportano indietro nel tempo e fanno pensare allo scorrere degli anni ed ai cambiamenti che questo comporta.

"La serietà e l'onestà sono la garanzia del nostro lavoro, per noi ogni paziente, prima di essere un cliente, è una persona!"

...HAI SENTITO che PREZZI!!!!!!! PRIMA DI PARTIRE PER LA CROAZIA PASSA DA NOI, NON RESTERAI DELUSO…

TI OFFRIAMO NIENTE FINANZIAMENTI ma PAGAMENTI DILAZIONATI in un anno SENZA INTERESSI Accoglienza, esperienza, professionalità, solo materiali italiani e ASSISTENZA GRATUITA 6 giorni su 7 tutto l'anno Lavoriamo dal lunedì al sabato su appuntamento. PROVA, NON TI COSTA NULLA, telefona allo 0376/387709 Lo studio è aperto dal lunedì al sabato - SI RICEVE SU APPUNTAMENTO - Via Verona n. 38 Cittadella (MN)

ReporterMN

• Visita • Radiografia panoramica e Preventivo GRATUITI


Mantova - PAGINA 5 ReporterMN

• COMMERCIO ROTTAMI

FERROSI E METALLI • SERVIZIO CONTAINER E NAVETTE • DEMOLIZIONI AUTO

NUOVA FRASSINE srl

Ecco come è nata la Castagna di Lago

Doriano Guidotti: “Fosse per me butterei giù Valletta Paiolo!”

Re Trigolo significa rappresentare l’intera città di Mantova, perchè i laghi erano i punti di riferimento per i mantovani, che nei laghi pescavano e, in buona sostanza, vivevano – racconta Doriano Guidotti.

Qualche giorno fa mi è venuto in mente che si potrebbe buttare giù l’intera Valletta Paiolo, per restituire Mantova ai mantovani per quello che era – scherza l’artista. Lascerei solo un’isoletta per l’ospedale”.

Parlano gli organizzatori: “Lungo il tragitto anche le bancarelle”

Il carnevale mantovano è ideato e organizzato dall’associazione “Comunali Oggi”, presieduta da Sergio Olivieri, che in questa intervista ci racconterà i segreti del suo carnevale. Olivieri qual è l’obiettivo di questa manifestazione? “Organizziamo il carnevale a Mantova, non

“C’era una volta, tanto tanto tempo fa, quando né gli animali né gli uomini erano ancora nati, una grande palude su cui regnava la Natura, una splendida regina dai capelli color del sole, dagli occhi color cielo e dalla pelle bianca come l’argilla. I suoi sudditi erano solo tre: un buon mago, una bella fata e una perfida strega. La strega odiava il mago e la fata e tra-

teranno lo svago; che l’aria sia abitata da uccelli e da insetti: essi rappresenteranno la nostra vista; che la terra sia abitata da piante e fiori: essi rappresenteranno le nostre emozioni. “E così sia” risposte la Natura, sorridendo soddisfatta. Trascorsero tanti anni sereni, finchè un bel giorno passò da quelle parti Mamma Cicogna. Quello che vide non le piacque affat-

scorreva tutte le sue giornate a litigare con loro. Ma un giorno la Regina Natura, stanca di tutto quel baccano, chiamò a sé i tre litiganti e disse: “Ora basta con tutte queste liti. Se non riuscite a vivere in buona armonia, provvederò io a separarvi per sempre”. E così trasformò la palude in tre laghi: inferiore, di mezzo e superiore. Nel lago Inferiore fu imprigionato il buon mago, in quello di Mezzo la strega cattiva e in quello Superiore la bella fata. Ma con l’andar del tempo, il mago, la strega e la fata, vivendo tutti soli in fondo ai laghi, diventavano sempre più tristi. Un giorno che la Regina Natura si era recata a far loro visita, essi la pregarono: “Regina, concedici un po’ di compagnia, siamo tanto soli!” 2Va bene, ma sceglierete voi le vostre compagnie. Vi concedo tre desideri”. I tre nemici, solo per questa volta alleati, dopo aver parlato a lungo, chiesero alla loro regina che l’acqua sia abitata da pesci: essi rappresen-

to. “Non c’è amore su questa terra” pensò e per porvi rimedio svegliò una “Spulvrina” e le chiese di accompagnarla al lago Inferiore. Là giunte, la cicogna prese nel becco Spulvrina e la passò dolcemente sull’acqua. Si recarono poi al lago Superiore e fecero la medesima operazione. Quei lievi tocchi della Spulvrina fecero nascere l’amore fra il mago e la fata. Circa tre mesi dopo, Mamma Cicogna arrivò col suo fardello e scaricò tra le braccia amorevoli della fata un frutto meraviglioso: il trigol. La strega non stava più in sé dalla rabbia. “Ti darò un aspetto tanto brutto che nessuno ti avvicinerà” pensò e fece un sortilegio che obbligò Trigol a vivere in una brutta scorza. Ma gli abitanti dei laghi volevano bene a Trigol per la sua bontà e, quando divenne maturo, lo acclamarono loro re. Egli regnò con magnanimità e giustizia. (...)”

L’arrivo in piazza di Re Trigol accompagnato dalla Ninfea

“Diamo una botta di vita alla città”

Sergio Olivieri

Tel/Fax 0376.370747 Cell. 348.2846393 frassine.srl@libero.it

>LA LEGGENDA <

INTERVISTA CON IL.. RE! Doriano Ghidotti è un artista di origini mantovane che anche quest’anno impersonerà re Trigol nella consueta sfilata di carri allegorici. Oltre ad indossare con fierezza la maschera di re Trigol, Doriano Ghidotti si occupa dei costumi dei figuranti, come pure della rappresentazione grafica della leggenda di Re Trigolo. La sua attività di artista inizia in tenera età e vent’anni fa diventa una vera e propria professione. “Dopo diverse tecniche ho scoperto l’aerografo – racconta Ghidotti - e adesso dipingo di tutto e di più, persino i caschi delle motociclette”. Se gli chiediamo quale sia l’emozione di impersonare Re Trigolo lui risponde: “Mi commuove indossare, durante la parata, la maschera di Re Trigol. Quindici anni fa mio padre, che ora non c’è più, aveva creato il cappello con la carta pesta e il cappello è ancora lo stesso. Persino il vestito è rimasto quello. Anche la collana di trigoli e lo scettro erano creazioni di mio padre, una volta andato in pensione”. L’emozione “dietro la maschera” è dunque tanta. “Impersonare

Località Frassino MANTOVA V. San Geminiano, 4

solo per divertirci e divertire il pubblico, ma anche perchè vorremmo ‘istituzionalizzare’ la maschera di re Trigol, in modo da creare una tradizione e in maniera tale che i mantovani riconoscano quella come la loro maschera, esattamente come i napoletani hanno Pulcinella. Vogliamo inoltre che i cittadini siano partecipi alla vita della città ed è per questo che faremo passare la parata da corso Pradella. Abbiamo anche scelto di affrontare tematiche ‘ambientali’ e relative all’ecologia, che facciano pensare all’inquinamento di cui Mantova è vittima. Bloccando corso Pradella, molti mantovani saranno costretti a lasciare la macchina a casa e ad andare a piedi”. Re Trigola fa pensare ad una Mantova di altri tempi, giusto? “E’ così. Nella leggenda di re Trigol vengono

nominate cose che ora non ci sono più o che sono rarissime, come le ninfee ad esempio, o i papasini che i bambini di adesso non sanno neppure che cosa siano. Ai miei tempi invece andavamo ghiotti di papasini, questi ‘salsicciotti’ di castagne ormai sconosciute ai più. Anche re Trigol è un modo per recuperare le tradizioni di una volta”. Quali saranno le novità di quest’anno? “Quest’anno la parata passerà da corso Vittorio Emanuele che è il viale perfetto per fare una parata di carri allegorici. E’ pur vero che la sfilata non terminerà nel centro storico, ma il teatro sociale sarà comunque lo sfondo perfetto per il palcoscenico. Nel tragitto dei carri saranno presenti anche delle bancarelle. Vogliamo dare una botta di vita a questa città e anche riappropriarci delle vie”. (a.l.b.)

* testo a cura di Maria Grazia Sereni

VENDITA LEGNA da ARDERE di OGNI GENERE PELLET CERTIFICATO e GARANTITO STUFE e CALDAIE PELLET

CONSEGNA A DOMICILIO

Rivalta s/M (MN) - Luigi 349 8687370 - info@luigimotori.it


PAGINA 6

Mantova


MANTOVA

Mantova - PAGINA 7 -

Le eccellenze del nostro territorio esposte a Palazzo Pirelli di Milano fino al 28 febbraio

Mantova si mette in…mostra! O

ggetti, immagini e testimonianze che celebrano e promuovono la realtà di Mantova e del suo territorio, e in particolare le attività della Fondazione Exodus “Casa di Beniamino” a Cavriana, l’azienda Manifatture Corneliani e il Parco del Mincio, sono esposti in evidenza all’interno della mostra “Viaggio in Lombardia. Gesti di operosità che portano in sé la positività del futuro”, inaugurata ieri a Palazzo Pirelli. La mostra documenta, attraverso foto e oggetti, le persone, i luoghi e le istituzioni al centro dell’iniziativa “100 Tappe in Lombardia”, il viaggio di ascolto e di lavoro del Consiglio regionale attraverso il territorio lombardo, che ha preso il via nel luglio del 2013 da Lodi e che ora, come annunciato dal Presidente Raffaele Cattaneo, proseguirà attraverso incontri con le realtà lombarde più significative organizzate per filiera: le tappe mantovane sono state il 28 febbraio 2014 a Mantova città e il 24 aprile 2015 nell’Alto Mantovano. “La Lombardia è capace di grandi sorprese rivelando una capacità formidabile di dare sempre risposte concrete e innovative alle nuove esigenze dei tempi e di far emergere e promuove-

Due eccellenze mantovane: le manifatture Corneliani e la Casa di Beniamino

re al meglio le eccellenze tipiche di ogni suo territorio –ha detto il Presidente Raffaele

Cattaneo-. Uscire dal Palazzo per conoscere direttamente i protagonisti della vita civile,

economica e sociale della nostra regione ci ha permesso di rinsaldare le ragioni del nostro mandato aiutandoci a comprendere i bisogni e a fornire possibili soluzioni praticabili. Abbiamo tradotto i problemi e le esigenze che man mano emergevano in atti di indirizzo per il governo regionale approvati e condivisi dall’Assemblea consiliare”. Ventiquattro tappe nelle 12 province lombarde, oltre 4mila cittadini incontrati nei focus group, 184 autorità civili e 11 religiose, 48 realtà del lavoro e del commercio, 25 strutture di cura e solidarietà, una decina di realtà formative, 27 monumenti e luoghi di arte e cultura visitati: sono solo alcuni dei numeri di questa prima parte di “100tappe in Lombardia” raccontati nella mostra. Promossa in collaborazione con Eupolis e ospitata all’interno dello Spazio Eventi al primo piano di Palazzo Pirelli, la mostra sarà visitabile per tutto il mese di febbraio ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 17, con una apertura straordinaria programmata per domenica 28 febbraio, quando sarà possibile salire e visitare anche lo Spazio Belvedere al 31° piano.

> LA NOMINA <

Rebecchi nel Tavolo turistico del Ministero Gianni Rebecchi al Tavolo di lavoro del Comitato Permanente di Promozione del Turismo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il presidente di Confesercenti Mantova e presidente nazionale dell'associazione di categoria delle agenzie viaggi e tour operator Assoviaggi, è stato nominato tra i membri della commissione ministeriale che si occuperà di predisporre un piano quinquennale di sviluppo del turismo in Italia con l'obiettivo di rendere il “bel paese” più competitivo a livello internazionale, recuperando terreno sul piano dell'innovazione, delle tecnologie digitali, della valorizzazione del patrimonio e del territorio, del rapporto qualità/prezzi e del marketing. In particolare, Rebecchi si occuperà di 'Marketing turistico della destinazione Italia'. “Il Comitato Permanente di Promozione del Turismo – spiega Rebecchi - lavorerà per offrire agli Gianni Rebecchi operatori italiani, pubblici e privati, strumenti per essere decisivi nell'ambito di un turismo mondiale in rapida evoluzione. Si tratta, quindi, di un'importante opportunità anche per la provincia di Mantova che ancora attende la creazione di un soggetto preposto alla pianificazione delle attività di promozione turistica del territorio in modo organico e con obiettivi nel medio-lungo periodo. Questo soggetto, come già evidenziato dalle esperienze di successo di altre città a noi vicine, può essere solo un'agenzia unica pubblico-privata di promozione del territorio. L'attuale amministrazione comunale ha inserito la creazione dell'agenzia di promozione tra gli obiettivi del suo mandato. E' ora importante accelerare i tempi in modo da rendere questo strumento davvero incisivo, anche nella sfida che ci attende in questo 2016 come Capitale Italiana della Cultura, nonché nel 2017 quando con le altre province della Lombardia Orientale saremo Regione Europea della Gastronomia”.

> SOLIDARIETÀ <

Telefono Amico cerca nuovi volontari I volontari di Telefono Amico da oltre cinquant'anni offrono attenzione a chiunque si senta solo, provi angoscia, paura del futuro, rabbia, disagio e senta il bisogno di condividere tali emozioni con qualcuno. Il Centro Telefono Amico di Mantova, al fine di garantire un ascolto continuo ed efficiente, ha indetto un nuovo corso di formazione per aspiranti volontari. Quali sono le caratteristiche necessarie per candidarsi a tale esperienza? Condividere le linee guida dell’associazione e avere grande capacità empatica per riuscire a sentirsi vicino a chi chiama e al bisogno profondo che questi esprime attraverso le parole. È importante anche la congruenza, ovvero la forza di restare saldi qualunque sia il problema che viene comunicato, senza farsi coinvolgere troppo emotivamente. Chi si ritenga interessato alla mission di Telefono Amico e sia disposto a porsi con discrezione e accoglienza nei confronti dell’altro, può prendere contatto con il Centro entro il 6 marzo 2016. Ai numeri 349.4978700 o 348.7277342, nelle ore di servizio, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 (tutti i

giorni, festivi compresi), si potrà comunicare con un operatore cui chiedere ulteriori informazioni e dare la propria adesione.

> SAN VALENTINO <

Tour di coppia in città

Passare il week end di San Valentino innamorandosi di Mantova, visitandone le bellezze storico-artistiche condotti da guide turistiche esperte. E' l'invito delle guide FederagitConfesercenti che sabato 13 e domenica 14 febbraio propongono i tour “Quattro passi in centro storico... Con invito a Palazzo”, un'occasione per sco-

prire o riscoprire i tesori della città, ad un prezzo particolarmente conveniente. Questi gli orari dei tour: sabato 13 febbraio (ore 15) visita guidata del centro storico e (ore 16.30) visita guidata di Palazzo Ducale. Domenica 14 febbraio (ore 10) visita guidata del centro storico e (ore 11.30) visita guidata di Palazzo Du-

cale Partenza dall’Infopoint Casa del Rigoletto, piazza Sordello 23. Info e prenotazioni tel. 0376/288208. Per i tour “Quattro passi” questo è il quinto anno di attività e sono già migliaia i mantovani e i turisti che hanno visitato la città approfittando della competenza e dell'esperienza delle guide turistiche abilitate.


GRANDE MANTOVA

Mantova - PAGINA 8 -

A una ditta di Piacenza l’intervento per la rotatoria di connessione tra Sp30, il casello e il comparto produttivo

S

Rotonda di Valdaro, assegnati i lavori

ono cominciati i lavori di realizzazione della rotatoria di connessione alla strada provinciale 30 Mantova - Roncoferraro - Villimpenta della futura bretella di collegamento tra il casello autostradale di Mantova nord e il comparto produttivo di Valdaro. Ad aggiudicarseli è stata l’impresa Giordanino di Rivergaro (PC). L’importo complessivo dell’opera è di 771.113 euro e i giorni di attività previsti nel cantiere per il completamento dell’intervento sono 270 dalla data di consegna dei lavori. L’intervento è realizzato dalla Provincia di Mantova e vede un contributo di Autobrennero S.p.A., in base alla convenzione sottoscritta negli anni scorsi con l’ente di via Principe Amedeo. “Grazie alle operazioni finanziarie messe in campo in questi anni dalla Provincia - ha spiegato il presidente Alessandro Pastac-

ci - abbiamo potuto sbloccare quest’opera e l’altra strettamente connessa, ossia la bretella di collegamento tra questo rondò e quello che sta realizzando Autobrennero. Può insomma partire definitivamente il processo per infrastrutturale in modo adeguato questa area. Era un impegno preso e ora diamo corso ai lavori. Anche per la bretella pensiamo di mettere a gara i lavori già a giugno di quest’anno”. L’altra rotatoria di accesso alla bretella sarà completata invece dalla stessa Autobrennero (i lavori sono già partiti da un po’). Il rondò per cui la Provincia oggi ha consegnato i lavori è stato progettato dal Servizio Progettazione Stradale dell’amministrazione provinciale di Mantova. Ed in questi giorni l’ente di via Principe Amedeo ha sottoscritto con il Comune di Mantova l’accordo per la realizzazione del-

> VILLASTRADA <

E’ diventato ormai un punto di riferimento collaudato della programmazione culturale mantovana. Stiamo parlando del Teatro Sociale di Villastrada che questo fine settimana riapre i battenti con lo spettacolo del Musical Project Live, che dopo il grande successo di “I Wish” e “Sister Act” sono pronti a stupire di nuovo il pubblico con uno show di forte impatto cantato e recitato interamente dal vivo. Febbraio si chiude sabato 27 con la Compagnia Vecchio Borgo di Viadana alle prese con Parigi a.d.1492, musical ambientato nella capitale parigina in epoca medievale. Si prosegue in marzo con C’era una volta un gatto in programma domenica 20 marzo (alle 17): spettacolo per bambini e famiglie a cura della compagnia Teste Vuote di Poviglio (RE) e con la musica dal vivo del Corpo filarmonico “Giuseppe Verdi”. Ancora prosa, sabato 2 aprile, con un grande classico della letteratura mondiale: L’Avaro di Moliere, messo in scena dall’associazione culturale “Noi del Po” di Pomponesco diretta da Tiziano Pezzini. La stagione 2015/2016 si chiude all’insegna del belcanto con lo spettacolo di operetta Una sera Chez Maxi in programma domenica 24 aprile. Sul palco l’affascinante soprano Silvia Felisetti, il baritono Alessandro Brachetti e il pianista Marino Cavalca. Info: www.associazioneteatrosocialevillastrada.it.

la bretella di collegamento tra il casello di Mantova nord e il comparto produttivo di Valdaro. La Provincia già negli anni scorsi aveva infatti individuato in quest’opera un tratto viario

Numero 07 07 VENERDÌ 2715 febbraio 2015 •• 2016 prossima uscita venerdì venerdì MARZO 2015 - COPIA ED OMAGGIO Numero 27 febbraio 2015 prossima uscita 66 MARZO 2015 D'INFORMAZIONE EVENTI Numero 01•••VENERDÌ VENERDÌ gennaio • prossima uscita venerdì 29 gennaioSETTIMANALE 2016

SCUOLA

Mangiare

L’ORA DELLA SCELTA

Guida 2016

Via Matteotti, 46 - BOZZOLO (MN)

Tel. 0376.91191

ALL’INTERNO • Mantova - L’ascensore della settimana • Grande Mantova - Borgo Virgilio, lavori in corso • Alto Mantovano - Restyling per il ponticello di Monzambano • Oltrepò - Ostiglia premia i suoi volontari • SPECIALE SALDI - A rilento i saldi in città • SPECIALE BOVIMAC - Il programma della fiera • PETS - Articoli a quattro zampe • SPECIALE OROSCOPO - Gli astri del 2016 • Agenda e Tempo libero • Annunci economici

mantovano

6 7 8 9 11 14 17 18 20 21

... e non solo

Nel cuore della mente umana

Scade il 22 gennaio il termine per le iscrizioni alle scuole superiori

Questa settimana diamo voce ai cittadini, alle Istituzioni, alle associazioni e ai commercianti di

A pag. 4-5

Mantova - PAGINA

Nonostante le difficoltà del terremoto Pegognaga ce la fa

sette giorni a settimana. La mia giunta ed io volevamo assolutamente che in noi gli abitanti di Pegognaga trovassero un punto

di appoggio per ogni problema e spero che così sia stato. Che cosa significa essere sindaco per Dimitri Melli?

