Issuu on Google+

Resistenze ** Resistenze Raffaele Niro

*

]

Raffaele Niro


Raffaele Niro, 2o1o www.raffaeleniro.eu la presente opera – salvo dove diversamente specificato – è rilasciata nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione – Non Commerciale – CondividiAlloStessoModo 2.5 Ultima modifica 4.4 effettuata il 2o.o9.2o1o - ore 12.46 L'autore difende la gratuità del prestito bibliotecario ed è contrario a norme o direttive che, monetizzando tale servizio, limitino l'accesso alla cultura. L'autore acquista libri solo dai librai indipendenti. Impaginato con software open source openoffice.org Fonts usati: Adler, Mia's Scribblings, Jose Fernandez Hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto: Neala Antinori, Rossana Chiarelli, Dimitri Fulignati, Michele Presutto, Francesca Rizzi. Lo schermo nero richiede meno energia. Il risparmio energetico può essere quantificato su schermi CRT per oltre il 20% e per gli schermi LCD fra il 2% ed il 3%. Anche un solo watt al giorno risparmiato da ogni utente potrebbe far dismettere svariate centrali elettriche. Ogni pagina stampata costa dai 2 ai 6 centesimi di euro. Queste pagine conservale in formato elettronico. Potrai consultarle ogni volta che vorrai. Ne risparmierai tu e ne guadagnerà l'ambiente. Il progetto è dedicato a:

ed al

Resistenze * raffaeleniro.eu

2


SPIEGAZIONE PERENTORIA Resistenze * raffaeleniro.eu

3


“Spiegazione perentoria” Pablo Neruda, “incitamento al nixonicidio e elogio della rivoluzione cilena” “Ho cercato di farle capire, ma testarda non vuole ascoltare. PENSARE GLOBALE AGIRE LOCALE non è uno slogan, ma una sfida vitale. Oggi Contessa ha cambiato sistema, si muove fra i conti cifrati ha lobby potenti ed amici importanti e la sua arma più forte è comprarti”. Modena City Ramblers, “dolce rivoluzionaria” Sono figlio della cultura occidentale, seppur strizzi l'occhio a quella orientale. Sono un pezzo di mediterraneo. Ad ovest c'è il capitalismo, ad est il traffico di migranti, a sud le mafie, a nord l'individualismo. Tutto attorno c'è molto egoismo, ma anche sacche di resistenza che custodiscono giustizia e libertà. E così, a quelli che vorrebbero me, e quelli come me, con due piedi in una scarpa, con la testa sotto la sabbia. A quelli che vedono me, e quelli come me, in una gabbia seppur le sbarre siano quelle della loro prigione. A quelli che si sentono meglio solo perché stare nel mucchio è più facile. A quelli che vogliono cambiare il mondo e poi posseggono maschere per ogni occasione. A quelli che partecipano alle manifestazioni antimafia e poi comprano cd pirata. A quelli che lavorano sedici ore al giorno e poi si fanno di cocaina. A quelli che “oh, bello, ma mamma non vuole”. A quelli che sono sempre in viaggio, ma hanno la fantasia ferma al palo. A quelli che sono amici di tutti. A quelli che una botta al cerchio e una alla botte. Dico... segna pure il mio nome sulla lista della spesa. Non ti accontentare delle imitazioni. Infila le tue scarpe più comode e vienimi a cercare in questo grande supermercato che è il mondo. La corsia non può che essere di emergenza. Il sorpasso è un film che ha fatto storia, ma ora la storia è cambiata. Lo scaffale, per una volta, non è quello dei libri. Dovresti sapere dove cercarmi. Dovresti sapere come trovarmi. Sono nel cestello degli invenduti perché sprovvisto di un codice a barre. Sotto il peso di quelli che non si sono venduti mai, la mia coscienza ha irrobustito le ossa. Puoi prendermi a calci tanto mi rialzo. Ho il cuore idealizzato, io. Puoi farmi girare sulle tette delle tue fotomodelle tanto non s!vengo. Ho il cazzo innamorato, io. Se penso a quelli che l’identità l'affittano al prezzo di uno stipendio a fine mese, mi vengono in mente la politica clientelare, il voto di scambio e le licenze edilizie a buon mercato. Mi vieni in mente tu, eletto in una una repubblica parlamentare che vuoi abolire. A chi hai venduta la tua anima?! Ti manca, dì la verità! Segna pure il mio nome sulla lista della spesa. Tanto non mi compri. Segna pure con il tridente della tua squadra di calcio. Tanto non mi batti. Segna pure il mio nome sulle copertine dei tuoi libri. Tanto non mi leggi. Non ho un prezzo. Ho un valore che costa libertà. Mentre a quelli come me dico: “resistere, resistere, resistere!”.

