Issuu on Google+

marzo 2014


numero CINQUE marzo 2014

Redazione Federica Di Marcello Fausta Lavagna Francesca Vaccari

www.notedicioccolato.blogspot.it www.caffecolcioccolato.blogspot.it www.glutenfreeexperience.blogspot.it

Fotografi Giovanni Ettore Borzone Milena Milani Marco Vissani Gianluca Zaio

www.flickr.com/photos/geb66/ www.flickr.com/photos/milena_22/ www.flickr.com/photos/ariablu/ www.flickr.com/photos/gianlucazeta/

Hanno collaborato Laura Adani Alessandra Biagini Marina Della Pasqua Valeria Fusco Barbara Gateau Maria Elena Ghelardi Patrizia Malomo Benedetta Marchi Agnese Negrini Marina Paris Valentina Petirro Roberta Pisani Fabiana Segundo Vatinee Suvimol Ilaria Ventura Francesca Zanella Progetto grafico e comunicazione Valeria Fusco_archiviva.com www.ultimotocco.com Consulenza legale Avv. Vatinee Suvimol Foto di copertina di Fabiana Segundo


La redazione

©ThreeF. Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto è protetto da copyright come opera collettiva. Ciascun autore è titolare inoltre di un diritto di copyright individuale su testi e immagini creati e si assume la responsabilità relativa ai contenuti dell’articolo di pertinenza. E’ vietata la riproduzione parziale o totale del materiale contenuto nella rivista senza previa autorizzazione della redazione. Ogni violazione sarà perseguita secondo termini di legge.

ThreeF

Quando stai già facendo bene, cerchi qualcosa di più. Una nuova veste, una grafica elegante che risalterà le nostre ricette, abbinate a splendide fotografie. Questo sarà il nostro meglio. Ci concediamo un mese in più per arricchire il nostro lavoro, perciò, da questo numero, l’uscita sarà trimestrale. Threef non se la sente ancora di abbandonare l’inverno. Marzo per alcuni è sinonimo di montagna, di vacanze e di rifugi immersi nella neve, l’ultima codata di freddo prima della primavera e del risveglio. Così ci gusteremo ancora polenta e verdure bollenti che scaldano il cuore. Il nostro percorso però ci condurrà al mare, al mare che molti amano ed invidiano. Un mare che, con i colori ancora scuri per il freddo, accoglie col suo silenzio e la pace delle spiagge ancora deserte, chi si vuole rilassare con una passeggiata solitaria, immerso nei propri pensieri. Tutto questo è Threef, tutto questo siamo noi.


ThreeF

INDICE

04

08 15

Risotto zucca e timo

20 26

Falafel

32

Pasta al forno

38 45

Tagliatelle al rosso

51

Brownie cupcakes di Oreo e dulce de leche

60

Brownie chapeautĂŠ, chocolat blanc et noix de coco

di Benedetta Marchi

Zuppa di legumi e orzo di Alessandra Biagini

di Maria Elena Ghelardi

Brownies di lenticchie al cacao di Agnese Negrini

di Alessandra Biagini

di Patrizia Malomo

Pudding al cioccolato bianco di Laura Adani

di Fabiana Segundo

di Barbara Gateau

67

Incontri Vatinee Suvimol

72 75

Tom Yam Goong

www.vatineesuvimol.blogspot.it di Vatinee Suvimol

Panna cotta agli amaretti gallina tostati di Vatinee Suvimol


78 84

D come design

90

Winter biryani

a cura di Francesca Zanella

Pollici verdi, è quasi primavera! di Valeria Fusco

di Ilaria Ventura

96 100 102 107

Ratatouille di verdure

111 117

Pollo allo yogurt, curry e cipolline

123

Pane al limone e rosmarino

126 135

Brioche uvetta e mascobado

Garganelli verza e salsiccia di Marina Della Pasqua

Polenta taragna con sugo di fagioli di Alessandra Biagini

Soupe à l’oignon gratinée di Barbara Gateau di Marina Paris

“Marmellata” veloce di cipolle profumata al mandarino di Valentina Petirro

di Alessandra Biagini di Benedetta Marchi

Porridge con mele allo sciroppo d’acero di Roberta Pisani

ThreeF

di Ilaria Ventura

05


06

ThreeF


ThreeF

07

[img _1]


ThreeF

08

Risotto zucca e timo Benedetta Marchi www.fashionflavors.it

per 4 persone 300 gr di zucca mantovana 250 gr di riso arborio 150 gr di ricotta di bufala fresca 100 ml di brodo vegetale 50 gr di porro1 mazzetto di timo 20 gr di olio evo noce moscata q.b.

[img_2]

ph.1 Gian Ettore Borzone ph.2-3-4-5 Benedetta Marchi


ThreeF

09

[img _3]


ThreeF

10

Pulire il porro, tritarlo con la mezzaluna e metterlo in un tegame con il fondo spesso. Unire l’olio e far soffriggere aggiungendo una tazzina d’acqua dopo circa 1-2 minuti. Nel frattempo mettere a bollire il brodo. Pelare e lavare la zucca, tagliarla a cubetti, unirla al porro e farla insaporire per qualche minuto. Unire quindi il riso e farlo tostare nel soffritto; bagnare con il brodo, lasciarlo evaporare, coprire a filo con altro brodo caldo e portare il riso a cottura unendo le foglie di timo e, poco alla volta, il resto del brodo bollente. A cottura quasi ultimata togliere il tegame dal fuoco, unire ricotta di bufala e mantecare il tutto per 2 minuti a fuoco bassissimo o con la retina spargifiamma. Servire caldo con una spolverata di noce moscata o/e granella di nocciole tostata.

