Page 1

Erica Sini - Ilaria Valerie Veronica Meli

altà perché: Co Compiti mPiTi re rea di

• l’apprendimento è stimolato dal bisogno di “fare”; • si comprende e si apprende meglio se uno scopo viene percepito come reale; • presentano situazioni da affrontare non solo individualmente ma anche in coppia o in gruppo.

Italiano

dalla 1 alla 5 a

a

Allegato omaggio a Italiano più e Matematica più

Co Compiti mPiTi l rea tà di

Matematica

dalla 1a alla 5a

www.raffaellodigitale.it www.grupporaffaello.it

Con: • Attività individuali e di gruppo • Traguardi di competenza • Autovalutazione • Rubriche valutative

1

ITALIANO


Coordinamento redazionale: Corrado Cartuccia Grafica e impaginazione: Ilaria Piancatelli, Marco Mancini Illustrazioni: Alessandra Maggioni Copertina: Ilaria Piancatelli Referenze fotografiche: Archivio fotografico Gruppo Ed. Raffaello, Thinkstock, Istockphoto Stampa: Gruppo Editoriale Raffaello

Per esigenze didattiche i testi sono stati ridotti e/o adattati. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti. Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa con qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotocopia, microfilm e memorizzazione elettronica, se non espressamente autorizzata dall’Editore. Questo testo tiene conto del codice di autoregolamentazione Polite (Pari Opportunità Libri di Testo), per la formazione di una cultura delle pari opportunità e del rispetto delle differenze. © 2018 Raffaello Libri S.p.A. Via dell’Industria, 21 60037 - Monte San Vito (AN) www.grupporaffaello.it - info@grupporaffaello.it Ristampa: 5 4 3 2 1 0

2023 2022 2021 2020 2019 2018


Co Compiti mPiTi l rea tà di

1 2 3

BENVENUTO TRA NOI! . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3 TUTTO IN ORDINE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8 INVITO A TEATRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

RUBRICHE VALUTATIVE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16

1

ITALIANO


Introduzione

La scuola di oggi è necessariamente chiamata ad essere di qualità poiché deve essere in grado di stare al passo con i frenetici cambiamenti di ogni giorno. Per raggiungere e mantenere questa connotazione, la scuola deve fornire gli strumenti necessari per pensare, agire ed essere. Come si traduce questo nella pratica didattica? La parola chiave è competenza. Occorre rendere i nostri alunni competenti, ovvero in grado di affrontare i contesti della vita reale in maniera autonoma e funzionale, nonché mettere in campo le conoscenze e le abilità acquisite a scuola. Per ottenere questi risultati bisogna superare la classica trasmissione del sapere attraverso lezioni frontali e pressoché unilaterali. È necessario diminuire la distanza fra gli studenti e il mondo scuola. Questa distanza è spiegata molto bene da Jonassen: “Nelle scuole (…) l’apprendimento è basato sui contenuti, è fortemente organizzato e strutturato da regole e formalismi astratti (…) ma nella vita reale l’apprendimento è basato su attività, non contenuti. L’apprendimento è situato nei problemi che le persone stanno cercando di risolvere e le tematiche da apprendere emergono da quei problemi”. Emerge quindi la necessità di modificare il metodo. Partire dalla realtà, e non dalle discipline, per stimolare un apprendimento significativo così da rendere l’alunno in grado di dare un senso a ciò che apprende e utilizzarlo per risolvere problemi in contesti differenti. In quest’ottica l’insegnante lavora per portare i bambini a sviluppare un pensiero flessibile e quindi riflessivo, basato su un processo attivo che richiede un esame, una ricerca, una precisa indagine personale basata sull’autonomia e progettualità del singolo. La risposta a tutto questo? I compiti di realtà. Perché: • l’apprendimento è stimolato dal bisogno di “fare”; • gli studenti non possono comprendere qualcosa senza sperimentarlo; • ogni essere umano comprende e apprende meglio se impegnato in attività con uno scopo percepito come reale.

