Issuu on Google+

San Salvo:

Piccola Sartoria Stireria Sottovuoto

Dialogo sul problema dei rifiuti

ORARIO CONTINUATO

via Ciccarone 109/b (Parcheggio scuole Rossetti)

Vasto (CH) Tel. 0873 59480 Cell. 331 8248213

Pagina 5

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 10 n. 58 - Giovedì 31 marzo 2011 - San Guido

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it Stampa Edizioni Il Castello - Martano Editrice (BA) www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Per il bene comune, ...e anche di loro “È mejje a 'rrèsse preime a la càsa tè, che a 'rresse sicande a la case dill' èddre. Meglio essere il primo a casa tua che il secondo a casa d'altri”. Ci risiamo, avrete pensato: questo l’ha ancora con il Forte (ma perdente) Peppino, che s’è voluto accontentare per cinque anni di fare il Primo in Consiglio, e pur sempre “secondo” in città dopo il compare-compagno gissano Lapenna. Non lo nego, è così, ma mi riferisco a lui non per dirgli, come gli interessati di questo o quello schieramento: “Vai di là”, “ma prego, venghi piuttosto di qua”! E’ che il proverbio mi stimola a richiamare, Forte Peppino a un’esigenza che ciascuno ha a questo mondo per essere se non riverito sicuramente apprezzato e rispettato: essere e porsi per se stessi, sempre. E invece, c’è ancora una volta da chiedersi del perchè lui - come altri della sua famiglia politica d’origine (per dire Nicola Del Prete, altro “secondo” in casa d’altri) ha voluto trasferirsi in casa dei “compagni”, con il risultato di dover fare loro da gregari o da secondi! Si dirà: “Fatti suoi” o “Fatti loro”! Senonchè quel volersi accasare “...a la case dill' èddre”, pur di restare nel Palazzo ha comportato soltanto che ora questa gente non sa più neppure ...”dove stavano di casa” prima, e che, assieme a loro, molti altri cittadini hanno perso ...“la vie d’ la case”, come dire: sapere e capire cosa veramente si deve volere da un’Amministrazione comunale. Un consiglio, se posso: non cercate di ‘ospitarli’ nelle vostre liste o nelle vostre importanti scelte elettorali. E’ meglio che stiano ‘a spasso’, almeno per un qualche tempo, o defiMigliaia di visite ogni giorno, nitivamente. Con questo, in fondo, non auspico che il bene di tutti, nostro contenuti e ...anche extra, di loro.video e... la tua TV 24 ore su 24 sempre sulla notizia! GFP

quotidiano on line

WebTV

La gara del parcheggio multipiano è clientelare

Alle perplessità già espresse riguardo alla gara di affidamento, per trent’anni ed a soli 1000 euro al mese, del parcheggio multipiano di via Foscolo, ne aggiungiamo un’altra che ci porta a dire in maniera esplicita che la gara è stata studiata per favorire forse una tal ditta. In parole povere vestita su misura per una ditta soltanto. Ricaviamo questa convinzione leggendo quanto previsto nel bando di gara all’art.13 punto 3) ove viene stabilito, a pena di esclusione dalla gara, che la ditta che intende partecipare dovrà dimostrare di svolgere e/o di aver svolto “una od alcune attività di gestione rispetto a quelle indicate nel progetto”. È quanto meno intuitivo infatti che la condizione posta limita la partecipazione di altre ditte o soggetti eventualmente interessati all’affidamento dell’impianto, circoscrive la gara soltanto ad alcune ditte, probabilmente

Seguici su www.quiquotidiano.it quotidiano on line Seguici su

www.quiquotidiano.it

già individuate prima della pubblicazione dell’avviso pubblico, e riduce anche la possibilità di registrare offerte più alte con conseguente danno economico per il Comune. Insomma, questo bando “puzza”, non convince sulla buona fede di chi l’ha redatto e apre la porta ad una serie infinita di sospetti che aspettiamo vengano chiariti o che viceversa portino alla revoca dell’affidamento ed alla non apertura delle tre buste di offerte pervenute alla sca-

denza del 24 marzo. Vada come vada a finire, questa storia rappresenta comunque l’ennesimo esempio di mala amministrazione di Lapenna e della sua giunta di centrosinistra e soprattutto una dimostrazione di disinteresse nei confronti della Città e dei suoi giovani, per i quali quell’impianto poteva forse rappresentare un’occasione di lavoro. Casi del genere con Mario Della Porta sindaco non potrebbero essere neanche ipotizzati

