Page 1

la rivista dei giovani per i giovani!

per te un corso di inglese on-line


L’Associazione Culturale Open Mind è un’organizzazione no-profit nata con lo scopo di creare un network di giovani campani. Incentivare la partecipazione giovanile alla vita sociale, promuovere gli artisti emergenti, creare occasioni di confronto e di crescita culturale tra i giovani sono i nostri principali obiettivi. La nostra Associazione è aperta a tutti i giovani che non sanno stare con le mani in mano e soprattutto con la mente ferma...

Open Mind Magazine è la prima rivista free press realizzata da giovani giornalisti campani e completamente dedicata ai giovani stessi. Diffuso principalmente nelle province di Napoli e Salerno, il magazine, unico nel suo genere, parte con una tiratura di 10.000 copie distribuite gratuitamente all’interno dei principali centri culturali frequentati dai giovani, quali Università, biblioteche, Informagiovani, alcune librerie e altri punti strategici.

ind!!!

Open M io c o S a t n e iv D Contattaci su

oppure scrivici all’indirizzo email: associazione.openmind@gmail.com

Subito per te 4 settimane di Presenta corso di inglese questo coupon on-line. all’ufficio EF di Napoli.

Riviera di Chiaia 260, 80121, Napoli, tel 081/76 44 439

i

d ione on-line Trovi la vers Magazine Open Mind su issuu.com


A.A.A. Cercasi prospettive! ?! a pazienza è la sua virtù, la speranza è la sua forza. Lo stagista è probabilmente la figura professionale più diffusa in Italia. Giovane, disponibile, volenteroso, senza pretese, non crea problemi ed è spesso senza stipendio… il dipendente ideale insomma! Certo qualche responsabile delle risorse umane potrebbe dire che, non avendo alcuna esperienza, deve essere formato e ha bisogno di essere seguito. E magari lo dicesse!! La maggior parte delle volte, infatti, questo aspetto non viene assolutamente considerato e si lascia che il tempo passi tra un caffè e una fotocopia. Certo il miraggio di un possibile contratto è sempre nitido e la speranza è l’ultima a morire, ma quanta pazienza può avere un giovane neolaureato? Fino a che livello può abbassarsi il suo orgoglio? Domande che nessuno si pone! D’altra parte si tratta di una categoria quasi invisibile della nostra società: nessun sindacato che lo rappresenti, nessuna lobby che faccia pressione per lui e se sciopera non crea disagio a nessuno, non è mica un notaio o un farmacista! Ma non è sempre stato così. Una volta lo stage era un periodo di prova che dava la possibilità al giovane di imparare un lavoro e l’opportunità all’azienda di conoscere le caratteristiche del suo apprendista in vista di una possibile assunzione. Il tutto aveva lo scopo di una crescita reciproca. Poi la crisi, il blocco delle assunzioni, il calo vertiginoso della moralità aziendale e tanti altri fattori hanno cambiato tutto. Il giovane neo-laureato di oggi, con un pizzico di sfortuna, indossa per un paio d’anni i panni dello stagista per poi sentirsi più un barman che un professionista! Se, tuttavia, in questi anni si è arrivati a toccare il fondo, adesso il presunto clima di riforma etica e normativa che c’è in Italia ravviva la speranza dello stagista, fiducioso che stavolta non resterà invisibile all’occhio del cambiamento.

Luca Zingone

EDITORIALE

L

3


P

In que

sto nu m

ero

6. Co .Boom sa farò da g di app r s: in I ande? tali

a è ca P8. G ccia a gli svi iovan lupat i Impr .Entra i ori endit n vigo o re il r r i egi me de

P12.

i supe

Giova

.Manua

le del

ni all’

lo Sta

rmini

Estero

ge in E

uropa

P22. P olitich

e Gio vanili P24. O in Cam C pania P G P24. Chiam P26. ata al le Art Opp ortun

ità

P28. C

.Nel cuoampania so re di N

P32. E venti P34. L

ink ut

4

ili

apoli

i - L’ar

tto la le

tista

nte

mi


Anno

II – Fe

bbrai

o 201

Edito Assocre Cast iazione

1–N

umer o3

e CF 90 llammare Culturale 07333 d Open 0632 i Stabia Mind a

ssocia

zione

.open

mind

@gm

ail.co

m

Dirett ore R espon sabile Proge Luca tto Gr Zingo afico ne Dirett Robe ore C r omm ta Mo ercial ntella Collab e L i o s r a a Iannu tori cci F r a nc Andreesca Cagg Marc aRispoli iano Giuse o Crescini Stamp ppe I ngeni info@ a_ Fenice to Prin fen

icepri t nt.it Tiratu Distri ra_ 10000 buzio c ne Gr opie atuita Regis t Tribun rato presso n°976 ale di Torr e Ann /2011 unzia ta In cop ertina diseg no di Robe rta M o

ntella

5


Cosa farò da grande?

” s p p a “ i d m o o B in Italia è caccia agli sviluppatori 6


S

martphone e tablet sembrano essere prodotti che non conoscono crisi, due tra i pochissimi fortunati a non subire il calo vertiginoso delle vendite, rispetto agli anni precedenti, nel periodo natalizio. Un successo straordinario dovuto anche al costante incremento delle possibili opportunità che vengono fornite all’utente dalle numerosissime applicazioni, le cosiddette “apps” che consentono di effettuare le più disparate operazioni. Il boom dei personal devices, soprattutto dei tablet, quindi, spinge sempre più aziende ad avventurarsi in questo nuovo e florido mercato attraverso lo sviluppo di servizi innovativi. Un mercato in fermento che offre nuove ed incoraggianti opportunità anche dal punto di vista lavorativo. Lo sviluppatore di “apps” è una tra le figure professionali attualmente più ricercata da aziende di svariati settori. Il suo compito è quello di ideare, progettare e programmare questi mini software pensati appositamente per i dispositivi mobili. Per farlo è necessario conoscere bene linguaggi e sistemi informatici ma, a differenza dei semplici programmatori, gli sviluppatori di “apps” devono avere anche competenze in termini di web design e di comunicazione multimediale. Una figura professionale che sa muoversi, quindi, sia nel mondo dell’informatica che in quello della comunicazione mescolando competenze tecniche