[img [img_3] _4]


ThreeF

11

[img _5]


12 ThreeF


ThreeF

13

[img _6]


ThreeF

[img _7]


Zuppa di legumi e orzo Alessandra Biagini www.unazebrapois.blogspot.it

per 4 persone 250 gr di legumi secchi misti 100 gr di orzo perlato 2 cucchiai di trito di cipolla sedano e carota ThreeF

rosmarino alloro salvia

15

2 cucchiai di olio evo sale pepe

ph.6,7,8,9, Alessandra Biagini


ThreeF

La sera prima mettere in ammollo i legumi in abbondante acqua fredda. Il giorno dopo scolare i legumi e sciacquarli rapidamente sotto l’acqua corrente. In in una pentola far soffriggere nell’olio la cipolla, il sedano e la carota, versare i legumi e aggiungere circa 2 litri d’acqua calda. Portare ad ebollizione, salare, aggiungere le erbe aromatiche e lasciar cuoceere per circa 20 minuti, quindi aggiungere l’orzo perlato e alzare un po’ la fiamma per far riprendere il bollore. Cuocere a fuoco medio basso per altri 40 minuti circa, fino a quando l’acqua sarà evaporata e la minestra ristretta. Servire la zuppa ben calda condita con un filo di olio evo crudo.

16

[img_8]


ThreeF

17

[img _9]


18 ThreeF


ThreeF

19

[img _10]


Falafel Maria Elena Ghelardi www.zonzolando.com

ThreeF

per 4 persone

20

300 gr di ceci secchi 1 cucchiaio di farina di ceci o maizena (solo se necessario) 1 cipolla piccola 1 spicchio d’aglio ½ cucchiaino di cumino in polvere abbondante prezzemolo tritato (circa 2 cucchiai colmi) olio di semi di arachidi per friggere sale e pepe q.b.

ph.10 Marco Vissani ph.11-12 Maria Elena Ghilardi ph. 13 Gian Ettore Borzone


ThreeF

[img _11]


ThreeF

22

[img _12]


ThreeF

23

Ammollare i ceci secchi per almeno 24 ore. I ceci da utilizzare non devono essere quelli cotti. In un mixer frullare i ceci, scolati e ben asciutti, assieme a tutti gli altri ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo. Lasciare riposare in frigo il composto per un’ora in modo che risulti più compattabile. Prelevare un po’ di impasto alla volta, pressarlo bene con le mani e lavorarlo come una polpetta. Solo se il composto dovesse essere troppo umido unire la farina di ceci o la maizena (se non si è celiaci va bene anche del pan grattato). Si può scegliere se dare ai falafel una forma sferica o se dare una forma più appiattita. Friggere i falafel in olio ben caldo (fare la classica prova di temperatura con uno stuzzicadenti: se infilandolo nell’olio si formano le bollicine sul legno, allora si può procede con la frittura, altrimenti aspettare ancora), fino a che non avranno una superficie ben dorata e scura, quasi marroncina. Scolare i falafel, tamponarli accuratamente con carta assorbente da cucina e servirli ben caldi.

[img _13]


24 ThreeF


ThreeF

25

[img _14]


Brownies di lenticchie al cacao Agnese Negrini

ThreeF

www.food-t.com

26

200 gr di lenticchie lessate 200 gr di farina 00 180 gr di zucchero 120 gr di olio di semi 50 gr di cacao amaro 2 uova 8 gr di lievito per dolci sale

ph.14 -17 Gian Ettore Borzone ph.15 Agnese Negrini ph.16 Marco Vissani


ThreeF

27

[img _15]


ThreeF

28

Preriscaldare il forno a 170°C. Frullare le lenticchie con l’olio, fino a ottenere una crema chiara e liscia. In una ciotola montare gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale; in un’altra terrina lavorare i tuorli con lo zucchero, aggiungere la crema di olio e lenticchie, quindi unire la farina, il cacao e il lievito setacciati insieme. Incorporare da ultimo gli albumi montati. Trasferire in uno stampo rettangolare ed infornare per 20-30 minuti. Non prolungare troppo la cottura, altrimenti il dolce si seccherà eccessivamente.

[img _16] [img_18]


ThreeF

29

[img _17]


30 ThreeF


ThreeF

31

[img _18] _21]


Pasta al forno Alessandra Biagini www.unazebrapois.blogspot.it

per 4 persone

ThreeF

1/2 Kg di pasta corta (mezze maniche, maniche, maccheroni...) ragĂš di carne

32

besciamella Parmigiano Reggiano grattugiato - per il ragÚ 250 gr di carne macinata mista mezza lattina di pomodori pelati trito di cipolla, carota e sedano olio extra vergine d’oliva sale pepe acqua - per la besciamella 500 ml latte fresco 50 gr di burro 40 gr di farina noce moscata sale pepe

ph.18 Marco Vissani ph.19 Alessandra Biagini ph.20-21 Milena Milani


ThreeF

33

[img _19]


34 ThreeF


[img _20]