Cronaca

Servizio pag. 2

Le gemelline scomparse. Forse viste lungo la SS16

e scrivici a redazione@quiquotidiano.it


VASTO Via Maddalena, 91 66054 VASTO (CH) Tel. 0873/378460 vasto.3567@agenzie.milass.it

quotidiano l’informazione free press

giovedì 31 marzo 2011

Alessia e Livia, le gemelline scomparse

Forse avvistate sulla Statale tra Vasto e San Salvo

Vestite con felpa rosa e pantaloncini bianchi, zainetti sulle spalle e stavano camminando da sole. Questa la descrizione di Alessia e Livia Schepp, le due gemelline svizzere da tempo scomparse, fatta da un operaio di San Salvo, occupato in una vetreria di Vasto. L'uomo si è rivolto alle forze dell'ordine della città adriatica, affermando di aver visto le piccole camminare a passo spedito lungo la Statale 16,

nei pressi dell'ingresso di via dello Sport alla Marina sansalvese, strada che conduce ad alcuni complessi residenziali, farmacia e ufficio delle Poste. L'uomo si è avvicinato a loro, ma spaventate, le bimbe si sono allontanate e, allora, temendo di poter essere scambiato per malintenzionato, l'operaio ha desistito. Dopo aver confidato tutto ad un collega ha deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine e al Co-

mando di Polizia Municipale di Vasto in particolare. Gli sono state mostrate le foto delle due bambine ed immediato è scattato il riconoscimento. Subito sono scattate le ricerche che, però, al momento non hanno avuto esito positivo. Cauto il dirigente del commissariato di Vasto, Cesare Ciammaichella, il quale comunque ha assicurato di aver attivato un apposito servizio di ricerca sul territorio. Stesso atteggiamento da parte del capitano Giuseppe Loschiavo, comandante della Compagnia di Vasto. In giornata sapremo forse se il testimone avrà visto giusto o se si sarà trattato di uno sbaglio, certamente in buona fede, suscitato dal clima di suggestione che il caso ha creato.

Furto in un deposito di autodemolizioni

Rubati attrezzi da lavoro per un valore di 4 mila euro Ladri in azione in un deposito di autodemolizioni lungo la strada provinciale San Lorenzo-Sant'Antonio Abate, in territorio di Vasto. Nel 'mirino' i capannoni di una ditta dall'interno dei quali sono stati asportati, trapani, cacciaviti, tre mole elettri-

Cordoglio La Redazione esprime le più sincere condoglianze al collaboratore ed amico Francesco Paolo Manna che nei giorni scorsi ha purtroppo perso la cara nonna e le estende con viva commozione a tutta la famiglia.

che ed altri attrezzi da lavoro. I ladri hanno agito con spregiudicatezza e destrezza, pur trovandosi l'abitazione dei titolari dell'attività a poche decine di metri di distanza dal deposito. Dopo aver infranto una vetrata, i lestofanti hanno fatto in-

di Travaglini Nicola

Infissi in alluminio e legno/alluminio

cetta di materiale da lavoro per un valore commerciale di circa quattromila euro. La scoperta del furto con 'spaccata' è stata fatta soltanto questa mattina, alla riapertura dell'attività lavorativa. Sull'episodio indagano le forze dell'ordine.

Convocato il Consiglio Comunale Sono sette i punti all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. L’assise civica si riunirà in prima convocazione oggi alle ore 14 e in seconda convocazione alle ore 15 di lunedì 4 aprile. Questi gli argomenti in discussione: -Interrogazioni ed interpellanze; -Piano di recupero del centro storico (adozione); -Impianti sportivi di proprietà comunale. Provvedimenti; -Variante ex art. 5 Dpr 447/98 – Realizzazione polifunzionale ditta società Donato Di Fonzo. Approvazione; -Regolamento per la gestione del patrimonio immobiliare del Comune di Vasto. Modifica; -Approvazione proposta di piano di classificazione acustica del territorio comunale; -Coro polifonico Histonium. Provvedimenti.

2

Vasto cambia? Il fallimento di Lapenna

Storia di un’Amministrazione mai nata Ricordate l’opuscolo con cui Luciano Lapenna ed i 140 candidati consiglieri si presentarono alla Città cinque anni fa chiedendo ai cittadini di dar loro fiducia? Rileggendolo a distanza di cinque anni si arriva fatalmente alla conclusione che la promessa racchiusa nello slogan “Vasto cambia” sono state disattese e tradite. I vastesi hanno purtroppo pagato per quell’atto di fiducia accordato a chi ha fatto dell’inganno una professione. Continuiamo con la promessa fatta in tema di Cultura, Comunicazione e grandi eventi e Sport ed associazionismo.

Cultura, Comunicazione e Grandi Eventi Con uno slogan nello slogan, Lapenna ed il Pd lanciavano, nel programma del 2006, un’altra frase fatta che non significa niente, “sapere per partecipare, partecipare per sapere” riferita alle strategie di informazione che l’URP ed internet avrebbero dovuto avere con il “pubblico” (in pratica “i cittadini”). Tra le numerose proposte che venivano avanzate spicca il ritorno dell’Università a Vasto ma non solo: illustri presenze cartacee sono la comunicazione integrata, la guida dei servizi comunali, la valorizzazione del patrimonio museale, e tante altre promesse che si sono rivelate altrettante prese per i fondelli.

