a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

ivere V

novembre/dicembre 2015 n. 174

gratis

a tempo pieno

O N O U HI! B l i a C i l N g a A t Ri 0 F R di 2

Medicina Pandemia influenzale

Bellezza Pelle secca

Varie

Yoga della risata

ALIMENTAZIONE

Dieta prefestiva


2

EDITORIALE — Conoscete la vostra pressione?

Care lettrici, cari lettori, Nella popolazione svizzera, un adulto su quattro ha la pressione arteriosa troppo alta. Dopo i sessant’anni i valori sono elevati addirittura in circa metà delle persone. Di una pressione arteriosa troppo alta non ci si accorge, perciò circa un terzo degli adulti non sa di essere iperteso. L’ipertensione arteriosa non causa praticamente disturbi e men che meno dolori. Ma allora, perché un controllo regolare della pressione è importante per accertare la presenza di un’eventuale ipertensione? Una pressione arteriosa troppo alta sovraccarica molto il cuore e i vasi sanguigni. In caso di ipertensione il cuore deve pompare più forte del normale per apportare il sangue a tutto l’organismo. L’elevata pressione danneggia i vasi sanguigni: a lunga scadenza vi si formano dei restringimenti ("stenosi") o persino delle occlusioni. Le conseguenze di questo sovraccarico sono fatali: ictus cerebrale, infarto cardiaco, angina pectoris, insufficienza cardiaca (debolezza del cuore), disturbi dell’irrorazione sanguigna nelle gambe o disfunzioni renali. Queste sono solo alcune delle malattie che l’ipertensione arteriosa può provocare. Se però l’ipertensione si scopre e si cura precocemente il rischio diminuisce nettamente. Perciò, a partire dai diciott’anni, è importante far controllare la pressione arteriosa almeno una volta all’anno. Dal 9 al 30 novembre 2015 nelle farmacie ticinesi si può far misurare la pressione arteriosa gratuitamente. Questa campagna è promossa dall’Ordine dei Farmacisti del Cantone Ticino.

Ennio Balmelli

Portavoce dell'Ordine dei Farmacisti del Cantone Ticino

PISTILLI DI PURISSIMO ZAFFERANO IRANIANO Altissima qualità certificata dal Laboratorio Cantonale del Cantone Ticino

Zafferano, dal persiano za'faran, significa oro, luce, saggezza rivelata. Noto fin dall'antichità per i suoi effetti benefici sull'organismo, è stato riscoperto in tempi recenti come uno degli antiossidanti più potenti in natura, capace di risvegliare tutte le energie: infatti, mezzo grammo fornisce la stessa quantità di antiossidanti contenuti in 3 etti di pomodoro, 2 di carote, 3 di peperoni e 2 di spinaci. Lo zafferano contiene anche una straordinaria concentrazione di vitamine, sali minerali e oligoelementi preziosi per la salute. Per tutti questi motivi, lo zafferano è un rimedio naturale tanto prezioso quanto raro. Basti sapere che si ottiene da tre piccoli filamenti presenti nella corolla di un fiore, il Crocus sativus: per ottenerne una modica quantità occorrono migliaia di piante e molte ore di lavoro manuale. Dr. Kavoos Homayoun: Via Costera 11, 6932 Breganzona - 091 967 19 68, 079 620 26 85


dal 9 al 30 novembre 2015

CONOSCETE LA VOSTRA PRESSIONE? misurazione gratuita nelle farmacie ticinesi Campagna ipertensione 2015 Organizzata dall’Ordine dei Farmacisti del Cantone Ticino Unione Farmaceutica Distribuzione


Conoscete la vostra pressione arteriosa?

Che cos’è l’ipertensione arteriosa?

Cosa possiamo fare?

Nella popolazione svizzera, un adulto su quattro ha la pressione arteriosa troppo alta. Dopo i sessant’anni i valori sono elevati addirittura in circa metà delle persone. Di una pressione arteriosa troppo alta non ci si accorge, perciò circa un terzo delle persone adulte non sa di essere iperteso.

Nei vasi sanguigni ci dev’essere una certa pressione affinché il sangue possa affluire a tutto il corpo ed agli organi.

A partire dai 18 anni occorre farsi misurare la pressione almeno una volta all’anno. Se l’ipertensione si accerta e si cura precocemente, il rischio che si sviluppi una malattia come l’ictus cerebrale o l’infarto cardiaco diminuisce nettamente. La misurazione della pressione dura solo pochi minuti ed è assolutamente indolore.

L’ipertensione arteriosa non causa praticamente disturbi e men che meno dolori. Perché, ciò malgrado, un controllo regolare della pressione è importante per accertare la presenza di un’eventuale ipertensione?

Quando si misura la pressione arteriosa si distinguono due valori: • La pressione sistolica (valore superiore, “la massima”): si ha quando il cuore si contrae e spinge il sangue nella circolazione. Allora la pressione nei vasi sanguigni sale. • La pressione diastolica (valore inferiore, “la minima”): si ha quando il cuore si rilassa. Allora la pressione nei vasi sanguigni scende.

Una pressione arteriosa troppo alta sovraccarica molto il cuore ed i vasi sanguigni. In caso di ipertensione il cuore deve pompare più forte del normale per apportare il sangue a tutto l’organismo. L’elevata pressione danneggia i vasi sanguigni: a lunga scadenza vi si formano dei restringimenti (“stenosi”) o persino delle occlusioni.

In ogni misurazione della pressione si rilevano i due valori pressori. La pressione arteriosa è considerata normale quando il valore sistolico è inferiore a 140 mmHg (millimetri della colonnina di mercurio) e quello diastolico è inferiore a 90 mmHg. Valori più elevati significano ipertensione:

Le conseguenze di questo sovraccarico sono fatali: ictus cerebrale, infarto cardiaco, angina pectoris, insufficienza cardiaca (debolezza del cuore), disturbi dell’irrorazione sanguigna nelle gambe o disfunzioni renali. Queste sono solo alcune delle malattie che l’ipertensione arteriosa può provocare. Se però l’ipertensione si scopre e si cura precocemente il rischio diminuisce nettamente. Perciò, a partire dai diciott’anni, è importante far controllare la pressione arteriosa almeno una volta all’anno.

ipertensione lieve ipertensione moderata ipertensione grave

valore sistolico

valore diastolico

140-159 mmHg

90-99 mmHg

160-179 mmHg

100-109 mmHg

180 mmHg e più 110 mmHg e più

Dato che la pressione arteriosa varia nel corso della giornata, la diagnosi di ipertensione si pone solamente quando la si accerta in almeno tre misurazioni effettuate ad ore diverse ed in diversi giorni. Si parla di ipertensione arteriosa anche se solo uno dei due valori (inferiore o superiore) è troppo alto.

Oltre alla misurazione regolare della pressione, anche uno stile di vita sano è importante. Ci sono diversi fattori di rischio che fanno salire la pressione arteriosa. Su alcuni di essi, come ad esempio l’età o la predisposizione ereditaria, non si può influire. Ma la maggior parte dei fattori di rischio si può eliminare o per lo meno ridurre con un comportamento adeguato. Fate del bene a voi stessi e, con uno stile di vita sano, contribuite a tenere bassa la pressione arteriosa!

È il momento di fare il test della pressione! Dal 9 al 30 novembre 2015 nelle farmacie ticinesi si può misurare la pressione arteriosa gratuitamente. Approfittate di questa occasione ed investite qualche minuto per la vostra salute!

Nella maggior parte degli interessati non si trova nessuna causa dell’ipertensione.

Vivere sani, restare sani! Spesso l’ipertensione non è dovuta al destino! Comportamenti malsani possono causare un aumento dei valori pressori. Abbiate cura di voi. Adottate uno stile di vita sano, in modo da diminuire il rischio di ipertensione arteriosa e delle relative eventuali conseguenze che possono mettere a repentaglio la vita stessa, come l’ictus cerebrale e l’infarto cardiaco. • Non fumate. Fumare danneggia i vasi sanguigni ed aumenta il rischio di ipertensione. Perciò, niente sigarette! • Adottate un’alimentazione equilibrata. Per un’alimentazione sana per il cuore l’ideale è consumare molta frutta e verdura (5 porzioni al giorno) e prodotti a base di cereali integrali e inoltre assumere pochi grassi animali. • Riducete il consumo di sale. In molte persone il sale contenuto nell’alimentazione fa salire la pressione. L’alternativa resta la sostituzione del sale con le erbe aromatiche ed altre spezie. • Moderate l’alcool. Anche l’alcool può far aumentare la pressione. Vale quindi la regola di bere al massimo un bicchiere di vino al giorno. • Svolgete regolarmente attività fisica. La sedentarietà danneggia il cuore e i vasi sanguigni. Occorre quindi, per abbassare la pressione, praticare un’attività fisica regolare di almeno trenta minuti tutti i giorni o praticare sport due o tre volte alla settimana. • Riducete il sovrappeso. Anche il sovrappeso contribuisce a far salire la pressione. Perciò cercate di mantenere o di ottenere un peso normale. • Eliminate lo stress. Lo stress di lunga durata favorisce lo sviluppo dell’ipertensione. Concedetevi momenti di distensione e di riposo.

dal 9 al 30 novembre 2015 Ordine dei Farmacisti del Cantone Ticino Questo è un testo informativo nell’ambito della campagna cantonale organizzata dall’Ordine dei Farmacisti del Cantone Ticino

dal 9 al 30 novembre 2015 In collaborazione con: Società Svizzera d’Ipertensione (SSI)

CONOSCETE LA VOSTRA PRESSIONE?

E con il cortese sostegno di:

Unione Farmaceutica Distribuzione

misurazione gratuita nelle farmacie ticinesi Campagna ipertensione 2015


n. 174 novembre/dicembre 2015

SOMMARIO MEDICINA

12

6

10

Pandemia influenzale

Come comportarsi?

Integratori

Il sostegno naturale al sistema immunitario

BELLEZZA 12 14

16

Pelle secca

Come correre ai ripari?

FRA UON O N Colorare e decolorare fortificando è possibile! C H I !

Capelli

ALIMENTAZIONE 16

Dieta prefestiva

Giocare in anticipo e limitare i danni

ODONTOIATRIA 20

Zuccheri

L'amico dei denti

VARIE 22

22

Yoga della risata

Ridere a partire dal corpo

PASSATEMPO

© ksena2you / Shutterstock.com (Copertina) Zoom Team / Shutterstock.com — haveseen / Shutterstock.com xtock / Shutterstock.com

26

Vivere

Cruciverbone

Gioca e vinci un pesos d’oro!

HIGHLIGHTS 27

In farmacia

La vetrina: novembre-dicembre Find us on

Facebook www.rivista-vivere.ch

a tempo pieno

SIGLA EDITORIALE

COMITATO DI REDAZIONE

REDAZIONE

SOCIETÀ VIVA SA INDIRIZZO Casella postale 5539, CH — 6901 Lugano TELEFONO +41 (0)91 922 68 66 FAX +41 (0)91 923 39 09 E-MAIL vivere@bluewin.ch

MARIO TANZI Presidente OFCT DOTT. GIORGIO ANTOGNINI già Presidente PharmaSuisse ENNIO BALMELLI Portavoce OFCT

M. SC. COM. VALENTINA TANZI Responsabile CRISTINA GEROSA Segretaria

Gli articoli impegnano soltanto la responsabilità degli autori.

