Page 1

il mensile dei giovani per i giovani!


L’Associazione Culturale Open Mind è un’organizzazione no-profit nata con lo scopo creare un network di giovani campani. E’ una community, un luogo di incontro reale e virtuale, un modo per dar spazio alla propria creatività e per sviluppare nuove competenze attraverso l’ideazione e lo sviluppo di progetti culturali. Incentivare la partecipazione giovanile alla vita sociale, promuovere gli artisti emergenti, creare occasioni di confronto e di crescita culturale tra i giovani sono i nostri principali obiettivi. La nostra Associazione è aperta a tutti i giovani che non sanno stare con le mani in mano e soprattutto con la mente ferma...

en Mind!!!

Op Diventa Socio Contattaci su

oppure scrivici all’indirizzo email: associazione.openmind@gmail.com

Open Mind Magazine è la prima rivista mensile free press realizzata da giovani giornalisti campani e completamente dedicata ai giovani stessi. Diffuso principalmente nelle province di Napoli e Salerno, il magazine, unico nel suo genere, parte con una tiratura di 10.000 copie distribuite gratuitamente all’interno dei principali centri culturali frequentati dai giovani, quali Università, biblioteche, Informagiovani, alcune librerie e altri punti strategici. Pubblicato dall’omonima associazione culturale, Open Mind Magazine si propone di essere un punto di riferimento e uno strumento di supporto per i tanti under-35 che si sentono spesso disorientati nell’affrontare il contesto sociale in cui si trovano e che, allo stesso tempo, vivono un’età in cui le scelte che vengono prese, e a volte non prese, sono fondamentali perché da esse dipende poi una buona parte del proprio futuro. E un po’ come l’effetto illuminante che aveva il “Libro dei Sogni” sul suo stesso autore Federico Fellini, Open Mind Magazine è pensato per dare una spinta creativa, per suggerire un’opportunità di cambiamento, per essere la sveglia dei suoi lettori!

2


Perché non partire?!? rescere come individuo confrontandosi con nuove culture e diversi stili di vita, scoprire ed aumentare il proprio grado di flessibilità, arricchire la propria personalità e aprire la mente. Ogni ragazzo dovrebbe frequentare il corso intensivo di vita incluso nel pacchetto sopravvivenza di un’esperienza di studio o di lavoro all’estero. Si parte con un brivido che passa lungo la schiena mentre ci si lascia alle spalle per un po’ di tempo le proprie certezze, la propria casa e la piccola parte di mondo conosciuta. La meta è un grande punto interrogativo che cela una quantità infinita di emozioni e di opportunità. La frenesia di scoprirle tutte e lo svilupparsi improvviso di uno spirito d’avventura, riempiono gli ultimi giorni prima della partenza e i primi dopo l’arrivo. Ecco che ci si ritrova di fronte al raro caso in cui si ha la possibilità di ripartire da zero, di crearsi una nuova vita di punto in bianco. Poi c’è chi torna e c’è chi resta, ma tutti conserveranno per sempre il ricordo di un momento magico della propria vita. Sono molti i programmi, messi a disposizione dalla Comunità Europea e dalle Istituzioni, che permettono di ottenere un sostegno economico e un inserimento in azienda, in un Ente Pubblico o di tipo universitario. Perché allora sono ancora così tanti i ragazzi italiani che ignorano questo tipo di esperienza? Soprattutto in questo periodo in cui la crisi di certo non incoraggia le aziende ad assumere nuovo personale, l’entusiasmo di chi ha appena terminato gli studi non basta a trovare un lavoro. Bisogna approfittare! Piuttosto che ritrovarsi nel limbo, ormai sempre più affollato, dei ragazzi che passano le proprie giornate facendo spamming con il proprio CV nei confronti delle aziende più disparate, perché non partire? Certo, ognuno avrà sempre qualche motivo per restare, ma darsi la possibilità di cambiare la propria vita è una buona ragione per andare!

Luca Zingone

EDITORIALE

C

3


In que

sto nu m

ero

P6_ G i _Un so ovani Impr endit c ori capita ial networ k list“

per “s tart u p

per“ e

P10_ C _Profe osa farò d ssione

Europ

a gran

roget t

de?

ista P12_ Giova P14_ n Lavor i all’Ester a P16_ o re ne ll’ P18_ Il profilo ide Unione Euro ale pea L’inte

P22_

rvista

Politic h

e Gio vanili P24_ in Cam OCPG pania P24_ Chiam P26_ at Oppo a alle Arti P28_

umpa

4

ista

Event i

P32_ C _T’acc ampania s P34_

- L’art

rtunit à

gno v

Link u

tili

otto l

ico vi

co

a lent e

“vent

ure


Anno

I – Di

Edito Assocre Cast iazione

cemb

re 20 1

1–N

umer o2

e CF 90 llammare Culturale 07333 d Open 0632 i Stabia Mind assoc iazion e.ope nmin d@gm ail.co m

Dirett ore R espon sabile Proge Luca tto Gr Zingo afico ne Dirett Robe ore C r omm ta Mo ercial ntella Collab e L i o s r a a Iannu tori cci F r a nc Andreesca Cagg Marc aRispoli iano Giuse o Crescini Stamp ppe I ngeni info@ a_ Fenice to Prin fen

icepri t nt.it Tiratu Distri ra_ 10000 buzio c ne Gr opie atuita Regis t Tribun rato presso n°976 ale di Torr e Ann /2011 unzia ta

5


giovani imprenditori un social network per “start-upper” e “venture capitalist”

idee à t i l i b i vis g n i k r netwo S

ono molte, troppe le idee imprenditoriali che in Italia sono abbandonate da aspiranti giovani imprenditori che si trovano senza i mezzi necessari per realizzare i propri progetti. Un dato che non è sfuggito ai manager della divisone Business del gruppo Wind che, partecipando al progetto della social media company TheBlogTv, hanno creato un personal trainer virtuale dedicato alle imprese, un portale che punta a sostenere la nascita delle start up e la crescita delle imprese innovative in Italia.

