Issuu on Google+


indice PAGINA 4 Kristian Ghedina torna in gara da allenatore PAGINA 6 Curiosità e sicurezza PAGINA 7 Mondo rocker PAGINA 8 Bambini sugli sci, consigli ai genitori PAGINA 10 Lo sci si tinge di rosa PAGINA 11 Le famiglie scelgono Rent and Go PAGINA 12 Sempre più persone scelgono il noleggio PAGINA 13 Le invenzioni di Stricker PAGINA 14 I noleggi del gruppo Rent and Go

Rent&Go magazine // n_2_2012 // 3


KRISTIAN GHEDINA

torna in gara da allenatore Giulia Faggian ha intervistato per noi Ghedo, il più forte discesista italiano, new entry nel team di allenatori di Ivica Kostelic Kristian Ghedina, nato e cresciuto a Cortina D’Ampezzo, è il più forte discesista italiano nella storia della Coppa del Mondo di sci alpino. Convocato in nazionale nel 1986, all’età di 16 anni, ha conquistato 33 podi in discesa libera, combinata e supergigante. Dal ’97 al 2000 Kristian Ghedina vince ogni anno detenendo nel ’97, con un tempo di 2’24’’23, il record nella gara del Lauberhorn di Wengen in Svizzera, la pista di discesa libera più lunga in Coppa del Mondo. Nella sua lunga carriera, ottiene anche il record di presenze in Coppa del Mondo di discesa libera con 166 partenze dal cancelletto. Amante della velocità e delle sfide nel 2006 Ghedina inizia a gareggiare come pilota automobilistico, ruolo nel quale emergono le sue doti da fenomeno. Partecipa con ottimi risultati a numerose gare e campionati tra cui: Campionato italiano superturismo; F3000 International Masters; Porsche Supercup. 4 // Rent&Go magazine // n_2_2012

Fino al 2011 corre nell’International Superstars Series ottenendo 9 podi e vincendo, nel 2009, la gara del Mugello. Da quest’estate Kristian rientra nel mondo dello sci e dell’agonismo. Viene infatti scelto come allenatore per le discipline veloci del croato Ivica Kostelic, campione plurimedagliato con 53 podi all’attivo, vincitore della Coppa del Mondo nel 2011, della Coppa del Mondo di Combinata nel 2011 e 2012. KRISTIAN, TUTTI TI CONOSCONO PER LA TUA BRILLANTE CARRIERA DI DISCESISTA DELLA NAZIONALE AZZURRA, IN CUI HAI CONQUISTATO…? …allora fammi pensare… 33 podi in

Coppa del Mondo (13 primi posti,11 secondi posti e 9 terzi posti), due argenti e un bronzo ai Mondiali di Saalbach, Sierra Nevada e Sestriere….una Coppa Europa e Campionati Italiani… E OGGI CHE RUOLO HAI NEL MONDO DELLO SCI ITALIANO E INTERNAZIONALE? Ebbene sì, sono nuovamente tornato a far parte del mondo dello sci internazionale proprio quest’estate quando Ante, allenatore e papà del campione croato Ivica Kostelic, mi ha chiamato per chiedermi se potevo allenare suo figlio alla velocità… Tra me e me pensavo ma perchè proprio io??


….ECCO E PERCHÈ PROPRIO KRISTIAN GHEDINA? Ante mi ha detto: “Kristian sei il più forte discesista di tutti i tempi e un campione di scorrevolezza. E poi anche da un punto di vista umano sei una persona fantastica con la quale è facile parlare e confrontarsi”. Detto, fatto. Sicuramente è stato un piacere accettare una proposta simile, uno stimolo e una nuova sfida. LA TUA PRESENZA NELLO SCI ITALIANO? Per quanto riguarda lo sci italiano quello che faccio è rendermi disponibile per delle giornate promozionali/aziendali sugli sci. In poche parole team aziendali hanno la possibilità di trascorrere una giornata sugli sci con me, ascoltare qualche consiglio tecnico e didattico, qualche aneddoto ed esaudire le loro curiosità. ...E IL TELECRONISTA LO FARAI ANCORA? … negli ultimi anni ho fatto la telecronaca delle gare di Coppa del Mondo… guardavo gli atleti dalla televisione o dalla cabina… quest’anno sarà impossibile perché sarò proprio in pista con il mio atleta… Diciamo che vivrò la sua personale telecronaca… IL MONDO DEGLI APPASSIONATI DELLO SCI ORA COME ORA È MOLTO VARIO E SI RIVOLGE SEMPRE PIÙ SPESSO AL NOLEGGIO ANCHE PER LA COMODITÀ E IL CONTENIMENTO DEI COSTI. COSA NE PENSA UN CAMPIONE ED ESPERTO COME TE? È proprio così. Negli anni bambini, ragazzi e famiglie si sono avvicinati sempre in maggior numero a questo fantastico mondo della neve, volendo proprio esplorare le varie e nuove discipline che si presentano di stagione in stagione… dallo sci freestyle al freeride, dal telemark al fondo, dallo snowboard allo sci racing, allo sci da alpinismo… e quale miglior struttura di un noleggio può darti la possibilità di provare, testare qualsiasi tipo di sci nei modi e tempi che più si adeguano all’esigenza del turista…? Per non parlare poi del fatto che il noleggio offre attrezzature all’avanguardia, modelli