Rita di 2 glia il B 0

TIPOGRAFIA NEWPRINT SA


Stati influenzali?

6

MEDICINA — Influenza

PANDEMIA INFLUENZALE: COME COMPORTARSI? Ad intervalli irregolari si sviluppano nuovi virus influenzali contro i quali la maggior parte di noi non ha anticorpi protettori. In questi casi si può assistere a una pandemia, vale a dire a una diffusione mondiale del virus nel giro di pochi mesi. La redazione

L PER TE E PER TUTTA LA TUA FAMIGLIA. È un farmaco. Chiedi consiglio al tuo specialista e leggi le avvertenze.

IL NATALE FAVORISCE LA DIFFUSIONE Non è facile dire quando ci sarà il picco, però alcuni studi relativi alla combinazione di fenomeni meteorologici indicano che l’influenza scatta quando la temperatura si abbassa e rimane per alcuni giorni bassa e tipicamente questo accade dopo Natale, complici anche i viaggi, baci e abbracci delle Feste.

www.boiron-swiss.ch Boiron SA, 3007 Berna

Vivere novembre/dicembre 2015

© Sherry Yates Young / Shutterstock.com

Oscillococcinum®: come prevenzione durante tutto l’inverno, sin dai primi sintomi (mal di testa, brividi, febbre, dolori muscolari) o in caso di stato influenzale.

e pandemie influenzali, ossia l'apparizione di nuovi virus influenzali che si trasmettono da uomo ad uomo e contro i quali la maggior parte della popolazione non è immune, si manifestano in modo irregolare. Nel corso del 20° secolo ci sono state 4 pandemie influenzali: la più severa è stata la cosiddetta "influenza spagnola" nel 1918/1919, generata da un virus del sottotipo A/H1N1 particolarmente virulento che nel corso di tre ondate ha causato 50-100 milioni di morti (letalità circa 2-4%). Nel 2009, un nuovo virus A/H1N1 proveniente dal Messico ha causato una


7

pandemia influenzale di severità moderata. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha annunciato la fine di questa pandemia nell'agosto 2010. Il nuovo virus ha sostituito i virus del sottotipo A/H1N1 precedenti, ma i virus del sottotipo A/H3N2 degli anni 1968/69 continuano a circolare. La variabilità genetica dei virus del tipo A (antigen-shift) genererà anche in futuro nuove varianti virali, contro le quali la maggior parte della popolazione non è immune. Prevedere il momento dell'apparizione di un tale virus non è possibile e di conseguenza anche l'arrivo della prossima pandemia d'influenza.

PREVENZIONE E LOTTA ALLA PANDEMIA INFLUENZALE

La nostra Confederazione è convinta che la minaccia di una pandemia influenzale sia elevata e si attiene alle raccomandazioni dell’OMS. Il Piano pandemico svizzero viene aggiornato regolarmente tenendo conto della situazione internazionale, dei progressi realizzati sul piano nazionale e delle ultime conoscenze scientifiche. I principi strategici su cui si basa sono i seguenti: • disporre le misure sanitarie atte a rallentare e controllare l'estensione dei focolai di influenza umana; • garantire il funzionamento dei servizi medico-sanitari; • disporre di medicamenti antivirali, antibiotici e vaccini specifici; • vaccinare, in caso di pandemia, le persone che lo desiderano; • permettere la continuità della vita sociale ed economica; • sensibilizzare e informare i professionisti in campo sanitario, le autorità e la popolazione.

I cittadini sono chiamati a mobilitarsi

Lo Stato ha realizzato un piano di prevenzione e lotta alla pandemia influenzale la cui riuscita dipende in buona parte dal grado di conoscenza di ognuno di noi e dal nostro comportamento. È quindi fondamentale prepararsi in vista di questa eventualità.

NORME IGIENICHE PERSONALI

La vita comunitaria, l’aerazione insufficiente, l’aumento della mobilità e dei trasporti di merce favoriscono la trasmissione dei virus e delle infezioni respiratorie. Un rischio che è possibile limitare rispettando alcune norme igieniche. È molto importante che i bambini imparino da subito a seguire queste semplici regole. I principali canali di trasmissione dei virus influenzali sono: • la via aerea, ossia la disseminazione del virus nell'aria attraverso colpi di tosse, starnuti o goccioline di saliva che diffondono secrezioni respiratorie contaminate; • il contatto ravvicinato con una persona contagiata da un virus respiratorio (abbraccio/stretta di mano); • il contatto delle mani sulle quali si sono depositate goccioline di saliva o secrezioni respiratorie contaminate;

IL VACCINO 2015-2016 L’efficacia del vaccino dipende soprattutto dal match esistente fra i virus in esso contenuti e quelli circolanti. Per tale motivo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) indica ogni anno la composizione del vaccino basandosi sulle informazioni sui ceppi virali circolanti e sull’andamento delle ILI raccolte dal Global Influenza Surveillance Network dell'OMS, con la collaborazione dei National Influenza Centres (NIC), afferenti alla rete internazionale dell’OMS composta da oltre 140 laboratori. L’OMS ha indicato che la composizione del vaccino per l'emisfero settentrionale nella stagione 2015/2016 sia la seguente: • antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1) pdm09; • antigene analogo al ceppo A/Switzerland/9715293/2013 (H3N2); • antigene analogo al ceppo B/Phuket/3073/2013 (lineaggio B/Yamagata). Il vaccino per la stagione 2015/2016 conterrà, pertanto, una nuova variante antigenica di sottotipo H3N2 (A/Switzerland/9715293/2013), che sostituirà il ceppo A/Texas/50/2012 contenuto nel vaccino della stagione 2014/2015, e una nuova variante di tipo B (B/Phuket/3073/2013), appartenente sempre al lineaggio B/Yamagata/16/88, in sostituzione del precedente ceppo vaccinale, B/Massachusetts/2/2012. • il contatto con oggetti contaminati da una persona ammalata.

LAVARSI LE MANI

È un’azione chiave dal punto di vista igienico, dato che proprio tramite le mani si diffonde la maggior parte delle malattie infettive. In caso di pandemia, lavarsi le mani regolarmente è un gesto fondamentale ai fini della protezione. Si consiglia inoltre di evitare le strette di mano.

Come ci si lava le mani?

• Sciacquare le mani sotto l'acqua corrente. • Insaponarle possibilmente con del sapone liquido - Le saponette non sono altrettanto igieniche dato che rimangono umide e conservano i virus.

Burgerstein ImmunVital

Sistema immunitario in piena efficienza con un succo. Burgerstein ImmunVital è un gustosissimo succo di bacche di sambuco con vitamine, oligoelementi e beta-glucano da lievito (Wellmune®) che sostiene il sistema immunitario. Le vitamine A, C e D e gli oligoelementi zinco e selenio contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario.

Fa bene. Burgerstein Vitamine In farmacia e in drogheria – Perché la salute richiede consulenza. Antistress SA, Società per la protezione della salute, 8640 Rapperswil-Jona

www.burgerstein.ch


8

MEDICINA — Influenza

I SINTOMI 2015-2016 I sintomi che affliggeranno gli affetti dal virus non saranno però solo quelli classici dell’influenza: a queste varianti ci sarà infatti da fare i conti con ben più di 200 tra rinovirus, enterovirus e virus parainfluenzali. Questo significa che i malati accuseranno sintomi tipici dell’influenza con febbre, ma anche naso chiuso, e disturbi gastrointestinali tipici dell’influenza intestinale. • Fregarle finché non si forma la schiuma. Non dimenticare di pulire anche il dorso della mano, tra le dita, sotto le unghie e i polsi. • Risciacquare le mani sotto l'acqua corrente. • Asciugarle con un asciugamano pulito - Se possibile con una salvietta di carta monouso oppure con l'ausilio di un asciugamano a rullo non riutilizzabile.

Quando bisogna lavarsi le mani?

Il più spesso possibile, in particolare in alcuni momenti: • prima di cucinare, mettersi a tavola e mangiare; • prima di imboccare i bambini; • dopo essersi soffiati il naso, aver tossito o starnutito; • ogni volta che si torna a casa; • dopo aver utilizzato i mezzi pubblici; • dopo aver fatto visita a una persona ammalata o aver toccato un suo oggetto o i suoi effetti personali; • prima di mettere o togliere le lenti a contatto. In ogni caso, ci si deve lavare le mani: • dopo aver tolto una mascherina; • dopo essere andati al gabinetto; • dopo aver cambiato un pannolino o aver aiutato un bambino ad andare al gabinetto; • dopo aver toccato rifiuti; • ogni volta che si hanno le mani sporche.

Come si può ottimizzare l'efficacia del lavaggio?

• Curare la pelle - Le mani o la pelle rovinate possono rivelarsi un vero e proprio nido di microbi. Se necessario, utilizzare una lozione idratante per mantenere una pelle sana. • Curare le unghie - Per evitare che lo sporco si depositi sotto le unghie, tagliarle corte e spazzolarle regolarmente. In questa fase si sconsiglia l'uso di disinfettanti.

SOFFIARSI IL NASO, STARNUTIRE, SPUTARE E TOSSIRE

In caso di malattia, queste azioni quotidiane possono rivelarsi ad alto rischio. Qualche semplice e preciso accorgimento può contribuire a frenare la pandemia e salvare delle vite:

Raffreddore?

Xylo-Mepha

®

senza conservanti

4315

Libera il naso in pochi minuti – per ore Leggere il foglietto illustrativo. Mepha Pharma SA Quelli con l’arcobaleno

• copritevi la bocca, meglio se con un fazzoletto di carta, quando tossite. Se non avete un fazzoletto, mettete la mano davanti al naso e alla bocca e lavatevi poi le mani con acqua e sapone, oppure usate il braccio. • Copritevi il naso e la bocca, meglio se con un fazzoletto di carta, quando starnutite/tossite. • Sputate solo nel fazzoletto. • Lavatevi le mani dopo aver tossito, starnutito e sputato (in un fazzoletto). Usate fazzoletti di carta monouso e gettateli nella spazzatura, possibilmente in un secchio con sacco e coperchio.

PULIRE OGGETTI E SUPERFICI

Potrebbero essere contaminati dai colpi di tosse o dalle goccioline di saliva delle persone infette. Ogni membro della famiglia deve disporre di biancheria, asciugamani e uno spazzolino da denti propri. Le superfici di contatto (maniglie, mobili, asse del gabinetto ecc.) devono essere pulite regolarmente con acqua calda e sapone o prodotti detergenti. Gli oggetti utilizzati dalla persona ammalata devono essere puliti rigorosamente e regolarmente almeno una volta al giorno: la sua biancheria può essere lavata in lavatrice con quella del resto della famiglia a più di 60°C. Lo stesso vale per le stoviglie: acqua calda e lisciva.

SMALTIRE I RIFIUTI

Tutti i rifiuti di un ammalato affetto dall’influenza pandemica (mascherine, fazzoletti, pannolini, protezioni igieniche, salviette di carta ecc.) sono contagiosi e devono essere smaltiti con grande cura. Il fazzoletto va eliminato nel cestino dei rifiuti immediatamente dopo l’uso. Dopodiché lavarsi le mani. Questi rifiuti devono essere riposti in un sacchetto apposito. Si raccomanda di utilizzare un secondo sacco se il primo si dovesse rompere. Il sacco può essere gettato nella spazzatura con i rifiuti domestici. Bisogna lavarsi le mani dopo aver buttato via il sacchetto.

