a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade
1 minute read

Julie d’Aubigny. La cantante schermitrice

JULIE D´AUBIGNY Julie d’Aubigny (circa 1670-1707). Spadaccina e cantante all’Opéra di Parigi, le sue doti di schermitrice e il suo spirito libero le fecero vivere numerose avventure.

la cantante schermitrice

Se ti chiedono di pensare a una cortigiana del XVII secolo, sicuramente la prima cosa che ti verrà in mente saranno i visi molto truccati, le parrucche e i vestiti lussuosi. A Julie – o Mademoiselle Maupin, come era conosciuta ai suoi tempi –, invece, queste cose non piacevano per nulla. Preferiva vestire come un uomo e non aveva nessun problema a battersi in duello con chiunque. Il suo spirito di condotta libero e audace diede vita a numerose leggende.

Julie non era la tipica dama francese. Suo padre, segretario di un importante conte, insegnava scherma ai paggi del re, e la fanciulla imparò da lui a leggere, scrivere, disegnare e a tirare di scherma. Per passare inosservata, Julie si vestiva come un maschio.

Si sposò molto giovane, ma presto andò a Parigi in cerca di nuove avventure. Lì divenne una stella dell’Opéra, ma dato che a volte si annoiava, ogni tanto tornava a impugnare la spada e, vestita da uomo, si metteva nei guai.

La sua voce di contralto conquistò Parigi, e la sua fama la seguì fino alla corte di Versailles, dove si fece una reputazione di “selvaggia” perché affrontava duelli che finivano sempre con qualche ferito e lei come vincitrice. Proprio questa sua passione per i duelli, che erano proibiti, la obbligò a lasciare per qualche tempo la città e a continuare la sua carriera di cantante a Bruxelles.

Dopo essersi ritirata dalle scene e dopo la morte del marito con cui alla fine si era riconciliata, Julie entrò in un convento in Provenza dove rimase fino alla sua morte.

Julie visse come voleva, senza curarsi dei giudizi di chi le stava intorno, e dimostrò che alla fine quello che importa è restare fedele a quello che ci dice il cuore.

18