Issuu on Google+

Il Ponte d’Oro Disegni di S. DE SIMONE

www.ragazzi.missioitalia.it

MARIE PAULINE JARICOT Lione, 1799. Il secolo dei Lumi sta per chiudersi nel segno di Napoleone Bonaparte. Da una famiglia di ricchi industriali della seta nasce, ultima di sei figli, Marie Pauline Jaricot. Vivace, capricciosa, coccolatissima, cresce sviluppando una spiccata sensibilitĂ  religiosa unita ad un carattere decisamente esuberante.


A 17 anni, dopo la morte della mamma, decide di servire unicamente Dio e di consacrare la sua vita per tutto ciò che riguarda la causa della fede, sceglie di seguire lo stile umile di vita e l’abbigliamento delle povere operaie.

Uno dei suoi fratelli, Philéas, studia per prepararsi a partire come missionario in Cina e attraverso i suoi racconti Pauline s’infiamma di entusiasmo e d’amore per le Missioni.

Una sera d’inverno ha un’ispirazione improvvisa: per portare aiuto concreto alle Missioni bisogna formare gruppi di dieci persone.


Ognuno si impegnerà a sua volta a formare un suo gruppo di dieci persone: il loro impegno è recitare una preghiera quotidiana e fare un’offerta settimanale per le Missioni.

L’iniziativa ha successo immediato: nasce l’Opera della Propagazione della Fede. Pauline incontra difficoltà e ostacoli, ma non si arrende mai, incoraggiata costantemente da Philéas: “...quest’opera che Dio

ha voluto cominciare con le tue mani forse un giorno sarà il granellino destinato a diventare un grande albero, i cui rami copriranno tutta la terra”.

Si realizza così il grande sogno di Pauline: la Missione universale della Chiesa per sostenere le missioni di tutto il mondo, indistintamente.


“Sento – scrive questa donna geniale e coraggiosa –

di dover restare libera di dirigermi dove le necessità sono maggiori”.

Infatti le sue iniziative non finiscono qui: istituisce il Rosario vivente, la Congregazione delle Figlie di Maria, la Banca del Cielo, un’opera di solidarietà a favore degli operai di Lione. Sostiene con slanci e incoraggiamento la giovane

Opera della Santa Infanzia di monsignor Janson. Gli ultimi anni di vita di Pauline (muore il 9 gennaio 1862) sono amareggiati da incomprensioni, ostacoli, calunnie e perfino processi pubblici. Ma, autentica discepola di Colui per il quale è vissuta, accetta serena tutte le sue croci con fede, dolcezza e forza d’animo.

Nel 1963 le virtù di Marie Pauline Jaricot sono proclamate eroiche: è venerabile. Attualmente è in corso il processo canonico per la Beatificazione.


Missionari come Marie Pauline Jaricot