a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

ivere V

marzo/aprile 2019 n. 194

MEDICINA

Pollini e PM10

SALUTE

Dentizione

DIETA

Jackfruit

FITNESS

I "wearable"

e l'allenamento


n. 194 marzo/aprile 2019

SOMMARIO

Care lettrici, cari lettori,

4

Quando si è intolleranti?

6 Cistite

I fattori di rischio

SALUTE 7 Dentizione Ahi, che dolore!

Ta spüzza ul fiaa?

E l'allenamento si fa tech

PASSATEMPO 16 Cruciverbone

0 6

© RomarioIen / Shutterstock.com (Copertina) Elizaveta Galitckaia — StockImageFactory.com / Shutterstock.com Monkey Business Images / Shutterstock.com (Indice)

Gioca e vinci un pesos d’oro!

www.crlab.ch

0 6

FITNESS 12 Wearable

12

Via Zurigo, 38 L U G A N O

9 2 2

DIETA 8 Jackfruit

ODONTOIATRIA 9 Alitosi

Tricologia Infoltimento Autotrapianto

0 9 1

Che cos'è?

La carne del futuro?

Responsabile della redazione di Vivere

T

15 Text neck

8

Valentina Tanzi

DOPO

Pollini e PM10

5 Istamina

Nel 2018 in Svizzera sono stati trapiantati organi provenienti da 158 persone decedute, il tasso più elevato mai registrato finora. A beneficiarne sono stati 440 pazienti. I trapianti possono salvare vite umane o migliorare in modo duraturo la qualità di quella dei riceventi. Dopo un calo temporaneo nel 2016, la tendenza positiva osservata nel 2015 e nel 2017 prosegue: il numero di donazioni per milione di abitanti è salito da 13,7 nel 2013 a 17,2 nel 2017 e a 18,6 nel 2018, di cui una parte (14,9) è avvenuta dopo morte cerebrale primaria e l’altra (3,7) dopo arresto cardiocircolatorio. Pertanto la Confederazione non ha potuto realizzare l'obiettivo previsto per la fine del 2018, di raggiungere cioè la quota di 20 donatori soltanto con donatori dopo morte cerebrale primaria. Il piano d'azione è stato ora prorogato per permettere di estendere l'effetto delle misure. Rispetto all'anno precedente, il numero di persone in lista d'attesa è leggermente calato: alla fine del 2018, 1'412 pazienti erano in lista (1'478 a fine 2017). Solo circa il 45% è stato preso in considerazione per un trapianto. Il 55% era in stato inattivo, ossia per motivi di salute non potevano entrare in linea di conto per un trapianto. Grazie al primo piano d'azione "Più organi per i trapianti" 2013-2018, oggi gli ospedali sono meglio attrezzati e organizzati per le donazioni, impiegando personale più specializzato e con una migliore formazione. Il "Dialogo sulla politica nazionale della sanità" di Confederazione e Cantoni ha prorogato il piano d'azione fino al 2021, adeguandone alcune misure. Lo scopo è aumentare l'attuale quota di donazioni (18,6) a 22 per milione di abitanti. Per le donazioni di organi dopo la morte cerebrale in seguito ad un arresto cardiocircolatorio e per quella dei tessuti devono essere adottate procedure unitarie in tutta la Svizzera. Inoltre, un'indagine tra i familiari dovrà mostrare come può essere migliorato il colloquio con loro in ospedale.

PRIMA

MEDICINA 4 Allergie

Vivere

HIGHLIGHTS 18 In farmacia

La vetrina: marzo-aprile Find us on

Facebook rivista-vivere.ch

a tempo pieno

SIGLA EDITORIALE

COMITATO DI REDAZIONE

REDAZIONE

SOCIETÀ VIVA SA INDIRIZZO Casella postale 5539, CH — 6901 Lugano

MARIO TANZI Presidente OFCT

M. SC. COM. VALENTINA TANZI Responsabile

FEDERICO TAMÒ Portavoce OFCT

CRISTINA GEROSA Segretaria

TELEFONO +41 (0)91 922 68 66 FAX +41 (0)91 923 39 09 E-MAIL vivere@bluewin.ch

Gli articoli impegnano soltanto la responsabilità degli autori.

TIPOGRAFIA FONTANA SA


4

MEDICINA — Allergie

Intolleranze

ALLERGIE: POLLINI E PM10

Chi soffre di questo tipo di intolleranza presenta un disturbo della degradazione dell’istamina.

La redazione

U

5

ISTAMINA: QUANDO SI È INTOLLERANTI?

Elevate concentrazioni di inquinanti atmosferici modificano il contenuto allergenico dei pollini e ne intensificano l’effetto.

La redazione

minuscole particelle viene immessa direttamente (per esempio la fuliggine), il resto viene generato nell'aria, in seguito ad interazioni chimiche. Con PM10 si indicano le particelle più piccole (diametro inferiore al centesimo di millimetro), che riescono a penetrare nei polmoni e da lì entrare nella circolazione sanguigna. Il 44% delle loro emissioni annuali è provocato da processi di combustione, in particolare dai motori diesel e dal fuoco di legna. In estate si aggiunge anche l'ozono. È stata dimostrata, in recenti studi di laboratorio, l'interazione tra particelle di polvere sospese nell'aria e i pollini: nelle zone inquinate essi sono rico-

I

perti di sostanze nocive, che alterano il loro contenuto allergenico e possono rafforzarne l'effetto. I ricercatori dell'Università Tecnica di Monaco di Baviera hanno dimostrato che i granuli di polvere e altre particelle contenenti proteine, vengono talmente modificati dagli ossidi di azoto e dall'ozono − entrambi componenti dello smog estivo creato dal traffico − da provocare con maggiore facilità allergie. Se queste sostanze raggiungono alte concentrazioni, negli allergici ai pollini si nota di regola un aumento dei disturbi. Purtroppo l'effetto nocivo sulla salute di questa reazione (nitrazione), non è tuttavia stato finora spiegato in modo conclusivo.