alla creatività. Due settori diversi che devono necessariamente integrarsi in una professione che non necessita di un percorso formativo specifico. Al momento, d’altra parte, non esiste ancora un corso di laurea specifico e sono le aziende stesse ad organizzare periodicamente corsi di specializzazione e di aggiornamento. E se nella maggior parte delle ricerche di personale è richiesta al candidato un’esperienza pluriennale ai fini dell’assunzione, di certo non è questo il caso. In questo settore, infatti, quello che conta è il saper fare e il farlo velocemente, a prescindere dalla “anzianità di servizio”. Uno sviluppatore di applicazioni con soli due anni di esperienza, ad esempio, può essere già considerato una figura senior con uno stipendio medio di 35 mila euro lordi all’anno. Un’ ottima opportunità per i neo-laureati e per chi vuole cambiare lavoro, insomma. Se poi si possiede anche la capacità di intuire le nuove esigenze e le tendenze del mercato, si può puntare anche a diventare imprenditori mettendosi in gioco con una propria “app”. L’aspetto che caratterizza questo tipo di attività, e che mette in moto la fantasia, è che questo mercato interessa potenzialmente tutti i settori. Elementi fondamentali per far carriera in questo settore sono la passione per l’ICT, una spiccata creatività e la capacità di innovazione.

7


giovani imprenditori Entra in vigore il

regime dei superminimi

"Non sense" - Illustrazione di Maria Olivares

8


E’

entrato in vigore dal 1 Gennaio 2012 il nuovo regime fiscale che sostiene l’imprenditoria giovanile attraverso un forte abbattimento della tassazione. Si tratta di una riforma del vecchio regime dei minimi che, attraverso l’articolo 27 della Manovra Finanziaria 2011 – dl n. 98/2011

convertito dalla legge n.111/2011, da un lato attiva un sistema di imposizione fiscale molto semplice, basato sulla quasi totale assenza di adempimenti, mentre dall’altro definisce dei criteri di accesso così restrittivi da comportare l’esclusione di una larga fetta di operatori professionali.

Giovani e start-upper avvantaggiati, ma sono molti i parametri per rientrare Partendo dall’analisi degli aspetti positivi di questa riforma, i vantaggi previsti da questo regime dei “superminimi” sono tali da aver costituito una sorta di paradiso fiscale temporaneo per pochi eletti. La principale modifica effettuata attraverso questa manovra, infatti, consente ai contribuenti di effettuare un passaggio, probabilmente sognato da numerosi imprenditori, da un imposta sostitutiva IRPEF e relative addizionali fissata al 20% del reddito, ad un ben più leggero 5%. Per quanto riguarda la fatturazione, invece, è stato predisposto che i contribuenti “minimi” continueranno ad emettere fatture ma senza alcun addebito dell’IVA. E c’è poi da considerare anche che i soggetti rispondenti ai nuovi requisiti del regime dei minimi saranno esonerati dagli studi di settore. Una serie di agevolazioni notevoli, quindi, che il contribuente

minimo potrà sfruttare per una durata massima di 5 anni. Solo per chi non ha ancora compiuto i 35 anni, il periodo di utilizzo del sistema agevolato potrà essere utilizzato anche per un periodo superiore, fino al compimento del 35° anno di età. Analizzando questi aspetti della manovra, quindi, emerge chiaramente il duplice obiettivo del Governo di favorire lo sviluppo della classe imprenditoriale in Italia e di dare una prima risposta al problema della disoccupazione. In tal modo, infatti, non solo i giovani che trovano difficoltà a trovare un lavoro dipendente, ma anche chi ha perso il lavoro e si ritrova ad essere disoccupato, potranno usufruire dei vantaggi della nuova normativa e tentare di avviare un’impresa propria senza avere, almeno per i primi cinque anni, il problema di una tassazione che spesso stronca molte idee

9


imprenditoriali e scoraggia i giovani. Tuttavia, se da un lato il livello della tassazione si è molto ridotto e la contabilità risulta essere evidentemente semplificata, dall’altro sono aumentati i paletti entro i quali muoversi per riuscire a far parte di questo regime dei “super-minimi”. E’ stato calcolato, infatti, che il 96% dei soggetti che utilizzavano il regime dei minimi dal 2008 deve abbandonare tale regime semplificato. Una riforma che appare, quindi, eccessivamente restrittiva per molti aspetti. Di seguito sono indicati i principali parametri da possedere per entrare a far parte del nuovo regime dei minimi:

_ _

he: rsone fisiche c e p te n e m a v si arvi esclu Possono rientr ; e o professione rt a , sa re p im i ità d x novo un’attiv e o n a d n re p a intr 007. 31 dicembre 2 l a te n e m a iv presa success l'abbiano intra

ltra secuzione di a ro p ra e m e ir stitu rganizzazione à non deve co o it e iv ti tt a n e a li v c o i, u n n La , be tto uto economico n te n o c ente svolta so o m m te si n e e d d e e c (m re à p it to), attiv suo svolgimen l a ri a ss e c e n di mezzi o autonomo. te n e d n e ip d ro forma di lavo pito no aver perce o v e d n o n ti n ibue uto lavoratori edente i contr v c a re p o n o n n a n h ’a ll n e N no 0.000 euro e 3 a ri o ri e p ). compensi su che a progetto n (a ri to ra o b a oll dipendenti o c uto spese per n e st so r e v a a ogn dente, non bis e c re p io n n ie Nel tr i 15 mila euro. a ri o ri e p su li beni strumenta