REGOLE DI COMPORTAMENTO IN PUBBLICO

All’inizio della malattia, la persona infetta non sa di esserlo anche perché non presenta i sintomi influenzali. È pertanto importante dar prova di grande prudenza nei contatti ravvicinati con altri. Per evitare il contagio, durante la pandemia si raccomanda vivamente di: • mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro; • evitare i contatti diretti con altre persone (abbracci, strette di mano ecc.); • sospendere le attività di gruppo (sport di squadra).

Indossare mascherine

L'Ufficio federale della sanità pubblica raccomanda alla popolazione di tenere una scorta di 50 mascherine igieniche per persona. Alla popolazione sana si raccomanda di indossare le mascherine igieniche solo in situazioni speciali, dopo che la pandemia avrà raggiunto la Svizzera. Indossare una mascherina è utile ed efficace solo se nel contempo si applicano anche le altre misure di igiene e allontanamento sociale raccomandate.


Jederzeit Sempre abflugbereit pronti al decollo, – Dank grazie IhreralUnterstützung vostro sostegno

Voice

Soccorso aereo medicalizzato. Farsi sostenitrice o sostenitore ora: 0844 834 844 oppure www.rega.ch

Voice Doppia azione

✔ Contro

la raucedine

✔ Rafforza il

tono della voce

Boehringer Ingelheim (Schweiz) GmbH


10

MEDICINA — Integratori

IL SOSTEGNO NATURALE AL SISTEMA IMMUNITARIO Con l’inizio della stagione autunnale e durante tutto il periodo invernale, freddo, pioggia, vento, umidità e i continui sbalzi di temperatura legati alla frequentazione di ambienti sovraffollati rappresentano occasioni per colpi di freddo, raffreddori e influenze, alle quali il nostro organismo deve far fronte. Prof. Ivo Bianchi

U

n valido supporto contro le insidie del freddo è rappresentato da nutrienti utili per il corretto funzionamento del sistema immunitario. Tra questi meritano una attenzione particolare i beta 1,3-glucani estratti dalla parete cellulare del lievito.

I BETA GLUCANI

Sono dei polisaccaridi, costituenti essenziali della parete cellulare di alcuni batteri e funghi, in grado di favorire e modulare la risposta immunitaria aspecifica. In particolare riescono ad allertare le "sentinelle" delle nostre difese immunitarie, che sono così pronte ad affrontare più celermente eventuali corpi estranei (batteri, virus, funghi e parassiti) con cui veniamo in contatto e contrastano allora l’insorgenza di infezioni, come è stato evidenziato da studi sugli animali e sull’uomo. Sono quindi dei validi supporti durante la stagione autunnale e invernale soprattutto nei soggetti che tendono ad ammalarsi con maggiore frequenza.

LA VITAMINA C

Può essere utile l’associazione dei beta glucani con alcune vitamine importanti come la vitamina C. La vitamina C infatti contribuisce al mantenimento della normale funzione del sistema immunitario e alla

Vivere novembre/dicembre 2015

protezione delle cellule dallo stress ossidativo. La vitamina C si trova nei frutti freschi generalmente più aciduli, ad esempio: • agrumi, • ananas, • kiwi, e in alcune verdure fresche come • lattuga, • radicchi, • spinaci • e broccoletti. Per aumentare il proprio apporto di vitamina C è importante bere le spremute e i centrifugati appena preparati, così come mangiare la frutta appena dopo averla sbucciata e la verdura poco dopo averla mondata. Tuttavia è una vitamina idrosolubile e termosensibile e tende a degradarsi durante i processi di conservazione e cottura degli alimenti. Un’integrazione con vitamina C può essere utile ed è preferibile utilizzare una forma di vitamina C (il calcio ascorbato) più facilmente assimilata dall’organismo e meno acida che potrebbe essere assunta per tutto il periodo autunnale e invernale per aiutare il normale funzionamento del sistema immunitario. La vitamina C è ancor più importante nei fumatori: si stima che ogni sigaretta fumata elimini 20 mg di

vitamina C presente nell’organismo. Fumatori con adeguati livelli di vitamina C rispondono meglio ai test di verifica della funzionalità polmonare; è quindi molto importante per i fumatori prendere in considerazione un’integrazione quotidiana di vitamina C. La vitamina C inoltre: • accresce l’assorbimento del ferro, • contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, • sostiene la normale funzione del sistema nervoso. Può essere quindi molto indicata per sostenere l’organismo quando si trova ad affrontare periodi particolarmente intensi sia mentalmente che fisicamente. È utile agli sportivi anche perché contribuisce al mantenimento della normale funzione del sistema immunitario durante e dopo uno sforzo fisico intenso. La vitamina C contribuisce pure alla normale formazione del collagene per la normale funzione di • pelle, • gengive e denti, • ossa, • cartilagini • e vasi sanguigni e contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo. Viste le numerose proprietà della vitamina C, essa è davvero preziosa per il nostro organismo non solo durante il periodo autunnale e invernale.

CHI È IL PROF. IVO BIANCHI Medico Chirurgo specializzato in Medicina Interna, da sempre impegnato nella ricerca Fitoterapica e Nutrizionale. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, attualmente è Professore a Contratto presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano.


Vivi al meglio la stagione fredda!

Hefe/Levure BETA-GLUCAN e ESTER-C® KOMPLEX Hefe/Levure BETA-GLUCAN è un integratore alimentare a base di Beta-glucani da lievito. ESTER-C® KOMPLEX è un integratore alimentare a base di vitamina C* suggerito per completare la dieta nei casi di ridotto apporto e aumentato fabbisogno. *Ester-C® è un marchio registrato di Ester C Company.

In farmacia

La vitamina C, oltre al suo importante ruolo nel contribuire alla normale funzione del sistema immunitario e nell’accrescere l’assorbimento del ferro, contribuisce anche al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione psicologica. La vitamina C contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

www.solgar.ch - info@solgar.ch

Gli integratori non devono essere utilizzati in sostituzione di un’alimentazione variata


12

BELLEZZA — Pelle secca

PELLE E INVERNO: COME CORRERE AI RIPARI? Raccomandato dal Principe

Pelle secca, sensibile e poco confortevole? Tutta colpa del freddo! Segui i nostri consigli: la tua pelle sarà protetta e nutrita e uscirà indenne dall'inverno. La redazione Gli sbalzi di temperatura hanno come conseguenza disidratazione, rossore e secchezza della pelle, che così diventa ancora più sensibile. È bene quindi fare attenzione alla temperatura interna alla casa, che non deve essere troppo alta (20° è considerato l'ideale, anche da un punto di vista di protezione dell'ambiente).

DETERGERE CON DOLCEZZA

Grazie a lui le fiabe si trasformano in realtà: pantogar® trattamento contro la cadutadei capelli, lo sfaldamento delle unghiee per la prevenzione della comparsa precoce dei capelli bianchi.Iniziate subitoil trattamento e assicuratevi il vostro principe. Privo di glutine e di lattosio. Disponibile in farmacie. Leggere il foglio illustrativo.

Merz Pharma (Svizzera) SA, Allschwil www.pantogar.ch

GLI SBALZI DI TEMPERATURA

È importante ricordare che oltre alle ovvie condizioni esterne - il freddo, il vento, l'umidità, la mancanza di sole, ecc. - anche le condizioni degli interni colpiscono la pelle, in particolare l'aria molto secca che è una delle cause principali di disidratazione. Alla cute gli sbalzi di temperatura non piacciono. È vero che ci sono anche d'estate, ma d'inverno sono molto più forti: infatti, non è raro passare dal cappotto alla t-shirt nel giro di una salita d'ascensore!

Vivere novembre/dicembre 2015

ESFOLIARE: LO SCRUB

Esfoliare è una buona abitudine ed è molto importante in inverno quando le cellule morte della pelle rendono più difficile la penetrazione degli agenti idratanti. Rimuovendole, si permette all'idratante di lavorare meglio e si previene la secchezza della pelle. L'esfoliazione va fatta 1-2 volte alla settimana, non di più, con uno scrub morbido e delicato come l'esfoliante al burro di karité: ricco di vitamina A, E e di acidi grassi essenziali, rafforza la pelle e la aiuta a costruire la naturale barriera dal freddo.

GUANTI E BURROCACAO

Mani e labbra sono molto delicate e praticamente sempre esposte ed hanno quindi bisogno di una sorta di filtro che faccia da barriera alle forti escursioni termiche. In inverno i guanti e il burrocacao devono diventare i nostri migliori amici. Per mettere i guanti non aspettare che le temperature siano polari, perché se per caso le mani si screpolano rimetterle a posto è impegnativo, e per le labbra, beh, tenerle sempre protette: scegliere uno schermo totale da applicare anche più volte al giorno sopra e sotto il normale trattamento di bellezza. Per le mani invece cercare di preferire formule con principi lenitivi e nutrienti, creme ricche a base di glicerina o olio oppure burro di karité e vitamine A ed E che riattivano la naturale capacità di idratazione dell’epidermide. Anche in questo caso, le applicazioni devono esse-

© photomim / Shutterstock.com

I

n inverno la pelle è messa a dura prova: le basse temperature abbassano le difese dell'epidermide, che progressivamente perde lipidi e altre sostanze nutrienti. Il risultato è una pelle più secca, meno elastica e a volte pruriginosa. Per questo motivo è importante proteggere la pelle dal freddo con cure rinforzanti che ne preservino la bellezza. La maggior parte delle persone tende a dedicare cure e attenzioni alla pelle soprattutto nella stagione estiva, con i primi bagni di sole, le prime esposizioni e, ahimè, anche le prime scottature. La pelle invece ha bisogno di essere “accudita” tutto l’anno ma, a maggior ragione, in inverno, quando è costantemente aggredita dalle rigide temperature esterne e dai continui sbalzi termici. Non basta più quindi una semplice crema idratante perché l’epidermide ha bisogno di nutrimento profondo e quindi di formule più ricche e grasse, in modo da creare una barriera e così proteggerla, perché altrimenti ne risentirebbe seccandosi eccessivamente e arrossandosi.

Quando la colonnina di mercurio scende sotto lo zero, la pelle si opacizza a causa delle cellule epiteliali morte depositate sugli strati più superficiali dell'epidermide: il risultato che ne consegue è una patina che ostruisce i pori, compromettendo il naturale ricambio di ossigenazione. Prevenire la secchezza cutanea si può, cominciando proprio dalle abitudini di igiene quotidiana. Utilizzando, ad esempio, solo saponi specifici non aggressivi, in grado di restituire una pelle morbida e con il giusto livello di idratazione.