ThreeF

Preparare il ragù. In una pentola larga e dal fondo spesso, far rosolare la carne macinata con l’olio. Salare, pepare e bagnare con i pelati passati al colino. Unire due bicchieri abbondanti di acqua e lasciar sobbollire a fuoco medio per circa mezz’ora, quindi unire il trito di aromi e continuare a cuocere fino a quando l’acqua non sarà evaporata e il sugo sarà ristretto. Per la besciamella, fondere il burro in un pentolino, aggiungere la farina e cuocere per 4-5 minuti a fuoco basso, mescolando continuamente. Portare a ebollizione il latte e versarlo a filo nel composto di burro e farina, cercando di non formare grumi. Se dovessero succedere, frullare il tutto con un mixer ad immersione. Salare, pepare e aggiungere un pizzico di noce moscata poi, mescolando continuamente, far rapprendere fino ad ottenere una crema densa. Cuocere la pasta al dente, scolarla e condirla con il ragù. In una pirofila ben unta alternare la pasta con la besciamella e una generosa spolverata di Parmigiano grattugiato. Ripetere l’operazione fino a riempire la pirofila e/o terminare gli ingredienti. Terminare con la besciamella e spolverare con Parmigiano per ottenere una croccante e profumatissima crosticina. Infornare la pirofila a 180°C per circa 30 minuti. Servire ancora fumante!

35


36 ThreeF


ThreeF

37

[img _21] _23]


Tagliatelle al rosso Patrizia Malomo www.andantecongusto.it

per 4 persone 320 gr di tagliatelle all’uovo 150 gr di parmigiano stagionato a scaglie ThreeF

2 teste di radicchio tardivo 1 cipolla rossa di Certaldo

38

20 gr di uvetta sultanina 20 gr di pinoli ½ bicchiere di vino bianco secco 1 cucchiaio di zucchero di canna 1 cucchiaio di aceto balsamico olio evo sale pepe macinato fresco

ph.22-24 Patrizia Malomo ph.23 Gian Ettore Borzone


ThreeF

39

[img _28] _22]


ThreeF

40

Pulire le cipolle e tagliarle a fette non troppo sottili. Scaldare 3 cucchiai d’olio in una larga padella e farvi stufare le cipolle fino a che saranno morbide. Alzare la fiamma, aggiungere zucchero ed aceto balsamico e far caramellare, quindi unire il radicchio accuratamente lavato e tagliato e listerelle. Far saltare per qualche minuto, fino a che il radicchio sarà appassito ma ancora croccante. Aggiungere l’uvetta (precedentemente messa a bagno in acqua calda per una ventina di minuti), i pinoli, regolare di sale e pepe, pepare, sfumare con il vino e lasciarlo evaporare. Cuocere le tagliatelle in acqua bollente salata, scolarle accuratamente e saltarle nella padella con il condimento. Servire cospargendo con le scaglie di parmigiano.

[img _23]


ThreeF

41

[img _24]


ThreeF

42

[img _28]


ThreeF

43

[img _25]


ThreeF

[img _26]


Pudding al cioccolato bianco Laura Adani www.iocomesono-pippi.blogspot.it

per 6 persone 100 gr zucchero semolato 70 gr di cioccolato bianco 30 gr biscotti secchi tritati finemente

ThreeF

50 gr mandorle tritate finemente 3 uova separate

45

1 cucchiaio di panna o latte zucchero a velo per spolverare farina e burro per gli stampini

ph.25 Marco Vissani ph.26 Laura Adani ph. 27-28 Milena Milani


ThreeF

46

[img _27]


ThreeF

47

Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria con un cucchiaio di panna. Montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa che ricadrĂ  a nastro. Unire il cioccolato fuso e mescolare. Montare a neve gli albumi ed incorporarne 1/3 al composto di uova. Agli albumi rimasti unire le mandorle e i biscotti tritati finemente ed aggiungere anche questo mix alla crema di uova. Imburrare sei stampini, infarinarli e riempirli per 2/3 con il composto. Mettere gli stampini nel cestello di una pentola a vapore e cuocere per 30 minuti circa. Una volta cotti, capovolgere i pudding sul piatto da portata e cospargerli con zucchero a velo.

[img _28]


48

ThreeF


ThreeF

49

[img _29]


ThreeF

[img _30] _31]


Brownie cupcakes di Oreo e dulce de leche Fabiana Segundo www.fabsfoodblogspot.com

per 12 cupcakes 250 gr di zucchero 125 gr di burro a tocchetti 125 gr di cioccolato fondente 100 ml di latte 55 gri di farina 2 uova un pizzico di sale 24 biscotti Oreo 200 gr di dulce de leche

Preriscaldare il forno a 180°C. Foderare una teglia da 12 muffin/cupcakes con dei pirottini di carta. Fondere il cioccolato nel forno a microonde a 650W per circa 2 minuti . Aggiungere il burro e mescolare fino a che fonde completamente. Aggiungere lo zucchero, l’estratto di vaniglia, il latte, le uova (uno alla volta) e la farina setacciata insieme al sale, sempre continuando a mescolare. Preparare il ripieno. Accoppiare gli Oreo due a due con un cucchiaino colmo di dulce de leche. Spalmare un altro cucchiaino di dulce de leche sopra il secondo biscotto e sistemare dentro i pirottini. Versare sopra i biscotti l’impasto preparato fino a riempire ¾ dei pirottini. Infornare e cuocere per 18-20 minuti. Sfornare e lasciare raffredare su una griglia.

