IL GAZZETTINO DELLA QUINTA C - PRIMA EDIZIONE

Page 1

IL

GAZZETTINO Tutti temono per la propria salute a causa del Coronavirus

L’epidemia virale che terrorizza il mondo Testo di Camilla Di Nezza – Foto di Andrea Mancini Il Codiv-19 è un virus che può causare diverse infezioni, dal più comune raffreddore a malattie più gravi delle vie respiratorie come la polmonite. I casi più gravi in ITALIA si sono verificati in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte.

L’editoriale di Anna M. 12 MARZO – Cari ragazzi della redazione, ce l’abbiamo fatta! Il Gazzettino è pronto! Mancano alcuni degli articoli che avevamo stabilito durante le riunioni delle 8.20, in classe, come l’intervista alla preside e la recensione dello spettacolo teatrale… ma non vi preoccupate, li inseriremo nel prossimo numero. Grazie per i tanti articoli che avete continuato a inserire e condividere nella classe virtuale di One Drive. Bravissimi! Tutti! Mi raccomando, fate i bravi e non fate disperare genitori, nonne, babysitter & company. CI VEDIAMO PRESTO! UN ABBRACCIO!

Ultim'ora: scuole chiuse fino al 3 aprile Per coronavirus le scuole rimarranno chiuse per tutto il mese, fino al 3 di aprile, ed è anche vietato uscire dal paese di residenza di Giovanni Melchiorre La sera del 4 marzo in TV si sono interrotte le trasmissioni per un comunicato stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per informare i cittadini italiani del decreto sulle misure di sicurezza che sarebbero entrate in vigore subito, tra cui la chiusura di tutte le scuole fino al 15 marzo 2020. Tutte le famiglie si sono dovute riorganizzare per questo evento eccezionale, in alcuni casi uno dei due genitori è rimasto a casa svolgendo il proprio lavoro da lì, in altri casi i bimbi sono stati portati dai nonni. Anche la scuola si è riorganizzata: gli alunni svolgono il lavoro di scuola a casa mentre gli insegnanti inviano i compiti sul registro elettronico in base all’orario settimanale. Lunedì 9 aprile c’è stato un altro comunicato stampa del Presidente del Consiglio, durante il quale ha comunicato il prolungamento della chiusura delle scuole fino al 3 di aprile. Inoltre, ha emanato il divieto di circolazione fuori dal proprio comune di residenza, si può circolare solo per motivi di salute, di lavoro o di necessità. Si può uscire a fare una passeggiata nel proprio comune, evitando raggruppamenti di persone. Un ulteriore comunicato stampa del Presidente Conte, mercoledì 11, ha disposto la chiusura di tutti i bar, pasticcerie, gelaterie e di tutte le attività e negozi al di fuori di farmacie, parafarmacie e negozi di generi alimentari. Come cittadini dello Stato italiano abbiamo il dovere di rispettare queste regole di comportamento per evitare il contagio e, di conseguenza, la diffusione del virus.


IL GAZZETTINO – della Quinta C

di Mariachiara Capitelli 28 FEBBRAIO - Il COVID-19 è un virus che si è sviluppato in Cina e che ora si sta diffondendo in altri paesi del mondo; è arrivato anche in Italia e sta creando tanta paura tra i cittadini, che hanno preso d’assalto negozi e farmacie, comprando mascherine e disinfettanti per proteggersi. Il Governo ha raccomandato a tutti gli Italiani di seguire le “Dieci misure di prevenzione” e le indicazioni fornite dalle Regioni. Per ciò che riguarda le scuole, sono state sospese tutte le gite fino al 15 marzo.

BAMBINI ALLARMATI DAL CORONAVIRUS

BAGNI STRAPIENI NEL PLESSO 11 FEBBRAIO TUTTE LE CLASSI NELLE TOILETTES, PER ATTUARE LE MISURE DI PREVENZIONE di Veronica Cerritelli e Andrea Mancini 26 FEBBRAIO - Stamattina nella scuola 11 febbraio 1944, alle 10.05, prima che suonasse la campanella della ricreazione, i ragazzi di tutte le classi erano in bagno per lavare le mani. In quello delle bambine il sapone bastava a malapena per tutte. A causa di questa malattia non si esce più, si fanno scorte di cibo e mascherine e si passano le feste in casa, attaccati alla televisione o alle nuove tecnologie, rovinandosi la giornata. Prima, magari, i bambini non si lavavano: ora, invece, fanno quasi a botte per decidere chi si deve lavare prima.

LE CLASSI CONDIVIDONO REGOLE PER L’IGIENE

Preoccupazione nelle scuole di Matteo Di Maio 28 febbraio - Per evitare il Coronavirus, i ragazzi che frequentano la scuola “11 febbraio ‘44” hanno stabilito delle regole per tutelare la loro salute: si devono lavare le mani prima e dopo la ricreazione; si starnutisce con il gomito davanti al viso; si deve usare un asciugamano personale, che va cambiato ogni giorno; ci si deve soffiare il naso con un proprio pacchetto di fazzoletti, che devono essere monouso; si possono utilizzare anche Amuchina e salviette umidificate. Per gli alunni assenti meno di 5 giorni basterà la giustificazione scritta sul diario, per assenze più lunghe bisognerà portare il certificato medico.