n Svizzera, si stima che l'1% della popolazione soffra di questa intolleranza. Si presume che questa intolleranza sia dovuta a uno squilibrio tra la quantità di istamina presente nel corpo e l'attività degli enzimi diaminossidasi e istamina N-metiltransferasi, preposti alla sua degradazione. All'origine vi sono vari fattori, al momento ancora oggetto di studio. I disturbi sono provocati da un elevato apporto d'istamina tramite l'alimentazione: è infatti presente nelle derrate alimentari, ma viene anche prodotta dal corpo stesso (è un importante mediatore delle reazioni allergiche). I sintomi, spesso aspecifici e molto indi-

viduali, si manifestano perlopiù durante e dopo il pasto. I più tipici sono: • arrossamento repentino del viso ("flush"); • prurito e arrossamenti; • disturbi gastrointestinali (nausea, vomito, diarrea, dolori addominali); • calo della pressione, vertigine, tachicardia; • disturbi mestruali; • naso che cola, raffreddore cronico; • mal di testa, emicrania; • occhi rossi, labbra gonfie. Per la diagnosi, bisogna innanzitutto escludere le allergie alimentari, le reazioni al lattosio, al glutine e al fruttosio,

e altre malattie gastrointestinali. Se il sospetto persiste, si prova un'alimentazione povera d'istamina per 10-14 giorni. Se i sintomi migliorano, potrebbe indicare la presenza dell'intolleranza. La terapia, come detto, implica un'alimentazione povera d'istamina. La modifica avviene in 3 fasi: • Rigore — Dieta povera d'istamina per 10-14 giorni. • Prova — Reintroduzione mirata, al massimo 6 settimane, per stabilire la soglia di tolleranza. • Alimentazione equilibrata duratura. All'occorrenza, come sostegno può essere assunta della diaminossidasi.

© Antistress AG

ImholzDesign

n'eccessiva esposizione agli inquinanti può danneggiare la salute. In Svizzera, si stima che causi annualmente 3'700 decessi. Un buon 40% della popolazione, circa 3 milioni di persone, inala regolarmente troppe polveri fini, perché vive in zone densamente abitate o lungo strade trafficate. I valori limite fissati nell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico vengono troppo spesso superati. Le conseguenze più frequenti sono disturbi a livello cardiocircolatorio e malattie alle vie respiratorie. Le polveri fini sono considerate la componente più pericolosa. Una parte delle

— MEDICINA

E non dimenticate BIOTICS-A!

Tutto il gusto del benessere. Ci sono alimenti che voi oppure persone vicine a voi non tollerano? Da oltre dieci anni Coop si impegna per offrirvi prodotti facili da riconoscere, sicuri e allo stesso tempo gustosi. Oltre a vantare il più vasto assortimento di prodotti del commercio al dettaglio svizzero, offriamo anche tanti servizi per persone affette da intolleranze alimentari. Scoprili subito su: coop.ch/freefrom

Burgerstein BIOTICS-A è il compagno ideale durante la stagione dei pollini e in preparazione ad essa. Burgerstein BIOTICS-A contiene due ceppi batterici produttori di acido lattico e vitamina D per il mantenimento di un sistema immunitario normale. Naturalmente – adatto a tutta la famiglia.

www.burgerstein-biotics.ch

Fa bene. In farmacia e in drogheria – Perché la salute richiede consulenza.


6

MEDICINA — Vie urinarie

Bambini —

CISTITE: I FATTORI DI RISCHIO

I primi dentini iniziano a comparire verso il 4°-6° mese di vita. La loro eruzione è accompagnata da sintomi piuttosto fastidiosi.

La redazione

È

FATTORI DI RISCHIO Numerosi sono i fattori di rischio. I principali sono:

• frequenti rapporti sessuali nell'ultimo mese — Gli effetti meccanici della penetrazione favorirebbero l’ingresso di batteri a livello vescicale. • Uso di sistemi contraccettivi quali la crema spermicida e/o il diaframma — Generano alterazioni dell'ecosistema vaginale. • Uso indiscriminato di antimicrobici — Il loro spropositato utilizzo altera la normale flora batterica vaginale costituita da lactobacilli, comportando una persistente colonizzazione da parte di uropatogeni come, per esempio, l'Escherichia Coli. • Madre affetta da infezione delle vie urinarie.

La redazione

• Distanza fra uretra e ano — La distanza media risulta più corta nelle donne con infezioni delle vie urinarie ricorrenti (4,8 mm contro i 5 della media). • Fattori tipici delle donne in post menopausa quali il deficit estrogenico che altera il normale trofismo vaginale.

agli anelli possono essere i fazzoletti o gli asciugamani di cotone (meglio se bianchi), da bagnare e riporre in frigo per un'oretta. Questi si lasciano succhiare, poi, al bambino.

®

®

Per far sparire il dolore quando spuntano i dentini. Specifico per le esigenze dei neonati e dei bambini piccoli durante il periodo di dentizione.

Un semplice massaggio con le dita (ben lavate) sulle gengive può dare del sollievo. In alternativa, si può appoggiare una garzina sterile fredda sulla parte arrossata, asciugando spesso la bocca con una spugna morbida, per evitare il ristagno di saliva.

PREVENZIONE

• Bere almeno 2 litri d'acqua. • Evitare di trattenere l'urina. • Non consumare cibi e bevande che possono irritare l'intestino. • Urinare prima del sonno e dopo i rapporti sessuali.

S

olitamente, per alleviare il dolore associato all'eruzione dei primi dentini bastano piccoli accorgimenti, come, ad esempio, massaggiare la parte arrossata e dolente con le dita pulite o con una garza sterile imbibita di acqua fredda. Qualora la comparsa dei primi dentini fosse motivo di preoccupazione o dubbi per i genitori, è bene affidarsi alle indicazioni del pediatra, che saprà consigliare anche le migliori strategie per prevenire la "carie da biberon".

FEMANNOSE® N – per il trattamento acuto e la prevenzione Agisce rapidamente nella vescica Può agire già dopo la prima assunzione Ottima tollerabilità Grazie al D-mannosio naturale

COME ALLEVIARE IL DOLORE Giocattoli

Buo gus n to

© Oksana Kuzmina / Wikipedia.org

Dispositivo medico CE 0426 | Leggere il foglio illustrativo. Melisana AG, 8004 Zurigo, www.femannose.ch Sponsor membro della società svizzera per le persone con incontinenza

Osa – Osanit

Massaggi

Addio cistite!