Tel.

0376.1813480 Fax 0376.1813481

Dir. San. Dott. Visentin - Iscr. Albo VR914

PEGOGNAGA CHE RESISTE

NUOVI RECAPITI TELEFONICI DI REPORTER MN

Quest’Anno un 25 APrile molto sPeciAle In questa intervista Guenda Remi, consigliere comunale dell’attuale Amministrazione, ci racconterà come sia organizzato il Comune e quale sia l’importanza dell’organizzazione di eventi culturali per la comunità di Pegognaga. Remi, come si è organizzato il Comune di Pegognaga per quello che riguarda i Consiglieri? A Pegognaga non solo gli assessori ma anche i consiglieri hanno una delega, che hanno la funzione di coadiuvare gli assessori. Io ho la delega per manifestazioni, celebrazioni, memoria e pace.

12 -

Pegognaga

AmministrAre con umiltà ed Amore é lA ricettA

Per quello che riguarda le manifestazioni, come vengono gestite? Le sagre vengono gestite in maniera egregia dalla Pro Loco, che ha la completa e totale fiducia del Comune avendo sempre gestito con il massimo rigore e la massima attenzione tutte le attività. Altre manifestazioni vengono gestite dalle associazioni con il patrocinio, il benestare e l’aiuto dell’Assessorato alla Cultura e dal Comune. Quali sono gli eventi previsti per il 25 aprile? Quest’anno la festa della Liberazione sarà più speciale del

solito, perchè si è deciso di fare un lavoro in rete con gli altri Comuni del territorio. Davanti al Municipio ci sarà sempre la manifestazione con la banda che suona, ma ci saranno delle sorprese in più. L’anno scorso abbiamo celebrato la Notte della Liberazione, una festa semplice e rurale per ricordare il periodo della Resistenza e i principi antifascisti di cui Pegognaga va molto fiera. Quest’anno invece sarà ristrutturata e valorizzata la cisterna dell’acqua che le staffette utilizzavano durante la Resistenza per scambiarsi messaggi. Questo sarà il monumento di Pe-

Io sono in carica dal 2009, quindi ho vissuto in pieno il dramma del terremoto. Quello che cerco di fare io come primo cittadino è di mettermi al servizio della comunità, di lavorare con umiltà ed amore affinché tutti stiano meglio. Lavorare per il proprio paese, per il paese in cui sei cresciuto, è un’esperienza che augurerei a tutti di fare, perchè significa lavorare per i propri affetti e mettersi al servizio della propria comunità. Quali sono i progetti per il futuro? Già da dopo il terremoto, svincolati dal patto di stabilità, abbiamo iniziato a ricostruire. Abbiamo investito un milione

di euro per effettuare interventi nelle scuole. Attualmente c’è ancora l’emergenza abitativa e gli effetti catastrofici del terremoto non sono ancora finiti. Il 2016 sarà un anno di progettazione, mentre il 2017 sarà l’anno del rifacimento delle opere murarie. Siamo riusciti a salvare il nostro teatro, il Teatro Anselmi, che era stato tramutato in una tenda, ma che ora necessita di ritornare agli antichi splendori. Nel 2016 abbiamo anche intenzione di riqualificare le strade del centro, e soprattutto di portare avanti tre progetti importantissimi. Ci parla un po’ di questi progetti?

I tre progetti fondamentali sono: la posa definitiva dell’acquedotto; la posa della fibra ottica che avrà anche la funzione di cambiare in toto il lavoro in Comune in senso smart; l’ultimo grande impegno è il progetto sulle piste ciclabili che farà sì che PegoPego gnaga abbia la rete ciclabile più grande d’Italia. Un’altra chicca? L’ultima chicca è questa. Abbiamo intenzione di rendere fruibile a tutti il nostro parco archeologico.

a Pag. 12-13

gognaga alla Liberazione. Che cosa ci dice invece del patrimonio storico di Pegognaga? Ci occupiamo della tutela e della divulgazione di archivi storici importantissimi, concessi in utilizzo dai privati, primo fra tutti il fondo Sissa. Fondamentale è anche l’archivio Unione Donne Italiane, perchè le donne di Pegognaga sono sempre state molto attive. Pegognaga in generale dimostra da senso grande senso civico. E’ un’isola felice. Qual è l’importanza di tutti questi eventi in un periodo come questo? Stiamo vivendo un periodo molto duro. Nonostante la crisi, però, il Comune non ha mai diminuito i contributi alla Pro Loco e alle associazioni, perchè danno la possibilità alle persone di dimenticare i loro problemi per un giorno e per questo hanno un ruolo sociale importantissimo. (alb)

www.ambulatorigazzieri.it ????

ALESSANDRA LOVATTI BERNINI a pag. 3

Ogni giorno mettiamo al primo posto i nostri pazienti e la loro soddisfazione. Il sindaco di Pegognaga, Dimitri Melli

Via C.B. Brenzoni 41/B - MOZZECANE (VR) tel. 045 6340735 - info@ambulatoriogazzieri.it ????

Alessandra FERRANTE

????

IL TUTTO AFFIDATO AI NOSTRI MEDICI AL SERVIZIO DEL TUO SORRISO

• RIPARIAMO O SOSTITUIAMO IL TUO PARABREZZA • LO FACCIAMO ANCHE PRESSO IL TUO DOMICILIO • RIDONIAMO IL SORRISO AI VEICOLI INDUSTRIALI • TI DIAMO LA GARANZIA DEL LAVORO ESEGUITO • OSCURAMENTO VETRI

PORTO MANTOVANO MANTOVA: Via Londra, 6/B - Tel. 0376 397320 mantova@vetrocar.it - www.vetrocar.it

EDIZIONE 2015 | 2016

REPORTER

RIMESSAGGIO

VETRO ROTTO O SCHEGGIATO?

COPIA OMAGGIO

egognaga è un importantissimo Comune della Bassa Padana ed ha circa 7.200 abitanti. E’ un paese estremamente vivo, dove le iniziative culturali e non solo, si uniscono ad un’intensa ed attiva partecipazione alla vita comune e dove si possono trovare professionisti di altissimo livello. Il terremoto del 2012 che ha duramente colpito Pegognaga, non è tuttavia riuscito a metterla in ginocchio. Tra poco conosceremo il primo cittadino di Pegognaga, Dimitri Melli, che con grande umiltà ed amore dal 2009 serve il suo paese natale. Melli, che cosa significa governare dopo il terremoto del 2012? E’ certamente una enorme responsabilità. Tutta la situazione è ricaduta inevitabilmente sulle spalle dei sindaci. E’ stato dolorosamente necessario prendere coscienza della propria realtà. Come ha risposto l’Amministrazione comunale all’emergenza terremoto? Il Comune è stato da subito il punto di riferimento dei cittadini. Per un periodo è stato aperto anche 24 ore su 24 per

SPosi

Pegognaga

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

• di Alessandra Lovatti Bernini

P

ZONA POGGIO RUSCO: CAPANNONE AL COPERTO, ABITAZIONE ANNESSA CON CUSTODE. ADATTO PER: BARCHE, CAMPER, ROULOTTE, ecc...

Tel. 339.2298362

molto importante perché metterà in collegamento diretto un’infrastruttura strategica come l’Autostrada del Brennero con il comparto produttivo dell’area industriale e portuale di Valdaro.

Nuovi intonaci alla scuola media

Sono stati inaugurati nei giorni scorsi con il sindaco Carlo Bottani, gli assessori Angela Giovannini, Cinzia Cicola e Luigi Gelati, il presidente del consiglio comunale Giorgio Maffezzoli e la consigliera Antonella Montagnani, i recenti lavori di intervento agli intonaci interni della scuola media di Buscoldo. Gli amministratori sono stati accompagnati per il plesso dalla dirigente dell'Istituto comprensivo di Curtatone Marianna Pavesi, per visionare gli interventi effettuati a tempo record - circa 15 giorni durante il periodo delle feste natalizie e subito dopo il ritorno degli

• Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina

ReporterMN ReporterMN

Mantova - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com Mantova- -Via ViaAcerbi, Acerbi,10/12 10/12- Tel. - Tel.0376.1813480 0376.1813480 - Fax 0376.1813481 - reportersegreteria@gmail.com 0,01 COPIA COPIA OMAGGIO OMAGGIO CI TROVI IN TUTTE QUINDICINALE LE EDICOLE DI MANTOVA E PROVINCIA € 1,00 €€ 0,01 D'INFORMAZIONE ED EVENTI

Un evento per premiare il dottor Doriano Biagi, a nome della comunità di Borgo Virgilio. L’amministrazione, insieme alla Polisportiva e alla Pro Loco, ha organizzato per sabato (13 febbraio) mattina alle 11 la cerimonia di premiazione alla carriera del dottor Biagi, nella sala polivalente di via Nuvolari (di fianco al palazzetto dello sport), e l’invito è rivolto a tutta la comunità, ai consiglieri di maggioranza e minoranza, alle associazioni del territorio. Seguirà un rinfresco. “Sarà sì un saluto molto informale – dichiara il sindaco Alessandro Beduschi - conoscendo la semplicità e la sobrietà di costumi del dottore, ma un evento fortemente voluto da tutta la comunità, perché è tanta la stima professionale e umana che ha seminato tra la nostra gente. E’ stato punto di riferimento non solo sanitario ma anche consigliere fidato di molti nuclei famigliari, che ha avuto in gestione non solo come medico ma anche come amico. E’ una figura che non può non lasciare il segno e siamo certi continuerà nella sua azione a servizio dei cittadini sotto altre vesti, con energia, entusiasmo e passione”. Biagi, medico noto anche per il suo impegno politico negli anni passati (è stato consigliere comunale con Gino Mori, Mario Mora e in minoranza ai tempi del sindaco Martinelli e Bna, e consigliere provinciale), è andato in pensione con l’inizio del 2016 dopo 38 anni di attività. Si era laureato in medicina e chirurgia all’università di Milano nel 1976, mentre nel 1978 era diventato medico di famiglia prendendo il posto del dottor Mondini.

Sindaco, assessori e insegnanti della scuola

non solo quindicinale RISTORANTE PIZZERIA

Un evento per il dottor Biagi

> BUSCOLDO <

La consegna dei lavori con i tecnici e il presidente Pastacci

Musica e prosa nel cartellone del Sociale

> BORGO VIRGILIO <

Guida tra i professionisti del settore WEDDING PLANNER ABITI ACCONCIATURE ESTETICA GIOIELLI FIORI BOMBONIERE LISTE NOZZE LUNA DI MIELE AUTO LOCATION RISTORANTI CATERING TORTA NUZIALE SERVIZIO FOTOGRAFICO ARREDO CASA ACCESSORI INTRATTENIMENTO EVENTI E FIERE DI SETTORE

e tanto altro... Edizioni free press gratuite per la tua pubblicità

0376 1813480

studenti sui banchi di scuola - dalla ditta La.S.B. snc di San Giorgio di Mantova, incaricata dall'Amministrazione Comunale di rifare gli intonaci di tutti i corridoi sui tre piani della scuola, i vani scala e i bagni e ancora parte dei corrimano sulle scale. Costo complessivo dell'opera 20 mila euro. La scelta è stata inoltre quella di colorare il plesso scolastico, con tinte forti dall'arancio al verde, per dare un senso di vitalità e freschezza alla vita scolastica dei tanti studenti di Buscoldo. Il prossimo intervento riguarderà i muri delle classi interne.


ALTO MANTOVANO

Mantova - PAGINA 9 -

Dal 12 febbraio all’11 marzo gli incontri promossi in sala civica. Si parte con la sociologa Valeria Verdolini

Anche Magdi Allam e Monika Bulaj alle Conferenze marmirolesi

Magdi Allam

U

n viaggio attraverso la conoscenza di realtà diverse, a tratti lontane dalla nostra, ma comunque tutte in qualche modo collegate tra loro. A Marmirolo arriva il nuovo calendario delle conferenze marmirolesi “Al confine coi miei pensieri”, in collaborazione tra Comune, Auser e Nuova Pro Loco, con quattro appuntamenti, in sala civica, che toccheranno temi estremamente attuali, dall’immigrazione, ai conflitti religiosi, agli aiuti umanitari. Il primo incontro “Io sto con la sposa” è fissato per venerdì 12 febbraio. Sarà presente Valeria Verdolini, ricercatrice all’università degli studi di Milano; sociologa del diritto e attivista, è presidente di Antigone Lombardia. Dentro e fuori l’università si è occupata di processi di democratizzazione, movimenti sociali, primavere arabe, carcere,

politiche di sicurezza, migrazioni, giustizia penale, femminismi. “Le conferenze saranno un’occasione di riflessione – dichiara il sindaco Paolo Galeotti - Toccheranno temi diversi, con la partecipazione di persone che provengono da esperienze altrettanto diverse: partiremo da un film dedicato all’immigrazione; per poi proseguire con la testimonianza di uno scrittore di origine araba; una fotografa che con la sua professione ha approfondito le conoscenze sulle religioni; ed arrivare infine al confronto con una associazione conosciuta a livello mondiali, che porta il proprio contributo nei luoghi più estremi della Terra. Tutto ciò è un forte richiamo al valore della conoscenza, contro l’oscurantismo e il terrorismo”. Il secondo appuntamento è il 17 con Magdi Cristiano Allam, che parlerà del suo libro “Islam. Siamo in guerra”. Allam è un giornalista, politico e scrittore egiziano naturalizzato italiano. La carriera giornalistica è iniziata nei primi anni ottanta. Si è occupato da subito di tematiche legate al vicino Oriente e ai rapporti tra questo e l’Occidente.

> GUIDIZZOLO <

Elezioni: i Grillini corrono da soli

IL CALENDARIO VENERDI’ 12 FEBBRAIO “Io sto con la sposa” Valeria Verdolini Sociologa del diritto Università di Milano MERCOLEDI’ 17 FEBBRAIO “Islam. Siamo in guerra” Magdi Cristiano Allam – Giornalista e scrittore

Monika Bulaj

Il terzo è l’11 marzo con una proiezione di immagini, scattate sul campo da Monika Bulaj, fotogiornalista, scrittrice, documentarista. Bulaj si occupa da anni dei temi di ricerca che trattano confini delle fedi, minoranze etniche e religiose, popoli nomadi, migranti, intoccabili, diseredati, in Asia, Europa e Africa. Le conferenze si chiuderanno il 19 aprile con Andrea Bellardinelli, il coordinatore del programma Italia di Emergency. Gli eventi inizieranno tutti alle 20.45. Per informazioni 0376.298524.

CENTRO POLIVALENTE DYNAMICA A.S.D SPORT CULTURA E SPETTACOLO Vi aspettiamo presso il nostro centro per farvi conoscere tutte le attività della nostra Associazione

BALLO LISCIO

CON ORCHESTRA TUTTI I SABATO SERA (dalle 20.00) TUTTE LE DOMENICHE (dalle 19.00)

VENERDI’ 11 MARZO “Dove gli Dei si parlano” Monika Bulaj Fotogiornalista, scrittrice, documentarista MARTEDI’ 19 APRILE “I progetti di Emergency in Italia” Andrea Bellardinelli Coordinatore del Programma Italia di Emergency

Foto di gruppo per i grillini di Guidizzolo

Un nutrito gruppo di cittadini ha partecipato il 7 febbraio ad un incontro nella frazione di Birbesi di Guidizzolo. All’occasione, organizzata da attivisti e simpatizzanti locali del Movimento 5 Stelle, erano presenti anche il deputato Alberto Zolezzi ed il consigliere regionale Andrea Fiasconaro. Un interessante confronto sulle tematiche più care ai cittadini del comune dell’alto mantovano che si appresta ad affrontare le elezioni: in primis le infrastrutture e la gestione dei rifiuti. Per fugare ogni dubbio circa eventuali alleanze, poi, durante l’incontro si è chiarito che il costituendo gruppo di candidati, attualmente in fase di certificazione come da iter specifico del Movimento, non ha alcuna intenzione di improvvisare apparentamenti di circostanza. Si presenteranno all’appuntamento elettorale da soli e con un programma puntuale, preciso e non negoziabile, salvo essere disponibili a confrontarsi con tutti nel merito dei problemi da affrontare e sulle proposte precise avanzate.

> MEDOLE <

Prorogata fino al 14/2 la mostra di Brancolini Fino al 14 febbraio la Torre Civica di Medole accoglie “Il vaso di Pandora”, la personale dell’artista modenese di Edi Brancolini, uno degli ultimi grandi simbolisti europei. Nato a Rovereto sulla Secchia (MO) nel 1946, fin dagli anni Sessanta Edi Brancolini persegue una ricerca puntuale e rigorosa che attraversa il mito e l’antichità per giungere ai lidi del contemporaneo. Utilizzando un linguaggio erudito e raffinato, l’artista modenese raccoglie l’eredità dei preraffaelliti e dei simbolisti fin de siècle, in una traiettoria che si pone, contemporaneamente, come rispetto della tradizione e profondo aggiornamento della stessa. Un’eleganza atemporale che, proprio grazie a questa sua peculiarità, riesce nell’intento di riassumere la grande cultura europea pagana e cristiana, toccando temi classici ma estremamente attuali, mostrando la capacità intertemporale del patrimonio culturale che permane. La mostra medolese presenta una sessantina tra opere storiche, recenti ed inedite che formano una coraggiosa pattuglia di immagini che resistono al clivaggio del naufragio dell’omogeneità. Una

metafisica della sospensione declinata con innata eleganza riempirà le sale della Torre Civica di Medole per uno degli ultimi grandi eventi artistici del 2015. La mostra è accompagnata da un catalogo edito da PresentARTsì e rappresenterà il XVIIIesimo volume dei Quaderni medolesi d’arte. La mostra è aperta sabato 13 (15.30-18.30) e domenica 14 (10-12 e 15.30-18.30).