13

re frequenti nell’arco della giornata e comunque ogni volta che ci si lava le mani. E magari, la sera, quando ci si rilassa, applicarne una dose massiccia prima di un paio di guanti in lattice…

IDRATARE E NUTRIRE: LE CREME PIÙ ADATTE

D'estate si tende ad usare le lozioni più leggere che, con le alte temperature, svolgono meglio la funzione di idratazione senza ungere la pelle. Quando arriva l'inverno, come si fa il cambio di guardaroba è bene cambiare anche l'idratante e sostituire le lozioni con le creme, generalmente più ricche e che offrono una protezione maggiore. Può essere utile aggiungere anche un siero. È bene ricordarsi di idratarsi sempre anche di notte. Per riparare la pelle dal freddo, bisogna quindi scegliere creme - da giorno e da notte - adatte. Ideali sono quelle a base di olio in grado di proteggere contro la disidratazione e aiutarla a mantenere l'idratazione naturale: le creme con base oleosa infatti creano un film idrolipidico non occlusivo che trattiene l'idratazione naturale, evitandone la dispersione. Si riconoscono dalla loro texture ricca, che si presta bene ad essere applicata con un piacevole massaggio sul viso. La maggior parte delle creme in commercio sono formulate con lipidi naturali, che è facile riconoscere con una rapida lettura degli ingredienti. Di solito hanno nomi latini che corrispondono alla denominazione della pianta da cui derivano. Il rischio "pori occlusi" è facilmente aggirato se si

usano creme adatte al proprio tipo di pelle, che tradotto vuol dire: non usare creme supernutrienti se la propria pelle è grassa o, al contrario, non ipernutrire una pelle secca, spalmandola 10 volte al giorno di crema idratante. Nel primo caso si farà ricorso a fluidi idratanti specifici per pelli naturalmente ricche di lipidi; nel secondo, invece, si useranno creme morbide arricchite appunto da qualche goccia di olio.

PROTEZIONE SOLARE

A chiunque abiti al Nord viene quasi da ridere a parlare di protezione solare d'inverno pensando al grigiore imperante per mesi e mesi, eppure per conservare al meglio la pelle non è una cattiva idea usare creme che includano anche un leggero SPF. Il discorso ovviamente cambia se si va a sciare: in quel caso va usata proprio la crema protettiva, da 30 in su.

ACCORCIARE LE DOCCE

Uno dei piaceri del tornare a casa l'inverno è la doccia calda, ma ha il difetto che nel medio-lungo termine tende ad asciugare la pelle: quindi, nei mesi più freddi in cui la pelle già è sotto stress si suggerisce di fare docce più brevi e magari introdurre qualche bagno non troppo caldo. Asciugarsi senza strofinare e subito dopo passare un buon idratante.

CONTINUARE CON LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI

È vero: pesche, peperoni, albicocche e tutti gli altri

RIMEDI OMEOPATICI • GELONI: Pulsatilla 15 CH, monodose, 1 volta alla settimana. • ROSSORI: Rhus Toxicodendron 15 CH, 5 granuli 2 volte alla settimana. meravigliosi frutti estivi sono un ricordo, ma anche in inverno ci sono prodotti squisiti e la regola che bisogna mangiare frutta e verdura in abbondanza è sempre valida, per cui via con mele, pere, loti, cavolfiori ecc.

GLI STRAVIZI

Difficile superare l'inverno senza aver mangiato troppo, bevuto troppo e dormito troppo poco. Per il bene della pelle - e del fisico in generale - far sì sì che i vizi rimangano tali e non si trasformino in stravizi: ogni tanto eccedere è inevitabile, ma che non sia troppo spesso e men che mai la norma.

GLI UMIDIFICATORI

Qualsiasi cosa si pensi di loro, hanno un grosso grosso pregio: aiutano a tenere la pelle idratata e a respirare meglio, per cui pensare di metterne uno in camera da letto non è una cattiva idea.

Pregiati principi attivi altamente concentrati curano, proteggono e idratano la pelle. I preparati Remederm sono ipoallergenici, ottimamente tollerati e ideali anche per i bebè e i bambini. Essi sono disponibili con una leggera profumazione o senza profumo. MADE IN SWITZERLAND.

Remederm. Trattamento intensivo per la pelle molto secca. PROTEGGE E IDRATA EFFICACEMENTE


14

GUARDA SU FIBRE GLI STRA PLEX.COM ORDINAR I RISULTA TI OTTEN UTI!

BELLEZZA — Capelli

Mistretta_Logo_1c.eps einfarbig (Schwarz / Grau (Schwarz aufgerastert))

Mistretta_Logo_2c.eps zweifarbig (Schwarz / Pantone 543)

Mistretta_Logo_4c.eps vierfarbig (CMYK 41/11/0/0 )

FIBREPLEX: COLORARE E DECOLORARE FORTIFICANDO È POSSIBILE! Mistretta_Logo_schwarz.eps einfarbig (Schwarz)

Mistretta_Logo_weiss.eps einfarbig (Weiss)

Il nuovo sistema per proteggere i capelli dalla rottura durante il processo di schiaritura, decolorazione e colorazione. Riduce la rottura del capello fino al 94%*, mantenendolo morbido e liscio e garantendo nessuna variazione percettibile del colore.

STOP AI CAPELLI DANNEGGIATI!

Filippo Mistretta — Hairstylist, www.mistretta.ch

GUARDA CHE DIFFERENZA… DIFFERENZA… COLORA! SCHIARISCI! DECOLORA! SENZA COMPROMESSI.

A OGGI COLORARE E DECOLORARE ORTIFICANDO È POSSIBILE! ICAPELLI CAPELLICOLORATI COLORATI COLORATISONO SONO SONOISTANTANEAMENTE ISTANTANEAMENTE ISTANTANEAMENTEPIU’ PIU’FORTI FORTIEEESETOSI SETOSI NO AL 94% IN MENO DI ROTTURA DEL CAPELLO *I ICAPELLI PIU’ FORTI SETOSI I servizi di colorazione, schiaritura e decolorazione sono la principale fonte di guadagno per ogni salone. Tuttavia, possono diventare un fattore di stress per la struttura del capello, limitando il potenziale di questi servizi. DA OGGI...

capelli appena colorati ossono avere un aspetto iù sano, forte e bello. roprio come una celebrità!

Il primo sistema fortificante di Schwarzkopf Professional che protegge i capelli dai danni provocati dal processo di colorazione, schiaritura e decolorazione.

DOPO

Grazie al suo innovativo sistema fortificante in 3 fasi, FIBREPLEX riduce fino al 94%* i danni alla fibra capillare, liberandoti dal timore di compromettere la qualità del capello durante il processo chimico.

PRIMA

CHIEDI IL SERVIZIO FORTIFICANTEDOPO FIBREPLEX PRIMA PRIMA AL TUO PARRUCCHIERE DOPO DOPO PRIMA PRIMA DOPO

F P AI CAPELLI

PRIMA

ibreplex è il nuovo sistema di Schwarzkopf Professional che protegge dai danni causati dai trattamenti durante il processo di colorazione. I capelli precedentemente non trattati resteranno forti, mentre quelli già colorati e cambiando il saranno futuroprotetti dei da questo nuovo trattamento che li farà risultare più sani, morbidi e lihimico, la tecnologia sci,sua proprio come una celebrità! Colora! Schiarisci! Decolora! Senza compromessi.

NEGGIATI!

e e sigillarne i legami MODO chiaritura eCHE la decolorazione. LORARE EINDECOLORARE

PROTEGGE I CAPELLI?

Fibreplex contiene la tecnologia Fiber Bond che DO È POSSIBILE! i capelli dalla rottura e dai * danni, for% IN MENOprotegge DI ROTTURA CAPELLO mando una barrieraDEL intorno alle fibre di cheratina. L’agente ossidante invece agisce sigillando la su-

ppena colorati perficie con una pellicola protettiva, evitando la del capello e lasciandolo liscio e morbido. vere un rottura aspetto orte e bello. Tecnologia me una celebrità! fortificante FIBREPLEX con agenti ossidanti

DOPO

PRIMA

DOPO

RISULTATO SCHIARITURA SENZA FIBREPLEX La nuova DELLA dimensione del colore NUOVO NUOVOSERVIZIO SERVIZIOFORTIFICANTE FORTIFICANTECON CON NUOVO SERVIZIO FORTIFICANTE CON

*SERVIZIO DI DECOLORAZIONE CON FIBREPLEX RISPETTO AD UN NORMALE SERVIZIO DI DECOLORAZIONE

FIBREPLEX FIBREPLEX FIBREPLEX

Protegge dalla rottura del capello durante il processo di colorazione e schiaritura Fino al 94% in meno di rottura del capello*

www.schwarzkopfpro.com www.schwarzkopfpro.co

Senza tempi aggiuntivi richiesti in salone

www.schwarzkopfpro.c

Fase 1: Bond Booster diRISPETTO colorazione o compromettere le perfor*SERVIZIO DI DECOLORAZIONE CON FIBREPLEX AD UN NORMALE SERVIZIO DI DECOLORAZIONE

È un additivo che l'hairstylist aggiunge direttamance dei prodotti coi i quali lavora in mente al servizio di schiaritura, decolorazione o sinergia. colorazione: • Protegge i capelli dalla rottura durante il Fase 2: Bond Booster processo di colorazione. È un trattamento intensivo che completa il servizio • Interconnette le fibre del capello rafforzan- rinforzante in salone: done i legami strutturali. • Stabilizza i legami rafforzati nella fase 1. • Riduce al minimo la rottura del capello senRISULTATO DELLA SCHIARITURA CON• Sigilla la superficie esterna donando forza, za modificare il tempo di posa, la procedura elasticità e lucentezza a lunga durata.

FIBREPLEX

DOPO

PRIMA

Legami fortificati

CHIEDI AL TUO PARRUCCHIERE IL SERVIZIO FORTIFICANTE FIBREPLEX La nuova dimensione del colore

PRIMA

Protegge dalla rottura del capello durante il processo di colorazione e schiaritura Fino al 94% in meno di rottura del capello*

Senza tempi aggiuntivi richiesti in salone

CAMERON DIAZ Vivere novembre/dicembre 2015

*SERVIZIO DI DECOLORAZIONE CON FIBREPLEX RISPETTO AD UN NORMALE SERVIZIO DI DECOLORAZIONE

Eccellente struttura del capello Superficie del capello più liscia Fibre stabilizzate


BUONO 20.- CHF

su tutti i trattamenti capelli

Il buono è valido fino al 31.01.2016 e può essere utilizzato una sola volta. Non cumulabile con altri buoni o altre promozioni.


16

ALIMENTAZIONE — Dieta

DIETA PREFESTIVA: GIOCARE IN ANTICIPO E LIMITARE I DANNI Protection et renforcement du système immunitaire

È possibile concedersi qualche sfizio (goloso) durante le feste natalizie senza correre il rischio di mettere su peso? Sì, è possibile, facendo un po' di attenzione a quello che si mangia nel periodo precedente e adottando qualche semplice accorgimento. La redazione

BIORGANIC Vitamin C-1000

• pour prévenir les maladies infectieuses et les refroidissements • pour améliorer la respiration cellulaire lito non è mai una buona idea: si correrebbe so• pour fortifier les tissus osseux et dentaires lamente il rischio di arrivare all'appuntamento esageratamente affamati, tanto da mangiare in mo• pour activer la guérison des plaies do inconsapevole, ingurgitando cibo solo per avi• pour procurer de l’élan, du bien-être et de la vitalité dità o golosità. Nei 3 giorni precedenti si consiglia quindi di: Veuillez lire la notice d’emballage · Gisand SA, Schläflistrasse 14, 3013 Berne • privilegiare pasti leggeri a base di proteine, verdure e frutta; • limitare l'assunzione di carboidrati a colazione e a una sola volta durante la giornata (o a pranzo o a cena, che sia pane, pasta, riso o altro cereale), prestando la massima attenzione, come sempre, all'utilizzo dei condimenti.

