a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

ivere V

settembre/ottobre 2016 n. 179

gratis

a tempo pieno Bellezza Rughe: la 2a pelle

Alimentazione La dieta 3.0

Varie

Stretching e respirazione

SALUTE

Bèbè: il “bonding”


2

EDITORIALE — Questioni etiche sull'intersessualità

n. 179 settembre/ottobre 2016

Care lettrici, cari lettori,

SOMMARIO

Le persone il cui sesso non può essere definito in modo chiaro alla nascita hanno diritto al rispetto dell'integrità psicofisica e all'autodeterminazione. Non potranno invece beneficiare di un'offerta gratuita per una consulenza psicosociale. Lo afferma il Consiglio federale nella sua risposta a un parere della Commissione nazionale d'etica in materia di medicina umana (CNE). Ogni anno in Svizzera nascono 40 bambini per i quali non si può affermare con certezza se siano femmine o maschi. Per altri invece questa ambiguità insorge solo durante lo sviluppo sessuale. In passato, molti bambini con caratteristiche sessuali ambigue sono stati operati subito dopo la nascita, anche se non vi era alcuna necessità medica di farlo e a volte senza il consenso dei genitori. In molti casi questi interventi hanno causato grandi sofferenze ai diretti interessati. Dal punto di vista medico, le situazioni possono essere dunque molto diverse. In alcuni casi bisogna agire subito, in quanto vi è pericolo di morte. In altri, invece, non vi è alcun motivo per intervenire chirurgicamente. Nel novembre 2012 la CNE ha presentato un rapporto su questo tema ("Attitudini da adottare di fronte alle variazioni dello sviluppo sessuale: questioni etiche sull'intersessualità"), commissionato dal Consiglio federale, contenente 14 raccomandazioni destinate ai medici e alle associazioni professionali, ma anche ai servizi statali. Lo scopo è il rispetto dell'integrità delle persone con varianti dello sviluppo sessuale e la lotta a ogni forma di discriminazione. Per quanto riguarda la Confederazione, gran parte delle raccomandazioni è già stata attuata o è in procinto di esserlo. Si tratta ad esempio di modificare l'iscrizione del sesso nei registri dello stato civile o rinunciare ad espressioni discriminatorie in leggi e ordinanze. Il Consiglio federale ritiene invece che la proposta di un'offerta gratuita per una consulenza psicosociale con contenuti tematici molto vasti non sia realizzabile. La questione dell'intersessualità, così come quella della parità tra uomini e donne, dovrà essere quindi trattata in futuro in maniera più approfondita dal profilo del diritto.

MEDICINA

6

4

SALUTE 6

Bèbè

Il bonding e l'importanza del gioco

BELLEZZA 10

12

Rughe

Cancellarle con una seconda pelle

ALIMENTAZIONE 12

Alimentazione 3.0

Fra salutismo, High Tech e tradizione

ODONTOIATRIA 14

Che bello vado dal dentista!

I servizi dei dentisti SSO

VARIE

16

16

Valentina Tanzi

Stretching e respirazione Connubio imprescindibile

PASSATEMPO

Responsabile della redazione di Vivere

18

© Denis Kukareko / Shutterstock.com (Copertina) Goran Bogicevic / Shutterstock.com — nito / Shutterstock.com Maridav / Shutterstock.com

NUOVO NUOVO NUOVO APPARECCHIO APPARECCHIO APPARECCHIOACUSTICO ACUSTICO ACUSTICO BINAX BINAX BINAXDI DI DI ... funziona funziona funzionasenza senza senzabatterie batterie batterie ... massimo massimo massimocomfort comfort comforteeediscrezione discrezione discrezione ... prova prova provagratuita gratuita gratuitaper per per30 30 30giorni giorni giorni CENTRO CENTRO CENTROACUSTICO ACUSTICO ACUSTICOTICINESE TICINESE TICINESE

Vivere

a tempo pieno

apparecchi apparecchi apparecchiacustici acustici acustici

Cruciverbone

Gioca e vinci un pesos d’oro!

HIGHLIGHTS 19

In farmacia

La vetrina: settembre-ottobre Find us on

Facebook u N www.rivista-vivere.ch ovo!

SIGLA EDITORIALE

COMITATO DI REDAZIONE

REDAZIONE

SOCIETÀ VIVA SA INDIRIZZO Casella postale 5539, CH — 6901 Lugano TELEFONO +41 (0)91 922 68 66 FAX +41 (0)91 923 39 09 E-MAIL vivere@bluewin.ch

MARIO TANZI Presidente OFCT DOTT. GIORGIO ANTOGNINI già Presidente PharmaSuisse ENNIO BALMELLI Portavoce OFCT

M. SC. COM. VALENTINA TANZI Responsabile CRISTINA GEROSA Segretaria

Gli articoli impegnano soltanto la responsabilità degli autori.

www.centroacusticoticinese.ch www.centroacusticoticinese.ch www.centroacusticoticinese.ch

Gravidanza

Le problematiche legate alla tiroide

TIPOGRAFIA NEWPRINT SA


4

5

MEDICINA — Gravidanza

GRAVIDANZA: LE PROBLEMATICHE LEGATE ALLA TIROIDE

bisogna stare attenti a fare la giusta diagnosi poiché gli stessi sintomi possono essere causati dallo stato gravidico di per sé. L’ipertiroidismo è spesso associato a problemi d’infertilità e a un maggior rischio di aborto. La cura è a base di farmaci antitiroidei che bloccano la sintesi e la secrezione degli ormoni tiroidei prodotti in eccesso. L’ipotiroidismo è invece più subdolo nella sua sintomatologia e, quindi, più difficile da diagnosticare, anche se è molto più frequente dell’ipertiroidismo. Per diagnosticarlo basterebbe misurare il TSH che, se elevato, è patognomonico di questa malattia. Esso andrebbe misurato in tutte le donne che desiderano una gravidanza, prima che restino incinte; oppure, se già in stato interessante, il prima possibile. Se viene diagnosticato un ipotiroidismo occorre subito rivolgersi a un endocrinologo che instaurerà l’opportuna terapia ormonale sostitutiva necessaria al buon andamento della futura gravidanza e al normale sviluppo embriofetale.

Se la tiroide non funziona bene si rischiano parti prematuri e aborti spontanei. L'ipotiroidismo gravidico può causare un deficit intellettivo nel nascituro. La redazione un corretto funzionamento della tiroide. Il fabbisogno giornaliero di iodio di un adulto sano è di 150 microgrammi, che sale a 250 durante la gravidanza e anche il periodo dell’allattamento. La cosa importante è che la iodoprofilassi deve essere iniziata già prima di rimanere incinta. La carenza di iodio determina un difetto di produzione di ormone tiroideo che può avere conseguenze sullo sviluppo del sistema nervoso fetale, perché la tiroide è già completamente formata a partire dalla dodicesima settimana di gestazione. Numerosi studi hanno dimostrato che, in aree a carenza iodica, nei casi in cui la madre non abbia assunto durante la gravidanza una adeguata quantità di iodio i nascituri hanno sviluppato, anche se di poco, un QI inferiore rispetto ai nati da madri con regolare apporto iodico. Inoltre, la carenza gravidica di iodio è stata associata ad una più alta prevalenza di bambini affetti dalla sindrome da deficit di attenzione ed iperattività.

LA TIROIDITE POST-PARTUM

È una patologia che nella maggior parte dei casi è reversibile e colpisce oltre il 5% delle donne subito dopo il parto. A una prima fase di ipertiroidismo può seguirne una seconda di ipotiroidismo ed entrambe possono rappresentare una concausa della famosa depressione post partum. Nell'85-90% dei casi la patologia si risolve spontaneamente, anche se a volte può essere necessario un periodo di terapia ormonale; nel 10-15% si può invece assistere allo sviluppo di una vera tiroidite cronica autoimmune,

nota anche come tiroidite di Hashimoto, la causa più

frequente di ipotiroidismo nell’adulto.

DEPRESSIONE POST PARTUM: LA RIVOLUZIONE IN UN FARMACO? Un nuovo medicinale potrebbe rivoluzionare la terapia per combattere la depressione post partum. Chiamata anche baby blues, indica la depressione che colpisce durante la maternità e fino a dodici mesi dopo il parto. Questo disturbo, fino a qualche anno fa vissuto con senso di colpa dalle madri, colpisce il 10% di loro durante la gestazione, mentre quelle che la vivono dopo la nascita del bambino sono 1 su 7. Fondamentale, secondo gli esperti, diagnosticarla rapidamente e affrontarla nel modo opportuno, altrimenti si rischiano conseguenze negative sul neonato e all’interno del nucleo famigliare, oltre al disagio psichico e ai disturbi del sonno nella madre. Sono stati resi noti i positivi risultati di un trial clinico di fase 2 sul medicinale. Il principio attivo esaminato ha permesso una significativa riduzione dei sintomi della depressione, misurata sulla base della Hamilton Rating Scale for Depression, un test che misura il grado di depressione. Già a distanza di 24 ore dall’assunzione il senso di depressione era notevolmente diminuito, con un picco a 60 ore, dove si è assistito a una remissione dei sintomi per il 70% delle pazienti, che durava per molti giorni. "Siamo di fronte a uno dei più importanti risultati clinici mai ottenuti nel trattamento farmacologico della depressione post partum", ha detto Samantha Meltzer-Brody, direttore dell'Unc Center for Women’s Mood Disorders, "la rapidità di azione è diversa da qualsiasi altro prodotto. I dati mostrano che possiede il potenziale di poter fornire sollievo dai sintomi debilitanti, diminuendo notevolmente la sofferenza".