Raffaele Niro

Resistenze * raffaeleniro.eu

4


NOTE TECNICHE Resistenze * raffaeleniro.eu

5


Le quattordici poesie contenute in questo progetto – faccio fatica a chiamarlo libro – sono state scritte tra marzo 2008 e agosto 2010 e chiudono un ciclo che si è aperto con “Le carte. 2007-2008”, passando da “Game’s lover” a “Cartacanta”. “Arcipelago” e “chiavi a stella” sono il frutto dei donatori di parole, ossia un modo semi-interattivo di fare poesia che coinvolge alcune persone le quali di volta in volta mi donano una manciata di parole che utilizzo, quasi da artigiano, per dare forma ad un’idea. “Errare” è la seconda parte di una ricerca tra poesia prosastica e prosa poetica. Esiste anche una quindicesima poesia (“da me a terra”), che sarà pubblicata nell’Antologia “Il segreto delle fragole 2011 – poetico diario” edita da Lietocolle e curata, in occasione del 25° anniversario di attività, personalmente dall’Editore Michelangelo Camelliti. L'idea di liberare le parole con un font handwriting è solo mossa dalla voglia di non dimenticare il valore del gesto della scrittura. Il bianco contiene tutti i colori dello spettro elettromagnetico. Il rosso e il nero sono i colori dell'anarchia. Il verde è il colore dell'inchiostro della mini-biro che porto sempre con me. La poesia in Italia vive uno strano destino o, per meglio dire, è un grande mistero. A sentire gli editori sembrerebbe che ci siano più scrittori di poesia che lettori di poesia, motivo per cui l’editoria a pagamento è diventata quasi una prassi, con le sempre dovute rare eccezioni. A sentire gli osservatori sembrerebbe, invece, che gli italiani siano anche grandi lettori di poesia, ma che ne fruiscano gratuitamente attraverso i numerosi portali, siti e blogs presenti in internet. Per questo motivo, oltre a sperimentare sempre nuove forme poetiche, da diverso tempo provo a sperimentare anche nuove forme di distribuzione della poesia. “Le carte. 2007-2008” è stato prodotto e distribuito attraverso il più grande editore mondiale print on demand (Lulu.com), “Game’s lover” attraverso LettoriEditori del Rhymers’ Club che utilizza, in sostanza, il principio delle produzioni dal basso, mentre “Cartacanta” è stato prodotto e distribuito da un editore tradizionale (Di Salvo Ed.) che, a onor del vero, non mi ha chiesto un centesimo e mi ha lasciato piena libertà di espressione. “Resistenze”, invece, seguendo l’insegnamento del Maestro Roberto Roversi (scrittore, poeta, paroliere, libraio ed ex direttore di Lotta Continua), che attorno alla metà degli anni settanta ha smesso di pubblicare con grandi editori limitandosi esclusivamente a fogli fotocopiati distribuiti gratuitamente, e approfittando delle nuove tecnologie, sarà distribuito attraverso le caselle di posta elettronica ed i server di coloro che gradiranno e che vorranno condividere con amici, parenti e utenti quello che è il frutto del mio mestiere di mettere in fila le parole.

Purtroppo, fino a quando il mondo dell'editoria sarà in mano a persone che mettono i nostri titoli nelle loro borse, autori e librai indipendenti saranno costretti a farsi questa guerra tra poveri. Raffaele Niro

Resistenze * raffaeleniro.eu

6


LA MAPPA DI KARNAUGH metodo di rappresentazione di sintesi di reti combinatorie Resistenze * raffaeleniro.eu