Schutz und Kraft COSA MANGIARE? für das Immunsystem

Scegliere dalla seguente lista un pranzo ed una cena da abbinare alla prima colazione che è uguale tutti i giorni. Per gli spuntini si possono utilizzare una porzione di frutta da 150-200 g ed uno yogurt scremato, anche alla frutta. Si può mangiare una quantità illimitata di verdure • zur Abwehr von Infektions- und Erkältungskrankheiten e bisogna bere 2 litri di acqua al giorno. È permesso il consumo di 40 g di pane a pran• für eine schnellere Wundheilung l giorno più atteso dell'anno sta finalmente perché der la sana alimentazione tran- zo e di 4 cucchiaini da tè di olio durante la gior• zurservono, Kräftigung Knochenundpuò Zahnsubstanz per arrivare. E con esso stanno per arriva- quillamente coincidere con i sapori genuini delle nata. • für eine bessere Zellatmung re anche quelle tentazioni gastronomiche che Feste. Una dieta sana e corretta deve essere una • für"costante" Schwung, und Lebensfrische potrebbero avere effetti "indesiderati" sul nonellaWohlbefinden vita quotidiana, magari associata Colazione ad una leggera attività fisica. In questo modo ci si stro giro-vita (e non solo). • Tè caldo con pane fresco tostato e marmellata, Bitte beachten Sie die Packungsbeilage · Gisand 14, 3013 Bern può concedere, senza troppi sensi di colpa, qual-AG, Schläflistr. Come fare, quindi? È possibile concedersi qualmagari fatta in casa, che sfizio senza correre il rischio di mettere su che strappo alla regola. • oppure tè verde con fette biscottate integrali peso? (20 g) e 1 yogurt o 1 frutto, CONSIGLI ALIMENTARI • oppure latte con muesli o cereali e frutta oleosa COSA FARE Digiunare quindi in previsione di un pranzo o una È possibile integrare entrambe le opzioni con una Partire dal presupposto che le diete restrittive non cena in cui si presume che si mangerà più del so- spremuta di arance fresche.

I

Per proteggere e rafforzare il sistema immunitario BIORGANIC Vitamin C-1000 • per difendersi dalle malattie infettive e da raffreddamento • per migliorare la respirazione cellulare • per rafforzare la sostanza ossea e dei denti • per una cicatrizzazione più rapida delle ferite • per più slancio, benessere e vigore Si prega di leggere il foglietto illustrativo · Gisand SA, Schläflistr. 14, 3013 Berna

© gorillaimages / Shutterstock.com

BIORGANIC Vitamin C-1000


17

Pranzo

• Insalatona con verdure e formaggio magro (max 100 g); • oppure 1 piatto di bresaola (80 g) e insalata mista; • oppure 1 toast con prosciutto e formaggio; • oppure 1 bistecca (carne magra 150-200 g) e insalata di verdure cotte o crude; • oppure pollo allo spiedo senza la pelle (piccolo e circa metà) e insalata mista; • oppure 1 piatto fondo di minestrone con 30 g di pasta o riso, prosciutto crudo sgrassato (50 g); • oppure 2 uova sode ed 1 piatto di insalata di verdure cotte o crude. Le verdure devono essere condite con olio, aceto ed erbe aromatiche in sostituzione del sale.

Spuntino pomeridiano • 1 porzione di frutta.

Cena

Nel periodo festivo il supermercato pullula di tentazioni. Perciò, uscire sempre e solo con i soldi in contanti - pochi, appena sufficienti per la spesa - e con una lista della spesa ben definita e imponendosi "quel" budget. A Natale si avrà tempo e tante occasioni per assaggiare tutte quelle cose sfiziose che negli scaffali dei negozi sembrano richiamare insistentemente l'attenzione. A Natale, appunto: il gusto di una fetta di pandoro il 25 dicembre avrà un sapore e un profumo molto più buoni! Passare quindi la maggior parte del tempo nel reparto frutta e verdura: riscoprire le spezie, che sono in grado di rendere saporito anche il più triste piatto di zucchine! una scatola di tonno al naturale) ed una porzione di cavolfiore o di zucchine lessati; • oppure ravioli in brodo (100 g), involtini di caprino con prosciutto cotto (peso per 3 involtini: 150 g), 1 porzione di insalata di finocchi; • oppure arrosto di vitello (cotto: 100 g) e patate al forno (cotte: 200 g) e una porzione di carciofi in padella; • oppure passato di verdure, insalata di gamberi all'olio e limone (cotti: 100 g) con radicchio grigliato al forno. Prima di coricarsi per la notte si consiglia una tisana drenante magari a base di cannella, camomilla, frutti rossi, mirtilli dal profumo e gusto tipicamente natalizio!

EVITARE L'ACCUMULO DI GRASSI

Se è vero che durante le Feste le tentazioni gour-

mand sono tante - come resistere ad una fetta di Panettone o Pandoro? -, è altrettanto vero che rispettando qualche semplice accorgimento potremmo evitare di accumulare grassi in eccesso. Ecco come: • mai avventarsi su crackers, grissini, sfoglie, patatine, noccioline, pizzette, focaccia e salse, non solo sono delle trappole caloriche, ma contengono tanto sale e il giorno dopo ci si sveglia gonfi come palloni e molto infelici; • limitare vino ed alcolici in generale (2 porzioni al giorno), perché molto calorici e poco sazianti, optando per gli aperitivi analcolici; • evitare i bis dei piatti perché una porzione è più che sufficiente; • mangiare lentamente e masticare bene

N

U

O VO

• 1 piatto fondo di passato di verdure e salmone affumicato (80 g) all'olio e limone con una fetta di pan carré abbrustolita; • oppure 1 porzione di pennette con salmone e panna (cotte: 150 g), prosciutto crudo sgrassato (50 g) e insalata di formentino; • oppure risotto allo zafferano (cotto: 150 g), filetto al pepe verde in padella (100 g) e insalata mista; • oppure 1 piatto fondo di zuppa di verdure, 1 porzione di pesce al cartoccio (cotto: 200 g oppure

COMPRARE SOLO IL NECESSARIO

Per godersi le Feste in tutta leggerezza. Reduforte-Biomed® riduce l’assimilazione di calorie contenute in grassi, carboidrati ed anche zuccheri. Dispositivo medico: Disponibile in farmacia o drogherie

Biomed AG, 8600 Dübendorf © Biomed AG. 10.2015. All rights reserved.


4+5 DICEMBRE 2015

Christa Rigozzi con Aaron e Emilie Foto: Ivano Castelletti

Insieme abbiamo percorso tanta strada... e tanta ancora ci attende

AIUTATECI AD AIUTARE! SMS al 339, digitando TELETHON SI e aggiungendo l'importo

Ad esempio per un pagamento immediato di CHF 100, inviare Telethon SI 100

CCP 10-16-2


19

per favorire la digestione; • non eccedere con frutta secca, che è sì molto sana ma altrettanto calorica; • evitare bibite gassate e preferire acqua naturale, da bere in grande quantità; • privilegiare portate ricche di verdure e non fritte. • Bisognerebbe cuocere i cibi sempre al vapore, alla piastra o nelle padelle antiaderenti oppure al cartoccio per limitare l’utilizzo di oli e grassi.

MOVIMENTO, MOVIMENTO, MOVIMENTO!!!

Se si ha la possibilità di concedersi qualche giorno in montagna tra sci, snowboard e camminate con le ciaspole non si avranno problemi a smaltire quei chili in più. Se invece si resta a casa, cercare di muoversi il più possibile: anche una semplice passeggiata di mezz'ora in centro o qualche esercizio in palestra saranno d'aiuto. Oppure, perché no, approfittare dei saldi per fare shopping muovendosi rigorosamente a piedi: ne trarranno giovamento sia l'umore che la salute!

CURARE IL PROPRIO CORPO

Alzarsi presto la mattina, fare una bella doccia, spalmarsi creme idratanti, rassodanti e profumate, farsi una maschera per i capelli, mettere sempre un velo di trucco, sistemare mani e piedi con smalti scintillanti e degni di un vero Natale coi fiocchi! E soprattutto bere tanta acqua! In questo modo la

vostra immagine riflessa allo specchio vi piacerà sicuramente di più e darete meno peso ai rotolini, sparsi qua e là…

MENU DI RECUPERO Colazione

• Tè verde • 1 uovo sodo o prosciutto sgrassato (50 g) • 1 fetta biscottata oppure 1 fetta di pancarré (20 g)

CONSIGLI UTILI • Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, iniziando a digiuno al mattino. • Seguire una dieta varia non troppo ricca di carne e latticini.

Metà mattina

• Ogni pasto dovrebbe comprendere verdure, proteine e cereali integrali.

Pranzo

• Evitare grassi e zuccheri raffinati (comprese le bibite gassate).

• 1 tazza di tisana

• 1 piatto di verdure cotte condite con 1 cucchiaino d'olio • 1 porzione di carne magra (cotta: 150 g) o di pesce (cotto: 200 g) ai ferri o al forno

Metà pomeriggio • 1 porzione di frutta • 1 yogurt magro

Cena

• Se si è golosi concedersi ogni tanto un quadratino di cioccolato fondente. • A merenda un frutto di stagione o una spremuta di arance o pompelmi. • Una buona colazione prevede anche una manciata di noci o mandorle.

• 1 piatto fondo di zuppa o di passato di verdure, preparato con verdure, tranne patate e legumi, e dado, spolverato con 1 cucchiaino di grana grattugiato • 1 piatto di verdure condite con olio e limone • 1 yogurt magro.

• Il vino sì, ma solo rosso, quello buono, e solo un bicchiere durante il pasto. • Per cena meglio una zuppa di verdure di stagione, cereali o legumi. • Condire con le spezie perché sono buone e detox.

Per benessere, ma di gusto! Per chi soffre di intolleranze alimentari: grazie a più di 85 prodotti senza glutine e senza lattosio Free From e Schär, il gusto è ora sinonimo di benessere! Tutti i prodotti sono in vendita nei grandi super­ mercati Coop o su www.coopathome.ch Abbonatevi alla nostra newsletter con tante infor­ mazioni interessanti su un’alimentazione sana ed equilibrata: www.coop.ch/freefrom


20

ODONTOIATRIA — Zuccheri

L'AMICO

DEI DENTI Il fatto che un prodotto venga pubblicizzato come "senza zucchero" non garantisce che non sia dannoso per i denti. Med. dent. Marco Ponti, membro SSO Ticino — STMD Per la Commissione di Informazione della Svizzera Italiana (CISI) no sostanze di origine naturale, in parte prodotte a partire dalle barbabietole, dall’amido, dal mais o dal lattosio. Essi, tuttavia, non vengono metabolizzati come gli zuccheri comuni, quindi non sono cariogeni e hanno un valore calorico inferiore rispetto allo zucchero. Avendo un volume simile e un potere dolcificante paragonabile a quello dello zucchero raffinato, i polioli vengono spesso utilizzati come suo surrogato.