ThreeF

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

51


ThreeF

52

[img _31]


ThreeF

53

ph.29 Gianluca Zaio ph.30-31-32 Fabiana Segundo

[img _32]


54 ThreeF


ThreeF

55

[img _33]


56

ThreeF


ThreeF

57

[img _34]


ThreeF

58

Threef. L’idea di una rivista nasce cosÏ, quasi per caso

Threef. Un magazine che parla di cibo ed immagini,

per la voglia di concretizzare il nostro personale discorso intorno al cibo legandolo a quello di altre persone, attraverso un percorso ad immagini che non solo fosse estremamente innovativo, ma che sapesse catturare e restituire al lettore sensazioni di totale coinvolgimento.

il tutto collegato dal divertimento: quello di preparare un piatto, quello dello scatto.


ThreeF

59

Threef. Perché i nostri nomi sono Fausta, Federica, Francesca, le tre “F” della redazione che, unite a tante altre “lettere dell’alfabeto”, hanno dato vita ad un progetto, un’idea, un pensiero. L’impegno è tanto, ma i risultati non si sono fatti attendere; le oltre 100.000 visite già abbondantemente superate da almeno due dei quattro numeri ad oggi pubblicati ci fanno capire di aver imboccato la giusta strada.

[img _35]


Brownie chapeautĂŠ, chocolat blanc et noix de coco Barbara Gateau

ThreeF

www.barbaragateau.com

60

per uno stampo quadrato da 20cm 12 porzioni piccole (o 9 grandi) 180 gr di burro 150 gr di cioccolato fondente 70 % 100 gr di maizena 80 gr di zucchero di canna 80 gr di zucchero 60 gr di farina di cocco 2 uova per il topping 200 gr di cioccolato bianco 50 gr di fiocchi di cocco 40 gr di burro

ph.33 Marco Vissani ph.34 Gian Ettore Borzone ph.35 Milena Milani ph.36-37-38-39 Barbara Gateau


ThreeF

[img _36]


ThreeF

Preriscaldare il forno a 180째C e foderare una teglia quadrata con carta forno. In una casseruola, far sciogliere a fuoco basso il cioccolato fondente e il burro, mescolando. Spegnere il fuoco e tenere da parte. In una ciotola capiente, sbattere le uova con lo zucchero, lo zucchero di canna e la farina di cocco. Versare il cioccolato fuso e mescolare bene. Aggiungere la maizena e mescolare. Versare il composto nella teglia e e cuocere per 35 minuti a 180째C. Sfornare e lasciar raffreddare 30 minuti. Nel frattempo, preparare il topping facendo sciogliere in una casseruola il cioccolato bianco e il burro. Mescolare bene e versare sopra il brownie, ancora nello stampo. Cospargere immediatamente con i fiocchi di cocco e lasciar raffreddare completamente nello stampo prima di servire. Occorreranno circa 3 ore, ma si possono ridurre i tempi con un passaggio in frigorifero.

62

[img _37]


ThreeF

63

[img _38]

[img _39]


ThreeF

64

[img _40]


ThreeF

65

ph.40 Marco Vissani ph.41 Gianluca Zaio

[img _41]


66

ThreeF


ThreeF

INCONTRI

67

[img _42]


ThreeF

68

Vatinee Suvimol autrice del blog “A thai pianist” www.vatineesuvimol.blogspot.it Thailandese di nascita, italiana per amore e “cittadina del mondo” per passione. In realtà nessuno mi aveva chiamato “Vatinee” prima dei 6 anni. Vivevo ancora a Bangkok e per tutti ero “nit noi” (che in Thai significa “piccolina”). Giunta in Italia, iniziai ad usare il mio nome ufficiale. “Platini?” era la domanda più frequente. No, no Vatinee, con la V e la doppia “e” all’inglese. Ho vissuto poi all’estero e frequentato scuole internazionali, dimenticando il Thai, abbandonando l’italiano ed iniziando a parlare in lingua inglese, francese e tedesca. “Ma in che lingua sogni?” era la domanda più frequente. [img _43]


ThreeF

69

Dipende dagli interlocutori del sogno. A 14 anni, tornai in Italia e dopo aver fatto tappa da nord (Vicenza) a sud (Palermo), mi stabilii a Bergamo, dove ho completato gli studi universitari realizzando il mio sogno più grande: divenire avvocato. Ne sono molto felice e mi sento assai fortunata, perché prima di essere avvocato, sono soprattutto una moglie e una mamma. E così, un piccolo senso di colpa m’invade ogniqualvolta penso alla mia Thailandia, una Terra che conosco poco. Il blog nasce come trait d’union tra la mia nostalgia per il Siam, il cibo thai, il popolo thailandese ed i miei vaghi ricordi d’infanzia. Un’infanzia semplice e modesta ma piena di amore. Per la blogsfera nasce “Vaty”, che alterna la Siam Nostalgia alla joie de vivre quando racconta dell’amore per la sua famiglia, per il lavoro, per i viaggi, il tutto attraverso l’obiettivo di una semplice reflex su cui smanetta alla ricerca della luce giusta. La stessa luce che guida ogni passo verso la ricerca continua della felicità. [img _44]


ThreeF

“A Thai Pianist”, questo è il nome del mio blog. Un nome d’istinto, non perché io sia una pianista, quell’istinto che mi ha spinto ad aprire un blog, a scrivere, ad andare alla ricerca delle mie origini spesso coperte da un velo di mistero e discrezione, per un padre mai conosciuto e di cui non ho mai saputo nulla, tranne che era un pianista Thai. Così mi piace credere che, chiunque sia e ovunque sia, sia ancora lì, a suonare un vecchio pianoforte. E chissà che arrivi il giorno in cui lo ritroverò, seguendo le note di un dolce suonar. Oppure sarà lui a ritrovare me, richiamato dal titolo del mio blog...