7


A me interessa molto il segno in tutti i suoi aspetti, quindi, il valore, magari, visivo della sillaba e allora lo spostamento. Anche se non ho mai fatto, a rigore, poesia visiva; infatti quello è un ambito completamente diverso, che so, ad esempio quelle ricerche di Pozzi, la parola dipinta, mi sembravano straordinarie per me… queste specie di giochi sulla pagina… e quindi fino all’anagramma. Per me è una delle cose più appassionanti. (Valerio Magrelli alla redazione di Videor http://www.youtube.com/watch? v=uTnJdMm1f-g) ...poi ci sono quelli che sanno ciò che fanno, ma non possono ciò che vogliono e quelli che fanno ciò che non possono (o non devono). Questi ultimi io chiamo "poeti". (Paola De Benedectis – status di facebook del 26.08.2010) Mettersi in gioco a ogni singola parola, con quelle coerenze mitiche e vertiginose che solo dopo 50 anni possono capire in più di dieci. (Aldo Nove, conversando con R. su facebook) Oggi la poesia è un movimento clandestino di resistenza. (Maria Luisa Spaziani, da “Le voci della scrittura”, lungometraggio di Giorgio Weiss - http://www.youtube.com/watch?v=-_g0iTx_y-o) Quando un uomo che scrive cerca il senso del proprio lavoro, la ragione delle cose che fa, allora sente il ‘possibile’, il ‘probabile’, il ‘relativo’ come una soglia fra la sopravvivenza e la morte. Scrivere vuol dire trovare, scegliere, combinare, accostare, liberare le parole. Scrivere non è un gioco di prestigio, bensì (secondo un proverbio turco ricordato da Orhan Pamuk) “scavare un pozzo con un ago”, e portare, con ostinazione e pazienza, alla luce un ricordo, un’immagine, un sogno, una storia. Ma non è ancora poesia, è necessario un seme. Gettato dentro non si sa quando, il seme comincia un giorno a germogliare e a crescere, conquistando la luce, resistendo alle correnti, al vento e al sole, prendendo coscienza della sua necessaria metamorfosi, con le radici che affondano nella terra, nell’aldiqua. La forza della poesia è in questa ‘religiosità’ orizzontale della parola. Religiosità come coscienza della sua libertà e essenza di verità. Anche della più dura verità, che è la coscienza dell’errore. (Salvatore Ritrovato in “La differenza della poesia”, Ed. puntoacapo, 2009) La scrittura felice è la scrittura liberata. (Roland Barthes in "Variazioni sulla scrittura", ed. Einaudi, 1999)

Resistenze * raffaeleniro.eu

8


FILO CONDUTTORE 0<R<+∞ Resistenze * raffaeleniro.eu

9


FIUMANA scorro con gli occhi, prima, con le dita, poi, ogni nuovo lemma dell'enciclopedia umana nel tentativo di passare dal leggere al sentire la sua voce nella mia foce esistenziale

Resistenze * raffaeleniro.eu

10


ARCIPELAGO isola Annarita R. bambini sfuggono alle mani delle madri e nel cercare tesori di conchiglie circumnavigano una scarpa un’isola disabitata arrivata fino alle sponde del nostro [quotidiano in seguito alla deriva dei continenti umani

isola Barbara F. la zolla africana è scivolata da tempo sotto la crosta europea ogni tanto un terremoto di disperazione fa dei morti di viaggio pane di cifre sempre troppo lontane dalle soluzioni

isola Valentina N. nell’isolitudine della proprietà privata decretiamo il reato di desiderare una vita migliore Resistenze * raffaeleniro.eu

11


appellandoci al diritto di prelazione dettato dalla casualità della nascita

isola Rossella C. accogliamo nelle lenti a contatto usa e getta gli sguardi disboscati dalle montagne dei diritti civili falciati dalla valanga dell’indifferenza nei bagni alla sera sepolti nei sacchetti della spazzatura

isola Giuseppe L. costa fatica trovare parole che nascondano le lacrime nel sudore sollevare pesi e farne misure rappresentare libertà calcolare [uguaglianza costruire fratellanza

isola Irene Ester L. l’homme sans frontières verse nos péchés dans les nuages, Resistenze * raffaeleniro.eu

12


mais nous avons parapluies pour chaque occasion.

isola Antonella T. voltiamo le carte d’identità in soggiorni temporanei d’impresa capaci di trasformare vite umane in nebbiosa burocrazia

isola Lucia C. logorati da un presente privo di semplicità il nostro futuro è limitato dalla carenza di ricordi

isola Donatella D. dal Messico alle Canarie dall’Africa all’Asia all’Italia metti i semi della straccia braghe quelli viaggiano senza passaporto in questa salsapariglia Resistenze * raffaeleniro.eu