che gli attacchi siano stati regolati secondo le norme ISO che prevedono dei parametri di calcolo (si può fare con un software mettendo dentro i dati di peso altezza lunghezza suola, età e livello sciistico e anche con un foglio di calcolo manuale sempre con gli stessi parametri) anche questo, insieme all’esperienza del noleggiatore, ci da quella tranquillità in più nell’affrontare qualsiasi tipo di pista in totale sicurezza abbinata sempre al buon senso e alla conoscenza delle proprie capacità.

Uno sci con le lamine “tirate” e con una buona soletta permette di sciare in sicurezza su ogni tipo di neve e ti da la possibilità di godere al 100% dell’emozione della tua sciata

…SEMPRE PARLANDO DI SICUREZZA COSA NE PENSI DELL’USO DEL CASCO? ...il casco ormai viene usato in tantissime discipline sportive dalla bici, alla moto, alla barca a vela… e cosa accomuna tutti questi sport? La velocità… e nello sci moderno con piste sempre battute e perfette come un biliardo, l’attrezzatura all’avanguardia e sempre più performante, le velocità sono aumentate in modo esponenziale... il casco è fondamentale non solo per i più piccoli ma per tutti… ah e abbinato al casco sono convinto che anche il guscio paraschiena possa essere utilizzato come prevenzione dagli infortuni...

sempre nuovi e una grande varietà di marchi. Si ha inoltre la certezza che i professionisti del settore che lavorano nelle strutture che noleggiano, consiglino l’attrezzatura giusta, ordinata e ben preparata a seconda del tipo e capacità dello sciatore.

… Noo l’intervista è finita… in bocca al lupo ghedo… Crepiiii! buona stagione e buona neve a tutti!

PER ESSERE SICURI DI RICEVERE DAL NOLEGGIO L’ATTREZZATURA ADEGUATA COSA OCCORRE VERIFICARE O CHIEDERE? Prima di tutto è fondamentale la scelta dello sci da noleggiare in funzione del proprio livello e abilità , ma obbligatorio è anche verificare che lo sci sia stato ben preparato, dato oggettivamente essenziale per la sicurezza dello sciatore. Infatti uno sci con le lamine “tirate”, sciolinato e con una buona soletta permette di sciare in sicurezza su ogni tipo di neve e ti da la possibilità di godere al cento per cento dell’emozione della tua sciata. L’altro punto da verificare è Rent&Go magazine // n_2_2012 // 5


curiosità // sicurezza

D-AIR

la nuova frontiera della sicurezza Dainese sta concludendo lo studio del nuovo progetto: un air bag per le discipline sciistiche Dainese, marchio leader nel settore delle dotazioni per la sicurezza, sta concludendo lo studio del nuovo progetto D-AIR Ski presentato lo scorso gennaio a Kitzbühel: un air bag per le discipline sciistiche. Grazie a test approfonditi e alla partecipazione di 16 atleti professionisti, tra cui Kristian Ghedina, Dainese e la FIS stanno raggiungendo il loro obiettivo di realizzare il D-AIR Ski in tempo perchè gli atleti lo possano indossare per le prosisme Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Il prototipo è composto da una parte elettronica con un algoritmo di attivazione e dall’hardware di gestione dotato di un sofisticato set di sensori. La parte pneumatica, che si gonfia tramite generatori a gas, ha un’elevata capacità di assorbire le forze generate dall’impatto con bassi spessori. Il D-AIR protegge spalle, clavicole e schiena. A breve anche lo sviluppo per il torace. L’obiettivo dello studio in corso è quello di poter regolare in modo affidabile la soglia di attivazione del D-AIR per consentire di proteggere da una vasta gamma di cadute, limitando la violenza dell’impatto per mettere in sicurezza gli atleti.