Sport ed associazionismo Tra le tragiche amenità del programma di Lapenna, compare anche il capitolo “Sport ed Associazionismo”. Ebbene questo argomento merita particolare attenzione perché alla conclusione del mandato di Lapenna dobbiamo registrare la “scomparsa” della squadra di calcio, la gloriosa PRO VASTO, massima espressione dello sport cittadino, nata nel lontano 1902 per merito di alcuni studenti della Regia Scuola Tecnica “Gabriele Rossetti”. Conseguentemente i “grandi eventi sportivi nazionali“ annunciati non si sono avuti, così come si sono rivelati pure esercitazioni verbali, i previsti Centri Federali dedicati al Tennis e al Calcio oltre che la Foresteria Sportiva e quel fantomatico Centro Sportivo polivalente con regolamentare pista di atletica leggera che avrebbe dovuto, forse, soppiantare Coverciano. Per quanto attiene all’Associazionismo in senso lato l’ espressione “democrazia partecipativa” è risultata vuota vuota come tutte le promesse fin qui elencate. Letterale presa per i fondelli di quel cittadino che avrebbe dovuto essere “partecipe del proprio futuro….”


STUDIO PARRUCCHIERI

VASTO quotidiano l’informazione free press

Via Lago, 27 (Portale S. Pietro) VASTO - Tel. 0873 368077

giovedì 31 marzo 2011

L’Idv ovvero dell’ambiguità Lontani i tempi in cui l’Italia dei Valori si faceva apprezzare per la linearità delle posizioni. A Roma come a Vasto il partito di Di Pietro ha perso questa sua originaria peculiarità e con essa tanti deputati nel Parlamento, sia nazionale che europeo,tanti consiglieri regionali (anche in Abruzzo ne ha perduto uno), provinciali, comunali e tanti, ma tanti consensi tra la gente. Sorvolando sulle vicende nazionali e

soffermandoci su Vasto, c’è da riflettere sulla spaccatura che si registra anche qui nell’Italia dei Valori, partito nel quale, dopo la mortificazione inferta all’ex assessore Francescopaolo D’Adamo cacciato mesi fa a forza dalla Giunta comunale, si fronteggiano animosamente due fazioni: l’una capeggiata dall’ing. Corrado Sabatini, assessore in carica, e l’altra dal dott. Alfredo Bontempo, consigliere ed assicuratore del Comune.

La spaccatura è talmente evidente che la prima perora la candidatura a sindaco della dott.ssa Patrizia De Caro e l’altra quella del sindaco uscente Luciano Lapenna. Come finirà par già di capire, soprattutto dopo la sconfitta di Peppino Forte alle Primarie: la De Caro si ritirerà lasciando il posto a Lapenna, il quale potrà così mettere all’incasso la polizza assicurativa firmata a Bontempo.

Oggi resteranno chiuse le Poste in via Cavour Resterà chiuso, nella giornata di oggi, giovedì 31 marzo, l'ufficio postale di via Cavour, nel centro storico di Vasto. Tutto questo per consentire la sostituzione delle vetrate rotte da alcuni vandali nella notte tra il 17 ed il 18 marzo scorsi. Non pochi i cittadini che giudicano discutibile la scelta considerando le scadenze di fine mese per diverse operazioni. Evidentemente le ragioni di sicurezza hanno prevalso su quelle operative.

Riceviamo e Pubblichiamo

A proposito di strisce blu Quello che sta accadendo a Vasto é vergognoso rasenta quasi il marcio del sistema,ad es.: ieri cercavo un parcheggio che non fosse a pagamento o a tempo nella zona del Palazzo di città e mi sono ritrovata in corso Plebiscito e nel perpendicolare corso Dante su tutta una serie di strice blu, ma quando le hanno ridisegnate? Insomma, strisce blu nella piazza del Comune, parcheggio coperto a pagamento ad ovest e strisce blu al lato est del Municipio! ma dov’erano i par-

cheggi non a pagamento e non a tempo che in percentuale dovevano esser presenti! che schifo anche sotto la curia vescovile oramai sventola il “Gratta e Sosta” pagare per avere la macchina piena di cacche di piccioni! Vastesi disertate il centro storico (vedrete che gli esercenti si infurieranno, cominceranno a chiudere le attività commerciali), andate a piedi, nel negozio sotto casa! costa di più? siete sicuri? avete sommato il costo della sosta o della multa? disarmate chi vuole assetare i cittadini, é uno schifo! pedaggi, tas-

se sempre più onerose, Siamo virtuosi differenziamo, ma la nostra tarsu aumenta del 30%. Allora mi chiedo, davvero chi governa o chi governerà crede che noi non leggiamo i giornali e non capiamo che, dopo il ricatto della chiusura del CIVETA (definito in quella sede carrozzone), siamo stati obbligati a pagare noi il personale in esubero! Aspetto con ansia che qualcuno si interroghi sui tanti lati oscuri Di ciò che accade e chiedere se è normale, se è legale, se è lecito! Basta!!!!!