2


IL GAZZETTINO – della Quinta C

L’angolo degli opinionisti Federico Verga La decisione di chiudere le scuole, presa per ridurre la diffusione del virus, è stata accolta differentemente dai soggetti destinatari del provvedimento. Se da un lato ci sono gli studenti che sono entusiasti all’idea di restare qualche giorno a casa dall’altro lato ci sono le preoccupazioni dei genitori e dei docenti. Dei genitori perché si vedono costretti a prendersi qualche giorno di ferie per restare a casa con i propri figli, e dei docenti perché devono stravolgere il proprio programma scolastico attivando, dove possibile, attività didattiche a distanza. La speranza è che tutto questo finisca in tempi brevi per tornare alla normalità. Francesco Spezialetti I bambini da una parte potrebbero essere felici per i giorni non trascorsi a scuola, ma questa è una chiusura di emergenza e, anche se ci si prova, non si riesce a sentire la stessa aria di vacanza tipica dei giorni della chiusura natalizia. D'altra parte, invece, potrebbero essere tristi per le gite ed i viaggi che erano in programma e a cui hanno dovuto rinunciare. Simone Vitale In seguito al provvedimento preso dal presidente del consiglio Giuseppe Conte di chiudere le scuole in tutto il territorio nazionale mi chiedo: l’anno scolastico sarà valido comunque o dovrà essere allungato? Margherita Zaccardi Il Coronavirus si sta diffondendo in quasi tutto il mondo.Bambini e ragazzi in Italia sono a casa, i compiti vengono mandati tramite WhatsApp. Ci sono dei casi anche in Abruzzo. Si spera che questo virus sparisca subito. Filippo Santuccione Il coronavirus è una malattia molto contagiosa e pericolosa, soprattutto per le persone anziane e quelle già affette da gravi malattie. Si sta cercando di far circolare meno persone possibile per contenere il virus, diminuendo i contagi. Alcuni cittadini sono d’accordo e altri no, perché questa decisione ha causato dei disagi alle famiglie. Angelica Iezzi La chiusura delle scuole purtroppo crea disagio alle famiglie perchè tanti genitori devono continuare a lavorare e sono costretti a pagare baby-sitter per guardare i propri figli. Bisogna aspettare con pazienza e sperare che i casi diminuiscano e le scuole vengano riaperte. Matteo Di Federico Il coronavirus è molto pericoloso, le persone più a rischio sono quelle oltre i 65 anni. Per un periodo è girata la fake che era partito da un mercato cinese attraverso dei pipistrelli.

3


IL GAZZETTINO – della Quinta C

5 PASSAGGI PER EVITARE IL COVID-19 IN UN VIDEO DIVENTATO VIRALE 5 SEMPLICISSIMI PASSAGGI CON I QUALI SI RIESCE A LIMITARE IL CORONAVIRUS: UNA “MISSIONE” PER NOI BAMBINI di Giovanni Melchiorre Questi che seguono sono dei semplici passaggi con cui si riesce a limitare il contagio e, di conseguenza, la diffusione del COVID-19. C’è tanto allarmismo per questo virus, che in realtà è un’influenza che va a finire con una tosse forte e polmonite, in alcuni casi non si riesce a respirare. Inoltre, il 99% delle persone morte avevano già patologie gravi e corrispondono solo al 2% delle persone contagiate. Il virus può rimanere sulle nostre mani per almeno 10 minuti, quindi ecco i comportamenti principali da seguire per limitare il contagio:

1. Lavati sempre bene le mani per almeno 20 secondi 2. Non metterti le dita nel naso 3. Non mangiarti le unghie 4. Se hai la tosse o devi fare uno starnuto, copriti la bocca con il gomito 5. Se ti cola il naso non tirare su, ma usa sempre fazzoletti monouso puliti e poi buttali

Non aver paura del Coronavirus, noi siamo più forti! Il mondo dello sport sconvolto

IL CORONAVIRUS COLPISCE ANCHE IL CALCIO di Alessandro Ciaschetti e Francesco Spezialetti 5 MARZO – Dopo l’iniziale decisione di far giocare senza spettatori solo le partite di serie A nelle zone del nord Italia inizialmente colpite dal virus, il nuovo decreto ha portato nuove restrizioni. Sono stati sospesi gli allenamenti sportivi delle categorie non agonistiche, mentre sono possibili gli allenamenti delle categorie agonistiche solo se praticati a porte chiuse. Anche le partite di campionato hanno subito uno stop, infatti ieri è stata disputata l’ultima partita a porte aperte, quando il Pescara e La Spezia si sono sfidati. I tifosi sono sconvolti perché volevano assistere alle partite della propria squadra del cuore dal vivo e non da casa. I giocatori preferiscono adottare queste regole per proteggere la propria salute e per il bene dei loro supporter. Questo porterà meno incassi alle squadre per quanto riguarda, ovviamente, la vendita dei biglietti.