LE PIÙ BELLE 10 PISTE D’ITALIA secondo Rent and Go 1. Bormio: pista Stelvio 2. Alta Badia: pista Vallon + Boé 3. Arabba: Porta Vescovo + Fodoma 4. Plan de Corones: Olang I 5. Valle Aurina: Sonnklar 6. Plose: Trametsch 7. La Thuile : Tre Franco Berthod 8. Sestriere: Kandahar Banchetta 9. Roccaraso: Le Aquile 10. Val di Fassa: pista Belvedere 6 // Rent&Go magazine // n_2_2012

Adesso lasciamo a voi il divertimento di scoprire perché le reputiamo tra le più belle d’Italia . Forse per la lunghezza? O la pendenza? Per il panorama? O per il panino più buono? Provatele e poi lasciateci i vostri commenti su facebook. facebook.com/rentandgo


curiosità // attrezzature

Rocker

la differenza con i tradizionali camber

G

li sci rocker stanno ormai spopolando dalla scorsa stagione e saranno protagonisti indiscussi anche delle novità dell’inverno 2012-2013. Lo sci rocker è pensato per tutti i tipi di sciata e per tutti gli sciatori. Ma qual è la differenza tra sci rocker e tradizionali camber?

Struttura rocker Struttura tradizionale Ci sono tantissimi modelli di rocker, ogni azienda del settore propone i suoi, ne troverete centinaia con nomi diversi; per aiutarvi a scegliere nel panorama rocker e capire quali sono i più adatti per voi vi spieghiamo le quattro macro categorie con cui vengono suddivise le tipologie di rocker delle diverse aziende.

1. piste Piste rocker: 90% camber e 10% rocker 2. all mountain Suddivisi in due tipologie più o meno rocker All mountain rocker: 85% camber e 15% rocker All mountain rocker: 75% camber e 25% rocker 3. powder Suddivisi in due tipologie più o meno estremi rocker Powder rocker: 70% camber e 30% rocker Powder rocker: 40% camber e 60% rocker

SEGUICI SU FACEBOOK

facebook.com/rentandgo


BAMBINI SUGLI SCI, CONSIGLI AI GENITORi Intervista ad Andrea Ballini, maestro di sci e allenatore federale Esiste un’età giusta per fare iniziare a sciare i bambini? L’età più indicata è verso i 4-5 anni perché il bambino ha già un background di esperienze motorie, un buon equilibrio e forza che già gli consente di divertirsi con gli sci. Prima dei 4 anni è consigliabile avvicinare i bimbi allo scivolamento attraverso il gioco con le attrezzature idonee. Ad esempio fornendogli gli sci/gioco di plastica, magari anche con le scaglie antiscivolo sotto da utilizzare con dei semplici scarponcini dopo sci.

8 // Rent&Go magazine // n_2_2012

È meglio che inizino a sciare da soli con lezioni individuali o in gruppo? L’ideale sarebbe farli sciare in lezioni collettive ma con pochi bambini, 3 o 5 al massimo. In questo modo i bambini sono seguiti molto bene e si divertono con gli amici. Anche la compagnia e il gioco sono stimoli ad imparare. Quanto tempo occorre perché i bambini inizino a fare progressi con gli sci, a sentirsi un po’ disinvolti sulla neve in discesa? Ovviamente questo dipende da quanto tempo ci si dedica. Ma, ipotizzando la situazione della classica settimana bianca, un bambino principiante già motoriamente “sveglio” e ben seguito alla fine della settimana sarà in grado di prendere lo skilift e scendere in sicurezza dalle piste più facili.


Come è possibile che in una sola settimana imparino a sciare? L’importante è che i bambini siano messi nelle condizioni ottimali per imparare. L’ideale è affidarli ad un maestro di sci e fornirgli l’attrezzatura idonea. Anche il semplice abbigliamento può rendere più o meno difficoltoso e più o meno divertente imparare a sciare. Si immagini un bimbo con una tuta da sci vecchia che non tiene il freddo e che al primo fiocco di neve che cade si bagna?! …quindi per creare la situazione idonea bisogna spendere un sacco di soldi per acquistare sci, scarponi ecc.? Procurare scarponi e sci giusti è importantissimo anche per la sicurezza dei bambini in pista. Gli scarponi devono essere del numero giusto (non da indossare con tripla calza!); è importantissimo per la sicurezza oltre che fondamentale perché il bimbo possa imparare. Gli sci da bambino devono essere leggeri e corti (devono arrivare circa sotto al mento del bambino) per essere facili da “governare”. Ovviamente è anche importante fare indossare il casco da sci (obbligatorio fino a 14 anni). Quindi ogni anno bisognerebbe acquistare nuovi sci e scarponi? I bambini crescono in fretta! Per coniugare la necessità di avere l’attrezzatura adeguata e controllata ma senza dover sostenere un impegno economico importante un’ottima soluzione è quella di rivolgersi ad un noleggio sci di qualità. In questo caso il noleggio è garanzia di sicurezza, il personale è preparato per consigliare il materiale adatto alle specifiche esigenze degli sciatori. Gli sci vengono quotidianamente preparati con i macchinari del laboratorio, gli attacchi vengono regolarmente controllati e regolati per il singolo bambino secondo le norme in uso. Gli scarponi vengono scelti tra le linee di scarponi da bambino delle migliori marche. E per il casco? Visto che è obbligatorio Ormai anche il casco fa parte del kit

