Issuu on Google+

GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

VECCHIA FERROVIA ROCCHETTE-ARSIERO Domenica 24 Gennaio 2010 Diamo inizio al 12° anno di attività escursionistica del nostro Gruppo con una passeggiata sul percorso dell’ex ferrovia che collegava Piovene Rocchette ad Arsiero, utile per alleggerirci di un po’ di super calorie accumulate con le feste e cominciare a scaldarci un po’ i muscoli per le fatiche che ci attendono. Ore 8,30 - Partenza, con auto proprie, dal Campo Sportivo di Pianezze, per Breganze, Thiene, Zanè, Piovene Rocchette (parcheggio auto poco dopo l’ex Stabilimento Lanerossi). Si tratta di un tragitto che ricalca il percorso della vecchia linea ferroviaria Rocchette-Arsiero, adesso in uso come pista ciclabile e pedonale e nordic-walking, lungo circa 15 Km. fra andata e ritorno. Si parte subito con una serie di gallerie (cinque in tutto) sovrastanti il bacino artificiale detto Diga di Piovene, passando sotto Meda. Poco dopo si arriva a San Giorgio, frazione di Velo d’Astico, transitando davanti alla vecchia stazione di Velo d’Astico, ora rimessa a nuovo come ristorante. Tramite un viadotto sul torrente Posina , arriveremo poi alla stazione di Arsiero. Sosta pranzo, al sacco. Si riprende quindi il cammino, a ritroso, e, giunti a Meda, saliremo al “Castello” (un eremo abitato da Frati fino al 1900) per poi ridiscendere sulla ferrovia e ritornare al punto di partenza. Dislivello: === Ore di cammino 5/6 circa.

Percorso: T (turistico, pianeggiante). Equipaggiamento consigliato: stagione invernale, con scarpe da trekking basse.

Capogita: Corrado La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione.

AVVISI 1 -Raccomandiamo la presenza numerosa all’ultima serata a Pianezze del programma 2009/2010 “Senza orario- senza bandiera”, che avrà luogo GIOVEDI’ 21 Gennaio p.v., alle ore 20.30 presso la Sala Conferenze del Centro Polifunzionale, dal titolo “Querido Perù” sul Centro di Andinismo “Renato Casarotto”, costruito con il contributo delle Sezioni CAI del Vicentino. Sarà presente Goretta Traverso, vedova di Renato Casarotto, che racconterà l’incontro suo e del marito con le Ande Peruviane. 2- Vi diamo appuntamento anche alla serata di Marostica, ex Chiesa San Marco, di Venerdì 29 gennaio 2010, alle 20.30 con il nostro “santolo” BEPI MAGRIN. 3- A causa della concomitanza con la Festa del Tesseramento degli Alpini di Pianezze, l’escursione prevista per domenica 14 febbraio 2010 (Costiera solatia di Pove) è rinviata a Domenica 21 Febbraio. Chi non avesse ancora potuto provvedere al versamento della quota sociale del Gruppo per il 2010, potrà farlo alla partenza della passeggiata di domenica 24 gennaio p.v. o alla riunione mensile di Lunedì 1° febbraio. Per il rinnovo della tessera CAI seguiranno al più presto nuove comunicazioni: la tessera 2009 vale fino al 31 marzo 2010.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

COSTIERA SOLATÌA DI POVE (pendici del Grappa)

Domenica 21 Febbraio 2010 Ore 08.30 - Partenza dal Campo Sportivo, con auto proprie, per superstrada fino a Pove del Grappa. Parcheggio davanti all’Asilo. Ore 09.30 - Dal centro di Pove si prende la strada che, vicino a un antico pozzo, si dirige verso la montagna, proseguendo a sud-est su un pendio ricoperto da oliveti. Tra i massi e i cespugli potremo notare la presenza di un esile rampicante sempreverde con foglie aghiformi e pungenti: “L’asparago a foglie acute”, una vera rarità botanica del massiccio del Grappa. Seguendo il sentiero selciato si giunge a un bivio, da dove, continuando verso Prà Golin, si può ammirare tutto il panorama da Romano d’Ezzelino ai Colli Asolani. Sosta banana e caffè. Da Prà Golin, costeggiando la statale del Grappa, si sale fino alla base militare (ripetitori). Attraversata la strada, si imbocca un breve sentiero che va ad innestarsi sul sentiero naturalistico degli “Scalpellini”, dal quale si godono magnifici scorci panoramici sulla Val Brenta e che, restringendosi, ci porta in zona Costalunga, dove consumeremo il pranzo al sacco, nei pressi della chiesetta di San Francesco. Si riprende quindi per una mulattiera militare fino al raccordo con il sentiero C.A.I. n° 50, che scende verso il sacello della Madonna del Cornon, dal quale poi arriveremo al punto di partenza. Dislivello: mt. 500 circa - Ore di cammino: 4,30’ - Percorso E (escursionistico). Equipaggiamento: invernale con scarponi, berretto pesante, giacca a vento, copriorecchi e guanti. In presenza eventuale di neve o ghiaccio sul percorso, che possano renderlo pericoloso, l’itinerario potrà essere modificato, a giudizio del capogita. Capogita: Mario. La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione.