3

Della Porta, il sindaco giusto

Le chiacchiere e i fatti In questi giorni durante i quali la campagna elettorale è entrata nel vivo, non avendo altre argomentazioni, i membri delle diverse aree politiche che fanno capo alla sinistra o a ciò che ne rimane, provano a fare il gioco delle tre carte. Scientemente, tentano di distrarre l’opinione pubblica da ciò che, effettivamente, è stata la politica della sinistra, del PD e della Margherita in quest’ultimo lustro, trasferendo l’attenzione sulla persona del Presidente Della Porta, accusandolo di non essere adatto a governare la città. I cittadini,però, non sono degli sprovveduti e non hanno dimenticato le promesse non mantenute o i problemi della Vasto che non è cambiata. Soprattutto, nessuno ha sottovalutato ciò che è accaduto in questi anni in termini di conflittualità interna ai partiti del centro sinistra, né che costoro, metaforicamente parlando, se le sono date (e se le danno) di santa ragione anziché pensare a come far rinascere la città. Ma qui scattano gli effetti speciali, infatti, secondo un copione ben collaudato negli anni, si tenta di confutare l’autorevolezza della candidatura a Sindaco del presidente Della Porta, con argomentazioni del tutto risibili. Così si gioca sul fattore età del candidato, sul fatto che “non avrebbe esperienze di governo” o che non sarebbe abbastanza conosciuto al di fuori degli ambienti giudiziari. Ebbene, circa la prima contestazione si può argomentare che se c’è chi, quasi all’età del candidato centro destra, è stato chiamato a presiedere una nazione, è possibile ritenere Della Porta adatto a guidare una città,com’è la nostra. Secondo, forse alcuni ignorano che ogni distretto giudiziario è un po’ come una città. Esso è presieduto da un Presidente della Corte di Appello (carica che Della Porta ha rivestito per diversi anni), il quale ha il compito (alla stregua di un buon Sindaco) di governare svariate centinaia di uffici e di guidare altrettante centinaia di persone. Costoro,distribuiti su tutto il territorio abruzzese, sono chiamati quotidianamente a svolgere un compito importante e ineludibile: << far procedere la macchina della giustizia in tutta la regione per tutelare i diritti di migliaia di persone e di aziende >>. Pensate che sia meno gravoso dell’ amministrare una città che conta un numero inferiore di uffici e dipendenti? Credo di no! Terzo, forse se la scelta dei dirigenti del centro destra fosse stata anticipata, probabilmente, oggi tutti conoscerebbero meglio il Presidente Della Porta. Comunque, poiché il Sindaco (chiunque esso sia) non governa da solo ma attua il suo programma elettorale grazie agli assessori e ai dirigenti nominati, che sono sempre persone del posto, i problemi della città e dei vastesi diverranno sicuramente un obbiettivo superabile. Per questo a tutti quelli che hanno dimenticato le promesse fatte cinque anni fa, vorrei ricordare che i vastesi conoscono la differenza tra quanto promesso e… quanto (non) fatto e proprio come i latini, ripetono: <<Verba volant…sed scripta Manent >>. (le chiacchiere volano ma i fatti sono fatti) Vincenzo Castellano

Il Mondo della Chiave

di Caserio Andrea

centro duplicazioni chiavi serrature - casseforti - porte blindate SERVIZIO A DOMICILIO

Corso Mazzini, 391 - VASTO - Cell. 347.3625387

quotidiano l’informazione free press

3 000 copie in distribuzione gratuita per la pubblicità Giuseppe Giannone

Matilde Mastronardi

333 3799353 - 320 2730383


VASTO Vendita e Assistenza Macchine per Ufficio

Vasto - Via Bachelet 2/c - michelemarchesani@tin.it Uff. 0873 366966 - Fax 0873 372021 - Cell 327 3520021

quotidiano l’informazione free press

giovedì 31 marzo 2011

Impresa Edile

4

Di Spalatro Costruzioni realizza e vende

Via M. Polo 24/B 66054 VASTO Tel. 0873 366062

Inaugurata la nuova sede del Ciclo Club Vasto

Gli obiettivi del Consiglio Direttivo Nel presentare la nuova divisa sociale, confermando i colori storici, è stata inaugurata anche la nuova sede del Ciclo Club di Vasto in Via Santa Lucia e, come affermato dal presidente Angelo Menna, ricordando i tanti anni di attività e promozione sportiva, sempre all’insegna della sua crescita in ambito di promozione e valorizzazione del ciclismo. “Il Consiglio Direttivo, composto, oltre che da Angelo Menna, anche dal vice presidente Mario Alinovi, dal segretario Pietro Bontempo e dai consiglieri Enzo D’Annunzio e Michele Sacco, si pone come obiettivo principale - si legge in una nota - l’organizzazione del tempo libero degli associati come momento di educazione e formazione, crescita culturale e umana, partecipazione attiva e spontanea, incontro e scambio di conoscenze, valori ed esperienze, fino all’assistenza e sensibilizzazione alla

solidarietà e alle iniziative di aggregazione sociale. Il Ciclo Club Vasto promuove prevalentemente l’organizzazione di attività ciclistica a livello dilettantistico e amatoriale, con particolare riferimento alla pratica del cicloturismo di gruppo, anche in collaborazione con altre realtà sportive e ricreative. Tra le tante iniziative, conclude la nota - la Gior-