MANGIARE MANTOVANO ...e non solo

Mangiare

La nuova Guida gastronomica di REPORTER MANTOVA la trovate presso: • Ristoranti • Trattorie • Enoteche • Pizzerie • Osterie • Agriturismi • Scuole di Cucina

GUIDA 2016

MANTOVANO

PROGRAMMA DELLE PROSSIME SETTIMANE SABATO

13.02.2016

ORNELLA NICOLINI

DOMENICA

14.02.2016

FELICE PIAZZA

SABATO

20.02.2016

SUSANNA PEPE

DOMENICA

21.02.2016

ROSSANO E ANNA

SABATO

27.02.2016

FRANCESCA MANFRINI

DOMENICA

28.02.2016

FAUSTO PEDRINI

... e non solo

LIBRERIA DI PELLEGRINI - C.so Umberto 32 - Mantova - T. 0376 320333

Info: Via Mincio, 16 - GOITO (Mn) Tel. 0376.689622

EDICOLA CARTOLERIA - EMANUELA & LAURA - P.zza Dall’Oca 3 - Roncoferraro (MN) - T. 0376 663182 LIBRERIA ULISSE - Via Corridoni, 5/a - Suzzara (MN) - T. 0376 532767


L

OLTREPÒ

a Giunta Comunale di Quistello ha dato mandato al Responsabile Unico del Procedimento di procedere alla firma dell’Atto di Transazione con la società “I Ciclamini srl”, gestore della casa di riposo per il Comune di Quistello. Facendo seguito all’atto di indirizzo approvato dal Consiglio Comunale lo scorso 31 dicembre, arriva ora l’ok congiunto ad una soluzione che – come commenta il Sindaco, Luca Malavasi – utilizzando le flessibilità previste dall’accordo originario, pone fine ad un contenzioso con imprevedibili esiti sulla qualità del servizio offerto e sui tempi di conclusione dei procedimenti giudiziari aperti. Società e Comune restano convinti delle proprie posizioni, ma hanno ritenuto che è interesse di entrambi, e soprattutto dei cittadini, trovare una soluzione extra giudiziale ai contenziosi: l’incertezza dei tempi della giustizia avrebbe congelato la situazione mettendo in crisi un servizio di qualità ed ampliando, di mese in mese, costi e rischi per le parti coinvolte. L’accordo raggiunto da un lato vuole mantenere una gestione di elevata qualità per gli ospiti e dall’altro riprendere una serie di investimenti importanti per la comunità, che nel giro di pochi mesi porteranno al completamento dei lavori sulla facciata principale della struttura e la pulizia dell’area occupata dalla ex RSA, per arrivare, entro meno di tre anni, alla realizzazione di mini appartamenti per anziani e un’area poliambulatoriale e per visite specialistiche che potrà diventare sede di un Presidio Socio Sanitario Territoriale, come previsto dalla recente riforma

Mantova - PAGINA 10 -

In arrivo interventi di riqualificazione della struttura. Ma anche l’aumento delle rette

Quistello: Comune e Ciclamini firmano la “tregua”

Il sindaco con i referenti della “Ciclamini srl”. Sopra, la struttura di Quistello

> OSTIGLIA <

Riapre il Municipio

Il municipio di Ostiglia, nella sede storica di Palazzo Bonazzi in via Gnocchi Viani, riapre dopo i lavori per i danni subiti dal terremoto del 2012. Il cantiere, durato due anni e concluso il 31 dicembre 2015, ha interessato il I lotto del progetto di ristrutturazione del Palazzo che era stato dichiarato inagibile nel maggio del 2012. Domenica 14 febbraio, alle ore 11 l’Amministrazione Comunale apre il palazzo alla cittadinanza, con l’inaugurazione ufficiale delle sale del primo piano e piano terra della parte frontale, con la partecipazione dell’ing. Claudio Fazzi che ha diretto i lavori e che illustrerà tutti gli interventi realizzati. Da lunedì 15 febbraio il piano terra sarà nuovamente sede operativa degli uffici della Polizia Municipale, dei Servizi Sociali e della Tutela Minori. Il trasloco degli uffici (Polizia Locale e Servizi Sociali), che da maggio 2012, fino ad oggi, sono stati ospitati a Palazzo Foglia e al Centro Leoni di via XX Settembre, sarà effettuato nei giorni di giovedì 10 e venerdì 11 febbraio. Nelle operazioni di trasferimento

della Sanità Lombarda. Sul piano economico, l’incremento delle rette degli ospiti è un necessario adeguamento alle medie di mercato del nostro territorio, da tutti facilmente verificabile dal sito dell’ASL di Mantova; resta in essere la particolare agevolazione prevista dalla Convenzione originaria per i cittadini residenti a Quistello, le cui rette arriveranno nel 2018 al prezzo medio minimo di distretto del 2015. Per il Comune di Quistello, l’accordo prevede il versamento, da parte della Società, di 230.000 euro, a copertura delle spese sostenute dall’Ente principalmente per i costi per il personale comunale in questi mesi non impiegato, le cui unità ancora in capo al Comune hanno ripreso servizio alla casa di riposo lunedì 1 febbraio. La rinuncia del canone annuo di 5.000 euro sarà compensata dai maggiori lavori che la società si impegna a svolgere, ovvero la demolizione della palazzina occupata dalla ex rsa sull’area di proprietà comunale anziché la prevista ristrutturazione, che porterà a Quistello una struttura moderna, più adeguata alle attuali esigenze e, in considerazione degli eventi sismici – variabile certamente non trascurabile –, decisamente più sicura.

> GONZAGA <

Tutti uniti contro le nutrie!

Un confronto con cittadini e agricoltori. E’ stato di alto livello il dibattito proposto alcuni giorni fa dal Consorzio di bonifica Terre dei Gonzaga in destra Po presso la sala congressi della fiera Bovimac di Gonzaga, alla presenza degli amministratori dello stesso. Tra i temi più dibattuti quello della nutrie, una specie alloctona che ha dato corpo a una vera e propria “invasione” di aree rurali e non. Per contenerle il Consorzio sta destinando sempre più fondi, insieme alle provincie e a tutti gli enti locali. Quindi, focus sulla siccità nel bacino padano, con le contromisure studiate a livello locale dalla bonifica per prevenirne gli effetti: si valuta l’invaso anticipato delle rete per alzare artificialmente la falda a vantaggio di tutto l’ambiente e la predisposizione dell’impianto di Boretto per l’attingimento a livelli sempre più bassi. Hanno destato interesse anche il tema della rivisitazione in corso del piano di classifica sulla base delle linee guida emanate dalla Regione Lombardia, piano di classifica in cui si presta con attenzione ai depuratori ed alle vie di comunicazione. In merito ai danni da terremoto si è parlato dei ripristini avvenuti e dei programmi futuri per l’adeguamento sismico degli impianti di scolo di Moglia di Sermide con l’ipotesi della loro delocalizzazione. Fra i presenti anche i rappresentati della Coldiretti, della Confagricoltura e della CIA mantovane che hanno condiviso la necessità dell’informazione sulle attività dei consorzi di bonifica. Il presidente Ada Giorgi ha promesso altri incontri per percepire direttamente dagli interessati le problematiche del territorio ed esaminare eventuali idee per la loro risoluzione.

> PEGOGNAGA <

Jenny Gandolfi canta contro la SLA

> SUZZARA <

non è prevista alcuna sospensione dei servizi al cittadino. Contestualmente all’inaugurazione di domenica, a cui seguirà un rinfresco per tutti i partecipanti, torneranno fruibili la sala Consiliare, la sala Giunta e parte delle sale dedicate al Museo della Farmacopea. Il progetto che il Comune di Ostiglia aveva presentato è suddiviso in sette lotti. Restano da eseguire i lavori dei lotti F e G (la parte destra del palazzo), dove sono ubicati il museo della Farmacopea, il Centro per l’Impiego e alcune associazioni di volontariato ostigliesi. Per questi due lotti è in corso la richiesta di finanziamento.

Ecco lo sportello di Telefono Rosa E’ stata approvata di recente una convenzione tra il Comune di Suzzara e l’associazione Telefono Rosa per l’apertura di uno sportello a sostegno delle donne vittime di violenza. Le volontarie di Telefono Rosa Mantova saranno presso la sede municipale in Piazza Castello il secondo martedì di ogni mese, indicativamente dalle 15 alle 18, per svolgere le seguenti attività e servizi: sportello di ascolto e sostegno psicologico e legale, previo appuntamento, un pomeriggio al mese, per le donne vittime di violenze e maltrattamenti; informazioni sulle normative nazionali, regionali sulla violenza alle donne. L’Associazione si impegna a svolgere le suddette attività senza alcun fine di lucro e solo a fine Assistenziale.

La cantautrice mantovana Jenny Gandolfi

L’Aisla (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), con il patrocinio del Comune di Pegognaga e della Proloco Flexum organizza “Sono libera di amare”, una serata di spettacolo e cultura contro la Sla in programma sabato 14 febbraio al Teatro tenda. Dalle ore 18 tanti artisti daranno il proprio contributo perchè “la SLA non può ancora essere guarita ma con la SLA si può vivere”. Ci saranno la cantautrice Jenny Gandolfi, il chitarrista Franco Tidona, il Jazz Fabolous Quintet, i Ridillo, l’ex calciatore Marco Sguaizer, autore del libro “Senza limite alcuno” e recentemente insignito del Virgilio d’Oro dal Comune di Mantova. A presentare la serata ci sarà Chiara Panizza. Tutto il ricavato sarà devoluto all’Aisla di Modena.

Vasta gamma di autoveicoli aziendali e Km 0

NUOVA ESPOSIZIONE

Str. Abetone Brennero - POGGIO RUSCO (MN) p/o OFFICINA CAVALLINI LEO Str. Petrate 1/B - Polesine di Pegognaga (Mn) - tel. 0376 531560 - fax 0376 536955 - diceauto@alice.it


Gonzaga

Mantova - PAGINA 11 -

ALLA MILLENARIA LA 18ESIMA EDIZIONE DELLA FIERA EUROPEA DEDICATA AL CARPFISHING

CARPITALY, tutto il bello della PESCA! Gonzaga - MN

L

a più grande piazza commerciale d’Italia dedicata alla pesca alla carpa e al siluro, ma anche un luogo d’incontro per una comunità in fortissima crescita e un’occasione di dibattito, dove gli appassionati di pesca sportiva si fanno tutori dell’ambiente fluviale contro i fenomeni criminali che lo minacciano. Sabato 13 e domenica 14 febbraio torna, negli spazi della Fiera Millenaria di Gonzaga, “Carpitaly”, a il punto di riferimento a livello internazionale per il settore. Organizzato da Fiera Millenaria e “La Mincio”, Carpitaly diventa maggiorenne (questa è l’edizione numero 18) e propone un’edizione particolarmente ricca, non solo dal punto di vista commerciale, ma anche da quello dei contenuti. Oltre 12.000 metri quadrati di esposizione, 7 padiglioni e quasi 100 esposito-

18 EDIZIONE

L’ORIGINALE E INIMITABILE MOSTRA NAZIONALE DEL CARPFISHING E DELLA PESCA AL SILURO

LA LOTTA AL BRACCONAGGIO PROSEGUE Un anno dopo il convegno che ha unito mondo della pesca, forze dell’ordine e politica, al Carpitaly si torna a parlare di bracconaggio sul fiume Po, con un unico obiettivo: ottenere risposte concrete e un intervento normativo immediato. L’appuntamento è per sabato 13 febbraio alle 11.30 (sala convegni) quando la fiera aprirà i battenti proprio con una riflessione sul drammatico problema della pesca illegale, che rappresenta un danno ambientale ed economico, oltre che una vera e propria emergenza

w w w. c a r p i t a l y. i t

PROGRAMMA Per Info:

ganizzato da:

Fiera Millenaria di Gonzaga s.r.l. Via Fiera Millenaria, 13 46023 Gonzaga MN Tel. 0376 58098 Fax 0376 528153 info@fieramillenaria.it

Sabato 13 febbraio • 8.30 - Inaugurazione con la partecipazione di Miss Carpitaly 2015 • 10.30 - Best in Show: Canne da Pesca • 10.50 - Steno presenta: “Grazie a te” il nuovo brano di Steno che denuncia lo stato delle acque italiane • 11.00 - Roberto Ripamonti presenta: il libro “appunti di Carpfishing” e il gruppo Carp Brothers • 11.30 - Conferenza: “Bracconaggio 2.0 un anno dopo: i fatti” • 13.00 - Steno presenta: “Grazie a te” il nuovo brano di Steno che denuncia lo stato delle acque italiane • 13.15 - “Angolo del” con Riccardo Fanucchi esperienze in cava, le prove dell’accrescimento • 14.30 - Miss Carpitaly Gruppo Siluro Italia presenta: “L’ultimo lupo: da Ferrara a Saint Cassien” • 15.30 - Carp Fishing Italia: Incontro con le sedi perifericHe e resoconto attività 2015 “Angolo del” con Simone Bertoni ed il team KKarp: “dalle piccole acque ai grandi laghi d’oltralpe” • 16.30 - Best in Show: Boilies • 16.45 - Incontro sul palco con Massimo Mantovani e Roberto Ripamonti • Dalle 18.30 alle 21 Apericena del Carpista (presso padiglione 4) • 19.00 - Parco Notte

Domenica 14 febbraio • 10.10 - Best in Show: Materassini • 10.15 - Steno presenta “Grazie a te” il nuovo brano di Steno che denuncia lo stato delle acque italiane • 10.30 - “Angolo del” con Mattia Travasoni “sistemi di pasturazione in ampie aree” • 11.15 - Roberto Ripamonti presenta il libro “appunti di Carpfishing” e il gruppo Carp Brothers • 12.30 - “Angolo del” Riccardo Fanucchi esperienze in cava, le prove dell’accrescimento • 13.00 - Elezione di “Mister Siluro” • 14.30 - Best in Show: lettini e sedie • 14.45 - “Angolo del” “con Simone Bertoni ed il team KKarp: “dalle piccole acque ai grandi laghi d’oltralpe” • 15.30 - Incontro sul palco con Luisella Crivaro e Annabel Gura DATE E ORARI Sabato 13 febbraio dalle 8.30 alle 18.30 Domenica 14 febbraio dalle 8.30 alle 17.30 Inaugurazione sabato alle 8.30. BIGLIETTERIA Ingresso: 10 euro Abbonamento due giorni: 14 euro Si pu˜ evitare la coda acquistando il biglietto in prevendita su www.vivaticket.it INFO www.carpitaly.it www.fieramillenaria.it

Siamo presenti in fiera:

Padiglione 1 Stand 55-56

sicurezza. “Bracconaggio 2.0 un anno dopo: i fatti” è il titolo dell’appuntamento che vuole porre un punto al dibattito per passare alla verifica di azioni normative efficaci. Hanno risposto all’appello sei parlamentari e consiglieri regionali: Marco Carra (Camera dei Deputati, Commissione Agricoltura), Diego Crivellari (Camera dei Deputati, Commissione Trasporti), Guido Guidesi (Camera dei Deputati, Commissione Bilancio), Alan Fabbri (Consigliere Regione Emilia Romagna), Davide Tripiedi (Camera dei Deputati, Commissione Lavoro) e Vittorio Ferraresi (Camera dei Deputati, Commissione Giustizia). Al tavolo dei relatori anche il presidente nazionale della FIPSAS-Federazione Italiana Pesca Sportiva Claudio Matteoli. Modera Roberto Ripamonti, giornalista specializzato, pescatore e punto di riferimento nel settore per il suo impegno nella lotta al bracconaggio. TUTTE LE NUOVE ATTREZZATURE A Carpitaly espongono i maggiori produttori internazionali del settore. Si troveranno attrezzatura tecnica e abbigliamento specializzato per carpisti, editoria e media, istituzioni e associazioni nazionali, proposte di pescaturismo. La fiera è l’occasione per testare i nuovi prodotti ideati dalle maggiori case produttrici mondiali di tecnologia per la pesca sportiva. A valutarli sarà direttamente il pubblico attraverso i “Best in Show”, concorsi organizzati in

categorie dove ad essere premiati sono sia i prodotti che i giudici. C’è poi lo spazio “L’angolo di” per gli approfondimenti tecnici sui nuovi prodotti in commercio. INCONTRI E SPETTACOLI Appuntamento in fiera con i pescatori più amati che racconteranno a un pubblico di appassionati storie e aneddoti. Sul palco del Carpitaly si potrà incontrare i pionieri Massimo Mantovani e Roberto Ripamonti, che hanno introdotto il carpfishing in Italia, dando vita ad una disciplina che oggi conta decine di migliaia di adepti. Pesca in rosa, poi, con le campionesse internazionali Luisella Crivaro e Annabel Gura. Non manca l’intrattenimento: il rapper dei carpisti Steno, la proiezione di documentari sul mondo della pesca, l’elezione di Miss e Mister Carpitaly. In programma ci sono anche gare di lancio di precisione con la canna da pesca e show a tema. Si conferma, poi, l’iniziativa “Il lambrusco del carpista”: ai primi 500 che si iscriveranno sul sito www.carpitaly.it verrà consegnata, all’arrivo in fiera, una bottiglia di lambrusco delle Cantine di Gonzaga in edizione speciale. Grazie al parco notte nel Palasport è possibile passare l’intero week end a Carpitaly, pernottando in pieno stile carpista, ma in un ambiente coperto, riscaldato e dotato di docce e servizi. In fiera ci sono anche bar, pizzeria e ristorante tipico.

ReporterMN

13-14 Febbraio 2016

ri sono i numeri di una manifestazione che, ogni anno, richiama pubblico da mezzo continente e, in particolare, da Germania, Francia, Spagna e Austria. “Quella della pesca ricreativa – spiega il presidente di Fiera Millenaria Giovanni Sala - è una comunità ampia e unita, che va ben oltre il puro divertimento, ma unisce alla passione per la disciplina del carpfishing valori ambientali e di tutela del territorio. Per questo Carpitaly si distingue così tanto dalle altre fiere di settore ed è particolarmente amata”.