6

Wind Business Factor, è questo il nome del progetto, ha vinto la dodicesima edizione dell’Interactive Key Award per la categoria Social Marketing e si afferma sul web come un vero e proprio incubatore d’impresa virtuale. Si rivolge alle nuove generazioni di imprenditori, agli imprenditori già affermati ma anche alle aziende leader di mercato che, magari in cerca di nuove business ideas, possono diventare partner del progetto in veste di “venture capitalist” o offrendo servizi vantaggiosi al network di Wind Business Factor.


Idee, visibilità e networking Ecco come funziona Wind Business Factor

Strutturato come un social network, WBF è una piattaforma che, dopo aver effettuato la registrazione, consente a tutti i visitatori di accedere gratuitamente a tre importanti risorse, imprescindibili per chi ha in mente di creare o ampliare un’impresa: conoscenze, relazioni, opportunità. L’iscrizione alla nuova business community, veloce e gratuita, da accesso ad una struttura completa di: - Sessioni formative finalizzate all’accrescimento delle competenze e delle capacità imprenditoriali, manageriali e comunicative. Una sorta di palestra formativa con tanto di personal trainer che misura e sviluppa le capacità imprenditoriali. WBF, infatti, offre dei veri e propri coach per ogni settore aziendale: finanza, leadership e organizzazione, marketing e comunicazione, design e creatività, tecnologia e innovazione. - Un sistema di relazioni orientate alla costruzione di un business network di valore, che permetta di presentare business ideas e start up ai venture capital, di favorire il confronto fra imprenditori sulle tematiche di impresa, di reperire servizi utili ed efficienti per l’impresa, di ampliare il proprio parco clienti e fornitori. Tra i principali partner dell’iniziativa va citato Innogest, uno dei principali fondi d’investimento presenti in Italia. - Opportunità che, finalizzate alla crescita e al confronto delle aziende, si basano su un’offerta di prodotti e di servizi a condizioni speciali e sulla possibilità di ricevere premi e visibilità. Un’area di WBF, ad esempio, è completamente dedicata ai concorsi a premi che vengono periodicamente lanciati sul portale. I premi previsti sono in denaro, in servizi, opportunità di visibilità, collaborazioni con aziende, borse di studio in Italia e all’estero, etc. Tutti i contest sono sempre riservati esclusivamente agli iscritti a Wind Business Factor.

7


Cosa farò da grande?

ner t r a p a c r e ric

Professione Europrogettista S

cuole, associazioni, imprese di ogni sorta e anche Istituzioni, non c’è ente che non ambisca a qualche forma di finanziamento europeo. Soprattutto in questo periodo di crisi, qualunque manager vede nei fondi europei una delle pochissime boe ancora a galla nel mezzo di un oceano in burrasca. Il vero problema è raggiungerle! Ecco perché nel mondo del lavoro è sempre più ricercata una figura professionale con competenze specifiche in questo settore, un professionista che sappia destreggiarsi senza problemi tra burocrazia, regole e termini incomprensibili, un vero e proprio “Europrogettista”.

8


Principali attività di un Europrogettista

B

reafing e ricerca

o si progettista europe il i cu i to en , il mom formazioni E’ la fase iniziale evendo tutte le in ric te en itt m m re. co o ettuale da propor og confronta con il su pr a de l’i e a a impres anziamento riguardanti la su ogramma di fin pr il è al qu o di to sionista è in grad es Una volta scoper of pr o av br un idoneo, rtenza in comunitario più ente, l’idea di pa itt m m co il n co o eciso rd onibili per quel pr sp modellare, in acco di se or ris le al istiche e base alle caratter programma.

P

ione

artenariato e redaz

tata da un ve essere presen de ti et og pr i dopo de rse. Ecco perché, La maggior parte ve di ità al on zi na esso di ettuale, si insieme di enti, sp pali dell’idea prog ci in pr i tt pe as i do. gl i o nel resto del mon aver definito tutt pa ro Eu in r ne rt pa altri ni progetto passa alla ricerca di tale partnership, og en am nd fo ta es ndi. In Una volta creata qu i e contenuti nei ba lit bi ta es pr i ar ul ti form ni necessarie va scritto in apposi tutte le informazio lie og cc ra ta azia tis et scontro con burocr lo questa fase il prog al a ss pa i po , ne situazio e fa il punto della e regole.

R

endicontazione

messo e ogetto sia stato am pr il e ch o st di po up gnerà dimostrare so Partendo dal pres bi e in rm te a o lta portat ogetto e finanziato, una vo ità previste nel pr tiv at le e tt tu so onto cces hiesto. Un rendic aver svolto con su ric ro na de il te esta ettamen di aver speso corr sovvenzione. In qu lla de io gl ta un ia a in noscenze in mater co incompleto determ de on of pr e ch entali an rivolge ad fase sono fondam otivo, spesso ci si m to es qu r pe rio op di contabilità e, pr . uno specialista

9


F

ormazione

ica per l’accesso if ec sp a re u la a richiesta un parte di questi r o gi ag m Anche se non è la , ta is di Europrogett pline umanistiche, ci is d in alla professione ri ta si er iv olto studi un ne più specifica, io az ar p professionisti ha sv re p a n u nomiche. Per merosi Master di u n ei d o giuridiche o eco n u re ta sigliato frequen approfonditamente re ia d comunque, è con u st e ti n e listica esiste munitaria e le altr o C va ti formazione specia ia iz In i d i i Programm i Fondi Strutturali, ne Europea. io n l’U al d te er à ff o o pp etenze la capacit p m co opportunità di svilu e su le a annovera tr partenariati e di e ir ru st L’Europrogettista co i d tà ili i tecnica, l’ab i gli attori coinvolt tt tu i d a di progettazione at p ci te ar gettazione p è necessario saper e n io ss promuovere la pro fe ro p ta es esercitare qu onale. nelle attività. Per o che di tipo relazi ic cn te o p ti i d a si ità i, è indispensabile o p a, ic gestire le compless cn te ra u enze di nat re, in particolare ie n ra st Oltre alle compet e gu lin le ronanza del ento di un lavoro im lg o sv una completa pad lo al e in d che l’attitu dell’inglese, ma an so. metodico e rigoro e ro izzazione o prestar an rg l’o Situazione di Lavo al d to n su uò essere as rno. Può lavorare te es te L’Europrogettista p n le su n co e one come ubbliche, ma anch P i n o zi la sua collaborazi tu ti Is le o e rese o press enti di formazion i, al ci so presso grandi imp se re p im ra consulenza, davvero una figu è presso società di a m m so In on profit. e associazioni n atissima! professionale ricerc

10


11


Z

l a ni

a v o i G

_ Lavorare nell’UE _ Il profilo ideale _ L’intervista

rubrica di

Francesca Caggiano

12

o r e t ’l Es


Z

U

n’opportunità di lavoro, spesso sottovalutata o poco conosciuta, proviene direttamente dall’Unione Europea, che annualmente recluta diverse figure professionali. I profili occupazionali richiesti sono suddivisi principalmente in due categorie: amministratori (AD) funzionari permanenti classificati dal 5⁰ al 15⁰ grado - ed assistenti (AST).