AVVISI PROGRAMMA ESCURSIONI: alleghiamo il programma 2010 aggiornato. Tesseramento C.A.I. anno 2010: I responsabili del CAI di Marostica saranno presenti nella nostra sede, per raccogliere le quote dei rinnovi delle tessere C.A.I. e le nuove adesioni, la sera di LUNEDI’ 1° MARZO. File:Escursionisti - 02/2010 Costiera Pove.doc - St.i.p.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

SENTIERO NATURA SUI COLLI EUGANEI (ROCCA PENDICE e MONTE VENDA)

Domenica 14 Marzo 2010 Ore 07,00 - Partenza, con pullman, dal Campo sportivo di Pianezze e, 5 minuti più tardi, dalla Pizzeria della Bionda per Padova e VILLA DI TEOLO. Ore 08,30 - Il sentiero inizia dalla località Case Zuccato risalendo la stradina all’estremità W dello spiazzo: si sale in mezzo al bosco ceduo piuttosto rado, seguendo la carreggiabile che conduce alla antica fattoria “le Corbeggare”. Da qui, dopo un tratto di strada semipiana, un sentiero porta alla base dei salti rocciosi, presso la parete che è detta “la Palestrina” (dei padovani). Terminato il tratto roccioso, pochi passi nel bosco portano al divertente superamento di un muro di pietra duecentesco, camminando sul quale si sbuca sulla sommità del Pendice, ove sorgono i ruderi della rocca. Il percorso riprende dopo aver costeggiato i massi della cima sul lato destro seguendo tutto il filo di cresta con cammino a saliscendi. La traccia corre poi in piano, quindi scende, incontrando una terza ed ultima insellatura, al di là della quale si risale verso la sommità del Sasso di San Biagio e, più avanti, utilizzando anche alcuni antichi gradini di pietra, ci si cala sulla strada carrozzabile Castelnovo-Torreglia. Da Castelnovo si sale verso ovest e ci si trova presto sotto le grandi antenne che sorgono sul Venda. Si entra nel bosco più bello di tutto il percorso, un castagneto misto a faggio, sino alla spalla posta sulla cresta ovest del Venda, a quota mt. 550 circa. Si possono vedere il Rua (mt. 414), il Venda (mt. 602) ed il Vendevolo (mt. 460). Costeggiando la recinzione militare della sommità del Venda (fare attenzione a non scattare fotografie verso la base e a non oltrepassare la rete), si passa sotto le grandi antenne su una carreggiata subito in lieve salita quindi piana e alla fine in discesa fino alla deviazione che, sempre nel bosco, porta ai ruderi del convento degli Olivetani. Si sale per un centinaio di metri sino ad una cabina elettrica: qui si imbocca sulla sinistra un sentierino che in pochi minuti porta a ciò che rimane del monastero. Sosta per il pranzo al sacco. Ripreso il cammino, si costeggia il versante est del Venda e si sbuca sulla strada asfaltata nei pressi della trattoria Baiamonte. sulla strada Castelnovo-Torreglia, quindi si prosegue verso il Pirio (Luvigliano) e, dopo una sosta in un caratteristico agriturismo (con assaggio del buon vino dei colli), si ritorna verso il pullman.

Dislivello di salita e discesa mt. 900 circa - Ore di cammino: 5,30/6 (escursionistico) Equipaggiamento: normale con scarponi, maglia, giacca a vento o pyle, berretto, ecc. Capigita: Mario e Angelo.

Percorso E

La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione. P.S. – Poiché utilizzeremo il pullman, è necessario prenotarsi entro Domenica 7 marzo. Siete pregati di affrettarvi perché le iscrizioni si chiuderanno al completamento dei posti in pullman. Rivolgersi ai capigita o Luciano. AVVISI


Il primo lunedì di Aprile è Pasquetta, pertanto la consueta riunione mensile è rinviata al successivo Lunedì 12 aprile: saranno raccolte le adesioni per l’escursione sul Gran Paradiso (con caparra di 50 euro a persona).


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

ANELLO DEL MONTE TOTOGA Domenica 18 Aprile 2010 Ore 7.00 - Partenza dal Campo Sportivo, con auto proprie, per Valsugana, galleria di Arsiè, strada per Fiera di Primiero, galleria per Canale San Bovo. All’uscita si prende a destra per il Passo Gobbera. Dal piccolo parcheggio a mt. 988, si raggiunge la Chiesa e si imbocca il sentiero n. 346, segnato sul muro. Dopo un’ora si raggiunge la Chiesetta di San Silvestro a mt. 965, arroccata su esile terrazzo roccioso a picco sul fondo della Val Cismon. Si abbandona quindi la strada forestale per il sentiero n. 345, continuando a salire nel bosco con bel panorama., raggiungendo poi il bivacco di San Giovanni Gualberto (mt. 1570), annesso ad un rifugio della Forestale (acqua non disponibile). Proseguendo per circa 100 metri si raggiunge l’ingresso di una postazione italiana di artiglieria in caverna, risalente al primo conflitto mondiale, che dà sulla Val Vanoi (bellissimo panorama). Si sale quindi alla vetta del Totoga (mt. 1705) da cui si gode un panorama a 360° su tutte le valli e cime circostanti: Vette Feltrine, Pale di San Martino, Lagorai e Cima d’Asta. Pranzo al sacco. Al ritorno si scende su strada militare fino a Prati di Totoga (mt. 1400) con casare abbandonate e diroccate fin dove una segnalazione (picchetto) ci riporta su una buona traccia, che si segue fino al Passo. Poco prima dell’arrivo alla auto, da osservare una vecchia fornace per la produzione di calce di ottima fattura, con chiare spiegazioni dei metodi usati.