10


di "Partenza" - illustrazione

Irene Servillo

Z

a v o i G

12

l a ni o r e t ’l Es


in e g ta

e

M

al u n a

lo S l e d i n

o

an i g g

a d a Ca c i r c rub ces

Fra

pa o r Eu


Z Il Manuale dello stage in Europa consigli per un buon investimento professionale

I

l Manuale dello stage è un vademecum creato per i giovani che vogliono avvicinarsi ad un’esperienza di stage all’estero. Autore di questa guida pratica, che spazia tra le opportunità e le difficoltà dello stagista, è l’Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori (Isfol). Si tratta di un ente pubblico di ricerca che opera, in collaborazione con altre Amministrazioni Pubbliche, nel campo della formazione, dell’orientamento, delle politiche sociali e del lavoro, al fine di contribuire alla crescita dell’occupazione, al miglioramento delle risorse umane, all’inclusione sociale e allo sviluppo locale. Fino a non molti anni fa, un’esperienza di stage o di lavoro all’estero da realizzare dopo i cinque anni della laurea, era considerata e auspicata come il naturale completamento di un iter formativo medio alto, che avrebbe consentito al giovane neo laureato di avere maggiori opportunità di inserimento professionale. Oggi, nel pieno corso di una crisi economica mondiale, è necessario anticipare i tempi e fare uno stage all’estero già durante il percorso di studi. Da considerarsi come una sicura opportunità di crescita e un investimento per il futuro, lo stage va scelto con attenzione valutando molteplici aspetti. Tra questi, uno dei principali, è il periodo in cui si sceglie di farlo.

14


Quando fare lo stage? L’attuale normativa (DL 25 marzo 1998 n. 142) prevede che lo stage va fatto, tenendo conto anche degli specifici regolamenti regionali, durante il proprio percorso di studi, al massimo entro i 6 mesi e comunque non oltre i 12 mesi dalla laurea o dal diploma (se non si intende continuare a studiare). In base a tale riferimento normativo, ecco di seguito una possibile tabella di marcia che suggerisce delle soluzioni, in base anche al momento formativo in cui ci si trova, utili a rendere più proficuo il proprio stage all’estero:

1

Durante le vacanze estive tra il IV e il V anno di scuola superiore, oppure al conseguimento del diploma prima dell’inizio dell’Università o al termine di uno dei primi anni universitari. Lo stage svolto nel periodo estivo, anche se di breve durata (1-2mesi), consentirà tra le altre cose di ottenere anche dei crediti formativi utili per il successivo percorso universitario.

2

Dopo aver conseguito il diploma, qualora si decida di non proseguire gli studi o si opti per un anno “sabbatico”, prima di scegliere e completare la propria formazione, ripetere l’esperienza, cimentandosi in un lavoro a tempo determinato o in uno stage (in questo caso di 6 mesi) in Italia o all’estero proprio per “chiarirsi le idee”.

15


Z 3

Durante la laurea triennale o un corso post-diploma, pianificare e informarsi accuratamente sul proprio stage curriculare obbligatorio, proponendo eventualmente alla propria struttura formativa di convenzionarsi con l’azienda dove si è trovato autonomamente uno stage anche all’estero.

4

Fra la laurea triennale e la laurea magistrale/specialistica, dopo aver acquisito una certa sicurezza nella lingua del Paese dove si intende andare, eventualmente supportata da una specifica certificazione, si potrebbe pianificare uno stage anche più impegnativo. I principali obiettivi dello stage a cavallo fra i due cicli di laurea dovrebbero essere: confermare o modificare la propria scelta universitaria specialistica; sperimentare, all’interno di uno stesso ambito professionale, uno o, possibilmente, più indirizzi specialistici individuati sulla carta, per essere poi in grado, al termine dello stage, di riconfermare o eventualmente di modificare la propria scelta; orientarsi verso un nuovo ambito professionale e formativo, qualora si desiderasse cambiare indirizzo.

.. .

5

16

Una volta conseguiti gli esami universitari, potrebbe essere molto utile progettare una tesi di laurea anche a carattere sperimentale, che includa un periodo di stage all’estero. Una volta in loco, se il tempo a disposizione lo permette, cercarsi un piccolo lavoro part-time per integrare le proprie entrate, soprattutto nel caso in cui il rimborso spese fornito dall’azienda ospitante non sia sufficiente.


Presa la decisione riguardante il momento in cui partire per questa esperienza, è fondamentale scegliere con cura sia la destinazione del proprio stage sia l’organizzazione nella quale svolgerlo. Considerando la grande quantità di variabili da prendere in considerazione e l’ampio numero di possibilità disponibili, scegliere lo stage giusto non è certo una cosa semplice. In tale ottica, il Manuale dello stage in Europa si presenta come uno strumento informativo di fondamentale importanza che si pone l’obiettivo di guidare il lettore tra le possibili strade alternative da valutare:

pei programmi euro li pa ci in pr I 1. e e all’estero, com per fare uno stag ar. mus Placement (p as Er ed do ar on Le 1.2.1); li organizzazioni 2. Le principa di internazionali ni io uz tit is e 2.2); riferimento (par. 1. he ioni studentesc 3. Le associaz a collegate li, na io az rn te in e ltà scientifiche, ch determinate faco . ar e all’estero (p ag st o an zz ni ga or 1.2.3); di zati nell’offerta 4. I siti specializ n, ternazionali e no in o, er st l’e al e ag st . 1.2.4); gratuiti e non (par Paese, di cui 27 5. Le 30 schede llo pea (UE) e 3 de dell’Unione Euro ), o Europeo (SEE Spazio Economic lle informazioni su ciascuna con ai stage destinati opportunità di l ne Paesi europei ragazzi di altri proprio territorio

trovi il manuale completo all'indirizzo web http://www.isfol.it/

17


Z

Stage all'Estero

Direzione Generale per la Traduzione Il Dipartimento della Commissione Europea ha aperto un bando finalizzato alla ricerca di 400 traduttori professionisti o laureati con la perfetta conoscenza di almeno due lingue. Il compenso previsto supera i 1200 euro mensili, mentre la durata del tirocinio è di tre mesi (estensibili fino a sei). Le domande vanno inviate on-line entro il 15 Febbraio.