I DOLCIFICANTI

S

econdo un’opinione diffusa, i prodotti "amici dei denti" vengono dolcificati con edulcoranti artificiali. "Senza zucchero", però, non significa necessariamente "amico dei denti"! Inoltre ci sono anche prodotti zuccherati che possono fregiarsi del marchio del dentino felice sotto l’ombrello. Per potersi fregiare del marchio del dentino felice sotto l’ombrello, i prodotti devono essere testati scientificamente. In tal modo, l’associazione di utilità pubblica Azione Salvadenti può garantire che si tratta effettivamente di articoli che non danneggiano i denti. Il dentino sotto l’ombrello, infatti, è sinonimo di denti felici! Molti consumatori sono dell’idea che, nei prodotti "amici dei denti", lo zucchero venga sostituito da edulcoranti artificiali. In realtà, ci sono molti modi per dolcificare un prodotto.

GLI ZUCCHERI

La maggioranza degli alimenti dolci viene edulcorata con il saccarosio (zucchero raffinato), il glucosio (zucchero d’uva), il fruttosio (zucchero della frutta) o il lattosio (zucchero del latte). Tutti questi tipi di zucchero provocano la carie. Da qualche tempo, però, esistono anche dei tipi di zucchero "amici dei denti", come l’isomaltulosio e il tagatosio, che i batteri presenti nel cavo orale non riescono a trasformare in acidi e che quindi non sono cariogeni.

I SURROGATI DELLO ZUCCHERO

I surrogati dello zucchero, detti anche polioli, so-

Vivere novembre/dicembre 2015

I dolcificanti sono prodotti sintetici con un alto potere edulcorante. Tuttavia, diversamente dai surrogati dello zucchero, i dolcificanti non sono zuccheri né composti di zuccheri. Generalmente vengono utilizzati solo per dolcificare perché hanno un volume minore dello zucchero, ma un potere edulcorante elevato. I prodotti "amici dei denti" possono quindi anche contenere zucchero, visto che esistono dei tipi di zucchero che risparmiano i denti. Non tutti i prodotti con il marchio del dentino felice contengono dolcificanti artificiali spesso vengono infatti usati i polioli. Il dentino felice è comunque una garanzia: quando lo vedete sorridere sotto l’ombrello su un imballaggio, significa che il prodotto è "amico dei denti"!

L'ASSOCIAZIONE "AZIONE SALVADENTI"

L’associazione "Azione Salvadenti" è stata costituita nel 1982 da rappresentanti delle facoltà di medicina dentaria delle università di Zurigo, Basilea, Berna e Ginevra. Con il suo marchio, ossia il dentino che sorride sotto l’ombrello, l’associazione garantisce che un prodotto è "amico dei denti". Da oltre trent’anni, l’Azione Salvadenti informa la popolazione svizzera sull’importanza di • un’alimentazione rispettosa dei denti, • un’adeguata informazione per una corretta igiene orale, • la necessità di controlli da parte di personale specializzato (dentisti, igieniste, servizio dentario scolastico, ecc.). L’associazione conta oltre 850 soci individuali, tra cui figurano medici dentisti, professori presso le cliniche dentarie universitarie, igieniste dentali, assistenti dentali, assistenti di profilassi, operatrici di prevenzione dentaria, nonché cliniche dentarie scolastiche e asili nido "amici dei denti". Grazie a questa rete così ampia, l’associazione gode di un largo consenso nel nostro Paese.

Un marchio di qualità rinomato

Oltre il 90% della popolazione svizzera conosce il dentino felice sotto l’ombrello che, come marchio di qualità dei dolci "amici dei denti", è per così dire…sulla bocca di tutti. Già a scuola, durante le lezioni di profilassi dentaria, ai bambini viene spiegata la funzione del dentino felice, ossia quella di indicare quali sono i prodotti che non danneggiano i denti. Anche se negli ultimi decenni la salute orale in Svizzera è costantemente migliorata, la carie non va minimizzata: i migranti provenienti da paesi con un sistema sanitario poco sviluppato soffrono spesso di carie e di parodontiti, che si sarebbero potute evitare con una corretta igiene orale e un’alimentazione adeguata. L’Azione Salvadenti si attiva anche a favore di questo segmento della popolazione, mettendo a disposizione materiale informativo in diverse lingue da usare nei corsi d’integrazione. Nel frattempo, l’idea dell’associazione Azione Salvadenti è stata copiata anche in altri paesi, per esempio in Germania, Giappone e Corea, quindi non è escluso che possiamo incontrare il dentino felice anche al chiosco in un bazar turco o in una spiaggia dell’Ecuador.

AMICO DEI DENTI Per potersi fregiare della dicitura "amico dei denti" questi prodotti devono venire testati scientificamente per dimostrare che non sono né cariogeni (zuccheri) né erosivi (acidi). Il test, riconosciuto a livello mondiale, viene eseguito da cliniche universitarie indipendenti e consiste in una telemetria del pH della placca dentaria durante la masticazione di un alimento. Un prodotto "amico dei denti" non provoca un abbassamento del pH della placca al di sotto del valore di 5.7 (a questo grado di acidità l’idrossiapatite dello smalto diventa solubile ed ha inizio la demineralizzazione) durante un determinato lasso di tempo.


komplizen.ch

TuTTi vogliono vivere a lungo, nessuno vuole essere vecchio.

ANCHE LA VECCHIAIA!


22

VARIE — Yoga

YOGA DELLA RISATA: RIDERE A PARTIRE DAL CORPO Lo Yoga della risata è un concetto unico, originale, in cui si ride senza motivo. Cioè senza dipendere dall’umorismo, dalle barzellette o dalle commedie. E tutti lo possono fare. La redazione

ello Yoga della risata (Ydr) si ride come forma di esercizio, ma velocemente si arriva a produrre una risata vera attraverso il contatto oculare e la giocosità e la gioia tipiche dei bambini. La ragione per cui è chiamato Yoga delle risata è perché si combinano esercizi respiratori dello Yoga (che derivano dal Pranayama) con esercizi di risata. Ciò aumenta le riserve d’ossigeno nel corpo e nel cervello facendo sentire più energici e in salute. Lo Ydr è un’esperienza che arricchisce la vita di quella freschezza che gli adulti hanno dimenticato e che sanno fare invece benissimo i bambini e coloro che hanno mantenuto la giocosità del genuino senso della vita: ridere a partire dal corpo.

PERCHÈ PRATICARE LO YOGA DELLA RISATA?

• Al fine di ottenere i benefici scientificamente provati della risata, bisogna ridere in maniera continuativa per almeno 10-15 minuti. Poiché nello Ydr si ride come esercizio, si può prolungare la risata quanto si vuole. D’altro canto la risata naturale non dura che pochi secondi, che risultano insufficienti ad apportare cambiamenti fisiologici e biochimici nel corpo. • Sempre per ottenere il massimo dei benefici dalla risata questa deve essere forte e fragorosa e provenire dal diaframma. Dovrebbe essere una risata di pancia. Potrebbe non essere socialmente accettabile ridere fragorosamente, ma i Club della risata forniscono un ambiente CHE COS'È? sicuro in cui si può ridere fragorosamente e di cuore, senza alcuna implicazione sociale. Lo Yoga della risata è stato sviluppato da un me• La risata spontanea che si fa quotidianamendico indiano, il Dr. Madan Kataria, e da sua moglie Madhuri, cominciando con 5 persone nel 1995 in te è dipendente da molte ragioni e condizioni, un parco di Mumbai, e si è rapidamente diffuso in ma non sono molte quelle che ci fanno ridere. tutto il mondo, contando attualmente quasi 7'000 Ciò significa che se la risata è lasciata al caso, può capitare o no. Nei Club della risata, invece Club della risata in oltre 65 paesi. Lo Ydr è fondato sul dato scientifico che il corpo non la risata non è casuale ma deriva dall'impegno, NEWPRINT PUBB 4 COL 190x45 23-08-2005 8:28 Pagina 1 che garantisce di ottenere benefici sulla salute. distingue la risata forzata, scelta, da quella spon-

Professionalità e tecnologia per la stampa di qualità

I BENEFICI

Uno dei fattori motivanti per partecipare è credere nei benefici sulla salute che ne possono derivare.

Sulla salute

I vantaggi della pratica di questa particolare tipologia di yoga dipendono dallo scopo della persona: • ridere per la salute - Per persone sane che vogliono prevenire le malattie. Infatti 10 minuti di risate di cuore equivalgono a 30 minuti di vogatore. Lo Ydr è anche un potente antidoto contro la depressione, riduce i sintomi di allergie, asma e artriti, e dà un apprezzabile contributo nella cura del cancro. Inoltre ridere diminuisce gli effetti negativi dello stress, che è causa del 70-80% di tutte le malattie. • Guarire più velocemente - Per persone che presentano patologie. In sintesi, i benefici sono: • migliore efficienza dell’apparato respiratorio; • miglioramento della funzionalità del sistema cardiocircolatorio; • rafforzamento del sistema immunitario; • rilascio degli ormoni del benessere;

LA GIORNATA MONDIALE DELLA RISATA

Il Dr. Kataria porta avanti un importante messaggio pacifista: “ridere non conosce confini, non fa distinzioni di razza, credo religioso o colore ed è un linguaggio universale che può unificare il mondo”. Per tale motivo, nel 1998, ha istituzionalizzato la “Giornata Mondiale della Risata” (World Laughter Day), che si celebra ogni anno la prima domenica di maggio e dove si ride a favore della pace nel mondo.

NEWPRINT SA ARTI GRAFICHE via Zuccoli 5 cas. postale 536 6902 Lugano tel. 091 985 69 80 fax 091 985 69 89 newprint@bluewin.ch www.e-newprint.ch

© Kamil Macniak / Shutterstock.com

N

tanea. Perciò si ottengono gli stessi benefici terapeutici per quanto riguarda la salute e lo stesso giovamento dal punto di vista psicologico e relazionale. Scopo fondamentale dello YdR è produrre benessere ridendo, secondo il vecchio proverbio che “ridere fa buon sangue” e il risaputo adagio che “ridere è la miglior medicina” che ha ispirato il Dr. Kataria nel creare lo Ydr. Alcuni potrebbero obiettare che ci sono vari metodi per ridere e quindi utilizzare film comici, come fece Norman Cousins per guarire dalla spondilite anchilosante, travestimenti e giocolerie come nella clownterapia di Patch Adams e così via. Ma tutte queste modalità si basano esclusivamente sull’umorismo e non sulla risata come forma di esercizio, a prescindere dall’aver voglia di ridere o meno.


23

• aumento delle cellule NK (Natural Killer) antitumorali e di difesa dalle malattie infettive; • antistress; • effetti antinvecchiamento; • aumento della tonicità muscolare; • aumento dell’attività dell’apparato linfatico; • massaggio degli organi interni; • regolazione della pressione arteriosa; • riduzione del tasso di glucosio nel sangue.

Nella vita personale

Lo stato dell’umore determina la qualità della nostra vita. Lo Ydr ha il potere di cambiare l'umore in pochi minuti, rilasciando le endorfine, gli ormoni della felicità. Quando l’umore è buono, ogni cosa sembrerà migliore. Lo Ydr aiuta ad aggiungere più risate alla vita, facendo sviluppare anche il senso dell’umorismo. Ci si può sentire meglio con sé stessi ed avere un punto di vista più positivo e maggiore ottimismo. Nei tempi difficili che stiamo vivendo non è facile rimanere calmi e centrati. Lo Ydr insegna come tenere alto lo spirito. In questo modo si può gestire ogni situazione senza perdere la concentrazione e la pazienza, soprattutto quando s’incontrano delle sfide da affrontare nella vita. Lo Ydr promuove un’attitudine mentale positiva per entrare in contatto con le situazioni negative e aiuta a rapportarsi con situazioni e persone difficili nella maniera migliore.

