Page 56

sono certo da meno: fanno capolino dagli scaffali profumati dei panifici il famoso “pane di Altamura”, il “pane di noci” e tutta una serie di focacce, pizze e torte salate tra cui citiamo il buonissimo “calzone”, la focaccia ripiena con la cipolla “pizzu”, il rustico leccese, le “frisedde” e tutte le varietà di “taralli” esistenti, da quelli al peperoncino, a quelli coi semi di finocchio, terminando con quelli semplici al vino bianco.

Formaggi e salumi Altro punto forte delle Puglie è la produzione di formaggi, possibile grazie al ruolo molto importante che svolge la pastorizia e l’allevamento del bestiame, in particolare pecore e capre. Tipico è il “caciocavallo podolico”, un formaggio a pasta filata, prodotto con il latte di mucche allevate allo stato brado. Famosa anche la “burrata”, una sottile membrana di pasta filata farcita con pezzi sfilacciati di pasta filata e panna fresca, la mozzarella fiordilatte, la stracciatella. Non meno importante è il “canestro pugliese”, una sorta di pecorino che raggiunge la sua piena maturità dopo almeno 12 mesi di stagionatura. Non dimentichiamo la produzione Pugliese di carni ed insaccati che offre una grande quantità di salsicce, soppressate, capocolli di Martina Franca, fegatini e prosciutti.

Dolci Per quanto riguarda i dolci, la Puglia ne propone diversi tra questi ricordiamo le “cartellate” dolci tipici del periodo natalizio, i “mostaccioli”, la “scarcella”, le “chiacchiere” tipiche di Carnevale, il “mosto cotto”, i fichi essiccati con le mandorle e il limone, i “bocconotti”: delle mezzelune con varie confetture, la pasta di mandorla, il pasticciotto leccese.

Vini e Liquori Accanto ad una gastronomia così variopinta e gustosa non possono mancare di certo dei vini degni di merito prodotti grazie alla passioni pugliese per la viticoltura. I vini presenti nella tradizione della puglia sono davvero tanti ma tra i più celebri spiccano senza dubbio il “Gioia del colle”, il “Martina franca”, il “Castel del monte”, il “Nardò” ed il “Primitivo di manduria”, il “Negroamaro”, il “Nero di Troia”, il “Salento rosato”, lo “Chardonnay”, il “Moscato di Trani” e il “Madrigale” un vino dolce naturale ottenuto dal Primitivo di Manduria.

Sardegna Storia Seconda isola più grande d'Italia e circondata da un meraviglioso mare cristallino che molti le invidiano, la Sardegna è una regione veramente molto particolare. Dal punto di vista morfologico gioca molto il netto contrasto tra il mare che la cinge completamente, ed il suo territorio prevalentemente montuoso. Ma la particolarità dell'isola è prevalentemente quella che riguarda la completa lontananza culturale e rispetto al resto della Nazione. Differenza che si intravede moltissimo anche nella

56

storia enogastronomia nazionale  

storia della enogstronomia ad uso studenti alberghiero

Advertisement