14

Ai concorsi per gli AD5, che è il grado più basso del profilo Amministrativo, possono partecipare neolaureati e laureati. A partire dal sesto livello (AD6) in poi, accanto alla formazione

universitaria è richiesta anche l’esperienza lavorativa. Gli AD5 iniziano la loro carriera nelle istituzioni europee svolgendo prevalentemente funzioni amministrative. Gli AD6 si occupano di elaborare politiche e/o interventi operativi, di gestire le risorse, ma si tratta comunque di un lavoro supervisionato. Per gli AD7 invece si tratta di supervisionare o coordinare gruppi di lavoro, pertanto è rivolta a coloro che hanno una laurea Specialistica e Magistrale, oltre che esperienza lavorativa pregressa.


Lavorare nell’Unione Europea Ai concorsi per gli AST possono partecipare i diplomati, anche privi di esperienza professionale. Oltre al diploma di maturità, è necessaria la conoscenza di almeno una delle lingue ufficiali dell’Unione europea (inglese, francese, tedesco), L’inglese è la lingua di lavoro ed è generalmente utilizzata nei piccoli gruppi, a meno che il gruppo stesso non decida di utilizzare un’ altra lingua. Nelle occasioni ufficiali invece, dove si è chiamati a rappresentare il proprio Stato, si parla la lingua del proprio paese. In dette occasioni è prevista l’interpretazione. Il ruolo assegnato agli AST è di sostegno amministrativo, finanziario e di comunicazione a livello di segreteria, a meno che non sia previsto un profilo specifico ma, in questi casi viene richiesta un’esperienza professionale. Altre categorie sono: gli agenti contrattuali (CAST), con funzioni di supporto amministrativo, ai quali è offerto un contratto a tempo determinato che va dai 6 ai 12 mesi e che, se rinnovato, può diventare a tempo indeterminato; gli agenti temporanei, con incarichi specifici o altamente specializzati, che vengono assunti con un contratto per un tempo massimo di 6 anni, senza possibilità di rinnovo; gli esperti nazionali

distaccati (END), che sono dipendenti pubblici nazionali o persone occupate nel settore pubblico che lavorano temporaneamente per un’istituzione dell’Ue. I concorsi per l’ingresso nelle Istituzioni sono gestiti dall’European Personal Selection Office (EPSO), il cui scopo, attraverso una procedura annuale, è quello di costituire Elenchi di Riserva, utili alle istituzioni per assumere personale. Gli elenchi di riserva sono validi fino al completamento del ciclo di concorsi dell’anno successivo per il profilo corrispondente oppure un anno per i profili professionali più comuni (Ad, linguisti, Ast). Bisogna ricordarsi di aggiornare sempre il proprio cv per tutto il periodo in cui rimane aperta la lista di riserva.

15


Z Come partecipare ai concorsi Per partecipare ai concorsi occorre prendere visione della “Guida per i concorsi generali” (Gazzetta ufficiale UE 8 luglio 2010), consultare i bandi di concorso sul sito dell’EPSO www.eu-careers.eu/ e compilare online la domanda di partecipazione. Le procedure d’iscrizione: 1 Collegarsi al sito dell’EPSO e crearsi un passaporto personale aprendo un proprio EPSO ACCOUNT (occorre disporre di un indirizzo di posta elettronica valido ed attivo); 2 Verificare accuratamente la propria rispondenza alle condizioni di iscrizione; 3 Confermare e convalidare la propria iscrizione per via elettronica entro il termine stabilito; 4 Tener presente che la procedura online può richiedere un certo tempo, a causa del numero di dati da fornire; 5 Non aspettare gli ultimi giorni per iscriversi.

In che periodo dell’anno vengono banditi i concorsi? I concorsi hanno diverse date d’inizio a seconda del settore lavorativo. Ad esempio, marzo per gli Amministratori, luglio per i Linguisti, dicembre per gli Assistenti. Molti sono i siti dove si possono ottenere informazioni per le modalità di partecipazione e le finalità dei suddetti concorsi. Basta cliccare su www.politicheeuropee.it per info su tirocini e lavoro presso organismi europei e internazionali.

16


Il profilo ideale

I requisiti richiesti per lavorare nell’UE Requisiti di accesso _Essere cittadino di uno degli Stati Membri dell’Unione Europea; _Godere dei diritti civili; _Essere in regola con le norme vigenti in materia di servizio militare; _Offrire le garanzie di moralità richiesta per le funzioni da svolgere; _Conoscenza di almeno una delle tre lingue ufficiali dell’Unione Europea (inglese, francese e tedesco).

Titoli di studio _Diploma di maturità (o anche ciclo completo di studi secondari con possibilità

di accesso all’istruzione superiore) per il profilo di “assistenti” - AST (grado 1-11); _Laurea triennale, laurea specialistica ovvero magistrale per il profilo di amministratori - AD (grado 5-8) oppure per accedere alla carriera del personale dirigente (gradi 9-15). A partire dal grado AD6 è richiesta anche un’esperienza professionale.