FOODS ®

SPACCIO AZIENDALE PRODUZIONE E VENDITA ARTICOLI E MANGIMI PER ANIMALI DI ALTA QUALITÀ ARTICOLI TECNICI PER LA PESCA CARPFISHING ORNITOLOGIA NICO FOODS SRL

V.le Vittorio Veneto, 44 - Redondesco (MN) Tel. 0376 954215 - www.nicofoods.it

T FISHIN R O G P S

AMO N G E CONS E SU ESCH O CAMP !!! GARA

Via Verri 18 - 42124 REGGIO EMILIA - Tel. 0522.1751733 cell. 333.5959726 e-mail: info@sportfishingshop.it - www.sportfishingshop.it


PAGINA 12

San Benedetto Po

QUESTA SETTIMANA DIAMO VOCE AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI, ALLE ASSOCIAZIONI E AI COMMERCIANTI DI

Mantova - PAGINA 12 Mantova

San Benedetto Po

IL SINDACO GIAVAZZI TRACCIA IL BILANCIO DEI SUOI DUE MANDATI

“IN QUESTI ANNI, HO TRASFORMATO IL MIO COMUNE IN CITTA’ IDEALE”

Marco Giavazzi

G

iavazzi, il suo mandato è giunto quasi al termine. E’ tempo di bilanci. “Effettivamente è così. Posso esprimere, però, un’enorme soddisfazione, perchè in questi due mandati ho modificato radicalmente la struttura della nostra comunità e di tutto il territorio circostante. Ho trasformato San Benedetto Po in una città ideale, adesso, infatti, è accessibile proprio a tutti e ho cercato di risolvere quelli che sono i problemi di una collettività. Ho pensato alla messa in sicurezza dell’intera cittadina e delle campagne circostanti e ho dato impulso all’organizzazione strutturale di

tutta San Benedetto Po. Ho pensato alla riqualificazione delle zone del centro, con un percorso a raggiera verso le numerose frazioni che caratterizzano il territorio. Come amministrazione abbiamo risistemato il centro storico, cercando di risistemare tutte le nostre comunità, dalla più grande alla più piccola. Posso dirmi, dunque, soddisfatto”. Operativamente, che cosa è stato fatto? “Come le dicevo, si è cercato di trasformare San Benedetto Po in una città ideale. Il patrimonio storico, in buona sostanza, è stato rifatto due volte. E questo perchè i lavori di ristruttura-

Tel. 0376 622165

Cell. 348 9228396

info@polirone.eu

www.polirone.eu

ReporterMN

Via Enrico Ferri, 115 San Benedetto Po MANTOVA

www.polirone.eu

…nel centro storico di San Benedetto Po

zione erano già quasi terminati pochi mesi prima del terremoto del 2012, che ha sconvolto tutti, come sappiamo. Siamo stati, però, il primo comune colpito dal terremoto a rimettersi in piedi. Oltre a questo, la mia amministrazione ha pensato anche ad una riqualificazione della parte ecologica del comune. Tutti gli stabili comunali, le scuole, la biblioteca e così via hanno subito un efficientamento energetico. Manca soltanto la scuola materna Giuseppe Garibaldi che verrà approntata al termine dell’anno scolastico. Abbiamo desiderato e voluto una San Benedetto ecologica, determinando così una fortissima riduzione dell’impatto ambientale di tutti gli stabili comunali, abbattendo così i costi dell’85% e l’impianto geotermico è stato sviluppato con una rete di telecomunicazioni destinato a tutte le sedi comunali e a coloro che vogliono ‘attaccarcisi’. Questo efficientamento energetico ha determinato, tra le altre cose, un abbattimento delle emissioni di anidride carbonica non indifferente. Secondo noi, questa è una parte fondamentale del pensare al bene della comuntà, che viene resa accessibile a tutti”. Dal punto di vista della tutela dei beni culturali cosa è stato fatto? “Come le dicevo il centro storico è stato risistemato due volte. Nel corso del tempo abbiamo implementato le attività didattiche e questo perchè pensiamo che il patrimonio storico-culturale sia e debba essere parte integrante della vita. Abbiamo voluto – e vogliamo – coinvolgere le famiglie e i più giovani, perchè si sentano a casa nel loro patrimonio storico. Abbiamo così messo a punto dei laboratori del divertimento perchè il gioco diventi occasione di formazione e perchè le persone si riappropri-

no del territorio. Grazie ad un bando abbiamo potenziato le possibilità della sala polivalente, portando un’esteriorizzazione dell’offerta per le attività della comunità, altrimenti impossibile per un comune”. Quali sono stati gli altri punti di forza della sua amministrazione? “Abbiamo installato più telecamere per la sicurezza dei cittadini e si è pensato anche ad un tavolo della sicurezza tra le forze dell’ordine”. Che cosa mi dice della gestione dei rifiuti? “Abbiamo pensato che fosse meglio riutilizzare, anziché creare rifiuti. E’ stata approntata una raccolta in funzione del territorio. Il ‘porta a porta’ viene ritirato ogni quindici giorni per alcuni materiali come vetro, lattine e carta. Il nostro però è un territorio di fortissima vocazione agricola con ben cento chilometri di strade. Abbiamo così pensato di aumentare i compostori a livello locale. L’umido viene così smaltito tramite i compostori o disperso sul terreno, permettendo ai concittadini di eliminare i rifiuti umidi di casa, portandoli nei cassonetti a chiavetta, evitando di doverli tenere in casa. Abbiamo così abbattuto le tariffe”. Se dovesse riassumere in pochi punti il suo mandato, cosa direbbe? “Direi: risparmio energetico, tutela

ambientale, riduzione della CO2, messa in sicurezza dei territori e cultura/istruzione concepita come parte fondamentale della vita di una comunità”. San Benedetto Po si contraddistingue per la sua bellezza. “Sì, indubbiamente, e a proposito di questo, il nostro comune è stato inserito tra i Borghi più belli d’Italia, a mio avviso a buon diritto. Questo, però, non è stato l’unico riconoscimento che abbiamo ricevuto. Tra i premi, voglio ricordare Ikon per la qualità dei musei; il premio a livello nazionale per il teleriscaldamento: siamo un piccolo comune che realizza un impianto che porta un risparmio alla comunità intera, mentre prima ne aveva uno che non portava nessuna utilità e consumava e basta”. Quali sono state le note dolenti del suo mandato? “Tutto questo è stato fatto nell’emergenza più totale, perchè questi sono stati i dieci anni peggiori di tutto il dopoguerra. Crisi economica, situazione geopolitica instabile, insicurezza politico-amministrativa, continue riforme e modifiche. In tutto questo, gli enti locali sono stati messi in enorme difficoltà. Invece di premiare

i comuni virtuosi, ci siamo trovati marchiati”. Quali sono per lei i motivi di orgoglio? “I dipendenti del comune, ai quali voglio dire grazie. Hanno lavorato come se non fosse successo nulla, dopo il terremoto. Gli uffici erano nei container e l’ufficio del sindaco nell’automobile, ma sono riusciti a erogare servizi come se niente fosse. Questa è l’Italia bella, che funziona. Ma di questo non si parla mai. Si parla sempre di un Paese marcio”. Che cosa ha significato per lei fare il sindaco? “Significa mettersi in gioco con una finalità che non è fare carriera, ma è fare il bene del paese che ami ed in cui sei nato. San Benedetto Po è me e io sono San Benedetto Po. Quando respiro, respiro San Benedetto Po. Sono orgoglioso di essere riuscito a portare a termine tutti gli obiettivi che mi ero prefissato. Se non ci fosse stato il terremoto, chissà cosa saremmo riusciti a fare oltre a questo”. (alb)

arredamentitruzzi@libero.it - www.arredamentitruzzi.it

PANIFICIO

CAVAZZOLI STENO & C. snc Tel. 0376 615546 mattino Tel. 0376 620249 pomeriggio

Strada Villa Garibaldi, 98 San Benedetto Po (MN)

ARREDAMENTI TRUZZI: VIA ARGINE ZARA, 59 - PORTIOLO DI S. BENEDETTO PO (MN) - Tel. 0376.611160


San Benedetto Po

RUOSI ATTILIO IDRAULICO

ReporterMN

PAGINA 13

Mantova - PAGINA 13 Mantova

• CONDIZIONAMENTO • RISCALDAMENTO • TRATTAMENTO ACQUE

Via D'annunzio, 2 San Benedetto Po (MN)

Tel. 0376 612336 Cell. 339 4841495 attilio.ruosi@alice.it

FEDERICA GUIDETTI “La nostra mission e’ far sentire a casa le persone che visitano il museo civico polironiano”

F

ederica Guidetti è la conservatrice del Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po, un vero e proprio gioiello nel cuore dell’Oltrepo. In questa intervista ci racconterà l’evoluzione del museo dagli anni Settanta ad oggi, e anche qualche curiosità. Guidetti, qual è la storia del Museo Civico Polironiano? “Il turismo a San Benedetto Po nasce circa quarant’anni fa, negli anni Settanta, con il Museo Civico Polironiano. La collezione era ed è relativa ai reperti ritrovati con i vari restauri che il museo ha subito. L’offerta culturale per anni è stata relativa al refettorio del monastero e a poco di più. Negli anni Ottanta, la sede museale ha necessitato di restauri e di un adeguamento degli impianti e in questa occasione sono emersi altri reperti. Tra il 2000 e il 2004, invece, il museo è rimasto chiuso e si è iniziato il recupero delle cantine. In questo preciso momento è avvenuta una chiave di svolta, perchè le modalità di fruizione sono cambiate radicalmente. Da questo momento in poi all’interno del Museo Civico Polironiano sono state ospitate grandi mostre che hanno attratto moltissimi visitatori. Il complesso monastico è stato così sempre valorizzato, perchè è rimasto continuamente aperto”. Quale è stato un altro momento importante per il Museo Civico Polironiano? “Sicuramente l’anno 2007, perchè il percorso di visita ha finalmente compreso le cantine, la chiesa, il refettorio, e il chiostro e si sono formati anche dei punti di riferimento per i turisti. Nel 2009, poi, è stato riaperto il Museo – anche se non è mai rimasto chiuso in toto, per permettere una fruizione seppur frammentaria ai turisti – e prima del terremoto del 2012 ogni parte era fruibile”. I percorsi tematici a chi erano rivolti principalmente?

ReporterMN

ALLA SCOPERTA DELLA BELLEZZA DI SAN BENEDETTO PO

CARPENTERIA METALLICA GMC di Frigeri C.&C. snc

V. L. Galvani, 5/7 - San Benedetto Po (MN) Tel. 0376 615115 Il monastero Benedettino

“I servizi culturali erano – e sono - pensati principalmente per le scuole, non solo mantovane – anzi – ma anche delle altre regioni limitrofe. Negli anni l’offerta per le scuole è stata migliorata ed ora ci sono persino percorsi tematici con laboratori tenuti da esperti per i bambini e i ragazzi delle scuole che vengono a visitare il Museo Civico Polironiano”. Quali altre novità sono state introdotte negli ultimi anni? “L’anno scorso è stato l’anno della ripresa, dopo il terremoto, con un sensibile aumento dei visitatori. Pochi mesi prima del sisma del 2012 era stato aperto un info point ‘Iat’ della provincia, esattamente come quello del centro di Mantova. In precedenza, l’info point era all’interno del museo, ed era poco fruibile dai turisti, perchè era poco visibile. Ultimamente, invece, anche grazie alla sinergia tra l’amministrazione e la Strada dei Vini e dei Sapori mantovani, è stato aperto un info point in una zona strategica, ben visibile, ossia nella piazza centrale del paese. Questo info point è un punto di riferimento non solo per chi visita San Benedetto Po, ma anche per tutta la zona dell’Oltrepo. Al suo interno è presente anche un

punto ‘ristoro’ dove è possibile degustare ed acquistare prodotti tipici del territorio. Credo che questo sia stato un salto di qualità ed è stato possibile grazie alla collaborazione fra pubblico e privato. La gestione è stata facilitata, perchè le aperture speciali con i soli dipendenti pubblici non sarebbero state possibili o comunque sarebbero state difficili. Attualmente stiamo raccogliendo i frutti degli sforzi dell’amministrazione, che nella cultura ha investito molto. Dopo il terremoto il museo è stato chiuso meno di un anno e credo che anche questo sia un enorme traguardo, dati i danni ingenti subiti a causa del sisma”. San Benedetto Po è la perla della Bassa padana. Ogni volta che si guarda la splendida piazza centrale si resta incantati. Ma i turisti se lo aspettano? “Devo dire che tutti rimangono stupiti e per tutti è una sorpresa. Molte persone capitano qui senza sapere cosa c’è: io li chiamo ‘turisti per caso’ e così è, ma nessuno rimane deluso. San Benedetto Po è stato elettro anche tra i Borghi più belli d’Italia ed entrare in questo circuito è stato molto importante. Quello che, come amministrazione, vogliamo di più è rendere i luoghi

di San Benedetto Po accessibili a tutti i turisti, e fruibili soprattutto alla cittadinanza”. Quali sono le iniziative che avete pensato per i cittadini di San Benedetto Po? “Ogni domenica organizziamo delle attività gratuite per le famiglie, in collaborazione con la biblioteca. Alcune volte ci sono degli eventi organizzati in collaborazione con Slow Food, per dare spazio anche all’arte culinaria di San Benedetto Po. Un’altra importante sinergia è quella con Giorgio Gabrielli, il famosissimo burattinaio dell’Oltrepo. Gli abbiamo concesso in uso alcuni ambienti che lui usa per la preparazione dei suoi spettacoli ed in cambio Gabrielli tiene delle attività didattiche per i bambini. Teniamo molto al fatto che i più piccoli vengano al museo e si sentano a casa. La soddisfazione più grande è quando sono i bambini a portare al museo i genitori e a condurli per le sale. Un altro grande progetto è quello pensato per i diversamente abili, che hanno a disposizione un operatore che organizza visite guidate ad hoc. Facciamo tutto questo perchè vogliamo che le persone che visitano il museo, si sentano a casa”. (alb)

Tirelli Tazio e Fausto s.n.c. CARPENTERIA San Benedetto Po (MN) Stradello Mescoli Tel e Fax: 0376.615343

MORANDI

di MORANDI MAURIZIO & LUIGI s.n.c.

CENTRO PROTESI DENTALE "VILLA GARIBALDI" di Acquaroni Giordano

Dir. San. Dott. Forghieri Roberto Autor. n. 1 Prot. n. 13032 del 10/10/94

Soluzioni per trattamenti protesici ed estetici dentali.

GARANTIAMO

QUALITÀ A COSTI CONTENUTI Risultato di una sinergia e ricerca di specialisti qualificati. Laboratorio odontotecnico interno, tempi ridotti. Si riceve per appuntamento, libero consulto

Str.llo Mescoli, 5 - Villa Garibaldi S. Benedetto Po (MN) - Tel.0376 620163

Macelleria Gastronomia Lucchini Sergio

Da Martedi a Giovedi 8.30 - 12.30 Venerdi e Sabato 8.30 - 12.30 / 15.30 - 18.30 È GRADITA LA PRENOTAZIONE

CARPENTERIA MORANDI V. Argine Secchia 14 - San Siro

SAN BENEDETTO PO (MN) T. 0376 612183 - morandi.snc@libero.it

7 Via Mazzinoi,- (MN) oP San Benedett

421

15 Tel. 0376 6


PAGINA 14 Salute&Benessere

Mantova - PAGINA 14 Mantova

,

MEDICI IN RIVOLTA E I RISCHI PER LA NOSTRA SALUTE

SANITA, SI TAGLIA!

SPECIALE

SALUTE & BENESSERE

C

ontinua a far parlare e a scatenare terrore nell’opinione pubblica la spending review, che ormai già dall’era montiana miete vittime. Tanti, tantissimi sono già stati i tagli a cui il nostro paese è stato sottoposto e a tutti i livelli. I settori più colpiti – anche perchè risultano essere anche i più deboli – sono l’istruzione e, naturalmente la sanità. Se da un lato la scuola preoccupa già da tempo, con i continui svilimenti da parte dei più disparati governi da anni ed anni, adesso è la sanità la preoccupare i più. Come per l’istruzione – e per molti altri settori – la tendenza generale è quella di privatizzare, di rendere cioè “privato” ciò che prima era “pubblico”, e di seguire in sostanza quello che è il modello americano. Quest’ultimo è infatti, basato su una forte iniziativa da parte dei singoli cittadini che devono provvedere – pagando s’intende – all’istruzione e alle cure mediche. Quali sono però le differenze sostanziali? Le università statunitensi, che siano pubbliche o private, costano – è innegabile - decine di migliaia di dollari, ma chiunque si iscriva a scuola partecipa di diritto ai bandi per le borse di studio che garantiscono l’intera copertura delle spese scolastiche. Le borse di studio in Italia, invece, sono rarissime e coprono appena il costo delle tasse universitarie. Le cure mediche negli Stati Uniti vengono erogate solo

previa presentazione di un’assicurazione sanitaria e questo ha portato nella storia a grandi ingiustizie da un punto di vista sociale, per cui poteva essere curato solo chi poteva permetterselo. Barak Obama ha attuato, nel suo ultimo mandato, una riforma della sanità con lo scopo di “appianare” queste differenze. Gli americani, però, hanno una pressione fiscale bassissima, che probabilmente permette ad una famiglia con un reddito “medio” di poter sostenere le spese di un’assicurazione sanitaria. In Italia, invece, la pressione fiscale non fa altro che “strozzare” i cittadini, che si trovano a dove pagare una percentuale altissima di tasse ed inoltre tra poco dovranno provvedere di tasca loro per pagare le cure mediche. Dopo le ultime dichiarazioni del ministro Lorenzin, il mondo della sanità è in i fibrillazione perchè il decreto – legge vuole tagliare 208 esami reputati “inutili” per evitare gli sprechi. I sindacati sono inevitabilemente sul piede di guerra e a nulla valgono le rassicurazioni del Ministro Lorenzin sul fatto che non ci sara’ alcuna caccia al medico. Secondo Stefano Cecconi, responsabile Politiche della salute della Cgil nazionale, “le prestazioni fornite dal Servizio sanitario nazionale devono essere appropriate ma è inaccettabile scaricare la responsabilità e il costo sulle spalle del cittadino che viene costretto

a pagare. Così come l’appropriatezza di un esame non si realizza per decreto”. A rischio, secondo la Cgil, ci sarebbe la garanzia dei livelli essenziali di assistenza condizionata pesantemente dai tagli alla sanità. Forti preoccupazioni per quello che riguarda il decreto anche da parte dell’Anaao Assomed: “Non è compito della politica - commenta il Segretario Costantino Troise - definire i criteri dell’appropriatezza clinica, valore in cui pure ci riconosciamo, invadendo l’autonomia e la responsabilita’ dei medici”. Secondo il segretario della Fimmg Giacomo Milillo il decreto è “sbagliato e inutile, uccide la professione del medico e espropria la sua funzione nel sistema sanitario e nella società”. Il timore del Governo è – di fatto – che i medici prescrivano esami inutili anche per il timore di ripercussioni in sede civile e legale. Il Codacons ha lanciato critiche alle conclusioni cui è giunta la Commissione Consultiva in materia di medicina difensiva, presentate dal Ministro Lorenzin. Spiega l’associazione dei consumatori che “il voler considerare la responsabilità professionale dei medici dipendenti e convenzionati di strutture sanitarie come extracontrattuale, abbassando la prescrizione da 10 a 5 anni e invertendo l’onere della prova del danno a carico del paziente, va contro le disposizioni della Cassazione”. Sarebbe

invece condivisibile, considerando la difficoltà della professione medica “la limitazione dell’azione di rivalsa da parte della struttura sul medico dipendente” e apprezzabile anche “la conciliazione obbligatoria con accertamento tecnico preventivo in caso di danni da malpractice”, sempre se questo accertamento, se positivo, porti al risarcimento immediato a favore del paziente danneggiato. “Il medico deve essere in grado di poter lavorare nella massima libertà morale e professionale - aggiunge il Codacons - Ma questo non può certo avvenire a danno dei pazienti”. Il giro di vite chiama in causa la sanità privata. Si presuppone che con i tagli del pubblico molti pazienti si rivolgeranno al settore privato. Per Gabriele Pelissero, presidente dell’Associazione italiana ospedalità privata ben venga l’esodo: “È presumibile che, nel momento in cui il Ssn riduce la fascia di copertura per una serie di prestazioni, una parte dei cittadini, soprattutto chi può permetterselo, si rivolga all’acquisto diretto. Noi siamo comunque pronti”. La situazione della sanità italiana è dunque molto preoccupante, soprattutto perchè la popolazione è sempre più in difficoltà economica e ci si chiede come faranno le fasce più deboli ad affrontare le spese per le cure mediche. Il rischio è quello che la gente rinunci – ancora di più di quello che già accade – a curarsi.

