Issuu on Google+

Il Presidente FF.

Il Segretario Generale Vincenzo Morlacco

Avv. Maria Elvira CONSIGLIO

Dott.

Relata di Pubblicazione La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Provinciale il giorno…31/01/2011 Foggia,………31/01/2011……………

Il Segretario Generale Dott.Vincenzo Morlacco

Il sottoscritto Segretario Generale, visti gli atti d’ufficio, ATTESTA - che la presente deliberazione:  stata affissa all’albo pretorio provinciale per quindici giorni consecutivi dal 31/01/2011 al………15/02/2011………………………………….. (art. 124, c. 1 D.Lgs. n. 267/2000);  stata comunicata, con lettera n.………………, in data ……………………………., ai Capi Gruppo Consiliari (art. 125); la Giunta trasmette al Consiglio per la conferma in data …………………………….. (art. 127 c.2);  divenuta esecutiva il giorno…27/01/2011…………….

Foggia, 31/01/2011

Il Segretario Generale Dott.Vincenzo Morlacco


Servizio:TURISMO

ORIGINALE

Ufficio Agenzie Viaggio e Turismo

PROVINCIA DI FOGGIA COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA PROVINCIALE

Seduta del 27/01/2011

Deliberazione n°07 L’anno

OGGETTO:Proposta di deliberazione per

protocollo

Agenzia.

d’intesa

Direttori

I.E.

DUEMILAUNDICI

il giorno VENTISETTE del mese di GENNAIO per convocazione nei termini di legge, si è riunita la GIUNTA PROVINCIALE Sono intervenuti il Presidente Antonio Pepe (ASS)

Visti i pareri espressi ai sensi dell’art.49 del T.U. 18 agosto 2000, n°267:

- il Responsabile del Servizio in ordine alla regolarità tecnica: parere

favorevole

il Direttore di Ragioneria in ordine alla regolarità contabile :

favorevole

e gli Assessori Maria Elvira Consiglio V.Pres Domenico Farina Leonardo F. Lallo Gabriele Mazzone Antonio Montanino Pasquale Pazienza Stefano S. F. Pecorella Savino A. Santarella

P A P A P P P A

Con l’assistenza del Segretario Generale Vincenzo Morlacco


Su relazione del Vicepresidente, avv. Maria Elvira Consiglio: “La legge regionale 15 novembre 2007 n. 34 “Trasferimento alle province della competenza amministrativa in materia di esercizio dell’attività di agenzia di viaggio e turismo”, dispone, tra l’altro all’art. 13, che la Provincia, con cadenza almeno biennale, indice l’esame di idoneità per direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo; che al fine di ottenere una linea omogenea negli ambiti locali, la Giunta regionale, almeno una volta l’anno, determina con proprio provvedimento i criteri, le modalità e i termini per le prove di esame, scritte e orali, finalizzate all’abilitazione all’esercizio dell’attività detta; che per l’ammissione all’esame il candidato è tenuto a un concorso spese nella misura e nei modi stabiliti con provvedimento della Provincia. Con deliberazione n. 2380 del 03/12/08 la Giunta Regionale ha provveduto a determinare i criteri, le

modalità e i termini per le prove di esame, scritte e orali, finalizzate all’abilitazione all’esercizio dell’attività di direttore tecnico dell’agenzia di viaggio e turismo. Occorre ora procedere a dar corso alle prove abilitanti così come stabilito dai provvedimenti regionali sopra richiamati. Al fine di economizzare le spese rivenienti dall’espletamento delle prove d’esame, le Province pugliesi hanno raggiunto l’intesa di effettuare le prove selettive scritte contemporaneamente in unica sede ubicata in Bari, affidandone a FormezItalia S.P.A la progettazione e la gestione, tenuto conto della rilevante