2


1

BENVENUTO T R A N O I!

Compito autentico Costruire un alfabetiere.

Compito da svolgere Nei prossimi giorni arriverà nella nostra classe un nuovo compagno: Adrian. Viene da Mosca e non conosce la nostra lingua. Per accoglierlo al meglio, la maestra ci ha proposto di costruire un alfabetiere apposta per lui, così potrà imparare la nostra lingua più facilmente e sentirsi maggiormente accolto. Co mp et en ze at tiv at e:

• comunicazione nella madrelingua; • competenze sociali e civiche; • competenze digitali; • spirito di iniziativa ed imprenditorialità.

Trag uard i di com pete nza

disc iplin are:

• avere una padronanza della lingua italiana tale da consentire di raccontare le proprie esperienze; • rispettare le regole condivise e collaborare con gli altri; • usare le tecnologie per ricercare dati e informazioni; • dimostrare originalità e spirito d’iniziativa. 3


1

Data: ...........................

Mettiamoci al lavoro

1- DA SOLO - COMPLETA L’ORDINE DELL’ALFABETO.

2- A COPPIE - OGNI COPPIA SCRIVERÀ UNA LETTERA IN STAMPATELLO SU DI UN CARTONCINO RIGIDO, ACCANTO SCRIVERÀ UNA PAROLA CHE INIZI CON LA STESSA LETTERA E POI FARÀ IL DISEGNO. SEGUITE L’ESEMPIO!

A 4


Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

1

ARCOBALENO

3- I NSIEME - ORA POTETE INVENTARE UNA FILASTROCCA CON LE LETTERE DELL’ALFABETO DA RECITARE AL NUOVO COMPAGNO. OSSERVATE E CONTINUATE VOI… POI TRASCRIVETELA SU UN FOGLIO A4.

A COME APE B COME BALENA C .................................... D .................................... E .................................... F .................................... G .................................... H .................................... I .................................... L .................................... M ....................................

N .................................... O .................................... P .................................... Q .................................... R .................................... S .................................... T .................................... U .................................... V .................................... Z ....................................

5


1

Data: ...........................

Mettiamoci al lavoro

4- DA SOLO - LA MAESTRA CHIEDE A OGNI ALUNNO DI DESCRIVERSI IN POCHE RIGHE, PER AIUTARE IL NUOVO COMPAGNO A CONOSCERVI PIÙ IN FRETTA. AIUTATI COMPLETANDO LO SCHEMA E POI RICOPIALO SU UN FOGLIETTO. CIAO ADRIAN, IO MI CHIAMO ............................................. HO ..................... ANNI E VIVO A ............................................. MI PIACE ...................................................................................... E IL MIO COLORE PREFERITO È ...........................................! BENVENUTO TRA NOI!

5- DA SOLO - ORA È TUTTO PRONTO PER ACCOGLIERE ADRIAN! SAREBBE BELLO FARE ANCORA DUE COSE: - RICERCATE SULLA CARTINA QUI IN BASSO L’ITALIA E LA RUSSIA, POI CERCHIATELE; - SONO VICINE O DISTANTI? .......................................................

6


Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

1

6- DA SOLO - ESERCITATI SU COME SI SCRIVE IL NOME “ADRIAN” CON L’ALFABETO CHE USANO IN RUSSIA. QUESTO ALFABETO NON È UGUALE AL NOSTRO E SI CHIAMA CIRILLICO. Aa

Bb

Vv

Gg

Dd

Ee

Zz

Ii

Jj

Kk

Ll

Mm

Nn

Oo

Pp

Rr

Ss

Tt

IN MAIUSCOLO

Uu

Ff

Yy

IN MINUSCOLO

7- IN GRUPPO - ORA SCRIVETELO SU UN FOGLIO GRANDE. Au to va lu ta zio ne

COME HO LAVORATO?

Cerchia come ti sentivi mentre lavoravi.