Nastro azzurro in casa Carpi

nata della Memoria di gennaio, organizzata a Vasto in ricordo delle tante vittime della strada in bicicletta, iniziativa seguita con interesse in ambito nazionale per la sensibilizzazione ai temi della sicurezza stra-

dale. Il Ciclo Club di Vasto raccoglie nuovi iscritti e gli amanti delle due ruote che vogliono avvalersi di una società che fa della bicicletta uno stile di vita sano e ludico”. (mdp)

Auguri Carlo Leone! Carlo Leone Fiore il 30 marzo ha compiuto il suo primo anno. Auguri da Giuseppina, Barbara, Antonietta, Irene, Lina e Silvana. Si associa la Redazione di QUIquotidiano.

AVVISO

Stamattina alle 5.oo è nato Giancarlo jr. che è venuto ad abbracciare i fratellini Michela e Samuele. . Auguri al papà Dante alla mamma Sara, ai nonni da Peppino Tagliente e la redazione

Domenica 3 aprile, alle 15.30 in viale Giulio Cesare, sopra la Banca Toscana, presso il centro Laser terapia, si terrà la presentazione dell’azienda tedesca L.R. aloe vera da parte di manager belga-tedeschi. L’ingresso è aperto a tutti.

“Benessere” per… Bene Stare Si è concluso mercoledì mattina, presso la spiaggia di Punta Penna, nella Riserva Naturale di Punta Aderci, il corso di formazione 2010/2011 “Benessere-Stare” dal tema “Benessere Organizzativo” previsto dal Piano Annuale Regionale 2010 promosso ed attuato dal Direttore della Casa Circondariale di Vasto Dott. Carlo Brunetti rivolto a tutto il personale dell’Amministrazione Penitenziaria della Casa Circondariale. Il corso, coordinato dall’educatore Lucio Di Blasio, è stato condotto dal Dott. Raffaello Caiano psicologo counselor e formatore Presidente dell’ASPIC di Pescara e dal Dott. Giorgio Conti counselor, ha visto insieme, il personale agente di polizia penitenziaria, amministrativo e, per la prima volta, gli insegnanti dei corsi di scuola Primaria e Secondaria di I° grado, nonchè gli operatori del SERT e del Presidio Sanitario Locale operanti nella stessa Casa Circondariale. Il maestro Orlando Ionata I° Circolo Didattico di Vasto

WEEK END

MAX MARA Piazza L. V. Pudente, 34 - Tel. 0873. 370632 - 66054 VASTO (CH)


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

giovedì 31 marzo 2011

5

Dialogo sul problema dei rifiuti

D’Alberto:”Caro Vito... le tue parole sono sacrosante” Caro Vito le tue parole sono sacrosante, Ma il problema di fondo è che il comune di cui tu sei amministratore seppur di minoranza snobba il problema. Noi il nostro dovere lo facciamo quotidianamente ma sai perfettamente che le dimensioni del nostro territorio sono di gran lunga più estese di quelle della CITTA’ di San Salvo ed è a dir poco impossibile vigilare l’inciviltà quotidiana. Sante D’Alberto Durante la pausa pranzo, qualche volta mi concedo il privilegio di fare un pò di corsa. Il mio percorso abituale è San Salvo-Montalfano. Purtroppo una piccolissima parte di quello che incontro per strada è documentato da queste foto. Siccom...e la situazione peggiora di giorno in giorno, senza farne una questione politica, chiedo cortesemente al Sindaco di

Cupello di intevenire al più presto. Inoltre chiedo all'Assessore Sannino ed al sindaco Marchese di vigilare su queste situazioni visto che si tratta di strade che in realtà sono dentro San Salvo. Spero che bastino queste foto e le poghe righe. Mi rendo conto delle difficoltà ma queste situazioni vanno monitorate. Grazie Vito Evangelista

Il sindaco di Cupello e l’assessore D’Alberto, come potete leggere, hanno risposto sulla bacheca di Angelo Pollutri. Apprezzo la tempestività ma purtroppo le risposte, compreso quelle del nostro assessore Sannino non sono esaustive. Il solito scaricabarile: Sannino dice che la colpa è dei cittadini incivili, D’albero e Pollutri

dicono che la colpa è del mal funzionamento della raccolta differenziata di San Salvo che “non è mai partita”. Non voglio entrare nel merito, forse le responsabilità sono di tutti forse non è di nessuno, il fatto è che le strade ai confini di San Salvo stanno diventando delle discariche. Allora per una volta togliamoci di dosso le divise delle varie tifoserie politiche e campanilistiche e risolviamo i problemi. Oggi quello che chiediamo non è stabilire di chi è la colpa ma pulire le strade. Credo che il minimo sia un TAVOLO CONGINUNTO TRA COMUNI per un piano di emergenza: pulire, bonificare, cartelli di divieto nelle zone a rischio e punizioni esemplari. Tra l’altro a San Salvo da poco abbiamo sostituito il capo dei vigili, chiamato dall’amministrazione a risolvere