@

INFO: http://ec.europa.eu/dgs/translation/index_en.htm

Garante europeo della protezione dei dati L’istituto Belga apre le porte a due tirocinanti per un periodo di cinque mesi. I candidati devono essere neolaureati con una buona conoscenza di almeno due lingue (di cui una deve essere inglese o francese). Per questi due posti è previsto un compenso di 950 euro mensili. Per chi non è ancora laureato, invece, viene data la possibilità di svolgere uno stage gratuito. Il bando sarà aperto dal 1° Febbraio al 1° Marzo. L’application-form va scaricato dal sito del Garante e spedito all’indirizzo mail stage@edps.europa.eu.

@

INFO: http://www.edps.europa.eu

Comitato delle Regioni L’istituto, con sede a Bruxelles, mette a disposizione tirocini semestrali con un compenso pari a 1100 euro al mese. Possono candidarsi i giovani che hanno conseguito la laurea triennale e che conoscono almeno una lingua straniera. Il form va compilato on-line al sito https://trainee.cor.europa.eu/Form. aspx?m=i&culture=en entro il 31 Marzo, mentre l’inizio del tirocinio è previsto per Settembre.

@

INFO: http://www.cor.europa.eu/

18


aniere, apre a Napoli il numero uno delle lingue str

Con un nuovo, elegante ufficio nel quartiere di Chiaia, EF Education First, la più grande organizzazione internazionale di viaggi studio, si insedia nel cuore di Napoli, portando tutta la sua esperienza nella formazione linguistica a 360°! Nata negli anni ’60 con il proposito di abbattere le barriere linguistiche e culturali che dividono il mondo, EF è oggi il più grande gruppo privato nel settore dell’educazione, che si occupa di vacanze studio, corsi di lingue all’estero, scambi culturali, istruzione post-diploma e post universitaria. Al network di oltre 400 scuole e uffici in 70 Paesi, si aggiunge oggi EF Napoli, al 1° piano di Rivera di Chiaia 260. “Siamo davvero soddisfatti di aver trovato una location così prestigiosa” dice Sara Sorrentino, Responsabile EF Napoli, “e siamo certi che la nostra presenza in città ci permetterà di essere ancora più vicini ai Napoletani, che già da molti anni apprezzano la nostra esperienza e la qualità dei nostri programmi.” “EF è un’organizzazione veramente internazionale” sottolinea Natalia Anguas, Direttore Generale EF Italia, “ma crede fermamente nell’importanza di saper offrire un qualificato servizio anche a livello locale.” Dal 2008 EF Education First collabora con la University of Cambridge ESOL nella ricerca didattica. Inoltre EF Italia è accreditata dal Ministero della Pubblica Istruzione come Ente Formatore del Personale della Scuola ed è partner del progetto “ ioStudio/Carta dello Studente”. I programmi EF sono strutturati per ogni fascia di età, esigenza ed obiettivo:

. ..

formazione linguistica all’estero per ragazzi in età scolare (EF Vacanze Studio all’Estero), per universitari, (EF Corsi di Lingue all’Estero), adulti e giovani professionisti (EF Corsi di Lingue all’Estero Plus) scambi culturali per studenti della scuola superiore (EF Anno Scolastico all’Estero) formazione linguistica/accademica post diploma e post laurea (EF Anno Accademico all’Estero e EF Preparazione Universitaria all’Estero). Per ulteriori informazioni, consultare il sito http://www.ef-italia.it EF Education First - Riviera di Chiaia 260- 80121 Napoli- Tel: 081 7644439- Fax: 081 7642898


Z

... e mi raccomando!!!!

solo se: fare uno stage gratuito di li; tta ce Ac mano più settori azienda n co e ar cc to di te et rm ti pe erimentale. A. il progetto formativo rea, ancora meglio se sp lau di si te ria op pr a all to B. lo stage è collega

Comitato Economico e Sociale Europeo Quindici stage messi a disposizione per chi è in possesso della laurea triennale. La durata del tirocinio può essere di cinque mesi, e in tal caso è previsto un compenso di oltre mille euro al mese, o di tre mesi, ma in questo caso gratuito (fatta eccezione per le spese di viaggio che vengono rimborsate). Il bando scade il 1° aprile ed è possibile candidarsi on-line al sito http://www. eesc.europa.eu/?i=portal.en.traineeships

@

INFO: http://www.eesc.europa.eu

Mediatore Europeo L’istituto con sede a Strasburgo cerca giovani avvocati e neolaureati in legge per tirocini di quattro mesi con un compenso di ben 1400 euro al mese. E’ indispensabile la perfetta conoscenza dell’inglese. Il bando è aperto fino al 30 Aprile e la partenza è prevista per il 1° Settembre.

@

INFO: http://www.ombudsman.europa.eu/home.faces

Corte di Giustizia Europea Circa venti tirocini per laureati in Giurisprudenza e in Scienze Politiche con indirizzo giuridico o per chi possiede il diploma di interprete. Per compilare la domanda c’è tempo fino al 30 Aprile, mentre la partenza è prevista per il prossimo autunno.