DIARIO DI BORDO

Ti è piaciuto questo compito? Sì No Hai avuto difficoltà? Sì No A volte Hai collaborato con i tuoi compagni? Sì No Ti sei divertito a progettare l’alfabetiere? Sì No Così così 7


2

T U T T O IN O R D IN E

Compito autentico Riordinare cronologicamente e in base alla tipologia dei brevi messaggi.

Compito da svolgere La nonna di Ilaria ha una settimana piena di impegni. Si segna perciò tutto nella sua agenda. Ma il suo cane giocando le ha strappato le pagine. Aiuta la nonna a ricomporre i biglietti. Co mp et en ze at tiv at e:

• c omunicazione nella madrelingua; • imparare ad imparare; • s pirito di iniziativa ed imprenditorialità.

8

Trag uard i di com pete nza

disc iplin are:

• avere una padronanza della lingua italiana per raccontare le proprie esperienze e adottare un registro linguistico appropriato alle diverse situazioni; • possedere un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed essere in grado di ricercare ed organizzare nuove informazioni; • dimostrare originalità e spirito d’iniziativa; essere in grado di realizzare semplici progetti.


Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

2

1- D A SOLO - COLLEGA I BIGLIETTI STRAPPATI DAL CANE IN MODO CORRETTO. MERCOLEDÌ AL MATTINO VADO DAL DENTISTA E DI POMERIGGIO SPESA SABATO CI SARÀ LA FESTA DI FINE ANNO DI ILARIA: DEVO RICORDARMI DI FARE

UNA TORTA

ILARIA

AL SUPERMERCATO MARTEDÌ MATTINA VADO IN PALESTRA E AL POMERIGGIO DEVO ANDARE A PRENDERE

2- D A SOLO - ORA AIUTA LA NONNA A RIORDINARE I SUOI PROMEMORIA. Martedì: al mattino devo andare ....................................................... e al pomeriggio ....................................................... a scuola. Mercoledì: di mattina vado dal .............................................................. e poi di ................................................. a fare la ...................................... al ....................................................... Sabato: hanno organizzato la ................................................................. a scuola di .................................................................... Voglio preparare una ........................................................ 9


2

Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

3- DA SOLO - QUALE SARÀ IL BIGLIETTO CHE LA NONNA HA SCRITTO PER RICORDARSI GLI INGREDIENTI DA COMPRARE PER FARE LA TORTA? CERCHIALO.

MELANZANE ZUCCHINE SALE PEPE INSALATA

ROSMARINO POLLO ZUCCHERO UOVA PESCE

FARINA PISELLI INSALATA PEPERONCINO OLIO

UOVA FARINA MELE CIOCCOLATO ZUCCHERO

FAGIOLI PISELLI POMODORI MIELE PEPERONI

CAROTE POLLO PEPE ZUCCHERO TAGLIATELLE

4- D A SOLO - LA MAMMA HA SAPUTO CHE SEI STATO MOLTO BRAVO AD AIUTARE LA NONNA A RICOMPORRE I SUOI BIGLIETTI; PER QUESTO TI CHIEDE DI RIORDINARE IN UN UNICO FOGLIO I SUOI IMPEGNI DELLA SETTIMANA PROSSIMA. 10


Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

2

5- DA SOLO - INSERISCI PRIMA I DATI NELLA TABELLA. martedì pomeriggio: comprare il regalo a Viviana; giovedì mattina: esami del sangue; martedì mattina: visita dal logopedista per Giacomo; venerdì pomeriggio: spesa; venerdì mattina: estetista; mercoledì pomeriggio: corso di aggiornamento. Mattina

Pomeriggio

Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Roberta, una sua cara amica, ha invitato la mamma un pomeriggio a casa sua. Ora che hai sistemato nella tabella tutti gli impegni della mamma, in quale giorno potrebbe andare da lei? ............................................................................ Au to va lu ta zio ne

COME HO LAVORATO?

Cerchia come ti sentivi mentre lavoravi.