Ormai anche il casco fa parte del kit di attrezzatura da sci che il buon noleggio fornisce ai bambini di attrezzatura da sci che il buon noleggio fornisce ai bambini. Anche il casco deve sempre essere della misura giusta per poter proteggere, né troppo largo né troppo stretto.

Ma prendendo l’attrezzatura a noleggio ogni volta che si va a sciare, magari in località diverse, non si rischia di avere ogni volta sci e scarponi diversi? …sì! Proprio per questo parlando delle modalità di apprendimento ho preso ad esempio la classica settimana bianca in cui si usa lo stesso materiale per tutto il periodo. Poi, se portate i vostri bambini a sciare spesso durante l’inverno, una soluzione molto comoda è il noleggio stagionale dell’attrezzatura che quindi si prende a prezzi molto bassi ad inizio stagione e si restituisce poi a fine inverno.

PRODOTTI KIDS - QUALCHE ESEMPIO


curiosità //ATTREZZATURE

Lo sci si tinge di rosa QUI

l’attrezzatura adatta a te

Lo Sci al Femminile

L’attrezzatura da sci specifica per le donne selezionata e proposta dai noleggi Rent and Go

H PLUS WOMEN Colore: Nero Transparent/Bianco // Disponibilità Taglie: 22.5-27.5 // Flex: 90 Flex // Leve: Edge 7000 // Particolarità: Strap 35 mm // Scarpetta: ASY Comfort + Barcode, Sanitized Liner

AFFINITY Configurazione lenti: lenti doppie, lenti a specchio,cilindriche, lenti doppie anti-nebbia e antigraffio // Imbottitura: doppia spugna nera // Caratteristica: adatta a tutte le condizioni atmosferiche

Fino a qualche anno fa gli sci per le donne erano gli stessi di quelli da uomo, non esistevano differenze. Gli unici segni distintivi erano, al massimo, i disegni di serigrafia. Ora tutte le aziende del settore producono linee di sci, scarponi e accessori studiati specificatamente per le esigenze delle donne. Pur essendo sci costruiti per adattarsi meglio alle caratteristiche fisiologiche della donna (peso, altezza, forza e baricentro), gli sci delle linee lady sono tecnicamente validi al pari di quelli da uomo. Anzi, a parità di valore tecnico consentono prestazioni sciistiche molto più performanti alle sciatrici proprio perché sono studiati sulla base delle loro caratteristiche. Così come per gli sci, anche per gli scarponi le aziende del settore produ-

cono delle linee di prodotti pensati per la donna. Si tratta di scarponi realizzati con forme interne specifiche per la conformazione del piede femminile. Gli scafi permettono all’avampiede di piegare in modo naturale garantendo un ottimo controllo dello sci in ogni situazione e in ogni fase di curva. Le scarpette interne offrono un ottimo sostegno e ammortizzano bene. Sono fatte con materiali studiati per mantenere meglio il calore. Attrezzatura curata anche nei dettagli stilistici, vezzi, colori, trasparenze, strass e pelliccia per le sciatrici più attente alla moda e allo stile! Anche per le dotazioni di sicurezza e gli accessori, le specifiche tecniche di ultima generazione si accompagnano ad eleganti dettagli di stile.