Non induce resistenza I germi di E. coli vengono inattivati ed eliminati

7

DENTIZIONE: AHI, CHE DOLORE!

La cistite, o infezione non complicata delle basse vie urinarie, è una fastidiosa infiammazione (flogosi) della mucosa vescicale. una condizione molto frequente e colpisce prevalentemente il sesso femminile: si stima che circa il 25-35% delle donne tra i 20 e i 40 anni abbia manifestato almeno un episodio di cistite nel corso della sua vita e circa un quarto di queste svilupperà un'infezione ricorrente entro 6-12 mesi. Negli uomini, la percentuale (1-2%) tende ad aumentare dopo i 50 anni, a causa di condizioni quali l'ostruzione cervico-uretrale dovute all'ipertrofia prostatica benigna.

SALUTE

Per alleviare i disturbi correlati all'eruzione dei dentini è possibile ricorrere a giocattoli, appositamente studiati per la dentizione. Questi presentano, di solito, una forma ad anello e sono costruiti in gomma morbida, ma leggermente ruvida e, al loro interno, contengono un liquido refrigerante. Pertanto, vanno messi in frigorifero qualche ora prima dell'uso, affinché si raffreddino e si possa sfruttare l'azione disinfiammante e lievemente anestetica del freddo. Un'alternativa

Farmaci

Sono disponibili delle creme studiate apposta per placare i gonfiori, che vanno distribuite in quantità modesta sulla gengiva, con un lieve massaggio. In farmacia si trovano anche prodotti specifici per la dentizione, come gel antinfiammatori, lenitivi e rinfrescanti da applicare prima del sonno e dopo i pasti, o paste gengivali con basse dosi di amilocaina ad effetto anestetico. In qualche caso, il pediatra può indicare il ricorso al paracetamolo e all'ibuprofene, 2 principi attivi utili contro il dolore e suggeriti anche in altri contesti.

Rimedi naturali

È possibile ricorrere a specifici prodotti, a base di camomilla, malva, calendula e acido ialuronico, da applicare più volte al giorno sulle gengive. Le loro proprietà calmanti aiuteranno a sopportare il fastidio. È sconsigliabile, invece, intingere il ciuccio o la tettarella del biberon nel miele o in altre sostanze dolci: abitudini simili − pur essendo estremamente gradite dal bambino − rappresentano i maggiori responsabili di carie precoci e/o multiple a carico dei primi dentini. Vivere marzo/aprile 2019

in farmac drogheriiaa e osa-osanit.ch Sono dei medicamenti omologati. Leggere i foglietti illustrativi. Iromedica SA, San Gallo.


8

DIETA — Proteine vegetali

Alitosi —

Il jackfruit, o giaca, è il frutto più grande che cresce sugli alberi ed è ricco di proteine. Se cotto, il suo sapore ricorda quello della porchetta: ecco perché è considerato l'alimento del futuro.

L'alito cattivo, un problema che interessa quasi la metà della popolazione mondiale, è un argomento tabù e non si osa affrontarlo apertamente con gli interessati che spesso non se ne rendono conto.

La redazione

Se non avete mai sentito parlare del jackfruit, sappiate che è a tutti gli effetti un frutto che attualmente sta riscuotendo un notevole successo negli Stati Uniti, ma che in Asia e in India è conosciuto e utilizzato da secoli. Il jackfruit è chiamato così appunto nei paesi anglosassoni, ma il suo vero nome è Artocarpus heterophyllus. In italiano lo chiamiamo anche giaca, facendo riferimento al portoghese "jaca", o catala, rimandando al termine hindi "katahal". Il frutto appartiene ad una pianta tropicale della famiglia delle Moracee ed è il più grande al mondo a crescere sugli alberi. L'albero, originario dell'Himalaya orientale, è oggi diffuso in quasi tutto il sud-est asiatico, in alcuni punti del Brasile, e in alcune regioni tropicali, inVivere marzo/aprile 2019

molti come la carne del futuro perchè così energizzante e ricco di proteine e potassio. Oltre a poter essere cucinato in vari modi, dal jackfruit si possono ricavare anche tanti altri prodotti come, ad esempio, farina e marmellate. Infine, in alcuni Paesi il succo viene fatto fermentare per ricavarne una bevanda alcolica. Molti studi hanno inoltre confermato come il jackfruit sia consigliato agli atleti, in quanto con i suoi zuccheri e proteine, è molto energizzante. Infine, ha anche un buon apporto di potassio, magnesio, ferro e calcio. Il jackfruit non ha solo un utilizzo alimentare, può anche essere trasformato in tintura o colla naturale.

te al tratto respiratorio ed a quello gastrointestinale, nonché conseguenza dell’abuso di bevande alcooliche, da appurare con una visita di un medico internista: presente pure a bocca chiusa, permane anche dopo che si son lavati i denti. Relativamente rara perché interessa circa il 10% delle persone. Le cause al di fuori del cavo orale più comuni sono: • processi patologici nelle cavità del cranio (seni mascellari, seni frontali) comunicanti con il cavo orale; • tonsilliti; • sinusiti croniche; • flusso cronico (secrezione) dal naso alla faringe; • generalmente ogni infezione del tratto respiratorio con batteri può produrre odori;

I

IL FRUTTO D'ORO?

Nonostante il suo sapore e le sue caratteristiche organolettiche lo rendano uno degli alimenti sostitutivi della carne più apprezzati, in Occidente non ha ancora raggiunto la piena diffusione. Trovarlo fresco alle nostre latitudini è molto difficile poiché, come detto, una volta colto, tende a marcire molto velocemente. L'industria lo propone già in varie versioni, per esempio dolce, in scatola, sciroppato o in chips. Il jackfruit è considerato un frutto povero in quanto con uno delle dimensioni di 35 kg, si è in grado di sfamare un'intera famiglia in Asia, grazie proprio alle sue capacità sazianti. Il prezzo qui, invece, è ancora molto alto: un frutto di 8 kg può arrivare a costare anche più di 100 franchi! Pare, tuttavia, che vi siano casi di coltivazione anche in Italia, all'interno di serre riscaldate ovviamente per simulare un clima tropicale e dove sembra stia riuscendo a fruttificare, quindi ne sentiremo sicuramente sempre più parlare.