13


isola Ida M. i semi non sono altro che la sintesi del passato tutta la memoria possibile e necessaria per diventare futuro e viaggiare, magari a bordo del grecale, oltre un qualsiasi confine

isola Margot Simpson evoluti non riusciamo a sedare lâ&#x20AC;&#x2122;istinto primitivo con la civiltĂ 

isola Viki R. seppur capaci del sorriso non siamo in grado dâ&#x20AC;&#x2122;interpretarlo

isola Lucio T. perchĂŠ tutti i codici della storia la nostra vera eureka li abbiamo resi semplici parametri per le nostre politiche di espansione Resistenze * raffaeleniro.eu

14


e di conservazione

isola Fattoria Didattica Fiorentino ogni pietra, monile della terra, è trasformata in muro ogni muro una chianca amara dove lasciarci la testa

isola Marina N. abbiamo il limite di mettere limiti ovunque soprattutto alla felicità degli altri

isola Luca P. il nostro luogo comune è un corno d’Africa eburneo souvenir di quindici giorni tutto compreso il safari

Resistenze * raffaeleniro.eu

15


isola Paolo C. come questo viaggio stocastico tra la mia coscienza e le verità che moltiplicate come i profitti di borsa

isola Annarita C. ma tanto anch’io ambisco alla copertina di Life cosa credete

isola Daniela C. come se non sapessi già che l’ermeneuta del nipote dei miei nipoti studierà la mia storia sulle parole crociate

Resistenze * raffaeleniro.eu

16


CHIAVI A STELLA I – stella Massimiliano R. pasta di sogno calda di pane, creme nelle vene del giorno storno di ore, minuti monili pregiati arati i campi la morbida terra modella d’arazzi filati nell’orbita madre stellare

II – stella Maura R. lungo la strada vacilla, l’umore accampa pretese, condizioni, le rese dei resti maldestri, spiccioli riporti accorti delle mancanze d’amore Resistenze * raffaeleniro.eu

17


aorte vuote sulla soglia sonaglia la voglia

III – stella Jo A. a leghe lontane il padre incide “ad majora” E la malora recide il cordone ombelicale alla luce invernale quando il seme dorme e fa orme nella fantasia del risveglio

IV – Francesca G. la flotta sotto coperta è allerta Resistenze * raffaeleniro.eu

18


V – stella Alice C. chi non si vede è la minaccia bonaccia banalità del male che sale, le scale ma resta un mistero buio nero paura sotto le scarpe museruola alle arpe divise da smarrimento del momento, l’attimo, il tempo a ritmo d’aurora

VI – stella Elisa R. sfigmomanometro da combattimento un metro, di vetro? sento traslucido è il pianto lamento sfinimento che arriva lento Resistenze * raffaeleniro.eu

19


VII – stella Ilaria B. accorcia la deriva la curva la stiva ormai vuota della fisica e di quei varchi di frontiera dove si nasconde l’eterno smarrimento

VIII – stella Alessia D. rema la rima fino alla stima asola sbottonata scapigliata per il resto, poi incantamento sulla scogliera corallina dell’essere

IX – stella Daniele P. il raffreddore stellare genera una supernova Resistenze * raffaeleniro.eu

20


che dura la lettura di queste parole

X â&#x20AC;&#x201C; stella Doriana Di G. riparte ancora chiuso nella sua parte lâ&#x20AC;&#x2122;universo in espansione incurante della teoria dei quanti sotto lâ&#x20AC;&#x2122;arco del sorriso i manti di preghiera dal belvedere limitato, umano della sera

XI â&#x20AC;&#x201C; stella Valeria Di C. sapere dove va a morire la voce per metterci una croce ripetitore che travalichi il concetto di fine perimetro, confine della vita Resistenze * raffaeleniro.eu

21


XII – stella Eliana D. El un po’ qua un po’ là il filo della memoria rammenda i buchi neri certi anfratti in cui i pensieri trovano la ragione di esistere accattivante religione del quieto vivere

XIII – stella Caterina A. l’ignoranza del prima di licenza l’impudenza dell’essere, avendo

XIV – stella Daniela V. equilibrio d’un vociare cianciare l’assoluto Resistenze * raffaeleniro.eu

22


ritagliandone una parte con l’arte d’amare il diverso è un verso difficile sperimentabile

XV – stella Marina N. copula la vita il verbo è desueto

XVI – stella Rob Sa i soggetti fingono a se stessi i complementi vanno in ordine sparso arrancano amplessi ed un sentimento sperso la logica va in analisi le parole sono fumo negli occhi questa cerimonia è un funerale Resistenze * raffaeleniro.eu

23


XVII – stella Primiano L. è una questione di abissi eclissi dietro una luna di cioccolato crudo sdrucciolato di un discorso snocciolato a rate, per gnomi e fate