esperienza, oltre che della tecnicità e peculiare specializzazione dei mezzi, del servizio e del personale a disposizione, maturata da FormezItalia S.P.A. - Centro di Ricerca e Formazione per la P.A., società “in house” a FORMEZPA, socio fondatore nei cui confronti è soggetta all’attività di direzione e controllo in materia di assistenza prestata alle Pubbliche Amministrazioni. Poiché FORMEZ PA è qualificabile quale organismo di diritto pubblico, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2 del D.lgs. n. 285/99, a termini del combinato disposto di cui all’art. 2 del D.Lgs. 6/2010 e al D.Lgs. 267/2000 , le Regioni e gli Enti Locali possono agire in via convenzionale col medesimo “al fine di favorire una migliore qualità dei servizi prestati”.

In relazione a tanto le Province pugliesi intendono avvalersi dello strumento del Protocollo d’Intesa per la progettazione e lo svolgimento dell’esame di idoneità per direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo di cui all’art.13 della l.r. 34/07”. Tanto premesso e considerato; LA GIUNTA PROVINCIALE Udita la relazione del Vicepresidente; Visti i pareri espressi ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. n. 267 del 18 agosto 2000, dal Dirigente del Servizio Turismo, ing. R. Milena Spinello, in ordine alla regolarità tecnica, e dal Direttore di Ragioneria, dott. ssa Rosa Lombardi, in ordine alla regolarità contabile;


Visto lo schema di protocollo di intesa allegato al presente provvedimento per esserne parte integrante e sostanziale ed in particolare l’art.5 (concorso spese);

Ad unanimità di voti, resi nelle forme di legge: DELIBERA 1. di prendere atto di quanto riportato in narrativa ; 2. di approvare lo schema di protocollo d’intesa, ed in particolare l’art.5 (concorso spese), allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale; 3. di incaricare l’Ing.Milena Spinello in rappresentanza della Provincia di Foggia, per la sottoscrizione del medesimo; 4. di affidare i successivi atti di gestione al Dirigente del Servizio competente; 5. di dichiarare il presente provvedimento immediatamente esecutivo come da separata unanime votazione.


Esente da bollo ai sensi dell’art.16 Tab. All. B. DPR 642/1972

Schema di

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PROGETTAZIONE E LO SVOLGIMENTO DELL’ESAME DI IDONEITÀ PER DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO DI CUI ALL’ART.13 DELLA L.R. 34/07 Addì …………………………………………………., presso la sede della Provincia di ……………, tra i Signori: 1. ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI BARI in qualità di …………. pro tempore; 2. . ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI BARLETTA – ANDRIA - TRANI in qualità di …………. pro tempore; 3. ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI BRINDISI in qualità di …………. pro tempore; 4. ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI FOGGIA in qualità di …………. pro tempore; 5. ………………………….. in nome e per conto della PROVINCIA DI LECCE in qualità di …………. pro tempore; 6. . ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI TARANTO in qualità di …………. pro tempore; PREMESSO  che la legge regionale 15 novembre 2007 n. 34 “Trasferimento alle province della competenza amministrativa in materia di esercizio dell’attività di agenzia di viaggio e turismo”, dispone all’art. 13:

“(Esame di idoneità per direttore tecnico) La provincia, con cadenza almeno biennale, indice l'esame per direttore tecnico. La domanda di partecipazione deve essere presentata alla provincia alla quale appartiene il comune di residenza del candidato. I candidati devono essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore. 2. Al fine di ottenere una linea omogenea negli ambiti locali, la Giunta regionale, almeno una volta l’anno, determina con proprio provvedimento i criteri, le modalità e i termini per le prove di esame, scritte e orali, finalizzate all’abilitazione all’esercizio dell’attività di direttore tecnico dell’agenzia di viaggio e turismo. 3. La commissione esaminatrice è composta da: a) un dirigente della provincia, con funzioni di presidente; b) un funzionario della Regione; c) un docente o esperto per ciascuna materia d'esame; d) un docente o esperto per ciascuna lingua straniera oggetto d'esame. 4. Le funzioni di segretario sono esercitate da un dipendente della provincia. 5. Per ogni membro effettivo e per il segretario della commissione viene nominato un membro supplente. 6. La provincia dispone, con proprio atto, gli emolumenti da corrispondere ai componenti e al segretario della commissione esaminatrice. 7. Le prove sono finalizzate a verificare il possesso delle seguenti capacità professionali:


a) conoscenza delle tecniche di amministrazione e organizzazione delle agenzie di viaggio e turismo in relazione alle attività previste dall'articolo 3; b) conoscenza tecnica, legislativa e geografica del settore turistico; c) conoscenza di due tra le principali lingue estere europee, delle quali la lingua inglese obbligatoria e la seconda a scelta del candidato. 8. Per l’ammissione all’esame il candidato è tenuto a un concorso spese nella misura e nei modi stabiliti con provvedimento della provincia.”;  che la deliberazione di Giunta Regionale n. 2380 del 03/12/08, con contenuti che qui si danno per conosciuti, ha provveduto a determinare i criteri, le modalità e i termini per le prove di esame,

scritte e orali, finalizzate all’abilitazione all’esercizio dell’attività di direttore tecnico dell’agenzia di viaggio e turismo;  che occorre procedere, pertanto, a dar corso alle prove abilitanti così come stabilito dalle leggi regionali sopra richiamate;  che al fine di economizzare le spese rivenienti dall’espletamento delle prove d’esame le Province hanno raggiunto l’intesa di effettuare le prove selettive scritte contemporaneamente in unica sede ubicata in Bari;  che essendo FORMEZ PA qualificabile quale organismo di diritto pubblico, ai sensi e per gli

effetti dell’art. 2 del D.lgs. n. 285/99, a termini del combinato disposto di cui all’art. 2 del D.Lgs. 6/2010 e al D.Lgs. 267/2000 , le Regioni e gli Enti Locali possono agire in via convenzionale col medesimo “al fine di favorire una migliore qualità dei servizi prestati”;  che per la rilevante esperienza maturata FormezItalia S.P.A. - Centro di Ricerca e Formazione per la P.A. (di seguito denominata "FormezItalia") società “in house” a FORMEZPA, socio fondatore, che ne detiene attualmente l’intero capitale sociale e nei cui confronti è soggetta all’attività di direzione e controllo in materia di assistenza prestata alle Pubbliche Amministrazioni , oltre che per la tecnicità e peculiare specializzazione dei mezzi, del servizio e del personale a disposizione, si intende affidare a FormezItalia S.P.A la progettazione e la gestione delle prove selettive scritte di che trattasi; TUTTO CIÒ PREMESSO E CONSIDERATO •

che le Province Pugliesi intendono avvalersi dello strumento del Protocollo d’Intesa per la progettazione e lo svolgimento dell’esame di idoneità per direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo di cui all’art.13 della l.r. 34/07;

!che la sottoscrizione del presente protocollo è stata approvata dalla Provincia di BARI con deliberazione G.P. n…… in data ……..; dalla Provincia di BARLETTA – ANDRIA – TRANI con deliberazione G.P. n…… in data ……..; dalla Provincia di BRINDISI con deliberazione G.P. n…… in data ……..; dalla Provincia di FOGGIA con deliberazione G.P. n…… in data ……..; dalla Provincia di LECCE con deliberazione G.P. n…… in data ……..; dalla Provincia di TARANTO con deliberazione G.P. n…… in data ……..;

che quanto contemplato in premessa costituisce parte integrante e sostanziale del presente Protocollo d’Intesa;


tra le parti, come sopra costituite, si conviene quanto segue

Art. 1 Oggetto Il Protocollo d’Intesa interviene tra la Province Pugliesi e si pone come obiettivo la progettazione e lo