© Oksana Kuzmina / Wikipedia.org

MA CHE COS'È?

Il jackfruit viene raccolto e lavorato immediatamente: viene aperto in 2 e la polpa viene pulita per estrarne i semi, grossi e carnosi. Il frutto si deteriora molto velocemente e, proprio per questo, viene lavorato direttamente sul posto prima di essere importato in Occidente. Se la polpa può essere mangiata sia cruda che cotta, i semi invece sono commestibili solo previa cottura, altrimenti potrebbero rivelarsi tossici. Viene spesso considerato un "super alimento" in quanto la polpa, che possiede un alto apporto calorico ma pochi grassi, ha forti proprietà antiossidanti ed è ricca di vitamine B e C. Il fresco sapore abbastanza neutro ricorda un mix tra ananas, mela, mango e banana: insomma, vagamente dolce, mentre, quando viene cotto, diventa sorprendentemente simile a quello della porchetta o a quello della carne di maiale. E non è tutto: è molto apprezzato poiché può essere lavorato come il tofu, per sostituire la carne come fonte proteica. Così, come avviene anche per il tofu, esso assorbe i sapori di ciò con cui lo si accompagna. Viene spesso considerato da

Med. dent. Giancarlo Bernasconi, SSO/SSO-Ticino Per la Commissione di Informazione della Svizzera Italiana (CISI)

© Augustus Binu / Wikipedia.org

L

a polpa del jackfruit promette di essere un valido sostituto della carne, adatta praticamente a tutti, dato che non contiene glutine e colesterolo. Ma il jackfruit è anche molto altro, ecco tutto quello che c'è da sapere su questo mega frutto.

I MOLTEPLICI UTILIZZI

9

TA SPÜZZA UL FIAA?

JACKFRUIT: LA CARNE DEL FUTURO? cluse alcune regioni dell'Africa. Esso ha un fusto robusto e il frutto che ne deriva può essere paragonato ad un gigante fico "spinoso". La sua forma è ovale ed è decisamente grande: ha infatti un diametro medio di 40 cm e un peso intorno ai 30 kg, ma può essere anche più grosso (fino a 50 kg!). Una pianta può arrivare a produrre perfino 100 frutti all'anno. Il colore della buccia matura del jackfruit è giallo scuro, tendente al senape, mentre la polpa può variare dal giallo acceso all'arancio.

ODONTOIATRIA

niziamo con un po' di cultura locale, che non nuoce mai. Nel nostro dialetto non esistono forme di linguaggio dirette per affrontare apertamente il problema dell'alitosi con chi ne soffre. Il detto citato nel titolo è una forma di uso comune e non ha attinenza specifica con l’alitosi stessa ma è solitamente utilizzato per accertarsi, in modo abbastanza aggressivo, se chi ci ascolta sia del tutto presente dal punto di vista psichico (sei matto? sragioni? sei tutto a posto?). In tutto il cantone è diffuso il "fiaa cativ / gram / marsc" ed il peggiorativo "fiadasc" sempre però usato nel parlare di terze persone affette da alitosi (soggetti che a Grancia vengono detti "sepultüra" e a Poschiavo "spuzzaflù"). "Ga puzza u fiod" in alcune località delle valli superiori indica − cosa molto costosa −, in altre − sentirsi in colpa − e anche − averla combinata grossa −. La storia insegna che l'alitosi non è un male dei nostri giorni tanto che già Ippocrate (medico greco del 400 a.C.) dava dettagliati consigli per tentar di risolvere il problema teorizzando giustamente che "quando la gengiva ridiventa sana sparisce l'alito cattivo"; gli antichi egizi chiamavano la prima ora dopo il risveglio "l'ora dell'odore di bocca", la Cina dei Kan vedeva nei gusci d'uovo il giusto rimedio all'alitosi, in Italia si giurava sulle doti del prezzemolo ed in Iraq sui chiodi di garofano per arrivare al 18° secolo con medici saccenti che preconizzavano risciacqui orali a base di urina!

L'ALITOSI

È l'odore sgradevole dell'alito con origini metaboliche legaVivere marzo/aprile 2019


10

TONOGLUTAL N ®

ODONTOIATRIA — Alitosi

• malattie generiche che possono formare odori sgradevoli; • malattie sistemiche come diabete, difterite e aids; • i disturbi del metabolismo. Nelle donne a cui sono stati misurati i composti volatili di zolfo nel cavo orale durante il ciclo mestruale si sono notati, nel giorno dell'ovulazione, dei valori 4 volte superiori. I medicamenti possono causare alitosi quando i prodotti decomposti dal metabolismo vengono espirati. Certi medicamenti, come psicofarmaci e preparati per anziani, riducono il flusso salivare e favoriscono la crescita dei batteri.

L'ALITO CATTIVO (FOETOR EX ORE)

