Issuu on Google+

ThreeF

4 dicembre 2013_gennaio2014


ThreeF

numero QUATTRO dicembre 2013 - gennaio 2014

Redazione Federica Di Marcello Fausta Lavagna Francesca Vaccari

www.notedicioccolato.blogspot.it www.caffecolcioccolato.blogspot.it www.glutenfreeexperience.blogspot.it

Fotografi Roberto Adamo Giovanni Ettore Borzone Milena Milani Eleonora Vasco Marco Vissani Gianluca Zaio

www.flickr.com/photos/aerre64/ www.flickr.com/photos/geb66/ www.flickr.com/photos/milena_22/ www.eleonoravasco.com www.flickr.com/photos/ariablu/ www.flickr.com/photos/gianlucazeta/

Hanno collaborato Laura Adani Alessandra Biagini Silvia Censi Marina Della Pasqua Barbara Gateau Sara Ghedina Maria Elena Ghelardi Patrizia Malomo Benedetta Marchi Agnese Negrini Valentina Petirro Kankana Saxena Fabiana Segundo Valentina Serenthà Vatinee Suvimol Ilaria Ventura Progetto grafico e comunicazione Valeria Fusco_archiviva.com www.ultimotocco.com Consulenza legale Avv. Vatinee Suvimol Foto di copertina di Vatinee Suvimol blog “A Thai Pianist”


Tuttavia, crediamo sia d’obbligo fermarci un attimo a riflettere. Osserviamo attentamente l’attesa di un animale e chiediamoci “cosa” o meglio “chi” stia aspettando. Con fare un po’ interrogativo si guarda intorno. Non sa neanche, in realtà, se quello sia il posto giusto per lui. Il suo padrone non si vede ancora; che si rischi di far tardi? L’augurio di Threef è davvero molto semplice: che ognuno di voi, di noi, possa festeggiare come desidera o si sente. Sia che si trovi sotto un albero immerso nella neve, o a tavola, od a leggere un bel libro ascoltando la propria musica preferita. In qualunque modo, in qualsiasi luogo. Buone feste.

ThreeF

Ognuno di noi ha un modo tutto suo, personale, per avvicinarsi alle festività che dicembre porta con sé e se per molti questo periodo rappresenta un momento di preparazione e speranza, c’è chi lo vive con difficoltà e disagio, chi con noncuranza. Noi di Threef vogliamo sfiorarlo con la semplicità, la sensibilità e discrezione che da sempre ci hanno contraddistinto. Non apparecchieremo con i consueti piatti della tradizione, né indulgeremo in portate sontuose, sempre, confessiamolo, difficoltose da preparare; piuttosto cercheremo di dare un senso alla tavola, attraverso un percorso dove l’inverno sarà l’indiscusso protagonista. Chiunque, ovunque si troverà nel mondo, potrà seguirci alla ricerca di un posto caldo ed accogliente che ci dia ristoro dopo una passeggiata nella neve o si scalderà le mani con noi, con bevande calde, girovagando tra bancarelle illuminate.


ThreeF

Indice

04

11 17 23 29

Financiers

36 43 47 53 59 64

Sidro di mele alle spezie

76

Gamberi rossi marinati agli agrumi

di Agnese Negrini

Pizza in padella

di Fabiana Segundo

Insalata invernale

di Alessandra Biagini

CrĂŞpes di farina di castagne ai funghi con besciamella di Maria Elena Ghelardi di Benedetta Marchi

Crostino al salmone di Silvia Censi

Tartellette al cioccolato e alchechengi di Vatinee Suvimol

Orange curd

di Kankana Saxena

Churros al Forno di Sara Ghedina

Incontri Marco Vissani fotografo

www.flickr.com/photos/ariablu/ di Valentina Petirro


82 89

Gratin di patate

95

Crostata di mele con noci e confettura di rosa canina

di Marina Della Pasqua

Mele al forno con gelato di vaniglia al Bourbon e salsa toffee di Fabiana Segundo

99 104 110

Vellutata di champignon

116 122 129

Torta di mele rustica

di Madame Gateau

Rose di chelsea al cardamomo di Patrizia Malomo

Panna cotta al miele e alloro con croccante di sesamo di Valentina SerenthĂ  di Benedetta Marchi

Chickpeas blinis

di Alessandra Biagini

Gnocchetti al graukäse con riduzione di Lagrein di Ilaria Ventura

E’ possibile effettuare il download delle ricette dal sito www.threef-magazine.com

ThreeF

di Laura Adani

05


06

ThreeF


ThreeF

07

[img _1]


08 ThreeF


ThreeF

Financiers

09

[img _2]


ThreeF

[img_3]


250 gr di zucchero a velo 140 gr di burro 140 gr di albumi 140 gr di farina di mandorle 45 gr di farina 00 ½ bacca di vaniglia 1 pizzico di sale

Financiers di Agnese Negrini Preriscaldare il forno a 230°C. Fondere il burro dolcemente, finché raggiunge un color nocciola e un fragrante profumo. A parte, mescolare la farina setacciata, la farina di mandorle, lo zucchero a velo, i semini di vaniglia, il pizzico di sale e aggiungere il burro fuso. Infine, incorporare gli albumi leggermente sbattuti con una forchetta (non montati, non è necessario). Distribuire l’impasto in stampini imburrati e spolverati di zucchero. Completare ogni financier con qualche bacca di ribes. Infornare, abbassando la temperatura a 200°C dopo i primi 5 minuti. I dolcetti dovranno cuocere per circa 10 minuti in totale. Controllare che non scuriscano troppo in superficie.