ANCHE NELLE CHIESE SI ATTUANO MISURE DI PREVENZIONE di Giulia Di Rienzo In Abruzzo (ma anche nelle altre regioni italiane) le scuole, i negozi, le attività sportive sono tutte chiuse proprio a causa del temibile Coronavirus. Anche in chiesa bisogna rispettare delle regole, ad esempio non si può dare il segno della Pace, e i sacerdoti non possono mettere l’ostia in bocca, ma sulla mano. Tutti noi speriamo che questa epidemia si risolva al più presto, così potremo ritornare alla vita di sempre, come quella del 2019.

È in crisi l’Italia, chiudono le imprese e la Borsa cade

CORONAVIRUS, L’ECONOMIA NE RISENTE di Riccardo Lista Il COVID-19 crea danni anche all’economia. Il turismo soffre, nel nord Italia piccole e grandi imprese chiudono o per dipendenti contagiati o per paura di contrarre il virus o per mancanza di guadagni. Piazza Affari è in crisi e ogni giorno perde svariati punti, anche lo spread ne risente. Preoccupante anche il rapporto Deficit- Pil. In tutto il mondo le Borsec alano. Per aiutare le imprese in questo difficile momento, il Governo ha stanziato 7,5 miliardi di aiuti. 4


IL GAZZETTINO – della Quinta C

INCENDIO INASPETTATO A SAMBUCETO Il rogo avvistato nelle campagne vicino il campo di rugby, zona Cittadella dello Sport di Giulia Di Rienzo SAMBUCETO - Il 27 febbraio, verso le 17:40 è stato avvistato un incendio vicino al campo di rugby, Il fumo dell’incendio mentre i ragazzi più grandi si allenavano. Erano dietro il campo appena usciti dal campo i bambini di 6-8 anni, le mamme li stavano portando a fare la doccia, quando hanno visto le fiamme allargarsi verso l’edificio in cui si stavano dirigendo. Si sono allarmate ed hanno chiamato subito i soccorsi, molto velocemente i ragazzi hanno lasciato il campo ed il presidente del Sambuceto rugby ha aspettato i pompieri. Probabilmente la causa che ha generato l’incendio è stato un falò acceso da qualcuno per bruciare le sterpaglie: non volendo, con il vento, si è esteso, causando un vero e proprio incendio.

UNA MACCHINA HA CAUSATO UN INCIDENTE TRA PESCARA E CHIETI

INCIDENTE IN AUTO di Andrea Mancini Il 20 febbraio 2020, quasi al “confine” tra Pescara e Chieti, una macchina non identificata è andata a sbattere contro il guardrail, rompendolo. Questo ha causato una fila lunga circa un kilometro, fino ad IKEA. Ci sono stati dei feriti, che sono stati portati in seguito in ospedale da un’ambulanza.

UNA FATICOSA MA BELLISSIMA COMMEMORAZIONE

I BAMBINI RICORDANO L’ECCIDIO DI 9 PARTIGIANI IL SINDACO, LA PRESIDE ED I PARENTI DEI PARTIGIANI E DEI BAMBINI ASSISTONO ALLA COMMEMORAZIONE CHE I RAGAZZI HANNO PREPARATO di Francesco Spezialetti PESCARA - L’11 febbraio 2020 le classi quinte del plesso hanno organizzato, come ogni anno, una commemorazione per ricordare l’eccidio di 9 partigiani avvenuto nel 1944 dove oggi sorge la scuola. La cerimonia si è svolta nel cortile, ma il momento più intenso è stato al cippo, dove i ragazzi hanno cantato l’inno e hanno osservato un minuto di silenzio per onorare i partigiani, caduti per donare la libertà a tutti noi. La commemorazione è durata un’ora e mezza e la Preside si è congratulata con tutto l’Istituto, soprattutto con i bambini, che si sono esibiti con danze e poesie. Ha ringraziato anche il Sindaco Carlo Masci per la sua disponibilità. Il tutto si è concluso tra i calorosi applausi del pubblico.