Affligge quasi la metà della popolazione, adulti e bambini, e ha origine solitamente solo nel cavo orale: è provocato dai batteri che decompongono i resti di cibo, le cellule epiteliali morte che si desquamano dalle mucose orali ed i componenti organici della saliva, producendo dei solfuri volatili dal caratteristico odore disgustoso. Se si conserva della saliva fresca per più ore, a 37 gradi, si constata la formazione di una serie di composti volatili, specialmente composti dello zolfo (acido solfidrico). Lo spettro dei germi si sposta a favore di microorganismi che vivono senza ossigeno. Cambia il valore del pH: la formazione di cattivi odori sembra favorita in un ambiente alcalino, mentre diminuisce in un ambiente acido. Le cause scatenanti più comuni sono: la gengivite, la parodontite, il tartaro, la carie e soprattutto la patina sul dorso della lingua, che rappresenta i 2/3 dei microorganismi presenti in bocca. Talora le cause sono da ricercare nella superficie frastagliata delle tonsille. Queste patologie sono facilmente eliminabili con un'igiene orale puntuale ed un'accurata pulizia meccanica eseguita con spazzolini da denti e con dentifrici specifici fluorati ed aromatizzati. La pulizia regolare e quotidiana della lingua con lo spazzolino, con raschietti o con speciali spatole riduce in modo evidente la quantità di microorganismi che formano la placca dorsale. Nelle persone adulte migliora sensibilmente anche la capacità gustativa. Esperimenti su animali dimostrano che questa pulizia quotidiana non comporta alterazioni della mucosa. Per eliminare il dubbio sulla presenza di altre malattie e per avere una consulenza personalizzata è caldamente consigliato un controllo presso il proprio medico dentista SSO ed una seduta presso l'igienista dentale. Le concause che peggiorano la situazione sono: • la secchezza orale che si riscontra sovente in persone in età avanzata; • l'uso di determinati medicamenti (leggere i bugiardini dei prodotti oppure rivolgersi al farmacista); • il digiuno; • lo stress; • l'abuso di alcool. Non esiste nessun rapporto diretto comprovato con il fumo.

HO L’ALITO CATTIVO? DIMMELO, PER FAVORE!

L’alito cattivo è un argomento tabù, nessuno ne parla volentieri e chi ne soffre non se ne rende conto! Non si riVivere marzo/aprile 2019

esce a controllare da soli la freschezza del proprio alito: l'espediente di alitare nella mano a conchiglia davanti al naso non dà risultati perché è impossibile soffiare ed annusare contemporaneamente. Un alito pesante può avere un forte impatto sociale tanto da ostacolare le relazioni sociali e rappresentare un handicap notevole sia nei rapporti interpersonali privati (con un calo dell'autostima e conseguente aumento dello stress, portando talora pure ad una esclusione del soggetto dal gruppo e, in casi già problematici, all'emarginazione) sia nei contatti professionali con influenze negative sulla carriera lavorativa. Interlocutore competente e discreto è il vostro medico dentista SSO o la sua igienista dentale che possono rendervi attenti sulla problematica in occasione delle visite periodiche di controllo ed applicare le terapie attive e preventive volte alla soluzione del problema. Una terapia ha senso se si possono stabilirne l'esistenza e la causa indipendentemente dalla descrizione del paziente. L'intensità dell'odore si può stabilire annusando la respirazione dalla bocca e dal naso e nell'atto del parlare, ad una distanza dal paziente di circa 10 cm. Queste misurazioni organolettiche possono essere eseguite da qualsiasi persona, ma non senza problemi. Per esempio, durante il ciclo mestruale si possono avere disturbi temporanei dell'olfatto, così come la posizione della testa nell'odorare. Infine, sembra che le donne siano più adatte a svolgere il compito di "annusatori". I rilevamenti diretti, dovendo essere effettuati sul paziente, danno luogo a situazioni a volte penose. Quindi sono da preferire misurazioni con strumenti adatti. Nel 1990 fu introdotto l'"alimetro". Per misurare si soffia in una cannuccia di paglia: un indicatore registra la concentrazione dei composti volatili di zolfo presenti nell'aria espirata. Benché le misurazioni ottenute siano approssimative, l'apparecchio serve per testimoniare che esiste effettivamente un problema. Può anche servire a convincere una persona affetta da alitofobia che è esente dal temuto difetto; ci sono persone che credono di soffrire di alito cattivo pur non avendolo: si tratta allora di disturbi di carattere psicologico. Generalmente questa fobia è legata ad altri disturbi psichici. Per una presa di coscienza serena e senza eccessivi disagi è importante il ruolo svolto sia dalla famiglia che dalle persone vicine: è chiaro a tutti che si tratta di un campo molto personale ed intimo e che parlarne crea naturale imbarazzo ma un atteggiamento franco ed aperto con un approccio discreto ma chiaro ("Scusa è un po' imbarazzante, ma…" "Qualcuno ti ha già detto che…") serve a trovare soluzioni semplici e rapide: nella maggior parte dei casi basta un'igiene orale scrupolosa e quotidiana. Riassumendo i mezzi adatti ad una buona igiene orale sono: • spazzolino con setole sintetiche di media durezza per eliminare la placca; • dentifricio fluorato, eventualmente aromatizzato; • spazzolino o filo interdentale per pulire gli interstizi; • raschietto per la lingua, per eliminare la patina batterica. I collutori, così come masticare semi aromatici quali finocchio, anice, cardamomo oppure le gocce di clorofilla, coprono solo il problema ed hanno efficacia brevissima.

per il corpo e lo spirito

In caso di debolezza fisica e mentale, di mancanza di concentrazione e di sovraffaticamento intellettuale (preparazione di esami)

TONOGLUTAL®N è un medicamento omologato. Leggere il foglietto. Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz | www.wild-pharma.com

brush‘n clean brush‘n clean XL

Il nuovo metodo per la pulizia degli spazi interdentali. • • • •

Senza parti metalliche Con fluoruro di sodio Disponibile in 2 misure Disponibile in due confezioni: Confezione da 50 stick e confezione famiglia da 80 stick

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz | www.wild-pharma.com


FITNESS — Tecnologia

12

Flector Plus

WEARABLE: E L'ALLENAMENTO SI FA TECH

Applicare invece di massaggiare.