Waistcoat Soft Lady Gilet protettivo e traspirante di ultima generazione // Protezione dorsale in un innovativo materiale a memoria di forma Crash Absorb // Inserto interno in Nidaplast® per un eccellente assorbimento d’urto // Coniuga comfort e protezione // Tessuto in poliestere traspirante e indemagliabile

AFFINITY Taglie: XS (49-52 cm), S (53-56 cm), M (56-59 cm), L (59-62 cm) // Peso: 540 g // Particolarità: protezioni per orecchie rimovibili, imbottitura sagomata per la donna, rimovibile e lavabile - Adaptive Fit System, Adjustable Venting Dual // Protezione: Half ABS Hard Shell

CLOUD Misure: 140, 147, 154, 161 cm // Geometria: 121.5/72/97.5 (mis. 154 cm) // Larghezza al centro 72 mm // Struttura: Cap Fiber 10 // Rent&Go magazine // n_2_2012


LE FAMIGLIE SCELGONO RENT AND GO Siamo qui con la famiglia Peruzzi di Vicenza, mamma Valeria (V), papà Nicola (N) con Filippo, affezionati clienti di Rent and Go Mi è sembrato di capire che siete ormai degli abituè del noleggio. Ci può spiegare il perché di questa scelta? (V) Sono diversi anni che ci siamo avvicinati al noleggio. Ma da quando è arrivato Filippo abbiamo definitivamente optato per questa soluzione. È molto comodo poter partire da casa senza doversi preoccupare di caricare anche sci, scarponi, bastoncini, caschi. Per quanto grande sia il bagagliaio di una macchina, lo spazio non basta mai. Ma questo non è l’unico vantaggio. Ultimamente quasi tutti i noleggi si sono evoluti e presentano ai clienti una vasta gamma di sci di qualità. Inoltre hanno generalmente prodotti in grado di soddisfare tutti i gusti: fondo, discesa, snowboard, sci da neve fresca… E poi il noleggio, per chi lo desidera, consente di utilizzare sempre le ultime novità. E anche dal punto di vista economico , per noi che sciamo circa 10 giorni all’anno, è decisamente più conveniente. Perché avete scelto un noleggio Rent and Go? (N) La prima volta che siamo entrati in un punto vendita Rent and Go è stato nel 2008 in Valdaora. Ci eravamo rivolti al personale dell’hotel per avere un consiglio e loro ci hanno mandato lì.

È un negozio specializzato, che offre garanzie sul materiale e anche il servizio di assistenza. E visto che per noi sciare è un piacere è importante sapere di poterlo fare in tutta sicurezza In quel punto vendita, oltre a trovare attrezzature di ogni genere di tanti marchi noti, abbiamo trovato già allora molta attenzione alla sicurezza. Ti forniscono anche caschi e gusci para schiena. Il personale è davvero appassionato e capace di consigliare le giuste attrezzature e molto attento alla sicurezza. Altra nota positiva è poi quella di poter trovare anche prodotti alternativi allo sci: bob, slittini e ciaspole. Per provare a cimentarsi in qualcosa di nuovo e vivere la montagna anche in un modo un po’ diverso. Un vero noleggio di qualità. E da allora, cerchiamo sempre i punti vendita Rent and Go. Abbiamo testato anche quelli di Brunico e Falcade e ci siamo sempre trovati molto bene.

Cosa intendete per “noleggio di qualità”? (N) Intendo dire che non sono solo le attrezzature (sci, scarponi, caschi, protezioni…) ad essere di qualità. Ma c’è ben di più. La manutenzione e preparazione degli sci e la regolazione degli attacchi sono sempre impeccabili e il personale ci ha sempre consigliato le attrezzature adatte alla nostra preparazione e livello di sciata. È un negozio specializzato, che offre garanzie sul materiale e anche il servizio di assistenza. E visto che per noi sciare è un piacere, è importante sapere di poterlo fare in tutta sicurezza. (V) Altro punto a favore di Rent and Go è che caschi e scarponi vengono sempre igienizzati con specifici macchinari. E questo per me è molto importante. Sono molto attenti ai bambini, Filippo adora la rennina Renty, gli sci per lui sono solo quelli con la renna! In più di recente è possibile trovare tutto il necessario, perfino i gusci para schiena della selezione Rent in Rose, specifici per noi donne, una cosa molto gradita. Rent in Rose? Ci spieghi meglio (V) Dalla scorsa stagione nei Rent and Go ho trovato anche materiali specifici per noi donne: sci leggeri da sollevare, scarponi con l’interno più confortevole e caldo… E anche – il che non guasta – caschi e paraschiena decisamente più femminili!