LA IODOPROFILASSI

I MESI DI GESTAZIONE

ed è perciò difficile da diagnosticare se non con esami specifici. Più raro è l’ipertiroidismo, disturbo causato da un’alterata funzione della ghiandola tiroide che produce una quantità eccessiva di ormoni tiroidei. Le alterazioni della funzione tiroidea in gravidanza possono causare • un aumento degli aborti spontanei • parti prematuri • mortalità perinatale. In particolare, se non corretto, l’ipotiroidismo gravidico può causare difetti nello sviluppo intellettivo del nascituro con riduzioni, lievi ma significative, del suo quoziente intellettivo (QI).

Durante la gravidanza la tiroide è molto più attiva e impegnata, perché deve lavorare non soltanto per la madre, ma anche per il feto. Il monitoraggio della funzione tiroidea, e dell’ormone TSH, è fondamentale non soltanto nei 9 mesi di gestazione, ma anche prima, quando si decide di voler avere un bambino. Il 7-8% delle donne in età fertile soffre di ipotiroidi- PER MANTENERE smo, soprattutto subclinico, una patologia che è ca- UNA BUONA FUNZIONALITÀ ratterizzata da una ridotta funzione tiroidea, con un TIROIDEA relativo aumento valori 190x45 di TSH, che23-08-2005 spesso, al- Un adeguato apporto NEWPRINT PUBB dei 4 COL 8:28 Pagina 1 di iodio, fondamentale per la meno in questa prima fase, non dà sintomi specifici sintesi di ormoni tiroidei, è il passo principale verso

Professionalità e tecnologia per la stampa di qualità

bio-strath.ch

COSA FARE SE SI SOFFRE DI IPER- O IPOTIROIDISMO?

L’ipertiroidismo è una patologia più rara rispetto all’ipotiroidismo, colpisce meno dell’1% della popolazione, ma è molto più facile da diagnosticare perché i sintomi sono chiari ed evidenti: • tachicardia, • dimagrimento, • iperattività sono tra i disturbi tipici di questa condizione. Ma

© Subbotina Anna / Shutterstock.com

P

er un buon funzionamento della tiroide, il fabbisogno quotidiano di iodio deve sempre essere rispettato, ancora di più durante la gravidanza e nei mesi che la precedono perché le esigenze cambiano. Quali sono le regole da seguire per mantenere in salute la tiroide e di conseguenza lo sviluppo del feto?

Lo iodio si trova principalmente nel sale iodato, ma è presente anche nei prodotti ittici e nelle alghe. Non è invece presente, al contrario di quanto spesso si creda, nell’aria di mare, che ne contiene una quantità irrilevante. Il consiglio è quindi di consumare poco sale, ma iodato. In gravidanza possono essere prescritti dal proprio ginecologo integratori specifici, che oltre a contenere acido folico e altri componenti importanti per una corretta gestazione garantiscono in genere un ulteriore apporto di iodio.

NEWPRINT SA ARTI GRAFICHE via Zuccoli 5 cas. postale 536 6902 Lugano tel. 091 985 69 80 fax 091 985 69 89 newprint@bluewin.ch www.e-newprint.ch

Disponibile nelle farmacie

Naturalmente per tutta la famiglia – Dal 1961


6

7

SALUTE — Neonati

BÈBÈ: IL "BONDING" E L'IMPORTANZA DEL GIOCO

tare al bebè dei suoni, i cosiddetti 'rumori bianchi', che ricalcano quelli che lui sentiva nella pancia. “Il phon, l'aspirapolvere o la cappa della cucina, per esempio, sortiscono un effetto calmante perché hanno sempre la stessa lunghezza d'onda. Bastano un paio di minuti di ascolto per tranquillizzare e divertire il bimbo; in alternativa, anche un cd con il suono delle onde del mare ha lo stesso potere di conciliare la calma.

Già dai primissimi mesi di vita il gioco, inteso come ogni piccola attività che crea "connessione" tra bimbo e genitore, è il vero "alimento" della mente, del cuore e della pancia di ogni bebè.

2) Secondo mese: il grande potere delle righe

Le righe piacciono tanto a ogni bebè perché le vede come se fossero in movimento; non a caso, per esempio, le camicie a righe dei papà "ipnotizzano" i piccolissimi. Per condividere insieme al bimbo una piccola attività, si consiglia di prendere un foglio A4 o un cartoncino bianco e disegnare (o farle con il pc) delle righe larghe, verticali, nere. Quando il bimbo è in uno stato di veglia quieta o attiva, è il momento giusto per fargli vedere il foglio con le righe, mentre è nella sua culla (leggermente sollevato) o tenendolo in braccio.

La redazione crescere. A volte un paio d’ore, altre volte alcuni giorni, altre volte ancora alcune settimane. Prima o poi, nel primo anno, a un certo punto appare. Garantito. È bello quando c’è, ma non è un dramma se non arriva subito. All’Istituto di Psicologia dell’Università di Ratisbona, la psicologa ha seguito centinaia di parti e ha stabilito che la maggior parte delle coppie si aspettano troppo. Non si tratta di un segno di non amore e non nuoce neppure al neonato, se il sole non splende da subito. In culture come l’Asia o l’Africa non verrebbe in mente a nessuno, dopo le stressanti ore del parto, di chiedere l'esternazione dei sentimenti a voce alta alle giovani madri. Inoltre, l’amore dei genitori all’inizio si può manifestare come attenzione e cura nei confronti delle necessità del bimbo piuttosto che con sentimenti di tenerezza. Ma così facendo, cioè soddisfacendo le necessità del piccolo, ci si sta comportando nel modo giusto e crescerà il legame d'amore con il proprio bambino.

3) Terzo mese: il cuscinetto "stropiccioso"

Con la carta delle uova di Pasqua e un po' di stoffa colorata è possibile creare uno speciale cuscinetto, piacevole da toccare, che stimola vista, udito e tatto. È sufficiente tagliare un rettangolo di tessuto, inserire all'interno la carta dell'uovo di cioccolato e cucire i bordi. Chi non ama ago e filo può usare un

Il latte di crescita Bio di Bi

1) Primo mese: suoni con effetto calmante

Un'attività adatta al primo mese di vita è far ascol-

© S.Borisov / Shutterstock.com

È

sempre amore a prima vista nei confronti legame tra genitori e figli che segna l'inizio di un del neonato? Di solito sì: quando il neo- rapporto destinato a durare tutta la vita. A volte però nato esce dal ventre della mamma, inizia su questo legame ci sono troppe illusioni. a piangere e fa i suoi primi movimenti, in genere per le neo mamme e i neo papà è un NON SEMPRE I NEO GENITORI momento bellissimo, magico, indimenticabile. SI SENTONO FELICISSIMI Ma non è sempre così: molti genitori vivono questa Insomma, non è la regola che la vista del bebè dia esperienza con meno intensità e magari si sento- una felicità immediata. "Una felicità enorme è piut2014_N1_Rivista Terzaetà 23.01.14 17:11 Pagina 44 no un po' in colpa perché non provano subito nei tosto l’eccezione che la regola", sostiene Karin confronti del bebè un amore immenso. Bonding (le- Grossmann, psicologa tedesca che si occupa di bongame in inglese) è chiamato dagli psicologi questo ding. L’amore ha bisogno di tempo e di spazio per

Telesoccorso

tanta comodità e più autonomia Il telesoccorso è un semplice pulsante che permette di vivere a casa propria in autonomia e sicurezza.

www.atte.ch

ASSOCIAZIONE TICINESE TERZA ETÀ CH-6512 Giubiasco Telefono 091 850 05 53/50 www.atte.ch, atte@atte.ch

4) Quarto mese: concerto casalingo

Un'idea simpatica per stimolare vista, tatto e udito del bimbo è creare uno speciale "giocattolo sonoro" con lo stendino dei panni. Occorre appendere sullo stendino delle grucce di ferro per gli abiti usando alcune mollette di legno (legno e ferro, rispettivamente caldi e freddi, sono anche piacevoli al tatto). A questo punto, tenendo il bimbo in braccio, il genitore può far sentire che se le grucce sbattono tra loro producono un suono, mostrando anche come ruotarle. Poi, quando il bimbo allunga le braccia, è importante aiutarlo a provare a toccare le grucce.

5) Quinto mese: la girandola

Colori e movimento sono attraenti per ogni bebè: una girandola, che si può costruire a casa applicando anche dei nastri o acquistare, è perfetta, per esempio, per stimolare il senso della vista. È possibile sistemarla su una pianta in casa o fuori dalla finestra, secondo il consiglio della pedagogista, indicando al bimbo, mentre è in braccio, come si muove. Si può anche usare una girandola abbastanza piccola e leggera in modo che il bimbo possa tenerla in mano da solo e provare a soffiare per farla girare… Che grande soddisfazione per lui!

6) Sesto mese: il bastone della pioggia

Un tubo di cartone (stile scottex), stoffa colorata e un po' di riso basmati, colla e scotch sono sufficienti per creare al volo una versione casalinga del bastone della pioggia. Quando il bimbo scuote il cilindro ricoperto di tessuto vivace, e ben chiuso, con all'interno il riso, ottiene un suono abbastanza simile a quello della pioggia che lo incuriosisce e diverte. Questa attività stimola l'udito ed è gratificante per il bimbo. Il genitore deve accomodarsi di fronte al bimbo, che in questa fascia di età riesce a stare seduto (o sta imparando a farlo), e invitarlo ad agitare il bastone con le sue manine per produrre il suono.