ECCO I 208 ESAMI INUTILI A CARICO DEL CITTADINO

E IO PAGO... • Estrazione di dente deciduo • Estrazione di dente permanente • Altra estrazione chirurgica di dente • Ricostruzione dente mediante otturazione fino a due superfici • Ricostruzione dente mediante otturazione a tre o più superfici • Ricostruzione di dente mediante intarsio • Applicazione di corona • Applicazione di corona in lega aurea • Altra applicazione di corona • Applicazione di corona e perno • Altra applicazione di corona e perno • Inserzione di ponte fisso • Inserzione di protese rimovibile • Altra inserzione di protesi rimovibile • Inserzione di protesi provvisoria • Altra riparazione dentaria • Impianto di dente • Impianto di protesi dentaria • Terapia canalare in dente monoradicolato • Terapia canalare in dente pluriradicolato • Apicectomia altri interventi su denti,

AMA IL TUO CORPO E RISPETTALO è il tempio in cui vivi, è ciò che ti è più vicino

ACIDO POLILATTICO

Beauty & Clinic center

I SERVIZI

scopri i nostri trattamenti correttivi contro l'invecchiamento cutaneo a base di

Acido Polilattico

• Dimagrimento • Massaggi corpo e viso • Trattamento viso • Trattamenti liporiducente • Abbronzatura • Manicure • Pedicure • Ricostruzione unghie • Smalti semipermanenti • Percorsi personalizzati dimagrimento con macchinari • Make up permanenti • Trucco sposa • Epilazione permanente • Vasca termale • SHIATSU • Fotoringiovanimento • Osteopatia • Nutrizionista • Fisioterapia • Riflessologia plantare • Ginnastica pelvica • Corso preparto • Pilates - yoga • Allenamento personalizzato • Chirurgia Estetica • Depilazione definitiva • Naturopatia Via Parenza Bassa, 23 - Borgo Virgilio (MN) - Tel. 0376 448123

www.maisonducorps.it -

E’ molto importante essere informati su cosa accadrà ben presto con il decreto Lorenzin. Di seguito elencheremo tutti e i 208 esami – anche se alcune diciture sono incomprensibili se non si è “del mestiere” - che necessariamente saranno a carico del cittadino e non più del sistema sanitario nazionale, perchè ritenuti troppo costosi e – fondamentalmente – inutili.

gengive e alveoli • Gengivoplastica (chirurgia parodontale) • Asportazione di lesione o tessuto della gengiva • Levigatura delle radici • Intervento chirurgico preprotesico • Asportazione di lesione dentaria della mandibola • Trattamento ortodontico con apparecchi mobili

• Trattamento ortodontico con apparecchi fissi • Trattamento ortodontico con apparecchi ortopedico funzionali • Riparazione di apparecchio ortodontico radiologia diagnostica • Tomografia computerizzata (tc) del rachide e dello speco vertebrale • Tomografia computerizzata (tc) del rachide e dello speco vertebrale senza e con contrasto

• Tomografia computerizzata (tc) dell’arto superiore tc • Tomografia computerizzata (tc) dell’arto superiore senza e con contrasto • Tomografia computerizzata (tc) dell’arto inferiore • Tomografia computerizzata (tc) dell’arto inferiore senza e con contrasto • Risonanza magnetica nucleare (rm) della colonna


Salute&Benessere • Risonanza magnetica nucleare (rm) della colonna senza e con contrasto • Risonanza magnetica nucleare (rm) muscoloscheletrica • Risonanza magnetica nucleare (rm) muscoloscheletrica senza e con contrasto • Densitometria ossea con tecnica di assorbimento a raggi x • Densitometria ossea con tecnica di assorbimento a raggi x total body prestazioni di laboratorio • 11 Deossicortisolo • Acido 5 idrossi 3 indolacetico • Acido delta aminolevulinico • Ala deidrasi eritrocitaria • Alanina aminotransferasi • Albumina • Aldolasi • Alfa amilasi • Alfa amilasi isoenzimi • Androstenediolo glucuronide • Aspartato aminotransferasi • Calcio totale

• Colesterolo hdl • Colesterolo ldl • Colesterolo totale • Creatinchinasi (cpk o ck) • Creatinina clearance • Cromo • Enolasi neuronespecifica • Ferro • Fosfatasi acida • Fosfatasi alcalina • Fosfatasi alcalina isoenzima osseo • Fosfato inorganico • Lattato deidrogenasi • Lipasi • Magnesio totale • Mioglobina • Potassio • Proteine • Sodio • Sudore • Trigliceridi • Urato

• Urea • Alfa 2 antiplasmina • Anticorpi anti microsomi o anti tireoperossidasi • Antigene carboidratico 125 • Antigene carboidratico 15.3 • Antigene carboidratico 19.9 • Antigene carcino embrionario • Antigeni hla • beta tromboglobulina • Cyfra 21-1 • Eparina • Fenotipo rh • Glicoproteina ricca in istidina • Gruppo sanguigno abo e rh • Ige specifiche allergologiche: quantitativo • Ige specifiche allergologiche: screening multiallergenico qualitativo • Igg speicifiche allergologiche • Inibitore attivatore del plasminogeno • Tempo di protrombina • Tempo di tromboplastina parziale

• Test di aggregazione piastrinica • Test di resistenza alla proteina c attivata • Tipizzazione genomica hla-a • Tipizzazione genomica hla-a mediante sequenziamento diretto • Tipizzazione genomica hla-b • Tipizzazione genomica hla-b mediante sequenziamento diretto • Tipizzazione genomica hla-c • Tipizzazione genomica hla-c mediante sequenziamento diretto • Tipizzazione genomica hla-dp mediante sequenziamento diretto • Tipizzazione genomica hla-dpa1 ad alta risoluzione • Tipizzazione genomica hla-dpb1 ad alta risoluzione • Tipizzazione genomica hla-dq mediante sequenziamento diretto • Tipizzazione genomica hla-dqa1 ad alta risoluzione

PAGINA 15

Mantova - PAGINA 15 Mantova • Tipizzazione genomica hla-dqb1 a bassa risoluzione • Tipizzazione genomica hla-dqb1 ad alta risoluzione • Tipizzazione genomica hla-dr mediante sequenziamento diretto • Tipizzazione genomica hla-drb a bassa risoluzione • Tipizzazione genomica hla-drb ad alta risoluzione • Tipizzazione sierologica hla classe 1 • Tipizzazione sierologica hla classe 2 • Trombossano b2 • Viscosità ematica • Campylobacter antibiogramma • Campylobacter da coltura identificazione biochimica • Campylobacter esame colturale • Chlamydie ricerca diretta (e.I.A.) • Chlamydie ricerca diretta (i.F.) • Chlamydie ricerca diretta mediante ibridazione • Miceti anticorpi

• Miceti (lieviti) antimicogramma da coltura • Salmonelle da coltura identificazione biochimica e sierologica di gruppo • Salmonelle da coltura identificazione sierologica • Shigelle da coltura identificazione biochimica e sierologica • Virus epatite b (hbv) anticorpi • Virus epatite b (hbv) antigene • Virus epatite delta (hdv) antigene • Analisi citogenetica per patologia da fragilità cromosomica • Analisi citogenetica per ricerca siti fragili • Analisi citogenetica per scambi di cromatidi fratelli • Analisi citogenetica per studio mosaicismo cromosomico • Analisi citogenetica per studio riarrangiamenti cromosomici indotti • Analisi del dna ed ibridazione con sonda molecolare

• Analisi del dna per polimorfismo • Analisi di mutazione del dna con reazione polimerasica a catena e elettroforesi • Analisi di mutazione del dna con reazione polimerasica a catena e ibridazione con sonde non radiomarcate • Analisi di mutazione del dna con reazione polimerasica a catena e ibridazione con sonde radiomarcate • Analisi di mutazione del dna con reverse dot blot • Analisi di polimorfismi • Analisi di segmenti di dna mediante sequenziamento • Cariotipo ad alta risoluzione • Cariotipo da metafasi di fibroblasti o di altri tessuti • Cariotipo da metafasi di liquido amniotico • Cariotipo da metafasi linfocitarie • Cariotipo da metafasi spontanee di midollo osseo • Cariotipo da metafasi spontanee di villi coriali • Colorazione aggiuntiva in bande: actinomicina d • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio c • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio g • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio g ad alta risoluzione • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio nor • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio q • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio r • Colorazione aggiuntiva in bande: bandeggio t • Colorazione aggiuntiva in bande: distamicina a • Coltura di amniociti • Coltura di cellule di altri tessuti • Coltura di fibroblasti • Coltura di linee cellulari stabilizzate con virus • Coltura di linee linfocitarie stabilizzate con virus o interleuchina • Coltura di linfociti fetali con pha • Coltura di linfociti perifierici con pha o altri mitogeni • Coltura di materiale abortivo • Coltura semisolida di cellule emopoietiche bfu-e, cfugm, cfugemm • Coltura di villi coriali a breve termine • Coltura di villi coriali • Coltura per studio del cromosoma x a replicazione tardiva • Conservazione di campioni di dna o di rna • Crioconservazione in azoto liquido di colture cellulari • Crioconservazione in azoto liquido di cellule e tessuti • Digestione di dna con enzimi di restrizione • Estrazione di dna o di rna • Ibridazione con sonda molecolare

• Ibridazione in situ (fish) su metafasi, nucleinterfasici, tessuti mediante sequenze genomiche in yac • Ibridazione in situ (fish) su metafasi, nucleinterfasici, tessuti mediante sonde molecolari a singola copia in cosmide • Ibridazione in situ (fish) su metafasi, nucleinterfasici, tessuti mediante sonde molecolari alfoidi ed altre sequenze ripetute • Ibridazione in situ (fish) su metafasi, nucleinterfasici, tessuti mediante sonde molecolari painting • Ricerca mutazione (dgge) • ricerca mutazione (sscp) • sintesi di oligonucleotidi • Analisi del dna cellulare per lo studio citometrico del ciclo cellulare e della ploidia dermatologia allergologica • Esame allergologico strumentale per orticarie fisiche • screening allergologico per inalanti • Test epicutanei a lettura ritardata (patch test) • Test percutanei e intracutanei a lettura immediata medicina nucleare • Tomoscintigrafia miocardica (pet) di perfusione a riposo e dopo stimolo • Tomoscintigrafia cerebrale (pet) studio qualitativo • Tomoscintigrafia cerebrale (pet) studio quantitativo • Radioterapia stereotassicsa

"Tutta la bellezza che sogni"

Vendita al dettaglio e all’ingrosso

COSMETICI PROFESSIONALI VISO - CORPO - CAPELLI

presenti su Facebook Instangrams, seguiteci…

Via Mazzini, 91 - Castiglione delle Stiviere (MN) Tel. e Fax 0376/631103 - cosmetici.prof@gmail.com

Farmacia Montanini

VIA LEVACHER, N° 7 - COLORNO (PR) VIA LOVARA, N° 1/A - S. MARTINO D/ARGINE (MN) TEL. 0521 815005 - 0376 929304 FAX. 0521 313596 - 0376 928893

di Montanini Dott. Paolo (Ex Farmacia Popolare)

info@centromedicosantamargherita.it

ReporterMN

POLIAMBULATORIO PRIVATO

• VISITE SPECIALISTICHE • DIAGNOSTICA ECOGRAFICA E RADIOLOGICA • FISIOTERAPIA E TERAPIE FISICHE • ODONTOIATRIA E IMPIANTOLOGIA

• Irradiazione cutanea totale con elettroni per linfoma cutaneo terapia fisica, terapia respiratoria, riabilitazione e procedure correlate (escluso: le procedure di terapia fisica disganostica sottoelencate quando effettuate come parte di una visita generale specialistica) • Esercizi respiratori per seduta individuale • Esercizi respiratori per seduta collettiva • Tomoscintigrafia globale corporea (pet) • irradiazione cutanea totale con elettroni • Terapia palliativa del dolore da metastasi ossee intubazioni e irrigazioni non operatorie • Ablazione tartaro • Sigillatura dei solchi e delle fossette sostituzione e rimozione di sussidio terapeutico • Rimozione di protesi dentale altre procedure non operatorie • Immunizzazione per allergia • Immunizzazione per malattia autoimmune miscellanea di procedure fisiche • Terapia a luce ultravioletta altre procedure varie • Splintaggio per gruppo di 4 denti • Trattamenti per applicazione di protesi rimovibile

LA RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO Riabilitazione uro-ginecologica aperto dal lunedì al venerdì: 9:00-12:30 / 15:00 - 19:30

www.centromedicosantamargherita.it

NUOVA GESTIONE

...la linea igiene quotidiana per la mamma, per il bambino e per la famiglia, al top della qualità per dolcezza e sicurezza.

mambaby.com

• Misurazione pressione gratuita • Democosmesi • Fitoterapia • Omeopatia • Protesica-Sanitaria ausili per Anziani • Elettromedicali • Vendita e consulenza farmaco e parafarmaco, ed educazione sanitaria • Autoanalisi • Infanzia consulenza specializzata • Consegne adomicilio • Prenotazioni al CUP

Via G. Arrivabene, 75 - MN - Tel. /Fax 0376 322289 farmacia.montanini@gmail.com Farmacia Montanini Da lunedì al sabato 8.30/12.30 - 15,30/19.30 - Domenica chiusi


Mantova Speciale

PAGINA Mantova 11

Auto&Moto

SPECIALE

AUTO & MOTO

Gli italiani spendono in media 600 euro per la manutenzione. Siamo dietro solo all’Olanda

AUTO MIA, ma quanto mi costi?

A

vete mai calcolato quanto spendete ogni mese per la gestione e la manutenzione della propria auto? Ve lo diciamo noi, circa 600-700 euro! Una cifra altisonante che porta l’Italia ad avere un poco invidiabile primato: è il secondo più caro in Europa, dietro solo ai Paesi Bassi, per il costo medio di mantenimento delle autovetture, anche a causa del prezzo della benzina che è il più alto nel vecchio continente. E’ quanto emerge dal “Car-

RC AUTO, QUESTIONE DI… CLASSE!

- PAGINA 17 -

Cost Index” di LeasePlan, uno studio sui costi di proprietà e di utilizzo dei veicoli a motori

condotto in 11 Paesi europei. A determinare l’elevato costo medio di un’auto in proprietà

assicurati aventi identiche caratteristiche di rischio del soggetto che stipula il nuovo contratto”. Alle compagnie, inoltre, lo stesso emendamento vieta “di differenziare la progressione e la attribuzione delle classi di merito

interne in funzione della durata del rapporto contrattuale tra l’assicurato e la medesima impresa, ovvero in base a parametri che ostacolino la mobilità tra diverse compagnie assicurative”. Nel ddl concorrenza si rafforza

Se si decide di cambiare compagnia assicurativa per la propria polizza Rc auto, non si rischierà più di vedersi retrocessi nella classe di merito - e quindi di pagare un premio più alto perché nuovi clienti. Lo prevede un emendamento al ddl concorrenza approvato in commissione Industria al Senato in cui si scrive che le imprese assicurative “devono garantire, nell’ambito della classe di merito, le condizioni di premio assegnate agli

QUATTRORUOTE FA…60! E festeggia con una Concept car

in Italia (634 euro per le auto a benzina e 639 per le diesel), oltre al caro-carburante, secondo l’indagine, sono anche gli alti costi di assicurazione e delle tasse di proprietà. Al primo posto nella graduatoria europea ci sono i Paesi Bassi, con una spesa media mensile di 660 euro al mese per la benzina e di 805 per un’auto diesel. In Germania (418 euro al mese per la benzina e 454 per il diesel) e nella Repubblica Ceca (406 e 455 euro) invece, i costi mensili sono significativamente inferiori. Per chi guida un’auto diesel, il costo può subire variazioni fino a 350 Euro al mese tra i diversi paesi europei. “Consigliamo sempre agli automobilisti - spiega Gavin Eagle, direttore commerciale di LeasePlan Italia, in una dichiarazione rilasciata all’Ansa - di considerare il quadro generale quando decidono se acquistare o noleggiare un’auto, sia di seconda mano che nuova. E’ importante far bene i conti globali che spesso non sono trasparenti quando si parla di un’auto in proprietà. Ecco perché il noleggio si sta affermando sempre più una soluzione alternativa al problema, capace di preventivare tutti i costi in modo chiaro e trasparente. In questo modo è possibile guidare un’auto nuova pagando una canone mensile predeterminato”. anche il meccanismo antitruffa legato all’identificazione di falsi testimoni negli incidenti stradali. Nelle controversie civili promosse per l’accertamento della responsabilità e per la quantificazione dei danni, il giudice trasmette un’informativa alla procura della Repubblica, in relazione alla ricorrenza dei medesimi nominativi di testimoni “presenti in più di tre sinistri negli ultimi cinque anni registrati nella banca dati sinistri”. Lo prevede un emendamento approvato dalla commissione Industria del Senato che va a sostituire la precedente previsione secondo la quale l’informativa del giudice partiva quando i testimoni erano “già chiamati in più di tre cause concernenti la responsabilità civile da circolazione stradale”.

Una copertina di Quattroruote del 1961

Si chiamerà Shiwa, dal giapponese piega, l’originale concept car a guida autonoma che Quattroruote esporrà nel proprio stand al prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo). La presentazione delle prime immagini è avvenuta nel corso del Quattroruote day, tra Vip del mondo dell’auto come Luca Cordero di Montezemolo e Walter De Silva e i principali rappresentanti delle Case automobilistiche presenti in Italia. Nel cuore della nuova Milano dei grattacieli, in una giornata di convegni e di riflessione sul mondo dell’auto che ha celebrato i sessant’anni della rivista motoristica edita dalla Domus, Gian Luca Pellegrini, direttore della testata, ha spiegato i concetti cardini di uno studio che nasce dalla collaborazione di Quattroruote con l’Istituto Europeo di Design di Torino, in linea con “l’innovazione e la capacità di rottura presenti nel codice genetico del giornale”, e per dimostrare che “l’auto è ancora un simbolo di indipendenza e di progresso”. Progettata dagli studenti dello IED, la show car propone concetti veramente nuovi, come ha chiarito Riccardo Balbo, direttore della scuola piemontese. “Abbiamo sfidato gli studenti del master nell’immaginare un’auto a guida autonoma partendo dal design. È una concept car dalle forme realizzate piegando i materiali, da qui il nome Shiwa, che in giapponese significa piega. È un’auto che riconosce l’utente, che avrà quattro motori elettrici, con batterie sul pianale e un abitacolo da carrozza”. Al Quattroruote Day sono state presentate altre iniziative che animeranno l’anno celebrativo della testata, che oggi conta 3 milioni di lettori, 4,5 milioni di utenti unici su internet e un network di sedici riviste internazionali.