Dislivello: mt. 800 circa - Ore di cammino: 6,30’ - Percorso E (escursionistico). Equipaggiamento: primaverile con scarponi, berretto, giacca a vento, pile, ecc. In presenza eventuale di troppA neve o ghiaccio, che possano renderlo pericoloso, sarà fatta un’escursione sostitutiva, a giudizio del capogita, dopo la verifica del percorso . Capigita: Iseo e Sonia. La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione. AVVISO Chi non avesse potuto essere presente all’Assemblea di Lunedì 12 aprile e desiderasse assicurarsi contro gli infortuni, è pregato di dare il nome ai capigita durante la gita, o direttamente al Presidente

o a Mario entro il 20 aprile.

Ricordiamo che il costo è di soli 10 €uro a testa. File:Escursionisti - 05-Totoga.doc - St.i.p.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

MONTE CESEN (mt. 1569) Domenica 16 Maggio 2010 Il Monte Cesen è la più alta di una significativa serie di quote originatisi dal nodo orografico del M. Marièch. La selletta ad Ovest di quest’ultimo, dove si trova la Malga, è raggiunta dalla strada proveniente da Valdobbiadene attraverso la località di Pianezze prima, e la Malga Barbaria poi. Ore 7.00 Partenza dal Campo Sportivo, con auto proprie, per la superstrada fino all’uscita per Montebelluna, quindi la s.s. 248 per Onè di Fonte, Possagno, Segusino e Valdobbiadene. Il nostro percorso inizia dal Piazzale di Pianezze (mt. 1076), dove oltre a qualche casa sparsa qua e là nella pineta si può anche visitare il Tempio del Donatore. E’ possibile raggiungere la località di Pianezze tramite la mulattiera (segn, 1007) denominata “Strada vecchia” che inizia proprio dal centro di Valdobbiadene e, passando per la chiesetta di San Floriano (m. 361), interseca diverse volte la strada comunale. Parcheggiate le macchine si parte verso Est per il sentiero 1008. Il primo tratto è un po’ ripido (circa un quarto d’ora) poi si cammina in piano con un po’ di discesa per poi risalire ancora fino alla strada comunale ( mt. 1464) che collega in quota tutte le malghe. Qui si può gustare il panorama, guardando a Sud la pianura Trevigiana, verso Ovest il Monte Grappa e la pianura del Vicentino, mentre guardando a Nord si possono già notare le varie colline dove passeremo e, in fondo, il Monte Cesen (la nostra meta). Da qui in poi è come fare una passeggiata in quota con tranquillità dove si posso vedere alcune malghe, la malga Mariech (la prima che troviamo) modernizzata all’Agriturismo, altre ancora efficienti e altre diroccate. Sosta e pranzo al sacco al Monte Cesen (mt. 1569). Si prosegue poi verso Nord con un tratto di discesa per poi invertire di colpo il senso di marcia andando verso Sud scendendo nel mezzo di una valletta e risalire il versante opposto fino al colmo. Si piega verso Ovest per salire l’ultima cima il Monte Orsere (mt. 1470) e aggirato il monte, si prende in direzione Est per arrivare alla Malga Barbaria per una breve sosta panoramica e scendere al Piazzale Pianezze per il sentiero dei Narcisi. Il dislivello complessivo è di mt. 810 con un tempo di percorrenza di circa 5 ore e mezza. Equipaggiamento: primaverile con scarponi, berretto, giacca a vento, pile, ecc. Capogita: Angelo. Si prega di restare tutti in gruppo nel trasferimento con le macchine per evitare di perdere tempo inutilmente aspettandosi, perché a Valdobbiadene per domenica 16 maggio si correrà una gara di cronoscalata che partendo da Valdobbiadene arriverà a Pianezze e di conseguenza poytà esserci molto traffico in centro. La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione. SIAMO IN INTERNET! Il socio Renato Roggia ha proposto e, avuto il consenso del Direttivo, realizzato una prima parte del sito Internet del nostro Gruppo. E’ già possibile consultarlo cliccando il seguente indirizzo:

www.escursionistipianezze.it Visitatelo. Attendiamo vostri suggerimenti e consigli per migliorarlo: inviateli alla mail del presidente.

File:Escursionisti- 06-2010 Monte Cesen.doc - St.i.p.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

VAL DEI MOCHENI – PONTE DELLE STUE SABATO 19 Giugno 2010 Tanto tempo fa, in Val dei Mocheni, abitavano i canopi. Erano minatori venuti da terre lontane a scavare l’oro e l’argento. Divennero molto ricchi e superbi. Fusero dodici bocce d’oro ed un pallino per giocare sul sagrato anziché andare a messa. Un giorno furono chiamati dal vescovo di Trento. In città andarono tutti e furono avvelenati. Solo un vecchio rimase al paese e, non vedendo tornare i canopi, nascose le bocce in una miniera e ne murò l’entrata. Il vecchio morì con il suo segreto e le bocce non furono più trovate. Potremmo cercarle anche noi................

Ore 6,00 Partenza in pullman dal Campo Sportivo e 5 minuti dopo dalla Bionda, per Bassano, Pergine, Palù del Fersina (m. 1424). Partendo da Palù, sul sentiero 314, si risale la Val Battisti per giungere a Passo Cargnon di Sopra (m. 2124). Si prosegue poi in quota costeggiando il Monte Croce per giungere al Passo Cadin (m. 2108). Sosta per il pranzo (al sacco). Ripreso il cammino, si scende, per un sentiero costruito durante la prima guerra mondiale, sino alla Malga Agnelezza (m. 1660). Percorrendo un tratto della strada forestale che conduce al Passo Maghen, discesa al Ponte delle Stue (m. 1240) in Val Cadino. dove ci attende il pullman. Percorso: E (escursionistico), senza difficoltà, su sentieri poco frequentati. Ore di cammino: 5,30 - 6. Dislivello, in salita m. 700 e in discesa: m. 900. Equipaggiamento consigliato: normale (scarponi, zaino con cibarie e bevande, mantella o altro per la pioggia, Kway e pile, ecc.). Con giornata soleggiata, fare buona scorta di acqua o altre bevande: almeno un litro ciascuno. Capogita: Sebastiano. La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione.

