Page 59

Ricette e tradizioni La tradizione culinaria Siciliana propone dei piatti molto saporiti e dal gusto spiccato che tendono a valorizzare gli ingredienti che li compongono. Questo è vero per tutte le ricette sicule ma ancor di più per i primi piatti che risentono molto della vicinanza del mare. Tipico piatto Siciliano è, infatti, la “pasta con le sarde”, una preparazione semplice ma gustosa. Il “ripidadu nevicato” è un altro primo piatto di derivazione marina che vuole celebrare le pendici innevate dell’Etna in eruzione con la sua forma “vulcanica” a base di riso e nero di seppia ed il condimento a base di sugo di pomodoro (a simboleggiare la lava). Se il mare è spesso protagonista dei primi piatti siculi, anche carne e verdura non sono da meno. Come non ricordare la celebre “pasta alla Norma” con le melanzane fritte, così chiamata in onore del capolavoro di Bellini, o la “pasta ‘ncasciata” (farcita con melanzane, carne di manzo, salame e uova) o, ancora, il “timballo di aneletti al forno” (con uova e carne). Altro piatto caratteri-stico è la pasta con il “pesto alla Trapanese” tipico della città di Trapani e particolarmente indicato nel periodo estivo per la sua freschezza, viene preparato con il pomodoro fresco a dadini, il pecorino, l’aglio, le mandorle, il basilico e l’olio d’oliva. Per quanto riguarda i secondi piatti, la gastronomia Siciliana prevede centinaia di preparazioni diverse tutte molto gustose e fantasiose. Sicuramente, anche in questo caso, l’ingrediente principale resta il pesce. I piatti significativi sono davvero molti e la maggior parte di questi sono a base di pescespada o tonno la cui pesca caratterizza la Sicilia dalla notte dei tempi. Tra le ricette col pescespada ricordiamo il “pescespada gratinato”, il “pescespada alla griglia” , gli “involtini di pescespada”, il “sarmoriglio” e le “polpette di pescespada”, mentre col tonno vanno menzionati il “tonno con cipollata”, il “ragù di tonno”, il “tonno fritto o grigliato” ed il “tonno al forno”. Molto rilevante è il ruolo dello stoccafisso che viene preparato “alla ghiotta” (con sugo, capperi e patate), con i frutti di mare, o ridotto in salse per il condimento della pasta. Altro piatto a base di pesce è il “couscous”, un piatto di derivazione berbera preparato con un impasto di semola di grano duro e condito con diverse varietà di pesce, cipolla, alloro, prezzemolo, pepe nero ed olio d’oliva, il tutto cotto in un brodo di pesce. Prodotti molto particolari sono, infine, la “bottarga”, una sorta di salume di pesce preparato con le uova di muggine, tonno o cefalo pressate insieme e lasciate stagionare. Tra i piatti a base di carne, di numero sicuramente inferiore ma non meno importanti, ci sono le “stigghiole”, cioè spiedini di budella di vitello, e le “guastelle”,

59

storia enogastronomia nazionale  
storia enogastronomia nazionale  

storia della enogstronomia ad uso studenti alberghiero

Advertisement