@

INFO: http://curia.europa.eu/jcms/jcms/Jo2_7008/

20


La creatività al servizio

rm

Rivenditore Autorizzato LEA DAMIANO COUTURE

dell’Eleganza

STORE_ Scafati_ Corso Nazionale, 228 Castellammare di Stabia_ via Catello Fusco, 2


“Scambi Culturali dei Giovani”

Politiche Giovanili in Campania

La Regione Campania invita i Forum e le Associazioni a presentare proposte

22

I

l Settore Politiche Giovanili della Regione Campania, in linea con gli anni precedenti e tramite l'azione G1 "Mobilità dei giovani e cooperazione internazionale", sostiene politiche di scambio transnazionale tra i giovani. La finalità è quella di sviluppare tra le giovani generazioni importanti valori come la solidarietà e il rispetto reciproco, il dialogo interculturale e la consapevolezza della cittadinanza europea attiva. In tale logica va collocato anche l'avviso pubblico 2011 "Scambi Culturali dei Giovani", attraverso il quale si intende finanziare progetti internazionali basati sulla mobilità transnazionale giovanile. Le iniziative ammesse dal bando devono apportare all’individuo un forte valore aggiunto in termini di integrazione sociale, apprendimento formale e non formale, crescita delle competenze e, nello specifico, le tipologie di attività previste sono conferenze, workshop, iniziative di scambio, iniziative per l’intrapresa e la creatività, campus e forum transnazionali. All’obiettivo più esplicito di promuovere la mobilità transnazionale dei giovani, si affianca anche la seconda finalità, non meno importante, di sviluppare e supportare nei partecipanti le capacità di progettazione, gestione e promozione di iniziative di cooperazione internazionale. Ed è proprio per questo motivo che il

bando richiede espressamente la progettazione di iniziative destinate ai giovani e progettate dai giovani stessi. In tal senso, i candidati ammessi alla selezione dei progetti sono esclusivamente i Forum giovanili provinciali e comunali oppure le Associazioni Giovanili il cui statuto indichi l’esclusiva finalità di promozione e partecipazione attiva dei giovani. Un criterio di selezione più rigido rispetto alla scorsa edizione del bando, nella quale erano ammessi anche i gruppi informali di giovani, ma che consente in questo modo di garantire la reale partecipazione e competizione tra giovani evitando l’inserimento di soggetti terzi. Il bando prevede un budget complessivo di 200.000 euro e ogni singolo progetto può ottenere fino ad un massimo di 18.000 euro. Un contributo da intendersi come un co-finanziamento e che, in tale logica, può essere affiancato anche ad altri proventi e risorse provenienti da altre fonti. Tra le spese ammissibili figurano quelle di viaggio, di vitto e alloggio, di funzionamento ed è previsto anche un rimborso pari al 7% dei costi indiretti. Le richieste di contributo dovranno essere presentate entro le ore12.00 del 16 Aprile 2012.


Creiamo Opportunità per i Giovani Nel precedente numero di Open Mind Magazine, abbiamo introdotto il programma di interventi in materia di politiche giovanili “Creiamo Opportunità per i Giovani”. Ora, in continuità con quanto detto e soprattutto nell’ottica di rendere consapevoli i giovani di tutte le opportunità che offre il loro territorio, ci sembra di particolare importanza evidenziare le aree di intervento specifiche del programma. Area A: Realizzazione di un sistema informativo integrato per i giovani. In particolare si punterà a sviluppare la rete informa-giovani con l’obiettivo di raggiungere una maggiore diffusione sul territorio dei servizi di informazione e di orientamento per i giovani, ma anche attraverso le attività di ricerca e di progettazione condotte dall’Osservatorio regionale. Area B: Aggiornamento e formazione per l’avvicinamento dei giovani ad arti e mestieri della tradizione culturale locale. Attraverso quest’area si intende attivare percorsi formativi e di pratica on-the-job per favorire l’avvicinamento dei giovani al valore del patrimonio culturale campano incentivando la conservazione delle arti e dei mestieri della tradizione locale. Area C: Valorizzazione della creatività e dei talenti dei giovani. In questo punto vengono indicate tre principali azioni. La prima è incentrata sul potenziamento di “Rete Creativa”, progetto regionale nato con lo scopo di creare un network tra esperienza creative pubbliche e private attraverso progetti come il portale chiamatallearti.it o la realizzazione di EXPO tematici. La seconda punta alla realizzazione di laboratori artistici diffusi sul territorio che contribuiscano alla realizzazione di progetti stimolando la creatività giovanile. La terza, infine, istituisce un fondo di rotazione a supporto di attività imprenditoriali creative e innovative realizzate dai giovani. Area F: Promozione della partecipazione e del protagonismo giovanile. In questa sezione il programma si pone l’obiettivo di incentivare la cittadinanza attiva dei giovani e, in tale logica, prevede il potenziamento e la maggiore diffusione dei Forum dei Giovani. Area G: Internazionalizzazione delle competenze e delle culture. Ultima, ma non meno importante, l’Area G si propone di incentivare e sostenere tutte le opportunità di scambio internazionale per i giovani campani e di dialogo con i coetanei di altri Paesi. Inoltre, nell’ottica di elevare la competitività dei giovani campani favorendone l’ingresso nel mercato del lavoro, questo intervento promuovere anche opportunità di alta formazione come Master e tirocini internazionali.

23


I

l progetto Chiamata alle Arti - frutto di una partnership tra l’Osservatorio Culture Giovanili (OCPG) e il Settore Politiche giovanili della Regione Campania - si propone come supporto alla creatività giovanile con la finalità di valorizzare e diffondere le forme espressive contemporanee. La chiamata alle arti è rivolta ai giovani artisti campani in età compresa tra i 18 e i 35 anni ai quali offre la possibilità di essere inseriti nell’archivio dinamico delle forme artistiche campane e di esporre le proprie produzioni attraverso la galleria virtuale www.chiamatallearti.it. La produzione artistica giovanile, che ha difficile accesso ai circuiti consolidati, trova in questo modo riconoscimento, valorizzazione e diffusione.