Rent&Go magazine // n_2_2012 // 11


curiosità // noleggio

Sempre più persone SCELGONO IL NOLEGGIO

Italia 25-30%

Stati Uniti 60-80%

Cina 90%

Inghilterra 50-60%

Paesi Bassi 50-60%

Austria 30-35%

Svizzera 30-35%

Rent and go, progetti per UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

tuali e - soprattutto - ancora in buone condizioni, e li rivende a prezzi di favore dove lo sci è uno sport ancora “in via di sviluppo”. Stiamo parlando dei pesi dell’est Europa come la Repubblica Ceca, la Russia, l’Ucraina e la Polonia. Sempre in quest’ottica da un paio d’anni, Rent and Go effettua un spedizione nel Kashmir per portare materiali in questa zona dell’India dove le risorse economiche sono minime e gli sport invernali, ed il turismo legato a questo settore, sono in via di sviluppo. L’impegno del gruppo in questa nuova direzione è dettato non solo dalla volontà di eliminare quanto più possibile i rifiuti inutili, ma anche e soprattutto dalla volontà di dare il suo supporto per sostenere lo sviluppo di questo sport e del turismo in zone che in questo settore sono più indietro di noi. Chi sceglie Rent and Go sceglie un noleggio responsabile.

Francia 50-60%

di uno sport che solo da pochi anni sta entrando nelle abitudini dei cinesi. È infatti diventato popolare solo da una decina d’anni. È quindi abbastanza naturale che chi vi si approccia preferisca noleggiare l’attrezzatura piuttosto che acquistarla, cavalcando il nuovo trend. Per gli italiani, invece, il discorso è un po’ diverso. Da noi la proprietà ha sempre avuto una valenza molto forte. Avere il proprio paio di sci e partire con la macchina carica, fino a poco tempo fa, era una sorta di status symbol. Fino a qualche anno fa poi, i materiali presi a noleggio erano spesso associati ad un’idea di bassa qualità. Ma le cose sono cambiate e stanno sempre più cambiando anche da noi. Ultimamente anche gli italiani apprezzano la comodità del noleggio. Anche per la consapevolezza, sperimentata sul campo, che nei noleggi si trovano attrezzature di ottimo livello e qualità per tutta la famiglia e per tutte le discipline da praticare. Basta solo saper scegliere il noleggio giusto!

Germania 40-45%

gli sci da un anno all’altro possono davvero subire cambiamenti radicali: modelli che oggi sono all’avanguardia in poco tempo possono già essere sorpassati. Per non parlare dell’onere di mantenere gli sci in stato ottimale per garantirne l’uso in sicurezza (costi e tempo per il servizio di ski service). Inoltre alla base di questo trend ci possono essere anche ragioni culturali. In Francia, per esempio, la propensione al noleggio deriva dall’ormai consolidata abitudine di acquistare per le vacanze pacchetti completi. Molti hotel e tour operators abbinano alla vendita delle stanze anche quella dell’attrezzatura, che poi – per chi lo desidera – i noleggiatori fanno anche arrivare direttamente in hotel. Negli Stati Uniti da sempre il noleggio viene preferito di gran lunga all’acquisto dell’attrezzatura da sci anche a causa delle immense distanze, il più delle volte si arriva nelle località sciistiche in aereo. E questo inevitabilmente facilita la scelta del noleggio. Un altro dato eclatante è il 90% di sci a noleggio della Cina. Si tratta infatti

Quello del noleggio è ormai un trend in crescita. Ce lo dicono i numeri. Lo share di sci noleggiati nel panorama del mondo neve in Europa, negli USA e in Cina è in aumento costante. Questa tendenza non è solo dovuta al periodo di crisi che porta inevitabilmente le persone a cercare di risparmiare, ma sembra ormai innegabile che ciò dipenda da una nuova e più profonda convinzione: che noleggiare l’attrezzatura da sci, sia davvero la scelta migliore. Considerata la velocità con cui la tecnologia si evolve in questo settore,

Vi siete mai chiesti che fine fanno gli sci usati? O quante tonnellate di sci vengono buttate ogni anno? Nell’ottica del noleggio di qualità i punti noleggio affiliati a Rent and Go hanno un altissimo turnover di attrezzature. Per garantire sempre ai loro clienti materiali nuovi e all’avanguardia, ogni anno rinnovano e sostituiscono e il loro parco sci. Anche gli sci più longevi e resistenti vengono noleggiati al massimo per tre stagioni. Dopodiché vengono sostituiti. Ma che cosa fa Rent and go di tutti questi sci? Li butta? Certamente no! Sarebbe davvero an12 // Rent&Go magazine // n_2_2012

tiecologico, sci e attacchi non sono riciclabili. E Rent and Go ha a cuore la salvaguardia dell’ambiente. Con questo obiettivo il Gruppo ha fatto una scelta: dare a questi sci una seconda vita. Considerato infatti che stiamo parlando di sci che vengono sempre sottoposti ad un’accurata manutenzione e che sono modelli che hanno al massimo 3 anni, Rent and Go non ha praticamente mai sci da buttare. Si tratta di attrezzature ancora ampiamente utilizzabili. Da ormai qualche anno, alla fine della stagione, Rent and Go recupera gli sci dismessi dai suoi noleggi, sci ancora at-