ThreeF

ribes rossi freschi o surgelati

11


ThreeF

12

[img _4]

[img _5]


ThreeF

13

ricetta _ Agnese Negrini www.food-t.com foto _ 1,2,4,5,6 Milena Milani 3 Agnese Negrini

[img _6]


14 ThreeF


ThreeF

Pizza in padella

15

[img _7]


ThreeF

[img_8]


(per una pizza di 20 cm) per l’impasto

225 gr di farina 5-6 cucchiai di acqua tiepida 4 cucchiai di olio evo 1 cucchiaino di lievito in polvere 1 pizzico di sale per il condimento

½ peperone rosso tagliato a strisce ½ peperone verde tagliato a strisce ½ zucchina a rondelle 2 rondelle di zucca gialla tagliate ciascuna in 4 pezzi 1 cipolla rossa tagliata a spicchi 1 pomodoro medio tagliato a rondelle 50 gr di parmigiano grattugiato 5 cucchiai di passata di pomodoro 2-3 foglie di basilico spezzettate

Pizza in padella di Fabiana Segundo Accendere il forno a 200°C. Disporre le verdure su una teglia foderata con carta da forno, cospargerle con scaglie di sale e olio evo e cuocere per 20 minuti; sfornare e tenere da parte. Riscaldare la padella, unta di olio evo, a fiamma molto bassa. Nel frattempo, mescolare la farina, il lievito e il sale con i 4 cucchiai di olio e l’acqua tiepida fino ad ottenere un impasto molto morbido ed elastico. Impastare velocemente sul piano di lavoro leggermente infarinato, formare una palla e stenderla con il mattarello fino ad ottenere un cerchio di 20 cm. Alzare la fiamma. Sistemare l’impasto sulla padella e farlo cuocere 5 minuti per lato. Togliere dal fuoco, spalmare la passata di pomodoro sulla pizza e disporre sopra tutte le verdure. Cospargere con il parmigiano e mettere la padella sotto il grill per 3-4 minuti perché il formaggio fonda. Servire la pizza caldissima insieme ad un’insalata verde.

ThreeF

scaglie di sale q.b. 17 37


ThreeF

18

[img _9]

[img _10]


ThreeF

19

ricetta _ Fabiana Segundo www.fabsfoodblogspot.com foto _ 7,8,9,10 Fabiana Segundo 11 Roberto Adamo

[img _11]


20 ThreeF


ThreeF

Insalata invernale

21

[img _12]


ThreeF


(per 4 persone))

2 fette di pane casereccio 3 finocchi teneri 1 melagrana 1 manciata di noci olio sale

Insalata invernale di Alessandra Biagini Tagliare le fette di pane a cubetti e farle tostare in una padellina antiaderente. Sgranare la melagrana, lavare bene i finocchi e tagliarli a striscioline sottili. Mescolare i finocchi, i chicchi di melagrana, i crostini di pane, le noci e condire generosamente con olio, sale e pepe.

[img _13]

ThreeF

pepe

23


ThreeF

24

[img _14]

[img _15]

[ img_15]


ThreeF

25

ricetta _ Alessandra Biagini www.unazebrapois.blogspot.it foto _ 12 Eleonora Vasco 13,14,15 Alessandra Biagini 16 Milena Milani

[img _16]


26

ThreeF


CrĂŞpes di farina di castagne ai funghi con besciamella ricetta_ Maria Elena Ghelardi www.zonzolando.com

ThreeF

foto _ 17,20 Gian Ettore Borzone 18,19 Maria Elena Ghelardi 21Eleonora Vasco

27

[img _17]


ThreeF

[img_18]


(per 4 persone) per le crêpes

250 ml di latte intero 150 gr di farina di castagne 2 uova intere 10 gr di olio 1 pizzico di sale (burro per la padella) per il ripieno

300

gr di funghi freschi misti (o l’equivalente in peso di secchi)

60 gr di Parmigiano Reggiano 1 spicchio d’aglio 1 cucchiaio di olio prezzemolo

Crêpes di farina di castagne ai funghi con besciamella di Maria Elena Ghelardi per la besciamella per la versione a saccottino (più fluida)

600 50 50

ml di latte intero gr di burro gr di farina 00 noce moscata sale q.b. per la versione in forno (un po’ più densa)

500 60 60

ml di latte intero gr di burro gr di farina 00 noce moscata sale q.b. per assemblaggio e decorazione erba cipollina Parmigiano Reggiano q.b. [img _18]

ThreeF

sale

29 17 37 29


ThreeF

[img _19]


Per le crêpes: setacciare accuratamente in una terrina la farina di castagne, unire le uova, il latte, l’olio e un pizzico di sale. Sbattere energicamente, fino a che il composto sarà liscio e senza grumi e lasciar riposare in frigo per almeno mezz’ora. Scaldare una padella antiaderente dal fondo largo, ungerla leggermente con burro fuso e versare tanto composto quanto basta per coprire il fondo con uno strato sottile. Livellare bene. La crêpe, una volta pronta, si staccherà sui bordi, arricciandosi leggermente, a quel punto sollevarla delicatamente e girarla sull’altro lato. Un altro paio di minuti e sarà pronta. Ripetere l’operazione fino ad esaurimento del composto.