una serie di problemi, facciamogli risolvere anche questo! Se non è sufficiente un’azione coordinata tra la polizie municipali dei paesi limitrofi, chiediamo aiuto alle altre forze dell’ordine alla protezione civile agli ambientalisti e a chiunque a altro! Le cose da fare potrebbero essere tante…MA SCUSATE tanto: siete voi gli amministratori! Siete stati chiamati per amministrare e risolvere i problemi…allora RISOLVETELI! Quelle strade sono sporche da mesi e peggiorano di giorno in giorno! Tra l’altro se proprio vogliamo buttarla in politica: ma San Salvo e Cupello non hanno amministrazioni dello stesso colore? Non ci sono mica quei “rozzi” di destra a governare! Se c’erano loro, non oso neanche immaginare cosa sarebbe successo! Vito Evangelista

In occasione dei suoi meravigliosi Quattro Anni e Diciotto Lustri

A mia madre Seduta, rilassata, distesa sulla vecchia poltrona, aggomitolata sulle stesse membra, imbottita dalle stesse lane che usò una volta quale ricordo di un tempo passato, di una moda trascorsa, di una vita vissuta ella guarda, osserva e tace convinta della sua esperienza, assorta nella sua meditazione chiusa nel suo volontario mutismo. E' mia Madre, è lei la novantaquattrenne mia Madre. Ha il volto sereno, contornato dal candore dei capelli,

illuminato dalla vivacità degli occhi vivificato dalla bontà dello sguardo; ha le mani scarne solcate dalle marcate vene, sguizzanti come segni indelebili, sconvolte dalle fragili ossa sporgenti come zolle sui prati. E' mia Madre, è lei, la "giovanil-ultranonagenaria" mia Madre. Il suono della sua voce, ancora calda nell'affetto materno, ancora pura nel candore del dire, ancora dolce nell'espressione più bella, è la mia gioia migliore di una lirica mai scritta, di una musica mai udita, di un inno mai fatto ascoltare. Il pensiero fervido e saldo,

Costruiamo il presente... ... progettiamo il futuro

project & engineering solutions viale Belgio, 12 San Salvo (Ch)

www.dangeloeantenucci.it

allarmato dagli anni vissuti, emette ora sentenze, racchiuse in saggi consigli, corona ogni suo dire con ricordi di frasi lette e meditate sui suoi libri religiosi ormai trapassati di un'era, di un tempo che fu. E' mia Madre, è lei, l'adorata mia Madre. La vedo resistente come una quercia, la contemplo come giorno innamorato del domani, l'adoro come una vita che ha nostalgia ....... del futuro, come un fiore geloso dei suoi petali, come un Amore che non si spezza, come un'Anima che si invola nell'immensità di Dio!

Tiberio Occhionero


VASTO quotidiano l’informazione free press

giovedì 31 marzo 2011

Scientifico di Vasto: cronache dal Festival della Scienza

Pedala a Speed of Life! Ieri all’Agenzia Promozione Culturale è stato proiettato un documentario, speed of life, a cura dell’ARCI di Vasto. Questa proiezione è stata proposta con l’obiettivo di fronteggiare la lotta per la mobilità sostenibile. All’interno di questo filmato è possibile delineare tre parti. Per cominciare è descritta la storia di una giovane coppia accomunata da una stessa passione:la bicicletta. I due condividono l’amore per questo mezzo di trasporto riconoscendolo un metodo per scoprire la natura, evitare l’inquinamento sia ambientale che acustico attribuito a tutti gli altri mezzi di trasporto. Inoltre affermano che muoversi in bici equivale a spostarsi a “velocità della vita” in quanto pedalando attraverso dei percorsi in aeree verdi si ha la possibilità di accarezzare,respirare e incontrare fisicamente madre natura. Segue poi la descrizione della città DI Banja Luka (Bosnia), dove a seguito di numerosi incidenti a causa e a discapito di ciclisti, è stato indetto il divieto di pedalare nelle zone collinari con l’immediata conse-

guenza di affliggere in strada un vero e proprio divieto di accesso a tutte le biciclette. Questo gesto,considerato estremo da tutti gli amanti della bici,ha provocato una manifestazione dal nome: “Lascia stare la mia bici”. Tale evento è stato strutturato con i caratteri di un corteo funebre con tanto di bara e musica funebre. Anche se il risultato di questo”funerale” sia stato un insuccesso i ciclisti della città bosniaca continuano la loro lotta. La seconda parte del documentario tratta l’argomento della mobilità sostenibile sulle lunghe distanze. A tal proposito viene presentata uno spazio ricreativo per i ciclisti che dista 77 km dalla città di Banja Luka. Quest’”oasi” oltre a essere una bellissima meta turistica per i cicloturisti, rappresenta un luogo rilassante e rigenerativo per i ciclisti affaticati che decidono di fare un piccolo break o di sostare per una notte. Giunti a questo punto della proiezione si passa nel vivo di un’avventura di un ragazzo bosniaco che raggiunge Vasto in bicicletta dalla Bosnia, per partecipa-