AVVISI 1°- Trattandosi di una gita in pullman è necessario prenotarsi, anche tramite e-mail, presso Luciano, o direttamente presso Mario Maroso, entro domenica 13 Giugno. Raggiunto il numero di 50, le iscrizioni saranno chiuse, anche prima del termine. Quindi……… a f f r e t t a r s i !!!!!! Grazie della collaborazione. Per chi lo desiderasse, è ancora possibile aderire all’assicurazione infortuni per le escursioni con il Gruppo, dando il proprio nome, con la quota annua di 10 euro, al Presidente.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

RIFUGIO VELO DELLA MADONNA (PALE DI SAN MARTINO – m. 2358)

SABATO 10 Luglio 2010 Ore 06,30 - Partenza, con pullman, dal Campo sportivo di Pianezze e, 5 minuti più tardi, dalla Pizzeria della Bionda per Bassano, Arsiè, Fonzaso, San Martino di Castrozza (m. 1467). All’inizio del paese, si gira a destra verso il ristoro Villa Col, locale situato a circa un chilometro dal paese in una verde prateria, dove si parcheggia il pullman (m. 1450). Ore 09 circa – partenza a piedi per il sentiero 721, che attraversa prima un bosco di abeti, poi troveremo delle valli nelle quali potremo vedere cosa la furia delle acque riesce a trascinare giù dalla montagna. Se la neve che ancora copre il sentiero in questi giorni riuscirà a sciogliersi, potremo continuarlo, altrimenti dovremo deviare sul sentiero 713, impedendoci di percorrere un anello, dovendo al ritorno fare lo stesso percorso della salita. L’arrivo al Rifugio Velo della Madonna (m. 2358 – tel. 0439-768731) è previsto verso le 12,30. Sosta per il pranzo al sacco o in rifugio. (Chi desidera pranzare nel rifugio deve prenotarsi dal capogita durante il viaggio in pullman).

Dal rifugio si possono ammirare le splendide montagne circostanti e San Martino di Castrozza. Ore 13,30 circa - si inizia la discesa verso il pullman. Dislivello di salita e discesa mt. 908 Ore di cammino: 3,15 in salita e 3,00 in discesa. Equipaggiamento: normale con scarponi, maglia, giacca a vento o pyle, k-way, berretto, ecc. Percorso: E (escursionistico) Capogita: Luigi. La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione. P.S. – Poiché utilizzeremo il pullman, è necessario prenotarsi entro Lunedì 5 luglio, anche via email. Siete pregati di affrettarvi perché le iscrizioni si chiuderanno al completamento dei posti in pullman. Rivolgersi al capogita, a Mario o Luciano. AVVISI A causa del rinvio, per maltempo, dell’escursione in Valle dei Mocheni a Sabato 26 giugno, il programma delle uscite del mese di LUGLIO è stato così modificato: Sabato 10 luglio: Rifugio Velo della Madonna Sabato 17 luglio: VIOZ per i partecipanti alla vetta del Gran Paradiso. Invariate le date del Gran Paradiso (23,24,25 Luglio). Invitiamo in modo particolare gli iscritti per il Gran Paradiso a partecipare anche all’uscita del 10 luglio per un utile e valido allenamento, essendo ormai prossimi al 23 luglio.

RACCOMANDIAMO AGLI ISCRITTI PER IL GRAN PARADISO DI ESSERE PRESENTI ALLA RIUNIONE MENSILE DI LUNEDI’ 5 LUGLIO PER RITIRARE IL PROGRAMMA E ACCORDARCI SULLE MODALITA’ DI ATTUAZIONE DELL’ESCURSIONE. PORTARE LA TESSERA C.A.I. CON RINNOVO 2010.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO

Escursione sul GRAN PARADISO – 23, 24 e 25 luglio 2010 PROGRAMMA VENERDI’ 23 luglio: ore “ “ “ “

“ “

5,00 Partenza dal Campo Sportivo e 5 minuti dopo dalla Pizzeria “Dalla Bionda” per Vicenza, Milano, Santhià, Aosta. 7,00 circa, subito dopo Milano, brevissima sosta per il caffé 9,30 circa, sosta per la colazione a cura del Gruppo (area di servizio in autostrada) 11,30 circa, arrivo a PONT in VALSAVARENCHE. Partenza per il Rifugio Vittorio Emanuele (m. 2735 - telefono 0165/95920). 15,30 circa arrivo al rifugio, Sosta nei pressi del rifugio, sistemazione nelle camerate e brevi passeggiate nei dintorni in libertà. 19,00 Cena al rifugio. 22,00 Già tutti a nanna, perché vengono spente le luci.