curiosità // STRICKER

ERWIN Stricker il "prestigiatore" che ha innovato lo sci alpino

PUNTE A UNCINO Applicazioni posizionate sulle punte degli sci e leggermente ricurve verso l’interno per evitare di “inforcare” i pali nello slalom speciale, soprattutto in uno stile frontale. Stricker le applicò per la prima volta ai suoi sci, dopo aver compreso l’importanza di accorciare il più possibile la traiettoria di curva. Per omaggiare questa invenzione è stato recentemente istituito un premio che ne riporta il nome (award “Geierschnabel”): un’iniziativa organizzata da Fiera Bolzano e TIS, insieme alla famiglia e agli amici di Erwin, nell’ambito di un laboratorio d’idee che annualmente convocherà personaggi (quest’anno Klaus Heidegger, ex campione austriaco e fondatore della Kiel’s cosmetici e Riccardo Corato, ex responsabile marketing Ellesse e organizzatore di eventi musicali rivoluzionari) che si sono contraddistinti per inventiva e innovazione. In occasione della manifestazione, alcuni protagonisti del mondo dello sci sono stati premiati per la forza delle loro idee, in memoria alla personalità e lo spirito anticonvenzionale di Erwin, lo scorso 17 aprile, durante la fiera Prowinter di Bolzano, anch’essa fondata dal capostipite di Rent and Go.

S

ciatore professionista, inventore, imprenditore, precursore di un sistema di noleggio sci che ha fatto storia e che grazie all’eredità del suo fondatore è destinato a crescere ancora. Non c’è bisogno di presentazioni per Erwin Stricker, se non per tenerne alta la memoria attraverso la celebrazione delle sue “imprese”. Dal suo genio, la sua lungimiranza, l’esperienza in vari Paesi del mondo, sono nate ardite invenzioni come il casco aerodinamico (“Stromlinienhelm”) e le tute aderenti aerodinamiche per l’agonismo, di cui Stricker fece realizzare un prototipo in pelle per se stesso e per la bella e giovane Linda, sua moglie. Anche in questo caso, l’iniziale diffidenza mostrata dagli atleti nell’accogliere la novità, lasciò presto il posto alla presa di coscienza che la tuta aderente sarebbe diventata un must per tutti gli atleti dello sci alpino. Fu poi la volta dei bastoncini ricurvi a “S” per la discesa libera, delle ginocchiere (primo prototipo: un pantalone da slalom imbottito con rinforzi alle ginocchia, un articolo di successo, molto venduto, realizzato poi in altre varianti) e del casco da slalom con protezione viso. Nulla è nato per caso: ogni invenzione di Stricker si è sviluppata sul campo, grazie all’esperienza di un atleta spericolato, sulle piste da sci come in sella alla sua moto. Ogni idea per ottimizzare la competitività in gara e le performance tecniche è partita da esigenze testate sulla propria pelle ed ha contribuito a innovare il mondo dello sci alpino a partire dalla sicurezza. Francesca Saglimbeni BASTONCINI RICURVI Consapevole di non possedere il talento naturale dell’amico e campione Thöni, e di aver imparato a sciare tardi rispetto alla media (14 anni), cosa a cui si aggiungeva la scarsa costanza negli allenamenti, Stricker pensò che per aumentare le proprie chances di vittoria nella discesa libera avrebbe dovuto ricorrere ad altri “talenti”: 1) usare la testa; 2) intervenire sulla tecnica sciistica. È così che sono nate innovazioni tecniche come i bastoncini ricurvi, dalla forma aerodinamica a “S” proprio per velocizzare la discesa. Di questo modo di pensare e di questo cambiamento di rotta nell’agonismo, Stricker è stato pioniere, come testimonia il fatto che oggi la vittoria (consistente nel giungere al traguardo in meno centesimi di secondo) non dipende più solo dalle performance atletiche ma anche dalla variabile tecnica.