XVIII – stella Angelo V. poi, durante un temporale, arrivano due lacrime che si confondono con il sudore arriva l’amore vestito di quattro stracci che se non fosse per la malinconia patirebbe il freddo la lontananza avvicina la dissolvenza

Resistenze * raffaeleniro.eu

24


XIX – stella Antonio P. un flauto traverso ed un violino sono stati creati prima del mondo questo è scritto sui cartelli stradali all’ingresso di Utopia la città dei poeti randagi che annusano il sedere alla luna

XX – stella Fabiola M. parole oranti sanno e cantano e pregano nella donna è custodita la carta dell’universo agli uomini resta il labirinto [della filosofia ed un cacciavite

Resistenze * raffaeleniro.eu

25


CIRCUITO Dove R è la resistenza del circuito Resistenze * raffaeleniro.eu

26


QUAQUARAQUA’ La verità è che la madre di Abele ha partorito Caino ed io sono il loro aguzzino La verità è che la luce del sole genera ombra ed io sono quello che sembra La verità è che ad ogni azione ostinata e contraria io sono parte rivoluzionaria La verità è che le sbarre di protezione sono le galere al mio senso di avere libertà di dire e di fare la cosa giusta in posizione un po' angusta La verità è che chi ti ama prende le distanze ed io sono rilevatore di presenze Resistenze * raffaeleniro.eu

27


La verità è che tutti per uno fa monarchia parlamentare ed io sono qui tanto per parlare La verità è che non c'è bianco che sia nero ed io sono grigio per davvero La verità è che gli scalpi dei nemici aggiungono valore al mio senso di avere libertà di dire e di fare la cosa sbagliata senza averla mai pagata La verità è che per essere bisogna apparire simile al comune sentire La verità è l'agnello sacrificale costi quel che costi nella macelleria dei giusti La verità Resistenze * raffaeleniro.eu

28


è che non ce n'é mai abbastanza ed io sono in crisi d'astinenza ... perché la verità è quella cosa taciuta quando dichiari di dire la verità nient'altro che la verità

Resistenze * raffaeleniro.eu

29


IL MERCATO DELLE RELIGIONI i salti delle rane istigano al suicidio le idee originali e questo proprio quando le istruzioni dâ&#x20AC;&#x2122;uso dei rosari approdano nei supermercati lâ&#x20AC;&#x2122;uomo ha bisogno di un dio ai distributori automatici e questo proprio quando gli scarafaggi iniziano a rosicchiare le punte dei piedi

Resistenze * raffaeleniro.eu

30


MOTO A LUOGO ho squarciato il cielo di notte per avere un anticipo di sole . . . . . . indicativamente sono passato prossimo ad un tempo futuro ora da un anno in qua sono lĂ  nello spazio probabilmente velocitĂ  perchĂŠ di punto in bianco mi sono trovato tra il semplice Resistenze * raffaeleniro.eu

31


e l'anteriore di un sogno . . . . . . campato in aria tratto in errore dall'idea umana del passo dell'universo

Resistenze * raffaeleniro.eu

32


CANCRO E CONTROCANCRO non sono panno da lavare con un lavaggio normale tantomeno lâ&#x20AC;&#x2122;ennesima offerta da centro commerciale

sono la voce del verbo essere sono tempo presente a latere sono in prima persona singolare a dondolare in una cella solare dalla mia mappa genetica ho abraso la data di scadenza dei sogni per questo estremo atto di libertĂ  mi hanno rinchiuso in un codice fiscale

sono sono sono sono

il risvolto di copertina lo spartito della mattina il bianco di un codice a barre in prigione dietro le sbarre

hanno provato ad ammaestrare i miei muscoli con aspartame filato hanno denutrito lâ&#x20AC;&#x2122;anima nei momenti di evasione derubricando la poesia

sono un alfabeto segreto sono una lingua amuleto Resistenze * raffaeleniro.eu

33


ho circumnavigato le lettere che formulano il mio nome e sono naufragato tra i fiordi della marca da bollo del verso

sono sono sono sono

uno zero in condotta un vento senza rotta una manciata di rime un verso che freme

ora rivolto la carta dâ&#x20AC;&#x2122;identitĂ  attraverso la via di fuga degli occhi la luce che intravedo in lontananza dovrebbe corrispondermi

a dondolare sullâ&#x20AC;&#x2122;arco del sorriso sono arrivato senza preavviso sono estasiato da tanta bellezza sono quel che sono con [naturalezza non sono un processo evolutivo [certificabile sono un indirizzo variabile