svolgimento dell’esame di idoneità per direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo di cui all’art.13 della l.r. 34/07 avvalendosi del supporto organizzativo e tecnico di Formezitalia per la preparazione, organizzazione e svolgimento delle prove selettive scritte . Le attività che saranno affidate al Formezitalia sono le seguenti: a) b) c) d)

e) f) g) h) i) j) k) l) m)

progettazione delle procedure di indizione del bando per l’esame di idoneità per la qualifica di direttore Tecnico di Agenzia di Viaggio e Turismo e illustrazione alla Commissione d’esame di cui al successivo articolo 3, di seguito detta Commissione, che le ratifica; preparazione, sottoposizione alla Commissione e pubblicazione del bando su quotidiani di rilevanza regionale e nazionale e sui siti istituzionali provinciali; sul sito ufficiale della Regione Puglia, nonché sul portale turistico regionale www.viaggiareinpuglia.it; ricezione on line della domanda di partecipazione all’esame attraverso il sistema “Step One”; progettazione, e sperimentazione, di n 2000 quesiti a risposta multipla, di tipo tecnico-professionalelinguistico-legislativo, elaborati secondo le indicazioni di cui alla DGR 2380/2008, da sottoporre alle Commissioni Provinciali, dai quali estrarre i quesiti da utilizzare nella fase scritta delle procedure selettive; pubblicazione dei quesiti di cui al punto precedente sui siti istituzionali provinciali; sul sito ufficiale della Regione Puglia, nonché sul portale turistico regionale www.viaggiareinpuglia.it; costruzione, mediante estrazione randomizzata effettuata con apposito software, di batterie di test, ciascuna composta da 60 quesiti predisposti in due serie parallele, da utilizzare per le sessioni di prova; editing e stampa delle suddette batterie di test ciascuna in numero di copie pari al numeri dei candidati da convocare per sessione di prova ; predisposizione d’intesa con la Commissione di un piano logistico organizzativo per la gestione delle prove; organizzazione delle sessioni delle prove in numero che la Commissione considererà necessario; predisposizione, trasporto e fornitura per tutti i partecipanti dì qualsivoglia documentazione e/o materiale necessari allo svolgimento e conclusione delle prove (istruzioni, materiali di cancelleria, fogli a lettura ottica, fascicolo della prova, buste autoimbustanti, codici a barre ecc.); correzione delle prove, secondo le procedure di cui all’Allegato 1) alla presente convenzione, con predisposizione e consegna alla Commissione delle relative graduatorie; assistenza alla Commissione durante le sessioni delle prove ; predisposizione dell’accesso agli atti on line per i partecipanti. —

Art. 2 Commissione per la fase selettiva scritta La Commissione per la fase selettiva scritta sarà costituita dai Presidenti delle Commissioni Provinciali e da un funzionario per Provincia nominato dalla Regione. Il Presidente della Commissione per la fase selettiva scritta sarà nominato dalla Commissione stessa.