Caratteristiche richieste

Le Istituzioni cercano candidati in possesso delle seguenti doti: 1.Capacità di analizzare e risolvere problemi; 2.Senso della comunicazione (comunicare con chiarezza e precisione, oralmente e per iscritto); 3.Capacità di produrre risultati di qualità; 4.Capacità di apprendimento e perfezionamento. Occorre potenziare e migliorare le proprie attitudini e la conoscenza dell’organizzazione e del suo ambiente; 5.Senso della priorità e dell’organizzazione (saper determinare il grado di priorità dei compiti più importanti, agire con flessibilità e organizzare con efficacia il proprio carico lavorativo); 6.Assiduità e pacatezza, mantenendo la propria efficienza quando il carico di lavoro è elevato; 7.Disponibilità a collaborare con altri all’interno di un gruppo e in forma trasversale, rispettando le differenze tra gli individui. E’ richiesta una competenza supplementare per la carriera AD (amministratori): capacità dirigenziali o leadership ovvero saper gestire, formare e motivare gli altri per ottenere risultati.

17


Z Procedure concorsuali I concorsi per i profili professionali più comuni (amministratori, linguisti, assistenti) hanno cadenza annuale. L’intero procedimento si conclude in 5/9 mesi. Le fasi di selezioni sono due:

1. Admission Test Una prova di ammissione solitamente espletata da casa propria al computer (CBT). Consiste in test di ragionamento verbale-numerico-astratto da sostenere con la propria lingua madre.

2. Assestment Center Si svolge solitamente a Bruxelles. E’ una prova pratica, da sostenere in una delle lingue europee richieste (inglese o francese o tedesco), che si articola nelle seguenti fasi: un case study nel campo prescelto, un esercizio di gruppo, una presentazione orale e un colloquio strutturato.

18

Durante la selezione ha maggior peso, ai fini della valutazione finale, il bilancio delle competenze e delle capacità piuttosto che delle conoscenze. La fase di ammissione non prevede domande sulla conoscenza del diritto europeo che viene verificata nel corso dell’Assessment.


L’ i n t e r v i s t a t a

L’intervista Elisabetta Menghi Laureata in Scienze Politiche, è attualmente in servizio presso l’Ufficio per la Cittadinanza Europea del Dipartimento per le Politiche Europee – Presidenza Consiglio dei Ministri, dove si occupa principalmente di informazione e comunicazione sulle materie dell’UE. Nel corso della tre giorni di fiera “Orientasud”, tenutasi dal 18 al 20 ottobre a Napoli presso la Città della Scienza, i giornalisti di Open Mind Magazine hanno seguito il seminario “Lavorare in Europa” curato dalla dr.ssa Menghi. Durante la presentazione sono state fornite le informazioni più rilevanti sulle diverse opportunità di lavoro presso le Istituzioni Europee e, in particolare, sulle modalità per partecipare ai concorsi prestabiliti dall’Ufficio Europeo di Selezione del Personale dell’Unione Europea (EPSO). La dr.ssa Menghi ha anche illustrato le opportunità di tirocinio ed occupazione presso gli organismi internazionali che operano nei Paesi dell’Unione Europea. Al termine dell’incontro abbiamo intervistato la dottoressa Elisabetta Menghi, per scoprire le info più utili ai giovani che vogliono avvicinarsi alla carriera nelle istituzioni europee.

Perché lavorare nelle istituzioni europee? Sono molteplici le motivazioni ed i vantaggi che possono spingere i giovani a lavorare nell’Ue. Certamente entrare in contatto con le Istituzioni Europee significa capire come opera l’Ue in pratica e portare il proprio contributo; vivere in un contesto multiculturale e collaborare con persone provenienti da altri Paesi; sviluppare una visione delle cose con mentalità più aperta e meno circoscritta alla propria regione/ paese; acquisire nuove capacità e competenze; stabilire contatti importanti e costituire un network internazionale.

Come prepararsi ai concorsi nell’Unione Europea? E’ possibile trovare diversi esempi dei test per tutti i concorsi sul sito dell’EPSO www.eu-carrers.eu oppure accedere all’offerta formativa di alcuni enti accreditati di formazioneorientamento che gestiscono corsi di preparazione alle selezioni indette da Epso. Il Dipartimento per le Politiche Europee e il Ministero Affari Esteri, sulla base dei nuovi criteri di

19


selezione adottati da EPSO, hanno definito i canoni per l’accreditamento dei suddetti enti e le linee guida ai contenuti e alla struttura dei corsi.

I corsi quali argomenti affrontano? Illustrano le fasi concorsuali e le procedure di selezione; Forniscono una buona preparazione per le prove di ragionamento verbale, numerico, astratto e per la prova di giudizio situazionale; prevedono esercitazioni per le prove e simulazioni delle fasi del concorso.

Oltre alle opportunità di lavoro, un primo approccio alle Istituzioni Europee è rappresentato dai tirocini. Cosa ci può dire a riguardo? E’ vero. Ogni anno sono più di 1.200 i giovani a cui viene data la possibilità di ampliare le proprie competenze professionali, di sviluppare le proprie qualità personali e di migliorare la conoscenza dell’UE attraverso i programmi di tirocinio. I tirocinanti vengono generalmente inseriti nei gradi iniziali degli AD. Di solito le Istituzioni, gli altri organismi e le agenzie offrono tirocini di 3-5 mesi, spesso con borse di studio, a giovani

Come informarsi? Quali sono oggi gli istituti accreditati in Italia? Va prima sottolineato che i corsi realizzati all’interno dei diversi Paesi, vengono inseriti in un apposito elenco disponibile sul sito dell’EPSO. In Italia gli istituti per ora accreditati sono i seguenti: Eurosapienza; Istituto Universitario di Studi Europei di Torino; Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI); Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Libera Università Internazionali Studi Sociali LUISS di Roma.

20

E’ possibile consultare siti dedicati proprio ai giovani, al lavoro, all’istruzione e alla mobilità. Ad esempio: http://europa.eu/ oppure www.politicheeuropee.it, www.eu-carrers.eu/.

Quale consiglio per i giovani che aspirano a lavorare nelle Istituzioni Europee? Essere molto flessibili, disponibili a lavorare in gruppo e pronti ad affrontare un’esperienza internazionale.