Equostime

Lo Studio Equostime opera da quarantanni sul mercato assicurativo e Le offre la propria esperienza, proponendoLe la soluzione migliore alle Sue esigenze nella gestione del sinistro. Equostime è uno Studio di servizi assicurativi INDIPENDENTE dedicato a tutti gli utenti della strada. Per informazioni e colloquio gratuito presso lo Studio in Mantova con parcheggio interno, contattare in ore ufficio il titolare geometra Cesare Truzzi al numero 338 2000034 o scrivere a equostime@email.it lasciando un recapito telefonico e sarete presto ricontattati.

338 2000034 - equostime@email.it

Equostime di Truzzi geometra Cesare

• • • • • • • •

RIPARAZIONI AUTO, CAMION E RIMORCHI RIPARAZIONI ALLESTIMENTI SABBIATURA VERNICIATURA INDUSTRIALE TAGLIANDO AUTO VETTURA DI CORTESIA DISBRIGO PRATICHE ASSICURATIVE RICARICA ARIA CONDIZIONATA

ReporterMN

Ha subito un incidente stradale con o senza responsabilità? Deve riparare o sostituire la Sua auto danneggiata? Desidera sapere se il Suo assicuratore ed il riparatore Le stanno proponendo con competenza e professionalità tutte le indicazioni al fine di ottenere il GIUSTO RISARCIMENTO?

CARROZZERIA SOCCORSO STRADALE 24H

De Giorgi Massimo 347 5919799 Via Marconi, 6 - Motteggiana (Mantova) Tel. e fax 0376 527778 - truckandcar@libero.it


PAGINA 18

Verona

Mantova - PAGINA 18 Mantova

Una fiera sempre più internazionale che attira buyers da tutto il mondo

DAL 24 AL 28 FEBBRAIO RITORNA A VERONA “PROGETTO FUOCO”

A

l via dal 24 al 28 febbraio 2016 nel quartiere fieristico di Verona Fiere, il Progetto Fuoco-Mostra internazionale di impianti e attrezzature per la produzione di calore ed energia della combustione di legna, giunta quest’anno ormai alla sua decima edizione. La manifestazione, a cadenza biennale dal 2000 - la prima edizione risale al 1999 - si conferma non solo come impre-

scindibile punto di riferimento e appuntamento obbligato per il comparto del riscaldamento a legna, ma anche come l’unico evento mondiale a ciclo completo nel settore, con una vocazione sempre più internazionale e un’attenzione crescente verso uno dei distretti più significativi dell’economia del territorio. Luogo di incontro privilegiato tra la produzione Made in Italy e Made in Europe, data la for-

te presenza di aziende estere in tutte le edizioni e la domanda internazionale, a Progetto Fuoco è prevista una consistente presenza di buyer provenienti da tutti i principali mercati del mondo, sia tradizionali che emergenti. I visitatori e gli operatori del settore, provenienti da tutte le regioni dell’Italia e da moltissimi Paesi del mondo, nel 2014 sono stati circa 75.000 ma si prevede un incremento consistente per l’edizione 2016. A riprova di una crescita esponenziale della manifestazione nel corso degli anni parlano i numeri: una superficie espositiva di 105.000 mq (a fronte degli 85.000 dell’edizione 2014 e degli 11.000 del 1999), oltre 750 espositori (ossia +15%, infatti erano 653 di cui 248 esteri nel 2014 e 145, di cui 41 esteri, nella prima edizione del 1999) dei quali circa 300 esteri provenienti da 37 Paesi (Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Canada, Cina, Croazia, Danimarca, Egitto, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Malesia, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Sud Corea, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria). Apparecchi di riscaldamento moderni e tradizionali caldaie, pellet e legna, macchine per pellet e grandi impianti a biomassa, materiali e componenti tecnici, fumisteria i settori merceologici in mostra nei sette i padiglioni espositivi e nelle grandi aree esterne della Fiera di Verona che ospita Progetto Fuoco. Più nello specifico: caminetti, rivestimenti e inserti per caminetto, termocamini ad aria e ad acqua, stufe a pellets, stufe a legna, stufe ad accumulo termico, cucine a legna, termocucine in muratura, barbecue, accessori per caminetti, legna, pellets, tronchetti, mattonel-

le, accendifuoco, prodotti per la pulizia, caldaie a pellets, a legna pezzata e a biomasse, bruciatori a pellets e per combustibili triti, impianti e sistemi

“chiavi in mano”, silos per stoccaggio, macchine per la produzione del pellets e spaccalegna, comignoli e camini, condotti da fumo, accessori per fumisteria,

FEBBRAIO

mese delle OCCASIONI

su TUTTE le STUFE a legna e a pellet in ESPOSIZIONE • STUFE • CAMINETTI • CALDAIE • LEGNA • PELLET • BRICCHETTI • ACCESSORI VARI

ReporterMN

ACCENDIFUOCO, ANTIFULIGGINE, DETERGENTE VETRI, STUFE/CAMINI, ASPIRACENERE E... TANTO ALTRO

Via IV Novembre, 48 - Piubega (MN) - Tel./fax 0376 655327 info@caminettivanoni.it - www.caminettivanoni.it

bentornati a casa… Via Cadellora, 4/6 - Gonzaga (MN) Tel. 0376 58274 (r.a.) - Fax 0376 588119 info@calzolarisrl.it - Edilcalzolari

materiali refrattari, maioliche, ceramiche, strumenti di misura e controllo, servizi di fumisteria, studi di fattibilità e progettazione, associazioni di settore.


Verona Per ciò che riguarda caminetti e stufe, va rimarcato come negli ultimi anni le aziende si siano sempre più avvalse della collaborazione di noti designer internazionali per affiancare a prodotti dall’estetica tradizionale, modelli ad alto tasso di design in linea con le più attuali tendenze del mondo dell’arredamento. Importante è evidenziare che in Fiera verranno presentati oltre 250 prodotti funzionanti grazie ad un apposito impianto di aspirazione dei fumi. Significative le parole di Raul Barbieri e di Ado Rebuli: “Progetto Fuoco, che quest’anno raggiunge la decima edizione, è divenuto anno dopo anno il più importante evento mondiale nel settore del riscaldamento a legna” spiega Raul Barbieri, Direttore di Piemmeti spa, società organizzatrice dell’evento. “Si tratta di una manifestazione unica nel suo genere, con numeri di assoluto rilievo. 750 aziende espositrici, delle quali 300 estere, su 105.000 metri quadrati di superficie espositiva e con oltre 250 prodotti funzionanti, grazie ad un sofisticato impianto di aspirazione fumi. Numeri promettenti che ci por-

Mantova - PAGINA 19 tano a sperare di superare le 75.000 presenze di operatori e visitatori della scorsa edizione”. Sottolinea Ado Rebuli, Presidente di Piemmeti spa “Queste le premesse e le attese di una Fiera che arriva alla sua decima edizione in un momento particolarmente favorevole. I dati del settore sono da anni positivi, a testimoniare la vitalità di un comparto vivace al quale il mondo dell’energia si rivolge sempre più con motivata attenzione. Fattori quali l’economicità, la sostenibilità e non ultimo l’accesso agevolato agli incentivi, offrono una visione del comparto assolutamente positiva e convincente, a cui ora si aggiungono prestazioni eccellenti e design di qualità. Prospettive nuove e vantaggiose - conclude Rebuli - per un mercato sempre più esigente in termini di risparmio energetico e rispetto per l’ambiente e la persona”. A corollario della manifestazione, un nutritissimo programma di convegni, seminari, tavole rotonde, corsi, workshop e incontri a tema, oltre al concorso “Il caminetto la stufa e lo spazio attorno” con il patrocinio dell’ADI.

UNA VOCAZIONE INTERNAZIONALE Il Made in Italy si fa conoscere in tutto il globo

La vocazione internazionale della Fiera “Progetto Fuoco” è sottolineata e confermata nel 2016, come ogni anno, dalle numerosissime presenze straniere, sia per ciò che riguarda i visitatori, che per ciò che rigurda i buyers. L’attenzione è rivolta verso uno dei distretti più significativi dell'economia del territorio. Progetto Fuoco si configura essere una grandissima opportunità per le aziende aderenti alla manifestazione che potranno contare sulla presenza di operatori provenienti da mercati consolidati, i principali mercati di sbocco della produzione Made in Italy. Anche se l'organizzazione ha puntato molto anche sulle nuove realtà in crescita come i Paesi balcanici, dell'Est europeo e dell'Asia Centrale e Medio Oriente. “Le prospettive sembrano davvero interessanti – afferma Raul Barbieri, direttore di Piemmeti spa – e possiamo contare su una macchina organizzativa e un format ormai consolidati. Ci teniamo inoltre a ribadire il rapporto fuori dal comune che in questi anni la nostra struttura ha intessuto con le aziende espositrici e che, a nostro avviso, costituisce un enorme valore aggiunto. Avere obiettivi e valori condivisi ci ha portati a sviluppare un percorso di crescita e buoni risultati che faremo di tutto per ribadire”. Attraverso Progetto Fuoco, infatti, le aziende italiane del settore che si contraddistinguono principalmente per la piccola dimensione e la struttura familiare, hanno negli anni utilizzato i contatti con l'estero ottenuti dalla partecipazione in Fiera, per favorire l'ingresso nei mercati esteri. “Un'importante azione di incoming – puntualizza Aldo Rebulli, presidente di Piemmeti spa, segreteria organizzativa di Progetto Fuoco, realizzata in collaborazione con Ice Agenzia Italia e Verona Fiere. Un lavoro capil-

lare che conferma sempre più la vocazione internazionale della nostra Fiera e all'attenzione verso uno dei distretti più significativi dell'economia di questo territorio”. Una grande opportunità per le aziende aderenti alla manifestazione che potranno contare sulla presenza di operatori provenienti da mercati consolidati, i principali mercati di sbocco del Made in Italy.


PAGINA 20

San Valentino

Mantova - PAGINA 20 Mantova

ReporterMN

Menù

San Valentino

MENÙ FISSO

• prosecco di benvenuto - Antipasto della casa • Pansotti in salsa di noci - Sorbetto agli agrumi • Filetto di manzo all'aceto balsamico • Contorni al buffet • bevande, caffè, limoncino

€ 60,00 la coppia

PRANZO APERITIVI

V. Folengo, 2D - Tripoli di S. Giorgio MN (EX Casa dello Scampolo) - Tel. 0376 245056 - lanterna11@alice.it - APERTO TUTTI I GIORNI

SPECIALE

SAN VALENTINO

I

l 14 febbraio, anche quest’anno come ogni anno, si sta avvicinando. Se ancora non avete trovato l’anima gemella, non sentitevi depressi ed insoddisfatti di voi stessi. Lo stato depressivo è il modo peggiore per trovare la fidanzata o il fidanzato. Ci

Ecco tutti i consigli per vivere al meglio il 14 febbraio senza farsi fagocitare dalla depressione

SINGLE A SAN VALENTINO? NO PROBLEM

innamoriamo quando ci sentiamo bene con noi stessi, quando “emaniamo buona energia”, non quando siamo “ripiegati su noi stessi” e quando abbiamo gettato la spugna. Ecco la prima cosa da non fare: gettare la spugna. Qualsiasi età abbiate, non pensate mai che sia troppo tardi o che non siete più adatti all’amore. Ciascuno di noi è pieno di potenzialità e di buone qualità che se gestite bene possono garantire di trovare l’amore. Non bisogna mai scoraggiarsi e sen-

Fiori per ogni occasione Servizi cimiteriali Creazioni personali

a San Valentino

dichiara il tuo amore con un

Bouquet di Rose

tirsi “da buttare”. Anche se non vi piace il vostro aspetto fisico, o se pensate di non essere all’altezza della situazione, sappiate che così non è. Quando qualcuno si innamora veramente di voi, si innamora e basta. Non pensa alle frivolezze. Quando si ama, si ama. Il filo di cellulite sulle cosce per le ragazze e quel filo di pancetta per i ragazzi non saranno certo il motivo per cui non si trova l’anima gemella. Tutto sta in come ci si pone, nella positività che si infonde negli altri e in quanto si riesce a far star bene chi si ha davanti. Tutto ciò premesso, se non siete innamorati, e per questo detestate San Valentino, allora ecco tutte le strategie per sopravvivere a questa giornata, date a destra e manca. E’ vero che tutto intorno risuona di dolcezze e romanticismo. Ed è certamente vero che questo potrebbe disturbare lievemente chi l’amore non ce l’ha – ancora - ma lo desidera. Insomma, San Valentino potrebbe procurare cuori spezzati ai single che cercano l’anima gemella, o perlomeno

far risuonare di più quel vuoto, quell’assenza di un amore vero. Poichè la giornata è segnata sul calendario, la festa celebrata anche commercialmente, l’invito è a sopravvivere. Invece no. Si può vivere persino gioiosamente questa ricorrenza. “Intanto ridimensionando un poco l’”evento” - spiega Anna Maria Cebrelli, Love&Single Coach di PARSHIP. it -. In America, ad esempio, in questa giornata si fanno piccoli doni non solo alla “propria metà” ma anche, più in generale, alle persone a cui si vuole particolarmente bene”. E’ un buon modo per sdrammatizzare e riportare al centro le varie sfaccettature dell’amore”- dice la Cebrelli .Sopravvivere a San Valentino, puntando (magari) a San Faustino: è una possibilità. Oppure? “Naturalmente cerchiamo quello che non abbiamo; ci muove cioè la mancanza, l’assenza. Sono single, mi sento solo, spero che arrivi l’amore. Magari anche prego per questo, faccio delle azioni per andare in quella direzione. Il mio suggerimento è di cambiare

Cuore irrimediabilmente solitario? Alcuni semplici accorgimenti per passare nel migliore dei modi il 14 febbraio, anche se siete ancora in cerca dell’anima gemella

1

ReporterMN

Chi dice che necessariamente qualcuno debba regalarti i cioccolatini? Prendi una scatola di cioccolatini e goditela. La cioccolata rilascia endorfine nel cervello che ti fanno sentire bene! Perciò un po’ di cioccolato migliorerà il tuo umore e ti renderà più felice. Prenditi cura di un diverso genere d’amore, come i tuoi amici e familiari. Vai a vedere un film con qualche amico,

Via Cremona, 45 B MANTOVA Tel. 346 5310841

2

prospettiva: chiedere come se si fosse già avuto. Immaginare la pienezza, la bellezza e tutto quello che si potrà fare, restare in questa abbondanza d’amore e richiamare questa abbondanza, richiamare la persona giusta e ringraziare per quando la si incontrerà, ringraziare perchè le cose stanno già succedendo, anche se non ce ne stiamo rendendo conto”. Vi è mai capitato di aver bisogno di qualcosa, di cercarla, e di non trovare niente di adeguato? E poi invece di aver trovato un pezzo unico, indispensabile, proprio mentre non si “cercava niente” perchè non era vivo in quel momento il bisogno? Ecco, questo è lo spirito che si può provare ad inaugurare, con la benedizione di San Valentino. “Approfittiamo della giornata per fare un pensiero carino a chi amiamo, per ricordarglielo. E, tra le tante persone, non scordiamoci di noi

ECCO LE 7 REGOLE D’ORO PER NON DEPRIMERSI

cena al tuo ristorante preferito con la tua famiglia, qualsiasi cosa tu faccia, l’amore è amore, e San Valentino è lì per rappresentarlo. Non devi essere in una relazione romantica per apprezzare San Valentino. Spendi un po’ di soldi per te stess@. È bello essere un po’ egoisti ogni tanto. E quando vedi quelle decorazioni a forma di cuore o senti una canzone d’amore, pensa a te stessa e a quanto ti ami. Prova una ricetta divertente, come un dolce, e impegnatici! Apri una porta a qualcuno in difficoltà, fai volontariato, compra una rosa e

3 4 5

stessi: ama il prossimo tuo come te stesso è un buon comandamento, da mettere in pratica nel modo migliore”- spiega la coach Anna Maria Cebrelli. Naturalmente, sotto l’auspicio del Santo, ci si potrà anche guardare di più intorno, approfittare per mandare messaggi, provare ad avviare nuovi contatti. Consapevoli di una cosa: l’amore c’è già. Vi sta aspettando. “E quando sarà - conclude l’esperta in relazioni di PARSHIP.it - sarà davvero inaspettato e sorprendente come quando si trova “quasi per caso” un vestito splendido, al giusto prezzo, della taglia perfetta e del colore preferito. Era lì, serviva solo uno sguardo fuori dal “bisogno” e dalla nostalgia per poterlo riconoscere, per fare i passi giusti per incontrarlo”.

regalala a un passante qualsiasi, qualsiasi cosa ti farà sentire piena d’amore. Vai a trovare un amico, un parente che non vedi da un po’ di tempo, chiunque sia. Offriti di dare una mano. È la tua giornata, passala con qualcuno di meritevole. Se sei il tipo di persona paranoica che pensa che tutti ridano del tuo essere single e stai passando troppo tempo a confrontarti con le coppie apparentemente felici e coccolose, ricorda: solo perché una persona ha una relazione a San Valentino non significa che sia fortunata (o in alcun modo felice).