re ad un scambio giovanile internazionale sullo sviluppo sostenibile organizzato dall’Arci di Chieti/Vasto. La bike è per questo giovane la sua unica compagna di vita e a proposito di essa dice:” la bici è vita,felicità,un mezzo di trasporto perfetto che carbura grazie alla nostra energia”. L’ultima parte del documentario presenta il lavoro riguardante la mobilità sostenibile in Italia. In particolare in Abruzzo è in corso di realizzazione di una pista ciclabile della lunghezza di 31 km all’incirca che permetti, agli appassionati del connubio tra bici e natura, di costeggiare tutto il litorale. Speed of life è stato un incontro a cura dell’Arci. Per concludere il presidente Lino Salvatorelli, ha invitato l’auditorio a cogliere le numerose opportunità a costo zero che vengono offerte ai giovani dalla sua associazione. Dal documentario emerge dunque che la vita è come una pista ciclabile: è fatta di curve e salite. L’importante è pedalare! Prima o poi si raggiunge quello che si desidera dalla vita! Marzia Di Lello

6

Ieri alle ore 13.00, all’età di anni 84, è venuta a mancare all’affetto dei suoi cari

MARGHERITA MARCHESANI (Antonietta) VED. ALTIERI

Ieri, alle ore 10.00, all’età di anni 80, circondato dall’affetto dei suoi cari, è tornato alla casa del Padre l’amato

FEDERICO LA PALOMBARA

Ne danno il triste annuncio i figli Nicola, Mario e Carlo, le nuore Teresa, Tina e Adele, i nipoti Michele, Antonella con Alessandro, Monia con Angelo, Roberta, Giovanni e Stefano i cognati e parenti tutti.

Ne danno il triste annuncio la moglie Anna, le figlie Laura Teresa e Nicoletta Giuseppina, i generi Nicola e Michele, i nipoti Amedeo, Federica e Antonio Andrea, lo zio Antonio, i cugini e parenti tutti.

I funerali avranno luogo oggi alle ore 14,30, muovendo dall’abitazione dell’estinta, in via Martiri della Libertà n° 56, per la Parrocchia di San Paolo Apostolo.

I funerali avranno luogo oggi alle ore 10,15 muovendo dall’abitazione dell’estinto in via Colle Pizzuto, 5 per la Parrocchia di S. Maria del Sabato in S. Antonio Abate.

LA PRESENTE VALE ANCHE COME RINGRAZIAMENTO

IL PRESENTE VALE ANCHE COME RINGRAZIAMENTO

Vasto, 31 marzo 2011 Agenzia Funebre “LA CONCORDIA” Via Ciccarone, 48 Vasto 0873 378427

Vasto, 31 marzo 2011 Agenzia Funebre “LEMME” Vasto 0873 69387


SPORT quotidiano l’informazione free press

giovedì 31 marzo 2011

Assistenza caldaie e condizionatori

7

Via Platone, 22 66054 Vasto (CH) Tel. & Fax 0873 367968 e-mail: climaservicegroup@libero.it

Torneo Nazionale di Judo città di Bari

Cinque medaglie conquistate dalla Judo Club San Gabriele Cinque medaglie conquistate, quattro d’Oro e una di Bronzo, è il ragguardevole bottino della società Judo Club San Gabriele di Vasto al torneo nazionale “Città di Bari” di judo, svoltosi al Palazzetto dello Sport del capoluogo pugliese. Sugli scudi, dunque, i giovani allenati dal più che soddisfatto Aniello Vastola che si sono fatti valere nelle categorie Esordienti A e B, Cadetti, Juniores e Seniores. Di seguito, riportiamo i nomi dei vincitori vastesi suddivisi per categoria. Medaglia d’Oro: Antonio Carcangiu (Esordienti B, kg 50), Sara Fabrizio (Esordienti B, kg 70), Nicola Lammanda (Ca-

detti, kg oltre 81) e Francesco Vastola (Cadetti, kg 66). Medaglia di Bronzo: Patrick Notturno (Cadetti, kg 73).

San Paolo Calcio Serie C Femminile - Nona di ritorno

Le vastesi battono anche l’Ariete Calcio A due giornate dal termine del campionato di calcio femminile di Serie C, quando la lotta per il salto di categoria è ormai una questione a due, tra la capolista Memy Team Giulianova e Femminile Chieti, in casa della San Paolo Vasto l’obiettivo è guadagnare due posizioni in classifica, così da chiudere al terzo posto, anche se la concorrenza continua a essere agguerrita. E’ importante, comunque, aver ritrovato la serenità e la strada giusta per continuare a vedere il sole splendere. Domenica, al campo sportivo del quartiere San Paolo di Vasto, le ragazze allenate da Francesco Mucci hanno fatto anche quaterna, sulla ruota di Chieti, battendo per 3-0 l’Ariete Calcio. Si tratta, infatti, della quarta vittoria consecutiva, a dimostrazione che la squadra è più che viva e non è andato vanificato il lavoro delle giocatrici e l’impegno che sta portando avanti, da alcuni anni, la società del presiden-

