Page 1

2

di Bogliasco

di Bogliasco

novembre 2011

novembre 2011

3

8Pastorino il sindaco: «La nostra è una tradizione sportiva che ogni anno si rinnova, pallanuoto soprattutto. Siamo fieri ed orgogliosi di chi si mette a disposizione per la nostra società e per lo sport, e lo fa con passione. Questo poi è stato un anno particolare: il 60° della fondazione della Rari Nantes Bogliasco, il 30° della vittoria dello scudetto, una stagione straordinaria, non solo per il successo in campionato ma anche perché abbiamo con noi un Campione del Mondo Arnaldo, e l’emozione dello scudetto under 15, ragazzi che conosco personalmente, infine ospitare il raggruppamento della Euro Cup, un motivo in più per dare visibilità al nostro paese e per ribadire il concetto che qui si fa sport e lo si fa bene, e da sempre».

Ecco la piscina “Gianni Vassallo”

RariRosa Si riparte ed in serie A2. Il mister Daniele Bettini: «Una retrocessione che non può essere vissuta con dolore: avevamo una squadra con un’età media che in alcuni casi non arrivava nemmeno a 19 anni, l’età, l’esperienza, avevamo già fatto un miracolo l’anno precedente, non siamo riusciti a ripeterci. Ricominciamo, con la crescita delle giovani. La Rari Nantes Bogliasco ha un vivaio che è tra i migliori d’Italia, lo scorso campionato tre su tre alle Finali Nazionali, possiamo solo creare cose buone».

RariAzzurra

Molti hanno contribuito alla riuscita del concentramento di Coppa Len a Bogliasco. Per la cronaca la Rariazzurra vince tre incontri e ne pareggia uno, si qualifica al turno successivo in Romania, lotta contro tutti, perde dall’aritmetica: per differenza reti, uno solo, ma stupido gol, la esclude dalla competizione.

Le ragazze sul podio.

In quei giorni, quelli di Coppa, la R’N’B scende in piazza, una grande festa, e su quel palco, al centro del paese salgono i 150 tesserati: dall’Acquagol al Campione del Mondo, da Olimpia Benvenuto campionessa e Nazionale di sincro alle piccole esordienti, dai Campioni d’Italia under 15 alle ragazze di bronzo, da Giovanna Burlando rientrata in Nazionale per le coreografie ad Eraldo Pizzo tra i tanti ospiti, ai capitani delle formazioni avversarie nella competizione europea. Fuochi d’artificio nel cielo di Bogliasco.

RISULTATI LEN EURO CUP 1° TURNO GIRONE DI BOGLIASCO RN BOGLIASCO-WURZBURG 15-4 (3-0; 2-0; 5-1; 5-3) RN BOGLIASCO-SZOLNOK 10-10 (0-3; 3-1; 3-2; 4-4) HAPOEL-RN BOGLIASCO 2-22 (0-4; 1-7; 0-5; 1-6) HEYBELIADA-RN BOGLIASCO 8-10 (3-3; 4-3; 1-2; 0-2) Classifica finale girone di Bogliasco: Szolnok e Bogliasco 10; Wurzburg e Heybeliada 4; Hapoel Qiriat 0. 2° TURNO GIRONE DI ORADEA BOGLIASCO-SINTEZ KAZAN 9-8 (2-3; 0-1; 4-2; 3-2) BMK KHARKOV-BOGLIASCO 3-9 (2-1; 0-3; 0-2; 1-3) ORADEA-BOGLIASCO 14-12 (3-2; 4-4; 4-4; 3-2) Classifica finale: Sintez*, Oradea* e Bogliasco 6; Kharkov 0. *miglior differenza reti scontri diretti rispetto al Bogliasco (il Sintez è primo).