6 7

ReporterMN

ReporterMN

Tesori d'arte gioielleria | laboratorio | orafo

NUOVA SEDE

Buon San Valentino a tutti…

www.ristorantepizzeriavalentina.it

Aperto a mezzogiorno

V. CASTELLETTO, 63 - CASTELLETTO BORGO - MANTOVA TEL. 0376.302131 - CHIUSO IL MARTEDÌ

Via Matteotti, 109 POGGIO RUSCO (MN) TEL. 0386 734118 tesorid.arte2010@libero.it

seguici su


p Mantova ets

PAGINA 21 Mantova - PAGINA 21 Mantova

PAGINA 21

TOELETTATURA PER CANI E GATTI SE ADO TTI UN CAN E AL CAN I

LE IL 1° LA VAG

di Silvia Talassi

O

REP

GIO

www.naturalmentecane.it

p et s È GRATI

S

RTER

Tel. 339 1143309 naturalmentecane@libero.it Via Roma, 42 - Pieve di Coriano (MN)

www.facebook.com/naturalmentecane

INVIA UNA MAIL A reportersegreteria@gmail.com ALLEGA UNA FOTO E DEL TESTO (COME SOTTO) DEL TUO PETS PREFERITO E POTRAI VEDERLO PUBBLICATO SU QUESTO GIORNALE

PATO

TUTTO PER IL BENESSERE DEL MIGLIORE AMICO DELL'UOMO Il termine “benessere”, riferendosi ad una concezione antropomorfa, significa “stare bene”, “godere di salute sia fisica che mentale”. Il concetto di benessere animale, “Animal Welfare” nacque nel 1824 quando Richard Martin, uomo politico e attivista dei diritti degli animali, fondò in Inghilterra la prima organizzazione al mondo per il benessere animale. Solo a partire dagli anni ‘60 l’atteggiamento della società nei confronti degli animali da reddito destinati all’alimentazione è davvero cambiata. L’inizio del dibattito sul benessere animale si può far risalire al 1964, anno in cui Ruth Harrison pubblicò il libro “Animal Machines” sollevando la questione del benessere degli animali allevati in modo intensivo. Nel 1976 Hughes aggiunse al concetto di benessere animale, il concetto che oltre uno stato di salute completo, fisico (assenza di malattia) e mentale, l’animale per stare bene, deve essere in armonia con il suo ambiente. Il 15 ottobre 1978 venne proclamata presso la sede dell’UNESCO a Parigi la Dichiarazione Universale dei Diritti degli Animali (Universal Declaration of Animal Rights). Nel 1979 il Farm Animal Welfare Council introdusse il concetto di Cinque Libertà Fondamentali (Five Freedoms) per garantire il benessere degli animali allevati: Queste Cinque Libertà Fondamentali mettono in evidenza un ampliamento ulteriore del concetto di benessere animale, che dimostra l’aumentata sensibilità della società al problema . Una definizione più recente di benessere animale viene da Broom (1993) che afferma che il benessere è una variabile quantitativa e non qualitativa, che esistono cioè diversi livelli di benessere in rapporto alle condizioni ambientali in cui si trova il soggetto. Ciò ha suggerito l’idea che il benessere animale dovrebbe essere valutato sulla base di dati oggettivi di osservazione dell’animale nel suo ambiente. Oggi è sempre più diffusa la consapevolezza che la società non debba concedere solo benevolenza agli animali, ma debba, bensì, imporre, dei codici comportamentali e degli obblighi verso questi ultimi. Esistono infatti leggi sul benessere animale che definiscono standard minimi per la stabulazione, per l’arricchimento ambientale e per gli spazi individuali, per gli edifici e le dotazioni, per l’aerazione, per il trasporto e per la macellazione e sono state, inoltre bandite tutte quelle pratiche di gestione non necessarie e causa di sofferenza

GIOCHERELLONI

nome: Pato Razza: Golden Retriever Eta’: 5 anni Padrone: Silvia indirizzo: Pieve di Coriano

FURIA

CONCENTRATO DI ENERGIA nome: Furia Razza: Pastore tedesco grigio focato Eta’: 26 mesi Padrone: Monica indirizzo: Castellucchio MN per gli animali. Nel 2007 gli animali sono stati riconosciuti come “esseri senzienti” nel Trattato firmato a Lisbona il 13 dicembre 2007 dai ventisette Paesi dell’Unione Europea (http://europa. eu/lisbon_treaty). Questa dichiarazione rappresenta una pietra miliare nella storia del benessere animale e del suo sviluppo, perché significa che è riconosciuta agli animali la capacità di sviluppare processi cognitivi per valutare situazioni e atteggiamenti a loro favorevoli o sfavorevoli, definizione che sancisce una volta di più il diritto che hanno gli animali al benessere. Il benessere dovrebbe essere garantito ad ogni animale allevato, accudito, curato e utilizzato dall’uomo, con lo scopo di minimizzarne la sofferenza. Minimizzare la sofferenza è un punto cardine per ottenere il benessere degli animali in allevamento, quindi è evidente come sia fondamentale garantire la “libertà da dolore”.

click to

proteici alimenti mono ONESI ER MANGIMI V

ECOLAVO

• Vendita detersivi professionali Biodegradabili 100%

Ipoallerginici e dermoprotettivi per il bucato e per la casa

Tel. e Fax 0376 96109 - e-mail: z.nicoletta@alice.it Via Vitellio 65, Campitello di Marcaria (MN) - Aperto la domenica mattina

TA‛ NOVI TURA ETTA TOEL ANI C


Speciale CASA

SPECIALE

CASA I

furti nella provincia di Mantova sono in aumento esponenziale e si registrano addirittura intere nottate in cui ladri e topi d’appartamento visitano le case di ignari inquilini. Il rischio di ritrovarsi vittime di un furto nella propria abitazione accomuna tutti indistintamente: se una volta si credeva che i ladri andassero a rubare solo nelle case “dei ricchi”, adesso questa convinzione è errata. Con l’aumento della povertà, le persone sono disposte a tutte e si commettono crimini anche per poche decine di euro. Il rischio di subire un furto si presenta, inoltre, con connotati e caratteristiche molto diversi a seconda di svariati fattori e aspetti, che di seguito cercheremo di foca-

Mantova PAGINA 22 22 - PAGINA

LA PAURA CHE QUALCUNO SI INSINUI IN CASA SPAVENTA TUTTI: ALCUNI CONSIGLI PER PREVENIRE LE INTRUSIONI SGRADITE

FURTI IN ABITAZIONE: STATE ATTENTI! lizzare. L’adozione di accorgimenti e rimedi volti al contenimento del rischio, può portare il raggiungimento di buoni risultati in termini di prevenzione, ma nel contempo può presentare costi e comportare impegni non indifferenti, e deve partire necessariamente da una adeguata analisi della situazione e dal corretto inquadramento delle proprie esigenze di difesa. Chi commette però i furti? Il furto in abitazione si distingue perché i malfattori che vi si dedicano, pur essendo tutti accomunati da un significativo grado di specializzazione, appartengono a tipologie delinquenziali differenziate tra loro. Secondo una classificazione approssimativa, fra tutti, possiamo distinguere i ladri occasionali,

ventivamente le loro vittime in maniera specifica. Parliamo poi delle bande specializzate, spesso molto agguerrite e specializzate, che agiscono avvalendosi di una organizzazione molto curata. Studiano con anticipo i colpi da realizzare, individuando gli obiettivi, gli orari, le abitudini di vita delle vittime, predisponendo mezzi adeguati ed eseguendo sopralluoghi. Preferiscono colpire abitazioni signorili spesso ubicate in zone periferiche, sono attrezzati per disattivare impianti di allarme, smurare e aprire casseforti. A seconda dei casi, studiano la strategia di volta in volta più conveniente per introdursi nelle abitazioni delle vittime. Ma... chi è che subisce i furti? Anche le potenziali vittime dei furti in abitazione costituiscono una galassia quanto mai

che sono malfattori che traggono il proprio sostentamento da espedienti vari. Individuano occasionalmente l’abitazione da derubare, senza un preventivo studio e senza un piano premeditato. Hanno particolare dimestichezza con porte e serrature. I cosiddetti topi d’appartamento, invece, si dedicano in maniera costante al furto in abitazione; spesso sono minorenni, e vengono utilizzati per questa loro caratteristica, allo scopo di ottenere un trattamento penale meno rigido nel caso in cui fossero scoperti. Anch’essi hanno grande abilità, oltre che nell’introdursi all’interno di condomini, nell’aprire porte e cancelli. Fra le categorie più terrorizzanti, ci sono sicuramente i ladri acrobati. Una percentuale significativa di furti in abitazione viene realizzata da parte di malviventi specializzati nell’arrampicarsi sulle facciate delle case grazie a balconi o grondaie. Costoro solitamente entrano da finestre o portefinestre che scardinano o aprono aiutandosi con attrezzi d’uso comune come trapani e ganci. Ovviamente sono maggiormente esposte all’azione di questo tipo di malfattori le abitazioni ubicate ai piani più bassi degli edifici. Anch’essi di solito non individuano pre-

• IMPIANTI ANTIFURTO • ANTINCENDIO • TV C.C. • VIDEO SORVEGLIANZA • IMPIANTI ELETTRICI NUOVA SEDE VIA TREBBIA, 27 - SAN GIORGIO DI MANTOVA (MN) Tel. 0376 245525 Cell. 335 5293722 - Cell. 335 7089933

NE AZIO DETR LE 50% A FISC privati e p r

CENTRALE D'ALLARME

composita e variegata, all’interno della quale si possono distinguere diverse situazioni di esposizione a rischio, che si differenziano in ragione della tipologia delle abitazioni, della loro ubicazione, o della tipologia dei loro proprietari. Gli edifici in condominio si prestano a essere oggetto dell’interesse principalmente dei cosiddetti “topi d’appartamento”; le abitazioni dei piani bassi, invece, sono le più esposte all’azione dei ladri acrobati; attenzione a chi possiede la case mono-bifamiliari o le villette isolate che sono solitamente obiettivi appetibili per i criminali maggiormente specializzati. Per quello che riguarda le zone predilette dai ladri, si registra, statisticamente che i ladri occasionali operano più frequentemente in zone centrali, mentre i malviventi più specializzati e i ladri acrobati agiscono con frequenza anche nelle zone più periferiche. Il pericolo, inoltre, si presenta con caratteristiche diverse a seconda che ci si riferisca a grandi possidenti e famiglie agiate, che costituiscono bersaglio privilegiato per la criminalità maggiormente specializzata, o famiglie ordinarie, esposte al rischio riconducibile all’opera di tutta la vasta e articolata galassia dei ladri di appartamento. Proprio perchè la società è cambiata ed in continua evoluzione, è necessario tenere presente che anche “le tipologie di ladro” evolvono, perchè cambiano le necessità delle persone. Un tempo erano più che altro le grandi città ad essere afflitte dai furti, mentre i piccoli centri e i paesi erano praticamente immuni da atti “violenti”. Ultimamente, come sappiamo, non è più così. Le piccole città e i paesi sono, anzi, maggiormente presi di mira dai ladri perchè caratterizzati dall’isolamento e le rapine in villa sono state – e sono – il nostro pane quotidiano per molto tempo. E’ necessario prendere coscienza del fatto che il mondo è cambiato e mettere in atto alcuni piccoli accorgimenti, senza, tuttavia, vivere nel panico e nel terrore.

SIRENE PER ESTERNO

TASTIERE E TELECOMANDI

SENSORI VOLUMETRICI TRASPONDER

SENSORI PER ACCESSO REMOTO

In esclusiva per aziende: POSSIBILITÀ di NOLEGGIO!! a.m. Electric Service di Masullo Andrea Via Po, 7 - PORTO MANTOVANO (MN) - Infoline 335.6610745 info@amelectricservice.it - www.amelectricservice.it


Speciale CASA

PAGINA 23

Mantova - PAGINA 23 Mantova

....

LA PAURA CHE QUALCUNO SI INSINUI IN CASA SPAVENTA TUTTI: ECCO ALCUNI CONSIGLI PER PREVENIRE I FURTI IN APPARTAMENTO

V

ivere in una casa tranquilla rappresenta il desiderio di tutti. E’ necessario, però, tener presente che i ladri in genere agiscono proprio dove ritengono che vi siano meno rischi di essere scoperti: ad esempio, un alloggio momentaneamente non abitato. Un ruolo fondamentale assume in questo caso la collaborazione e la solidarietà tra i vicini di casa in modo che vi sia sempre qualcuno in grado di tener d’occhio le abitazioni. In qualunque caso, è bene ricordare i numeri di pronto intervento, da chiamare senza problemi in caso di bisogno. Eccoli: 112, Carabinieri; 113, Polizia di Stato; 117, Guardia di Finanza. Per prevenire furti e intrusioni di ogni genere e sorta, mettete in atto alcuni piccoli accorgimenti. Ricordatevi sempre di chiudere il portone d’accesso al palazzo. Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato. Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti, anche una frase detta in modo innocente può essere la miccia che fa scattare l’idea per un’incursione. Fatevi installare, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Aumentate, se possibile, le difese passive e di sicurezza. Anche l’installazione di videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile. Accertatevi che la chiave della vostra serratura non sia facilmente duplicabile. Ogni volta che uscite di casa,

ricordate di attivare l’allarme. Se avete bisogno della duplicazione di una chiave, provvedete personalmente o incaricate una persona di fiducia. Evitate di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l’appartamento. Mettete solo

il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini, perchè il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia. Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento. Il-

luminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie, e quando rientrate in casa abbiate cura di controllare di non essere seguiti. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente. Se vivete in una casa isolata, adottate un cane, meglio se addestrato. Non mettete al corrente tutte le persone di vostra conoscenza dei vostri spostamenti, soprattutto in caso di assenze prolungate. Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque. In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici. Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti. Sulla segreteria telefonica, registrate il messag-

Se rincasate e vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente uno dei numeri utili il 112, il 113 o il 117. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove, e telefonate subito al Pronto Intervento. Quello che, infine, è molto importante e va spiegato soprattutto alle persone più anziane. Non aprite a nessuno che non conoscete. Spesso i malviventi si riescono ad insinuare nelle case degli anziani perchè sono molto abili a conquistarsi la fiducia di questi ultimi. Non si sa bene come, ma anche quello è un mestiere. E’ importante allora aprire la porta solo alle persone fidate. In questo caso vale il detto “fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio”.

• PRODOTTI

TECNICI INDUSTRIALI

• UTENSILERIA • FERRAMENTA la consulenza al servizio dell'impresa

PROFESSIONALE

SERVIZIO DUPLICAZIONE CHIAVI

DUPLICAZIONE RADIOCOMANDI

ReporterMN

CASA SICURA. ECCO COSA FARE

gio sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti”, ma “in questo momento non possiamo rispondere”. In caso di assenza, adottate il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza. Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso. Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c’è nessuno. Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti. Se avete degli oggetti di valore, fotografateli e riempite la scheda con i dati considerati utili in caso di furto. Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti, come rogiti, contratti, ricevute fiscali.

SAN GIORGIO DI MANTOVA Via 1° Maggio, 2 - TEL. 0376 1510405

IMPIANTI ANTI INTRUSIONE VIDEO SORVEGLIANZA AUTOMAZIONE proteggiamo quello che ti sta più a cuore… Tel./Fax +39 0376 533497 - Mobile: +39 338 3279388 - info@elettrotechnology.it - www.elettrotechnology.it

ReporterMN

Sede Operativa: Via Pasine 2/A - Suzzara (MN) - Sede Legale: Palidano di Gonzaga (MN)


PAGINA 24 Volta Mantovana

Mantova - PAGINA 24 Mantova

VOLTA MANTOVANA

PROTAGONISTA DEL CARNEVALE IL 13 FEBBRAIO ECCO IL GRANDE RITORNO DEL PUPA’ DEI CAPUNSEI

LUCA PTASTE I VBAR A

ReporterMN

R

Pizza Gourmet NUOVI ORARI DI APERTURA: Estivo: 7.30/15.00 e 16.00/24.00 | Invernale: 7.30/20.00 Piazza XX Settembre, 4 - Volta Mantovana (MN)

Tel. 0376 838707

itorna come ogni anno, sabato 13 febbraio alle ore 19.30 con partenza da viale Risorgimento, l’attesissimo Carnevale del Capunsel che animerà le strade e le vie di Volta Mantovana, lo splendido borgo adagiato sulle dolci colline moreniche, a pochi chilometri dal Lago di Garda. Stelle filanti, mascherine e coriandoli la faranno da padrone, e il divertimento è assicurato per tutti, grandi e piccini. Non solo maschere e coriandoli saranno ciò che renderà unico il carnevale di Volta Mantovana, ma il vero protagonista sarà, come da tradizione, il Pupà del Capunsel che aprirà la sfilata di carri allegorici. Quest’anno la partecipazione sarà altissima, perchè saranno presenti più di venti splendidi carri con moltissime maschere e gruppi, che allieteranno la giornata. Il vero protagonista della giornata è, come si è detto, il Pupà del Capunsel. Ma che cos’è il Capunsel? Il Capunsel o meglio i capunsei sono un piatto tipico dell’alto mantovano, che è diventato molto di moda negli ultimi anni e attualmente si

trova non solo nei ristoranti e nelle panetterie di Volta Mantovana, ma anche in comuni limitrofi, compreso il capoluogo. I capunsei sono gnocchi di pane ed un tempo venivano preparati con quelli che restava, erano un cosiddetto “piatto povero”, che con il tempo è diventato un piatto di lusso, come capita con molti cibi della tradizione. Il 13 febbraio sarà possibile degustare e assaggiare i capunsei in piazza XX Settembre presso lo stand gastronomico. Nella stessa cornice sarà possibile degustare anche un calice del buon vino delle colline moreniche. A proposito di questo merita una menzione speciale proprio il borgo di Volta Mantovana. Volta Mantovana La Ólta in dialetto è un comune di poco più di di 7.400 abitanti della provincia di Mantova. Dista dal lago di Garda circa 20 chilometri, in quanto Volta Mantovana dista solo 17 chilometri da Peschiera del Garda, comune situato sul Lago di Garda. Altri comuni vicini sono Mantova a 26 km di distanza, Verona a 29 km e Brescia a 42 km. Tra i più importanti

luoghi di interesse troviamo sicuramente il palazzo GonzagaGuerrieri che venne costruito verso il 1450 da Ludovico III Gonzaga, II marchese di Mantova e dalla consorte Barbara di Brandeburgo come villa di campagna, fra le colline Moreniche e nel clima salubre del vicino lago di Garda, a ridosso di una torre e di un tratto delle mura di difesa del borgo. Passò di proprietà al figlio Rodolfo Gonzaga e quindi ai suoi figli Gianfrancesco ed Aloisio, che lo donarono nel 1515 a Ludovico Guerrieri, commissario dei Gonzaga a Volta. Nei primi anni del XIX secolo il palazzo fu di proprietà del marchese Tullo Guerrieri (1773-1845), che qui morì e con lui ebbe termine il ramo della famiglia. Il palazzo, nel 1860 circa, venne ceduto al marchese Achille Gonzaga, del ramo cadetto dei Gonzaga di Vescovato e quindi alla figlia Costanza, moglie di Tullio Cavriani. Nel 1930 passò a Carlo Cavriani, che lo cedette infine, a metà degli anni ottanta al Comune di Volta Mantovana, che ne fece la sede municipale. Il Castello di Vol-

ta Mantovana, anch’esso luogo d’interesse degno di menzione, è un’antica roccaforte risalente all’XI secolo situata nel centro di Volta Mantovana, in provincia di Mantova, che conserva inalterato l’originario impianto urbanistico, oltre ad alcuni edifici e opere difensive, tra cui le due torri. Edificato intorno all’XI secolo forse per volere di Matilde di Canossa, comprendeva una cinta muraria esterna e una collocata internamente, a difesa del mastio. Il possesso passò nel 1185 al comune di Mantova, ai Bonacolsi e ai Gonzaga dal 1368 al 1450, inizio del dominio veneziano. Il ritorno dei Gonzaga è sancito dalla nomina a marchese di Ludovico III Gonzaga che, assieme alla moglie Barbara di Brandeburgo, ristruttura in parte il castello ed edifica a poca distanza da esso Palazzo Gonzaga-Guerrieri, che - come si è detto - era stato eletto loro residenza estiva. Volta Mantovana è un borgo pieno di storia, tutto da scoprire, adatto anche per una splendida e romantica passeggiata mano nella mano, fra le sue antiche vie.

prodotti Biologici e Naturali

ladispensacontadina@gmail.com

aperto tutti i giorni tranne la domenica

per tutti i veicoli a 2,3 e 4 ruote fino a 35 q.li

Nuovo sistema di frenatura rapido, sicuro e meno invasivo rispetto ai tradizionali rulli. Ideale per tutti i veicoli integrali, 4x4, ultrabassi, di lusso e moto di grossa cilindrata.