7) Settimo mese: viva il mappamondo!

Spesso, in casa, capita di avere un mappamondo, di cui ci si è dimenticati l'esistenza: è ora di usarlo con il pargolo per una divertente attività che stimola la vista e la coordinazione occhio-mano. In questa fase, il bimbo riesce a stare seduto da solo o con un appoggio: basta collocare il mappamondo di fronte a lui e sedersi accanto mostrando come farlo girare. Questo oggetto piace molto perché è tondo, colorato e si muove, ancora meglio se si illumina.

8) Ottavo mese: a caccia dell'orsetto

Un'alternativa al classico nascondino, sempre amatissimo dai bambini, è quella di cercare insieme

mbosan:

Un «muuh» meglio del puro latte vaccino.

L'IMPORTANZA DEL GIOCO

Già dai primi giorni di vita, il gioco è tutto quello che crea "connessione" e relazione tra genitore e bimbo; inoltre per lui è anche scoperta di sé, dell'altro e del mondo. Dunque, è fondamentale proporre attività anche ai piccolissimi perché il gioco, pur se semplice, è il vero alimento della mente, del cuore e della pancia del bimbo. Ecco 12 giochi suggeriti, uno per ogni mese del primo anno di vita del bambino.

sacchettino di cotone già pronto (tipo quelli dei confetti), chiuderlo bene e lasciarlo toccare liberamente al bimbo. In questo periodo il bambino inizia a sviluppare la coordinazione occhi-mano-bocca, quindi è importante favorire la sua sperimentazione.

A differenza del latte vaccino puro, il latte di crescita Bio di Bimbosan è studiato in modo specifico per le esigenze dei bambini da 1 anno in su. Esso contiene meno proteine, ma in compenso tantissimo calcio, vitamina D e ferro e sostiene così una sana crescita a partire dai 12 mesi. Per la produzione del nostro latte di crescita Bio utilizziamo esclusivamente latte Bio di alta qualità proveniente da fattorie biologiche svizzere.

Importante: il latte materno è il miglior nutrimento per il bambino. L’OMS raccomanda l’allattamento esclusivo al seno fino ai 6 mesi.

subito Ordinate e provate su ti ui at gr dei campioni pure op ch n. sa bo ww w.bim 14 44. 9 63 2 chiamando lo 03


8

SALUTE — Neonati

I PAPÀ DEL 3° MILLENNIO Maschi che si aggirano per la città con marsupio o passeggino e che sanno tutto di gravidanza e allattamento. Non sono creature aliene, ma i papà di oggi. I tempi in cui le madri minacciavano i pargoli con “lo dico a tuo padre” sono un ricordo lontano. Per molti uomini partecipare alla vita del bambino è stata una scoperta meravigliosa, così come per le donne non essere più relegate in casa. In questa nuova coppia paritaria, i genitori devono però stare più attenti a non creare dissidi sull’allevamento dei figli. No al mammo: parità non vuol dire uguaglianza. I modi di un padre sono necessariamente diversi da quelli di una madre. Per esempio, rispetto al parto o all’allattamento, l’uomo può essere solo d’aiuto. Un maschio che si intromette troppo, che vuol fare il mammo, può suscitare nella donna gelosia e incomprensione. Inoltre è importante per il bambino che un padre sia “altro” rispetto alla madre. "Con la gravidanza e l’allattamento la donna crea un rapporto quasi di fusione col piccolo, il padre serve per aprire questo rapporto così esclusivo". Un papà nuovo. Se il padre di oggi non è più la figura autoritaria di un tempo, ma non è neanche una mamma, allora chi è? I nuovi papà devono passare da una condizione effettiva, ma "invisibile", a una più consapevole. Svolgono un ruolo e desiderano essere riconosciuti. Ogni mattina preparano la colazione ai figli, li portano a scuola, li vanno a riprendere, li accompagnano alle feste, a danza, in piscina. Non sono padri assenti, non sono padri autoritari. Eppure le madri "tutte casa e famiglia" li guardano con sospetto e le madri "in carriera" con diffidenza. Una minoranza esigua, certo, ma resistente. Non vogliono prevaricare nessuno, non vogliono sostituirsi a nessuno. Sono una nuova figura sociale che si affaccia all’orizzonte della storia.

alcuni peluche che si sono "nascosti" in casa, sotto il letto, il divano o il tappeto. A ogni pupazzo occorre legare un nastro colorato con una estremità abbastanza lunga da lasciare bene in vista: il bimbo deve scovarli tutti in compagnia del genitore muovendosi come è capace. Il gioco è divertente e permette di sperimentare "la permanenza degli oggetti", ovvero il fatto che anche se non vedo qualcosa, per esempio l'orsetto perché è sotto il letto, c'è ancora. Questa è una grande conquista per ogni bimbo.

9) Nono mese: la scatola magica del caffè

Un semplice barattolo del caffè di latta con il coperchio di plastica permette al bimbo di scoprire giocando, insieme al genitore, i concetti di "dentro" e "fuori". Occorre fare un foro sul coperchio, adatto a far passare, per esempio, una pallina morbida, un pupazzetto o un guantino. Poi è sufficiente mostrare un paio di volte al bimbo che è possibile inserire l'oggetto nel buco e tirarlo fuori (dal foro stesso o aprendo il coperchio), invitandolo a ripetere l'operazione. In alternativa alla latta del caffè, va bene anche una scatola da scarpe. In ogni caso, per il bimbo sperimentare che gli oggetti possono stare "dentro" e "fuori" è una un'esperienza magica.

10) Decimo mese: la magia delle calamite

Le calamite grandi, in una misura "sicura", meglio se in legno secondo la pedagogista perché più piacevoli e calde al tatto, si prestano per un'attività semplice ma divertente che incanta ogni bimbo. È sufficiente sistemare le calamite nella parte bassa del frigorifero di casa, mostrando al piccolo che

Vivere settembre/ottobre 2016

può provare lui stesso ad attaccarle, staccarle, spingerle o guardarle scivolare giù. In genere, il bimbo tenderà a ripetere in modo spontaneo queste azioni poiché le calamite sono affascinanti, allenando così la coordinazione occhio-mano.

11) Undicesimo mese: il tunnel "cucù"

Un'attività divertente, e utile per lo sviluppo psicomotorio, che tra l'altro si presta a infinite varianti, è passare attraverso un tunnel. Il genitore deve mettersi davanti all'apertura circolare dalla parte opposta rispetto al bimbo, guardarlo e chiamarlo spostandosi di lato e dicendo ogni volta "cucù". Alcuni bimbi, però, non se la sentono di muoversi lungo l'intero tunnel e, magari, si fermano a metà e tornano indietro. Una buona idea per stimolarli è lanciare delle palline, indicando loro che entrano da una parte ed escono dall'altra. Così l'attività è ancora più eccitante!

12) Dodicesimo mese: una pioggia di coriandoli

In questa fase, ogni bimbo trova divertente strappare quello che gli capita sottomano, perché è un modo per produrre un cambiamento nelle cose. Ecco perché la tentazione di fare a pezzettini i libri, per esempio, o la collezione degli amati fumetti del papà, spesso è molto forte. Per "salvare" la biblioteca di casa dalle manine del pargolo e insegnargli giocando che i libri sono preziosi, si consiglia di procurarsi delle vecchie guide telefoniche. Le loro pagine sottili non tagliano e sono perfette per essere strappate in libertà. Quanto è divertente, poi, lanciare i pezzetti in aria creando una pioggia di coriandoli!

AMORE PATERNO: 6 CONSIGLI PER CREARE UN FORTE LEGAME CON IL NEONATO

Per una mamma creare un legame con il neonato è abbastanza istintivo: lo allatta, lo cambia, lo prende in braccio. Le madri rimangono a casa dal lavoro e passano tutto il giorno con il piccolo, quasi che i primi mesi fossero ancora legati dal cordone ombelicale. Ma i papà? Spesso gli uomini riprendono subito a lavorare, e quando tornano a casa alla sera si trovano davanti a un essere sconosciuto, soprattutto se è il primo figlio, e non sanno bene come comportarsi. In molti casi si tratta di timidezza o paura di non essere all'altezza della madre. Ecco alcuni consigli per aiutare i papà a rompere il ghiaccio con il neonato e costruire un buon legame affettivo.

1) Dare il biberon di mezzanotte

Una volta che l'allattamento al seno è ben avviato, vostra moglie potrebbe tirarsi il latte e lasciare a voi il compito della poppata notturna. Allattare un neonato nel cuore della notte è faticoso, ma è anche un momento di grande intimità. Non ve ne pentirete.

OXYPLASTIN® pasta cicatrizzante Per decenni, genitori soddisfatti e neonati felici!

• Preserva dalla dermatite da pannolino • Attiva la rigenerazione della pelle

La pasta cicatrizzante OXYPLASTIN® è un medicamento omologato. Leggete il foglietto illustrativo.

2) Giocare a chi riesce a fissarsi più a lungo

I bebè amano contemplare le facce. Mettetevi a fissare il vostro piccolino, inizierete con lui una "gara" dove perde chi distoglie per primo lo sguardo… E mentre fate con lui questo gioco potrete ammirare i suoi occhietti, le orecchie, il nasino…

3) Metterlo nel marsupio e giocare a fare il canguro

I neonati amano stare attaccati ai genitori. Quando tornate a casa dal lavoro, mettete il piccolo in un marsupio o in una fascia, legatelo a voi e fate le vostre attività: pulite il giardino, apparecchiate, portate fuori il cane…

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz | www.wild-pharma.com

EMOFORM

®

4) Fare il bagno insieme

Se il bebè non ama fare il bagnetto e urla e piange, anziché innervosirvi, spogliatevi e infilatevi nella vasca. Prendetelo in braccio, rannicchiato sul vostro petto: il piccolo si rilasserà e anche voi!