LAUREA IN MEDIAZIONE LINGUISTICA PER INTERPRETI E TRADUTTORI

Laurea Istituto Universitario della Mediazione occupa La

che ti

ISTITUTO UNIVERSITARIO DELLA MEDIAZIONE

S.S.M.L. ACADEMY SCHOOL

www.universitadellamediazione.com AFRAGOLA (NA) 081.8525819

Academy School

ad Afragola un corso di Laurea innovativo e di respiro internazionale La scelta innovativa adottata dall’Academy School di Afragola è stata quella di dar vita ad un corso di Laurea Triennale, autorizzato dal Ministero dell’Istruzione, in Mediazione Linguistica e Culturale. Un percorso di studi che risponde a specifiche richieste del mercato del lavoro seguendo in pieno l’evoluzione di una società sempre più multietnica e globalizzata. Turismo, rapporti istituzionali e scambi economici sono solo alcuni dei settori trattati in questo corso di laurea che punta a formare professionisti in grado di operare in diversi contesti di respiro internazionale. Con l’apprendimento di almeno due lingue straniere e di competenze nei campi della comunicazione e della gestione di informazioni, infatti, dovrebbe risultare facilitato l’inserimento lavorativo in tutti i contesti, istituzionali e imprenditoriali, che necessitano di un supporto per lo sviluppo e il consolidamento di rapporti internazionali o in cui è più forte la presenza di immigrati. Lo scorso Novembre il Prof. Eduardo Maria Piccirilli, Direttore di Academy School, ha tenuto una conferenza, incentrata sul tema del finanziamento del bilancio comunitario, presso la Facoltà di Economia dell’Università di Bucarest. Un occasione che si è rivelata utile al Direttore, che già in passato ha ricoperto il ruolo di consulente per il Governo Polacco in materia di Finanza degli Enti Locali nell’ambito di un progetto finanziato dall’UE, per avviare una partnership con la facoltà rumena ed aggiungere un nuovo tassello al suo ambizioso progetto. Per Academy School e la sua facoltà di Mediazione Linguistica, infatti, nascerà quanto prima una collaborazione stabile con l’Università di Bucarest. Un rapporto che, finalizzato ad incentivare gli studenti ad affrontare almeno un’esperienza all’estero, prevede lo svilupparsi di interscambi tra gli iscritti dei due Istituti universitari.

21


Politiche Giovanili in Campania

Politiche Giovanili in Campania

aree d’intervento e obiettivi del Settore

22

Il Settore Politiche Giovanili e del Forum Regionale della Gioventù svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo personale e professionale della popolazione giovanile campana. In sintonia con la missione di valorizzare la gioventù in tutti i suoi aspetti, Il Settore Politiche Giovanili (L.R. n.14 del 25 agosto 1989) opera attraverso la promozione di iniziative volte ad innalzare i livelli della formazione, favorire l’inserimento sociale e lavorativo, incentivare lo sviluppo di forme di imprenditorialità giovanile. “Per far questo abbiamo cercato di lavorare in stretto contatto con gli

partecipazione

informazione

Per migliorare l’accesso dei giovani all’informazione, la partecipazione alla vita pubblica e la loro crescita come cittadini attivi, ampliando con una banca dati, l’attuale rete informativa informagiovani servizi dei . (Sistema S.I.R.G nel ndola evolve informativo regionale giovanile).

formazione

enti territoriali”, spiega il Dirigente del Settore, Gaspare Natale, “e con tutti gli organismi rappresentativi e partecipativi dei giovani: i forum provinciali e comunali, gli InformaGiovani, le Associazioni giovanili, i gruppi informali di giovani, concertando e definendo con loro tutte le principali attività da avviare, rafforzare e proseguire, con spirito di integrazione e vicinanza tra le comunità locali”. In sintesi, quindi, le competenze e le finalità del Settore Politiche Giovanili rientrano prioritariamente all’interno di quattro macro-aree di intervento:

Per stimolare una cittadinanza attiva ed una partecipazione effettiva dei giovani alla vita democratica. In tale ottica un ruolo fondamentale è svolto da organismi di rappresentanza quali il Forum regionale della gioventù, i Forum comunali e provinciali, e la Consulta regionale dei ragazzi e delle ragazze della Campania.

ITI L P O E G I OI CH N I L VA

Per interventi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) per la formazione di quadri e tecnici a media ed alta professionalità, che si affiancano ai percorsi di formazione di secondo e terzo livello.

progetti e scambi

Per il sostegno alle attività organizzate socio-culturali enti, nei o da associazioni sociale, ne azio , ura settori: cult oratori, (lav ani giov dei à bilit mo che ri), studenti o volonta bi, scam di e mediante politich la , ietà dar soli la favoriscano ed opa ’Eur dell ione truz cos della consapevolezza una a. ope Cittadinanza Eur


Le politiche giovanili della Campania puntano anche a facilitare la partecipazione dei giovani ai momenti decisionali che li riguardano. I principali strumenti sviluppati con questo preciso obiettivo sono i seguenti:

servizi o agiscono in qualità di portavoce dei giovani all’interno della comunità. >>Realizzazione di strutture per la partecipazione dei giovani alle decisioni e ai dibattiti che li riguardano (Consiglio, Parlamento, Forum dei >>Sostegno alle attività socio-culturali giovani). organizzate (svolte da associazioni, organizzazioni giovanili, gruppi di “In questa direzione va vista anche giovani o da centri comunali). la sperimentazione regionale dei >>Mobilità dei giovani (lavoratori, Piani Territoriali di Politiche Giovanili studenti o volontari), mediante (PTG)”, continua il dott. Natale, politiche di scambi in Europa. “finalizzata a raccogliere e ottimizzare, >>Realizzazione di progetti ideati in un momento di forte riduzione da giovani, affiancati da operatori delle risorse finanziarie, idee, attori ed professionali. interventi diversi a favore del mondo >>Sostegno alle organizzazioni giovanili giovanile”. che realizzano attività, forniscono

Creiamo Opportunità per i Giovani nuove risorse assegnate in Campania Lo scorso 15 Novembre è stato sottoscritto, presso il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma, l’Accordo per disciplinare la realizzazione del programma di interventi in materia di politiche giovanili tra il Direttore dell’Ufficio I del Dipartimento della Gioventù, dott. Massimiliano Vittiglio, e il Dirigente del Settore Politiche Giovanili e del Forum regionale della Gioventù, dott. Gaspare Natale. “Creiamo opportunità per i Giovani” - questa è la denominazione del progetto sottoscritto con il suddetto accordo - è di fondamentale importanza per la continuità di quanto già avviato dalla Regione Campania in favore dei giovani. Nuove risorse economiche che renderanno possibile, infatti, l’attuazione degli interventi precedentemente programmati. Particolare attenzione è rivolta alle aree dell’Informazione, della Formazione e dell’Internazionalizzazione, ma si punta anche a valorizzare la Creatività dei giovani talenti e a promuovere una maggiore Partecipazione alla vita pubblica.