SABATO 24 luglio: COMITIVA A): ore 4,00 Sveglia e colazione. “ 5,00 Partenza per la vetta (m. 4061). Pranzo al sacco. Discesa verso il Rifugio Vittorio Emanuele e trasferimento al Rifugio Chabod. Sistemazione, cena e pernottamento. COMITIVA B): ore 7,30 Sveglia e colazione. “ 9,00 Partenza per il Rifugio Federico Chabod (m. 2760 – telefono 0165/95574). Pranzo al sacco durante il trasferimento (o presso il rifugio). Sistemazione e salita facoltativa verso Punta Money per il Colle Ovest. A sera ricongiungimento con la Comitiva A. Cena e pernottamento. DOMENICA 25 luglio: ore “ “

7.00 sveglia e colazione 8,00 partenza per scendere a Pravieux, dove ci attende il pullman. 13,00 circa, pranzo presso l’Hotel Miage di Charvensod (Aosta), (telefono 0165/238585), quindi partenza per casa con tappa intermedia e, code varie permettendo, arrivo verso le 20.

Gli orari dovranno essere rispettati da tutti, soprattutto la sveglia di Sabato per la Comitiva A. Eventuali variazioni saranno comunicate preventivamente di volta in volta.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

ESCURSIONE IN ORTIGARA (CASTELLONI DI SAN MARCO – CALDIERA – ORTIGARA)

MERCOLEDI’ 18 AGOSTO 2010 Nel maggio del 1915 scoppiava la prima guerra mondiale, una guerra totale che coinvolse direttamente anche l’Altopiano di Asiago, che divenne teatro di alcune delle più sanguinose battaglie combattute sul fronte italiano. La “Strafexpedition” (spedizione punitiva) del maggio-giugno 1916, che secondo le intenzioni del Comando Supremo Austriaco doveva consentire alle truppe imperiali di raggiungere la pianura veneta, e l’Azione K, meglio nota come la Battaglia dell’Ortigara del giugno 1917, provocarono migliaia e migliaia di morti da entrambe le parti. Il 15 giugno 1918 l’ultimo assalto austriaco alle nostre trincee venne respinto e nel contrattacco del 30 giugno vennero riconquistati i tre monti (Col del Rosso, Valbella ed Ecchele), come preludio della ritirata delle truppe austriache del 4 novembre 1918 con la firma dell’armistizio a Padova, a Villa Giusti. Ripercorrendo, da tranquilli escursionisti, quelle mulattiere e sentieri tracciati in gran parte dai soldati del 1915/18, non possiamo esimerci dall’esprimere loro un pensiero riverente e un riconoscente ricordo.

Ore 07,00 precise – partenza, con auto proprie per San Luca. Crosara, Fontanelle, Gallio (sosta caffè). Si imbocca la strada per Foza, quindi, a sinistra, la strada dell’Ortigara, seguendola fino al bivio per Malga Fossetta, dove si parcheggiano le auto (mt. 1630). Per il sentiero Cai n° 845 si va verso Malga Fossetta, poi su ampia mulattiera dopo un tratto di pascolo si entra nel bosco continuando fino all’entrata dei Castelloni di San Marco (m. 1808). I passaggi fra strette trincee naturali e qualche tratto in galleria sono tutti numerati, fino a raggiungere la panoramica parte sommitale (m. 1825). Scesi dai Castelloni si prosegue verso Cima Caldiera (m. 2124). Pranzo al sacco. A seconda delle forze e del tempo a disposizione, si possono prendere due decisioni: a) discesa diretta verso il Rifugio Cecchin (sentiero 840 A); b) discesa verso il Passo dell’Agnella e risalita sull’Ortigara visitando l‘Osservatorio Torino (bellissima vista sulla Valsugana), il Cippo Austriaco e quello Italiano (Colonna Mozza a quota 2105). Da qui, con il sentiero 840 si scende al Rifugio Cecchin (quota 1890). Sosta al rifugio mentre gli autisti, accompagnati da Iseo, Giorgio o Severino, andranno a recuperare le auto per portarle al Piazzale Lozze. Ore 18.30 circa – Cena, preparata dagli alpini del Gruppo di Pianezze, in parte anche nostri soci. Dislivello mt. 475 Ore di cammino: 5 o 7, a seconda del giro. Equipaggiamento: normale con scarponi, maglia, giacca a vento o pyle, k-way, berretto, ecc. Pila per i brevi tratti in galleria e soprattutto acqua (non se ne trova fino all’arrivo al rifugio) Percorso: E (escursionistico)

Capogita: Battista (tf. 0424-780005).

La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale

PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

________________________________________________________________

RIFUGIO PIAN DE FONTANA (Val del Grìsol - Val dei Ross)