5) Leggere la pagina sportiva

Leggere libri ai neonati va molto bene, ma non per la storia in sé, che ancora non capiscono, ma perché si rilassano ad ascoltare il suono della vostra voce e sono rassicurati dalla vostra presenza. Quindi abbandonate il libro della buonanotte, aprite la pagina sportiva e con voce calma e rilassata leggete i risultati delle partite!

6) Cambiargli il pannolino

Il cambio del pannolino è un buon momento per creare un legame con il piccolo. Mentre il piccolo è disteso sul fasciatoio e voi armeggiate con il patello pulito potete approfittare per chiacchierare con lui.

Profilassi della carie dal primo dente di latte, per denti forti! 0-5 anni

6+ anni

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz | www.wild-pharma.com

Senza: • sostanze allergeniche • coloranti • conservanti • dolcificanti artificiali • laurilsolfato di sodio


10

11

BELLEZZA — Pelle

RUGHE: CANCELLARLE CON UNA SECONDA PELLE

garantire che i prodotti idratanti rimangano a diretto contatto della cute, assicurando prolungato sollievo.

ALTRI POSSIBILI UTILIZZI

Allo stesso modo, si potranno nascondere tatuaggi e vene varicose, anche se si tratterà di soluzioni temporanee. Certo, l’industria dei cosmetici e quella della chirurgia di bellezza hanno rizzato le orecchie. Non si tratta di soluzioni perenni, ma se davvero la “seconda pelle” non causa reazioni secondarie, è facile immaginare che molti individui preferiranno utilizzare l’XPL, che tra l’altro lascia la cute respirare e non dà sensazioni spiacevoli, piuttosto che mettersi in faccia creme pesanti o sottoporsi a interventi chirurgici.

I ricercatori di Harvard e del Mit (Massachusetts Institute of Technology di Boston) hanno realizzato una pellicola biomimetica elastica e durevole, in grado di restituire all'epidermide sia la funzione meccanica che quella fisiologica, annullando gli inestetismi e i segni dell’invecchiamento, come rughe e borse. La redazione

LA PELLICOLA

Ustioni, eczemi, infezioni, allergie, screpolature: la nostra pelle è soggetta a ogni tipo di danno o malattia. Ma la scoperta del laboratorio di bio-ingegneria del Massachusetts Institute of Technology ci fa intravedere un futuro rivoluzionario, in cui la nostra cute non solo sarà sana, ma apparirà anche più giovane ed elastica. I ricercatori si sono concentrati sulla classe di polimeri a base di silossano, composti formati da silicio, ossigeno e alcani (composti organici di carbonio e idrogeno) che vengono già normalmente usati nei

Vivere settembre/ottobre 2016

IL FUTURO DELLA SECONDA PELLE

del team di Harvard, che intervistato dal New York Times ha rivelato di aver sperimentato di persona la seconda pelle: "Funziona, ma è stato un po’ deprimente", ha ammesso il ricercatore. “Non mi ero mai accorto di avere delle borse così evidenti sotto gli occhi”.

Un risultato cui il gruppo di lavoro è arrivato dopo 10 anni di lavoro, creando una raccolta di oltre 100 possibili polimeri, e dopo averli testati alla ricerca di quello che sapesse imitare meglio le caratteristiche della pelle. Nessuna delle persone che hanno partecipato allo studio ha riportato irritazioni ed effetti collaterali. Il prodotto potrebbe essere molto utile perché non interferirebbe con abiti, lenzuola e non andrebbe disperso facilmente come tutti gli altri farmaci, ad esempio contro la psoriasi. Nel futuro si spera che l'XPL possa essere disponibile in farmacia così da aiutare chi soffre di malattie della pelle consentendogli di fare uso di un numero inferiore di farmaci. Già adesso infatti ha funzionato benissimo nell’assicurare che medicine per la cura 005-16 AdV_VIVERE_2016_Layout 1 05.08.16 09:02

ECZEMA E PSORIASI

Quest'ultimo ritrovato della ricerca contro l'invecchiamento dell'epidermide sembra quasi uscito da un film di fantascienza. Gli esperti sono convinti che sarà utile anche per combattere malattie come l'eczema e la psoriasi. “Le proprietà della pelle” - spiega Robert Langer del Mit - “possono cambiare nel tempo, ma anche in seguito ad alcune malattie o a fattori ambientali. Questi cambiamenti possono tradursi nella perdita di normali funzioni dell'epidermide, ma anche in antiestetiche modifiche dell'aspetto. Due elementi che possono riflettersi sullo stato di una persona. Esistono già trattamenti per ripristinare la funzione meccanica o quella fisiologica della pelle, ma pochi agiscono contemporaneamente su entrambi questi aspetti”. “Creare un prodotto che si comporta come l'epidermide è molto difficile” - spiega Barbara Gilchrest, una dermatologa che ha partecipato alla sperimentazione. “In molti avevano provato prima di noi, ma i materiali messi a punto finora non avevano la stessa flessibilità, non erano così funzionali o provocavano irritazioni”.

In altre parole, il fumo favorisce l'invecchiamento precoce della pelle del viso. La dimostrazione definitiva di questo effetto deleterio arriva dalle pagine della rivista Plastic and Reconstructive Surgery, dove un gruppo di ricercatori della Case Western Reserve University di Cleveland, negli Stati Uniti, ha pubblicato nel 2013 uno studio che ha previsto di mettere a confronto il volto di fratelli gemelli con abitudini diverse rispetto al consumo di tabacco. La ricerca ha coinvolto 79 coppie di gemelli identici rispondenti a uno di due possibili requisiti: essere formate da un fumatore e da un non fumatore oppure da due fratelli di cui uno fumasse almeno da 5 anni in più rispetto all'altro. I volti dei partecipanti sono stati esaminati da 3 chirurghi plastici che hanno potuto constatare che occhi, guance e labbra sono i punti più colpiti dall'effetto del fumo. In particolare, nelle coppie di gemelli in cui uno dei due fratelli fumava almeno da 5 anni in più rispetto all'altro è stato riscontrato un peggioramento delle borse sotto agli occhi, dell'aspetto cadente delle guance e delle rughe presenti sul bordo delle labbra. Purtroppo, come spiegato dagli autori, “i cambiamenti negativi del volto attribuibili al fumo possono essere visibili anche dopo un lifting”. Ciò non significa che non valga la pena smettere: abbandonare il vizio del fumo può infatti aiutare la pelle a recuperare un aspetto migliore e, allo stesso tempo, a ridurre tutti gli altri rischi per la salute associati a questa cattiva abitudine. della psoriasi e degli eczemi rimanessero in loco, e allo stesso tempo fossero invisibili. Nel futuro, si immagina che l’XPL possa essere esso stesso fornito di prodotti Pagina 1 farmaceutici da rilasciare sulla cute pro-

Entra nel mondo dei valori e del benessere MA CHE STRESS ‘STO STRESS - Lugano per tutti 15 e 22 ottobre BABY-SITTING - Locarno e Lugano persone dai 21 anni in su dal 20 ottobre GINNASTICA DOLCE IN ACQUA - Ponte Tresa per persone over 55 anni 29 ottobre e 5 novembre BRAINGYM - Trevano per tutti 2 e 3 novembre BRAINGYM: LA GINNASTICA DEL CERVELLO - Lugano per ragazzi/e dai 13 ai 20 anni 9, 16 e 23 novembre RICONOSCERE E AFFRONTARE LA DEPRESSIONE Giubiasco - per tutti gli interessati alla tematica, direttamente o indirettamente 9 e 10 settembre

LE FERITE

Gli autori concludono che questa tecnologia simile a una “seconda pelle“ può offrire soluzioni davvero utili a una pelle dalle funzioni compromesse, ma può essere usata anche per la somministrazione di farmaci e per il trattamento delle ferite. Permettendo così alla pelle di avere un aspetto naturale. “Questo strato quasi invisibile è una vera e propria barriera e migliora l'estetica” - spiega Daniel Anderson, docente al MIT e fra gli autori della ricerca -. “Sarà possibile usarla anche per trattamenti locali sulla pelle. È un prodotto ideale che dà migliori risultati delle creme di bellezza”.

LA PELLE SECCA

Un altro utilizzo a cavallo fra la medicina e l’estetica riguarda la pelle secca: per molti anziani si tratta di un disturbo noiosissimo, che causa prurito e spesso anche notti insonni. La seconda pelle invece può

progressivamente. In tal modo si potrà utilizzare una quantità inferiore di farmaci: oggi chi soffre di malattie della pelle si deve rassegnare al fatto che un buon 80% delle creme curative va disperso.

