Issuu on Google+

CIFInforma n°6 Circolo Fotografico Isontino B.F.I. - Via Cipriani, 69 - 34170 Gorizia

anno XXXVIII giugno 2013

Editoriale Cari amici, ben ritrovati. Sempre simile questa formula eppure sempre sincera nel condividere la nostra comune passione per la fotografia. Anche questo mese di giugno ci troverà coinvolti a più riprese con vari appuntamenti. Le nostre prossime serate saranno dedicate sia alla scoperta di una nuova autrice sotto il profilo fotografico. Il primo venerdì del mese ospiteremo al Polivalente la fotografa Laura Zambelli. L’esperienza è, per noi tutti, assolutamente nuova per il semplice motivo che è potuta nascere, quasi per caso, attraverso le pagine di Facebook il più noto tra i social network. Il mondo della comunicazione sembra debba, sempre di più, fare i conti con questo veicolo immediato di notizie ed appuntamenti. In maniera veramente orizzontale riesce a raggiungere capillarmente un pubblico assai vasto ed al contempo eterogeneo. L’autrice in questione gioca bene in casa con la sua fotografia poiché predilige, tra i vari argomenti, la natura e la caccia fotografica. Sarà veramente interessante conoscerla ed apprezzarne i lavori proprio perché frutto di una totale e piena adesione personale ai temi trattati. Lo spiego in altra parte di questo nostro foglio notizie dando, dell’autrice, una descrizione sì succinta ma, decisamente, personale. Il terzo appuntamento del mese sarà dedicato al nostro secondo concorso intero. Tema della serata i “giochi d’acqua”. Spero che la

partecipazione sia pari alle aspettative e che ci permetta, al di la di tutto, di vedere e discutere di fotografia. Questo è l’aspetto, che più di ogni altro, penso possa essere il mezzo per far crescere le nostre conoscenze, la nostra espressione critica. Il potersi esprimere liberamente e senza condizionamento alcuno possono solo aumentare in noi la capacità critica nel saper leggere la fotografia in maniera costruttiva. Il dialogo ed il confronto diretto e sereno non possono che essere il giusto “sale”con cui insaporire la pietanza fotografia nella quantità giusta. Non da ultimo vi ricordo l’appuntamento di fine giugno con la mostra fotografica che dedicheremo agli amici del Circolo Fotografico Veronese. Vi ho già detto del lo stretto legame instaurato con loro al tempo della Triangolare Internazionale di Fotografia. Allora il CFVR supportò a meraviglia quella manifestazione ed oggi, a qualche anno di distanza, ci è parso significativo render loro merito ospitando alla Galleria ArtOpen Space una mostra collettiva dei loro soci. L’impatto emotivo e di contenuti presentati in mostra renderà sicuramente loro merito per una attività che continua felicemente da più di cinquant’anni. Augurandovi ancora Buona Luce saluto Tutti voi aspettandovi ai nostri appuntamenti. Agostino


I venerdì del circolo presso centro Polivalente di via Baiamonti ore 21.00

Mostre da visitare Galleria Art Open Space

Serata dedicata all’incontro con l’autore. Sarà da noi Laura Zambelli, il cui profilo descriviamo a parte.

Via Diaz, Gorizia Da sabato 29 giugno a sabato 13 luglio 2013 verrà esposta una mostra fotografica collettiva del Circolo Fotografico Veronese. Notizie in merito al Club in altra parte del Notiziario.

21 giugno

Bar “La Cicchetteria”

7 giugno

Serata di fotografia con il secondo concorso interno. Il tema proposto è “Giochi d’acqua”. Si ricorda che le fotografie in files potranno essere nel numero di 8 come recentemente deciso. Le fotografie dovranno essere inedite, scattate nell’anno 2013.

Via Petrarca, 2 Gorizia E’ esposta fino al giorno 16 giugno 2013 la mostra fotografica personale “Colori di Cuba” di Adriano Pessot.

Bar “Torino”

Corso Italia, Gorizia La fotografia ucraina sarà oggetto della prossima mostra nel mese di giugno.

Trattoria “Ai Tre Amici” nota per concorso

Giochi d’acqua Il tema è a libera interpretazione, ovverosia: non è necessario che tutti i soci presentino per forza delle foto raffiguranti dei classici “zampilli d’acqua”, oppure giochi di varie fontane. Per “Giochi d’acqua” il soggetto dev’essere principalmente l’acqua stessa, sotto le più varie forme, e le foto possono contenere anche altri soggetti oltre ad essa. Ad esempio, se due bambini giocano con dei gavettoni, l’acqua dev’essere più “protagonista” dei bambini stessi.

Via Oberdan, Gorizia Mostra fotografica personale di Tullio Marega.