Resistenze * raffaeleniro.eu

34


PONTE DI BARCHE la coscienza ha preso alla lettera l'esplosione di rabbia di una nana bianca generando una supernova di tipo la le intelligenze arrancano a definire [la curva di luminosità dell'universo in accelerazione tant'é che i suoi spettri spiazzano l'infinito a volte le parole sono candele standard e provano a misurare la precisa [distanza dell'idea umana della verità da quel che è in certe circostanze la frequenza dell'onestà intellettuale è il moto relativo che genera [lo spostamento verso il rosso dato che nella luce visibile il rosso [è il colore con la frequenza più bassa la sincerità corre il rischio di diventare [un concetto ignoto disperso nell'energia oscura [non osservata direttamente dalla forza di gravità alla pari [della quintessenza non è certo un segreto che l'umanità Resistenze * raffaeleniro.eu

35


[è ridotta ad una serie di particelle elementari [isolate le une dalle altre che sfaldano l'ipotesi di una civiltà eterna perché quando s'ignora qualcosa questa non esiste ed è per questo che la poesia si fa ponte di barche tra gli uomini

Resistenze * raffaeleniro.eu

36


AVERE voce del verbo avere a modo mio tempo imperfetto prima persona singolare ad uso precario, ausiliare: ho rotto il sonno allâ&#x20AC;&#x2122;ape operaia in cassaintegrazione straordinaria ho divelto i cancelli della fabbrica assassina con i suoi stessi coltelli da cucina ho sottoscritto un accordo col sindacato che s'impegna a licenziare Ponzio Pilato ho usato il verbo avere ma in realtĂ  non ho niente di niente tranne gli occhi per vedere ed il mitra carico della mente

Resistenze * raffaeleniro.eu

37


EFFETTO JOULE Quando si dissipa energia sotto forma di calore Resistenze * raffaeleniro.eu

38


PUNTO giunti a questo punto nelle more della punteggiatura il nuovo capoverso recita tu sei prosa io sono poesia le tue veritĂ  sono bugie le mie bugie sono veritĂ  le parole sembrano le stesse tu sembri quel che non sei io non sembro quel che sono

Resistenze * raffaeleniro.eu

39


ERRARE (sbagliare) [poesia prosastica] *2/2* 

questo blues silenzioso di un errante trasforma l’inchiostro verde in inchiostro bianco ed ogni sua parola è saldatura di zinco  i punti in croce sono lacrime che lavano i ricordi e li fermano nella memoria al netto della tara dei sogni  il vento porterà in grembo la pelle morta e lo sperma in polvere degli slanci sterili  la calce viva della metrica chiuderà questo periodo  un giorno sulla nostra tomba porterò un fiore di carta della specie poesia 

Resistenze * raffaeleniro.eu

40


FONDI si formano radure ( in barba ai trattati sulla felicità e non vi cresce più parola

)

l’enunciazione è ferma ad un pronome privato di un verbo transitivo le stelle fulminate ***************** illuminano i coni d’ombra dei dubbi e non vi sono più certezze la speranza è ferma ad un sostantivo privato di un significato positivo aperto per inventario °*’°+.,_..;:#°’*° l’esercizio segna un avanzo di fantasia e non vi indica più la perdita la partita doppia è ferma ad una voce privata del comune modo indicativo

Resistenze * raffaeleniro.eu

41


TEOREMA DI FERMAT APPLICATO ALLE DERIVATE ASSENTI nell’incavo della mano ci sono ancora f virgole, quelle dita, congiunzioni, a scandire il tempo, imperfetto, che non riusciva a coniugarsi nel modo infinito (aperta parentesi della distanza tra i punti di vista sospesi… nella distanza fisica di una parentesi chiusa) da preposizione semplice solo col beneficio d’inventario di una lingua baciata si può giungere nella preposizione articolata intima e segreta di due soggetti sottointesi il decano dei verbi transitivi Resistenze * raffaeleniro.eu

42


ha miliardi di poemi scritti nelle note a margine del teorema di Fermat sui punti stazionali: ogni punto di estremo locale è un punto stazionario della funzione vitale quando la derivata prima si annulla in quel punto nonostante alcuni punti stazionari non siano punti estremi ma possono essere punti di flesso. analizzando la derivata seconda del plesso solare si dimostra il limite del rapporto incrementale: un punto debole: il vuoto alla fine di un periodo