23


I

l progetto Chiamata alle Arti - frutto di una partnership tra l’Osservatorio Culture Giovanili (OCPG) e il Settore Politiche giovanili della Regione Campania - si propone come supporto alla creatività giovanile con la finalità di valorizzare e diffondere le forme espressive contemporanee. La chiamata alle arti è rivolta ai giovani artisti campani in età compresa tra i 18 e i 35 anni ai quali offre la possibilità di essere inseriti nell’archivio dinamico delle forme artistiche campane e di esporre le proprie produzioni attraverso la galleria virtuale www.chiamatallearti.it. La produzione artistica giovanile, che ha difficile accesso ai circuiti consolidati, trova in questo modo riconoscimento, valorizzazione e diffusione.

L’A r t i s t a è una giovane pittrice stabiese la cui formazione artistica si consolida attraverso lezioni sulla tecnica del chiaroscuro e sull’utilizzo della luce. A diciotto anni Mariangela comincia a realizzare le prime tele sperimentando la pittura ad olio. Laureata e specializzata in Beni Culturali, ha realizzato pubblicazioni in ambito artistico dal 2005 ad oggi, tra le quali spicca quella della sua tesi: “Mediterraneo. Le Gallerie d’arte moderna e contemporanea in Campania”, Paparo Edizioni, Napoli, 2008 (pp. 418-438).

Le opere di Mariangela Buoniconti sono su www.chiamatallearti.it Per contattare l’artista puoi scriverle a mabuoninconti@fastwebnet.it

24

Mariangela Buoniconti_Hic et nunc

Mariangela Buoniconti


Mariangela Buoniconti_Pensieri L’arte di Mariangela Buoniconti è spontanea e lontana da uno sterile concettualismo; il suo stile lascia posto all’emotività, al sentimento, alle passioni. Non c’è provocazione né rottura ma solo un forte romanticismo ed una dolce malinconia. I temi, frutto della trasposizione di un’immagine mentale, riprendono la sfera degli affetti personali e delle relazioni intersoggettive inserendole all’interno di uno spazio svincolato dai legami temporali. Il movimento è annullato a favore del solo e lento fluire dei ricordi che sembrano attraversare silenziosamente le tele inondate dalla passionalità dei colori, protagonisti indiscussi di queste opere.

25


o per MUSAE 2011 – Un band

giovani artisti

nte erimentale d’Arte Emerge Sp no ba Ur eo us M 11 AE 20 zionalità e E’ aperto il BANDO MUS n perdere per i giovani artisti di tutte le na produzioni – un’opportunità da no e i 35 anni. Saranno ammesse al concorso se, video, di età compresa tra i 18tografiche, installazioni multimediali, lumino pittoriche, plastiche, fo art, design, moda, performance. correnza videoarte, land art, bodye selezioni tramite bando di concorso senza de E’ possibile iscriversi all o ttivo di creare un dialogto bie l’o di termini specifici. ne po si 11 20 AE en MUS ntam Il Circuito Internazionale mondo dell’arte e luogo urbano. E’ un appu ovi spazi nu tra o re tiv va ut tro od e loro opere concreto e pr endono promuovere le e e la collettività si sviluppa per per i giovani artisti che int ion uz ve il dialogo tra l’Istit in un museo urbano, do delle espressioni artistiche. favorire la realizzazione

@

.com INFO: www.eventomusae

Settore enologico : Stage retribuiti in A

ustralia e Nuova Z elanda

CAEP Italia (Com l’opportunità a giovmunicating for Agriculture Educat e permette che le ani adulti di vedere il mondo attrav ion Programs) fornisce occasione dell’ ap famiglie rurali possano confront erso lo scambio agricolo, ha già iniziato le seertura degli uffici in Nuova Zelandarsi con altra culture. In la vendemmia 2012lezioni per gli stage retribuiti in “C a e Australia, CAEP Italia febbraio/marzo 20 . Gli stage avranno una durata di antina e Laboratorio” per circa 3 mesi a part Gli stage disponibili12. ire da pe r l’Italia sono 20 e delle domande è il te rm ine ultimo per la pr esentazione alloggio e un congil 20 Dicembre. Gli host convenzion at ru i o CA co EP m pe of ns fr ono vitto e o, l’esperienza in tutt che permetterà ag a tr li an st qu ag ill is ti ità di an af che dal punto di vi Possono partecipar sta economico. frontare e al la se le zi on e con esperienze pr giovani di età com competenze di ba atiche in cantina e/o laboratorio en presa tra i 18 e i 30 anni se nell’uso della lin ologico ed in poss gua inglese. esso di Per maggiori inform azioni inviare una email a : francesco@ caep.org

@ 26

OCPG


Opportunità “Passaggio in Europa” 32 tirocini professionali con il Programma Leonar do da Vinci

Il progetto, è cofinanzia Vinci e gestito, come to dal Programma Comunitario LLP– Leon collaborazione dell’Asse nelle edizioni precedenti, da Carpiformazioneardo da ssorato “Politiche giovanil co I tirocini si svolgeranno i” del Comune di Carpi. n la da M ar zo a Giugno 2012, per un settimane, presso i segu a durata INGHILTERRA: 5 borse - enti Paesi: IRLANDA: 12 borse - SPAGNA: 13 di 14 borse – Ognuna delle organizza GERMANIA: 2 borse zio ni pa rtn er garantisce, prima dell’iniz un corso intensivo della io del tir settimane. Le restanti 12 lingua del Paese di destinazione, della dura ocinio, vero e proprio presso im settimane prevedono la realizzazione del ta di 2 La borsa di studio copre prese ed enti, contattati dai partners di accogli tirocinio enza. è destinata a diplomati viaggio, assicurazione, alloggio/vitto, corso di lin e gua ed lau re at i (d a non più di tre anni) che svolto un tirocinio nell’a non abbiano già m bit o de l Pr og ramma Le per la presentazione de lla domanda è fissata pe onardo da Vinci. La scadenza r il giorno 16 Dicembre 2011. INFO: http://www.carp iformazione.it