70

[img _45]


ThreeF

71

[img _46] _47]


Tom Yam Goong Vatinee Suvimol www.vatineesuvimol.blogspot.it

ThreeF

(zuppa piccante con salsa chili thai, lemongrass, galangal e gamberetti)

72

per 4 persone 1 lt di brodo (anche di pollo) 500 gr di gamberetti, puliti e sgusciati (lasciare solo la coda) 250 gr di latte 100 gr di funghi 5-6 fettine di galangal (zenzero thai) (il galangal va privato della buccia, come per lo zenzero fresco) 4-5 foglie di kafir lime 3 foglie di bergamotto (facoltativo) 2 steli di lemongrass tagliati (private della parte esterne e della parte verde) 3 cucchiai di succo di lime 2 cucchiai di salsa di pesce 1 cucchiaio di salsa chili thai peperoncini freschi q.b. (da 2 a 4) coriandolo q.b. un cucchiaino di sale


ThreeF

In una pentola, portare ad ebollizione il brodo con il galangal, il lemongrass, le foglie di kafir lime ed i peperoncini. Unire i funghi, puliti e affettati, ed i gamberetti. In una ciotolina, mischiare il latte con la pasta chili ed unire il composto alla zuppa. Aggiungere la salsa di pesce, il succo di lime, regolare di sale ed amalgamare bene. Infine, spegnere il fuoco e completare con le foglie di bergamotto ed il coriandolo fresco.

[img _47]


ThreeF

[img _48] _50]


Panna cotta agli amaretti gallina tostati Vatinee Suvimol www.vatineesuvimol.blogspot.it

per 2 persone 200 ml di panna fresca 2 fogli di gelatina ThreeF

3 cucchiai di cacao 4 amaretti gallina di Crema

75

Mettere i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda. In un pentolino, versare la panna fresca e lo zucchero e portare lentamente ad ebollizione. Appena prima che la panna raggiunga i l bollore, abbassare la fiamma, unire i fogli di gelatina ben strizzati, amalgamare e spegnere il fuoco. Sul fondo degli stampi, distribuire 2 amaretti gallina precedentemente frantumati e tritati, pressandoli bene affinchÊ aderiscano. Versare la panna cotta negli stampi e lasciar riposare per almeno un paio d’ore. Frantumare e tritare i rimanenti amaretti e tostarli in una padella calda. Prima di servire, sformare la panna cotta nei singoli piatti e distribuirvi sopra gli amaretti gallina caldi e tostati.

ph.42-43-45-46-47-48 Vatinee Suvimol


ThreeF


Un pizzico di lifestyle, qualche incursione nel design, gadget q.b. Tanti consigli e “dritte” in una rubrica fresca, accattivante e dinamica, per proporre idee originali e divertenti “pescate” qua e là nella rete.

ThreeF

e l y t s e Lif e tà i s o i r cu 77


D come design Francesca Zanella Nomnom q.b.

ThreeF

* immagini utilizzate per gentile concessione di “Piccolo vegs for pots”

78

Pomodori nani, peperoni, melanzane in miniatura e molto altro, tutto quello che si può adattare, con un po’ d’impegno, alla coltivazione fuori terra. Un piccolo orto urbano per vedere più terrazzi coltivati e meno balconi vuoti. Piccolo Vegs for Pots è una ditta sementiera nata nel 2012, con sede in Veneto. Il suo lavoro, nato per passione, è quello di ricercare, selezionare e distribuire varietà tradizionali di ortaggi adatti alla coltivazione in vaso. Sono così state selezionate varietà nane, compatte, adatte agli spazi di un balcone o di un contenitore, per dare a molti la possibilità di curare un terrazzo “tutto verde”, che riunisca in sé il desiderio di decoro e bellezza e la possibilità di soddisfare parte delle esigenze alimentari di una famiglia.


ThreeF

79

[img _49]


ThreeF

80

[img _50] _63]


piccolovegsforpots.com

[img _51]

ThreeF

Le scatole sono realizzate in cartone FSC e moltissime sono le varietà bio, tutti segnali di attenzione verso l’ambiente. Quattro le collezioni, gradevolmente contraddistinte da quattro diversi colori (arancio, azzurro, rosso e verde) e differenziate in base al contenuto, per venire incontro alle esigenze di tutti coloro che desiderano avere la meraviglia di vedere nascere una vita sotto i propri occhi.

81


82 ThreeF


ThreeF

83

basilico,timo,fagiolini,foglie, melanzana, peperoncino, crescione, peperone, pomodoro,fin de bagnol, sweet banana, beurre de rocquencourt, lanterna de foc, sucette de provenc e tanto altro.

[img _52]


Pollici verdi, è quasi primavera! Valeria Fusco www.ultimotocco.com

ThreeF

basilico,timo,fagiolini,foglie, melanzana,peperoncino, crescione, peperone, pomodoro,fin de bagnol, beurre de rocquencourt, lanterna de foc, sweet banana, sucette de provenc e tanto altro.

84

www.piccolovegsforpots.com


E’ ora di metteterci in azione per realizzare i nostri orti domestici e conquistare balconi, davanzali e mensole di casa. L‘azione richiederĂ  cura e impegno costanti, ma alla fine la soddisfazione e i risultati ci ripagheranno di tutto. Con piccoli gesti ritroveremo un rapporto diretto con la natura e lei, generosa, ci restituirĂ  i suoi frutti. Avremo il piacere di arricchire i nostri piatti con aromi e spezie appena raccolti dal balcone; useremo i nostri piccoli vasi dai colori variopinti per decorare la casa, con un tocco semplice, originale e di grande effetto.