Corsi autunno 2016

© Veles Studio / Shutterstock.com

N

iente più lifting, filling o iniezioni di botulino. In futuro basterà applicare una pellicola trasparente sulle rughe per far sparire, come per magia, gli effetti del tempo dal nostro viso, per ora solo per 24 ore. Ma non solo: questa seconda pelle potrà essere imbevuta di creme solari, per prendere il sole senza preoccuparsi che acqua e sudore possano lavarle via, o di farmaci con cui trattare eczemi, psoriasi e altri disturbi dermatologici, garantendo un’alta efficacia e un’azione topica di lunga durata. L’invenzione arriva, come detto, dai laboratori di Harvard e del Mit, e la notizia è apparsa sulla rivista specializzata “Nature Materials”, sotto il titolo “An elastic second skin”. I dodici ricercatori, guidati dai professori Robert Langer e Rox Anderson, hanno creato centinaia di polimeri che rispondessero alle direttive che si erano posti.

cosmetici e nei deodoranti, creando XPL, la sigla per “crosslinked polymer layer”. Sono infatti considerati perfettamente sicuri per l’utilizzo umano dall’americana Food and Drug Administration. Per trasformarli in una seconda pelle, i ricercatori americani hanno però modificato alcune delle caratteristiche chimiche di questi composti, sviluppando un processo in due fasi: • Fase 1 — La prima consiste nell’applicazione di uno strato liquido chiaro contenente il polimero di silossani, della consistenza di un gel simile ad una crema, che aderisce perfettamente alla pelle, ma presenta legami chimici troppo deboli per rimanere a lungo in posizione. • Fase 2 — Si applica il “catalizzatore”, che crea una reticolazione ad hoc del polimero, per alterarne le proprietà a seconda del tipo di applicazione. Le sostanze applicate sono in grado di rafforzare i legami tra le molecole del polimero. Utilizzandone di differenti, in questo step del processo i ricercatori possono fornire appunto caratteristiche diverse alla pellicola, in base all’utilizzo previsto, rendendola magari permeabile se si desidera coprire gli inestetismi del viso, e impermeabile se verrà invece usata per applicare un farmaco o una crema solare, rendendola quindi resistente all'acqua e al sapone. Allo stato attuale, il prodotto si è rivelato utile e sicuro su tutti i 170 volontari e i test non hanno rilevato effetti secondari. Quando il nuovo film a base di silicone viene applicato sulla pelle "forma un polimero indossabile che rinforza fisicamente l'epidermide, e fornisce anche una barriera protettiva traspirante", spiegano gli autori dello studio. In una serie di test sull'uomo, gli scienziati del Mit hanno dimostrato che il trattamento migliora la funzione della pelle in pazienti con epidermide molto secca e la riporta ad un'apparenza estetica normale, limitando modifiche strutturali legate all'invecchiamento come rughe e borse sotto gli occhi. Per ora, la nuova pellicola è stata testata fondamentalmente a scopo cosmetico, e avrebbe dimostrato una buona efficacia: i dati disponibili però potrebbero non bastare per richiedere l’approvazione per la messa in commercio all’FDA, e bisognerà quindi aspettare nuovi esperimenti, attesi nei prossimi mesi, per sapere se e quando verrà commercializzata. A confermarne l’efficacia comunque è un collega

SIGARETTE: MAPPATI GLI EFFETTI SUL VISO

NOVITÀ : CONFERENZE APERTE A TUTTI 27 settembre COME RENDERE I NUOVI MEDIA UN MOMENTO DI CRESCITA IN FAMIGLIA 15 novembre GIOCHIAMO E DIVERTIAMOCI CON I NOSTRI FIGLI Le conferenze si svolgono dalle 18.00 alle 21.00 presso la sede Croce Rossa a Lugano, in Via alla Campagna 9 Maggiori informazioni e iscrizioni:

Croce Rossa Ticino Settore Corsi Corso San Gottardo 70 6830 Chiasso

Tel. 091 682 31 31 091 682 77 63 info@crs-corsiti.ch www.crs-corsiti.ch


12

13

ALIMENTAZIONE — Trends

ALIMENTAZIONE 3.0: FRA SALUTISMO, HIGH TECH E TRADIZIONE

Heijn, Delhaize, Tesco, Sainsbury’s), per ordinare (Amazon), fare la lista automaticamente da casa ogni volta che finisce un alimento essenziale, tipo pasta o latte (Carrefour Belgio, Amazon), ma anche per individuare un articolo all’interno del punto vendita. La tecnologia – lato utente tramite smartphone, lato retailer grazie alla comunicazione personalizzata resa possibile dai beacon (piccoli dispositivi che, attraverso la tecnologia Bluetooth Low Energy, sono in grado di trasmettere informazioni a smartphone e tablet con un raggio d'azione regolabile dai 10 cm ai 70 m), ma anche dal nuovo digital signage interattivo (una forma di comunicazione di prossimità sul punto vendita o in spazi pubblici aperti o all'interno di edifici, i cui contenuti vengono mostrati ai destinatari attraverso schermi elettronici o videoproiettori) – ha già cambiato di fatto il nostro rapporto con la spesa alimentare. Ma il 2016 è anche l’anno delle consegne alimentari a casa in 1-2 ore, grazie ad esempio ad Amazon: un modo molto “millennial” per ottenere gli ingredienti per la cena con amici organizzata last minute, quando non si ha tempo per la spesa.

Cosa arriverà nei nostri piatti, quali sono le tendenze più “forti” che ci portiamo dietro e che evolveranno: l'Expo, gli scandali alimentari, i cambiamenti climatici, i grandi chef che popolano le trasmissioni tv e i food blogger che pontificano su tutto e tutti? La redazione

Cibi fermentati e probiotici

C

inque macrotendenze che promettono di influenzare il nostro modo di mangiare, cucinare e naturalmente anche di fare la spesa, ma anche gli alimenti su cui si appunterà l’attenzione di chef e nutrizionisti e che troveremo sempre più spesso negli scaffali dei supermercati.

SALUTISMO Meno pasta per tutti

Secondo l’analisi di Bauman & Whitman la pasta potrebbe essere una “specie in via di estinzione” in futuro, con consumi in calo dell’8% in Australia e del 13% in Europa. Anche in Italia nel 2014 secondo l'IRI (Istituto per la Ricostruzione Industriale) le vendite di pasta secca sono calate del 2,5% a volume. Responsabili la fobia del glutine, le diete iperproteiche e l’avvento di cereali alternativi al grano (quinoa, farro, chia, orzo e segale) o alternative ai cereali (dai legumi alle verdure ridotte in fili o nastri, una moda che ha già investito i supermercati anglosassoni e che potrebbe presto arrivare da noi). Puré di verdure, dagli spinaci al pomodoro, dalla zucca alle carote, potranno essere trasformati in qualsiasi forma, grazie alle stampanti 3D alimentari già viste a Expo e protagoniste di numerose startup, cavalcando il trend salutista e l’avversione verso il cibo industriale.

Free-from ma “naturale”

Pollice verso per gli alimenti “senza zucchero, grassi e zero calorie”, sì al “senza zuccheri, grassi, additivi, conservanti e coloranti aggiunti”. Un trend colto

Tra le tendenze 2016 rilevate dalla catena USA Whole Foods ci sono i cibi fermentati e i probiotici, che forniscono “batteri buoni” utili a migliorare il proprio microbiota, ovvero il corredo tutto personale di microrganismi che popolano il nostro intestino e che recenti studi scientifici segnalano come determinante per la nostra salute e addirittura per il nostro umore. Yogurt e kefir ma anche tempeh (soia fermentata), tè kombucha, crauti, miso, pane di pasta madre e kimchi saranno sempre più richiesti da chi è più attento alla salute.

Ortofrutta al top, carne in declino

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l’inserimento di carni rosse e salumi da parte dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) nella “lista nera” degli alimenti cancerogeni. Poi ci sono i prezzi alti, le accuse di scarsa sostenibilità ed eticità degli allevamenti (consumano ingenti quantità di acqua e mangimi e producono CO2), l’utilizzo di ormoni e il crescente numero di vegetariani, vegani e flexitariani (vegani part time): tutto congiura verso l’allontanamento dagli alimenti di origine animale. Infine, le indicazioni di medici e dietisti e le raccomandazioni di consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno hanno fatto sì che le verdure, da mesto “contorno”, assurgessero a piatto principale. Nelle cucine degli chef stellati ma anche e sempre più nelle case private.

SOSTENIBILITÀ Il prezzo è il problema?

Paghe sostenibili e condizioni giuste di lavoro saranno sempre più importanti per il consumatore che si sta accorgendo come il prezzo più basso significa spesso sfruttamento dei lavoratori e pratiche agricole insane, quali l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici e inquinanti per consentire un’agricoltura intensiva.

Spreco zero

Ormai anche i grandi chef favoriscono l’uso di tutte le parti di un ingrediente, dal picciolo alla buccia (spesso le più ricche di nutrienti), magari ridotti tramite gli essiccatori o utilizzati per insaporire brodi o salse gentili. E dopo che in Francia una legge ha obbligato la GDO (la grande distribuzione organizzata) a occuparsi di riallocare gli alimenti non più vendibili, l’esigenza di sprecare meno si è diffusa in tutta Europa, cambiando l’offerta. Un esempio sono le “verdure brutte” e “deformi”, un tempo escluse dagli scaffali perché “fuori standard”. Magari, finalmente, saranno riviste le date di scadenza di molti alimenti: aumenteranno le donazioni agli enti benefici di alimenti vicini alla data si scadenza e sarà finalmente accettato il fatto che gli ortaggi possono avere un aspetto poco ortodosso. Il che potrebbe essere una necessità, a seguito di stagioni colpite da grandini ed eventi climatici estremi.