Per la besciamella: preparare il roux, facendo sciogliere il burro in un pentolino, aggiungere la farina setacciata e cuocere il tutto per qualche istante fino ad ottenere un delicato color nocciola. Mescolare per non far attaccare il composto. Unire il latte a filo, mescolando con un cucchiaio di legno. Cuocere e portare il tutto lentamente a bollore, regolare di sale e unire un pizzico di noce moscata.

ThreeF

Per il ripieno: pulire e lavare accuratamente i funghi, tagliarli a pezzetti e cuocerli in una padella antiaderente con l’olio e l’aglio tritato finemente per almeno 25-30 minuti, fino a che l’acqua sarà ritirata. A fine cottura, cospargere con prezzemolo tritato.

31 37

[img _18]


ThreeF

32

[img _20]


ThreeF

33

[img _21]


34 ThreeF


ThreeF

Sidro di mele alle spezie

35

[img _22]


2 litri di sidro 10 chiodi di garofano 2 stecche di cannella 1 baccello di vaniglia 1 pizzico di noce moscata in polvere 1 cucchiaio di sciroppo d’acero (quantità secondo i gusti) succo di mezza arancia scorza di mezzo limone

ThreeF

mele (una a persona)

36

Sidro di mele alle spezie di Benedetta Marchi Versare il sidro in una pentola d’acciaio dai bordi alti. Aggiungere tutti gli altri ingredienti (tranne le mele) e mescolare bene con un cucchiaio di legno. Mettere la pentola sul fuoco a bassa fiamma e riscaldare fino ad un attimo prima dell’ebollizione. Mentre il sidro si scalda, prendere le mele, tagliare la calotta superiore e svuotare l’interno con uno scavino o un cucchiaino. Filtrare il sidro per eliminare le spezie e versarlo caldo nelle “coppette” di mele, decorare a piacere con chiodi di garofano e servire. È perfetto da gustare la sera accoccolati sul divano, leggendo un bel libro o in compagnia di amici e bambini.


ThreeF

[img _23]


ThreeF

38

[img _24]

[img _25]


ThreeF

39

ricetta _ Benedetta Marchi www.fashionflavorscooking.blogspot.it foto _ 22 Milena Milani 23,24,25,26 Benedetta Marchi

[img _26]


40

ThreeF


Crostino al salmone

ricetta _ Silvia Censi www.lagelidaanolina.blogspot.it

ThreeF

foto _ 27 Roberto Adamo 28 Silvia Censi

41

[img _27]


ThreeF

[img _28]


(per 4 persone)

Tofucake con malto

400 gr di filetto di salmone freschissimo e frutta secca 4 fette di pane ai cereali 7 cucchiai di olio evo 2 cucchiai di salsa di soia ricetta_ Benedetta Marchi 1 cucchiaio di succo di limone www.fashionflavorscooking.blogspot.it 1 limone tagliato a fette sottili aneto fresco

foto _ 30,31 Benedetta Marchi

pepe

Crostino al salmone di Silvia Censi Pulire il salmone togliendo la pelle e le lische e tagliarlo trasversalmente a fette sottili. Disporre le fette sul pane precedentemente tostato, alternandole alle fettine di limone. Mescolare l’olio con la salsa di soia e il succo di limone. Versare l’emulsione sul salmone e completare con l’aneto e pepe macinato fresco.

[img _30]

ThreeF ThreeF

olio evo q.b.

43 17 37


44

ThreeF


ThreeF

45

Tartellette al cioccolato e alchechengi ricetta _ Vatinee Suvimol _�a Thai Pianist� blog www.vatineesuvimol.blogspot.it foto _ 29 Milena Milani 30,31,32 Vatinee Suvimol

[img _29]


ThreeF

[img _30]


(per la frolla)

250 gr di farina 100 gr di burro 90 gr di zucchero a velo 1 uovo 1 bacca di vaniglia 1 pizzico di sale (per la crema)

100 gr di cioccolato fondente 60 gr di burro 16 alchechengi 12 cucchiai rasi di zucchero 8 gocce di cognac (facoltativo) (per decorare ) nocciole tritate

Tartellette al cioccolato e alchechengi

ThreeF

alchechengi

47 37 43

di Vatinee Suvimol

Lavorare il burro fino ad ottenere una crema, aggiungere lo zucchero a velo, la bacca di vaniglia, l’uovo, il sale e la farina. Lavorare velocemente, formare una palla e lasciarla riposare in frigorifero per almeno mezz’ora, avvolta da pellicola trasparente. Successivamente, stendere la pasta frolla e ricavare dei dischi sufficientemente grandi da foderare gli stampini da tartellette. Imburrare gli stampini e rivestirli con la pasta frolla. Ricoprire la pasta con carta forno tagliata su misura e riempire con dei fagioli secchi (o altri legumi.) Infornare a 170°CC per 12-15 minuti fino a quando le tartellette diventeranno dorate. Se necessario, sfornare, rimuovere la carta forno e i fagioli ed infornare nuovamente per 5 minuti circa. Sfornare e lasciar raffreddare.