DIARIO DI BORDO

Ti è piaciuto questo compito? Sì No A volte Sei riuscito a riordinare i promemoria? Sì No A volte Hai avuto difficoltà? Sì No A volte

11


3

IN V IT O A TEATRO

Compito autentico Preparare un invito per la recita di fine anno.

Compito da svolgere La classe prima vuole invitare genitori e nonni alla recita “Un anno speciale”. Create un invito, su cartoncino, indicando tutte le informazioni necessarie. Co mp et en ze at tiv at e:

• c omunicazione nella madrelingua; • imparare ad imparare; • c onsapevolezza ed espressione culturale; • s pirito di iniziativa e imprenditorialità; • c ompetenze sociali e civiche.

12

Trag uard i di com pete nza

disc iplin are:

• partecipare a una conversazione su argomenti noti e intervenire in modo adeguato alla situazione; • leggere e comprendere semplici testi e ricavarne informazioni utili; • scrivere testi di diverso tipo, chiari e coerenti; • rispettare le regole condivise, chiedere aiuto quando ci si trova in difficoltà e saper fornire aiuto a chi lo chiede; • avere cura degli altri e dell’ambiente come presupposto di un sano e corretto stile di vita; • orientarsi nello spazio e nel tempo.


Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

3

1- I NSIEME - SCRIVIAMO ALLA LIM TUTTE LE INFORMAZIONI RIGUARDANTI LA RECITA.

VENERDÌ 9 GIUGNO 2017 ORE 17:30 TEATRO DEI BAMBINI CLASSE 1^A RECITA: “UN ANNO SPECIALE”

2- D A SOLO - ORA RICOPIA TUTTO SUL QUADERNO. 3- I NSIEME - PROGETTATE IL VOSTRO BIGLIETTO DI INVITO, ELENCANDO IL MATERIALE CHE VI SERVIRÀ PER REALIZZARLO; ATTENTI AGLI INTRUSI!

Materiale occorrente: FORBICI - COLLA - AGO PENNARELLI - MATITA - DIARIO - • ................................................. • ................................................. GOMMA - BICCHIERE • ................................................. • ................................................. • .................................................

13


3

Data: ...........................

Mettiamoci al lavoro

4- D A SOLO - ORA PUOI PREPARARE IL BIGLIETTO DI INVITO PER GENITORI E NONNI SU UN CARTONCINO, SEGUENDO LA TRACCIA.

CARI GENITORI, CARI NONNI, IL GIORNO ....................................... ALLE ORE ......................................... SIETE INVITATI ALLA .............................................. DELLA CLASSE ....................................... CHE SI TERRÀ NEL ..................................................

5- D A SOLO - DOPO AVER COMPLETATO IL BIGLIETTO D’INVITO, ASSOCIA LE FRASI CON LE PAROLE NEL BOX. CARI GENITORI E PARENTI LUOGO IL GIORNO 9 GIUGNO 2017 ALLE ORE 17,30 SIETE INVITATI ALLA RECITA “UN ANNO SPECIALE” DELLA CLASSE 1a A DEI BAMBINI DELLA SCUOLA PRIMARIA CHE SI TERRÀ NEL TEATRO 14

ORA DATA INVITATI ATTORI INVITO A...


Mettiamoci al lavoro

Data: ...........................

3

6- A GRUPPI - PREPARATE UN DISEGNO E DELLE DECORAZIONI PER ABBELLIRE L’INVITO.

7- I NSIEME - INVENTATE UNA FRASE SPECIALE PER PUBBLICIZZARE L’INVITO E INCURIOSIRE GLI SPETTATORI! ................................................................................................................................ ................................................................................................................................ Au to va lu ta zio ne

COME HO LAVORATO?

Cerchia come ti sentivi mentre lavoravi.