La deposizione della corona d’alloro al cippo

Coronavirus: la mappa dei concerti annullati, stop ai firmacopie L’ultimo quello di Elettra Lamborghini a Porto Allegro di Sara Piersante MONTESILVANO - Non solo il calcio e lo sport in generale. Oltre la vita di tutti i giorni, che non è più la stessa soprattutto nel nord Italia, anche il mondo dello spettacolo, ed in particolare quello della musica, risentono abbondantemente dell’emergenza Coronavirus. Quasi tutti concerti vengono annullati o rimandati. Con essi anche i cosiddetti firma-copie, gli incontri con le stelle della musica per il lancio del loro album o singolo. Uno degli ultimi è stato quello di giovedì 5 marzo al centro commerciale Porto Allegro a Montesilvano: nonostante i timori per il Coronavirus, un mare di persone di ogni età ha ballato e cantato sulle note della cantante, che ha firmato autografi e scattato selfie, ma senza baciare o dare la mano ai giovani fans. 5


IL GAZZETTINO – della Quinta C

UNA STORIA DI DEGRADO

Il Museo del Mare abbandonato

di Leonardo La Briola PESCARA – Il Museo del Mare di Pescara è chiuso, inutilizzato e abbandonato a se stesso nel degrado ormai da molto tempo. A fare questa osservazione sono state alcune persone appartenti ad un partito politico, che sono entrate nel museo dopo sette anni di chiusura e hanno mostrato alla città come 20 anni di attesa, 10 appalti e 2 milioni e mezzo di euro non sono bastati per aprire il nuovo museo. Hanno infatti trovato: infiltrazioni d’ acqua ad ogni piano, crepe, crolli di parti di solai, parquet scoppiato, intonaci screpolati, per non parlare della quantità di reperti, anche di valore, abbandonati sul pavimento e alla polvere. L’obiettivo è l’immediata ristrutturazione e la riapertura del museo.

Il progetto di gemellaggio in rete e la partecipazione delle scolaresche.

Erasmus+, cos’ è e chi partecipa Conosciamo il famoso progetto a cui partecipano i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di alcuni Stati europei, con un obiettivo: conoscere culture e usi di paesi diversi e imparare nuove cose. di Alessandro Timperio e Matteo Di Maio Quest’ anno l’istituto Comprensivo Pescara 7 ha partecipato al progetto Erasmus+ che è anche inserito nella piattaforma eTwinning (per il gemellaggio in rete). Questo progetto consiste in spostamenti dei ragazzi negli stati partecipanti, in lavori e laboratori da condividere in piattaforma con gli altri paesi. Partecipano scuole primarie e secondarie. Nella prima “fase” (Welcome) i ragazzi si sono presentati e hanno condiviso i vari progetti e attività che vengono organizzati nelle loro scuole. Il primo argomento avviato (dopo il Welcome) è stato il “Rules for privacy nd network security”, che ci ha aiutato a capire come si usano i social ed a mantenere la sicurezza mentre si utilizzano. E’ stato lanciato anche un concorso: ideare un logo che riguardi e descriva il progetto Erasmus+ e il tema Cyber Security Schools. Il vincitore è stato proprio un ragazzo dell’ Istituto Comprensivo Pescara 7 (scuola secondaria “L. Antonelli). Si è aggiudicato la vittoria con disegno molto significativo: un cubo di Rubik, e su ogni facciata sono disegnate le bandiere dei paesi partecipanti: Italia, Ungheria, Romania, Spagna, Polonia e Turchia. Il secondo argomento che tratteremo sarà sulle fake news: scopriremo come si fa a riconocerle. 6


IL GAZZETTINO – della Quinta C

AVVENTURA NEL MONDO DELLA POESIA I RAGAZZI DELLE CLASSI QUINTE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 7 INCONTRANO UN POETA 28 FEBBRAIO 2020 – E’ iniziato oggi il percorso sulla poesia, che condurrĂ gli alunni a scoprire questo linguaggio magico e coinvolgente. Il primo incontro è stato con il professor Giancarlo Giuliani, che ha spiegato loro che cos’è e come si compone un haiku.

L’incontro in aula magna

CHE COS’ E’ UN HAIKU Lo HAIKU è un breve componimento nato in Giappone nel 1600. I piĂš famosi autori di di haiku hanno usato questa forma poetica per descrivere la natura e le vicende umane ad essa legate.

INVERNO Scende la neve, siamo chiusi in casa, grigio mi sento.

REGOLE PER SCRIVERE UN HAIKU I ragazzi del plesso 11 febbraio 44 imparano a scrivere un haiku. di Veronica Cerritelli e Francesca Pio Per scrivere un haiku si devono seguire delle regole ben precise: -i versi devono essere tre -il primo verso deve avere cinque sillabe, il secondo sette e l’ultimo cinque. -Nel primo verso bisogna indicare la stagione (ma senza nominarla) -nel secondo, una caratteristica della stagione. -nel terzo, invece, un sentimento personale dell’autore. Nei riquadri, troverete alcuni componimenti scritti dagli alunni.

PRIMAVERA

Sbocciano fiori, i bambini corrono. Gioia in me.

AUTUNNO Foglie secche, scuola e compiti. Mi sento triste.

ESTATE Sole cocente la sabbia nelle scarpe: felice mi sento.