INOLTRE OFFRIAMO I SEGUENTI SERVIZI: - Manutenzione e ricarica climatizzatori - Assistenza e sostituzione pneumatici - Riparazione cristalli - Ripristino trasparenza fari anteriori - Tagliandi plurimarca con garanzia della Casa - Elettrauto - Diagnosi e Riparazione servosterzi elettrici EPS - Vendita auto nuove ed usate plurimarca - Finanziamenti personalizzati - Acquisto auto private Agente collaboratore Assicurazione

NOVITÀ

La Dispensa Contadina di Silvia Caffarra Viale Risorgimento, 5/7 Volta Mantovana (MN) - Tel. 0376 838490

CENTRO REVISIONI UNIVERSALE A PIASTRE

ReporterMN

cortesia e qualità per soddisfare ogni esigenza…

biologici • ealimenti per intolleranze pane naturale • con farina a km 0 • prodotti tipici locali • frutta e verdura • gastronomia • pasta fresca • salumi e formaggi • lievitati detersivi • biodegradabili

• Manutenzione CAMBI AUTOMATICI • Riduzione dei CONSUMI • Aumento di POTENZA • Ripristino DEFINITIVO FAP ed EGR da centralina • IGIENIZZAZIONE e SANIFICAZIONE interno abitacolo ad OZONO • Sostituzione e collaudo BOMBOLE a METANO e GPL

Via Lombardia, 9 (ZAI) - VOLTA MANTOVANA (MN) - Tel. 0376.838203


Volta Mantovana

LA RICETTA

Ecco come si preparano dei meravigliosi capunsei, direttamente a casa vostra I capunsei, piatto tradizionale per eccellenza dell’Alto mantovano sono uno splendido esempio di come l’ingegno umano sia riuscito a trasformare pochi poveri ingredienti in una vera prelibatezza. Piatto povero che diventa un piatto di lusso, così come proprio nel “rovesciamento” che caratterizza il Carnevale, il povero diventa ricco e il ricco diventa povero. Dal momento che si tratta di una ricetta popolare le varianti sono infinite – possiamo proprio dire che variano da pianerottolo a pianerottolo- ed ogni famiglia ha il suo modo per preparare e condire questo piatto. Alcuni condiscono i capunsei con burro fuso e salvia, altri con il ragù di carne, altri ancora con il pomodoro e c’è chi li ama in brodo. Qualunque sia il vostro condimento preferito, sbizzarritevi e provate a fare i vostri capunsei!

PAGINA 25

Mantova - PAGINA 25 Mantova

MENU’ A PREZZO CONVENZIONATO 25 EURO NEI GIORNI DI SABATO 13 E DOMENICA 14 FEBBRAIO 2016 È GRADITA LA PRENOTAZIONE

Ingredienti • 4 etti di pane grattugiato • 1 uovo intero sbattuto con sale e pepe • formaggio grana grattugiato molto abbondantemente • 1 spicchio d’aglio • 30 grammi di burro fuso • brodo quanto basta Preparazione Disporre il pane grattugiato mescolato al sale e pepe sulla spianatoia facendo una sorta di montagnola o di piramide con un buco al centro nel quale verrà versato un cucchiaio di burro sciolto in precedenza. A parte fare bollire il brodo, anche vegetale, e versarlo adagio sul pane fino a quando lo stesso non viene assorbito in modo da risultare un impasto omogeneo e lavorabile con le mani. Stendere l’impasto sulla spianatoia e quando è freddo aggiungere l’uovo, il formaggio e l’aglio tritato finemente. Con le mani fare dei rotolini e tagliare in piccoli gnocchetti, come quelli di patate. Lavorare i rotolini per dare loro una forma allungata. Versare i capunsei in brodo o acqua bollente e scolarli non appena vengono a galla. Condire con burro e salvia o a piacimento, con ragù o pomodoro.

ReporterMN

Piazza XX Settembre, 24 - Volta Mantovana (MN) Tel. 0376 83041 APERTI TUTTI I GIORNI

dalle ore 6,00 alle 02,00 del mattino

12 - 13 - 14

Febbraio Menù di Carnevale Cartoccio ai frutti di mare Strangolapreti con scampi e vongole Risotto di capesante Orata al carnevale con verdurine Fritto di paranza Dolce al carrello Vino, acqua, caffè

€ 25,00 (pranzo/cena) Piazza Garibaldi, 1 - Volta Mantovana (MN) • Tel. 0376 83496 • Chiuso il Mercoledì •


PAGINA 20 ReporterMN

Mantova - PAGINA 26 Mantova

Strada degli Squadri, 10/1 Guidizzolo (MN)

Officina Meccanica Restauro vespa e moto d'epoca Ritiro vespe, Ciaoo e moto d'epoca

Tel. 0376 818630

Cell. 338

paso.moto@alice.it

Ricambi nuovi ed usati

A

7637493

•••••••••••••••••••••• GENDA PER SEGNALARE CONCERTI E SPETTACOLI: reportersegreteria@gmail.com

CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC CC teatro - cultura - musica - cinema - sagre - mercatini - manifestazioni conferenze - didattica - sport - tempo libero - ristoranti - gastronomia

••• MANTOVA

ESCURSIONI GIORNALIERE... CAMMINATA SULLE COLLINE MORENICHE - 13 FEBBRAIO 2016 TRA LE DOLCI COLLINE DI DOLCI Tranquilla passeggiata pomeridiana tra le colline moreniche, a cavallo tra il lago di Garda e l’Alto Mantovano. Il percorso si snoda tra dolci pendii e vallette, su strade basse e cavedagne. Org. Luigi Bertazzoli CIASPOLATA SULL'ALTO GARDA 14 FEBBRAIO 2016 - SALITA AL MONTE STIVO Con 2059 metri di quota, il Monte Stivo è un eccezionale punto panoramarico. Dalla sua cima potremo ammirare il vicino Lago di Garda, il gruppo del Brenta, i ghiacciai dell'Adamello. Org. LUCA GAVIOLI 3483170117 RITORNO A VENEZIA - 28 FEBBRAIO 2016 - CAMMINATA STORICA IN OCCASIONE DEI 500 ANNI DEL GHETTO DI VENEZIA . ATTENZIONE POSTI ESAURITI !!! In collaborazione con la Comunità Ebraica di Mantova, torniamo a visitare il Museo Ebraico e le sinagoghe dell’antico ghetto di Venezia nel 500° anniversario delle sua istituzione. Dopo aver gustato alcune specialità della cucina ebraica, continueremo con un percorso a piedi attraverso il sestiere di Cannaregio alla scoperta di alcuni tesori nascosti della Venezia più autentica e meno turistica... Org. GIULIANA VARINI va.giuliana@ yahoo.it cell. 338.1020427 Gli Scarponauti Turismo Attivo

Circolo ARCI e affliati GAE - Guide Ambientali Escursioniste: Via L.Ariosto n.47 Mantova Tel. 339.6656136 www.scarponauti.it info@scarponauti.it ......................................................

••• OSTIGLIA CINEMA

PERFETTI SCONOSCIUTI Ognuno di noi ha tre vite: una pubblica, una privata e una segreta. Un tempo quella segreta era ben protetta nell'archivio nella nostra memoria, oggi nelle nostre sim. Cosa succederebbe se quella minuscola schedina si mettesse a parlare? Perfetti sconosciuti è un film dove tutto è il contrario di tutto. Nel corso di una cena, che riunisce un gruppo di amici, la padrona di casa Eva, ad un certo punto, si dice convinta che tante coppie si lascerebbero se ogni rispettivo partner controllasse il contenuto del cellulare dell'altro. Parte così una sorta di gioco.. ORARI E DATE: Venerdì 12 ore 21.15 Sabato 13 ore 21.15 Domenica 14 ore 16-18.30-21.15 Lunedì 15 ore 21.15 Martedì 16 ore 21.15 INGRESSO: intero € 7,00 - ridotto € 5,00 MARTEDÌ € 5,00 Info: tel. 0386 32151 prolocoostiglia@alice.it ......................................................

••• SUZZARA CINEMA

CAROL Therese Belivet è una ventenne che lavora come impiegata in un grande magazzino a Manhattan sognando una vita più gratificante. Un giorno incontra Carol, una donna attraente intrappolata in un matrimonio di convenienza e senza amore. Tra loro scatta immediatamente un'intesa, e l'innocenza del loro primo

incontro piano piano svanisce al progressivo approfondirsi del loro legame. Ambientato nella New York degli anni 50.. ORARI E DATE: Sabato 13 ore 19.30-22.00 Domenica 14 ore 19.00-21.30 Lunedì 15 ore 21.30 DORAEMON: Nobita gli eroi dello spazio Nobita, Shizuka, Gian e Suneo impazziscono letteralmente per una nuova serie televisiva: Gli Eroi dello Spazio. Nobita, in particolare, sogna ad occhi aperti davanti al televisore di diventare un grande supereroe proprio come i suoi beniamini in tv. Decide così di girare un film di supereroi! Peccato che Gian, Suneo e Shizuka, lo abbiano anticipato escludendolo dal progetto... ORARI E DATE: Sabato 06 ore 16.00 Domenica 07 ore 16.00 Info: Tel. 0376.522764 ......................................................

••• QUISTELLO

L’ABBIAMO FATTA GROSSA - regia di C. Verdone - commedia Con C. Verdone, A. Albanese Sab 13 febbraio ore 21.15 Dom 14 febbraio ore 16 e 21.15 Lun 15 febbraio ore 21.15 Antonio Albanese è Yuri Pelagatti, un attore di teatro che, traumatizzato dalla separazione, non riesce più a ricordare le battute in scena. Carlo Verdone è Arturo Merlino, un investigatore squattrinato che vive a casa della vecchia zia vedova. Yuri vuole le prove dell'infedeltà della ex moglie

ed assume Arturo credendolo un super investigatore. Ma Arturo non ne fa una giusta! LA ISLA MINIMA - Regia di A. Rodriguez - thriller Gio 18 febbraio ore 21.15 Vincitore di 10 Premi Goya, un thriller della coscienza politica e sociale, che ricorda quanto sia difficile il passaggio per un Paese dalla dittatura alla libertà. Profondo Sud della Spagna, 1980. REVENANT- regia di A. Inarritu drammatico Con L. DiCaprio Sab 20 febbraio ore 21.15 Dom 21 febbraio ore 16 e 21.15 Lun 22 febbraio ore 21.15 Ispirato a eventi realmente accaduti, Revenant - Redivivo è una storia epica sul tema della sopravvivenza e della trasformazione, sullo sfondo della frontiera americana. LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU regia di N. Kawase - dramm Gio 25 febbraio ore 21.15 Sentaro cucina dolci tipici in un chiosco di città, per ripagare un debito a vita. La sola compagnia che tollera è quella di una ragazzina senza mezzi, cui regala i pancakes non perfettamente riusciti. Un giorno, una vecchia signora di nome Toku si presenta da lui in cerca di un lavoro... PROSSIMAMENTE!!! - DORAEMON - ZOOTROPOLIS ….. ed altre sorprese!!! PREZZI INGRESSO: sab/dom/lun € 6,50 - ridotto € 5 GIOVEDÌ € 5,50 Tessera fedeltà per tutti: ogni 12 ingressi uno è omaggio!! E tutta la famiglia può utilizzare la stessa tessera!! Aggiornamenti sulla programmazione disponibili su: www.cinemateatrolux.com – info

••• REVERE CINEMA

LA QUINTA ONDA: Racconta delle quattro ondate di attacchi alieni che hanno decimato la popolazione sulla Terra. In uno scenario dominato dalla paura e dall'angoscia, l'adolescente Cassie (Chloë Grace Moretz) cerca disperatamente di salvare il fratellino Sammy. Mentre si prepara all'inevitabile e letale quinta ondata, Cassie incontra un giovane misterioso che potrebbe rivelarsi la sua unica speranza. La giovane eroina potrà però fidarsi ed accettare il suo aiuto? ORARI E DATE: Venerdì 12 ore 21.15 Sabato 13 ore 21.15 Domenica 14 ore 17.30 -21.15 Lunedì 15 ore 21.15 Martedì 16 ore 21.15 IL VIAGGIO DI NORM Norm, un orso bianco e vegano e ballerino con la straordinaria capacità di parlare la lingua umana, deve lasciare il Polo Nord per raggiungere New York.. ORARI E DATE: Domenica 14 ore 15.30 INFO: Tel. 0386.46457 ......................................................

••• MOGLIA FESTIVAL

XXIV FESTIVAL TEATRALE DEI DIALETTI DELLA BASSA: Ritorna a Moglia, puntuale ed in ottime condizioni di salute, con un leggero anticipo rispetto alla primavera, il “Festival Teatrale dei Dialetti della Bassa”, giunto ormai alla 24a edizione. Caratteristica fondamentale del Festival è, come sempre, il confronto, in gara fra di loro, delle migliori compagnie dialettali delle province di Mantova, Modena e Reggio. Questo il calendario del programma di marzo:

- Sabato 5 marzo ore 21: La compagnia “TEATRO NUOVO” di Scandiano (RE) in “AL NEBIOUN... quand al gh’è e l’è féss, drova la testa” commedia in 2 parti di Silvano Morini. Regia: SILVANO MORINI - Sabato 12 marzo ore 21: La compagnia “I NUOVI GIOVANI ALLA RIBALTA” di Pegognaga (MN) in “TRADITUR LECHIN E ASASIN” commedia in due atti di Salvatore Sottile. Regia: MASSIMO MERLIMARCO ANGELI - Sabato 19 marzo ore 21: La compagnia “LA PALANCA SBUSA” di Gualtieri (RE) in “MA IN DU SUNTIA CAPITÈ?” commedia in 2 atti di Ugo Franzoni. Regia: UGO FRANZONI Come di consueto il “Trofeo Comune di Moglia” verrà assegnato alle premiazioni di sabato 7 maggio 2016, dalla giuria popolare formata dagli spettatori presenti ad almeno tre spettacoli in concorso. Gli altri numerosi premi saranno attribuiti da una giuria tecnica presieduta dall’autore di teatro dialettale Paolo Ghidoni. Per informazioni o prenotazione: posti chiamare la “PROLOCO POMPEO COPPINI” al 349.1613582 o 348.5481794.

Numeri consigliati da Reporter:

...diamo i numeri

03-2016

TEMPO L IBERO CALCIO calendario delle partite del week end Classifica Serie B Serie A TIM Napoli

56

Bologna

30

Juventus

54

Torino

28

Fiorentina

46

Atalanta

28

Inter

45

Udinese

27

Roma

44

Palermo

26

Milan

40

Genoa

25

Sassuolo

34

Sampdoria

24

Empoli

34

Carpi

19

Lazio

33

Frosinone

19

Chievo

Fine

30

Verona

15

Labirinto:

Inizio

Classifica

26° giornata

Serie A

25° giornata

Venerdì 12 Febbraio 2016 20:45 Carpi Roma Sabato 13 Febbraio 2016 15:00 Empoli Frosinone 18:00 Chievo Sassuolo 20:45 Juventus Napoli Sabato 13 Febbraio 2016 12:30 Milan Genoa 15:00 Sampdoria Atalanta 15:00 Udinese Bologna 15:00 Palermo Torino 20:45 Fiorentina Inter

cell. 3772871924 ......................................................

trova la via attraverso il labirinto della mela

Venerdì 12 Febbraio 2016 20:30 Pescara Vicenza Sabato 13 Febbraio 2016 15:00 Crotone Pro Vercelli 15:00 Latina Cagliari 15:00 Lanciano Modena 15:00 Avellino Bari 15:00 Cesena Perugia 15:00 Entella Trapani 15:00 Como Novara 15:00 Ternana Salernitana Domenica 14 Febbraio 2016 17:30 Spezia Livorno Lunedì 15 Febbraio 2016 20:30 Brescia Ascoli

Cagliari

Serie B

33

Crotone

54

Latina

32

Pescara

47

Livorno

30

Novara

41

Ternana

30

Bari

39

Vicenza

28

Cesena

38

Pro Vercelli

27

Brescia

38

Ascoli

27

Avellino

35

Modena

26

Perugia

34

Salern.

24

Virtus Entella

34

Lanciano

24

Como

Venezia + tutte 18 - 27 Napoli + tutte 5 - 18 - 59

SUPERENALOTTO:

10 - 16 - 27 - 47 - 51 - 87

Classifica

Seconda Divisione A

22° giornata

Trapani

34

(da giocare almeno per 4 volte)

Seconda Divisione A

55

Spezia

ESTRAZIONI del 13-16-18-20-22-25/02 2016

Sabato 13 Febbraio 2016 15:00 Cuneo Bassano V. 15:00 Lumezzane Renate 15:00 Pordenone Pro Patria 15:00 Sudtirol Padova 17:30 Reggiana Mantova 18:00 Pro Piacenza Giana Erminio Domenica 14 Febbraio 2016 17:30 Albinoleffe Alessandria 17:30 FeralpiSalò Cremonese Lunedì 15 Febbraio 2016 20:30 Cittadella Pavia

20

Cittadella

44

Cuneo

24

Pordenone

37

Pro Piacenza

23

Feralpisalò

37

Lumezzane

20

Alessandria

36

Renate

19

Bassano V.

36

Mantova

18

Reggiana

33

Albinoleffe

13

Pavia

33

Pro Patria

02

Sudtirol

32

Padova

31

Cremonese

31

Giana Erminio 26

LE BARZELLETTE: I SEMI DELL'INTELLIGENZA Due colleghi di lavoro nella pausa pranzo stanno conversando amichevolmente quando uno dei due estrae dalla tasca un cartoccino prende due semi e li inghiotte. L'altro chiede subito incuriosito: "ma cosa sono quei semi e perchè li prendi?" il primo risponde prontamente: "non vedi che sono semi di mela? li prendo per rafforzare l'intelligenza".

Il secondo chiede se ne può avere due anche lui, allora il primo dice che i semi costano cinque euro l'uno e l'altro: "ok dammene due" e li inghiotte avidamente. Dopo un pò il secondo dice al primo: "a pensarci bene con dieci euro avrei potuto comperare quattro kg di mele con molti più semi!" e ribatte subito il primo: "hai visto?cominciano già a fare effetto!"

Reporter mn03 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Reporter mn03 16  

Giornale di informazione, annunci economici e tempo libero, per Mantova e provincia

Advertisement