[img _27]

Procedere con la crema. Fondere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria. Unire il burro a temperatura ambiente e cuocere a fiamma bassa. Aggiungere subito gli alchechengi, tagliati in pezzettini minuscoli, lo zucchero e, mescolando di continuo, cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti, fino a che gli alchechengi si saranno sciolti con la crema. Unire le gocce di cognac. Distribuire la crema nelle tartelette e lasciar riposare. Decorare a piacere con nocciole sminuzzate e alchechengi.

[img _32]


ThreeF

48

[img _31]


ThreeF

49

[img _32]


50 ThreeF


Orange Curd ricetta _ Kankana Saxena www.playfulcooking.com

ThreeF

foto _ 33 Eleonora Vasco 34,35,36 Kankana Saxena

51

[img _33]


ThreeF

52

[img _34]


Tofucake con malto e frutta secca (per circa 3 tazze) ricetta_ Benedetta Marchi 2 arance grandi www.fashionflavorscooking.blogspot.it 1 tazza di zucchero 5 cucchiai di burro, tenuto a temperatura ambiente foto _ 30,31 Benedetta Marchi 3 uova succo di 1 limone

Orange curd di Kankana Saxena Ricavare la scorza delle arance con un pelapatate. Tritarla in un robot da cucina insieme allo zucchero fino ad ottenere una polvere grossolana. Spremere il succo delle arance e tenerlo da parte. Montare il burro fino a quando sarà una crema liscia. Aggiungere la polvere di scorza-zucchero e continuare a mescolare. Aggiungere un uovo alla volta e mescolare finché tutto è ben amalgamato. Infine aggiungere il succo d’arancia, quello di limone, un pizzico di sale e continuare a mescolare per circa 5 minuti. Versare il composto in una casseruola e cuocere a fuoco basso per circa 10-15 minuti. Il prodotto finale deve avere un aspetto lucido e “velare” il cucchiaio. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente prima di riporre in frigorifero.

[img _36]

ThreeF

1 pizzico di sale

43 53 17 37 53


ThreeF

54

[img _35]


ThreeF

55

[img _36]


56

ThreeF


Churros al Forno ricetta _ Sara Ghedina www.onegirlinthekitchen.com

ThreeF

foto _ 37 Milena Milani 38,39,40 Sara Ghedina

57

[img _37]


ThreeF

[img _38] _38 ]


(per 15 pezzi circa)

Tofucake con malto e frutta secca

200 gr acqua 140 gr di farina ricetta_ Benedetta Marchi 100 gr burro www.fashionflavorscooking.blogspot.it 50 gr di zucchero foto _ 30,31 Benedetta Marchi 1 uovo ½ cucchiaino di estratto di vaniglia 1 pizzico sale

Churros al Forno di Sara Ghedina Scaldare l’acqua con il sale e sciogliervi lo zucchero. Unire il burro e quando è completamente sciolto aggiungere la farina e mescolare. Cuocere fino a quando l’impasto è omogeneo e senza grumi e forma una palla lucida (ci vorrà circa un minuto). Togliere dal fuoco e lasciar intiepidire. Unire l’uovo a temperatura ambiente, l’estratto di vaniglia e mescolare bene. Mettere l’impasto in una tasca da pasticceria con la bocchetta a stella. Su una teglia rivestita di carta forno formare delle strisce lunghe circa 8-10 cm e cuocere a 175°C per circa 30 minuti, fino a quando i churros sono dorati. Rotolarli ancora caldi nello zucchero mescolato alla cannella. I churros, tradizionali dolci messicani, andrebbero fritti in olio bollente; questa è la mia versione alleggerita.

ThreeF

zucchero e cannella per finire q.b.

43 59 17 37 59 53


ThreeF

60

[img _39]


ThreeF

61

[img _40]


62

ThreeF


ThreeF

63

INCONTRI

[img _41]


ThreeF

fotografi

64

Marco Vissani

www.flickr.com/photos/ariablu/

Difficile scrivere di sé stessi senza cadere nel banale, senza compromettere quello strano equilibrio che in questo caso si rende necessario tra descrivere i propri interessi, le proprie passioni (e perché no? I propri punti deboli) ed una certa ritrosia nel farlo; forse a per causa di un’innata timidezza oppure per una tipica caratteristica ligure: quel qualcosa che sta tra la riservatezza e la vera e propria “orsaggine”, specifica di molti miei conterranei.

D’altra parte come descrivereste chi, studiando ingegneria, sognava di prendere prima o poi una laurea in lettere antiche (sogno rimasto tale, finora) o sentendosi a volte un po’ inaridito dalle materie di studio si rifugiava nelle letture dei classici della letteratura? Pur essendo completamente negato nelle arti visive mi sono letteralmente innamorato della fotografia e di ciò che significa, sognando un giorno di renderla parte della mia vita, anche lavorativa.