Edizione speciale dei libri per il centenario della nascita del grande Gianni Rodari Milioni di libri stampati per l’anno rodariano, in particolare uno dei piĂš famosi: “Il libro degli erroriâ€? . Vediamo piĂš nel dettaglio il contenuto con una breve recensione. di Alessandro Timperio Questo libro (Einaudi Ragazzi, pagg.206, ÂŁ12,50) evidenzia il fatto che Gianni Rodari pensava che gli errori veri sono nelle cose. Nel libro l’autore è rappresentato attraverso il suo alter – ego, il professor Grammaticus. Protagonista della maggior parte delle storie, il povero professore si ritrova in situazioni inverosimili con degli errori da correggere. Per questo il libro è diviso a metĂ : errori in ROSSO e in BLU, ovvero piĂš o meno gravi. Esso comprende non solo storie, ma anche filastrocche, che spiegano in senso ironico l’utilizzo della grammatica. Libro adatto a tutte le etĂ con una buona dose di risate assicurate!!! đ&#x;˜Š 7

La copertina, disegnata da Bruno Munari


IL GAZZETTINO – della Quinta C

INVERNO, IL FREDDO TARDA AD ARRIVARE

IN ABRUZZO SITUAZIONE CRITICA, GRAVI DANNI A TURISMO E AGRICOLTURA In Abruzzo la neve scarseggia e le temperature sono molto alte per le medie stagionali. A Scanno (un paesino a 922 m s.l.m.) la neve scarseggia, in paese ci sono solo piccoli cumuli come quello nella foto. di Riccardo Lista 26 GENNAIO 2020 - Vicino al lago ci sono pochi centimetri, gli abitanti del paese sono sbalorditi di fronte alle alte temperature. Le località sciistiche spesso costrette ad usare la neve artificiale, cosa insolita per le piste di Passolanciano. Danni anche per gli agricoltori, in quanto le alte temperature hanno stimolato prematuramente la ripresa della vegetazione. Un po’ di freddo e qualche pioggia dovrebbero arrivare verso i primi di marzo (cosa che in parte successe anche l’anno scorso) e quindi andare in soccorso agli agricoltori, scongiurando così altri danni. Inverno mai visto, forse dovuto all’ effetto serra.

UNA SCOPERTA GALATTICA

La più grande esplosione dopo il Big Bang di Leonardo La Briola Alcuni astrofisici, guidati dall’italiana Simona Giacintucci, hanno individuato, per mezzo di due telescopi spaziali a raggi x, una potente esplosione di un buco nero. Secondo gli esperti si tratterebbe addirittura della più intensa dopo il Big Bang.

E’ stata originata da un buco nero nel superammasso di Ofiuco che si trova nella costellazione omonima (quella di Ofiuco è la tredicesima costellazione) più o meno a 390 milioni di anni luce dalla Terra. In questa esplosione ci potrebbero stare 15 galassie come la Via Lattea, ovvero si tratta di un’esplosione 15 volte più grande della nostra. Secondo gli esperti, i risultati ottenuti potranno aiutare a capire in che modo gli enormi buchi neri al centro delle galassie interagiscono con l’ambiente circostante, influenzandolo profondamente.

8


IL GAZZETTINO – della Quinta C

Bambina dipendente dal

I RAGAZZI NON SANNO PIU’DIVERTIRSI

telefono

COS’E’ IL VAMPING Adolescenti che guardano il mondo esterno solo su internet di Giada D’Onofrio Una tendenza che si è molto diffusa tra gli adolescenti (e di cui non riescono a fare a meno) prende il nome di vamping. L’uso irrefrenabile del cellulare ha sostituito il nostro cervello ed i ragazzi si comportano come dei vampiri, restando svegli fino all’alba solo per chattare con amici o per guardare Instagram o Facebook. Lo usiamo in ogni momento della giornata: a scuola , al lavoro, durante cene o feste, quando invece di parlare si sta attaccati al telefono! Col Vamping i ragazzi dormono meno e si svegliano già stanchi, hanno sbalzi di umore e non si concentrano a scuola. Per risolvere il problema si dovrebbero stabilire delle regole, per esempio quando si è a tavola con la famiglia il telefono non si dovrebbe utilizzare. Gli adolescenti si dovrebbero impegnare in altre attività, come lo sport, per distrarsi anche da Playstation , Xbox e tablet.

Neve rossa sull'Antartide

Panico per l'inaspettato fenomeno atmosferico di Sara Piersante ANTARTIDE – Il 26 febbraio 2020,a causa di un' alga, la neve dell'isola di Galindez a Vernadsky si è colorata di un rosso anguria (per cui questo fenomeno è detto anche “watermelon snow ”). SITUAZIONE PROBLEMATICA Questo evento si ripete quasi ogni anno in estate e costituisce un danno all'ambiente perchè, da quanto emerso da uno studio pubblicato su Nature, con le alghe che hanno fatto diventare la neve rossa, si velocizza lo scioglimento dei ghiacciai e ciò implica un innalzamento del livello dei mari. Il colore rosso è dovuto al rilascio di carotenoidi da parte delle spore dell'alga come meccanismo di protezione dai raggi ultravioletti del sole. Esso, assorbendo il calore , aumenta lo scioglimento dei ghiacci e questo, secondo i ricercatori ucraini , andrebbe ad aumentare i cambiamenti climatici, andando a danneggiare sempre di più il nostro pianeta.