ThreeF

www.qui-est-paul.com

85


ThreeF

in mancanza di spazio, l’orto è sospeso.

86

piante aromatiche come quadri alle pareti www.madaboutthehouse.com

[img _63]


l’annaffiatoio di design per un regalo originale.

annaffiatoi ecologici economici e intelligenti realizzati con materiale riciclabile al 100% www.shesaidgreen.com

ThreeF

www.alessi.it

87


88

ThreeF


ThreeF

89

[img _53]


Winter biryani Ilaria Ventura

ThreeF

www.lattefiele.blogspot.it

90

per 4 persone 300 gr di riso basmati 10 piccole cimette di broccolo 4 foglie di cavolo verza ¼ di cavolo rosso 2 carote 1 gambo di cipollotto ½ cipolla coriandolo fresco 1 cm di zenzero fresco 2 spicchi d’aglio 1 cucchiaio di spezie per biryani 4 cucchiai di olio evo

ph.53 Gianluca Zaio ph.54-55 Ilaria Ventura ph.56 Milena Milani


ThreeF

[img _54]


ThreeF

92

[img _55] _69]


ThreeF

93

Lavare e mondare le verdure e tagliarle a tocchetti. Cuocere il riso in acqua bollente salata (meglio ancora nel rice cooker) e scolarlo al dente. Nel frattempo preparare il soffritto. Tritare nel mixer cipolla, aglio e zenzero e tostare il trito ottenuto in una padella molto calda, con l’olio e le spezie. Aggiungere le verdure e rosolarle nel soffritto, mescolando frequentemente. Quando le verdure sono rosolate, ma ancora croccanti, aggiungere il riso e lasciar tostare il tutto per 3 minuti. Servire completando con cordiandolo fresco tritato.

[img _56]


94

ThreeF


ThreeF

95

[img _57]


Ratatouille di verdure Ilaria Ventura www.lattefiele.blogspot.it

3 carote pelate 1/4 zucca pelata 5 patate con la buccia ThreeF

1/2 broccolo (anche romanesco) 1 rapa rossa pelata

96

1 testa d’aglio con la buccia 3 scalogni con la buccia 100 ml olio extravergine d’oliva qb pepe qb sale

ph.57 Marco Vissani ph.58 Ilaria Ventura


ThreeF

Preriscaldare il forno a 200° ventilato. Nel frattempo, lavare bene tutte le verdue e asciugarle. Tagliare il broccolo in cimette. Tagliare la verdura a cubotti di dimensioni diverse a seconda della consistenza: più piccoli zucca e carota, più grandi patata e rapa. Tagliare a metà gli scalogni e l’aglio, quest’ultimo in sezione orizzontale. Mettere carote, patate, zucca, aglio e scalogno in una teglia, in un’altra a parte disporre la rapa, che andrà cotta nello stesso modo, in contemporanea ma separatamente, per evitare tinga le altre verdure. Condire con abbondante olio, pepare e infornare per 30 minuti circa. A questo punto mescolare il misto di verdure e aggiungervi anche le cimette Proseguire la cottura sino a completa doratura, per altri 40 minuti circa (a seconda del forno e delle dimensioni di taglio delle verdure). Unire la rapa agli altri ortaggi, salare e servire.

[img _58]


ThreeF

98

[img _75]


ThreeF

99

[img _59]


Garganelli verza e salsiccia Marina Della Pasqua www.latartemaison.it

per 4 persone 400 gr di farina 00 4 uova ThreeF

250 gr di verza 4 salsicce grosse 1 spicchio d’aglio olio evo q.b. sale e pepe q.b.

Su un tagliere da cucina fare una fontana con la farina, rompere al centro l’uovo e cominciare a mescolarli aiutandosi con una forchetta. Quando la farina e l’uovo cominceranno a formare un composto legato, impastare per una decina di minuti fino a che la pasta risulterà liscia e uniforme. Avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciare riposare per mezz’ora. Trascorso il tempo tirare una sfoglia piuttosto sottile dalla quale ricavare dei quadrati di circa 4 x 4 cm e avvolgerli intorno al bastoncino per fare i garganelli. Passare il bastoncino sul “pettine” imprimendo una pressione media. Sfilare il garganello dal bastoncino e proseguire fino ad esaurimento della pasta.


ThreeF

Lavare la verza e tamponarla per togliere tutta l’acqua. Eliminare la costa centrale delle foglie più grandi e tagliare tutto a striscioline. Far scaldare alcuni cucchiai di olio extra vergine d’oliva in una padella, aggiungere lo spicchio d’aglio schiacciato e infine la verza tritata. Lasciar stufare per una decina di minuti dopodiché eliminare lo spicchio d’aglio. Preparare il condimento: eliminare il budello delle salsicce e sbriciolarne l’impasto con una forchetta, quindi far saltare le briciole di carne in una padella con poco olio. Cuocere per qualche minuto, aggiungere la carne alla verza e regolare di sale e di pepe. In una pentola piuttosto grande portare a bollore dell’acqua, salare e lessare i garganelli, che cuoceranno in un paio di minuti. Scolare i garganelli e farli saltare nella padella del condimento insieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura.