Resistenze * raffaeleniro.eu

43


PANGEA

Resistenze * raffaeleniro.eu

44


ENERGIA Potenziale gravitazionale Resistenze * raffaeleniro.eu

45


Maria Grazia per aver sferzato un duro colpo al mio provincialismo. Aldo perché “osto della società civile c'è il pubblico della società dello spettacolo che voleva decostruire e invece ha Raff”. Giuseppe perchè ama la terra e le api. Nazario per la sua musica. Giulia per Tales from the forest of hope di Tom Baxter e quello che ha significato. Fabiola perché “tutto cambia”. Nicola per il suo cappello. Giana perché “ciao, io sono Giana”. Nico per aver messo a punto la mia coerenza e perché legge le favole a Chiara e Piergiorgio. Maria Teresa, Antonio e Rosalba per aver arricchito Lo Scrigno. Grazia Pia per avermi adottato. La famiglia di Mangrovie Edizioni ed in particolare la dolcissima Silvia. Lucia, “mostriciattola” e cuore pulsante dei Contastorie Project. Antonio, alias Joe Dolce, amico e guida delle mie incursioni radiofoniche sulle frequenze di Radio Europa. Gigi che mi ha reso attore riducendomi in mutande. Alessandra, che attrice lo è sul serio, con la quale ci alterniamo a portare parole nuove sulla tomba di Keats. Gigliola che ha tirato fuori il lato narciso del mio mestiere di mettere in fila le parole. Elena e le sue giovani amiche di Amnesty. Gli amici artisti di Ecstrarte. Patrizia, Matteo e Marta che mi hanno accolto nella loro casa come uno di famiglia e mi hanno regalato Lo Spasimo di notte. Pino bookbrother perché è portatore sano del segreto della letteratura. Michele perché come racconta la Storia lui non la racconta nessuno. Paolo perché mi ha dato ascolto una notte d’inverno. Claudio perché zitto zitto son sicuro che mi vuole un amore (poetico) rebelde. Salvatore, poeta e critico, che ama il sud più di quanto il sud ami se stesso. Sergio perché è stato il primo vero lettore di Cartacanta. Antonio che ha avuto il coraggio che a me ancora manca. I membri del Reverse.Lab per le sfide nuove. Enrico per aver scritto Il giovane Pazienza e per avermi “addomesticato”. Marina perché oltre ad essere mia sorella è la migliore compagna d’avventure che un folle possa ritrovarsi accanto. Dimitri, fratellamico e complice. Nina, anima bella, anima fragile. ArsMeteo.org che formula modelli matematici che determinano il “tempo” dell’arte utilizzando anche le mie alte e basse pressioni. Giada, la partigiana che odia gli indifferenti. Antonella che mi ha promesso che quando diventerà famosa si ricorderà di me. Irene che quando parla canta e quando scrive poeta. Chiara perché è semplicemente Chiara. Bruna che mi ha fatto innamorare di Roma. Anna che è capace di leggere anche quello che la scrittura nasconde. Michele, l’unico editore che è capace di pubblicare in 3D la poesia. Alessia, amica manager. Neala che si sta documentando sulla Singularity University of California fondata da Kurzweil. Mirko che mi ha trasmesso la passione per la fotografia. Francesca che sta imparando a raccontare la vita di Rosa Luxemburg con la LIS. Beppe che mette il cuore nell’acqua pubblica. Susanna, Ida, Isabella e gli altri amici di San Martino in Pensilis perché amano la poesia. Aldo per l'umiltà. Gli amici artisti di ArtistInCasa. Cristiano e gli amici di Emergency di Foggia. Gli altri *

Resistenze * raffaeleniro.eu

46


LEGGE DI OHM Gli elementi per i quali la legge è soddisfatta sono detti resistenze ideali o ohmiche Resistenze * raffaeleniro.eu