ThreeF

[img _42]


ThreeF

66

[img _43]


Pensare che da bambino dicevo a tutti che “da grande” avrei fatto il contadino ed ora vivo in una casa con un terrazzino di due metri per uno abitato o meglio “infestato” da due o tre piante che ostinatamente sopravvivono nonostante la scarsità delle mie cure, metafora dei sogni e delle speranze che nonostante tutto si annidano ancora nel mio cuore…

Perché, forse con un po’ di presunzione, mi piace l’idea di catturare un’emozione, l’improvviso stupore una combinazione di colori, siano essi quelli vivaci di una foresta accesa dai colori autunnali o tenui, quasi inesistenti, di un paesaggio, uno scorcio, avvolti nella nebbia. Fotografare per me è avere ancora la capacità di stupirsi e meravigliarsi proprio come sanno fare in maniera del tutto

naturale i bambini. Fotografare è dare la voce a quel bimbo che, nascosto in me, a tratti vive ancora.

foto _ 41,42,43,44,45,46 Marco Vissani

ThreeF

Perché fotografo?

67


68

ThreeF


ThreeF

69

[img _44] _47]


70 ThreeF


ThreeF

71

[img _45]


ThreeF

72

[img _50]


ThreeF

73

[img _46]


Gamberi rossi marinati agli agrumi ricette ricette __ Valentina Valentina Petirro Petirro www. www.ritroviamociincucina.blogspot.it ritroviamociincucina.blogspot.it

ThreeF

foto foto __ 47,49Milena 47,49Milena Milani Milani 48 48 Valentina Valentina Petirro Petirro 50 50 Eleonora Eleonora Vasco Vasco

74

[img _51]


ThreeF

75

[img _47]


(per 4 persone)

500 gr di gamberi rossi di ottima qualità 1 limone grosso e succoso 2 arance grosse e succose pepe nero macinato fresco prezzemolo olio d’oliva

ThreeF

sale (facoltativo)

76

Gamberi rossi marinati agli agrumi di Valentina Petirro Pulire i gamberi eliminando solo la parte centrale del guscio, lasciando testa e coda per una presentazione più gradevole. Rimuovere anche il filo scuro che percorre il dorso dei gamberi (se sono freschi come devono, basterà praticare una piccola incisione vicino testa e sarà facilissimo sfilarlo intero). Con un rigalimoni ricavare delle scorzette dalla buccia degli agrumi e tenerle da parte, quindi spremere separatamente il limone ed una delle due arance. Pelare al vivo la seconda arancia, ricavandone degli spicchi di sola polpa, senza membrana. Versare il succo di limone nel piatto di servizio (ideale un vassoio con un minimo di avvallamento per contenere i succhi) e lasciar marinare i gamberi. Nel giro di poco tempo, il limone attiverà una sorta di cottura e il colore della polpa dei gamberi comincerà a virare verso il bianco. Se necessario, voltare i gamberi per fare in modo che tutta la polpa venga a contatto col succo di limone. E’ preferibile non usare sale per preservare il gusto naturale dei gamberi rossi ma, nel caso lo si voglia, è questo il momento per aggiungerlo. Dopo circa 30 minuti, condire con pepe, il prezzemolo tritato finemente, gli spicchi d’arancia, le scorzette ed un abbondante filo d’olio d’oliva fresco. Aggiungere anche il succo d’arancia e conservare in frigorifero fino al momento di servire.


ThreeF

[img _48]


ThreeF

78

[img _49]


ThreeF

79

[img _50]


80

ThreeF


Gratin di patate ricette _ Marina Della Pasqua www.latartemaison.blogspot.it

ThreeF

foto _ 51 Gian Ettore Borzone 52 Marina Della Pasqua 53,54 Federica Di Marcello

81

[img _51]


(per 4 persone)

1 kg di patate 300 ml di latte fresco ricetta_ Benedetta Marchi 150 ml di panna fresca www.fashionflavorscooking.blogspot.it 60 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato foto _ 30,31 Benedetta Marchi 40 gr di burro salato 2 uova noce moscata q.b.

82 82

Gratin di patate

ThreeF

ThreeF ThreeF

sale e pepe q.b.

di Marina Della Pasqua

Sbucciare le patate, tagliarle a fettine sottili di circa 2-3 mm, metterle a bagno per 10 minuti, sciacquarle e asciugarle con cura. In una ciotola mescolare latte, panna, uova, un’abbondante grattata di noce moscata e regolare di sale e pepe. Imburrare una teglia da forno, distribuire sul fondo un primo strato di patate, aggiungere qualche fiocchetto di burro, una spolverata di Parmigiano, continuare con un altro strato di patate e così via fino ad esaurimento degli ingredienti. Terminare con una spolverata di formaggio e un po’ di noce moscata, poi versare delicatamente nella teglia il composto a base di latte e uova. Infornare a 160°C per un’ora e mezza circa.

43 17 37 59 53


ThreeF

83

[img _52]


ThreeF

84

[img _53]


ThreeF

85

[img _54]


86

ThreeF


Mele al forno con gelato di vaniglia al Bourbon e salsa toffee

ricetta _ Fabiana Segundo www.fabsfoodblogspot.com

ThreeF

foto _ 55,56,57 Fabiana Segundo

87

[img _55]


88

[img _56]

ThreeF ThreeF


Mele al forno con gelato di vaniglia al Bourbon e salsa toffee di Fabiana Segundo Preriscaldare il forno a 180°C. Mescolare il burro con lo zucchero, i datteri, lo zenzero, la scorza di arancia e le scaglie di mandorle, tenendone da parte qualcuna per la finitura. Lavare e asciugare le mele, privarle del torsolo e praticare una lieve incisione nella buccia in senso orizzontale, per evitare che si rompano in cottura. Sistemare le mele in una pirofila, versare il succo d’arancia e farcirle con il mix preparato in precedenza. Cospargere con le scaglie di mandorle tenute da parte e cuocere per 40-50 minuti. Lasciar raffreddare le mele 10 minuti prima di servire, accompagnando con il gelato alla vaniglia e la salsa toffee.