PANIFICIO DA U TAPPE - GENOVA

L’

unico Campionato ad essere ripartito è quello della massima serie maschile. L’assetto della squadra è cambiato, smette Roman Di Somma e Daniele Magalotti fa un solo passo, da dentro a fuori, un passo breve ma epocale. Si siede sulla panchina e conduce la squadra: «Non potevo dire di no. Sto vivendo un momento coinvolgente, bello, ma è chiaro che la mia prospettiva è cambiata. Non devo più pensare ad allenarmi bene ma ad allenare bene, un salto grande, tante responsabilità che non mi fanno paura». Quattro nuovi arrivi: Ale ed Edo Caliogna, Lorenzo Barillari, Christopher Washburn. Un campionato cominciato in salita e nonostante l’indulto abbia ridotto a due le giornate di squalifica del campo, si gioca ad Imperia contro il Savona ed a Milano contro il Catania. È dura: tra infortuni, Washburn ha subito un intervento chirurgico alla spalla e sarà disponibile alla ri-

presa del dopo Europei di gennaio, e squalifiche si fatica ma si onora. i onora, finalmente, anche la memoria di un grande maestro di vita e di pallanuoto perché il 29 novembre in occasione del derby contro la R.N. Camogli la piscina comunale di Bogliasco gli viene intitolata. C’erano in tanti: le autorità istituzionali politiche e sportive ma soprattutto tanti uomini, donne e bambini del mondo della pallanuoto. Gli occhi lucidi, il cuore commosso ma gioioso, nel ricordo di un ruvido ma affettuoso maestro di vita. La motivazione della delibera di Giunta del Comune di Bogliasco: “Gianni Vassallo. Per i grandi meriti sportivi, avendo

S

dedicato tutta la vita allo sport ed al nuoto ed alla pallanuoto in particolare. Amico di Bogliasco, ha condotto per la prima volta in serie A la R.N. Bogliasco nel 1970 in qualità di giocatore-allenatore. Per la grande carriera di allenatore dei settori giovanili della R.N. Bogliasco che, grazie alla sua opera, hanno formato centinaia di ragazzi, trasformandone tantissimi in atleti di livello internazionale. Per avere condotto la R.N. Bogliasco alla vittoria Nazionale dei Giochi della Gioventù nel 1986. Per la passione, lo spirito ed i valori che ha saputo trasmettere ai ragazzi di Bogliasco, che lo rendono persona indimenticata e indimenticabile”.

Da sinistra, Lorenzo Barillari, Ale ed Edo Caliogna, Christopher Washburn.

Campeggio Genova Est - Bogliasco - Tel. 010.3470617


4

di Bogliasco

novembre 2011

2011 N. 20 novembre InformazIonI dalla pIsCIna ComunalE dI BoGlIasCo

di

Sincro S

i riparte con grandi aspettative forti del lavoro di questi ultimi due anni. Il bronzo di Olimpia Benvenuto ai Campionati juniores di Ostia ed i piazzamenti ottenuti: solo, duo, squadra e libero combinato. Il settore è in crescita, numeri straordinari, tante tesserate in pochissimo tempo. Giovanna Burlando è responsabile delle coreografie sia alla Rari Nantes Bogliasco sia

Noi per gli altri

Bogliasco

La nuova stagione in Nazionale: «La squadra è molto giovane, forte, compatta. Mi è subito piaciuta molto e poi la gratificazione di tornare qui dove mi sono allenata per molti anni, riuscire a fare di nuovo qualcosa a casa mia, mi ha aperto il cuore e quindi ci sono con tutta l’anima, la passione, il sentimento da dare a queste ragazze, le sento molto “mie”. Abbiamo cominciato con una parte della squa-

Arnaldo Deserti mostra la medaglia tra la curiosità dei giovani atleti. dra che era a Recco, i resti di un gruppo, ormai sfaldato, in realtà siamo partiti da zero: non c’era nessuno, né propaganda né le altre categorie. In due anni siamo cresciuti tantissimo mi fa molto piacere. Ecco da adesso possiamo cominciare a costruire qualcosa per il futuro. E questa è la fase più difficile».