Domenica 5 Settembre 2010 Il rifugio Pian de Fontana sorge sull’omonimo ripiano di pascolo, dove sono state ristrutturate le vecchie casère ricavandone il rifugio e il bivacco Dal Mas. Si colloca al piede del versante meridionale delle “Cime di Città” e lungo il percorso dell’Alta Via n° 1. E’ un valido allenamento per l’escursione del 18/19 settembre prossimi. Ore 6.30 - Partenza dal Campo Sportivo, con auto proprie, per Belluno e Longarone, da dove si sale la Val Zoldana fino a Soffranco, percorrendo poi tutta la Val del Grìsol fino al Ponte dei Ross. Parcheggio dopo il ponte (m. 745). Lasciate le auto, si sale per il sentiero n° 520, che si abbandona dopo circa 500 mt. per seguire quello detto “de le sénto volte” (a motivo dei numerosi tornanti), vecchio percorso dei contrabbandieri che sale per il bosco fino alla Casèra dei Rónch de Pian de Fontana (m. 1388). Da qui si prende il sentiero 514 dell’Alta Via n° 1 fino ad arrivare al Rifugio Pian de Fontana (m. 1632). Sosta per il pranzo (al sacco o nel rifugio). Chi avesse ancora gambe, può salire fino alla forcella Varetta (m. 1704), punto panoramico sulla Val Vescovà. Per il ritorno, si ripercorre lo stesso sentiero fino alla Caséra dei Ronch, dove si riprende il 520 che scende sulla destra fino al parcheggio Il dislivello complessivo è di mt. 887 con un tempo di percorrenza di circa 3 ore. - Percorso E (escursionistico). Equipaggiamento: normale con scarponi, berretto, k-way, pile, ecc. Capogita: Marino. Si prega di restare tutti in gruppo nel trasferimento con le macchine, per evitare di perdere tempo inutilmente aspettandosi lungo la strada. In ogni caso il capofila attenderà che giungano tutti a Longarone, prima di imboccare la Val Zoldana. (Cellulare: 335 12 12 367) La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione. AVVISI - Escursione sulle Odle del 18/19 settembre 2010, con pernottamento al Rifugio Firenze (sopra S. Cristina di Val Gardena) – Le iscrizioni sono aperte e si concluderanno alla riunione di Lunedì 6 settembre. Potete rivolgervi ai capigita Roberto e Siro o tramite mail a Luciano. Anticipo da versare entro il 6 settembre: Euro 30,00. - Manuale di escursionismo e sicurezza in montagna di Davide Zangirolami. Il Direttivo del Gruppo ha deliberato di offrire gratuitamente ai soci (in regola con la quota sociale 2010) il pratico volumetto, edito nello scorso mese di giugno dalla Priuli & Verlucca, quale preziosa fonte di informazioni e suggerimenti per una corretta preparazione e svolgimento delle escursioni in montagna, sia in comitiva che singolarmente (meglio mai da soli, se possibile!). Dopo l’operazione “assicurazione infortuni”, questa è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno del Direttivo del Gruppo per salvaguardare i soci dai pericoli che si possono incontrare in montagna, imparandone prima i modi di prevederli e di affrontarli con sicurezza. Il libretto è disponibile durante le riunioni mensili, o da Luciano

File:Escursionisti- 11-2010 Rifugio Pian de Fontana.doc - St.i.p.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

ESCURSIONE NELLA VALLE DEI MOCHENI Traversata in quota dal Rifugio Sette Selle al Lago di Erdemolo Domenica 3 ottobre 2010 con il seguente programma: Ore 6.00 Partenza in pullman dal Campo Sportivo e, 5 minuti dopo, dalla Pizzeria della Bionda, per la Valsugana fino a Pergine, dove si gira a destra per la Val dei Mocheni fino alla località Frotten (mt. 1540) di Palù di Fersina, caratteristico villaggio alpino noto anche come Palù dei Mocheni perché abitato dai discendenti di antichi minatori tedeschi (machen). Lasciato il pullman, ci s’incammina per il sentiero nr. 343, che si inoltra nella valle e sale da un rivo nel bosco Laner, faticando un po' a superare prati alquanto ripidi, però si gode la varietà del paesaggio tra cui alcuni casolari (Baiti Làner a mt. 1758). L’ultimo tratto, nel bosco rado e pianeggiante, ci porta al rifugio Sette Selle (mt. 2014) dove si sosta per un breve ristoro. Si continua poi per sent. 343 nell’alta Val Laner, fin sotto alla Forcella d’Ezze (sent. 315) dove si piega a destra fino alla quota 2242 dello sperone N/O della cima Sette Selle. In piano per le pietraie sottostanti al Sasso Rotto si giunge a pochi metri dalla forcella omonima (mt. 2286). Si prosegue nella stessa direzione, tenendosi a destra della modesta elevazione del Sasso Rosso (mt. 2320). Ben presto si arriva alla Forcella delle Cunelle (Passo di Sette Selle o Sensattel - mt. 2198). Continuando diritti, si passa per Forcella Cave e per pendio elementare si monta il costone che fa toccare la Cima delle Lepri (mt. 2292). Come si può osservare dalle quote, si cammina sempre in piano (o quasi). In piano si continua fino ad un lieve intaglio prima della Cima Cavè, o anche tenendosi poco sotto il Monte del Lago, dal quale si cala al Passo del Lago. Da questo incrocio di sentieri si abbandona l’itinerario assai panoramico del percorso in cresta scendendo fino alla sponda del Lago d’Erdemolo (localmente Lago di Palù, Sèa wa Palài, mt. 2013). Sosta e pranzo al sacco oppure in rifugio (se è aperto). Totale ore di cammino fino a qui è di 4,30. Al ritorno, per sentiero 325, in due ore si scende per rado bosco passando per Maso Erdemolo e poi seguendo una strada sterrata si arriva al pullman. Dislivello mt. 800 circa, saliscendi compresi. Totale ore di cammino 6,30.

Capogita: Mario. Equipaggiamento: normale con scarponi, maglia, giacca a vento o pyle, k-way, berretto, ecc. Percorso: E (escursionistico) La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione. P.S. – Poiché utilizzeremo il pullman, è necessario prenotarsi entro Martedì 28 settembre, anche via email. Siete pregati di affrettarvi perché le iscrizioni si chiuderanno al completamento dei posti in pullman. Rivolgersi a Mario o Luciano.