@

Consulta la bacheca completa e sempre aggiornata sul sito

www.giovani.unisa.it/ocpg

Danceweb 2011 llerini e coreografi Concorso per giovani ba

glio ad Agosto a cinque settimane da Lu di do rio pe un no do ren giovani ballerini Le borse di studio comp gramma offre a circa 65 fuori dell’UE, Pro Il z. an lsT Pu Im al tiv fes anche da paesi al di Vienna, nel quadro del ll’Unione Europea, ma da te di formazione. en lm ipa inc pr fi e coreogra gramma multinazionale pro so en int un ad are con una buona la possibilità di partecip llerini e coreografi dai 22 ai 30 anni di età e ba rata un criterio Sono ammissibili giovani qualità del curriculum dei candidati è conside La entazione della conoscenza dell’inglese. La scadenza per la pres a. mm gra Pro al e ion iss fondamentale per l’amm rno 15 Dicembre 2011. gio il r pe ta sa fis è domanda

@

europe.eu

INFO: http://www.jardind

27


DI C EM B RE Sorrento Novembre 2011/Aprile 2012

“M’illumino d’Inverno” “Sorrento cambia stagione” è questo lo slogan utilizzato dal Comune di Sorrento per trasmettere il messaggio e l’obiettivo di un grande evento come “M’illumino d’Inverno”. Un progetto che dispone di un calendario ricco di iniziative e che intende valorizzare, nel periodo novembre/ aprile, le innegabili capacità attrattive di una città unica al mondo, coniugandole con la rinomata qualità dei servizi e delle eccellenze locali. La manifestazione ha avuto inizio il 28 Novembre con la tradizionale accensione dell’albero di Natale a Piazza Tasso. Successivamente le “Giornate Professionali di Cinema”, appena trascorse, hanno visto sfilare a Sorrento le più grandi stelle del cinema italiano. Ora è in arrivo una stagione in musica, dalla classica napoletana a quella contemporanea spaziando tra ritmi jazz e folk. E poi ampio spazio anche all’arte con le chiese e i musei aperti all’artigianato locale ed ai sapori di stagione, rivisitati dai migliori chef della penisola con lezioni di cucina e gemellaggi con altri maestri nazionali ed internazionali. Il programma mira a valorizzare il patrimonio culturale, artistico ed enogastronomico della città di Sorrento, ponendosi l’obiettivo di incentivare il turismo anche nella stagione invernale. INFO: http://www.milluminodinverno.it

28


Napoli 20 Dicembre 2011

“La Gatta Cenerentola” A Napoli torna in palcoscenico il capolavoro di De Simone Il prossimo 20 Dicembre, presso il Teatro Mediterraneo alla Mostra d’Oltremare, tornerà in scena “La Gatta Cenerentola”. Un cast e un’orchestra di circa 100 persone tra medici, infermieri, operatori sanitari, pazienti e volontari - coordinati dal Centro di Salute Mentale di Puglianello – riporteranno in vita la favola in musica del maestro Roberto de Simone. Un evento eccezionale, un “unicum” nella storia della “Gatta” realizzato grazie alla generosità del suo autore che ha consentito la sua messinscena. Il pubblico potrà assistere gratuitamente ad una sorta di “miracolo”

teatrale che, a distanza di quasi 40 anni dal debutto della “Gatta”, avvolge questa iniziativa di un valore particolare. Lo spettacolo, patrocinato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, avrà inizio alle ore 21.00.

Napoli/Centro Direzionale 20 Dicembre 2011

Forum dei Giovani: incontro per festeggiare l’arrivo del Natale Il Forum Regionale della Gioventù, in occasione delle festività natalizie, apre le porte del Consiglio Regionale della Campania ed invita tutti i giovani dei forum campani a ritrovarsi per lo scambio degli auguri. Inoltre, accanto al momento


dei tradizionali saluti, sarà interessante riflettere anche su un tema importante come la legalità attraverso la visione di un cortometraggio che, realizzato dal Forum Nazionale dei Giovani con il patrocinio del Ministero della Gioventù, si intitola “Il giro d’Italia in 150 passi”. Un lavoro realizzato dalla Commissione Cultura della Legalità del FNG nell’ambito del progetto “Legalità In-Formazione”. L’appuntamento è fissato per il prossimo 20 Dicembre, ore 15.30, presso la Sede del Consiglio Regionale della Campania, sita al Centro Direzionale di Napoli Isola F 13. L’invito è esteso a tutti i giovani campani interessati all’iniziativa.

Napoli 15 Novembre/ 22 Dicembre 2011

“Filmzone” Cinema d’autore al PAN di Napoli Filmzone - “Storia Permanente del Cinema”è la rassegna, partita lo scorso 15 Novembre presso il PAN (Palazzo Arti Napoli) in Via dei Mille, che ha permesso di condurre una missione esplorativa attraverso i segreti del cinema d’autore. Un calendario ricco di proiezioni, realizzato dalla Scuola di cinema Pigrecoemme, dalla Mediateca Santa Sofia e dal regista Marcello Sannino in collaborazione con la Mediateca di Napoli Il Monello, che intende portare alla luce 54 grandi capolavori della settima arte. Opere in bianco e nero e a colori che raccontano al pubblico l’affascinante storia di un cinema ricercato e alternativo, fatto di film cult e innovativi, rarità, opere sotterranee e cortometraggi d’autore. Il programma prevede appuntamenti tutte le settimane il Martedì, il Mercoledì e il

30

Giovedì con l’inizio delle proiezioni fissato ogni giorno alle 15, alle 17 e alle 19. La rassegna proseguirà fino al prossimo 22 Dicembre. L’ingresso è gratuito. INFO: http://www.pigrecoemme.com/