L’A r t i s t a

Liliana Capraro_Amo la gioia

Liliana Capraro

Le opere di Liliana Capraro sono su www.chiamatallearti.it Per contattare l’artista puoi scriverle a lalli723@yahoo.it

24

Liliana Capraro, in arte Elle Ci, è una disegnatrice di storie e personaggi. Dopo la laurea nel 2009 presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, partecipa a diverse esposizioni artistiche con le sue sculture, pitture, linoleografie e illustrazioni, di cui la prima a Gragnano alla “Soffitta Fiato”. Nel 2010 è organizzatrice, insieme all’artista Guido Fiato, di un laboratorio artistico presso il Primo Circolo Didattico “Luigi Leone” di Pompei destinato ad alunni e genitori ed è attualmente scenografa per saggi e recite scolastiche. Il mix che combina fantasia e creatività dà forma ad illustrazioni tematiche in cui il mondo dell’infanzia e quello della spensieratezza sono rappresentati attraverso diverse tecniche d’impostazione, dai bozzetti e disegni a matita all’inchiostrazione e colorazione con pantoni o pennarelli acquarellabili, fino all’uso della computer grafica. Sul piano semantico i soggetti rappresentati sono immediati e difficilmente obliabili, ogni personaggio è una storia ed ogni storia è un messaggio.


Liliana Capraro_CactuSmania

Il portfolio di Liliana raccoglie illustrazioni favolistiche, in cui i protagonisti sono per lo più animali antropomorfizzati, ma anche disegni e rappresentazioni che affrontano le tematiche più discusse dell’attualità, su tutti il mondo femminile che viene investigato nelle sue molteplici espressioni e manifestazioni. Talvolta i visual sono corredati da testi verbali curati dall’artista stessa; parola e immagine si completano in un’espressività visiva a tutto tondo.

25


Neolaureati per London

Stock Exchange

nti Exchange offre a brilla di ck Sto on nd Lo lla de e tenz e 2012 Il Graduate Programm à di fare carriera in borsa e acquisire compe nit tu or pp neolaureati l'o perienza business internazionale. e dura due anni e permette di realizzare un'es . Lo scopo Il percorso di formazion sede di Londra del London Stock Exchange posizioni di lavoro all'estero nelladi formare figure che in futuro occuperanno del progetto è quello l gruppo. disciplina manageriali all'interno de reati con il massimo dei voti (110/110) in unaa inglese. lla lingu I candidati ideali sono lau 'ottima conoscenza deip, interesse per le un o nn ha e ica cn te di leadersh economica o predisposizione a ruoli di gruppo, Completano il profilo la motivazione. La selezione prevede interviste attività finanziarie e forteoblem solving. 2012. test online e attività di prra al programma c'è tempo fino al 24 Febbraio Per inviare la candidatu nstockexchangegroup.com INFO: http://www.londo

@

Global Youth Vide

o Competition

Il Segretariato OCS della Ricerca (Miu E attraverso il Ministero dell'Istr Competition", concr) ha lanciato la seconda edizione uzione, dell'Università e produzione del mig orso a premi destinato a giovan del "Global Youth Video i dai 18 ai 25 anni Per il 2012 tema lior video originale. per la og ge tt o dei video dovrà argomento di rilev essere "E anza anche nel Fo prossimo. rum OCSE previstoducation and Skills", a Parigi nel maggi Per partecipare al o co nc or so , gli interessati do marzo 2012, tram vr an no del link su You ite l'apposita pagina web, il modulo compilare entro il 31 Tu di registrazion be al lo ro video. Il video massima di 3 minut non dovrà supera e completo i. re la durata Un'apposita giuria partecipare al Foru sceglierà i tre video migliori e i real iz m OCSE che si svol gerà a Parigi dal 22zatori saranno invitati a al 24 maggio 2012 INFO: www.istruzio . ne.it

@

OCPG 26


Opportunità G8 & G20 Youth Summit Sono ufficialmente aper te le selezioni per far pa per il G8 & G20 Youth Su mmit, l'unico evento giorte della Delegazione Italiana "Grandi". vanile parallelo ai vertici dei Fin dal 2006, il Summit ha riu nito giovani leaders prov G20 che si confrontano, ne go zia no e formulano nuove ideenienti dai Paesi del dei Capi di Stato del G2 e sui temi in consegnato alla Presidenz0, fino a stendere un Comunicato Finale ch agenda e viene La Young Ambassadors a di turno del G20. So cie ty è il comitato organizzativ reclutamento della Deleg az ion e Italiana per il Summit, o che si occupa del nove giovani che assum che sarà compo per l’Italia. I candidati eranno le funzioni dei Ministri e dell’ Ufficio sta da con la partecipazione di selezionati seguiranno un processo di formStampa al 9 giugno 2012. L’eve organi istituzionali, prima di recarsi al Summ azione Georgetown University,nto si svolgerà a Washington DC, presso la presit dal 3 confronterà con le prop dove la Delegazione di giovani Ministri ita tigiosa sfide di natura globale. Il rie controparti provenienti dai 20 Grandi Paesliani si termine ultimo per cand i, idarsi è il 20 Febbraio. sulle INFO: www.youngamba ssadorsociety.org

@

Consulta la bacheca completa e sempre aggiornata sul sito

Cattura il Movimento

www.giovani.unisa.it/ocpg

concorso fotografico

dei Trasporti ro delle Infrastrutture eivo Nazionale ste ini M l da so os om pr , ogramma Operat Il concorso fotografico di comunicazione del Pr tà lo strumento ivi att lle de o bit m nell'a evidenziare, attraverso i giorni della ole vu 3, 01 -2 07 20 à (PON) Reti e Mobilit lla fotografia, l'importanza nella vita di tutti diretto e immediato de tema di movimentazione delle merci. ria, Campania, rete dei trasporti e del sis degli Atenei della Calab o e nero o a ri ta rsi ive un i nt de stu nc Fino al 29 febbraio gli partecipare inviando una fotografia, in bia dei trasporti Puglia, Sicilia potranno l sistema delle infrastrutture, della logistica e colori, rappresentativa de cipante e in delle merci. tografie - una per parte fo le e iar inv rio dovranno ssa ce ag Per partecipare è ne do il form di partecipazione. Tutte le imm iniorso. nc an co formato jpeg - compil delle quattro regioni, pena l'esclusione dal ritrarre luoghi e soggetti railmovimento.it INFO: http://www.cattu

@

27


Campania sotto la lente

Per conoscere Napoli non è sufficiente fermarsi ad apprezzare le meraviglie artistiche ed architettoniche che si stagliano davanti ai nostri occhi in un’excalation di scorci e di sorprendenti scenografie a scala urbana! C’è da porsi la domanda su chi e come possa aver generato tutto ciò! Abili maestri che hanno plasmato nel tempo opportuni materiali edili attingendo alle loro conoscenze pratiche? O c’è di più?