I dispositivi wearable si sono diffusi a macchia d’olio nel mondo dello sport e sono a tutti gli effetti la tecnologia del futuro. La redazione

SENSORI CARDIO DA POLSO

L

a diffusione dei dispositivi indossabili per il fitness, conosciuti anche come wearable, è in forte crescita, soprattutto nell'ultimo decennio in cui la tecnologia è diventata parte integrante delle nostre vite. La wearable technology lavora ogni giorno per la realizzazione di dispositivi intelligenti portatili, in grado di fornire informazioni specifiche sul nostro corpo, fino ad arrivare a dati importanti per la salute, ragion per cui c'è stata un'impennata nella produzione e diffusione di dispositivi indossabili anche nel settore medico. Le statistiche parlano chiaro: l'ultimo trimestre del 2017 ha registrato una crescita nell'acquisto di smartwatch e bracciali per monitorare l'attività fisica del 7,7% e nell'intero anno sono stati venduti 115,4 milioni di dispositivi, il 10,3% in più rispetto al 2016. Secondo gli analisti, il mercato dei device in-

Si tratta di cardiofrequenzimetri portatili, indossabili comodamente al polso appunto, in grado di rilevare la frequenza cardiaca. Sono meno efficaci rispetto alle fasce cardiotoraciche e tra i vari modelli in circolazione si possono rilevare anche variazioni della misurazione dell'attività cardiaca. Il cardiofrequenzimetro da polso è, in genere, integrato all'interno degli orologi GPS, che sono dotati di un piccolo sensore ottico. Quest'ultimo funziona grazie a una luce a led pulsante, in grado di misurare il battito cardiaco in base alla variazione della pressione sanguigna nelle vene del polso. La lettura ottica è uno strumento di misurazione molto preciso, perfetto per chi ha iniziato a correre da poco e non necessita di dati più avanzati. Non è consigliato per i più esperti, per chi ha il braccio troppo stretto, le vene poco visibili o un eccesso di pe-

li, fattori che potrebbero compromettere la precisione del sensore.

CONTAPASSI

Noto anche come pedometro da polso, rappresenta un dispositivo indossabile molto utile, dal quale trarre alcuni vantaggi. Questa tecnologia wearable riesce a tenere il conto reale del numero di passi effettuati in un determinato periodo di tempo, grazie a un piccolo giroscopio contenuto al suo interno, ma le funzioni non si limitano a ciò. Il contapassi può, infatti, rilevare anche la distanza percorsa e la velocità impiegata, diventando così una sorta di personal trainer portatile, validissimo per la pianificazione di un programma di allenamento. Oltre al classico modello da polso, esistono anche delle versioni che possono essere attaccate alla cintura dei pantaloni o ai lacci delle scarpe. Ha un prezzo molto competitivo e, per gli sportivi che fanno attività fisica con una certa regolarità, rappresenta un modo pratico per monitorare i progressi raggiunti nel tempo.

Un plaster per 24 ore. www.flectorplustissugel.ch

GPS PER TREKKING

Per gli appassionati, il GPS indossabile è uno strumento che non può assolutamente mancare quando si parte all'avventura nell'esplorazione di sentieri sconosciuti. I GPS disponibili sul mercato hanno in genere un'interfaccia molto intuitiva, che permette di comprenderne l'utilizzo in poco tempo. Sono in grado di

Combatte il dolore e l’infiammazione in caso di slogature, contusioni e strappi muscolari con ematomi ed edemi.

- Solo 1x invece di 2x al giorno! - Penetra in profondità nel tessuto infiammato. - Semplice e pulito da usare. - Ogni confezione contiene due reti tubolari elastiche per il fissaggio.

L A STAMPA SI DOVESDLIOVE A STAMPA SI DOVE L A STAMPA FA NO TA RE FA NO TAR E FA NO TARE

Via Giovanni Maraini 23 Tel. +41 91 941 38 21 info@fontana.ch

Via Giovanni Maraini 23 CH-6963 Pregassona Via Giovanni Maraini CH-6963 Pregassona Tel. +41 23 91 941 CH-6963 38 21 Pregassona Fax +41 91 941 38 25 Tel. +41 38 Fax +41 91 941 38 www.fontana.ch 25 Fax +41 91 91 941 941 38 21 25 info@fontana.ch info@fontana.ch www.fontana.ch www.fontana.ch

Formula

Plus © Jacob Lund / Wikipedia.org

dossabili dovrebbe crescere di circa il 26% nel corso dell'anno. Smartwatch e auricolari nel 2022 saranno i dispositivi più venduti. Si prevede che nel 2019 la spesa degli utenti finali per i dispositivi indossabili avrà un valore di circa 42 miliardi di dollari a livello globale, di cui circa 16 mld sarà appannaggio degli smartwatch. Ma quali sono gli accessori per il fitness wearable più diffusi?

È un medicamento omologato. Rivolgersi allo specialista e leggere il foglietto illustrativo. IBSA Institut Biochimique SA, Headquarters and Marketing Operations, Via del Piano 29, CH-6926 Montagnola, www.ibsa.swiss


14

FITNESS — Tecnologia

localizzare perfettamente la posizione in base al segnale ricevuto dai satelliti. Gli strumenti di orientamento danno la possibilità di fare trekking senza troppe preoccupazioni, anche in territori in cui non si è mai stati prima, di tenere traccia della strada fatta e di poter tornare indietro senza problemi, esattamente al punto di partenza. I dispositivi più recenti sono resistenti alla pioggia, al fango, agli urti e alle cadute, e permettono di aprire più carte topografiche. Il GPS tracker è un dispositivo più utile dello smartphone quando si va a fare trekking: infatti questo capta i segnali in aree sperdute agganciandosi direttamente ai satelliti, mentre lo smartphone ha bisogno di una cella telefonica per ricevere i dati. Si tratta inoltre di apparecchi con una durata della batteria molto lunga, ottimizzati per usi prolungati, che rappresentano dunque una soluzione perfetta per l'outdoor e l'escursionismo. Per concludere, offrono dati precisi sulle distanze percorse, i passi, l'altezza alla quale ci si trova e altre informazioni utili quando si è in cammino.

Allevia

Collo

SMARTWATCH

Gli orologi intelligenti rappresentano l'ultima frontiera delle tecnologie indossabili perché sono caratterizzati dall'integrazione delle funzioni di altri dispositivi, raggruppate tutte insieme e disponibili comodamente al proprio polso. Gli smartwatch permettono di ricevere chiamate, ascoltare musica, salvare immagini, avere indicazioni stradali, ma anche altre funzionalità legate al mondo dello sport, come monitorare i movimenti, i passi, le calorie bruciate, i chilometri percorsi, la qualità del sonno e molto altro ancora. Gli smartwatch sono ormai alla portata delle tasche di tutti, in quanto sono disponibili diversi modelli, appartenenti a diverse fasce di prezzo. Uno smartwatch rappresenta il connubio perfetto per le persone che amano fare sport, ma hanno bisogno di rimanere in contatto con il resto del mondo. Hanno dunque interesse a tracciare i risultati delle loro performance sportive, ma al contempo devono necessariamente essere iperconnessi, alla loro musica, ai social network, ai messaggi e chi più ne ha più ne metta.