Le convenzioni Rent and Go

Sconto immediato del 10% a chi esibisce la tessera di una delle realtà convenzionate con noi

Rent&Go magazine // n_2_2012 // 13


dove siamo

Un servizio che

non conosce confini 80 noleggi

nelle piÚ rinomate località sciistiche d’Italia

Per informazioni: numero verde 800 355 503 info@rentandgo.it www.rentandgo.it www.facebook.com/rentandgo

prenota comodamente da casa la tua attrezzatura su

www.rentandgo.it

avrai lo sconto immediato del 10%


dove siamo

4810 Rental

COURMAYEUR

Rental Monte Pratello

MONTEPRATELLO

Action Ski Rent

San Sicario

Rentasport Gitschberg

GITSCHBERG JOCHTAL

Alta Badia Shop & Rental ALTA BADIA/GADERTAL

Rentasport Kronplatz

KRONPLATZ/PLAN DE CORONES

Alta Badia Shop & Rental ALTA BADIA/GADERTAL

Rentasport Lavazè

LAVAZÉ

Cecco Sport

BORMIO

Rentasport Mayrl

SPEIKBODEN

Cecco Sport

BORMIO

Rent and Go Rosskopf

ROSSKOPF/MONTE CAVALLO

Celso Sport

BORMIO

Rent and Go Schölzhorn

RATSCHINGS/RACINES

Cervinia 2001

BREUIL CERVINIA

Rentasport Taschler

ANTERSELVA/ANTHOLZ

Salomon Station Ratschings

RATSCHINGS/RACINES

Ski Lodge - Noleggio e Riparazioni

CLAVIERE

Ski Service da Nico

ARABBA

Ski Sport Dain

BARDONECCHIA

Ski System Cortina

CORTINA D’AMPEZZO

Ski-Rent La Glisse

CHAMPOLUC

Skiverleih Leitner Friendshop

Valles

Slalom Ski Service

NEVEGAL

Esagonal Nolo Friendshop Etna-Sud, Nicolosi Folgarida Sport

Folgarida

Italo Sport

ALTA PUSTERIA/HOCHPUSTERTAL

La Tana del Ski

MADESIMO

Maison Clataud Sport

SAUZE D’OULX

New Celso Sport

BORMIO

New Ski Service

VAL GARDENA/GRÖDEN

Noleggio del Brenta 5 Laghi

MADONNA DI CAMPIGLIO

Noleggio del Brenta Campiglio Nord

MADONNA DI CAMPIGLIO

Noleggio del Brenta Campiglio Sud

MADONNA DI CAMPIGLIO

Snow Star - Fondo Grande

FOLGARIA

Noleggio Delpero

PASSO TONALE

Snow Star - Francolini

FOLGARIA

Noleggio Sci - Ski Rent Mambo

VAL DI FASSA

Snow Star - Passo Coe

FOLGARIA

Sport 2 Z

SAN MARTINO DI CASTROZZA

Noleggio Ski Verleih Golflift

WELSCHNOFEN-KARERSEE/NOVA LEVANTE-CAREZZA

Sport Cermis

ALPE CERMIS

Sport Edy - rent and go

VAL DI FASSA

Nordic Test Center

RIDNAUN/RIDANNA

Sport Edy - rent and go

VAL DI FASSA

Only Ski & Snowboard

LA THUILE HOCHPUSTERTAL/ALTA PUSTERIA

Sportbazar Erwin Stricker

MERAN 2000/MERANO 2000

Papin Sport Peaksport

Canazei

Sportbazar Ladurns

GOSSENSASS/COLLE ISARCO

Pegorari Sport

CASPOGGIO

Sportbazar Skihütte

PLOSE

Rent and Go Alleghe

ALLEGHE

Luson

Rent and Go Amerikan

LIVIGNO

Sportservice Erwin Stricker

Rent and Go Andalo

ANDALO

MERAN 2000/MERANO 2000

Rent and Go Chiesa in Valmalenco

CHIESA VALMALENCO

Sportservice Erwin Stricker

SCHNALS/SENALES

Rent and Go Chiesa in Valmalenco

CHIESA VALMALENCO

Sportservice Erwin Stricker

PLOSE

Rent and Go Falcade

FALCADE

Sportservice Erwin Stricker

Rent and Go Kurt Ladstätter

KRONPLATZ/PLAN DE CORONES

Sportservice Erwin Stricker (FRIENDSHOP)

PLOSE

Rent and Go Kurt Ladstätter

KRONPLATZ/PLAN DE CORONES

Toffoli Sport - Noleggio Tremol

PIANCAVALLO

Rent and Go Sestriere

SESTRIERE

Top Ski

ASCOLI PICENO

Rent Delpero

PASSO TONALE

Top Ski Service

GRÖDEN/VAL GARDENA

Rent System

GRÖDEN/VAL GARDENA

Zinermann Sporting

LIVIGNO

Rental Aremogna

ROCCARASO

Rent&Go magazine // n_2_2012 // 15


.

16 // Rent&Go magazine // n_2_2012


Rent and Go Magazine - Ottobre 2012