101

ph.59 Marco Vissani ph.60 Marina Della Pasqua

[img _60]


ThreeF

102

Polenta taragna con sugo di fagioli Alessandra Biagini www.unazebrapois.blogspot.it

per 2 persone - per la polenta 200 gr di farina per polenta taragna 1 l d’acqua un cucchiaio di sale - per il sugo di fagioli 1 barattolo di fagioli borlotti 1 barattolo di pelati trito di cipolla, sedano e carota olio evo sale, pepe peperoncino

[img_61]

ph.61-62-63.64 Alessandra Biagini


ThreeF

103

[img _62]


ThreeF

104

[img_63] [img _79]


ThreeF

105

Versare la polenta in una pentola antiaderente, coprirla con l’acqua fredda, salare e portare a bollore. Chiudere la pentola con un coperchio e lasciare cuocere senza girare, ma controllando solo di tanto in tanto la cottura. Far soffriggere in una padella il trito di cipolla, carota e sedano con un paio di cucchiai d’olio ed il peperoncino. Passare i pelati con un colino a maglie strette e versare la polpa ottenuta nella padella, aggiungere i fagioli scolati e sciacquati bene, unire due bicchieri d’acqua, salare, pepare e portare a bollore. Lasciar cuocere a fuoco vivo fino ad avere un sugo ristretto. Impiattare la polenta e condirla con il sugo preparato. Servire caldo.

[img _64]


ThreeF

106

[img _65] _68]


ThreeF

107

Soupe à l’oignon gratinée Barbara Gateau www.barbaragateau.com

per 4 persone 600 gr di cipolle 2 l di brodo di manzo 200 ml di vino bianco 5 cucchiai di olio evo ph.65-66-67-68 Barbara Gateau

2 cucchiai di zucchero pane formaggio grattugiato sale pepe

[img _66]


ThreeF

108

[img _67]


ThreeF

109

In una casseruola capiente, scaldare il brodo di manzo. Nel frattempo, tagliare le cipolle a cubetti o fettine e farle rosolare in una padella a fuoco medio con l’olio per 15 minuti. Mescolare regolarmente con un cucchiaio di legno. Cospargere le cipolle con lo zucchero, mescolare bene e lasciarle caramellare un paio di minuti a fuoco medio-alto, continuando a mescolare. Versare le cipolle nel brodo e aggiungere il vino bianco. Insaporire con il pepe, mescolare bene e far sobbollire per 45 minuti a fuoco medio. Nel frattempo, tagliare il pane a dadini molto piccoli e mettere da parte. Quando la zuppa è pronta, regolare di sale e versarla in cocottine da forno. Distribuire il pane sulla minestra, spolverare con il formaggio, più o meno a seconda dei gusti, e gratinare qualche minuto nel forno fino a che il formaggio sarà dorato.

[img _68]


ThreeF

[img _69]


Pollo allo yogurt, curry e cipolline Marina Paris www.qc-ne.blogspot.it

per 4 persone 6 sovraccosce di pollo ThreeF

350 gr di polpa di pomodoro 100 gr di yogurt bianco non zuccherato

111

12 cipolline 2-3 cucchiai di curry 1 cipolla bionda media 1 spicchio d’aglio 1 peperoncino olio extra vergine d’oliva sale

ph.69 Marina Paris ph.70 Milena Milani ph.71 Marco Vissani


ThreeF

112

[img _70]


ThreeF

113

In un wok o in una padella capiente mettere dell’olio, la cipolla e l’aglio tritati finemente, aggiungere poca acqua e far stufare per qualche minuto. Quindi aggiungere il curry, qualche altro cucchiaio di acqua e lasciar evaporare. Aggiungere il pollo e far insaporire per qualche minuto, regolare di sale, aggiungere il peperoncino e la polpa di pomodoro. Lasciar cuocere alcuni minuti, unire le cipolline, mescolare, quindi aggiungere lo yogurt e un bicchiere d’acqua. Abbassare la fiamma e cuocere con coperchio per 30 minuti circa, o comunque fino a cottura del pollo. Se il il fondo di cottura dovesse risultare troppo liquido, farlo restringere togliendo brevemente il pollo dalla padella e alzando la fiamma.

[img _71]


114 ThreeF


ThreeF

115

[img _72]


ThreeF

[img _73]


“Marmellata” veloce di cipolle profumata al mandarino Valentina Petirro www.ritoviamociincucina.blogspot.it

1 grossa cipolla ramata 25 gr di zucchero semolato 25 gr di zucchero grezzo ThreeF

la buccia di un mandarino un pizzico di sale

117

olio d’oliva

ph72 Marco Vissani ph.73-74-75 Valentina Petirro


ThreeF

118

[img _74]


ThreeF

Tagliare a metà la cipolla, affettarla e metterla in un piccolo tegame con un filo di olio. Far rosolare a fuoco dolce e quando la cipolla sarà appassita e imbiondita, aggiungere mezzo bicchiere d’acqua, la buccia grattugiata del mandarino, lo zucchero ed il sale. Cuocere mescolando di tanto in tanto (più frequentemente verso fine cottura) e aggiungere altra acqua quando necessario. La cipolla deve assumere un color caramello chiaro e duna consistenza morbida e cremosa in cui siano però ancora presenti dei pezzetti. Accompagnare la marmellata con del pane tostato e dei formaggi di diverso tipo e stagionatura per trovare l’abbinamento preferito. La “marmellata” così preparata va conservata in frigo e consumata nel giro di pochi giorni.