ThreeF

6 mele Pink Lady 250 ml di succo di arancia 80 gr di datteri snocciolati e tritati grossolanamente 60 gr di burro morbido Marchi 40 gr di mandorle a scaglie ricetta_ Benedetta www.fashionflavorscooking.blogspot.it 2 cucchiai di zucchero di canna grezzo _ 30,31 Benedetta Marchi 2 cucchiai di scorza d’aranciafoto grattugiata 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato

43 89 17 37 89 59 53


ThreeF

[img _57]


Gelato di vaniglia al Bourbon

400 gr di latte condensato zuccherato 400 gr di panna fresca 2 cucchiai di Bourbon ricetta_ Benedetta Marchi 1 cucchiaino di pasta di vaniglia

In una ciotola capiente, mescolare latte condensato la pasta foto _il30,31 Benedetta con Marchi di vaniglia ed il Bourbon. Montare la panna non troppo soda e, con una spatola, mischiarla al composto di latte. Sistemare la crema così ottenuta in un contenitore adatto per il freezer e lasciarlo riposare, coperto con pellicola, per almeno 8 ore prima del consumo.

ThreeF

www.fashionflavorscooking.blogspot.it

43 91 17 37 89 59 53

Salsa toffee

250 gr di zucchero 200 gr di panna fresca 60 gr di burro freddo a tocchetti 1 pizzico di sale a scaglie 1 cucchiaino di pasta di vaniglia Mettere lo zucchero in una pentola, aggiungere qualche goccia di acqua e farlo sciogliere a fuoco dolce, senza mescolare. Quando lo zucchero sarà imbrunito, togliere la pentola dal fuoco e aggiungere il burro, mescolando fino a che sarà sciolto. Incorporare la panna ed il sale. Mescolare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Riporre la pentola sul fuoco e continuare a mescolare la salsa per qualche minuto, fino a che addensa. Lasciar raffreddare, versare in un barattolo di vetro e conservare in frigorifero fino al momento dell’uso.

[img _63]


92

ThreeF


ThreeF

93

Crostata di mele con noci e confettura di rosa canina ricetta _ Laura Adani www.iocomesono-pippi.blogspot.it foto _ 58 Roberto Adamo 59 Laura Adani

[img _58]


ThreeF

[img _59]


(per la pasta frolla)

500 gr di farina 250 gr di burro 250 gr di zucchero 2 tuorli 1 uovo intero scorza grattugiata di un limone

1 pizzico di sale (per il ripieno)

ricetta_ Benedetta Marchi 100 gr di noci sgusciate www.fashionflavorscooking.blogspot.it 150 gr di confettura di rosa canina foto _ 30,31 Benedetta Marchi 4 mele medie 1 cucchiaio di zucchero di canna ½ cucchiaino di cannella in polvere

Crostata di mele con noci e confettura di rosa canina di Laura Adani Preparare la frolla mescolando la farina con lo zucchero ed aggiungendo la scorza grattugiata di limone e un pizzico di sale. Aggiungere il burro a pezzettini e lavorare con le dita fino ad ottenere un composto sbriciolato. Aggiungere i tuorli continuando ad impastare e per ultimo l’uovo intero. Lavorare velocemente l’impasto e tenerlo a riposare in frigorifero per una mezz’oretta, coperto con pellicola alimentare. Nel frattempo, macinare le noci grossolanamente, sbucciare le mele e tagliarle a fette sottili. Mettere le mele in una ciotola e mescolarle con un cucchiaio di zucchero di canna e ½ cucchiaino di cannella. Stendere la pasta frolla non troppo sottile, distribuire sulla base la confettura di rosa canina, cospargere con le noci tritate e disporvi sopra le mele a piacere. Terminare con una spolverata di zucchero di canna e qualche fiocchetto di burro. Infornare a 180°C per 35 minuti.

[img _66]

ThreeF

qualche fiocchetto di burro

43 95 17 37 89 59 53


Vellutata di champignon ricetta _ Barbara Gateau www.barbaragateau.com

ThreeF

foto _ 60,61,62,63,64,65 Barbara Gateau

96


ThreeF

97

[img _60]


ThreeF

[img _61] _68]


(per 4 persone)

500 gr di funghi champignon 2 lt di brodo di pollo

Vellutata di champignon di Madame Gateau Lavare i funghi e tagliarli a pezzetti piccoli. Trasferirli in una casseruola con il brodo di pollo e lasciar cuocere il tutto a fuoco medio per 20 minuti. Mescolare e aggiungere la quantitĂ  desiderata di panna appena prima di servire.