47


Raff ael e Ni ro nas ce a S an S evero il 05/ 06/ 1973. Ha pubbli cat o “C art ac ant a” (ed. Di S al vo, 2009, m enz i one d’onore P rem i o M ont ano 2010 P oes i a Edi t a), “Gam e’s l over” (ed. R h ym ers ’ Cl ub, 2009), “Le cart e 2007-2008” (ed. Lul u.com , 2008), “Vuot i a rendere. Poes i e s ost eni bi l i 2001-2006” (ed. R hym e rs ’ C l ub, 2006), “Evol uz i oni di un mot ore i n quat t ro t em pi ” (ed. Terram i a, 2001), “Appunt i di vi aggi o ” (ed. Terram i a, 1998), “Lapi s Em os t at i co” (ed. Terram i a, 1994), il raccont o “R es t ore Hope” in “R ondi ni e ronde. S cri t ti m i grant i per vol are al t o s ul raz z i sm o.” (ed. M angrovi e, 2010), da pi ù di due anni st a pubbli cando, a punt at e, il rom anz o “Fut uro IN TER IOR E” s ul free pres s “ Il C affè” (ed. Kom uni ca). È pres ent e in “ Le t t erat u ra del novecent o in P ugl i a. 1970- 2008” a cura del profes s ore E. C at al ano (ed. P rogedi t / Uni vers i t à di Bari ). At t ualm ent e è vi ce pres i dent e del l ’As s . C ult . R h ym ers ’ Cl ub, ani m at ore del gruppo di narraz i one C ont as t ori e P roj ect , curat ore del program m a radi ofoni co “ La l ocanda Al m ayer ” in onda s u R adi o Europa. Al cune s ue opere s ono pres ent i nel proget t o Ars M et eo.org. È uno degl i art i s t i che l ot t ano cont ro l a pri vat i zz az i one del l ’acqua (www.acqu abene com une.or g) . E' l 'aut or e del l ’om oni m o bl og www.ra ffa el eni ro.eu .

Resistenze * raffaeleniro.eu

48


GRANDEZZA FISICA SCALARE Misura la tendenza di un filo conduttore Resistenze * raffaeleniro.eu

49


ripartizione dei contenuti NOTE TECNICHE LA MAPPA DI KARNAUGH FILO CONDUTTORE 1) fiumana; 2) arcipelago; 3) chiavi a stella; CIRCUITO 4) QuaquaraquĂ ; 5) il mercato delle religioni; 6) moto a luogo; 7) cancro e controcancro; 8) ponte di barche; 9) avere; EFFETTO JOULE 10) punto; 11) errare (sbagliare) [poesia prosastica] *2/2*; 12) fondi; 13) teorema di Fermat applicato alle derivate assenti; 14) Pangea ENERGIA LEGGE DI OHM GRANDEZZA FISICA SCALARE Resistenze * raffaeleniro.eu

50


percorso delle foto CONSUMATO CONSUMATORE da agosto 2010 da Foggia a pag. 1 IL CANTATORE da settembre 2010 da Brescia a pag. 3 ANIMA MIGRANTE da agosto 2009 da Carpino a pag. 5 ALTRE FORME DI VITA da aprile 2010 da Milano a pag. 7 LA FACCIA DELLA RETE da aprile 2009 da Roma a pag. 9 THE DARK SIDE OF THE MOON da marzo 2010 da Palermo a pag. 25 MORTI SUL LAVORO DELLO STABILIMENTO ILVA DI TARANTO da aprile 2010 da Milano a pag. 26 TUAREG da luglio 2009 da Napoli a pag. 34 DAUNIA.ORG BUSKERS FESTIVAL da gennaio 2009 da San Severo a pag. 36 FANTASIE NOTTURNE da aprile 2010 da Milano a pag. 38 SENZA CREDITO [particolare] da agosto 2010 da Foggia a pag. 42 CONSUMATO CONSUMATORE [particolare] Resistenze * raffaeleniro.eu

51


da agosto 2010 da Foggia a pag. 43 IDEA IN MOVIMENTO da aprile 2010 da Milano a pag. 45 AUTORITRATTO DEL 02.08.2009 da agosto 2009 da Termoli a pag. 47 BIBLIOTECA DEL TERZO MILLENNIO da aprile 2010 da Milano a pag. 49 SENZA CREDITO da agosto 2010 da Foggia a pag. 53

punto gps dei disegni VERSO LA FOCE (pag. 10) BARCA A VELA (pag. 16) DIALOGO TRA UN SORDO E UN MUTO (pag. 29) DEUS (pag. 30) STARGATE DAUNO (pag. 32) ARGINE (pag. 37) PUNTO (pag. 39) SANGUE DAL NASO (pag. 40) QUEL CHE RESTA DI... (pag. 41)

Resistenze * raffaeleniro.eu

52


QUASI NIENTE

è tutto Resistenze * raffaeleniro.eu

53


Resistenze * raffaeleniro.eu

54


RESISTENZE