I VANTAGGI PSICOLOGICI E RELAZIONALI • Aumento dell’autostima e della sicurezza di sé. • Miglioramento della capacità di attenzione, di concentrazione e di ascolto. • Potenziamento delle doti di leadership. • Incremento della creatività. • Rafforzamento dell’intelligenza emotiva. • Creazione di energia positiva. • Miglioramento della comunicazione. • Miglioramento delle interrelazioni sociali. • Sviluppo dello spirito di collaborazione e di cooperazione.

Nella vita professionale

Lo Ydr è il metodo più veloce, economico e scientificamente provato per ridurre lo stress nei posti di lavoro. Nel mondo del lavoro, così come nel resto della vita, i risultati e le prestazioni dipendono dal livello della nostra energia. Un funzionamento ottimale del cervello ha bisogno del 25% in più di ossigeno rispetto a qualsiasi altro organo del corpo. Lo Ydr aumenta le riserve di ossigeno, sia nel cervello che nel resto del corpo,

Unihockey Vallemaggia Donne 2a Lega, www.unihockeyvallemaggia.ch Si prega di leggere il foglietto illustrativo. Farmacia Dr. Andres Stadelhofen, www.drandres.ch

aiutandoci a lavorare meglio e con più efficienza. Praticato la mattina prima di cominciare la giornata lavorativa, fa sentire più energici e si lavora di più senza essere stanchi. Inoltre le risate in gruppo possono creare team motivati e felici: si può aumentare l’autostima e migliorare la comunicazione, oltre a far accrescere la creatività.

Nella vita sociale

La qualità della vita e il senso di soddisfazione non


24

VARIE — Yoga

dipendono da quanti soldi, potere, posizione sociale o successo si ha: dipendono soprattutto dal numero di buone relazioni che si condividono e si coltivano. Gli apprezzamenti e i riconoscimenti aiutano lo sviluppo emozionale. Lo Ydr è un’energia positiva che connette le persone e aiuta a fare amicizia facilmente. I club della risata, soprattutto in India, costituiscono una rete sociale di persone che hanno cura l’una dell’altra. Questo sviluppa un senso di sicurezza sociale che contrasta lo stress e aiuta a superare i momenti di depressione, che è oggigiorno una delle principali patologie a livello mondiale.

UNA SESSIONE TIPO

Una "lezione" tipo dura al massimo 20-30 minuti ed ogni risata non deve durare più di 30-40 secondi ed essere seguita dal battito delle mani, dall’esercizio "Ho-Ho – Ha-Ha-Ha" e 2 respiri profondi. • Passo 1 - Battere le mani in modo ritmico 1-2 1-2-3, cantando "Ho-Ho – Ha-Ha-Ha". • Passo 2 - Respirare profondamente ispirando dal naso ed espirando, in modo prolungato, dalla bocca. Abbinare parole come perdono, dimenticare, vivi e lascia vivere. Ripetere per 5 volte. • Passo 3 - Esercizi di allungamento per il collo e le spalle (5 volte). • Passo 4 (risata del cuore) - Ridere sollevando le braccia distese verso il cielo, con la testa leggermente inclinata all’indietro. La sensazione che si ottiene è che la risata arrivi proprio dal cuore. • Passo 5 (risata di benvenuto) - Unire le mani e salutare secondo la tradizione indiana (namaste) oppure dare la mano, come si usa in Occidente, ad almeno 4-5 persone. • Passo 6 (risata d'apprezzamento) - Unire la punta del dito indice con quella del pollice, formando un piccolo cerchio e facendo dei movimenti simultaneamente alla risata, per dimostrare di apprezzare quella persona. • Passo 7 (risata lunga 1 metro) - Far scivolare una mano sul braccio disteso, come quando si tira una freccia con l’arco. La mano si sposta con 3 movimenti, cantando "Ae…, Ae…, Aeee…" e scoppiando in una risata che viene

IL RISCALDAMENTO • Battito ritmico delle mani: rinforza la percezione del gruppo e stimola l’energia, basandosi sui principi dell'agopuntura (centri energetici - o meridiani - sul palmo delle mani), e il vocalizzo "Ho Ho Ha Ha Ha" che imita la respirazione Kapalbhati dell’autostima e della sicurezza di sé. • Parlare Gibberish (letteralmente parlare senza senso): i partecipanti alla sessione si scambiano a coppie suoni e sillabe senza significato ("gaiga rurode mobu …") per permettere alla mente di “scollegarsi” da qualsiasi pensiero e dedicarsi liberamente al gioco del ridere. dalla pancia. Distendere le braccia verso l’alto, con una leggera inclinazione all’indietro della testa (ripetere 4 volte). In alternativa eseguire la risata Milk Shake. Immaginare di tenere 2 bicchieri di latte o caffè; in seguito alle istruzioni del conduttore, iniziare a versare da un bicchiere all’altro il loro contenuto immaginario, per poi riversarlo nuovamente. Il tutto accompagnato da vocalizzi e da una grande risata mentre si fa finta di berne il contenuto (da eseguire 4 volte). • Passo 8 (risata senza suono) - Spalancare la bocca e ridere senza produrre alcun suono, guardandosi negli occhi e facendo delle facce buffe. • Passo 9 (risata con bocca chiusa) - Ridere tenendo la bocca chiusa, continuando a muoversi nel gruppo e dando la mano a persone differenti. • Passo 10 (risata altalenante) - Posizionarsi in circolo e muoversi verso il centro cantando "Aee…Ooo…Eeee…Uuu…". • Passo 11 (risata del leone) - Estendere pienamente la lingua e con gli occhi spalancati e le mani posizionate come fossero degli artigli; ridere dallo stomaco. • Passo 12 (risata del cellulare) - Immaginare di avere una conversazione al cellulare, muoversi nel gruppo facendo gesti divertenti. • Passo 13a (risata della discussione) - Ri-

dere puntando il dito verso diversi membri del gruppo, come se in quel momento ci fosse una discussione animata. • Passo 13b (risata del perdono) - Immediatamente dopo la risata della discussione, tenersi i lobi delle orecchie e ridere andando su e giù con la testa (in stile indiano) oppure ridere e fare vedere entrambi i palmi delle mani, come per chiedere scusa. • Passo 14 (risata graduale) - Inizia con un leggero sorriso sul volto, che si trasforma lentamente in un una risatina, fino ad aumentare d’intensità e trasformarsi in una risata fragorosa. I partecipanti devono irrompere insieme in una grande risata finale, per poi tornare gradualmente al sorriso di partenza. • Passo 15 (risata cuore a cuore, la risata intima) - Avvicinarsi l’uno con l’altro e, tenendosi per mano, iniziare a ridere. Si può semplicemente stringere la mano o abbracciarsi.

La tecnica conclusiva

Gridare 3 motti "Sono la persona più felice in questo mondo, yes, sono la persona più sana in questo mondo, yes, sono un membro del Laughter Club, yes". Molto importante: al termine della sessione i partecipanti devono rimanere per un minuto con gli occhi chiusi e le braccia estese verso l’alto per portare la pace nel mondo.

NUOVO APPARECCHIO ACUSTICO BINAX DI . funziona senza batterie . massimo comfort e discrezione . prova gratuita per 30 giorni CENTRO ACUSTICO TICINESE www.centroacusticoticinese.ch

apparecchi acustici


25

LO YDR DA SOLI Risata Calcutta quando la mente è in subbuglio

Non è esattamente una risata ma una specie di mantra "Ho-Ho – Ha-Ha-Ha", accompagnato da intensi movimenti delle mani. È una catarsi molto efficace che permette di rilasciare l'energia emotiva. Stimola il diaframma e attiva il sistema nervoso parasimpatico, che è l'opposto del sistema simpatico: • portare le mani di fronte al petto con i palmi rivolti verso l'esterno. • Spingerle con forza per 2 volte, dicendo "HoHo", muovendo così i muscoli addominali e il diaframma. • Mentre si spingono le mani verso il basso 2 volte dire "Ha-Ha". • Ripetere "Ho-Ho – Ha-Ha-Ha" in modo aggressivo, muovendo le mani in direzioni diverse. Continuare con intensità per 1-2 minuti e far poi seguire qualche respiro profondo e sentire il rilassamento. Se l'intensità delle emozioni è molto elevata, continuare per 5 minuti con pause per respirare profondamente. È un esercizio energizzante, specialmente prima di apparire in un'intervista televisiva o in qualunque altra situazione ansiogena.

Dove e quando ridere

• In bagno - Assicura privacy. Si può essere buffi quanto si vuole, senza paura che qualcuno possa osservare. Ridere regolarmente quando si fa la doccia crea

•  •  •  •  •  •  •  - Per aumentare l’intensità di alcuni benefici fisiologici generati dal ridere, come l’ossige•  nazione del sangue, la produzione di serotonina,• anticorpi ed endorfine. •  - Per stimolare "la risata interiore", anche detta spirito interno della risata, ovvero quell’at•  teggiamento positivo sia nei nostri confronti, in quelli del prossimo che verso la vita in ge•  a propagare altruisticamente la risanerale, con tutti i suoi pro e contro. Ciò è finalizzato •  psicosomatiche. ta per superare e combattere lo stress e le malattie • 

LO STRETCHING E GLI ESERCIZI DI RESPIRAZIONE

una programmazione nel corpo. Nell'istante in cui si apre il rubinetto, cominciare a ridere per un automatismo. Questo è il beneficio del ripetere una qualunque attività associandola a un comportamento fisico. • Camminando - Mentre si cammina da soli, trovare un posto sicuro e riparato per ridere e sperimentare il senso di libertà. • In auto - Ideale specialmente quando si è immersi nel traffico cittadino o quando si è in coda in autostrada. Invece di perdere la pazienza, spazzar via ridendo l'irritazione che può venire da queste situazioni e cambiare il proprio stato d'animo. Si può scegliere l'esercizio "Ho-Ho – Ha-Ha-Ha" silenzioso a dipendenza di quanto ci senta a proprio agio. Si può anche fingere di ridere al cellulare per un po'.

• Ridere di se stessi (mantra "Ha-Ha") - Non ha significato denigratorio, ma è un dolce promemoria, che ci ricorda come la vita sia una cosa seria. Per questo è importante che prendiamo noi stessi con leggerezza, in modo da mantenere alto il morale. Invece di ridere, ci si può limitare a fare "haaaaa haaaaa haaaaa" un po' di volte. Fa sentire bene e cambia la percezione negativa della situazione. • Mentre si fanno le faccende - Mentre si lavano i piatti, il pavimento, si passa l'aspirapolvere, si stende il bucato, si lavano i vetri, ecc. Non è una risata forte, ma una risatina leggera che aiuta a cambiare prospettiva, invece di sbuffare di fronte a un lavoro ripetitivo.