DIARIO DI BORDO

Hai raccolto tutte le informazioni necessarie per realizzare l’invito? Sì No Sei andato d’accordo con i tuoi compagni? Sì No A volte Ci sono stati momenti di confusione? Sì No A volte Sei soddisfatto del lavoro svolto? Sì No Così così 15


RUBRICHE VALUTATIVE PER IL DOCENTE

Benvenuto tra noi! Nome: ..................................................................... Classe: ................... Data: ............................ Traguardo di competenza

Competenza richiesta

Livello

Avere una padronanza della lingua italiana tale da consentire di raccontare le proprie esperienze.

Comunicazione nella madrelingua.

A B C D

Rispettare le regole condivise e collaborare con gli altri.

Competenze sociali e civiche.

A B C D

Usare le tecnologie per ricercare dati e informazioni.

Competenze digitali.

A B C D

Dimostrare originalità e spirito d’iniziativa.

Competenze sociali e civiche.

A B C D

Rispetta le regole condivise, chiede aiuto quando si trova in difficoltà e sa fornire aiuto a chi lo chiede. Ha cura degli altri e dell’ambiente come presupposto di un sano e corretto stile di vita.

Spirito di iniziativa e imprenditorialità.

A B C D

A= Avanzato B= Intermedio C= Base D= Iniziale

Tutto in ordine Nome: ..................................................................... Classe: ................... Data: ............................ Traguardo di competenza

Competenza richiesta

Livello

Avere una padronanza della lingua italiana tale da consentire di raccontare le proprie esperienze.

Comunicazione nella madrelingua.

A B C D

Possedere un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed essere in grado di ricercare ed organizzare nuove informazioni.

Imparare ad imparare.

A B C D

Dimostrare originalità e spirito d’iniziativa; essere in grado di progettare semplici progetti.

Spirito di iniziativa e imprenditorialità.

A B C D

A= Avanzato B= Intermedio C= Base D= Iniziale

Invito a teatro Nome: ..................................................................... Classe: ................... Data: ............................ Traguardo di competenza

16

Competenza richiesta

Livello

Leggere e comprendere testi di diverso tipo.

Comunicazione nella madrelingua.

A B C D

Partecipare a una conversazione su argomenti noti e intervenire in modo adeguato alla situazione.

Imparare ad imparare.

A B C D

Si orienta nello spazio e nel tempo.

Imparare ad imparare.

A B C D

A= Avanzato B= Intermedio C= Base D= Iniziale


Coordinamento redazionale: Corrado Cartuccia Grafica e impaginazione: Ilaria Piancatelli, Marco Mancini Illustrazioni: Alessandra Maggioni Copertina: Ilaria Piancatelli Referenze fotografiche: Archivio fotografico Gruppo Ed. Raffaello, Thinkstock, Istockphoto Stampa: Gruppo Editoriale Raffaello

Per esigenze didattiche i testi sono stati ridotti e/o adattati. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti. Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa con qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotocopia, microfilm e memorizzazione elettronica, se non espressamente autorizzata dall’Editore. Questo testo tiene conto del codice di autoregolamentazione Polite (Pari Opportunità Libri di Testo), per la formazione di una cultura delle pari opportunità e del rispetto delle differenze. © 2018 Raffaello Libri S.p.A. Via dell’Industria, 21 60037 - Monte San Vito (AN) www.grupporaffaello.it - info@grupporaffaello.it Ristampa: 5 4 3 2 1 0

2023 2022 2021 2020 2019 2018


Erica Sini - Ilaria Valerie Veronica Meli

altà perché: Co Compiti mPiTi re rea di

• l’apprendimento è stimolato dal bisogno di “fare”; • si comprende e si apprende meglio se uno scopo viene percepito come reale; • presentano situazioni da affrontare non solo individualmente ma anche in coppia o in gruppo.

Italiano

dalla 1 alla 5 a

a

Allegato omaggio a Italiano più e Matematica più

Co Compiti mPiTi l rea tà di

Matematica

dalla 1a alla 5a

www.raffaellodigitale.it www.grupporaffaello.it

Con: • Attività individuali e di gruppo • Traguardi di competenza • Autovalutazione • Rubriche valutative

1

ITALIANO