Page 1

di Anna Guerrieri

Esperimenti

editoriale

4

Il bisogno di informazioni e di aiuto sono in genere i “motori” che spingono le persone ad avvicinarsi ad associazioni di famiglie come Genitori si diventa. Solo dopo si scopre “il fare rete”, “il crescere” in un cammino di introspezione condivisa, solo dopo si scopre che essere famiglia per adozione ha anche un profondo impatto sociale. Ci si avvicina prima di adottare per cercare di sapere e di capire meglio anche semplicemente “come fare” per arrivare per davvero a incontrare i propri figli. Ci si avvicina dopo aver adottato per cercare di scoprire come si cresce da “genitore” adottivo, forse un po’ anche per non “sbagliare” troppo. Ci si avvicina, talvolta, quando i figli sono adolescenti perché si ha decisamente bisogno di un aiuto. Tutti motivi legittimi e da non sottovalutare, tutti motivi che determinano una grande molteplicità di istanze e richieste che vengono poste ad un’associazione come la nostra. E’ per questo che è necessario trovare il modo di sperimentare sempre e al tempo stesso di non farsi travolgere mai, perché solo nel saper ascoltare e nel sapersi fermare a riflettere, nel non aver paura di “provare” e nel saper dire “sin qui posso fare, oltre no” sta la possibilità di stare accanto alle famiglie anche nei momenti più critici. E di momenti critici ce ne stanno, ce ne stanno eccome. Ce ne sono quando ci si sente frastornati, proprio all’inizio, e non si sa che strada prendere (adozione nazionale/internazionale/enti/costi/paesi ecc ecc). Ce ne sono tantissimi quando si inizia ad andare oltre le informazioni più immediate, le scelte più burocratiche e si inizia a comprendere che si attende un bambino vero, una bambina reale, qualcuno con una storia critica sul serio, qualcuno che alle sue spalle ha seriamente un passato altro, che dentro ha un altrove con cui si dovranno fare i conti. Ce ne sono durante i momenti degli abbinamenti (e di quanti abbinamenti “saltati”, di quanti bambini a cui si “dice no”, di quanti incontri che non funzionano si potrebbe parlare, si dovrebbe parlare). Ce ne sono nelle fasi iniziali quando si ha a che fare con i figli appena arrivati, quando


si fanno i conti con se stessi, con le proprie emozioni, con i dubbi non sempre ammessi, con la fatica dei primi momenti, con l’impatto con la “scuola”, con la scoperta delle verità dentro tante storie vere (talvolta le verità dei pezzi di carta certo non sono le verità raccontate dai bambini e dalle bambine). Ce ne sono a volte anche dopo vari anni, quando i figli crescono e tutta la famiglia sembra come doversi demolire e ricostruire, rifondata su nuove basi, ristrutturata attorno a quello che i figli, ormai adolescenti, pensano, decidono, agiscono. Figli in movimento che chiedono di ristabilire patti, di affrontare la loro onda d’urto, di essere tenuti e contenuti nuovamente dentro la nostra mente e dentro al nostro cuore, nonostante tutto e nonostante se stessi. Figli che ci chiedono di “calare ogni maschera” se mai ve siano state. E ascoltando tante famiglie che si raccontano, che a volte si sentono sconfitte, che spesso si sentono in affanno (nonostante la mancanza di numeri seriamente raccolti l’entità del disagio non ci sembra affatto da sottovalutare), viene da porsi in movimento una volta in più. Per questo alle usuali attività che da sempre mettiamo in campo e per cui suggeriamo di visitare il nostro sito alla ricerca di quanto avviene vicino a voi (www.genitorisidiventa.org) abbiamo deciso di attivare qualcosa di nuovo e molto “umile”, in particolare due mail. Una la avete già vista qui: rubricapsi@genitorisidiventa.org. Concepita come “zattera di salvataggio” via mail sul fronte del consiglio psicologico, è per chi sente il bisogno di un confronto rapido e immediato con un professionista esperto di psicologia evolutiva, che da anni collabora con i gruppi di mutuo aiuto post adozione dell’associazione. La seconda è una sperimentazione nuova e che ci incuriosisce molto: adolescenza-scuola@genitorisidiventa.org. L’adolescenza è una fase evolutiva importante per tutti, adottati e non, una ‘tempesta’ (ormonale, emotiva, esistenziale) a volte anche complicata. Capita spesso sia vissuta con ansia dai genitori, ancor più se adottivi. Ragazzi impegnati nella definizione di un’identità salda e serena, coinvolti nuovamente nella elaborazione di eventi

5


editoriale

6

che hanno segnato il loro passato, rapiti da pensieri sull’assenza, da nostalgie di quello che ‘non hanno mai avuto’, da rabbia non più celata ma viva, esplosiva, dirompente. Giovani che davanti allo specchio si trovano a fare i conti con i segni di una storia che parla di loro con un linguaggio che a volte li disturba, altre volte li ammalia. Sembra che l’equilibrio faticosamente raggiunto coi figli bambini (con l’attenzione, l’amore, la cura degli anni trascorsi insieme) sia messo in discussione. E nei rapporti con la scuola tutto sembra amplificarsi creando risonanze in casa a volte pesantissime da gestire. Difficoltà di apprendimento, comportamenti dirompenti che portano a frequenti segnalazioni, disagi nelle relazioni con i coetanei, piccoli furti che creano molto scompiglio, il rifiuto di frequentare la scuola, i brutti voti, la bocciatura … A volte i genitori si sentono soli nel fronteggiare questi eventi, poco compresi o sostenuti dal corpo docente, angosciati dalla percezione di non avere soluzioni. La mail adolescenza-scuola@genitorisidiventa.org è un tentativo per aiutare i genitori a raccontarsi un poco e a trovare un primo confronto che potrebbe essere anche di sollievo in momenti di dubbio o ansia. Si tratta anche di una possibilità per l’associazione, da sempre impegnata sul tema scuola, di centrare meglio i punti su cui intervenire quando i ragazzi adottati non sono più bambini. Tentativi, esperimenti che porteranno dei frutti, e sicuramente altre idee e altre “invenzioni” per stare sempre da famiglie accanto alle famiglie.


7


post

GSD attiva sul territorio gruppi di auto aiuto dedicati al Post adozione e all'Attesa, organizza incontri di sensibilizzazione e informazione, copre le spese vive contribuisce a coprire i costi

Una vostra firma si trasforma in GSD in attivitĂ  concreta per le famiglie

e per tutti coloro che si avvicinano al mondo dell'adozione.

attes

ubbli p i r t n

di 5 per 1000.

in c o

Ora è di nuovo tempo

ci

Il nostro CF è: 94578620158

io n -aiuto o u az

che partecipano.

a

mu t

a favore delle famiglie

rm

dell'assemblea nazionale

i nfo

di sezioni territoriali,

informaz ion

ozione d a -

Con il 5 per 1000,

49


Esperimenti  

Di Anna Guerrieri, Adozione e dintorni - GSD Informa maggio 2013

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you