Centro ricreativo e culturale per anziani “P. Poclen”

Via F.lli Fontanot 43 - Monfalcone Mostra fotografica del Gruppo Fotografico “Lo Scambio” del D.L.F. Isontino


Laura Zambelli fotografa

Venerdì 14 giugno

Contaminazioni

presso sede in via Cipriani 69 ore 21.00 Questo è un incontro dedicato esclusivamente alla discussione del tema scelto per la mostra collettiva “Contaminazioni”, che si svolgerà a fine agosto: invitiamo i soci interessati alla partecipazione di raggiungere la sede il secondo venerdì di giugno con le foto caricate su una chiavetta USB o su CD ROM. Ci sarà modo di valutare degli scatti, ed eventualmente di porre ulteriori limitazioni artistiche e sottotematiche, per ottenere un risultato finale uniforme per tutti. Ecco alcune indicazioni e suggerimenti, dati come “paletti” per quanto riguarda il contenuto delle foto; sono state decise tra i soci presenti nell’ultimo incontro in via Cipriani, venerdì 24 maggio. • il punto di vista specifico sul tema è “Contaminazioni ambientali positive e negative”; • non sono previsti scatti still life, scatti in studio, ritratti, foto di animali, di interni domestici; • posiamo lo sguardo e l’attenzione verso soggetti inusuali, non verso il “già visto”;

Nata il 3 novembre 1977 a Latisana, risiede attualmente a Portogruaro. La sua grande passione per l’arte la porta a scegliere di studiare al liceo artistico di Venezia, luogo in cui comincia a sviluppare le sue capacità espressive attraverso la pittura e la scultura. Appassionata di viaggi, visita numerosi paesi del terzo mondo. Di fronte alle realtà sociali delle popolazioni che incontra e soprattutto di fronte alla grande bellezza dei paesaggi incontaminati che vede, nasce in lei l’esigenza di fissare fotograficamente emozioni, fascino e poesia di ciò che percepisce in queste sue esperienze. Nel marzo 2010 parte per un viaggio solitario nel deserto del Sahara. Da questa esperienza torna con una serie di scatti che espone nella sua prima personale a Portogruaro e successivamente nel centro storico di Treviso. Riscuote un grande successo che alimenta e motiva ulteriormente questa sua passione. L’esigenza fotografica diventa così importante da spingerla a trovare luoghi e situazioni tali da consentirle di esprimersi anche nella quotidianità, cercando la bellezza della natura e del paesaggio nelle sue terre natali. Nel maggio 2012 il National Geographic pubblica una sua foto. Successivamente numerosi altri suoi scatti vengono scelti da questa prestigiosa rivista che li pubblica nel suo sito WEB. Uno di questi scatti sarà inoltre premiato come una tra le dodici migliori immagini dell’anno 2012. Attualmente la sua ricerca espressiva la porta a misurarsi con i più disparati generi di fotografia, dando però sempre la massima importanza alla sua visione artistica che in tal modo risulta sempre ben precisa e riconoscibile. Romanticismo esistenziale e ricerca concettuale dell’attimo irripetibile, si fondono in uno stile sempre efficace e personalissimo.


Circolo Fotografico Veronese BFI Negli anni ‘50 l’incontro e la frequentazione sporadica di persone appassionate di fotografia, che si ritrovano a parlare del loro hobby nel caffè di Piazza Dante, diventano un’associazione con il preciso scopo di divulgare la cultura e l’arte dello “scrivere con la luce”. Nasce così, nel 1956, il Circolo Fotografico Veronese, che contestualmente, aderisce alla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), dando così vita ad un’attività che si esplica con l’entusiasmo ed il fervore dei pionieri. Non c’è professionismo nel senso letterale del termine, ma si studia, si produce, ci si confronta, si approfondisce la conoscenza della materia, si compiono i primi passi al di fuori del più rassicurante, ma ristretto, territorio cittadino. E le esperienze fanno crescere; maturano stili, personalità, originali performances che richiamano l’attenzione di esperti più “navigati”. Non tardano ad arrivare, per i soci più ragguardevoli, prestigiosi riconoscimenti, onorificenze concesse da F.I.A.F. e F.I.A.P. (Federation Internationale de l’Arte Fotografique). Col tempo l’attività volge naturalmente verso soluzioni che conducono ad uno scambio di sperimentazioni a raggio più ampio, rispetto a quello nazionale: Francia, Germania, Russia, Giappone diventano poli di attrazione e di incisivo confronto.

sito web www.cifigorizia.it facebook www.facebook.com/cifigorizia

Intanto con regolarità da ‘66 al ‘76 viene indetto, a livello nazionale, il premio di fotografia artistica “Città di Verona”, a cui la F.I.A.F. assegna la medaglia d’oro per l’organizzazione attuata. Dal ‘77 ad oggi l’attività del Circolo ha conosciuto uno slancio ed una vitalità non inferiori, negli intenti e nei risultati, ai tempi più lontani; alcuni soci sono diventati notevoli professionisti; altri non hanno mai smesso di comportarsi come tali, pur rimanendo nell’ambito amatoriale con produzioni di tutto rispetto, oggetto di riconoscimenti nazionali ed internazionali. Nel ‘98 ha riaperto i battenti anche il Concorso Fotografico, ribattezzato “Premio Verona”, riconfermandosi come manifestazione nazionale tra le più importanti, e l’augurio di tutti i soci veronesi che questo fosse un’ulteriore, nuova rinascita del Circolo, dei suoi intenti, dell’atmosfera artistico - culturale che la fotografia permette di vivere, sicuramente si è avverata. Infatti, nell’edizione 2006, il concorso ha raggiunto un primato veramente invidiabile: quello di registrare il più alto numero di partecipanti e di opere pervenute fra i concorsi nazionali con Patrocinio F.I.A.F.

Antonio Fabris a.fabris2@tin.it Agostino Colla agostino.colla@fastwebnet.it


CIFINFORMA 06_2013