9


IL GAZZETTINO – della Quinta C

Curiosita' dal mondo di Giovanni Di Biase

LA CITTA’ DOVE SE SUONI IL CLACSON IL SEMAFORO ROSSO DURA DI PIU’ “Piu’ suoni, più aspetti”: è l’idea venuta in mente alla polizia di Mumbai, in India, per contrastare l’inquinamento acustico. Un congegno rileverà i suoni sopra gli 85 decibel, reimpostando il rosso. Semplice, più suoni il clacson meno ti muovi: il metodo è semplice, se gli automobilisti fermi al semaforo fanno sentire il loro clacson, la luce rossa durerà di più. Geniale, no???

PROPOSTA DI MATRIMONIO “MILITARE”: IL CUORE E’ FATTO DI CARRI ARMATI L’insolita proposta arriva dalla Russia, dove un tenente ha coinvolto i suoi commilitoni e alcuni tank. Il militare ha deciso di sorprendere la sua fidanzata con una proposta di matrimonio alquanto originale, utilizzando uno schieramento di carri armati, disposti a forma di cuore. Nella foto, il tenente e la sua fidanzata sono al centro del cuore, mentre lui si inginocchia per farle la proposta di matrimonio. Uno sforzo che gli ha portato fortuna…La ragazza ha detto “Sì!!!!!”. Il video, trasmesso dalla TV pubblica russa, ha fatto rapidamente il giro del mondo ed è diventato virale.

LA MISSIONE DI BRIAN, RESTITUIRE LE FOTO (E I RICORDI) AI LEGITTIMI PROPRIETARI. Un architetto statunitense ha rinvenuto in un negozio chiuso centinaia di scatti e servizi fotografici che le persone non erano riuscite a ritirare: adesso vuole ricongiungere gli scatti e i loro proprietari. Ancora oggi Brian sta distribuendo fotografie a chi non ha potute averle tempo fa.

10


IL GAZZETTINO – della Quinta C

A Francavilla, carri e tanto altro

UN CARNEVALE BREVE MA INTENSO Come da tradizione si è tenuta la famosissima sfilata dei carri, ma con una eccitante novità di Martina Scalpelli Un momento della sfilata

FRANCAVILLA (CH),25 febbraio 2020 - In Abruzzo a Francavilla, come da tradizione, si è svolta la consueta parata di Carnevale. Rispetto all'anno scorso c’è stato un carro in meno, ma una grande novità: ogni Dolcezze persona o famiglia che di andava, riceveva un foglietto sul quale si richiedeva di mettere una croce sul Carnevale: le carro che era piaciuto di più. Tra quelli che hanno scelto il più votato, sarà chiacchiere estratta una cena con le persone che hanno progettato il carro. Sono sfilati Tra i vari dolci Addams, di quattro carri: uno dedicato al teatrino di Patanello, uno alla famiglia ce IN n’èFUMO, uno un altro al mondo dei Puffi e infine quello chiamato Carnevale IL MONDO tanto amato davanti al quale delle ragazze rappresentavano Greta Thunberg. Nondai ancora si bambini, sa quale è stato il carro più votato, si scoprirà nei prossimi giorni. ovvero le chiacchiere Di Mariachiara Capitelli e Camilla Di Nezza

NUOVE MASCHERE

RICETTA: 2 uova 50 g di burro 500 g di farina 2 cucchiaini di zucchero 1 pizzico di sale 1 limone grattugiato A MANFREDONIA ½ bicchiere di vino bianco

I bambini delle scuole partecipano alla sessantasettesima sfilata delle maschere e dei gruppi allegorici, ma senza carri di cartapesta. dI Irene Di Girolamo Anche quest’anno a Manfredonia (FG) si è tenuto un fantastico Carnevale. Alla sfilata hanno partecipato scuole materne, elementari, medie, superiori ed associazioni varie. I ragazzi scelgono un tema e poi con le stoffe (fornite dalle scuole) realizzano originali costumi, realizzati con stoffe riciclate rigide e molto particolari e tutti dotati di luci, in modo tale da brillare nella notte. La sfilata si svolge sul lungomare e, terminati i festeggiamenti, si dichiara la

.

scuola vincitrice Riguardo i carri, quest'anno il comune ha fornito un budget ridotto, che ha impedito la loro realizzazione. Il Carnevale di Manfredonia dura un mese e ogni giovedì girano per la città le maschere tradizionali. E’ un vero e proprio spettacolo di musica e luci!