ThreeF

panna fresca (al 35% di materia grassa)

99


ThreeF

100

[img _62]

[img _63]


ThreeF

101

[img _64]

[img _65]


102 ThreeF


Rose di chelsea al cardamomo ricetta ricetta __ Patrizia Malomo www.andantecongusto.blogspot.it www.andantecongusto.blogspot.it

ThreeF

foto foto __ 66 66 Milena Milena Milani Milani 67,68,69,70,71 67,68,69,70,71 Patrizia Patrizia Malomo Malomo

103

[img _66]


(per circa 9 rose)

450 165 50 50 50 30 1 55 50 2 1 2 1

gr di farina bianca tipo 0 ml di latte tiepido, più extra se necessario gr di burro freddo a dadini gr di burro morbido, più extra per ungere la teglia gr di zucchero muscovado gr di zucchero semolato uovo medio gr di uvetta sultanina gr di ribes disidratato cucchiai di pistacchi al naturale, sminuzzati grossolanamente cucchiaio di bacche di cardamomo appena schiacciate cucchiaini di miele bustina (7 gr) di lievito di birra disidratato

ThreeF ThreeF

sale

104

Rose di chelsea al cardamomo di Patrizia Malomo Imburrare ed infarinare una teglia a cerniera profonda, di 23 cm di diametro. Setacciare la farina con un pizzico di sale ed aggiungere il burro freddo a dadini. Pizzicarlo con le dita insieme alla farina fino ad ottenere delle briciole fini. Aggiungere il lievito e mescolare. In una ciotola separata, mescolare le uova e lo zucchero semolato. Aggiungere gli ingredienti liquidi a quelli secchi insieme al latte. Con la frusta a gancio dell’impastatrice, impastare una decina di minuti a velocità media, fino ad ottenere un composto omogeneo che si stacchi dalla ciotola, lasciandola pulita. L’impasto deve essere liscio ed elastico. Mettere l’impasto in una larga ciotola unta d’olio, coprire con una pellicola e far lievitare in un luogo tiepido per almeno un’ora o fino al raddoppio del volume. Trasferire l’impasto su una spianatoia infarinata e stenderlo dandogli la forma di un rettangolo 25 x 35 cm. Spalmare con cura il burro morbido sulla pasta, cospargere con i semi di cardamomo, la frutta secca e lo zucchero muscovado. Cominciare ad arrotolare la pasta dal lato lungo, cercando di sigillarne la chiusura schiacciando delicatamente il bordo. Tagliare il rotolo in 9 rondelle con un coltello affilato e posizionare le rose ricavate nella teglia imburrata, con il lato del taglio in alto, lasciando un piccolo spazio tra l’una e l’altra. Far lievitare ancora per un’ora o fino al raddoppio. Accendere il forno a 200°C e cuocere per 25-30 minuti, fino a che la superficie sarà dorata. Togliere dal forno e, con un pennello, lucidare i boccioli con il miele, quindi cospargere la granella di pistacchio. Servire tiepido con un tè aromatico.

[img _67]


ThreeF


ThreeF

106

[img _68]

[img _69]


ThreeF

107

[img _70]

[img _71]


ThreeF

Panna cotta al miele e alloro con croccante di sesamo

108


ThreeF

109

[img _68] _72]


(per circa 9 rose)

450 165 50 50 50 30 1 55 50 2 1 2 1

gr di farina bianca tipo 0 ml di latte tiepido, più extra se necessario gr di burro freddo a dadini gr di burro morbido, più extra per ungere la teglia gr di zucchero muscovado gr di zucchero semolato uovo medio gr di uvetta sultanina gr di ribes disidratato cucchiai di pistacchi al naturale, sminuzzati grossolanamente cucchiaio di bacche di cardamomo appena schiacciate cucchiaini di miele bustina (7 gr) di lievito di birra disidratato

ThreeF

sale

110 100

Panna cotta al miele e alloro con croccante di sesamo di Valentina Serenthà Sciogliere l’agar agar in qualche cucchiaio di latte freddo. Aggiungere la foglia d’alloro. Mettere in un pentolino, portare a bollore e cuocere per 5 minuti. Aggiungere il miele e diluire con il resto del latte e della panna. Togliere l’alloro e versare negli stampini. Far raffreddare in frigorifero per almeno due ore prima di sformare. Per il croccante di sesamo: caramellare lo zucchero in una padella antiaderente per qualche minuto, fino a quando diventerà color nocciola. Per controllare che sia pronto prelevarne una goccia con un cucchiaino e passarla sotto l’acqua fredda: dovrà indurirsi. Togliere dal fuoco e aggiungere il sesamo. Versare su un foglio di carta forno, coprire con un altro foglio e stendere con un matterello allo spessore di circa 2 mm. Far raffreddare, rompere a pezzi e servire con la panna cotta.

[img _69]


ThreeF

[img _73]


ThreeF

112

[img _74]

[img _75]


ThreeF

113

ricetta_ Valentina SerenthĂ 

www.salequbi.blogspot.it foto _ 72,73,74,75,76 Valentina SerenthĂ 

[img _76]


114 ThreeF


Torta di mele rustica ricetta _ Benedetta Marchi www.fashionflavorscooking.blogspot.it

ThreeF

foto _ 77 Roberto Adamo 78,79,80,81,82 Benedetta Marchi

115

[img _77]


180 gr di mele pulite 150 gr di farina di farro 100 gr di zucchero di canna 80 gr di nocciole tritate 70 gr di carote 70 gr di olio di semi di girasole 25 gr di succo di mela 10 gr di lievito per dolci 1 cucchiaino di cannella macinata 1/4 cucchiaino di chiodi di garofano macinati

ThreeF

scorza di un’arancia (facoltativo)

116

Torta di mele rustica di Benedetta Marchi Accendere il forno a 180°C. In una ciotola setacciare il lievito e la farina, aggiungere le spezie, lo zucchero, la scorza d’arancia grattugiata e le nocciole tritate; mescolare bene il tutto. Di seguito aggiungere olio e succo di mela. Per ultimo grattugiare mele e carote, aggiungerle al composto e mescolare. Versare l’impasto in una teglia rivestita di carta da forno e infornare per 40 minuti circa. Fare sempre la prova stecchino prima di sfornare. Servire tiepida o fredda.