119

[img _75]


120 ThreeF


ThreeF

121

[img _76]


ThreeF

ph.76 Gian Ettore Borzone ph.77 Alessandra Biagini

[img _77]


Pane al limone e rosmarino Alessandra Biagini www.unazebrapois.blogspot.it

500-600 gr circa di farina 0 250 gr di acqua tiepida 50 gr di olio evo 10 gr di lievito di birra secco 2 cucchiai di rosmarino secco tritato trattato

ThreeF

la scorza grattugiata di un limone non circa 2 cucchiaini di sale

123

Sciogliere il lievito nell’acqua, poi aggiungere poco alla volta la farina a pioggia, mescolando continuamente con la mano con movimenti dal basso verso l’alto. Continuare ad aggiungere la farina fino a circa la metà di quella necessaria, condire con l’olio, il sale, il rosmarino e la scorza di limone, poi continuare ad aggiungere il resto della farina fino ad avere una palla di impasto morbida, cedevole al tatto, ma non appiccicosa. Ungere una ciotola di vetro e metterci dentro la palla di impasto. Coprire con pellicola e mettere in frigo fino al giorno dopo (circa 24h). Il giorno successivo tirare fuori l’impasto, che nel frattempo sarà cresciuto, e lasciarlo lievitare per un altro paio d’ore a temperatura ambiente. Rovesciare l’impasto sulla spianatoia infarinata, formare un filone e sistemarlo su un teglia rivestita di carta da forno. Praticare un taglio trasversale per tutta la lunghezza e lasciar lievitare ancora un paio d’ore. Infornare in forno già caldo a 220°C insieme ad una ciotola d’acqua, abbassare subito la temperatura a 190°C e portare a cottura fino a che il pane, picchiettato con le nocche della mani, suona vuoto (circa 45-50 minuti).


124 ThreeF


ThreeF

125

[img _78]


Brioche uvetta e mascobado Benedetta Marchi www.fashionflavors.it

- per il pre-impasto 150 gr di farina* 90 gr di acqua 20 gr di lievito di birra - per l’impasto 350 gr di farina*

ThreeF

100 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente 90 gr di zucchero mascobado 50 gr di succo di mela 2 uova 5 gr di sale vanillina scorza grattugiata di un’arancia o di un limone - per la “farcia” 70 gr di uvetta 50 gr dizucchero mascobado *la farina è un mix di 250 gr di manitoba, 150 gr di farina 0 e 100 gr di farina d’orzo

[img _79]


127

ThreeF


ThreeF

128

Preparare il pre-impasto lavorando velocemente la farina con l’acqua in cui sarà stato sciolto il lievito. Far riposare in una ciotola, a temperatura ambiente o in forno con la lampadina accesa e un tegame di acqua bollente sul fondo, coperto con un panno di cotone bagnato in acqua calda e strizzato, per 50-60 minuti, fino al raddoppio. Mettere le uvette a bagno in acqua calda. Appena il pre-impasto è pronto, metterlo in una ciotola capiente, aggiungere gli altri ingredienti e lavorare il tutto per almeno 10-15 minuti. Ungere con un pennello una ciotola più alta che larga e mettervi all’interno l’impasto; lasciar lievitare per circa 2 ore. A questo punto riprendere l’impasto, rovesciarlo sulla spianatoia infarinata e fare un giro di pieghe del primo tipo.

[img _80]


ThreeF

129

Rimettere il tutto nella ciotola unta, coprire con un panno di cotone bagnato con acqua calda e strizzato e far lievitare nel forno spento per altri 50 minuti. Prendere ora l’impasto e, senza lavorarlo troppo, formate due filoncini. Ricoprirli con uvetta strizzata e zucchero mascobado, quindi intrecciarli e chiuderli bene. Prendete uno stampo da plumcake imburrato e infarinato e mettervi l’impasto a lievitare per circa 20-30 minuti sempre nel forno spento con la luce accesa. Trascorso questo tempo, accendere il forno a 200°C. Nel frattempo spennellare l’impasto con poco latte e spolverarlo con zucchero mascobado. Infornare per 30-40 minuti fino al superamento della prova stecchino.

ph.78-81 Milena Milani ph.79 -80 Bendetta Marchi

[img _81]


130 ThreeF


ThreeF

131

[img _82]


132 ThreeF


ThreeF

133

[img _83]


ThreeF

[img _84]


Porridge con mele allo sciroppo d’acero Roberta Pisani www.ilovecooking.org

per 2 persone 500 ml di latte 50 gr di crusca d’avena 1 mela Granny Smith 2 cucchiai di sciroppo d’acero + altro a piacere per guarnire 2 cucchiaini di burro

Sbucciare la mela e tagliarla a fettine sottili. Sciogliere 2 cucchiaini di burro in una padella, aggiungere le fettine di mela e cuocerle da entrambi i lati fino a doratura. Quando le mele saranno sono morbide e dorate aggiungere 2 cucchiai si sciroppo d’acero, abbassare la fiamma e cuocere ancora per 2 minuti. Suddividere la crusca e il latte in due ciotole, aggiungendo anche un pizzico di sale. Cuocere in microonde per 1 minuto e mezzo alla massima potenza, mescolare e cuocere ancora per 1 minuto. Togliere le ciotole dal microonde e lasciar riposare per qualche minuto, completare con le mele ed altro sciroppo d’acero a piacere e servire.

ph.82-83-85 Marco Vissani ph.84 Roberta Pisani

ThreeF

un pizzico di sale

135


136 ThreeF


ThreeF

137

[img _85]


ThreeF

www.threef-magazine.blogspot.it


Threef num. 5 Marzo 2014