AVVISI Chi non avesse ancora ritirato i libri ordinati a Bepi Magrin durante l’escursione sul Gran Paradiso è pregato di provvedervi alla riunione mensile di lunedì 4 ottobre. Idem per chi non ha ancora ricevuto il “Manuale di Escursionismo e Sicurezza in Montagna” in dono ai soci in regola con la tessera 2010. L’escursione sulle Odle è stata sospesa per il maltempo e rinviata al 23/24 luglio 2011.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO

PULIZIA DEI SENTIERI AUTUNNALE VI RICORDIAMO CHE la PULIZIA DEI SENTIERI di Pianezze avrà luogo DOMENICA 10 OTTOBRE 2010. Vi preghiamo di presentarvi, con gli attrezzi del caso, alle ore 8.00, presso il Campo Sportivo Al termine dei lavori, circa verso mezzogiorno, ci sarà la solita braciolata, nell’area di sosta di Via Sandri. Per poter predisporre il materiale (mangereccio) necessario per il pranzo, è gradita una comunicazione a Mario o Luciano entro Giovedì o al massimo Venerdì prossimi. Grazie e Arrivederci! Mario Maroso Vice Presidente e responsabile dei lavori

AVVISI Rivolgiamo un invito a tutti i soci di presentare, alla prossima riunione mensile di Lunedì 8 Novembre, PROPRIE PROPOSTE DI ESCURSIONI PER IL 2012, che saranno poi valutate dal Direttivo, che dovrà procedere alla formulazione del calendario da sottoporre all’Assemblea generale del Gruppo. SENZA ORARIO SENZA BANDIERA 2010 Martedì 12 Ottobre 2010, alle ore 20.30 presso il Cinema Teatro Verdi di Breganze: Inaugurazione VIª Rassegna di Viaggi e Incontri 2011. Partecipazione libera a tutti. Vi ricordiamo gli altri nostri appuntamenti del 2010: Pianezze

10 ottobre

PULIZIA SENTIERI autunno

24 ottobre 7 novembre

Pian de la Bala (Grappa) da PIAN DE LA BALA - COL Semonzo DELL’ORSO (Monte Grappa) PASUBIO – STRADA DEGLI EROI Pian delle Fugazze

12 novembre ore 20,30 4 dicembre

SERATA MONTAGNA con Giampaolo Casarotto CENA SOCIALE

A Pianezze – Sala Centro Polifunzionale Programma da stabilire

NATALE SUL SUMMANO

Colletto di Velo

18 dicembre

scarponi Mario auto

Mario

auto

Corrado

Rassegna Breganze direttivo auto

Libera


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

COL DELL’ ORSO - PIAN DE LA BALA (Monte Grappa) Domenica 24 Ottobre 2010

Ore 08.00 –Partenza, dalla Sede degli Alpini con auto proprie, per Bassano, Romano, Cima Grappa. Arrivati a cima Grappa (m. 1775), si parcheggiano le macchine sul piazzale dietro il Rifugio Bassano. Zaino in spalla, si parte dal lato nord del parcheggio per la mulattiera con segnavia CAI n. 156, che percorre in modesta discesa le balze orientali del monte Grappa. La si percorre per circa 15 minuti e, dove essa piega decisamente a sinistra passando fra due roccioni, la si abbandona per seguire il sentiero in discesa fino al Col dell’Orso (m. 1670). Da qui si può ammirare tutta la Valle di Seren del Grappa, e naturalmente le Pale di San Martino, le Vette Feltrine e altre. Sosta per il pranzo al sacco. Dopo la siesta, si ritorna verso il Monte Casonet, dal quale girando a sinistra si scende per sentiero verso la valle delle Mura, raggiungendo il Cason del Sol (m. 1244), quota minima. Si segue la strada verso ovest e la si risale passando per la Malga Cason delle Mura, poi per il Pian della Bala, da dove arriva il sent. 151 che sale dalla Valle San Liberale diretto alla Cima Grappa. Si segue questo sentiero, che sale ora con pendenza moderata, passando per la Malga Val Vecchia. Subito dopo, nel mezzo di una pineta, si sale uscendo sotto il rif. Città di Bassano e alle macchine. Contrariamente alle solite escursioni, questa volta si arriva in salita.

Il percorso e facile e adatto a tutti. Dislivelli: salita m. 621, discesa m. 636 - Ore di cammino 6 - Percorso cat. E. Equipaggiamento: da autunno inoltrato con scarponi, berretto, pile e k-way, copri orecchi e guanti. In presenza eventuale di neve o ghiaccio sul percorso, che possa renderlo pericoloso, l’itinerario potrà essere modificato, a giudizio del capogita. Capogita: Mario La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione.

AVVISI Venerdi’ 22 Ottobre 2010, alle ore 20,30 presso la Sala Riunioni del Centro Polifunzionale di Pianezze verrà presentato il dvd “ESCURSIONE SUL GRAN PARADISO del 22, 23 e 24 luglio 2010”, predisposto dal socio Renato Roggia con il concorso di vari altri fotoamatori del Gruppo. L’invito a parteciparvi, rivolto principalmente ai soci del Gruppo. è esteso a tutti gli amici e alla cittadinanza di Pianezze e dintorni. NON MANCATE!


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO aderenti al C.A.I. di Marostica

BOCCHETTA PAU’ Domenica 7 Novembre 2010 , A causa delle precoci e abbondanti nevicate in montagna, non essendo possibile effettuare l’escursione prevista sul Monte Pasubio, il capogita ha proposto la presente come alternativa all’uscita di fine stagione 2010. Ovviamente, per gli appassionati si è già aperta la stagione degli sci e delle ciaspole, che per ora non sono previste nei nostri programmi ufficiali.