ThreeF

[img _78]


ThreeF

118

[img _79]

[img _80]


ThreeF

119

[img _81]

[img _82]


120 ThreeF


ThreeF

Chickpeas blinis

121

[img_83]


200 gr di farina di ceci 200 gr di latte 1 uovo 1 cucchiaio di olio 1 cucchiaino di burro 1/2 di bustina lievito per torte salate spezie a piacere: pepe nero, rosmarino, salvia, origano…

ThreeF

sale

122

Chickpeas blinis di Alessandra Biagini Versare in una ciotola la farina di ceci setacciata insieme al lievito, il sale, le spezie e mescolare bene. Aggiungere l’uovo sbattuto, il latte e l’olio e mescolare con una frusta fino ad avere una pastella liscia. Mettere a scaldare una padella antiaderente, ungerla con il burro, spalmandolo bene su tutta la superficie con un tovagliolo di carta. Quando la padella è ben calda, versare una mestolata di pastella. Far cuocere per 1-2 minuti, fino a che il lato a contatto con la padella è ben dorato, quindi girare per far cuocere anche l’altro. Ripetere l’operazione, fino ad esaurimento della pastella. Servire i blinis caldi o a temperatura ambiente.

[img _84]


ThreeF


ThreeF

124

[img _85]

[img _86]


ThreeF

125

ricetta _ Alessandra Biagini

www.unazebrapois.blogspot.it foto _ 83,84,85,86,87 Alessandra Biagini

[img _87]


126 ThreeF


Gnocchetti al grauk채se con riduzione di Lagrein ricetta_ Ilaria Ventura www.lattefiele.blogspot.it

ThreeF

foto _ 88,90 Roberto Adamo 89 Ilaria Ventura 91 Gianluca Zaio

127

[img _88]


ThreeF

[img _89]


(per 4 persone) per gli gnocchi

800 gr di patate vecchie 200 gr di farina 00 (più altra q.b.) 1 uovo piccolo noce moscata q.b. sale q.b. per la salsa

200 ml di panna fresca 100 ml di latte 170 gr di graukäse sbriciolato per la riduzione di vino Lagrein

Gnocchetti al graukäse con riduzione di Lagrein di Ilaria Ventura Cuocere le patate con la buccia, mettendole a bollire in acqua fredda. Il tempo di cottura può variare a seconda della dimensione e della qualità delle patate. Nel frattempo, preparare la riduzione di Lagrein: scaldare in un pentolino tutti gli ingredienti a fuoco medio, mescolando frequentemente, fino ad ottenere una salsa caramellata. Tenere da parte. Quando le patate sono cotte, preparare gli gnocchi. Scolare bene le patate, pelarle e schiacciarle con uno schiacciapatate, allargandole per qualche minuto su un vassoio per ridurre l’umidità. Trasferire le patate in una ciotola, aggiungere la farina, poi l’uovo, la noce moscata ed amalgamare fino ad ottenere un composto morbido e malleabile. La quantità di farina necessaria può variare a seconda del tipo di patate usate e dalla dimensione dell’uovo. Infarinare le mani e il piano di lavoro, formare dei cilindretti del diametro di un pollice e tagliarli a tocchetti di circa 1,5 cm. Mettere a bollire abbondante acqua salata per la cottura degli gnocchi. Nel frattempo, preparare la salsa, facendo fondere a fuoco basso il graukäse con la panna e il latte e lasciando addensare leggermente. Quando la salsa è quasi pronta, versare gli gnocchi nell’acqua bollente e scolarli appena vengono a galla. Ripassare gli gnocchi nella fonduta di graukäse ed impiattare, completando con la riduzione al Lagrein.

[img _79]

ThreeF

200 ml di Lagrein 100 ml di acqua 2 cucchiai abbondanti di sciroppo d’acero 2 cucchiai di zucchero di canna non aromatico 1 cucchiaio di burro 129 113 47 37 43 89 61 95 71 83


130 ThreeF


ThreeF

131

[img _90]


132 ThreeF


ThreeF

135

[img _91]


ThreeF

©ThreeF. Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto è protetto da copyright come opera collettiva. Ciascun autore è titolare inoltre di un diritto di copyright individuale su testi e immagini creati e si assume la responsabilità relativa ai contenuti dell’articolo di pertinenza. E’ vietata la riproduzione parziale o totale del materiale contenuto nella rivista senza previa autorizzazione della redazione. Ogni violazione sarà perseguita secondo termini di legge.


ThreeF


ThreeF

www.threef-magazine.com


Threef n 4 dicembre 2013 - gennaio 2014