28

Sullo sfondo Ingresso a Napoli Sotterranea


“Nel cuore di Napoli” rubrica di roberta montella

D

a dove vengono le “pietre” sagomate e disposte come un articolato mosaico per disegnare ed arredare la città? Chi può raccontarci com’è andata davvero, è colei che ha assistito in prima persona alla creazione e al posizionamento dei primi conci che pian piano le hanno dato vita: Napoli! E allora lasciamo che sia proprio lei a dirci com’è andata! Come?! E’ sufficiente lasciarsi alle spalle per un po’ la superficie soleggiata ed addentrarsi nel luogo da cui tutto ha avuto inizio: il buio grembo pulsante di Napoli e seguire i percorsi di quei cunicoli sotterranei che sono detentori delle prime e successive pagine della storia della città! Le più antiche testimonianze storiche parlano dei Cimmeri, abili minatori del Caucaso abitanti di grotte, quali pionieri degli scavi e, sulla loro scia, i Greci hanno proseguito con l'attingere al ventre di Napoli per estrarne quell’oro giallo, il tufo, con cui hanno iniziato a dare alla luce le mura di

cinta, templi, abitazioni, arricchendo il livello superiore e, di conseguenza, generando cavità sotterranee che hanno subito ampliamenti nel corso dei secoli, rivestendo così un ruolo sempre nuovo ed importante nella storia della città. Sorte come architettura spontanea, e successivamente collegate tra loro in epoca romana per la raccolta dell’acqua, tali cavità sono divenute cisterne del sistema idrico - il primo acquedotto napoletano - che dotava le case di acqua potabile. Chissà, quindi, che percorrendo ora gli spazi angusti non si incontri il "Munaciello", lo spiritello abitante del luogo, che, legenda vuole, altri non sia che il "pozzaro", gestore di quegli antichi pozzi d'acqua. Pare che egli avesse libero accesso alle case e che fosse all'occorrenza simpatico o dispettoso, lasciando, quindi, ai proprietari monete, numeri da giocare, oppure facendo scherzi come rompere piatti, nascondere oggetti, oltre che, forse, intrattenendo le donne


approfittando dell'assenza dei mariti.. Da perfetta donna che genera se stessa e madre che cura i suoi figli, fornendo loro il necessario per vivere (l'acqua, i materiali costruttivi, ...), allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, Napoli offre il suo ventre come rifugio antibomba, trasformandolo in un’accogliente città alternativa, nella quale, per l’occasione, lenzuola fungono da tramezzi divisori per fornire privacy

alle famiglie. Ed è così che si impreziosisce di storia e di storie, oltre che di legende! Attraverso graffiti parietali, testimoni di tracce vissute di storia pubblica e privata, Napoli narra se stessa: date e nomi di matrimoni, nascite, caricature di personaggi noti, donne dell’epoca, soldati, ma anche resti mortali che Napoli non ha mai smesso di onorare.

nea

Accessi a Napoli Sotterra

poli i misteriosi antri di Na re ita vis r pe o ss ce ac Le principali porte d' sotterranea sono due:

ispondenza della chiesa rr co in o, an et Ga n Sa . la prima si trova a piazza ogo che era l'antico foro della città; lu di San Lorenzo Maggiore, . di piazza Trieste e Trento si es pr i ne è a nd co se la . o altri luoghi ricchi di nd ita vis e ch an i er ist m oi Napoli svela altri dei su fascino e di storie. nel Rione Sanità . il cimitero delle Fontanelleam . l'altare di San Pietro ad Ar . il tunnel borbonico . il cimitero delle 366 fosse aro . ile catacombe di San GennSan Severo . la cappella del principe di

30


F E B B RAIO 27 Febbraio/02 Marzo 2012

PAN – Via dei Mille, Napoli 14 gennaio/26 febbraio 2012 ROCK2! Musica in mostra al PAN Oltre 50 anni di musica rock raccontati in una mostra multimediale al PAN di Napoli. ROCK!, dopo il successo registrato nel 2011 con la partecipazione di ben 11.000 spettatori in poco meno di due mesi, torna con una full-immersion tra linguaggi, tecnologie, personaggi e leggende della musica. La mostra includerà migliaia di oggetti tra memorabilia, gadget, vinili, audiovisivi, fotografie, manifesti d’epoca, strumenti musicali (e molto altro) provenienti da alcune tra le più importanti collezioni private italiane ed europee. Non mancheranno, inoltre, anche un’ampia serie di workshop, presentazioni di libri, di CD, live, proiezioni, incontri e appuntamenti tematici sulla storia e sull’evoluzione del rock, con ospiti e musicisti. Salutato con entusiasmo dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura, l’evento si avvale nuovamente del Patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli e del Consolato Britannico di Napoli. Per questa sua seconda edizione - “vista l’importanza dell’evento” – alla mostra è stato concesso anche il Patrocinio da parte del Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania. L’ingresso alla mostra è gratuito. Terme di Agnano (NA)