Pinterest e Instagram come trendsetter

Globalizzazione, esotismo “controllato” e cambiamenti climatici

Al recente Cop21 (Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici) dell'anno scorso, la situazione del surriscaldamento globale si è svelata – per chi ancora non lo avesse capito – in tutta la sua drammaticità. E sarà l’agricoltura a pagare il prezzo più alto, tra siccità e inondazioni, perdita di biodiversità ed epidemie dovute a condizioni climatiche estreme. Non solo: è chiaro come in un mondo con 2-4 gradi in più si sposteranno le aree adatte a molte coltivazioni. Lidl in UK da marzo ha in assortimento vino inglese, coltivato nel Surrey dove una volta prosperavano solo segale e patate, mentre Waitrose già offre 100 etichette inglesi e gallesi che nel 2014 hanno aumentato le vendite del 95%. In Sicilia in compenso sono partite le coltivazioni di frutta tropicale, mango ananas e avocado, banana, papaya, litchi, maracujà ma anche Goji, Black Sapote, Feijoa, Guava, Lucuma, Pitanga e Tamarillo. A livello globale il riscaldamento sta minacciando le coltivazioni di cacao e caffè, ironicamente nel momento in cui la loro diffusione è ai massimi storici. Ciò potrebbe portare a un innalzamento dei prezzi. In un mondo sempre più “piccolo”, dalle altre culture si prendono ricette, cotture e ingredienti sostenibili (dal kimchi al ramen, dagli insetti al teff) ma contaminandole ed adeguandole alle nuove esigenze dei “Millennials”: salute, praticità, gusto e novità.

L’età dell’immagine via social network e l’ansia di condivisione hanno di fatto cambiato il mondo del food. Che siano cucinati a casa o consumati al ristorante, i piatti più fotogenici finiscono regolarmente fotografati e postati su Instagram, Facebook o Pinterest, quest’ultimo poi vera “bibbia del salutismo”, con innumerevoli bacheche dedicate alla ricetta più sana e innovativa. Le conseguenze sono le mode improvvise e totalizzanti (la più recente è quella dell’avocado), che lanciano dei “superfood” pana- TRADIZIONE Km 0 e agricoltura urbana cea per tutti i mali (ricordate le bacche di Goji?). Ma Si ritorna ai cibi locali ma anche all’artigianalità e Comprare locale significa inquinare meno e aiutaTime guarda avanti e, nel suo articolo di fine anno alla lentezza delle preparazioni, come il pane prere l’economia del posto. Sempre più l’origine desulle “The New Food Rules”, stigmatizza l’uso di parato con lievito madre. La vita e il lavoro moderni gli alimenti viene evidenziata, ma capita anche che “supercibi costosi”, tipo il modaiolo acai, a favore possono essere frenetici e senza orari, ma nella sfealimenti tradizionalmente esotici, come il caviale e del più popolare mirtillo. ra dell’alimentazione si cercano il rito e i processi il salmone, vengano prodotti o lavorati da noi, con Altra conseguenza di questa sovraesposizione visi- naturali, in una dimensione nostalgica e positiva di ottimi esiti. E per chi ricerca il controllo completo va è che la presentazione è sempre più importan- “ibridazione, riconciliazione e non più rottura con il su ciò che mangia c’è l’orto, il terrazzo o il balcote. In futuro andranno per la maggiore i bento box, passato” come la definisce il filosofo francese Gilles Omega_192x65_shi vassoi 17.5.2005 12:54 Pagina ne urbano e la coltivazione fai da te, fosse anche giapponesi belli come quadri che conten- 1 Lipovetsky. In una sorta di doppio binario si concisolo di sanissimi germogli bio nella propria cucina. gono un intero pranzo, e il Poke hawaiano, mix di liano la frugalità estrema e quasi ascetica degli aliriso, pesce crudo, semi oleosi e spezie. menti crudi e naturali, lavorati al minimo, e la conProteine non animali Largo anche al cibo da asporto, sempre più presen- cessione al palato, il lusso alimentare, gourmand, Allevamenti sempre meno sostenibili fanno spazio te negli scaffali dei supermercati, a cui si richiede di eccessivo ma che magari ricorda il passato dell’inall’uso di proteine di origine vegetale come i legumi: essere però più sano e, anche, bello. L’esigenza è, fanzia. Al supermercato saranno sempre più diffuil 2016 è stato dichiarato dall’ONU "Anno Internasulla scorta delle nuove modalità di lavoro diffuso se le lavorazioni in loco e a vista. zionale dei legumi" e i riflettori sono quindi puntati su lenticchie, piselli, soia e ceci. Piante ottime per le proprietà nutritive ma anche in grado di arricchire il suolo e aumentarne la produttività. Ma tra i candidati più accreditati ci sono anche alghe e soprattutto insetti, già entrati nei supermercati olandesi sotto forma – per bypassare l’inevitaBIORGANIC OMEGA-3 Gisand, il concentrato d’olio di pesce naturale bile tabù culturale – di farine, hamburger e polpette. all’elevata dose di 1200 mg, ottenuto da pesce d’alto mare I vantaggi? Tante proteine, pochi grassi e bassissimi costi di produzione. Il futuro dell’alimentazione umana, con 9 miliardi di persone in un pianeta sur• abbassa in modo naturale i tassi sanguigni aumentati dei lipidi riscaldato, potrebbe passare anche da qui.

I TRENDS • Legumi — Ceci, lenticchie ecc. nell’anno internazionale a loro dedicato. • Insetti — Almeno, in un primo momento, “camuffati”, sotto forma di farine e snack energetici. • Farine alternative, senza glutine e grani antichi — Teff, amaranto, kamut, kaniwa, freekeh, o i più nostrani farro e miglio, si aggiungeranno alla quinoa come alternativa al grano. • Vegetali “camuffati” da piatto principale — Sotto forma di nastri, spaghetti o grani. I più gettonati sono zucchine, cavolfiore (in gran spolvero), zucca, carote, rape e broccoli. • Alghe — Nuova fonte di proteine vegetali, sostenibili e a basso impatto, ricche di minerali e nutrienti. Ce ne sono infinite varietà. • Birre artigianali. • Snack disidratati e chips salutari. • Avocado — Già nel 2015 figurava tra i pin più postati nella sezione “food” di Pinterest, specie in “accoppiata” con le uova. • Grassi “sani” — Olio Evo, Omega 3, di avocado, sesamo, noci e semi saranno sempre più ricercati. • Curcuma. • Caffè e tè aromatizzati — Nuove miscele, origini, oltre al matcha. • Cibi fermentati e probiotici. • Verdure “sane” — Cavolo rapa, pastinaca e altre radici, zucche di ogni tipo, broccoli, melanzane striate e carote nere usciranno dal ghetto dei negozi biologici e andranno ad arricchire l’offerta dei banchi del fresco, avanguardia e vetrina d’ingresso di ogni supermercato. • Verdure “brutte” — Ovvero, esteticamente imperfette. Storte, butterate dalla grandine, fuori dallo standard ma comunque sane e gustose, vendute a un prezzo scontato.

Tassi sanguigni aumentati dei lipidi!

TECNOLOGIA

Il mondo in un’App App per non sprecare (Tesco uk), per pagare (Albert

© Vadim Georgiev / Shutterstock.com

anche dalle grandi aziende, che si prodigano in informazioni su ingredienti, provenienza e ricette salutari, veicolati tramite RFID o QRCode. La richiesta dei consumatori infatti è per etichette sempre più trasparenti sugli ingredienti e la loro provenienza, ma anche sull’eticità di allevamenti e coltivazioni. Sempre più diffuse anche le opzioni free from “naturali”, come reazioni agli scandali alimentari, tanto che aumentano la disponibilità e anche le linee private label dedicate a vegetariani e vegani, intolleranti e a chi segue diete religiose (halal e kosher).

e continuato, di mangiare quando e dove si vuole, anche disertando i pasti principali a favore di tanti piccoli spuntini.

• copre il fabbisogno quotidiano di acidi grassi omega-3 altamente insaturi • non contiene conservanti

Vivere settembre/ottobre 2016 Presti attenzione al foglietto illustrativo • Gisand AG, Schläflistrasse 14, 3013 Bern


BGKS.

14

ODONTOIATRIA — I servizi offerti dai dentisti SSO

CHE BELLO,

VADO DAL DENTISTA! Scommetto che avete sentito poche volte questa esclamazione di gioia. Eccovi alcuni consigli che non renderanno più piacevoli le sedute dal dentista ma vi eviteranno inutili complicazioni burocratiche. Med. dent. Giancarlo Bernasconi, medico dentista SSO/SSO-Ticino Per la Commissione di Informazione della Svizzera Italiana (CISI) Collaborazione

Ogni cura sarà un insuccesso se non accompagnata da una ottima igiene orale: seguite scrupolosamente le regole igieniche che vi saranno proposte da medico dentista, igienista e assistente di profilassi.

Interruzione della cura

In ogni momento potete sospendere i trattamenti, senza penali. Saranno fatturate le prestazioni eseguite e gli eventuali lavori odontotecnici in fase di esecuzione.

PROTEZIONE DELLA SFERA PRIVATA Segreto professionale

Scegliete un medico dentista SSO (logo esposto sulla targa all’entrata dello studio) a garanzia di una corretta formazione professionale continua e della protezione dei vostri diritti di paziente. Durante la prima consultazione esternate i vostri desideri e le vostre aspettative.

Questionario sullo stato di salute

I dati del questionario medico, compilato durante la prima seduta, servono al vostro medico dentista per riconoscere eventuali malattie che potrebbero creare dei rischi durante la cura.Comunicate sempre importanti mutamenti dello stato di salute o nuovi medicamenti che assumete.