11


IL GAZZETTINO – della Quinta C

Viaggio in Abruzzo tra riti, cibo e molto altro

Sta per arrivare la Pasqua: tutti si preparano per questa festa di Sofia Marcone

ABRUZZO - Nella nostra regione nel periodo pasquale sono molti i riti e le tradizioni: si va a messa a partire dalla Domenica delle Palme fino alla successiva, quando Gesù risorge, dopo la Veglia Pasquale del sabato, preceduta da un lungo digiuno. Il Venerdì Santo, una delle processioni più suggestive è quella degli Incappucciati, che si svolge a Chieti. il giorno di Pasqua a Sulmona, come tradizione, viene organizzata “La Madonna che scappa in piazza”: se la statua della Madonna, portata a spalla, percorrendo la piazza non si inclina o cade, l’ anno sarà positivo. La statua è caduta solo due volte, quando sono scoppiate la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. La processione del Venerdì Santo a Chieti

La Madonna che scappa in piazza a Sulmona

Anche a tavola le tradizioni sono molte. il menù del giorno di Pasqua prevede: i fiadoni, il brodo con il cardone, il timballo , l’ agnello cace e ove. Non possono mancare i dolci, cioè la pupa ed il cavallo, che sono fatti di pasta frolla. La tradizione religiosa vuole che la rottura di questi biscotti nel giorno di Pasqua stia a ricordare il momento in cui Gesù spezzo il pane durante l’ultima cena per condividerlo con gli apostoli, simboleggiando lo stesso gesto di amore. La tradizione popolare, invece, fa risalire la nascita di pupa e cavallo al 1800: in occasione delle feste di fidanzamento le famiglie si scambiavano dolci: a forma di cavallo per quella della futura sposa, a forma di pupa per il futuro sposo. Tradizionalmente, la pupa ed il cavallo venivano preparati il Giovedì Santo dalle nonne, ed in mancanza delle uova di cioccolata, regalati rispettivamente a nipotine e nipotini. Entrambi avevano sulla pancia, racchiuso da due strisce di pasta a forma di croce, un uovo che simboleggia la rinascita. Sia la pupa che il cavallo venivano ricoperti di confettini colorati, per gli occhi due chicchi di pepe nero e chiodi di garofano, per la bocca uno o due chicchi di caffè.

12


IL GAZZETTINO – della Quinta C

di Mariachiara Capitelli e Camilla Di Nezza

I dolci tipici di Pasqua

Dolcezze di Carnevale: le chiacchiere Tra i tanti dolci ce n’è uno tanto amato dai bambini, ovvero le chiacchiere

La ricetta della pupa e il cavallo

INGREDIENTI: 2 uova 50 g di burro 500 g di farina 2 cucchiaini di zucchero 1 pizzico di sale 1 limone grattugiato ½ bicchiere di vino bianco PREPARAZIONE: Disporre la farina a fontana con al centro le uova, lo zucchero,il burro , la buccia di limone grattugiata e un pizzico di sale. Iniziare ad impastare aggiungendo man mano il vino bianco; amalgamare il tutto fino a formare una palla morbida ed elastica. Ricoprire la palla con la pellicola trasparente e metterla in frigo a riposare per mezz’ora. Poi riprendere l’impasto e stenderlo con il mattarello, con una rotella dentellata creare dei rettangoli di medie dimensioni. Friggere le chiacchiere fino a completa doratura da entrambI i lati. Buon appetito!

INGREDIENTI: 200 g di zucchero 500 g di farina 3 uova ½ cucchiaino di lievito in polvere per dolci 3 cucchiaini di olio extra vergine d’oliva 1 limone (buccia grattugiata) DECORAZIONI: Confetti colorati Gocce di cioccolato PREPARAZIONE: montare le uova con lo zucchero, unire la farina setacciata con il lievito e lavorare la pasta. Aggiungere la scorza di limone e l’olio, ed amalgamare bene il tutto. La consistenza dell’impasto deve essere morbida ma non deve incollarsi alle mani. A questo punto si può cominciare a lavorare l’impasto per creare le forme desiderate. Una volta realizzati e decorati, infornare la pupa e il cavallo in forno a 180° per 20 minuti.