te Pierino Tumini. Tarquinio e compagne partono subito con il piede sull’acceleratore come dimostrano le due belle conclusioni di Tiberio e Benedetti. Al 5’ azione costruita sull’asse Tiberio-Di FoglioBenedetti, però la palla è deviata in calcio d’angolo. Il gol è nell’aria: al 16’ Di Viesti è brava a crossare per l’accorrente Tarquinio che mette in rete, ripetendosi al 22’ con un gran tiro da fuori area, solo che il pallone esce di poco. La formazione biancorossa non lascia respirare l’avversario di turno e cerca, con insistenza, la via per il raddoppio. E’ in gran forma Di Viesti che offre diversi spunti alle compagne. Al 23’ ci prova Ronzitti. Sette giri di lancette ed è Benedetti ad andare vicino alla conclusione che termina di poco sulla traversa. Continua a sudare freddo il portiere della squadra ospite De Rossi che si riprende nei minuti di riposo. Al rientro in campo, la San Paolo non ‘allenta la presa’ e continua

a essere l’unica protagonista della partita. Al 2’ arriva il 2-0 dopo un’ottima azione corale della squadra: palla recuperata a centrocampo, lancio per Benedetti che appoggia a Tarquinio, assist perfetto per Di Viesti che scarica in rete con tutta la grinta che ha in corpo. Dopo il raddoppio, la concentrazione delle vastesi resta alta e Tarquinio, al 25’, grazie a una gran botta dalla distanza, chiude definitivamente i conti con l’Ariete siglando il 3-0. “C’è stata qualche disattenzione in difesa - commenta il trainer Francesco Mucci a fine partita ma è normale, considerando

i primi caldi e il continuo turnover delle ragazze. Nel complesso sono soddisfatto e ci godiamo questi risultati meritati grazie al buon lavoro del gruppo. Ci prepariamo ad affrontare il finale di campionato e la Coppa Abruzzo nel migliore dei modi”. La San Paolo Vasto in distinta: Nardulli (37’st Mariniello), Napolitano (10’st Vitelli), Nozzi, Di Foglio, Pelliccia, Tumini (26’st Cerbino), Tarquinio, Ronzitti (1’st Orrù), Benedetti, Di Viesti, Tiberio (15’st Mazzatenta). A disposizione Di Francesco N. e Nucciarone. I risultati della nona giornata di ritorno:

Spal Lanciano-A.C. Femminile L’Aquila 1-9, San Paolo Calcio Vasto-Ariete Calcio 3-0, Folgore Sambuceto-Audax Palmoli 2-2, Memy Team Giulianova-Scafa ASD 4-0, Femminile Chieti-Teramo 6-1, Atletico Ortona 2004Womens Soccer Hatria 3-1. La classifica: Memy Team Giulianova 53, Femminile Chieti 51, Womens Soccer Hatria 45, Atletico Ortona 44, San Paolo Vasto e Scafa ASD 40, Folgore Sambuceto e Audax Palmoli 19, A.C. Femminile L’Aquila 18, Ariete Calcio 12, Teramo 9, Lanciano -1. ( mdp)

San Francesco nuoto

Ancora un oro per il giovane Nicolangelo Di Fabio Da Riccione, dove sono in corso di svolgimento i Campionati Italiani Giovanili di nuoto, arrivano altri allori per la San Francesco Vasto e, ancora una volta, dal giovane talento Nicolangelo Di Fabio che, dopo aver conquistato due Medaglie d’Oro il primo giorno di gare, sale nuovamente sul podio e sul gradino più alto nei 200 stile libero (categoria Ragazzi secondo anno), chiuso con l’ottimo tempo di 1’52”19. Nei 100 dorso, invece, Nicolangelo ha ottenuto il Bronzo con 58”61. Bene stanno facendo anche Fabien Marciano e Antonio Di Crisci. (mdp)

NATURHOUSE: l’alimentazione educata NATURHOUSE è un marchio leader nel campo dell’educazione alimentare. In Italia conta circa 300 punti vendita. La professionalità dei consulenti NATURHOUSE e un’esclusiva linea di integratori alimentari a base di sostanze naturali sono i motivi del successo di questo innovativo metodo per migliorare il proprio benessere. Il percorso di educazione alimentare proposto da NATURHOUSE consente al cliente di diventare consapevole e autonomo nelle abitudini alimentari comprendendo il perché di ogni scelta. Alla fine di questo percorso il cliente raggiunge il proprio peso salute divenendo consulente di sè stesso. Il tutto senza soffrire la fame!

Nutrizione e Dietetica NATURHOUSE VASTO Corso Italia 34/36 Tel. 0873/361795


Via Osca, 94 - Porto di Vasto VASTO (CH) Tel. 0873 310305


Qui 31 marzo 2011