Preventivo

Dopo aver allestito il piano di cura si potrà calcolare un preventivo che sarà esaminato in dettaglio su desiderio: eventuali variazioni superiori al 15% vi saranno comunicate in corso di cura. In caso di trattamenti con lavori odontotecnici è possibile pianificare diverse varianti.

Programmazione degli appuntamenti

In caso di trattamenti complessi la perdita di un appuntamento crea rilevanti difficoltà di pianificazione. Se non potete presentarvi ad un appuntamento dovreste disdirlo almeno 24 ore prima per evitare eventuali fatturazioni del tempo riservato.

Vivere settembre/ottobre 2016

Consultazione della cartella clinica

La cartella può esser visionata su richiesta dal paziente o da una terza persona di fiducia, solo dopo aver espressamente autorizzato il dentista a farlo.

Radiografie

Le radiografie devono essere conservate per 10 anni, per legge. Il paziente può ricevere le radiografie, solo se già pagate, firmando una ricevuta.

Commissione arbitrale

Ogni medico dentista SSO è tenuto a sottoporsi al giudizio della commissione e a fornirne l’indirizzo al paziente (lista su www.sso.ch).

ONORARIO Nota di onorario

La fattura dettagliata è inviata direttamente al paziente. Un terzo pagante dovrà essere annunciato prima dell’inizio del trattamento e le cure (escluse le urgenze) potranno iniziare solo dopo il benestare dell’ente (LAINF, AI, AM, LAMAL).

Modalità di pagamento

Richieste di acconti, fatture intermedie e rateazioni di pagamento sono possibili su accordo.

Costi di laboratorio

Sono calcolati dall’odontotecnico e addebitati senza supplementi.

SERVIZIO D’URGENZA DENTARIA

In tutta la Svizzera esistono picchetti d’urgenza. Recapiti telefonici presso i servizi di informazione telefonica, la stampa locale o www.sso.ch/urgenze. Per ogni informazione più dettagliata consultate il sito www.sso.ch.

PROCEDURA IN CASO DI CONTROVERSIE

… QUALCUNO, PERÒ, MI HA DONATO IL SUO FEGATO. »

I diritti dei pazienti sono sanciti dalle leggi cantonali. Le regole seguenti sono vincolanti solo per i medici dentisti SSO.

Senza una donazione di organi Jan Bussmann sarebbe morto nel 2009.

Cessazione del trattamento

Il paziente può interrompere il trattamento in qualsiasi momento: questo diritto è sancito al paziente dalla libera scelta del medico curante. Escluse le situazioni d’urgenza, anche il medico dentista può interrompere il trattamento o rifiutare le cure, specialmente se il rapporto di fiducia risulta compromesso.

Diritto di reclamo

Nella maggior parte dei casi di disaccordo un paca-

© bezikus / Shutterstock.com

INIZIO DEL TRATTAMENTO

Tutto il personale dello studio è vincolato dal segreto professionale previsto dalla legge: tutte le vostre dichiarazioni sullo stato di salute o altro sono trattate in modo strettamente confidenziale e rimangono interne allo studio.

to colloquio porta alla soluzione del problema. A disposizione dei pazienti c’è sempre la Commissione arbitrale della sezione cantonale SSO.

Prendete la vostra decisione mentre siete in vita e comunicatela ai vostri familiari in modo da alleviare loro e al personale ospedaliero questo peso in futuro. Grazie.

Decidere, parlare, alleviare – donare organi salva delle vite.  Tessera di donatore: +41 800 570 234 (numero verde)  www.swisstransplant.org Fondazione nazionale svizzera per il dono e il trapianto di organi


16

17

VARIE — Attività fisica

STRETCHING E RESPIRAZIONE: CONNUBIO IMPRESCINDIBILE Nelle più attuali ricerche si punta moltissimo all’abbinamento dei vari esercizi con gli atti respiratori, inspirando durante la fase di allungamento ed espirando quando il muscolo è sotto stretching. Questa tecnica è particolarmente efficace perché contribuisce a rilassare il corpo, aumentare il flusso sanguigno e aiutare a eliminare l'acido lattico e altre scorie che l'esercizio ha prodotto.

C

on questo articolo voglio sottolineare l’importanza della respirazione nel corretto svolgimento dello stretching. È un tema che ho trattato parecchi anni fa in occasione della compilazione della mia tesi di laurea, ma trovo quanto mai attuale nell’approfondimento di un argomento spesso lasciato ai margini dell’allenamento anche da sportivi di livello. “Secondo uno dei postulati della neurologia, qualsiasi contrazione muscolare attiva è accompagnata da un aumento generale del tono muscolare in tutto il corpo. Di conseguenza tutto il sistema muscolare si pone in uno stato di attivazione generale e di preparazione alle azioni muscolari che adatte-

ranno l’intero sistema al nuovo equilibrio posturale e dinamico reso necessario dalle modificazioni di assetto apportate dalla contrazione che è in atto.” Ciò significa che il corpo tende ad effettuare ogni movimento con l’insieme della struttura muscolare: tanto è vero che, nel processo di acquisizione di qualsiasi abilità motoria, l’apprendimento delle sequenze motorie che sono necessarie per attuarla deve andare di pari passo con l’eliminazione di movimenti “parassiti” che non sono necessari o funzionali all’esecuzione. Da ciò si può desumere che nel momento in cui il corpo esegue un’azione motoria qualsiasi, per quanto limitata nel numero e nell’importanza dei gruppi

© g-stockstudio / Shutterstock.com

Giuliano Conconi, preparatore atletico, chinesiologo e personal trainer (giulianoconconi.com)

muscolari che impegna, tutto il sistema muscolare si pone in una fase di attivazione caratterizzata da un aumento di tutto il tono muscolare, che prepara il sistema agli adattamenti necessari per eseguire il compito assegnato. La fase inspiratoria della respirazione avviene attraverso una contrazione attiva del diaframma e dei muscoli accessori; la fase espiratoria è invece quasi completamente passiva: il diaframma e gli altri muscoli inspiratori si rilassano e sono le forze elastiche dei vari tessuti che costituiscono la gabbia toracica a riportarla nella posizione di riposo. Alla contrazione muscolare attiva che caratterizza l’attività inspiratoria si accompagna un adattamento posturale attivo di tutta la muscolatura, che ha lo scopo di compensare le sollecitazioni meccaniche cui i muscoli respiratori sottopongono soprattutto i vari tratti della colonna vertebrale, sulla quale la maggior parte di essi si inserisce. A questa fase di contrazione attiva seguirà invece una fase di rilassamento muscolare generale sinergica con il rilascio dei muscoli respiratori. Il tono muscolare generale di tutti i muscoli del corpo tende quindi ad aumentare durante la fase inspiratoria e a diminuire durante quella espiratoria, come si può evidenziare palpando manualmente qualsiasi massa muscolare; ciò spiega il fatto che qualsiasi tipo di rilassamento muscolare si voglia ottenere a livello della struttura del corpo è enormemente più facile da realizzare durante la fase espiratoria del ciclo respiratorio. Qualora la respirazione non sia corretta e impegni

Allevia lesioni sportive, contusioni, slogature e stiramenti Pomata consolida originale DR. ANDRES tivo. Dr. Andres Pharma AG.

Si prega di leggere il foglietto illustra

Soccorso aereo per tutti, grazie al vostro sostegno Soccorso aereo medicalizzato. Diventate sostenitrice o sostenitore ora: 0844 834 844 oppure www.rega.ch

eccessivamente la muscolatura respiratoria accessoria, l’efficacia degli esercizi di stretching aumenterà di molto quando venga preceduta da un’opportuna rieducazione respiratoria. Che dovrà perseguire tre obiettivi fondamentali: • Riportare a livello di coscienza il meccanismo respiratorio nelle sue varie componenti, che agiscono nella maggior parte delle persone in modo pressoché total-

mente inconsapevole. • Rieducare ad un corretto uso del diaframma. • Imparare a limitare al minimo l’uso della muscolatura accessoria che, in quanto tale, dovrebbe essere fisiologicamente impegnata solo quando è necessario per l’appunto un supplemento di volume inspiratorio.


18

PASSATEMPO — Cruciverbone

GIOCA E VINCI UN PESOS D’ORO!

8 §

16

18

8

8

8

11

ALIMENTO

2 LA NOTA WANDA

12

§

VASTO CONTINENTE

§ ELEGANTE VIA LUGANESE

25

L’infarto L’infarto cardiaco cardiacouccide uccide uccidela la la L’infarto L’infarto cardiaco uccide la 15cardiaco 8 vita vitaprima prima primache che chesia sia siafinita. finita. finita. vita vita prima che sia finita. DATO ANAGRAFICO

CAPO ETIOPE

Fondazione Svizzera Fondazione Fondazione Svizzera Svizzera diCardiologia Cardiologia didi Cardiologia

8

8

§

§

INTATTA

8

§

3 4

FRIULANO IN TESTA

8

21 FRASE CHIAVE (A numero uguale corrisponde lettera uguale)

1

DEVOTO

§

LE REGINE CON LE SPINE

§

2

3

13 14 15

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

4

§

FAZIONE

MOSTRARSI

20

§ APPOGGIATO

5 16 17

6

CONS. IN TOSATO

§

NORVEGIA, ITALIA E GERMANIA

SON DUE IN CENTO

7

8

18 19 20

10

24

§

§

§

§

§

LA DEA DELL'AURORA

FINE INGLESE

UN PROFETA

CONTIENE L'ERNIA

5

9 10 11 12 21 22 23 24 25

§

§

§

§

8 §

SOLUZIONE N. 178

a) Cartolina postale da spedire a: 'VIVERE a tempo pieno', C.P. 5539, 6901 Lugano. b) E-mail da inviare a: vivere@bluewin.ch. Se non specificato, si autorizza VIVA SA ad utilizzare l’indirizzo e-mail per le proprie attività di marketing. Fra tutti coloro che avranno indovinato la soluzione verrà sorteggiato il fortunato lettore. Sono esclusi dalla partecipazione tutti i collaboratori di VIVA SA. Non verrà tenuta alcuna corrispondenza. Nessun pagamento in contanti. Si escludono le vie legali. Il vincitore sarà avvisato personalmente. Il termine di spedizione è il 9 NOVEMBRE 2016.