FITNESS TRACKER

Non si tratta del classico cardiofrequenzimetro né del solito contapassi. Chiamato anche smartband, è molto di più: questo dispositivo tecnologico, indossabile al polso, dà la possibilità di monitorare l'attività fisica di ogni giorno, attraverso il conteggio delle calorie consumate, il numero di passi e le distanze percorse, la frequenza dal battito cardiaco e altre informazioni molto utili per le attività sportive, dal trekking alla corsa. Il fitness tracker è dunque un braccialetto intelligente che aiuta a tenere sotto controllo il tipo di allenamento che si sta seguendo e rimanere in contatto con il mondo grazie alla connessione presente al suo interno. Una smartband è ideale per chi è interessato a funzionalità legate al fitness ed è alla ricerca di un device caratterizzato da una durata della batteria molto lunga e da una maggiore resistenza. Si tratta, infatti, di prodotti che spesso hanno certificazioni di impermeabilità e resistenza alla polvere, che di contro i normali smartwatch generalmente non possiedono.

— SALUTE

TEXT NECK: CHE COS'È?

L'uso intensivo dello smartphone può avere effetti negativi su tutto il sistema muscolo-scheletrico del collo. La redazione

P

untare l'occhio allo schermo con le posture a cui siamo abituati per controllare Twitter, Facebook o inviare un SMS, aumenta notevolmente la forza gravitazionale esercitata sul collo. E con essa, si associa l'aumento del peso del cranio causato da una postura molto sfavorevole. Il chiropratico australiano James Carter è stato il primo ad individuare questo problema che colpiva più della metà dei suoi pazienti. Carter lo ha battezzato "text neck" ("collo da messaggio"), il quale consiste in dolori cervicali causati dalla scorretta posizione assunta dalla maggior parte degli utenti tecno-

logici mentre utilizzano tablet o cellulari. I giovani, in particolare, non usano lo smartphone solo per telefonare. Scrivono messaggi, navigano in Internet, scattano foto e guardano video. Il cellulare è nelle mani, la testa è piegata in avanti. Ciò prende il nome di anteflessione: in altre parole, i tendini del collo sono sovraccaricati. Anche i dischi intervertebrali del rachide cervicale sono sottoposti ad una forte pressione. In media la testa pesa 4,5-5,5 chili. Quando è inclinata di 45 gradi, una forza pari a circa 200 Newton agisce sui dischi intervertebrali come se si avessero 20 chili sul collo. È questa

la conclusione a cui è giunto uno studio pubblicato sulla rivista specializzata "Surgical Technology International". Mal di testa e vertigini negli adolescenti sono spesso attribuiti a tale tensione. Nei casi più estremi, ciò potrebbe portare, a lungo termine, all'usura dei dischi intervertebrali e a dover addirittura ricorrere chirurgicamente. Infine, questa posizione è causa, tra le altre cose, anche di mal di schiena e patologie cardiache. Di conseguenza, è fortemente raccomandato fare delle pause e tenere il telefono all'altezza degli occhi: ovviamente è più facile quando si è seduti, con i gomiti appoggiati sul tavolo.

lesioni sportive,

contusioni, stiramenti e

slogature.

Pomata consolida originale del Dott. ANDRES

SPEGNI IL DOLORE CERVICALE • Agisce rapidamente • Viene assorbito immediatamente • Profumo discreto È un medicamento omologato. Leggere il foglietto illustrativo.

Dr. Andres Pharma AG

15

Attenua dolori e tensioni cervicali e scapolari.

NECK RELAX

CE Dispositivo medico. Vedi il foglietto illustrativo. Melisana AG, 8004 Zurigo, www.dul-x.ch


16 PASSATEMPO — Cruciverbone

Sponsored by Banca Raiffeisen Lugano società cooperativa

Paladini

Misteriosa

§

§

Eretto

§

§

La via di Molnar

"Signore" in breve

Purulenza

Solerti

8

Ampio, capiente

Fuellerinserat_it_135x60mm:Fuellerinserat § Città § egiziana

8/6/18

09:51

§

Seite 1

Piccoli grandi pericoli

Più conoscenze

§

sulle allergie più qualità

di vita

Uccello col ciuffo Voce del pokerista

8

3

Maglietta estiva

8

8

Grosso camion Rose pallide

4

8

§

§

8

§

Granturco

7

Vi risiede l'odalisca

8

Producono miele

§

In coppia con Ric

§

Il fiume di Berna

§

Privi d'accento

6 Cons. in "soiame"

§

Altari pagani

§

§

§

§

§

Cortile agreste

Il "rosso"

Fango

Sottintesa

Isola della sonda

§

Mammifero solicomorfo

§

Blasfemi

Figura araldica

Fuggiti di galera

§

Scavi... centrali

8

8

§

Feticcio indiano

Formano il perimetro

8

Imperava in Russia

8

§

Cambiale antica

Lo affila Figaro

§

8

CP 30-11220-0

§

Un rapace

La Sigla provoca postale l'anofele

§

Lettera greca

5

www.aha.ch aha! Centro Allergie Svizzera aha!infoline: 031 359 90 50

Esposizione

§

Lo

"Forza" si teme senza nei pari trapianti

8

Procedura

§

§

Fa dolere i denti

Il nome di Montesano

§

§

2 Sfortuna

Rinsecchiti

§

§

§

In basso

§

8

Fulve

Intesa

abbassar

8

8

Satellite Missile di balistico Urano

8

Il primo alimento

Fra 2 fattori

Uccide la medusa

§

8

Il suolo natio

8

Proposizioni

8

8

La Callas

8

Afa

8

CRUCIVERBONE: VINCI UN PESOS D'ORO!

Addentato

§ Sardonici

FRASE CHIAVE Comune ticinese (7 lettere)

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

§

§ Fu re di Troia

Per questo aiutiamo i malati e i loro familiari a convivere con il cancro. Questo è l’obiettivo della nostra attività di informazione, sostegno e accompagnamento.