32

Campus Mentis Incontro giovani-aziende alle Terme di Agnano Rivelatosi un grande successo, sperimentato già in molteplici occasioni in altre regioni italiane, Campus Mentis arriva anche in Campania. I migliori neo-laureati e laureati avranno l’opportunità di incontrare grandi imprese italiane e multinazionali attraverso un’importante azione di job-placement. Sostenuto dal Ministero della Gioventù e realizzato dall’Università La Sapienza, Campus Mentis è un progetto che punta a costruire una sinergia strategica tra Università, Istituzioni e mondo imprenditoriale. L’appuntamento campano, che si terrà presso le Terme di Agnano, prevede un ricco programma che alterna ai momenti di confronto diretto giovane-azienda, anche workshop, presentazioni aziendali e approfondimenti sul mondo del lavoro. La giornata di apertura dell’evento, patrocinato dalla Regione Campania, vedrà la partecipazione del Dirigente del Settore Politiche Giovanili della Regione Campania. Per la partecipazione è necessario registrarsi sul sito. INFO: http://www.campusmentis.it/ Cinema Academy Astra – Napoli 3 – 10 – 17 – 24 Febbraio 2012 Astradoc A Napoli un “Viaggio nel Cinema Reale” Al via la terza edizione della rassegna dedicata ai migliori documentari italiani e internazionali. Astradoc – Viaggio nel Cinema Reale – ritorna dopo il successo e la straordinaria partecipazione ottenuti nelle precedenti edizioni. Organizzata anche questa volta da Arci Movie, Coinor e Università Federico II di Napoli, la rassegna si terrà tutti i venerdì sera del mese di Febbraio presso lo storico Cinema Academy Astra di Napoli. I film in programma sono Clandestina Mente di Markus Lenz, “Black Block” di Carlo Augusto Bachschmidt, “Il pezzo mancante” di Giovanni Piperno, “Italy: Love It, Or Leave It” di Luca Ragazzi e Gustav Hofer. Alla serata inaugurale saranno presenti anche Antonella di Nocera, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Maria Carmen Morese, direttrice del Goethe Institut di Napoli e Antonio Borrelli, curatore della rassegna.


Come da tradizione, inoltre, tutte le serate saranno accompagnate dalla presenza degli autori che interverranno per presentare i film e per incontrare il pubblico. INFO: http://arcimovie.it/ Museo di Capodimonte/Napoli 23 Gennaio – 11 Giugno 2012 “I Lunedì del Restauro” Undici incontri al Museo di Capodimonte A Napoli è in corso una serie di incontri dedicati al restauro. Iniziata lo scorso 23 Gennaio, l’iniziativa conta in totale undici appuntamenti aperti al pubblico all’interno dell’Auditorium del Museo di Capodimonte. Ogni lunedì, fino al prossimo 11 Giugno, quindi, saranno descritti alcuni interventi di restauro che sono stati eseguiti recentemente sulle opere del Museo e nella città: si parlerà dei materiali costitutivi, delle indagini diagnostiche eseguite e delle scelte metodologiche adottate. L’obiettivo è quello di avvicinare i visitatori, gli studenti e tutte le persone interessate al complesso e affascinante mondo del restauro delle opere d'arte. Agli incontri interverranno importanti storici dell’arte e restauratori che illustreranno nelle sale del museo, davanti alle opere, gli interventi

realizzati con il supporto delle immagini relative alle diverse fasi e alle indagini diagnostiche eseguite in occasione del restauro. La prenotazione è obbligatoria solo per l’ultima data, l’11 Giugno. INFO: http://www.polomusealenapoli. beniculturali.it/museo_cp/cp_spazi.html Palazzo Reale/Portici 27 Gennaio – 18 Marzo 2012 MozArt Box Winter - 7° edizione per il festival promosso dal Comune di Portici Giunto alla sua settima edizione, torna il festival di musica cameristica promosso dal Comune di Portici. Il MozArt Box Winter, realizzato in partnership con il Comune di Napoli e nato come appendice dell’omonima manifestazione estiva, si svolgerà fino al 18 Marzo all’interno di una location d’eccezione, la suggestiva Sala Cinese del Palazzo Reale di Portici. La serata conclusiva, invece, sarà ospitata all’interno della storica Sala dei Cinquecento del Museo di Pietrarsa. Il cartellone è composto da dodici spettacoli che miscelano musica classica, jazz e immaginario rock. Il costo del biglietto è di 8 euro. INFO: http://www.mozartbox.it/2012_winter/

33


http:// http:// www. http:// www. link utili http:// Agenzia Nazionale per i Giovani (ANG)

://

:// www.agenziagiovani.it/

E' un organismo pubblico che amministra i fondi assegnati all'Italia dal programma comunitario “Gioventù in Azione”. L’ANG promuove la cittadinanza attiva dei giovani, sviluppa la solidarietà e l'integrazione culturale tra i giovani di Paesi diversi e favorisce la cooperazione nel settore della gioventù a livello locale, nazionale ed europeo.

:// www.agenziacampaniainnovazione.it/

Campania Innovazione S.p.A.

È l’Agenzia regionale per la promozione della Ricerca e dell'Innovazione. Mirando ad alimentare processi di sviluppo economico, valorizza nuove idee di business e diffonde la cultura dell'innovazione anche attraverso il supporto offerto alle start-up campane.

Invitalia

http://

:// www.invitalia.it/site/ita/

E’ l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa. Agisce su mandato del Governo per accrescere la competitività del Paese, in particolare del Mezzogiorno, e per sostenere i settori strategici per lo sviluppo.

Startupper.it

:// www.startupper.it/

E' un blog completamente dedicato ad argomenti legati al mondo dello Start-up d’Impresa. E’ possibile trovarvi informazioni riguardanti finanziamenti, bandi, formazione, partnership, eventi ed altro ancora.

www. www.

http:// Twago.it

:// www.twago.it

E’ la piattaforma europea d'intermediazione online per servizi in outsourcing. In pratica fornisce un sistema che mette in contatto fornitori di servizi con possibili clienti. Twago è molto utile, quindi, sia per gli imprenditori in procinto di lanciare una nuova start-up e che vogliono esternalizzare un lavoro, sia per i professionisti in cerca di nuovi clienti.

34


Per MAGGIORI INFORMAZIONI: 081.9211018


open mind magazine3  

la rivista dei giovani per i giovani

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you