Vivere settembre/ottobre 2016

RIPOSTIGLIO

SOTTO Conto Conto per per donazioni: donazioni: CP CP 69-65432-3 69-65432-3 Conto Conto per per donazioni: donazioni: CP CP 69-65432-3 69-65432-3 IL TETTO

IN MEZZO BRULICANO CIUFFO… ALLA RISSA D'API D'INSALATA GIAGGIOLO

§

FA RIMA CON AMOR

17 8

IL NOME DI UN COLORE DEL KING COLE CROUPIER

DOLCE FAR NULLA RISULTATO

www.swissheart.ch www.swissheart.ch www.swissheart.ch

8

8

§

SPOSA OSIRIDE

ELEZIONE

Aiutate Aiutate anche anche voi. voi. Aiutate Aiutate anche anche voi. voi.

Conto per donazioni: CP 69-65432-3 Conto Conto perper donazioni: donazioni: CP CP 69-65432-3 69-65432-3 DELFINO DI FIUME

ORIENTE

§

8

§

23

PREDICHE

8

IL NOME DI UGHI

FRANK

§

Con Con impegno impegno contro contro lele le cardiopatie cardiopatie el‘ictus l‘ictus cerebrale cerebrale Con Con impegno impegno contro contro le cardiopatie cardiopatie eeel‘ictus l‘ictus cerebrale cerebrale IL MITICO §

Con impegno contro lecardiopatie cardiopatie l‘ictus cerebrale Con Con impegno impegno contro contro le le cardiopatie e l‘ictus e el‘ictus cerebrale cerebrale

Aiutate anche voi. Aiutate Aiutate anche anche voi. voi.

13

Fondazione Fondazione Svizzera Svizzera Fondazione Fondazione Svizzera Svizzera di di Cardiologia Cardiologia di di Cardiologia Cardiologia 9

8

www.wild-pharma.com

STRATH® — L'originale per l'intera famiglia

L’infarto cardiaco uccide L’infarto L’infarto cardiaco cardiaco uccide uccide lalala vita prima che sia finita. vita vita prima prima che che sia sia finita. finita.

LA SILVIA VESTALE

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz

AMA TRISTANO

§

§

§

ANDATE PER IL POETA

§

§

8

IL PUPO DELL'IRIS

§

NOME DI DONNA

Dentifricio per bambini che garantisce una protezione completa dei primi denti. Dal primo dente da latte fino ai 5 anni. Le cavità nei denti (carie) sono causate da un'igiene dentaria insufficiente e dal consumo frequente di bibite ed alimenti zuccherati. Per i neonati ed i bambini piccoli, il meglio è appena sufficiente: è per questo che per esempio le sostanze attive di EMOFORM® actifluor KIDS sono state selezionate con cura. EMOFORM® actifluor KIDS è esente da: sostanze allergeniche, coloranti, conservanti, dolcificanti artificiali e laurilsolfato di sodio.

RITROVO PUBBLICO

19

§

VIGILE, CONCNETRATO

7

§

§

ALTERA

IN NESSUN TEMPO

§

EMOFORM® ACTIFLUOR KIDS — Denti da latte sani!

CAFONAGGINE

§

È FAMOSA QUELLA DI VERONA

14

§

PESCE… SALMONATO

L'ORTIS FOSCOLIANO

PARTITA A TENNIS

1 LITORALE

TEDIOSI

I RE DEI DONI

8

GERGO INGLESE

8

8

§

§

VEZZO NERVOSO

ARNESI DEL ABITAVANO TESSITORE CUZCO

§

EDGAR ALLAN, POETA

6

PIÙ CHE AGIATO

INFASTIDIR ESPOSIZIONE

8

8

8

8

22

ZUCCHERATO

NOTA CANTANTE

19

LA VETRINA: SETTEMBRE E OTTOBRE

CRUCIVERBONE: PERIRE

In farmacia — HIGHLIGHTS

Sponsored by Banca Raiffeisen Lugano società cooperativa

Neuchâtel

www.swissheart.ch www.swissheart.ch www.swissheart.ch www.swissheart.ch

Gli straordinari preparati di lievito vegetale Strath sono prodotti dal 1961 secondo la sperimentata ricetta dell'azienda Bio-Strath. Le materie prime utilizzate per i prodotti Strath, lasciate al naturale, garantiscono in modo genuino 61 sostanze vitali equilibrate biologicamente, che perciò possono essere assimilate in modo ottimale dall'organismo. I prodotti Strath sono naturali al 100%, esenti da additivi sintetici e non contengono né conservanti né aromi artificiali. Strath è disponibile sotto forma liquida o di compresse.

Dolore nei gesti quotidiani?

Bio-Strath AG, 8008 Zurigo

www.bio-strath.ch

La vostra Lega contro il reumatismo vi aiuta. www.rheumaliga.ch CCP 80-2042-1


Dal calvario alla passione. Per l’apparato locomotore.

Il nutrimento innovativo per cartilagini, legamenti, tendini e ossa. Una relazione sull’esperienza di R. Baer, sviluppatore di un concetto alimentare innovativo, che dopo aver subito, 30 anni fa, un infortunio sportivo con complicanze post-operatorie, per anni si è occupato intensamente di matrice extracellulare e di tessuto cartilagineo. Il suo concetto di nutrimento completo prosegue con l’assunzione dei tradizionali proteoglicani (condroitina, glucosamina). Oggi è un membro attivo dell’International Cartilage Repair Society (ICRS).

mi provocava dolori. Ma a 20 anni ero ancora troppo giovane per pensare a un’articolazione artificiale e mi fu consigliato di ritardare il più possibile l’impianto di una protesi.

L’incidente successe circa 30 anni fa durante una partita a calcio. Avevo 18 anni e mi ruppi i legamenti esterni e i crociati. Fui operato immediatamente. Una settimana dopo arrivarono forti attacchi di febbre e i medici mi diagnosticarono un’infezione da stafilococco. Per mesi mi furono somministrati degli antibiotici e fui operato complessivamente altre sei volte. Due anni dopo mi fu diagnosticata una perdita progressiva della cartilagine del ginocchio sinistro. Qualsiasi attività sportiva

Ho composto quindi un cocktail alimentare sotto forma di polvere, contenente le sostanze specifiche della cartilagine e del tessuto connettivo. Oggi, 30 anni dopo l’incidente ho ancora il mio ginocchio sinistro (senza protesi), ho riacquistato un’elevata motricità e pratico regolarmente sport (sci, sci di fondi, bicicletta, nordic walking). Grazie a questa formulazione completa e a un regolare allenamento muscolare sono riuscito a mantenere in equilibrio il ginocchio negli anni.

Durante gli studi e il lavoro nell’industria farmaceutica ho cominciato a occuparmi intensamente di cartilagine e tessuto connettivo. Mi interessava soprattutto individuare il modo per integrare le sostanze del tessuto cartilagineo e della matrice extracellulare nella mia alimentazione quotidiana.

Oggi molti specialisti di fama internazionale ed esperti di cartilagine utilizzano e consigliano la mia formulazione. Questo concetto nutrizionale può essere considerato un approccio integrativo e complementare in caso di problemi a cartilagine, legamenti, tendini e ossa.

I sei pilastri della mia alimentazione • ChondroCollagenComplex CCC® ad alto dosaggio e a basso peso molecolare (mix di diversi tipi di collagene, con separazione enzimatica) • Spettro aminoacidico specifico, aminoacidi essenziali • Condroitina e glucosamina sotto forma di solfato • Antiossidanti naturali ad alto dosaggio (rosa canina (galattolipidi), estratto di melone SOD (superossido dismutasi) e altro) • Minerali calcio, manganese, rame, cromo • Vitamine C, D, E, K, niacina Contatto: R. Baer / infobaer@bluewin.ch

La formulazione completa per

cartilagini, legamenti, tendini e ossa

Novità Aroma frutti di bosco con stevia

Disponibile in farmacie e drogherie. Informazioni: www.swiss-alp-health.ch Pharmacode ExtraCellMatrix – ECM: Drink: Aroma arancia: 537 67 44 Drink: Aroma frutti di bosco: 614 66 38/ Compresse: 567 71 50

Swiss Alp Health 1092 Belmont-sur-Lausanne Tel: 021 711 33 11, info@swiss-alp-health.ch

Pubblicità

Consigliato dai più illustri specialisti ed esperti internazionali di cartilagine.

Profile for VIVA SA

Vivere a tempo pieno 179 (Settembre-Ottobre 2016)  

Rivista gratuita distribuita nelle farmacie del Cantone Ticino (Svizzera).

Vivere a tempo pieno 179 (Settembre-Ottobre 2016)  

Rivista gratuita distribuita nelle farmacie del Cantone Ticino (Svizzera).

Advertisement