Ore 07.00 –Partenza, dal campo sportivo con auto proprie, per Thiene, Caltrano, Strada del Costo. Nei pressi della curva del Monte Tondo si parcheggiano le auto e ci si incammina in direzione Nord-est, seguendo i tornanti di una mulattiera della Guerra del 1915/18. Attraversata la strada antincendio, il tracciato piega verso Est, passando per resti di opere militari. A quota 1015 ci inseriamo sul sentiero che sale da Caltrano per raggiungere, piegando verso Nord, Bocchetta Paù. Sosta per il pranzo al sacco. Inizieremo il ritorno scendendo per sentiero fino al 10° tornante della strada del Costo e la Val della Pedala. Raggiunta la strada antincendio, la percorreremo per un chilometro, reimmettendoci poi sul percorso della mattina fino a raggiungere il parcheggio delle auto. Percorso molto panoramico verso la pianura, il Cengio. le Piccole Dolomiti e il Pasubio. Dislivelli: m. 840 Ore di cammino 6,30’ Percorso cat. E. Equipaggiamento: da autunno inoltrato con scarponi, berretto, pile e k-way, copri orecchi e guanti. In presenza eventuale di neve o ghiaccio sul percorso, che possa renderlo pericoloso, l’itinerario potrà essere modificato, a giudizio del capogita. Capogita: Corrado. La partecipazione è libera a tutti. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori o parenti maggiorenni. Pur mettendocela tutta per evitare pericoli e guai ai partecipanti, il Gruppo non risponde per eventuali danni o incidenti durante l’escursione.

AVVISI Venerdi’ 12 Novembre 2010, alle ore 20.30 presso la Sala Riunioni del Centro Polifunzionale di Pianezze ci sarà la serata del programma Senza Orario senza Bandiera: “Broad Peak – Tra sogno e tristezza”. Giampaolo Casarotto ci racconterà la conquista della vetta (m. 8047) e la tragica conclusione con la caduta della sua compagna di cordata Cristina Castagna. Cristina così si definiva: “Sono un Acchiappasogni, mani troppo fragili e cuore troppo lento. Sulla Cima di un 8000 c’è il Silenzio. Un silenzio che lascia spazio solo al battito del Cuore, al respiro affannoso, a te stesso. Il mondo è troppo rumoroso, sono una ricercatrice del Silenzio. Semplicemente El Grio (grillo).” NON MANCATE!


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO

CENA ANNUALE Sabato 4 dicembre 2010 Cari amici escursionisti, Vi aspettiamo tutti per la Cena annuale del nostro Gruppo, Gruppo che avrà luogo Sabato Sabato 4 Dicembre 2010 alle ore 20.00, 20.00 presso la SalaSalapalestra del Centro Polifunzionale di Pianezze – Via Roma. La cena è aperta a tutti quelli che hanno partecipato alle attività del Gruppo, sia quest’anno che negli anni precedenti, ai loro famigliari e amici e a quanti altri desiderino aggregarsi per le attività future. Dopo la cena, nella Sala Conferenze (piano seminterrato del Centro Polifunzionale): - Relazione dell’attività del Gruppo - Proiezione DVD delle escursioni dell’anno 2010. Vi invitiamo tutti a partecipare, pregandovi di prenotarvi quanto prima e comunque non oltre Sabato 27 novembre. Per le prenotazioni rivolgersi a: Angelo Toniolo, Mario Maroso e Luciano Chemello, versando la quota di €.. 25,00 (anche prima della cena). La cena, a catering, sarà curata e servita dal Ristorante Al Pioppeto di Romano d’Ezzelino, con il seguente Menù: “Antipasto di lonzino di maiale affumicato con verdure sott’olio – Risotto al radicchio e morlacco – Caserelle con funghi, speck e pancetta – Petto di pollo farcito ai funghi e patate al forno – Coppa di maiale alla birra e verdura cotta – Dolce millefoglie della casa – Spumante – Caffé – Acqua e vino”.


GRUPPO ESCURSIONISTI “Fra’ Benedetto Maria BEDONT” Associazione di promozione sociale PIANEZZE SAN LORENZO

Cari amici escursionisti, A VOI TUTTI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE I MIGLIORI AUGURI DI UN FELICE SANTO NATALE E DI UN 2011 SERENO, IN SALUTE E, possibilmente, IN VALUTE!

Il Direttivo del Gruppo AVVISI E PROMEMORIE PER IL MESE DI GENNAIO 2011 1° -

3 GENNAIO, primo Lunedì del mese: Riunione mensile del Gruppo. Saranno raccolte le quote di rinnovo della tessera annuale (5 Euro) e le nuove adesioni (stessa quota).

2° -

7 GENNAIO, Venerdì: Serata “El Camino de Santiago”, dedicata ai nostri 4 soci che hanno percorso gli 800 chilometri del percorso/pellegrinaggio di Santiago di Compostella.

9 GENNAIO, Domenica: Consegna di un riconoscimento al nostro Gruppo, verso le ore 11, in Sala Riunioni del Centro Polifunzionale. Gradita la presenza di tutti i soci, in quanto tutti meritevoli.

10 GENNAIO, Lunedì: Assemblea Generale del Gruppo per l’approvazione dei Bilanci e il rinnovo del Direttivo del Gruppo per il triennio 2011/2013. Chi desidera entrare in lista, è pregato di segnalarsi al Presidente entro Lunedì 3 gennaio.

21 GENNAIO, Venerdì: Serata della Montagna con Francesco Lorenzon, nostro socio, che presenta il racconto fotografico del suo viaggio in Malawi e Zambia.

30 GENNAIO, Domenica: prima escursione dell’Anno alle Bregonze(da Zugliano),


Programma escursioni 2010