Art. 3 Colloquio finale Il colloquio finale si svolgerà nel rispetto di quanto stabilito nel bando e sarà gestito e svolto da ciascuna Provincia in propria autonomia, con la Commissione da essa nominata. Il Formezitalia garantirà a ciascuna provincia assistenza preparatoria al colloquio e presenza almeno al primo giorno di colloquio. Art. 4 Costo delle attività Per le attività di cui al precedente art.1, per una previsione di n. 3.000 canditati partecipanti alle prove, nonché per quanto indicato al comma 2 dell’art3 , la somma da corrispondere al Formezitalia è pari a € 66.000,00, compreso I.V.A . In relazione alla partecipazione alle prove selettive scritte di canditati in numero inferiore/superiore alla previsione di 3.000, il corrispettivo di cui al comma 1, sarà decurtato/aumentato di una somma pari a € 360,00 compreso I.V.A., per ogni 100 canditati o frazione di cento superiore a 50. Le somme dovute al Formezitalia, indicate nel presente articolo, sono a carico delle province per metà in 6 parti uguali; per l’altra metà in proporzione alla popolazione residente (così convenzionalmente determinata: Bari 1.218.038, Bat 383.018, Brindisi 402.422, Foggia 649.598, Lecce 787.825, Taranto 579.806) e pertanto le somme dovute a Formezitalia, indicate nel presente articolo, sono a carico delle province nella seguente percentuale: Bari 23,48%, Bat 13,10%, Brindisi 13,34%, Foggia 16,41%, Lecce 18,13%, Taranto 15,54%. Art. 5 Concorso spese Per poter sostenere l’esame, ogni candidato dovrà corrispondere, a titolo di concorso spese, la somma di €100,00 alla provincia di rispettiva residenza, che la imputerà nel proprio bilancio parte entrata. Art.6 Bando d’esame Il bando d’esame, che sarà predisposto da Formezitalia in conformità agli indirizzi di cui alla deliberazione G.R. n. 2380 del 03/12/08, dovrà specificare che i candidati non residenti nel territorio regionale dovranno indicare nella domanda di partecipazione all’esame una, ed una sola, provincia che abbia la titolarità dell’indirizzo della medesima. Art. 7 Sede delle prove selettive La Provincia di Bari, in compensazione di un presumibile miglior rapporto entrate/spese, rispetto alle altre province, meno popolose, assume la cura e gli oneri relativi alla fornitura di idonea sede per lo svolgimento delle prove selettive scritte, e di eventuali materiali e attrezzature non forniti dal Formezitalia. Art. 8 Principio di leale collaborazione Le Province Pugliesi si impegnano a dare attuazione al presente Protocollo d’Intesa, secondo il principio di leale collaborazione, tesa al raggiungimento degli obiettivi attraverso una costruttiva ricerca dell’interesse pubblico generale. Ciascuna Provincia si impegna, nello svolgimento dell’attività di propria competenza: - a rispettare i termini concordati del Protocollo; - ad utilizzare forme di immediata collaborazione e di stretto coordinamento con il ricorso in particolare agli strumenti di semplificazione dell’attività amministrativa e di snellimento dei procedimenti di decisione e di controllo;


- !a segnalare ogni ostacolo amministrativo, finanziario o tecnico che si frapponga all’attuazione del presente protocolloa e la proposta delle relative azioni da intraprendere.

Art. 9 Procedimento di conciliazione o definizione In caso di contrasti in ordine all'interpretazione o all’esecuzione delle obbligazioni previste nel presente Protocollo, su iniziativa del soggetto interessato dalla controversia, le province rappresentano le rispettive posizioni per l’esperimento di un tentativo di conciliazione. Qualora si raggiunga un’intesa idonea a comporre il conflitto, si redige processo verbale nel quale sono riportati i termini della conciliazione. La sottoscrizione del verbale impegna i sottoscrittori all’osservanza dell’intesa raggiunta. Qualora, invece, le controversie permangano si procederà a termini delle vigenti disposizioni di legge. Art. 10 Durata Il presente Protocollo ha durata compatibile con la realizzazione dell’obiettivo del medesimo. Gli Enti sottoscrittori si impegnano a definire sei mesi prima della scadenza le modalità di rinnovo del Protocollo stesso. Art. 11 Norme finali Il presente Protocollo è vincolante per le Province che lo sottoscrivono. Fermi restando i principi generali, le parti potranno concordemente decidere di modificare i contenuti del presente Protocollo, al fine di un miglior conseguimento dell’obiettivo. I sottoscrittori: 1. ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI BARI 2. . ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI BARLETTA – ANDRIA - TRANI 3. ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI BRINDISI 4. ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI FOGGIA 5. ………………………….. in nome e per conto della PROVINCIA DI LECCE 6. . ………………………… in nome e per conto della PROVINCIA DI TARANTO


concorso direttore tecnico agenzia 2011