Salerno

“Luci d’Artista 2011” Salerno illuminata da Stelle cadenti, Lanterne magiche e l’Arcobaleno Ritorna la straordinaria mostra d’arte luminosa installata lungo ventisette chilometri di strade, piazze e giardini della città di Salerno. Motivo ispiratore della manifestazione di quest’ anno è da ricercare in una realtà onirica e fiabesca, tema che si ritrova anche nel titolo: Stelle cadenti, Lanterne magiche e l’Arcobaleno. La manifestazione che da sei anni ormai caratterizza a Salerno il periodo natalizio, torna a creare un itinerario sospeso tra incanto e bellezza, stupore e meraviglia con sofisticatissime soluzioni tecnologiche che daranno vita a cigni luminosi, creature alate, lampade e lanterne, onde e vele, stelle e pianeti ed un caleidoscopico arcobaleno. Dalla Villa comunale alle stradine del centro storico. Da Piazza Flavio Gioia, dominata da un immenso arcobaleno iridescente, a via Diaz fino a Largo Caduti di Brescia, la città è avvolta da un’atmosfera magica densa di riferimenti mitologici, fiabeschi e naturali. Per l’intero periodo natalizio sono previsti tanti eventi in calendario per rendere il Natale salernitano ancor più luminoso e speciale. INFO: http://www.comune.salerno.it/


Campania sotto la lente

La nostra rubrica di approfondimento, dedicata alla scoperta dei piÚ remoti segreti della nostra regione, questo mese si cimenta con una realtà di grande spessore artistico e culturale, Napoli. Consapevoli che il patrimonio storico, strettamente connesso alle tradizioni non è sintetizzabile in poche righe di un articolo, ne diamo qui una panoramica che approfondiremo per tematiche nei prossimi mesi, sempre nell’intento di entusiasmare e a far innamorare i giovani della nostra terra.

32

Sullo sfondo Napoli - interno del "Palazzo Spuntatore"


“T’accumpagno vico vico” rubrica di roberta montella

U

no sguardo da uno dei punti più panoramici della città, la collina di San Martino, e lo scenario che si delinea somiglia più ad un dipinto che ad una mera vista a volo d’uccello. Dipinto eseguito a più mani da miriadi di artisti e non, succedutisi, da millenni, in una staffetta di creazione artistica in continua evoluzione. Alla stregua di una rappresentazione teatrale, nella quale lo spettatore può interagire con la scena interpretata sul palco, è sufficiente percorrere le rampe della Pedamentina per scendere di quota fino a corso Vittorio Emanuele. Da lì è piacevole avventurarsi tra strade e viottoli o addirittura all’interno di un palazzo cosiddetto “spuntatore”, grazie al quale percorrere delle case private, fino a ritrovarsi in un mondo che, svolgendo da sempre un ruolo di collegamento tra culture diverse, deve il suo presente ad un succedersi di fasi storiche che ne hanno conformato nel tempo l’arte, l’architettura, la tradizione e l’indole stessa degli abitanti. Si giunge così al centro storico, definito secondo il tracciato ippodameo di decumani e cardi,

strade tra loro ortogonali, che assecondano declivi e pendenze del terreno. Difatti, proprio la posizione geografica e la particolare conformazione morfologica han dettato le linee guida per l’evoluzione urbanistica. La stessa logica caratterizza anche la costruzione delle mura difensive a doppia cortina della città, realizzate in tufo giallo napoletano (inesauribile risorsa del sottosuolo partenopeo), e le cui porte di accesso extra moenia sono quasi in perfetta corrispondenza degli assi viari principali. E, passeggiando tra queste antiche strade di origine greca, non meravigli pensare che ogni pietra regga sulla sua antenata in una eterogeneità di stili architettonici, che abbracciano il gotico, il rinascimentale, il barocco e le relative commistioni. Espressioni non solo dei multietnici colonizzatori, buona parte dei quali han contribuito alla definizione di un notevole clima intellettuale, ma anche di grandi nomi di spessore artistico e letterario, tra i quali si annoverano Benedetto Croce, Boccaccio, Giotto, Battistello Caracciolo, Cosimo Fanzago, Domenico Fontana

33


http:// http:// www. http:// www. link utili http://

://

:// europa.eu/youth/

Portale Europeo dei Giovani

E’ uno strumento di informazione destinato ai giovani di tutti i Paesi dell’UE. Consente di mantenersi aggiornati riguardo alle opportunità e alle novità provenienti dalle Istituzioni europee. Il portale è disponibile anche in versione italiana.

Portale Italiano dei Giovani

:// www.portaledeigiovani.it/

È uno spazio di approfondimento collegato, per la parte italiana, al portale europeo dei giovani realizzato dalla Commissione Europea - Direzione Generale Istruzione e Cultura. Lo scopo del portale italiano dei giovani è offrire una informazione complementare a quella del portale europeo.

http://

:// europa.eu/epso

European Personnel Selection Office

E’ il portale dell’ufficio Europeo di Selezione del Personale. Visitare spesso questo sito consente di mantenersi aggiornato su tutto ciò che riguarda i concorsi presso le Istituzioni europee. E’ disponibile anche in versione italiana.

Dipartimento per le Politiche Europee

:// www.politicheeuropee.it/

www. :// www.

Questo portale contiene notizie ed informazioni riguardanti le varie iniziative istituzionali portate avanti dal Governo Italiano in materia di politiche comunitarie.

http://

www.europafacile.net/

Europafacile

E’ il portale dedicato alle politiche e ai finanziamenti dell’Unione Europea, utile per essere sempre informati riguardo ai bandi, ai programmi e alle novità dell’UE. Si rivolge a tutti i soggetti pubblici e privati interessati ad interagire nel processo di integrazione europea e a beneficiare della vasta gamma di opportunità comunitarie.

34


La creativitĂ al servizio

passa a trovarci...

... ti aspetta un elegante regalo di natale

rm

Rivenditore Autorizzato LEA DAMIANO COUTURE

dell’Eleganza

STORE_ Scafati_ Corso Nazionale, 228 Castellammare di Stabia_ via Catello Fusco, 2


open mind magazine - numero2  

Open Mind Magazine è la rivista dei giovani per i giovani. Pubblicato dall'omonima associazione culturale, esso si propone di essere un str...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you