13


IL GAZZETTINO – della Quinta C

STORIA DEL PATTINAGGIO di Angelica Iezzi

Il pattinaggio nasce in Olanda nel 1500 come soluzione al problema degli spostamenti in periodi di intense nevicate, sviluppando il concetto di spostarsi più velocemente su superfici ghiacciate utilizzando lame posizionate sotto le scarpe. Qualche secolo dopo la nascita del pattinaggio sul ghiaccio nasce anche quello a rotelle: proprio osservando gli attrezzi utilizzati per scivolare sul ghiaccio sorse l'idea di poter percorrere distanze su terreni piani e lisci con attrezzi fissati ai piedi muniti di ruote. Intervista ad una pattinatrice agonistica: 1-Come mai hai scelto questo sport? Ho scelto questo sport perché mi ha appassionata e incantata sin dalla prima volta che l’ho visto. Pattinare è sempre stata la mia più grande passione da quando ero piccola, infatti la prima volta che ho messo i pattini avevo 2 anni e mezzo. Inoltre ho avuto la fortuna di incontrare degli allenatori e dei compagni di squadra meravigliosi, che mi hanno sostenuta e aiutata a superare le difficoltà. Ma soprattutto che mi sono sempre stati accanto nel bene e nel male, mi hanno aiutata a crescere e sono sempre riusciti a strapparmi un sorriso. 2-Come ti senti prima di affrontare una gara? Prima di una gara sono sempre molto ansiosa e mi tremano le gambe, ma sono anche molto preoccupata perché non so quale sarà l’esito della gara. Prima di entrare in pista ho il cuore in gola, ma quando sento lo sparo della partenza sento l’adrenalina scorrere nelle vene e l’ansia scompare. In ogni gara cerco di dare sempre il massimo, anche se a volte o per un motivo o per un altro non ottengo sempre i risultati sperati. 3-Come sono gli allenamenti? Gli allenamenti sono molto impegnativi e stancanti, ma quando si è felici e si sta tutti insieme la stanchezza diminuisce. Allenarsi così frequentemente spesso comporta a rinunciare un’uscita con gli amici o un altro impegno preso in giornata. Ma non importa quanto sia faticoso portare a termine un allenamento perché la soddisfazione più grande è quella di uscire dalla pista sapendo che più di così non potevi fare!

Benefici del pattinaggio in – line: migliora il battito cardiaco e fa lavorare i polmoni; rinforza e tonifica i muscoli del corpo; dà equilibrio dinamico; i muscoli posturali, addominali e estensori della schiena vengono allenati in modo importante; pattinare ti consente di bruciare 6 calorie al minuto o 360 all’ora; il movimento di spinta e di scivolamento ha un impatto minimo sulle articolazioni; il pattinaggio è divertente e ti dà soddisfazione a ogni traguardo raggiunto e migliora la fiducia in sé. Valentina di Paolo campionessa di pattinaggio

A tu per tu con Valentina. Europei di pattinaggio. Di Paolo in finale di Veronica Cerritelli e Gulia Di Rienzo

Ti piace allenare i ragazzi? Si, mi piace allenare i miei ragazzi cosi potranno avere anche loro la possibilita’ che ho avuto anche io. Sei stata contenta quando ti hanno nominato? Sì, molto ma sinceramente non me lo aspettavo Hai altre passioni oltre al pattinaggio? Fare lo shopping e mangiare, come quasi tutte le ragazze della mia eta’ A quanti anni hai cominciato a fare questo sport? A sei anni Hai qualche preferenza tra salti e trottole? Principalmente preferivo le trottole, perche’ le capivo subito. 14


IL GAZZETTINO – della Quinta C

BARZELLETTE…SPORTIVE di Andrea Mancini e Giovanni Melchiorre Un lanciatore di giavellotto:” Pensa che una volta lanciando il giavellotto a più di 50 m di distanza ho preso una medaglia!” “Caspita, che mira!” Un pipistrello è appeso a testa in giù. Un altro a testa in su. Il primo chiede:” Ma cosa fai?” “Hai mai sentito parlare di yoga?”

PAROLE CROCIATE di Matteo Di Maio ORIZZONTALI:1. Procedimento giudiziario 5. La città del Vesuvio 9. Campo con pomodori 10. Inizio di corsa 11. In mezzo all’ aula 12. La terza nota 13. Simbolo del calcio 14. Il nome della Maraini 16. Un formaggio tipico lombardo 20. Elaboratore elettronico 21. Tendere… a una carica 22. Recipiente 23. Suonate sotto il balcone 25. Un ruolo calcistico 27. Se ne beve molto in Inghilterra 28. Nella parte alta 29. I fori del naso 32. Vi si combatté nel 1848 34. Squassa il petto 35. Scrisse “i ragazzi della via Pàl” 36. Ente petrolifero (sigla) 37. Gli abitanti del bel paese. VERTICALI: 1. Spera di acquistare clienti 2. È salubre in pineta 3. Antico do 4. Sigla di Sondrio 5. Negazione 6. Congiungono 2 rampe 7. Insieme a lei 8. Il nome della Occhini 10. In provincia di Reggio, nell’ Emilia 13. Veicolo delle vacanze 14. Ben fornita 15. Dea delle messi 17. Farsi da parte 18. Le bagna il mare 19. Composti poliazotati 24. Pulsano in petto 26. Città francese capoluogo dell’Aisne 28. Il nome del comico Laurel 30. Sigla d’ Isernia 31. Conferenza Episcopale Italiana 32. Palla in rete 33. Istituto assicurativo (sigla) 35. Fa coppia col se.

15