Shiatsu e burnout

I costi causati da disturbi dovuti allo stress sono enormi e gli esperti li stimano a 4,2 miliardi di franchi l’anno. Gli effetti dello Shiatsu in

Che cos’è il burnout ?

caso di burnout sono stati esami-

Il burnout descrive uno stato di logoramento

nati in uno studio dell’università

emotivo­e­psicofisico.­Chi­ne­è­colpito,­manca­

inglese di Leeds nel 2007. Dopo il

di energia e di capacità per sostenere e scaricare

trattamento, il 90 % dei parteci-

lo stress accumulato.

panti allo studio, appartenenti a un gruppo austriaco, ha dichiarato

A sintomi quali insonnia, mancanza di appetito,

di sentirsi calmo e rilassato, il 54 %

problemi digestivi, respiratori e di circolazione,

ha affermato di aver dormito

mal di testa, mal di schiena si aggiungono

Shiatsu risveglia un sentimento duraturo di

sintomi di depressione, apatia e angoscia.

ampiezza, spazio e interezza. La psiche ritrova

Il soggetto sfugge l’ambiente sociale e in casi

calma, tranquillità e chiarezza. In questo stato

Maggiori dettagli su questo studio

estremi può arrivare alla depersonalizzazione.

di­profondo­rilassamento­chi­è­colpito­da­

si trovano sul sito:

burnout riscopre i propri bisogni iniziando così

http://shiatsu.hu/pdf/shiatsu_

Come agisce Shiatsu in caso di burnout ?

a prendere riguardo di se stesso. Durante

final_report.pdf

La­tecnica­tonificante­aiuta­il­paziente­a­

questo­processo­lo­Shiatsu­è­di­sostegno­alla­

ritrovare­la­percezione­di­sè.­Nervi,­muscoli­

capacità di impiegare al meglio le proprie

Ulteriori informazioni e terapeuti

e respirazione si rilassano. Il corpo ritrova

forze puntando l’attenzione sulle risorse e il

­qualificati­si­possono­richiedere­a:

l’equilibirio energetico e riacquista la capacità

potenziale.

Associazione Svizzera di Shiatsu

naturale di autoregolazione. La percezione

meglio.

Tel. 056 427 15 73

dei sensi e i pensieri si tranquillizzano e

Colloqui­ed­esercizi­fisici,­mostrati­e­consigliati­

si­sintonizzano.­La­fiducia­in­se­stesso­nel­

dal terapeuta, aiutano a riconoscere ed

cammino intrapreso si rafforza.

esaminare quelle situazioni cause di stress.

www.shiatsuverband.ch


26

PASSATEMPO — Cruciverbone

Sponsored by Banca Raiffeisen Lugano società cooperativa

CRUCIVERBONE:

GIOCA E VINCI UN PESOS D’ORO! § IN COPPIA CON LEI

§

TOPO… GINEVRINO

§

8

MAI USATA

QUASI UNICA

§

AMANTE DI RADAMES

5

§

MOSCA SOPORIFERA

2

§ NON HA EGUALI

§ IL FIABESCO PETER

8 NOME D'UOMO

8

§

8

§

§

IL PADRE DEI MOSCHETTIERI

§

COSTRUÌ IL LABIRINTO

§

§

COLORE, VERNICE

3 §

§

CUOR DI DOTTO

PESCE PRELIBATO

SIMILE ALLA CAFFEINA

8

8

ALLEGRO

PARTITA A TENNIS

UN TRAMPOLIERE D'ACCIAIO

DESCO SACRO

§

§

INDOSSA IL SAIO

È DI FRONTE A DOVER

IL RISCHIO DEL GIOCATORE

§

PARI IN MARLEY SPARA A RAFFICA

LA CITTÀ DEGLI ARAZZI

BOB, CANTAUTORE

8

BELLA PIANTA CALCIO D'ANGOLO ORNAMENTALE

8

8

8

7

8

GLI ANNI DEL SECOLO

AMA GARIBALDI

8

8

PAVENTARE

UN COLPO ALL'USCIO

8

8

IL NOTO JONES SÌ A LONDRA

8

FAMOSO, CONS. CONOSCIUTO IN GEREMIA

§

SI DICE CONSEGNANDO

8

POPOLAVANO CUZCO

§

8

§

CALURA

§

UN CEREALE

TERNA AL POKER

8

(A numero uguale corrisponde lettera uguale)

4

§

DISPARI IN MEDINA

OLIO INGLESE

8

FRASE CHIAVE

§

1

UNCINI DA PESCA

§

SONO ANCHE EOLICHE

§

2

3

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

4

§

SI TENDE PER TIRARE

IL NOME DI BATTIATO

LINGUE DI TERRA

6

§

§

§

FACETO, DIVERTENTE ATTRAVERSA BERNA

§

EQUIVALE A 30 GRAMMI

§

STUOLO DI BANDITI

§ NÉ CALDI, NÉ FREDDI

6

7

8

9

§

§ SOPRA MINUSIO

5

§

9 SOLUZIONE N. 173

a) Cartolina postale da spedire a: 'VIVERE a tempo pieno', C.P. 5539, 6901 Lugano. b) E-mail da inviare a: vivere@bluewin.ch. Se non specificato, si autorizza VIVA SA ad utilizzare l’indirizzo e-mail per le proprie attività di marketing. Fra tutti coloro che avranno indovinato la soluzione verrà sorteggiato il fortunato lettore. Sono esclusi dalla partecipazione tutti i collaboratori di VIVA SA. Non verrà tenuta alcuna corrispondenza. Nessun pagamento in contanti. Si escludono le vie legali. Il vincitore sarà avvisato personalmente. Il termine di spedizione è il 20 GENNAIO 2016.

Vivere novembre/dicembre 2015

VI LAVORANO LE MONDINE

§

MALATTIA POLMONARE

TORRE SQUADRA FU UCCISO CENTRALE NEL BAGNO NERAZZURRA MIRE, METE

§

§

RAGANELLA

FOLLETTI NORDICI

8

NÉ VOI, NÉ LORO

8

8

8

BANALI, INSULSI

§

DATO ANAGRAFICO

§

§

1

Sigirino


In farmacia — HIGHLIGHTS

27

LA VETRINA: NOVEMBRE E DICEMBRE FLECTOR EP TISSUGEL® — Riduce il dolore e inibisce l’infiammazione!

Flector EP Tissugel® riduce il dolore e inibisce l’infiammazione in caso di slogature, strappi muscolari, contusioni e artrosi sintomatica del ginocchio. Il Tissugel, fresco ed avvolgente, è pratico e pulito da usare. È ben tollerato e, contrariamente ai gel tradizionali che si applicano più volte al giorno, due sole applicazioni del Tissugel garanti‑ scono un’efficacia giorno e notte. È un medicamento. Rivolgersi allo specialista e leggere il foglietto illustrativo.

IBSA Institut Biochimique SA, 6915 Pambio-Noranco

www.ibsa.ch

BIORGANIC LECITIN-1200 GISAND — Batterie scariche? Mai più!

Nell’organismo la lecitina partecipa a numerosi processi di vitale importanza, tra l’altro alla formazione delle pareti cellulari e al bilancio energetico. Il Biorganic Lecithin-1200 Gisand contiene lecitina vegetale ottenuta dall’olio di semi di soia ed è consigliato in caso di stanchezza, di tensioni ed esaurimento nervoso, di diminuzione dell’efficienza fisica e mentale e di difficoltà di concentrazione e di memoria. Nell’ambito di un’alimentazione equilibrata il Biorganic Lecithin-1200 Gisand può abbassare i tassi sanguigni del colesterolo e dei lipidi. Presti attenzione al foglietto illustrativo. Gisand SA, 3013 Berna

LACTO BIFIDOPHILUS — Sostieni il tuo equilibrio intestinale

Lacto Bifidophilus è un integratore alimentare a base di fermenti lattici. Contiene Lactobacillus acidophilus LA5® e Bifidobacterium lactis BB-12®* (1 miliardo di microrganismi totali per 2 capsule vegetali). Non contiene lattosio né lattoderivati. Può essere conservato a temperatura ambiente (non oltre i 30°C) oppure in frigorifero. * LA-5® e BB-12® sono marchi registrati di Chr. Hansen Multinutrient Sagl, 6900 Lugano

www.solgar.ch

LYSOPAÏNE VOICE — Allevia la raucedine e migliora la voce ®

Lysopaïne® Voice protegge la vostra voce e ne allevia i disturbi con gli effetti di un balsamo rigenerante. Ogni pastiglia bistrato contiene due principi attivi naturali, muschio islandese e allume, al fine di ottenere un risultato doppiamente efficace: 1) Alleviare l’infiammazione della mucosa faringea attenuando la fastidiosa raucedine. 2) Consentire la formazione di un film protettivo che funge da barriera prevenendo ulteriori danneggiamenti da parte di agenti esterni irritanti. Lysopaïne® Voice è un dispositivo medico. Boehringer Ingelheim (Schweiz) GmbH, 4002 Basilea

www.boehringer-ingelheim.ch

MAGNESIO SUPREMO "NATURAL POINT" — Una sferzata di energia

Il Magnesio Supremo "Natural Point" è un integratore alimentare, un carbonato di magnesio in forma citrata di grande importanza per il nostro sistema nervoso, solubile in acqua calda, la cui particolarità è di essere altamente assimilabile in tempi pressoché immediati, riequilibrando in modo olistico gli sbalzi stagionali che coinvolgono un po' tutti noi. Questo sale minerale favorisce un corretto riequilibrio metabolico e la remissione di disturbi causati dal suo deficit. Adatto anche ai vegani. Nampex SA, 6900 Massagno

info@nampex.ch

SHAMPOO PURIFICANTE "ARGITAL" — Previene la caduta e rinforza il bulbo

Lo Shampoo Purificante “Argital” è stato formulato per proteggere e riparare in profondità tutti i tipi di capelli, regolare l’eccesso di sebo e svolgere un’azione protettiva, contro le polveri sottili e lo smog che si depositano sulla cuticola danneggiandone alla lunga il fusto. Gli agenti specifici in esso contenuti permettono la gestione dello stress ossidativo e l’assorbimento dei radicali liberi che costituiscono le cause principali del danneggiamento del follicolo e della caduta dei capelli. Argital propone uno shampoo: anti-radicali liberi e anti-polveri sottili. Nampex SA, 6900 Massagno

info@nampex.ch

Vivere novembre/dicembre 2015


Solmucalm® Tosse grassa Dormire anziché tossire.

Riposare la notte, espettorare al mattino. www.tossegrassa.ch

Sciroppo – Scioglie il muco e calma la tosse.* - Privo di coloranti, alcol, lattosio e glutine. - Senza zuccheri cariogeni, adatto ai diabetici. - Facile da aprire grazie al nuovo tappo a vite. - Gusti per grandi e piccoli.

* Associa per la prima volta le proprietà mucolitiche e antiossidanti della N-acetilcisteina con l’effetto sedativo e calmante della clorfenamina in uno sciroppo per la tosse. Questo è un medicamento. Chieda consiglio ad uno specialista e legga il foglietto illustrativo.

IBSA Institut Biochimique SA, Headquarters and Marketing Operations, Via del Piano 29, CH-6915 Pambio-Noranco, www.ibsa.ch

Muove la gente.

Profile for VIVA SA

Vivere a tempo pieno 174 (Novembre-Dicembre 2015)  

Rivista gratuita distribuita nelle farmacie del Cantone Ticino (Svizzera).

Vivere a tempo pieno 174 (Novembre-Dicembre 2015)  

Rivista gratuita distribuita nelle farmacie del Cantone Ticino (Svizzera).

Advertisement