§

Aiu t ac i a d aiu t are.

SOLUZIONE N. 193 Sighignola Errata corrige: il nr. 9 era nella casella sbagliata. Ci scusiamo con i lettori.

a) Cartolina postale da spedire a: 'VIVERE a tempo pieno', C.P. 5539, 6901 Lugano. b) E-mail da inviare a: vivere@bluewin.ch. Se non specificato, si autorizza VIVA SA ad utilizzare l’indirizzo e-mail per le proprie attività di marketing. Fra tutti coloro che avranno indovinato la soluzione verrà sorteggiato il fortunato lettore. Sono esclusi dalla partecipazione tutti i collaboratori di VIVA SA. Non verrà tenuta alcuna corrispondenza. Nessun pagamento in contanti. Si escludono le vie legali. Il vincitore sarà avvisato personalmente. Il termine di spedizione è il 2 MAGGIO 2019.

Vivere marzo/aprile 2019

Al cancro non interessa chi sei. A noi sì.

Maggiori informazioni su legacancro.ch


HIGHLIGHTS — In farmacia

SPINAS CIVIL VOICES

18

LA VETRINA: MARZO E APRILE

FLECTOR PLUS TISSUGEL® Applicare invece di massaggiare

Un plaster per 24 ore. Combatte il dolore e l'infiammazione in caso di slogature, contusioni e strappi muscolari con ematomi ed edemi. • Solo 1x invece di 2x al giorno! Penetra in profondità nel tessuto infiammato. • Semplice e pulito da usare. Ogni confezione contiene 2 reti tubolari elastiche per il fissaggio. È un medicamento omologato. Rivolgersi allo specialista e leggere il foglietto illustrativo. IBSA SA, 6926 Montagnola

www.lesionisportive.ch

WILD TONOGLUTAL® N — Per il corpo e lo spirito!

TONOGLUTAL® N aiuta in caso di debolezza fisica e psichica, di sovraffaticamento intellettuale (preparazione agli esami), di disturbi della memoria e di mancanza di concentrazione. TONOGLUTAL® N è un medicamento omologato. Leggete il foglietto illustrativo.

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz

www.wild-pharma.com

BURGERSTEIN: Non dimenticate BIOTICS-G!

Burgerstein BIOTICS-G contiene 14 ceppi batterici e 1 ceppo di lievito presenti in condizioni ideali nella mucosa intestinale sana. Adatto a tutta la famiglia. • Tecnologia di protezione Probioact®: fa pervenire i batteri vivi e vitali nell'intestino. • Con aggiunta di biotina, per conservare l'integrità della mucosa intestinale, e delle vitamine B6 e B12 per supportare il sistema immunitario. Antistress AG, 8645 Rapperswil-Jona

www.burgerstein.ch

DUL-X® GEL NECK RELAX Veloce contro i dolori cervicali

I dolori cervicali frequenti sono spesso un vero tormento. DUL-X® Gel Neck Relax offre un rapido aiuto per alleviare i dolori e le tensioni cervicali e scapolari. Il gel rinfresca immediatamente dopo l'applicazione e allevia rapidamente il dolore. Dopodiché riscalda e svolge un'azione rilassante, sciogliendo i muscoli contratti. DUL-X® Gel Neck Relax si assorbe rapidamente, non macchia e non unge. Dispositivo medico CE. Vedi il foglietto illustrativo. Melisana AG, 8004 Zurigo www.melisana.ch

OSA-OSANIT: Fa sparire il dolore quando spuntano i dentini

Quando spuntano i primi dentini è sempre un momento di orgoglio. I globuli Osanit dentizione alleviano i disturbi alla loro comparsa. Il gel per dentini vegetale Osa ha un effetto raffreddante ed analgesico e allieva il dolore acuto. Esclusivamente in farmacia e drogheria. Questi sono medicamenti omologati. Leggere i foglietti illustrativi. Iromedica SA, 9014 San Gallo

www.osa-osanit.ch

FEMANNOSE® N Cistite? Non sempre è necessario un antibiotico!

FEMANNOSE® N contiene lo zucchero naturale D-mannosio, il quale si lega alle fimbrie (filamenti) dei batteri E. coli che causano l'infiammazione. In questo modo vengono inattivati ed espulsi attraverso l'urina. FEMANNOSE® N è adatto per il trattamento acuto della cistite ed è possibile assumerne elevati dosaggi anche per la prevenzione. Agisce rapidamente nella vescica, è molto ben tollerato e non induce resistenza.

Melisana AG, 8004 Zurigo Vivere marzo/aprile 2019

www.femannose.ch

Per diventare grande e sicuro di sé, il bambino ha bisogno del sostegno di tante persone. Da parte dei genitori, dei parenti, degli amici, degli insegnanti e di Pro Juventute. Noi ci siamo quando i bambini hanno bisogno di noi. Da 100 anni. projuventute.ch Conto per le donazioni: CP 80-3100-6 / IBAN CH 71 0900 0000 8000 3100 6


PROTEZIONE SOLARE DEI PROFESSIONISTI ADATTO PER PELLE E CAPELLI, RESISTENTE AL SUDORE E ALL'ACQUA

NON BRUCIA GLI OCCHI ANCHE IN CASO DI SUDORAZIONE INTENSA

E CONSIGLIATO DA PROFESSIONISTI

gatoren ul

Pa

rf

ZERO BITE. MASSIMA PROTEZIONE CONTRO LE ZANZARE E LE ZECCHE PROFUMO MOLTO PIACEVOLE ADATTO A BAMBINI A PARTIRE DA 1 ANNO

ei

ei fr

Em

PROTEZIONE SOLARE DI LUNGA DURATA CONTRO I RAGGI UVA E UVB

u m -fr

Profile for VIVA SA

Vivere a tempo pieno 194 (Marzo-Aprile 2019)  

Rivista gratuita distribuita nelle farmacie del Cantone Ticino (Svizzera).

Vivere a tempo pieno 194 (Marzo-Aprile 2019)  

Rivista gratuita distribuita nelle farmacie del Cantone Ticino (Svizzera).

Advertisement