Il 24 ottobre morte e distruzione squassano Cinque Terre, Val di Vara, Val di Magra e Lunigiana. Il 4 novembre morte e distruzione stravolgono Genova: Quezzi, Marassi, San Fruttuoso, Brignole, il centro della città, Sturla. Un fiume d’acqua si porta via tutto: vite, case, attività, auto, moto. La Rari Nantes Bogliasco c’è: gli Irriducibili, sempre presenti, per la cronaca anche ad Oradea, con i tifosi di Genoa e Sampdoria sono nello spezzino a spalare fango e fuori dalla piscina a raccogliere fondi e materiale, iniziativa che proseguirà per tutta la stagione, per non dimenticare. I nostri ragazzi anche, chi in piazzale Adriatico, chi a Borgo Incrociati, sono tra gli Angeli del fango, che hanno permesso alla città di ripulirsi e anche se ferita a morte di rimettersi in piedi.

L’

inizio della nuova stagione non può prescindere dalla scorsa ed è da lì che ricominciamo. «La Rari Nantes Bogliasco merita tutta la considerazione della Federazione Italiana Nuoto. Ha vinto il Trofeo del Giocatore che premia in particolare l’attività giovanile. Questo è sociale e di questo dobbiamo tenere conto». Parole del vice presidente Nazionale Lorenzo Ravina che sottolinea l’importanza del Trofeo più ambito, più inseguito, più ricercato, quello che il Bogliasco ha vinto per tre volte. È il suggello di una stagione, la scorsa, straordinaria. Tutte le formazioni giovanili alle fasi Finali Nazionali, piazzamenti e medaglie, ma nulla è scontato. Il presidente della Rari Nantes Bogliasco Claudio Gavazzi: «Siamo una piccola società in un paese meraviglioso, lontani dai grandi gruppi aggregati, dalle fusioni. Mantenere la nostra identità, l’indipendenza, in un contesto così non è semplice, quindi or-

goglio e preoccupazione per continuare così». Lo scudetto dell’under 15 maschile, mister Marco Pachito Sbolgi: «Ho già azzerato tutto, come se non fosse successo: ripartiamo dall’anno zero. Piscina nuova, ragazzi nuovi, si ricomincia. Lo scudetto è bello averlo vinto ma ora non deve contare. Onestamente ripetere il successo dello scorso anno, mi sembra impossibile, ma da bogliaschino orgogliosissimo sono sempre alla ricerca del meglio». La medaglia di bronzo dell’under 17 femminile, mister Neyra Marsili: «Bilancio assolutamente positivo, grande lavoro ed entusiasmo, abbiamo vissuto due ottimi campionati. Alle Finali Nazionali con le under 17 siamo salite sul podio, medaglia di bronzo, e con le under 15 quarte, quindi molto bene. Per la nuova stagione non vogliamo guardare né alle altre formazioni né ai raggruppamenti che si sono formati in altre società, pensiamo a casa nostra, i numeri

li abbiamo, dobbiamo solo lavorare bene e fare i conti alla fine dell’anno, per godersi i risultati che spero ci meriteremo». Ma c’è una medaglia ancora più pesante, ancora più esaltante. Ai Mondiali di Shanghai nell’Italia “pockemon” di Sandro Campagna il campione di Bogliasco, Arnaldo Deserti: «Vinta la medaglia me la sono goduta per tutto il mese di agosto, ma dal 1 di settembre ho resettato tutto, adesso ho altri obiettivi. Voglio però dire che se non ci fosse stata la mia squadra, la Rari Nantes Bogliasco, non sarei Campione del Mondo. Sarà molto, molto, molto, difficile ripetere il risultato dello scorso anno, ma noi ci proveremo, anzi proveremo a migliorarlo. La squadra c’è e la società sta facendo le cose bene. In acqua però dipende solo da noi». E poi la prima squadra maschile, il quarto posto in campionato ed il ritorno in Europa. Il Bogliasco organizza il concentramento del 1° turno di Len Euro Cup, dal 22 al 25 settembre, il paese è in festa, Luca8

Gente di Bogliasco n 20 novembre 2011  

gente di bogliasco 20